SUPERCOPPA, INTER FAVORITA MA ATTENZIONE A QUESTA JUVENTUS


A San Siro si gioca la Supercoppa Italiana che è ancne il 243esimo Derby d'Italia
tempo: 20ms
RSS
Milano, 12/01/2022 -

E' il giorno della Supercoppa Italiana, è il giorno del derby d'Italia, degli antichi veleni e dell'orgoglio. Si può presentare così questa manifestazione tutta italiana che annualmente prevede lo scontro tra chi ha vinto lo Scudetto e chi la Coppa Italia nel campionato precedente. E, a questo proposito, sono dunque Inter e Juve a doversi affrontare in quel di San Siro, lo stadio che assegnarà la prestigiosa Supercoppa. Ma come arrivano le due squadre a questo incontro? Proviamo ad analizzare il momento delle due squadre.

Inter - E' la favorita per la conquista della Supercoppa, non solo per il particolare momento di forma, ma, soprattutto, per la qualità di gioco espressa dalla squadra di Simone Inzaghi che non a caso si trova in testa alla classifica del campionato. Il mister nerazzurro ha vinto due volte la finale contro la Juve e adesso qualcuno comincia pure a pensare che «non c'è due senza tre». Ma al di là di questo tipo di considerazioni che trovano il tempo che trovano, c'è da considerare l'obiettiva superiorità che l'Inter sta mettendo in campo al cospetto della Juventus e di tante altre squadre d'Italia, dove soltanto il Milan riesce in qualche modo a darle filo da torcere. La squadra di Inzaghi è al top della forma, i nerazzurri, infatti, vengono da otto vittorie consecutive in campionato, in un filotto di dodici risultati utili di fila. La rete subita contro la Lazio ha interrotto un'imbattibilità che durava da da ben sei turni.Inzaghi, che recupera anche lo squalificato Chalhanoglu, potrà inoltre schierare la formazione tipo: l'unico vero dubbio riguarda l'impiego di Dumfries o Denzel a destra, con l'olandese in vantaggio. Intanto si ricompone la coppia d'attacco formata da Dzeko e Lautaro.

Juventus - I risultati direbbero bene, ma le tante assenze danno meno garanzie. Anche i bianconeri sono in striscia positiva in Serie A, tuttavia Allegri deve fare i conti con le tante assenze. Infatti, oltre all'infortunato Chiesa, mancheranno anche gli squalificati Cuadrado e De Ligt. In difesa torna a disposizione Bonucci che partirà però dalla panchina. Anche Szczesny sarà assente causa mancanza green pass, mentre si prevede la presenza in campo di Bernardeschi e Kulusevski a fianco di Morata. In porta andrà Perin, mentre c'è ancora l'incognita Dybala che dovrebbe accomodarsi in panchina, almeno dall'inizio della gara. Alex Sandro, nonostante la sua cattiva forma, sarà preferito a Pellegrini come terzino di sinistra, mentre a centrocampo c'è il ballottaggio tra McKennie e Arthur. Vederemo cosa tirerà fuori dal suo cilindro il tecnico livornese che ritornerà in panchina dopo un turno di squalifica.

Ricapitolando, dunque, dovremmo assistere a un match che vedrà l'Inter schierarsi con il 3-5-2, mentre la Juve dovrebbe optare per 4-3-3. Queste sono naturalmente le indicazioni della vigilia, poi in campo tante cose cambieranno anche alla luce dell'importanza di un incontro che, come dicevamo pocanzi, va sempre oltre la conquista di ciò che c'è in palio.

Salvino Cavallaro




    Le nostre Esclusive

    notizie calcio
    Il Conte pensiero
    di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
    Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
    della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
    Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
    della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013