calcio mercato
William Hill Casino

TOUR DE FRANCE, A VOECKLER PRIMO TAPPONE PIRENAICO


Francese alla seconda vittoria. Evans, sogno maglia gialla bye bye.
RSS
Bagnéres-de-Luchon, 18/07/2012 -

Thomas Voeckler bissa il successo di due anni fa sullo stesso percorso, la Pau- Bagnéres de Luchon, e strappa a Kessiakoff (Astana) la maglia a pois grazie alla convincente prova odierna, soprattutto nelle scalate, che gli ha permesso di salire sul gradino più alto del podio.

Prima della zona delle grandi salite la gara si divide in due tronconi, dato che i fuggitivi sono 38. Arrivati al Col du Tourmalet (96 km all'arrivo all'inizio di una salita lunga 18 alla pendenza media del 7,4%) restano davanti solo i pochi più tenaci: Voeckler (Europcar) e Feillu (Saur), con 1'18" su Kessiakoff, Dam, Sorensen, Voigt e Stortoni. Il gruppo maglia gialla scollina il Tourmalet con circa 10' di ritardo. La Sky controlla bene la situazione, fino a quando è Basso a dare il ritmo, scremando il gruppo. Dietro di lui il concorrente italiano alla maglia gialla Nibali, che è tenuto a vista dalla coppia Sky Wiggins-Froome. Evans non tiene il tempo e viene lasciato indietro. Sul Col d'Aspin, terzo GPM della giornata, l'australiano ha 45" di ritardo sulla testa del gruppo maglia gialla. A 30 km dall'arrivo Voeckler e Feillu sono sempre in testa, inseguiti a 54" dagli altri battistrada Voigt, Vinokourov, Izaguirre e Sorensen. Nel frattempo Evans viene supportato da tre compagni, che gli permettono di rientrare ma solo temporaneamente: molla definitivamente poco dopo.

A 3 km dalla fine della salita del Col de Peyresourde (GPM di 1° categoria) lo Squalo dello Stretto morde e attacca, costringendo Wiggins a mettersi in testa al gruppo per contenerlo. A 45" Van den Broeck. Contemporaneamente Voeckler arriva agli sgoccioli della sua brillante gara: a 2 km dal traguardo ha 1'50" di vantaggio su Sorensen, secondo dopo il calo di Feillu. Trionfa il francese, mentre nella lotta per il terzo posto è sfortunato Vinokourov, che deve lasciare strada ad Izaguirre (Euskaltel) a causa della rottura dello scarpino del pedale. Wiggins, Froome e Nibali arrivano in gruppo, a 7'08" da Voeckler. Irriconoscibile Evans: 4'48" di ritardo sui tre big.

In classifica generale il crollo di Evans si fa sentire: il vincitore del Tour 2011 sprofonda in settima posizione, lasciando il quarto posto a Van den Broeck, troppo distante da Nibali per poter comportare un pericolo (3'23").

Domani la tappa numero 17, Bagnéres de Luchon-Peyragudes (197 km). Ben 5 GPM, 1 Hors Categorie, 1 di terza categoria, 1 di seconda e 2 di prima. L'arrivo a Peyragudes sarà l'ultimo in salita del Tour de France numero 99. Vedremo senz'altro grandi emozioni e colpi di scena al pari di oggi, con l'attenzione puntata tutta sul gruppo dei big.

Samuel Boscarello

Le nostre Esclusive

notizie calcio
Il Conte pensiero
di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013