calcio mercato
William Hill Casino

PER OGGI IL CALCIO PUÒ ATTENDERE


La riflessione sul valore della vita, che ha la priorità su ogni altra cosa.
RSS
Torino, 23/01/2017 -


Periodicamente si abbattono fatti tragici che non possono lasciarci insensibili. L’Italia del centro sud è martoriata da terremoti, crolli di case e palazzi, nevicate fuori da ogni norma e slavine che si sono abbattute sul tetto di un albergo che si è sgretolato come cartapesta. E’ l’Hotel Rigopiano di Farindola, un bellissimo resort che sorgeva a 1200 metri di altitudine in Abruzzo. I fatti e le terribili immagini di vite umane che si sono alternate tra quelle miracolosamente salvate a quelle estratte senza vita, ed altre ancora disperse, ci inducono ad unirci a una riflessione di gratitudine verso i volontari, la croce rossa, il genio civile, i vigili del fuoco, le forze dell’arma dei carabinieri, la guardia forestale, di finanza e tutte le persone anonime che lavorano alacremente giorno e notte per salvare delle vite umane in situazioni davvero impossibili. Occuparsi di calcio in uno dei tanti lunedì che offrono interessanti spunti di cronaca sportiva, non ci riesce proprio, perché abbiamo ancora negli occhi la terribile, straziante tragedia che si è abbattuta in questi giorni nell’Italia centrale.  Ed è per questo motivo che noi de Il Calcio 24, giornale web d’informazione sportiva che si occupa essenzialmente di fatti legati al mondo del pallone, desideriamo sentirci partecipi al dolore delle famiglie colpite dalla tragedia, ma anche vicini a coloro i quali vivono nell’ansia di sapere se tra i dispersi c’è ancora una minima speranza di vita. Un filo sottile che ci tiene tutti uniti alle notizie che si intersecano tra momenti di emozione e  dolore intenso. La stessa emozione che ci ha attanagliato la gola, quando abbiamo visto le immagini di bambini portati alla luce ed estratti vivi da un cunicolo angusto, che rappresenta l’unica via di accesso e di uscita da quell’albergo schiacciato dal peso della slavina.  Ci è sembrato come vederli nascere un’altra volta, quei bambini. Creature partorite dalla terra, dopo essere già stati messi al mondo dalla loro mamma. E’ la forte visione che penetra profondamente in noi e ci scuote tra momenti di rabbia, di sconforto e di grande emozione nell’assistere a immagini di salvataggio di bambini che in quella tragedia sono rimasti orfani dei loro genitori. E per i dispersi rimasti ancora sotto le macerie di un albergo che doveva rappresentare la tranquillità di una vacanza in montagna, il filo sottile della speranza passa esclusivamente dalle braccia operose dei volontari. Veri angeli di terra che non hanno le ali, ma che ci aiutano a capire quel senso della vita troppe volte offuscato da mille superficiali banalità, e sminuito da situazioni che ci sembrano insormontabili ma che in realtà sono niente al cospetto della ricchezza di aprire gli occhi al mattino, vivere intensamente la giornata pur con i suoi affanni, e andare a letto la sera aspettando il mattino dopo. Retorica di buoni sentimenti? No, realtà di ciò che non sappiamo scorgere, afferrare, come quel Carpe Diem di cui conosciamo bene il significato ma che non sappiamo cogliere al volo. Per questo ci sentiamo di ringraziare di cuore chi, come quel Vigile del Fuoco che è impegnato tra tanti altri colleghi, a soccorrere le vite intrappolate nell’Hotel Rigopiano. Egli dice: “Siamo italiani e stiamo aiutando tutti il nostro Paese. Qui non troverete tentazioni regionalistiche, ma solo orgoglio nazionale e il senso di coesione in una forte missione che ci spinge a non dormire da giorni”. Messaggi forti e di incommensurabile esempio. Per questo oggi diciamo: “Il calcio può attendere”.

Salvino Cavallaro

Salvino Cavallaro


    Le nostre Esclusive

    notizie calcio
    Il Conte pensiero
    di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
    Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
    della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
    Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
    della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013