calcio mercato
William Hill Casino

REGINE D`ESTATE, UN TRONO PER TRE: JUVENTUS, NAPOLI E FIORENTINA


Acquisti ad otto cifre e squadre da scudetto, la lotta comincia da adesso: Tutti gli avvicendamenti delle big estive.
RSS
02/08/2013 -

La resa dei conti comincerà il 25 agosto, quando si tireranno le somme dell'operato estivo. Ma se nomi ed ipotesi si rincorrono sui giornali a cadenza quotidiana, non ci sono dubbi sulle tre squadre in corsa per aggiudicarsi lo scudetto d'agosto, giocato tra comitati di benvenuto all'aeroporto, dirigenti trafelati e agenti dalla bocca cucita. "Platonico ma ambito", direbbe Alfredo Provenzali. Tuttavia se la squadra campione d'inverno è solitamente, a scanso di ribaltoni da cinque maggio, quella che a fine stagione alza la coppa; la regina dell'estate scalda i cuori delle curve, i prati degli stadi e incute timore il fatidico giorno della presentazione dei calendari. A contendersi la corona sono naturalmente Juventus, Napoli e Fiorentina, che hanno operato con astuzia ed oculatezza durante la prima parte del mercato. Osserviamo i movimenti dei tre club per ogni settore:

PORTA

Juventus- Nessun problema per i bianconeri, che mantengono intatto il trio di senatori Buffon-Storari-Rubinho. Esperienza (età media 33,6 anni) e classe, quella sopraffina dell'estremo difensore della Nazionale, si uniscono a tanti talenti in maturazione. Leali giocherà in prestito allo Spezia, Nocchi al Carpi. Via per una stagione anche Branescu (Juve Stabia), mentre Costantino è stato ceduto al Modena.

Napoli- Rivoluzione sotto la traversa: il trentaseienne De Sanctis va alla Roma e lascia spazio al nuovo arrivato Rafael, giovane di scuola Santos dalle grandi aspettative. Rosati difenderà la porta del Sassuolo e a ricoprire il suo ruolo è stato chiamato Pepe Reina, che ha già lavorato con Benitez ai tempi del Liverpool. Lo spagnolo rimarrà sotto il Vesuvio in prestito per tutta la stagione.

Fiorentina- Viviano torna all'ovile di Gattuso e Seculin viene ceduto al Chievo (che, per la cronaca, lo ha già girato all'Avellino): in rosa restano il nuovo arrivato Munua, trentacinquenne svincolato dal Levante, il coetaneo Lupatelli e Neto. Il brasiliano è tenuto d'occhio dal Verona e non è escluso che possa difendere i pali dell'Hellas la prossima stagione. Al momento il candidato numero uno per i viola è Agazzi, seguito da Storari e Sorrentino. Spunta fuori anche Julio César, ma l'ostacolo è ancora una volta l'ingaggio elevato dell'ex nerazzurro.

DIFESA

Juventus- Il colpaccio è senz'altro Angelo Ogbonna, che si colloca perfettamente nella già forte difesa bianconera. Riscattato Peluso, ottimo sostituto in vista di una stagione densa di impegni. Nel frattempo le metà di Masi e Belfasti, giovani da osservare attentamente, sono state cedute rispettivamente a Ternana e Pro Vercelli. Dopo l'esperienza al Vicenza, il francese Gouano va ad irrobustirsi le ossa in casa Lanciano.

Napoli- Il mercato ha rinforzato un settore che negli anni passati ha sempre rappresentato un tallone di Achille per la squadra partenopea. Arriva Albiol dal Real Madrid, che sicuramente non farà rimpiangere l'argentino Campagnaro, all'Inter al seguito di Mazzarri. Torna da Siena il promettente ma poco utilizzato Uvini, ventidue anni e già qualche esperienza in nazionale brasiliana, insieme a Fernandez, Vitale, Fideleff e Petrarca i cui prestiti sono scaduti.

Fiorentina- Reparto migliorabile nella corazzata viola, seppur contando che gli assi nella manica di Pradè sono tutt'altro che esauriti. Al posto del partente Roncaglia, destinazione Brasile o Russia, potrebbero arrivare Granqvist o Spolli. Intanto si è accasato a Firenze lo spagnolo classe '90 Marcos Alonso, svincolato dal Bolton. Sul fronte delle cessioni Felipe ha lasciato l'Artemio Franchi per il Parma e Camporese giocherà in prestito al Cesena. I meno esperti Piccini, Rozzio e Bittante vestiranno le maglie di Livorno, Pisa ed Avellino.

CENTROCAMPO

Juventus- Squadra che vince non si cambia, vale anche per i reparti di gioco. Il centrocampo juventino vanta nomi come Marchisio, Pirlo e Vidal ed è uno dei più efficaci d'Europa. Occhio a Pogba, che ha mostrato sprazzi di gran classe durante la stagione passata, e ai ventenni Gabriel e Bouy. Tornano da un'annata in Serie B (il primo a Vercelli, l'altro a Brescia) e probabilmente non resteranno alla casa madre, ma tra un paio d'anni potrebbero far luccicare gli occhi. In uscita risolto definitivamente il caso Melo, al Galatasaray per 3,7 milioni di euro, mentre Giaccherini si accasa al Sunderland per 7,5 milioni.

Napoli- Via Cigarini (in comproprietà con l'Atalanta), Santana (Genoa) ed El Kaddouri (prestato al Torino), si fa spazio al nuovo arrivo Callejon e ai riscattati Armero e Radosevic. Ritorno a casa anche per Gargano e Dossena, anche se l'uruguagio è seguito dal Fulham. Al contrario, l'esterno lombardo ha più volte dichiarato di voler restare nonostante le voci che a più riprese lo hanno accostato alla Sampdoria o al Verona.

Fiorentina- Ilicic garantirà ottima copertura sulla fascia destra insieme a Cuadrado, riscattato dopo un'eccellente stagione. Rosa irrobustita dagli arrivi low cost di Joaquin, Ambrosini e Iakovenko, che garantiranno buona copertura nel turnover. Aria di prestito per Salifu, piace in Spagna e nella serie cadetta, e per uno tra Bakic e Wolski. Quest'ultimo sta dando prova nel precampionato delle qualità che lo hanno portato a vestire la maglia della nazionale polacca. Si trasferisce invece a Pavia con la formula della comproprietà il trequartista classe '92 Federico Carraro.


ATTACCO

Juventus- Si cercava un top player, ne sono arrivati due. Tevez non sarà Van Persie, vicino la scorsa estate prima della virata in direzione Manchester, ma insieme a Llorente garantisce incisività e continuità. Un occhio di riguardo alle nuove leve: Simone Zaza è stato prelevato dalla Sampdoria e adesso il suo cartellino si trova a metà tra Juve e Sassuolo, Gabbiadini giocherà in blucerchiato. De Silvestro, appena tornato dall'esperienza in B con la Pro Vercelli, potrebbe vestire la maglia del Lanciano, mentre Boakye è marcato stretto dai tedeschi dell'Eintracht Frankfurt per averlo in prestito. Non è detto tuttavia che vada, in quanto se si liberasse un posto (probabilmente quello attualmente occupato da Matri, corteggiato in Inghilterra e Russia, oltre che dal Milan) resterebbe a Torino.

Napoli- La cessione più remunerativa dell'estate, quella di Cavani, ha portato 63 milioni di euro nelle casse del club. De Laurentiis non ha deluso i tifosi e ha portato al San Paolo Higuain, degno sostituto del Matador. Arriva anche Mertens dal Psv, versatile ala che si adatta facilmente al ruolo di seconda punta. Insomma, Benitez ha a disposizione i migliori pezzi per costruire un attacco d'oro, contando anche su Insigne e sul sempre affidabile Pandev. Contemporaneamente è stato riscattato Calaiò dal Siena, invece Dumitru andrà a giocare al Cittadella.

Fiorentina- Il colpo di lusso è Mario Gomez, uno capace di mandare in visibilio una città intera e di far registrare all'Artemio Franchi un'affluenza quasi da Champions League per la sua presentazione. La sensazione è che i tifosi viola dimenticheranno presto Jovetic e il suo addio verso il City. Per il resto, pochi movimenti. Torna Vargas dal Genoa, in direzione opposta rispetto a Toni, al Verona a parametro zero, e a Seferovic, acquistato per tre milioni dal Real Sociedad. E intanto si aspetta anche il ritorno in scena di Giuseppe Rossi, ansioso di tornare il Pepito di una volta e di conquistare un biglietto per il Brasile a fine stagione.

Samuel Boscarello

Le nostre Esclusive

notizie calcio
Il Conte pensiero
di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013