tempo: 18ms
RSS
Query
Template: /notizie/index.cfm:19
Execution Time: 282 ms
Record Count: 22
Cached: No
Lazy: No
SQL:
SELECT * FROM news
where tipo ='news' and (data<'20210414' or (data='20210414' and ora<='183947'))
and( titolo like '% yamaha%' or keywords like '% yamaha%' or descrizione like '% yamaha%')
and azienda like '%01%'
order by data desc,ora desc,id_arg desc
id_argtipoareaTitoloDataoraKeywordsdescrizionebreveDescrizioneufficiocittaAutoreid_inserimentoimmagineinhomeINSLIDERfonteinevidenzaidargomeidteampeopledoccorrelatiStartDateEndDateaziendaPROPRIETARIOriservatocontalettureesclusiva
11012670NewsMotoMondialeMotomondiale - Test Sepang - Marquez da record20140206214414motomondiale,test sepang,honda,yamaha,ducati,mar marquezIl campione iridato infrange il record della pista, ma Valentino è subito dietro a poco più di un decimo di secondo.<div>Il primo test del 2014 si è concluso con il campione del mondo della Repsol Honda Marc Marquez, sempre il più veloce in tutte e tre le giornate, che ha infranto oggi il record del circuito di Sepang con il tempo di 1'59.533 battendo il precedente record segnato da Casey Stoner nel 2012 di 1'59.607. Marc ha trascorso la sua ultima giornata a Sepang lavorando sull'elettronica ed ha effettuato una simulazione di gara di 20 giri. Nei tre giorni di questo primo test ha compiuto in totale 167 giri.</div><div>Il suo compagno di squadra ha lavorato sulle impostazioni della geometria della moto cercando di migliorare il grip al posteriore ed ha trovato alcune soluzioni positive facendo segnare il suo miglior giro in 2'00.223, corrispondente al sesto tempo assoluto, ma nella mattinata è stato disturbato da alcuni problemi con i freni anteriori. Nel corso dei tre giorni ha completato 192 giri.</div><div>In casa Yamaha Valentino Rossi e Jorge Lorenzo hanno completato oggi la terza e ultima giornata di test con risultati soddisfacenti. In particolare Valentino Rossi ha trovato un ottimo feeling con la moto ed è riuscito a scendere sotto il muro dei 2 minuti fermando il cronometro a meno di 2 decimi dietro a Marquez segnando così il secondo tempo assoluto.</div><div>Jorge Lorenzo,con l'altra yamaha, ha compiuto buoni progressi, completando l'ultimo giorno in terza posizione, a soli 0,333 secondi dalla vetta. Entrambi i piloti hanno compiuto una simulazione gara e si sono mostrati molto felici al termine delle prove.</div><div>Anche il Ducati Team ha concluso i test con un bilancio positivo. Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow, hanno continuato il lavoro di sviluppo delle loro Desmosedici &nbsp;con molti chilometri percorsi con la nuova moto e tanti dati utili raccolti.&nbsp;</div><div>Andrea Dovizioso ha fatto un bel passo avanti abbassando di otto decimi il suo miglior tempo di ieri, concludendo la giornata in anticipo a metà pomeriggio dopo aver completato il suo programma di lavoro. Il suo crono, 2’00.370, è stato il miglior tempo registrato finora da Dovizioso sulla pista di Sepang, con qualsiasi moto.&nbsp;</div><div>Cal Crutchlow invece ha continuato a girare fino alle 18.00, cercando di macinare più chilometri possibile sulla nuova moto, con cui affronterà la sua prima stagione per i colori del team di Borgo Panigale.</div><div>Ottimo anche il contributo del collaudatore del Ducati Test Team Michele Pirro, che ha concluso la terza giornata percorrendo altri 57 giri e ottenendo il suo miglior crono in 2’01.782.</div><div><br></div><div>Queste le dichiarazioni dei piloti a fine test:</div><div><b>Marc Marquez</b>: "Sono abbastanza contento di come sono andati i tre giorni qui a Sepang e abbiamo iniziato bene la pre-season. Vero che &nbsp;questo è solo il primo test e abbiamo ancora del lavoro da fare, ma abbiamo già potuto fare una simulazione di gara ed è andato tutto &nbsp;bene. Abbiamo provato molte configurazioni e abbiamo raccolto molti dati, quindi dovremo essere ben preparati per il prossimo test qui. Abbiamo ancora alcune cose da provare"</div><div><b>Dani Pedrosa</b>: "In questo terzo giorno ci siamo concentrati sul telaio, cercando di guadagnare più grip posteriore e credo che abbiamo fatto un sacco di progressi qui. Questa mattina abbiamo avuto un problema con i freni su entrambe le moto e ho perso un sacco di tempo, proprio nella parte della giornata in cui si può segnare il giro veloce. Comunque, sono contento che siamo riusciti a migliorare la messa a punto e, in generale, oggi è stata una giornata positiva. Al prossimo test, spero che possiamo continuare da dove avevamo lasciato oggi, e continuare a migliorare prima di passare a Phillip Island"</div><div><b>Valentino Rossi</b>: "Il test è stato molto positivo, sono molto felice, soprattutto per la seconda posizione e di più per il tempo sul giro che è il migliore della mia carriera a Sepang. E'la prima volta sotto 2'00 per me a solo un decimo di Marc e dal record assoluto della pista. Ho trovato un buon feeling con la moto, abbiamo trovato alcune buone soluzioni ed è stato molto positivo. Abbiamo provato una simulazione nel pomeriggio molto utile per individuare eventuali problemi. Abbiamo sofferto un pò per tenere un buon ritmo ma non era così male."</div><div><b>Jorge Lorenzo</b>: "Penso che abbiamo migliorato molto il tempo sul giro di ieri ma non ho fatto un giro perfetto. Magari con gomme più morbide potremmo fare un 1'59.5 o un 1'59.6. L'obiettivo non era quello di migliorare il tempo sul giro singolo, ma di migliorare il passo di gara. Quando abbiamo provato una simulazione di gara in condizioni di caldo abbiamo riscontrato alcuni problemi che non ci aspettavamo, quindi il ritmo non era buono come volevamo. Abbiamo provato solo in un tracciato che &nbsp;storicamente non è una pista Yamaha, quindi cerchiamo di vedere cosa succede nei successivi test in Malesia e sulle altre piste. L'evoluzione e il miglioramento è grande quindi sono abbastanza soddisfatto.Avere trovato una sensazione simile allo scorso anno con meno carburante è una grande cosa."</div><div><b>Andrea Dovizioso</b>: “Sono davvero contento di questi tre giorni di test perché siamo riusciti a fare un buon lavoro e a migliorare molto. Possiamo frenare più forte, entrare più facilmente e con più velocità in curva e accelerare un po’ prima e quindi usare più potenza nella prima parte dell’accelerazione. Poi siamo riusciti ad ottenere anche degli ottimi tempi a livello di giro veloce. Infatti ho ottenuto un tempo che non ero mai riuscito a fare qui in Malesia su qualsiasi moto, e quindi questo mi rende felice. Abbiamo migliorato anche il nostro passo e quindi questo test è stato davvero positivo. Non mi aspettavo di poter migliorare così tanto, però dobbiamo restare con i piedi per terra perché il gap rimane ancora alto per gli obiettivi che vogliamo ottenere.”</div><div><b>Cal Crutchlow</b>: “So che la posizione in classifica non è tra le migliori, ma devo ammettere che sono soddisfatto. Sono ancora abbastanza lontano da Dovi, ma tutto sommato oggi sono stato piuttosto costante e più veloce di ieri. Abbiamo trovato alcune cose positive sulla moto, ma purtroppo ho fatto il mio migliore tempo nella parte meno favorevole della giornata – a mezzogiorno quando la temperatura era 15 gradi più calda di quando gli altri hanno segnato i loro migliori tempi. Non sono troppo preoccupato del mio tempo sul giro, perché mi sembra che si possa spingere di più con la GP14, ed è una cosa positiva. I miei tempi non sono tanto lontani da quelli dello scorso anno, ma gli altri hanno davvero migliorato molto.”</div><div><b>Michele Pirro</b>: “Questa ultima giornata è stata difficile perché comunque la stanchezza si è fatta sentire! Ho fatto anche un long-run alle 14.00 per vedere come si comportava la mia GP14 con i consumi. Sono comunque contento del lavoro che abbiamo svolto, abbiamo raccolto molte informazioni utili e speriamo di migliorare ancora nei prossimi test. Abbiamo sempre migliorato ogni giorno, anche il tempo sul giro, e quindi continuerò a svolgere il mio lavoro con impegno per dare più informazioni possibili ai piloti ufficiali e agli ingegneri Ducati.”</div><div>Tutti i protagonisti della MotoGP torneranno a Sepang dal 26 al 28 febbraio per il secondo test ufficiale dell'anno.</div>Sepang (Malesia)WM01MSWM01MStest-sepang-6-febbraio-2014-mark-marquez.jpgSiNmotomondiale-motomondiale-test-sepang-2014-marquez-e-rossi-da-record-1012670.htmSi101114901,02,03,04,06,07,08,09010898
21012664NewsMotoMondialeMotomondiale seconda giornata di test a Sepang20140205201734motomondiale,test sepang,honda,yamaha,ducati,motogpLe Honda davanti a tutti. Valentino quarto tempo davanti a Expargarò e Lorenzo<DIV>Nel secondo giorno di test pre-stagione organizzati dall'IRTA sulla pista malese di Sepang sono state le Honda le moto più veloci, con il campione del mondo Mark Marquez, che è riuscito a scendere sotto il muro dei 2 minuti fermando il cronometro in 1'59.926 davanti al compagno di squadra Dani Pedrosa (2'00.336) ed alla <SPAN style="WHITE-SPACE: pre" class=Apple-tab-span></SPAN>LCR Honda MotoGP di Stefan Bradl (2'00.339).</DIV> <DIV>Le due Yamaha di Valentino Rossi e orge Lorenzo hanno continuato a lavorare attraverso una serie di componenti ed hanno effettuato alcuni test di gomme per Bridgestone. Il pesarese ha anche preso un pò di tempo per lavorare sul set up della moto per migliorare le prestazioni ed è riuscito ad abbassare il suo tempo di ieri, chiudendo con il quarto tempo appena mezzo secondo dietro la vetta.</DIV> <DIV>Il compagno di squadra Lorenzo ha affinatola messa a punto della regolazione elettronica della sua YZR-M1 per migliorare la stabilità della moto ed il tempo sul giro chiudendo con il sesto tempo a poco più di 0,6 secondi dalla testa.</DIV> <DIV>A sorpresa fra le due yamaha si è inserita Aleix Espargaro (2'00.547) con la moto del team NGM Mobile Forward Racing.</DIV> <DIV>Entrambi i piloti del Ducati Team, Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow. oggi hanno girato esclusivamente con la Desmosedici GP14 compiendo quasi cinquanta giri a testa riuscendo ad abbassare di oltre un secondo i tempi di ieri. Anche il collaudatore del Ducati Test Team Michele Pirro, che sta contribuendo molto allo sviluppo della GP14, ha espresso un parere positivo sulla moto e sulla direzione intrapresa.</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>Queste le dichiarazioni dei piloti a fine giornata:</DIV> <DIV>Valentino Rossi:</DIV> <DIV>"Oggi è un'altra giornata positiva, abbiamo lavorato molto e ho percorso 60 giri. Abbiamo provato un sacco di cose tra cui pneumatici nuovi e vecchi, per cercare di fare un confronto. Abbiamo lavorato sulle regolazioni della moto e provato alcune altre cose, alcune buone e alcune non hanno funzionato come ci aspettavamo. Comunque sono contento perché ho migliorato il mio tempo sul giro rispetto a ieri e sono in quarta posizione e non lontano dal primo."</DIV> <DIV>Jorge Lorenzo:</DIV> <DIV>"Oggi, a parte la posizione che non è l'ideale, penso che abbiamo fatto un passo avanti. Cambiando qualcosa nell'elettronica abbiamo migliorato il comportamento della moto in curva e ora è più simile all'anno scorso. Posso tenere un ritmo più costante e di essere un pò più veloce per un giro. Dobbiamo continuare a lavorare perchè i nostri avversari sono forti in questo momento, ma oggi io sono più contentodi ieri."</DIV> <DIV>Andrea Dovizioso:</DIV> <DIV>“Sono contento dei progressi che abbiamo fatto, non mi aspettavo di provare delle sensazioni così buone nel primo test dell'anno. Siamo riusciti a migliorare in inserimento e anche ad avere un po’ più di velocità in centro curva. Acceleriamo un po’ più forte perché la moto si impenna di meno e quindi possiamo usare più potenza. Ci siamo avvicinati ai primi come tempi, come passo anche, ma c’è ancora tanto lavoro da fare. Però giudico i miglioramenti che abbiamo fatto in questi primi due giorni più che positivi.”</DIV> <DIV>Carl Crutchlow:</DIV> <DIV>“Credo di essere uno dei piloti che ha migliorato di più oggi come tempo sul giro. Ieri ero un po’ arrugginito e non avevo il feeling giusto sulla moto, ma il problema è stato soltanto mio. Oggi abbiamo girato solo con la GP14, testando alcuni assetti che non avevamo avuto tempo di provare ieri. Il risultato è stato positivo e quindi abbiamo fatto un buon passo in avanti. La nuova moto è molto migliorata nell'ingresso in curva, ed è un fatto positivo per la Ducati. In generale direi che sono piuttosto soddisfatto, anche se siamo abbastanza lontani dai primi.”</DIV> <DIV>Domani, giovedì 6 febbraio, sarà il terzo e ultimo giorno di questi primi test della stagione 2014.</DIV><BR><PRE style="BACKGROUND-COLOR: #030303; WIDTH: 616px; OVERFLOW: auto">MotoGP - Sepang - Test Times - Day Two<BR> 1. &nbsp;Marc Marquez (SPA) &nbsp; &nbsp; Repsol Honda Team 1'59.926<BR> 2. &nbsp;Dani Pedrosa (SPA) &nbsp; &nbsp; Repsol Honda Team 2'00.336<BR> 3. &nbsp;Stefan Bradl (GER) &nbsp; &nbsp; LCR Honda MotoGP 2'00.339<BR>4. &nbsp;Valentino Rossi (ITA) &nbsp; &nbsp;Yamaha Factory Racing 2'00.464<BR>5. &nbsp;Aleix Espargaro (SPA) &nbsp; &nbsp;NGM Mobile Forward Racing 2'00.547<BR>6. &nbsp;Jorge Lorenzo (SPA) &nbsp; &nbsp; Yamaha Factory Racing 2'00.573<BR>7. &nbsp;Bradley Smith (GBR) &nbsp; &nbsp; Monster Yamaha Tech3 2'00.603<BR>8. &nbsp;Andrea Iannone (ITA) &nbsp; &nbsp; Pramac Racing 2'00.855<BR>9. &nbsp;Alvaro Bautista (SPA) &nbsp; &nbsp;Go&amp;Fun Honda Gresini 2'00.897<BR>10. Pol Espargarò (SPA) &nbsp; &nbsp; Monster Yamaha Tech3 2'01.061<BR>11. Andrea Dovizioso (ITA) &nbsp; Ducati Team 2'01.146<BR>12. Cal Crutchlow (GBR) &nbsp; &nbsp; Ducati Team 2'01.396<BR>13. Michele Pirro (ITA) &nbsp; &nbsp; &nbsp;Ducati Test Team 2'02.177<BR>14. Nicky Hayden (USA) &nbsp; &nbsp; Drive M7 Aspar 2'02.287<BR>15. Colin Edwards (USA) &nbsp; &nbsp; NGM Mobile Forward Racing 2'02.545<BR>16. Yonny Hernandez (COL) &nbsp; &nbsp;Energy T.I. Pramac Racing 2'02.675<BR>17. Kosuke Akiyoshi (JPN) &nbsp; &nbsp;HRC Test Team 2'02.692<BR>18. Hiroshi Aoyama (JPN) &nbsp; &nbsp; Drive M7 Aspar 2'02.825<BR>19. Katsuyuki Nakasuga (JPN) Yamaha Factory Test Team 2'02.970<BR>20. Randy De Puniet (FRA) &nbsp; &nbsp;Suzuki Test Team 2'03.064<BR>21. Scott Redding (GBR) &nbsp; &nbsp; Go&amp;Fun Honda Gresini 2'03.117<BR>22. Michael Laverty (GBR) &nbsp; &nbsp;Paul Bird Motorsport 2'03.528<BR>23. Hector Barbera (SPA) &nbsp; &nbsp; Avintia Racing 2'04.551<BR>24. Brok Parkes (AUS) &nbsp; &nbsp; Paul Bird Motorsport 2'04.619<BR>25. Karel Abraham (CZE) &nbsp; &nbsp; Cardion AB Motoracing 2'05.261<BR>26. Mike Di Meglio (FRA) &nbsp; &nbsp; Avintia Racing 2'05.355<BR></PRE>Sepang (Malesia)WM01MSWM01MSjorge-lorenzo-test-sepang-2014-febbraio.jpgSiNmotomondiale-motomondiale-2014-test-sepang-secondo-giorno-1012664.htmSi101114901,02,03,04,06,07,08,09010824
31012663NewsMotoMondialeMotomondiale si riparte con i test a Sepang20140204194015motomondiale,yamaha,honda,ducati,test sepang,valentino rossiNel primo giorno Valentino 2° tempo dietro a Marquez<DIV>Dopo la pausa invernale di due mesi, il motomondiale ritorna in pista sul circuito malese di Sepang per la sessione di test ufficiali precampionato. &nbsp;Nella prima giornata il tempo più veloce è stato fatto segnare dal campione del mondo in carica del Repsol Honda Team, lo spagnolo Marc Marquez che ha girato in 2'00. 286, appena 5 decimi davanti alla migliore delle Yamaha, qualla di Valentino Rossi, che è riuscito a trovare il ritmo più rapidamente del compagno di squadra Jorge Lorenzo facendo fermare il cronometro sul tempo di 2'00. 804. &nbsp;</DIV> <DIV>Le due Yamaha avevano un adesivo speciale che indica ' Yamaha dà una mano alle vittime di Yolanda' per promuovere la campagna del team per sostenere le vittime del tifone nelle Filippine.&nbsp;</DIV> <DIV>La Ducati si è focalizzata sul confronto tra la Desmosedici GP14 e la GP13. &nbsp;Visivamente il nuovo modello presenta un’aerodinamica rivista sia nel cupolino che nel codone, in aggiunta a una migliore ergonomia e con maggiori possibilità nella regolazione del telaio, oltre ad alcune nuove soluzioni di elettronica.</DIV> <DIV>Dovizioso (miglior giro in 2’02. 497) e Crutchlow hanno quindi dedicato la prima giornata prevalentemente al lavoro di comparazione tra le due moto e a quello di messa a punto. &nbsp;In particolare Dovizioso, al suo secondo anno sulla Desmosedici, ha continuato a provare le due versioni, mentre il pilota britannico, che era salito sulla GP13 per la prima volta a Valencia a novembre, ha scelto nel pomeriggio di continuare solo con la moto nuova.&nbsp;</DIV> <DIV>In pista anche il Ducati Test Team, con Michele Pirro ancora una volta nel ruolo di collaudatore,ma nel corso della stagione il pilota pugliese avrà comunque la possibilità di prendere parte ad almeno quattro gare del Mondiale come jolly.&nbsp;</DIV> <DIV>"Sono felice per il primo giorno,è un buon inizio. - ha dichiarato Valentino Rossi alla fine della giornata - &nbsp;Mi sento bene e sono in una buona forma. Sono contento perché siamo stati molto veloci e &nbsp;sono sempre rimasto nelle prime tre posizioni. Abbiamo lavorato molto sulla moto e sul nuovo materiale per cercare di migliorare i miei problemi. Abbiamo già trovato qualcosa."</DIV> <DIV>"Come sempre è difficile tornare ancora in buona forma dopo l'inverno, - ha commentato Jorge Lorenzo - alcuni mesi senza allenamento si cambia parecchio ed il primo giorno è sempre dura! La moto è cambiata un pò rispetto allo scorso anno. Il nuovo regolamento che consente solo 20 litri di carburante ci obbligato a cambiare un bel pò di elettronica per cui la moto non sta funzionando esattamente come vorrei. Sno certo che troveremo una soluzione nei prossimi due giorni."</DIV> <DIV>“Oggi è stata una giornata un po’ particolare - ha dichiarato Andrea Dovizioso - al primo giorno di test in Malesia non va dato troppo significato, perché bisogna comunque riprendere il feeling dopo mesi in cui si è stati fermi. &nbsp;Avevamo una moto diversa da provare, però oggi siamo riusciti a fare solo pochi giri e non abbiamo potuto provare tutto ciò che avevamo in programma. &nbsp;Per fortuna abbiamo altri due giorni qui in Malesia, e quindi non è un grande problema. &nbsp;Era giusto partire con la moto 2013 per riprendere il feeling di fine stagione, poi siamo passati subito alla moto nuova per capire la differenza, ma purtroppo ho fatto solo 27 giri in tutta la giornata. Sono sicuro che domani saremo più a posto.”</DIV> <DIV>“Innanzitutto è stato bello tornare in moto dopo una pausa di due mesi e mezzo. - ha commentato Carl Crutchlow &nbsp;- &nbsp;Abbiamo girato con la GP13 nel mattino e con la GP14 nel pomeriggio, ed è evidente che c’è ancora tanto lavoro da fare perché in effetti le moto non sono poi così diverse. &nbsp;Una buona parte dei cambiamenti riguarda l’aspetto esterno della moto, ma il feeling è simile. Va detto che la GP14 entra meglio in curva, ed è quello che stavamo cercando. Abbiamo usato solo due treni di gomme durante la giornata e adesso l’obiettivo è cercare di andare sempre più veloce con questa moto. &nbsp;Inoltre la squadra ha voluto farmi provare una serie di soluzioni elettroniche e quindi non ho avuto la possibilità di girare costantemente nel pomeriggio. In Ducati stanno lavorando sodo e questo è uno stimolo in più anche per me.”</DIV><BR><BR><PRE style="BACKGROUND-COLOR: #030303; WIDTH: 616px; OVERFLOW: auto">Test Times&nbsp;<BR>1. &nbsp;Marc Marquez (SPA) Repsol Honda Team 2'00. 286<BR>2. &nbsp;Valentino Rossi (ITA) Yamaha Factory Racing 2'00. 804<BR>3. &nbsp;Dani Pedrosa (SPA) Repsol Honda Team 2'00. 906<BR>4. &nbsp;Jorge Lorenzo (SPA) Yamaha Factory Racing 2'01. 082<BR>5. &nbsp;A varo Bautista (SPA) Go&amp;Fun Honda Gresini 2'01. 240<BR>6. &nbsp;Stefan Bradl (GER) LCR Honda MotoGP 2'01. 320<BR>7. &nbsp;Aleix Espargaro (SPA) NGM Mobile Forward Racing 2'01. 419<BR>8. &nbsp;Andrea Iannone (ITA) Pramac Racing 2'01. 538<BR>9. &nbsp;Pol Espargarò (SPA) Monster Yamaha Tech3 2'01.634<BR>10. Bradley Smith (GBR) Monster Yamaha Tech3 2'01. 876<BR>11. Colin Edwards (USA) NGM Mobile Forward Racing 2'02. 483<BR>12. Andrea Dovizioso (ITA) Ducati Team 2'02. 497<BR>13. Michele Pirro (ITA) Ducati Test Team 2'02. 552<BR>14. Cal Crutchlow (GBR) Ducati Team 2'02. 860<BR>15. Yonny Hernandez (COL) Energy T. I. &nbsp;Pramac Racing 2'02. 891<BR>16. Katsuyuki Nakasuga (JPN) Yamaha Factory Test Team 2'03. 126<BR>17. Nicky Hayden (USA) Drive M7 Aspar 2'03. 319<BR>18. Hiroshi Aoyama (JPN) Drive M7 Aspar 2'03. 328<BR>19. Randy De Puniet (FRA) Suzuki Test Team 2'03. 893<BR>20. Kosuke Akiyoshi (JPN) HRC Test Team 2'04. 267<BR>21. Scott Redding (GBR) Go&amp;Fun Honda Gresini 2'04. 431<BR>22. Hector Barbera (SPA) Avintia Racing 2'04. 922<BR>23. Michael Laverty (GBR) Paul Bird Motorsport 2'05. 070<BR>24. Mike Di Meglio (FRA) Avintia Racing 2'05. 825<BR>25. Brok Parkes (AUS) Paul Bird Motorsport 2'05. 889<BR>26. Karel Abraham (CZE) Cardion AB Motoracing 2'06. 755</PRE>SepangWM01MSWM01MSvalentino-rossi-test-sepang-2014-febbraio.jpgSiNmotomondiale-motomondiale-test-ufficiali-4-febbraio-2014-sepang-1012663.htmSi100075601,02,03,04,06,07,08,09010770
41011572NewsCampionatiMoto GP, Qatar: pole position a Lorenzo. Rossi solo settimo20130407015149moto gp, qatarJorge Lorenzo ha conquistato Jorge Lorenzo ha conquistato la prima pole position della MotoGP 2013, ottenendo il miglior tempo nella Q2 delle qualifiche del GP del Qatar. Con 1’54”714, il campione del mondo della Yamaha Factory Racing ha preceduto di 202 millesimi la M1 del team Tech 3 di Cal Crutchlow. A chiudere la prima fila la Honda Hrc di Dani Pedrosa a quattro decimi dal connazionale. Ad aprire la seconda fila la Ducati di Andrea Dovizioso, più lento di nove millesimi rispetto al vice campione del mondo.<br><br> A seguire, a quasi otto decimi la Honda del team LCR del tedesco Stefan Bradl e a chiudere la seconda fila Marc Marquez con la seconda Honda Hrc. Settimo tempo e terza fila per Valentino Rossi che ha accusato un ritardo di 997 millesimi rispetto al compagno di team. Settimo Valentino Rossi con 1'55.711.<br><br> <BR>&nbsp;<br><br>adm001adm001sepang-2013-valentino-rossi.jpgSiNmoto-gp-qatar-pole-position-a-lorenzo-rossi-solo-settimo-1011572.htmSi100075701,02,03,04030343
51010644NewsMotoMondialeMoto GP - Test Sepang 27 Febbraio 2013. Lorenzo stacca tutti20130227194059motogp,test sepang.2013,valentino rossi,dani pedrosa,jorge lorenzo,yamaha,honda,ducatiSecondo Pedrosa a 3 decimi. Rossi quinto a 7 decimi<div>Nella seconda giornata di test della MotoGP sul circuito di Sepang arriva la Risposta di Jorge Lorenzo che ferma il cronometro sul tempo di 2.00.282 migliorando così il proprio record personale su questo tracciato. Ottima prestazione per la Yamaha se si considera che la moto non dispone del cambio seamless in utilizzato dalla Honda, che permette di guadagnare circa due decimi a giro.</div><div>Il suo connazionale Daniel Pedrosa, fino ad ora imbattuto nei test su questo circuito ha girato ben 3 decimi più lento, mentre dietro di loro solo Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3) e Marc Marquez (Repsol Honda) sono riusciti ad abbattere il muro di 2'01. Bene anche Valentino Rossi che, nonostante qualche problema elettrico, ha ottenuto il quinto tempo a 783 millesimi dal compagno di squadra. Dietro le Honda di Bautista e Bradl, le Ducati di Hayden e Dovizioso e La Yamaha di Smith.</div><div>Il pilota di Tavullia ha collezionato ben 63 giri ed ha espresso soddisfazione a fine sessione, domani lavorerà ancora sulla ricerca del grip sul posteriore soprattutto con gomme usurate.</div><div>Andrea Iannone (Pramac Racing) ottiene l'undicesima posizione, mentre miglior tempo nella categoria CRT è conquistato da Aleix Espargaró.</div><div><br></div><div><br></div><pre style="background-color: #000000; text-indent: 0px; width: 616px; orphans: 2; overflow: auto;">a</pre>WM01MSWM01MSsepang-2013-valentino-rossi.jpgSiNmotomondiale-test-sepang-2013-moto-gp-secondo-giorno-27-febbraio-1010644.htmSi100075601,02,03,04,05,06,07,08,09040870
61010643NewsMotoMondialeMotoGP - Test Sepang primo giorno disturbato dal maltempo20130226181127motogp,test sepang.2013,valentino rossi,dani pedrosa,jorge lorenzo,yamaha,honda,ducatiMiglior tempo per Pedrosa, seguito da Lorenzo. Rossi quinto<div>Prima giornata di test a Sepang disturbata dal maltempo, al caldo soffocante della mattinata sono seguite nel primo pomeriggio le piogge tropicali, consuete in questa stagione,che hanno impedito ai piloti di abbassare i tempi ottenuti al mattino. Come nei test di due settimane fa il miglior tempo è stato ottenuto dallo spagnolo Daniel Pedrosa, anche se il suo miglior giro ottenuto in 2.01.580 è lontano dal miglior giro dei precedenti test.</div><div>Dietro di lui, a soli 235 millesimi, troviamo il campione in carica Jorge Lorenzo sulla Yamaha M1, bene anche l'altro pilota del team Repsol Honda HRC Marc Marquez, a soli 362 millesimi dal miglior tempo. Quarto Stefan Bradl in 2.01.959 dietro a Valentino Rossi che non è riuscito a scendere sotto al muro del 2.02 facendo fermare il cronometro sul tempo di 2.02.028.</div><div>Il Ducati Team presente con Andrea Dovizioso e Nicky Hayden, e con il collaudatore Michele Pirro il quale ha lavorato allo sviluppo con la moto laboratorio, ha ottenuto l'ottavo tempo con il pilota italiano che ha girato in &nbsp;2.02.801, ed il nono tempo con il pilota americano in 2’03.143, mentre Pirro, ha girato in 2.04.626 con il 16° tempo.</div>WM01MSWM01MStest-sepang-2013-andrea-dovizioso.jpgSiNmotomondiale-test-sepang-2013-moto-gp-primo-giorno-1010643.htmSi100075601,02,03,04,05,06,07,08,09040806
71010333NewsMotoMondialeMOTO GP - Test: A Sepang super Pedrosa 20130208194230honda,ducati,yamaha,rossi,perdosa,lorenzo,doviziosoConclusa la 3 giorni di test: Rossi e Lorenzo vicinissimi al pilota HondaSi è conclusa la tre giorni di test della MotoGP in preparazione alla stagione 2013 tenutasi il 5 6 e 7 febbrario sul cirduito internazionale di Sepang, in Malesia. Questa vera e propria anteprima del Mondiale che si aprirà il 31 marzo 2013 con la gara in notturna in Qatar, ha visto il dominio di Pedrosa su Honda (2.00.100), ma la buona notizia è che Rossi e Lorenzo sono vicini. <BR>Quarto tempo per l'altra Repsol Honda di Marc Márquez che è stato protagonista una caduta, per fortuna senza conseguenze. Quinto posto per Cal Crutchlow con la Monster Yamaha, primo fra i piloti dei team satelliti, seguito da Stefan Bradl su LCR Honda.<BR>Lontano dai primi le Ducati con Nicky Hayden nono e decimo Andrea Dovizioso, al debutto con la Desmosedici. <BR>«Ovviamente non siamo soddisfatti. - ha dichiarato Paolo Ciabatti, Ducati MotoGP Project Director - Sapevamo di partire da una base che necessitava di un lavoro importante di sviluppo, ma non fa mai piacere rendersi conto di essere ancora così lontani dai primi. I nostri ingegneri hanno però raccolto dati importanti e adesso non ci resta che rimboccarci le maniche e proseguire con il programma di sviluppo che è stato impostato in azienda. L’obiettivo è chiaro: riportare al più presto la Ducati nelle parti alte della classifica.»<BR>Il Team italiano dovrà lavorare parecchio per recuperare il distacco dai primi e già ai prossimi test a fime mese a Sepang ed a Jerez a fine marzo&nbsp; saranno provate nuove soluzioni.<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>TABELLA DEI TEMPI TEST SEPANG 2013<BR><BR><PRE style="LINE-HEIGHT: 19px; TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #030303; FONT-VARIANT: normal; FONT-STYLE: normal; TEXT-INDENT: 0px; WIDTH: 616px; ORPHANS: 2; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #fefefe; FONT-SIZE: 12px; OVERFLOW: auto; FONT-WEIGHT: normal; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-size-adjust: auto; -webkit-text-stroke-width: 0px">Pos Pilota Team Tempo Gap 1) PEDROSA Dani Repsol Honda Team 2.00.100 2) LORENZO Jorge Yamaha Factory Racing 2.00.429 +0.329 3) ROSSI Valentino Yamaha Factory Racing 2.00.542 +0.442 4) MARQUEZ Marc Repsol Honda Team 2.00.636 +0.536 5) CRUTCHLOW Cal Monster Yamaha Tech 3 2.00.734 +0.634 6) BRADL Stefan LCR Honda MotoGP 2.01.003 +0.903 7) BAUTISTA Alvaro Go &amp; Fun Honda Gresini 2.01.502 +1.402 8) SMITH Bradley Monster Yamaha Tech 3 2.02.093 +1.993 9) HAYDEN Nicky Ducati Team 2.02.184 +2.084 10) DOVIZIOSO Andrea Ducati Team 2.02.277 +2.177 11) NAKASUGA Katsayuki Yamaha Factory 2.02.616 +2.516 12) ESPARGARO Aleix Power Electronics Aspar 2.02.628 +2.528 13) IANNONE Andrea Energy T.I. Pramac Rac. 2.02.864 +2.764 14) AKIYOSHI Kosuke HRC Test Team 2.03.082 +2.982 15) LAVERTY Michael Paul Bird Motorsport 2.03.874 +3.774 16) DE PUNIET Randy Power Electronics Aspar 2.04.066 +3.966 17) YOSHIKAWA Wataru Yamaha Factory 2.04.137 +4.037 18) BARBERA Hector Avintia Blusens 2.04.211 +4.111 19) TAKAHASHI Takumi HRC Test Team 2.04.288 +4.188 20) PETRUCCI Danilo Came IodaRacing Project 2.04.531 +4.431 21) ABRAHAM Karel Cardion AB Motoracing 2.04.766 +4.666 22) AOYAMA Hiroshi Avintia Blusens 2.04.915 +4.815 23) CORTI Claudio NGM Mobile Forward Racing 2.05.107 +5.007 24) PESEK Lukas Came IodaRacing Project 2.05.321 +5.221 25) HERNANDEZ Yonny Paul Bird Motorsport 2.05.407 +5.307 26) EDWARDS Colin NGM Mobile Forward Racing 2.05.913 +5.813 27) STARING Bryan Go &amp; Fun Honda Gresini 2.05.970 +5.870 </PRE>SepangWM01MSWM01MSdaniel-pedrosa-2013.jpgSiNmotomondiale-moto-gp-test-sepang-2013-pedrosa-piu-veloce-rossi-lorenzo-vicini-1010333.htmSi100075601,02,03,04,05,06,07,08,09010870
81009270NewsMotoMondialeMoto GP: Moto e Piloti già in pista: A Valencia i test per il 201320121114064051Al via i Test: Rossi-Yamaha e Dovizioso-DucatiAppena un giorno di riposo ed il circo delle due ruote è già al lavoro per il campionato del 2013, archiviato il Gran Premio svoltosi domenica sul circuito di Valencia, i piloti sono letteralmente scesi dalle moto con cui hanno gareggiato nel 2012 per salire sulle moto delle scuderie in&nbsp; cui si sono accasati per la prossima stagione.<BR>Così Valentino Rossi, dopo il divorzio dalla Ducati è risalito si su una MotoGp, ma non su una Desmosedici, il dottore ha provato la Yamaha MX1, quella Yamaha che valentino aveva lasciato due annio fa e che in mano a Jorge Lorenzo ha consacrato lo spagnolo nella storia del motomondiale.<BR>Il pilota di Tavullia, con il 46 giallo che spicca sul grigio del cupolino della nuova moto ha effettuato otto giri con il miglior crono di 1'44"158, sesto tempo del giorno ma comunque poco indicativo<BR>&nbsp;viste le avverse condizioni climatiche, e visto che molti piloti (tra cui Lorenzo) hanno preferito prudentemente di&nbsp;non scendere in pista.<BR>Anche per Andrea Dovizioso (nella foto)&nbsp;c'è stato un importante cambio di casacca. Il neo acquisto della Ducati, ansioso di provare la Desmosedici è stato uno dei primi a scendere in pista&nbsp;in mattinata appena si è avuto semaforo verde, ed è riuscito a completare 4&nbsp; giri con gomme&nbsp;da asciutto prima che iniziasse a piovere ottenendo il tempo di 1.39.868.<BR>Nel pomeriggio&nbsp;Dovizioso è stato affiancato dal suo compagno di squadra&nbsp;Nicky Hayden entrambi con assetti da bagnato.<BR>Il neo campione iridato Moto2 Marc Marquez passato in MotoGP in casa Honda ed il suo compagno di squadra Daniel Pedrosa hanno deciso di non scendere in pista per evitare inutili rischi.<br><br>valenciaWM01MSWM01MSandrea-dovizioso-ducati.jpgSiNmotomondiale-test-moto-gp-a-valencia-rossi-prova-yamaha-dovizioso-prova-ducati-1009270.htmSi100075601,02,03,04010955
91007852NewsMotoMondialeMoto GP - Qualifiche Brno: pole position a Lorenzo. Sesto Rossi20120825154004moto gp, brno, lorenzo, rossiMoto GP Qualifiche Brno Lorenzo RossiI piloti della classe MotoGP sono scesi in pista a Brno per la sessione di qualifica del Gran Premio della Repubblica Ceca, dodicesimo appuntamento del motomondiale 2012. Temperatura più bassa rispetto alle prove libere con 22° nell`aria e 29° sull`asfalto e ovviamente diciannove i piloti in pista visti i forzati forfait di Nicky Hayden e Casey Stoner, infortunati al pari di Barberà a Indianapolis, ma che al contrario dello spagnolo non sono stati ancora sostituiti dalle loro squadre. Hayden così come Barberà potrebbe ritornare a Misano, mentre Stoner spera di rientrare una o due gare prima della sua Phillip Island ma una data più precisa si saprà la prossima settimana quando sarà operato alla caviglia destra martoriata nell`high-side delle qualifiche di Indy.<br><br> Questa sessione a differenza dei turni di prove libere non ha visto il dominio di Dani Pedrosa, caduto dopo soli 9 minuti e costretto ad utilizzare la seconda moto, moto con cui non aveva lo stesso feeling della moto 1.<br><br> A dominarla con il nuovo record del circuito ceco (1:55.799) è stato il leader del mondiale Jorge Lorenzo, che centra così la sua quarta pole position del 2012, la ventiduesima nella classe MotoGP. Il maiorchino ha migliorato tantissimo rispetto a questa mattina, quando era sembrato in grande difficoltà.<br><br> Alle sua spalle troviamo un`altra Yamaha, quella SAT del Team Tech 3 di Cal Crutchlow, fresco di rinnovo contrattuale e che è anche caduto senza conseguenze fisiche.<br><br> Pedrosa con un buon ultimo giro ha limitato i danni prendendosi il terzo tempo e la prima fila, cosa sempre importante in ottica gara. Certo il suo distacco da Lorenzo è di oltre mezzo secondo, ma ricordiamo che non ha potuto utilizzare la moto con cui aveva maggior feeling.<br><br> Aprirà invece la seconda fila con il quarto tempo Ben Spies, con la seconda Yamaha Factory. Lo statunitense ha preceduto i nostri Andrea Dovizioso (Yamaha Tech 3) e Valentino Rossi, sesto con la Ducati Desmosedici GP12 a soli 936 millesimi dalla vetta. Un ritardo che però se rapportato con gli altri è più che accettabile e che domani potrebbe consentirgli di fare una bella gara.<br><br> Dietro a al prossimo pilota della Yamaha troviamo le due Honda RC213V di Stefan Bradl (Team LCR) e Alvaro Bautista (Team Gresini) con Karel Abraham e Randy de Puniet (prima CRT) che chiudono la Top Ten.<br><br> (motograndprix.com)<br><br>BRNOadm001adm001lorenzo.jpgSiNmotomondiale-moto-gp-qualifiche-brno-pole-position-a-lorenzo-sesto-rossi-1007852.htmSi100075701,02,03,04010903
101007505NewsMotoMondialeMoto GP, durissimo attacco di Stoner a Rossi dopo il ritorno in Yamaha: «Si è rimangiato la parola data. La gente non lo perdonerà per questo»20120815114531moto gp, stoner, rossi, yamahaMoto GP Stoner Rossi Yamaha<STRONG>Casey Stoner</STRONG> intervistato da <EM>motorcyclenews</EM> ha criticato il rapido ritorno di <STRONG>Valentino Rossi</STRONG> alla <STRONG>Yamaha</STRONG> dopo solo due anni. Queste le parole del pilota della Honda:<br><br> "Sono dispiaciuto per Ducati che Rossi è andato lì e non ha fatto altro che lamentarsi della moto e, ovviamente, ora hanno una moto che può fare bene perché continua a essere guidata bene da Nicky e Hector Barbera. Con Rossi non ho visto alcun miglioramento negli ultimi due anni e questo è deludente.<br><br> Mi dispiace per le persone che stanno dietro la moto. Valentino, ovviamente, non vuole spingere oltre i limiti e guidare una moto che non è perfetta. <br><br> Ha certamente dimostrato di non essere in grado di guidare la Ducati. Ha bisogno solo di una moto perfetta per vincere.<br><br> E' palesemente evidente che non può vincere con una Ducati e non può renderla competitiva. Ha detto che voleva finire la sua carriera con loro e ora abbandona la nave."<br><br> Stoner ha deriso anche lo slogan "stiamo uniti" utilizzato da Rossi sul casco utilizzato nella gara di casa del Mugello.<br><br> "E lui doveva stare con Ducati, visto che aveva fatto scrivere pure quella frase sul casco. Si è rimangiato la parola ma la gente non lo perdonerà per questo".<br><br>adm001adm001stoner.jpgSiNmotomondiale-moto-durissimo-attacco-di-stoner-a-rossi-dopo-il-ritorno-in-yamaha-si-e-rimangiato-la-parola-la-gente-non-lo-perdonera-per-questo-1007505.htmSi100075501,02,03,040101024
111007495NewsMotoMondialeValentino Rossi si scusa con i tifosi Ducati20120814153813rossiMessaggio su twitter di The DoctorDopo l'ufficializzazione del suo passaggio alla Yamaha, adesso è proprio Valentino Rossi a parlare, tramite twitter, e a scusarsi coi tifosi Ducati:<br><br> <EM>"E' stato un grande peccato non riuscire a essere competitivo con la Ducati. Sarebbe stata una bella soddisfazione per me e per tutti i ragazzi che hanno lavorato con me e ci proveranno fino alla fine. Sarebbe stato divertente per tutti i nostri tifosi. Mi dispiace. Lavoreremo al massimo per fare qualche bella gara".</EM><br><br>FL0141FL0141Valentino-Rossi-prova-la-Ducati.jpgSiNmotomondiale-valentino-rossi-si-scusa-con-i-tifosi-ducati-1007495.htmSi100205001,02,03,04010816
121007281NewsMotoMondialeMoto GP, Rossi torna in Yamaha. La Ducati pensa a Dovizioso20120807131531moto gp, yamaha, ducati, dovizioso, rossiMoto GP Yamaha Ducati Dovizioso RossiManca ancora l`ufficialità ma ormai è cosa fatta. <STRONG>Valentino Rossi</STRONG> ha scelto la<STRONG> Yamaha</STRONG> per chiudere la sua carriera in MotoGp. Al termine di questa stagione chiuderà il biennio in <STRONG>Ducati </STRONG>deluso da un feeling con la moto mai trovato. <br><br> L`ingresso della Audi nel gruppo Ducati aveva riacceso qualche speranza, ma i tempi per un`inversione di tendenza non sono così brevi e Valentino Rossi viaggia sui 33 anni. Non può più permettersi un`annata di test, di ottavi posto. <br><br> Il dualismo con Lorenzo non spaventa Rossi, e nemmeno Jorge, più maturo e stimolato dalla rivalità interna. In Ducati c`è un posto libero, invece, e<STRONG> Dovizioso</STRONG> ci sta pensando. <br><br>adm001adm001rossi.jpgSiNmotomondiale-moto-gp-rossi-torna-alla-yamaha-la-ducati-pensa-a-dovizioso-1007281.htmSi100075701,02,03,040101180
131006537NewsMotoMondialeMoto GP, Mugello: vince Lorenzo. Rimonta di Rossi20120715144531moto gp, mugello, lorenzo, rossiMoto GP Mugello Lorenzo Pedrosa Rossi<P>Jorge Lorenzo si aggiudica il Gran Premio d'Italia valido per la classe MotoGp, sul circuito del Mugello. Lo spagnolo della Yamaha ha preceduto al traguardo il connazionale Dani Pedrosa (Honda). Per Lorenzo, leader della classifica generale, si tratta del quinto trionfo stagionale. Terzo posto per Andrea Dovizioso (Yamaha), Valentino Rossi conclude in quinta posizione.</P> <P>Lorenzo consolida il suo dominio sul Mondiale sfruttando una gran partenza, dove riusciva a bruciare subito Pedrosa, scattato in pole position. Davanti a Rossi, al miglior piazzamento stagionale, si classifica il tedesco Stefan Bradl (Honda), protagonista di un gran duello con Dovizioso. In sesta posizione chiude il britannico Cal Crutchlow (Yamaha Tech 3), a seguire la Ducati dell'americano Nicky Hayden. Giornata storta per l'australiano Casey Stoner (Honda), che paga un'uscita di pista a 14 giri dal termine e conclude all'ottavo posto. Completano la top ten gli spagnoli Hector Barbera (Pramac Racing) e Alvaro Bautista. Grazie a questo successo Lorenzo incrementa il bottino nella classifica piloti salendo a 185 punti. Secondo è Pedrosa a 166. Prossimo appuntamento della MotoGp tra due settimane a Laguna Seca.</P> <P>(gqitalia.it)</P>adm001adm001lorenzo.jpgSiNmotomondiale-moto-gp-mugello-vince-lorenzo-rimonta-rossi-1006537.htmSi100075501,02,03,04010920
141006511NewsMotoMondialeMoto GP, Mugello: Pedrosa partirà in pole. Bene Barbera e Hayden. Lontano Rossi20120714151531moto gp, rossi, ducati, pedrosa, hayden, barbera, lorenzoMoto GP Mugello Pedrosa Lorenza Barbera Hayden Rossi<P><STRONG>Dani Pedrosa</STRONG> mette a segno la pole position del Gran Premio d`Italia 2012. Alle sue spalle, il connazionale della Yamaha,<STRONG> Jorge Lorenzo</STRONG> e la sorpresa della giornata Hector<STRONG> Barbera</STRONG>, che si piazza terzo con la Ducati davanti a quella ufficiale di <STRONG>Nicky Hayden</STRONG>. Lontano <STRONG>Valentino Rossi</STRONG>, in decima posizione con la sua Rossa e in chiara difficoltà.</P> <P>MotoGP Mugello 2012, ordine di partenza:<BR>1&nbsp;26&nbsp;Dani PEDROSA&nbsp;SPA&nbsp;Repsol Honda Team&nbsp;1:47.284&nbsp;1:47.284&nbsp;0.000&nbsp;0.000<BR>2&nbsp;99&nbsp;Jorge LORENZO&nbsp;SPA&nbsp;Yamaha Factory Racing&nbsp;1:47.423&nbsp;1:54.649&nbsp;0.139&nbsp;0.139<BR>3&nbsp;8&nbsp;Hector BARBERA&nbsp;SPA&nbsp;Pramac Racing Team&nbsp;1:47.545&nbsp;1:49.450&nbsp;0.261&nbsp;0.122<BR>4&nbsp;69&nbsp;Nicky HAYDEN&nbsp;USA&nbsp;Ducati Team&nbsp;1:47.671&nbsp;1:47.671&nbsp;0.387&nbsp;0.126<BR>5&nbsp;1&nbsp;Casey STONER&nbsp;AUS&nbsp;Repsol Honda Team&nbsp;1:47.689&nbsp;1:47.875&nbsp;0.405&nbsp;0.018<BR>6&nbsp;35&nbsp;Cal CRUTCHLOW&nbsp;GBR&nbsp;Monster Yamaha Tech 3&nbsp;1:47.749&nbsp;1:47.749&nbsp;0.465<BR>7&nbsp;4&nbsp;Andrea DOVIZIOSO&nbsp;ITA&nbsp;Monster Yamaha Tech 3&nbsp;1:47.751&nbsp;1:56.302<BR>8&nbsp;6&nbsp;Stefan BRADL&nbsp;GER&nbsp;LCR Honda MotoGP&nbsp;1:47.857&nbsp;1:47.901&nbsp;0.573&nbsp;0.106<BR>9&nbsp;11&nbsp;Ben SPIES&nbsp;USA&nbsp;Yamaha Factory Racing&nbsp;1:48.149&nbsp;1:48.294&nbsp;0.865&nbsp;0.292<BR>10&nbsp;46&nbsp;Valentino ROSSI&nbsp;ITA&nbsp;Ducati Team&nbsp;1:48.502&nbsp;1:48.907&nbsp;1.218&nbsp;0.353<BR>11&nbsp;19&nbsp;Alvaro BAUTISTA&nbsp;SPA&nbsp;San Carlo Honda Gresini&nbsp;1:48.894&nbsp;1:49.188&nbsp;1.610&nbsp;0.392<BR>12&nbsp;41&nbsp;Aleix ESPARGARO&nbsp;SPA&nbsp;Power Electronics Aspar&nbsp;1:49.387&nbsp;1:49.387&nbsp;2.103&nbsp;0.493<BR>13&nbsp;14&nbsp;Randy DE PUNIET&nbsp;FRA&nbsp;Power Electronics Aspar&nbsp;1:49.450&nbsp;6:47.657&nbsp;2.166&nbsp;0.063<BR>14&nbsp;51&nbsp;Michele PIRRO&nbsp;ITA&nbsp;San Carlo Honda Gresini&nbsp;1:50.263&nbsp;1:51.243&nbsp;2.979&nbsp;0.813<BR>15&nbsp;68&nbsp;Yonny HERNANDEZ&nbsp;COL&nbsp;Avintia Blusens&nbsp;1:50.610&nbsp;1:51.289&nbsp;3.326&nbsp;0.347<BR>16&nbsp;77&nbsp;James ELLISON&nbsp;GBR&nbsp;Paul Bird Motorsport&nbsp;1:50.812&nbsp;2:12.858&nbsp;3.528&nbsp;0.202<BR>17&nbsp;54&nbsp;Mattia PASINI&nbsp;ITA&nbsp;Speed Master&nbsp;1:50.953&nbsp;1:50.953&nbsp;3.669&nbsp;0.141<BR>18&nbsp;22&nbsp;Ivan SILVA&nbsp;SPA&nbsp;Avintia Blusens&nbsp;1:51.242&nbsp;1:51.804&nbsp;3.958&nbsp;0.289<BR>19&nbsp;5&nbsp;Colin EDWARDS&nbsp;USA&nbsp;NGM Mobile Forward Racing&nbsp;1:51.348&nbsp;1:58.547&nbsp;4.064<BR>20&nbsp;9&nbsp;Danilo PETRUCCI&nbsp;ITA&nbsp;Came IodaRacing Project&nbsp;1:51.473&nbsp;1:52.022&nbsp;4.189&nbsp;0.125</P>adm001adm001pedrosa.jpgSiNmotomondiale-moto-gp-mugello-pedrosa-partira-in-pole-bene-barbera-e-hayden-lontano-rossi-1006511.htmSi100075701,02,03,040101008
151006334NewsMotoMondialeMoto GP, Sachsenring: vince Pedrosa ma errore clamoroso di Stoner20120708134531moto gp, sachsenring, pedrosa, stoner, lorenzo, rossiMoto GP Sachsenring Pedrosa Stoner Lorenzo Rossi<P>Il <STRONG>Sachsenring </STRONG>ci ha finalmente regalato una gara di MotoGp un po' più movimentata rispetto al solito, anche se i colpi di scena più importanti sono arrivati solamente nel corso dell'ultimo giro. Il Gp di Germania segna la prima vittoria stagionale di <STRONG>Dani Pedrosa</STRONG>, al terzo sigillo consecutivo su questa pista, ma soprattutto l'erroraccio di <STRONG>Casey Stoner</STRONG>, caduto a due curve dal termine nel tentativo di attaccare il compagno di squadra dopo la bella fuga di cui si erano resi protagonisti in tandem.</P> <P>Un regalo veramente clamoroso per Jorge Lorenzo, che oggi non aveva assolutamente il passo per stare con le due Honda ufficiali, ma è ritrovato servita su un piatto d'argento la possibilità di agguantare un secondo posto insperato, dopo una gara condotta in solitaria. Ma quello che conta di più per il pilota della Yamaha sono i 20 punti che riesce a mettere tra sé e l'australiano, che forse potrebbe avere la scusante di qualche goccia di pioggia caduta nel corso dell'ultimo giro, anche se la sensazione è che l'errore in realtà sia tutto suo.</P> <P>Detto dell'errore di Casey, merita qualche parola in più Pedrosa, perchè con questa vittoria si rilancia anche lui pesantemente nella corsa al titolo, scavalcando proprio il compagno di squadra, portandosi in seconda posizione a 14 punti dal "Martillo". </P> <P>L'errore del campione del mondo in carica ha di fatto regalato il terzo podio stagionale ad <STRONG>Andrea Dovizioso</STRONG>, che l'ha spuntata in una volata ricca di significato contro <STRONG>Ben Spies</STRONG>, al quale sta provando a contendere il posto all'interno della squadra ufficiale Yamaha. Un risultato importante, che permette all'alfiere del team Tech 3 di consolidare il suo quarto posto nella classifica iridata.</P> <P>Buono anche il quinto posto nella gara di casa per <STRONG>Stefan Bradl</STRONG>, che per tutta la gara ha condotto un trenino di cui facevano parte le Ducati e al quale si sono agganciati per motivi diversi anche <STRONG>Cal Crutchlow</STRONG> ed <STRONG>Alvaro Bautista</STRONG> nella parte conclusiva della corsa.</P> <P>Alle spalle del tedesco della Honda LCR si è piazzato<STRONG> Valentino Rossi</STRONG>, autore almeno di un bel colpo di reni negli ultimi due giri, che gli ha consentito di scavalcare le altre due GP12 di Nicky Hayden ed Hector Barbera, che gli erano rimaste davanti per buona parte della distanza.</P> <P>Dietro al "Dottore" troviamo Bautista, autore di una grande rimonta dopo essere stato penalizzato ad Assen per l'incidente con Lorenzo. Lo spagnolo dovrebbe mangiarsi le mani perchè probabilmente avrebbe avuto il passo per battagliare per il podio. Segue poi Cal Crutchlow, scivolato indietro a causa di un "dritto" alla prima curva arrivato a cinque giri dal termine, quando era in bagarre con Dovizioso e Spies.</P> <P>Chiudono il gruppetto appunto Barbera ed Hayden, seguiti da Randy De Puniet che con l'undicesimo posto della sua ART-Aprilia è il primo tra le CRT. Va detto però che, a differenza delle previsioni, anche qui il suo ritardo dalle MotoGp vere e proprie è stato piuttosto grande.&nbsp; </P> <P>(omnicorse.it)</P>adm001adm001pedrosa.jpgSiNmotomondiale-moto-gp-sachsenring-vince-pedrosa-ma-errore-clamoroso-di-stoner-1006334.htmSi100075701,02,03,04010861
161006314NewsMotoMondialeMoto GP, Sachsenring: pole a Stoner. Terza fila per le Ducati20120707153130moto gp, stoner, rossiMoto GP, Stoner, Rossi<P><STRONG>Casey Stoner</STRONG> centra la pole per la prova di Moto Gp del <STRONG>Sachsenring</STRONG>, la quarta stagionale: chiude le qualifiche in 1:31.796 su un tracciato sempre più asciutto, dopo le forti piogge di questa mattina. </P> <P>Negli ultimi giri si sono avvicendati in tanti in testa alla classifica del miglior tempo, ma l'australiano della Honda è riuscito a mettere tutti dietro nei secondi finali. Ottima prova per Ben Spies su Yamaha che è secondo a +0.193, la prima fila domani sarà completata dall'altra Honda ufficiale con Dani Pedrosa che ha fermato il cronometro a +0.285 dal suo compagno di scuderia. Quarta piazza per un'altra Yamaha, ma non è quella ufficiale di Lorenzo (quinto a +0.585), bensì la Tech 3 di un agguerrito Carl Crutchlow (+0.492). La seconda fila sarà chiusa dal pilota di casa Stefan Bradl (+0.714).</P> <P>Settimo e nono posto per le Ducati, rispettivamente con Hayden (+0.999) e Valentino Rossi (+1.421), con in mezzo in ottava posizione Andrea Dovizioso (+1.409). Questa volta la pioggia non ha giovato alle 'rosse'. Negli ultimi giri, con il tracciato sempre più asciutto, Hayden aveva piazzato alcuni buoni tempi, prendendo provvisoriamente la testa della classifica per le qualifiche ufficiali. Subito dietro la Ducati di Rossi c'è la prima delle CRT, guidata da Aleix Espargaro (+2.104).</P>adm001adm001stoner.jpgSiNmotomondiale-moto-gp-sachsenring-pole-a-stoner-terza-fila-per-le-ducati-1006314.htmSi100075701,02,03,04010831
171006123NewsMotoMondialeMoto GP, Assen: Stoner ringrazia Bautista e torna al comando20120630164531motogp, stonerMoto GP Assen Stoner Pedrosa Lorenzo Bautista Dovizioso Rossi<P>Al TT Circuit Van Drenthe di Assen Jorge Lorenzo, dopo soli 400 metri, saluta la compagnia, travolto in pieno da Alvaro Bautista alla staccata della prima curva. Fuori gioco Porfuera, decisamente il più veloce sul passo-gara nel corso delle prove, l`edizione 2012 del Dutch TT 2012 ha proposto per 2/3 della sua distanza un acceso duello tutto in casa Repsol Honda tra Casey Stoner e Dani Pedrosa con un epilogo ampiamente preannunciato. Il Campione del Mondo in carica, dando vita alla sua solita strategia, ha amministrato le gomme (morbide) nella fase iniziale della contesa sferrando l`attacco decisivo nei confronti del proprio compagno di squadra a 10 giri dall`esposizione della bandiera a scacchi. A leadership acquisita, con un buon margine velocistico, il pre-pensionato di lusso del Motomondiale si è involato verso una vittoria fondamentale per la corsa al personale tris iridato, ritrovandosi ora ad ex-aequo con Lorenzo nella generale a quota 140 punti, 19 lunghezze di vantaggio nei confronti di Pedrosa, 2° in gara e 3° in campionato. Terzo Dovizioso dopo un bel duello con Spies. Solo 13° Rossi, che ha accusato problemi alle gomme.</P> <P>Classifica Gara<BR>01- Casey Stoner  Repsol Honda Team  Honda RC213V  26 giri in 41`19.855<BR>02- Dani Pedrosa  Repsol Honda Team  Honda RC213V  + 4.965<BR>03- Andrea Dovizioso  Monster Yamaha Tech 3  Yamaha YZR M1  + 11.994<BR>04- Ben Spies  Yamaha Factory Racing  Yamaha YZR M1  + 14.775<BR>05- Cal Crutchlow  Monster Yamaha Tech 3  Yamaha YZR M1  + 22.074<BR>06- Nicky Hayden  Ducati Team  Ducati Desmosedici GP12  + 31.660<BR>07- Hector Barbera  Pramac Racing Team  Ducati Desmosedici GP12  + 59.107<BR>08- Randy De Puniet  Power Electronics Aspar  ART GP12  + 1`04.441 (CRT)<BR>09- Michele Pirro  San Carlo Honda Gresini  Honda RC213V  + 1`06.980 (CRT)<BR>10- Mattia Pasini  Speed Master Team  ART GP12  + 1`25.087 (CRT)<BR>11- Danilo Petrucci  CAME Iodaracing Project  Ioda TR003  + 1`32.103 (CRT)<BR>12- Ivan Silva  Avintia Blusens  BQR MotoGP  + 1`33.797 (CRT)<BR>13- Valentino Rossi  Ducati Team  Ducati Desmosedici GP12  a 1 giro<BR>14- James Ellison  Paul Bird Motorsport  ART GP12  a 1 giro (CRT)</P>Assenadm001adm001stoner.jpgSiNmotomondiale-moto-gp-assen-stoner-ringrazia-bautista-e-torna-al-comando-1006123.htmSi100075701,02,03,04010746
181006093NewsMotoMondialeMoto GP, Assen: Stoner partirà davanti a tutti. Lontane le Ducati20120629174531moto gpMoto GP Assen Stoner Pedros Lorenzo Rossi Ducati<P>Ad Assen Stoner è tornato ad essere il solito cannibale. Con un giro straordinario in 1'33"713 ha messo la sua Honda davanti a tutti nella griglia di partenza.</P> <P>All'ultimo giro hanno provato a rispondergli sia Dani Pedrosa che Jorge Lorenzo, ma nessuno dei due è riuscito a migliorare il suo giro mostruoso, dovendosi accontentare del secondo e del terzo tempo. E il deluso di giornata probabilmente è proprio il leader della classifica iridata che con la sua Yamaha era parso quello più a posto, ma poi si è dovuto inchinare alle due Honda.</P> <P>Sotto alla bandiera a scacchi ha invece sorpreso tutti Stefan Bradl, che ha sfoderato un giro che gli è valso il quarto tempo, sua miglior prestazione da quando è sbarcato in MotoGp. Il tedesco della Honda LCR ha fatto perdere una posizione a testa a Cal Crutchlow e Ben Spies, che quindi scatteranno rispettivamente quinto e sesto.</P> <P>Solo settimo, staccato di quasi un secondo, Andrea Dovizioso, che ha preceduto un deludente Alvaro Bautista. Dopo la pole di Silverstone il pilota del Team Gresini si è dovuto accontentare dell'ottavo tempo, ma è anche vero che nel finale è caduto proprio quando tutti i suoi avversari sono riusciti a migliorare le loro prestazioni.</P> <P>Per trovare la prima delle Ducati bisogna quindi scorrere la classifica fino al nono posto, dove troviamo la Desmosedici di Nicky Hayden, che ha chiuso a circa un secondo. L'americano comunque è stato ancora una volta più veloce di Valentino Rossi, che lo segue con un tempo più alto di tre decimi. I segnali positivi di ieri, dunque, sembrano essere completamente svaniti oggi.</P> <P>Guerra in casa Aspar per la "pole" tra le CRT, nella quale alla fine l'ha spuntata Randy De Puniet, piazzando la sua ART-Aprilia in 12esima posizione, precedendo di poco più di un decimo la moto gemella di Aleix Espargaro.</P> <P><BR>Assen, Classifica Qualifiche<BR>01- Casey Stoner  Repsol Honda Team  Honda RC213V  1`33.713<BR>02- Dani Pedrosa  Repsol Honda Team  Honda RC213V  + 0.115<BR>03- Jorge Lorenzo  Yamaha Factory Racing  Yamaha YZR M1  + 0.288<BR>04- Stefan Bradl  LCR Honda MotoGP  Honda RC213V  + 0.322<BR>05- Cal Crutchlow  Monster Yamaha Tech 3  Yamaha YZR M1  + 0.773<BR>06- Ben Spies  Yamaha Factory Racing  Yamaha YZR M1  + 0.931<BR>07- Andrea Dovizioso  Monster Yamaha Tech 3  Yamaha YZR M1  + 0.985<BR>08- Alvaro Bautista  San Carlo Honda Gresini  Honda RC213V  + 1.009<BR>09- Nicky Hayden  Ducati Team  Ducati Desmosedici GP12  + 1.038<BR>10- Valentino Rossi  Ducati Team  Ducati Desmosedici GP12  + 1.344<BR>11- Hector Barbera  Pramac Racing Team  Ducati Desmosedici GP12  + 1.576<BR>12- Randy De Puniet  Power Electronics Aspar  ART GP12  + 2.117 (CRT)<BR>13- Aleix Espargaro  Power Electronics Aspar  ART GP12  + 2.294 (CRT)<BR>14- Michele Pirro  San Carlo Honda Gresini  FTR Honda  + 2.934 (CRT)<BR>15- Mattia Pasini  Speed Master Team  ART GP12  + 3.230 (CRT)<BR>16- Danilo Petrucci  CAME Iodaracing Project  Ioda TR003  + 3.254 (CRT)<BR>17- Karel Abraham  Cardion AB Motoracing  Ducati Desmosedici GP12  + 3.397<BR>18- Yonny Hernandez  Avintia Blusens  BQR MotoGP  + 3.478 (CRT)<BR>19- James Ellison  Paul Bird Motorsport  ART GP12  + 3.568 (CRT)<BR>20- Ivan Silva  Avintia Blusens  BQR MotoGP  + 3.841 (CRT)<BR>21- Colin Edwards  NGM Mobile Forward Racing  Suter BMW  + 4.592 (CRT)</P> <P>&nbsp;</P> <P>&nbsp;</P> <P><BR>&nbsp;</P>Assenadm001adm001stoner.jpgSiNmotomondiale-moto-gp-assen-stoner-partira-davanti-a-tutti-lontane-le-ducati-1006093.htmSi100075701,02,03,04010768
191005534NewsMotoMondialeMoto GP, a Barcellona vince Lorenzo davanti a Pedrosa. Settimo Rossi20120603151531motomondiale, lorenzoStoner quartoNel Gran Premio di Catalogna a<STRONG> Barcellona</STRONG> nella classe Moto GP vince <STRONG>Lorenzo</STRONG> con la Yamaha dopo una splendida gara, secondo <STRONG>Pedrosa</STRONG> con la Honda, terzo <STRONG>Dovizioso </STRONG>con la Yamaha Tech 3. Quarto <STRONG>Stoner</STRONG> con la Honda, settimo <STRONG>Rossi </STRONG>con la Ducati.adm001adm001lorenzo.jpgSiNmotomondiale-moto-gp-gran-premio-catalogna-barcellona-vince-lorenzo-pedrosa-stoner-settimo-rossi-1005534.htmSi100075701,02,03,04030699
201005518NewsMotoMondialeMoto GP - Gran Premio Catalogna: pole a Stoner davanti a Lorenzo20120602145931moto gp, stonerSoltanto nono Rossi<P>Nelle qualifiche del Gran Premio di Catalogna a Barcellona, la pole position va a Casey Stoner in 1'41"295 con la Honda che precede Lorenzo 1'41"441 con la Yamaha e Crutchlow&nbsp;1'41"548 con la Yamaha Tech 3. Settima la prima Ducati con Hayden, partirà dalla nona posizione Rossi con l'altra Ducati.</P>adm001adm001stoner.jpgSiNmotomondiale-moto-gp-gran-premio-di-catalogna-barcellona-pole-position-a-stoner-secondo-lorenzo-nono-rossi-1005518.htmSi100075701,02,03,04030729
211005215NewsMotoMondialeGran Premio di Francia, Moto GP: risorge Rossi secondo. Vince Lorenzo20120520145531motomondialeCircuito reso viscido dalla pioggiaIl Gran Premio di Francia a<STRONG> Le Mans</STRONG> nella Moto GP vede il ritorno tra i protagonisti di <STRONG>Valentino Rossi</STRONG>. Il pilota della Ducati dopo una gara fantastica riesce a superare all'ultimo giro <STRONG>Stoner</STRONG> con la Honda piazzandosi secondo dietro a <STRONG>Lorenzo</STRONG>, che con la sua Yamaha&nbsp;è autore di una prestazione in solitaria sino al traguardo. Settimo Dovizioso caduto quando era quarto. Circuito reso viscido dalla pioggia. <BR>adm001adm001rossi valentino.jpgSiNmotomondiale-gran-premio-di-francia-moto-gp-risorge-rossi-secondo-terzo-stoner-vince-lorenzo-1005215.htmSi100075701,02,03,04030713
221005196NewsMotoMondialeGran Premio di Francia, Moto GP: la pole va a Pedrosa. Settimo Rossi 20120519153531moto gpSecondo Stoner<P>Nel Gran Premio di <STRONG>Francia</STRONG> a <STRONG>Le Mans</STRONG> nella <EM>Moto GP</EM> la pole va a <STRONG>Pedrosa</STRONG>, che con il tempo di 1.33.638 precede<STRONG> Casey Stoner</STRONG> di 0.303 decimi, terzo tempo per <STRONG>Andrea Dovizioso</STRONG> staccato di 0.338 da Pedrosa e precede l'altra Yamaha di <STRONG>Jorge Lorenzo</STRONG>. Settimo con la <STRONG>Ducati Valentino Rossi</STRONG> a 1 secondo e 2 decimi da Pedrosa.</P>adm001adm001pedrosa.jpgSiNmotomondiale-gran-premio-francia-motogp-pole-a-pedrosa-secondo-stoner-settimo-rossi-1005196.htmSi100075701,02,03,04030626

Le nostre Esclusive

notizie calcio
Il Conte pensiero
di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013