calcio mercato
William Hill Casino

NAPOLI: I PERCHÈ DI UNA DEBACLE


Viaggio all`interno della serataccia al San Mames
RSS
Bilbao, 28/08/2014 -

Il Napoli se ne torna a casa mestamente, umiliato da una squadra che, presa singolarmente, probabilmente non arriva manco a metà della potenza del club di Benitez.

Ha vinto l'organizzazione di gioco dei baschi, la loro grinta, uno stadio strepitoso con una cornice di pubblico incredibile: hanno perso undici giocatori che sembravano tutto tranne che una squadra. Eppure le cose si erano messe bene: il gol di Hamsik aveva dato speranza ai partenopei, prima del crollo. Una difesa inguardabile, un centrocampo totalmente assente, un attacco in cui Callejon e Mertens sembravano corpi estranei al gioco di Benitez: ma dov'era il Napoli dei 9 punti nel girone di ferro con Borussia e Arsenal?

Ovviamente le colpe sono di tutti: dai giocatori, a De Laurentiis, fino a Rafa Benitez. I giocatori, alla fine, sono quelli che vanno in campo, nel bene e nel male passano dalla gloria al baratro. Capitano le sere in cui tutto va storto, ma ieri forse è stato tutto troppo storto.

Benitez ha fatto le sue scelte, alla luce dei fatti sbagliate: in una partita tosta come queste perché puntare su Gargano, fuori dal suo progetto da ben due anni, e non su Inler? Perché adattare Britos a sinistra anziché rispolverare Zuniga? Perchè questa squadra aveva tutto tranne che la grinta che l'ha sempre contraddistinta? Perchè manco una volta gli azzurri sono arrivati prima degli avversari sul pallone? Tanti quesiti, poche risposte: almeno da parte nostra.

Veniamo a De Laurentiis: ok, il Napoli è una delle poche squadre col bilancio in attivo in tutta la Serie A, ma qualche acquisto non avrebbe fatto bene? Se si pensava di poter puntare su De Guzman, perché non acquistarlo subito in modo da farlo giocare con l'Athletic? Perchè non si è rinnovato il contratto a Pepe Reina? Rafael sarà pur bravo, ma uno con l'esperienza dello spagnolo, soprattutto in queste competizione, è tutt'altra cosa. Perchè non è mai stata presa un'alternativa a Callejon, Mertens e Insigne?

Ultima riflessione: l'Athletic Bilbao è composto solo da giocatori baschi (come se il Napoli ad esempio giocasse solo con giocatori campani, ad esempio), mentre la squadra di Benitez aveva in rosa solo un italiano (Maggio, per giunta il peggiore in campo).

Ancora ci chiediamo perché la nostra nazionale raccoglie solo figuracce?

Luca Bonaccorso

Le nostre Esclusive

notizie calcio
Il Conte pensiero
di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013