tempo: 21ms
RSS
Query
Template: /notizie/index.cfm:19
Execution Time: 296 ms
Record Count: 419
Cached: No
Lazy: No
SQL:
SELECT * FROM news
where tipo ='news' and (data<'20210414' or (data='20210414' and ora<='190901'))
and( titolo like '% sky%' or keywords like '% sky%' or descrizione like '% sky%')
and azienda like '%01%'
order by data desc,ora desc,id_arg desc
id_argtipoareaTitoloDataoraKeywordsdescrizionebreveDescrizioneufficiocittaAutoreid_inserimentoimmagineinhomeINSLIDERfonteinevidenzaidargomeidteampeopledoccorrelatiStartDateEndDateaziendaPROPRIETARIOriservatocontalettureesclusiva
11013755NewsEditorialeJuve, ammetti i tuoi errori2021032218:23juventus,paraticiE' successo a Paratici l'ingrato compito di difendere l'indifendibile<p>E' la societ&#224; pi&#249; blasonata d'Italia, la pi&#249; scudettata e con il maggior numero di tifosi, ma c'&#232; troppa propensione a nascondere sempre le cose. Capiamo che ci stia pure un certo modus operandi di non fare trapelare notizie che riguardano la societ&#224; e i suoi progetti, tuttavia, sarebbe opportuno che di fronte a un fallimento stagionale di tale portata, tu Juve avresti dovuto quantomeno presentarti davanti alle telecamere di Sky senza arrampicarti sui vetri. E' successo a Paratici l'ingrato compito di difendere l'indifendibile, presentandosi inaspettatamente per raccontarci che non ci si pu&#242; dimenticare che la Juve ha vinto nove scudetti consecutivi, che in Champions &#232; arrivata due volte in finale, che contro il Benevento si &#232; giocato male e perso meritatamente, che &#232; giusto riflettere per i giocatori quanto pesa indossare questa maglia, che Pirlo continuer&#224; il progetto intrapreso con la Juve, che.....che.....che....Ma quante banali e precostituite risposte che sanno di aria fritta! La Juve ha sbagliato sonoramente tutti i suoi calcoli tecnici, tattici ed ha buttato al vento un patrimonio di denaro facendo l'errore imperdonabile di pensare che il sacrificio economico per Ronaldo potesse significare fare quel salto di qualit&#224; tale da vincere finalmente la Champions League. Tuttavia, non ci sentiamo di penalizzare CR7, del quale riconosciamo l'importanza di averlo in squadra nonostante che nessuno sia in grado di dirgli di farsi da parte quando si tratta di tirare le punizioni, ma &#232; sui vari Rabiot, Ramsey, Arthur, Kulusevski, Bentancur (impiegato in un ruolo davanti alla difesa che per sue caratteristiche tecniche non gli &#232; congeniale) che bisogna porre il punto di una supervalutazione tale da disperdere denaro inutilmente. Dunque, la societ&#224; &#232; per noi la prima ad essere sotto accusa a cominciare dal Presidente Andrea Agnelli, per continuare con Nedved e per finire con Paratici. La triade non &#232; sempre di comune accordo nelle varie decisioni importanti della societ&#224;, come ad esempio la scelta degli allenatori, infatti, fonti vicine ai vertici societari riferiscono del licenziamento di Allegri sostituito da Sarri per volere di Nedved e Paratici, mentre Agnelli dopo avere mandato a casa Sarri ha imposto la panchina di Pirlo. Non sappiamo se questo corrisponda alla verit&#224; di questa societ&#224; sempre ermetica e intrapelabile nelle sue scelte, tuttavia, quando i nodi vengono al pettine come in questo caso, c'&#232; da rimboccarsi le maniche e chiedere scusa al popolo bianconero. Ripetiamo che non &#232; scritto da nessuna parte che la Juve debba vincere tutti gli anni il campionato ed essere in corsa per tutte le competizioni, ma quando il fallimento &#232; cos&#236; evidente, ebbene, bisognerebbe non nascondere l'evidenza dei fatti. Fatti incresciosi che sono cominciati questa estate con il caso Suarez finito in Procura a Perugia e poi continuati con una serie di errori dirigenziali che non sanno di Juve ma hanno qualcosa di simile a gestioni di societ&#224; dilettantistiche. E poi Pirlo, la ciliegina su una torta bella in apparenza ma lavorata in maniera raffazzonata. Un allenatore neo patentato messo l&#236; per giustificare l'errore anche economico sostenuto dalla societ&#224; bianconera per rispettare a vuoto il contratto di Sarri. Altro errore! Prima allenatore dell'Under 23 e dopo una settimana coach della Prima Squadra. Un susseguirsi di situazioni che sembrano rattoppare falle profonde ed errori che fanno pensare al tentativo di sperare nella mano benevola del fato. No, questo sistema non &#232; da Juve, non pu&#242; esserlo. Rischiare con Pirlo, pensando a una scommessa da vincere &#232; quantomeno azzardato e pericoloso, proprio perch&#232; sei la Juve e non puoi rischiare la faccia anche a livello internazionale. Altro errore &#232; stato quello di dare l'opportunit&#224; a Marotta e Conte di andare a rafforzare proprio l'Inter, l'antagonista di sempre, proprio perch&#232; Agnelli non ha voluto che l'allenatore tornasse alla Juve. Insomma tutta una serie di situazioni che giustificano il fallimento di un'annata in cui la Juve pur essendo stata in corsa su tutto, adesso si ritrova con la sola finale di Coppa Italia da giocare contro un'Atalanta che la sovrasta per gioco, mentalit&#224; e chiarezza tattica. Adesso bisogner&#224; voltare pagina mettendo da parte i soliti stereotipi qualunquistici come «Vincere &#232; l'unica cosa che conta» oppure «La maglia della Juve pesa molto addosso ai calciatori», tutte cose trite e ritrite. Adesso la Juve deve risprendere dall'alto dei suoi vertici quello stile e quell'immagine di societ&#224; ben organizzata che sta perdendo. Non basta dire ai tifosi che ogni anno si tenta di vincere la Champions, perch&#232; se non ci sono i presupposti &#232; meglio tacere.</p><p><strong>Salvino Cavallaro</strong></p>fl0711fl0711paratici.jpgSISjuve-ammetti-i-tuoi-errori-1013756.htmSI01,02,03,060108n
21013752NewsEditorialeIl Torino batte il Sassuolo e ritrova la sua vera anima2021031718:41Sono molto positive le indicazioni espresse in campo dalla squadra di mister Nicola. <p>Dopo otto lunghi mesi il Torino inflila finalmente in casa la sua prima vittoria: Torino 3 - Sassuolo 2. Detto cos&#236; sarebbe persino riduttivo significare a chi non ha visto la partita, quella evoluzione di autostima che il Toro ha saputo mettere in atto nel secondo tempo. L'approccio alla partita &#232; stato sbagliato, tanto &#232; vero che i neroverdi di mister De Zerbi hanno chiuso la prima fase di gioco con il risultato a loro favore di due gol a zero, grazie alla doppietta di Berardi. Solita dormita in difesa e Sassuolo che gioca sul velluto. Tuttavia, fin dal primo gol incassato, il Toro ha saputo reagire con rabbia e veemenza trovando per&#242; un Consigli che ha parato di tutto e di pi&#249;.Nel secondo tempo i granata sembrano rinvigoriti e non ci stanno a perdere un match che per la classifica e soprattutto per il morale sarebbe stato frustrante sotto tutti gli aspetti. Ma la svolta avviene quando mister Nicola ha deciso di fare entrare Simone Zaza, il calciatore forse pi&#249; criticato dei granata, il quale ha sfoderato una prestazione a tratti volitiva di chi vuole mettersi sulle spalle la squadra e trascinarla alla vittoria. Il primo gol di Zaza arriva al 77esimo, dopo avere sfruttato al meglio un suggerimento di Sanabria. Poi, mentre il Toro spinge al massimo sull'acceleratore, all'86esimo arriva il gol di Mandragora che porta le sorti idella partita momentaneamente n parit&#224;. Ma il Toro non si accontenta, attacca e vuole la vittoria a tutti i costi, anche se a onor del vero rischia terribilmente di perdere la partita in una delle tante ripartenze in contropiede del Sassuolo. Ma il Toro oggi aveva un qualcosa in pi&#249;, perch&#232; oltre gli stimoli aveva grande voglia di ritrovarsi, di ricordarsi del suo cuore Toro e di quell'anima perduta per troppo tempo. Cos&#236;, ecco che al 92esimo Zaza di testa spinge in gol un assist di Ansaldi. E' l'apoteosi, il momento tanto atteso che &#232; frutto di una ritrovata autostima di squadra e di una compattezza che mister Nicola non fa fatica a definire motivazione di squadra e non di singoli giocatori. Ed &#232; vero, perch&#232; proprio nella partita forse pi&#249; importante della stagione si &#232; evidenziato uno spirito di squadra tale da quasi non fare accorgere la grande stanchezza di Belotti, rientratto dopo il Covid ma volutamente messo in campo a stringere stoicamente i denti per aiutare i suoi compagni. Tuttavia, trattenendo l'entusiasmo granata che in questi casi risulta davvero essere legittimo, pensiamo che con questa partita si sia segnato il nuovo corso di un Toro che ha tutte le intenzioni di volere caparbiamente risalire la classifica. Il tempo a disposizione c'&#232; tutto e le partite per dimostrare di essere il Toro ci sono tutte. Vediamo cosa accadr&#224;. Certo che la partita di oggi ha dato nuove indicazioni su una squadra che aveva maledettamente perduto quell'autostima necessaria per rivitalizzare muscoli e cervello. Il Sassuolo, invece, esce dal campo Grande Torino a testa bassa, consapevole di avere buttato al vento una partita che fino a buona parte del secondo tempo sembrava gi&#224; essere propria. De Zerbi &#232; giustamente arrabbiato e ai microfoni di Sky si &#232; detto sconfortato dalla prestazione dei suoi giovani calciatori. Mister Nicola, invece, &#232; l'altra parte della medaglia finalmente felice, ma al contempo attento a non esagerare nell'entusiasmo. Zaza? dice il mister, &#232; un calciatore importante per il Toro cos&#236; come sono tutti quelli che fanno parte della rosa. Anche questo &#232; un chiaro esempio di come si tiene unito lo spogliatoio.</p><p>Salvino Cavallaro.</p>fl0711fl0711davide-nicola.jpgSIncalcio-1013752.htmSI0101027n
31013735NewsEditorialeNel calcio dove sta la verità? 2021011911:27sky,processo del lunedìL`angolo del tifoso bianconero. Considerazioni sui commenti giornalistici di Sky nel dopo gara di Inter - Juventus <br /><p><span>Nel vedere il post-partita di Inter - Juventus su Sky, qualsiasi spettatore ha notato che gli opinionisti , quasi tutti ex giocatori , hanno graziato l'allenatore bianconero di critiche feroci per la prestazione della sua squadra, anzi ad una richiesta di Caressa, detta sottovoce ma non abbastanza se &#232; filtrata fino a noi, di chiedere ad Alex Del Piero di porre una domanda al suo ex compagno di squadra Andrea Pirlo, c'&#232; stato un diniego che la dice lunga sulla voglia di evitare di mettere in difficolt&#224; il tecnico juventino da parte di un Del Piero, per ovvi motivi molto abbottonato sulle scelte tattiche dell'allenatore bianconero.</span><br /></p><p><span><span>Cosicch&#233; mi sono venute alla mente alcune puntate del &#171;Processo del Lunedi&#187;, dove nonostante fossero passate 24 h. dalla partita e quindi si fossero sbolliti gli animi, si assisteva ad uno spettacolo da parte di giornalisti , non ex giocatori, che davano una lettura critica, ricca di note tecniche e di strategie in campo, da &#171;leccarsi i baffi&#187; per il pubblico pi&#249; esigente della &#171;pelota italiota&#187;. Non facevano sconti a nessuno, anche perch&#233; non ci avevano giocato insieme fino a ieri, ma nessuno si offendeva o gli toglieva il saluto, se il suo modulo di gioco era massacrato da Maurizio Mosca o Bruno Bernardi o Maurizio Biscardi o Gianpiero Galeazzi. Eh s&#236;, grandi firme del giornalismo sportivo, che hanno lasciato un ricordo indelebile in tutti i tifosi di calcio e non solo , ma che apprezziamo ancora di pi&#249; dopo aver ascoltato i commenti degli opinionisti del cosiddetto &#171;salotto calcistico &#171; di Sky.</span></span><br /></p><p><span><span>Se ieri sera qualcuno di quelli seduti intorno al tavolo rotondo avesse chiesto a mister Pirlo come mai la sua squadra ad esempio ha giocato per la prima volta in campionato con un modulo con 4 difensori e non il suo solito 3-5-2 , speculare a quello di Antonio Conte, che fra l'altro Pirlo avrebbe dovuto prevedere, visto che il modulo di Conte lo conosce alla perfezione per averci giocato, ebbene se glielo avessero chiesto non avrebbero commesso un delitto di lesa maest&#224;, ma ci avrebbero fatto capire quali sono i limiti di questo tecnico rapportati ai valori dei suoi atleti in campo. E se avessero domandato sempre ad Andrea Pirlo come mai insiste a centrocampo su Rabiot e Ramsey , che non hanno mai convinto , lasciando in panchina McKenzie ed Arthur, soprattutto l'americano che sembra l'unico a correre l&#236; in mezzo raccogliendo palloni su palloni fino a colpire di testa sotto rete avversaria segnando goal importanti, pensate che se l'avessero chiesto Pirlo si sarebbe offeso e, se anche fosse stato, non avrebbero rispettato il calcio e i tifosi che comunque pagano l'abbonamento?</span></span><br /></p><p><span><span>Potrei continuare ancora per molto a snocciolare tutti i perch&#233;, che avrebbero potuto essere chiesti all'allenatore della squadra pi&#249; blasonata d'Italia su una sconfitta senza attenuanti, ma soprattutto su una squadra ,che appare lo specchio del suo allenatore : timorosa nel condurre quel poco di gioco, che riesce a confezionare e quindi votata al &#171;passaggio al portiere&#187;, unico &#171;refrain &#171; di un modulo difensivo sempre poco propositivo e piantato sulla linea Maginot del limite della propria area.</span></span><br /></p><p><span><span>Mi sono chiesto quanto faccia bene al calcio italiano un giornalismo sportivo-calcistico, che non affonda il bisturi sull'involuzione del modo di giocare al pallone, che si nota in quasi tutti i campi di gioco di serie A e quanto sia producente glissare nelle interviste post-partita sui rilievi tecnici della prestazione. Sinceramente ho paura che questo atteggiamento dei commentatori calcistici molto generoso, sia una delle cause del non gioco delle nostre squadre e della loro inferiorit&#224; rispetto alle squadre del continente europeo.</span></span><br /></p><p><span><span>Rimedi? E se riducessimo il numero degli ex-calciatori opinionisti negli studi televisivi durante il post-partita e richiamassimo le penne del nostro giornalismo sportivo che magari non hanno mai dato un calcio al pallone, ma danno ancora del Lei all'intervistato?.</span></span><br /></p><p><span><strong><span>Attilio Andriolo</span></strong></span><br /><br /><br /></p>Milazzo (Me)fl0711fl0711dr.-attilio-andriolo.jpgSISnel-calcio-diove-sta-la-verita-1013735.htmSI01,02,03,04,05,06,07,08,09,10,11010144n
41013709NewsCampionatiLe elucubrazioni di Conte e le critiche alla società20200802150211L`ina - spettata polemica di mister Conte, contro i vertici societari dell`Inter. <br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 8pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 107%; font-family: "Cambria",serif; font-size: 12pt;'>Un film già visto. Elucubrazioni che fanno capo a esternazioni pesanti, fatte contro la sua stessa<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; </span>società: <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">l’Inter.</i></b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">Antonio Conte</i></b> è così, prendere o lasciare. Era già successo alla <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">Juve</i></b>, poi in <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">Nazionale</i></b>, al <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">Chelsea</i></b> e adesso <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">all’Inter.</i></b> Lo abbiamo visto ai microfoni di Sky con la stessa faccia di sempre, così come quando vuole essere diretto, deciso sulle cose che ha da dire senza mezzi termini, giuste o sbagliate che siano, Conte non si nasconde mai dietro un dito. Questa volta la sparata contro la società non è stata data per il problema del mercato calciatori, ma per il fatto che i suoi ragazzi e lui stesso non sono stati difesi e protetti in occasione delle feroci critiche che si sono riversate ingiustamente sulla squadra. <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">“Abbiamo ricevuto palate di m…….”</i></b> - dice Conte – <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">“ma nessuno ha saputo proteggere la nostra immagine. E adesso che abbiamo chiuso il nostro campionato tutti salgono sul carro. A me questa cosa non sta bene per niente.” </i></b>Dichiarazioni pesanti che hanno colto di sorpresa soltanto chi non conosce ancora il carattere dell’allenatore dell’Inter, la sua cocciutaggine, il suo vivere il calcio in maniera esasperata ed esasperante. Le sue ripetitive metafore e detti comuni ormai noti a tutti, tipo il <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">“bicchiere mezzo pieno”</i></b> oppure <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">“arrivare secondi vuol dire essere i primi dei perdenti”</i></b> o anche <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">“solo chi vince scrive la storia, gli altri la leggono!”,</i></b> fanno ormai parte del suo repertorio, del suo personaggio, delle sue caratteristiche caratteriali che non gli permettono di contare fino a dieci prima di parlare. Intendiamoci, non è tutto negativo ciò che dice e pensa Conte, che talora manifesta pensieri anche condivisibili. Tra questi appoggiamo il suo giudizio negativo su una società Inter che da anni vuole colmare il gap con la Juve, pensando che basti emulare le loro conquiste attraverso l’acquisto di giocatori e allenatori che sono stati alle dipendenze della Vecchia Signora. Non è così, perché è nella gestione della società che è importante cambiare in una innovazione gestionale che prevede l’ammodernamento dei ruoli dirigenziali in maniera originale, senza scimmiottare eternamente ciò che fa la Juve mietitrice di scudetti nazionali. E su questo crediamo davvero che, visto il passato di panchine e giocatori che dalla sponda bianconera sono passati a quella nerazzurra, talora senza successo alcuno, ci sia da cambiare rotta nel decidere definitivamente di diventare Inter a tutti gli effetti, cominciando proprio dalla società, dai suoi alti vertici e poi finire con l’ultimo dei magazzinieri. Un po’ come scrollarsi di dosso questa sorta di dietrologia che fa sempre capo a una Juve da imitare, ma da non fare apparire. Ciò che invece non condividiamo con mister Conte è questo suo non stare mai al proprio posto. Intendiamo dire nel posto di un dipendente della società di calcio che in questo specifico caso gli fornisce un contratto succulento di undici milioni di euro netti a stagione fino al 30 giugno 2022, e ad oggi, a un anno dalla stipula del contratto con l’Inter, non ha ancora vinto nulla. Questi sono i dati di fatto su questo mister che pur vivendo di rimpianti per aver buttato al vento la possibilità di conquistare lo scudetto, se solo non averse perso alcune partite in modo banale, oggi ringhia contro la società per non essere stato accanto a lui e ai suoi ragazzi nel momento del bisogno. Insomma, per <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">Antonio Conte</i></b> c’è sempre qualcosa che non va. Adesso si attende la risposta di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">Suning</i></b> proprio alla vigilia dell’inizio della partita di Europa League contro il <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">Getafe</i></b>, che dà la possibilità all’Inter di continuare a sperare di conquistare l’unico trofeo rimasto, visto che è stata fuori dalla Champions, dalla Coppa Italia ed è arrivata seconda in campionato a un solo punto dalla Juve. Insomma, adesso il futuro di Conte all’Inter non è più chiaro come prima. Le due strade potrebbero dividersi, soprattutto in considerazione del fatto che la proprietà non acconsentirà mai a un proprio tesserato di invadere il campo che non è di propria competenza. E’ successo in tutti i posti dove <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">Antonio Conte</i></b> è andato, là dove lui con la lungimiranza di capire quali cose non vanno per migliorare, per vincere, per sentirsi uniti sempre, esagera con toni da saccente. Ma <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><i style="mso-bidi-font-style: normal;">Conte</i></b> è genio o sregolatezza? Forse la verità sta nel mezzo!</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 107%; font-family: "Cambria",serif; font-size: 16pt; mso-fareast-font-family: Calibri; mso-fareast-theme-font: minor-latin; mso-bidi-font-family: "Times New Roman"; mso-bidi-theme-font: minor-bidi; mso-ansi-language: IT; mso-fareast-language: EN-US; mso-bidi-language: AR-SA;'>Salvino Cavallaro&nbsp;<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span></b>Milanofl0711fl0711antonio-conte.jpgSiN-1013709.htmSi100451001,02,03,1001056
51013676NewsCampionatiA Milazzo c’è “Juventus sotto le stelle”20200606162541Lo Juventus Club di Milazzo(Me)«Alessandro Del Piero«, tra la passione e l`equilibrio di seguire le regole anti covid.<br><font size="3" face="Times New Roman"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style="line-height: 115%; font-family: &quot;Cambria&quot;,&quot;serif&quot;; font-size: 12pt;">Il calcio riaccende gli animi e, come tale, i tifosi organizzano nei vari club di appartenenza la possibilità di vivere attraverso Sky o i vari collegamenti in streaming, le partite di Coppa Italia, Campionato e Champions League. Tutto questo, naturalmente, nel rispetto delle distanze di sicurezza, uso delle mascherine e di quanto i vari protocolli emanati dai DDL impongano alla luce di un corretto comportamento, per non ricadere in un pericoloso rischio di contagio covid 19. E’ una questione seria di organizzazione in cui deve emergere spontanea l’idea dello spirito di un tifo, che pur non perdendo il suo naturale patos e l’emozione di sentirsi uniti nell’esaltare il proprio sentimento di fede calcistica, è necessario agire in maniera civile e consapevole nel godere il momento sportivo senza creare assembramenti, abbracci o pericolosi atteggiamenti di eccessiva enfasi. Dunque, nell’ottica di queste importanti regole da seguire, lo <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Juventus Club di Milazzo (Me) - “Alessandro Del Piero”</b> – consapevole degli spazi ristretti della propria sede e incapace di contenere tutti i propri iscritti rispettando le regole di distanza, ha pensato e ottenuto di organizzare in una zona all’aperto della città di Milazzo, la reunion di tifosi juventini che saranno invitati ad assistere alle partite in numero ristretto e, soprattutto, nel rispetto delle regole imposte. Così si legge in una nota emanata dal <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">direttivo dello</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Juventus Club di Milazzo</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">presieduto da Peppe Gitto</b>: <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“Con la ripresa di Campionato, Coppa Italia e Champions League, anche il nostro club riparte con l’attività principale, ovvero la trasmissione in diretta di tutte le partite della Juventus che mancano per la conclusione della stagione 2019/’20. Tuttavia, il rispetto delle distanze di sicurezza, che avrebbe determinato dei limiti di affluenza nella nostra attuale sede, ci ha indotto a trovare una soluzione alternativa tale da garantire l’accesso al numero dei soci proporzionato alle presenze abituali. In attesa di fare ritorno nella sede ufficiale, abbiamo individuato un’area all’aperto che si presta benissimo allo scopo, visto lo svolgersi delle partite nel periodo estivo. Nei mesi di giugno, luglio e agosto, i nostri soci avranno la possibilità di seguire tutte le gare della nostra Juventus in 2 ampie sale esterne al bar del Terminal Aliscafi, sito in Via Luigi Rizzo 10. Vivremo un calcio d’estate differente da quello al quale siamo abituati. Non amichevoli ma partite decisive per lottare sui tre fronti e chiudere una stagione anomala e tormentata, ma che può ancora regalarci tante belle emozioni. Vi aspettiamo per tifare</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">insieme la nostra</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Juve sotto le stelle.”</b> Da questa nota, dunque, si evidenzia un apprezzabile sforzo organizzativo del Club di Milazzo, il quale è riuscito ad amalgamare passione, cuore, ma anche cervello, nel sensibilizzare i propri soci a un comportamento consono al rispetto delle regole anti coronavirus. Ciascuno con la propria fede sportiva, ciascuno all’interno del proprio club di appartenenza, ciascuno con il desiderio appassionato di rivivere il calcio come tifo intelligente e consapevole del pericolo di non ricadere negli errori comportamentali che sono stati causa di pandemia. Il calcio è vita, il tifo è l’intelligenza di appassionarsi a un gioco che crea emozioni e rispetto verso se stessi e gli altri.</span><br><br><font size="3" face="Times New Roman"> </font><br><br><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style="line-height: 115%; font-family: &quot;Cambria&quot;,&quot;serif&quot;; font-size: 16pt;">Salvino Cavallaro</span></b><br><br><font size="3" face="Times New Roman"> </font><br><br><br><br>Milazzo (Me)FL0711FL0711img-20200606-wa0003.jpgSiNjuventus-clib-milazzo-1013676.htmSi100451001,02,0301031
61013674NewsCampionatiL’algoritmo dell’anti calcio20200603162328Il Presidente della FIGC Gravina propone un`idea per ultimare il campionato in caso di positività da covid 19<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 8pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 107%; font-family: "Cambria",serif; font-size: 12pt;'>Tra le tante diavolerie pensate dal presidente della FIGC Gravina per portare a termine il campionato 2019/20 interrotto per la nota pandemia da covid 19, ci sono i playoff, i playout e l’algoritmo. Tutto ciò, naturalmente, qualora la partenza che avverrà il 20 giugno prossimo, dovesse incepparsi malauguratamente a causa di un solo positivo da virus che costringerebbe ad attuare la quarantena delle squadre. Siamo all’assurdo di un pallone di Serie A che per il suo alto volume di interessi economici deve iniziare con la paura di non finire. Tenuto conto che playoff e playout sarebbero già mal digeriti dalle società di calcio e pensiamo pure della stessa UEFA, l’algoritmo diventerebbe l’assurda forzatura in un’ultima analisi studiata per definire in fretta e furia chi vincerà lo scudetto, chi parteciperà alla Champions, alla Europa League del prossimo anno e chi sarà retrocesso in Serie B. Siamo all’assurdo di un calcolo matematico che prevede la Media Punti/Partita, la differenza punti casa/trasferta, Calendario mancante, Differenza reti e Gol fatti. Un difficilissimo computo di laurea ingegneristica che disconoscerebbe il senso di un calcio fatto per essere definito sul campo. Certo, capiamo le difficoltà dovute ad un momento epocale di pandemia in cui tutto è insicuro, instabile e di difficile programmazione, tuttavia, forzare un campionato che comunque non potrà definirsi regolare per la mancata prosecuzione naturale delle partite previste nel calendario del campionato di serie A 2019/20, non è certamente il massimo della scelta. Ma questo gioco del calcio, purtroppo, risente troppo degli alti interessi economici che gli gravitano attorno e, come tale, neanche una situazione estrema come quella che stiamo vivendo, può permettere di interrompere un meccanismo oleato da tanti milioni di euro entrati ormai nella logica ordinaria che mette in gioco gli interessi della Lega Calcio e delle Società di Serie A che attendono i lauti proventi derivanti da Sky, dagli sponsor e da altri diritti di immagine, conclusi nei contratti con i calciatori. Adottare l’algoritmo significherebbe finire in fretta e furia qualcosa che ha assoluto bisogno di definirsi senza sé e senza ma. Ma il mondo del calcio, giustamente, è contrario a questo eventuale sistema di applicazione dell’algoritmo in quanto, se è vero che per la sua oggettività eviterebbe un contenzioso in tribunale da parte delle società scontente, è altresì vero che non terrebbe conto della differenza di un incontro con la capolista che non è uguale al confronto con una squadra che è fanalino di coda in campionato. Perplessità che coinvolgono unanimemente i presidenti delle società di calcio di serie A, ma anche tutto ciò che c’è intorno a un sistema calcio che non può accettare una soluzione di questo tipo. Meglio sarebbe non assegnare alcun titolo, fermandosi su quelle che erano state le indicazioni prima del blocco, facendo solamente recuperare le partite non disputate e stilare la partecipazione alle Coppe Europee. Sì, così la situazione si aggroviglia ancor di più, in quanto il pericolo in corso d’opera di un eventuale ma possibile caso positivo al covid 19, farebbe crollare ogni possibilità di continuità. Comunque vedremo cosa accadrà, anche se la ripresa del calcio, pur con tutte le sue attenuanti, resta un motivo di piacevolezza per la gente, per il suo desiderio di riprendere a vivere, per la legittima voglia di perdersi in discorsi opinabili che enfatizzano il tifo di parte. Ma l’algoritmo no. E’ l’anti calcio.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 107%; font-family: "Cambria",serif; font-size: 16pt; mso-fareast-font-family: Calibri; mso-fareast-theme-font: minor-latin; mso-bidi-font-family: "Times New Roman"; mso-bidi-theme-font: minor-bidi; mso-ansi-language: IT; mso-fareast-language: EN-US; mso-bidi-language: AR-SA;'>Salvino Cavallaro&nbsp;<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span></b>Romafl0711fl0711presidente-gravina.jpgSiNpresidente-figc-proposta-1013674.htmSi100451001,02,0301080
71013633NewsCampionatiInaugurato il JHotel, vero gioiello della Juventus20191120210429Ecco l`albergo della Juve.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 8pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 107%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Il JHotel è un nuovo concetto di accoglienza, realizzato in collaborazione con Juventus Football Club S.p.A. Situato nel cuore del JVillage, il JHotel si trova accanto all’Allianz Stadium e nella vicina Area della Continassa, in cui si può ammirare l’ampio Centro Sportivo della Juventus. Questa avveniristica struttura alberghiera è un luogo in cui non solo si può vivere un’autentica esperienza bianconera, ma è stato concepito anche per offrire molto di più. Infatti, il JHotel è stato studiato nel dettaglio per garantire l’organizzazione di perfetti appuntamenti di lavoro, nonché di meeting di successo. Alla guida del ristorante si può apprezzare uno chef illustre come Davide Scabin, che propone un’offerta gastronomica ispirata all’Eleganza Contadina, una cucina legata alla tradizione del nostro Paese e affiancata a proposte internazionali. 138 camere suddivise in due tipologie dotati da arredi di alta gamma e con esclusivi layout originali. Tutte le camere offrono servizi Sky e collegamento Wi – Fi. Per chi ne volesse sapere di più, può visitare il sito </span><a href="http://www.jhotel.eu/"><span style='line-height: 107%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'><font color="#0563c1">www.jhotel.eu</font></span></a><span style='line-height: 107%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'> . </span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 8pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 107%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Dunque, un’altra grande realtà arricchisce il processo di espansione della società bianconera, che dopo aver costruito l’Allianz Stadium, la vasta area del Centro sportivo di Vinovo, il proprio Museum, avere ampliato il suo Store, realizzato il JMedical e il nuovo centro Juventus dell’area della Continassa, adesso ha inaugurato il suo JHotel. Una ciliegina su una torta già abbondantemente farcita di grandi cose, che fa felici i tifosi della Juventus (quelli che se lo possono permettere dal punto di vista economico) che hanno la possibilità di vivere una o più giornate a contatto con i propri campioni. L’hotel è operativo da luglio scorso, ma è stato presentato da Andrea Agnelli soltanto in questi giorni. Si tratta di una struttura di 11.200 metri quadrati con all’interno anche una Spa. Una parte dell’Hotel è riservata alla Prima Squadra per i ritiri pre – partita e il resto è a disposizione di tifosi e turisti. Questa idea alberghiera della Juventus è qualcosa di assolutamente unico in Italia ma non in Inghilterra, dove già dal 2015 sono stati costruiti alberghi accanto agli stadi più importanti. E’ un fatto di stile e anche di ottime possibilità economiche ricavati da tanti investimenti effettuati da molti anni. E non è un caso che il fatturato della Juventus sia lievitato a dismisura in questi ultimi anni, grazie a un’ottima progettualità che sa di smaglianti operazioni manageriali. E’ la Juventus, è il suo modo di arrivare sempre prima degli altri e di farsi imitare.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 8pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 107%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 16pt;'>Salvino Cavallaro <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;</span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 8pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 107%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>&nbsp;</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Torinofl0711fl0711foto-jhotel.jpgSiNinaugurato-il-jhotel-vero-gioiello-della-juventus-1013633.htmSi100451001,02,03030244
81013611NewsEditorialeLutto nel mondo granata20190924132339In una grigia giornata autunnale,si sono svolti i funerali del Prof. Antonio Bertolusso.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 8pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 107%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Sabato 21 settembre presso la Chiesa di Santa Rita in Torino, si è svolto il funerale del <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Prof.</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Antonio Bertolusso</b>. Molti sono stati i parenti, gli amici e i tifosi granata presenti, assieme agli ex calciatori <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Eraldo Pecci, Antonino Asta e Renato Salvadori</b>. Ma anche il mondo della cultura ha voluto dare il suo estremo saluto, partecipando con personaggi noti come <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Franco Ossola</b>, scrittore e figlio dell’omonimo ex calciatore del Grande Torino, il regista teatrale <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Giulio Graglia, </b>il manager del settore automobilistico<b style="mso-bidi-font-weight: normal;"> Enrico Maria Rosso, </b>il giornalista SKY<b style="mso-bidi-font-weight: normal;"> Paolo Aghemo, </b>il giornalista di Tuttosport<b style="mso-bidi-font-weight: normal;"> Andrea Pavan, </b>lo scrittore<b style="mso-bidi-font-weight: normal;"> Claudio Calzoni, </b>l’ex conduttore di<b style="mso-bidi-font-weight: normal;"> </b>Granata Doc<b style="mso-bidi-font-weight: normal;"> Carlo Testa</b> e la scrittrice <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Sabrina Gonzatto,</b> che per commemorare la figura dell’amico scomparso ha letto un suo commovente testo. <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Professore all’Università di Torino presso la scuola di Biotecnologie,</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Bertolusso</b> è stato promotore di diverse iniziative benefiche verso i bambini delle Case Famiglia e dell’Istituto Charitas, con i quali ha avuto un rapporto di continua opera sociale. Tifoso del Toro e amante della storia del Grande Torino è stato fondatore di ACUTO, l’Associazione Cuore Toro che non aveva scopo di lucro ma si adoperava esclusivamente per fini benefici. Un signore d’altri tempi, un galantuomo che ha fatto della sua esperienza di vita personale irta di difficoltà e tragedie, un motivo per dedicarsi alle persone che soffrono e ai bambini affidati a Istituti di Accoglienza, i quali rappresentano il lato più fragile e indifeso del nostro mondo. Era il suo pensiero costante, il motivo per il quale dare un senso alla sua vita già costellata di molte difficoltà fin da quando egli, giovane studente lavoratore, decise di fare sacrifici per diplomarsi e poi laurearsi. Essere Prof. all’Università di Torino, non era per lui un effimero vanto che potesse far incrementare il proprio ego, ma un modo culturale per stare con i giovani, dedicarsi all’insegnamento e alle relazioni sociali. Ma il Toro, e soprattutto il Grande Torino, gli era entrato nel cuore proprio come tanti bimbi abbandonati. Ed è per loro che il <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Prof. Bertolusso,</b> ha sensibilizzato un gruppo di amici a sostenere tramite la fede granata l’impegno ad aiutare chi ha più bisogno degli altri. <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“Nel nome del Toro vogliamo aiutare i bambini in difficoltà che vivono in alcune case famiglia. Il nostro sogno è di potere sensibilizzare tanta gente a non dimenticare</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">chi soffre”.</b> Queste sono le parole emblematiche di Antonio Bertolusso. Un nobile esempio sociale da seguire, ricordando la sua figura e il suo operato che deve avere nel tempo una fattiva continuità.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 8pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 107%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 14pt;'>Salvino Cavallaro<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; </span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;&nbsp;&nbsp;</span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Torinofl0711fl0711foto-antonio-bertolusso.jpgSiNlutto-nel-mondo-granata-1013611.htmSi100451001,02,03030285
91013603NewsEditorialeDybala, perché no? Il popolo bianconero se lo chiede.20190825073533In questo caso, è la Juventus a sbagliare?<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Questo trascinante dubbio amletico ha francamente stufato tutti. Perché nella prima partita giocata a Parma, il giocatore argentino viene in un primo momento schierato in campo fin dalla partenza e poi lasciato in panchina? E perché non è stato neppure considerato nel corso di una gara che nel secondo tempo ha manifestato grandi carenze di tenuta fisica da parte della Juventus? Tutte domande che sembrano ovattate da mistero, o meglio rinchiuse in uno stile Juventus che fa dei segreti aziendali la forza delle sue strategie da non svelare mai a nessuno, neanche alla propria moglie, mamma, fratello o persona cara cui ti fidi ciecamente. E allora non capisci bene se gli ordini impartiti da <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Andrea Agnelli,</b> ermetico figlio di cotanta famiglia dinastica, siano un dogma imposto per <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Nedved </b>e <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Paratici,</b> oppure le operazioni di calciomercato e i suoi rari insuccessi, debbano essere tenuti in tutta segretezza per non dare riferimenti gratuiti agli avversari. Noi sosteniamo che la verità stia sempre in mezzo e, nello specifico caso di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Dybala,</b> si nasconda una serie di insuccessi a catena che si intersecano tra il fatto che il giocatore gode dei suoi diritti di immagine che non ha intenzione di perdere, assieme alla voglia di restare alla Juve per dimostrare che mister Allegri ha sbagliato tutto nei suoi riguardi. Prima merce di scambio con Icardi, poi messo in mezzo sull’affare Lukaku, adesso in trattative con il PSG e il Barcellona in attesa che il signor Neymar decida cosa fare, insomma questo giovane calciatore della Juventus, campione argentino di indiscusso valore tecnico, sta vivendo un’estate da incubo. E, tra tutte queste cose, a parer nostro c’è anche qualcosa che non convince nell’operato di Fabio Paratici, l’allievo che nel suo ruolo di plenipotenziario del mercato della Juventus <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span>deve ancora dimostrare di aver superato il maestro Marotta. Eppure, a proposito del fatto che all’ultimo momento si sia deciso di lasciare Dybala in panchina contro il Parma, Paratici così dichiara ai microfoni di Sky Sport: <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“La decisione di lasciare Dybala in panchina non è legata al mercato, lui è un grande numero 10 della Juve e siamo contenti che sia con noi. A inizio campionato anche con Allegri c’era</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">bisogno di adattamento, quindi ci schieriamo così”.</b> Dichiarazioni che vogliono dire tutto e niente, che sanno di bugie e di strategie di mercato che non possono essere sbandierate ai quattro venti, ma che lasciano il dubbio di una serie di errori sul suo lavoro che, a parer nostro, <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span>devono essere presi in considerazione dalla società. Se l’uscita di Dybala debba essere considerata come una sorta di plusvalenza nel tentativo di equilibrare l’andamento del bilancio societario, può avere una sua logica; ma allora perché a oggi la Juve si trova così ingolfata di calciatori che non riesce a vendere e concorrono ad aumentare il debito? Dopo tanti acquisti eccellenti (Ramsey, De Light, Rabiot, Demiral, Danilo, il ritorno di Buffon, Higuain, e le sole uscite di Cancelo, Kean, Caceres, Orsolini, Spinazzola) c’è il pericolo di incorrere in un fair play finanziario? Tutte domande che in questo assurdo, lungo e snervante calciomercato italiano che si protrarrà fino al 2 settembre con due turni di campionato già effettuati, non trovano risposte concrete ma soltanto illazioni. E intanto il tormentone d’estate continua. </span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 16pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Salvino Cavallaro </span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Torinofl0711fl0711foto-dybala.jpgSiNdybala-perche-no-il-popolo-bianconero-se-lo-chiede-1013603.htmSi100451001,02,03030257
101013510NewsCoppeLa Juve smaltirà l’umiliazione subita dall’Atalanta?20190131191007La pessima prova della Juventus in Coppa Italia pone tanti quesiti.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>E adesso la paura del mondo juventino è che nel presente e nell’immediato futuro, nella Juventus <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span>restino tracce indelebili di Atalanta. Troppo brutta la Vecchia Signora e troppo bella l’Atalanta di Gasperini che per foga agonistica, qualità messa in campo e lucidità nell’aggredire l’avversario, sembra appartenere alla Premier League piuttosto che ad un campionato italiano povero di calcio atleticamente valido e continuativo fino al 95mo. La Dea è stata tutto questo, capace com’è apparsa a passare il turno di Coppa Italia convincendo nel gioco e nel risultato. Ma crediamo che neanche i bergamaschi si aspettassero una Juve così disarmante, distratta, imbarazzante e umiliata dall’avversario. Questa volta il Max toscano non ha potuto cominciare la sua intervista ai microfoni di Sky,dicendo la solita frase: <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“C’è da fare i complimenti ai ragazzi</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">perché non era facile affrontare……”,</b> frasi ripetute anche quando stonavano perché la Juve aveva giocato male e aveva vinto per il fattore C. Ma si sa, soprattutto nel calcio l’ipocrisia di dire il contrario di ciò che si pensa è all’ordine del giorno, ed è pari agli esorbitanti interessi economici che ruotano attorno al pallone. Detto questo, dobbiamo anche dire che da sempre siamo fautori dell’idea che nel calcio nulla si inventa, nulla si improvvisa e nulla è scontato. Sì, perché le partite bisogna giocarle tutte con il giusto cipiglio, proprio perché ti chiami Juve e contro di te si fa sempre la partita della vita. Era ormai da qualche tempo che vedevamo la Juventus soffrire e dare l’impressione di una corazzata che volesse impostare la gara adottando la filosofia del raggiungere il miglior risultato con il minimo sforzo. Solo apparenze, perché in realtà negli ultimi tempi la Juve ha sempre sofferto l’avversario di turno, offrendo prestazioni insufficienti e talora anche noiose di un calcio in cui la striminzita vittoria era sufficiente per allungare il proprio vantaggio in un campionato che, a onor del vero, non offre nessuna vera alternativa nell’intralciare il percorso di una squadra bianconera che ha sì, iniziato in maniera scoppiettante, ma che poi ha opacizzato quel suo furore agonistico, tecnico, tattico e fisico. </span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>A questo punto la domanda sorge spontanea: <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“PERCHE’ QUESTA INVOLUZIONE NELLA</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">SQUADRA Di MAX ALLEGRI?”.</b> E allora vediamo di capirne qualcosa. Innanzi tutto la Società bianconera che liquida a settembre (o giù di lì) Beppe Marotta. A parer nostro una mossa errata, anche perché l’allievo Paratici avrebbe avuto ancora un po’ di tempo per maturare sull’esempio del maestro sornione e capace di coprire il delicato ruolo di Amministratore Delegato di una società importante come la Juventus. C’è poi la parte tecnica da considerare in un’ampia rosa di campioni messa a disposizione di Allegri il quale, forte delle sue tante vittorie ottenute negli anni in cui siede sulla panchina della Juventus, ha praticamente messo il suo modus operandi prima di ogni cosa. Dopo avere stravolto le caratteristiche di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Mario Mandzukic</b> ha fatto diventare <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“tuttocampista”</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Paulo Dybala</b>, il quale, pur di giocare, ha dovuto accettare un ruolo che ha dovuto accogliere con visibile sforzo. Noi pensiamo che questo campione argentino esprima il meglio quando si trova a dovere giocare accanto alla prima punta. Le sue caratteristiche tecniche e il suo fisico minuto, a parer nostro non possono supportare un lavoro così dispendioso, in cui si richiede di interdire anche all’altezza della difesa e poi costruire palle gol ripartendo tra le linee e creare superiorità numerica. A nostro modo di vedere, così facendo si inibiscono le qualità del ragazzo che non si discute dal punto di vista tecnico, ma che non può intestardirsi a portare palla, dribblare e poi perdere sistematicamente di vista la dinamica dell’azione d’attacco, perché l’avversario furbescamente lo pressa anche con falli non fischiati dall’arbitro. Ma avete visto quante volte Dybala è preda dell’avversario? Avete notato quante volte viene sbattuto a terra di brutto? Ma c’è ancora un altro motivo per cui, secondo noi, questa Juventus sembra aver perso improvvisamente la forza nelle gambe. E’ <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">la preparazione</b> che sarebbe atta ad allungare la resistenza dei giocatori e permettere di arrivare meno stanchi, a quello che in primavera è considerato il vero appuntamento cruciale della stagione della Juve: <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">la Champions League.</b> Ebbene, questo sistema imposto da Allegri e dal suo staff, lo riteniamo assai pesante in una rosa di giocatori fatta per avere addirittura due squadre ad alto livello. E non è un caso assistere a tanti infortuni degli ultimi tempi, i quali hanno falcidiato soprattutto la difesa e il centrocampo creando tanti problemi in quei settori vitali, soprattutto in una squadra che deve affrontare una lunga e impegnativa stagione agonistica. Ebbene, oggi si pensa a una non positiva gestione della lungimiranza, cosa che la Juventus non ha saputo fare soprattutto con <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Benatia</b>, un centrale di difesa che se fosse stato considerato meglio, adesso con il senno di poi degli infortuni di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Bonucci </b>e <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Chiellini,</b> avrebbe sicuramente fatto meglio “dell’adattato” <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">De Sciglio</b> o del ritorno di un <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Caceres</b> che è al crepuscolo di una carriera mediocre. Dunque, alla luce di quanto è emerso nel dopo Atalanta – Juventus di Coppa Italia, pensiamo che questi siano i punti cruciali di una situazione che ha creato un chiaro nervosismo nell’ambito della Vecchia Signora. Tuttavia, per tutti i tifosi juventini che ci leggono, ci auguriamo di essere presto smentiti in questa nostra analisi che è semplice pensiero in un mondo in cui l’opinabilità del calcio impone il rispetto della diversa idea, anche se non condivisa.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 16pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Salvino Cavallaro <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Bergamo fl0711fl0711massimiliano-allegri.jpgSiNla-juve-smaltira-l-umiliazione-subita-dall-atalanta-1013510.htmSi100451001,02,03030202
111013375NewsCampionatiPaolo Aghemo, tra ricordi personali e analisi approfondite 20180215155325Il giornalista di Sky Sport ripercorre il suo passato e il presente della sua attività professionale.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Torino, Juventus, la Champions, il campionato e tanto di più è stato approfondito con il giornalista di Sky Sport, <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Paolo Aghemo.</b> Nato a Torino, Paolo è figlio del compianto ex presidente del Toro Beppe Aghemo, il quale gli ha trasmesso la passione per il calcio. Ama la storia ma soprattutto lo sport e il calcio che ha praticato fin da bambino. Dopo avere frequentato il liceo scientifico all’Istituto Sociale di Torino, dal quale ha attinto valori etici e sociali capaci di formarlo e indirizzarlo alla vita, si è laureato in Scienze Politiche ed ha iniziato a lavorare nei giornali locali. Una professione, quella del giornalista, che ama in maniera particolare perché si confà con il suo modo d’essere. Segue in maniera attenta e competente le vicende sportive di Juventus e Torino curando le interviste ai bordi del campo, oppure in sala stampa per informarci delle varie novità quotidiane delle due società torinesi. Oggi abbiamo pensato di intervistarlo per conoscerlo meglio, parlando di tante cose interessanti che riguardano non solo il calcio. Il suo è un narrare piacevole fatto di ricordi affettivi che lo rendono orgoglioso, mentre rivelano un certo tipo di personalità che si evidenzia anche dal punto di vista professionale. Ascoltiamolo dunque in questa esaustiva intervista, capace di farci conoscere meglio la persona dal punto di vista professionale e umano. </span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Paolo, cosa si prova ad essere figlio d’arte?</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“Si prova una sensazione di grande orgoglio e soddisfazione per quella che è stata la storia, la vita di mio padre. E ancora adesso sono tanti<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp; </span>gli attestati di stima ricevuti, quando vado in giro e sentono il cognome che porto con grande orgoglio. Io so che quella sua vita è stata vissuta con grande passione e che ha saputo trasmettere dei valori, dei principi e un modo di stare al mondo e rapportarsi con gli altri che, vedendo queste testimonianze adesso che papà non c’è più, mi fanno capire che è una strada da seguire. Dall’altra parte dico che non è facile essere figlio d’arte. Non lo era ai tempi del calcio in cui mio papà era grande protagonista ed io giocavo, ma non lo è in generale per tutti. Infatti, avendo una figura genitoriale così importante, forse dall’esterno ci si aspetta che il figlio sia all’altezza del nome che porta, nell’essere capace di fare ciò che hanno fatto il padre o la madre. Non è così perché ognuno di noi è diverso, e <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span>oggi devo dire che questo confronto l’ho patito per un certo periodo della mia vita. Poi ho trovato la mia strada e adesso sto cercando di seguire quel percorso precedentemente tracciato. E’chiaro che per me papà resta un punto fermo, una luce capace di illuminarmi nei momenti di difficoltà. E’ come segnare il sentiero da seguire, ma con la consapevolezza che non potrò mai essere come lui e neanche alla sua altezza. Lui è stato unico, così come ognuno di noi”.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Ma c’è qualcosa in particolare di papà che ricordi più d’ogni altra cosa?</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“La generosità e la naturalezza, che però è una caratteristica che ognuno ha oppure no. Ma papà era un istintivo, un passionale. Tutte doti che però gli hanno creato più problemi che altro, soprattutto nel periodo in cui è stato presidente del Torino calcio in cui forse sarebbe stato meglio essere più diplomatici, frenando istinto e passione. Ma lui era fatto così, non c’era nulla da fare! Dunque, ciò che mi è rimasto di lui è la generosità, la passione, il rispetto degli altri e anche quell’intendere la propria professione come qualcosa che ti diverte. E io sono così nel mio intendere il lavoro di giornalista, esattamente come quando mio padre curava le pubbliche relazioni all’Unione Industriale di Torino. Sempre con passione!”</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>E’ vero che quando eri piccolo facevi la radiocronaca delle partite di calcio del Toro?</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“Non solo del Toro, ma anche di tutte le partite del “Novantesimo Minuto”. A casa replicavo i servizi di domenica sprint con il pallone di spugna. Giocavo, facevo l’azione e intanto facevo il commento dell’azione stessa e mi inventavo i risultati. E, come se non bastasse, lunedì con i compagni di scuola elementare ricreavamo lo studio di Paolo Valenti”.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Tu sei stato alunno dell’Istituto Sociale di Torino per 13 anni. Quale importanza ha avuto per la tua formazione personale nella vita.</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“Fondamentale, perché mi ha permesso di vivere un’esperienza di serenità nell’adolescenza e nell’infanzia. L’Istituto Sociale è stato un ambiente che mi ha messo nelle condizioni migliori per crescere, sia da un punto di vista delle strutture,dei rapporti, degli insegnanti e del clima che si respirava e coinvolgeva tantissimo la famiglia. Crescendo, i valori<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp; </span>cristiani, cattolici, di rispetto e di generosità che già si respiravano in famiglia, venivano assorbiti anche a scuola. Ma anche i valori più tecnici, tipo la disciplina e le regole da rispettare e seguire, sono state formative. C’è poi un’apertura mentale che il Sociale è riuscito a darmi, ed è la capacità di avere dei dubbi e mettersi in discussione con forma di autocritica. Una sorta di apertura mentale che l’Istituto che ho frequentato per 13 anni è riuscito a darmi”.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Dal 2007 sei reporter di Sky Sport. Come nasce la tua passione per il giornalismo?</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“Nasce da bambino, proprio quando facevo le cronache delle partite ed avevo una particolare passione per il calcio, visto che ho anche giocato fin da quando avevo sei anni. Poi, crescendo, ho sempre avuto l’idea di fare quel tipo di mestiere. Volevo fare il calciatore, ma ho capito ben presto che non era possibile farlo. Così, all’età di 17 anni ho cominciato a scrivere sui giornali locali. Da lì in avanti ho capito che era una cosa che mi piaceva fare e così ho continuato”.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Parlando del Toro, che idea ti sei fatto della squadra di Walter Mazzarri?</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“Mi piace e penso positivo. Con Mihajlovic c’era una situazione difficile a livello di feeling, di clima pesante tra lo staff tecnico e la proprietà. Non si percepiva più anche a pelle quell’unità di intenti e condivisione che è necessaria tra le parti. E poi alcune divergenze sulla comunicazione e la valorizzazione di alcuni giocatori, che si concretizzavano in risultati negativi. Con Mazzarri credo che Cairo abbia trovato un allenatore che sa valorizzare quello che ha. Il nuovo tecnico non chiede più di quanto la società possa dare, e poi in questa squadra che è da ritenersi buona per come è stata costruita, il nuovo tecnico sta apportando delle modifiche tattiche tali da valorizzare i giocatori che già dimostrano un ottimo atteggiamento in campo e grande attenzione in fase difensiva. Tutto questo dimostra che Mazzarri è in grado di sfruttare al meglio le caratteristiche tecniche di ogni giocatore. Ad esempio c’è il Baselli di turno che è stato messo in un ruolo diverso, piuttosto che Ansaldi inserito a centrocampo, Niang che sta facendo bene e Iago Falque che continua a fare benissimo e non viene mai tolto. Tutto ciò ci fa capire come Mazzarri stia cercando il miglior schema tattico, funzionale alle caratteristiche tecniche dei suoi giocatori e non viceversa”.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Paolo, ma perché il Torino non vince più lo scudetto da troppi anni?</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“Il primo motivo è economico, visto che c’è un gap talmente alto con le prime in classifica che hanno un cospicuo fatturato. Oggi come oggi è impossibile sostenere il costo dei grandi campioni e dei loro ingaggi. Un monte ingaggi come quello che ha la Juventus, per il Torino è praticamente impossibile sostenerlo e anche soltanto immaginarlo. Una volta si cercava di coprire queste differenze lavorando sui giovani. Adesso i giovani di valore ambiscono ad alti livelli con grandi palcoscenici e vengono subito acquistati da altre società. Quindi è praticamente impossibile trattenerli, a causa di una alta richiesta economica che il Torino non può sostenere”.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Ecco Paolo, tu hai toccato un tema di grande attualità: i settori giovanili. Quanto è responsabile la FIGC di avere ormai da troppi anni non supportato le società di calcio a incrementare la valorizzazione dei giovani calciatori?</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“Credo che la Federazione interverrà presto, perché c’è stato questo cambio di rotta oltreché di uomini, per un intervento con i centri federali piuttosto che con altri sistemi e metodologie atte ad aiutare i giovani e le società. Quindi, si auspicano maggiori incentivi affinché i club siano portati ad investire ancor più di quanto non facciano adesso, cambiando un certo tipo di cultura nella reale valorizzazione dei giovani calciatori”.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Qual è il tuo pensiero sul campionato attuale?</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“Il Napoli gioca benissimo, è una squadra spettacolare, ma la Juventus è la grande squadra che vince anche quando non gioca bene e quindi è più forte. All’estetica del Napoli si oppone la mentalità vincente dei bianconeri, che per me sono i favoriti a vincere lo scudetto. La rosa della Juventus a livello di qualità e alternativa, è sicuramente superiore a quella della squadra di Sarri. Io credo che il Napoli farà molta fatica a mantenere il livello attuale, perché giocare su due fronti significa avere una rosa ampia di giocatori di qualità. La Juventus, invece, andrà fino in fondo in tutte e tre le competizioni, o comunque ci proverà perché ha i mezzi per farcela”.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Parlando di Napoli. Pensi che sia soltanto un limite economico quel suo insistere sempre sugli stessi giocatori, oppure è una mentalità apportata da Sarri?</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“A livello economico il Napoli non ha le stesse possibilità della Juve che ha un fatturato superiore. Però la Juve insegna che certi affari economici si possono fare spendendo poco e a parametro zero. Questa società è brava ad andare a prendere giocatori, prima ancora che esplodano e che diventino calciatori a livello internazionale. Aveva preso Vidal che era un buon giocatore ma non grandissimo come poi è diventato, aveva preso Pogba a parametro zero, Coman che poi era andato al Bayern a parametro zero. E quindi bisogna avere anche la capacità di fare certi colpi, anche senza grandi potenzialità economiche. Il Napoli ha fatto sicuramente grandissime operazioni, ma probabilmente in questo momento la Juve è più brava, grazie anche alle idee e alla vasta rete di osservatori capaci di scoprire quei giocatori che servono a quel tipo di squadra”.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Che idea ti sei fatto del mezzo passo falso della Juve di Champions contro il Tottenham?</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“Un blackout inaspettato. La Juventus ha iniziato la gara nel migliore dei modi, ha segnato due reti con Higuain e giocato un ottimo calcio, ma poi ha dato troppo campo agli avversari che hanno approfittato della situazione e hanno terminato la gara in parità. Ma ha ragione Allegri quando sostiene che non è il caso di drammatizzare per questo mezzo passo falso della Juve. Il Tottenham è un’ottima squadra dal centrocampo in avanti, ma è apparsa vulnerabile in difesa”. </span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Cosa pensi delle critiche che sono state fatte in questa occasione al pipita Higuain?</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“Le ritengo esagerate. A mio avviso, pur avendo sbagliato un rigore, l’argentino ha fatto un’ottima partita non solo per aver segnato due gol, ma anche per aver sostenuto il centrocampo in fase di contenimento dell’avversario. Ma attenzione, perché il pipita si esalta sempre quando viene pungolato dalla critica, e poi nella partita successiva in genere sfodera prestazioni ancora più grandi. Per questo motivo penso che sarà il primo giocatore della Juve, che il Toro dovrà temere nel derby”.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Già, il derby di domenica prossima. Qual è il tuo pensiero in merito?</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“La Juve è nettamente favorita, però attenzione a Mazzarri e al Toro che soprattutto contro le squadre più forti riescono a leggere gli aspetti che rappresentano i punti deboli dell’avversario. Il Toro ha incartato molto bene la Sampdoria, con l’Udinese ha fatto una partita intelligente, essendo disposta bene in campo e dimostrando la capacità ad adattarsi bene all’avversario. Ed è proprio attraverso la rivoluzione tattica che c’è stata con l’avvento di Mazzarri, che si riescono a trovare i punti deboli dell’avversario per poi colpirlo; a differenza del Toro di Mihajlovic in cui bisognava attaccare e fare la partita con il pericolo di esporsi immancabilmente alle qualità dell’avversario. Quindi, Juve favorita. Ma attenzione a questo Toro che non parte sconfitto e cercherà di aggredirla alta”.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Secondo te i granata riusciranno ad entrare finalmente in Europa?</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>“Ritengo che quest’anno sia difficile, perché c’è la Sampdoria che sta facendo una grande stagione, c’è il Milan che verrà fuori, c’è l’Atalanta che è una squadra che ha uno zoccolo duro e Gasperini la fa giocare benissimo e con meccanismi giusti. Mazzarri è arrivato in corsa, il Torino non è stato costruito da lui e per forza di cose si trova a far rendere al meglio una squadra non sua. Credo che il Torino abbia ancora bisogno di un paio di innesti da inserire su questo telaio. Mi riferisco soprattutto a un centrocampista di qualità superiore da inglobare in un centrocampo già ricco di incontristi. E poi tutto dipenderà dal gallo Belotti, se resterà o meno. Sì, perché se le strade tra il centravanti e il Torino dovessero dividersi, la società dovrà pensare a un sostituto che sia all’altezza della situazione come ad esempio Duvan Zapata, che secondo me è il giocatore perfetto per l’attacco del Toro”.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 14pt;'>Salvino Cavallaro<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;&nbsp; </span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><br><br>Torinofl0711fl0711foto-paolo-aghemo.jpgSiNpaolo-aghemo-tra-ricordi-personali-e-analisi-approfondite-1013375.htmSi100451001,02,03030224
121013133NewsCampionatiL’Italia che fa sognare nella notte di Lione20160614171037Ottima partenza degli azzurri nella gara di avvio contro il Belgio.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style="line-height: 115%; font-size: 12pt;"><font face="Calibri">Ci sono emozioni che arrivano quando meno te li aspetti e altre che speri possano arrivare per viverle intensamente. L’Italia del calcio ha sperato, sognato da almeno un mese a questa parte,di potere vivere momenti di gioia e di euforia legati al primo match di Euro 2016 contro il temibilissimo Belgio. Sono i fatidici momenti che legano la Nazionale azzurra ai media, agli addetti ai lavori, agli appassionati conoscitori di cose tecnico - tattiche legate al football, ma anche a chi durante l’anno non segue neanche una partita di calcio. Improvvisamente ci si veste tutti con l’abito azzurro da nazionalisti pronti a giudicare, a vivere, a sognare i fasti di un evento che ci possa unire al di là di ogni cosa. E’ la commedia del pallone, il mistero di un’adrenalina che fermenta dentro di noi e si sprigiona con grande entusiasmo quando si fa gol. Tutti lì a tifare per l’Italia davanti alla Tv di casa e ai maxischermo delle grandi città, capaci di farti vivere l’atmosfera da stadio. La partita d’esordio dell’Italia contro il Belgio, ha così segnato il boom d’ascolti : 15,5 milioni di spettatori su Rai1 e 3,7 milioni su Sky, toccando uno share del 52,66% a cui vanno aggiunti coloro i quali hanno seguito il match su Sky. Tanta roba, direbbe qualcuno per significare quanto la Nazionale Italiana sia attesa e seguita da tantissime persone, soprattutto quando si partecipa ai Campionati Europei o alla Coppa del Mondo. Detto questo, passiamo all’analisi di un match che tutti abbiamo sperato finisse com’è finito. E cioè con una bella vittoria dell’Italia che convincesse nell’organizzazione di gioco e nel carattere della squadra che, a detta di tanti, non solo è partita con gli sfavori del pronostico, ma è anche penalizzata dalla mancanza di veri leader a centrocampo e in attacco. Tutto questo ci avrebbe addirittura condannato ad una eliminazione anticipata. Ora, tenuto conto dell’entusiasmo per una vittoria, che seppur entusiasmante non può e non deve farci fare voli pindarici, possiamo dire di avere visto una Nazionale che è l’espressione più vera di ciò che si definisce il calcio: ovvero gioco di squadra. Se la valutiamo sotto questo aspetto, possiamo dire che il C.T. Antonio Conte sta lavorando in maniera corretta. Infatti, <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span>non solo abbiamo potuto notare gli azzurri in campo, ma abbiamo anche visto gli azzurri in panchina. Non musi lunghi di acredine e neanche gesti di nervosismo o delusione per non essere stati scelti tra i titolari. Ma sguardi e atteggiamenti partecipi di entusiasmo, senza invidie o rancori. Ecco, a nostro avviso questa è la forza dell’Italia del pallone europeo 2016, che si caratterizzerà fino all’ultimo minuto della sua partecipazione. Grinta, determinazione e temperamento che sono l’emblema di una preparazione fisica e mentale che sembra quasi maniacale, così com’è il C.T. Conte che perde sangue dal naso e non si fa curare per non perdere gli attimi preziosi di suggerimenti e incitamento ai suoi ragazzi. E’ l’espressione di un calcio fatto da ottimi giocatori, ma che non vanta primedonne da adulare. Nella partita contro il Belgio abbiamo visto un super Bonucci nella veste di marcatore, lucido suggeritore e calciatore diligente dal punto di vista tattico. Ma abbiamo anche visto un Giaccherini che ha sorpreso per corsa, determinazione, brillantezza, sia in fase di interdizione che di costruzione del gioco. Bello il suo gol su suggerimento di Bonucci. Ma c’è anche il rovescio della medaglia: l’impreparazione nel contenere le improvvise ripartenze degli avversari. Su questo punto crediamo che Conte debba ancora lavorare molto. Infatti, soprattutto nel primo tempo, abbiamo visto alcune lacune dalla parte sinistra occupata da Darmian, (non un bell’esordio il suo). Scompensi difensivi pericolosi, soprattutto contro avversari che magari ti sovrastano tecnicamente e che sono pronti a farti male alla prima distrazione. Questo non può e non deve succedere. Ecco, possiamo proprio dire che questo è l’unico neo risolvibile di una notte di calcio azzurra che ci lascia ben sperare per il suo cammino a Euro 2016. Adesso andiamo avanti, per affrontare la Svezia di Ibrahimovic. Ogni partita ha la sua storia e noi ci auguriamo di poterla leggere così, come abbiamo appena letto la bellissima ed emozionante notte di Lione.</font></span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style="line-height: 115%; font-size: 12pt;"><font face="Calibri">Salvino Cavallaro <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></font></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Lionefl0711fl0711logo-euro-2016.jpgSiNl-italia-che-fa-sognare-nella-notte-di-lione-1013133.htmSi100451001,02,03030382
131013030NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, Ufficiale: Cerci ha accettato i rossoneri20141227135444milan, cerciAlessio Cerci dopo le prime titubanze ha accettato il Milan<br>Come riferisce Sky Sport <strong>Alessio Cerci (27)</strong> dopo le prime titubanze ha accettato il Milan.<br><br>Il centrocampista dell'Atletico Madrid arriverà a Milano per poi partire con i rossoneri per Dubai.<br><br>C1012936adm001adm001barreto-6.jpgSiNcalciomercato-milan-ufficiale-cerci-ha-accetato-i-rossoneri-1013030.htmSiT1000027100075501,02,030301349
141013027NewsCampionatiUdinese, dopo la vittoria i fari sono sull`Inter perdente20141210202720Udinese, notorietà, mass media, InterPerde l`Inter ma pochi dicono chi ha vinto. Le provinciali e quel clima di distacco che hanno verso di loro i media.Domenica a San Siro l'Inter ha perso. Sui titoloni delle grandi testate si è commentato il declino delle squadre milanesi, la mancanza di un cambio di ritmo ad Appiano Gentile nonostante il ritorno di Mancini, la caduta libera dei nerazzurri in classifica ma sull'Udinese poco o niente. A parte il ritorno "trionfale" di Stramaccioni a Milano, ovviamente, anche se per Sky Sport era ancora il tecnico dell'Inter (in un video pre-partita).&nbsp;<div><br><div>Per il resto sembra che i bianconeri abbiano vinto quasi per caso. Come spesso accade a sfavore delle provinciali, l'ottima prestazione dell'Udinese di domenica è passata velocemente in secondo piano, per far spazio a riflessioni e critiche alla squadra di Tohir. Perché Mancini ha perso? Che cosa non ha funzionato nei suoi schemi? Non è merito quindi dei ragazzi di Strama, ma degli errori dei neroblu.</div><div><br></div><div>Un atteggiamento simile è alquanto stupido, da parte dei vari media e commentatori. Certo, non funziona così solo per l'Udinese, ma anche per i vari Sassuolo, Cesena, Empoli e via dicendo, ossia le "cenerentole" della Serie A che, anche se vincono con le big, in prima pagina ci vanno quelle e non loro. Ma è tanto arduo scrollasi di dosso questo alone, dopo quasi vent'anni consecutivi di militanza nel massimo campionato? Cosa deve fare Udine per essere annoverata tra le "big"?</div><div><br></div><div>Molto probabilmente è un'utopia provincialotta. Perché vedere i friulani in copertina un giorno sì e uno no sarebbe veramente surreale, perfino per l'amante più accanito di un calcio "democratico". Ma in Friuli c'è un tale Antonio Di Natale, il settimo marcatore migliore nella storia del campionato italiano, e una società tra le poche in attivo ogni anno, grazie ai Pozzo. Quindi il motivo per una simile sua dimenticanza è alquanto acerba, ma lassù nel nordest si sono abituati: meglio poca pubblicità e arrivare in Europa. Guidolin docet.&nbsp;</div></div>Udineuttd01uttd01stramaccioni.jpgSiNudinese-vittoria-sconfitta-inter-1013027.htmSi101268101,02,03030697
151013002NewsCampionatiESCLUSIVA ILCALCIO24.COM, Cosatti - SkySport24: «Io, Agnelli e quella volta con Del Piero in una favelas di Rio»20141010160445Francesco Cosatti, intervista, Sky, JuventusFrancesco Cosatti, giornalista di Sky, ci ha raccontato la sua lunghissima intervista con Andrea Agnelli fino a Tokyo e molto altro ancora.Poter parlare con un giornalista che segue una delle squadre più blasonate d'Italia, peraltro per una delle emittenti satellitari più importanti del mondo, non é cosa da ogni giorno. Accade però un pomeriggio che ti trovi in un bar in centro a Udine e difronte ti trovi Francesco Cosatti, giovane inviato di Sky Sport 24 al seguito della Juventus. Friulano, abbiamo avuto la fortuna di incontrarlo in questa pausa del campionato per la Nazionale per chiacchierare un po' sulle recenti polemiche di Juve-Roma ma non solo. <DIV><BR> <DIV>Iniziamo con l'argomento topico di questa settimana: Juve-Roma. Cosa ne pensi delle recenti polemiche?</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>"Fa parte del gioco. Credo sia nella tradizione italiana, dopo una grande partita, parlare di episodi molto discussi...ognuno vuol dire la sua opinione. Per quanto ci riguarda (Sky, ndr) abbiamo cercato di presentare un ventaglio di quello che é successo, degli episodi, nella maniera più chiara possibile dando spazio a tutte le voci nel post-partita. Ovviamente guardando le immagini, che però riguardandole più volte non hanno lasciato un'idea certa. Ho visto un "box" dove i diversi moviolisti, di tutte le reti, avevano idee diverse. Per dire quanto è stato difficile e quanto, su certi episodi, non ci fosse un unico punto di vista. Ho apprezzato moltissimo la lettera del Presidente della Roma Pallotta, che ha ottenuto una grande visibilità perché la merita: probabilmente il fatto che arrivi da molto lontano lo ha aiutato in tutto questo. Ha rimandato alla gara di ritorno, per la voglia di un confronto e ha fatto capire che la Roma c'è."</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>Tu segui la Juventus, appunto: che idea ti sei fatto di lei dopo gli scandali di questi ultimi anni che l'hanno coinvolta?</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>"Sicuramente é una cosa che ha segnato la storia recente della Juventus e ce se ne accorge quotidianamente, quando di questi scandali se ne continua a leggere sui giornali, social media...É una cosa su cui ancora si discute. La nuova gestione di Andrea Agnelli, da quando è arrivato nel 2010, ha voluto andare oltre questi aspetti. Ovvio, ci sono cose che rendono chiaro che la Juve conosce il suo successo, come il diverso conteggio degli scudetti rispetto alla FIGC, e quelle sono scelte della società. Altrettanto vero é che la gestione Andrea Agnelli é mirata ad andare avanti. Anche punto di vista delle decisioni tecniche, dei giocatori, e ciò non ha niente a che fare con le precedenti gestioni. Stiamo andando verso il futuro. Mi piacerebbe che se ne parlasse (degli scandali, ndr) sempre di meno e che nuovi sfottò derivassero per risultati nuovi. Io credo che, con il passare del tempo, queste cose accadranno."</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>Proprio con Andrea Agnelli hai girato una lunga intervista, fino a Tokyo andata e ritorno. Che impressione hai avuto di lui come uomo, dirigente e soprattutto com'è nata l'idea?</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>"L'idea é nata attraverso la Juventus e Sky, che insieme hanno pensato di seguire il Presidente Agnelli da Parigi a Tokyo, in questo viaggio dalle finalità ben precise. É andato a Tokyo per inaugurare lo Juventus Lunch, un punto di ristoro che é rimasto aperto per pochi mesi, e quello é un motivo commerciale; poi ha avuto anche altri momenti e incontri formali, di cui abbiamo ripreso il 90%: con giornalisti stranieri; il Tokyo Football Club, con il Presidente vigente non solo per conoscerli ma per instaurare collaborazioni; ha incontrato l'ambasciatore italiano in Giappone e altri manager. É stato un tour de force assurdo, perché siamo partiti giovedì mattina da Linate per Parigi, lì abbiamo seguito la giornata di Andrea Agnelli all'UNESCO dove ha parlato di due grossi progetti legati al calcio e al razzismo che la Juventus sta portando avanti. Il materiale girato a Parigi abbiamo subito inviato a Milano; alle 18.30 abbiamo preso il volo alle 14 di venerdì siamo arrivati a Tokyo. Da lì in hotel, abbiamo lavorato tutto il giorno e quello seguente. Sabato alle 21 siamo ripartiti e siamo tornati, andando indietro nelle ore, alle 15.30 a Parigi e da lì a Torino, alle 9.30 di domenica mattina. Calcola, in quei quattro giorni, noi abbiamo dormito una sola notte, quella del venerdì. Abbiamo viaggiato in quattro, insieme al Presidente: lui, il suo braccio destro e responsabile alla comunicazione Claudio Albanese, io e il mio operatore. Abbiamo vissuto per quei quattro giorni sempre insieme, posso assicurarti che la telecamera é stata per il 90% del tempo accesa. Ci sono stati casi, anche per privacy, che é stata spenta ma abbiamo veramente testimoniato quasi tutto. É una rarità, perché Andrea Agnelli é un Presidente diverso da tutti gli altri: non ama parlare ogni giorno ma lo fa solo in sedi precise. É capitato ad esempio con noi a fine stagione o in Lega quando parla agli altri Presidenti. Proprio un anno fa parlò a Londra, al Leaders In Football, un evento che peraltro penso ci sarà anche quest'anno...É molto attento ai media internazionali, come quando c'è stata la tournée in Asia, rilasciando diverse interviste come a Fox Australiana e a un'altra televisione di Hong Kong, se non sbaglio. É molto attento alla visione internazionale del brand, e in questo c'è strategia della comunicazione. Personalmente, sono stati quattro giorni molto intensi...ovvio che viaggiare con un membro della famiglia Agnelli é diverso per la sicurezza, l'organizzazione perché si é corso tanto e dovevamo sbrigarci. Ho trovato un Presidente, un manager molto attento, che veramente non si è mai fermato un attimo. É stata una bella intervista, abbiamo parlato del suo rapporto con il Giappone, e poi siamo andati su temi d'attualità: mi ricordo che allora mi disse che il rapporto con Antonio Conte sarebbe durato molto, molto a lungo secondo quelle che erano le volontà di entrambi. Così non è stato."</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>Spesso si parla dei giovani per rilanciare il calcio italiano. Ma, dal dietro le quinte, si punta veramente tanto su di loro o é più uno slogan?</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>"É una domanda complessa. Io ho uno sguardo molto specifico su quella che è una grossa realtà nazionale e internazionale, com'è la Juventus, e un po' più largo sulla Serie A. Banalmente ti dico che di giovani se ne vedono. Poi, é vero, che lanciare un giovane in una società di medio livello é un conto, farlo in una come la Juventus è un altro. Sono rimasto molto sorpreso quando, alla prima di campionato, ho visto Komand giocare dal primo minuto, causa l'influenza di Llorente. Ecco, quindi, che puntare sui giovani alla Juventus è più difficile che farlo in un'altra società. É altrettanto vero che, se il giovane che arriva alla Juventus è forte, é veramente forte. É facile pensare a Pogba, ha il potenziale per diventare uno dei centrocampisti più forti del calcio moderno. Quindi, per quello che è il mio sguardo, i giovani li vedo. Guardando anche alla Serie A, ci sono: penso al ruolo di Scuffett l'anno scorso all'Udinese, un '96 che si è imposto da titolare. Forse sì, mi piacerebbe vedere qualche giovane italiano di più, e forse straniero in meno, banalmente. Perché credo che, a lungo andare, anche la nostra Nazionale possa essere meno competitiva. Non so e non mi va di entrare nel merito dei sistemi più complessi delle serie minori...ecco lì si potrebbe fare ancora di più. Però è solo una mia personalissima opinione."</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>Il Presidente della Sampdoria Ferrero ha dichiarato, qualche tempo fa, che l'Udinese é un fuoco di paglia destinato a spegnersi presto. Cosa ne pensi? Con Stramaccioni tornerà ai risultati di Guidolin?</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>"Credo che il lavoro cominciato sia molto positivo. Sicuramente Stramaccioni é stato un netto cambiamento rispetto al passato. É vero che, sostanzialmente, la squadra non è cambiata molto: Basta e Pereyra, due giocatori di grande qualità, sono andati via. Però alla fine la struttura è rimasta quella: Widmer ha preso il posto di Basta, su cui ci sono gli occhi di società importanti tra cui la Juventus stessa, e davanti é arrivato Thereau, si é data fiducia a Muriel...Credo che la qualità all'Udinese ci sia e, forse, con l'arrivo di Stramaccioni sono arrivate quelle cose mancate l'anno scorso. Ossia una continuità di risultati e penso che, dopo la salvezza, sia un Udinese dalla parte sinistra della classifica. Solo una piccola nota: l'importanza di Dejan Stankovic in tutto questo. Perché so che è molto apprezzato dallo spogliatoio, dai "vecchi" perché in una società di provincia lavorare con un giocatore come lui porta a tanto. Poi mi dicono che è molto legato allo spogliatoio, é un uomo di campo, é viceallenatore ma ha anche un ruolo in campo. La piazza di Udine é stata la scelta ideale per Stramaccioni per ripartire, non era facile. So che ha studiato a lungo come lavorano i grandi allenatori in tutta Europa, é stato molto apprezzato con commentatore a Fox Tv, e bisogna fargli i complimenti per la scelta di Stankovic con secondo. Anche perché a Strama manca il "pedigree" internazionale."</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>Di Natale é spesso stato accostato alla Juventus. Personalmente non ci ho mai creduto, ma é stato veramente vicino a lei?</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>"Sì, quattro anni fa si può dire che fu praticamente un giocatore della Juventus. La società e il suo procuratore avevano trovato l'intensa, anche per noi (Sky, ndr) era una cosa praticamente fatta. Poi si dice che Totò parlò con il patron, lui era disponibile a lasciarlo andare e pare che lì Di Natale disse che non voleva andare via. Perché la sua vita a Udine aveva trovato radici profonde, anche se quella privata viene spesso messa in secondo piano e quando non é così é una novità. Le scelte di cuore sono una rarità, in un ambiente dove il denaro fa da padrone, ma ti posso confermare che Di Natale é stato vicinissimo alla Juventus, era praticamente suo ma poi decise il contrario. Vediamo anche il risvolto della medaglia, perché la scelta di legarsi all'Udinese é stata molto apprezzata dai tifosi e lui é il giocatore più forte della storia di questa squadra. Ho avuto tante volte la fortuna di vederlo a bordo campo, i suoi gol pazzeschi, e le qualità che ha, cito Andrea Carnevale, lui le ha viste fare a Maradona. A Torino, invece, é stata una scelta criticata perché in quel caso Di Natale non ebbe il coraggio di andare in una grande società."</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>Hai parlato di scelte di cuore. Un altro grande giocatore attaccato alla maglia é stato Del Piero. Come hai vissuto il suo addio e il passaggio dall'Australia all'India?</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>"Ero presente quel giorno, Atalanta-Juve ma soprattutto quello é il giorno in cui Del Piero la Juventus. Ti posso assicurare che rimane una delle emozioni professionali più forti che abbia mai provato ma come fortunato spettatore di quel momento storico. Perché quando, in una partita in corso, tutto lo stadio guarda tutt'altro: questo calciatore che fa il giro e saluta, raccoglie sciarpe e ringrazia, é un qualcosa di assolutamente mai visto. Del Piero é veramente la storia della Juventus e per i tifosi é stato uno shock, perché ha rappresentato per la maggior parte di noi un qualcosa di simbolico ed è riuscito ad andare oltre i colori della Juventus. Un giocatore apprezzato anche dai tifosi delle altre squadre, perché ha le caratteristiche del bravo ragazzo e in Serie A spesso vengono celebrati i "bad boy". L'addio arrivò dopo due anni molto complessi, basti pensare al videomessaggio girato da lui in cui diceva "firmo in bianco". La società accettò e il contratto fu firmato nel cantiere dello Juventus Stadium...Ecco, la Juventus è una società che da molta importanza ai simboli e ai luoghi. Luoghi speciali per momenti speciali, lo ritroviamo spesso nella sua storia. Poi, mesi dopo, il Presidente Agnelli all'assemblea dei soci disse "Ringrazio Del Piero - prepensionandolo in pratica - ma questa è l'ultima stagione che fa con noi". Anticipò i tempi ad ottobre, forse per anticipare un altro video, no? Qualcuno ha criticato Alessandro per la scelta fatta, doveva finire la carriera lì, invece io credo che sia una persona molto intelligente. E quindi é andato dall'altra parte del mondo, non solo con stella dei Sidney ma come ambasciatore del calcio australiano. Ho lavorato con lui l'anno scorso a Jesolo, in quello che fu il primo ritiro di una squadra australiana in Italia. A ogni allenamento, pensa, c'erano circa mille tifosi! Ore e ore di autografi e questo fa capire quanto Del Piero, in quell'occasione, sembrò una rock star in tournée. Adesso c'è la scelta dell'India, da curioso del mondo. So che poi l'ultimo suo grande sogno é giocare nella Lega americana, e questa scelta di tre mesi glielo permetterà, perché l'MLS inizia a gennaio. É un giocatore, icona globale che la gente possa riconoscere. Ho avuto di lavorare con lui anche in Brasile, ho trovato tantissima attenzione da parte di tanti media, ed è stato l'unico giocatore italiano ad andare in onda nella trasmissione tv di Diego Armando Maradona. La sera ero con lui, fuori dallo studio poiché potevano entrarci solo Maradona, il conduttore della trasmissione e Del Piero. É particolarissima, un'ora in cui a Maradona si chiede un giudizio praticamente su tutto, senza immagini e fa record di ascolti. Chiudo con un ricordo piacevolissimo: la giornata che abbiamo passato insieme in una favelas a nord di Rio, con una visuale pazzesca. L'abbiamo trascorsa con dei ragazzini, vedere la felicità di loro giocare con lui é un qualcosa che mette ancora i brividi a ricordare adesso, abbiamo fatto una bella intervista e la cosa che fece ridere, soprattutto Alex, é: primo pallone della partita, un ragazzino gli fa un sombrero! Del Piero c'è rimasto malissimo (rude, ndr). Gli ho visto luccicare gli occhi in quell'occasione, parlò per un'ora con questi ragazzi e sono cose che in televisione non riescono neanche a rendere. Fu un bel progetto, legato all'UNICEF."</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>Un ultima domanda: pensi che questa stagione le squadre italiane riusciranno finalmente a farsi valere? Magari anche in Europa League?</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>"Sono tanti anni che l'Italia non riesce ad arrivare fino in fondo, la Juve l'anno scorso arrivò fino alle semifinali, era una finale scritta quella all'Juventus Stadium e fu veramente una doccia per fredda per lei non arrivarci. Avere la possibilità di giocarla in casa non credo capiterà mai più nella sua storia. Quest'anno è molto forte, é stata criticata per la sconfitta a Madrid ma ha fatto un primo tempo in cui a momenti ha dominato sull'Atletico. Non so dirti dove arriverà, perché poi il livello si alza tantissimo. Ma se esce bene dai gironi, io credo che a gennaio potremo assistere a qualcosa di nuovo sul mercato. A Torino valuteranno sicuramente un grande giocatore per andare avanti. Il primo giorno di Allegri si è detto che l'obiettivo é i quarti di finale, é dichiarato. Roma: ci ha fatto grande impressione, ha preso molto il carattere di Garcia ma è in un girone molto, molto complesso...Potrei dire che già il calcio che ha dimostrato in queste prime partite potrebbe essere un passo in avanti. Quanti anni erano che la Roma non era in Champions League? Se la gioca. In Europa League vedo molto positivo, non so dirti quante di queste squadre hanno messo la coppa nel mirino e che valore gli hanno dato. Sicuramente é importante per il Napoli, però è anche vero che in certi momenti l'Europa League viene sfruttata per un grande turn-over dei giocatori. E quindi i grandi risultati fatti domenica non vengono replicati giovedì perché vengono usate seconde linee. Anche l'Inter ha bisogno di una ribalta europea. Sarebbe bello ritrovare una squadra italiana fino alle fasi finali e, con spettatore e amante del calcio, vedere già a febbraio che non c'è nessuna a portare avanti il calcio italiano é un po' deprimente. Perché è vero che siamo appassionati delle grandi sfide, Bayer Monaco, Barcellona, Real Madrid...ma quando c'è un'italiana in campo é diverso. Il mio é un augurio e credo che Roma e Juve possono darci qualche soddisfazione."</DIV></DIV>C1012936Udineuttd01uttd01altaknteljzrhkjpscmwjkvsm3hkmrvqiy2sltun1avryxx.jpgSiNesclusiva-il-calcio-24-francesco-cosatti-intervista-juventus1013002.htmSiT1000007101268101,02,03,06,07,080302589S
161012913NewsCampionatiESCLUSIVA ILCALCIO24 - Franco Leonetti «La Juve? Aspettiamo a valutare il lavoro di Allegri»20140729065516La situazione della Juventus analizzata dal giornalista Franco Leonetti <BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Giornalista, scrittore di romanzi, editorialista su siti web a tinte bianconere, presentatore di eventi, opinionista, già autore del romanzo <B style="mso-bidi-font-weight: normal">“Linea d’Ossigeno”</B> pubblicato nel febbraio 2008, ha scritto e pubblicato anche <B style="mso-bidi-font-weight: normal">“Sei note di Pentagramma</B>” edito da <B style="mso-bidi-font-weight: normal">“Lettere</B> <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Animate editore”</B>, in libreria da dicembre 2012. <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Franco Leonetti</B> si divide tra grandi passioni calcistiche per la “sua” amata Juventus e il diletto di scrivere libri e comporre testi che manifestano il suo interesse verso l’analisi, le ispezioni e le osservazioni dell’individuo contemporaneo, in una sorta d’introspezione capace di dare una logica spiegazione a certi comportamenti apparentemente insignificanti che emergono preponderanti nell’uomo di oggi. Uno scrutatore dei nostri tempi, capace di analizzare attentamente tutto ciò che sembra privo di logica. <B style="mso-bidi-font-weight: normal">“Sei note di Pentagramma”</B> é un titolo che prende spunto dal suo amore per la musica. Tutti sanno che le note musicale sono sette, ma nel suo libro se ne manifestano solo sei. La nota che non c’è, infatti, è quella che manca alla nostra società per ritenersi compiuta. Proprio quello che i media contemporanei ci illudono che ci sia per chissà quale interesse suggerito dal dio denaro. Ma la vera vita di tutti i giorni manca della settima nota, un ammanco considerevole che, nonostante appaia insignificante, assume invece connotazioni di vitale importanza che si riflettono su una non buona qualità di vita. Di questi temi ci parla l’autore <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Franco Leonetti</B> nel suo ultimo libro. Un’analisi concreta della realtà contemporanea che si manifesta con una punta d’amarezza e delusione su quello che potrebbe essere con l’aggiunta di quella magica nota mancante del pentagramma musicale, e che invece non é. Un libro che parla dell’uomo, con i propri progetti, i sogni, le delusioni, le vittorie, le amarezze e le speranze che s’infiltrano in un quotidiano difficile, fatto comunemente di difficoltà di vivere. Questo è Franco Leonetti, uomo sensibile, aperto al dialogo, pronto alle relazioni sociali che sono l’essenza e il vero significato della vita di sempre. Come dicevamo altre due passioni lo caratterizzano: l’amore per la musica e per il calcio, del quale é ottimo giornalista competente e vero tifoso della Juventus. Egli è opinionista di punta, con la sua rubrica <B style="mso-bidi-font-weight: normal">“Il ruggito di Leonetti”</B> nella trasmissione televisiva <B style="mso-bidi-font-weight: normal">“Forza</B> <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Juve”</B>, in onda su Rete 7 Piemonte e sul canale SKY 825. Ed è proprio in questa veste di giornalista che oggi abbiamo pensato di intervistarlo, anche in considerazione del momento delicato che la Juventus e tutto il popolo bianconero sta vivendo, dopo le scioccanti dimissioni di Antonio Conte. Da questa lunga ed esaustiva intervista, si evince la razionalità giornalistica di <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Franco Leonetti</B> che, nonostante il polverone sollevato da una situazione che non era prevista, anche se era già nell’aria da tempo, non si lascia trascinare da commenti emotivi che, aprioristicamente, assumerebbero soltanto connotati distruttivi, senza neanche aver visto ancora all’opera il nuovo corso juventino targato <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Massimiliano Allegri</B>; il coach della Juventus chiamato a sostituire Antonio Conte.<SPAN style="mso-spacerun: yes">&nbsp;&nbsp; </SPAN></SPAN><SPAN><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; BACKGROUND: white; COLOR: #333333; FONT-SIZE: 12pt; mso-bidi-font-family: Helvetica">&nbsp;</SPAN></SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Franco, cosa succede a questa Juventus?</SPAN></B><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Beh è accaduto l’imprevedibile, un vero cataclisma, ovvero Conte e la Società si sono separati al secondo giorno di ritiro, una cosa scioccante per tutto il popolo bianconero, una vicenda mai accaduta nella storia della Juventus. Traumatizzante, sia per le modalità che per il risultato finale, che hanno portato repentinamente Allegri ad occupare la panchina bianconera. Un flash accecante, improvviso e mal gestito a mio parere”.</SPAN><FONT size=3 face="Times New Roman"> </FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">&nbsp;</SPAN><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Pensi che il giocattolo perfetto si sia rotto, dopo la dipartita di Conte?</SPAN></B><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Certamente la Juve di Conte, come siamo stati abituati a conoscerla nell’ultimo triennio, non esiste più, questo mi pare fuor di dubbio. Ogni allenatore ha le proprie caratteristiche nella gestione del gruppo, nel motivare gli interpreti, nello svolgere la preparazione, nell’apparecchiare il gioco. Ora resta da capire come verrà schierata in campo la Juventus dal nuovo allenatore e quali saranno le scelte tecnico-tattiche del nuovo corso,<SPAN style="mso-spacerun: yes">&nbsp; </SPAN>a parere mio non si può aprioristicamente affermare che il giocattolo perfetto si è rotto: solo il campo darà una risposta chiara e netta. Certo che Antonio Conte era Antonio Conte, punto”.</SPAN><FONT size=3 face="Times New Roman"> </FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">&nbsp;</SPAN><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Quali sono i motivi per cui Conte ha deciso di lasciare la Juve?</SPAN></B> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“ Sul mercato si sono incentrate le principali distonie tra le due parti, Conte voleva nuovi arrivi capaci di rafforzare fortemente la squadra, per tentare di poter competere a grandi livelli europei, per cercare di stare nell’Olimpo della Champions servono investimenti e campioni. Tutto ciò non è accaduto e il Mister, che non aveva rinnovato il suo contratto, ha deciso di levare le tende in maniera eclatante, giustamente o meno, ognuno ormai si è fatto una propria opinione. In ogni caso i malumori non sono sbocciati all’improvviso, ma la questione rafforzamento era una situazione che permaneva da qualche tempo. Peccato davvero perdere Conte in questa maniera”.</SPAN><FONT size=3 face="Times New Roman"> </FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">&nbsp;</SPAN><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Secondo il tuo punto di vista, perché è stato scelto Allegri?</SPAN></B><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“ Allegri era già un nome che circolava nell’ambiente, a maggio, quando i mal di pancia di Conte si erano fatti più veementi: insieme a quelli di Mancini e Spalletti era tra i più gettonati. La Juve, improvvisa orfana di Conte , ha avuto la necessità di non far passare troppo tempo, non poteva rimanere nemmeno un’ora in più senza la figura basilare del tecnico. Quindi la dirigenza ha colmato subito la falla apertasi, virando su Max Allegri perché ha un profilo alto, ha già vinto in Italia, è abituato a certi palcoscenici europei, costa relativamente poco d’ingaggio e viene considerato adatto. Le eventualità di Mancini e Spalletti nascondevano motivazioni e insidie variegate, da ingaggi troppo onerosi a contratti in essere, vedasi Spalletti”.</SPAN><FONT size=3 face="Times New Roman"> </FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">&nbsp;</SPAN></B><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Che cosa pensi del mercato della Juve sin qui svolto?</SPAN></B><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Un buon mercato sino ad oggi, 28 luglio, ci sono però dei nodi importanti da sciogliere, e penso a quello di Vidal , anzitutto. La dirigenza ha saputo portare a Torino giocatori che vanno ad occupare caselle scoperte, rafforzando i vari reparti, penso a Evra sulla corsia mancina, a Pereyra duttile e abile in vari ruoli a centrocampo, penso a Romulo sulla destra e a Morata che purtroppo starà fuori per due mesi. Se la Juve manterrà tutti i suoi campioni in rosa, questo sarà un mercato egregio, magari in attesa di un centrale difensivo e di un grande campione la davanti. Senza dimenticare che Coman, il francesino, potrebbe stupire molti e Morata, se in condizioni,<SPAN style="mso-spacerun: yes">&nbsp; </SPAN>smentirà molti dubbiosi”.</SPAN><FONT size=3 face="Times New Roman"> </FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">&nbsp;</SPAN><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Pensi che ci siano malumori all’interno della dirigenza bianconera?</SPAN></B><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“No, la Società è compatta e unita verso l’obiettivo che in casa Juventus, da sempre, è uno e uno solo: vincere”.</SPAN><FONT size=3 face="Times New Roman"> </FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">R</SPAN></B><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">oma e Napoli sembrano sulla carta le più accreditate a vincere il prossimo scudetto. Tu pensi la stessa cosa?</SPAN></B><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Già lo scorso anno, molto più la Roma in verità, si sono dimostrate avversarie considerevoli e competitive per lo scudetto, quindi entrambe partono da una base importante. In questa prima fase di mercato i capitolini hanno operato parecchio e si sono nettamente rinforzati sulla carta, con nomi e spese ingenti, il Napoli, invece, continua ad avere problemi a centrocampo e in difesa, e ritengo, opererà sino alla scadenza del 1° settembre quando il mercato chiuderà i battenti. Teoricamente queste sono le due squadre che possono ambire a contendere il tricolore alla Juventus, ma ricordo che dopo estati a parlare e a teorizzare, il campo, spesso, regala realtà ben diverse dai proclami sotto l’ombrellone. Non basta rilasciare dichiarazioni bellicose o erigere proclami che fanno scalpore, i campionati si vincono con il gioco, i gol e i punti in classifica. Insomma fatti non parole. Sono poi curioso di vedere cosa sapranno produrre la nuova Fiorentina di Montella e l’Inter di Mazzarri con Thohir a fare capolino”.</SPAN><FONT size=3 face="Times New Roman"> </FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Che cosa manca alla Juve per essere competitiva ad alti livelli anche in Europa?</SPAN></B><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“I campioni sono coloro i quali fanno sollevare la coppa dalle grandi orecchie. Molti colleghi portano l’esempio delle ultime due finaliste Borussia Dortmund e Atletico Madrid, per cercare di scardinare il teorema, ma io ricordo che a gioire tra i coriandoli sono state Bayern Monaco e Real Madrid, compagini zeppe di campionissimi. La grande qualità ha sempre fatto la differenza in Europa e così sempre sarà. Chi vuole ambire al sommo gradino continentale ha bisogno di tante cose, ma i campioni con la C maiuscola sono la base su cui costruire. Alla Juventus non mancano i campioni, mi pare evidente, ma andrebbero implementati ”.</SPAN><FONT size=3 face="Times New Roman"> </FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">&nbsp;</SPAN><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Non ti preoccupa la prima negativa sgambata della Juve a Vinovo, che ha perso contro i dilettanti del Lucento?</SPAN></B><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Una sgambata non ufficiale, tra l’altro la prima della stagione, non può e non deve preoccupare sul finire di luglio, i test importanti saranno altri e cominceranno a dare un forte antipasto a riguardo della Juventus “reggenza Allegri”. Il Lucento è calcio di luglio e non può fare testo, ai più catastrofisti ricordo solo che mancavano tutti i nazionali e la formazione era infarcita di ragazzini con pochissimi titolari”.</SPAN><FONT size=3 face="Times New Roman"> </FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">&nbsp;</SPAN><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">In questo momento l’ambiente juventino sembra essere caduto in depressione. Secondo te, qual è la medicina adatta per far riprendere entusiasmo ai tifosi bianconeri?</SPAN></B><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“L’ambiente del tifo non è in depressione, è stato fortemente scosso dall’abbandono di Conte, e credo che tutto ciò sia innegabilmente fisiologico. L’entusiasmo da parte dei tifosi fedeli <SPAN style="mso-spacerun: yes">&nbsp;</SPAN>si recupera e rigenera con prove convincenti e vittoriose sul terreno di gioco, con la voglia di non mollare mai e di onorare la maglia fino alla fine. Ora è normale che molti siano sul chi va là, creando sacche di resistenza e titubanza, ma alle prime vittorie il tifoso sosterrà e accompagnerà con passione questo nuovo corso bianconero. Non ho dubbi a riguardo”.</SPAN><FONT size=3 face="Times New Roman"> </FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Pensi che Allegri riuscirà a farsi accettare dal popolo bianconero?</SPAN></B><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Mai come ora sta al Mister conquistarsi l’affetto della gente juventina, schierando formazioni vincenti e portando a se lo Stadium con un gioco efficace e brillante. Con i risultati tutto passa in seconda battuta, anche il suo passato milanista e certe frasi non felicissime quando guidava dalla panca colori diversi. Succedere a Conte non sarebbe stato facile per nessuno, figuriamoci dopo un ribaltone improvviso di mezza estate. Allegri ha esperienza, e sa bene ciò che deve fare, senza farsi prendere dalla frenesia”.</SPAN><FONT size=3 face="Times New Roman"> </FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">&nbsp;</SPAN><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">La trasmissione televisiva “Forza Juve” che va in onda sull’emittente privata Rete7 Piemonte e in contemporanea su Sky, prevede novità rispetto all’anno calcistico appena trascorso?</SPAN></B><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Ripartiremo con l’inizio del nuovo campionato, i primi di settembre torneremo in video. Ci sono al vaglio alcune novità, anche se il canovaccio che ci ha contraddistinti e premiati con grandi ascolti, rimarrà pressoché invariato. Chi sceglie di sintonizzarsi su Forza Juve sa già chi e cosa troverà”.</SPAN><FONT size=3 face="Times New Roman"> </FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">&nbsp;</SPAN><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Pensi che il tuo “Ruggito di Leonetti” sarà combattivo come sempre e capace di risollevare gli animi sconsolati di molti juventini? </SPAN></B><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Il mio Ruggito è sempre coerente, sincero e schietto: commento con il mio stile personale la realtà che osservo settimanalmente. In questo momento dico a tutto il popolo bianconero di stare calmo, di attendere la Juve in campo, anche perché sino ad oggi non si è praticamente mai vista, e di essere paziente, la vera stagione parte nell’ultimo week-end di agosto. Quindi al bando lo scetticismo, in attesa delle competizioni ufficiali, solo allora potremo capire di che Juve stiamo parlando. <SPAN style="mso-spacerun: yes">&nbsp;</SPAN>La mia speranza è di poter illustrare un’altra stagione trionfale di successi, se così non dovesse essere, naturalmente, non farò mancare mai i miei rilievi e critiche all’ambiente, così come duramente feci negli anni pre –Conte”.</SPAN><FONT size=3 face="Times New Roman"> </FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">&nbsp;</SPAN></B><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Per finire. Tutti sanno che oltre il calcio, la tua grande passione è la musica. Come fai a conciliare due mondi così diversi?&nbsp;<SPAN style="mso-spacerun: yes">&nbsp;&nbsp;</SPAN></SPAN></B><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Le passioni sono le travi portanti della mia vita, senza passioni, l’esistenza perde nerbo. Quindi, anche se di primo acchito alcune possono apparire inconciliabili, ben vengano sentimenti di questa tipologia, che mantengono alto il carico di entusiasmo e voglia bruciante di vita. Un caro saluto a te Salvino e un immenso abbraccio a tutti gli amici siciliani che ci leggono, amo profondamente la vostra terra. Grazie e a presto, magari di persona”.</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Salvino Cavallaro</SPAN></B><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">&nbsp;</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">&nbsp;</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT><BR><BR><br><br>TorinoFL0711FL0711franco-1.jpgSiNesclusiva-ilcalcio24-franco-leonetti-«la-juve-aspettiamo-a-valutare-il-lavoro-di-allegri»-1012913.htmSi100451001,02,03,06,08030802
171012698NewsCampionatiPANINI TOUR: Tornano a Milano le mitiche figurine dei Calciatori20140217165440calcio,serie a,figurine paniniGrande ritorno a Milano del “Panini Tour” con tante novità: oltre alle “mitiche” figurine dei “Calciatori 2013-2014” spazio anche alla nuovissima raccolta sugli animali “Zampe & Co. 2013-2014”<div>Grande ritorno a Milano del “Panini Tour”. L’iniziativa promozionale, organizzata anche quest’anno dall’Azienda modenese, si presenta con tante novità: oltre a rivolgersi agli appassionati delle “mitiche” figurine dei “Calciatori 2013-2014”, dedicherà spazio anche alla nuovissima raccolta sugli animali “Zampe &amp; Co. 2013-2014”. Nel prossimo weekend, il grande “villaggio” della Panini sarà posizionato a Via M. Pagano (parcheggio stazione della metro). Giovani animatori accoglieranno il pubblico, intrattenendo bambini e ragazzi con giochi, quiz e concorsi a premio. Sarà anche possibile scambiare figurine dei “Calciatori” e di “Zampe &amp; Co.” tra collezionisti e con gli addetti della Panini, addirittura prenotandole in anticipo via internet. Spazio inoltre agli appassionati dei fumetti nello stand dedicato al settimanale “Topolino”. Questa tappa del tour si svolgerà sabato 22 e domenica 23 febbraio (ore 10-19.30).</div><div>Il “Panini Tour 2014” sarà articolato in oltre 100 giornate/evento tra piazze e centri commerciali, percorrendo tutta la penisola da sud a nord fino al mese di aprile. Nell’accogliente “villaggio” – articolato su strutture coperte e su alcune aree esterne – sarà organizzato lo scambio di figurine con Panini, fino a 10 figurine per altrettanti doppioni: per evitare la fila, i collezionisti potranno rivolgersi agli animatori, dotati di tablet, per prenotare il proprio turno di accesso allo stand. Nell’area esterna, saranno disponibili una serie di aree di incontro e di tavolini per favorire il libero scambio tra collezionisti.</div><div>Le due giornate del “Panini Tour 2014” saranno scandite da un intenso programma di attività. Nel “villaggio”, innanzitutto, sarà allestito un campetto gonfiabile per ospitare momenti di gioco con il pallone e anche le lezioni di un allenatore, che insegnerà ai più piccoli i fondamentali del calcio giocato. In appositi corner, gli animatori distribuiranno album in omaggio delle collezioni “Calciatori” e “Zampe &amp; Co.”, oltre a proporre simpatici quiz: in palio fantastici premi tra cui l’ “Almanacco Illustrato del Calcio 2014”. Previsti giochi e premi non solo per i bambini, ma anche per i sempre numerosi genitori e nonni. A tutti coloro che si recheranno presso lo stand con il proprio album completo, o con meno di 20 figurine mancanti, sarà riservato un esclusivo gadget Panini e un timbro a rilievo Panini che sancirà l’ufficializzazione della sua collezione completa. Nello stand di “Topolino”, un disegnatore intratterrà piccoli e grandi disegnando i personaggi Disney più amati e saranno anche organizzati simpatici quiz a premio.</div><div>Il “Panini Tour 2014” potrà contare su un’importante presenza sul web e nei maggiori social network. Sarà possibile seguire infatti le varie tappe del tour tramite i siti internet e le pagine Facebook dedicati alle due collezioni, i feed di Twitter, l’App gratuita per smartphone e il profilo Instagram. Il pubblico potrà pure realizzare dei video e segnalarli alla Panini: i video migliori saranno inseriti nel canale Calciatori su YouTube (www.youtube.com/calciatoripanini).</div><div>“Il nostro tour torna a Milano ed è sempre più un appuntamento per tutta la famiglia”, ha dichiarato Antonio Allegra, direttore Mercato Italia di Panini. “Il villaggio Panini diventa un momento di ritrovo, gioco e intrattenimento dove liberamente, nel corso dell’intero fine settimana, i collezionisti potranno condividere la passione e la magia che le nostre raccolte di figurine sanno regalare”.</div><div>La collezione “Calciatori 2013-2014” comprende 865 figurine su giocatori e squadre di Serie A TIM, Serie B Eurobet, Primavera TIM, I e II Divisione di Lega Pro, Serie D e Serie A Femminile, da raccogliere in un album di 128 pagine. Tra le sezioni speciali di questa raccolta, le pagine “Derby - History Remix”, realizzate in collaborazione con Sky Sport HD e dedicate ai 5 derby previsti in questa stagione, con 10 figurine dotate di QR Code per visionare online dei video dedicati ai derby, e la sezione “Essere Calciatori” in cui il campione del Mondo 2006 Gianluca Zambrotta illustra con 8 figurine e varie immagini le tecniche di base del calcio. Alla collezione è legato anche il grande concorso “Panini premia la Scuola”: le scuole elementari e medie inferiori che raccoglieranno le bustine vuote e le spediranno a Panini, potranno ricevere gratuitamente attrezzature e materiali didattici. La raccolta “Zampe &amp; Co 2013-2014” , articolata in 432 figurine e in un album da 96 pagine, presenta in maniera semplice e divertente tutte le fasi della vita degli animali, dalla nascita fino alla riproduzione. Alcune figurine possono anche prendere vita con la tecnologia della “realtà aumentata”, che consente ai giovani collezionisti di divertirsi con una propria mascotte virtuale. La collezione vede la partecipazione di due importanti partner: l’ANMVI per il progetto “Piccole Zampe crescono” e il WWF Italia per il nuovo progetto “Proteggiamo le case degli animali” ed un grande concorso a premi.</div>C1012317,C1012318Modenaadm001adm001panini-tour-2014.jpgSiNpanini-tour-2014-a-milano-le-mitiche-figurine-panini-1012698.htmSi100075501,02,03,05,06,07,08,09,400101294
181012647NewsCampionatiJuventus, c`è qualcosa che non va20140128211452juventusAbbiamoC’è qualcosa di indefinibile, di impercettibile nella Juve di questi ultimi tempi. E non è per volere trovare a tutti i costi il pelo nell’uovo, ma ciò che aleggia nell’aria circostante al feudo bianconero sembra qualcosa di strano che fa riflettere. Dopo l’uscita dalla Coppa Italia ad opera di una Roma apparsa ottima squadra ma non irresistibile, la Juve si è rituffata in campionato ripartendo proprio dallo stadio Olimpico di Roma contro la Lazio di Edy Reya. Ebbene, anche in questa circostanza, la Juve di Conte non è sembrata la squadra arrembante, sicura a centrocampo e nelle ripartenze, ma si è evidenziato uno strano approccio alla gara che dava la sensazione di una squadra ferma sulle gambe e stranamente attendista. Ciò che in un primo momento si pensava essere un atteggiamento tattico voluto per aspettare l’avversario e colpirlo poi in contropiede, non è sembrato plausibile anche per l’incapacità dei bianconeri di dare forza alle proprie azioni offensive. Poco movimento senza palla, poco gioco sugli esterni (abituale punto di successo nello scacchiere tattico di Conte) e pochissimi tiri in porta. Abbiamo visto azioni poco convinte che immancabilmente si spegnevano al limite dell’area avversaria. Tevez a dannarsi l’anima e Llorente a tentare di portare su la squadra, lottando talora per mantenere il possesso palla piuttosto che essere messo in condizione di tirare in porta. E così dopo essere andata in svantaggio con un gol di Candreva su rigore e dopo l’espulsione di Buffon al 24’ del primo tempo per atterramento di Klose in area di rigore, la Juve si è trovata ad affrontare il match in dieci uomini per quasi un’ora. Poi, nel secondo tempo, i bianconeri sono sembrati meno impacciati ma sempre lontani dal loro standard abituale. Al 15’ la Juve pareggia con un gol di testa di Llorente, il quale raccoglie un invitante cross di Lichtsteiner. La partita termina in parità dopo aver registrato una traversa di Klose con grande deviazione di Storari e un palo centrato da Keita. Intanto, il giorno dopo la Roma vince a Verona e accorcia le distanze in classifica dai bianconeri, di sei lunghezze. Ma per la Juve, il punto da focalizzare non è aver perso due punti un classifica, ma aver dato la sensazione di stanchezza psico-fisica. Saranno le polemiche dovute alle vicende del mancato scambio tra Vucinic e Guarin, sarà il gossip maligno e destabilizzante che si è instaurato nello spogliatoio della Juve per la presunta relazione di Gigi Buffon con la bella giornalista sportiva di Sky, Ilaria D’Amico, oppure per la separazione di Pirlo da sua moglie. Fatto è che la Juve sembra investita da problemi che vanno a coinvolgere un ambiente che fino a ieri viveva di automatismi fatti solo di pane e calcio. Anche Conte visto a Roma contro la Lazio, nel primo tempo non è sembrato il solito “cane arrabbiato” che tutti conosciamo. Troppo tranquillo il suo atteggiamento, non è da lui. Comunque, a onor del vero, bisogna dire che le 12 partite utili consecutive disputate dalla Juve e la sua attuale posizione in classifica, non danno adito ad allarmismi di sorta. Il prosieguo del campionato ci dirà se le nostre sono autentiche sensazioni, oppure dei dati di fatto preoccupanti. Domenica prossima avremo già una prima risposta, visto che tra le proprie mura la Juve affronterà “l’odiata” Inter di Mazzarri alle prese con un anno calcistico assolutamente da dimenticare. Conte e la sua Juve sono chiamati all’ennesima verifica di squadra che vince e convince. E’ la legge di chi nasce con il concetto radicato che, per scrivere la propria storia, devi vincere per essere primo. Alla Juve, arrivare secondi è stato sempre un insuccesso.<br><br> Salvino Cavallaro&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; <br><br>C1012317FL0711FL0711marchisio.jpgSiNjuventus-c-e-qualcosa-che-non-va-1012647.htmSiT1000007100451001,02,03,06030716
191012546NewsCampionatiMazzarri «Siamo partiti davvero bene»20131027091923Mazzarri "Siamo partiti davvero bene"Mazzarri «Siamo partiti davvero bene«Al termine dell'anticipo serale della nona giornata, vinto dai nerazzurri per 4-2 contro l'Hellas Verona al "Meazza", Walter <STRONG>Mazzarri</STRONG> ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky:<BR><BR>"Siamo partiti davvero bene, abbiamo iniziato a crescere e si facevano delle giocate anche più per la platea che per concludere a rete, non dobbiamo farlo. Poi abbiamo commesso leggerezze che potevano essere evitate e abbiamo fatto rientrare in partita il Verona. Questa è una squadra giovane, ci sono tanti ragazzi che non hanno quasi mai giocato con la responsabilità del risultato da titolari. Siamo stati bravi e concentrati e abbiamo fatto una grande partita, appena abbiamo allentato questo tipo di atteggiamento il Verona ci ha messi in difficoltà e ha segnato i gol. Se si vuole essere una squadra di vertice che da fastidio a tutti non dobbiamo mai distrarci, nel secondo tempo siamo entrati bene e abbiamo segnato per poi calare nuovamente l'attenzione". "Kovacic ha giocato in una posizione nuova, ha fatto bene, soprattutto quando ripartivamo nel modo giusto. E' giovanissimo, deve stare attento su certi particolari, a volte si specchiava anche lui... A questi livelli non bisogna farlo fino a che la partita non è veramente nel cassetto".<BR><br><br> "Palacio è un campione, gli altri son giovani, Belfodil alterna grandi giocate a leggerezze, ci sono i campioni e i ragazzi da formare... L'anno scorso Rodrigo aveva già fatto benissimo e quest'anno sta facendo ancora meglio, gli altri son ragazzi che è normale debbano maturare.<BR>Sull'espulsione penso che conti la maturità, al di la delle provocazioni che si possono avere, bisogna sapere quando è il momento di farsi rispettare quando provocato e quando invece no. In ogni caso non penso che ci fossero gli estremi per l'espulsione, la partita aveva avuto un epilogo, anche se si fosse lasciato correre sarebbe andato bene".<br><br> "I due esterni mi sono piaciuti molto, hanno fatto tutte e due le fasi molto bene. Sincceramente il Jonathan che avevo visto nel ritiro non pensavo potesse fare così bene, speriamo che continui così!<BR>Quando ho tolto Palacio ho pensato anche al fatto che martedì giochiamo contro l'Atalanta, in più se non faccio certe prove sul 4-1 quando le devo fare... anche Cambiasso l'ho sostituito pensando al giallo e alla partita di martedì". <br><br>gp01ctgp01ctmazzarri-inter.jpgSiNmazzarri "siamo partiti davvero bene"-1012546.htmSi-01,02,0301014
201012506NewsCampionatiGenoa: Ultime verifiche per la squadra nell’ottica del match con il Chievo20131019090054Genoa, ChievoGenoa: Ultime verifiche per la squadra nell’ottica del match con il ChievoUltime verifiche per la squadra nell’ottica del match con il Chievo. Sabato al Centro Sportivo Signorini è in programma la rifinitura, passaggio propedeutico alla diramazione della lista dei convocati per il ritiro. L’occasione per provare gli accorgimenti e saggiare le condizioni nel gruppo. Occhi puntati sul centrocampista Matuzalem, che ha saltato l’allenamento di venerdì per un affaticamento. Fuori causa Calaiò non si registrano, allo stato attuale, altre defezioni.<br><br> Domani nell’edizione delle 14.30 del Tg di Sky Sport 24, verrà trasmessa un’intervista a Luca Antonini, che presenta la nuova versione implementata della App Genoa 2013/14, realizzata da AppFactory, e scaricabile gratuitamente da App Store e Google Play. L’intervista, effettuata dalla giornalista Valentina Mariani, verrà replicata domenica nell’edizione del tg delle 10.20.<br><br>gp01ctgp01ctsecolo18-024.jpgSiNgenoa chievo-1012506.htmSi-01,02,03010223
211012396NewsCampionatiInter, Mazzarri: «I ragazzi stanno capendo bene i miei concetti»20130927073437Mazzarri, Inter, FiorentinaWalter Mazzarri nel post partita vinta contro la Fiorentina Walter Mazzarri nel post partita vinta contro la Fiorentina ha rilasciato queste dichiarazioni ai microfoni di Sky: "Si e' visto il contraccolpo per i 5 minuti seguenti al gol loro, ma poi abbiamo saputo reagire. Montella ha detto che per i giocatori che ha,l'Inter e' da scudetto mi offendo? La Fiorentina e' da scudetto, se Montella parla dei miei giocatori ne parlo anche io. Il suo era un complimento? Anche il mio. Gesto di Guarin? I ragazzi quando sono in trans agonistica possono fare qualche errore, ora vorrebbe anche andare a parlare. Si dovrebbe provare a non fischiare perchè i giocatori ne risentono, ma il calcio e' questo. La Fiorentina le occasioni pulite, tranne in due casi, le ha fatte su errori nostri. Dovevamo far meglio le ripartenze. Volevo una squadra piu' alta? Avevamo provato a pressarli alti, probabilmente ci e' mancato il coraggio di andarli a prendere. I giocatori della Fiorentina sono molto forti e bravi tecnicamente. Io sono molto contento di quanto I miei abbiano gia' imparato, ma e' chiaro che dobbiamo migliorare. Ci e' mancato coraggio, ma avevamo anche giocato domenica scorsa...Alvarez? Lui ha carattestiche simili ad Hamsik, e' un giocatore importante davvero se rimane continuo cosi. Alvarez e Jonathan rinati? E' bellissimo, soddisfazione enorme. In carriera ho sempre ringraziato chi mi permette di essere cosi e quindi dico sempre grazie ai miei giocatori. Guarin? Deve stare tranquillo e non farsi condizionare senza pensare a quello che accade all'esterno".<BR><BR>A MEDIASET il tecnico toscano ha aggiunto: "Per quello che ha fatto la Fiorentina l'anno scorso, per i rinforzi che ha avuto e per quello che sta facendo vedere puo' lottare per lo scudetto con le altre squadre. monte ingaggi? Sarebbe un discorso lungo da fare. Poi in termini di economia spieghero' a Montella come si calcolano e si valutano gli ingaggi dei giocatori. Pubblico esigente? Per me e' il primo anno, ma ho sempre saputo che il pubblico del "Meazza" vuole il meglio. Bisogna essere forti, continuare a giocare, bisogna crescere. Oggi mancava una parte importante del nostro pubblico che magari avrebbe potuto coprire questi fischi. Per fortuna alla prossima partita torneranno. La mia Inter paragonata a quella di Mou? Lui e' un grande allenatore, ma lui fa il suo calcio e io il mio. Forse nel modo di lottare si possono vedere alcune somiglianze. Siamo in una fase diversa della storia dell'Inter. Agli avversari fa comodo dire che siamo da scudetto, io avevo detto che volevo tornare a vedere una squadra competitiva, probabilmente gli altri vedono che l'Inter e' tornata. Il cavallo buono si vede alla lunga. E' buono il fantino? Siete tutti amici. Ripeto, aspettiamo: tante squadra erano gia' insieme da tempo, si sono rinforzate e possono fare bene".<BR><BR>Infine, ai microfoni di RAI SPORT Mazzarri ha sottolineato come ha fatto a convincere questa squadra a lavorare "Dando dei concetti fondamentali, i ragazzi mi hanno sposato in pieno. Non mi sono lamentato di un mercato che non mi ha dato grandi campioni? Gli elogi fateli voi, credo che tutti noi per quanto lavoriamo, meritiamo dei buoni risultati. Insieme al Napoli in classifica? Fatemi domande sull'Inter grazie". <BR><BR>GP01CTGP01CTmazzarri-walter.jpgSiNmazzarri inter fiorentina-1012396.htmSi-01,02,03,08010214
221012341NewsCalciomercatoItalia-Bulgaria, Prandelli mette un altro in avanti20130906191727italiaSecondo quanto riportato da Sky SportSecondo quanto riportato da Sky Sport Cesare Prandelli ha deciso di cambiare le carte in tavola in vista del match di questa sera contro la Bulgaria valido per le qualificazione a Brasile 2014. In attacco il ct darà spazio a Lorenzo Insigne anziché a Emanuele Giaccherini.C1012317adm001adm001cesare-prandelli.jpgSiNitalia-prandelli-mette-un-altro-in-avanti-1012341.htmSiT1000007100075701,02,03030315
231012338NewsCalciomercatoCatania, niente Qatar per Barrientos20130903144112Catania, niente Qatar per Barrientos“Niente Qatar per Pablo Barrientos: parola di Pulvirenti. Secondo quanto rivelato da ‘Sky Sport’, il patron del Catania ha annunciato la fine della trattativa che avrebbe dovuto portare l’attaccante argentino all’El-Jaich<strong>Catania, niente Qatar per Barrientos Il presidente Pulvirenti smentisce la cessione dell’argentino (Calciomercato.it)</strong><br><br> “Niente Qatar per Pablo Barrientos: parola di Pulvirenti. Secondo quanto rivelato da ‘Sky Sport’, il patron del Catania ha annunciato la fine della trattativa che avrebbe dovuto portare l’attaccante argentino all’El-Jaich.<br><br> <strong>Calciomercato, Barrientos resta al Catania, non va più in Qatar (Calcio Fan Page)</strong>&nbsp;”Dopo aver blindato Spolli, il Catania trattiene alla sua corte anche Barrientos. Il giocatore argentino sembrava davvero ad un passo dall’approdo in Qatar all’El Jaish, ma la trattativa non è andata in porto. Secondo quanto riportato da Sky, il patron Pulvirenti di comune accordo con il calciatore ha comunicato che “Barrientos resterà al Catania”. Il 28enne argentino, già a segno lunedì scorso nella prima di campionato contro la Fiorentina, dopo 59 presenze e 10 reti con la maglia del Catania, dunque, si prepara ad una nuova stagione in terra siciliana.<br><br> <strong>Telenovela finita, Barrientos resta al Catania (Fantagazzetta)</strong><br><br> “Clamoroso risvolto nella trattativa che doveva portare Barrientos in Qatar. Il fantasista argentino, che sembrava ad un passo dall’addio, resterà in Sicilia anche in questa stagione. L’annuncio arriva direttamente dal presidente del club etneo, Pulvirenti: “Ho incontrato il Pitu, ho parlato con lui, mi ha spiegato il suo stato d’animo e ciò che è successo. Alla fine ci siamo abbracciati. Barrientos resta a Catania”<br><br> <strong>Catania, Barrientos «congelato» (Il Corriere del Mezzogiorno)</strong><br><br> “Il «Pitu» ancora in bilico: in Qatar il calciomercato è aperto un altro mese, ma per prenderlo servono 5 milioni<br><br> “Ultimi fuochi di mercato in entrata e qualche cessione indolore, mentre quelle paventate di Bergessio (sondaggi in extremis di Roma, Lazio e Genoa) e Maxi Lopez (sulle sue tracce Lione e Olympiakos) non si sono concretizzate. Ecco la fotografia delle ultimissime ore di mercato del Catania, col rebus Barrientos, che al momento resta intatto. L’argentino – escluso dalla partita con l’Inter per decisione del club – sarebbe nel mirino dei qatarioti dell’Al-Jaish, che però al momento non hanno formalizzato l’offerta giusta: per il «Pitu» il Catania si aspetta almeno 5 milioni più bonus, ma l’affare rimane in sospeso, perché nei paesi mediorientali il calciomercato andrà avanti ancora un mese e, quindi, tutto è possibile.<br><br> <strong>Barrientos resta (La Gazzetta dello Sport)</strong><br><br> “Poi il colpo di scena in serata: niente addio per Barrientos, che resta a Catania. È saltato anche lo scambio con il Parma OkakaMaxi Lopez: a dire no al trasferimento in Sicilia è stato l’attaccante del Parma.<br><br>C1012317GP01CTGP01CTbarrientos500.jpgSiNcatania -niente-qatar-1012338.htmSiT1000014-01,02,03,09010444
241012328NewsCalciomercatoReal-Milan, l`accordo! Biennale da 4,4 mln per Kakà: arriva stamattina20130902075127Real-Milan, l`accordo! Biennale da 4,4 mln per Kakà: arriva stamattinaReal-Milan, l`accordo! Biennale da 4,4 mln per Kakà: arriva stamattina-&nbsp;Galliani a <u>Sky </u>ha spiegato che la trattativa con Kakà deve chiudersi subito:<em> &nbsp;“O stasera o mai più. Kakà deve accettare stasera, perchè domani dovrebbe fare le visite mediche”.</em> L’a.d. è comunque apparso molto sereno e in vena di scherzare. Un buon segno. Il tempo, però, stringe: lo stesso Galliani a Mediaset ha ribadito che la decisione va presa in nottata e che <em>"noi partiamo in aereo alle 10 domani mattina, quindi ha tempo sino alle 9 circa". </em>L'affare, però, si farà: <strong>biennale a 4,4 milioni netti all'anno.<em>&nbsp;</em></strong> - E' un&nbsp;Galliani cauto quello che parla a <u>Sky </u>all'uscita dagli uffici del Real:<em> "c'è l'accordo con il Real, ce l'ho qui nella cartellina. adesso manca l'accordo con il giocatore. Per una trattativa sono necessari entrambi".</em><br><br>- Stando a quanto ci risulta, l'affare è sostanzialmente chiuso. Le firme sul contratto tra Real e Milan sono state messe, si attende la soluzione della trattativa economica con il calciatore. Si lavora, come dicevamo, <strong>per un biennale nel quale l'unica variabile ancora da discutere sarebbe quella dei bonus.</strong> Si ricomincerà a trattare dopo la fine delle partite serali, non a cena quindi, come previsto, ma dopo cena. Ci sarà anche Bosco Leite. Galliani, però, chèta i toni: <em>"Ancora non è un giocatore del Milan".</em><br><br>Così Galliani:&nbsp;<em>"Abbiamo l'accordo con il Real Madrid, adesso dobbiamo trattare con il giocatore".&nbsp;</em>Tassotti: <em>"Kakà è un giocatore con qualche anno di più, forse ha avuto anche qualche problema fisico, ma io credo che questo ambiente potrebbe aiutarlo, sicuramente"</em>.<br><br>- Nessun problema tra Real Madrid e Milan: i blancos hanno trovato l'accordo con Galliani. Adesso si deve solo risolvere il problema relativo all'ingaggio. <strong>Dall'accordo restano esclusi i Los Angeles Galaxy.&nbsp;</strong>Alcuni colleghi parlano anche dell'inserimento nell'affare di El Shaarawy da una parte, ed Ozil dall'altra, considerata anche l'esclusione dall'undici iniziale del faraone: a noi di tale trattativa non risulta nulla. Almeno per il momento.<br><br>- Stando a quanto risulta alla nostra redazione, però,<strong> la trattativa sarebbe ancora in bilico. Tra domanda (di Bosco) ed offerta (di Galliani) ballano ancora circa 2 milioni netti</strong>, ed un bonus legato alle presenze che il Milan vuole inserire nel contratto, mentre l'entourage di Kakà no.&nbsp;<br><br>-&nbsp;È ancora <u>As </u>a dare nuovi dettagli: poco prima delle 18, l’edizione web del quotidiano sportivo di Madrid racconta di un <a href="http://www.canalemilan.it/news/live-galliani-rinvia-as-107017" target="_blank"><strong>Kakà ormai arrivato al Bernabeu</strong></a> per definire con Galliani gli ultimi dettagli del contratto che lo legherà al Milan.<br><br>- Arrivano dalla Spagna ulteriori dettagli sulla trattativa per Kakà. Secondo il quotidiano madrileno l’accordo sarebbe praticamente raggiunto, ma <strong>Galliani aspetterebbe a dire l’ultima parola per prudenza</strong>. L’ad del Milan, che aveva inizialmente previsto di tornare a Milano in serata, avrebbe però avvisato di aver cambiato i piani: passerà la notte a Madrid.<br><br>- Discorso chiuso, o quasi, per <u>AS</u>, che analizza così l'avvicendarsi della trattativa in piedi in quel di Madrid.<em> "L'accordo per il trasferimento di Kakà al Milan è imminente e Adriano Galliani, vice presidente del club, già al Bernabeu, dove si è incontrato con il direttore generale del Real Madrid Florentino Perez, sta &nbsp;negoziando i dettagli finali della firma.</em><br><br><em>[...] La riunione è iniziata alle 15.00 ed il Milan sta per convincere i blancos a liberare gratuitamente il centrocampista brasiliano, cosa che comunque si tradurrebbe, per il Real, in un risparmio annuale dei 10 milioni di euro del suo ingaggio (come Cristiano Ronaldo). Pur di tornare in Italia, Kakà ha accettato di ridursi lo stipendio della metà (cinque milioni all'anno) e firmare per due anni".&nbsp;</em>Sempre secondo gli spagnoli<strong>, lo stesso Kakà starebbe rggiungendo Galliani, Bronzetti, Perez</strong> e gli altri dirigenti blancos per chiudere l'operazione. L'affare, però, potrebbe andare avanti a oltranza. Per stasera a cena, difatti, è già stata fissata la seconda parte della folta riunione tra le parti.<br><br>-&nbsp;“<em>Difficilissimo</em>”: così Adriano Galliani al telefono con <u>Milan Channel</u>, a frenare un po’ l’ottimismo che filtrava nelle ultime ore su un affare che resta complicato, questa volta più sul fronte Kakà che non con il Real Madrid.<br><br>- E' iniziato il <a href="http://www.canalemilan.it/news/kaka-milan-incontro-in-corso-107131" target="_blank">pranzo con Florentino Perez</a> al ristorante Puerta 57 all’interno del Santiago Bernabeu. Galliani alla carica per (ri)portare il brasililiano a Milano. L’intenzione del presidente del Real Madrid pare quella di liberare Kakà. Se così fosse l’incontro clou sarà nel pomeriggio con il padre di Ricky &nbsp;per trovare un (difficile) accordo sull’ingaggio.&nbsp;<br><br>- Adriano Galliani stamane alle 11:30 è volato a Madrid per incontrare il presidente del Real Madrid Florentino Perez e definire l’accordo per Kakà. Trovare l’accordo con il Real non dovrebbe essere cosa complicata, <strong>quindi la patata bollente passerebbe a Kakà che dovrà scegliere di decurtarsi buona parte dello stipendio se vuole tornare in rossonero.&nbsp;</strong>Intanto resta a casa per la partita di oggi con l’Atletico Madrid. Al suo posto Ancelotti ha convocato il suo nuovo pupillo Jesè Rodriguez. Al termine dell'incontro, quindi circa intorno alle 14:00 , inizierà il pranzo di lavoro tra l'A.D. rossonero e Perez. Pochi istanti prima di partire, Galliani ha così commentato l'incipit formale della trattativa: <em>"Un ritorno di Kakà resta difficilissimissimissimo”.&nbsp;</em><br><br><u>- As</u>, peraltro, riferisce che il partente Kakà non fa gola solo al Milan. Sul brasiliano ci sono infatti anche Manchester United e Arsenal, che hanno inziaito i loro contatti venerdì. Ma, a sorpresa anche un secondo club italiano (la <strong>Roma</strong>?) si è fatto avanti ieri per l’ex Pallone d’Oro. In ogni caso il Milan è in vantaggio perchè ha la preferenza assoluta del ragazzo, ma non è detto che basti a colmare le differenza economiche sia con il Real che, soprattutto, con il giocatore.<br><br>- Ed un'<a href="http://www.canalemilan.it/news/anche-la-doyen-sports-nellincontro-per-kaka-107121" target="_blank">ulteriore spinta alla felice conclusione dell'affare</a>, peraltro, può arivare dal Brasile. Oltre Galliani, Perez, Gandini, il padre di Kakà e probabilmente la dirigenza dei Galaxy (via Skype), oggi a Madrid a parlare dell'affare <strong>ci sarà anche Nelio Lucas, proprietario brasiliano del fondo Doyen Sports Investments</strong>, secondo quanto riporta <u>Sky</u>. E’ possibile un aiuto economico di Lucas, che già più volte quest’estate ha incontrato Galliani, in cambio di una percentuale sui diritti del giocatore possa sbloccare l’affare.<br><br>C1012317GP01CTGP01CTkaka-1.jpgSiNreal-milan -1012328.htmSiT1000027-01,02,03,07010736
251012297NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, Marotta vuole Kempf20130828111554juventusCome riporta Sky Sport Come riporta Sky Sport&nbsp;la Juventus continua a muoversi sul fronte giovani e l'ultimo nome circolato tra le fila bianconere è quello di Marc-Oliver Kempf (18), difensore in forza all'Eintracht Francoforte. Il club tedesco attende nelle prossime ore la risposta della Vecchia Signora in merito al trasferimento del calciatore teutonico, qualora la Juventus dovesse decidere di non acquistarlo ci sarebbe il Borussia Dortmund pronto a chiudere la trattativa. C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-marotta-vuole-kempf-1012297.htmSiT1000007100075701,02,03,06030489
261012282NewsCalciomercatoCalciomercato Catania, preso Boateng20130818114031cataniaCome riporta Sky Sport Come riporta Sky Sport domani sarà una giornata impegnativa per Kingsley Boateng, che dapprima firmerà in via Turati il rinnovo triennale fino al 2017 col Milan e poi si accorderà per il trasferimento al Catania. Un'operazione che si chiuderà in prestito con diritto di riscatto della metà.C1007650adm001adm001almiron.jpgSiNcatania-preso-boateng-1012282.htmSiT1000014100075701,02,03,07,09030520
271012263NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, preso Arras20130804112017juventusCome riporta Sky Sport Come riporta Sky Sport la Juventus continua a lavorare sul mercato in prospettiva. Il club bianconero ha definito l'ingaggio di Davide Arras, attaccante classe '98 scuola Vicenza. Il giocatore nella scorsa stagione ha segnato oltre 30 gol con i Giovanissimi Nazionali e verrà aggregato agli Allievi Nazionali.C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-preso-arras-1012263.htmSiT1000007100075701,02,03,06030619
281012259NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, Marotta insiste20130729111776juventusCome riporta Sky SportCome riporta Sky Sport,&nbsp;la Juventus non molla la pista che porta a Juan Camilo Zuniga del Napoli. Marotta nella giornata di oggi non ha chiuso la porta all'arrivo dell'esterno colombiano anche se la trattativa non è facile. Il Napoli infatti appare irremovibile sulle sue posizioni e potrebbe tenere il giocatore fino alla scadenza del contratto consapevole che il giocatore non rinnoverà e ha già un accordo di massima coi bianconeri.C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-marotta-insiste-1012259.htmSiT1000007100075701,02,03,06,08030339
291012244NewsCiclismoTour, Quintana fa il pieno: Annecy è sua20130720223554tour de france 2013, froome, rodriguez, quintana, contador, 20a tappaMaglia bianca, classifica scalatori e seconda posizione in classifica: il colombiano corona il suo Tour. Disastroso il madrileno, perde 2`.Scalate e pendii in picchiata, il GPM del Mont Revard (prima categoria) e la salita finale di <STRONG>Annecy-Semnoz</STRONG>, classificata Hors Categorie. Ad averla vinta sulle Alpi dell'Alta Savoia è <STRONG>Quintana</STRONG>, colombiano classe '90 che&nbsp;con uno scatto nell'ultima frazione di salita mette la firma su un Tour memorabile per lui. I riflettori del ring si accendono già dal chilometro zero su due fronti, il podio in classifica generale e la maglia a pois. <STRONG>Rolland</STRONG> scatta per guadagnare punti sui primi GPM, più abbordabili dell'ambito Revard. Riesce a transitare per primo sulla Cote de Puget (seconda categoria), ma il Col de Lechaux (terza) premia <STRONG>Anton</STRONG>, che viene "punito" per la sua ingerenza con una spallata mentre la maglia bianca 2011 va a vincere sul Col de Prés (3). Nel mezzo il traguardo volante di Le Chatelard, con l'esibizione di <STRONG>Greipel</STRONG> e <STRONG>Sagan</STRONG>. I due fingono lo scatto, ma tagliano appaiati (il photofinish premierà il tedesco) e si scambiano qualche sorriso. Gioisce soprattutto lo slovacco, che aumenta il proprio vantaggio su <STRONG>Cavendish</STRONG> nella classifica per la maglia verde. Quando inizia il pendio del Mont Revard un drappello di dieci battistrada tra cui Rolland, Gautier, Flecha e Voigt si trova con un minuto e mezzo di vantaggio sul gruppo maglia gialla. E' proprio&nbsp;l'inossidabile quarantunenne tedesco che sprinta e scollina con 3'40" sul gruppo di Froome. <br><br> Tuttavia lo sforzo si fa sentire e il passista della Pomerania viene ripreso sulla salita finale, dove si giocano i secondi decisivi per la classifica. Salgono i big e Froome parte all'attacco insieme a <STRONG>Rodriguez</STRONG> e <STRONG>Quintana</STRONG>. Il britannico tenta una fuga, ma non è efficace e sotto il padiglione dell'ultimo chilometro viene sorpassato dal colombiano, che fugge veloce verso la vittoria di tappa e del GPM più importante che gli regala la maglia a pois, oltre ad una meritatissima seconda posizione in classifica generale. <EM>Purito </EM>precede Froome all'arrivo, forte di aver conquistato la sicurezza del gradino più basso del podio a Parigi, mentre la maglia gialla può esultare: <STRONG>Contador</STRONG>&nbsp;dovrà accontentarsi di&nbsp;fare da spettatore alla cerimonia di domani, caduto nell'abisso di 2' persi solo oggi. <br><br> Il <EM>Campeon </EM>avvertirà senz'altro una stretta allo stomaco nel percorrere la passerella degli <STRONG>Champs-Elyseés</STRONG>. I due GPM di quarta categoria nella fase iniziale del percorso, che comincerà nel&nbsp;pittoresco spettacolo di <STRONG>Versailles</STRONG>,&nbsp;sono solo una formalità, in quanto con soli due punti a disposizione la matematica incorona Quintana vincitore della classifica scalatori. Allo stesso modo sono chiusi i giochi in ottica maglia verde: Sagan domina dall'alto dei suoi 101 punti di distacco da Cavendish, ma a regnare davvero sull'Olimpo della bicicletta è Christopher Froome, erede di <STRONG>Wiggins</STRONG> sul trono Sky. Sulle polemiche riguardo al doping e alcuni suoi&nbsp;tempi migliori addirittura di Armstrong si farà chiarezza; per adesso la festa è sua.<br><br>Annecy-SemnozFL0435FL0435quintana.jpgSiNciclismo-tour-de-france-quintana-fa-il-pieno-1012244.htmSi100612201,02,03030938
301012243NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, Marotta blocca l`esterno20130720111310juventusL`arrivo di Beppe MarottaL'arrivo di Beppe Marotta ieri nel ritiro di Chatillon ha dato una spinta al mercato. Secondo Sky Sport infatti il dirigente bianconero nella serata di ieri ha avuto un colloquio con Antonio Conte nel quale ha fatto il punto sulle ultime novità riguardanti le varie trattative, con un occhio particolare alle cessioni. Come detto, uno dei 6 attaccanti partirà. Ma il tema più caldo è stato senza dubbio Isla: la trattativa con l'Inter è ferma, come confermato dallo stesso Marotta. "Per ora resta qui", sono state le sue parole a riguardo. Ma proprio quel "per ora" lascia aperti altri scenari: la sensazione è che l'affare si possa ancora fare, ma serviranno almeno altre 48 ore visto che nel week end le trattative subiscono dei naturali rallentamenti.C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-marotta-blocca-l-esterno-1012243.htmSiT1000007100075701,02,03030593
311012239NewsCiclismoTour de France, nove secondi di Froome20130717230428tour de france 2013, froome, contador, 17a tappaPrima si attarda, poi cambia bici e spiega le ali. Contador secondo si allontana sempre di più dal britannico. Nove secondi. Tanto basta a <STRONG>Froome</STRONG> per soffiare al rivale <STRONG>Contador</STRONG> l'ultima&nbsp;cronometro individuale del Tour 2013.&nbsp;32 km da <STRONG>Embrun</STRONG> a <STRONG>Chorges</STRONG> che il primo a percorrere è stato <STRONG>Svein Tuft</STRONG> <STRONG>(Orica GreenEdge)</STRONG>, fanalino di coda della classifica generale. Il primo acuto è di <STRONG>Westra</STRONG> <STRONG>(Vacansoleil)</STRONG>, 54'02" per lui, miglior tempo finché <STRONG>Izagirre</STRONG> (Euskaltel) lo supera di 4" e lo statunitense <STRONG>van Garderen</STRONG> silura anche lo spagnolo con il tempo di 53'24". La pioggia comincia a bagnare la discesa di Cote de Reallon, vanificando gli sforzi di Porte e Chavanel che non incidono. Smette appena in tempo per vedere i big in pedana e la differenza è evidente. Prima <STRONG>Valverde</STRONG>, poi rispettivamente <STRONG>Rodriguez</STRONG> e Contador si portano in testa alla classifica, con il <EM>Campeon </EM>primo per appena 72 centesimi di secondo. Adesso gli occhi sono tutti puntati su Froome, che in cima all'ultima salita si trova a 20" dalla vetta. Perde ancora qualcosa per cambiare la bici, mossa già effettuata da diversi corridori, e le ruote lenticolari sono decisive per lui. Il britannico spicca letteralmente il volo, tra discesa e pianura azzera il gap e taglia il traguardo fermando il cronometro a 51'33", 9" in meno dello spagnolo. <br><br> L'inarrestabile corsa della punta di diamante del Team Sky, che non ha mancato di sollevare sospetti di doping, continua imperterrita quando ormai all'orizzonte si intravede la festa finale a Parigi. Intanto&nbsp;il meteo, che ha arriso quasi sempre ai corridori fino ad oggi, domani prevede la probabilità di nubi temporalesche. Se le precipitazioni dovessero essere troppo forti, <STRONG>gli organizzatori potrebbero decidere di tagliare drasticamente una delle tappe alpine più importanti, la Gap-Alpe d'Huez</STRONG>. Infatti&nbsp;la conclusione&nbsp;verrebbe anticipata di più di 60 km al traguardo volante di Burg d'Oisans, <STRONG>annullando i due GPM Horst Categorie di Alp d'Huez e quello di seconda categoria a Col de Sarenne</STRONG>.<br><br>ChorgesFL0435FL0435froome-crono-chorges.jpgSiNciclismo-tour-de-france-nove-secondi-di-froome-1012239.htmSi100612201,02,03030728
321012237NewsCiclismoTour de France, assolo Rui Costa: è lui il re di Gap20130716231439tour de france 2013, contador, rui costa, froomeIl portoghese brucia tutti nella discesa finale, Contador tocca e cade. Froome: «Comincia ad essere disperato«.<SPAN style="TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #ffffff; TEXT-INDENT: 0px; DISPLAY: inline !important; FONT: 12px arial; WHITE-SPACE: normal; FLOAT: none; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">La sedicesima tappa del Tour 2013 premia una formidabile prestazione del portoghese Rui Alberto Costa. Il tracciato presenta 3 GPM, due di seconda categoria e uno di terza, così dal km 0 si portano avanti<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></SPAN><B style="LINE-HEIGHT: normal; TEXT-TRANSFORM: none; FONT-VARIANT: normal; FONT-STYLE: normal; TEXT-INDENT: 0px; FONT-FAMILY: arial; WHITE-SPACE: normal; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; FONT-SIZE: 12px; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">Degenkolb<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></B><SPAN style="TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #ffffff; TEXT-INDENT: 0px; DISPLAY: inline !important; FONT: 12px arial; WHITE-SPACE: normal; FLOAT: none; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">(Argos-Shimano),<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></SPAN><B style="LINE-HEIGHT: normal; TEXT-TRANSFORM: none; FONT-VARIANT: normal; FONT-STYLE: normal; TEXT-INDENT: 0px; FONT-FAMILY: arial; WHITE-SPACE: normal; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; FONT-SIZE: 12px; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">De Gendt</B><SPAN style="TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #ffffff; TEXT-INDENT: 0px; DISPLAY: inline !important; FONT: 12px arial; WHITE-SPACE: normal; FLOAT: none; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px"><SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN>(Vacansoleil),<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></SPAN><B style="LINE-HEIGHT: normal; TEXT-TRANSFORM: none; FONT-VARIANT: normal; FONT-STYLE: normal; TEXT-INDENT: 0px; FONT-FAMILY: arial; WHITE-SPACE: normal; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; FONT-SIZE: 12px; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">Sagan<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></B><SPAN style="TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #ffffff; TEXT-INDENT: 0px; DISPLAY: inline !important; FONT: 12px arial; WHITE-SPACE: normal; FLOAT: none; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">(Cannondale),<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></SPAN><B style="LINE-HEIGHT: normal; TEXT-TRANSFORM: none; FONT-VARIANT: normal; FONT-STYLE: normal; TEXT-INDENT: 0px; FONT-FAMILY: arial; WHITE-SPACE: normal; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; FONT-SIZE: 12px; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">Mori<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></B><SPAN style="TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #ffffff; TEXT-INDENT: 0px; DISPLAY: inline !important; FONT: 12px arial; WHITE-SPACE: normal; FLOAT: none; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">(Lampre) e<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></SPAN><B style="LINE-HEIGHT: normal; TEXT-TRANSFORM: none; FONT-VARIANT: normal; FONT-STYLE: normal; TEXT-INDENT: 0px; FONT-FAMILY: arial; WHITE-SPACE: normal; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; FONT-SIZE: 12px; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">Bennati<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></B><SPAN style="TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #ffffff; TEXT-INDENT: 0px; DISPLAY: inline !important; FONT: 12px arial; WHITE-SPACE: normal; FLOAT: none; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">(Saxo-Tinkoff), che però vengono ripresi dopo 33 chilometri. Ma l'unità del gruppo non dura molto: ben ventisei corridori si staccano in fuga, tra cui il ventiseienne lusitano del Movistar Team, Kadri (AG2R), Voeckler (EuropCar) e Velits (Omega-Pharma Quickstep). Dopo aver scollinato il Col de Macuegne, seconda salita di giornata, il vantaggio sul plotone è di 6' e mezzo. Il gap raddoppia all'ultimo GPM del Col del Manse, tuttavia la Maglia Gialla non corre particolari pericoli, poiché tra i battistrada il più vicino a<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></SPAN><B style="LINE-HEIGHT: normal; TEXT-TRANSFORM: none; FONT-VARIANT: normal; FONT-STYLE: normal; TEXT-INDENT: 0px; FONT-FAMILY: arial; WHITE-SPACE: normal; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; FONT-SIZE: 12px; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">Froome<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></B><SPAN style="TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #ffffff; TEXT-INDENT: 0px; DISPLAY: inline !important; FONT: 12px arial; WHITE-SPACE: normal; FLOAT: none; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">in classifica generale è Navarro (Cofidis), ventesimo a 23'36". La fortuna è dalla parte del drappello di fuggitivi, che a 60 km dal traguardo guadagna alcuni secondi grazie ad un passaggio a livello chiuso che blocca gli inseguitori. La Compagnia dei Ventisei si frammenta ai meno venti, quando Kadri e Marino provano lo stacco, mentre Quinziato e Mori alzano bandiera bianca. Fallito il primo attacco è la volta di Dumoulin e Hansen, ma quando la pendenza del Col de Manse si fa più pronunciata Rui Costa dà fondo alle ultime energie e nessuno lo vede più. Giunge sotto l'arco di arrivo in solitaria, con 42" di vantaggio su<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></SPAN><B style="LINE-HEIGHT: normal; TEXT-TRANSFORM: none; FONT-VARIANT: normal; FONT-STYLE: normal; TEXT-INDENT: 0px; FONT-FAMILY: arial; WHITE-SPACE: normal; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; FONT-SIZE: 12px; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">Riblon<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></B><SPAN style="TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #ffffff; TEXT-INDENT: 0px; DISPLAY: inline !important; FONT: 12px arial; WHITE-SPACE: normal; FLOAT: none; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">e<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></SPAN><B style="LINE-HEIGHT: normal; TEXT-TRANSFORM: none; FONT-VARIANT: normal; FONT-STYLE: normal; TEXT-INDENT: 0px; FONT-FAMILY: arial; WHITE-SPACE: normal; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; FONT-SIZE: 12px; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">Jeanneson</B><SPAN style="TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #ffffff; TEXT-INDENT: 0px; DISPLAY: inline !important; FONT: 12px arial; WHITE-SPACE: normal; FLOAT: none; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">, rispettivamente secondo e terzo. Per vedere i big gli spettatori di Gap devono attendere ben 11'08", quando<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></SPAN><B style="LINE-HEIGHT: normal; TEXT-TRANSFORM: none; FONT-VARIANT: normal; FONT-STYLE: normal; TEXT-INDENT: 0px; FONT-FAMILY: arial; WHITE-SPACE: normal; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; FONT-SIZE: 12px; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">Contador<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></B><SPAN style="TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #ffffff; TEXT-INDENT: 0px; DISPLAY: inline !important; FONT: 12px arial; WHITE-SPACE: normal; FLOAT: none; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">e Froome cessano le ostilità dopo diversi tentativi di attacco dello spagnolo, il più audace nella discesa finale. Il britannico chiude la strada a Contador che cerca di sorpassarlo, il<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></SPAN><I style="LINE-HEIGHT: normal; TEXT-TRANSFORM: none; FONT-VARIANT: normal; TEXT-INDENT: 0px; FONT-FAMILY: arial; WHITE-SPACE: normal; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; FONT-SIZE: 12px; FONT-WEIGHT: normal; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">Campeon<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></I><SPAN style="TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #ffffff; TEXT-INDENT: 0px; DISPLAY: inline !important; FONT: 12px arial; WHITE-SPACE: normal; FLOAT: none; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">tocca il capitano del Team Sky e cade. Froome riesce a rimanere in sella, ma a fine gara commenta duramente: "Alberto non è stato per nulla attento. Penso che cominci ad essere disperato e a prendere qualche rischio non calcolato".</SPAN> <DIV style="TEXT-TRANSFORM: none; TEXT-INDENT: 0px; FONT: 12px arial; WHITE-SPACE: normal; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px"><BR></DIV> <DIV style="TEXT-TRANSFORM: none; TEXT-INDENT: 0px; FONT: 12px arial; WHITE-SPACE: normal; LETTER-SPACING: normal; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px">Domani inaugurazione "soft" delle Alpi, con una cronometro individuale tra<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN><B>Embrun<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></B>e<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN><B>Chorges<SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;</SPAN></B>di 32 km. Tuttavia la tappa numero diciassette sarà tutt'altro che ininfluente ai fini della classifica, in quanto Froome ha la possibilità di ipotecare la Maglia Gialla. Occhio anche agli scalatori, che affronteranno due GPM di seconda categoria.</DIV>GapFL0435FL0435cavendish_2013.jpgSiNciclismo-tour-de-france-assolo-rui-costa-1012237.htmSi100612201,02,03030932
331012231NewsCiclismoTour de France, finalmente Cavendish!20130712172532tour de france 2013, sagan, 13a tappa, contador, cavendish, froomeOttimo lavoro di squadra, il mannese precede Sagan. Grande prova di Contador, che guadagna più di 1` su Froome. Ci ha provato in tutti i modi, leciti e non. Ci sono volute otto tappe per regalare la seconda vittoria a <STRONG>Cavendish</STRONG>, che fa sua una corsa il cui vero protagonista è stato lo spagnolo <STRONG>Alberto Contador</STRONG>. Nonostante una foratura, il vincitore del Tour 2009 tiene sempre un ottimo ritmo e dà inizio alla sua fuga dal gruppo maglia gialla ai meno 30 km. Il distacco aumenta velocemente fino ad un minuto, quando ormai mancano solo cinque chilometri al termine della tappa. Complice della debacle Sky&nbsp;la testa del gruppo, composta dal treno Belkin (il cui principale candidato alla&nbsp;maglia gialla è l'olandese <STRONG>Mollema</STRONG>) e dall'Omega-Pharma Quickstep, il cui obiettivo è&nbsp;trainare il capitano britannico alla vittoria di Saint-Amand-Mortrond.&nbsp;Altro ruolo decisivo quello del vento, che&nbsp;prima favorisce il rientro del gruppo sui battistrada, poi frammenta il plotone. Così dopo il GPM di Cote de Crotz&nbsp;si trovano in testa 14 corridori tra cui, oltre ai già citati Contador,&nbsp;Cavendish e Mollema, anche&nbsp;<STRONG>Sagan</STRONG>&nbsp;e <STRONG>Kreuziger</STRONG>. Nel troncone centrale si trovano <STRONG>Froome</STRONG> e la Maglia Bianca <STRONG>Kwiatowski</STRONG>, mentre in coda si affollano 31 caschetti, compreso il leader della classifica scalatori <STRONG>Rolland</STRONG>, penalizzato anch'egli da una foratura. Consueto gioco di gregari al termine, con Chavanel che tira per Cavendish e Bodnar che apre la strada a Sagan. Ad avere la meglio è lo sprinter dell'Isola di Man, che precede lo slovacco.&nbsp;Alla fine della tappa è di 1' 06" il distacco tra Contador e Froome. Adesso&nbsp;2' 28" separano il leader del Team Sky da Mollema in classifica generale.<BR><BR>Domani il Tour toccherà Lione, dove si concluderà la tappa numero quattordici, con partenza da Saint-Pourçain-Sur-Sioule. Tanti i GPM che, seppur non particolarmente impegnativi se presi singolarmente (due di terza categoria, ben cinque di quarta), nell'insieme metteranno alla prova i polmoni dei corridori, soprattutto di coloro che oggi hanno già speso molte energie. Decisivo sarà il lavoro di squadra, poiché è da prendere in considerazione un arrivo in gruppo. Ottima occasione di ripetere il buon lavoro di controllo del plotone per Omega-Pharma Quickstep e Argos-Shimano.<BR><BR>Saint-Amand-MortrondFL0435FL0435cavendish_2013.jpgSiNciclismo-tour-de-france-finalmente-cavendish-1012231.htmSi100612201,02,03030617
341012220NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, in arrivo il difensore20130709223423juventusSecondo quanto riportato da Sky Sport Secondo quanto riportato da Sky Sport è iniziato a Milano il terzo incontro nel giro di dieci giorni tra Juventus e Torino per il passaggio in bianconero di Angelo Ogbonna. Presenti nel capoluogo lombardo sia Beppe Marotta che Urbano Cairo.C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-in-arrivo-il-difensore-1012220.htmSiT1000007100075701,02,03,06,07030652
351012221NewsCiclismoTour de France: bis Kittel a Saint Malo, delusione Cavendish20130709200111tour de france 2013, sagan, greipel, cavendish, kittel, froomeVittoria al photofinish del tedesco Argos-Shiman, Greipel secondo. Scorrettezza del britannico: spintona Timmer per farsi strada.<STRONG>La Germania domina al traguardo di Saint Malo</STRONG>, sul finire di una tappa pianeggiante e caratterizzata da una lunga fuga, seppur illusoria, di cinque avventurieri che rispondono ai nomi di <STRONG>Cousin (EuropCar), Oroz (Euskaltel), Mate (Cofidis), Westra (Vacansoleil) e Simon (Saur Sojasun)</STRONG>. Il drappello si stacca già all'inizio della gara, accumulando un vantaggio che arriva a toccare in breve tempo i cinque minuti. Nel plotone si lavora di gomito, con il Team Sky davanti per spalleggiare il leader di classifica <STRONG>Froome</STRONG>. Il gruppo comincia ad accelerare il passo negli ultimi 20 chilometri, limando il gap velocemente fino a riassorbire i battistrada a 6 km dal traguardo. Poi cominciano le manovre di squadra in vista della volata finale: <STRONG>Lotto </STRONG>e <STRONG>Omega Pharma-Quickstep</STRONG> prendono la testa della corsa, mentre come al solito i gregari <STRONG>Cannondale</STRONG> rimangono invischiati nelle retrovie e <STRONG>Sagan</STRONG> è costretto ad una strepitosa risalita nell'ultimo chilometro, che gli permette di tagliare il traguardo in una dignitosa quarta posizione.&nbsp;Ma a&nbsp;300 metri dalla fine accade il fattaccio, con <STRONG>Cavendish</STRONG> in difficoltà che nel tentativo di farsi strada spintona <STRONG>Timmer</STRONG> (Argos-Shimano). L'olandese rovina a terra ma fortunatamente tutti riescono ad evitarlo, scansando l'eventualità di una caduta di gruppo. Nonostante il colpo basso c'è poco da fare il britannico, terzo dietro la doppietta tedesca <STRONG>Kittel-Greipel</STRONG>. Il capitano dell'Argos-Shimano bissa così il successo di Bastia, seppur non insidiando il primato di Froome, che ancora domina la classifica generale.<br><br> Prevista per domani la cronometro individuale, partenza da <STRONG>Avranches</STRONG> e arrivo a <STRONG>Mont San-Michel</STRONG>. Il primo a cimentarsi sui 33 km del tragitto sarà <STRONG>Muravyev</STRONG>, dell'Astana, che comincerà a pedalare alle 10.28. Una partenza ogni tre minuti fino alle 16.54, quando sarà il turno di Chris Froome.<br><br>Saint MaloFL0435FL0435kittel.jpgSiNciclismo-tour de france-doppietta-tedesca-kittel-greipel-delusione-cavendish-1012221.htmSi100612201,02,030301003
361012209NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, Marotta non chiude per Ogbonna20130703195858juventusSecondo le ultime indiscrezioni Secondo le ultime indiscrezioni la frenata nella trattativa per Angelo Ogbonna alla Juve è dovuta soprattutto alle modalità di pagamento da parte dei bianconeri al Torino. L'interruzione della trattativa non porterà alla rottura si apprende a Sky Sport perchè c'è la volontà di chiudere l'operazione da parte di Ogbonna che vuole vestire bianconero. C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-marotta-non-chiude-per-ogbonna-1012209.htmSiT1000007100075701,02,03,06030495
371012208NewsCiclismoTour de France, troppa australia per Froome: Gerrans nuovo leader20130702203056tour de france 2013, nizza, cronosquadre, gerrans, sagan, froomeL`Orica-GreenEdge vince la cronosquadre di Nizza e piazza l`en plein: oltre all`australiano, anche Impey e Albasini in vetta.Era il <b>Team Sky </b>la squadra da battere oggi, con <b>Capitan Froome</b> che partiva favorito nei 25 km della cronosquadre di Nizza. Invece la squadra inglese si è dovuta accontentare del gradino più basso del podio, superata dall'<b>Omega Pharma-Quickstep</b> (25'57", velocità media 57.8 km/h) e dalla sorpresa <b>Orica-GreenEdge</b>, che precede il team di Kwiatkowski di soli 75 centesimi di secondo. Sottotono la<b> RadioShack</b>, che chiude a 28" dalla vetta. Così l'australiano <b>Gerrans</b>, forte anche della preziosa vittoria di ieri, riesce a strappare la Maglia Gialla dalle mani di <b>Jan Bakelants</b>. Al momento l'atleta di Melbourne si trova in cima alla classifica con un tempo complessivo di 12h 47' 24", come i suoi compagni di squadra <b>Impey </b>e <b>Albasini</b>. Tuttavia Gerrans ha la precedenza in merito alla prestigiosa maglia, in quanto la sua classificazione prima della prova di oggi era migliore di quella degli altri due corridori (terza posizione, contro la sesta del sudafricano e addirittura la trentacinquesima dello svizzero).&nbsp;<div><br></div><div>Domani si riprenderà a sudare dopo la sgambata di oggi. In programma c'è <b>la Cagnes-sul-Mer-Marsiglia</b>, 228.5 km perlopiù pianeggianti, fatta eccezione per quattro GPM non particolarmente faticosi (uno di terza categoria e tre di quarta). Occasione per <b>Sagan </b>di consolidare la sua leadership nella classifica a punti: è previsto un traguardo volante al km 102, a Lorgues.&nbsp;</div>NizzaFL0435FL0435orica-greenedge.jpgSiNciclismo-tour-de-france-gerrant-nuovo-leader-1012208.htmSi100612201,02,03030954
381012198NewsCiclismoCento volte Tour de France, ventuno giorni in giallo20130629111141tour de france 2013, froome, contador, prima tappa, porto vecchio bastiaAl via dalla Corsica la Grande Boucle, grande attesa per Froome: riuscirà ad eguagliare il successo di Wiggins?Eravamo rimasti al colonnello <STRONG>Wiggins</STRONG> che attraversava trionfante gli Champs-Elysées, al fedele scudiero (che quest'anno ricoprirà il ruolo di comandante della truppa) <STRONG>Chris Froome</STRONG> e ad uno squalo particolarmente affamato chiamato<STRONG> Vincenzo Nibali</STRONG>. L'edizione numero novantanove della <EM>Grande Boucle</EM> si era chiusa con il <STRONG>dominio Sky</STRONG> e la testa già alle Olimpiadi, dove di lì a poco i dominatori britannici&nbsp;della corsa francese avrebbero portato a casa una medaglia a testa;&nbsp;oro per Wiggo, bronzo per Froome. <STRONG>Il Tour che parte oggi è inedito in tutti i sensi</STRONG>. Mancano due dei grandi protagonisti della corsa dell'anno scorso: oltre&nbsp;a Wiggins, bloccato dai guai fisici che gli hanno rovinato il Giro d'Italia,&nbsp;anche&nbsp;il messinese dell'Astana. L'unico che sembra poter contrastare il grande favorito del Team Sky è <STRONG>Alberto Contador</STRONG>, in forza al Team Saxo Bank. <BR><BR>Gli organizzatori si sono dati da fare per mettere su uno spettacolo memorabile e suggestivo, in occasione della centesima edizione di una delle corse a tappe più prestigiose al mondo. Si comincia oggi in Corsica, dal pittoresco paese di <STRONG>Porto Vecchio</STRONG>. Poi 213 km fino a Bastia e da lì dritto verso Ajaccio. A Calvi termina il tracciato isolano della corsa, che sbarca sul vecchio continente. <STRONG>Ed è a Nizza che comincia lo spettacolo</STRONG>, con il ritorno della cronosquadre dopo un anno di assenza. Il tragitto prevede l'attraversamento di tutte le maggiori città della Francia, da Marsiglia e Montpellier, fino a Tours e&nbsp;Lione, per giungere al tradizionale (ed investito di una particolare sacralità sportiva) ultimo atto a Parigi. In totale i partecipanti ricopriranno <STRONG>3403,5 km</STRONG> in ventuno giorni (in media 162 a tappa), escludendo le&nbsp;due giornate di riposo&nbsp;fissate per l'8 e il 15 luglio. Oltre alla cronometro a squadre di Nizza, ve ne saranno anche due individuali: una il 10 luglio, 33 chilometri tra Avranches e Mont-Saint-Michel, l'ultima sette giorni dopo da Embrun a Chorges. Nella speranza che non si avverino le parole nefaste di Armstrong ("Impossibile vincere il Tour senza doparsi"), aspettiamo il Grand Départ. Gli Champs-Elysées sono lì che aspettano.<BR><BR>Porto VecchioFL0435FL0435froome.jpgSiNciclismo-cento-volte-tour-de-france-1012198.htmSi100612201,02,030301112
391012114NewsCalciomercatoCalciomercato Roma, Mancini vuole ingaggio pesante20130605162644romaRoberto Mancini e la RomaRoberto Mancini e la Roma, un matrimonio difficile ma non impossibile. Secondo quanto rivelato da Sky Sport ci sarebbe stata una telefonata nella giornata di ieri tra la dirigenza giallorossa ed il tecnico ex Manchester City e Lazio, che sancito la disponibilità del Mancio di tornare a Roma ma sull'altra sponda del Tevere. Tuttavia, il contratto di 3 anni che il tecnico jesino conserva con il City è difficilmente sopportabile dalla Roma ed è proprio sull'accordo economico che la trattativa si è bloccata. C1007650adm001adm001mancini_e_tevez_ansa.jpgSiNroma-mancini-vuole-ingaggio-pesante-1012114.htmSiT1000012100075701,02,03030814
401012058NewsCalciomercatoClamoroso Atletico Madrid, Falcao va al Monaco20130513182029atletico madrid, monacoSky SportA dirlo è stato pochi minuti fa Sky Sport, che ha specificato come alla notizia manchi solo l’ufficialità. Una bomba di mercato doc, considerato che tutti davano per fatto il passaggio del bomber colombiano, attualmente in forza all’Atletico Madrid, al Chelsea di Mourinho. Ed invece ecco avanzare l’offerta del club del Principato, attualmente allenato da Claudio Ranieri e prossimo al ritorno in Ligue 1, forte dell’enorme potere economico del proprietario, l’oligarca russo Rybolovlev. Per ingaggiare Falcao, il Monaco verserà nelle casse dell’Atletico Madrid l’intera clausola recissoria, pari a 60 milioni di euro.<br>C1007650adm001adm001falcao.jpgSiNclamoroso-atletico-madrid-falcao-va-al-monaco-1012058.htmSi100075701,02,03030445
411012046NewsCampionatiESCLUSIVA ILCALCIO24 - Tacchinardi: «Per la Juventus meglio Cavani di Ibrahimovic»20130511110722juventus, tacchinardiIndimenticato perno del centrocampo bianconeroIndimenticato perno del centrocampo bianconero, Alessio Tacchinardi nato a Crema il 23 luglio del 1975, è oggi opinionista televisivo e allenatore degli Allievi Regionali del Brescia. Nel 1994 proveniente dall’Atalanta approda alla Juventus, e qui sigilla la sua prestigiosa carriera di calciatore fino al 2005, anno in cui passò al Villarreal per due stagioni prima di finire la carriera a Brescia nel 2008. Con la Juve vinse cinque scudetti, una Coppa Italia, quattro Supercoppe italiane, una Champions League, una Supercoppa Uefa, una Coppa Intercontinentale e una Coppa Intertoto. In Nazionale vinse il Campionato d’Europa Under 21 nel 1996, 13 presenze nella Nazionale maggiore dal 1995 al 2003, 12 nell’Under 21 e 9 nell’Under 18. Un Palmarès davvero prestigioso per questo giocatore cremasco che ha legato tutte le sue fortune calcistiche alla Juventus. Ma, di Tacchinardi, c’è anche un altro aspetto conosciuto da poche persone: il suo amore per il Golf. A Crema, infatti, sua città natale, ha organizzato e patrocinato la Tacchinardi Cup 2013, un’importante manifestazione sportiva che si è svolta il 18 aprile scorso presso il Golf Crema Resort, al podere di Ombrianello. Sono stati 55 i partecipanti, ben 9 in più rispetto alla prima uscita ufficiale della manifestazione. La prossima si svolgerà giovedì 16 maggio e proseguirà fino al 6 giugno, data in cui si chiuderà il torneo. Ci saranno anche ospiti illustri quali, Massimo Mauro, Gianluca Vialli, il giornalista Sky Alessandro Bonan e, con molta probabilità, anche Cesare Prandelli, il C.T. azzurro che è grande appassionato di Golf da sempre. Ma, ricordando Alessio Tacchinardi ex calciatore della Juventus e della Nazionale, l’abbiamo avvicinato in esclusiva per IlCalcio24.com.<br><br> Tacchinardi, cosa pensi del secondo scudetto consecutivo conquistato dalla Juve dell’era Conte?<BR>“Penso che la Juve abbia fatto qualcosa d’importante, qualcosa che non è mai facile ripetere anche in considerazione che vincere non è cosa semplice. Tuttavia, una Juventus che ha dimostrato grandi motivazioni, volontà e idee molto chiare, non poteva non bissare la vittoria”.<br><br> Qual è stato il giocatore bianconero che ti ha impressionato maggiormente?<BR>“Devo dire che tutti i giocatori della Juventus hanno fatto una grandissima stagione. Ma Vidal è il giocatore che mi è piaciuto di più, perché lavorando con serietà nella Juve, ha avuto una crescita esponenziale tale da instaurare una leadership di centrocampo che è nota a tutti. Un vero guerriero, capace di fare la differenza. Un altro giocatore che mi è piaciuto tanto per continuità e rendimento è stato Barzagli. Poi, non voglio dimenticare Pogba; un giocatore giovane che è cresciuto tantissimo ed è stato la vera rivelazione di questa Juventus”.<br><br> Sei d’accordo con chi sostiene che il successo della Juve si racchiuda principalmente nella mentalità provinciale e nella fame di vittorie?<BR>“Penso che la ferocia calcistica e un certo tipo di mentalità, Antonio Conte l’abbia acquisita soprattutto quando giocava. Si chiama mondo Juve, la capacità di indossare una maglia che ti deve dare lo sprone a vincere, perché non c’è alternativa alla vittoria e all’essere protagonista, conservando al contempo l’umiltà. Questi sono gli ingredienti che Conte ha saputo apportare alla squadra come suo imprescindibile credo calcistico. Poche parole, molta ferocia, cattiveria agonistica e ambizione, senza tuttavia mai perdere di vista l’umiltà, che è essenziale per avere idee chiare e giocare un calcio bellissimo e propositivo. Questa è la Juve”. <br><br> Pensi veramente che tra la Juve e le più titolate squadre europee ci sia tutto questo ampio divario di cui si parla tanto?<BR>“ Non penso che ci sia realmente tutto questo divario. Il Bayern Monaco è in assoluto la squadra più forte d’Europa e la Juve è stata sicuramente sfortunata a doverla incontrare ai quarti di finale. Se gli fosse capitato il Borussia, il Barcellona o il Real Madrid, sarebbe andata avanti o, almeno, se la sarebbe giocata alla pari. Per questo, sono convinto che tra la Juve e le altre squadre europee non ci sia tutto questo gap di cui si dice tanto”.<br><br> Ma cosa manca realmente a questa Juve per ritornare a vincere dopo tanti anni la Champions League?<BR>“ Vincere la Champions non è facile, indipendentemente dal fatto che ci sia un giocatore in più o in meno. Serve tanta fortuna e, al contempo, tutta una serie di episodi positivi, capaci di metterti in condizione di arrivare in finale e tentare di vincere, grazie anche al fatto di giocare un’unica partita. Tuttavia, dopo quest’analisi, devo ammettere onestamente che la Juve manca di un certo numero di fuoriclasse in grado di fare la differenza in campo internazionale”.<br><br> A proposito di questo discorso. Dopo l’acquisto di Fernando Llorente, la Juve sembra passare da Cavani a Jovetic, da Higuain a Ibrahimovic per colmare il vuoto di un vero e proprio top player. Tu cosa ne pensi?<BR>“Penso che Ibrahimovic potrebbe essere un acquisto molto importante perché è veramente forte, è un vero campione ed è uno che vuole vincere, anche se, in realtà, non ha mai vinto la Champions ma è in grado da solo a far alzare il livello della squadra. Personalmente penso&nbsp; che Cavani sia il giocatore ideale per questa Juve che si rivede in lui dal punto di vista della mentalità, dell’agonismo e della fame di vittorie. Per il trentenne Ibrahimovic e, per la Juve, sarebbe un ritorno al passato, mentre con Cavani si instaurerebbe un rapporto calcistico più consono al credo tattico e alla filosofia di Conte”.<br><br> Qual è la differenza tra la Juve in cui tu giocavi e quella di oggi?<BR>“Secondo me ci sono tante differenze. Innanzitutto è cambiato il calcio, anche a livello di mentalità di allenatori emergenti. Conte, per esempio, ha un calcio molto più dinamico, propositivo e bello sotto l’aspetto spettacolare. La mia Juve era diversa; cinica, meno dinamica e forse più consona ai tempi di un calcio diverso da quello di oggi, che si identifica in una maggiore qualità rispetto a prima. E’ il segno dei tempi, in cui tecnica e modi diversi di concepire il calcio si incontrano (ieri come oggi), in un unico obiettivo da raggiungere: la vittoria”.&nbsp; <br><br> Salvino Cavallaro <BR>&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; <br><br> &nbsp;<br><br>C1007650FL0711FL0711tacchinardi.jpgSiNesclusiva-il-calcio-24-tacchinardi-per-la-juventus-meglio-cavani-di-ibrahimovic-1012046.htmSiT1000007100451001,02,03,06030354
421012033NewsCalciomercatoCalciomercato Roma, tutto deciso: via Andreazzoli20130509125874roma, andreazzoliSecondo quanto riportato da Sky SportSecondo quanto riportato da Sky Sport, Aurelio Andreazzoli non sarà ancora sulla panchina della Roma la prossima stagione. Al momento il ruolo di tecnico della compagine capitolina se lo contendono due allenatori: Massimiliano Allegri e Walter Mazzarri con l'allenatore azzurro in vantaggio su quello rossonero.C1007650adm001adm001andreazzoli.jpgSiNroma-tutto-deciso-via-andreazzoli-1012033.htmSiT1000012100075701,02,03030495
431011955NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, è certa la partenza di Cassano: i dettagli20130425115115inter, cassanoSecondo quanto riporta SportLa rottura non sembra sanabile. Massimo Moratti ha confermato Andrea Stramaccioni sulla panchina dell’Inter e invece sembra che Antonio Cassano sia destinato a partire. Il giocatore aveva iniziato a parlare di rinnovo con la società, ma quella lite con il tecnico pare abbia compromesso il suo rapporto con la squadra e a Sky dicono che il suo agente, Beppe Bozzo, stia valutando offerte che gli sono arrivate dal Qatar che però non sembrano interessare all’attaccante. FantAntonio ha un contratto che scade nel 2014, ma non rientrerebbe – secondo quanto riporta Andrea Paventi a SkySport24 – nei piani della società nerazzurra che si è assicurata Botta e Icardi, dice di voler trattenere Longo e tratta anche Gomez.C1007650adm001adm001cassano.jpgSiNinter-e-certa-la-partenza-di-caasano-i-dettagli-1011955.htmSiT1000026100075701,02,03030544
441011942NewsCampionatiTra social e ballo: Vieri è tornato bomber20130423185845vieriRiecco il Bobone nazionaleE' tornato: non dalla porta principale, ma da una che&nbsp;le si avvicina molto.<br><br> <STRONG>Christian Vieri</STRONG>, per tutti <EM>Bobo</EM>, dopo aver chiuso col calcio, si era preso una pausa, scomparendo dal piccolo schermo: adesso però, l'ex attaccante della Nazionale, protagonista in una sorta di reality con <STRONG>Marco</STRONG>&nbsp;<STRONG>Delvecchio</STRONG> su Sky, riesce a far parlare di se praticamente ogni giorno.<br><br> Potere della comunicazione e dei <STRONG>social network</STRONG>: lui, come&nbsp;molti gli altri vip, ama follemente twitter e&nbsp;comunicare con tutti costantemente, in ogni momento della sua giornata, raccontando tutto quello che fa, e incuriosendo di conseguenza&nbsp;un pò tutti quindi. Dove c'è lui ovviamente non manca il gossip, ed ecco&nbsp;quindi la Tommasi o la&nbsp;Orfei o chi per loro pronte a guadagnarsi un pò di visibilità, come avvenuto nei giorni passati.<br><br> Non solo: su facebook hanno inventato pure una pagina ("<STRONG>Chiamarsi Bomber tra amici senza apparenti meriti sportivi</STRONG>", ndr)&nbsp; dove Bobone assume in se la piena essenza del titolo: dai suoi cinguettii su twitter alle sue frasi su Sky, Christian viene costantemente monitorato. Ovviamente&nbsp;in buona compagnia: con lui ecco&nbsp;i look inguardabili&nbsp;di<STRONG> Cissè</STRONG> e <STRONG>Balotelli</STRONG>,&nbsp;i barbieri di <STRONG>David</STRONG> <STRONG>Luiz</STRONG> e <STRONG>Vidal</STRONG>, le foto in ascensore di <STRONG>Neymar</STRONG>, la capigliatura di <STRONG>Boateng</STRONG>, le pose strane di <STRONG>Vucinic</STRONG> e <STRONG>Bonucci</STRONG>&nbsp;e, insomma,&nbsp;qualsiasi momento sobrio (e non)&nbsp;dei calciatori più famosi nei momenti in cui sono loro stessi, lontani da una qualsiasi forma di restrinzione e liberi di "bomberare".<br><br> Lui poi, Bobo, mette tanta carne al fuoco: da pezzo di legno, burbero, che scalciava i microfoni&nbsp;e in costante conflitto con i giornalisti a cui ricordava in passato di essere<EM> "più maschio&nbsp;io che tutti quelli come&nbsp;voi messi assieme",</EM> adesso prova a ballare, ridere, parlare&nbsp;e, soprattutto, riesce a bucare&nbsp;lo schermo come pochi. <br><br> Bentornato Bobone, re del ballo e bomberone per eccellenza.<br><br>FL0141FL0141devecchio_vieri_680.jpgSiNtra-social-e-ballo-vieri-e-tornato-bomber-1011942.htmSi100205001,02,03,04,05,06,07,08,09030380
451011922NewsCalciomercatoInter, si decide il destino di Cassano20130422181549inter, cassanoSecondo quanto rivelato da Sky SportTutto da decidere il futuro di Antonio Cassano (30), attaccante legato all'Inter da un contratto in scadenza nel 2014. Secondo quanto rivelato da Sky Sport, nelle prossime settimane Massimo Moratti incontrerà Andrea Stramaccioni - tecnico riconfermato anche per la prossima stagione - per decidere cosa fare con l'ex attaccante del Milan. Ci saranno da valutare anche eventuali offerte già arrivate al presidente dell'Inter per il calciatore.<br>C1007650adm001adm001cassano.jpgSiNinter-si-decide-il-destino-di-cassano-1011922.htmSiT1000026100075701,02,03030442
461011916NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, Agazzi prenderà il posto di Abbiati20130422173145milan, agazziIl Milan acquisteràLuca Tommasini ha dichiarato che il Milan acquisterà di certo un portiere nel corso del mercato estivo. Secondo il giornalista di Sky Sport, un nome a sopresa potrebbe essere quello di Michael Agazzi (28 anni, Cagliari). Il contratto del portiere rossoblu scade nel 2014.<br>C1007650adm001adm001agazzi.jpgSiNmilan-agazzi-prendera-il-posto-di-abbiati-1011916.htmSiT1000027100075701,02,03030393
471011894NewsCampionatiMilan, Galliani: «Confermerò squadra e tecnico»20130421213825milan, gallianiAdriano GallianiAdriano Galliani, ad del Milan, ai microfoni di Sky Sport parla della corsa verso il terzo posto e conferma tecnico e squadra per la prossima stagione: "Abbiamo cambiato tutta la squadra in estate, domenica scorsa solo Abbiati e Abate erano nella rosa dello scorso anno. Quando si fa un cambio così radicale è normale trovare delle difficoltà all'inizio, anzi penso che aver trovato una quadratura dopo appena otto gare sia un grande risultato. Da allora in poi non abbiamo praticamente più perso punti dalla Juve capolista. Sapevamo di avere un calendario difficile in questo periodo, giocando contro la quarta, la seconda e ora la prima del campionato, ma ora questo calendario è finito e guardiamo con fiducia al futuro cercando di difendere questo terzo posto dagli assalti delle avversarie. Io firmerei su questo risultato visto dove eravamo dopo le prime otto giornate. Noi non ci accontentiamo del terzo posto, ma in un anno in cui abbiamo cambiato tanto e risistemato i conti con una squadra giovane. Il prossimo anno non avremo problemi con questa squadra, che verrà confermata in blocco. Allegri resta e continua con noi. Balotelli? Mi ha fatto piacere che lui sia rimasto a Milano da grande professionista, anziché volare a New York per la premiazione di Time. Non l'abbiamo forzato nella scelta e il Milan non ha fatto nulla per impedire il suo viaggio: è stata una sua decisione". C1007650adm001adm001galliani.jpgSiNmilan-galliani-confermero-squadra-e-tecnico-1011894.htmSiT1000027100075701,02,03,06,07030224
481011884NewsCampionatiInter, Juan Jesus spinge i nerazzurri20130421114346inter, juan jesusUn Juan Jesun Un Juan Jesun a tutto tondo quello che ieri è stato protagonista dello speciale di Sky . Il giocatore ha parlato anche del suo arrivo all'Inter e della sorpresa che fu la chiamata nerazzurra: "La chiamata dell'Inter è stata una sorpresa per me. Hanno chiamato il mio agente Calenda - riporta FcInterNews.it, mi ha informato della volontà dell'Inter. Ero sorpreso, non mi aspettavo che una big mi volesse così presto, così giovane. Devo dire che ero davvero felicissimo. Credo in Dio e sapeva lui cosa fosse per me questa occasione, per quello mi sono ritenuto pronto. Con l'Internacional poi mi sono lasciato bene. Ero felicissimo di arrivare qui a Milano in una società come l'Inter, nota in tutto il mondo. Per me era una gioia imparagonabile. Mi voleva anche il Napoli, non con un contatto diretto ma tramite un procuratore. Ho scelto l'Inter perché mi può dare tanto, qui devo scrivere la storia e vincere tutto".C1007650adm001adm001juan-jesus-4.jpgSiNinter-juan-jesus-spinge-nerazurri-1011884.htmNoT1000026100075701,02,03,07,08030169
491011816NewsCampionatiClamoroso Inter, si ferma anche Guarin20130418154881inter, guarinAltra tegolaAltra tegola in casa Inter: Freddy Guarin si è infortunato durante l'allenamento: lesione di primo grado al soleo della gamba destra, riporta Sky. Continua a riempirsi l'infermeria nerazzurra.C1007650adm001adm001guarin-inter.jpgSiNclamoroso-inter-si-ferma-anche-guarin-1011816.htmSiT1000026100075701,02,03030215
501011699NewsCalciomercatoMilan, Boateng infuriato con Allegri20130412112724milan, boatengUna stagioneUna stagione luci ed ombre, con il finale a sorpresa. E' quasi arrivato il momento di tirare le somme, la storia d'amore tra Kevin Prince Boateng e il Milan si trova davanti ad un bivio. Confrontarsi e crescere insieme, o salutarsi, magari con una stretta di mano e il poco credibile "rimaniamo amici". Il centrocampista ghanese, cercato da Premier e Bundesliga, ha sempre messo il Milan al centro dei suoi pensieri, ma a fine stagione avrà un confronto con Galliani per chiarire un paio di questioni. In primis la sua posizione, dopo una stagione a spasso per il campo: "Non mi piace cambiare sempre ruolo, quest'anno ho giocato in attacco, da trequartista e a centrocampo - ha detto a Sky Sport - Allegri mi dice che è positivo il fatto di saper giocare in tanti ruoli, ma non è perfetto per me".<br><br> Il Boa si è stufato di essere un giocatore anarchico, un malessere che si aggiunge a quello legato al rinnovo del contratto, in scadenza nel 2014. Alla richiesta di aumento e prolungamento fatta recapitare in via Turati lo scorso inverno, Galliani ha risposto picche, rimandando la questione a maggio, ma non è escluso che il numero due rossonero prenda in considerazione l'ipotesi, in accordo con Allegri, di cederlo al miglior offerente.<br><br>C1007650adm001adm001muntari-6.jpgSiNmilan-boateng-infuriato-con-allegri-1011699.htmSiT1000027100075701,02,03,07030360
511011668NewsCampionatiJuventus, Marotta: «Sono stati superiori»20130410232341juventus, marottaIntercettato dai microfoni di Sky Sport Intercettato dai microfoni di Sky Sport al termine di Juventus-Bayern Monaco, l'ad bianconero Beppe Marotta ha commentato l'eliminazione della Vecchia Signora dalla Champions League: "L'affetto della gente nel post-gara è rivolto alla squadra e ai calciatori. Il nostro ciclo è iniziato nel 2010, essere qui a giocarsi l'accesso alle semifinali è un grande traguardo. Abbiamo giocato contro una delle squadre più forti d'Europa, dobbiamo ancora crescere e rinforzare la squadra; esprimo il mio ringraziamento e quello della società alla squadra e ad Antonio Conte".<br><br> Gap col Bayern Monaco? "Il calcio italiano non è in prima fila come qualche anno fa, in Germania ci sono 18 squadre e il Bayern ha vinto lo scudetto da dieci turni concentrandosi esclusivamente sulla Champions. La società bavarese ha costruito un gruppo di calciatori senza top player importanti, ma un insieme di ragazzi capace di raggiungere qualsiasi obiettivo".<br><br> Cosa manca alla Juve per arrivare tra le prime quattro d'Europa? "E' un discorso vecchio, ma il potere d'acquisto e il budget del Bayern Monaco è doppio rispetto a quello delle squadre italiane. I bavaresi hanno avuto la forza di pagare 40 milioni Javi Martinez, una cosa impossibile per società della Serie A. Dobbiamo ritrovare la forza di essere competitivi, il ranking ha visto l'Italia retrocedere di qualche posizione negli ultimi anni". <br><br> &nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-marotta-sono-stati-superiori-1011668.htmSiT1000007100075701,02,03,06030170
521011641NewsCampionatiCagliari, con l`Inter a Trieste20130409143430cagliariSecondo quanto riportato da Sky Sport Secondo quanto riportato da Sky Sport il GOS ha ufficializzato che Cagliari-Inter, gara in programma nel prossimo turno di campionato, si giocherà al "Nereo Rocco" di Trieste.<BR>C1007650adm001adm0010m12zmva--473x264.jpgSiNcagliari-inter-a-trieste-1011641.htmNoT1000019,T1000026100075701,02,03030439
531011626NewsCampionatiRoma, Andreazzoli: «Volevamo il successo per i tifosi»20130409014991roma, andreazzoliAttraverso i microfoni di Sky SportAttraverso i microfoni di Sky Sport, il tecnico giallorosso Aurelio Andreazzoli ha commentato il pari del derby romano tra Roma e Lazio: "E' stata una bella emozione affrontare il derby sulla panchina della Roma. Nel corso della gara mi sono spaventato in occasione del rigore di Hernanes, ma in definitiva ho avuto il piacere di vedere la squadra seguire le mie indicazioni. Dispiace per il risultato, avremmo potuto regalare i tre punti ai nostri tifosi".<br><br> Le scelte nel corso della gara? "Abbiamo riportato in campo Dodò e Destro, inoltre anche Pjanic è tornato a pieno regime. Il nostro momento non è ideale sotto il profilo fisico, ma i ragazzi sono stati bravi a superare queste difficoltà".<br><br> Perché la Roma è settima in classifica? "C'è stato un andamento altalenante, personalmente sono soddisfatto e non posso lamentarmi. La classifica parla chiaro, però non bisogna farsi prendere dall'ansia del ko col Palermo perché nelle ultime sette gare abbiamo ottenuto 14 punti incassando appena sette gol. Pur avendo qualche difficoltà, i ragazzi riescono sempre a fare ciò che gli viene chiesto".<br><br> Gli obiettivi per la fine della stagione? "In queste settimane abbiamo ricostruito il gruppo sotto il profilo umano. I ragazzi si mettono sempre a disposizione; è evidente che inseguendo un grande risultato con una classifica che non permette passi falsi, ogni errore viene amplificato".<br><br> La posizione di Lamela? "L'ho fatto giocare molto offensivo, ha fatto il trequartista mentre oggi nelle nostre intenzioni doveva agire da prima punta. Nella parte offensiva può ricoprire qualsiasi ruolo, è disponibile al sacrificio e al lavoro per la squadra; credo che possa avere un futuro da punta, ha le caratteristiche per sostenere il peso dell'attacco". <br><br>C1007650adm001adm001andreazzoli.jpgSiNroma-andreazzoli-volevamo-il-successo-per-i-tifosi-1011626.htmSiT1000012100075701,02,03030187
541011591NewsCampionatiMilan, Allegri: «Troppi errori arbitrali»20130407201650milan, allegriMassimiliano AllegriMassimiliano Allegri, allenatore del Milan ai microfoni di Sky Sport dopo il pareggio in casa della Fiorentina si dice rammaricato per l'occasione sprecata e per i troppi errori commessi dai suoi ragazzi nella gestione del vantaggio: "Abbiamo fatto un buon primo tempo contro una buona Fiorentina. Dopo aver segnato il secondo gol, ma poi siamo calati e abbiamo subito i due rigori. Poteva essere una vittoria importante per tagliare fuori la Fiorentina dalla lotta Champions, non ci siamo riusciti e abbiamo commesso diversi errori che andranno rivisti nel futuro, ma che fanno parte della crescita della squadra. Il calcio va così e va accettato e noi dobbiamo concentrarci sugli errori commessi in superiorità numerica, perché non si possono accettare certi cali di tensione. La squadra ha bisogno di crescere e maturare e deve pensare solo ad arrivare seconda o terza e non pensare già al prossimo anno. Manca un po' d'esperienza nella gestione della gara e questa si può ottenere solo col tempo. Nel finale poi siamo cresciuti, ma era difficile rimettere in piedi una partita che avevamo buttato via. Serve più cattiveria nella gestione del risultato sopratutto in gare importanti come questa. Dovevamo fare molto, molto meglio nella ripresa e gestire meglio il possesso tempo. Balotelli? Mi spiace, ma ha preso un'amonizione. Comunque c'è Pazzini che non lo farà rimpiangere col Napoli. - continua Allegri parlando poi dell'arbitraggio - Credo che la gara di oggi sia stata difficile da arbitrare e Tagliavento abbia preso decisioni sbagliate da ambo le parti, però la partita l'abbiamo riaperta noi coi nostri sbagli. Ci sono state sette decisioni importanti con l'espulsione i due rigori ai viola, di cui uno c'era e l'altro era a metà e i due episodi dubbi per noi in area viola nel finale, ma sono errori che vanno accettati. Sono più arrabbiato lo ripeto, per gli errori dei miei giocatori e per aver perso un'ottima occasione in chiave Champions".C1007650adm001adm001allegri_600x449.jpgSiNmilan-allegri-troppi-errori-arbitrali-1011591.htmSiT1000027100075701,02,03,07,08030230
551011590NewsCampionatiFiorentina, Montella: «Ho scommesso una cena con Tagliavento sull`espulsione di Tomovic»20130407151338fiorentina, montellaIl tecnico Vincenzo Montella Nel post-partita di Fiorentina-Milan, i microfoni di Sky Sport hanno interpellato il tecnico dei viola Vincenzo Montella per un commento sul pareggio ottenuto in rimonta sul Milan.<BR><BR>Partita che poteva tagliarvi fuori dall'Europa che volete, cosa vi ha riportati dentro?<BR>"Credo che la mentalità che sta acquisendo la squadra giorno dopo giorno oggi ha portato il coraggio e la convinzione di recuperare la gara nel momento più decisivo. C'è stata una grandissima reazione anche se di fronte a un avversario fortissimo e con un uomo in più. Oggi la Fiorentina ha dato una grande dimostrazione di convinzione a se stessa".<BR><BR>Come hai visto l'episodio dell'espulsione di Tamovic?<BR>"Sicuramente giocare con un uomo in meno toglie molto. Se a metà primo tempo perdi un uomo contro il Milan aumentano le difficoltà anche se forse non si è visto. Non parlo degli arbitri, gli errori ci stanno.".<BR><BR>Come sta Jovetic?<BR>"Ha chiesto lui il cambio, nei due giorni precedenti ci ha provato mi è sembrato stesse bene. Ha fatto il massimo, aspettiamoci che sia un infortunio di lieve conto come quello scorso".<BR><BR>Non si rischia di pagare troppo questo azzardo?<BR>"Bisogna vedere, ci siamo assunti tutti dei rischi, ci si può far male anche quando si sta benissimo. Non credo che sia un problema. Talvolta è necessario assumere certe responsabilità assumendosi dei rischi".<BR><BR>Tre errori di Tagliavento hanno condizionato molto la partita. Il rosso a Tomovic, il rigore su Ljalic e la mano di Roncaglia in area. Quale secondo te ha determinato più la sfida?<BR>"Non parlo degli arbitri e non lo farò neanche oggi anche se durante la gara sono riuscito a fatica a contenermi. Una cosa però la voglio dire: alla fine del primo tempo ho parlato a lungo con Tagliavento riguardo il primo episodio e abbiamo scommesso una cena su primo episodio: io per il fallo e lui per l'espulsione. Penso di averla vinto io".<BR><BR>Avevi pensato anche alla difesa a quattro in sede di preparazione della gara?<BR>"In difesa abbiamo giocato anche a quattro, perchè Roncaglia può fare il centrale e l'esterno ma aveva l'obiettivo di marcare El Sharawy".<BR><BR><BR>C1007650adm001adm001fiorentina.jpgSiNfiorentina-montella-scomemsso-cena-con-tagliavento-su-esplusione-tomovic-1011590.htmSiT1000024100075701,02,03,07030595
561011552NewsCampionatiCalciomercato Juventus, ag. Mbokani: «I bianconeri e l`Inter lo vogliono»20130405192010Juventus, mbokaniI club italiani Gli occhi dei club italiani su Dieumerci Mbokani (27). Questa la rivelazione dell'agente dell' attaccante dell'Anderlecht, Christophe Henrotay: "Mbokani sta avendo una grande stagione - si legge su Sky Sports UK - e posso confermare l'interesse di diversi club di tutto il continente.Juventus, Inter e Fiorentina lo ammirano, ma non c'è stato ancora nulla di ufficiale. A gennaio era stato richiesto anche da un club inglese, ma non voglio rivelarne il nome".C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-agente-mbokani-i-bianconeri-e-l-inter-lo-vogliono-1011552.htmNoT1000007100075701,02,03030151
571011522NewsCalciomercatoCalciomercato Genoa, Preziosi stasera con Galliani20130404205128genoaSky Sport Kucka e il Milan si avvicinano. Ma Enrico Preziosi, presidente del Genoa, a Sky Sport&nbsp; smentisce: “Kucka col Milan non l’ho mai trattato. Per lui ho avuto una chiamata dalla Lazio o dall’Udinese, non ricordo, ma non l’ho mai trattato e con Galliani non ne parlerò stasera quando andremo a cena”.C1007650adm001adm001kucka_juraj1.jpgSiNgenoa-prezioni-stasera-incontra-galliani-1011522.htmNoT1000022100075701,02,03,07030457
581011516NewsCalciomercatoCalciomercato Lazio, si prova a chiudere per Felipe Anderson20130404190641lazio, felipe andersonCome riporta Sky SportCome riporta Sky Sport, Felipe Anderson fa cento. Cento sono le partite che giocherà con la maglia del Santos, un traguardo incredibile per lui che ha soltanto 19 anni. Anderson fará stasera la centesima presenza, nel campionato Paulista contro il Sao Caetano. Una striscia di partite che si interromperà presto, perché nel futuro di Felipe Anderson c’è la Lazio. Si continua a trattare, contatti continui soprattutto con il fondo, che è l’ultimo ostacolo. La Lazio nei prossimi giorni, dopo l’Europa League, potrebbe fare un blitz in Brasile per chiudere definitivamente.C1007650adm001adm001petkovic.jpgSiNlazio-si-prova-a-chiudere-per-felipe-anderson-1011516.htmNoT1000018100075701,02,03030204
591011500NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, nessuna conferma per Julio Cesar20130404142656milan, julio cesarSky SportGianluca Di Marzio, giornalista di Sky Sport, scrive sul suo internet che al momento non ci sarebbero stati ancora contatti tra la dirigenza del Milan e quella del Queens Park Rangers per parlare del portiere brasiliano, classe 1979, Julio Cesar.C1007650adm001adm001Julio_cesar_Vicario.JPGSiNmilan-nessuna-conferma-per-julio-cesar-1011500.htmNoT1000027100075701,02,03,07030376
601011494NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, l`obiettivo è Vilhena del Feyenoord20130404125536inter, vilhenaSecondo Sky SportSecondo Gianluca Di Marzio, giornalista di Sky Sport, il nuovo obiettivo dei neroazzurri sarebbe un giovanissimo: Tonny Vilhena.<BR><BR>Tonny Emilio Trindade de Vilhena è un ragazzo olandese, di origini angolane, di proprietà del Feyenoord, nato nel 1995. Centrocampista davvero duttile, in grado di giocare sia da interno in un centrocampo a 3 o a 4 sia da trequartista in un 4-2-3-1 o in un 4-3-1-2. Vilhena dispone di una grande tecnica individuale e di ottime capacità di inserimento che gli permettono di segnare diversi gol. Mancino naturale, in questa stagione ha giocato 18 partite in Eredivisie e ha segnato 4 gol. Ad inizio febbraio 2013, ha fatto il suo esordio con la maglia della nazionale Orange Under-21, andando in rete, ed il giorno dopo è stato convocato da Louis van Gaal nella nazionale maggiore, senza, però, scendere in campo.<BR><BR>Il ragazzo ha recentemente rinnovato il suo contratto con il Feyenoord fino al 30 giugno 2016. L’agente di Vilhena è Mino Raiola, a cui si sono, già, rivolte Juventus e Napoli per chiedere informazioni sul giocatore. Le italiane, però, non sono le uniche interessate al ragazzo, seguito in tutta Europa. Se l’Inter lo vuole davvero, deve muoversi in fretta.<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>C1007650adm001adm001stramaccioni.jpgSiNinter-l-obiettivo-e-vilhena-del-feyenoord-1011494.htmNoT1000026100075701,02,03,06,08030268
611011481NewsCampionatiReal Madrid, Mourinho: «Tornerò in Italia, ma la prossima squadra non sarà l`Inter»20130404090122real madrid, mourinhoReduce dal successo Reduce dal successo contro il Galatasaray, il tecnico del Real Madrid Josè Mourinho ha parlato della vittoria rimediata dalle Merengues allo stadio Bernabeu: "Abbiamo giocato bene in difesa, abbiamo rispettato il Galatasaray facendo un lavoro collettivo eccezionale. Questo per me è molto importante, abbiamo controllato Drogba e Yilmaz sfruttando la nostra forza offensiva - ha detto ai microfoni di Sky Sport -. Il 3-0 è un ottimo risultato, ma a Istanbul dovremo dare il massimo".<br><br> Sneijder? "Non è facile un trasferimento simile, passare dall'Inter al Galatasaray non è semplice. Ha sempre giocato in top club europei, non è facile abituarsi ad un calcio diverso come quello turco. Tuttavia se dovesse tornare alle mie dipendenze sarei felicissimo (ride, ndr)".<br><br> Il futuro di Mourinho? "Non torno in Italia nella prossima stagione, un giorno voglio tornare in Serie A come voglio farlo in Inghilterra. Al momento il mio prossimo club non sarà certamente l'Inter".<br><br> L'esclusione di Casillas? "Giocando così è difficile lasciare in panchina Diego Lopez. Per me è un discorso semplice, la squadra viene prima dei singoli; da allenatore devo scegliere chi sta meglio, Lopez ha giocato tredici gare in settanta giorni mentre Iker è stato fuori per infortunio". <br><br>C1007650adm001adm001cristiano-mourinho.jpgSiNreal-madrid-mourinho-tornero-in-italia-ma-la-prossima-squadra-non-sara-l-inter-1011481.htmSiT1000026100075701,02,03030342
621011475NewsCampionatiSampdoria, Rossi: «Ci servono ancora punti»20130403210252sampdoria, rossiAi microfoni di Sky SportAi microfoni di Sky Sport&nbsp;è intervenuto anche il tecnico della Sampdoria Delio Rossi, che ha commentato la sconfitta casalinga contro l'Inter: "Sicuramente quando perdi è perché non sei attento agli episodi - ha ammesso -. La qualità dell'Inter è sicuramente superiore alla nostra, sono stati forti ma anche la Samp ha tenuto bene il campo. Noi siamo stati bravi a restare in partita, anche se negli ultimi metri ci è mancato un po' di raziocinio. Abbiamo fatto la nostra gara, peccato per il risultato. Ora dovremo riuscire a fare punti con il Palermo. Ci manca qualcosa in fase di rifinitura, dovremo colmare questa mancanza. Non siamo ancora in una situazione di classifica tranquilla. Palombo? Si sta riciclando bene in quel ruolo, ha la personalità per ricoprirlo".<BR>C1007650adm001adm001rossi-6.jpgSiNsampdoria-rossi-ci-servono-ancora-punti-1011475.htmNoT1000097100075701,02,03030554
631011474NewsCampionatiInter, Stramaccioni: «Successo fondamentale. Continuiamo con questo trend»20130403210058inter, stramaccioniAndrea Stramaccioni, tecnico dell`InterAndrea Stramaccioni, tecnico dell'Inter, ha commentato ai microfoni di Sky la vittoria non entusiasmante la comunque fondamentale sul campo della Sampdoria: "Sicuramente c'è un nesso nelle ultime nostre prestazioni - ha esordito -. Oggi er afondamentale fare bene contro una Samp che ha dimostrato grande valore fin qui, mettendo tutti in difficoltà. Dopo Tottenham e Juventus, dove avevamo fatto un passo in avanti sotto il profilo del gioco e dell'organizzazione, oggi volevamo anche il risultato. La Samp ci ha messi in difficoltà, ma questi tre punti per noi sono fondamentali. Volevamo dare continuità alle prestazioni, non ci riuscivamo da Natale. Abbiamo giocato bene le ultime tre partite, ma non dobbiamo fare calcoli, dobbiamo solo continuare a giocare così. Abbiamo fatto il massimo oggi, ma adesso testa già all'Atalanta".<BR><BR>Inevitabile parlare di Palacio, match winner oggi: "E' il primo nome che ho fatto al Presidente, dicendogli che volevo puntare su di lui. Da gennaio gioca spesso da prima punta, anche se dà il meglio quando ha accanto un attaccante centrale. Icardi? Aveva voglia di fare bene e si è visto, complimenti a uno dei giocatori più forti del nostro campionato. Silvestre? In quel momento mi serviva in quella zona del campo, ha dimostrato di poter fare bene.<BR><BR>Su Kovacic: "Sicuramente stiamo facendo meglio come palleggio e possesso palla anche grazie a lui. Cercavamo un giocatore così, è un grande prospetto. Guarin? Credo che la prestazione sia globalmente positiva. Da quando si è fatto male Milito ha più pressione addosso, ma ha fatto bene oggi".<BR><BR><BR>C1007650adm001adm001stramaccioni.jpgSiNinter-stramaccioni-fondamentale-il-successo-continuiamo-su-questo-trend-1011474.htmNoT1000026100075701,02,03,06030206
641011473NewsCampionatiInter, Palacio: «Dovevamo vincere. Adesso c`è più fiducia»20130403203450inter, palacioRodrigo PalacioRodrigo Palacio, match winner dell'Inter stasera a Marassi, ha parlato ai microfoni di Sky a fine gara: "Speriamo che possa essere l'inizio della rincorsa, era fondamentale vincere e ci siamo riusciti - ha detto dopo il 2-0 contro la Sampdoria -. Adesso prenderemo più fiducia, ci serviva. Io salvatore dell'Inter? No, io faccio gol perché faccio l'attaccante, ma il merito è di tutti. Era importante non prendere gol, siamo migliorati molto in queste ultime tre partite giocate. Sono legato al mio passato a Genova, ma oggi non ho pensato al "derby": era solo importante vincere qui".C1007650adm001adm001palacio-4.jpgSiNinter-palacio-dovevamo-vincere-adesso-c-e-piu-fiducia-1011473.htmNoT1000026100075701,02,03030173
651011469NewsCampionatiFiorentina, Cuadrado: «Vorrei segnare al Milan»20130403182252fiorentina, cuadradoAi microfoni di Sky Sport Ai microfoni di Sky Sport Juan Cuadrado della Fiorentina parla del suo momento e della sfida contro il Milan: "Prima mi condizionava il fatto che mi dicessero che non segnavo. Adesso sono più tranquillo e se vai a giocare pensando solo a quello stai certo che fai una buona partita. Il Milan? Ci aspetta una partita difficile, ma faremo di tutto per fare il nostro meglio e magari conquistare i tre punti. Non ho mai segnato contro di loro e farlo domenica sarebbe un'esperienza bellissima. Speriamo vada tutto bene".C1007650adm001adm001cuadrado-4.jpgSiNfiorentina-cuadrado-vorrei-segnare-al-milan-1011469.htmNoT1000024100075701,02,03030306
661011440NewsCalciomercatoCalciomercato Roma, il Napoli vorrebbe Osvaldo20130403032555napoli, osvaldoIn rotta con la Roma e con la tifoseria giallorossaIn rotta con la Roma e con la tifoseria giallorossa, Pablo Daniel Osvaldo (27) è un calciatore che potrebbe rientrare nel progetto tecnico del Napoli. Ne è certa la redazione di Sky Sport, secondo la quale l'attaccante italo-argentino piace molto all'allenatore partenopeo Walter Mazzarri: il tecnico di San Vincenzo, in caso di permanenza all'ombra del Vesuvio vista la scadenza contrattuale con la società presieduta da Aurelio De Laurentiis, potrebbe riuscire a domare il carattere dell'ex Espanyol come fatto in passato con Cassano e Lavezzi. <BR>C1007650adm001adm00120121119_osvaldo4.jpgSiNroma-il-napoli-vorrebbe-osvaldo-1011440.htmSiT1000012100075701,02,03,08030338
671011437NewsCampionatiJuventus, Buffon: «Il Bayern Monaco ha strameritato il successo»20130402225935juventus, buffonAl termine di Bayern Monaco-Juventus Al termine di Bayern Monaco-Juventus il portiere e capitano dei bianconeri Gianluigi Buffon ha parlato ai microfoni di Sky Sport della gara persa stasera a Monaco.<br><br> Ti aspettavi un Bayern così forte?<BR>"Sapevano di andare a giocare contro una grande squadra, stasera non c'è niente da recriminare, hanno strameritato la vittoria e avuto tante altre situazioni per farci male. ".<br><br> E' stata una traiettoria strana quella del gol di Alaba, cosa è successo?<BR>"Nel momento in cui ha calciato ha toccato la palla Vidal e la palla mi ha preso in controtempo ed è entrata. Avevo già fatto un passo verso destra poi l'ha toccata Arturo ed ha preso una traiettoria diversa".<br><br> Non si poteva fare di più stasera?<BR>"Delle volte c'è anche da dar merito all'avversario e questa sera è stato più bravo di noi, questa è la verità".<br><br> Avete continuato a provare a giocare fino alla fine, col sennò di poi si sarebbe potuto provare qualcosa di diverso?<BR>"Si magari ogni tanto ho cercato di alternare con dei lanci più lunghi ma se siamo arrivati qua è perchè avevano certezze e conoscenze e non era giusto snaturarci".<br><br>C1007650adm001adm001buffon 4.jpgSiNjuventus-buffon-il-bayern-monaco-ha-strameritato-il-successo-1011437.htmNoT1000007100075701,02,03,06030195
681011431NewsCampionatiInter, Palacio: «Se ne vinciamo sette arriviamo al terzo posto»20130402185097inter, palacioAi microfoni di Sky Sport Ai microfoni di Sky Sport l'attaccante dell'Inter Rodrigo Palacio analizza il momento dei nerazzurri: "Sappiamo di andare a Genova consapevoli di non poter perdere punti. Per raggiungere il terzo posto dobbiamo vincere mercoledì e domenica, cercando di recuperare il terreno perduto. Mancano otto partite, se ne vinciamo 6-7 ce la possiamo fare. L'infortunio di Milito è stato brutto perché lui è molto importante, fa la differenza. Con le grandi abbiamo fatto meglio, vincendo partite importanti e perdendo partite che non si potevano perdere. Kovacic? Farà strada, gli ho visto grandi numeri". una battuta anche su Stramaccioni: "L'allenatore è una brava persona, fa molto bene".C1007650adm001adm001palacio-4.jpgSiNinter-palacio-se-ne-vinciamo-sette-arriviamo-al-terzo-posto-1011431.htmSiT1000026100075701,02,03030141
691011402NewsCampionatiInter, Stramaccioni appeso alla Sampdoria20130402033132inter, stramaccioniSky Sport Da un proprio servizio per Sky Sport, Silvia Vallini ha parlato così di come l'Inter sta lavorando sul fronte futuro per Andrea Stramaccioni: "Moratti gli ha confermato la fiducia giorno dopo giorno. Intanto, il presidente osserva attentamente tutto e fa le sue valutazioni".<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001stramaccioni.jpgSiNinter-stramaccioni-appeso-alla-sampdoria-1011402.htmSiT1000026100075701,02,03030150
701011401NewsCampionatiJuventus, Vidal: «Ho rifiutato il Bayern Monaco per i bianconeri»20130402022948juventus, vidalIntervistato da Sky Sport Intervistato da Sky Sport alla vigilia della sfida valida per l'andata dei quarti di finale di Champions League, il centrocampista bianconero ha detto cosa secondo lui accomuna e divide le due squadre: "Noi siamo forti tatticamente, attacchiamo con tanti giocatori utilizzando diverse soluzioni. Loro, invece, attaccano sempre allo stesso modo. Sia noi che loro - prosegue parlando dei punti in comune - cerchiamo sempre di giocare al massimo con intensità e raramente sbagliamo una partita".<BR>In un altro passaggio dell'intervista Vidal è tornato sul mancato trasferimento al Bayern Monaco quando ancora giocava nel Bayer Leverkusen: "Giocare all'Allianz Arena sarà particolare per me, in Germania ho trascorso tanto tempo. Il Bayern mi voleva, ma io ho preferito accettare l'offerta della Juventus". C1007650adm001adm001vidal.jpgSiNjuventus-vidal-ho-rifiutato-il-bayern-monaco-per-ibianconeri-1011401.htmSiT1000007100075701,02,03,06030164
711011386NewsCampionatiPremier League, Di Canio pronto a diventare il nuovo tecnico del Sunderland20130331231122premier league, di canioPaolo Di Canio potrebbe presto trovarePaolo Di Canio potrebbe presto trovare una panchina. Secondo indiscrezioni raccolte da Sky Sport il tecnico italiano si incontrerà nelle prossime ore con i dirigenti del Sunderland. La panchina del club inglese è vacante dopo l'esonero di Martin O'Neill.adm001adm001di-canio.jpgSiNpremier-league-di-canio-vicino-alla-panchina-del-sunderland-1011386.htmSi100075701,02,03030244
721011378NewsCampionatiInter, Stramaccioni: «La Juventus non ha meritato per niente. Sul rigore parlano le immagini»20130330174663inter, stramaccioniIl tecnico dell`Inter Andrea Stramaccioni Il tecnico dell'Inter Andrea Stramaccioni ha analizzato il ko nerazzurro: "La rete di Quagliarella ci ha tagliato le gambe - ha spiegato l'allenatore a Sky Sport -, ha siglato una grande rete condizionando il primo tempo. L'Inter ha fatto meglio nella ripresa, abbiamo avuto qualche occasione con Palacio e Cassano nel corso della prima frazione senza però riuscire a segnare. È innegabile che la nostra intensità stia crescendo, nella ripresa abbiamo costretto la Juve ad arretrare; è un peccato, la seconda rete della Juve è arrivata nel nostro momento migliore".<br><br> Corsa alla Champions? "Dobbiamo mantenere i nostri obiettivi, sono soddisfatto della prestazione. E' stata una gara positiva, nella ripresa abbiamo giocato molto bene contro la migliore squadra in Italia. Resta l'amaro in bocca perché abbiamo sfiorato in più riprese il gol del pareggio; non meritavamo di perdere, ma bisogna sempre rispettare il risultato maturato in campo".<br><br> Il fallo in area avversaria su Cassano? "Non mi interessa parlare di arbitri, voglio parlare solo di altri aspetti".<br><br> L'esclusione di Guarin dall'inizio? "Abbiamo preparato la gara in questo modo, volevamo giocare la gara a viso aperto. Guarin non ha svolto nemmeno un allenamento con la squadra a causa degli impegni con la nazionale, Alvarez ha caratteristiche diverse ma ha comunque dato il suo contributo".<br><br> Kovacic? "E' il futuro del centrocampo dell'Inter, sta crescendo e ho grande fiducia nelle sue qualità. Ora bisogna continuare così, già mercoledì cercheremo di battere la Sampdoria. Volevo spendere una parola per Cambiasso: ha commesso un brutto fallo su Giovinco, ma nel post-gara è andato nello spogliatoio della Juventus per chiedere scusa". <br><br>C1007650adm001adm001stramaccioni.jpgSiNinter-la-juventus-non-ha-meritato-sul-rigore-parlano-le-immagini-1011378.htmSiT1000026100075701,02,03,06030206
731011345NewsCampionatiNapoli, Cavani raggiungerà la squadra a Torino20130329115554napoli, cavaniSecondo quanto riportato da Sky Sport Secondo quanto riportato da Sky Sport c'è un cambio di programma legato al rientro di Edinson Cavani. L'attaccante uruguaiano, inizialmente atteso a Castelvolturno, per il primo allenamento con il Napoli dopo il suo impegno con l'Uruguay, raggiungerà invece la formazione di Walter Mazzarri direttamente nel ritiro di Torino.C1007650adm001adm001124157881-ced6d0bc-0c7f-4179-914e-291887bb94bf.jpgSiNnapoli-cavani-raggiungera-la-squadra-a-torino-1011345.htmNoT1000017100075501,02,03,08010140
741011336NewsCalciomercatoCalciomercato Catania, incontro decisivo con l`agente di Lodi20130329074826catania, lodiQuesto quanto rivelato dal collega di Sky Sport Importanti novità relative al futuro del centrocampista Francesco Lodi (29) in casa Catania. Questo quanto rivelato dal collega di Sky Sport Gianluca Di Marzio tramite il suo blog: "Nel ritiro del Catania la dirigenza incontrerà Alessandro Moggi, suo agente. Certo l'interesse del Milan e, negli ultimi giorni di gennaio, anche il Porto ha chiesto informazioni. Attualmente Lodi guadagna circa 850 mila euro e se dovesse rimanere a Catania, ipotesi comunque difficile, potrebbe chiedere un aumento".C1007650adm001adm001238691hp2.jpgSiNcatania-incontro-decisivo-con-l-agente-di-lodi-1011336.htmSiT1000014100075501,02,03,07,09010338
751011337NewsCampionatiBari, Fedato: «Vogliamo la salvezza»20130329034952bari, fedatoFrancesco Fedato, attaccante del BariFrancesco Fedato, attaccante del Bari, intervistato da Sky Sport, ha commentato il pareggio raccolto contro il Livorno che permette ai pugliesi di raggiungere il sesto risultato utile consecutivo: "Allunghiamo la striscia di risultati utili, potevamo avere anche raccogliere di più perchè abbiamo avuto tante occasioni. Puntiamo alla salvezza il primo possibile, abbiamo tanti buoni giocatori. Ora dobbiamo pensare alla difficile trasferta sul campo della Reggina".C1007651adm001adm001bellomo.jpgSiNbari-fedato-vogliamo-la-salvezza-1011337.htmNo100075501,02,03010230
761011326NewsCampionatiInter, dopo Gargano e Pereira anche Guarin perde il volo20130328175412interA riportare la notizia è Sky SportDopo Gargano e Pereira, anche Fredy Guarin ha perso l'aereo per Milano. A riportare la notizia è Sky Sport, secondo cui il centrocampista colombiano di ritorno dal Sudamerica tornerà a disposizione solo per la rifinitura di domani.C1007650adm001adm001guarin-inter.jpgSiNinter-dopo-gargano-e-pereira-anche-guarin-perde-il-volo-1011326.htmSiT1000026100075501,02,03010353
771011320NewsCampionatiRoma, Totti: «Vorrei vincere lo scudetto ma non dipende da me»20130328132839roma, tottiFrancesco Totti parla Francesco Totti parla in esclusiva a Sky Sport nel giorno del suo ventennale nel calcio professionistico. "Oggi mi hanno fatto una bella sorpresa, inaspettata, a Trigoria: compagni e tifosi, non pensavo a questa accoglienza. Il meglio deve ancora venire? Spero che questa frase sia d'auspicio. Oggi è un giorno storico, rimarrà nella mia memoria, è motivo soddisfazione non solo per il calciatore ma anche per me come uomo. Sono stato fortunato ad avere una famiglia alle spalle -ricorda il Pupone-, unita, che mi ha insegnato il rispetto, come comportarmi ed è la cosa più importante. I riconoscimenti dai colleghi? Sono felice, ma spero di vivere altri grandi momenti a Roma. Il terzo Scudetto qui? Lo spero, vediamo quanti anni farò di contratto. La società vuole vincerlo il prima possibile, spero di far parte di questo gruppo. Il Mondiale? In un anno possono succedere tante cose. Io penso al presente, a fare bene domenica dopo domenica. E' normale che ci sarà un momento in cui avrò un po' di flessione, ma tornerò poi quello che sono ora". C1007650adm001adm001totti.jpgSiNroma-totti-vorrei-vincere-lo-scudetto-ma-non-dipende-da-me-1011320.htmNoT1000012100075501,02,03030218
781011297NewsCampionatiInter, iniziato il c.d.a.: Moratti molto perplesso20130327190668inter, morattiSecondo quanto riporta Sky SportE' iniziato il Consiglio di Amministrazione dell'Inter. C'è grande attesa nella sede della Saras, dopo il C.D.A parlerà il presidente Massimo Moratti. Oltre al presidente, presente tutta la società: Fassone, Ghelfi, Filucchi e Angelo Mario Moratti. Si parlerà di bilancio, ma anche di Inter-Juve e di mercato. Secondo quanto riporta Sky Sport, Moratti all'ingresso è sembrato perplesso, anche per i tanti giornalisti presenti sotto la sede. C1007650adm001adm001stramaccioni.jpgSiNinter-iniziato-il-c-d-a-moratti-molto-perplesso-1011297.htmNoT1000026100075701,02,03030148
791011258NewsCalciomercatoCalciomercato Genoa, possibile il ritorno di Criscito20130326205232genoa, criscitoDifensore dello Zenit San Pietroburgo Possibile ritorno al Genoa per Domenico Criscito (26), difensore dello Zenit San Pietroburgo ai box per un serio infortunio al ginocchio che lasciò i rossoblù nel 2011 per tentare l'esperienza in Russia. Come rivela Sky Sport il calciatore di origine napoletana potrebbe rientrare in Liguria - con conseguente riduzione dell'ingaggio - nel giro dei prossimi mesi visto il possibile addio al Grifone di Luca Antonelli, esterno mancino finito nel mirino dei club milanesi. <br><br> <BR>&nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001n_criscito-bonucci-italia.jpgSiNgenoa-possibile-il-ritorno-di-criscito-1011258.htmSiT1000022100075701,02,03030535
801011256NewsCampionatiBarcellona, l`agente di Sanchez arriva in Italia: incontro con Inter e Juventus 20130326185939barcellona, sanchezCon queste parole rilasciate "Sono felice con questa maglia". Con queste parole rilasciate quest'oggi direttamente dal ritiro della sua Nazionale l'attaccante cileno Alexis Sanchez ha provato a spegnere le voci in merito a una sua partenza in estate. Un passaggio 'normale' di questo tempi, con lo stesso attaccante del Barcellona ben consapevole del fatto che tra qualche settimana le novità sul suo futuro potrebbero essere di quelle interessanti. Nonostante le dichiarazioni ufficiali, il Niño Maravilla è alla ricerca di club capaci di garantirgli il posto da titolare, a differenza di quanto accade da inizio stagione al Barcellona.<br>Lo sanno bene anche Inter e Juventus, i due club italiani che hanno già cominciato a lavorare a questa operazione di mercato. Il valore del calciatore - pagato quasi 40 milioni di euro dal club catalano nel 2011 - s'è quasi dimezzato e lo stesso ingaggio non è di quelli che spaventa i top club italiani.<br>Un affare fattibile, quindi. Un affare che tra 48 ore entrerà nella sua fase calda. Tramite il suo blog, il collega di Sky Sport Gianluca Di Marzio ha infatti rivelato che il suo agente Fernando Felicevich sarà in Italia il 28 marzo. L'occasione per parlare da vicino coi club interessati e capire da vicino quale progetto è più adatto a Sanchez. Previsti in poche ore gli incontri con i dirigenti di Inter e Juventus.C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNbarcellona-l-agente-di-sanchez-arriva-in-italia-incontro-con-inter-e-juventus-1011256.htmSiT1000007100075701,02,03030189
811011240NewsCalciomercatoSampdoria, Icardi: «Voglio segnare all`Inter»20130326151240sampdoria, icardiIl talento della Sampdoria Mauro IcardiIl talento della Sampdoria Mauro Icardi è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: "Non mi aspettavo di far bene così presto. Spero di continuare così. Il gol più importante fin qui? Quello nel derby, è stata una partita bellissima. Devo lavorare ancora tanto, aiutare la squadra, mancano ancora tante partite. Il futuro? Sono tranquillo, non devo fare il fenomeno, ma lavorare a testa bassa. Devo solo fare gol. Il Sudamericano? Il mister ha deciso di farmi stare qua e io l'ho ripagato con i gol. Un gol all'Inter? Sarebbe bellissimo, è importante segnare alle squadre forti. L'ho già fatto alla Juve, al Genoa, quindi sarebbe una bella cosa".C1007650adm001adm001sampdoria-6.jpgSiNsampdoria-icardi-voglio-segnare-all-inter-1011240.htmSiT1000097100075701,02,03030609
821011238NewsCalciomercatoCalciomercato Parma, colpo a sorpresa: preso Aguilar20130326141110parma, aguilarIl Parma ha preso Jorman AguilarIl Parma ha preso Jorman Aguilar, attaccante di Panama in scadenza col Rio Abajo, riporta Sky Sport 24. Classe 1994, è considerato in patria un talento per il futuro e si è messo in mostra in passato con la sua nazionale anche al Mundial Sub 17. In questa stagione ha siglato 10 reti in 18 partite giocate.<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001donadoni.jpgSiNparma-colpo-a-sorpresa-preso-aguilar-1011238.htmNoT1000016100075701,02,03030410
831011235NewsCampionatiSampdoria, Eder: «Ora giochiamo meglio»20130326132056sampdoria, eder L`attaccante della Sampdoria Eder L'attaccante della Sampdoria Eder ha parlato ai microfoni di Sky Sport della stagione della squadra blucerchiata: "In questo momento penso solo alla Sampdoria e alla salvezza. Non è vero che siamo già salvi, la gara di Bergamo sarà molto difficile e noi la prepareremo al meglio. Il nostro girone di ritorno? Da quando è arrivato Delio Rossi abbiamo più organizzazione di gioco. Noi da parte nostra abbiamo interpretato bene i suoi consigli. Non dobbiamo abbassare la guardia, ma sono sicuro che non succederà perché stiamo lavorando davvero bene. Delio Rossi? Non lascia niente al caso, dalla tattica al lavoro sulle palle ferme. Non lascia proprio niente al caso. La mia stagione? Sono contento delle prestazioni, ma so bene che devo migliorare sotto porta per segnare di più".C1007650adm001adm001sampdoria-6.jpgSiNsampdoria-eder-ora-giochiamo-meglio-1011235.htmNoT1000097100075701,02,03030550
841011132NewsCalciomercatoCalciomercato Catania, Lodi: «Non penso all`Inter. Sulla Nazionale decide Prandelli»20130322160221catania, lodiQueste le parole di Francesco LodiQueste le parole di Francesco Lodi, centrocampista del Catania, a SkySport: "Il migliore allenatore? Credo che sia Conte e per lui parlano i risultati fra campionato e Champions League. La Nazionale? Ha fatto un'ottima partita. Non meritava il doppio svantaggio ma c'è stata una grande reazione. Io in azzurro? Io rispondo solo sul campo, poi sta al ct decidere. Se non mi ha chiamato avrà i suoi motivi. Quest'anno è stato importante dopo una stagione positiva come quella passata. Volevo confermarmi e oggi punto a migliorarmi ancora. Zona Europa? Non c'è paura, ma una gratificazione importante. Con qualche risultato sfuggito al 90' avremmo avuto anche una classifica migliore. Adesso ci aspettano nove finali che cercheremo di affrontare nel modo migliore. Montella? Ha avuto il grande merito di cambiarmi di ruolo sotto anche la spinta dell'ex ad Pietro Lo Monaco. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Io il vice Pirlo? E' un onore essere accostato ad un giocatore che per me è da pallone d'oro. Io all'Inter? Non penso al mercato. Voglio solo giocare al massimo per meritarmi le lusinghe dei grandi club. Il Napoli? Fa piacere. Ci sono state delle chiacchiere quando il Napoli era in Serie B ma poi non se ne fece niente. Catania è una piccola Napoli, più tranquilla. Mi manca la mia città e la mia famiglia ma sarò sempre tifoso del Napoli".C1007650adm001adm001238691hp2.jpgSiNcatania-lodi-non-penso-all-inter-sulla-nazionale-decide-prandelli-1011132.htmSiT1000014100075701,02,03030289
851011130NewsCalciomercatoCalciomercato Catania, continuerà il rapporto con Maran20130322132725catania, maranSergio Gasparin, amministratore delegato del CataniaSergio Gasparin, amministratore delegato del Catania, ha parlato ai microfoni di Sky Sport della situazione del club etneo: "E' un meraviglioso momento dal punto di vista sportivo. Siamo pieni di soddisfazione, ci godiamo un posto importante in classifica con un occhio rivolto a traguardi importanti che non avevamo preventivato. Dal punto di vista statistico le reti subite negli ultimi minuti ci sono costati 7 punti e quindi vuol dire che dobbiamo ancora migliorare da questo punto di vista. Questo però è il bicchiere mezzo vuoto, io preferisco guardare la parte piena e dico che la progettualità complessiva e la classifica sono ottime. Il progetto Catania? Le radici partono da lontano, quest'anno stiamo solo dando continuità. Abbiamo aggiunto tasselli al mosaico per migliorarci. Abbiamo dato fiducia al gruppo aggiungendo alcuni giovani. L'allenatore poi ci ha messo molto del suo. Ovunque andiamo adesso ce la giochiamo facendo prevalere l'aspetto tecnico a quello agonistico. Future cessioni? Stiamo lavorando tutti in sinergia. Col tecnico abbiamo fatto un progetto pluriennale. Lui è arrivato tardi in serie A, noi gli abbiamo fatto un biennale per dare un segnale forte. Noi siamo felici che lui possa proseguire con noi. I giocatori? Se arriveranno offerte irrinunciabili per noi e per i calciatori è giusto ascoltarle. Affronteremo la prossima campagna acquisti con questi presupposti, ma ora non dimentichiamoci che ci mancano 9 partite".C1007650adm001adm001almiron.jpgSiNcatania-proseguira-il-rapporto-con-maran-1011130.htmNoT1000014100075701,02,03,09030302
861011114NewsCalciomercatoInter, Lucas voleva i nerazzurri20130321162713inter, lucasL`agente FIFA Roberto Calenda, ospite a Sky Sport L'agente FIFA Roberto Calenda, ospite a Sky Sport 24, ha parlato del mancato passaggio di Lucas Moura (20 anni, Paris Saint Germain) all'Inter della scorsa estate: “Lucas è un talento indiscusso, un giocatore che ha caratteristiche esplosive. Forse più di altri ha una potenza importante. E' adatto al calcio europeo, e si è già visto pur essendo arrivato da 40 giorni al Paris Saint Germain. Aveva scelto l'Inter? Sì, lui aveva sposato il progetto dei neroazzurri, aveva fatto la sua scelta. Dopo circa un anno e mezzo di lavoro dei dirigenti nerazzurri aveva strappato l'assenso del giocatore. Purtroppo, tra il dire e il fare ci son stati di mezzo i 45 milioni del Paris Saint-Germain, che lo ha lasciato al Sao Paulo fino a dicembre dandogli il tempo di vincere la Copa Sudamericana. Se aveva già firmato con i nerazzurri? Diciamo che il ragazzo aveva accettato in toto la proposta dell'Inter, poi però in una trattativa le parti sono tre quindi…”<br><br>Calenda si è soffermato anche su Paulinho (24 anni, Corinthians), altro obiettivo dei neroazzurri: “Ha caratteristiche importanti, è uno in grado di fare la differenza anche in Europa secondo me. Ha intelligenza, forza fisica, grandi qualità. L'Inter? Le trattative si aprono e si chiudono... E' stato fatto un tentativo importante, indubbiamente. Comunque sono sicuro che vale molto di più di 12 milioni". <br><br><br>&nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001lucas1.jpgSiNinter-lucas-voleva-i-nerazzurri-1011114.htmNoT1000026100075701,02,03030193
871011089NewsCalciomercatoCalciomercato Napoli, il Wolfsburg vuole Dzemaili20130320171028napoli, dzemailiIl Wolsburg è pronto a fare spese in ItaliaIl Wolsburg è pronto a fare spese in Italia: secondo Sky il club della Bundesliga segue diversi centrocampisti italiani. Tra questi Nainggolan del Cagliari e Kucka del Genoa. Ma tra i nomi più 'fattibili' c'è soprattutto quello di Dzemaili, che sarebbe anche stato osservato dal club tedesco. C1007650adm001adm001dzemaili.jpgSiNnapoli-il-wolfsburg-vuole-dzemaili-1011089.htmNoT1000017100075701,02,03030231
881011044NewsCalciomercatoCalciomercato Roma, Osvaldo verso la Premier League20130319121822roma, osvaldoCome riporta Sky Sport Come riporta Sky Sport Osvaldo risulta ormai essere giunto al definitivo passo di addio. Sul centravanti oriundo non mancano le trattative in vista del futuro prossimo, tanto che già in gennaio c'era stata la possibilità di un suo trasferimento dal club giallorosso. I club maggiormente indiziati per portare a termine la trattativa restano la Fiorentina e la Juventus per quanto riguarda il nostro campionato, sebbene si siano decisamente defilate rispetto a qualche mese fa. In pole troviamo club inglesi che sembrano disposti a concedere una chance in Premier League al centravanti giallorosso. <BR>C1007650adm001adm00120121119_osvaldo4.jpgSiNroma-osvaldo-verso-la-premier-league-1011044.htmSiT1000012100075701,02,03,06030259
891011027NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, tutti gli affari già conclusi: da Laxalt a Icardi20130318192227interCome riporta Sky Sport Come riporta Sky Sport sarà rivoluzione in casa Inter la prossima estate. Rivoluzione che potrebbe coinvolgere anche i vertici societari nerazzurri, ma che, principalmente, dovrà rifondare la rosa interista. Per questo motivo, infatti, gli uomini di mercato di Moratti si sono già messi a lavoro concludendo cinque affari in vista della prossima sessione di mercato estiva. Dopo aver bloccato il giovane Laxalt a fine gennaio, Branca ed Ausilio hanno trovato l'accordo con Andreolli e Campagnaro, entrambi in scadenza a giugno, per portarli a Milano dalla prossima estate insieme. In scadenza a giugno proprio come Ruben Botta, talento classe '90 del Tigre, che da tempo era anche nel mirino della Juventus. Il pezzo pregiato del prossimo mercato, però, sarà Mauro Icardi. L'Inter ha praticamente chiuso con la Sampdoria per una cifra che si aggira sui 13 milioni e l'attaccante argentino sarà l'erede di Diego Milito.C1007650adm001adm001laxalt.jpgSiNinter-tutti-gli-affari-gia-conclusi-da-laxalt-a-icardi-1011027.htmSiT1000026100075701,02,03030315
901010925NewsCampionatiRoma-Parma, si giocherà regolarmente20130314124045serie a, roma, parmaSecondo quanto riportato da Sky SportSecondo quanto riportato da Sky Sport, si dovrebbe giocare regolarmente la sfida di domenica sera fra Roma e Parma. Inizialmente si era pensato ad un possibile spostamento, dato che sabato ci sarà la partita di rugby fra Italia e Irlanda e la domenica mattina è prevista anche la maratona a Roma. Inoltre potrebbero esserci anche disagi per la prima domenica in Vaticano del nuovo Papa Francesco. Ad ogni modo la partita dovrebbe svolgersi appunto regolarmente.C1007650adm001adm001andreazzoli.jpgSiNserie-a-roma-parma-si-giochera-regolarmente-1010925.htmNoT1000012,T1000016100075701,02,03030437
911010889NewsCampionatiMilan, Allegri: «Non mi pento delle decisioni iniziali»20130312230778milan, allegriNel post-partita di Barcellona-Milan, i microfoni di Sky Sport Nel post-partita di Barcellona-Milan, i microfoni di Sky Sport hanno interpellato in mixed zone il tecnico rossonero Massimiliano Allegri, per un commento sulla gara che segna l'addio alla Champions della formazione italiana: "Credo che stasera il Barcellona ha fatto una gara straordinaria, soprattutto nella prima mezz'ora, anche se non hanno tirato molto in porta. Nel primo tempo abbiamo avuto tante difficoltà nell'uscire, ma dopo tutto la qualificazione si giocava sul filo di lana, questione di centimetri ed è andata così: palo di Niang e gol subito nell'azione successiva. Questa sconfitta dispiace, per la società, per i ragazzi che volevano fare la grande impresa e se la meritavano. Nonostante tutto fino alla fine l'abbiamo tenuta in piedi ed abbiamo avute diverse occasioni per far gol. E' una squadra giovane con poca esperienza di Champions".<br><br> Cosa penserai quando rivedrai l'occasione di Niang?<BR>"Non la rivedrò, ora l'obiettivo è centrare la Champions League per l'anno prossimo e penso già al Palermo. Questa è una partita che ci vede far crescere. All'andata abbiamo fatto gol sul rimpallo, mentre il palo ci ha negato oggi un gol che valeva quasi la qualificazione".<br><br> Più merito del Barcellona che demerito del Milan?<BR>"Sono d'accordo ma verrà dipinta come un mezzo disastro. Loro ci hanno messo in grande pressione, l'azione del primo gol è stata fantastica, mentre secondo terzo e quarto sono errori su uscite nostre. Loro hanno rallentato ma non siamo riusciti a segnare. Con un pizzico di fortuna sull'azione di Niang magari commentavamo un'altra partita".<br><br> I campioni come Messi fanno la differenza?<BR>"E' normale, altrimenti non ci sarebbero giocatori come Messi e Iniestra che continuano a dribblare con una classe impressionante. Dispiace un po' per l'ultima azione perchè potevamo mettere la palla in area ed abbiamo preso il quarto".<br><br> Rifaresti le stesse scelte, anche nella proposizione di tanti giovani?<BR>"Si, per fare queste partite non c'è bisogno di vecchi o giovani, ma di gente che ha gamba. Niang se faceva quel gol diventava una scelta azzeccata. Ora però dobbiamo pensare al Palermo e dimenticarci subito questa serata".<br><br>C1007650adm001adm001allegri_600x449.jpgSiNmilan-allegri-non-mi-pento-delle-decisioni-iniziali-1010889.htmSiT1000027100075701,02,03,07030128
921010859NewsCampionatiMilan, Allegri: «Non possiamo solo difenderci. Servirà anche un po` di fortuna»20130311192036milan, allegriIntervistato da Sky Sport Intervistato da Sky Sport, il tecnico del Milan Massimiliano Allegri ha parlato alla vigilia del ritorno degli ottavi di finale di Champions sul campo del Barcellona: "Dobbiamo essere bravi a non farci fare la festa, sarà una gara difficile ovviamente e ci vorrà una prestazione migliore di quella dell'andata. Domani sera dovremo fare ancora meglio la fase offensiva, capitalizzare le occasioni che ci capiteranno. Dovremo trovare la serenità per giocare a calcio, la partita chiaramente la faranno loro. Servirà anche un pizzico di fortuna, Messi, Xavi, Iniesta e gli altri non li scopriamo di certo oggi".<br><br>Mexes-Zapata vuoi riproporre?<br>"Bisognerà vedere come sta Mexes, altrimenti ci sono Bonera o Yepes. Quest'ultimo venerdì ha giocato una buona partita e quindi sono tranquillo".<br><br>Rammarico per l'assenza di Pazzini?<br>"Ci sono diverse soluzioni, vedrò quale sarà la migliore. Bojan sta bene, stessa cosa per Robinho. La partita sarà lunga dovremo fare bene per cento minuti, sperando possano bastare".<br><br>Berlusconi ti ha chiamato?<br>"Non ancora, sarebbe stato bello averlo con la squadra, vicino ai ragazzi che sono arrivati a giocarsi una partita di grande livello".<br><br>Situazione della squadra è positiva?<br>"Sì, viviamo la situazione serenamente. Stiamo facendo bene in campionato e ci giochiamo domani una partita importante. E' altrettanto importante giocarci le nostre possibilità per accedere in Champions direttamente. Il secondo posto è difficile, veniamo da tanti risultati positivi e le gare saranno sempre più difficili".<br><br>&nbsp;<br><br>&nbsp;<br><br>&nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001allegri_600x449.jpgSiNmilan-allegri-non-possiamo-solo-difenderci-servira-anche-un-po-di-fortuna-1010859.htmSiT1000027100075501,02,03030183
931010834NewsCampionatiMilan, Galliani: «Col Barcellona proveremo a giocarcela. Dispiaciuto per Pazzini»20130311122111milan, gallianiAdriano Galliani ha parlato prima della partenza per Barcellona ai microfoni di Sky SportAdriano Galliani ha parlato prima della partenza per Barcellona ai microfoni di Sky Sport: "Domani sera troveremo 100 mila persone allo stadio, quindi un ambiente caldissimo. Siamo arrivati qua e ce la giocheremo. Pazzini? Peccato, peccato, peccato. Era in un momento magico ma quell'intervento ce lo ha tolto. Il nostro momento? Quello che abbiamo fatto in questo periodo è qualcosa di straordinario. Ieri ho sentito il presidente, purtroppo è in ospedale ma i risultati della giornata lo hanno rasserenato. La sconfitta del Napoli? Autorizza a pensare che il secondo posto adesso è a 2 punti, che comunque sono tanti. Vincendo la classifica si accorcia davanti e si accorcia dietro. Oggi però pensiamo solo al Barcellona, lasciamo stare il campionato. Andiamo là per giocarci una grande partita. Assenti? Vediamo Mexes se può farcela. Chi sostituirà Pazzini farà bene. De Sciglio centrale? E' un giocatore straordinario ovunque. Sembra un po' Costacurta anche se ha caratteristiche diverse. Messi? E' un mostro, segna con una continuità incredibile. Speriamo che si prenda un martedì di riposo".C1007650adm001adm001galliani.jpgSiNmilan-galliani-col-barcellona-proveremo-a-giocarcela-1010834.htmSiT1000027100075701,02,03,07,08030228
941010740NewsCalciomercatoPescara, salta accordo con Giampaolo20130305123532pescara, giampaoloSecondo quanto appena riportato da Sky Sport Secondo quanto appena riportato da Sky Sport sarebbe saltato l'accordo tra il Pescara e l'allenatore Marco Giampaolo. L'incontro tra le parti, dunque, non è andato a buon fine.C1007650adm001adm001togni-lacrime.jpgSiNpescara-salta-accordo-con-giampaolo-1010740.htmNoT1000095100075701,02,03030200
951010682NewsCampionatiInter, Cassano scalpita per il Catania20130301174915inter, cassanoAntonio Cassano si gioca un posto da titolare a CataniaAntonio Cassano si gioca un posto da titolare a Catania. E secondo Sky Sport 24, in allenamento alla Pinetina, Antonio ha subito dimostrato la sua grande voglia mettendosi in mostra con giocate del suo spessore. Adesso, vuole affiancare Rocchi o Palacio nel reparto offensivo.C1007650adm001adm001cassano-6.jpgSiNinter-cassano-pronto-per-il-catania-1010682.htmNoT1000026100075501,02,03030347
961010671NewsCalciomercatoCalciomercato Roma, l`Anzhi vuole Osvaldo20130301133442roma, osvaldoL`attaccante della Roma, grazie alla buona stagione con la maglia giallorossa, sta attirando L'attaccante della Roma, grazie alla buona stagione con la maglia giallorossa, sta attirando su di se le attenzioni di diversi club, italiani ed esteri. Fra le squadre interessate, riporta Sky Sport, ci sarebbe anche il ricchissimo Anzhi di Eto'o. I russi, a testimonianza dell'interesse, invieranno un loro emissario all'Olimpico domenica sera per seguire il match fra la Roma ed il Genoa. L'obiettivo dichiarato, come detto, è Pablo Daniel Osvaldo.C1007650adm001adm001osvaldo-6.jpgSiNroma-l-anzhi-vuole-osvaldo-1010671.htmSiT1000012100075501,02,03030578
971010664NewsFormula 1Formula 1 2013 in diretta solo su Sky. La Rai trasmetterà solo 9 GP, gli altri in differita20130228235335rai,sky,formula 1,mondiale 2013,diretta,streaming,diritti TVUn offerta completa su Sky. Sulla RAI solo le briciole.<DIV>Il colosso di Rupert Murdoch ha acquisito a partire dal 2013 l'esclusiva dei diritti TV della Formula 1 a partire dal 2013, ed ha destinato a questo sport un intero canale, il 206, con il nome di Sky Sport F1 HD, il cui palinsesto prevede 24 ore al giorno e 7 giorni su 7 solo programmi sulla F1, dedicati sia al campionato in corso che a quelli precedenti, in quanto Sky ha acquisito i diritti anche sui filmati storici.</DIV> <DIV>Nei week-end dei gran premi, il canale F1 metterà a disposizione degli appassionati ben 9 canali dedicati e selezionabili dal telespettatore, sempre in HD , tra cui 4 onboard camera (di cui uno sceldo dagli abbonati sky), le riprese dalla pitlane, il race tracker, il live timing, le classifiche piloti e costruttori e le griglie di partenza in tempo reale.</DIV> <DIV>Nello specifico, ci saranno 3 camera car onboard scelti tra i 22 piloti in gara; uno dei camera car verrà deciso dagli spettatori sky che potranno votare quale pilota vedere.</DIV> <DIV>Il canale pitlane con il col sistema picture in picture mostrerà ciò che accade ai muretti dei vari team e nei pit stop.</DIV> <DIV>Gli spettatori avranno inoltre il Race Control, un opzione che darà la possibilità di seguire 4 segnali video contemporanemente e chè è la stessa che utilizzano i team sul monitor al muretto: la regia principale, una onboard camera, il race tracker e il live timing.</DIV> <DIV>Una grande novità quindi per gli appassionati che avranno a disposizione molto più materiale delle striminzite riprese che metteva a disposizione la RAI, ma ciò solo per chi può permettersi l'abbonamento a SKY TV.</DIV> <DIV>Per chi non può pagare un secondo canone, la Rai trasmetterà in diretta solo nove gare mentre per i restanti undici appuntamenti gli appassionati dovranno accontentarsi di vederli in differita con circa quattro ore di ritardo.</DIV><BR><PRE style="BACKGROUND-COLOR: #030303; WIDTH: 616px; OVERFLOW: auto"><FONT color=#fefefe><SPAN style="LINE-HEIGHT: 19px">Calendario SKY Data GP Libere 1 Libere 2 Libere 3 Qualif. GARA Venerdì Venerdi Sabato Sabato Domenica 15-17 Mar Australia 02:30-04:00 06:30-08.00 04:00-05:00 07:00 07:00 22-24 Mar Malesia 03:00-04:30 07:00-08.30 06:00-07:00 09:00 09:00 12-14 Apr Cina 04:00-05:30 08:00-09.30 05:00-06:00 08:00 09:00 19-21 Apr Bahrain 10:00-11:30 14:00-15:30 11:00-12:00 14:00 15:00 10-12 Mag Spagna 10:00-11:30 14:00-15:30 11:00-12:00 14:00 14:00 23-26 Mag Monaco 10:00-11:30 14:00-15:30 11:00-12:00 14:00 14:00 07-09 Giu Canada 16:00-17:30 20:00-21.30 16:00-17:00 19:00 20:00 28-30 Giu Bretagna 11:00-12:30 15:00-16.30 11:00-12:00 14:00 14:00 05-07 Lug Germania 10:00-11:30 14:00-15.30 11:00-12:00 14:00 14:00 26-28 Lug Ungheria 10:00-11:30 14:00-15.30 11:00-12:00 14:00 14:00 23-25 Ago Belgio 10:00-11:30 14:00-15.30 11:00-12:00 14:00 14:00 06-08 Set Italia 10:00-11:30 14:00-15.30 11:00-12:00 14:00 14:00 20-22 Set Singapore 02:00-13:30 15:30-17.00 12:00-13:00 15:00 14:00 04-06 Ott Corea S. 03:00-04:30 07:00-08.30 04:00-05:00 07:00 08:00 11-13 Ott Giappone 03:00-04:30 07:00-08.30 04:00-05:00 07:00 08:00 25-27 Ott India 06:30-08:00 10:30-12:00 07:30-08:30 10:30 10:30 01-03 Nov Abu Dhabi 10:00-11:30 14:00-15.30 11:00-12:00 14:00 14:00 15-17 Nov USA 16:00-17:30 20:00-21:30 16:00-17:00 19:00 20:00 22-24 Nov Brasile 13:00-14:30 17:00-18.30 14:00-15:00 17:00 17:00 Calendario RAI Data 17 mar Australia differita<BR>24 mar Malesia differita 14 apr Cina diretta 21 apr Bahrain differita 12 mag Spagna diretta 26 mag Monaco differita 09 giu Canada diretta 30 giu Gran Bretagna differita 14 lug Germania differita 28 lug Ungheria diretta 25 ago Belgio differita 08 set Italia diretta 22 set Singapore diretta 06 ott Corea differita <BR></SPAN></FONT><FONT color=#fefefe><SPAN style="LINE-HEIGHT: 19px">13 ott Giappone diretta 27 ott India differita 03 nov Abu Dhabi differita 17 nov USA diretta 24 nov Brasile diretta <BR></SPAN></FONT><br><br></PRE>WM01MSWM01MSfernando-alonso-barcellona-2013.jpgSiNformula-1-formula-1-2013-diretta-su-sky-hd-alla-rai-solo-9-gare-1010664.htmSi100075601,02,03,04,06,07,08,09040713
981010626NewsCampionatiMilan, problema per Balotelli: l`attaccante si allena a parte20130226163224milan, balotelliAllenamento a parte per Mario Balotelli oggi a MilanelloAllenamento a parte per Mario Balotelli oggi a Milanello. L'attaccante rossonero ha risentito di un problema muscolare causato dallo scontro con Samir Handanovic nel derby di domenica. Lo riferisce Sky Sport.C1007650adm001adm001balotelli-6.jpgSiNmilan-problema-per-balotelli-l-attaccante-si-allena-a-parte-1010626.htmSiT1000027100075501,02,03030225
991010623NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, si presenta Carew: «E` la mia occasione»20130226160539inter, carewPrime parole di John Carew prima di firmare per l`InterPrime parole di John Carew prima di firmare per l'Inter. Il norvegese, arrivato a Milano, racconta le prime sensazioni. Quanto raccolto da Sky Sport: "Questa per me è una grande occasione. Mi sento in forma, in questi mesi ho viaggiato tanto e mi sono allenato tanto".C1007650adm001adm001carew.jpgSiNinter-si-presenta-carew-e-la-mia-occasione-1010623.htmSiT1000026100075501,02,03030392
1001010621NewsCampionatiCatania, Pulvirenti: «Lotteremo fino all`ultimo per l`Europa»20130226123643catania, pulvirentiQueste le parole di Antonino Pulvirenti, presidente del CataniaQueste le parole di Antonino Pulvirenti, presidente del Catania, ospite dei microfoni di SkySport: "Adesso le cose stanno andando bene, ma la cosa importante è cercare di fare sempre il proprio lavoro nel rispetto di tutto. Obiettivo Europa? Per noi è una novità assoluta, siamo abituati ad altri scenari. La classifica però dice questo e abbiamo l'obbligo di giocarcela per i nostri tifosi. A Catania il solo fatto di poter lottare per questo traguardo è un onore. Poi magari non ci riusciremo, ma è meraviglioso anche solo lottare. Il nostro è un lavoro che affonda le radici negli anni. Siamo cresciuti costantemente e i risultati di oggi sono figli della programmazione. Noi un modello? Questo non lo posso dire io, ma fa piacere. Anche noi abbiamo dei modelli come l'Udinese e il Chievo, cercando di carpirne i segreti per fare ancora meglio. Cosa chiedo ai miei ragazzi? Dobbiamo lottare per questo obiettivo importante perché è nostro dovere farlo per non buttare al vento la credibilità che abbiamo acquisito. E questo a partire dalla partita di domenica contro l'Inter. Il Palermo? Auguro ai rosanero di poter risalire. Con i tre punti sono ancora in piena corsa per risalire. Noi abbiamo vissuto questi momenti e ci siamo riusciti a salvare".<BR>C1007650adm001adm001pulvirenti1.jpgSiNcatania-pulvirenti-lotteremo-fino-all-ultimo-per-l-europa-1010621.htmSiT1000014100075501,02,03,09030134
1011010609NewsCampionatiNapoli, arrivato Maradona 20130225171349napoli, maradonaE` appena sbarcato Diego Armando Maradona a NapoliE' appena sbarcato Diego Armando Maradona a Napoli. Lo riporta Sky Sport 24. Grande accoglienza per l'idolo dei partenopei, salutato con slogan e cori da parte dei tifosi. Per domani è prevista una conferenza stampa.C1007650adm001adm001diego-armando-maradona.jpgSiNnapoli-arrivato-maradona-1010609.htmSiT1000017100075501,02,03030123
1021010608NewsCampionatiCatania, Maran: «Mi tengo Lodi a lungo»20130225171158catania, lodiIl tecnico del Catania Rolando Maran ai microfoni di Sky SportIl tecnico del Catania Rolando Maran ai microfoni di Sky risponde brevemente alle domande dei giornalisti e ai tweet dei tifosi: "Lodi? Me lo tengo stretto, poi vedremo a fine anno. Il terzo posto a sole tre lunghezze non me lo aspettavo. Vuol dire che abbiao lavorato bene, ci siamo guadagnati una bellissima classifica".C1007650adm001adm001lodi.jpgSiNcatania-maran-mi-tengo-lodi-a-lungo-1010608.htmSiT1000014100075501,02,0303095
1031010600NewsCampionatiParma, Donadoni: «Cambiare marcia subito»20130224194119parma, donadoniRoberto Donadoni, allenatore del Parma, ai microfoni di Sky Sport Roberto Donadoni, allenatore del Parma, ai microfoni di Sky Sport si dice deluso per il risultato casalingo contro il Catania e sprona i suoi a reagire in fretta: "Abbiamo preso troppo presto il gol su una disattenzione difensiva e questi ci ha colpito psicologicamente restando in balia del palleggio del Catania. Poi abbiamo preso il raddoppio poco prima dell'intervallo e anche questo ha pesato. I due gol sono arrivati per nostre disattenzioni e non per l'assetto difensivo. Dobbiamo stare più attenti. Nella ripresa abbiamo avuto una buona reazione, ma non è bastato. Dobbiamo cercare di essere più attenti fin dall'inizio e non reagire solo una volta che si va sotto nel risultato. A livelli psicologico l'assenza della vittoria pesa, ma noi dobbiamo superare questo ostacolo e ritrovare il nostro gioco per metterci alle spalle tutte le problematiche delle ultime settimane. Dobbiamo rimboccarci le maniche e rimetterci al lavoro per svoltare già dalla prossima gara. Sono certo che giocando come sappiamo non avremo alcuna difficoltà a ragiungere i nostri obiettivbi e superare un momento no come questo".<BR>C1007650adm001adm001donadoni.jpgSiNparma-donadoni-cambiare-marcia-subito-1010600.htmNoT1000016100075501,02,03,09030474
1041010548NewsCampionatiEuropa League, Lazio-Borussia Moenchengladbach: le probabili formazioni20130221112616europa league. lazio, borussia moenchengladbachQuesta sera scende in campo in Europa League anche la LazioQuesta sera scende in campo in Europa League anche la Lazio. Alle 19.00 (visibile su Italia 1, Sky e Mediaset Premium), la squadra di Petkovic dopo lo scivolone in campionato a Siena vuole, davanti al suo pubblic,o dare subito una prova di forza. <BR><BR>Lazio (4-4-2): Marchetti; Konko, Ciani, Biava, Radu; Candreva, Hernanes, Gonzalez, Lulic; Kozak, Floccari. All.: Petkovic<BR><BR>Borussia Mönchengladbach (4-4-2): Ter Stegen; Stranzl, Brouwers, Alvaro Dominguèz, Wendt; Cigerci, Jantschke, Nordtveit, Arango; De Jong, Herrmann. All.: Favre<BR><BR>Arbitro: Hùseyin Gocek (Turchia) <BR><BR>&nbsp;<BR><BR>C1007650adm001adm001esultanza-ciani-floccari-onazi-e1353255690451.jpgSiNeuropa-league-lazio-borussia-moenchengladbach-probabili-formaizoni-1010548.htmSiT1000018100075501,02,03030175
1051010545NewsCampionatiBarcellona, Piqué: «Meritato di perdere»20130220232559barcellona, piquéIntercettato da Sky Sport al termine di Milan-Barcellona, Gerard Piqué Intercettato da Sky Sport al termine di Milan-Barcellona, Gerard Piqué ha commentato il ko della formazione catalana a San Siro: "Abbiamo giocato molto male, non abbiamo trovato la rete in avvio nonostante la nostra supremazia. Abbiamo creato tante occasioni da gol, dobbiamo fare molto di più per passare; vincere a San Siro è difficile, il Milan - spiega il difensore spagnolo - ha tenuto alto il ritmo. Lo ammetto, abbiamo giocato male".<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650adm001adm0011810050_w2.jpgSiNbarcellona-pique-meritato-di-perdere-1010545.htmSiT1000027100075501,02,03,07030129
1061010544NewsCampionatiMilan, Allegri: «Ci ho creduto»20130220232358milan, allegriGrande gioia in casa Milan per la vittoria ai danni del Barcellona. Massimo Allegri non ha nascosto la propria soddisfazione nell`intervista rilasciata a Sky Sport al termine della sfida di San SiroGrande gioia in casa Milan per la vittoria ai danni del Barcellona. Massimo Allegri non ha nascosto la propria soddisfazione nell'intervista rilasciata a Sky Sport al termine della sfida di San Siro: "La squadra ha disputato un'ottima gara, i ragazzi sono stati bravissimi non concedendo nulla al Barcellona. Nel primo tempo abbiamo avuto tre o quattro situazioni da sfruttare meglio, i ragazzi hanno meritato la vittoria. Avremmo potuto segnare anche il 3-0; si tratta di una vittoria di tutto il club. La società è stata paziente a dare fiducia a me e ai ragazzi, facendo inoltre un grande investimento con Balotelli".<br><br> Milan finalmente al top? "I ragazzi stanno migliorando settimana dopo settimana, adesso dovremo fare bene nel derby contro l'Inter. Questa sera resterà nella memoria, ma adesso dobbiamo proiettarci al campionato e pensare a conquistare il terzo posto".<br><br> L'atteggiamento da adottare al Camp Nou? "Bisogna fare gol. Il Barcellona sul proprio campo ha una media realizzativa pazzesca, dovremo disputare una gara molto attenta e addirittura migliore della prestazione di questa sera".<br><br> Pazzini dall'inizio? "L'anno scorso la difesa blaugrana soffriva le palle alte, Pazzini è bravo nei colpi di testa. Inoltre Giampaolo poteva farci conquistare maggior spazio in avanti vista la maggiore esperienza rispetto a Niang".<br><br> Barcellona sicuro di passare il turno? "Nessuno si aspettava di vincere 2-0, andremo lì cercando di fare la nostra gara. Sono dispiaciuto perché c'è stata l'occasione di segnare la terza rete". <BR><br><br>C1007650adm001adm001allegri_600x449.jpgSiNmilan-allegri-ci-ho-creduto-1010544.htmSiT1000027100075501,02,03,07030168
1071010543NewsCampionatiMilan, Montolivo: «Successo inaspettato. Con la Juventus la gara della svolta»20130220232216milan, montolivo«Ci è andata bene, a Barcellona ci attende una battaglia«. "Ci è andata bene, a Barcellona ci attende una battaglia". Esordisce così ai microfoni di Sky Sport il centrocampista del Milan Riccardo Montolivo, tra i protagonisti a San Siro del successo contro il Barcellona. L'ex Fiorentina ha poi dichiarato: "Siamo stati molto bravi, avevamo preparato la gara in questo modo. Abbiamo seguito le indicazioni di Allegri, il Barcellona è una squadra formidabile. Ci è andata bene, a Barcellona ci attende una battaglia".<br><br> Vantaggio importante? "Sicuramente è stato un risultato inaspettato, abbiamo battuto la squadra più forte al mondo ma al ritorno dovremo prestare la massima attenzione. Complimenti a noi, la vittoria è da dedicare al presidente e a tutti i tifosi".<br><br> Derby contro l'Inter? "Avremo grande entusiasmo, da mesi stiamo facendo benissimo con Allegri. Questa sera è stata la ciliegina sulla torta. La gara della svolta? Credo quella contro la Juventus". <BR><br><br>C1007650adm001adm001montolivo-6.jpgSiNmilan-montolivo-successo-inaspettato-con-la-juventus-la-gara-della-svolta-1010543.htmSiT1000027100075501,02,03,06,07030143
1081010535NewsCampionatiChampions League, Milan-Barcellona: le probabili formazioni20130220104254milan, barcellonaDopo tanta attesa alle 20.45 la squadra di Allegri, in uno stadio tutto esaurito, se la gioca nella super sfida europea contro il BarcellonaDopo tanta attesa alle 20.45 (visibile su Canale 5, Sky e Mediaset Premium) la squadra di Allegri, in uno stadio tutto esaurito, se la gioca nella super sfida europea contro i mostri sacri del Barcellona. I rossoneri non avranno in campo Balotelli ma si affidano in avanti all'estro di El Shaarawy e Boateng. Mentre dall'altra parte solito modulo collaudato con Pedro e l'alieno Messi. Ecco le probabili formazioni:<BR><BR>Milan (4-3-3):Abbiati; Abate, Mexes, Zapata, Constant; Montolivo, Ambrosini, Muntari; Boateng, Pazzini, El Shaarawy. A disp.: Amelia, Yepes, De Sciglio, Cristante, Traoré, Bojan, Niang. All.: Allegri.<BR><BR>(4-3-3): Valdes; Dani Alves, Piqué, Puyol, Jordi Alba; Xavi, Busquets, Fabregas; Pedro, Messi, Iniesta. A disp.: Pinto, Montoya, Mascherano, Song, Thiago, Sanchez, Tello. All.: Roura.<BR><BR>Arbitro: Thomson (Scozia).<BR><BR><BR>C1007650adm001adm001elsha420.jpgSiNchampions-league-milan-barcellona-le-probabili-formazioni-1010535.htmSiT1000027100075501,02,03,07030209
1091010507NewsCampionatiMilan, in vista del Barcellona torna in gruppo El Shaarawy20130218122625milan, el shaarawySecondo quanto riportato da Sky Sport Stephan El Shaarawy Secondo quanto riportato da Sky Sport Stephan El Shaarawy è tornato a lavorare con il gruppo dopo il fastidio rimediato al ginocchio. Possibile, dunque, il suo impiego in Champions contro il Barcellona.<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001el-shaarawy-6.jpgSiNmilan-in-vista-del-barcellona-torna-in-gruppo-el-shaarawy-1010507.htmSiT1000027100075501,02,03,07030147
1101010491NewsCampionatiTorino, Ventura: «Cerci è da Nazionale. Ha tanta qualità»20130217195419torino, venturaGiampietro Ventura, tecnico del Torino, ai microfoni di Sky SportGiampietro Ventura, tecnico del Torino, ai microfoni di Sky Sport elogia la prestazione dell'esterno Cerci proponendolo a Prandelli e non mettendo limiti alla sua crescita: "Cerci è un giocatore che ha qualità importanti e che negli ultimi mesi ha capito quale strada seguire per tornare il giocatore che conoscevo. Ha ancora margini di miglioramento sia mentalmente sia fisicamente perché può diventare un giocatore devastante. Gli ho chiesto di usare di più la testa e restare sempre concentrato. Credo comunque che ancora il vero Cerci non l'abbia mai visto nessuno: se continuerà così potrò diventare un giocatore importante per noi e per la Nazionale. - continua Ventura parlando del Torino e dell'atmosfera che si respira in città - È gratificante vedere che l'atmosfera attorno al Torino si sia rasserenata in questi ultimi 18 mesi e che i tifosi abbiano ritrovato l'orgoglio granata che si era un po' perduto. Oggi abbiamo fatto una partita di grande personalità contro una squadra ostica come l'Atalanta e credo che i tifosi siano contenti di ciò e siano orgogliosi di poter vedere una squadra che non solo vince, ma diverte. Spero che presto si potrà giocare in questa maniera con continuità".<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001Giampiero-Ventura-tecnico-del-Bari.jpgSiNtorino-ventura-cerci-e-da-nazionale-ha-tanta-qualita-1010491.htmSiT1000099100075501,02,0303071
1111010489NewsCampionatiCatania, Maran: «Vogliamo fare ancora meglio»20130217195120catania, maranRolando Maran, tecnico del Catania, ai microfoni di Sky Sport si congratula Rolando Maran, tecnico del Catania, ai microfoni di Sky Sport si congratula con la squadra per il raggiungimento della salvezza e rilancia le ambizioni della sua squadra: "Oggi c'era da gioire per aver raggiunto l'obiettivo salvezza a metà febbraio. Il presidente giustamente alza l'asticella per motivarci ancora di più, ma nois siamo consapevoli di poter continuare a giocare in questo modo e far sognare noi stessi e i nostri tifosi cercando di raggiungere un traguardo che resta comunque difficile. Dobbiamo avere maggiore continuità e migliorarci ulteriormente attraverso il lavoro perché possono arrivare soddisfazioni che non ci saremmo mai aspettati di ottenere. Io qui sto bene, stiamo facendo una stagione straordinaria e penso solo a questo e non al mio futuro. Penso solo a continuare a sognare con questa squadra. La mia e quella di Montella sono due squadre diverse anche se hanno moltissimi uomini in comune, diverse ma non peggiore o migliore. Stiamo correndo molto forte grazie alla duttilità e alle qualità di questi giocatori. Almiron? È un grande giocatore e un ragazzo fantastico, per me è difficile capire perché non abbia sfondato in una grande squadra".C1007650adm001adm001almiron.jpgSiNcatania-maran-vogliamo-fare-ancora-meglio-1010489.htmNoT1000014100075501,02,03,09030296
1121010488NewsCampionatiNapoli, Cannavaro infuriato: «Campo indegno»20130217194936napoli, cannavaroCertamente il pari rappresenta una occasione persaIntervistato da Sky Sport al 90' di Napoli-Sampdoria, Paolo Cannavaro ha dichiarato: "Fischi del San Paolo? Certamente il pari rappresenta una occasione persa ma il campionato non è finito, siamo rammaricati di non poter giocare su un campo perfetto. È un miracolo giocare su un campo del genere, non è un alibi ma in questo caso viene penalizzato sempre chi ha maggiore tasso tecnico. La Sampdoria è venuta a Napoli per il pari, non mi aspettavo di più da noi perché abbiamo fatto tanto e disputato una buona gara. Volevamo vincere, ma è difficile farlo quando di fronte c'è una squadra che si chiude con otto uomini". <BR>C1007650adm001adm001208452hp2.jpgSiNnapoli-cannavaro-infuriato-campo-indegno-1010488.htmSiT1000017100075501,02,03,08030177
1131010466NewsCampionatiMilan, Balotelli: «Partita dura. Ora il Barcellona poi penseremo all`Inter»20130215230654milan, balotelliIntervenendo a Sky Sport, Mario Balotelli ha commentato il successo sul ParmaIntervenendo a Sky Sport, Mario Balotelli ha commentato la vittoria per 2-1 raccolta sul Parma: "E' stata dura, se l'arbitro si decide a fischiare dei falli forse non esco con tutti questi graffi sulle gambe, poi se lo faccio io invece vengo subito ammonito o espulso. Niang? Avevo sbagliato due punizioni, gli ho detto che ne tiravo ancora una e poi sarebbe toccato a lui. Sto giocando con continuità e quindi riprendendo la forma migliore. Inter? Starò vicino ai miei compagni per il Barcellona, poi penseremo al derby".C1007650adm001adm001balotelli-6.jpgSiNmilan-balotelli-partita-dura-ora-il-barcellona-poi-penseremo-all-inter-1010466.htmNoT1000027100075501,02,03,07030141
1141010450NewsCampionatiInter, stagione finita per Milito. Il rammarico di Stramaccioni20130214230811inter, militoIl tecinico dell`Inter Andrea Stramaccioni ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo il 2-0 rifilato al ClujIl tecinico dell'Inter Andrea Stramaccioni ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo il 2-0 rifilato al Cluj. Ma l'argomento del giorno è l'infortunio di Diego Milito, per cui la stagione sembra ormai finita: "Dobbiamo guardare avanti, ma è un momento bruttissimo per noi. Rivedere le immagini dell'infortunio fa male, noi dell'Inter vogliamo bene a Milito che è un ragazzo straordinario e proveremo a stargli vicino. Sulla partita posso dire che dopo Siena credo che l'Inter abbia girato pagina. Abbiamo giocato una grande gara, non abbiamo rischiato quasi nulla se non su un calcio di punizione contro una buonissima squadra. Stasera abbiamo perso il giocatore principale del nostro schema d'attacco, ma abbiamo nel tridente una valida alternativa. Il risultato poteva essere più ampio, potevamo sbloccarla prima.<br><br> Kovacic? Oggi era protetto da Gargano e Cambiasso e ha potuto far vedere tutte le sue caratteristiche, l'assist per il 2-0 lo dimostra. Ora gli ho proibito di parlare con la stampa, in questo momento un talento del genere va gestito a fari spenti. Noi giochiamo quasi sempre con tre punte o due e mezzo, quindi uno come lui mi serve in cabina di regia. Oggi si è visto anche se era la sua seconda partita nell'Inter. Veste una maglia importante ma ha l'umiltà giusta per portarla, ora sta a me gestirlo al meglio. Cassano? L'ho tolto perché con l'infortunio di Diego ho bisogno di gestire lui e Palacio, poi ovviamente lui vorrebbe giocare sempre tutta la gara. A me piacciono i giocatori che vogliono stare sempre, in campo, l'importante è che lo facciano nel rispetto dei compagni. Credo che stasera abbiamo fatto dei passi in avanti nella costruzione del gioco, sono due gare che l'Inter disputa offrendo un gioco piacevole e questo è l'aspetto più positivo".<br><br>C1007650adm001adm001C_3_Media_1521781_immagine_obig.jpgSiNinter-stagione-finita-per-milito-il-rammarico-di-stramaccioni-1010450.htmSiT1000026100075701,02,03030215
1151010441NewsCampionatiRoma, Osvaldo potrebbe saltare la Juventus20130214121320roma, osvaldoRoma OsvaldoSecondo quanto riportato da Sky Sport Osvaldo è a rischio per la gara contro la Juventus di sabato sera. L'attaccante sente ancora dolore al ginocchio destro.C1007650adm001adm001osvaldo-6.jpgSiNroma-osvaldo-potrebbe-saltare-la-juventus-1010441.htmNoT1000012100075501,02,03,0603096
1161010435NewsCampionatiNapoli, Insigne salta l`Europa League20130214111811napoli, insigneNapoli InsigneNon ci sarà Lorenzo Insigne nella partita di Europa League di questa sera contro il Viktoria Plzen. Come riportato da Sky Sport, l'attaccante napoletano è stato fermato dall'influenza e ha lasciato il ritiro di Castel Volturno.<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001insigne.jpegSiNnapoli-insigne-salta-l-europa-league-1010435.htmNoT1000017100075501,02,03,08030129
1171010423NewsCampionatiEuropa League: le probabili formazioni dei match di Napoli, Inter e Lazio 20130213154942europa leagueEuropa LeagueIl match di Europa League inizia alle 19.00 (visibile su Sky e Mediaset Premium).<br><br> Napoli (3-4-1-2): Rosati; Gamberini, Rolando, Britos; Maggio, Donadel, Dzemaili, Zuniga; El Kaddouri, Insigne, Cavani. A disposizione: De Sanctis, Grava, Cannavaro, Inler, Hamsik, Pandev, Calaiò. All. Mazzarri<br><br> Viktoria Plzen (4-4-2): Kozáčik; Limbersky, Rajtoral, Hejda, Reznik; Zeman, Hanousek, Horvat, Darida; Duris, Bakoš. A disposizione: Bolek, Procházka, Ševinský, Malakyan, Štípek, Hora, Fillo. All. Vrba<br><br> Arbitro: Pol Van Boekel (Olanda)<br><br> &nbsp;<br><br> Alle 21.05 (visibile su Italia 1, Sky e Mediaset Premium).<br><br> Inter (4-3-1-2): Handanovic; Zanetti, Cambiasso, Ranocchia, Pereira; Guarin, Gargano, Kovacic; Alvarez; Milito, Palacio. All.: Stramaccioni.<br><br> Cluj (4-2-3-1): Mario Felgueiras; Ivo Pinto, Cadu, Piccolo, Camora; Muresan, Luis Alberto; Sougou, Ruio Pedro, Rafael Bastos; Kapetanos. All.: Paulo Sergio<br><br> Arbitro: Michael Koukoulakis (GRE)<br><br> &nbsp;<br><br> Domani sera alle 21.05 (visibile su Sky e Mediaset Premium) sfida in Germania per i ragazzi di Petkovic. <br><br> <BR>Borussia M. (4-2-2-2): Stegen; Alvaro Dominguez, Jantschke, Brouwers, Wendt; Xhaka, Nordtveit; Arango, Herrmann; Hanke, L. De Jong. A disp: Heimeroth, Birk, Jantschke, Dams, Daems, Rupp, Marx, Korb, Mlapa, Hrgota. All.: Lucien Favre.<br><br> Lazio (4-5-1): Marchetti; Konko, Biava, Ciani, Radu; Candreva, Ledesma, Hernanes, Gonzales, Mauri; Floccari. A disp: Bizzari, Dias, Lulic, Cana, Onazi, Ederson, Pereirinha, Rozzi, Kozak. All.: Petkovic.<br><br> Arbitro: Sergei Karasev (RUS)<br><br> &nbsp;<br><br> &nbsp;<br><br> <BR>&nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001petkovic.jpgSiNeuropa-league-le-probabili-formazioni-dei-match-di-napoli-inter-e-lazio-1010423.htmSi100075501,02,03,06,07,08,09030265
1181010417NewsCalciomercatoFiorentina, arrivato Sissoko: «Contento di essere tornato in Italia»20130213113027fiorentina, sissokoFiorentina SissokoI colleghi di Sky Sport hanno riportato brevi dichiarazioni di Momo Sissoko, atterrato a Firenze da pochi minuti. "Sono felice di essere tornato in Italia. Spero di giocare e di far bene".C1007650adm001adm001mohamedi-sissoko-560x415.jpgSiNfiorentina-arrivato-sissoko-contento-di-essere-tornato-in-italia-1010417.htmSiT1000024100075501,02,03030224
1191010416NewsCampionatiTorino, Ventura: «Siamo cresciuti molto»20130213112923torino, venturaTorino VenturaIl tecnico del Torino, Giampiero Ventura, ha rilasciato qualche dichiarazioni ai microfoni di Sky per presentare la sfida contro l'Atalanta del prossimo week end: "Il Torino è cambiato perché è cresciuto, ma è cambiata anche l'Atalanta, oltretutto mi sembra che abbia anche modificato il modulo. Noi siamo cresciuti sul piano della consapevolezza dei nostri mezzi. Ci sta poi nelle ultime 8-9 partite di sbagliare un tempo: succede alle grandi squadre e quindi può succedere anche a noi. L'Atalanta preoccupa per i singoli e per come prepara le partite fuori casa".<BR>C1007650adm001adm001Giampiero-Ventura-tecnico-del-Bari.jpgSiNtorino-ventura-siamo-cresciuti-molto-1010416.htmNoT1000099100075501,02,03030120
1201010409NewsCalciomercatoMilan, vicino l`accordo sul rinnovo di El Shaarawy 20130212195546milan, el shaarawyMilan El Shaarawy<BR>Giornata importante per il rinnovo del contratto di Stephan El Shaarawy (20), giovane stella rossonera e attuale capocannoniere della squadra guidata da Allegri. Oggi l'amministratore delegato Adriano Galliani ha incontrato l'entourage del giocatore. S'è discusso per circa due ore del rinnovo del contratto visto che il Faraone in questo momento guadagna 500mila euro netti l'anno.<br><br> Le due parti - rivela Sky Sport - sono vicine a un accordo, anche se non è stata definita l'intesa su tutti i dettagli. Tutti ostacoli, comunque, che verranno superati nei prossimi giorni. Il nuovo contratto avrà validità fino al 2018.<br><br>C1007650adm001adm001el-shaarawy-6.jpgSiNmilan-vicino-l-accordo-sul-rinnovo-di-el-shaarawy-1010409.htmSiT1000027100075501,02,03,07030269
1211010385NewsCampionatiChampions League, Celtic-Juventus: Matri favorito su Giovinco. Le probabili formazioni20130212165835celtic, juventusCeltic Juventus Probabili FormazioniQuesta sera alle 20.45, visibile su Sky e Mediaset Premium, riparte anche la Champions League per l'andata degli ottavi. La Juventus affronterà il Celtic di Glasgow. Bisogna risalire al 2005 per ritrovare le due formazioni contro e addirittura al 2001 per trovare un precedente in cui gli scozzesi sempre agli ottavi ebbero la meglio sui bianconeri. <BR><BR>Le probabili formazioni:<BR><BR>Celtic (4-4-2): Forster; Lustig, Wilson, Mulgrew, Izaguirre; S. Brown, Wanyama, Ledley, Commons; Samaras, Hooper. A disp.: Zaluska, Rogne, Igrhim, Watt, Miku, Lassad. All.: Lennon.<BR><BR>Juventus(3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Caceres; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Peluso; Matri, Vucinic. A disp.: Storari, Marrone, Pogba, Asamoah, Giaccherini, Giovinco, Quagliarella. All.: Conte.<BR><BR>Arbitro: Undiano Mallenco (Spagna)<BR><BR>C1007650adm001adm001mirko-vucinic-braccia-aperte.jpgSiNchampions-league-celtic-juventus-matri-favorito-su-giovinco-le-probabili-formazioni-1010385.htmSiT1000007100075501,02,03,06030363
1221010381NewsCalciomercatoCalciomercato Pescara, si aspettano Kasami e Kroldrup20130211195916pescara, kasami, kroldrupPescara Kasami KroldrupTramite il suo sito ufficiale, il collega di Sky Sport Gianluca Di Marzio ha dato gli ultimi aggiornamenti riguardanti le trattative ancora aperte in casa Pescara: "Il mercato del Pescara non è finito - si legge - . Non ci sono novità per Kasami, col passare dei giorni aumenta il pessimismo per i tempi tecnici dell'operazione. Difficile, quindi, che possa venire accolto il ricorso. In serata è attesa la risposta da Per Kroldrup, il Pescara ha offerto una prova. Se il giocatore accetterà e il provino, per essere valutato dopo l'infortunio al tendine d'Achille, sarà positivo, potrà poi firmare un contratto fino a giugno con opzione. Il giocatore sta valutando la proposta e in serata darà una risposta".C1007650adm001adm001togni-lacrime.jpgSiNpescara-si-aspettano-kasami-e-kroldrup-1010381.htmSiT1000095100075501,02,03030235
1231010378NewsCampionatiSiena, il talento Emeghara: «Prima seguivo l`Inter»20130211181020siena, emegharaSiena EmegharaAi microfoni di Sky Sport parla l'attaccante del Siena Innocent Emeghara: "Quando ho lasciato la Nigeria per la Svizzera non è stato facile, perché sono andato a vivere in un paese completamente diverso. Ma adesso sono felice, mi sono integrato bene. In Svizzera sono cresciuto molto come uomo e calciatore. Prima di venire in Italia seguivo molto l'Inter. C'era Ronaldo, motivo in più per guardare le partite. Ma anche la Juventus, con un campione come Alessandro Del Piero".C1007650adm001adm001emeghara.jpgSiNsiena-il-talento-emeghara-prima-seguivo-l-inter-1010378.htmSiT1000025100075501,02,03,06030211
1241010366NewsCampionatiCeltic, Forster: «Ci proveremo»20130211133433celtic, forsterCeltic ForsterAnche Fraser Forster, portiere del Celtic, ha parlato dell'imminente sfida di Champions League contro la Juventus: "Loro stanno facendo molto bene nel campionato italiano - le dichiarazioni a Sky Sports - e noi dovremmo fare un'attenzione particolare, sappiamo che sarà una sfida davvero dura. Loro hanno giocatori fantastici, ma noi ci crediamo".adm001adm001celtic.jpgSiNceltic-forster-ci-proveremo-1010366.htmNo100075501,02,03,06030123
1251010354NewsCampionatiRoma, Andreazzoli: «Soddisfatto nonostante il risultato»20130210194343roma, andreazzoliRoma AndreazzoliEsordio negativo per Aurelio Andreazzoli. Il neo tecnico della Roma ha parlato ai microfoni di Sky dopo la sconfitta subita in casa della Sampdoria: "Tutte le partite sono figlie degli episodi, sicuramente ce ne sono stati tanti che hanno inciso sul risultato finale. Quando si hanno episdosi sfavorevoli rimane l'amarezza, ma alla fine non è stato solo questo. Chi è il rigorista? Negli ultimi 20 anni è stato Totti. Non abbiamo mezzi per giudicare cosa sia successo tra Totti e Osvaldo, per cui non giudico. Al di là di questo io credo che non sia stato questo l'episodio decisivo sulla partita. La gara da parte nostra è stata ottima, io sono molto soddisfatta perché i ragazzi hanno fatto tutto ciò che ho chiesto loro. Osvaldo? Ha fatto bene, ha cercato di fare quello che gli era stato chiesto e come lui tutti gli altri. Abbiamo cercato di lavorare anche sull'autostima, i giocatori sentono l'influenza dell'ambiente e ne risentono. E' chiaro che avendo in campo Lamela il so che gli chiedo un sacrificio ma la squadra ha la possibilità di avere qualcosa in più da quella parte mentre a sinistra abbiamo qualcosa in meno. La gara è stata molto equilibrata, noi siamo stati un po' penalizzati ma abbiamo cercato ugualmente di mettere in campo tutto quello che avevamo. Io sono soddisfatto ma si gioca per il risultato e questo non ci soddisfa".<BR>C1007650adm001adm001andreazzoli.jpgSiNroma-andreazzoli-soddisfatto-nonostante-il-risultato-1010354.htmSiT1000012100075701,02,03030162
1261010353NewsCampionatiCagliari, Pulga: «Meritavamo di più»20130210194246cagliari, pulgaCagliari PulgaIvo Pulga, allenatore del Cagliari, ai microfoni di Sky Sport parla della crescita della sua squadra e si dice un pò rammaricato per il pari con il Milan: "L'handicap sono stati i risultati e le sei sconfitte di fila, spesso immeritate. Nel girone di ritorno stiamo marciando su altri ritmi, anche se stiamo raccogliendo meno di quello che avremmo meritato. Oggi ai punti avremmo dovuto vincere, ma non siamo stati cinici nel chiudere la gara quando potevamo concedendo poi il rigore nel finale che ci costringe al pari. Ibarbo ha sbagliato il gol più facile e fatto quello più difficile. Ma siamo felici per lui".<BR>C1007650adm001adm001lopez.jpgSiNcagliari-pulga-meritavamo-di-piu-1010353.htmNoT1000019100075701,02,03,07030110
1271010351NewsCampionatiSampdoria, Rossi: «Successo fondamentale»20130210194036sampdoria, rossiSampdoria RossiDelio Rossi, tecnico della Sampdoria, ha parlato ai microfoni di Sky al termine della gara vinta per 3-1 sulla Roma. Nel finale l'ex tecnico della Lazio è stato espulso: "Mi sono chiarito con i giocatori della Roma, non c'è nessun problema. Cos'è successo? Cose di campo, sono finite lì. C'è nervosismo e c'è tensione ma al 90° è tutto finito. Nel primo tempo la Roma aveva superiorità in mezzo al campo e ci ha messi in difficoltà, nella ripresa siamo passati a quattro e le cose sono migliorate. Si tratta di una vittoria importante contro una grandissima squadra. Ho dei ragazzi bravi, da quando sono arrivato si sono dedicati a me interamente ed è per questo che arrivano i risultati, il merito è loro. L'allenatore deve fare delle scelte, ma tutti saranno util da qui alla fine, anche Maxi Lopez. Icardi? Se può scegliere tra due nazionali è perché sta facendo bene, sono sicuro che valuterà e farà la scelta giusta. La Roma ha dei talenti importanti, è una squadra molto forte in prospettiva e questo la dice lunga sulla grande partita fatta dalla Sampdoria. Ci voleva una grande Samp per battere una grande squadra".<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001rossi-6.jpgSiNsampdoria-rossi-successo-fondamentale-1010351.htmSiT1000097100075701,02,03030131
1281010347NewsCampionatiPalermo, Malesani: «Qui per le emozioni»20130210193546palermo, malesaniPalermo MalesaniAlberto Malesani, allenatore del Palermo, ai microfoni di Sky Sport parla del pari in rimonta sul Pescara cercando gli aspetti positivi: "Partiamo da questo pareggio e dalla rimonta. È una piccola inversione di tendenza, anche se tutti si aspettavano la vittoria. Nel primo tempo abbiamo creato le uniche opportunità da gol, mentre nella ripresa dopo lo svantaggio siamo stati bravi a compattarci e recuperare. C'è da lavorare e cercare di risvegliare la squadra che oggi ha giocato con il freno a mano tirato. Ora andremo a Chievo con la convinzione di poter far risultato e continuare a sperare in un'impresa possibile con questo organico. Dobbiamo poi recuperare tutti gli effettivi e sopratutto Miccoli, visto che servono i suoi gol. Sono qui da 5 giorni e ho avuto la squadra a disposizione per poco, ma un'idea sulla situazione me la sono fatta. Credo che questa squadra sia bloccata psicologicamente perché si è ritrovata all'ultimo posto dopo essere partita con ben altri obiettivo. Ora bisogna resettare tutto e pensare solo che dobbiamo salvarci. Ho un'altra età e ho voglia di emozioni forti, per questo ho accettato l'offerta di Zamparini". <BR>C1007650adm001adm001malesani.jpgSiNpalermo-malesani-qui-per-le-emozioni-1010347.htmSiT1000023100075701,02,03030145
1291010330NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, molto vicino Diakité20130209175247inter, diakitéInter DiakitéHugo Armando Campagnaro potrebbe non essere l'unico difensore in scadenza di contratto a legarsi all'Inter a giugno. Secondo quanto riportato da Sky Sport 24, infatti, i nerazzurri avrebbero messo nel mirino anche Modibo Diakitè (25), centrale oramai da diverso tempo ai ferri corti con la Lazio. I nerazzurri avrebbero intenzione di chiudere al più presto, trovando l'accordo con gli agenti del giocatore.<BR>C1007650adm001adm001diakite.jpgSiNinter-molto-vicino-anche-diakite-1010330.htmSiT1000026100075701,02,03030223
1301010331NewsCampionatiPsg, la Roma vuole Verratti20130209175147psg, verrattiPsg VerrattiAl termine della bella vittoria colta dal suo PSG contro il Bastia, 3-1 con gol di Menez, Ibrahimovic e Lavezzi, il ds dei parigini Leonardo ha parlato ai microfoni di Sky della possibilità che Marco Verratti torni in Italia al termine della stagione: "Non è un discorso nemmeno da affrontare, so che in Italia se n'è parlato tanto perchè è un calciatore fortissimo, ragazzo italiano, che non ha mai giocato in Serie A ed è normale abbia voglia di farlo, ma ci sono zero possibilità che parta. Non ho mai ricevuto richieste, nè parlato con nessuno, anzi c'è stato giusto un approccio della Roma per un prestito ma è una idea morta subito perchè da parte nostra non c'è nessuna intenzione di privarcene". <br><br> <BR>&nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001verratti-psg.jpgSiNpsg-la-roma-vuole-verratti-1010331.htmSiT1000012100075701,02,03030126
1311010296NewsEditorialeQuando il calcio è anche Psicologia20130208094021calcioSalvino Cavallaro giornalista iscritto all`Ordine Regionale del Piemonte. Nasce a Milazzo (Me) ma ormai da anni vive e lavora a Torino. Ha collaborato con le redazioni di Sprint & Sport, Piemonte Sportivo, Torino Sera, La Nuova Metropoli, Arte & Dintorni, Stadio Goal. Attualmente, scrive per il Palio dei Quartieri News di Torino e collabora con IlCalcio24. In questi ultimi anni ha scoperto il fascino discreto della letteratura ed ha pubblicato il libro Quello che ho scritto, pensato e pubblicato e Tra interviste e altro edito da Progetto Immagine Noi che da sempre siamo estimatori di un calcio fatto di motivazioni psicologiche prima ancora che tecniche, riscontriamo con piacere che anche nel pallone che conta esistono tracce di tali convinzioni. Il giocatore della Roma Rodrigo Taddei, ha così dichiarato ai microfoni di Sky Sport: “Conosco Andreazzoli da otto anni, siamo infatti arrivati a Roma insieme. Lui ha un ottimo dialogo con i giocatori e sono convinto che farà sentire tutti importanti, sia chi giocherà, sia chi andrà in panchina. La mia finta? La dedicai proprio ad Aurelio Andreazzoli perché me la faceva provare in allenamento e poi mi rimproverava perché non avevo il coraggio di farla durante la partita….!” Queste parole sono l’emblema di quanto riteniamo essenziale in questo mondo del calcio che sembra assumere sempre più i connotati di uno sport fatto da robot e non da uomini con tanto di cuore, anima e cervello. Ci sono sottigliezze che si colgono al solo sguardo dei propri calciatori, messaggi che un allenatore deve sapere percepire e interpretare per non perdere il ragazzo, per creare armonia nell’ambito dello spogliatoio e, soprattutto, per accrescere l’autostima necessaria all’atleta. E’ determinante l’empatia che si instaura attraverso la relazione, capace di far sentire importante soprattutto l’atleta che dovrà restare in panchina e quindi non fare parte degli undici titolari. Certo, ai fini della scelta definitiva dei titolari designati, ci devono essere da parte dell’allenatore una serie di convincimenti atti a migliorare le situazioni di squadra che si manifestano attraverso le caratteristiche tecniche, tattiche e atletiche dei giocatori stessi. Vivere insieme l’armonia di gruppo durante gli allenamenti settimanali, carpire gli umori, la salute fisica e mentale dei giocatori è essenziale per ogni allenatore che ha il compito di attuare il suo credo calcistico attraverso le caratteristiche dei propri atleti ma, anche, individuare certe soggettive situazioni caratteriali che possono destabilizzare la coesione di gruppo. La figura dell’allenatore moderno richiede quindi capacità e tendenze psicologiche che devono combinarsi perfettamente con il fattore tecnico – tattico. Il calcio, dunque, diventa cultura, filosofia, ricerca e cura dell’uomo prima ancora che dell’atleta. Ci fa piacere che Rodrigo Taddei con questa sua dichiarazione, abbia confermato quanto sin qui sostenuto da noi. E, se Andreazzoli dovrà dirgli di stare in panchina, lui accetterà senza sentirsi sminuire moralmente, senza avere effetti devastanti sulla sua autostima, anzi sarà pronto a dare una mano ai suoi compagni nel momento in cui gli sarà chiesto. Questo significa fare calcio; sport che deve essere interpretato come gioco di squadra praticato da uomini e non da robot.<br><br> Salvino Cavallaro&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; <br><br> &nbsp;<br><br> <BR>&nbsp;<br><br>C1007650FL0711FL0711cavallaro 2.JPGSiNquando-il-calcio-e-anche-psicologia-1010296.htmSi100451001,02,03030443
1321010294NewsCampionatiRoma, Taddei: «Andreazzoli fa sentire tutti importanti»20130207165557roma, taddeiRoma TaddeiRodrigo Taddei ha rilasciato ai microfoni di Sky Sport un'intervista che andrà in onda nel pomeriggio. Eccone un'anticipazione: "Conosco Andreazzoli da 8 anni, siamo arrivati a Roma insieme. Ha un ottimo dialogo con i giocatori e sono convinto che farà sentire tutti importanti, sia chi giocherà sia chi andrà in panchina. Zeman? Io avevo cominciato a giocare, poi ho avuto un infortunio e non ho più trovato posto. Se c'è una cosa che è mancata quella sono i risultati. Il terzo posto? Adesso diventano per noi tutti esami, a partire dalla Samp. Dobbiamo ritrovarci e tornare a vincere. La mia finta? La dedicai proprio ad Aurelio Andreazzoli perché me la faceva provare in allenamento e poi mi rimproverava perché non avevo coraggio di farla in partita".C1007650adm001adm001andreazzoli.jpgSiNroma-taddei-andreazzoli-fa-sentire-tutti-importanti-1010294.htmSiT1000012100075701,02,03030179
1331010276NewsCampionatiJuventus, Pirlo: «Pronti per il Celtic»20130206180118juventus, pirloJuventus PirloAndrea Pirlo dice la sua in vista del Celtic: "Siamo pronti per qualsiasi cosa il Celtic proporrà. Se vogliono giocare a calcio, giocheremo; se vogliono combattere, lo faremo". Queste le parole del centrocampista bianconero a SkySports.com. "Abbiamo visto che hanno battuto il Barcellona ma siamo pronti ad adattarci forse meglio di quanto abbiano fatto i catalani. I 'blaugrana' praticano un calcio fantastico ma il Celtic ha vanificato il loro gioco", ha aggiunto il centrocampista bianconero.<BR>Pirlo non sembra spaventato nemmeno dall'ambiente "caldo" che attende la Juventus: "So che il Celtic Park è come un'arena per gladiatori ma siamo pronti; abbiamo giocatori che hanno vinto i Mondiali e la Champions, siamo abituati a questo tipo di partite. Sono sicuro che il rumore che faranno i tifosi del Celtic sarà pazzesco ma non farà altro che aumentare la nostra determinazione"<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001pirlo-6.jpgSiNjuventus-pirlo-pronti-per-il-celtic-1010276.htmSiT1000007100075501,02,03,06030168
1341010270NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, Matri: «Voglio restare ho quattro anni di contratto»20130206162438juventus, matriJuventus MatriAutore dello splendido gol che ha spianato la strada alla vittoria per la Juve contro il Chievo, Alessandro Matri ha ritrovato grande morale. Queste alcune sue dichiarazioni rilasciate a Sky Sport 24: "Ho ancora 4 anni di contratto e ho sempre sentito fiducia nei miei confronti; le voci di mercato nei miei confronti sono assurde. Io sogno di ritrovare spazio in Nazionale e riuscire a poter giocare per i Mondiali in Brasile. Io attaccante part-time? La concorrenza è molto stimolante per me. Il pressing del Napoli per lo scudetto? Noi siamo molto concentrati sul campionato. Il mio sogno è quello di segnare un gol decisivo in Champions League, dato che finora non l'ho mai fatto".C1007650adm001adm001matri.jpgSiNjuventus-matri-voglio-restare-ho-quattro-anni-di-contratto-1010270.htmSiT1000007100075501,02,03,06,08030259
1351010254NewsCampionatiPalermo, si presenta Malesani: «Voglio la salvezza»20130205130735palermo, malesaniPalermo MalesaniEsonerato Gasperini, arriva Malesani. Il nuovo allenatore è arrivato poco fa all'aeroporto di Palermo, queste le sue prime parole ai giornalisti presenti, raccolte da Sky Sport: "Sono contento di essere qui, cerco giocatori che vogliano vestire questa maglia. Quella di salvarci è un'impresa, ma è stimolante: noi vogliamo riuscirci". Intanto Pietro Lo Monaco è in sede, aspetta il CDA e l'arrivo di Zamparini per formalizzare le sue dimissioni. Ci vorranno i tempi tecnici per definire tutto, poi Perinetti sarà il nuovo direttore sportivo. Arriverà il prima possibile per stare vicino a Malesani e alla squadra. Nessun colpo di scena, nessuna sorpresa dell'ultimo minuto: il Palermo riparte da Malesani-Perinetti, questa la decisione finale di Zamparini per cercare la salvezza.<BR>C1007650adm001adm001malesani.jpgSiNpalermo-si-presenta-malesani-voglio-la-salvezza-1010254.htmSiT1000023100075701,02,03030167
1361010234NewsCampionatiInter, Cassano: «Dobbiamo trovare un equilibrio»20130204155452inter, casanoInter CassanoLunga intervista concessa dall'attaccante dell'Inter, Antonio Cassano, ai microfoni di Sky. Queste le sue dichiarazioni: "L'Inter è a tre punti dalla Champions League. Io accetto tutte le critiche. È un periodo nel quale non giochiamo bene, però ci sono anche alcune situazioni. Adesso ci sono questi nuovi giocatori che ci possono dare una mano. Dobbiamo risollevarci da questa situazione. In questo momento chi ha più personalità deve dare qualcosa in più e gli altri gli devono andare dietro. Non credo che il problema sia solo dell'attacco o della difesa. Serve trovare un certo equilibrio, vanno trovate delle soluzione. Io è da tanti anni che gioco e un gruppo migliore di questo non l'ho visto, è chiaro che adesso dobbiamo venir fuori da questo momento soprattutto con i giocatori di esperienza. Stramaccioni è una bella persona ed un allenatore che ci sa fare; il nostro presidente ci dà una tranquillità unica. È una persona unica e date le tante persone fasulle nel calcio non c'entra nulla. Kovacic? Sarà un grandissimo giocatore, ne sono convinto al 100%. Balotelli? Forse a lui piace andare sui giornali, a me meno. Lui è un bravo ragazzo, sicuramente io ho fatto molte più cassanate; sono stato cacciato da 5 squadre".C1007650adm001adm001cassano-6.jpgSiNinter-cassano-dobbiamo-trovare-un-equilibrio-1010234.htmSiT1000026100075701,02,03030160
1371010230NewsCampionatiArbitri, Braschi chiarisce: «Il mani in area di Granqvist non era rigore»20130204153520arbitri, braschiArbitri BraschiIl designatore arbitrale, Stefano Braschi, ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni ai microfoni di Sky: "C'è questo problema dell'allontanamento degli allenatori dalla panchina, già 42 fino a questa giornata e l'anno scorso erano 28. Il nostro è un campionato e nevrotico per certi versi. Quello che dico a tutti è che noi andiamo avanti per la strada delle regole, anche perché è l'unica. Il rigore dato al Milan? La partita è stata perfetta per 92,5 minuti e ha avuto un epilogo così. Per noi si tratta di un errore. Noi gli arbitri li faremo girare per tutte le squadre come si è sempre fatto. Ognuno può dire quello che pensa ma noi continueremo ad agire come vogliamo. Il mani di Granqvist? La punibilità per il fallo di mano è solo con la volontarietà. Il fatto di allargare la braccia per occupare uno spazio che non ti riguarda viene considerato comunque un fatto punibile. Nel caso di Granqvist, il giocatore del Genoa si calcia lui il pallone sul braccio. È più da non punire che il contrario, si tratta comunque di un episodio al limite, molto difficile da decifrare. Soprattutto in queste situazioni va accettata la decisione dell'arbitro. La regola dice che non sempre il tocco di mano va punito con il rigore. Le scuse di Conte? Io ho molto rispetto per la privacy delle persone, alcune cose vengono chiarite privatamente e non sempre va fatto tramite i giornali o la televisione. Io credo che gli arbitri devono essere riservati sulle cose che fanno".C1007650adm001adm001mani.jpgSiNarbitri-braschi-chiarisce-il-mani-in-area-di-granqvist-non-e-rigore-1010230.htmSiT1000007100075501,02,03,07030195
1381010204NewsCampionatiMaran: «Siamo stati poco cattivi negli ultimi 16 metri»20130203000778maran, catania, napoli, capuano, skyUn buon Catania esce sconfitto dal San Paolo, ma a testa alta<p align="left">Rolando Maran, allenatore del Catania, ai microfoni di <i>Sky Sport</i> parla di buona prestazione dei suoi, nonostante sia mancato qualcosa in avanti: "Il Catania ha fatto la partita che doveva fare, col Napoli che ha saputo sfruttare le poche occasioni che gli abbiamo concesso. Nella ripresa siamo partiti bene, segnando anche un gol, che ci è stato annullato, ma non siamo riusciti a rimontare contro una grande squadra come il Napoli. Non siamo stati bravi a capitalizzare quanto creato. Negli episodi decisivi non siamo stati fortunati, ma ai ragazzi non posso rimproverare nulla. Non mi va di commentare gli episodi, cosa che è successa troppo spesso in questa stagione, le immagini si commentano da sole. Insigne? C'è stato un equivoco, ma nulla di che".<br><br> <b>Cosa vi è mancato in avanti?</b><br> "Non voglio colpevolizzare i miei attaccanti. Negli ultimi 16 metri dovevamo però essere più decisi e cattivi, invece abbiamo tergiversato troppo anche a causa di un campo non perfetto. Serviva quel qualcosa in più che può fare la differenza. Merito anche del Napoli che ci ha chiuso bene ogni spazio". <br><br> <b>Cosa pensa dell'errore nel primo gol del Napoli?</b><br> "Credo che Capuano sia stato tradito dalla devizione sul cross, ma è vero che abbiamo perso la palla in uscita dalla difesa".<br><br> <b></b><br><br><br><br><br>C1007650Napoli, Stadio San Paoloivomesivomesmaran.jpgSiNcatania-sconfitto20-maran-episodi-1010204.htmSi100075401,02,03030172
1391010184NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, fatta per Salamon20130131161815milan, salamonMilan SalamonSecondo quanto riportato da Sky il Milan mette la freccia ed è a un passo dal chiudere per Bartosz Salamon. I dirigenti di Brescia, insieme a Mino Raiola sarebbero in via Turati e l'affare potrebbe chiudersi sulla base di 3,5 milioni. Beffati Zenit e Pescara.<BR>C1007650adm001adm001galliani.jpgSiNmilan-fatta-per-salamon-1010184.htmSiT1000027100075701,02,03,07030430
1401010183NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, acquistato Sakor20130131153514juventus, sakorJuventus SakorSecondo quanto confermato da Sky la Juventus avrebbe chiuso per l'acquisto di Vajebah Sakor, centrocampista norvegese classe 1996 che proviene dall'Asker FH.<BR>C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-acquistato-sakor-1010183.htmSiT1000007100075701,02,03,06030194
1411010174NewsCalciomercatoCalciomercato Atalanta, preso Livaja 20130130201455atalanta, livajaAtalanta LivajaE' a un passo la chiusura dell'affare tra Inter e Atalanta per Matías Ezequiel Schelotto (23). Come rivela Sky Sport Marko Livaja, inserito nell'operazione per portare l'italo-argentino a Milano, ha firmato da pochi minuti il contratto col club bergamasco, l'attaccante croato era presenet negli uffici del presidente Percassi.C1007650adm001adm001marko-livaja-inter-rubin-kazan.jpgSiNinter-livaja-passa-all-atalanta-1010174.htmSiT1000026100075701,02,03,07030275
1421010150NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, Balotelli si riduce l`ingaggio per venire in rossonero20130129150819milan, balotelliMilan BalotelliArrivano importantissime novità sul futuro di Mario Balotelli. Secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio all'interno di Sky Sport sarebbe imminente l'arrivo della fumata bianca per il passaggio di Super Mario in rossonero. Per l'ufficialità mancherebbero solo i dettagli: il Manchester City ed il Milan, infatti, sono distanti solo pochi milioni e la differenza potrà facilmente essere colmata con l'inserimento di eventuali bonus. Balotelli, a testimonianza della sua voglia di Milan, avrebbe deciso di ridursi l'ingaggio pur di arrivare a Milanello. L'ingaggio annuo sarà di circa 4 milioni di euro netti più bonus. Il giocatore così guadagnerà meno rispetto a quanto percepito a Manchester, dove lo stipendio era di 5 milioni.C1007650adm001adm001118564312_balotelli_366244b.jpgSiNmilan-balotelli-si-riduce-l-ingaggio-per-venire-in-rossonero-1010150.htmSiT1000027100075701,02,03030240
1431010123NewsCampionatiNapoli, operazione per Maggio20130126121143napoli, maggioNapoli MaggioBrutto infortunio per Christian Maggio del Napoli: per l'esterno destro si tratta di frattura al metacarpo della mano sinistra. In mattinata, riporta Sky Sport, sarà operato, da valutare ancora i tempi di recupero.C1007650adm001adm001maggio-6.jpgSiNnapoli-operazione-per-maggio-1010123.htmSiT1000017100075701,02,03,08030112
1441010064NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, le cifre del passaggio di Sneijder al Galatasaray20130120203659inter, sneijderInter SneijderCome riporta Sky Sport Wesley Sneijder passa al Galatasaray. Dopo l'incontro che vi abbiamo raccontato, spuntano i dettagli: Sneijder firma un contratto di 3 anni con il club turco a 5 milioni annui più bonus. In più, per l'olandese guadagno netto alla firma e bonus alti legati alle presenze e ai gol. All'Inter, vanno 7,5 milioni più bonus. Domani il Galatasaray ufficializzerà tutto anche nelle cifre perché quotato in borsa, oggi hanno lavorato all'affare gli uomini del club turco insieme agli intermediari. E' rimasto a Milano anche Marco Branca, d.t. dell'Inter, appositamente. Il presidente del Galatasaray, Aysal, intanto, ha annunciato che "già domani il giocatore arriverà a Istanbul. Ci ha confessato di essere davvero carichissimo, lo aspettiamo perché il Galatasaray lo merita". C1007650adm001adm001WES10.jpgSiNinter-le-cifre-del-passaggio-di-sneijder-al-galatasaray-1010064.htmSiT1000026100075701,02,03,07030299
1451010047NewsCampionatiSydney, Del Piero si esalta: è poker contro il Wellington20130119121049sydney, del pieroSydney Del PieroL'ex campione della Juve si esalta, quattro reti per lui,&nbsp;col suo Sydney e contribuisce alla larga vittoria per 7-1 contro il Wellington, regalando sprazzi di gran classe. <br><br> Gli Sky Blues, al secondo successo consecutivo, salgono a 20 punti in classifica e tornano in corsa per i playoff dopo un avvio di stagione disastroso.<BR><br><br>C1007650adm001adm001del-piero-sydney-3-e1349513808391.jpgSiNsydney-del-piero-si-esalta-e-poker-contro-il-wellington-1010047.htmSiT1000007100075701,02,03,06030207
1461009978NewsCalciomercatoCalciomercato Siena, Calaiò passa al Napoli20130111183026napoli, calaiòNapoli CalaiòIntercettato da Sky Sport, il ds del Siena Stefano Antonelli ha fatto il punto sul mercato del club toscano.<br><br> Calaiò al Napoli? "E' un affare concluso. Vice-Cavani? Non so, può giocare anche insieme al Matador. Emanuele ha voluto tornare in azzurro. Abbiamo idee per colmare il voto lasciato da Emanuele".<br><br> Interesse per Livaja? "L'attaccante dell'Inter è una opzione, ma i nerazzurri vogliono inserirlo in un altro affare come contropartita".<br><br> Le tante cessioni? "Non c'è nessuna smobilitazione, ma c'è attenzione. Il Milan ha ceduto Pato, mentre noi abbiamo ottimizzato alcune risorse patrimoniali. Vogliamo allestire una squadra ancora più competitiva, abbiamo tempo fino al 31 gennaio".<br><br> Obiettivi di mercato? "Con l'uscita di Calaiò e l'addio di Larrondo faremo qualcosa per l'attacco. Tuttavia non abbiamo alcuna opzione, abbiamo tante idee ma si tratta di aspettare questi pochi giorni per provare a portare a casa quello che vogliamo".<br><br> Scontro diretto col Torino? "Domenica è una gara importante, nel girone d'andata abbiamo fatto bene. Forse siamo andati oltre le aspettative, la penalizzazione è pesante ma abbiamo buone chance per rimetterci in gioco". <BR><br><br>C1007650adm001adm001calaio-4.jpgSiNsiena-calaio-passa-al-napoli-1009978.htmSiT1000017100075701,02,03,07,08030293
1471009972NewsCalciomercatoCalciomercato Pescara, preso Caraglio20130111123652pescara caraglioPescara CaraglioMilton Caraglio arriva in prestito da 500mila euro, con un riscatto da 1,5 milioni di euro più bonus sul contratto ed ha superato le visite mediche, riporta Sky Sport 24. L'argentino, che arriva dal Rangers de Talca, è così il nuovo centravanti degli abruzzesi.C1007650adm001adm001togni-lacrime.jpgSiNpescara-preso-caraglio-1009972.htmNoT1000095100075701,02,03030267
1481009971NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, Saponara atteso per le visite mediche20130111123349milan, saponaraMilan SaponaraSecondo quanto riportato poco fa da Sky Sport questa mattina il centrocampista dell'Empoli appena acquistato dal Milan Riccardo Saponara era a Milano per sostenere le visite mediche. Terminati i controlli medici, il giocatore è atteso a Milanello per un primo saluto a quelli che dal prossimo giugno saranno i suoi nuovi compagni.C1007650adm001adm001saponara.jpgSiNmilan-saponara-atteso-per-le-visite-mediche-1009971.htmNoT1000027100075701,02,03,07030265
1491009959NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, si allontana Santon20130110185158milan, santonMilan SantonSecondo quanto riportato da SkySports il manager del Newcastle Alan Pardew ha voluto porre fine alle voci che vedono Davide Santon verso il Milan, precisando come il terzino dei Magpies sia felice in Inghilterra e non si muoverà.C1007650adm001adm001santon-davide-newcastle-milan-anteprima-525x334-842384.jpgSiNmilan-si-allontana-santon-1009959.htmNoT1000027100075701,02,03,07030175
1501009887NewsCalciomercatoCalciomercato Fiorentina, visite mediche per Rossi20130105103945fiorentina, rossiFiorentina RossiE' arrivato a Villa Stuart Giuseppe Rossi, neo attaccante della Fiorentina. Accompagnato dal medico della Fiorentina, l'attaccante ha effettuato le analisi del sangue attorno alle 9.40 e successivamente si sottoporrà a 5 diverse risonanze magnetiche. Il giocatore poi si sposterà a Firenze, probabilmente per la firma del contratto e per un primo contatto con i compagni. Il giocatore, riporta Sky Sport, si è presentato sorridente e felice della nuova avventura.C1007650adm001adm001135919hp2.jpgSiNfiorentina-visite-mediche-per-rossi1009887.htmSiT1000024100075701,02,03010221
1511009869NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, alla Lazio 300mila euro per Rocchi20130102230731inter, lazio, rocchiInter Lazio RocchiTommaso Rocchi (35) all'Inter, è fatta. L'attaccante della Lazio si trasferirà nelle prossime ore al club nerazzurro, come rivelato da Sky Sport: raggiunta l'intesa tra le due società sulla base economica di 300mila euro, l'ex centravanti dell'Empoli sarà domani a Milano. Decisiva, per sbloccare l'affare, una telefonata tra Lotito e Moratti. C1007650adm001adm001rocchi.jpgSiNinter-alla-lazio-300-mila-euro-per-rocchi-1009869.htmSiT1000026100075701,02,03,07030296
1521009841NewsCampionatiCagliari: niente stipendi, via i big20121228092624cagliari«Il presidente Cellino è stanco di lottare contro i mulini a vento...«La situazione in casa Cagliari è sempre più e grave e, attraverso una conferenza stampa, il dg Marrocu ieri ha lanciato l'allarme spiegando il tutto:<BR><BR><EM>"Il Cagliari aveva investito più di 10 milioni di euro per lo stadio di Elmas, &nbsp;tutto bloccato; altri otto milioni a Quartu e non abbiamo ancora un resoconto finale; aggiungiamoci il pignoramento degli introiti Sky operato dal Comune di Cagliari per i presunti debiti datati anni ’70 e ’80 che il presidente Cellino aveva iniziato a estinguere, mentre la Regione non ha ancora onorato i suoi impegni di sponsorizzazione degli ultimi due anni. Il risultato di tutto questo è che il Cagliari adesso si trova in difficoltà e si sente abbandonato da tutti. Per la prima volta ha problemi a pagare gli stipendi. Il presidente Cellino è stanco di lottare contro i mulini a vento e si chiede il motivo di tanto ostracismo decretato un po’ da tutte quelle forze che invece dovrebbero sostenerci."</EM> <BR><BR>La situazione inevitabilmente si ripercuote sui giocatori: <EM>"L’assalto alla diligenza è già partito, la tentazione di rinunciare a uno dei giocatori più richiesti c’è. Dobbiamo considerare che il presidente Cellino quest’estate non ha esitato a stracciare un contratto di 15 milioni di euro già firmato con un club russo per la cessione di Astori e ha persuaso Nainggolan, d’accordo con lui, a proseguire insieme l’avventura in rossoblu’. Non sarà facile adesso trattenere i big".&nbsp;&nbsp;&nbsp;</EM><BR><BR>Dove possono andare dunque i migliori? Astori è sicuramente quello con più mercato: i 15 milioni dello Spartack adesso sono improponibili, ma il Milan 8-9 glieli spenderebbe. Senza trascurare comunque Inter e, soprattutto, Juve e Napoli, sempre alla ricerca d'un difensore. Al Milan piace anche Nainggolan, che potrebbe anche essere il sostituto ideale di De Jong: Pinilla è da mesi in orbita Inter (ma occhio a Napoli, Fiorentina e Genoa), su Ibarbo è vivo invece l'interesse del Bologna. L'unico che dovrebbe rimanere in questa seconda parte di stagione è Marco Sau.<BR><BR>C1007650FL0141FL01410m12zmva--473x264.jpgSiNcagliari-niente-stipendi-via-i-big-1009841.htmSiT1000019100205001,02,03,06,07,08,09030256
1531009824NewsCampionatiInter, Milito: «All`Inter sto benissimo, ma in futuro...»20121225185737milito«Mi piacerebbe tornare nel mio Paese, non so quando«Diego Milito, intervistato da Skysport, fa il punto della situazione in casa Inter, tracciando il proprio bilancio personale con un occhio pure al futuro:<BR><BR><EM>"Il bilancio, fino a questo momento, è tutto sommato positivo. Siamo una squadra nuova ma stiamo migliorando molto, riuscendo ad andare forse anche al di sopra delle aspettative. Certo, la Juventus va veramente forte... Ma noi speriamo di portarci a casa qualche trofeo nel 2013</EM>. <EM>Stramaccioni vado d'accordo, è un tipo sincero: appena arrivato ci ha detto tutto quello che pensava di noi. Ovvio, è giovane, ma penso sia in grado di allenare una squadra come l'Inter. Sneijder? Vado molto d'accordo con lui, gli voglio bene, ma deve decidere lui da solo il futuro con la società, non dobbiamo stargli addosso</EM>. <EM>Sto benissimo qui, all'Inter sono molto felice. Per questa squadra mi sento molto importante, l'allenatore ha fiducia in me e sento questa responsabilità. Mi dispiace non aver segnato in qualche partita, ma cerco di rendermi utile alla squadra anche in altri modi. Ho ancora un contratto e spero di continuare. Cerco ogni giorno di ripagare la fiducia con un comportamento da professionista. Quello che succede da qua a un anno e mezzo non si sa mai. Mi piacerebbe tornare nel mio Paese, non so quando. Devo vivere giorno dopo giorno. Sono contento di stare all'Inter".</EM> <BR><BR>C1007650FL0141FL01411074355-milito.jpgSiNmilito-all-inter-sto-benissimo-ma-in-futuro-1009824.htmSiT1000026100205001,02,03,06030197
1541009720NewsCampionatiSampdoria, esonerato Ferrara si aspettano le dimissioni di Sensibile20121217150252sampdoria, ferraraSampdoria FerraraSecondo quanto riportato da Sky Sport la Sampdoria ha appena esonerato il tecnico Ciro Ferrara. Al suo posto il favorito è l'ex allenatore della Fiorentina Delio Rossi. Fortemente a rischio anche la posizione del direttore sportivo Pasquale Sensibile, con Carlo Osti possibile successore.C1007650adm001adm001ferrara-ciro.jpgSiNsampdoria-esonerato-ferrara-si-aspettano-dimissioni-sensibile-1009720.htmNoT1000097100075701,02,03030180
1551009633NewsCalciomercatoCalciomercato Roma, preso il brasiliano Marciel20121213152927roma, intercional di porto alegre, marciel Roma Internacional di Porto Alegre MarcielE' da poco arrivato a Trigoria, centro allenamenti della Roma, il giovane Marciel, centrocampista brasiliano classe '95. Il giocatore, secondo quanto riportato da Sky Sport, si sta al momento allenando con la primavera giallorossa. Un colpo in prospettiva per la formazione capitolina che porta così in Italia questo giovane talento proveniente dall'Internacional di Porto Alegre.C1007650adm001adm00120120902_zeman.jpgSiNroma-preso-il-brasiliano-marciel-1009633.htmNoT1000012100075701,02,03030281
1561009593NewsCalciomercatoCalciomercato Catania, il Genoa punta Biagianti e Bellusci20121211120356catania, genoa, bellusci, biagiantiCatania Genoa Bellusci BiagiantiIl Genoa ha perso anche a Pescara, una lenta agonia verso il mercato di gennaio quando sono pronti tanti rinforzi per far risalire la squadra. Come riferisce Sky Sport il d.s. Foschi è al lavoro, non solo Matuzalem (in arrivo in settimana già per allenarsi) e Floro Flores. Si lavora su altri fronti, ve ne stiamo parlando in questi giorni. L'ultimo sondaggio è stato con il Catania, due idee sul tavolo: Biagianti per il centrocampo e Bellusci per la difesa, due pedine non irrinunciabili per Maran. C1007650adm001adm001bellusci.jpgSiNcatania-il-genoa-punta-bellusci-e-biagianti-1009593.htmSiT1000014100075701,02,03,09030311
1571009512NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, Galliani: «Vogliamo tenere Robinho»20121204142119milan, gallianiMilan Galliani"Robinho vorremmo tenerlo, ma vedremo. Un colpo a gennaio? Prima dobbiamo sfoltire la rosa", questo il breve virgolettato che Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan, ha relegato ai microfoni di SkySport in merito al prossimo mercato di gennaio del club rossonero.C1007650adm001adm001galliani.jpgSiNmilan-galliani-vogliamo-tenere-robinho-1009512.htmSiT1000027100075701,02,03,07030188
1581009440NewsCampionatiJuventus, Marotta: «Conte paga per colpe non sue»20121128103455juventus, marottaJuventus MarottaL'amministratore delegato della Juventus, Giseppe Marotta, ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky TG 24: "Conte ha patito tantissimo, è stato coinvolto in una vicenda a cui è estraneo; la giustizia sportiva deve essere riformata. Il livello della Serie A si è abbassato tantissimo. Il derby? Non si può parlare di nervosismo, non è successo nulla fra Marchisio e Bonucci, si tratta di fantasie. Per Quagliarella abbiamo deciso per la multa, inflitta comunque dopo un colloquio sereno con lui. Noi siamo rigidi e non tolleriamo alcuni comportamenti; quando un giocatore viene sostituito con la squadra sotto di un gol ci sta che sia nervoso, anche perché vuole contribuire a far pareggiare la squadra. Il mercato di gennaio? Devo dire anche qua le statistiche aiutano a fare riflessioni oggettive: la Juventus è in testa dal punto di vista dei gol realizzato nell'anno solare, siamo una squadra che non ha difficoltà a segnare. Dobbiamo notare anche come in gol ci vanno tanti giocatori, 12 quest'anno. Va letto quindi un atteggiamento tattico di Conte che permette questo. Non abbiamo esigenze di andare nel mercato di gennaio con delle falle da tappare. La Champions League? È una competizione importante, da parte nostra c'è la volontà di superare il turno e siamo molto vicini anche se c'è ancora una tappa da percorrere col massimo impegno".C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-marotta-conte-paga-per-colpe-non-sue-1009440.htmSiT1000007100075701,02,03,06030151
1591009363NewsCampionatiMilan, Galliani: «Boateng e Robinho sono fondamentali»20121121151040milan, gallianiMilan GallianiA Bruxelles per assistere alla partita di stasera fra Anderlecht e Milan, Adriano Galliani ha rilasciato alcune dichiarazioni, riporate da Sky Sport: "Abbiati è un caro amico, è un affetto paterno. Questa sera è fondamentale, vediamo cosa fanno quelli che giocano alle sei; a cinque punti dobbiamo fare risultato pieno. Il Milan a Napoli mi è piaciuto anche nel primo tempo, era uno svantaggio non meritato. Pato? Non voglio fare dissertazioni tattiche, Allegri stia sereno e metta i giocatori che ritiene opportuno. Pato è stato fuori molto tempo, ha bisogno di tornare in forma, È un ragazzo di 23 anni, ricordiamoci che anche nell'anno dello scudetto è stato fondamentale, non sto parlando del 2006 o 2007. sia Pato, che Robinho che Boateng sono giocatori importantissimi e grandi investimenti. El Shaarawy? Quando giocava a Padova ci sembrava un buon giocatore, poi ha professato la fede milanista, cosa che ha dato una bella spinta. Io sono contento che giochino titolari due ragazzi del '92. Bisogna avere pazienza. Il Milan è nei primi 8 del ranking europeo e bisogna passare il girone. La Juve? Ieri l'ho vista e hanno mostrato una ferocia davvero notevole, mi è piaciuta molto".<BR>C1007650adm001adm001galliani.jpgSiNmilan-galliani-boateng-robinho-sono-fondamentali-1009363.htmSiT1000027100075701,02,03,06,07,08030325
1601009256NewsCampionatiMilan, confermato Allegri20121112124881milan, allegriMilan AllegriIl presidente del Milan, Silvio Berlusconi, di ritorno dal Kenya ha incontrato a Milano, l'amministratore delegato Adriano Galliani. Due ore di confronto, Massimiliano Allegri è arrivato alle 23 ed al termine della riunione è stato confermato, come riporta Sky Sport. Venerdì il presidente Berlusconi parlerà con ogni giocatore del club rossonero e cercherà di caricare la squadra, confermando però la guida tecnica, direttamente in quel di Milanello.C1007650adm001adm001allegri_600x449.jpgSiNmilan-confermato-allegri-1009256.htmSiT1000027100075701,02,03,07030401
1611009217NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, piace Willian20121108182434inter, shakthar donetsk, willianInter Shakthar Donetsk WillianL'Inter è sulle tracce del centrocampista offensivo dello Shakhtar Donetsk Willian, calciatore classe '88 cresciuto nel Corinthians. Il giocatore interessa fortemente al club nerazzurro e a conferma di ciò la presenza poco meno di 24 ore fa sugli spalti di Stamford Bridge di Piero Ausilio per assistere alla sfida tra il Chelsea e la compagine guidata da Lucescu. La partita è finita 3-2 a favore dei padroni di casa, ma il brasiliano ha messo a segno una doppietta. Un'altra serata magica per entrare ancor di più nelle grazie del club meneghino. Secondo Sky Sport, però, la trattativa è tutt'altro che semplice. Il prezzo di Willian viste le ultime prestazioni è destinato a salire e dal prossimo giugno la clausola per liberarsi dallo Shakhtar sarà di ben 31 milioni di euro.C1007650adm001adm001willian.jpgSiNinter-piace-willian-1009217.htmSiT1000026100075701,02,03030256
1621009180NewsCalciomercatoCalciomercato Roma, De Rossi può partire per circa venti milioni20121106124531roma, de rossiRoma De RossiCome riporta <EM>Il Messaggero</EM> da gennaio PSG, Manchester City e Real Madrid potranno tesserare<STRONG> Daniele De Rossi</STRONG>, sembra per circa 20 milioni o poco più. Dichiarazioni importantissime, quelle rilasciate a Sky Sport, parole molto diverse rispetto a quelle proferite in passato su Capitan Futuro. Un ribaltone inatteso, che nessuno si aspettava, con una tempistica incomprensibile, ma non è detto che il giocatore possa decidere di restare.C1007650adm001adm001derossi.jpgSiNroma-de-rossi-puo-partire-per-circa-venti-milioni-1009180.htmSiT1000012100075701,02,03030333
1631009144NewsCampionatiRoma, De Rossi salta il Palermo20121103121531roma de rossiRoma De RossiNiente da fare per De Rossi. Come riportato poco da Sky Sport 24, il centrocampista non riesce a recuperare per la partita con il Palermo e non farà neanche l'ultimo provino. Al suo posto dovrebbe giocare Miralem Pjanic.C1007650adm001adm001de rossi.jpgSiNroma-de-rossi-salta-il-palermo-1009144.htmSiT1000012100075701,02,03030173
1641009112NewsCampionatiInter, riposo per Cambiasso20121030113130inter, cambiassoInter CambiassoIl tecnico dell'Inter Andrea Stramaccioni potrebbe attuare un po' di turnover in questo turno infrasettimanale. Nella partita casalinga contro la Sampdoria potrebbero trovare spazio alcuni giocatori meno utilizzati: in particolare, come riportato da Sky Sport 24, potrebbe trovare un turno di riposo Esteban Cambiasso, reduce dalla splendida prestazione fornita a Bologna.<BR>C1007650adm001adm001cambiasso-4.jpgSiNinter-riposo-per-cambiasso-1009112.htmSiT1000026100075701,02,03030204
1651008988NewsCampionatiLazio, Hernanes: «Ho recuperato gli stimoli. Non mi fido del Milan»20121018182313lazio, hernanesLazio HernanesIl centrocampista brasiliano della Lazio, Hernanes ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Sky Sport.<BR><BR>"All'inizio facevo sempre tanta fatica, perchè fisicamente ho sofferto un po' nella mia carriera per riuscire a giocare e raggiungere dei risultati e adesso io mi trovo in una condizione fisica molto buona e questo mi aiuta tanto. Ho la voglia e la determinazione, mi mancava forse questa grande energia che mi è arrivata".<BR><BR>"L'anno scorso c'è stato un momento in cui ero un po' demotivato e penso che la prima cosa per riuscire a fare qualcosa di importante è avere la motivazione, uno stimolo importante e alla fine della stagione ne avevo perso un poco. Ho recuperato stimolo e forza. Petkovic è stato importante, perchè nella sua voglia di vincere sempre e fare bene, aiuta tanto noi tutta la squadra".<BR><BR>"Noi favoriti contro il Milan? Questo non ci deve illudere, è sempre il Milan e questo non cambierà e ci sono grandi giocatori".<BR><BR>Prima di passare alla Lazio eri stato vicino al Milan?<BR>"Sono tante chiacchiere, non ci siamo mai parlati, io sono felice qua e l'ho sempre detto perchè è vero. Sono molto contento di essere qui con la Lazio".<BR><BR>"Nazionale? Io sono tranquillo, io credo di poter essere un giocatore che può giocare con la maglia della Nazionale e l'allenatore mi conosce, devo solo continuare a fare il mio lavoro e se continuo così, arriverà il momento".<BR><BR><BR>C1007650adm001adm001hernanes_700.jpgSiNhernanes-ho-recuperato-gli-stimoli-non-mi-fido-del-milan-1008988.htmSiT1000027100075501,02,03030132
1661008901NewsCampionatiJuventus, Carrera:«Vittoria meritata» Marchisio: «Questa squadra non perde mai»20121007195447JuventusJuventusAi microfoni di Juventus Channel e Sky, Massimo Carrera e Claudio Marchisio esprimono la loro soddisfazione per una vittoria importante.<BR>Carrera: "E'una vittoria meritata, abbiamo fatto la partita dall'inizio alla fine,&nbsp; abbiamo avuto pazienza. Non era facile con questo Siena che si chiudeva in difesa, però abbiamo avuto pazienza, non abbiamo forzato le giocate, allargando la difesa e alla fine abbiamo ottenuto i 3 punti.Sicuramente giocare ogni tre giorni comporta fatica fisica e mentale. Però siamo da 46 gare imbattuti, abbiamo realizzato 85 gol e subiti 23. In stagione, parlando del campionato, sono 6 vittorie su 7. Siamo una squadra, non si può vincere sempre 4-0 o 5-0. Ripeto, l'anno scorso una gara come questa l'avremmo chiusa prima, però abbiamo meritato e ora ci concediamo un po' di riposo".<br><br> Marchisio:"La cosa importante è che siano arrivati tre punti in una partita complicata. Lo si è visto dai primi minuti, eravamo riusciti a sbloccarla, però il Siena era ben organizzato, poi sfruttava bene i suoi giocatori per ripartire in contropiede, ci ha messo in difficoltà, ha trovato il pareggio e prima del gol erano andati anche vicini alla vittoria. Il merito di questa squadra è che ha un gran carattere, che è cresciuta tantissimo rispetto all'anno scorso; ha forse meno incisività rispetto all'anno scorso, meno possesso palla, meno ritmo, ma alla fine il risultato arriva, con la giocata di qualcuno, con il sacrificio di tanti. Andiamo in gol sempre in tanti giocatori. E il merito va soprattutto alle punte. Non abbiamo il vero bomber che arriva a 20-30 gol come altre squadre, però grazie al loro lavoro molte volte si aprono spazi per noi, per andare in rete. E' un lavoro sporco molto importante per questa squadra. Stiamo crescendo e abbiamo cominciato a vincere come gruppo, ormai si cerca il pelo nell'uovo, dato che tutti attendono il momento della nostra prima sconfitta, ma questa squadra non perde mai...".<BR><br><br>C1007650SienaFL0655FL06550LVWR0BL--630x365.jpgSiNjuventus-carrera-vittoria-meritata-marchisio-questa-squadra-non-perde-mai-1008901.htmSiT1000007100758301,02,03010147
1671008712NewsCampionatiPalermo, ipotesi presidenza per Lo Monaco20120927124531palermo, lo monacoPalermo Lo MonacoSecondo quanto reso noto da SkySport è appena terminato un lungo vertice con Gian Piero Gasperini, il neo dirigente Pietro Lo Monaco e il vice presidente Guglielmo Miccichè. Da valutare oltre alla situazione di Giorgio Perinetti, secondo l'emittente satellitare, anche la possibilità che l'ex ad del Catania possa acquisire una quota di minoranza del club divenendo il nuovo presidente rosanero al posto di Maurizio Zamparini. Nel pomeriggio di oggi verranno dissipati tutti i dubbi durante la conferenza stampa programmata dal club siciliano per presentare Lo Monaco alla città di Palermo.C1007650Palermoadm001adm001lo monaco.jpgSiNpalermo-presidenza-a-lo-monaco-1008712.htmNoT1000023100075701,02,03010198
1681008710NewsCampionatiPalermo, Pietro Lo Monaco alla corte di Zamparini20120927104531palermo, zamparini, lo monacoPalermo Zamparini Lo Monaco"Pietro Lo Monaco al Palermo. Maurizio Zamparini ha deciso di dare le chiavi del club rosanero all'ex direttore di Catania e Genoa. Per questo, proprio nelle ultime ore è arrivato l'ok definitivo. Tra giovedì e venerdì, il presidente darà l'annuncio ufficiale dell'arrivo di Lo Monaco e ne darà la carica. Difficile che possa convivere con il direttore Gianfranco Perinetti, la cui posizione sarà comunicata sempre dallo stesso Zamparini. Dopo aver fatto le fortune del Catania e l'amaro addio a Genoa, Lo Monaco si prepara quindi a una nuova avventura. Zamparini dà un'altra scossa al suo Palermo e, da domenica prossima, potrebbe cominciare un nuovo corso". Ad annunciare l'ufficiosa notizia è il collega giornalista di SKY Gianluca Di Marzio, uno dei massimi esperti del calciomercato in Italia. Dopo il siluramento di Sannino, sostituito da Gasperini sulla panchina rosanero, ecco avvicinarsi anche la sostituzione di Perinetti con Pietro Lo Monaco. Certo, il presidente rosanero non si smentisce mai e dopo essersi "guadagnato" la fama di "mangia allenatori", adesso è anche conosciuto come "demolitore di dirigenti". <BR><BR>Noi pensiamo che non sempre il cambio di allenatore e/o dirigente produca quegli effetti positivi desiderati, anzi, il più delle volte, è un motivo in più per uno sperpero di denaro e un'aggiunta inutile a libro paga che va ad aggravare le casse della società. Riteniamo che il Palermo, (su questo non ci sono dubbi), debba riparare con idee chiare nel mercato di gennaio, tutta una serie di errori che sono stati commessi nel corso del calciomercato estivo. Con tutto il rispetto verso Ujkani, Munoz, Arevalo Rios, Giorgi, Ilicic, Hernandez, uno "spremuto" Miccoli e il resto della mediocre compagnia, Zamparini non poteva pretendere di più di quanto in realtà è. L'aver ottenuto soltanto un punto in classifica evidenzia un livello tecnico globale che è davvero di basso profilo. Inoltre, conoscendo il carattere esplosivo del presidente Zamparini e l'atteggiamento spesso spigoloso di Pietro Lo Monaco, siamo sinceramente dubbiosi in un connubio che possa ritenersi duraturo e al contempo utile nel raggiungimento di quel progetto che, a Palermo, vorrebbero tutti realizzare. Vedremo, certo è che Zamparini ci ha abituato a tutto, anche alla "moda" di assumere un allenatore, sostituirlo e poi richiamarlo. Farà lo stesso anche con il direttore Perinetti?<BR><BR>Salvino Cavallaro <BR><BR><BR>C1007650PalermoFL0711FL0711zamparini.jpgSiNpalermo-pietro-lo-monaco-alla-corte-di-zamparini-1008710.htmSiT1000023100451001,02,03010304
1691008654NewsCampionatiMilan, Allegri squalificato: «Sono sorpreso non ho offeso l`arbitro». I rossoneri fanno ricorso20120924161531milan, allegriMilan AllegriIl Milan presenta ricorso contro la squalifica inflitta dal Giudice Sportivo Gianpaolo Tosel a Massimiliano Allegri. Secondo quanto comunicatoci dalla società, ci sarebbero i tempi tecnici per un ricorso d'urgenza da presentare alla corte di giustizia contro la sentenza emanata nel comunicato ufficiale odierno. Lo stesso Allegri, uscendo da Milanello, si è detto sorpreso da quanto è emerso dal referto redatto da Celi nel post Udinese-Milan. Si attendono sviluppi.<br><br> L'allenatore del Milan Massimiliano Allegri, intercettato da Sky Sport&nbsp; a Milanello, si è detto stupido della decisione presa dal Giudice Sportivo nei suoi confronti: "Sono sorpreso, ho contestato l'arbitro, ma non ho mai detto una parolaccia né un insulto". Allegri è stato squalificato per "espressioni ingiuriose" nei confronti dell'arbitro Celi.<br><br> Non ci sarà Massimiliano Allegri sulla panchina di San Siro in occasione di Milan-Cagliari. Il tecnico rossonero è infatti stato squalificato per una giornata dal giudice sportivo "per avere, al termine della gara, all'ingresso degli spogliatoi, contestato l'operato arbitrale rivolgendo al Direttore di gara espressioni ingiuriose".<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><br><br>C1007650Romaadm001adm001allegri400.jpgSiNmilan-allegri-squalificato-1008654.htmNoT1000027100075501,02,03010375
1701008598NewsCampionatiFiorentina, Montella: «Spero che a Conte non diano lo Sky box»20120921171228FiorentinaFiorentinaTra Torino e Firenze l'aria si fa sempre più incandescente, martedì ci sarà la sfida tra Fiorentina e Juventus. La questione che tiene banco a Firenze è il "posizionamento" di Antonio Conte, in tribuna, in uno Sky box o addirittura come suggerisce Miccichè, direttamente in&nbsp;albergo? La curva Fiesole, nel frattempo si è affrettata ad inviare una lettera al Presidente Abete, dove chiede fortemente di non far entrare Conte negli stadi. Pochi minuti fa, ha parlato anche l'allenatore della Fiorentina, Vincenzo Montella che ha affermato: "<EM>Spero che Conte non vada negli 'sky box' del Franchi. Li avevo chiesti anch'io una volta e non me li hanno dati, mi dispiacerebbe se ci fosse una diversità di trattamento"</EM>. <EM>Battute a parte, credo che a Conte sarà riservata la migliore accoglienza possibile </EM>- ha aggiunto l'allenatore viola -<I sizcache="15" sizset="497">. La volontà della società è questa e in tal senso c'è la massima volontà. Se un giocatore patisce la lontananza del proprio tecnico dalla panchina? Credo ne abbia bisogno e questo vale pure per un allenatore, anche se forse non averlo vicino può spingere un giocatore a dare ancora di più".<BR></I>Insomma, pare che sia più importante suggerire una posizione per Conte piuttosto che calmare gli animi e pensare solo al campo. Ma d'altronde l'Italia è anche questa, non si scrivono lettere ai Presidenti&nbsp;per riformare un sistema marcio come quello dello giustizia sportiva, si preferisce accusare e condannare un uomo che fino a prova contraria è innocente.C1007650FirenzeFL0655FL065520120730_montella.jpgSiNfiorentina-montella-spero-che-a-conte-non-diano-lo-sky-box-1008598.htmSiT1000024100758301,02,03010354
1711008564NewsCampionatiChelsea-Juventus, le voci dagli spogliatoi: Di Matteo, Carrera, Vidal e Buffon20120919234531chelsea, di matteo, juventus, vidal, carrera, buffonChelsea Juventus Di Matteo Carrera Vidal Buffon<STRONG><EM>Carrera</EM></STRONG> - L'allenatore della Juventus, ai microfoni di Sky Sport palra del pareggio in casa del Chelsea elogiando la prestazione dei suoi ragazzi: "Abbiamo giocato una buona gara e dimostrato di potercela giocare alla pari con tutti. Abbiamo preso un gol in 10 e il secondo è stato un euro gol, rispetto a Genova, dove siam partiti male, qui abbiamo giocato una buona partita fin dall'inizio e siamo riusciti a creare qualche occasione anche nel primo tempo. Sappiamo che quando Pirlo viene marcato a uomo noi dobbiamo trovare altre soluzioni coi due centrali di difesa che impostano l'azione. Siamo contenti di aver recuperato una gara come questa e da domani ci prepariamo per il campionato".<BR><BR>Soddisfatto del lavoro degli esterni?<BR>"Gli esterni devono fare questo lavoro sempre per tutto il tempo che ci riescono, se poi si stancano li cambio".<BR><BR>Come mai il cambio Quagliarella-Giovinco?<BR>"In settimana guardiamo i giocatori che erano più in forma e Fabio era il più riposato e lui ha dimostrato che tutti in questa squadra sono necessari e che la Juve ha bisogno di tutti. Giovinco ha fatto quello che gli abbiamo chiesto e lo ha fatto bene e presto riuscirà a dimostrare le sue qualità anche in campo europeo".<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><STRONG><EM>Vidal </EM></STRONG>- Il centrocampista della Juventus, ai microfoni di Sky Sport parla della rimonta di Stamford Bridge e delle sue condizioni fisiche: "Sto bene e sono contento perché la squadra ha dimostrato di aver lavorato bene nell'ultimo anno e che meritiamo di essere qui. Abbiamo messo in campo il cuore e abbiamo giocato bene come dovremmo sempre fare. Per sabato spero di recuperare e se il mister vorrà sarò in campo".<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><STRONG><EM>Buffon</EM></STRONG> - Il portiere della Juventus, ai microfoni di Sky Sport parla dell'ottima prestazione dei compagni sul campo del Chelsea al di là del risultato: "Siamo felice per il pareggio su un campo difficile e contro i detentori, però analizzando la gara ci siamo trovati sotto di due gol in maniera episodica e non per una reale superiorità del Chelsea. Abbiamo ribattuto fin dall'inizio colpo su colpo al Chelsea. È andata come mi aspettavo, perché per confermarci dovevamo fare una prestazione del genere e anche se avessimo perso non avrei cambiato idea: siamo competitivi e gli altri devono rispettarci. - continua Buffon parlando poi della possibilità di essere competitivi su due fronti - Sicuramente è difficile se non impossibile vincere entrambe le competizioni e sarebbe presuntuoso pensare di poter vincere sia la Champions sia il campionato. Abbiamo rinforzato la rosa e almeno inizialmente possiamo giocare tutte le gare su ritmi alti e con uomini freschi, cercando di imporre il nostro gioco. Se dovessimo continuare così per tutta la stagione si può anche provare a essere competitivi su tutti i fronti .Subiamo troppo? Si è vero e questo è un problema e se dovesse perdurare questa cosa bisognerà cercare di trovare una soluzione.<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><STRONG><EM>Di Matteo</EM></STRONG> - Il tecnico del Chelsea, ai microfoni di Sky Sport elogia la gara del brasiliano Oscar e si rammarica per qualche errore di troppo: "Il debutto di Oscar è stato fantastico, era la partita giusta per iniziare la sua avventura qui e lui l'ha giocata alla grande sia in attacco sia in copertura. Era importante non dare tempo e spazio a Pirlo. Abbiamo giocato una buona gara contro una squadra che ha buone qualità e che non ti fa giocare facilmente. C'è però il rammarico di non averla chiusa prima e di aver pareggiato alla fine una gara che ci vedeva in vantaggio. Dovevamo cercare di più il terzo gol e invece abbiamo commesso qualche errore in fase difensiva, come in occasione del secondo gol, e purtroppo siamo stati puniti".<BR><BR><BR>C1007650Londraadm001adm0011839.jpgSiNchampions-league-chelsea-juventus-le-voci-dagli-spogliatoi-di-matteo-carrera-vidal-buffon-1008564.htmSiT1000007100075701,02,03,06010307
1721008504NewsCampionatiInter, Stramaccioni: «Dopo la sconfitta contro la Roma hanno detto troppe cattiverie»20120917081530inter, stramaccioniIl tecnico parla dopo la vittoria contro il TorinoAndrea Stramaccioni, tecnico dell'Inter, ha commentato la vittoria per 2-0 sul Torino: "Io credo che l'Inter abbia preparato una partita ben precisa contro una squadra dalle caratteristiche chiare, nitide - ha detto ai microfoni di Sky Sport -. Ci è riuscita avendo sempre la palla tra i piedi e controllando gli attaccanti avversari. Nel secondo tempo abbiamo perso dei palloni pericolosi, lì poteva cambiare l'inerzia. Per noi era importante tornare a vincere dopo il passo falso di domenica e rimanere agganciati alla vetta. Il Torino è una delle squadre più in forma, era difficile vincere qui".<br><br> Ha fatto discutere l'atteggiamento di Sneijder al momento della sostituzione. Il fantasista olandese ha lanciato via i polsini ed è rientrato negli spogliatoi senza tornare a sedersi in panchina: "E' normale che fosse arrabbiato - ha detto -, per me è un giocatore importante e vorrebbe finire tutte le partite, ma aveva un minutaggio alto in nazionale e volevo dare un messaggio alla mia squadra con l'ingresso di un attaccante vero. Non volevo che la mia squadra si schiacciasse troppo. Inter meglio in trasferta che in casa? Credo che la sconfitta pesante sia quella con la Roma, le altre erano gare di ritorno. Ciò che mi dispiace è non aver potuto ancora vincere davanti ai nostri tifosi, che oggi erano qui in massa nonostante in questi giorni ne abbiano dovute sentire di tutti i colori. La difesa? In questi giorni ho sentito cose davvero cattive verso i nostri difensori, ma si difende in dieci. Oggi non abbiamo mai permesso al Torino di rendersi pericoloso, in molti avevano storto il naso quando avevano visto Juan Jesus in formazione e sono felice che si siano ricreduti. Con l'ingresso di Gargano abbiamo ridato solidità alla squadra in una fase in cui stavamo perdendo troppi palloni, Ranocchia e Juan hanno fatto una grande partita così come i terzini. Gli esterni del Toro non si sono mai resi pericolosi. Non mi sono buttato giù dopo tutto quello che si è detto dopo la Roma, di certo non mi esalto adesso. Qualunque cosa dica potrebbe essere smentito alla prossima giornata, io penso solo a lavorare".<br><br>C1007650Milanoadm001adm001842134-14339032-640-360.jpgSiNinter-stramaccioni-hanno-detto-troppe-cattiverie-dopo-la-sconfitta-contro-la-roma-1008504.htmSiT1000026100075501,02,03010177
1731008460NewsCampionatiRoma, Totti in gruppo20120914113130roma, tottiRoma TottiSecondo quanto riportato da Sky Sport Francesco Totti, capitano della Roma, è attualmente in campo con il resto del gruppo per l'allenamento. Smaltita quindi dal numero dieci capitolino la botta alla caviglia rimediata nella giornata di ieri.C1007650Romaadm001adm001totti.jpgSiNroma-totti-in-gruppo-1008460.htmNoT1000012100075701,02,03010169
1741008443NewsCampionatiRoma, Totti si è fatto male in allenamento20120913121047Tegola Totti: si è fatto male in allenamentoFrancesco Totti ha interrotto l'allenamento in anticipo. Sky Sport 24 racconta che il Capitano giallorosso si è procurato una contusione alla caviglia destra da valutare nelle prossime ore, resta da capire se ci sia anche una distorsione. Attesa, dunque, in casa Roma, per capire se ci sarà domenica contro il Bologna.FL0744FL0744totti_nuove_010.jpgSiNtotti-infortunio-1008443.htmNo100796901,02,03010273
1751008431NewsCalciomercatoMercato Lazio, Alfaro ceduto all`Al Wasl20120912174531lazio, al wasl, alfaroLazio Alfaro Al WaslAlfaro saluta l'Italia. Come riporta Sky Sport è stato chiuso l'affare pochi minuti fa, l'attaccante passa all'Al Wasl. Confermate le cifre e la formula: prestito oneroso a 500 mila euro con riscatto fissato a 3,5 milioni. Alfaro era arrivato alla Lazio nel gennaio 2012, solo 8 presenze e nessuno gol in campionato. <br><br> &nbsp;<br><br>C1007650Romaadm001adm001alfaro emiliano.jpgSiNlazio-alfaro-ceduto-all-al-wasl-1008431.htmNoT1000018100075701,02,03010268
1761008429NewsCampionatiJuventus, Agnelli: «Soddisfatto per nomina Eca»20120912172957JuventusJuventusAndrea Agnelli attraverso i microfoni di SkySport ha parlato del suo ingresso al consiglio dei Club Uefa. "<EM>C'è stata questa possibilità di entrare nel Consiglio dell'Eca, in quanto uno dei Consiglieri dell'Eca - Paolillo - ha lasciato le sue cariche all'interno dell'Inter. Per noi è sicuramente molto importante, è un altro di quei luoghi dove si crea parecchio consenso&nbsp;e si sviluppano le strategie future del calcio europeo. C'è un'estrema professionalità dettata dal presidente Rummenigge, dal segretario generale Centenaro e siamo come Eca sicuramente un'interfaccia molto credibile per la Uefa e da lì i club riescono a condividere tutta una serie di opinioni. Quindi sono estremamente soddisfatto perchè è una sede giusta per riuscire a portare il proprio contributo per lo sviluppo del calcio". Infine: "La cosa importante non è rappresentare tutti ma è condividere con tutti quelle che sono le posizioni del nostro Paese".</EM><BR>C1007650FL0655FL0655agnelli_andrea_juventus_lp.jpgSiNagnelli-soddisfatto-per-nomina-eca-1008429.htmNoT1000007100758301,02,03,06010299
1771008407NewsCampionatiDiritti Tv assegnati a SKy Italia20120912103130diritti tvDiritti tvLa Lega Nazionale Professionisti Serie A comunica, in esito alle offerte ricevute entro le ore 12.00 del 6.9.2012 e ai sensi di quanto previsto dall'invito a presentare offerte pubblicato in data 20.7.2012, di aver assegnato a SKY Italia per le stagioni sportive 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015 il PACCHETTO 6A avente ad oggetto i diritti audiovisivi da esercitarsi in forma esclusiva sulla piattaforma televisiva Digitale Terrestre in chiaro e/o Satellite in chiaro in ambito nazionale.<BR>C1007650Romaadm001adm001classificaseriea2011201212giornata.jpgSiNdiritti-tv-assegnati-a-sky-italia-1008407.htmNo100075701,02,03010155
1781008405NewsCalciomercatoJuventus, Marotta: «Lavoriamo per Llorente e Jovetic. Fiduciosi per Conte»20120912094531juventus, marottaJuventus MarottaQueste le dichiarazioni di <STRONG>Giuseppe Marotta</STRONG> riportate da<EM> Sky Sport</EM>: "Siamo superfiduciosi per l'esito dell'arbitrato Tnas per Conte. Mi auguro che si possa al più presto tornare a concentrare l'attenzione sulla cronaca sportiva. In questo periodo sui giornali si leggono più notizie di cronaca giudiziaria che di calcio giocato. Mercato? Su di noi ci sono spesso titoli roboanti e ci sono state attribuite delle mosse scorrette che smentisco categoricamente. Ad esempio non abbiamo mia parlato con Diakité che è un giocatore della Lazio e non arriverà alla Juventus. Jovetic? Ci piace, ma è un giocatore della Fiorentina. Abbiamo tracciato il profilo di un calciatore che possa esserci utile e il montenegrino lo è, ma è della Fiorentina e sarà la società viola a decidere il suo futuro. Llorente? Continuiamo a lavorare. Il monitoraggio dei giocatori più interessanti va avanti e a gennaio valuteremo se intervenire. Champions League? Palcoscenico blasonato, sul quale siamo lieti di essere tornati. Non ci poniamo obiettivi precisi, se non quello di mettere in campo la stessa voglia mostrata in campionato, Supercoppa e Coppa Italia. Conte sta studiando il modo più efficace per distribuire le forze equamente in tutta la rosa'. Uno dei compiti dell'area tecnica è valutare come affrontarli al meglio, attraverso la prevenzione degli infortuni e con un lavoro in campo che tenga conto delle tante partite. Non abbiamo molta esperienza in questo senso, ma possiamo contare sulla preparazione e sulla professionalità di Conte e dei suoi collaboratori. Campionato? Siamo i campioni in carica e le altre squadre ci vedono come gli avversari da battere. Ogni stagione però ha una sua storia e sarà il campo a dire quale sarà la squadra migliore. Abbiamo il vantaggio di avere già un anno di lavoro con Conte alle spalle e dovrà essere lui a tirare fuori dai giocatori la stessa grinta fatta vedere nella passata stagione. Bendtner? Il primo giudizio di Conte è molto positivo. E' giovane e ha voglia di fare bene".<br><br>C1007650Torinoadm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-marotta-lavoriamo-per-llorente-e-jovetic-fiduciosi-per-conte-1008405.htmSiT1000007100075501,02,03,06010255
1791008393NewsCampionatiInter, Silvestre: «Dimostrerò quello che so fare»20120911144531inter, silvestreInter Silvestre"Vogliamo riscattare da domenica la sconfitta con la Roma, che è già alle spalle". Matias Silvestre, difensore dell'Inter, parla così, a Sky Sport. "Mi sono inserito velocemente nel gruppo, nel mondo nerazzurro. Sono soddisfatto, ho giocato 5 gare dal primo minuto su 6 e credo di aver fatto bene; non si è visto il miglior Silvestre, ma poco a poco riuscirò anche io ad essere al top della condizione per far vedere chi sono".<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650Milanoadm001adm00167849_1585487236792_7326127_n.jpgSiNinter-silvestre-dimostrero-quello-che-so-fare-1008393.htmNoT1000026100075701,02,03010266
1801008382NewsCampionatiConte: il Tnas si pronuncerà tra il 18 e 20 settembre20120911110834JuventusJuventusIl giornalista Dario Nicolini di SkySport ha annunciato la data in cui verrà emessa la sentenza definitiva per i 10 mesi inflitti ad Antonio Conte. Il giornalista di Sky ha precisato che ci sarà prima un tentativo di conciliazione che potrebbe portare ad una riduzione della pena; se non si dovesse trovare nessun accordo, allora ci sarà il confronto con la difesa del mister salentino che punterà a far scagionare il proprio assistito. Conte e i suoi legali puntano al proscioglimento di una condanna che risulta contraddittoria e anche ingiusta. Tra il 18 e il 20 settembre l'allenatore della Juventus conoscerà il suo futuro.C1007650TorinoFL0655FL0655phpThumb_generated_thumbnailjpg.jpgSiNconte-il-tnas-si-pronuncera-tra-il-e-il-settembre-1008382.htmSiT1000007100758301,02,03,06010245
1811008370NewsEditorialeStadi di proprietà, il futuro della Serie A: tutti i progetti dei club20120911081438Serie A, stadi, progetti, Juventus Stadium, FiladelfiaAvanti Udinese, dietro Bologna e Atalanta. Abisso Chievo e Pescara, mentre spunta l`idea senese: uno stadio interrato.L'ammodernamento del calcio italiano passa soprattutto da qui: stadi nuovi,&nbsp;di proprietà delle società e con tutti i comfort.&nbsp;Ma, a parte la Juventus, qual è la situazione&nbsp;delle squadre di Serie A a proposito della faccenda? Scopriamolo, analizzando dettagliatamente progetti e vicende:<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0.5cm"><STRONG>ATALANTA&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; &nbsp;</STRONG><IMG border=0 name=immagini1 src="http://atipicisportivi.files.wordpress.com/2011/04/222532_637065_senza_tito_11503994_medium.jpg" width=207 height=162> <BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Avrà un aspetto irregolare, con una copertura trasparente e poliedrica che ingloberà tutta la struttura esterna dello stadio. Conterrà circa 28mila posti, e dovrebbe sorgere nel quartiere periferico di Grumello all'interno di un parco dello sport che si esteso lungo 620 mila metri quadrati. La realizzazione costerà 250 milioni, tutti versati dall'imprenditore privato che si incaricherà di costruire l'impianto. Il progetto prevede anche un parco pubblico di 75 mila metri quadrati. <BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>Inizio attuazione del progetto previsto nel:</STRONG> 2014-2015<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>BOLOGNA&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; &nbsp;</STRONG><IMG border=0 name=immagini2 align=bottom src="http://www.ecocompactcity.org/Stadium/Renato-Dall%27Ara/progetto-stadio-Dall%27Ara-4.jpg" width=256 height=168> <BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Nessuno stadio ex-novo: solo una riqualificazione del vecchio Dall'Ara, con il possibile acquisto dell'impianto da parte della società. Con il restyling si otterrebbe una struttura estesa su 22 ettari, e comprendente 13 campi da calcio. Alla ristrutturazione dello stadio si accompagnerebbe quella di tutta la zona circostante: 90 mila metri quadrati verrebbero finalizzati alla costruzione di zone commerciali, residenziali e terziarie. <BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>Inizio attuazione del progetto previsto nel: </STRONG>Primavera 2014<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>CAGLIARI&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;</STRONG><IMG border=0 name=immagini3 align=bottom src="http://static.blogo.it/calcioblog/caralis-arena-il-nuovo-stadio-del-cagliari/stadiocagliari02.jpeg" width=260 height=173> <BR><BR>Lo stadio ha già un nome: Karalis Arena. Sorgerà nella zona di Elmas, e in questo caso è d'obbligo accorciare i tempi, poiché il Sant'Elia è inagibile e i sardi non potranno continuare a lungo a giocare facendo la spola fra Trieste e Quartu Sant'Elena. La Uefa ha approvato il progetto: l'impianto dovrebbe ospitare circa 33mila spettatori. Il problema riguarda la collocazione dello stadio, in quanto sono stati riscontrati alcuni problemi riguardanti la tutela della fauna locale. Il Tar dovrebbe esprimersi a giugno a proposito.<BR><BR> <P style="WIDOWS: 0; ORPHANS: 0; MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>CATANIA&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; &nbsp;<IMG border=0 name=immagini4 align=bottom src="http://undiciperundici.files.wordpress.com/2009/01/3.jpg" width=269 height=191></STRONG> <BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Il Catania Stadium sarà edificato a Librino. Il progetto di Emanuele Stancanelli - progettista anche di Torre del Grifo Village - prevede uno stadio da 30-35 mila spettatori, all'insegna della sostenibilità: ampie vetrate per sfruttare la luce solare e pannelli fotovoltaici. L'impianto ospiterà anche gli uffici direzionali del Comune di Catania, concentrandoli in un'unica struttura e producendo un risparmio pari a 6 milioni di euro. Costo del progetto stimato tra gli 80 e i 100 milioni. A febbraio l'ingegnere Stancanelli ha dichiarato: "Per avere qualcosa di concreto bisognerà aspettare da sei mesi a un anno". E siamo già a settembre.<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>CHIEVO </STRONG><BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Il progetto stenta a decollare. Si è cominciato a parlare nel 2009 di un nuovo stadio a Villafranca, in pieno stile inglese con centri commerciali, ristoranti e hotel. Tutto resta nebuloso, in attesa di sviluppi.<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>FIORENTINA&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; &nbsp;</STRONG><IMG border=0 name=immagini5 align=bottom src="http://images.corriere.it/Media/Foto/2008/09/19/fdg/STADIO_big.jpg" width=238 height=124> <BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Il 30 settembre è stata la data indicata tempo fa dal sindaco di Firenze Matteo Renzi, entro la quale la società potrebbe fare un'offerta riguardante la costruzione dello stadio e di una mini-cittadella circostante. L'impianto potrà contenere 40mila spettatori e sarà dotato di centri commerciali, rendendolo "Un EuroDisney del calcio mondiale", per usare le parole di Della Valle. <BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>GENOA </STRONG><IMG border=0 name=immagini6 align=bottom src="http://www.ilsecoloxix.it/r/IlSecoloXIXWEB/genova/foto_trattate/2009/11/12/NUOVO%20STADIO%20L.FERRARIS%20DALL'ALTO--499x285.jpg" width=180 height=108> <STRONG></STRONG><IMG border=0 name=immagini7 align=bottom src="http://images.virgilio.it/sg/local/upload/sta/0000/stadio-genova-2-570.jpg" width=168 height=106> <BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Ristrutturazione del Ferraris o nuovo stadio: è questo il dilemma. Il modellino del nuovo impianto si presenta come una complessa opera architettonica. Se il Marassi venisse riconfigurato si avrebbero due nuove torri, 39mila metri quadrati di parcheggi e 28 suite per seguire le partite.<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>INTER&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;</STRONG> <IMG style="WIDTH: 234px; HEIGHT: 135px" src="https://encrypted-tbn2.google.com/images?q=tbn:ANd9GcSd1S04DW4-Y1dhq6_3HYmaMOx6G3FG2KVJTkBrr2X-V_tQWiG02w" width=215 height=154><BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Una forma a spirale, in stile Allianz Arena che dovrebbe sorgere nell'area di San Donato Milanese. Ospiterà circa 60mila spettatori e dovrebbe costare ipoteticamente 250 milioni di euro, per essere ultimato nel 2017. <BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><BR><BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><B>LAZIO&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;</B><IMG style="WIDTH: 214px; HEIGHT: 126px" border=0 name=immagini9 src="http://static.blogo.it/calcioblog/i-nuovi-stadi-italiani/lazio04.jpg" width=222 height=157> <BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Questo l'ipotetico modello dello Stadio&nbsp;delle Aquile: design avveniristico e copertura trasparente. Dapprima la zona designata era&nbsp;sulla via Tiberina, ma è stata definita inidonea per il piano urbanistico, anche a causa dell'opposizione di Legambiente che si pone in contrasto rispetto al ddl sugli stadi, che secondo l'associazione naturalistica, darebbe il via libera a privati per costruire in zone non edificabili. Bisognerà trovare un'altra soluzione.<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>MILAN&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;<IMG src="http://www.ilmiomilan.it/milanblog/wp-content/uploads/2010/03/stadio-san-siro.jpg" width=243 height=137></STRONG><BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Il progetto, avallato dalla dirigenza rossonera, sarebbe di acquistare&nbsp;il San Siro. &nbsp;Se si riuscisse a convincere l'emiro Al Maktoum,&nbsp;o qualche cordata di investitori sulla falsariga di quelli cinesi che hanno investito sull'Inter, si potrebbe contare su nuovi capitali. L'acquisto riguarderebbe anche l'area circostante, che verrebbe trasformata in un parco. <BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>NAPOLI&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;<IMG src="http://www.youtopic.it/foto_articoli/631-il_nuovo_stadio_di_napoli_verr%C3%A0_costruito_a_ponticelli_.jpg" width=291 height=136></STRONG><BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Il sindaco De Magistris ha dato tempo fino a novembre per presentare i progetti. Dopo la costruzione del nuovo impianto, verrebbe la ristrutturazione del vecchio San Paolo. Non è dello stesso avviso De Laurentiis, che considera di priorità maggiore il restyling di quest'ultimo. Una cordata di investitori, con a capo l'imprenditrcie Marilù Faraone Mennella, ha presentato un primo concept per uno stadio ex novo, da costruire nella zona di Ponticelli: 55 mila posti, forma leggermente irregolare - una curva è più piccola dell'altra, come se la costruzione fosse incastonata nel terreno - per garantire visibilità ottimale da tutti i punti. Riguardo al nome, è stata avanzata un'ipotesi alquanto suggestiva: dedicare lo stadio a Diego Armando Maradona. Se il progetto&nbsp;venisse approvato, richiederebbe circa tre anni di lavoro. Il che vuol dire che non se ne parla prima del 2015.<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>PALERMO&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; &nbsp;<IMG src="https://encrypted-tbn2.google.com/images?q=tbn:ANd9GcR_EIm-tEVs3tWHwYnJgr-V2iWwM6gy0LjA8G6l_rjhIK-S9Pnp_w" width=271 height=143></STRONG><BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Impianto faraonico da 200 milioni di euro, in pieno stile zampariniano. Sorgerà allo Zen, potrà accogliere 35 mila persone che&nbsp;potranno guardare le partite&nbsp;interamente al coperto, 56 skybox e 130 posti riservati ai disabili. Nella stessa zona&nbsp;strutture commerciali e alberghi. A giugno il "sì" del sindaco Orlando: si aspettano ulteriori sviluppi, anche se il patron rosanero si augurava che i lavori potessero iniziare già da quest'anno. <BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>PARMA&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; &nbsp;<IMG src="http://1.bp.blogspot.com/_4SjPHvjlztI/S496sgb5E_I/AAAAAAAAAio/Ydn2KMfqJ30/s320/Parma_Stadio_Tardini_Euro+2016.jpg" width=208 height=141></STRONG><BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Si pensa ad una modifica del Tardini, inserendo coperture e rinnovando la struttura senza stravolgerla. In campagna&nbsp;elettorale il candidato sindaco Ghiretti aveva affermato che "non ci sono i soldi per costruire un&nbsp;nuovo stadio", e in effetti a giudicare dallo stato del progetto sembra proprio così.&nbsp;<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>PESCARA</STRONG><BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Alessandro Acciavatti, proprietario di una parte di quote del Delfino, ha dichiarato già da maggio che "Il Pescara avrà uno stadio di proprietà". Nello stesso mese la dirigenza avrebbe incontrato alcuni progettisti dello Juventus Stadium, per creare un impianto da almeno 22 mila spettatori. <BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>ROMA&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; <IMG src="https://encrypted-tbn0.google.com/images?q=tbn:ANd9GcSwEYXRUH5EpGkUluBFs2STNDjHb0am_SFM1XlAh5YYWPHPQXP8" width=234 height=136></STRONG><BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">La notizia è fresca: la dirigenza avrebbe intenzione di collocare uno stadio da 50 mila spettatori a Tor di Valle.&nbsp;La vecchia presidenza, ai cui tempi è partita l'idea di una casa esclusivamente giallorossa, avrebbe voluto intitolarlo a Franco Sensi. Vedremo. L'obiettivo resta quello di renderlo funzionante per il 2016.<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>SAMPDORIA&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; <IMG style="WIDTH: 229px; HEIGHT: 127px" src="http://locali.data.kataweb.it/kpmimages/kpm3/gloc/2009/05/14/2930144.jpeg" width=230 height=166></STRONG><BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Garrone ci pensa, affidando all'architetto Stefano Boeri il futuristico progetto dello stadio: forme levigate e luminose, con copertura abitabile in cui si potrebbero inserire salette lusso. L'impianto potrebbe sorgere a Sestri Levante. Il ds Sagramola, a luglio, ha riacceso la questione - stagnante - definendo "un'urgenza" la costruzione dello stadio di proprietà.<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>SIENA&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; &nbsp;<IMG style="WIDTH: 242px; HEIGHT: 127px" src="https://encrypted-tbn2.google.com/images?q=tbn:ANd9GcRWABfJIh38-zPyziuvd8814iJWzjS54xWuCysY4WHXFR5xEvKjZQ" width=223 height=103></STRONG><BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Nel 2011 l'architetto Marazzi ha pensato addirittura ad uno stadio scavato nel terreno, da ultimare entro il 2019. L'idea, che inizialmente potrebbe sembrare alquanto bislacca, è stata premiata con il prestigioso Premio Mipim, dedicato all'architettura del futuro. Lo scavo dovrebbe sorgere&nbsp;in località&nbsp;Isola d'Arbia.<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">&nbsp;<STRONG>TORINO&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; <IMG src="data:image/jpeg;base64,/9j/4AAQSkZJRgABAQAAAQABAAD/2wCEAAkGBhQSEBUUExQVFRQUFxYUFRUVFRgVFxQXFBQVFBQVFRQXHSYeFxkjGhUUHy8gIygpLCwsFx4xNTAqNSYrLCkBCQoKDgwOGg8PGiokHyQsLC8sLCwsLC0sLCwsKS8sKSwsKSwsLywsLCopLCksLCwsLCwsLCwsLCwsLCwsLCksLP/AABEIAMMBAgMBIgACEQEDEQH/xAAbAAABBQEBAAAAAAAAAAAAAAACAAEEBQYDB//EAEMQAAIBAgQDBQUFBQYFBQAAAAECEQADBBIhMQVBUQYTImFxMoGRobEUQlKSwSMzYtHwB0NygqLhFRYkY7JEU1TC8f/EABoBAAMBAQEBAAAAAAAAAAAAAAABAgMEBQb/xAAtEQACAgEDAwMCBwADAAAAAAAAAQIRAxIhQRMxUQQiYQVxMkKBkaGx8BVS4f/aAAwDAQACEQMRAD8AzxpiKZjTZqQghSzUwNOBQAxpqLLSoAEU1dAKEb0ANlpUdAVoACiikaU0ACVoqVOpmgBUpo1WmZaAFNKmojQAFOaRNMKBDUss0TUNAxZaRoqFqAFTRTzTEUALNTCninFAACiinihK0CCilFMKcCkMUUqLLSpiFlpwtEKZ1oAEmhmjVafJQMYGniud68FGukbnp7utFh8C7uCZIb+7ABIAUnXxSp2n1pfCFZ07piNAaWIti2pZzHIAaknoOVWHFLFjBWp7j/qbyxaQMSC2kswzEhVknzIArOcLwzXSM5Z0tgiSdzqdTyEnXoIEjer2S+TSEdTt9kcrnHgPYT3uf/qKitxq6T7UeQUAfCKncS4KtsC5qNRNpp1nXwtzEa6/E709/stfFhL4tl7Tey6JoRzGnn+o5VnUjpXTjW3cGxxRu6LtBJcIJUbZSzTG/wB2u2Fxxe4q5F8RCyJET5VGxGHypbQr7INxt/auHQe5QKfh1sqzPqMis3qW8K/M/KqV8kTUXuiS/EUzEZToSN9wDAMxpXY4hQqt4gGzRADeyQDMVThBzJqfjcKfAiqzd3bAJBjxNLkQRvqs00rIkox7kpcUuXNm8M5ZII1ImPhRrdU7OpJ5Bvl61X4oFbVtIMktcIaJEwoHyNcuG2IvK0eFZc+WRS31ApPuNQi1ZcBT6+kGmKmsuzHU6zuffrWq4aAblqy25W0BrqWfVvXl56UR9xOXGsauwaYAV6Za7OWGBz2kM/w5T7isRWW4/wBjzaObDlnXX9mYNwTGimQLnyPrWssTXbc5VkT7mcNIilhYuSFIBBgq3hYEcip2qT/wq5+GfQis0r3RdohxSipLYFxujfCajspB1BHqIoqh2NFMVogaRFIBhSiiFPNAAUooop4oACnFOBSigAs1KhpUDCJpwaAiiDUxBBq53G5Dfz5eZo7Npnu5FBZmgqo9MpmdlGjTsNTUjA8G764Nc9pG8bJot5l+6haPBM6+VG/AmBwXhRvsc5VEB8JaNSIm4wJHhmABEHrWruvbwWELte8FqQMmWXZiciKIMsTA9xOwqW2Jt2kMoyKoJZgVICjUkw0gAeVeacZ439rxQYJNlTls2/ZLTp3jHkzcvwiKqlBFQi5ukRuIY67fum9eaLjQABsir7KJGwG88zrWh4RxS28d4VQjL4tgSo8TOd2nedGEkaioGN7LMAGskuoADAjxhp1hQNQBufI1Xd1DZYYMDl6EEbiNxU7xe51JKcaXBaXsM+JvjnbJhWXaPdqGPQ1fcf7S3QLeHw7ZLNhe7gH2m+8T110+NViIcPZlf3r7HmAN392w8/Sqnxjr9azyy07bngfUPWOT6cHVE7/it3mqt56/oa6fax3ZZ7ZhiFCiCHI1YkFdlkc92FVnfN0+VTLnEUbKCrLlUKApBGmpMEDUkkn1rJZGvzM8+GfKuQ7NizcBbuj4SuiqSZMnZSdBB5fWtfwrtHgEtXLd2y+Zyf2hSSCdcwJgjX6Vkbdi24BVyTzUp4l84DSR5ia7tYI/vFX+E3GU+uV/1rRZJeUbL1mZd9zlxPhqPclbg1AyyVErrBgkHXU01vgroj7kumUHKwEE6mee0aeddrXDDccSw1IzP3itlA3JgnYD5Ur6qzlllRoEAPsqoAQaeQHvmn1JeEX/AMrkgt0VA7P3JExlkTB5Trp8a13ZzAr9qW64gBi0xIEKVtiB7qr7b3Btcb3kn61ecMLBVLkEliwOgIUSiiY2LFjr/wC2KvFJ6q0m2P6s/VTUNJpG4sVunvQtqyEBUkFr10knKyW7cnL4W0InT1ruqXbjwlvIg1N26RmYxsloar/m10rM8f4lhnvopx13D3LcKSiHI8gMCXkT0571J4XdxoC9xjLGMVmMq0B8g/Dmy3J0OxPvrfqb0j0+i6trb7Ov3V/zR1xf9nGFt2btwm41wKzhlbJ4gDECDuTGs7ms3hC2UZiC0AEgQC3OKu8Rx1mS4pN5biyLlq4RPiOjLAAZBpykefLFcQxZN62qkg5gfnM/Bf8AVS1KK1CrVsaIv50Aur7WfUymSPZA+8TPPbaoGNxeVCREgaevL51HwOILWszEmZjQHSTGlaOa1af1JUdrJ9zjGHDBXyy3szbJzctCBUlMHZdZCLB5iRtQYS0Ao8h0j5VKzfrVVfcRFPB7RP3hts386Y9nVO1xhtuAfpFS1b+vdUhDrU6I+B6mU7dmzyuKfUEfzri/ALo2yn0aPqK0AP8AXvpZtfj9aXTiPUzNPwW8P7sn0IP0NRb2FdPaRl9VI+dbVW/WqD+0NCcAzAkG29p9DHPIdv8AHUyxpK0NSKOnqss4/wAI1Ow+95Uqwsui1aoGE4i7jWy6bZJ1Lkn8I16fGp0RqTpWl7PcDe0gxGZVvBgUW4D4LRU8gD42VtCR4YmCdqSsTdEzhHBmwgUtaDX3Gc3GIKJ/2lUGSfECW2JXKJjWaveCYyySSfBvJk7N1rhBeG7xyCPCZ2XkIAFZbtf2iez/ANPaut3jj9o2h7pCOTRIc8tdBr0rXZIlJt0RO13aN8SzYa3BtWyTeKSRdZY8AnUqp33k+VUWAxQRiSAZETE5DIOYCRPQ67ExrUa0uWI8MbeX+9W2BwTYplRLtuy51d2IQvB0WDo3ImN+e1c96megorFDfcn3OLBLJKsveOY8DTED94RpDDSCVk6zsDR8MtllN26BIli0Q5B2nkzEnQ70N3ss1u4Fd7bkH+7BAaNPZMj4EelLimOg90B4VOu4zNt8BqB6k86cnoVyPO9b6qOPHUO7ImJxbuxYiOQEaKBso8h/vzrl9pPQfSiXE+VGMQK5LX/Y+Wbb3aAXFeVGL4O/0p5Q9PpUheFsRItuR1Ct/Kq93DRO3hnAZD0olsLy+Rpvsg6mm+y+dJp8xRNrydPso6/KjGGPX9K4iyw2+tEGcdfrUtR5iS7fJKsYe4zBV1LEKBPNjArTWMObitlI7u2slmMAW08Kn1MFo/iqh4KzZmbaBlBj71wET7kFxvcK9B7PYTLhiSP3pn/KPCn6mPOur08Uk5I9j6Xhq5yIHCeBd7ZZ/tdvme4JF1UUagNqwH3dhptvUjF9iLSBbyd3m1yHDkW2E6Sg9i4fIKD51PPBrYJKgIWEHIMpImdSsE66+tVuK4FFlramM1zvSWM6xBAbdZgbyNNxTlFpbbn12PNjyT9zr9F/a3/8KrGi4bKpdc3SCTbxKgd6ywSqOrHTKx2n0JFRMD2TsriLWWHe5Bz3WLIveclVTJjQQWOpjlXDtbd8dzMSQqZXUmAZGdvfJGs9ag9mcQbasIUqpUBWB8LqBmZSCCktJ8JFaQ/KmjhzpKc9L2ssuMcDFxhh7iC07sED2y8A58oDKSQwJjVTIrOICFNsOrsjd22SdIYrB+B1qfxXtJde7Nsi2+gFwFmclvCPFcJIgKdta5rb8SifFzMRmjnp5mrVOTr7GD2juNbwjqxYXrmugWRlGm4BE8qn8Ozd2ody7QZaAJ8RjbyobtolfcfnVBinxFtSLc5s0gyCAkezlPnr/UVo3pISs1hQjY11UsKyH/H74ZJWVibjFQxJEzkClRrAgE8967W+1zAXM6CEnL7Sm5B1gQQvLcx50upEehmqS6Y219aRva8+dZ612xQIjMrAvpClWIOkSNIkEEVPt8ftG73YkvGaAubSJkFJB010pqcXyLS1wXKXx1589K4doLHe4O+g1zWmj1UFl+YqEnGrLjMtxCAQJmNdIGvPy3qFbwVu1rbJClwxAzMGBaCIJ0ENTb2Bdzz6zxDwj0H0pVWYpSjskewxX8pI/SlXHRuegm+QRlGZiYtrEgtyYjaBvrppWnsYFTaVbt3vLhHicP7RmTGugn4xVNwqyloNcc5rrbgnRFiQm8T6b7VNxfF7Nuyblz2V1jQsx5KAOZ+VbQVK2YsbtHjreEsjKCbrytpQxBJ5uxB9kbz7qyXDeGm+WPeE3JNy6W8OeSJKv+LXY1Bv4hrjm4+jNso2tryRf1rS8MsK1oLbYyoLPknMzgEo5B1SASplSuU6zuIlLU64OzHj6cdXJ0xPZ9XywBb8InTKVG2ZlGjDQzsdCQSNKoEw2ZsghjJAI1Bj7w8o1q7x/EVt21tlVuFgGZgcpRTsEZHYKTrI28uh4DBJbU3DmywDBgNrsgjmTz9/KpaTf9lyzdHG5Sf2JF7NasgBiXYQCTJCjQtJ94HvPIVVK9xdAzR0DGPgTFK/xBnYs0a+WgA0AHkBpTDE+Vc05xm7Z8fnzTyTchziH5hT6ov1Apu/XnbX3Fl/Uj5UQxI86PvVNRpT7Mw1yXdHa0yJbDgOrMzKGlXyhApOXRYY5hrvA86jsiHXvDPMupn1zAmpFi8ACIUqd1IlTGxjkdTqINGLgGqoqHqAWI9C5aPdVdNj6seRY60xCEuhuZfF48pIk5C2eJbLGu50muIw938LEdQMw+KyKB8PJnMSTqSdSZ6mg+zHlH0NTUiXKEgziGG4+IiiXF+XzpC7dH3m/MT8jXbBuz3FDhSu7E21nKoLNrE7A86NUhKEJdi+4daBRFnLPiJPI3cpB91sJ+Y9a1eFNzE4prWGvm0thEhSgZXAkHQmc2w+NZ9MI7KW7svll7gUfeMuVA+Q8o6VSWuNqji5cw9+0+aZS5mHVoDgNvpGau+SaikfXfT448UdMmrrbs/4Z6BxK9iLTW7TI9xmyqzIvdmWy+IMoKZZJXxdDqKrLbth1uubz4hwYI7tB3HiAByW2Je2FaS+Y7a5ZqZ2e7b2yjWVc3dSMt64bd0BgRlDPIuEn+KfKqTGoLNm66d7nJIKOmS4nLTK2sgnp51m5tNI9Renxzxyk9mlxz91x/H3M7xHHNu0eJt8o0Bln0MjQA+WsV2wCfsULDKSJIUBVPOSq6TRYXgyX7QxF3v7ZYtbFqAk5QM5BIJRTMeHeas71yxGRrICqF9i46ka/dLEg/DnW8bu+DyZUlRmLJV70hCurHfmgyyViOZFNxHHNbgruWCwykjWZOkchUw8Ge06OuV7NxXy3NnIDk5WXfOpMdIOlU/HrpzKAToHaCNoUKPm1Sm1Ftk5nS2Ct9rzpKL7i6/UGpCdp7bbo3PZlPwmDWX7w9KOzeUHUcmHxUgfWs+rLycSyyNXhuJ2XIEkEkDVG9NwCKkJdw77XrR33OU/A1jraLOhXXTWQPQyIrqLDbRJ6Ak/DX9KtZWWsz8GvucGQn2VJB0iDB9aiv2eSZAiR/4xl+ED4Vl7oeSYg+kEmNSWEEkmpL8Qu23IV3AUsBDtyP8AFIo6i5RSzmjwvZwKAuZsgYPlnQkbT1q1xGEJtkAkHKRpvty86yFrtVfXdp/xIrfMRWp4DxBryMXCyj5fCCARlVgYJMbmtISi9kaLLqKPE9jBddrm3eMXjTTOc0fOnqzGJyeGT4fD7R5aUqnUvB018hYlPCWDqcupMiABqS3SBrWKvY3vrgdh+yU+BPZzR99vPpVxi8YXsZrmRg+dQmQq8qQMxYEeEyeWsVz4Pw4FTcYExAtoAJJ08WRxldIkATDHTmKmb4ReHHtqkRWwIYFrJLAalD7a+77w8xXK0pHiHhj70xHPQjWrhuF22Vri5rRQZjkBa1kmC6liCsNAKTmBJEGNY+GxHfsFuLnP4x4XjqSN/fWenc7eo1FtcB8JwHe3MxObWeuZidyTvVhxDiCmEQ+BTvydubenIeWvM13voLVkIphmGkfdQ6E+rageWbqKqDhfOpyycfbE+W+o+r6stFnWQelI2R0rgcO1d14XegEW2IIDCNTB2OUGYPpWGp8xPKUL7MH7MOpoThfOnyXAcuVsx2UqZPuIk1IXC3fwSegKlvygz8qVwfAaZkQ4c0oYda6DE9R/XvoxiBRphwyblyjiL5HP40QxR8q7C4DzFLuweQp6ZcSJbXKAGK8qvOAgFS34jl1/AhDv8W7semaqYYUHkfQfIVsuC8KGdbQ1AItk+SEtdPvc3PcFrbDGerfsdnosccmS1wWmOw+JTB2xhWCXXfvHYkqYIMKCAdT4d49apjx7idqBfsjEIpzElFvSPIiSPhW4uNDqAukMZGw00H1/o1zxN9IMkGP80V0NW7PqY5HGOlpNfKswqcS4dirTd7b+yu7xmSWBI/EpOmp2EelNxrvcKEsXn70Rnt3ZDeA+FRm3ykzAOxPqKv8AGYDDY2VhbhUwXVgWUxMZwTyjR5Guw3rIcVCoWDXCyoMgfWSFPIawZnST8INJLe2TJwUfZa+OP0XH6V8o4dnuL3C2S6z3bR7xyugZSsKCmkAk6ZToctXPEr1lUZ89yYgKLShvEdAHzwNY1qk4BgwCXVw0DJ7LLrvLZiddRtAo+MWnOXLqAdhBOmoIBInWNJFVHUoNkSUXJWNisYMUFV7ORLEi2wcmSWlyx0liROmnSs/xi+S7GcwCooO3tMXPyUVeYKyUtQYU6k+sc/fWb4iSWczvcO3RFC/rUyVRV9zD1Etq4ImfyNMXH/6KaWpG4eYrGzz6HCrT935mgzjpReH0oAcWyNj+lCVbr86IDo1LXyooLBlq2vZC7Iuz+K03xt6/SsbmPStX2Rv63P8ABZOvkCtaY/xG2J+4unwoJJ11PU0q6NcE7ilXXSOyzDcQtsXkwRoQNhl5LI5aRVrhsfm9hnRlP7OysHKupKrmYLdUHYeFxO+kVzxozgHMzXNoI0yjkpnXrEDY71VmQeY5dNDoR7xNcc/bI9XEllxryiw41xF7hyILvdnKzBkZczjqCTIB2+e01Z8H4X3VosVLNlzsq6sRIUAAaxJAkeZ5VV8H4jaw7A/ZxdYCFa7dZmnQA7fIRV1e44Cma9aRSfYXRnPnB9hfMmmq3d7nP6iGWUNEVRTYnF3CxZ/aJ1kR5QAdgBoB0oRifKrOzxu2dy6+UtHwkiuuW3cGYZGWYLNbXfpmTIZ99Y9Kf5ZWfPZPpuWO7RDwLKSWcHIgzP5/hQebHT0zHlQXsZ3jlmIljJ0j0AHIDQAeVWdzAKbYXKAs5vA7CTEAnOGmBMa8zXPC8Hgll7zNBynKrhSdM3haZAmNN6TjlXdHNL0kkqpkaxxFxotxhygOYjmMsxFFcvbStp9Af3Y0nkSADI8ql437RJzNbYH7t1APL/1CD5HnXO1hS7DNYhYJdrRYABZJKhWZScoAAjc0tXDRm8Uo7Js4Yi+lwy9vxQAWR2UmNJObMCepjWhPDUNt3VnXJGjBWDMxgKGWNYDHbZTUB7zKdZHkw1qfjsQUVLRGq+O5/jcDw/5Vyj1LVGqD7oha97IH2dqXdEcjXVcSOldlvL1paIPszFyku6O3BEY3Mwn9nDCebkhbQ/OVJ8lattwi6UeFGy5cx5ARPvOnxqm4RZAtqdNf2p687dofDvW961qcLwprQJcqC5RfzEQusayY91d2CCjHd9z3fQ46x6q7kDjGLa5YP/Vph2LaOSrsuVvEMk77jyqit4/BgpmuYjGOkqCUyrm8QZpIXXxZdyIArXYfsXhlJJUsWZnIZvvOSzEhY5nzq4wXDLVv93bVPNVC/EgVpt4PQ3PNb/Els21t4bCiwt4hblrMSYzgFiynXMFInppWf4mRmCSAWILzMIs+15Dl8K9N7agnuTIKqSSv3iWIkidNFEa9apfsNruTda0rtn7tO8VX7slcxIAkEnQCfOk42thp09yh4RhmFkXADFwl2MGCNcsHl901VcY1YnUgKBsYTOSJ8tAffXp2Aw5+zX7rnEg2rcrDZfGoJyIBoRsDIiDWQxnCPtodwSLyC3JtoCt1W9kwsRc1kEbwZqZw9mlDhJarZBcxbGmYADfTTrWMdgQviKkgttI8bFuR6RWr49bNq0Q2YMFMSCsyMoJ05zWVvuM0fhAX8qgfpSy8I48zoBVMaMvoTB+Yo+7f8M/4fF/4k1z8NLuhWJzbeDoF0JYZQNJPXoBvTi2p2IJ6ag+7rRWrjRBZomQZOnXTmNBT8/EUPoni93hGvvo3CkcMg60u66GjuXQSSUiST4WI39ZoPB1Ye4H9RQFfIoNaXsk57xgedkf6bhFZwL0ce8Mv6EfOr7ssxF9RoZs3NiD7NwncetXj/EjTGmpGra0JOlKnM9fkKVdp1mUfeRofd02Hxq3wPFcMYGIt3E9kMbLMyt4crMEJhTPiiCJ8qzViW/d4i1cPQkAwPLTyro1q+urWQw3lTy9K43OXMf2NkmuzNEn2buXa1iltsFzZblvIzEHxLKZWDQZAE7EVywPZlcTa76y6uM2RxmZWRsuYB1dW3EwZ1g1mjiVHtK6n/DtvFJb6x4bmU6EjMUJjbWR1901PUi9maLJkhvuaVOybjQ2rrtOiiMpnQSbZZj7oqtx1i60B4AXRU9gL5BWA1+dFh+N4q3BW+/h2khuc/eBO/WrI9tLzMTfRHEs6gKVy3D7LLqRE6ERqpIqlpl2ZovUyTtlTZ4dcC5ie7TbMWPyVZJP9TWg7O8UsC7F27ltIsLmnPdcnVnaIRQBoo61AxnGrVy03/TBL0jK9u6UA0IIJUAnkQDI3B3qJd4ig7pytwtDd9bAVsrB2ytbZ1bRlKmNYKkHeqS09gnmWT8S/Y3XaHj+HVQbLnLHiaQQRyVCB4mPQaDn0rIf8xW21azr1hSfWdDNT8bwhL+LW1bud8LgQ27pIgG4ARbcJcm2YgaJE1zfsPdhiqg5dWAdWMSASAwTmabk2TGGFr3Js64HH2rpyq1wGM0S0ADckPKRSbD2brEh7bkmSSqySTrraKSag4/hV23bK27b27b6OzKxa4RyZlBUDyEVTpwly0QCSQIBUnXrJ0HmaTjFrdIwl6XDPsv8AfwaO52dTp+W4R8nVvrXMdmDI1uAHc92Hgc/3bkn4CuvZzhxa6tkM2Ql3vX1lki0QO6tMwhiXZQSNN9a1X2XISA+YdSIpL00J9jhyeixI4cHw65lzDKJzkHcKoC20I6hVtiPWr/HcXtorOxaEBckaaAST8qqcThlYKQZP3hBERtDc+WnzqLfuWrQLOyqI++38zrW/T2OmDUVpR1uf2kWu6722pKlsil1a0GaJEM4iD19aLhXay9exbWiii0iFjcW4pY+yBKL7IljuOU1ju1fFExQREJZEaW0IBI8IAmNNWNV/CuHi0bxUD9rbNlpMnLnVyRGx8C+4ms3F3saqS5Nl2x4yTeCyPCJGXX2tvQwKyvA+JOt4o5N227EOrMRIQaFCPYYHTYzTNhSinoJ2kn8Q9NmHwrjwSyTLQQFESREk6kidxUyT1RRUezZssPxSzbV1t371otBufs8zFdYUMrheR2AJrPJ2iB/ZWrbhbkM1yfGQDKgqphVB1kGa5cQeLbb7QPU6VH4YPbPUgD0UACqk3rURRrS21/v8zj2hxbMFVizZiiySWMTO55ACKzdy6CxJ5knbqavON4gi4oJBCh3EcsqaT7zVGHFZ5H7jz83cHKppdzRFQabuxUUYWD3Z60/i/rWnyHrT6+VIAO8PSl3oos56GmLD+hQApFXfZuO+tRzF5f8ASG/WqTKpq37PrF6wf+64/NbFVHui8b9xsvjTUa7f70q7zuPMrvZQ6kH3VHTAYi1qjOoHRiPlWxFOQIrhOgyS8exaDxHMP41DT796de0oP73Do3UqSv8AOtPcwysIIrhc4RbP3RTt8gtuxTLxTCNuL1snmDmk9SQamWRafRMWpH4X8JP5oPzosR2ZRvKq7E9ltfCdKmovuh2zV2cCAoCnPH3pBk+6uGLtwCQJKg6cyax7cEvIfASPMEj36V2t8QxlvQOxA/FDj/UDWutVRGney4THIYzEK248uhkbGam4HiVxJNq6y5gV8L7ht9Jgg/pVAvay5tcs2n/ylT8pFGOO4R/bsXEMRKMG+Ris/dxIbSNfhu1mKRCneZlLBvGgYyoK+1oeetTrnbVrqW1vYe1dKZlzfiBbMNHDREnnWLs3sMf3eKZD0cMv10qxwPDizCLysBE5GzFvdyprVygS+f7NPe7UNIyWiEgAAFRGniAWIgHpUJu1+IQmbaOomDqpIG20/SgxaMttiglgNAZ/o6VTHiLyP3emhBJBP5orWUtO1iUHLcs7vajFXVJAFucpUARpJzSTqTHpVeeGG5la4SxyqsyTJ3mTrUgcVCiTbf4afmmK6JxO2qSDJjRSfET0NK4vuxaZcIPCWP4SJE6777HzqwS3rsIMk8jOgGnpPyqj+0Oy5FGQnkkltTJhRtJOpMVYcN4O4cM8jKIAZix168l9KanbqKG8dK5MsmED10/nWf4j2vt2bpR1brK9JiPLar7HHKpMwFEz0gGTUWzwBLlsM9tTInUA7j+X1qpN3sZKuSNh+I28SmmqsSpkEbAE/WpFjCrbQAbDrqfjUXBYNbZyquULJAGxzESfLaKnvIB0mAdOtEd92O+DLcUym45BMBFGuurvJ+VVfcmpmOYl7maUJdSJVgCFBHLbUioyo3Iq3ow+hg1yyds4sltnMoRRtbddww9Qf1o1RpAKnUgbHmQP1or2L8bEEiWY6HqxNTsZ/c4o5Own0FF3vUVMC3Y9lyoOvgzAH4b7Vza8D4SAempBHmATp6VQUjh3gpZgaI2k/iHwb+Vc7+GKsV0OUkfAxRuTSCyDpVhwgQ9o9L6fOR+lVUEVKwN4iPK5aPwJoT3Kitz0TLSrlc3PqaevQO4oJpwKYiiFcR0CilT0LUgEDT5aZKImgAGrk1sHlRmnVKAIp4ch+6KiP2dtmdKtjTTRQzN3eyo1g1Abs7cEkcq2mamC0UBkbV/GWR4btwAcsxI+DSKk2+2OJURcS3cHR7Y196xWlayDyqPdwCHSBTTYqRUWe11g+3hinVrTlflp9anWOO4N4m7dSdw4+rqCfnQ3eAoRtUJ+yq8qL+B2/JsuGYzDkAWnteisoJ9x1NWQTyIkz6xXmF/ssRtXK3hsTZ1tvcWPwsQPhMVosq8EON8nqnPen79hpm+OwrzSx2vxtvds4H40B+Yg1Osf2jMI7ywD5qxX5EGrWSLJ0M2K4ZQzaasRJkmSOep09BpQYy0xU5IJOnTy93OqLC9vsOfaFxJ6rmGvmpn5VcYftHhnjLetz0Zsh/1RVprgVNHJ+KshKvauHbVQHXX0Ppyrli72ELRdW2rQT41yHnz0q4S2GWRrJ3Bn5iud7ChhqJ5a/wC9KidmU7cBw5k2y66T4HPXeDNR7vZgna6DHK5bB38xrVljuD27kkqARoCPCfisUF/hh0yO9uNNCGBGm4Ya1DxrwLREqb/BMRp4UaCzTbcoZcgkmeeg+FDZ71HXvlvm2D4g6i6pAExLDSY5Vc3rd9FGV1cgeLOuWd9su1GcfeRQzWgx00tvJAnfxRy+tT0l8k9PwYnL0dZ6GVPwYVIxSsbjkDMCzEEQdyelat+JW2t5rtpgo37y36evWogwWDu6rk31yPBG8SJ02qOl4Zm8Jl+9jcR8vrXe1dGV/LIfg0frWiPZtSBlu3ADyaHHwNRb3Za7lIV7RzaHwlDoQRtpSeOa4I6TTNeFB1660qaw5CqDuAAfWNaVdp1GcNOBQinBrhNxyaanNLagBiaYCkTRCgBoogKQpE0wAbellogKRpABFOKKhigAiaRFCRRCgBEUIo6agAWNMQOdPGtOVoA4HBKeVRbnA0I2qyBp4ooDO3Oyy6xUO72WMGDWsihIpUMxicIvIZRmU/wkj6V3tcfxtvTvXPkwDj/UDWry0xwqnlVJtCKG129vjR7dtvQFD8iR8qscL/aFaPt23X0h/wCVdL3BrbGYFRLnZtCdqpZJIVIvbPa3C3NroXydSh+O3zq0t3UeCjI4j7rBvoa8/v8AZTXwmoN/s9cQ+H4iqWZ8oWhHp72dP6FRbmCQqBlBzaEQNZEV56uMxlj2btwDpmJHwMipVrttilAzhHH8SQfisfSq6kWToZscNwNE9kMp20doHoCYpsPgLqN+/YqDsyqZPLxaH3VQ4X+0Uad5ZPqrA/JhVpZ7b4V93ZJ5Oh+qyKpOINSJj/apMGzE6TmmOU6Uq7/8xYX/AORa/NSqtvJO/grBTk0wNOK5DYcGm3oaIGgBRTmmFO9ACBpwK5g0RamAZoWNEDQkSaAEGoooQtGKAGikBT0iaABpTSpwKQANRU5WnNMARTilFMKQBRQkUc0NMAIo6eKagBUqQpTQAxFLLTilFIDncw4O4rhe4WjCIqXSBp0BTP2btkRFRLvZQZdN60tKlQWYo9mX60q2uUUqKHZxpGlSo4EKkaelQIQpNSpUDBFOaelQA60a0qVMB6VKlQIYUnpUqBiohSpUCHI0oDSpUDFTGlSpCFSpUqQx6VKlVAKmFKlSYDiiFKlTEI0wpUqAEKQpUqAFSpUqBn//2Q==" width=254 height=124><A href="http://www.tuttosport.com/foto/calcio/serie_a/torino/2012/06/25-36086_19/Torino%2C+ecco+il+progetto+per+il+nuovo+stadio+Filadelfia"></A></STRONG><BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Commovente la proposta granata: si vorrebbe restaurare il vecchio e glorioso Filadelfia, che attualmente cade letteralmente a pezzi. Il problema che sorge è quello dei progetti preliminari: sono troppo costosi. I finanziamenti provenienti dal Comune di Torino e dalla Regione saranno sommativamente di circa 7 milioni di euro in due anni o poco più. Intanto ecco come si configurerebbe il nuovo <EM>Fila</EM>: moderno e all'inglese, anche se con una capienza ridotta, di circa 4 mila spettatori. Funzionale, e rispondente ai principi della bioarchitettura con l'impiego di materiali <EM>eco-friends</EM>, oltre ad energie rinnovabili.<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>UDINESE&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; &nbsp;<IMG style="WIDTH: 224px; HEIGHT: 134px" src="https://encrypted-tbn1.google.com/images?q=tbn:ANd9GcQW8xfUTW2sg60FoXbOxRb4D2YvfAuneUjPexxh0PLoMFlGWWc" width=234 height=139></STRONG><BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">La società ha ottenuto dal comune il diritto di superficie dello Stadio Friuli per i prossimi 99 anni, così ha subito pensato ad un ammodernamento: capienza di 25 mila spettatori, allargabile fino a 10 mila posti in più per gli eventi di maggiore rilevanza. Le curve saranno totalmente ricostruite e più vicine al campo di gioco. Il progetto costa 25 milioni di euro, e la società vuole al più presto dare il via ai lavori.<BR><BR> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><STRONG>Inizio attuazione del progetto previsto nel: </STRONG>Marzo 2013<BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><br><br>C1007650FL0435FL0435IMG_8984699-inaugurazione-nuovo-stadio-juventus-bandiera-d-italia.jpgSiNstadi-di-proprieta-il-futuro-della-serie-a-ecco-tutti-i-progetti-dei-club-1008370.htmSi100612201,02,0301015096
1821008371NewsCampionatiVialli spara contro Zeman: «E` un paraculo»20120911080027vialli«La Roma può dare fastidio alla Juve«Gianluca Vialli non le manda a dire e ai microfoni di Radio24 spara contro Zdenek Zeman: <br><br> <EM>"E' molto intelligente, ma combatte le battaglie che gli convengono mentre le altre se le dimentica. A me e a Del Piero tra l'altro non ha mai chiesto scusa e per quanto mi riguarda non l'ho mai perdonato. Per me è un grandissimo paraculo". </EM>Chiaro ovviamente il riferimento dell'ex attaccante sulle insinuazioni fatte dal tecnico sulla carriera sua e su quella di Del Piero per via del caso doping.<br><br> L'attuale commentatore tecnico di Sky poi parla anche delle chances scudetto giallorosse: " <EM>"La Roma però può dare fastidio alla Juventus, perché ha il vantaggio di non avere le coppe. Con Totti anarchico dietro Osvaldo e Destro, ha l'attacco potenzialmente più forte del campionato".</EM><br><br>C1007650FL0141FL0141vialli.jpgSiNvialli-spara-contro-zeman-e-un-paraculo-1008371.htmSiT1000012,T1000007100205001,02,03,06010263
1831008363NewsCampionatiRoma, De Rossi: confermate due settimane di stop20120910182220RomaDe Rossi rischia di saltare il match contro la JuveDaniele De Rossi, centrocampista giallorosso, infortunatosi durante il match di qualificazione ai mondiali 2014 tra Italia e Bulgaria venerdì scorso a Sofia, secondo quanto riportato da Sky Sport 24, dopo gli esami effettuati alla gamba destra, dovrà osservare due settimane di riposo. <BR><BR>Si tratta di una lesione di primo grado al bicipite femorale destro.è fortemente in dubbio la presenza del giocatore il prossimo 29 settembre, quando all'Olimpico Osvaldo e compagni affronteranno i campioni d'Italia in carica della Juventus. Non c'è però ancora stato il comunicato ufficiale da parte della società giallorossa, che dovrà confermare i tempi di recupero.<BR><BR>. <BR><BR>C1007650RomaFL0411FL0411165957076-f91f2f7c-eb64-485f-82fc-1c4759b93e78.jpgSiNde-rossi-confermate-due-settimane-di-stop-1008363.htmSiT1000012100427901,02,03010211
1841008343NewsCampionatiJuventus, Pirlo: «La Juve ha fatto un grande mercato, vogliamo far bene»20120910104117JuventusJuventusAndrea Pirlo dal ritiro della Nazionale ha rilasciato a SkySport24 una sua dichiarazione sul mercato juventino. <BR><BR><EM>"Abbiamo disputato una grande stagione,; la società ha fatto una grandissima campagna acquisti per affrontare al meglio tutte le competizioni che ci attendono, quindi giocheremo per far bene. Il Milan? Ho deciso di cambiare aria lo scorso anno per provare nuovi stimoli e una nuova avventura".&nbsp; </EM><BR><BR>C1007650TorinoFL0655FL0655pirlo.jpgSiNpirlo-la-juve-ha-fatto-un-grabde-mercato-vogliamo-far-bene-1008343.htmSiT1000007100758301,02,03,06010232
1851008342NewsCampionatiInter: l`agente di Handanovic «E` nella top 3»20120910103771Inter HandanovicPastorello: «Con Handonovic l`Inter nel ruolo di portiere è a posto per dieci anni.«Pastorello, agente di Samir Handanovic tra gli altri, contattato da Sky ha parlato del portiere sloveno da poco approdato all'Inter definendolo "tra i primi due, forse tre, portieri del mondo", complimentandosi con l'Inter per aver puntato sull'ex Udinese. Secondo Pastorello, il club nerazzurro infatti ha puntato sullo sloveno nel tentativo di ringiovanire la rosa, operazione apprezzata appunto dallo stesso agente che ha aggiunto: "Con Handonovic l'Inter nel ruolo di portiere è a posto per dieci anni."C1007650MilanoFL0676FL0676a6ev9o.jpgSiNinter-agente-di-handanovic-e-nella-toptre-1008342.htmNo100664801,02,03010301
1861008316NewsCalciomercatoFiorentina: per Jovetic una clausola anti-Juve depositata in Lega20120909171531FiorentinaClausola anti-juve per Jovetic16.00 - Arrivano ulteriori indiscrezioni riguardanti il rinnovo di Stevan Jovetic con la Fiorentina e la presunta clausola rescissoria anti-Juve. Secondo quanto riportato da Sky Sport la clausola rescissoria del giocatore sarà depositata in Lega e non quindi solamente un accordo verbale tra le parti. Non si parla però di una vera e propria clausola anti-Juve ma di una somma da pagare per la rescissione del contratto molto elevata e quindi lontana dalle possibilità dei club italiani.<br><br> 9.00 - Il caso Berbatov ha fatto calare il gelo fra le due società: il club di Della Valle non vuole trattare.<BR><BR>A&nbsp;certe cifre(40 milioni) , l'attaccante montenegrino sarebbe spinto verso il City o verso&nbsp;società che possono permettersi di spendere tali cifre. Ma Firenze è anche pronta a trattenerlo per aprire un ciclo. <BR><BR><BR>Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport infatti, la Fiorentina ha intenzione, di inserire nel suo contratto due clausole: la prima è una rescissoria da 40 milioni di euro, la seconda è quella che gli impedirà in ogni caso di andare alla Juventus.<BR><BR><br><br>FirenzeFL0411FL041120120419_sj.jpgSiNfiorentina-per-jovetic-una-clausola-anti-juve-1008316.htmSi100427901,02,03010494
1871008264NewsCalciomercatoFrey-Psg: c`è chi dice no...20120907094531freySebastien FreySebastien Frey, ai microfoni di<EM> Skysport</EM>, &nbsp;svela un importante retroscena di mercato: <BR><BR> <DIV style="Z-INDEX: 2; POSITION: absolute; BOTTOM: 16px; RIGHT: 16px"><A title="Visualizza Archivio Foto" href="http://www.tuttomercatoweb.com/?action=foto2&amp;id=70862" target=_blank> <DIV class="lente novis"></DIV></A></DIV><EM>"Il Psg mi ha cercato l'anno scorso quando ho detto addio alla Fiorentina ma ho scelto il Genoa e sono felice della mia decisione ed oltre alla società, ambiziosa, mi piace moltissimo anche la città. Non penso ad un ritorno in Francia, questa è la realtà, vorrei chiudere la mia carriera in Italia se sarà possibile"</EM><BR><BR>C1007650FL0141FL0141165939hp2.jpgSiNfrey-psg-ce-chi-dice-no-1008264.htmNoT1000022100205001,02,03010359
1881008257NewsCalciomercatoMercato Genoa, Velazquez torna all`Independiente20120907083130genoa, independiente, velazquezGenoa Independiente VelazquezCome riporta Sky Sport l`incredibile intrigo Velazquez continua. Il difensore è stato tesserato ufficialmente dal Genoa. Eppure, la sua volontà è chiara: andare via per tornare in Argentina. Julian Velazquez per questo è partito per Parigi. Dove ha un cambio aereo per Buenos Aires. Gli intermediari e rappresentanti italiani del giocatore proveranno a farlo tornare indietro, ma a questo punto è davvero molto difficile. E` stato fatto un tentativo anche mostrando all`Independiente, club da dove è arrivato Velazquez, tutta la documentazione. Per cui, se il giocatore non dovesse tornare, essendo ufficialmente un tesserato del Genoa rischierebbe una squalifica internazionale di almeno 6 mesi. <BR><BR>&nbsp;<BR><BR>C1007650Genovaadm001adm001julian-velazquez.jpgSiNgenoa-velazquez-torna-all-independiente-1008257.htmNoT1000022100075501,02,03010230
1891008243NewsCampionatiGenoa, aspettando la Juve De Canio si mostra fiducioso20120906140524de canio«I tifosi si stanno accorgendo che stiamo lavorando bene«Gigi De Canio, intervistato da SkySport24, ritorna sul match perso&nbsp;col Catania cogliendo però gli aspetti positivi:<br><br> <EM>"Perdere non fa mai piacere, ma il tifoso genoano ha apprezzato gli sforzi fatti contro il Catania, nonostante la sconfitta. I tifosi si stanno accorgendo di come stiamo lavorando, rasserenando anche loro l'ambiente. Un campionato come l'anno scorso non accadrà più."</EM><br><br> Il match con la Juve si avvicina e gradualmente il tecnico sta recuperando due pedine preziose del suo scacchiere: <EM>"Atleticamente Borriello e Ferronetti hanno lavorato bene; quest'ultimo, dopo aver rescisso col Torino, ha pagato un preparatore di tasca sua per prepararsi. Gli manca il rapporto con la palla, ma può giocare. Gradualmente si inseriranno, quindi possono esser pronti, ma c'è volontà di far risultato e di fare bene". </EM><br><br>C1007650FL0141FL0141de canio.jpgSiNgenoa-aspettando-la-juve-de-canio-si-mostra-fiducioso-1008243.htmNoT1000022100205001,02,03010216
1901008223NewsCalciomercatoSiena, Rosina: «Volevo venire qui»20120905231531siena, rosinaSiena RosinaIntervistato da<EM> Sky Sport</EM>, <STRONG>Alessandro Rosina (28)</STRONG> ha parlato del suo trasferimento a <STRONG>Siena</STRONG> dopo tre anni trascorsi in Russia tra le fila dello Zenit San Pietroburgo: "Non è stato un affare facile, sbloccato solo nel penultimo giorno di mercato. Allo Zenit mi dicevano che non c'era la possibilità di rescindere il contratto, è stata una esperienza positiva e formativa sotto il profilo umano. Ho imparato una nuova lingua e una nuova cultura, la scelta giusta era quella di trovare una nuova squadra e il Siena si è fatto avanti. Dal punto di vista tecnico, sono stati tre anni intensi e difficili in quanto non ho trovato la giusta continuità; venire qui era la mia volontà".C1007650Sienaadm001adm001C_3_Media_469575_immagine_l.jpgSiNsiena-rosina-volevo-venire-qui-1008223.htmNoT1000025100075701,02,03010226
1911008194NewsCampionatiLazio, Diakitè: Lotito non molla 20120904184447lotito diakiteMobido DiakitèClaudio Lotito non ne vuole sentire parlare: o Diakitè rinnova alle sue condizioni o continuerà a stare fuori rosa, soprattutto dopo esser stato escluso pure dalla lista per l'Europa League.<br><br> Ecco intanto le parole del presidente biancoceleste rilasciate nel pomeriggio a Skysport su di lui: <EM>"Gli siamo corsi dietro per il rinnovo da un anno e mezzo, rifiuta un contratto triplo rispetto a quello che percepisce: forse avrà fatto altre valutazioni. Mi auguro che abbia fatto tutto nel rispetto delle regole, perché altrimenti agiremo di conseguenza".</EM><br><br>C1007650FL0141FL0141diakite.jpgSiNlazio-diakite-lotito-non-molla-1008194.htmNoT1000018100205001,02,03010222
1921008167NewsCampionatiTronchetti Provera incorona Strama: «Mi ricorda Mourinho...»20120904084422Tronchetti Provera«Zeman? mi sarebbe piaciuto alla guidadell`Inter....«Marco Tronchetti Provera torna a parlare, ai microfoni di Skysport, del match con la Roma:&nbsp; <EM>"Siamo ancora un cantiere che si sta costruendo, in Moratti prevale l'entusiasmo".</EM> <BR><BR>Incoronazione poi per Stramaccioni:<EM> "Confermo che il miglior acquisto dell'Inter sia Stramaccioni, credo che per personalità e approccio da dodicesimo in campo che si spende con passione durante le partite ricordi Mourinho, uno che ha sempre un posto nei cuori di tutti i tifosi nerazzurri. La squadra da battere? La Juventus ha più continuità ed esperienza, credo resti la squadra da battere." </EM><BR><BR>Tronchetti poi svela che in passato, come Moratti, anche lui avrebbe voluto Zeman in panca: <EM>"Zeman fa del buon calcio, spesso con lui abbiamo avuto le stesse idee e mi sarebbe piaciuto a guidare l'Inter"</EM> <BR><BR>Ultimo pensiero per Pazzini:<EM> "La tripletta di Pazzini? Lui è un ottimo giocatore, chiaro che il paragone immediato e dopo i tre gol puó portarci a ricevere critiche ma era giusto così.<BR>L'Inter é amata anche per il suo ramo di pazzia e ci sta bene un fantasista come Cassano, non poteva mancare. </EM><BR><BR>C1007650FL0141FL0141oil-Moratti-Tronchetti-Provera-inter-morte-.jpgSiNtronchetti-provera-incorona-strama-mi-ricorda-mourinho-1008167.htmSiT1000026100205001,02,03010220
1931008041NewsCalciomercatoLIVE ILCALCIO24 - ULTIMO GIORNO DI MERCATO: TUTTI GLI AFFARI CONCLUSI20120831203130calciomercatoAggiornamenti live sulle ultime ore di mercato19.00 - GOICOECHEA - Per l'approdo di Mauro Goicoechea (24) alla Roma mancava solo l'ufficialità, ma adesso è arrivata anche quella; i giallorossi hanno infatti ufficializzato l'acquisto del portiere uruguagio attraverso un comunicato comparso sul proprio sito: "È stato sottoscritto con il Danubio F.C. il contratto per l'acquisizione a titolo temporaneo dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore, fino al 30 giugno 2013, a fronte del riconoscimento di un corrispettivo di ¬ 0,1 milioni. L'accordo prevede altresì il diritto di opzione per l'acquisizione a titolo definitivo, a decorrere dalla stagione sportiva 2013/2014, per un valore di ¬ 0,7 milioni".<BR><BR>19.00 - MELAZZI - Il Genoa, con un comunicato ufficiale, annuncia l'acquisto di Leonardo Melazzi, attaccante classe 1991, prelevato a titolo temporaneo dal Danubio.<BR><BR>19.00 - BAKIC - Annunciati i colpi Agostini e Birsa, il Torino ha reso noto anche l'ingaggio del trequartista classe '93 Marko Bakic (18), proveniente dall'FK Mogren. Il giovane atleta, già nel giro della nazionale montenegrina, approda in granata a titolo definitivo (non esplicitata l'opzione per la comproprietà in possesso della Fiorentina).<BR><BR>18:59-KONE- L'ultimo colpo del mercato italiano è stato quello di Kone. Il Bologna infatti in extremis ha depositato il contratto del centrocampista: per lui è un ritorno<BR><BR>18:56-BOJINOV-CACIA- Depositati all'ultimo momento i&nbsp;contratti dei due giocatori da parte dell'Halles Verona<BR><BR>&nbsp;18:55-SAVIC- Depositato il contratto del serbo acquistato nell'ambito dell'operazione Nastasic col City<BR><BR>1845:-MACCARONE- Massimo Maccarone ritorna all'Empoli. Il giocatore sta per lasciare la Samp e l'annuncio è atteso a momenti<BR><BR>18:40 -TONI- Depositato il contratto di Toni. E' ufficiale il suo ritorno a Firenze 5 anni dopo<BR><BR>18:30- JAVI GARCIA- City vicinissimo ad Javi Garcia: rumors inglesi dicono che il giocatore si trasferirà all'Ethiad&nbsp;per una cifra vicina ai 30 milioni<BR><BR>18:23- TONI- Colpo di scena Fiorentnia: Luca Toni è ad un passo dal ritorno in viola<BR><BR>18:15- BABEL- Ufficiale, Ryan Babel ritorna all'Ajax. Il giocatore era svincolato<BR><BR>18:00-BIRSA- Ufficiale il trasferimento di Birsa al Toro: prestito con diritto di riscatto<BR><BR>18:05-RAMIREZ- Finalmente è arrivata l'ufficialità e i contratti sono stati ufficializzati: Gaston Ramirez è un nuovo giocatore del Soutampon<BR><BR>17:58-CASARINI-Ufficiale il trasferimento del giocatore dal Bologna al Cagliari. Prestito con diritto di riscatto la modalità di trasferimento<BR><BR>17:52-BORRIELLO- Ufficiale Borriello al Genoa. In questo momento il giocatore sta firmando<BR><BR>17:35-LLAMA-&nbsp;E' fatta: Llama passa alla Fiorentina in prestito con diritto di riscatto per i viola. Beffato il Palermo<BR><BR>17:32-DELVECCHIO- Il centrocampista del Lecce ci ripensa e va al Grosseto. In un primo momento sembrava fatta col Varese<BR><BR>17:31-ANTENUCCI- Lo Spezia ha chiuso col centravanti del Catania. Atteso ad ore l'annuncio<BR><BR>17:30- BIRSA- Ci siamo quasi per il trasferimento del centrocampista del Genoa al Torino. Il procuratore dopo un colloquio con i granata ha dichiarato "E' quasi fatta"<BR><BR>17:25-GOICOECHEA- E' fatta per il portiere urugaiano tanto desiderato da Zeman. Il giocatore è in arrivo nella Capitale e a breve verrà dato l'annuncio ufficiale.<BR><BR>17:23-AGOSTINI- Il terzino del Cagliari sta per rescindere col Cagliari e firmare con il Torino<BR><BR>17:20-ZE EDUARDO-&nbsp;Ufficiale Ze Eduardo al Siena: il giocatore su Twitter dice "Sto arrivando, Forza Siena!"<BR><BR>17:15-MARCHIONNI- Salta il trasferimeto del piccolo centrocampista esterno al Parma: il giocatore sembra vicinissimo al&nbsp;Cesena<BR><BR>&nbsp;17:10-WALCOTT-DZEKO- Il tabloid <EM>Metro </EM>riporta di uno scambio shock su cui sembra stiano lavorando Arsenal e City tra il centravanti bosniaco e l'esterno inglese.<BR><BR>17:01-DYBALA- E' arrivato il transfer del giocatore. Caso risolto.<BR><BR>17:00-BOAKYE- Tutto fatto col Sassuolo. Sistemati gli ultmi dettagli, si attendee l'annuncio ufficiale<BR><BR>16:58-STURRIDGE- Lui sarà l'erede di Carroll. Trattativa praticamente chiusa. Manca l'ufficialità<BR><BR>16:55- FECZESIN- Il giocatore passa dal Brescia all'Ascoli. Ufficiale<BR><BR>16:50- LLAMA- LA Fiorentina sta trattando l'esterno sinistro del Catania: le squadre sono vicinissime. Battuto il Palermo.<BR><BR>&nbsp;16:45-MASI- Il giovane della Juventus torna alla Pro Vercelli, in prestito. Battuta la concorrenza del Parma-<BR><BR>16:42-MODESTO- Il terzino del Parma passa al Pescara: al suo posto Ghirardi sta trattando Ziegler<BR><BR>16.40 - BERBATOV - Il Fulham ha ufficializzato, tramite il proprio sito ufficiale, l'acquisto di Dimitar Berbatov dal Manchester United.<BR><BR>16:37-MAICON- Ufficiale il trasferimento del giocatore al Manchester City<BR><BR>16.35 - PLASMATI - E' fatta per il trasferimento di Gianvito Plasmati (29) al Vicenza. Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da TuttoNocerina.com, la punta di Matera sarà il prossimo acquisto della compagine biancorossa. Si attende solo l'ufficialità della società rossonera, la formula è la cessione a titolo definitivo.<BR><BR>16.30 - VOLTA - Massimo Volta, difensore della Sampdoria, giocherà in prestito al Levante nella prossima stagione.<BR><BR>16.20 - CACCIATORE - L'Hellas Verona ha depositato il contratto relativo all'acquisto del terzino Fabrizio Cacciatore (26) dalla Sampdoria, ex Varese e Triestina. Arriva alla corte di Mandorlini a titolo temporaneo.<BR><BR>16.15 - MORETTI - E' chiusa, in questi istanti, per il passaggio di Federico Moretti dal Catania al Modena. I club hanno definito l'accordo all'Executive di Milano.<BR><BR>16.00 - Il Padova con una nota sul proprio sito ufficiale ha formalizzato l'arrivo a titolo definitivo del portiere Luca Anania dal Pescara. Percorso inverso per il portiere Ivan Pelizzoli, a titolo definitivo agli abruzzesi.<BR><BR>15.55 - L´Empoli Fc comunica di aver formalizzato l´ingaggio a titolo definitivo di Guillaume Gigliotti dal Novara e di aver ceduto ai piemontesi Flavio Lazzari.<BR><BR>15.50 - JURADO - José Manuel Jurado giocherà in Russia nella prossima stagione, più precisamente nello Spartak Mosca. Il centrocampista dello Schalke sbarcherà nella capitale in prestito, fortemente voluto da Unai Emery, nuovo tecnico dei moscoviti.<BR><BR>&nbsp;15.40 - Secondo <EM>L'Equipe</EM> il <STRONG>Tottenham </STRONG>ha chiuso l'acquisto dal<STRONG> Lione</STRONG> del portiere <STRONG>Hugo Lloris</STRONG>.<BR><BR>15.30 - OLSEN - Il Broendby, per bocca del suo direttore sportivo Ole Bjur, dà l'annuncio ufficiale del passaggio del centrocampista <STRONG>Patrick Olsen</STRONG> all'<STRONG>Inter</STRONG>. "Un segnale del nostro bel lavoro coi giovani", ha affermato. Non sono stati resi noti i termini economici dell'affare.&nbsp; <BR><BR>15.20 - Come riporta Sky Sport effetto domino sulla fascia sinistra: il terzino del Parma Francesco Modesto avrebbe rifiutato il Pescara. Di conseguenza i gialloblù devono interrompere la trattativa per il passaggio di Reto Ziegler in gialloblù.<BR><BR>14.55 - GIOVANI DOS SANTOS - Il Maiorca ha ufficializzato l'acquisto dell'attaccante messicano Giovani Dos Santos dal Tottenham. L'ex&nbsp;Barcellona ha siglato un contratto quadriennale.<BR><BR>14.50 - BORRIELLO - Borriello al Genoa: 1 milione subito come prestito oneroso e una cifra tra i 5 e i 6 milioni da versare nelle casse romaniste entro il 31 giugno 2013 per l'eventuale riscatto. <BR><BR>14.30 - FORESTIERI - Il giocatore dell'Udinese Fernando Forestieri (22)&nbsp;andrà in prestito secco al Watford.<BR><BR>14.00 - VAN DEN BORRE - C'è stato un inserimento a sorpresa del Bastia su Vanden Borre, strappato al Cluj. Al giocatore tre anni di contratto.<BR><BR>13:50- MESTO, FERRONETTI- E' fatta per Mesto al Napoli, contratto biennale. Accordo concluso, al suo posto arriva al Genoa Damiano Ferronetti, svincolato firmerà per un anno.&nbsp;<BR><EM>SoccerWeb24</EM> ha contattato in esclusiva l`agente di <STRONG>Mesto</STRONG>, <STRONG>Moreno Roggi</STRONG>, il quale ha dichiarato: L`affare è fatto, Mesto è un nuovo giocatore del Napoli".<BR><BR>13.30 - FOGLIO - Valerio Foglio (27) è ufficialmente un giocatore del Grosseto. Il club toscano lo ha prelevato a titolo definitivo dall'Albinoleffe.<BR><BR>13.15 - SINCLAIR - Il Manchester City ha ufficializzato l'acquisto di Scott Sinclair, per più di sei milioni di sterline, dallo Swansea. L'esterno ha scelto la maglia numero 11 e potrebbe giocare contro il QPR nella prossima gara di Premiership.<BR><BR>12.50 - IGHALO - Operazione in uscita per l'Udinese. Il club friulano ha ufficializzato il passaggio in prestito fino al 30 giugno di Odion Jude Ighalo (23) al Granada (altra società della famiglia Pozzo).<BR><BR>12.40 - BERRETTONI - Emanuele Berrettoni (31) è un nuovo giocatore del Bassano. Il giocatore è stato ufficializzato oggi e proviene dall'Hellas Verona. Per lui si tratta di un ritorno avendo già indossato la maglia giallorossa dal 2006 al 2009.<BR><BR>12.30 - DE PAULA - Altro colpo in attacco per la Pro Vercelli. Dopo Tiribocchi, il club piemontese ha acquistato in prestito anche Marcos De Paula (28), attaccante brasiliano di proprietà del Chievo Verona.<BR><BR>12:20- VAN DER WIEL- Il Psg comunica di aver preso l'esterno dell'Ajax: per quadriennale a 6 milioni l'anno<BR><BR>&nbsp;12:00-BORRIELLO- Sta per giungere al termine la telenovelas legata al centravanti della Roma: il giocatore infatti ha scelto il Genoa. <BR><BR>11:35- SCHELOTTO- L'esterno dell'Atalanta è stato bloccato dal Napoli: se non arriva Mesto si ripiegherà su di lui<BR><BR>11:32 -KOZAK- Ancora una volta sfortunato il Siena. Ieri sera infatti il ds Antonelli aveva tra le mani Kozak: la doppietta di ieri però ha convinto Lotito a non privarsi del ceco<BR><BR>11:30-AFELLAY- Ufficiale, l'olandese del Barca firma con lo Shalke 04<BR><BR>11:28: -ANTONELLI- Il Milan cerca un terzino sinistro: se non va in porto l'affare Peluso si potrebbe puntare forte su Antonelli del Genoa.<BR><BR>11:23- FOGGIA- No di Lotito al Pescara. Gli abruzzesi hanno richiesto il giocatore in prestito gratuito, i biancelesti vogliono cederlo&nbsp;con un prestito&nbsp;oneroso.<BR><BR>11:21- BECK- Il tedesco dell'Hoffenaim ha detto no. Continua la ricerca di conseguenza al sostituto di Mesto, in caso di cessione11:20-NENE- Se non arriva Borriello il Genoa ripiegherà sl centravanti del Cagliari, chiuso da Pinilla.<BR><BR>11:18-FLOCCARI- Anche la Samp ha provato a prendere il centravanti della Lazio: no secco di Lotito però perchè vorrebbe vendere definitivamente il giocatore, e non in prestito com eproposto da Sensibile. Intanto anche la Fiorentina su di lui.<BR><BR>11.15 - MEHMETI - La Società Novara Calcio ufficializza il trasferimento a titolo temporaneo con diritto di opzione con accordo di partecipazione del calciatore Agon MEHMETI classe '89, in arrivo dalla Società U.S. Città di Palermo.<BR><BR>11.05 - SPEZIALE - La A.S.G. Nocerina comunica di aver acquisito, con la formula del prestito, le prestazioni sportive dell'attaccante classe 1994 David Speziale. Il calciatore ha disputato l'ultima stagione con la formazione Primavera dell'AC Milan.<BR><BR>11.00 - MACCAN - Il Brescia Calcio S.p.A. comunica di aver raggiunto con l'A.S. Andria (Lega PRO I) un accordo per la cessione a titolo temporaneo dei diritti per le prestazioni sportive dell'attaccante Denis MACCAN.<BR><BR>10:25- GILARDINO- Praticamente fatta per il passaggio del bomber al Bologna. Prestito oneroso a 1.5 milioni e riscatto della prima metà già a Gennaio a 5. Si attende ad ore l'ufficialità<BR><BR>10:00-ARTEAGA- Il Parma sta per chiudere col venezuelano Arteaga, 18 anni, proveniente dallo Zulia<BR><BR>9.50 - EKSTRAND - E' vicino il trasferimento al Watford di Joel Ekstrand e Neuton Sergio Piccoli. L'Udinese cederà i due giocatori con la formula del prestito.<BR><BR>9.15 - CARROLL - Andy Carroll è un nuovo giocatore del West Ham. Il centravanti inglese passa agli Hammers in prestito annuale, con un diritto di riscatto per l'intero cartellino.<BR><BR>9.00 - SAVIOLA - Doppio colpo messo a segno del Malaga, avversario europeo del Milan. Il club spagnolo ha infatti ufficializzato gli acquisti di Javier Saviola (30) e di Manuel Iturra (28). L'attaccante ha firmato un contratto per questa stagione; anche per il centrocampista cileno accordo annuale fra le parti.<BR><BR>08:25-BORRIELLO- E' il giorno di Borriello: su di lui c'è il Genoa, ma non dimentichiamoci anche della Fiorentina.<BR><BR>08:20-BOAKYE- Il Sassuolo soffia Boakye&nbsp;all'Atalanta: oggi la firma; il giocatore arriva in prestito<BR><BR>08:15-SAMASSA- Il Chievo prende un centravanti dal Valenciennes di Samassa. Oggi la firma<BR><BR>08:10-MORRONE- Dopo Bojinov, il Verona continua a piazzare colpi: è vicinissimo Stefano Morrone del Parma<BR><BR>08:00-MESTO- Preziosi blocca il trasferimento del giocatore al Napoli. Se non arriva un sostituto, andato via pure Tomovic, non se ne fa niente.<BR><BR>07:30-PASQUALE- Il terzino è sempre più vicino al Toro e oggi dovrebbe firmare. Al suo posto l'Udinese pensa a Deprela del Brescia.<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR>C1007650FL0141FL0141Luca-Toni.jpgSiNlive-ilcalcio-ultimo-giorno-di-mercato-aggiornamenti-tempo-reale-1008041.htmSi100205001,02,030101539
1941008050NewsCalciomercatoDEL PIERO - SYDNEY: PRECISAZIONE DEL PRESIDENTE20120831171531sydney, del pieroSydney Del Piero17.15 - "Alessandro Del Piero non ha ancora firmato un contratto". Così il presidente del Sydney FC, Scott Barlow, spiega la trattativa che potrebbe portare Pinturicchio in Australia, rivelando anche che le due parti si troveranno a Torino la prossima settimana per definire e parlare del contratto.<BR><BR>12.15 - Invece Alessandro Del Piero pare non avere ancora deciso, come riportato da Alessandro Sugoni per Sky Sport, e che il presidente australiano abbia fatto decisamente il passo più lungo della gamba.<BR><BR><BR>12.00 - Del Piero avrebbe accettato l'offerta del Sydney. Questo l'annuncio sul sito del club australiano: "Sydney FC e il Presidente Scott Barlow è orgogliosa di annunciare che la leggenda del calcio Alessandro Del Piero ha accettato di mettere a punto i dettagli di un contratto con i Blues Sky dopo aver respinto tutte le altre offerte".<BR><BR><BR><BR>C1007650adm001adm001562873_10150963307486227_506195389_n.jpgSiNdel-piero-ha-accettato-il-sydney-smentita-precisazione-1008050.htmSiT1000007100075501,02,03010547
1951008052NewsCalciomercatoIl Wolfsburg su Quagliarella20120831124730JuventusJuventusSecondo le indiscrezioni di Sky Sport, il club tedesco sarebbe in Italia per trattare Fabio Quagliarella, l'allenatore del club tedesco vorrebbe rinforzare il suo attacco con il giocatore Juventino.C1007650TorinoFL0655FL0655quagliarella21.jpgSiNil-wolfsburg-su-quagliarella-1008052.htmSiT1000007100758301,02,03,06010214
1961008024NewsCalciomercatoLIVE - SPECIALE CALCIOMERCATO: Ramirez ha firmato con il Soutahmpton20120830231531calciomercatoAggiornamenti live sugli ultimi due giorni di mercato23:00-TOMOVIC-&nbsp;Il giocatore ha appena firmato con la Fiorentina.<BR><BR>22:00- RAMIREZ- Gaston Ramirez ha firmato col Southampton: domani l'ufficialità.<BR><BR>21:00-ZE EDUARDO- E' fatta col Siena. Il giocatore domani firmerà con la squadra toscana in prestito: l'ha ufficializzato Antonelli a Skysport. Niente da fare invece per Guidetti.<BR><BR>&nbsp;19.40-GILARDINO- Nelle ultime ore il Genoa starebbe trattando il possibile passaggio di Gilardino in prestito al Bologna. <BR><BR>19.30-MIGLIACCIO- E' fatta per l'approdo di Giulio Migliaccio dal Palermo alla Fiorentina. L'esperto di mercato e giornalista di Sky Sport Gianluca Di Marzio ha rivelato i dettagli dell'operazione attraverso il suo blog: "La Fiorentina ha preso Migliaccio. E' un prestito con diritto di riscatto. Questa la formula del trasferimento di Giulio Migliaccio alla Fiorentina. Il diritto di riscatto è fissato a 1,2 milioni di euro. Migliaccio è un giocatore della Fiorentina, manca solo l'ufficialità...".<BR><BR><BR>19.00-UVINI - Il San Paolo ha ufficializza - con una nota pubblicata sul proprio sito web - il trasferimento del difensore brasiliano Bruno Uvini al Napoli. Il giocatore ha firmato un contratto di cinque anni con il club azzurro. "La trattativa andava avanti da tempo. Si è risolto tutto bene. E' stato un buon affare sia per me che per il club. Mi piacciono le sfide, sono pronto - ha detto Uvini - per questa nuova avventura. Spero di fare bene e di avere successo. Voglio ringraziare tutti i tifosi del San Paolo che mi hanno sempre sostenuto. Non è facile per me lasciare questo club"<BR><BR><BR>17:30-BOJINOV- E' fatta per il trasferimento del bulgaro all'Halles Verona. Il giocatore è in arrivo e domani firmerà.<BR><BR>17:15- GIORGI- Ufficiale, Luca Giorgi ritrova Sannino al Palermo. Il terzino, classe&nbsp;'87,&nbsp;è stato preso in prestito con diritto di riscatto&nbsp;dal Novara<BR><BR>17:10-TOMOVIC-, la Fiorentina è vicinissima al terzino del Genoa,appena rientrato dal prestito. Il giocatore dovrebbe arrivare in comproprietà<BR><BR>17.00 - L'As Bari comunica di aver preso dal Bella Vista Montevideo il centrocampista uruguaiano Gustavo Aprile, classe 1988. Il giocatore arriverà nella giornata di oggi a Bari e domani si sottoporrà a visite mediche.<BR><BR>16.15 - L'U.C. Sampdoria S.p.a. comunica di aver sottoscritto un contratto economico con il calciatore Enzo Maresca (nato a Pontecagnano Faiano, Salerno, il 10 febbraio 1980). In attesa del transfer internazionale che gli consentirà di disputare partite ufficiali, il centrocampista si allenerà con i compagni già a partire dalla seduta di questo pomeriggio. La conferenza di presentazione è fissata sabato 1° settembre, alle ore 11.30, presso la sala stampa del centro sportivo "Gloriano Mugnaini" di Bogliasco.<BR><BR>16:10: DE LUCA, Ufficiale l'acquisto del talentuoso attaccante del Varese. Il giocatore arriva in prestito con diritto di riscatto. Ai biancorossi anche Kone.<BR><BR>16:00- MESTO- Intercettato da <EM>SoccerWeb 24</EM>, il procuratore del terzino del Genoa ha confermato che il giocatore è vicinissimo alla società partenopea<BR><BR>&nbsp;15:35- BORRIELLO- Dopo che la Juve sembra aver soffiato anche Bendtner alla Fiorentina, i viola si tuffano a capofitto su Marco Borriello: tra Pradè e la Roma i rapporti sono ottimi e a breve si potrebbe giungere ad un accordo<BR><BR>15:25 DIAKITE- E' rottura totale tra il centrale e Lotito: il giocatore adesso è sul mercato e su di lui sembra essersi fiondata la Fiorentina che, in qualche modo, deve tappare il buco lasciato vuoto da Nastasic, non fidandosi ancora totalmente di Savic<BR><BR>15:10-LEALI- Ufficiale, il portierino della Juve va in prestito alla Virtus Lanciano<BR><BR>15:00 TIRIBOCCHI-&nbsp;Ufficiale: Sergio Tiribocchi va alla Pro Vercelli. L'ho annunica il club del campionatto cadetto sul proprio sito<BR><BR>14:15- DELVECCHIO: Gennaro Delvecchio, ex centrocampista di Catania e Atalanta, si accasa in Serie B al Varese. Oggi la firma<BR><BR>14:10- ZARATE: Stando a quanto riportato dal Daily&nbsp;Mail, l'Aston Villa si sarebbe fiondato sull'argentino della Lazio: l'attaccante costa 12 milioni ma potrebbe andare via anche per una decina visto che non riesce a trovare spazio.<BR><BR>14.00 - Il Siena starebbe trattando l'attaccante del Genoa Zé Eduardo, si aspetta la risposta del giocatore.<BR><BR>13:25 ANDREOLLI, Il Chievo e lo Shalke 04 stanno trattando l'ex centrale di Inter e Roma. Per poter trasferirsi&nbsp;però Papadopoulos deve andare allo Zenit: se quest'affare salta Andreolli non si muove.<BR><BR>13:00&nbsp;GOMEZ: Il&nbsp;Papu rimane a Catania: troppo alte le pretese&nbsp;di Pulvirenti (10mln ndr), che hanno allontanato le pretendenti&nbsp;Fiorentina e Inter<BR><BR>&nbsp;12.50 - <STRONG>Mathias Lepiller</STRONG> si accasa al <STRONG>Novara</STRONG>. Il centrocampista francese aveva rescisso il proprio contratto con la Fiorentina. <BR><BR>12.30 - Il<STRONG> Lecce</STRONG> ha acquisito le prestazioni sportive di <STRONG>Vinicius Marques Gouvea (22)</STRONG>. Il giovane difensore arriva dal <STRONG>Guarantiguetà</STRONG>.<BR><BR>12:00 -&nbsp;SAVIC, la Fiorentina ha ragginuto l'accordo col difensore del City. Adesso lo scambio con Nastasic può essere ufficializzato: ricordiamo che Monsour, oltre al difensore, darà anche 16 milioni.<BR><BR>&nbsp;11:45 -&nbsp;PAZIENZA, il Bologna comunica ufficialmente sul proprio sito l'acquisto del giocatore dalla Juve. Pazienza sarà presentato oggi al centro sportivo.<BR><BR>10:40 -&nbsp;STUANI, la Reggina comunica di aver ceduto il giocatore all'Espanyol. Quadriennale per lui.<BR><BR>&nbsp;10:38 -&nbsp;GRANERO, Ufficiale il trasferimento del giocatore al Qpr.<BR><BR>10:35 -&nbsp;APPELT PIRES, la Pro Vercelli comunica sul proprio sito di aver acquistato il giocatore (classe 93')&nbsp;in prestito dalla Juventus.<BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR>C1007650FL0141FL0141Gaston-Ramirez_0.jpgSiNlive-speciale-calciomercato-ilcalcio-aggiornamenti-trattative-in-tempo-real-serie-a-juventus-milan-inter-lazio-napoli-roma-1008024.htmSi100205001,02,03010749
1971008036NewsCoppeMarotta: «Soddisfatti del nostro girone, sarà un banco di prova importante»20120830194520JuventusJuventus<EM>Intervistato ai microfoni di SkySport, il direttore sportivo della Juventus Beppe Marotta, commenta il girone della Juventus in Champions, queste le sue parole: "La Juve è tornata a casa. Per noi è un'emozione importante. Il nostro palmares è ricco di questi trofei, dobbiamo onorarlo. Il nostro è un girone che tutto sommato ci ha soddisfatti ma massima umiltà e rispetto per gli avversari. Il Chelsea?&nbsp;Un banco di prova importante e soprattutto dovremo superare degli esami che ci daranno un'esperienza necessaria per gli anni prossimi". Sul nuovo acquisto Bendtner: "Domani ci saranno le visite mediche e poi se tutto va bene le firme". Anche Antonio Conte, attraverso il sito ufficiale della società commenta il girone della Juve: "Non posso che essere felice nel vedere di nuovo il nome della Juventus inserito nei gironi della Champions League. Questo è il posto giusto per una società che, per tradizione e risultati, ha fatto e continuerà a fare la storia del calcio italiano e non solo. Ce la vedremo contro il Chelsea, campione in carica, e sarà una doppia sfida di grande fascino, anche se difficilissima. Giocare in Inghilterra ha sempre un fascino particolare e a Stamford Bridge troveremo un'atmosfera elettrica. Saranno tutt'altro che semplici anche le partite contro lo Shacktar e il Nordsjelland. Il calcio ucraino ormai è una realtà importante da molti anni, basti vedere che, con il loro coefficiente Uefa, sia la dinamo che lo Shaktar erano in seconda fascia. Contro i danesi saranno sfide molto "fisiche", da non sottovalutare assolutamente, perché quando si gioca in Europa tutte le avversarie sono di alto livello. L'anno scorso abbiamo vinto in Italia dopo una cavalcata trionfale che ci ha visto imbattuti. In Champions sarà ancora più difficile, ma la posta in palio è di assoluto prestigio e le motivazioni sono tante". Gli fanno eco Buffon e Barzagli, felici di tornare in Europa in una competizione così importante.</EM>C1007650TorinoFL0655FL0655beppe-marotta-juve-contratto.jpgSiNmarotta-soddisfatti-del-nostro-girone-sara-un-banco-di-prova-importante-1008036.htmSiT1000007100758301,02,03,06010121
1981008032NewsCalciomercatoDEL PIERO HA RIFIUTATO IL SION20120830171531sion, del pieroSion Del PieroAlessandro Del Piero ha ufficialmente rifiutato la proposta del Sion. Lo ha anticipato su Sky Sport24 il collega Alessandro Sugoni -. Dopo l'incontro avvenuto ieri,&nbsp; l'ex capitano della Juventus ha comunicato alla società svizzera il suo "no, grazie". Adesso vedremo se il Celtic - che è pronto a lanciare l'assalto - riuscirà a convincere Del Piero a trasferirsi in Scozia.<BR>C1007650Torinoadm001adm001562873_10150963307486227_506195389_n.jpgSiNdel-piero-ha-rifiutato-il-sion-1008032.htmSiT1000007100075701,02,03,06010298
1991008026NewsCalciomercatoMercato Juve, i dettagli dell`arrivo di Bendtner20120830134667JuventusJuventus17.00 - Sky Sport aggiorna le cifre dell'operazione Bendtner. L'attaccante danese di trasferisce alla Juventus con la formula del prestito gratuito con diritto di riscatto fissato a 5 milioni di euro. Per quest'anno il giocatore percepirà un ingaggio di circa 1,7 milioni più premi. Se i bianconeri decideranno di riscattarlo al termine della stagione, sottoscriveranno con lui un contratto di 3-4 anni.<br><br> 15:00-&nbsp; Trovato l'accordo tra&nbsp; Juventus e Arsenal per il giocatore danese, prestito con diritto di riscatto fissato a 6 milioni di euro, Bendtner prenderà 1,5 milioni. Domani visite mediche.<BR><BR>La Juventus dopo la clamorosa vicenda di Berbatov sarebbe vicina a Bendtner, il giocatore pare sia già a Milano per firmare. Secondo l'esperto di mercato Gianluca Di Marzio oltre la Juve, c'era&nbsp; sul giocatore il forte interesse del Siena, ma&nbsp;stando alle ultime indiscrezioni sembra che&nbsp;il giocatore danese &nbsp;preferisca vestire il bianconero di Torino. Bendtner e il suo agente sono a&nbsp; Milano e dovrebbero incontrarsi con i dirigenti Juve per cocludere la trattativa.<BR><BR><BR><BR><br><br>C1007650TorinoFL0655FL065520120615_bendtner_cop.jpgSiNmercato-juve-trovato-l-accordo-con-bendtner-1008026.htmSiT1000007100758301,02,03,06010276
2001007978NewsCalciomercatoMercato Juventus, Berbatov ci ripensa: Marotta chiarisce20120829221531JuventusJuventus22.45 - Il direttore generale della Juventus, Beppe Marotta, è intervenuto a Sky Sport spiegando la situazione di Dimitar Berbatov che alla fine ha rifiutato l'offerta dei bianconeri per approdare al Fulham: "Sono cose normalissime, sono dinamiche di mercato che accadono negli ultimi giorni. Ci siamo avvicinati a Berbatov e allo United quando abbiamo appreso che il giocatore aveva rifiutato la Fiorentina. C'era già un'offerta del Fulham ma lui voleva valutare la nostra proposta dando una risposta definitiva in serata. Lui però vuole restare in Premier League. Lui era a Monaco perchè la moglie è di quella zona, noi ci siamo mossi solo dopo il rifiuto avuto dai viola".<BR><BR>22.30 - ACF Fiorentina comunica che l'operazione di acquisizione del calciatore Dimitar Berbatov è saltata definitivamente dopo che era stato definito un accordo con il Manchester United (scambio di contratto condiviso, prima rata del corrispettivo in pagamento e garanzia fideiussoria per la seconda rata già sottoscritta) e dopo che era stata raggiunta un'intesa verbale con il calciatore sul suo contratto. Nella giornata di oggi, il club inglese aveva concesso al suo tesserato il permesso scritto di recarsi a Firenze per le visite mediche e per firmare il contratto. Il calciatore si era imbarcato, in compagnia del suo procuratore e con biglietti pagati dalla Fiorentina, su un volo diretto a Firenze. Ma a Firenze il giocatore non è mai arrivato. A causa di operazioni spericolate e arroganti di altre società, che niente hanno a che fare con i valori della correttezza, del fair play e dell'etica sportiva e che si collocano oltre i confini della lealtà. Per quanto riguarda il calciatore, al di là delle sue caratteristiche e del suo valore tecnico, a questo punto siamo felici che non sia venuto alla Fiorentina: non meritava la nostra città e la nostra maglia e i valori che essa rappresenta.<BR><BR>22.00 - Colpo di scena per il trasferimento di Dimitar Berbatov. Il centravanti bulgaro pare abbia preso una decisione, e decidendo di andare al Fulham per volere della moglie che vorrebbe restare in Inghilterra e dal suo ex tecnico ora al Fulham Jol.<BR><BR>19.31 - Berbatov firmerà un biennale con possibile opzione per il terzo anno, percepirà 1,8 milioni netti a stagione + bonus, al Manchester United andranno&nbsp;4,5 milioni con pagamento biennale,&nbsp;1 milione&nbsp;&nbsp;subito, 3,5&nbsp;dal prossimo anno<BR><BR>19.10 - Come riporta Sky Sport affare fatto manca solo l'annuncio e lo scambio degli ultimi documenti. Berbatov sarà della Juventus.<BR><BR>18.50 - Marotta e Paratici sembra stiano aspettando solo il via libera di Agnelli, per chiudere un accordo che prevede il pagamento di 5 milioni di euro in due rate. <BR><BR>18.15 - Anche il Fulham si è inserito prepotentemente tra la Juventus e la Fiorentina per Berbatov. Gli inglesi appaiono addirittura in vantaggio. Intanto l'agente del giocatore Emil Dantchev conferma le trattative.<BR><BR>17.40-&nbsp; La Jventus sta&nbsp;trattando&nbsp;&nbsp;con il Manchester United per il trasferimento di Berbatov a Torino. SkySport rivela che i due club stanno decidendo i termini di pagamento. Intanto Marotta ha ottenuto il Si di Bendtner, lasciato al momento in Stand-bye<BR><BR>16.30 - <STRONG>Dimitar Berbatov</STRONG>, attraverso la propria pagina f<EM>acebook</EM>, ha fatto chiarezza su tutti i rumors e le indiscrezioni che lo stanno dando vicinissimo alla<STRONG> Juventus</STRONG>: "Per favore non leggete i giornali...Solo bugie e speculazioni in questo momento"<BR><BR>15.00 - Stando alle ultime indiscrezioni di mercato, Berbatov, starebbe per trovare un accordo con la Juventus. Il giocatore doveva atterrare a Firenze per le visite mediche e invece pare che arriverà&nbsp;a Torino, Juventus ad un passo.<BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR>C1007650TorinoFL0655FL0655berbatov.jpgSiNberbatov-firma-un-biennale-milioni-a-stagione-al-manchester-united-1007978.htmSiT1000007100758301,02,03,06010909
2011007998NewsCalciomercatoCalciomercato Atalanta: De Luca ad un passo20120829203559de lucaGiuseppe De LucaTutto pronto per l'approdo di Giuseppe De Luca (21) in Serie A, l'attaccante lascerà infatti Varese per tentare l'esperienza nella massima divisione. Ad aggiornare la situazione sul giovane centravanti è il giornalista di Sky Sport ed esperto di mercato Gianluca Di Marzio attraverso il suo blog:<EM> </EM><BR><BR><EM>"Giuseppe De Luca all'Atalanta, manca solo la firma. La zanzara è pronto al salto in Serie A, l'Atalanta ha vinto la sfida con il Parma. Alla fine è riuscita a convincere il Varese, offrendo il prestito di Kone. L'agente del giocatore, Andrea Cattoli, era stato a Bergamo per trattare con l'Atalanta. Poi le due società hanno trovato l'accordo. De Luca lascia il Varese, la Serie A lo aspetta: manca poco..."</EM><BR><BR>C1007651,C1007650FL0141FL0141de luca.jpgSiNcalciomercato-atalanta-de-lucia-ad-un-passo-1007998.htmNoT1000010100205001,02,03010298
2021007996NewsCalciomercatoJuventus, osservato M`Bokani20120829202713Mbokani,JuventusJuventus, osservato MbokaniSecondo quanto riportato da SkySport24 la Juventus ha messo sotto osservazione Dieumerci Mbokani, attaccante congolese classe 1985 dell'Anderlecht. Il giocatore è stato protagonista nel preliminare di Champions League segnando nella sfida contro l'AEL Limassol e portando i biancomalva alla fase a gironi della massima competizione continentale.C1007650FL0744FL0744marotta.jpgSiNjuventus-mbokani-1007996.htmNo100796901,02,03010289
2031007930NewsCalciomercatoMercato Milan, Bojan: «Questa squadra è un regalo». Galliani: «Con Bojan mercato chiuso»20120828194531roma,bojan,milanmilan affondo bojan19.30 - Galliani : Bojan è sicuramente un bel colpo e con lui si è chiuso il nostro mercato. Domani farà le visite mediche e sarà a disposizione dell'allenatore per la trasferta di Bologna. Niente viaggio a Madrid per Kakà. Palombo ci è stato proposto ma abbiamo rifiutato. Carroll? Con gli attaccanti siamo a posto così. Binho? Purtroppo si è fatto male, lo aspetteremo<br><br> 18.15 - "Mi sento pronto, non ho paura di nulla - ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport -. Questa squadra rappresenta un grande regalo per me".<BR><BR>17.30 - Bojan è atterrato all'aeroporto di Linate ed è diretto verso via Turati, confermato inoltre che il giocatore arriva in prestito dal Barcellona.<BR><BR>14.00 - Il Milan ha chiuso per Bojan, sarà il rinforzo in attacco. E oggi è atteso a Milano per la firma sui contratti e la definizione totale dell`operazione. Bojan è già in volo per Milano in giornata, è partito da Roma Fiumicino con il volo Alitalia numero AZ 02068 e il suo arrivo all'aeroporto di Linate è previsto intorno alle 15.30.<BR><BR>11.00 - Il futuro di Bojan Krkic è sempre piu' lontano dalla Roma. Come anticipato qualche giorno fa da ilcalcio24.it, il giovane attaccante spagnolo è vicino in queste ore a vestire la maglia rossonera del Milan. Walter Sabatini alle 10 di questa mattina è entrato in Via Turati sede rossonera per accellerare nella definizione del passaggio in rossonero del giovane talento ex Barcellona. <BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><br><br>C1007650RomaFL0765FL076520120711_bojan2.jpgSiNroma-per-bojan-al-milan-e-questione-e-di-ore-1007930.htmSiT1000012100772901,02,03010811
2041007914NewsCampionatiInter, Cassano sprizza gioia: «Mi è tornato il sorriso»20120827173130Inter, CassanoFantantonio dopo la prima da nerazzurro: «Mi sono divertito. Strama merita tutto il bene«<STRONG>Antonio Cassano</STRONG> subito decisivo, con un assist a <STRONG>Milito</STRONG> nella sua prima gara da giocatore dell'<STRONG>Inter</STRONG>. L'indomani sfoggia un sorriso a trentadue denti, raccontando ai microfoni di Sky Sport e Premium Calcio le sue impressioni e sensazioni: <EM>"E' stato un bell'esordio, la squadra ha giocato bene. Del resto, poi, giocare con Sneijder e Milito è facile, con due giocatori di alto livello così... Certo, dobbiamo migliorare fisicamente, ma siamo ancora all'inizio"</EM>. <BR><BR>Il barese è gia entrato in sintonia con lo spogliatoio, soprattutto con il mister e con il compagno <STRONG>Nagatomo</STRONG>: <EM>"<STRONG>Stramaccioni</STRONG>? La sua imitazione mi fa ancora ridere, è una persona vera che merita tutto il bene. Yuto mi fa passare il tempo velocemente: stamattina sono andato a svegliarlo alle nove, non voleva alzarsi: quando voglio perdere un po' di tempo o m'annoio vado da lui: io e Wes lo massacreremo - </EM>continua scherzando nel suo stile, poi ritorna a parlare della squadra - <EM>Oggi la cosa importante era vincere e giocare bene, ma se la condizione migliora possiamo fare di più, perché siamo davvero tanta roba. Se ero stanco? No, ero morto. Mi sono divertito"</EM>. Ed esprime pienamente&nbsp;la sua gioia in una semplice frase: <EM>"Adesso mi è tornato il sorriso"</EM>. Ultima, breve,&nbsp;dichiarazione sullo scambio con Pazzini: <EM>"Chi ci ha guadagnato di più? Noi, ovvio"</EM>. Adesso sarà la volta del <STRONG>Vaslui</STRONG>, giovedì, e poi della <STRONG>Roma</STRONG> di <STRONG>Zeman</STRONG>. Cassano sarà tutto per la squadra: i tempi rossoneri sembrano davvero lontani anni luce.<BR><BR>C1007650MilanoFL0435FL0435cassano.jpgSiNinter-cassano-sprizza-gioia-mi-e-tornato-il-sorriso-1007914.htmSiT1000026100612201,02,03010290
2051007827NewsCampionatiCalciomercato Bologna, Guaraldi e Ramirez ai ferri corti: «è molto adirato con me»20120825083130ramirezIl presidente detta le sue condizioniAlbano Guaraldi, presidente del Bologna, ai microfoni di Sky Sport, ha fatto il punto sulla situazione riguardante Ramirez:<BR><BR><EM>"Non c'è nessuna trattativa per Ramirez, o va via alle nostre condizioni o resta qui. E' un giocatore cercato soprattutto all'estero, ma per lui vogliamo 15 milioni netti. Contropartite? Devono essere molto interessanti. Il Southampton non ci ha dato garanzie e la tarttativa per il trasferimento di Ramirez si è interrotta. Il giocatore ora è molto adirato con me però deve capire che il suo procuratore ha trattato a nostra insaputa. Poi Ramirez mi ha minacciato di non voler più giocare qui, ma ho provato a spiegarli la situazione. Avrei rispettato la promessa di cederlo ma non senza garanzie, non lo giustifico. I calciatori sono mal consigliati e spero che a fine mercato tutto si sistemi".</EM><BR><BR>FL0141FL0141ramirez gaston.jpgSiNcalciomercato-bologna-guaraldi-e-ramirez-ai-ferri-corti-e-molto-adirato-con-me-1007827.htmNo100205001,02,03010253
2061007813NewsCalciomercatoMercato Napoli, Raiola porta El Kaddouri da De Laurentiis20120824142543napoli, el kaddouriNapoli El KaddouriEl Kaddouri ad un passo dal Napoli. La conferma arriva anche da Gianluca Di Marzio, esperto di mercato di Sky Sport. <br><br> Un gesto di riappacificazione fra Mino Raiola, da pochi giorni agente del giocatore, e il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, protagonisti negli ultimi mesi di roventi polemiche. <br><br>adm001adm001delaurentiis67.jpgSiNnapoli-raiola-porta-el-kaddouri-da-de-laurentiis-1007813.htmSi100075701,02,03010223
2071007798NewsCalciomercatoCalciomercato Roma, due ungheresi in arrivo20120824104600roma,calciomercato,giovaniroma,bobal,alexis sundasLa Roma è una delle società piu' attive sul mercato, non ci piove. Sembra che la società giallorossa sia vicina a due giocatori magiari. Infatti la Roma vorrebbe chiudere, secondo Gianluca Di Marzio di Sky, per due ragazzi dell'Honved sono<STRONG> Anatolas-Alexis Sundas</STRONG> terzino classe '94 e l'attaccante molto promettente, seguito anche dal Manchester United, <STRONG>Boba</STRONG>l. Il giovane classe '95 è staco anche il capocannoniere degli Europei under 17. La Roma oggi pare che avra' un incontro con l'entourage dei ragazzi. E dopo Bumba la Roma si appresta a dare altri due giovani alla già forte primavera di Alberto De Rossi.1007856romaFL0765FL0765photo_3.jpgSiNroma-calciomercato-serie a-bobal-1007798.htmSiT1000012100772901,02,03010382
2081007784NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, ai rossoneri è stato proposto Owen20120823201531milan, owenMilan OwenSecondo quanto riferisce<EM> Sky Sport</EM> nelle ultime ore è stato offerto al <STRONG>Milan</STRONG> l'attaccante <STRONG>Michael Owen (32)</STRONG>. <BR><BR>Il giocatore, svincolato dal Manchester United, sembrava ad un passo dall'Everton,&nbsp;e già la società rossonera ha rispedito al mittente la proposta, facendo sapere di non essere al momento interessata. <BR><BR>1007856adm001adm001owen.jpgSiNmilan-ai-rossoneri-e-stato-proposto-owen-1007784.htmSiT1000027100075501,02,03,07010395
2091007783NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, Bronzetti incontra Florentino Perez per Kakà20120823190131milan, real madrid, bronzetti, kakàMilan Real Madrid Bronzetti KakàSecondo quanto riporta<EM> Sky Sport</EM>, l'intermediario di mercato <STRONG>Ernesto Bronzetti</STRONG> ha incontrato a pranzo il presidente del<STRONG> Real Madrid</STRONG> Florentino Perez e avrebbe dovuto farlo anche nel pomeriggio o al massimo domani. <br><br> Scopo degli incontri ci sarebbe proprio<STRONG> Kakà</STRONG> e la possibilità di riportarlo al Milan.<br><br>C1007650adm001adm001kaka-1.jpgSiNmilan-bronzetti-incontra-florentino-perez-real-madrid-per-kaka-1007783.htmSiT1000027100075501,02,03,07010357
2101007741NewsCalciomercatoCalciomercato Pescara, preso Vukusic20120822174531pescara, vukusicPescara VukusicDopo lo slovacco Weiss, nuovo colpo internazionale in arrivo per il Pescara. Mancano solo le formalità per concludere l`operazione che porterà Ante Vukusic alla corte della squadra abruzzese. L`attaccante croato classe `91, a meno di clamorosi colpi di scena sarà il nuovo riferimento offensivo della formazione di Stroppa. Secondo quanto riportato da SkySport24 l`accordo tra il Pescara e l`Hajduk Spalato sarebbe stato raggiunto sulla base di 2.3 milioni da girare subito nelle casse croate per altre due rate da 750mila euro da versare nelle due prossime stagioni. Il giocatore dovrebbe legarsi al club del patron Sebastiani per i prossimi 4 anni.<BR>C1007650adm001adm001vukusic.jpgSiNpescara-preso-vukusic-1007741.htmNoT1000095100075701,02,03010330
2111007734NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, Zé Eduardo è un nuovo attaccante rossonero anche senza provino20120822163130milan, galliani, preziosi, genoa, zé eduardoMilan Galliani Preziosi Genoa Zé Eduardo16.31 - Doveva arrivare in prova ed invece Zé Edurado sarà un nuovo giocatore del Milan. Come riporta Gazzetta.it arriverà in prestito gratuito con diritto di riscatto.<BR><BR>14.45 - Come riporta<EM> Sky Sport</EM> ci sono novità circa l'interesse da parte del <STRONG>Milan</STRONG> per <STRONG>Zé Eduardo (25)</STRONG>, attaccante del<STRONG> Genoa</STRONG>. Il giocatore brasiliano si trasferirà a Milano per qualche giorno per effettuare un periodo di prova con i rossoneri. Fra i due club ci sarebbe già l'accordo per il prestito.<BR><BR>14.31 - Come riporta <EM>Sky Sport</EM> ci sarebbe stato un importante pranzo di mercato tra <STRONG>Preziosi</STRONG> e <STRONG>Galliani</STRONG>.<BR><BR>Nell'incontro si sarebbe parlato del possibile passaggio di <STRONG>Zé Eduardo (25)</STRONG>, attaccante del Genoa, in prestito al Milan. <BR><BR>Il giocatore, che sino ad ora non ha mai convinto con la maglia rossoblu, ha giocato in passato nel Gremio e nel Santos.<BR><BR><BR><BR><BR><BR>adm001adm001Galliani-Lecce-Milan-638x425.jpgSiNmilan-galliani-a-colloquio-con-preziosi-per-ze-eduardo-1007734.htmSi100075501,02,03010333
2121007702NewsCalciomercatoScambio Pazzini-Cassano: i motivi della partenza di Cassano20120821194531milan, pazziniMilan Pazzini20.45 - Si avvicina il passaggio ufficiale di <STRONG>Antonio Cassano (30)</STRONG> all'<STRONG>Inter</STRONG> nell'ambito dello scambio che porterà Giampaolo Pazzini al Milan. Come riferisce<EM> Sky Sport</EM>, a Pavia sono finite le visite mediche per l'attaccante barese; positivo l'esito dei test, non c'è dunque nessun problema per il trasferimento alla corte di Andrea Stramaccioni.<br><br> 19.31 - Secondo quanto riportato da<EM> Sky Sport</EM>, a differenza di quanto inizialmente ipotizzato, <STRONG>Giampaolo Pazzini</STRONG> non è atteso in via Turati per la firma. E' probabile che il contratto sia già stato firmato a cena nella serata di ieri. Il giocatore potrebbe essere presentato nella giornata di venerdì.<BR><BR>18.00 - Secondo quanto riporta <EM>Milan Channel</EM>, l`umore di<STRONG> Antonio Cassano</STRONG> nell`ultimo mese non era dei migliori, anche se lui sosteneva in buona fede di avere le sue ragioni. Il gruppo però avvertiva che c`era qualcosa in lui che non andava e questo era una cosa negativa per tutto lo spogliatoio. Da qui la decisione di Fantantonio di chiedere la cessione alla società rossonera.<BR><BR>15.45 - Secondo<EM> Sky Sport</EM>, l'ufficialità dello scambio è attesa per stasera.<BR><BR>14.50 - Come riporta<EM> Sky Sport</EM>, <STRONG>Pazzini</STRONG> a breve si recherà a Como nella clinica di Messerman per ulteriori visite mediche. Dopo questa nuova tappa, il calciatore si recherà in via Turati per la firma ufficiale. <BR><BR>14. 31 - Per<STRONG> Cassano</STRONG> sarà un biennale da tre milioni all'anno.<BR><BR>14.15 - Come riferisce <EM>Sky Sport</EM>,<STRONG> Pazzini</STRONG> è arrivato a Milanello, per il suo primo giorno da rossonero. <BR><BR>13.31 - Conclusa la riunione tra Ghelfi, Branca e Ausilio. I dirigenti nerazzurri fanno sapere di essere d'accordo su tutto col Milan. A breve le visite mediche di Cassano.<BR><BR>12.55 -<STRONG> Pazzini</STRONG> all'uscita dall'ospedale di Busto Arsizio, dopo le visite mediche, ha rilasciato poche parole: "Contento di essere al Milan. Avremo modo di parlare".<BR><BR>12.50 -&nbsp; Il presidente dell'<STRONG>Inter</STRONG> <STRONG>Moratti </STRONG>all'uscita dagli uffici della&nbsp;<EM>Saras</EM> ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in merito al probabile arrivo di Cassano: "Dobbiamo ancora concludere, stiamo lavorando. A chi non piacerebbe Cassano?".<BR><BR>12.35 - Le visite mediche di Giampaolo Pazzini stanno per concludersi. Nel pomeriggio l'attaccante si recherà per la prima volta a Milanello.<BR><BR>11.45 - L'agente di Antonio Cassano, Beppe Bozzo, è arrivato negli uffici di Rinaldo Ghelfi. Ci siamo per la fumata bianca. La Gazzetta parla di biennale a tre milioni per il barese.<BR><BR>11.30 - Si stanno svolgendo le visite mediche di<STRONG> Giampaolo Pazzini</STRONG>. Il giocatore si trova a Busto Arsizio per la prima parte dei controlli, se tutto andrà bene verrà messa la firma&nbsp;nel contratto che lo legherà al <STRONG>Milan</STRONG>.<BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><br><br>C1007650adm001adm00120120820_cassano_pazzini.jpgSiNmilan-visite-mediche-per-pazzini-1007702.htmSiT1000027100075501,02,03,07010790
2131007666NewsCalciomercatoCalciomercato Genoa, Preziosi: «Ho rifiutato Bojan dalla Roma»20120819220131genoa, preziosi, roma, bojanGenoa Preziosi Roma BojanNon ci sono altre trattative di mercato tra Genoa e Roma. A sostenerlo e' il presidente della squadra ligure Enrico Preziosi, intervenuto a Sky Sport. 'Bojan non verra' da noi anche se la Roma vuole cederlo', ha aggiunto Preziosi, che poi ha parlato di Jovetic. 'Per 35 milioni va al City? Io lo venderei anche per meno. Giuseppe Rossi? Secondo me alla fine andra' proprio alla Fiorentina'. Il napoletano Edu Vargas? 'Ci interessa', ammette il n.1 rossoblu' aggiungendo 'Granqvist resta qui'.adm001adm00120120711_bojan2.jpgSiNgenoa-preziosi-ho-rifiutato-bojan-dalla-roma-1007666.htmNo100075701,02,03010300
2141007590NewsCampionatiIl solito insaziabile Inzaghi «Voglio la Champions da allenatore»20120818093017inzaghi«Finchè ci saranno Galliani e Berlusconi il Milan è in buone mani »Primo allenamento da mister, seguito da prima intervista per il nuovo allenatore degli Allievi Nazionale del Milan Pippo Inzaghi:<BR><BR><EM>"Preferisco essere chiamato mister e non più Pippo</EM>"&nbsp;ha tuonato l'ex bomber rossonero a SkySport 24 prima di&nbsp;parlare del suo passato e, soprattutto, del suo futuro:<BR><BR><EM>"Tra gli allenatori che ho avuto sicuramente quelli che mi hanno lasciato qualcosa in più sono stati Cagni e Mutti. Anche Ancelotti mi ha insegnato tanto e questa mattina mi ha anche chiamato alle 8.30 per ricordarmi che c'era l'allenamento</EM> (ride, <SPAN style="FONT-STYLE: italic">ndr</SPAN>). <EM>Giocherò con quattro difensori, che è un dogma del Milan e tre attaccanti quindi sulla carta una squadra molto offensiva. Ho visto due o tre attaccanti molto interessanti nel mio gruppo, ma è difficile individuare un attaccante con le mie caratteristiche. Il mio sogno da calciatore era quello di vincere la Champions adesso, da allenatore, l'obiettivo è ancora lo stesso, il meglio. Giocare ancora? col&nbsp;Milan non potevo, quindi meglio prendere questa decisione."</EM><BR><BR>Inzaghi poi parla anche dei suoi&nbsp;ex compagni e punta forte su El Shaarawy: <EM>"Io sono tranquillo, ci sono stagioni più difficili delle altre, ma finchè ci saranno Galliani e Berlusconi il Milan è in buone mani, torneranno gli anni delle tre finali di Champions League in 5 anni, magari bisognerà soffrire nei prossimi mesi, ma la squadra tornerà a vincere perchè il Milan ha questo nel suo dna. Mi auguro che El Shaarawy&nbsp;faccia una bella stagione, so che ragazzo è, gli auguro di dare il meglio. Ai giovani dico che l'importante è avere tanta voglia di giocare e di far bene, la stessa che avevo io e che la gente, dopo 20 anni di carriera, ancora mi riconosce ringraziandomi per quello che ho fatto".&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;</EM><BR><BR>FL0141FL0141C_27_photogallery_7118_listphoto_itemPhoto_15_immagine.jpgSiNil-solito-insaziabile-inzaghi-voglio-la-champions-da-allenatore-1007590.htmNo100205001,02,03010263
2151007589NewsCampionatiPrandelli stregato da Balotelli-Destro: « Una coppia da sogno »20120818090053prandelli« Cassano? se gioca con continuità al Milan lo convoco »Cesare Prandelli, intervistato da Sky Sport 24, si gode la&nbsp;giovane Italia&nbsp;vista in settimana, in particolar modo il suo nuovo centravanti Mattia Destro: <br><br> <EM>"Bisogna programmare altrimenti si arriva impreparati. Se programmi puoi perdere qualche amichevole ma puoi avere in testa qualche giocatore in più. L'idea è quella di fare le qualificazioni con lo spirito che ci ha contraddistinto nel bienno degli Europei, dobbiamo avere le idee chiare, cercare il risultato e dopo un anno di lavoro avere giocatori pronti per l'evento mondiale. Abbiamo disputato la partita con l'Inghilterra contro una squadra vera, torniamo con la consapevolezza di avere giocatori pronti. Destro è un ragazzo che ha qualità, l'entusiasmo del giovane ma la capacità di farsi trovare pronto in zona gol. Può giocare le qualificazioni, vogliamo giocatori pronti, non abbiamo tempo per recuperare, quindi è pensabile che anche lui possa essere tra gli 11 con la Bulgaria".</EM> <br><br> L'idea di schierare Balotelli accanto a lui già elettrizza il mister: "<EM>E' una coppia che può far sognare. Moratti può essere orgoglioso visto che sono nati entrambi nel settore giovanile dell'Inter. Poi hanno fatto delle scelte."</EM><br><br> Cassano intanto non è per niente escluso dal progetto azzurro: <EM>"È un giocatore che farà di tutto per esserci ancora, lo vuole. Io devo valutare quelli che hanno buona condizione fisica, se giocherà nel Milan troverà posto anche in Nazionale. Sta vivendo una fase particolare della sua carriera, è riuscito ad arrivare all'Europeo, abbiamo rapporti sinceri, è ancora giovane, mi auguro possa trovare stimoli e motivazioni per lavorare bene, dipende da lui".</EM><br><br> Nessun pronostico per il campionato che sta per iniziare:<EM> "Non lo so, mi auguro che possiamo assistere, come negli ultimi anni, ad una lotta finale con 3 o 4 squadre. Più squadre ci sono e più possibilità ha il calcio italiano di uscire da una situazione un po` di difficoltà."</EM><br><br> Curiosità infine&nbsp;nel vedere la Roma di Zdenek Zeman:<EM> "Tutti sono curiosi di vedere la continuità di lavoro di Zeman e anche io sono veramente curioso, perché Zeman è sinonimo di qualità di gioco, di calcio offensivo e, quindi, tutti vogliamo vedere qualcosa d`importante da questo punto di vista".&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;</EM><br><br>FL0141FL0141cesare_prandelli_italia_getty.jpgSiNprandelli-stregato-da-balotelli-destro-una-coppia-da-sogno-1007589.htmSi100205001,02,03010296
2161007560NewsCalciomercatoCalciomercato Siena, preso Matias Martinez20120817094531siena, racing avellaneda, matias martinezSiena Racing Avellaneda Matias MartinezA un passo dall'accordo col Genoa, il difensore del <STRONG>Racing Avellaneda Matias Martinez (24)</STRONG> approderà a breve in Italia, ma non per giocare nel club rossoblù. Secondo quanto rivelato da<EM> Sky Sport</EM>, il <STRONG>Siena</STRONG> nelle ultime ore ha definito l'accordo sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a un milione di euro.<BR>Dotato di passaporto comunitario, il calciatore lascia il Racing dopo cinque stagioni.<BR>C1000009adm001adm001Serse-Cosmi-638x425.jpgSiNsiena-preso-matias-martinez-racing-avellaneda-1007560.htmNoT1000025100075701,02,03010447
2171007548NewsCalciomercatoCalciomercato Parma: Leonardi fa il punto 20120816170210parma<Gabriel? è un punto di riferimento per noi>Pietro Leonardi,&nbsp;amministratore delegato&nbsp;del Parma, ai microfoni di Skysport fa il punto della situazione sul mercato dei ducali:<BR><BR><EM>"In linea generale il nostro è stato un mercato mirato sui giovani. Siamo stati avvantaggiati per certi aspetti siamo riusciti a fare subito le cessioni importanti perché si trattava di giocatori in comproprietà. In entrata il rapporto continuativo con il nostro allenatore dalla stagione precedente ci ha permesso ci centrare gli obbiettivi che abbiamo raggiunto. Non ci siamo fatti mancare niente,&nbsp;ci siamo tolti anche la bella soddisfazione di perdere a Palermo e così rientriamo subito nella nostra dimensione&-</EM>scherza&nbsp;Leonardi-&nbsp;<EM>Abbiamo un bravo allenatore e uno staff eccellente, puntiamo quindi con le risorse che abbiamo a disposizione a ripartire da dove abbiamo finito".</EM><BR><BR>L'amministratore delegato poi parla dei giocatori accostati agli emiliani:<EM> "Paletta? Abbiamo rifiutato un'offerta molto importante per lui, è risaputo. E' stata una scelta del presidente a cui va dato atto.Gabriel è un punto di riferimento per noi e un giocatore importante. Rolin? Non mi risulta, non lo abbiamo trattato, a meno che non lo abbia fatto un sosia al posto mio& Ghirardi a pranzo a Forte dei Marmi con Preziosi? A me risulta fosse a Carpenedolo, anche qui -</EM> sorride -<EM> forse si è trattato di un sosia".</EM> <BR><BR>FL0141FL0141leonardi.jpgSiNcalciomercato-parma-leonardi-fa-il-punto-1007548.htmNo100205001,02,03010282
2181007538NewsCalciomercatoCalciomercato Genoa, si lavora per Diakité20120816131531genoa, lazio, diakitéGenoa Lazio DiakitéSecondo quanto riporta<EM> Sky Sport</EM>, Preziosi si sarebbe mosso con decisione, telefonando all'agente di <STRONG>Diakité </STRONG>per informarsi sulla situazione. <br><br> Il contratto del francese scade tra 10 mesi e l'accordo con la<STRONG> Lazio</STRONG> per il rinnovo è ancora lontano. Per ora quello di Preziosi è un sondaggio, ma chissà che nelle prossime ore non possa tornare ad arroventarsi l'asse tra Roma e Genova. Se Lotito entrasse nell'ottica di cedere Diakité, uno scambio con Granqvist non sarebbe fantamercato. <br><br>C1000009adm001adm001diakite.jpgSiNgenoa-si-lavora-per-diakite-1007538.htmSiT1000022100075701,02,03010312
2191007492NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, Bronzetti: «Le possibilità per Kakà sono dello 0,001%. Llorente andrebbe bene ma gli spagnoli non convincono»20120814171531milan, bronzetti, llorente, kakàMilan Bronzetti Llorente KakàL'intermediario di mercato<STRONG> Ernesto Bronzetti</STRONG>, fa il punto a<EM> Sky Sport</EM> su quelli che sono i movimenti dalla Spagna verso l'Italia. <BR><BR>"Llorente andrebbe benissimo da noi, il punto è la mentalità degli spagnoli che da noi hanno sempre fallito. Non so perché, ma in Italia non funzionano. Fossi il presidente di una squadra di calcio, non li prenderei. Il presidente Urrutia non è malleabile, è un basco doc... Alla fine credo che dai 36 milioni qualcosa sarà tolto, ma non è facile trattarci, sebbene siano persone serie, oneste e corrette. E' un osso duro. Comunque, dietro non ci sono nè Real Madrid nè Atletico Madrid, in Spagna non c'è nessuno che possa spendere simili cifre".<BR><BR>Su Kakà. "Ha detto bene Galliani: non illudiamo i tifosi. Pagare 10 milioni di euro netti un calciatore, di stipendio, in Italia è diventato impossibile. Se ci sarà il momento in cui il Real dovrà dare via Kakà, il Milan non potrà pagare questo ingaggio maxi. Le speranze sono ridotte al lumicino: diciamo lo 0,001%. Il ragazzo può voler tornare al Milan, anche io volevo fidanzarmi con Monica Bellucci".<BR><BR>Su Diarra. "Va a caccia di 5-6 milioni di euro netti, è un calciatore impossibile da raggiungere".<BR><BR>adm001adm001kaka-1.jpgSiNmilan-bronzetti-kaka-arriva-allo-per-cento-llorente-andrebbe-bene-ma-gli-spagnoli-non-convincono-1007492.htmSi100075501,02,03010451
2201007462NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, Marotta svela tutte le mosse dei bianconeri20120813154531juventus, marottaJuventus Marotta<STRONG>Beppe Marotta</STRONG> parla ai microfoni di<EM> Sky Sport</EM> a due giorni dalla vittoria della<STRONG> Juventus</STRONG> in Supercoppa e del mercato dei bianconeri: "Se le Olimpiadi possono insegnare qualcosa al calcio? Ci sono sempre degli insegnamenti nuovi che emergono, ci sono fasi che vanno interpretate, in questa edizione, in maniera estremamente positiva. Le Olimpiadi racchiudono i valori tecnico dello sport ed in generale della vita. Le parole di Zeman di ieri sulla squalifica di Conte? Mi sento come un uomo di calcio, ritengo importuna l'uscita di Zeman; il riferimento era fatto a lui anche se non l'ha mai nominato. Lui stesso dice di non aver letto le carte, perciò non si può darne un significato. Noi sappiamo che l'omessa denuncia può derivare da una denuncia di un singolo giocatore che poi non trova riscontro in altri 24. Mi auguro che il presidente dell'Associazione degli allenatori prenda una posizione. Il mercato della Juventus? Devo dire che diamo merito ai nostri ragazzi, che fanno parte di questo modello ideato l'anno scorso con l'arrivo di Conte. Come ogni società dobbiamo cercare di migliorare il livello qualitativo sfruttando le opportunità. Dobbiamo andare alla ricerca di quei giocatori che contribuiscono a fare un salto di qualità, e questo non sempre è possibile. Noi siamo sempre alla finestra per valutare le opportunità, dobbiamo conciliare qualità e prezzo e oggi come oggi non è possibile".<br><br> "Llorente? Siamo spettatori ed aspettiamo l'evoluzione della situazione, comunque potremmo avviare dei contatti. Van Persie? Noi ci siamo posti diversi obiettivi in questa estate, ma per le situazione che ho posto poco fa Van Persie credo che sia una pista difficile. L'Arsenal non se ne vuole privare facilmente, nonostante il giocatore sia in scadenza di contratto; chiedono una cifra molto elevata, non è una situazione che ci riguarda da vicino. Matri? Non l'abbiamo messo nella lista dei partenti, noi partiamo da un concetto diverso: vogliamo migliorare il livello qualitativo dell'attacco. Matri lo consideriamo a tutti gli effetti un giocatore della Juventus, che i giocatori di solito vuole tenerseli stretti. Noi abbiamo detto di no a grandi offerte per i nostri giocatori. Dzeko? L'attacco del Manchester City è sempre suscettibile di cambiamenti; lui è sicuramente un giocatore importante e di caratura nazionale; per noi rappresenterebbe un punto d'arrivo. Anche lui però ha una quotazione elevata. Sono situazioni che possono evolversi dalla mattina alla sera. Quagliarella? Fa parte del nostro progetto".<br><br>1007856adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-marotta-svela-le-mosse-dei-bianconeri-1007462.htmSiT1000007100075701,02,03,06010443
2211007359NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, Galliani: «Difficile che arrivi Kakà»20120809120131milan, real madrid, kakàMilan Real Madrid Kakà"L'operazione Kaka' e' obiettivamente molto, molto difficile".<br><br> &nbsp;Dall'amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, arriva una brusca frenata sul fronte Kaka': "E' quasi impossibile - ha ammesso Galliani a Sky dopo l'amichevole persa 5-1 contro il Real a New York -. I costi sono elevati, gli stipendi altissimi". "Se il Milan vuole Kaka', deve pagare - ha detto invece Mourinho -. Se vuole restare, perfetto. Se vuole andarsene, perfetto. Ma non lo cederemo gratis. Se lo vogliono, paghino".<BR><br><br>adm001adm001kaka-1.jpgSiNmilan-galliani-difficile-che-arrivi-kaka-1007359.htmSi100075701,02,030101357
2221007298NewsCalciomercatoCalciomercato Roma, per Heinze Qpr e Maiorca20120807173130roma, heinze, qpr, maiorcaRoma Heinze Qpr MaiorcaIl difensore argentino <STRONG>Gabriel Heinze</STRONG> sembra a un bivio e in ogni caso la strada che prenderà non sarà in Italia. Secondo quanto riportato da<EM> Sky Sport</EM> il giocatore sceglierà fra gli inglesi del <STRONG>Qpr</STRONG> e gli spagnoli del<STRONG> Maiorca</STRONG>.C1000009adm001adm001heinze.jpgSiNroma-per-heinze-qpr-e-maiorca-1007298.htmNoT1000012100075701,02,03010324
2231007290NewsCoppeClamoroso Juventus, Conte darà le dimissioni dopo la finale col Napoli? Sky Sport smentisce la voce20120807155110juventus, conteJuventus Conte16.45 - Sky Sport al momento&nbsp;smentisce però con forza queste voci, assicurando che dal club trapelerebbe l'esatto contrario, ossia la volontà indiscutibile di lasciare a Conte la panchina qualunque sia l'esito del processo sportivo. Altro che frattura.<br><br> 16.00 -<STRONG> Antonio Conte</STRONG>&nbsp;dovrebbe&nbsp;abbandonare&nbsp;la panchina della <STRONG>Juventus </STRONG>dopo la finale di Supercoppa Italiana, match in programma a Pechino sabato (ore 14 italiane) dove i bianconeri sfideranno il Napoli.<BR><BR>Ma la strada di Antonio Conte sarà molto, molto lunga. Già domani, intorno all`ora di pranzo, ci saranno le prime decisioni in merito al calcioscommesse: le commissioni si riuniranno in camera di consiglio per giudicare le 30 posizioni, tra club e tesserati, dei due filoni  quello della Procura di Cremona e quello di Bari  e poi depositeranno i propri dispositivi. Poi, dalla mattina di giovedì, avvocati e tifosi avranno in mano i verdetti della Disciplinare.<BR><BR>Su Antonio Conte sembra tutto già scritto: la pena dovrebbe essere di 10 mesi di squalifica, con uno sconto deciso rispetto ai 15 richiesti dal procuratore federale Stefano Palazzi. Ma il rapporto tra Conte e la Juventus è ai minimi storici. E nonostante una Supercoppa ancora da giocare, la rottura pare proprio insanabile, come riporta Repubblica in un articolo a firma Matteo Pinci.<BR><BR>Tanto che circola con insistenza la voce secondo cui di ritorno dalla Cina, vittoria o meno, il rapporto tra l`allenatore e il club si interromperà. E` di ieri un`altra news che avvalora questa tesi, ovvero la decisione di Antonio Conte di non avvalersi più dell`operato degli avvocati della Juventus Chiappero e Briamonte, affidandosi a Giulia Bongiorno. (napolisport24)<BR><BR><br><br>C1000009adm001adm001sdpojw.jpgSiNjuventus-conte-dara-le-dimissioni-dopo-la-finale-contro-il-napoli-smentisce-1007290.htmSiT1000007100075701,02,03,06010950
2241007231NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, arriva la conferma Lucas andrà al Psg. I dettagli dell`operazione20120806164531psg, lucas, interPsg Inter Lucas09.45 - Lucas va al Paris Saint Germain, arriva la conferma di Sky Sport e di Gianluca Di Marzio, esperto di mercato. Le cifre sono di portata quasi clamorosa, visto a quanto si stava trattando con l'Inter. Proprio per eludere il vantaggio nerazzurro, il PSG ha proposto cifre davvero incredibili. Questo quanto Gianluca Di Marzio riferisce dal proprio sito: «Vince ancora il Paris Saint-Germain. Mentre l'Inter valutava la spesa sul fronte Lucas, è arrivata la mossa decisiva da Parigi. Da qualche giorno pensavano a un'offerta, senza ancora formularla. Poi, nella notte italiana, l'affare è stato chiuso. Le prime conferme sono arrivate anche a Sky, era proprio il Psg e non il Manchester United l'avversaria più pericolosa per il brasiliano. Per Lucas, un altro investimento importantissimo: messe sul piatto cifre irraggiungibili e irrinunciabili per il San Paolo, e per Lucas. Un'operazione da circa 45 milioni di euro.<BR><BR>Decisivo il lavoro di Leonardo, per l'amicizia con il presidente Juvencio e con l'agente Ribeiro. Lo stesso proprio di Leo, da giocatore. Lucas arriverà a Parigi da gennaio, questione di posti da extracomunitario. L'Inter ha valutato e non ha chiuso. Il Paris Saint Germain non ha perso tempo. E ha vinto ancora...».<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>08.30 - Secondo quanto riporta<EM> Globo Esporte</EM>,<STRONG> Lucas</STRONG> sarebbe praticamente un giocatore del <STRONG>Paris Saint Germain</STRONG>. <BR><BR>Leonardo, dt del PSG, avrebbe portato avanti il discorso direttamente con l'agente Wagner Ribeiro, e con il presidente Juvencio.&nbsp; Addirittura mancherebbero solo visite e firma su un contratto che dovrebbe essere quinquennale, con il giocatore che arriverebbe a gennaio. <BR>&nbsp;<BR>Lo sceicco, proprietario del Psg avrebbe deciso di metter sul piatto più di 35 milioni, bruciando dunque la concorrenza di Inter e Manchester United.<BR><BR><BR><BR>1007856adm001adm001lucas1.jpgSiNinter-dal-brasile-certi-che-lucas-sara-del-psg-arriva-la-conferma-1007231.htmSi100075701,02,03010826
2251007246NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, ritorna interesse per Fernando e Paulinho20120806124531inter, fernando, paulinhoInter Fernando PaulinhoSecondo<EM> Sky Sport</EM>, può tornare di moda il nome di <STRONG>Paulinho</STRONG> per l<STRONG>'Inter</STRONG>.<br><br> Il centrocampista, che pure ha rinnovato il contratto con il Corinthians ed è stato dichiarato incedibile dal presidente del Timao, potrebbe nuovamente ascoltare la proposta nerazzurra. Poi<STRONG> Fernando</STRONG> del Porto: O'Polvo è valutato 10 milioni di euro ed è uno dei nomi, da sempre, più caldi per il mercato dell'Inter che, sfumato Lucas, cerca un giocatore di qualità per la mediana, anche per cambiare fisionomia tattica alla squadra nerazzurra.<br><br>C1000009adm001adm001Paulinho-Corinthians-Foto-Eduardo-Viana_LANIMA20111105_0117_26.jpgSiNinter-ritorna-interesse-per-fernando-e-paulinho-1007246.htmSiT1000026100075701,02,03010485
2261007223NewsCalciomercatoCalciomercato Sampdoria, Garrone: «Cassano tornerà ma non ora»20120805164531sampdoria, garrone, cassanoSampdoria Garrone CassanoIl vicepresidente della <STRONG>Sampdoria</STRONG> <STRONG>Edoardo Garrone</STRONG> è tornato a parlare della possibilità di vedere<STRONG> Antonio Cassano</STRONG> vestire di nuovo la maglia blucerchiata. <br><br> Queste le dichiarazioni rilasciate a<EM> Sky Sport</EM>: «Per la strada quasi tutti mi chiedono come mai Cassano non torna alla Sampdoria, ma devo rispondere che Cassano sta bene dov'è e bisogna guardare avanti. Torna il prossmo anno? Nella vita può succedere tutto, ed io non mi sento di escludere nulla. Ama la città perché qua ha messo radici, si è sposato ed ha avuto un figlio, sicuramente prima o poi tornerà, a prescindere dalla Sampdoria. Non è un nostro progetto, almeno per ora».<br><br>adm001adm001cassa-gol1.jpgSiNsampdoria-garrone-cassano-tornera-ma-non-ora-1007223.htmSi100075701,02,03010281
2271007188NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, Maicon vicino al Psg. In programma incontro decisivo20120804104531inter, maicon, psgInter Maicon PsgCome riporta<EM> Sky Sport</EM> <STRONG>Maicon</STRONG> sarebbe vicino al<STRONG> Psg</STRONG>.<br><br> Il terzino bloccato all'<STRONG>Inter </STRONG>dal suo ingaggio, avrebbe in programma in questi giorni un decisivo incontro col la dirigenza parigina per discutere del suo passaggio al club francese.<br><br> Il giocatore brasiliano pare gradire molto la destinazione, in particolare dopo aver visto gli ultimi convincenti acquisti.<br><br>1007858adm001adm001maicon.jpegSiNinter-maicon-vicino-al-psg-in-programma-incontro-decisivo-1007188.htmSiT1000026100075501,02,03010390
2281007151NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, trovato l`accordo col San Paolo per Lucas20120802231531inter, lucas, san paoloInter San Paolo LucasIl direttore dell'area tecnica dell'Inter, Marco Branca, in Brasile per la trattativa Lucas, potrebbe non tornare nella giornata di domani. <br><br> La motivazione, secondo quanto riferito da Sky Sport&nbsp;, è che c'è il clamoroso accordo tra l'Inter ed il San Paolo sulla base di 30-32mln di euro più bonus. L'operazione dovrebbe andare in porto visto che i nerazzurri hanno già l'accordo col giocatore. Branca, quindi, resta in Brasile ed attende solo l'ok definitivo di Massimo Moratti.<br><br>C1000009adm001adm001lucas1.jpgSiNinter-trovato-accordo-col-san-paolo-per-lucas-1007151.htmSiT1000026100075701,02,03010339
2291007128NewsCampionatiDalla Cina con furore, Moratti: «e ora lo stadio!»20120802100454moratti«tra un pò d`anni i tifosi avranno una casa tutta per loro»Stretto l'accordo coi cinesi, che garantiranno tanti soldi, Massimo Moratti, intervistato da Skysport, spiega i dettagli&nbsp;dell'accordo e&nbsp;guarda al nuovo grande progetto: l'Inter adesso vuole uno stadio tutto suo.<br><br> <EM>«Prima di tutto, l'accordo siglato è un rafforzamento della Società, poi una bella operazione per conto mio per quanto riguarda il Paese, un investimento della Cina, di una della più grosse società cinesi, nel senso di un investimento futuro che è lo stadio e di questi investitori cinesi, in un momento che sicuramente non è dei più facili e quindi fiducia in un Paese, in una moneta. Questo credo che sia importante, che sia valido e possa essere ripetuto. A questo punto&nbsp;lo stadio nuovo diventa&nbsp;un progetto concreto con un partner molto preparato, la più grossa compagnia del mondo da questo punto di vista, per l'esperienza alle spalle e poi è tutto da fare. Adesso c'è da trovare la giusta località, vedere che cosa fare e i tifosi avranno, tra un po' di anni, la loro casa solo per loro».</EM><br><br> La China Railway deterrà il 15% delle azioni dell'Inter:<EM> «C'è una percentuale minoritaria che è tendente a crescere, naturalmente per gli investitori che man mano si aggregano a questo gruppo, e l'obiettivo principale è quello della costruzione dello stadio, che è l'accordo vero con China Railway e che è molto importante per l'Inter. Devo dire, mi sembra anche per Milano, per l'Europa perchè è il primo investimento in Europa fatto da questa società, che invece è una società si è espansa in tutto il mondo».</EM><br><br> <EM></EM>&nbsp;<br><br>FL0141FL0141634738063464882400-460x301.jpgSiNdalla-cina-con-furore-moratti-e-ora-lo-stadio-1007128.htmSi100205001,02,03010410
2301007119NewsCalciomercatoCalciomercato Torino, Cairo non si ferma più: «Prenderò altri tre giocatori»20120802083021cairo«Bianchi? si potrebbe parlare di rinnovo per lui»Urbano Cairo, presidente del Torino, intervistato da Sky, fa il punto della situazioni sul mercato della sua squadra: <br><br> «<EM>Ci restano da coprire tre ruoli: un esterno, una punta ed un centrocampista. Ora abbiamo diverse alternative, soprattutto per il centrocampo. Abbiamo preso Rodriguez e Caceres con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto dell'intero cartellino. Non me li hanno certo regalati. Almiron? non credo che il Catania lo venda, mentre Pazienza resta un'ipotesi concreta ma bisogna risolvere il problema dell'ingaggio. Tissone? Ci sono altre possibilità. Cerci? Non so bene cosa voglia fare la Fiorentina.»</EM><br><br> Il discorso poi si sposta&nbsp;su due pezzi grossi, ambiti, ma che comunque non si muoveranno: «<EM>Ogbonna? Confermo ancora una volta che il Milan non me l'ha chiesto. Bianchi? Non ho sentito nessuno del Napoli e non ci hanno mai proposto Eduardo Vargas. E' il nostro capitano, nessuno vuole mandarlo via. Si potrebbe anche parlare del rinnovo per lui</EM>».&nbsp;&nbsp;<EM>&nbsp;&nbsp;</EM>&nbsp;<br><br>FL0141FL0141cairo.jpgSiNcalciomercato-torino-cairo-non-si-ferma-piu-prendero-altri-tre-giocatori-1007119.htmSi100205001,02,03010396
2311007110NewsCalciomercatoIacovelli scagiona Bonucci: «E` innocente. Con Masiello neanche si parlava»20120801190835iacovelli, bonucciIacovelli Bonucci<STRONG>Angelo Iacovelli</STRONG> scagiona <STRONG>Leonardo Bonucci</STRONG>. L`ex infermiere che lavorava nel Bari ai tempi dei match coinvolti nella vicenda calcioscommesse, ora in carcere, ai microfoni di<EM> Sky Sport</EM> ha smentito il coinvolgimento di Leonardo Bonucci nelle partite sotto processo, sottolineando la totale estraneità del difensore della Juventus ai fatti contestati.<BR>&nbsp;<BR>Anzitutto la partita incriminata (Udinese-Bari) doveva finire 2 a 2, e invece è finita 3 a 3 - ha spiegato Iacovelli - e poi di soldi Bonucci non ne ha mai visti, Bonucci è una brava persona. I soldi dei ricavi delle combine se li è intascati sempre e solo Masiello, dicendomi di averli poi dati in beneficenza, cosa non vera«. <BR>&nbsp;<BR>Iacovelli parla anche dei rapporti tra Leonardo Bonucci e Andrea Masiello ai tempi del Bari: »Bonucci e Masiello a quei tempi si parlavano appena, non vedo come potrebbero aver organizzato questa cosa assieme. Se Bonucci e Masiello erano in buoni rapporti? No, assolutamente no«. <BR>&nbsp;adm001adm001bonucci.jpgSiNiacovelli-scagiona-bonucci-e-innocente-con-masiello-neanche-si-parlava-1007110.htmSi100075701,02,03010392
2321007092NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, Branca in Brasile per convincere il San Paolo a cedere Lucas20120801113130inter, branca, san paolo, lucasInter Branca San Paolo LucasCome riporta<EM> Sky Sport</EM>, il direttore dell'area tecnica dell'<STRONG>Inter</STRONG>, <STRONG>Marco Branca</STRONG>, è in Brasile. <br><br> Il dirigente nerazzurro è già in contatto con il <STRONG>San Paolo</STRONG>, per portare avanti la complicata trattativa per <STRONG>Lucas Moura</STRONG>. Il fantasista verdeoro, ora in Inghilterra per le Olimpiadi con il Brasile, preferisce l'Italia e l'Inter alle altre opportunità, ma le complessità sono legate ai costi. Il cartellino però per il 20% è del procuratore del calciatore ed i nerazzurri sono andati nuovamente a parlare con il San Paolo dell'interesse. <br><br> Resta la concorrenza del Manchester United, che ha fatto un'offerta superiore ai 30 milioni di euro, rifiutata definitivamente dai paulisti. <br><br>1007856adm001adm001lucas1.jpgSiNinter-branca-in-brasile-per-convincere-il-san-paolo-a-cedere-lucas-1007092.htmSi100075701,02,03010305
2331006978NewsCalciomercatoCalciomercato Catania, Gasparin: «Nessuna offerta per i big»20120728171531gasperin«Speriamo che non ne arrivino mai...»Il direttore sportivo del Catania Sergio Gasparin, intervistato dai microfoni di Sky, ha fatto il punto sul calciomercato in casa Catania:<BR><BR><EM>«Offerte per i big? non ne abbiamo ricevute per ora. C'è stato solo un sondaggio per Gomez da parte dell'Inter due mesi fa, ma poi non ci siamo più sentiti. Egoisticamente speriamo che non arrivino mai offerte irrinunciabili per i nostri giocatori in modo da non venderli. Noi venderemo solo in caso di grosse offerte perchè il Catania è una società solida economicamente che non ha bisogno di vendere. Ovviamente potremmo prendere in considerazione solamente offerte giunte entro i prossimi 15 giorni di mercato: dopo sarebbe impossibile per noi trovare degli adeguati sostituti. Il nostro obiettivo sul mercato adesso è soltanto quello di sfoltire: abbiamo 31 giocatori, e questo non è un numero che rientra nei nostri piani. Abbiamo fatto secondo me degli ottimi acquisti».</EM><BR><BR>&nbsp;<BR><BR>FL0141FL0141Sergio-Gasparin-Catania.pngSiNcalciomercato-catania-gasparin-nessuna-offerta-per-i-big-1006978.htmSi100205001,02,03,09010381
2341006911NewsCalciomercatoNapoli, De Laurentiis: «Jovetic verso la Premier League»20120726230131napoli, jovetic, de laurentiisNapoli Jovetic De LaurentiisIl presidente del <STRONG>Napoli</STRONG>, <STRONG>Aurelio De Laurentiis</STRONG>, a<EM> Sky Sport</EM> ha parlato della situazione di <STRONG>Stevan Jovetic</STRONG>: «Lui è interessato ad una grande squadra ma anche al denaro ovviamente. Credo che il suo futuro possa essere in Inghilterra perché ci sono quattro club che lo hanno contattato».1007857adm001adm001delaurentiis67.jpgSiNnapoli-de-laurentiis-jovetic-verso-la-premier-league-1006911.htmSiT1000017100075701,02,03,08010236
2351006839NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, trovato l`accordo con Yanga Mbiwa20120724214531milan, yanga mbiwaMila Montpellier Yanga MbiwaSecondo quanto riferito da<EM> Sky Sport</EM>, il <STRONG>Milan </STRONG>avrebbe già raggiunto l'accordo con<STRONG> Mapou Yanga Mbiwa</STRONG>.<BR><BR>Il club rossonero avrebbe proposto un quinquennale da 1,5 milioni di euro a salire sino ad 1,8 milioni. Sarebbe stata formalizzata anche la proposta economica al Montpellier, club di apparentenza del difensore francese, 7 milioni di euro per strappare il giocatore in scadenza 2013.<BR><BR>Ci sarebbero solo da convincere i vertici del club campione di Francia che puntano ad ottenere il più possibile dalla cessione del giocatore.<BR><BR>C1000009adm001adm001galliani.jpgSiNmilan-raggiunto-l-accordo-con-yanga-mbiwa-questa-la-proposta-1006839.htmSiT1000027100075701,02,03,07010396
2361006820NewsCalciomercatoInter, bloccata la cessione di Castaignos20120724134531inter, twente, castaignosInter Twente CastaignosSecondo quanto riporta<EM> Sky Sport</EM>, si sarebbe bloccata la trattativa tra il<STRONG> Twente</STRONG> e<STRONG> Luc Castaignos</STRONG>. I dirigenti olandesi, che in mattinata sono andati nella sede dell'<STRONG>Inter</STRONG>, che in precedenza aveva visto anche la presenza del Palermo per discutere del futuro di Emiliano Viviano, si rivedranno con quelli nerazzurri nei prossimi giorni.C1000009adm001adm001castaignos.jpgSiNinter-bloccata-la-cessione-di-castaignos-1006820.htmNoT1000026100075701,02,03010719
2371006769NewsCalciomercatoJuventus, Poli ad un passo. Alla Sampdoria andrà Bouy20120722223924juventus, sampdoria, bouy, poliJuventus Sampdoria Bouy PoliSecondo quanto riportato poco fa da<EM> Sky Sport</EM> la <STRONG>Juventus</STRONG> sarebbe vicinissima all'acquisto di <STRONG>Andrea Poli</STRONG> dalla<STRONG> Sampdoria</STRONG>. Il cartellino del giocatore all'Inter nella scorsa stagione dovrebbe costare ai dirigenti bianconeri circa 5 milioni di euro più la metà del giovane<STRONG> Bouy</STRONG>, arrivato a Torino quest'inverno.C1000009adm001adm001poli.jpgSiNjuventus-poli-ad-un-passo-alla-sampdoria-va-bouy-in-prestito-1006769.htmSiT1000007100075501,02,03,06010344
2381006771NewsCiclismoTour de France: festa Sky a Parigi, vittoria su tutta linea20120722215449Tour de France 2012, ultima tappa, 20, Wiggins, Froome, Nibali, Sagan, VoecklerVittoria finale a Wiggins, tappa a Cavendish. Tutti i verdetti della Grande Boucle numero 99.Clima da ultimo giorno di scuola nella tappa conclusiva della 99esima edizione del Tour de France, da <STRONG>Rambouillet</STRONG> a <STRONG>Parigi</STRONG> in 120 km. Tutto deciso per la maglia gialla, con <STRONG>Wiggins</STRONG> pronto ad essere premiato nella capitale e allora amici come prima: Basso e Rui Costa chiacchierano e si ritrovano a fare da battistrada, lasciandosi riprendere. Nel primo dei due GPM previsti, entrambi di 4° categoria, il gruppo lascia che Voeckler, già matematico vincitore della classifica scalatori, scollini per primo. Il francese, famoso per le sue boccacce ed espressioni buffe, saluta il pubblico alla sua maniera. In occasione del secondo, a Cote de Chateaufort, transita in testa Valverde seguito dai compagni della Movistar. L'atmosfera si fa però più seria quando si arriva alle battute finali del percorso. <BR><BR>A Parigi si passa per nove volte dalla linea del traguardo.&nbsp;La Sky guadagna le prime posizioni del gruppo. Hincapie (BMC), che con oggi ha chiuso il suo 17esimo Tour de France, prova l'allungo. Viene imitato nel tentativo da Horner e poi a ruota da Pineau (Quickstep), Voigt (RadioShack), Hondo (Lampre). Al quinto passaggio ci sono 11 corridori in testa a 28« dal gruppo.<BR><BR>Rimangono intanto da percorrere gli ultimi tre chilometri del Tour de France 2012, durante i quali il tempo è neutralizzato: Wiggins è ora ufficialmente vincitore. In dirittura finale la Sky è tutta per Cavendish, che, braccia al cielo,&nbsp;arriva primo al traguardo di Parigi per il terzo anno consecutivo. Dietro Sagan, che vince la classifica a punti, e Goss in terza posizione. <BR><BR>Il Team Sky festeggia doppiamente in un Tour letteralmente dominato, con due corridori portati sul podio e uno che alle Olimpiadi, con i colori nazionali della Gran Bretagna, è dato per favorito alla medaglia d'oro. Cavendish&nbsp;ha fame, soprattutto dopo una Grande Boucle passata&nbsp;quasi interamente da&nbsp;gregario.&nbsp;Da&nbsp;elogiare Nibali per la passione&nbsp;e la tenacia che gli hanno permesso di giungere in terza piazza, meritatissima essendo stato l'unico veramente&nbsp;in grado di contrastare la supremazia britannica.&nbsp;&nbsp;<BR><BR>Abbiamo così i verdetti definitivi del Tour de France n° 99:<BR><BR>CLASSIFICA GENERALE <BR><BR><STRONG>1- B. Wiggins (Sky - GBR) 87h 34'47»</STRONG><BR><BR>2- C. Froome&nbsp;(Sky - GBR)&nbsp;+ 3'21«<BR><BR>3- V. Nibali (Liquigas - ITA) + 6'19»<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>CLASSIFICA A PUNTI<BR><BR><STRONG>1- P. Sagan (Liquigas - SLK) 421</STRONG><BR><BR>2- A. Greipel (Lotto - GER) 280<BR><BR>3- M. Goss (Orica-GreenEdge - AUS) 268<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>CLASSIFICA SCALATORI<BR><BR><STRONG>1- T. Voeckler (EuropCar - FRA) 134</STRONG><BR><BR>2- F. Kessiakoff (Astana - SWE) 123<BR><BR>3- C. A. Sorensen (Saxo Bank - DAN) 77<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>CLASSIFICA GIOVANI<BR><BR><STRONG>1- T. Van Garderen (BMC - USA) 87h 45'51«</STRONG><BR><BR>2- T. Pinot&nbsp;(FDJ - FRA) + 6'13»<BR><BR>3- S. Kruijswijk (Rabobank - NED) + 1h05'48«<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>CLASSIFICA A SQUADRE<BR><BR><STRONG>1- RadioShack-Nissan 263h 12'14»</STRONG><BR><BR>2- Sky Procycling + 5'46«<BR><BR>3- BMC Racing Team + 36'29»<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>PREMIO COMBATTIVITA' <BR><BR><STRONG>Chris Anker Sorensen (Saxo Bank - DAN)</STRONG><BR><BR>&nbsp;<BR><BR>Il Tour de France 2012 va così in archivio, tra molte emozioni&nbsp;sportive&nbsp;e solo un cambio di maglia gialla, da Cancellara a Wiggins alla settima tappa. <EM>Au revoir </EM>all'edizione 2013, quella del Centenario.<BR><BR>ParigiFL0435FL0435tour podio.jpgSiNciclismo-tour-de-france-festa-sky-a-parigi-vittoria-su-tutta-linea-1006771.htmSi100612201,02,03010739
2391006734NewsCiclismoTour de France, giubilo Wiggins: domani vincitore a Parigi20120721214721Tour de France 2012, Wiggins, Froome, tappa 19, Nibali, EvansIl britannico domina la crono e mette la parola fine alla corsa per la vittoria. Domani formalità agli Champs Elysées.E' un Bradley <STRONG>Wiggins</STRONG> spumeggiante e pieno di gioia quello che taglia il traguardo di <STRONG>Chartres</STRONG> dopo 57,5 chilometri percorsi in 1h 04'13«. Segue il compagno <STRONG>Froome</STRONG>, che sui Pirenei aveva trascinato il capitano della <STRONG>Sky</STRONG>, a 1'16».&nbsp;Terza piazza per lo spagnolo <STRONG>Luis Leon Sanchez</STRONG> (Rabobank) a 34« dal corridore di origine keniota. Chiude al 16° posto Vincenzo <STRONG>Nibali</STRONG>, a 3'38» da Wiggo, ma difende egregiamente la sua terza piazza in classifica generale: <STRONG>Van den Broeck</STRONG> (Lotto) chiude ventiseiesimo. A confermare il pessimo stato di forma, come se fosse stato colpito da un anatema, <STRONG>Evans</STRONG> termina in posizione numero 52. Mantiene comunque&nbsp;la settima posizione in classifica generale.<BR><BR>Tutto già deciso: Wiggins domani verrà incoronato re del Tour de France numero 99, primo britannico della storia. Secondo Froome, a 3'21« e a spezzare il dominio Sky lo Squalo della Liquigas, il nostrano Vincenzo Nibali a 6'19». Domani dunque l'ultima tappa, da <STRONG>Rambouillet</STRONG> a <STRONG>Parigi</STRONG> con conclusione sugli <STRONG>Champs Elysées</STRONG>, sarà solo una passerella finale. <BR><BR>ChartresFL0435FL0435wiggins.jpgSiNciclismo-tour-de-france-giubilo-wiggins-domani-vincitore-a-parigi-1006734.htmNo100612201,02,03010638
2401006719NewsCampionatiVerona, parte la sfida al campionato20120721143130verona, setti Verona Setti«Soli contro tutti. Come sempre». Lo ha detto Andrea Mandorlini riassumendo in uno slogan la missione che attende il nuovo Verona. Soli, ma in ottima e numerosa compagnia. Perché la presentazione della squadra tenutasi ieri sera, alla vigilia della partenza per il ritiro di Santa Caterina, in Val Gardena, ha avuto il pubblico delle grandi occasioni. Quattromila persone a riempire la tribuna del campo di via Sogare: i veri protagonisti della serata. Certo: i giocatori si sono presentati uno ad uno, facendo passerella sotto la guida a tratti incerta delle due giornaliste televisive Federica Masolin di Sky e Daniela Scalia di SportItalia. Ma in realtà è stato quello che il presidente Maurizio Setti ha definito il «dodicesimo uomo dell'Hellas» a presentarsi ai giocatori: alle vecchie conoscenze, gratificate dalle ovazioni maggiori; ma soprattutto ai nuovi arrivati sorpresi da tanto calore. Si è trattato di uno spettacolo nello spettacolo. Iniziato alle 20.30 e terminato un'ora dopo con una certezza: l'entusiasmo dei tifosi per l'Hellas Verona non ha bisogno di ritiri, preparazioni o allenamenti, È già perfettamente in forma. Pronto a spingere la squadra e la società verso quel traguardo che tutti si ostinano a non pronunciare, ma che tutti hanno ben chiaro nei loro pensieri. Lo ha detto il presidente di oggi, che ha voluto a fianco a sé sul palco quello di ieri: «Il vero presidente è lui». Una continuità che il pubblico ha apprezzato e gratificato. Così come Setti si è dichiarato «esterrefatto» per quel «pubblico da pelle d'oca». «Il mio compito è fare in modo che tutti facciano il massimo», ha poi sottolineato, «per trovare gli stimoli giusti e fare un campionato al meglio possibile. Poi vedremo dove andare». Dopo la passerella di politici - l'assessore veronese allo Sport Marco Giorlo ed il vicepresidente della Provincia Fabio Venturi - e degli sponsor è toccato dunque alla rosa sgranare i suoi petali gialloblù. Dando il là allo spettacolo: una sorta di duetto tra pubblico e giocatori, con tanto di tormentone. È iniziato con il terzino spagnolo José Angel Crespo, presentatosi con le scarpe di un colore assai vivace e salutato dal coretto «Ti gà le scarpe rosse...». È continuato con il «Pe-pe-pe Pesoli, pe-pe-pe Pesoli» a salutare il difensore arrivato dal Siena e con il «Ti gà le scarpe normali...» per il meno estroso Grossi: «Ma mi comprerò le scarpe gialle!». Ed ha toccato l'apice con il «Mandorlini teròn» scandito a salutare il mister che è salito sul palco per ultimo. «Calmi... quest'anno mi hanno messo in gabbia», ha spiegato l'allenatore al suo popolo. «È bello rivedervi ed ancora di più risentirvi. Il nuovo Hellas ripartirà da quanto fatto in questi due anni di risultati incredibili raggiunti anche grazie a chi stasera non è qui perchè è andato a giocare in altre squadre. Ripartiremo dalla fine ma non troppo: in veronese ma no massa!». Un chiaro riferimnento a quell'ultima maledetta partita con il Varese ed agli strafalcioni dell'arbitro di Imperia. Una battuta studiata, come lui stesso ha ammesso, per poi chiudere con l'ordine di servizio: «Giocare e tifare per l'Hellas non è mai facile. Ti regala qualcosa di grande e ti chiede di essere forte. Me lo avete insegnato voi: siamo sempre soli contro tutti». Il resto è stato coreografia. Dalle nuove maglie, con la terza in nero con lo stemma giolloblù crociato a richiamare colori e marchi degli anni tra le due guerre mondiali. Alle piccole mascotte Aurora e Sofia in maglia gialloblù e con gli orecchini a forma di scala. Dalla gente ammassata sulle cancellate a destra della tribuna, troppo piena per ospitare tutti i tifosi che hanno voluto salutare la loro squadra. All'applausometro che ha premiato Nicola Ferrari strappandogli un'evidente commozione.<br><br> (l'arena)<br><br>adm001adm001ferrari nicola.jpgSiNverona-parte-la-sfida-al-campionato-1006719.htmNo100075701,02,03010295
2411006708NewsCampionatiA tutto Allegri20120721114531MilanIntervista ad Allegri&nbsp;<STRONG>L`allenatore del Milan, Massimiliano Allegri, ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport24 HD.</STRONG><BR><BR><STRONG>Le partenze di Ibrahimovic e Thiago Silvia.</STRONG><BR><BR>Credo che non allenare due giocatori così importanti possa dispiacere a qualsiasi allenatore, però credo che la cifra che ha preso il Milan sia importantissima. Difficilmente un`altra società nel mondo poteva offrire quei soldi e la società ha ritenuto opportuno cederli, sapendo che poi mancano dei giocatori per andare a completare una rosa. Non parlo di progetti, perché si usa la parola progetto quando si fa uno stabile. Nel calcio, visto che siamo il Milan, ogni tre giorni parte un progetto, che è quello di vincere la partita seguente. Quando partono giocatori di livello mondiale devi andare a sopperire con altre qualità, anche se il Milan ha altri giocatori di grande valore. I campioni servono a esaltare la squadra. Gattuso, Zambrotta, Nesta, Seedorf, Inzaghi e gli altri che sono andati: non è che domani ne troviamo altri dieci uguali e non è che tutti i giorni nascono i campioni, però è anche vero che purtroppo io non posso avere la colpa della carta d`identità. Credo di non aver tagliato nessuna testa, anche perché non ho il potere di tagliare le teste, non mi piace, e poi non ho nemmeno il potere decisionale su tutto perché sono un dipendente della società e, insieme alla società, valutiamo e facciamo le cose insieme.<BR><BR><STRONG>Le è stato chiesto qualcosa per il mercato?</STRONG><BR><BR>Non mi è stato chiesto assolutamente niente, anche perché manca un mese alla fine del mercato. Due anni fa arrivarono Ibrahimavioc e Robinho a fine mercato, negli ultimi due giorni, e quindi la squadra cambiò completamente volto, sia livello tecnico che di personalità. Diciamo che quest`anno è un anno zero: sono andati via docici giocatori, dodici campioni, tanti per età e due per scelta societaria. Quindi, bisogna lavorare, riprendere a lavorare dalla base, anche se tanti giocatori dell`anno scorso sono rimasti.<BR><BR><STRONG>Si vedrà di più la sua mano, forse?</STRONG><BR><BR>Si vedrà uguale a quella dell`anno scorso e di due anni fa. Non è questione di nomi, è normale che bisogna trovare dei giocatori che possano giocare nel Milan e che, come caratteristiche, devono andare a completare il reparto avanzato, quello di centrocampo e la difesa. Stiamo valutando insieme alla società quelle che sono le possibilità dei giocatori da prendere. Da qui al 31 agosto abbiamo tutto il tempo per valutare tutte le possibilità, perché per noi l`obiettivo numero uno è quello di arrivare il 26 agosto in una buona condizione. Il fatto che quest`anno, purtroppo, non abbiamo la SuperCoppa ci permette di affrontare le amichevoli, cercando di prepararsi al meglio, per valutare anche dei giovani che abbiamo in rosa.<BR><BR>C1000009MilanoFL0411FL0411allegri_600x449.jpgSiNintervista-ad-allegri-1006708.htmSiT1000027100427901,02,03,07010437
2421006698NewsCampionatiAllegri ricomincia da capo: «E` l`anno zero»20120721083050allegri«Io tagliateste? Valuto assieme alla socieà»<STRONG>Massimiliano Allegri</STRONG>, intervistato dai microfoni di Sky, &nbsp;sa benissimo che quest'estate si è chiuso un ciclo: sono andati via ben 12 giocatori che in un modo&nbsp; o in un altro hanno fatto la storia del club facendo sì che, da quest'anno, si ricominci da zero.<br><br> <EM>«<STRONG>Questo è l'anno zero</STRONG>, in cui sono andati via dodici campioni, tanti per età e due per scelte societarie, e quindi bisogna riprendere a lavorare dalla base, anche se tanti giocatori che c'erano l'anno scorso sono rimasti.»</EM><br><br> La squadra va ricostruita, ma con attenzione:<EM> «Non è una questione di nomi quanto di giocatori che come caratteristiche possono andare a completare<STRONG> il reparto avanzato, quello di centrocampo e la difesa</STRONG>. Stiamo valutando assieme alla società e da qui al 31 agosto abbiamo tutto il tempo per valutare tutto. L'obiettivo numero uno è<STRONG> arrivare al 26 agosto in buona condizione</STRONG>. Il fatto che non abbiamo la Supercoppa ci permette di prepararci al meglio per l'inizio del campionato e di valutare dei giovani che abbiamo in rosa, per vedere se hanno le qualità per rimanere con noi.<STRONG> Il mercato? Manca un mese alla fine</STRONG>, la squadra l'anno scorso cambiò completamente all'ultimo». </EM><br><br> Allegri poi chiarisce di non essere un <EM>tagliateste</EM>:<EM> «Il Milan ha altri giocatori di grande valore. I campioni servono a esaltare la squadra, ma non è che con Ibra e Thiago la squadra non giocava. I Gattuso, i Zambrotta, i Nesta, i Seedorf, gli Inzaghi, gli altri che sono andati via, <STRONG>non è che domani ne troviamo altri dieci uguali</STRONG>, non tutti i giorni nascono campioni, ma non posso avere la colpa della loro carta d'identità. <STRONG>Non ho tagliato alcuna testa</STRONG>, non ho questo potere, sono un dipendente della società e assieme alla società valutiamo tutto».</EM><br><br> Chiusura dedicata ovviamente&nbsp;a Thiago Silva e Ibra: <EM>«Non allenare due giocatori così importanti dispiace ad ogni allenatore, ma la cifra che ha preso il Milan è importantissima e la società ha ritenuto opportuno di cederli sapendo che poi dopo mancano giocatori per completare la rosa. E' normale che quando mancano due giocatori di livello mondiale devi andare a sopperire con altre qualità anche se <STRONG>il Milan ha altri giocatori di grande valore</STRONG>».</EM> <br><br>FL0141FL0141allegri_600x449.jpgSiNallegri-ricomincia-da-capo-e-l-anno-zero-1006698.htmSi100205001,02,03010361
2431006694NewsCalciomercatoJuventus, Buffon: «Mi fido della società, non vedo l`ora di ricominciare»20120720220131juventus, buffonJuventus BuffonIntervenuto alla presentazione della Carrarese, il portiere della <STRONG>Juventus</STRONG> <STRONG>Gianluigi Buffon</STRONG> ha rilasciato alcune dichiarazioni riportate da<EM> Sky Sport</EM>: «Non vedo l'ora di ricominciare e raggiungere i miei compagni, son passati troppi giorni d'assenza dal campo. Mercato? Non mi sbilancio sui nomi, abbiamo la società numero uno d'Italia con grandi dirigenti. Marotta è ottimo nel suo settore e sa cosa fare, sono tranquillo, ho grandissima e piena fiducia nella società. Mi sono posto per la prossima stagione di fare almeno 50 gare stagionali tra Juventus e Nazionale, so di potercela fare. Brasile 2014? Beh se avete visto gli Europei vi sarete fatti un'idea se ci sarò o meno tra due anni ai mondiali....».C1000009adm001adm0011332858-zbuf.jpgSiNjuventus-buffon-mi-fido-della-societa-non-vedo-l-ora-di-ricominciare-1006694.htmSiT1000007100075501,02,03,06010335
2441006657NewsCiclismoTour de France, Froome trascinatore e il gladiatore Nibali20120719215411Tour de France 2012, Froome, Wiggins, Nibali, Valverde, tappa 17Tappa a Valverde. I due del Team Sky sul podio. Il siciliano difende l`onore nonostante i fastidi muscolari.<STRONG>Bagnéres de Luchon-Peyragudes</STRONG>. Ultimo arrivo in salita, a tre tappe dalla fine. Oggi sarebbe stata la giornata decisiva, si diceva. Infatti con il terzo posto di oggi, Bradley <STRONG>Wiggins</STRONG> è con un piede sul gradino più alto del podio di Parigi. Ma se è riuscito a difendere il primato oggi, lo deve soprattutto a Chris <STRONG>Froome</STRONG>, compagno di squadra e secondo in classifica, che occupando la seconda posizione lo ha scansato da eventuali pericoli. Stoico <STRONG>Valverde</STRONG> (Movistar), vincitore di tappa che arriva solo a Peyragudes. <STRONG>Nibali</STRONG>, afflitto da problemi muscolari, difende caparbiamente la sua posizione a arriva settimo.<br><br> A fuggire inizialmente è un folto gruppo comprendente Voekcler (Europcar), Izaguirre (Euskaltel), Valverde, Stortoni (Lampre), Vinokourov e Kessiakoff (Astana). Il Port de Bales, GPM Horst Categorie, cambia le sorti della corsa. Diversi leader si succedono al comando, venendo tutti ripresi in breve temp <STRONG>Izaguirre</STRONG> e <STRONG>Kadri</STRONG> prima, <STRONG>Rui Costa</STRONG> poi. Ad un certo punto scatta Valverde, che guadagna la testa della corsa. A quel punto lo spagnolo non ha più rivali: a 20 km dall`arrivo è in vantaggio di 2`30 sul gruppo. <br><br> Nel gruppo maglia gialla dominio Sky con Wiggins, Froome e Porte. I tre sono braccati da <STRONG>Van den Broeck</STRONG> e Nibali. <STRONG>Evans</STRONG> soffre ancora, ma non molla il gruppo dei big. Il siciliano rimane alla ruota di Froome e Wiggins. Proprio uno scatto del ciclista di origine keniota lo sorprende e lo mette in difficoltà. Esplosione di Chris, che addirittura deve rallentare per non lasciare indietro il capitano. Nibali ha 30 di ritardo, ma rientra sugli avversari. Nel frattempo Valverde taglia il traguardo in solitaria, lasciandosi Froome e Wiggins a 19 e <STRONG>Pinot</STRONG> a 22. <STRONG>Voeckler</STRONG> ipoteca il titolo di miglior scalatore vincendo tre GPM oggi. <br><br> Il risultato della tappa scuote la classifica generale: Wiggins si distanzia da Nibali, a 2`41. Sembrano dunque già designati i tre che conquisteranno il podio finale. Infatti Van den Broeck, quarto, è a 3`12 dallo <I>Squalo dello Stretto</I>. Tappa numero diciotto in scena domani, a <STRONG>Blagnac</STRONG> con arrivo a <STRONG>Brive-la-Gaillarde</STRONG>: quattro i GPM sul percorso, tutti di 4° categoria tranne uno di 3°.<br><br>PeyragudesFL0435FL0435valverde.jpgSiNciclismo-tour-de-france-froome-trascinatore-e-il-gladiatore-nibali-1006657.htmSi100612201,02,03010681
2451006652NewsCalciomercatoMilan, conferme per Matri. Si tratta con la Juventus per la formula20120719200131milan, juventus, matriMilan Juventus MatriCome riferisce<EM> Sky Sport</EM> arrivano nuove conferme sull'interesse del<STRONG> Milan</STRONG> per<STRONG> Alessandro Matri</STRONG>. <br><br> Il club rossonero cerca di convincere la <STRONG>Juventus</STRONG> per un prestito oneroso con diritto di riscatto. <br><br> I bianconeri però vorrebbero monetizzare nell'immediato dopo i tanti acquisti, e preferirebbero una cessione a titolo definitivo.<br><br>C1000009adm001adm001matri.jpgSiNmilan-conferme-per-matri-si-tratta-con-la-juventus-per-la-formula-1006652.htmSiT1000007100075501,02,03,06010197
2461006615NewsCiclismoTour de France, a Voeckler primo tappone pirenaico20120718202332Tour de France 2012, Voeckler, Nibali, Wiggins, Froome, EvansFrancese alla seconda vittoria. Evans, sogno maglia gialla bye bye.<P>Thomas <STRONG>Voeckler</STRONG> bissa il successo di due anni fa sullo stesso percorso, la <STRONG>Pau- Bagnéres de Luchon</STRONG>, e strappa a <STRONG>Kessiakoff</STRONG> (Astana) la maglia a pois grazie alla convincente prova odierna, soprattutto nelle scalate, che gli ha permesso di salire sul gradino più alto del podio. </P> <P>Prima della zona delle grandi salite la gara si divide in due tronconi, dato che i fuggitivi sono 38. Arrivati al Col du Tourmalet (96 km all'arrivo all'inizio di una salita lunga 18 alla pendenza media del 7,4%) restano davanti solo i pochi più tenaci: Voeckler (Europcar) e <STRONG>Feillu</STRONG> (Saur), con 1'18" su Kessiakoff, Dam, Sorensen, Voigt e Stortoni. Il gruppo maglia gialla scollina il Tourmalet con circa 10' di ritardo. La <STRONG>Sky</STRONG> controlla bene la situazione, fino a quando è Basso a dare il ritmo, scremando il gruppo. Dietro di lui il concorrente italiano alla maglia gialla <STRONG>Nibali</STRONG>, che è tenuto a vista dalla coppia Sky <STRONG>Wiggins-Froome</STRONG>. <STRONG>Evans</STRONG> non tiene il tempo e viene lasciato indietro. Sul Col d'Aspin, terzo GPM della giornata, l'australiano ha 45" di ritardo sulla testa del gruppo maglia gialla. A 30 km dall'arrivo Voeckler e Feillu sono sempre in testa, inseguiti a 54" dagli altri battistrada Voigt, Vinokourov, Izaguirre e Sorensen. Nel frattempo Evans viene supportato da tre compagni, che gli permettono di rientrare ma solo temporaneamente: molla definitivamente poco dopo. </P> <P>A 3 km dalla fine della salita del Col de Peyresourde (GPM di 1° categoria) lo <EM>Squalo dello Stretto </EM>morde e attacca, costringendo Wiggins a mettersi in testa al gruppo per contenerlo. A 45" <STRONG>Van den Broeck</STRONG>. Contemporaneamente Voeckler arriva agli sgoccioli della sua brillante gara: a 2 km dal traguardo ha 1'50" di vantaggio su Sorensen, secondo dopo il calo di Feillu. Trionfa il francese, mentre nella lotta per il terzo posto è&nbsp;sfortunato <STRONG>Vinokourov</STRONG>, che deve lasciare strada ad <STRONG>Izaguirre</STRONG> (Euskaltel) a causa della rottura dello scarpino del pedale. Wiggins, Froome e Nibali arrivano in gruppo, a 7'08" da Voeckler. Irriconoscibile Evans: 4'48" di ritardo sui tre big.</P> <P>In classifica generale il crollo di Evans si fa sentire: il vincitore del Tour 2011 sprofonda in settima posizione, lasciando il quarto posto a Van den Broeck, troppo distante da Nibali per poter comportare un pericolo (3'23").</P> <P>Domani la tappa numero 17, <STRONG>Bagnéres de Luchon-Peyragudes </STRONG>(197 km). Ben 5 GPM, 1 Hors Categorie, 1 di terza categoria, 1 di seconda e 2 di prima. L'arrivo a Peyragudes sarà l'ultimo in salita del Tour de France numero 99. Vedremo senz'altro grandi emozioni e colpi di scena al pari di oggi, con l'attenzione puntata tutta sul gruppo dei big. </P>Bagnéres-de-LuchonFL0435FL0435voeckler.JPGSiNciclismo-tour-de-france-a-voeckler-primo-tappone-pirenaico-1006615.htmSi100612201,02,03010667
2471006601NewsCalciomercatoMilan, arriva l`agente di Damiao20120718121531milan, damiaoMilan internacional di Porto Alegre Damiao<P>Secondo quanto riporta<EM> Sky Sport</EM>, è atteso a Milano <STRONG>Vinicius Prates</STRONG>, procuratore di <STRONG>Leandro Damiao</STRONG>. </P> <P>L'agente dell'attaccante dell'Internacional di Porto Alegre arriva per incontrare la dirigenza del <STRONG>Milan</STRONG>.</P> <P>Insieme a Tevez e Dzeko, Damiao è candidato alla sostituzione difficile di Zlatan Ibrahimovic. </P>C1000009adm001adm001damiao.jpgSiNmilan-arriva-l-agente-di-damiao-1006601.htmNoT1000027100075501,02,03,07010415
2481006541NewsCiclismoTour de France: il León di montagna ruggisce sui Pirenei20120715230000Tour de France 2012, tappa 15, Luis Leon Sanchez, Wiggins, chiodi, Evans, SaganLuis León Sánchez sbaraglia tutti: 47 secondi di vantaggio al traguardo. Chiodi sull`asfalto, falcidiato gruppo maglia gialla.<P>La prima tappa sui Pirenei, la <STRONG>Limoux-Foix,</STRONG> è prodiga di emozioni lungo i suoi 191 chilometri. A vincere seminando nettamente gli avversari è lo spagnolo <FONT size=2><STRONG>Luis León Sánchez</STRONG></FONT>, della Rabobank. <FONT size=2>Sánchez ha tagliato il traguardo con 47" secondi di vantaggio sugli avversari <STRONG>Sagan</STRONG> (Liquigas), <STRONG>Casar</STRONG> (FDJ), <STRONG>Gilbert</STRONG> (BMC) e <STRONG>Izaguirre</STRONG> (Euskaltel), che nello stesso ordine si sono classificati dietro al vincitore. Tre&nbsp;i "fattori X" della gara: la pioggia che per alcuni tratti è stata così forte sui battistrada da costringerli a proteggersi con le mantelline; il grosso vantaggio sugli inseguitori che il gruppo di testa ha dovuto gestire (15'48" intorno ai 150 km percorsi) e l'opera di un ignoto <STRONG>sabotatore</STRONG> che ha seminato chiodi da due centimetri sull'asfalto fra i 30 e i 20 km dall'arrivo, costringendo decine di ciclisti a fermarsi per sostituire le gomme, tra cui <STRONG>Evans</STRONG>.</FONT></P> <P><FONT size=2>Tuttavia per Sánchez la vittoria non è stata certo una formalità: al km 116 i battistrada sono ben undici, con un considerevole vantaggio di 14'50" sul gruppo maglia gialla. Il numero si riduce con il passare del tempo, il belga <STRONG>Gilbert</STRONG> ritarda a causa di noie al cambio (gli salta la catena) e poi recupera. Gli unici a tenere il ritmo sono coloro che occuperanno le prime cinque posizioni nella classifica della tappa, gli altri perdono terreno.&nbsp;Nel gruppo maglia gialla intanto il&nbsp;Team Sky dà l'anima per coprire le spalle a <STRONG>Wiggins</STRONG>, e si sacrifica anche il campione del mondo Cavendish a questo proposito. Ai 160 km circa Evans tenta lo stacco in salita, ma è Wiggins il primo del gruppo ad arrivare in cima. A quel punto accade l'impensabile: Evans, all'inseguimento, si ferma. Ha bucato. Subito dopo anche Cummings (BMC)&nbsp;fora.&nbsp;E così via, una trentina&nbsp;di corridori rimangono bloccati.&nbsp;Le ammiraglie <STRONG>Sky</STRONG> e <STRONG>Liquigas</STRONG> così decidono di far rallentare il gruppo per aspettare Evans e gli altri. Solo <STRONG>Rolland</STRONG> (Europcar) tira dritto e guadagna&nbsp;1' nel giro di pochi chilometri, anche se viene riassorbito nelle battute finali. D'altra parte c'è il fair play, con i corridori della BMC che applaudono la decisione salomonica di Sky e Liquigas. L'attenzione si catalizza quindi nuovamente sul gruppo&nbsp;di testa: Sánchez rimonta e addirittura si porta a 26" di vantaggio quando si trova a 6 km dall'arrivo. Il gap si allarga sempre di più e lo spagnolo vince in solitaria.</FONT></P> <P><FONT size=2>Giornata turbolenta in ottica maglia gialla a causa dell'incidente, ma nessuno sconvolgimento: guida Wiggins,&nbsp;con più di 2' di vantaggio su <STRONG>Froome</STRONG> e <STRONG>Nibali</STRONG>.</FONT></P> <P><FONT size=2>Domani la <STRONG>Samatan-Pau</STRONG> (158,5 km), che presenta 3 GPM (due di quarta categoria, uno di terza) e altre salite minori che tenderanno a scremare il numero dei contendenti alla tappa. Ottimo terreno per una fuga.</FONT></P>FoixFL0435FL0435sport_ciclismo_14a_tappa_tour_2012_sanchez_getty.jpgSiNciclismo-tour-de-france-il-leon-di-montagna-ruggisce-sui-pirenei-1006541.htmSi100612201,02,03010593
2491006518NewsCiclismoTour de France: tris Greipel, vince in volata20120714184500Tour de France 2012, Greipel, Sagan, Boasson-Hagen, tappa 13La tredicesima tappa è del tedesco, secondo Sagan.<P>Andre <STRONG>Greipel</STRONG> (Lotto) si aggiudica la tappa numero tredici del Tour, la <STRONG>Saint Paul Trois Chateaux-Le Cap d'Agde</STRONG> (217 km), ultima tappa prima di giungere ai <STRONG>Pirenei</STRONG>. Per il tedesco si tratta della terza vittoria in questa edizione della Grande Boucle, eguagliando Peter <STRONG>Sagan</STRONG> (Liquigas) che oggi arriva secondo, davanti al norvegese <STRONG>Boasson-Hagen</STRONG> (Team Sky). </P> <P>La gara comincia con una fuga da lontano di otto corridori che vengono gradualmente ripresi. <STRONG>Morkov</STRONG> è il battistrada che resiste più a lungo. Nonostante altri numerosi tentativi di fuga durante la corsa, il finale è in volata, e Greipel taglia il traguardo per primo. C'è anche un italiano tra i primi dieci: è Marco <STRONG>Marcato</STRONG> (Vacansoleil), settimo. Tutto invariato, invece,&nbsp;in classifica generale, con <STRONG>Wiggins</STRONG> ancora primo. </P> <P>Domani, con la <STRONG>Limoux-Foix</STRONG>, inizia la fase decisiva del Tour de France numero 99, quella&nbsp;pireneica. Due salite abbastanza dure (Port de Lers e Mur de Peguere) potranno decidere l'esito della gara.</P>Le Cap d'AgdeFL0435FL0435greipel.jpgSiNciclismo-tour-de-france-tris-greipel-vince-in-volata-1006518.htmSi100612201,02,03010537
2501006513NewsCalciomercatoTorino, Gazzi: «Darò il massimo. I tifosi avranno modo di conoscermi»20120714161531torino, gazziTorino Gazzi<P>Il centrocampista, fortemente voluto da Ventura, è un uomo pacato e di non molte parole, ma determinato a dare il massimo in campo in modo da raggiungere gli obiettivi prefissati.</P> <P><BR>Per cominciare ben arrivato poiché è un anno, da quando Ventura è diventato l'allenatore del Torino, che si accosta il suo nome alla maglia granata. Ora molto probabilmente il mister le consegnerà le chiavi del centrocampo, una bella responsabilità?<BR>"Innanzi tutto sono contentissimo di essere qui, la prima cosa che vorrei fare e ambientarmi bene e conoscere i miei nuovi compagni. In campo si va in undici e quindi non penso di essere il protagonista e per raggiungere gli obiettivi che ci competono dovremo essere un gruppo affiatato".</P> <P>Si presenti ai tifosi del Toro: quali sono le sue caratteristiche tecniche?<BR>"Sono un centrocampista centrale, un incontrista che si mette a disposizione della squadra e cerca di aiutare i compagni, soprattutto quelli vicini, non sono un fantasista e quindi pian piano i tifosi incominceranno a conoscermi per le mie caratteristiche".</P> <P>Con quale piede preferisce calciare?<BR>"Io sono un mancino, però se c'è bisogno di tirare qualche badilata la tiro pure di destro".</P> <P>Lei è già stato allenato da Ventura e quindi conosce l'impostazione del gioco del mister per quel che riguarda la fase sia difensiva sia offensiva e conosce anche alcuni compagni per averci giocato in passato, che tipo di apporto pensa di poter dare, anche se è appena arrivato?<BR>"Per me l'obiettivo principale non è tanto pensare che apporto possa dare, ma dare il massimo. I risultati non dipendono dal singolo giocatore bensì, appunto, dalla squadra, dal gruppo e dalle scelte dell'allenatore, quindi è per questo che per me è importante dare il massimo e ad altre cose non penso. In passato ho già giocato insieme o da avversario con alcuni compagni e come ho detto in un'intervista rilasciata a Sky poco fa che farei carte false per tenere Bianchi conoscendo il suo valore, poi è chiaro che queste sono scelte societarie, questa era solo una mia opinione sul valore del giocatore".</P> <P>Giocando a centrocampo dovrebbe rifornire Bianchi, se rimane, e gli altri attaccanti in modo da metterli nelle migliori condizioni per segnare.<BR>"La teoria è questa".</P> <P>La tifoseria si aspetta molto dopo tre anni di serie B e anche la società ha come obiettivo disputare un tranquillo campionato per rimanere nella massima divisione, lei conosce un po' la storia, i tifosi e le caratteristiche del Toro?<BR>"Avrò tempo di conoscere tutto l'ambiente perché sono arrivato da poco più di mezza giornata e poco alla volta mi ambienterò. Vergassola prima che lasciassi il ritiro del Siena mi ha detto che Torino è una grande piazza e che ci sarà da sudare e poi mi ha augurato in bocca al lupo. Ho ricevuto lo stesso augurio da parte del direttore Antonelli che ho ringraziato per l'esito della trattativa che mi ha portato al Torino, ma con lui, che è arrivato da poco al Siena, non ho avuto tempo di palare più di tanto perché è molto impegnato con il calciomercato". </P> <P>(torinogranata.it)</P>C1000075adm001adm001gazzi.jpgSiNtorino-gazzi-daro-il-massimo-i-tifosi-impareranno-a-conoscermi-1006513.htmNoT1000099100075701,02,03010308
2511006470NewsEditorialeMa che sarà mai questo calcio20120713114531calcioCalcio<P>In tanti anni di giornalismo sportivo al seguito di grandi eventi calcistici, raramente siamo riusciti a significare che cos`è che ci attrae così tanto per gioire e soffrire dietro un pallone che rotola in mezzo al campo. Sappiamo che, detto così, appare riduttivo e minimalista il pensiero filosofico su uno sport che da sempre è emblema di aggregazione sociale senza eguali. Tuttavia, nel corso del nostro percorso giornalistico sportivo, più volte abbiamo avuto attimi di riflessione dovuti al fenomeno pallone che talora ci ha fatto dubitare sulla sua veridicità (vedi scandalo del calcio scommesse), ci ha fatto gioire per la/le vittorie della nostra squadra del cuore, ma che ci ha fatto anche soffrire attraverso la delusione di una o più sconfitte. Ma questo pallone è la metafora della vita; lo abbiamo sostenuto più volte e lo ripetiamo in qualsiasi circostanza proprio perché ne siamo fermamente convinti, anche attraverso dati alla mano. Ma ci sono altri aspetti del calcio che, anno dopo anno, ci sbalordiscono per la loro incongruenza, per la loro abissale lontananza con la realtà della vita di tutti i giorni. Un pallone che è troppo distante dall`uomo comune, dalle sue difficoltà di vivere un quotidiano fatto sempre più di piccole cose che si arrabatta e si arrovella nel tentativo di trovare un lavoro: un sogno che dovrebbe essere un diritto. E così di questi tempi d`insopportabile calura estiva che spesso ci rende insofferenti più del dovuto, siamo tormentati dalle dichiarazioni del nostro Primo Ministro Monti che dice a chiari lettere che le concertazioni del passato da parte del governo con i sindacati, hanno rappresentato il male per l`Italia. E, dall`altra, seguiamo con interesse (ma anche con rabbia) le vicende legate al quasi certo passaggio di Ibrahimovic e Thiago Silva al PSG dei famigerati sceicchi che, senza battere ciglio, offrono 65.000.000 di Euro cash a titolo definitivo. Si signori, avete capito bene, si tratta di 65.000.000 di Euro in contanti senza se e senza ma: prendere o lasciare. In altra sede avevamo messo in guardia la pericolosità dell`avvento degli sceicchi nel mondo del calcio che, se da un lato apportano ricchezza senza limite, dall`altra destabilizzano un mercato che è e sarà sempre più alla loro mercé. Non deve sembrare retorica il nostro pensiero fatto di rimpianti di un gioco che purtroppo non è più tale ma, allo stesso tempo è importante sapere che tutto questo esorbitante dislivello tra la vita reale e il mondo del pallone, offende l`etica delle persone che pur innamorati di questo gioco ne incrementano ancor di più la sua ricchezza. Sembra quasi un gioco perverso in cui ognuno di noi, pur detestando un sistema che offende, ci fa avvicinare sempre di più. E così la nostra ricerca all`abbonamento allo stadio, alle varie carte sempre più costose che ci vengono offerte da Mediaset o Sky, emittenti televisive nazionali capaci di essere sempre alle prese con la guerra degli ascolti. Ma che cos`è mai che ci fa perdere così la testa, cos`è che ci attrae così irreparabilmente da farci superare anche la logica di questo calcio che razionale non è?</P> <P>Salvino Cavallaro </P>1007858FL0711FL071120120711_ibrahimovicibrahimovic1_med.jpgSiNma-che-sara-mai-questo-calcio-1006470.htmSi100451001,02,03010460
2521006454NewsCiclismoTour de France: sulla vetta dell`Alpe c`è Rolland20120712215500Tour de France 2012, tappa 11, Rolland, Nibali, Wiggins, Froome, Evans, CancellaraIl francese si aggiudica la tappa numero undici. Grande Nibali, la maglia gialla non è più una chimera. Cancellara si ritira.<P>Tappa dura ed emozionante, si prevedeva.&nbsp;E infatti la <STRONG>Albertville-La Toussuire</STRONG> non ha deluso le aspettative:&nbsp;vince <STRONG>Rolland</STRONG> (Europcar), dopo 148 km corsi con il cuore in gola, dando fondo a tutte le energie a disposizione. Secondo&nbsp;il talento <STRONG>Pinot</STRONG> (FDJ) a 55",&nbsp;quasi appaiato a&nbsp;<STRONG>Froome</STRONG> (Sky), in terza posizione.&nbsp;</P> <P>Alla partenza non c'è lo svizzero <STRONG>Cancellara</STRONG>, prima maglia gialla del Tour, ritiratosi per motivi personali (fra pochi giorni la moglie partorirà il figlio). A&nbsp;staccarsi è inizialmente un folto gruppo,&nbsp;tra cui anche <STRONG>Basso</STRONG> (Liquigas), <STRONG>Scarponi</STRONG> (Lampre)&nbsp;e&nbsp;<STRONG>Valverde</STRONG> (Movistar).&nbsp;A&nbsp;metà del percorso&nbsp;il distacco tra testa della corsa e gruppo maglia gialla&nbsp;è&nbsp;di 3'34". Basso e&nbsp;Valverde mollano la presa, mentre si fa sotto&nbsp;Cadel <STRONG>Evans</STRONG>,&nbsp;diretto concorrente alla maglia gialla&nbsp;in mano a <STRONG>Wiggins</STRONG>, supportato da alcuni compagni.&nbsp;Segue <STRONG>Nibali</STRONG>.&nbsp;L'australiano della BMC imbocca la salita, mentre a 60 km dall'arrivo il vantaggio dei battistrada si è ridotto a 2'50". In tre comandano: Rolland, Kiryenka (Movistar) e Kiserlovski (Astana).&nbsp;Ma a 30 chilometri dal traguardo il francese scivola, salvo poi riprendere i due fuggitivi poco dopo. Al chilometro 130 comincia la salita finale di La Toussuire. Stacca Rolland, mentre uno strepitoso Nibali guadagna secondi preziosi e insidia il gruppo di testa. Proprio fra Nibali e Wiggins cordiale scambio di pacche sulle spalle, che riappacifica i due dopo i battibecchi dei giorni scorsi. Nel frattempo Evans esaurisce le energie, e perde terreno prezioso. Addirittura Froome prova l'allungo, segnando un distacco da maglia gialla. Il suo sprint viene fermato dall'ammiraglia del Team Sky, che preferisce tener fede alla tattica di squadra. Rolland così vince meritatamente, dopo aver sbaragliato gli avversari nonostante la caduta che avrebbe potuto compromettere la sua prestazione. </P> <P>Nibali, con l'ottimo quinto posto di oggi, avanza in classifica generale portandosi in terza posizione a&nbsp;soli 2'23 da Wiggins, che si mantiene a debita distanza dal compagno Froome - grazie anche alle scelte tecniche di squadra - a 2'05". Ora la maglia gialla non è più un miraggio per il siciliano, che domani dovrà provare ad insidiare il keniano naturalizzzato inglese lungo i 220 km della tappa più lunga del Tour, la <STRONG>St. Jean de Maurienne-Annonay</STRONG>. Ma dovrà fare i conti con&nbsp;Voeckler e Pinot, che nelle fughe da lontano la fanno da padroni.&nbsp; </P>La ToussuireFL0435FL0435Pierre-Rolland_2275305b.jpgSiNciclismo-tour-de-france-sulla-vetta-dell-alpe-rolland-1006454.htmSi100612201,02,03010600
2531006442NewsCalciomercatoPsg, Leonardo: «Confermo la trattativa, mi incontrerò a breve con Raiola»20120712151531milan, leonardo, psg, raiola, ibrahimovicMilan Psg Leonardo Raiola IbrahimovicCome riporta<EM> Sky Sport</EM> <STRONG>Leonardo</STRONG>, direttore tecnico del <STRONG>Paris Saint Germain</STRONG>, ha confermato la trattativa. "Stiamo negoziando e parlando, anche con Raiola per Ibrahimovic. Io in Svezia? Non faccio gossip, non riguarda la stampa. Forse sì, però, forse mi vedo oggi pomeriggio con l'agente di Zlatan... Aspettiamo di parlare, lo faremo quando le cose saranno fatte".1007858adm001adm001leonardo.jpgSiNpsg-leonardo-confermo-la-trattativa-a-breve-mi-incontrero-con-raiola-1006442.htmSiT1000027100075501,02,03010394
2541006422NewsCiclismoTour de France: elogio della follia, vince Voeckler20120711195000Tour de France 2012, Voeckler, Scarponi, Voigt, L`imprevedibile francese della Europcar sbaraglia tutti. Secondo Scarponi, bene Nibali.<P><STRONG>Voeckler</STRONG> vince la decima tappa del Tour de France, la <STRONG>Macon-Bellegarde sur Valserine</STRONG>.&nbsp;Dopo una gara trascorsa in sordina, a&nbsp;combattere con&nbsp;tutte le forze&nbsp;in un gruppo di venticinque battistrada&nbsp;che si forma già&nbsp;al chilometro due, a&nbsp;mille metri dalla fine tira&nbsp;fuori gli artigli e corre verso il traguardo. Imprevedibile e inafferrabile, come un gatto. </P> <P>La fuga&nbsp;parte&nbsp;da <STRONG>Sagan</STRONG>, subito imitato da due dozzine di fuggitivi. All'altezza del Col du Grande Colombier, la prima salita della tappa, il vantaggio&nbsp;dei battistrada è già di 7'. A quel punto <STRONG>Scarponi</STRONG> (Lampre)&nbsp;attacca e&nbsp;forma&nbsp;la testa del gruppo in&nbsp;fuga: oltre a lui, lo stesso Voeckler, Devenyns (Quick Step) e León Sánchez (Rabobank). Nella discesa conseguente però, veloce come lo squalo da cui prende il soprannome, <STRONG>Nibali</STRONG> raggiunge la testa della corsa, supportato dal gregario Sagan. Lo slovacco però con il passare dei chilometri perde terreno, lasciando solo Nibali. All'ultima salita, il messinese cerca altre maglie della Liquigas in cerca di gregari, ma non ne trova. E' così costretto a farsi inghiottire dagli altri del gruppo di testa. A un chilometro scatta Voeckler, che continua caparbiamente a correre nonostante la fatica. Arriva al traguardo esausto e felice, con un grande Scarponi alle spalle, a 3". Terzo&nbsp;il tedesco <STRONG>Voigt</STRONG> (RadioShack-Nissan) staccato di&nbsp;7". </P> <P>Il gruppo maglia gialla&nbsp;giunge al traguardo dopo 3 minuti e 20".&nbsp;Grosso spavento per <STRONG>Wiggins</STRONG>, ma a calcoli&nbsp;fatti&nbsp;è ancora lui&nbsp;il leader: mantiene 1'53" su <STRONG>Evans</STRONG> e 2'07" su <STRONG>Froome</STRONG>. Nibali tiene però il fiato sul collo al britannico del Team Sky, essendo solo a +16" da lui.</P> <P>Domani tappa impegnativa che si stende in 148 km tra <STRONG>Albertville</STRONG> e&nbsp; <STRONG>La Tossuire Les Sybelles</STRONG>. Tre salite in rapida successione e arrivo in ascesa. Gara da vivere tutta d'un fiato: serviranno gran cuore e forti muscoli per la vittoria.</P>Bellegarde sur ValserineFL0435FL0435Revoila-Voeckler_full_diapos_large.jpgSiNciclismo-tour-de-france-elogio-della-follia-vince-voeckler-1006422.htmSi100612201,02,03010743
2551006395NewsCalciomercatoCatania, la Sampdoria annuncia Maxi Lopez 20120710214531sampdoria, catania, maxi lopezSampdoria Maxi Lopez Catania<P>21.30 - L'U.C. Sampdoria S.p.a. comunica di aver raggiunto con il Catania Calcio un accordo, che verrà formalizzato al superamento delle visite mediche di rito in programma domani a Genova, per l'acquisizione a titolo temporaneo, con opzione di riscatto, dei diritti sportivi del calciatore Maximiliano Gastón Maxi López (nato a Buenos Aires, Argentina, il 3 aprile 1984).</P> <P>20.45 - Secondo<EM> Sky Sport</EM>, sarebbe stato raggiunto l'accordo tra <STRONG>Catania</STRONG> e<STRONG> Sampdoria</STRONG> per <STRONG>Maxi Lopez</STRONG>.</P> <P>In seguito all'incontro avvenuto nel pomeriggio a Milano tra Sensibile per la Samp, Gasparin e Salerno per gli etnei, per il trasferimento dell'argentino in blucerchiato manca solo la firma del calciatore, attesa in serata vista la presenza di Maxi Lopez nel capoluogo lombardo. L'ex attaccante del Milan si trasferirà a Genova a titolo definitivo, restano solo da capire le cifre dell'affare.</P>C1000009adm001adm001112012235316b.jpgSiNsampdoria-raggiunto-accordo-per-maxi-lopez-col-catania-1006395.htmSiT1000014100075701,02,03,09010417
2561006383NewsCalciomercatoInter, formulata l`offerta per Paulinho20120710113130inter, corinthians, paulinhoInter Corinthians Paulinho<P>L'<STRONG>Inter</STRONG> muove il primo passo ufficiale per<STRONG> Paulinho</STRONG>. </P> <P>Secondo <EM>Globoesporte</EM>, i nerazzurri avrebbero formalizzato l'offerta per il 24enne centrocampista del Corinthians: 8,5 milioni di euro. Come riferisce<EM> Sky Sport</EM>, il tecnico del Timao, Tite, ha chiesto alla società di non cederlo ma tutto lascia presupporre che Paulinho sarà nella prossima stagione a disposizione di Stramaccioni. Audax e BMG, che detengono il 45% a testa del suo cartellino (il Corinthians ha il rimanente 10%) sono favorevoli alla cessione e lo stesso Paulinho, dopo una parentesi non brillante tra Lituania e Polonia, vuole nuovamente confrontarsi col calcio europeo.</P>C1000009adm001adm001Paulinho-Corinthians-Foto-Eduardo-Viana_LANIMA20111105_0117_26.jpgSiNinter-formulata-l-offerta-per-paulinho-1006383.htmSiT1000026100075701,02,03010357
2571006367NewsCalciomercatoMilan, se parte Ibrahimovic possibilità per Tevez20120709230131milan, tevez, ibrahimovicMilan Tevez Ibrahimovic<P>Secondo quanto riferisce<EM> Sky Sport</EM>, nel caso in cui <STRONG>Ibrahimovic</STRONG> dovesse lasciare il <STRONG>Milan</STRONG>, su di lui il<STRONG> Chelsea</STRONG>, in casa rossonera tornerebbe di moda il nome di <STRONG>Carlos Tevez</STRONG>. </P> <P>L'attaccante argentino, in forza al Manchester City, nello scorso gennaio era stato vicino ad accordarsi con il diavolo ed ha più volte manifestato il suo gradimento per la destinazione milanese con Galliani che ha sembre manifestato interesse per il giocatore.</P>1007856adm001adm001carlitos-tevez.jpgSiNmilan-se-parte-ibrahimovic-tevez-possibilita-1006367.htmSiT1000027100075501,02,03,07010270
2581006363NewsCalciomercatoSan Paolo, Lucas ammette di volere l`Inter20120709151531inter, san paolo, lucasInter San Paolo Lucas<P>"L'Inter è un grande club. A tutti piacerebbe giocarci ed io non faccio eccezione. So che mio padre ed il mio agente hanno parlato con il presidente dell'Inter, ma non mi hanno ancora riferito niente, perchè alla vigilia o nel giorno delle partite mi lasciano tranquillo. E poi adesso voglio concentrarmi sulla nazionale e le Olimpiadi".</P> <P>Come riferisce<EM> Sky Sport</EM> sono queste le parole dette nel dopo partita dal talento del <STRONG>San Paolo Lucas</STRONG>, anche ieri fra i migliori in campo nel match che la sua squadra ha vinto per 3-1 contro il Coritiba, accendono i sogni di mercato dei tifosi nerazzurri. E' la prima volta che il talento della Selecao ammette apertamente l'interesse di Moratti nei suoi confronti.<BR>"Io non posso garantire che rimarrò al San Paolo fino al termine del mio contratto - ha detto ancora Lucas, secondo quanto riportano l'edizione in edicola e quella online del quotidiano <EM>Folha de Sao Paulo</EM>- nel calcio cambiano sempre molte cose, e questa è una situazione che non dipende solo da me. Però adesso vado alle Olimpiadi e penso solo alla medaglia d'oro che voglio vincere".</P>C1000009adm001adm001lucas1.jpgSiNinter-lucas-ammette-interesse-1006363.htmSiT1000026100075701,02,03010370
2591006321NewsCiclismoTour de France: Sky pigliatutto, tappa a Froome e maglia a Wiggins20120707211500Tour de France 2012,Wiggins,Froom,Evans,NibaliCancellara molla la leadership. Adesso se la giocano in tre.<P>Team Sky grande protagonista della giornata: a La Planche des Belles Filles trionfa Froome, mentre il compagno di squadra Wiggins, terzo in ordine d'arrivo, soffia la maglia gialla a Cancellara. A resistere Cadel Evans (BMC)- secondo e staccato di 2"- e Vincenzo Nibali (Liquigas) che giunge quarto, distanziato addirittura di 7" da Froome. Dietro il baratro, con l'estone Taaramae (Cofidis) staccato addirittura di 12" dallo Squalo dello Stretto. La gara, partita da Tomblaine, era cominciata ancora una volta con una fuga di un gruppo di sette ciclisti, ripresi. Poi la supremazia Froome-Wiggins, che hanno letteralmente dettato il ritmo della tappa, e la ripida salita finale con pendenza del 14% nell'ultimo tratto. <BR>Classifica generale stravolta: Cancellara sprofonda, dietro Wiggins c'è Evans a 10". Nibali sale in terza posizione (+16" dalla maglia gialla).</P> <P>Domani gara "alpina": sul territorio di confine franco-svizzero va in scena la Belfort-Porrentruy. 157,5 km da vivere col fiato sospeso: sul tragitto si contano ben 7 GPM.</P>La Planche des Belles FillesFL0435FL0435froome.jpgSiNciclismo-tour-de-france-sky-pigliatutto-tappa-a-froome-e-maglia-a-wiggins-1006321.htmSi100612201,02,03010540
2601006298NewsCampionatiSannino: «Ringrazio Zamparini per quest`opportunità»20120707090071sanninoGiuseppe Sannino<P>.Ai microfoni di SkySport ha prlato Giuseppe Sannino, tecnico del Palermo: <EM>"</EM></P> <P><EM>Il mercato è iniziato da poco, bisogna aspettare queste giornate in cui saranno concretizzate alcune trattative. Bisogna attendere quelle che saranno le mosse della società, credo che in difesa bisognerà fare qualcosa nel reparto dei centrali, ma c'è tempo fino al 31 di agosto. Non bisogna farsi prendere dalla smania di fare tutto e subito."</EM></P> <P>Piace Canini del Cagliari: <EM>"E' un giocatore importante e lo ha dimostrato in tutta la sua carriera, ma va detto che su di lui ci sono molte squadre quindi non è facile prenderlo."</EM></P> <P>Da un bomber all'altro: da Mattia Destro, a Fabrizio Miccoli:<EM> "Miccoli ha scelto di restare a Palermo e questo ci rende felici, è un giocatore che ha dato tanto e che può fare ancora molto per questo club. Mattia Destro è un ragazzo che è cresciuto molto, ho avuto modo di sentirlo in queste ore ed è in attesa di conoscere il suo futuro. In ogni caso gli andrà bene, considerato che ci sono quattro grandi squadre su di lui."</EM></P> <P>Ringraziamento finale a Zamparini: "<EM>Devo dire grazie a Zamparini che mi ha dato questa possibilità".</EM></P>FL0141FL0141sannino.jpgSiNsannino-ringrazio-zamparini-per-questa-opportunita-1006298.htmSi100205001,02,03010309
2611006267NewsCalciomercatoLeonardi: «Palladino? potrebbe restare»20120706083130leonardi-palladino-giovincoPietro Leonardi<P>Pietro Leonardi, intervistato da SkySport, fa il punto sul mercato del Parma: </P> <P><EM>"Palladino? Per Palladino questa potrebbe essere la stagione del rilancio, lo scorso anno ha avuto dei problemi ma ora credo che ci siano tutti i presupposti per ritornare ad alti livelli. Lo scambio Felipe-Palladino è stato dato da tante parti per scontato, invece è un'affare su cui vanno fatte ancora tante valutazioni da parte di tutti.</EM></P> <P>Il Parma intanto, dopo due anni, si prepara ad affrontare il campionato senza la sua stella Sebastian Giovinco: <EM>"Abbiamo cullato il sogno di mantenere Giovinco per un'altra stagione, poi ci siamo resi conto che la Juventus aveva la ferma intenzione di riportarlo a casa quindi abbiamo cercato di ottimizzare la cifra della sua cessione. La perdita di Giovinco è importante, ma siamo fiduciosi perché in prospettiva crediamo che i ragazzi che sono stati acquistati potranno arrivare al livello della Formica Atomica, se non addirittura superarlo".</EM> </P> <P>Chiusura su Rolin: "Mai trattato questo giocatore"</P> <P>Intanto i ducali si fanno sotto per Maxi Lopez: sull'argentino ci sono anche Samp, Torino e Lazio.</P>FL0141FL0141leonardi.jpgSiNleonardi-palladino-potrebbe-restare-1006267.htmSi100205001,02,03010346
2621006218NewsCalciomercatoInter, Handanovic ha firmato un quadriennale20120704193130inter, udinese, handanovic, faraoniInter Udinese Handanovic Faraoni<P>19.20 - Sempre <I style="TEXT-ALIGN: left; LINE-HEIGHT: 18px; WIDOWS: 2; TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #FFFFFF; FONT-VARIANT: normal; TEXT-INDENT: 0px; LETTER-SPACING: normal; FONT-FAMILY: Arial, Verdana, Helvetica, sans-serif; WHITE-SPACE: normal; ORPHANS: 2; COLOR: #000000; FONT-SIZE: 12px; FONT-WEIGHT: normal; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-size-adjust: auto; -webkit-text-stroke-width: 0px">Sky Sport</I><SPAN style="TEXT-ALIGN: left; WIDOWS: 2; TEXT-TRANSFORM: none; BACKGROUND-COLOR: #FFFFFF; TEXT-INDENT: 0px; LETTER-SPACING: normal; DISPLAY: inline !important; FONT: 12px/18px Arial, Verdana, Helvetica, sans-serif; WHITE-SPACE: normal; ORPHANS: 2; FLOAT: none; COLOR: #000000; WORD-SPACING: 0px; -webkit-text-size-adjust: auto; -webkit-text-stroke-width: 0px"><SPAN class=Apple-converted-space>&nbsp;riporta le cifre dell'affare. L</SPAN>o sloveno ha siglato un contratto quadriennale, con un ingaggio annuale di 2 mln di euro.</SPAN></P> <P>16.15 - Secondo quanto appena riferito da<EM> Sky Sport</EM><STRONG> Inter</STRONG> e <STRONG>Udinese</STRONG> hanno trovato l'accordo per quanto riguarda il trasferimento del portiere Samir Handanovic. </P> <P>Lo sloveno sarà un giocatore dell'Inter. All'Udinese andranno 11 milioni di eruro più la metà di Faraoni. </P> <P>&nbsp;</P>C1000009Milanoadm001adm001handanovic.jpgSiNinter-preso-handanovic-all-udinese-soldi-piu-faraoni-1006218.htmSiT1000026100075701,02,03010314
2631006220NewsCalciomercatoUn laziale doc potrebbe vestire la maglia della Roma. I giallorossi pensano allo scambio tra De Silvestri e Taddei20120704160131roma, lazio, fiorentina, de silvestri, taddeiRoma Lazio Fiorentina De Silvestri Taddei<P>Clamorosa indiscrezione lanciata da<EM> Sky Sport</EM>. Infatti la<STRONG> Roma</STRONG> starebbe pensando ad uno scambio con la <STRONG>Fiorentina</STRONG> che riguarderebbe <STRONG>Taddei</STRONG> e<STRONG> De Silvestri</STRONG>.</P> <P>Il giocatore viola, di dichiarata fede laziale, sarebbe il&nbsp;terzino destro&nbsp;voluto da Sabatini per la nuova Roma, dotato di una buona spinta anche come esterno di centrocampo.</P> <P>Adesso bisognerà capire la volontà del giocatore, visto che per quanto riguarda Taddei pare non rientrare nelle idee di Zeman e già da tempo nel mirino della Fiorentina. </P>C1000009Romaadm001adm001de silvestri.jpgSiNun-laziale-doc-potrebbe-vestire-la-maglia-della-roma-i-giallorossi-pensano-allo-scambio-tra-de-silvestri-e-taddei-1006220.htmSiT1000012100075501,02,03010326
2641006219NewsCalciomercatoGenoa, Lo Monaco: «Tachtsidis andrà alla Roma»20120704153130genoa, lo monaco, tachtsidisGenoa Lo Monaco TachtsidisIl d.s. del <STRONG>Genoa</STRONG>, <STRONG>Pietro Lo Monaco</STRONG>, ha rilasciato alcune dichiarazioni.&nbsp;Questo quanto riportato da<EM> Sky Sport</EM>: "L'arrivo di Martinez del Velez? Siamo ottimisti. E' fatta per Tachtsidis alla Roma in comproprietà. Perin non andrà a Pescara; lui, Frey e Gilardino resteranno con noi".<BR>C1000009Genovaadm001adm001lo monaco.jpgSiNgenoa-lo-monaco-tachtsidis-andra-alla-roma-1006219.htmNoT1000012100075701,02,03010302
2651006192NewsCalciomercatoJuventus, Lucio ha accettato. Domani visite mediche20120703194531juventus, lucioJuventus Lucio<P>Secondo quanto riferito da<EM> Sky Sport</EM><STRONG> Lucio</STRONG> può considerarsi un giocatore della <STRONG>Juventus</STRONG>.&nbsp; </P> <P>Il difensore, ha trovato l'accordo con il club bianconero per un biennale a 2,3mln di euro più bonus, è già in Italia e domani mattina effettuerà le visite mediche con i bianconeri.</P>C1000009Torinoadm001adm001lucio.jpgSiNjuventus-lucio-ha-accettato-domani-le-visite-mediche-1006192.htmSiT1000007100075701,02,03,06010179
2661006151NewsCiclismoTour de France: Sagan buona la prima, Cancellara mantiene la leadership20120701191200Tour de France 2012,Liegi,Seraing,Cancellara,Nibali,SaganLa prima tappa della Grande Boucle si conclude in favore dello slovacco, Secondo Cancellara. Più distanti gli italiani.<P>Dopo il prologo di ieri, vinto dallo svizzero Fabian Cancellara, la Liegi-Seraing -&nbsp;prima tappa del Tour de France -&nbsp;è stata aggiudicata allo slovacco della Liquigas Peter Sagan. Dopo un tracciato lungo quasi 200 km Sagan ha tagliato per primo il traguardo&nbsp;allo sprint davanti a Cancellara, che mantiene comunque la maglia gialla. In terza piazza il norvegese Edvald Boasson Hagen. </P> <P>Lo svizzero stacca in classifica generale Wiggins (Team Sky) e Chavanel (Quickstep) di 7". Per trovare un italiano dobbiamo scendere fino alla nona posizione, dove troviamo Nibali distanziato di 18" dal leader.</P>Seraing, LiegiFL0435FL0435image.img.jpgSiNciclismo-tour-de-france-sagan-buona-la-prima-cancellara-mantiene-la-leadership-1006151.htmSi100612201,02,03010349
2671006043NewsCalciomercatoSampdoria, Benitez non sarà il prossimo allenatore. Trattativa saltata20120627224531sampdoria, benitezSampdoria Benitez<P>Tramite il suo blog ufficiale, il collega di Sky Sport Gianluca Di Marzio ha dato gli ultimi aggiornamenti sulla trattativa tra la Sampdoria e Rafa Benitez: "Il manager spagnolo non sarà il prossimo allenatore della Sampdoria. Il tecnico ha dato una risposta negativa alla Samp, che tra poco spiegherà i motivi con un comunicato ufficiale. Saltato Benitez, ora il club blucerchiato tornerà alla ricerca di un allenatore".</P> <P>Questo il comunicato della società:</P> <P>A seguito dell'incontro tenutosi nei giorni scorsi a Londra e dei successivi contatti intercorsi tra l'U.C. Sampdoria e il sig. Rafael Benítez, con reciproco dispiacere la scrivente e il tecnico iberico hanno convenuto che i tempi per una collaborazione non sono ancora maturi.</P> <P>Nonostante l'ottima sintonia riscontrata fin dal primo istante, la dirigenza blucerchiata e il sig. Benítez non hanno raggiunto l'intesa auspicata. L'idea di una Sampdoria che lotti immediatamente per i vertici del nostro calcio nella visione del sig. Benítez non può collimare con il percorso di crescita necessariamente graduale voluto e impostato dal club di Corte Lambruschini per rendere competitiva la squadra all'indomani dell'avvenuta promozione.</P> <P>A mister Rafa Benítez va comunque un grazie doveroso da parte dell'U.C. Sampdoria per aver in ogni caso analizzato, valutato e apprezzato l'idea di football che caratterizza e caratterizzerà il domani della nostra società.<BR></P> <P>&nbsp;</P>Genovaadm001adm001Benitez Inter.jpgSiNsampdoria-benitez-non-sara-il-prossimo-allenatore-trattativa-saltata-1006043.htmSi100075701,02,03010312
2681006024NewsCampionatiCapello: «Rooney? capisce solo lo scozzese»20120627093046capello«Aspetto proposte interessanti per il mio futuro»<P>Fabio Capello, intervenuto ai microfoni di Sky, ha parlato un pò di tutto.</P> <P>Naturalmente si inizia parlando dell'Italia: "<EM>E' un'ottima Italia. Credo che l'Italia possa fare molte cose. L'ho vista giocare contro la Spagna e mi aveva entusiasmato perchè per la prima volta ho visto la Spagna in difficoltà e quindi mi aspettavo molto. Si è vista un'ottima Italia contro l'Inghilterra. È un'Italia alla quale manca il gol, manca l'uomo che la metta dentro perchè creiamo occasioni, ma concretizziamo poco. La Germania? Abbiamo la possibilità di metterli in difficoltà. L'organizzazione difensiva che abbiamo è buonissima, la qualità del centrocampo è altrettanto buona, per cui quando si hanno questi giocatori che non hanno paura a ricevere palla e giocarla, secondo me l'arma in più che potremmo avere è attaccare gli spazi".</EM></P> <P>Il tecnico friulano poi parla dei singoli: "Cassano-Balotelli?<EM><STRONG> </STRONG>"due giocatori&nbsp; di grande classe che possono inventare in qualsiasi momento la giocata vincente. Da loro non puoi aspettarti la quantità ma sono due giocatori che, almeno inizialmente, sono sulla carta i più adatti a giocare contro la Germania. Pirlo? Con lui e De Rossi abbiamo uno dei centrocampo migliori al mondo. <I>Pirlo è un giocatore straordinario e lo meriterebbe, ma adesso ci sono i Messi e i Ronaldo che segnano gol a valanga e si premiano sempre coloro che segnano i gol."</I></EM></P> <P>Capitolo Inghilterra: "<EM>arrivano cotti, è normale. Giocano sempre, non si fermano mai. Io l'ho detto però purtroppo non si possono toccare i calendari in Inghilterra e quindi arriveranno sempre a queste manifestazioni importanti non al 100% della condizione fisica e mentale. Rooney? Dopo aver visto l'ultima partita credo che Rooney capisca solo lo scozzese": </EM></P> <P>Chiusura dedicata al futuro: "<EM>Sto andando in vacanza, sono di passaggio per Roma e vado a riposarmi. Se ci sarà qualcosa di interessante l'accetterò, altrimenti non so. Non c'è preclusione (per club o nazionale), basta che le cose siano interessanti, qualcosa che mi piaccia. Ormai ho l'età per scegliere".</EM><BR></P>FL0141FL0141127455_ampliada_jpg_6a8b1c2d48268acd94ba4c686f9633fe.pngSiNcapello-rooney-capisce-solo-lo-scozzese-1006024.htmSi100205001,02,03010271
2691006012NewsCalciomercatoNapoli, Modugno: «E` Seedorf l`uomo giusto»20120626164531napoli, seedorfNapoli Seedorf<STRONG>Francesco Modugno</STRONG>, collega di<EM> Sky Sport</EM>, è intervenuto a<EM> Radio Gol</EM> sulle frequenze di<EM> Kiss Kiss Napoli</EM>. "La verità è che Clarence Seedorf è stato, negli ultimi 15 anni, uno dei più grandi calciatori in Europa; ha grandi piedi, carisma, spessore, esperienza visto che detiene il record di più Champions vinte con diverse suqadre. Io penso che sia in linea col progetto del Napoli il suo eventuale acquisto perchè il club punta ai giovani che danno contnuità al progetto tattico; è vero non ha i 90' nelle gambe però potrebbe conferire esperienza, qualità e personalità ad una squadra che potrebbe solo avvantaggiarsi prendendolo in rosa".C1000009Napoliadm001adm001seedorf.jpgSiNnapoli-modugno-seedorf-l-uomo-giusto-1006012.htmNoT1000017100075701,02,03,08010340
2701006000NewsEuro 2012Euro 2012, la storia di Italia-Germania20120626113130italia, germaniaEuro 2012 Italia Germania<P>Germania-Italia, semifinale di Euro 2012 in programma giovedì prossimo, è solo l`ultima di una lunga serie di partite che hanno fatto la storia del nostro calcio. Ricordi su ricordi che sono rimasti impressi nella mente di tutti i tifosi italiani.</P> <P>Due stelle indiscusse della Nazionale, Gigi Riva e Paolo Rossi, intervistati dall`Ansa hanno ricordato le sfide più belle di sempre contro i tedeschi. Dalla sfida del Mondiale del 70 alla finale Mondiale del 82 che valse all`Italia il terzo titolo mondiale.<BR>La sfida dell`Azteca è stata ricordata cosi da Rombo di Tuono`: Sia noi, sia i tedeschi andavamo avanti per forza di inerzia: ogni tanto facevamo goal, ci si fermava e ci si ritrovava a centrocampo. Eravamo stanchissimi perchè era un Mondiale giocato in quota ed eravamo quasi alla fine. Ma nello stesso tempo eravamo eccitatissimi, pechè vincendo quella partita memorabile stavamo arrivando alla sfida impossibile con il Brasile di Pelè.<BR>L`altra sfida contro la Germania, invece Pablito Rossi, l`ha ricorda cosi: Eravamo lanciati, un fiume in piena, Germania o non Germania a quel punto lì non ci sarebbe stata storia. Eravamo in uno stato di grazia unico e non c`è stata proprio partita. Abbiamo sbagliato un rigore ma poi fatto tre goal.</P> <P>Cristian Zaccardo, difensore attualmente al Parma, che fece parte della spedizione tedesca guidata da Marcello Lippi, vede molte analogie tra l'Italia di allora e quella di oggi, come confessato ai microfoni di Sky Sport: "Ci sono molti punti in comune con i problemi usciti fuori prima del mondiale. Questo ci lascia ben sperare e dopo la vittoria ai rigori contro l'Inghilterra il morale è alto."</P> <P>Quindi&nbsp;il terzino&nbsp;avverte gli azzurri sulla voglia di rivalsa teutonica dopo la pesante sconfitta subita nella semifinale del Mondiale di casa: "La Germania in questo momento è favorita, farà la partita della vita per vendicarsi del mondiale. Accetterebbero il secondo posto pur di buttarci fuori". Ma se l'Italia farà la sua gara potra giocarsi fino in fondo le chance di raggiungere la finale di Kiev: "Credo ci sia il 50% di possibilità di passare."</P>adm001adm0011332858-zbuf.jpgSiNeuro-la-storia-di-italia-germania-1006000.htmSi100427901,02,03010337
2711005953NewsCampionatiTotti: «Con l`Inghilterra sarà dura, ma l`Italia può fare bene»20120624110042tottiFRANCESCO TOTTI<P>E' un Francesco Totti rilassato quello che si sta godendo le vacanze in Sardegna; </P> <P>Il <EM>Pupone, </EM>intercettato dai microfoni di Sky Sport, crede nell'Italia: "<I>L'Italia finora ha disputato un buon Europeo. Era importante passare il turno, ora negli scontri diretti e con partite difficili l'Italia può fare bene. Con l'Inghilterra è dura perchè loro sono forti, ma ce la possiamo fare.</I>". </P> <P>Fra un pò si ricomincia, e Totti è pronto a riabbracciare Zeman: " <EM>La preparazione sarà dura. Fortunatamente Zeman lo conosco bene e so a cosa vado incontro. Cerco di farmi trovare già pronto per l'inizio del ritiro. Il mio ruolo? Dal 3 luglio vedremo dove giocherò e se giocherò...». </EM></P>FL0141FL0141francesco-totti-ilary-blasi-a-miami.jpgSiNtotti-con-l-inghilterra-sara-dura-ma-l-italia-puo-far-bene-1005953.htmSi100205001,02,03010245
2721005924NewsCalciomercatoGenoa, il Brescia riscatta Caracciolo20120622201531brescia, genoa, caraccioloGenoa Brescia CaraccioloAndrea Caracciolo è interamente un giocatore del Brescia. Secondo quanto riferito da Sky Sport il club di Corioni ha presentato un'offerta di 200mila euro nella busta contro la busta vuota del Genoa<BR>&nbsp;C1000009adm001adm001caracciolo 2.jpgSiNgenoa-il-brescia-riscatta-caracciolo-1005924.htmNoT1000022100075701,02,03010196
2731005886NewsCalciomercatoRaiola: «Balotelli non ce l`aveva con Prandelli»20120621110052raiola-ibra-balotelli«Balo-Ibra insieme? un sogno»<P>Mino Raiola, intervenuto ai microfoni di Sky Sport, toglie un dubbio a noi italiani riguardo l'esultanza polemica del suo assistito Balotelli dopo il gol all'Irlanda: <EM>"Balotelli non ce l'aveva con Prandelli, la sua esultanza rabbiosa era per le critiche dei giorni scorsi. Quando esulterà dopo un gol? Lasciamolo a lui, quando lo farà lo farà veramente. Se non esulta e ogni partita fa due gol mi va benissimo".</EM></P> <P>Ovviamente però&nbsp;è impossibile non parlare di calciomercato con colui che è considerato il re dei procuratori:<EM> "I miei giocatori hanno sempre fatto i bravi. L'Italia sta passando un periodo difficile, il calciomercato è particolare, il mercato finisce il 1° settembre, vediamo... Le cose spettacolari è difficile farle. Oggi l'unico paese che attira è l'Inghilterra. Ibra? è tranquillo. Ha degli accordi con Galliani e il Milan che vengono mantenuti, sia da parte sua che del Milan. In una gara che non contava ha dimostrato che è un giocatore che vuole vincere a tutti i livelli.&nbsp;Van Persie alla Juve? Credo sia veramente difficile. Non lo conosco personalmente, ma oggi un giocatore importante preferisce rimanere in Inghilterra o andare in Spagna. Ibra e Balo insieme? E' un bel sogno, anche se io penso che i sogni spesso siano meglio della realtà. "</EM></P>FL0141FL0141Ibra_Raiola-Balotelli.jpgSiNraiola-baloteeli-non-ce-l-aveva-con-balotelli-1005886.htmNo100205001,02,03010387
2741005851NewsCalciomercatoJuventus, ag. Giovinco: «Aspettiamo solo l`ufficialità»20120619142941juventus, giovincoJuventus Parma GiovincoManca ancora l'ufficialità, ma <A class=link-6 href="/personaggi/Sebastian-Giovinco.cfm" target="">Sebastian Giovinco </A>&nbsp;sarà presto tutto bianconero. A confermarlo è l'agente del fantasista, Andrea D'Amico, intervenuto ai microfoni di<EM> Sky Sport</EM>. "Bisogna attendere la fine dell'incontro, aspettiamo che il tutto venga ufficializzato. Giovinco non è merce di scambio, ha fatto due annate molto importanti con la maglia del Parma e per lui sarà un onore rivestire la maglia della Juventus. Alla Juve lo stimano tutti, è un loro prodotto che vogliono riportare a casa. E' pronto per un grande palcoscenico. L'incontro tra Juventus e Parma? Avverrà nel pomeriggio, spero. Maxi Lopez? Nessuna novità, è un giocatore importante e determinato, vediamo cosa succederà".C1000009adm001adm001giovinco.jpgSiNjuvente-agente-giovinco-aspettiamo-solo-ufficialita-1005851.htmNoT1000007100075701,02,03,06010256
2751005837NewsCalciomercatoLa Juventus riscatta Giaccherini dal Cesena20120618231531juventus, giaccheriniJuventus Cesena Giaccherini<STRONG><A class=link-6 href="/personaggi/Emanuele-Giaccherini.cfm" target=""><STRONG>Emanuele Giaccherini</STRONG> </A>&nbsp;</STRONG>è interamente un giocatore della <A class=link-6 href="/squadre/juventus.cfm" target="">Juventus</A>. Secondo quanto riferito da<EM> Sky Sport</EM> il club bianconero ha riscattato l'altra metà del cartellino dal <A class=link-6 href="/squadre/cesena.cfm" target="">Cesena</A> per circa 4mln di euro. Nell'operazione non sono previste contropartite tecniche.C1000009adm001adm001giaccherini.jpgSiNla-juventus-riscatta-giaccherini-dal-cesena-1005837.htmNoT1000007100075701,02,03,06010220
2761005819NewsCampionatiMilan, Allegri: «La rosa è quasi pronta. Ibra? resta»20120618083013allegri-tsilva-ibraMASSIMILIANO ALLEGRI<P>Intervistato da Skysport&nbsp; Massimiliano Allegri fa il punto sulla situazione in casa Milan, toccando i punti caldi di questi giorni: </P> <P><EM>"Thiago Silva? Sono contento che il brasiliano resti con noi e ringrazio il club. Ibra? anche lui&nbsp;rimane, quest'anno ha fatto 28 gol e ha avuto un'annata importante. Sono sicuro che sarà protagonista anche la prossima stagione.&nbsp;Cassano? sta crescendo in Nazionale ed è già in buona condizione. La rosa è quasi completa, anche l'anno prossimo il Milan sarà in grado di lottare per gli obiettivi più importanti. L'anno prossimo ci sarà voglia di rivincita, perché ad un certo punto avevamo il campionato in mano ma poi abbiamo trovato sulla nostra strada un'ottima Juve. Abbiamo perso tanti giocatori che hanno fatto un pezzo di storia, ma il Milan non ha smantellato, ha tenuto i suoi campioni e poi il mercato è aperto fino al 31 agosto e può succedere qualsiasi cosa".&nbsp; </EM></P>FL0141FL0141allegri-milan-champions.jpgSiNallegri-la-rosa-e-quasi-pronta-ibr-resta-1005819.htmSi100205001,02,03010278
2771005444NewsCalciomercatoSebastiani su Zeman20120529203947Il presidente Sebastiani ai microfoni SKY su Zeman, Verratti, Insigne e ImmobileAi microfoni di SKY SPORT in presidente del Pescara Sebastiani ha fatto chiarezza su Zeman e sui gioiellini biancoazzurri, dicendo:<br>' Zeman già 6 mesi fà mi disse che vacillava solo ad un' offerta della Roma, in caso partisse sicuramente non faremo trovarci impreparati e qualsiasi allenatore verrà dovrà partire con Verratti come punto fermo. Insigne ed Immobile sono gli unici non di nostra propietà e faremo di tutto per trattenerli con noi'<br>FL0191FL0191zeman 8.jpgSiNsebastiani-su-zeman-1005444.htmSi100412801,02,03030192
2781005329NewsCalciomercatoRoma, anche Zeman per la panchina20120525114531roma, zemanViste le difficoltà nell`arrivare<P>Il ritorno di <STRONG>Zdenek Zeman</STRONG> alla guida della <STRONG>Roma</STRONG> non è fantascienza. Il club giallorosso, viste le difficoltà nell'arrivare a Vincenzo Montella, che il Catania non vuole liberare, si starebbe guardando intorno alla ricerca di un'alternativa e tra i vari nomi in corsa c'è anche quello del boemo.<BR>Nemmeno il Pescara vorrebbe privarsi del suo guru, come ribadito oggi dal presidente Sebastiani. Ma i capitolini ci proveranno fino alla fine. Stando a quanto riferito da Sky, ci sarebbe stato un summit tra il ds Sabatini e il suo omologo del club abruzzese Delli Carri.</P> <P>&nbsp;</P>C1000009FL0411FL0411zeman 2.jpgSiNroma-anche-zeman-per-la-panchina-1005329.htmSiT1000012100427901,02,03030241
2791005281NewsCampionatiNapoli, Cannavaro: «Speriamo di avere Lavezzi in ritiro»20120523122738"Penso che abbiano pianto tutti dopo la finale di coppa Italia, non solo Lavezzi. In più lui&nbsp;ci&nbsp;teneva tanto alla coppa. A questo punto speriamo che resti." A dire queste parole è Paolo Cannavaro a Sky Sport. Paolo Cannavaro aveva portato la coppa Italia a casa sua, proprio come fece il fratello Fabio dopo la vittoria del mondiale. "L'ho custodita e anche pulita" ha detto. Ha scherzato anche Salvatore Aronica su Lavezzi: "Ultimamente quando veniva ad allenarsi salutava dicendo sempre bonjour, bonjour.." ironizzando sul suo possibile passaggio al Paris saint Germain.FL0442FL0442cannavaro paolo 4.jpgSiNcannavaro-coppa-italia-lavezzi-1005281.htmSi100527801,02,03030252
2801005266NewsCalciomercatoRoma-Montella-Catania: la telenovelas continua20120523103130montella-pulvirentiA Roma lo danno per fatta: Pulvirenti no<P>Ormai è diventata una telenovelas senza fine: Montella alla Roma o Montella ancora al Catania???</P> <P>si sapeva che questo trasferimento avrebbe fatto parlare tanto, ma mai fino a questo punto.</P> <P>Ricapitoliamo le ultime puntate per i distratti che si sono perse le ultime avvincenti avventure dei nostri eroi: Luis Enrique lascia e un minuto dopo le dimissioni del tecnico spagnolo si inizia a parlare di Montella. Sentendo ciò Pulvirenti chiama Sky in diretta e in maniera abbastanza secca dice che l'aereoplanino non si muove. Peccato che il tecnico rossazzurro, finita la stagione, si&nbsp;prende i&nbsp;bagagli, mobili e tutto ciò che&nbsp;ha a casa, &nbsp;e se ne torna dritto dritto a Roma. Arrivano le classiche dichiarazioni di Totti che benedice l'ex compagno e iniziano a progettare un matrimonio dove tutti sembrano essere felici e contenti: tranne lui, Pulvirenti, lasciato da Lo Monaco, che si trova a dover combattere con situazioni spinose di cui precedentemente si occupava il dg, e che ripete fino alla nausea che Montella non si tocca. </P> <P>Oggi poi trapela la bomba: Vincenzino non solo si è accordato ma ha anche firmato, con buona pace di Pulvirenti che ricordandosi di una vecchia clausola del contratto che dice che se la Roma chiama Montella lui lo deve lasciare andare, non ottiene manco Caprari o Viviani, contropartite tecniche che si dice abbia richiesto. E inoltre arriva anche la solita benedizione di qualche compagno di squadra ai tempi della Roma: stavolta è Tommasi a dire che<EM> "vedrei bene Montella a Roma"</EM></P> <P>The end? manco per sogno. Ecco il numero 1 del Catania nel tardo pomeriggio di oggi:<EM>&nbsp;"E' il nostro allenatore ed ha un contratto fino al prossimo anno, spero di esser stato abbastanza chiaro. E tra l'altro smentisco categoricamente di aver chiesto mai qualche contropartita tecnica per liberare Montella.</EM>'</P> <P>Tra orgoglio, bugie e ripicche&nbsp;in stile&nbsp;Centovetrine, la telenovelas va avanti:&nbsp;non&nbsp;perdetevi assolutamente le prossime puntate!&nbsp;</P>FL0141FL0141montella.jpgSiNroma-montella-catania-la-telenovelas-continua-1005266.htmSi100205001,02,03,09030412
2811005247NewsCalciomercatoVerratti: «La Juve è la mia prima scelta»20120522091524verratti-juve-zeman«La numero 10 di Del Piero? un onore»<P>Marco Verratti è uno degli uomini più richiesti e chiaccherati di tutta la serie A, e finalmente è uscito allo scoperto ai microfoni di SKy Sport:&nbsp;&nbsp; "<I>Vorrei fare un altro anno a Pescara, senza le pressioni di un top club, ma se dovessi lasciare il mio club, tra Juve, Inter e Napoli, la mia prima scelta sarebbe la Juve".</I></P> <P>Ma prima del mercato per lui arriva il tempo della Nazionale e del giocarsi le sue chances per andare all'Europeo. Il giocatore pare ancora incredulo: ."<I>I giocatori della Nazionale finora li ho visti sulle figurine; </I><I>se devo chiedere un autografo lo chiedo a Pirlo: è il più forte centrocampista del mondo.</I></P> <P>Verratti però sembra ragionare già da bianconero: "<EM>Quanti scudetti ha vinto la Juve? 30, sicuro. La maglia numero 10 di Del Piero? sarebbe un onore."</EM></P> <P>Riconoscimenti&nbsp;inoltre per Zdenek Zeman, suo allenatore:&nbsp;"<I>Grande come allenatore, </I><I>ma anche come uomo. Ti insegna tanto, e non solo di calcio</I>»</P> <P>Intanto l'agente del giocatore, Donato Di Campli, annuncia novità: <EM>"Per ora non c'è nulla di concreto con nessuna società. Ovviamente dipenderà anche dal Pescara, gli accordi si fanno in tre. Presto sicuramente ci saranno novità. Ora Marco si deve godere questa opportunità in Nazionale. Dopodiché concorderemo insieme il suo futuro".</EM></P> <P>&nbsp;</P> <P>&nbsp;</P>FL0141FL0141verratti.pngSiNverratti-la-juve-la-mia-prima-scelta-1005247.htmSi100205001,02,03030322
2821005240NewsCalciomercatoIncontro tra Galliani e Mancini. Per Thiago Silva ci vogliono almeno 50 milioni20120521200131milan, manchester city, thiago silvaL`allenatore dei citizens vorrebbe il brasilianoCome riferisce<EM> Sky Sport</EM> sarebbe avvenuto in queste ore un incontro tra l'a.d. del <STRONG>Milan</STRONG>, <STRONG>Adriano Galliani</STRONG> e il tecnico del <STRONG>Manchester City</STRONG> <STRONG>Roberto Mancini</STRONG>, tema della discussione <STRONG>Thiago Silva</STRONG>. L'allenatore dei citizens vorrebbe il brasiliano, ma Galliani, che più volte ha dichiarato il giocatore incedibile, ha detto in maniera provocatoria che per meno di 50 milioni di euro non si tratta. 1007856adm001adm001galliani.jpgSiNincontro-galliani-mancini-per-thiago-silva-1005240.htmSiT1000027100075501,02,03,07030263
2831005238NewsCalciomercatoNapoli, ag. Insigne: «Resta a Pescara o andrà in un club che lo potrà valorizzare»20120521160131napoli, pescara, insigneE` pronto per grandi palcoscenici<STRONG>Fabio Andreotti</STRONG>, procuratore di <STRONG>Lorenzo Insigne</STRONG>, ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni ai microfoni di<EM> Sky Sport</EM>: "Insigne resterà al Pescara o andrà in una società, come l'Atalanta o il Chievo, che puntano molto sui giovani. Zeman è un allenatore che ha mostrato sempre stima per il giocatore da quando era a Foggia. Anche noi pensiamo che Lorenzo possa essere pronto per grandi palcoscenici. Napoli? Penso che Mazzarri voglia puntare più su dei senatori".C1000009adm001adm0011000588-insigne.jpgSiNnapoli-agente-insigne-o-resta-a-pescara-o-va-in-un-club-valorizzare-1005238.htmSiT1000017100075701,02,03,08030288
2841005073NewsCalciomercatoNapoli, Bigon: «Non faremo sconti per Lavezzi. Possibile il ritorno di Insigne»20120514214131napoli, bigonSarà comunque un Napoli in crescita<P>In una lunga intervista rilasciata ai microfoni di<EM> Sky Sport</EM>, il direttore sportivo del <STRONG><A class=link-6 href="/squadre/napoli.cfm" target=""><STRONG>Napoli</STRONG></A></STRONG> <STRONG>Riccardo Bigon</STRONG> ha parlato del futuro di <STRONG><A class=link-6 href="/personaggi/Ezequiel-Lavezzi.cfm" target=""><STRONG>Ezequiel Lavezzi</STRONG></A></STRONG>: "Al momento il Psg non è intenzionato a pagare la sua clausola, se avvenisse qualcosa del genere penso che ne saremmo a conoscenza. Inter? La domanda in questo momento non ha una risposta, non si possono dire cose definitive su trattative che in questo momento sono alla fase embrionale. Lui è l'unico giocatore della nostra rosa con una clausola e il mercato deve ancora iniziare. Noi siamo ancora in corsa per la finale di Coppa Italia e in questo momento non si può rispondere a questa domanda. Lavezzi è un calciatore di un livello tale che non si può discutere di sconti, le trattative sono formulate su parametri importanti. Fischi? Il tifoso vive questo sport con la passione vera e la manifestazione del tifoso va sempre capita, probabilmente i fischi sono quelli di un innamorato che vede la sua ragazza che sta un po' traballando. Io con Lavezzi parlo tutti i giorni e lui è tranquillissimo. A Napoli sta benissimo e in cinque anni ha dato davvero tanto. Sono sicuro che i tifosi già dalla prossima partita saranno dalla sua parte. Non si può smentire ogni cosa che esce, alcune anche di una certa gravità come l'incontro tra Lavezzi e Moratti a campionato in corso".</P> <P>Possibile un pensiero per <A class=link-6 href="/personaggi/alessandro-del-piero.cfm" target="">Del Piero </A>&nbsp;al Napoli? "Il commento a Del Piero c'è stato domenica con la sua uscita e tutto il pubblico in piedi. E' un grande campione, ma non ci pensiamo".</P> <P>Giovinco possibile erede di Lavezzi? "Non stiamo cercando nessuno erede perché non c'è nessuno che se n'è andato. C'è una trattativa allo stato embrionale, ma non è detto che andrà via. Giovinco quest'anno ha dimostrato di aver raggiunto una maturità di alto livello, ma per ora sono solo speculazioni giornalistiche".</P> <P>Quale futuro per Insigne? "Quando si parla di calciatori di un'età così giovane l'unica cosa che non bisogna fare è sbagliare il percorso di crescita. Se ci sarà il giusto spazio nel Napoli potrà tornare, se non ci sarà è inutile togliergli la possibilità di giocare solo per raggiungere troppo presto la ribalta. Una valutazione definitiva non è ancora stata fatta, bisogna prima finire la stagione. Non c'è nessuna fretta".</P> <P><A class=link-6 href="/personaggi/Walter-Mazzarri.cfm" target="">Mazzarri </A>&nbsp;vuole rispettare il contratto con il Napoli? "Dobbiamo rifarci alle parole dei protagonisti e il mister ha detto più volte di avere un contratto col Napoli e che ha tutta l'intenzione di rispettarlo. Per la terza annata ha assicurato l'Europa a questa società. C'è il contratto e l'anno prossimo resterà con noi"</P> <P>La mancata qualificazione alla Champions cambierà qualcosa? "Sarà comunque un Napoli in crescita. Siamo una società giovane e la cosa importante è consolidarsi a questi livelli. L'obiettivo è quello di restare in alto".</P> <P>C'è la possibilità di riscattare Pandev? "E' un giocatore forte e i calciatori forti sono tutti i benvenuti. Dobbiamo parlare con l'Inter per capire se c'è la possibilità di trattenerlo".</P> <P>Come prosegue la crescita di Vargas? "Parliamo di un calciatore giovane che arriva da un paese con una cultura calcistica completamente diversa. Sanchez a Udine ci ha messo tre anni per diventare il Sanchez che conosciamo. Sappiamo che l'ambientamento di giocatori del genere è un po' difficile. Bisogna avere pazienza".</P>1007858adm001adm001bigon.jpgSiNnapoli-bigon-non-faremo-sconti-per-lavezzi-possibile-ritorno-insigne-1005073.htmSiT1000017100075701,02,03,08030407
2851004998NewsCampionatiConte si racconta: «Buffon, Del Piero e Pirlo fondamentali»20120512092036Intervista fiume al tecnico della Juve <P>Ha parlato di tutto Antonio Conte in uno speciale&nbsp;che andrà domani in onda su Sky prima dei festeggiamenti bianconeri, ma che vi anticipiamo noi; </P> <P><STRONG>I momenti più importanti: </STRONG><EM>"Il momento che piu' mi e' rimasto impresso nella mente e' sicuramente l'abbraccio finale a Trieste. Il piu' difficile invece&nbsp;e' stato quando ci siamo trovati a meno 4 e a meno 7 dal Milan prima di partite difficili come quelle con la Fiorentina e con l'Inter"</EM></P> <P><STRONG>I Senatori:</STRONG> <EM>"Buffon&nbsp;è tornato al centro del progetto. Campioni come lui, Del Piero, Pirlo, devono sentirsi al centro del progetto, devono sentirsi la responsabilità. Io non ho fatto altro che addossargli delle responsabilita'. Buffon e Del Piero sono stati i primi con cui ho parlato, gli ho fatto capire cosa mi aspettavo da loro: dovevano aiutarmi molto piu' degli altri perche' con loro sarei stato feroce sotto tutti i punti di vista. E loro mi hanno aiutato molto. Buffon, Del Piero e Pirlo sono stati i tre campioni che hanno contribuito alla crescita esponenziale di questo gruppo."</EM></P> <P><STRONG>Del Piero: </STRONG><EM>"Lui mi da' la sensazione di un calciatore straordinariamente concentrato sul presente. Questo e' stato il valore aggiunto per lui e per noi, soprattutto quando la stagione e' diventata calda e avevamo bisogno dei colpi del campione. Lui c'era, come c'e' adesso e ci sara' in questo finale di stagione, visto che vogliamo mantenere l'imbattibilita' e, possibilmente, vincere la Coppa Italia. L'ho sempre visto come un giocatore che poteva risolvere i problemi. Spesso sono stato criticato perche' lo facevo giocare poco, a volte 6 o 7 minuti. Invece io l'ho sempre chiamato quando avevo bisogno di lui, che fosse un minuto, 30 secondi, un tempo o tutta la partita."</EM></P> <P><STRONG>Sfogo di Parma</STRONG>:&nbsp; <EM>"Quelle mie dichiarazioni furono enfatizzate perche', se rivediamo la stagione, tutte le societa' si sono lamentate, assolutamente tutte. Noi ci siamo permessi di chiedere equità di trattamento, non abbiamo detto: 'L'arbitro ha sbagliato'. Invece ci hanno ammazzato perche' sembrava che noi, comunque, non dovessimo parlare. No, parlano tutti e quindi parla anche la Juventus. Io parlo perche' se vedo qualcosa di sbagliato che va contro la mia squadra, parlo e parlerò."</EM></P> <P><STRONG>Gol di Muntari:</STRONG> <EM>."Ho sempre detto che il campionato l'avrebbe vinto la squadra migliore, la squadra che, nell'arco della stagione, fosse stata piu' costante, avesse giocato meglio, avesse avuto una migliore organizzazione. Io penso che tutto questo la Juventus l'abbia dimostrato e sia stata superiore al Milan".</EM></P> <P><STRONG>Ritorno alla Juve</STRONG>: <EM>"Io me lo sentivo che sarei tornato. Quando ho smesso, sapevo che si trattava di un arrivederci e non di un addio. Sono tornato e sono contento che quello che sentivo allora si e' avverato, anche se devo ammettere che la realta' ha superato la fantasia."</EM> </P> <P><STRONG>Terza stella: </STRONG><EM>"Le stelle hanno un valore simbolico, l'importante e' entrare nella storia con le vittorie. Questo e' il mio primo scudetto da allenatore. Per mentalita', non guardo mai indietro ne' per pensare alle cose belle, ne' per pensare a quelle brutte. Penso sempre al presente e a quello che verrà".</EM></P> <P><STRONG>Sogno: </STRONG><EM>"Il mio prossimo sogno sicuramente è quello di rinnovare. MA questo non è un problema: ci siederemo e parleremo con la dirigenza con la massima tranquillità"</EM><BR><BR></P>FL0141FL0141conte 2.jpgSiNconte-si-racconta-il-prossimo-sogno-il-rinnovo-1004998.htmSi100205001,02,03030276
2861004950NewsCiclismoGiro d`Italia, quinta tappa a Cavendish20120510171831giro d`italia, cavendishRamunas Navardauskas resta in maglia rosa<P>La quinta tappa del Giro d'Italia va al fenomeno della<EM> Sky</EM> <STRONG>Mark Cavandish</STRONG>. Arrivo per velocisti quello di Fano, che dopo 209 Km il Campione del Mondo in carica si aggiudica battendo all'arrivo <STRONG>Goss</STRONG> e <STRONG>Bennati</STRONG>.&nbsp; Seconda vittoria per l'inglese in questa edizione del 95esimo Giro d'Italia.</P> <P><STRONG>Ramunas Navardauskas</STRONG> resta in maglia rosa.</P> <P>Cavendish al termine della gara: "Sono molto felice, è un giornata meravigliosa. E' la seconda vittoria qui e oggi mi sento alla grande, per cui ogni giorno va sempre meglio. Si è stata una bellissima volata, dedico la vittoria a mia figlia salita sul podio con me". </P>adm001adm001cavendish.jpgSiNciclismo-giro-d-italia-quinta-tappa-a-cavendish-1004950.htmSi100075501,02,03030548
2871004821NewsCampionatiMilan, Allegri: «Hanno vinto un campionato avvincente con due squadre che hanno fatto molti punti»20120506234531milan, allegriCredo che rispetto all`anno scorso per vincere Il tecnico del <STRONG>Milan</STRONG>, <STRONG>Massimiliano Allegri</STRONG>, a<EM> Sky Sport</EM>: "Hanno meritato, hanno vinto un campionato avvincente con due squadre che hanno fatto molti punti. Credo che rispetto all'anno scorso per vincere ci volessero molti punti e credo che sarà così anche nei prossimi anni. Noi non siamo stati da meno, nonostante episodi sfortunati, i tanti infortuni, l'anno prossimo ci daremo da fare per tornare ai vertici, quest'anno siamo arrivati secondi il prossimo potremmo essere primi chi lo sa. Sugli episodi di questa stagione, con il senno di poi non si va da nessuna parte, dobbiamo accettare il verdetto del campo per non fare come il cane che si morde la coda".C1000009adm001adm001allegri 6.jpgSiNmilan-inter-allegri-1004821.htmSiT1000027100075701,02,03,0703082
2881004820NewsCampionatiInter, Stramaccioni: «Abbiamo meritato la vittoria»20120506233456inter, stramaccioniÈ stata una bellissima partitaIl tecnico dell'<STRONG>Inter</STRONG>, <STRONG>Andrea Stramaccioni</STRONG>, a<EM> Sky Sport</EM>: "È stata una bellissima partita, emozionante, giocata a viso aperto da due squadre che volevano vincere. Abbiamo giocato una partita di qualità, con un buon calcio, carattere e voglia vincere. L'uno-due del Milan, rigore e gol del vantaggio di Ibra, ci aveva fatto perdere un po' le misure".C1000009adm001adm001stramaccioni 2.jpgSiNinter-stramaccioni-milan-1004820.htmSiT1000026100075701,02,0303073
2891004819NewsCampionatiJuventus, Marotta: «Questo è il numero 30»20120506233130juventus, marottaC`è stato un lavoro molto difficile di tutta la societàIl direttore generale della <STRONG>Juventus</STRONG>,<STRONG> Giuseppe Marotta</STRONG>, a<EM> Sky Sport</EM>: "C'è stato un lavoro molto difficile di tutta la società, ma ce lo siamo strameritati. Il nostro valore aggiunto è Conte. Come società abbiamo iniziato un percorso lo scorso anno e in questa stagione abbiamo meritato il tricolore. E' il nostro scudetto numero 30. Del Piero? Alessandro stava gioendo con noi e non voglio pensare ad altro".C1000009adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-cagliari-marotta-1004819.htmSiT1000007100075701,02,03,06030137
2901004744NewsCampionatiMilan, Thiago Silva non recupera per il derby20120504123318milan, thiago silvaIl brasiliano si sta allenando Stando a quanto riportato da<EM> Sky Sport</EM> il difensore del <STRONG>Milan</STRONG>, <STRONG>Thiago Silva</STRONG>, non farà parte del derby. Anche oggi il brasiliano si sta allenando a parte, insieme a Pato, e non si sentirebbe ancora pronto per disputare una partita così importante.C1000009adm001adm001thiago silva 2.jpgSiNmilan-inforunio-thiago-silva-1004744.htmSiT1000027100075701,02,03,07030200
2911004624NewsCalciomercatoZarate: «Preferirei rimanere all`Inter»20120501132500InterMaurito Zarate vuole rimanere all`InterDopo le iniziali difficoltà con Ranieri, grazie a Stramaccioni Zarate ha ritrovato il giusto entusiasmo per provare a tornare quello di un tempo. A confermare ciò, ci ha pensato lui stesso ai microfoni di SkySport24: "<STRONG><EM>Tornare alla Lazio? Dobbiamo aspettare il futuro, ma sinceramente io preferirei rimanere qui</EM>".</STRONG> Ora non resta&nbsp; che vedere cosa succederà durante la prossima sessione di mercato.C1000009MilanoFL0112FL0112zarate.jpgSiNzarate-vuole-inter-1004624.htmSiT1000026100456601,02,03030207
2921004615NewsCampionatiLazio-Coni: E` rottura.20120430203500LazioIl presidente della Lazio ha rifiutato l`offerta del Comitato Olimpico<P>Mancano 4 ore. Solo 4 ore prima della scadenza della concessione per giocare la prossima Champions League, o coppa europea di tono minore che sia, ed è rottura tra Coni e Lotit il presidente biancoceleste avrebbe rifiutato, come riporta Sky, l'offerta del Comitato Olimpico. Fitto mistero sul quale sia la soluzione all'ennesima grana in casa biancoceleste, quel che è certo, è che le parti sono lontane. "<STRONG><EM>Più passa il tempo e più mi rendo conto che con certa gente è impossibile andare d'accordo".</EM></STRONG></P> <P><STRONG>Gianni Petrucci, presidente del Coni, motiva così la rottura della trattativa con Claudio Lotito per il rinnovo dell'affitto dello stadio Olimpico alla società biancoceleste. E mancano 4 ore, solo 4 ore.</STRONG></P>C1000009RomaFL0112FL0112lotito.jpgSiNlazio-olimpico-rottura-1004615.htmSiT1000018100456601,02,03030157
2931004585NewsCampionatiNapoli, Aronica: «Dobbiamo vincere tutte le ultime partite»20120429094531napoli, aronicaSiamo rientrati col piede giusto nella ripresa Dopo il pareggio in extremis di Simplicio, si può parlare tranquillamente di piccolo passo falso del Napoli all'Olimpico. Lo sa bene il difensore azzurro <STRONG>Salvatore Aronica</STRONG>, che commenta così la sfida ai microfoni di<EM> Sky Sport</EM>: "C'è rammarico per i punti persi all'87'. Siamo rientrati col piede giusto nella ripresa dopo aver sofferto una Roma gagliarda. Il terzo posto? Dobbiamo vincere queste ultime tre gare, sperando che le avversarie rallentino. Abbiamo due gare in casa e una fuori, ce la giochiamo a viso aperto"<BR>C1000009adm001adm001aronica.jpgSiNnapoli-aronica-terzo-posto-1004585.htmSiT1000017100075701,02,03,0803089
2941004581NewsCampionatiRoma, Luis Enrique: «Decideremo del mio futuro al termine della stagione»20120428233130roma, napoliNel primo tempo siamo stati brillanti, mentre nella ripresa sapevamo che il Napoli sarebbe cresciuto <P>Il tecnico della<STRONG> Roma</STRONG>, <STRONG>Luis Enrique</STRONG>, a<EM> Sky Sport</EM>: "E' sempre difficile sapere se ci siano meriti o demeriti. Nel primo tempo siamo stati brillanti, mentre nella ripresa sapevamo che il Napoli sarebbe cresciuto nel pressing e ci avrebbe messo in difficoltà. Credo che sia stato sopratutto merito degli avversari, anche se poi siamo riusciti a sistemarci e a fare una buona gara. È difficile giocare in queste condizioni perché abbiamo fatto partite non all'altezza di questa squadra, non per mancanza di volontà, ma perché nel calcio succede. Oggi c'è stato un po' di blocco dovuto anche alla mancanza di serenità che si respira nell'ambiente. Oggi si è vista la mentalità di una squadra vera che vuole fare tutte e due le fasi assieme da vera squadra. Il pari è stato il risultato più giusto, ma avrei preferito una vittoria per il morale dei miei giocatori".</P> <P>Quale sarà il suo futuro?<BR>"Il futuro? Non c'è una posizione definitiva, il futuro della Roma è la prossima gara a Verona. Fino a fine stagione sarò l'allenatore della Roma, poi parlerò con la società, faremo il punto della situazione e cercheremo di capire cosa fare. Aspetterò tranquillamente la fine della stagione".</P> <P>Cosa pensa di Vilanova sulla panchina del Barcellona?<BR>"Mi fa piacre che Tito sia il nuovo allenatore del Barça perché è un uomo della casa e merita tutto il meglio".<BR></P>C1000009adm001adm001luis enrique.jpgSiNroma-luis-enrique-futuro-1004581.htmSiT1000012100075701,02,03030175
2951004509NewsCoppeChampions, finale con tante assenze importanti20120427073130Champions leagueSarà una notte magica ma con meno stelle<P>&nbsp;A Monaco si sfideranno il Bayern e il Chelsea. La seconda finale dell storia per i Blues che, questa volta, vogliono portare assolutamente a casa la coppa. Tra le altre cose, sarebbe la prima squadra londinese a vincere la Champions League. Il Bayern Monaco, davanti ai suoi tifosi, ha l'obbligo di non fallire&nbsp; e questa sarà la seconda finale in soli 3 anni. </P> <P>Tanti giocheator però mancheranno all'appello per squalifica, ben otto. I padroni di casa dovranno fare a meno del giovane Alaba e di Badstuber, anche se l'assenza che preoccupa di più i bavaresi è quella del ruba palloni Luiz Gustavo che non sarà facilmente sostituibile. </P> <P>Di Matteo dovrà invece rivoluzionare la difesa rispetto alle ultime uscite. In avanti l'unica assenza sarà Ramires, ma in attacco le alternative non mancano. A centrocampo l'assenza di Raul Meirels si farà sentire, aveva trovato la giusta posizione in mezzo al campo ed è stato fondamentale nella rinascita dei londinesi. Si cercherà di recuperare Michael Essien. In difesa la situazione si complica non poco. L'unico apporto che Terry potrà dare alla squadra sarà, nel caso, alzare la coppa dalle grandi orecchie. In difesa mancherà anche Ivanovic che ha appreso la sua squalifica solo ai microfoni di Skysport. Non solo le squalifiche a dimezzare ala squadra di Di matteo, anche gli infortuni. Infatti anche Cahill e Luiz rischiano di saltare la finale. In questo malaugurato caso, la coppia Mikel-Bosingwa la più probabile. </P>MonacoFL0161FL0161champions-league1.jpgSiNsqualificati-finale-1004509.htmSi100363401,02,03030322
2961004458NewsCampionatiNapoli, Mazzarri: «Abbiamo ritrovato equilibrio e compattezza»20120425171931napoli, mazzarriQuando ci sentiamo solidi riusciamo ad evitare errori ingenui anche in fase di non possessoIl tecnico del <STRONG>Napoli</STRONG>, <STRONG>Walter Mazzarri</STRONG>, a<EM> Sky Sport</EM>. "Sono contento che abbiamo ritrovato l'equilibrio e la compattezza di squadra. Nelle ultime due gare siamo più tranquilli e non abbiamo subito gol e questa è una buona notizia. Quando ci sentiamo solidi riusciamo ad evitare errori ingenui anche in fase di non possesso. Abbiamo lavorato molto sia sul posizionamento sulle palle inattive, ma sopratutto sulla testa dei giocatori che ora sono più concentrati e oggi abbiamo giocato molto bene anche nella fase difensiva contro un Lecce che davanti ha giocatori importanti. Ho ritrovato il Napoli di qualche mese fa, che riesce a far girare la palla e verticalizzare quando serve e c'è la possibilità. C'è ancora qualche errore da risolvere, ma lavoreremo in settimana su questi episodi".C1000009adm001adm001mazzarri.jpgSiNnapoli-mazzarri-abbiamo-ritrovato-compattezza-1004458.htmSiT1000017100075701,02,03,08030153
2971004123NewsCalciomercatoBayern Monaco, Ribery: «Campionato italiano affascinante»20120418073130bayern monaco, riberySiamo felici e fiduciosi per il ritorno L'attaccante del<STRONG> Bayern Monaco</STRONG>, <STRONG>Franck Ribery</STRONG>, a<EM> Sky Sport</EM>: "Sono contento per aver giocato una grande partita, siamo felici e fiduciosi per il ritorno al Bernabeu. Io in Italia in futuro? Sono felice al Bayern, il campionato italiano è affascinante. Chi vivrà vedrà".adm001adm001ribery.jpgSiNbayern-monaco-real-madrid-ribery-champions-league-1004123.htmSi100075701,02,03030219
2981003938NewsCalciomercatoDe Laurentiis: «Lavezzi può andar via se vuole..»20120413101531Lavezzi-Napoli-De-Laurentiis«I soldi non sono tutto nella vita»Nella serata di ieri, ai microfoni di SkySport è intervenuto il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, per parlare del mercato in uscita dei campani. Queste le sue parole: "Da Napoli non si muoverà nessuno. L'unico che può partire è il pocho Lavezzi, legato al club da una clausola rescissoria di 32 milioni. Se vuole può andare via, ma a Lavezzi dico che i soldi non sono tutto nella vita..io ad esempio faccio questo lavoro per passione" I tifosi partenopei adesso tremano; l'argentino è sull'agenda di molti club.<BR>C1000075FL0131FL0131Lavezzi ezequiel.jpgSiNlavezzi-napoli-de-laurentiis-1003938.htmSi100148501,02,03010146
2991003898NewsCampionatiInter, Milito: «Vogliamo il terzo posto»20120412102048inter, militoE` un successo che abbiamo raggiunto tutti insieme<P>Con la sua doppietta ha regalato all'<STRONG>Inter</STRONG> la vittoria sul <STRONG>Siena</STRONG>, l'attaccante nerazzurro <STRONG>Diego Milito</STRONG> continua a far gol, sono 20 in classifica marcatori, e ai microfoni di<EM> Sky&nbsp; Sport</EM> nel post partita ha spiegato: "E' un successo che abbiamo raggiunto tutti insieme, abbiamo fatto una bellissima partita, sapevamo che affrontavamo giocatori molto veloci e ce l'abbiamo messa tutta. Siamo tutti contenti".</P> <P>Una stagione iniziata con difficoltà, quella del Principe, cambiata poi come meglio non si poteva: "Cerco sempre di fare del mio meglio per tutta la squadra, per fortuna questo per me è un buon momento, l'importante è lottare sempre per l'Inter".</P> <P>E a proposito di lotta, si pensa anche a quella dell'Inter per il terzo posto: "Speriamo che la nostra esperienza possa aiutarci, noi lotteremo fino alla fine per raggiungere questo traguardo che è ormai diventato un obiettivo". (inter.it)</P>C1000009adm001adm001milito 2.jpgSiNinter-milito-siena-1003898.htmSiT1000026100075701,02,03030135
3001003756NewsCampionatiConte: «C`è ancora tanto da pedalare»20120407205457juve, conte«Essere imbattuti a 7 giornate dal termine ci inorgoglisce»<P align=justify>Antonio Conte, allenatore della Juventus, ai microfoni di Sky Sport al termine della sfida del Barbera si gode il sorpasso sul Milan: "Io preferisco sempre stare davanti, perché così non dipendi da niente e da nessuno. Siamo stati bravi ad approfittare dei due stop del Milan. Mancano ancora 7 partite in cui noi abbiamo un calendario più difficile rispetto ai rossoneri, ma abbiamo acquisito consapevolezza e stiamo migliorando di giorno in giorno. Abbiamo voluto la bicicletta e ora dobbiamo pedalare fino in fondo. Nel primo tempo abbiamo avuto diverse occasioni e non siamo riusciti a sfruttarle. Loro ci hanno concesso di giocare a calcio, chiudendosi a 5 in difesa e lasciando pochissimi spazi centralmente e noi abbiamo faticato ad adattarci. Complimenti al Palermo che ha dimostrato grande spirito ed è riuscito a metterci in difficoltà. Anche giocando un calcio offensivo rischiamo pochissimo grazie all'attenzione di tutti i ragazzi che scendono in campo. Siamo ancora imbattuti ed è una cosa straordinaria che inorgoglisce me e i ragazzi.&nbsp;Giocare da primi è molto meglio. E lo dico avendoci giocato sia da giocatore che da allenatore in B. Le gerarchie sono un po' cambiate con il nostro sorpasso, ma adesso dobbiamo restare concentrati e cattivi fino alla fine per arrivare davanti ad una superpotenza come il Milan. Siamo stati&nbsp;molto più pazienti rispetto al passato.&nbsp;A fine primo tempo ho detto ai ragazzi di non essere troppo precipitosi e di stare più calmi. Stiamo migliorando da questo punto di vista, anche se dobbiamo accumulare ancora tanta esperienza".</P>C1000009ivomesivomesconte 2.jpgSiNconte-juve-testaclassifica-1003756.htmSi100075401,02,03030175
3011003645NewsCalciomercatoMiccoli a Del Piero: «Vieni a Palermo!»20120405125727Miccoli-Del-Piero-Palermo«Sarei disposto a cedergli il mio 10»Si infittiscono giorno dopo giorno le voci che vorrebbero Alessandro Del Piero all'estero, a fine stagione. Tuttavia, le proposte per la bandiera bianconera giungono anche da alcuni club di serie A, tra i quali il Palermo. Intervistato ai microfoni di SkySport 24, il capitano rosanero, Fabrizio Miccoli, ha rivelato che sarebbe disposto a cedere il suo numero 10 pur di accogliere questo straordinario campione: "Cercherò di convincerlo, qui si sta bene e lui non ha bisogno di contratti esagerati. Se viene qui sono anche disposto a lasciargli il numero 10". L'attaccante pugliese si è poi dilungato per parlare del suo fututo: "La mia priorità è sempre il Palermo. Vorrei chiudere la mia carriera qui, poi è chiaro che nel calcio può succedere di tutto".<br>FL0131FL0131miccoli.jpgSiNmiccoli-del-piero-palermo-1003645.htmSi100148501,02,03010282
3021003644NewsCoppeChelsea, Di Matteo: «A Barcellona senza paura»20120405120716Di Matteo, ChelseaRoberto Di Matteo ha un piano per fermare il Barcellona.<P>Roberto Di Matteo ha un piano per fermare il Barcellona.&nbsp;All'indomani della vittoria sofferta contro il Benfica, l'allenatore italiano si è dimostrato più entusiasta che spaventato per la sfida che dovrà affrontare contro gli spagnoli.&nbsp; Dopo aver risollevato&nbsp;una squadra alla deriva, neanche&nbsp;i&nbsp;&nbsp;blaugrana sembrano fargli paura. Queste le dichiarazioni rilasciate a SkySportUK: " Troveremo una strategia che sia adatta alla nostra squadra e ai nostri giocatori per affrontarli. Loro hanno dei&nbsp;campioni che possono risolvere la partita in qualsiasi momento, ma noi giocheremo la nostra partita puntando sui nostri punti di forza.&nbsp;La&nbsp;voglia di rivalsa di&nbsp;chi giocò&nbsp;la semifinale del 2009 risulterà decisiva."</P> <P>&nbsp;</P>Londrafl0161fl0161Roberto-Di-Matteo_2732908.jpgSiNdichiarazioni-allenatore-chelsea-1003644.htmSi100363401,02,03030100
3031003593NewsCoppeGuardiola: «Il secondo rigore c`era. Noi abbiamo fatto 21 tiri contro i 3 del Milan»20120403235322milan, barcellona, rigore, guardiola«Siamo fortunati ad avere Messi con noi»<P align=justify>Nel primo tempo abbiamo giocato con tre dietro per generare più azioni da gol, alla fine abbiamo fatto 21 tiri in porta, contro i 3 del Milan. Abbiamo difeso bene e dopo il 2-1 siamo tornati a quattro dietro per controllare la partita". Così a Sky l'allenatore del Barcellona, Lionel Messi, dopo la vittoria per 3-1 sul Milan. "Messi? Siamo fortunati ad averlo con noi. Il Milan si è lamentato per il rigore? Quando c'è una trattenuta si fischia, è rigore...".</P> <P>&nbsp;</P>C1000009ivomesivomesguardiola.jpgSiNguardiola-rigore-barcellona-milan-1003593.htmSiT1000027100075401,02,03,07030172
3041003592NewsCoppeAllegri: «Due rigori contro, uno regalato da noi, l`altro dall`arbitro»20120403234956allegri, milan, barcellona, prestazione, testa, alta«Usciamo a testa alta contro una grandissima squadra»<P align=justify>"Ci sono stati due rigori, uno regalato da noi e uno quasi regalato dall'arbitro". Così l'allenatore del Milan, Massimiliano Allegri, dopo la sconfitta per 3-1 contro il Barcellona, ai microfoni di Sky. "Abbiamo sbagliato tanti passaggi, avevamo lo spazio per andare dentro. Poi - continua - abbiamo provato a riaprire la partita, ma usciamo a testa alta. Sensazioni? Dopo l'1-1 avevamo la possibilità di poter passare il turno perché il Barcellona aveva un po' di pressione addosso e si vedeva nello sviluppo del gioco. Poi dopo il 3-1 per loro è diventato tutto difficile. Pato? Ha sentito una fitta, valuteranno i sanitari. Ai ragazzi - conclude - non ho nulla da rimproverare per la prestazione che hanno fatto".</P> <P>&nbsp;</P>C1000009ivomesivomesallegri 2.jpgSiNallegri-usciamo-testa-alta-1003592.htmSiT1000027100075401,02,03,07030152
3051003591NewsCoppeNesta: «Il Barcellona è fortissimo, ma stasera alcune decisioni arbitrali lo hanno avvantaggiato»20120403234453barcellona, milan, nesta, europa, arbitro«Messi è il 70% del Barcellona. Le sue accelerazioni sono micidiali»<P align=justify>"Potevamo fare meglio nelle ripartenze, in alcuni momenti non siamo ripartiti bene". Così a Sky il difensore del Milan, Alessandro Nesta, dopo la sconfitta per 3-1 contro il Barcellona. "Messi è il 70% del Barça, accelera sempre e fa la differenza. Il Barcellona comunque è il Barcellona e penso che il Milan abbia le potenzialità economiche per avvicinarsi a questa squadra. Il rigore? C'era un fallo di Puyol su di me. In Italia fischiano di più e queste trattenute di meno, in Europa accade il contrario. Ma - conclude - l'arbitro doveva fare molto meglio".</P> <P>&nbsp;</P>C1000009ivomesivomesnesta.jpgSiNduerigori-barcaavanti-milanfuori-nesta-1003591.htmSiT1000027100075401,02,03,07030154
3061003579NewsCalciomercatoJuventus, il Bayern Monaco su Barzagli20120403170931juvenrus, barzagli, bayern monacoDifficile che i bianconeri accettino di privarsi del centrale Secondo quanto riferito da Sky Sport il difensore della Juventus piace molto al Bayern Monaco che vorrebbe rafforzare il proprio pacchetto arretrato. Difficile che i bianconeri accettino di privarsi del centrale ex Wolfsburg con il quale, sembra ad un passo il rinnovo del contratto.<BR>C1000009adm001adm001barzagli.jpgSiNjuventus-barzagli-bayern-monaco-1003579.htmSiT1000007100075701,02,03,06030155
3071003564NewsCampionatiMilan, Cassano può tornare a giocare20120403113717cassano, milanFinito il calvarioIl calvario per Antonio Cassano è finito. Il fantasista rossonero, secondo quanto riportato da Sky Sport, ha ottenuto l'idoneità sportiva. Il giocatore barese può tornare ufficialmente a giocare.<BR>C1000009adm001adm001cassano 2.jpgSiNmilan-cassano-idoneita-sportiva-puo-tornare-a-giocare-1003564.htmSiT1000027100075701,02,03,07030126
3081003531NewsCampionatiGenoa, esonerato Marino20120402143317marino, genoa, malesaniPossibile il ritorno di Alberto MalesaniSecondo quanto riportato da Sky Sport è ormai certo l'esonero di Pasquale Marino ha lasciato Pegli, centro sportivo del Genoa. Possibile il ritorno di Alberto Malesani.C1000009adm001adm001marino pasquale.jpgSiNgenoa-esonerato-marino-malesani-1003531.htmSiT1000022100075701,02,03030178
3091003516NewsCampionatiInter, Moratti: «Stramaccioni ha portato entusiasmo. Ascolto sempre i consigli dei tifosi»20120402111831inter, stramaccioniIl suo esordio non è stato banaleIl presidente dell'Inter Massimo Moratti a Sky Sport dopo la vittoria contro il Genoa. "Stramaccioni? Ha portato entusiasmo e gioco. Il suo esordio non è stato banale, perché lui non è banale. La sua prima volta in panchina rispecchia la sua personalità. Gasperini? Nessuno sostiene che sia il primo colpevole, ma è stata un'esperienza negativa preparata per tre mesi ma andata male. Diventa una colpa perché nel calcio è tutto una colpa o un merito. Guarin? Il suo esordio è stato davvero ottimo. Gli striscioni nei miei confronti? Ascolto sempre i consigli dei tifosi".C1000009adm001adm001massimo-moratti.jpgSiNinter-stramaccioni-genoa-palacio-moratti-1003516.htmSiT1000026100075701,02,03030146
3101003512NewsCampionatiJuventus, Conte: «Solo il Milan può perdere il titolo»20120401233831conte, juventusNelle ultime due settimane abbiamo affrontato Inter e Napoli vincendo in maniera netta contro squadre che ci partivano davanti ad inizio stagioneAntonio Conte a Sky Sport: "Nelle ultime due settimane abbiamo affrontato Inter e Napoli vincendo in maniera netta contro squadre che ci partivano davanti ad inizio stagione, come qualità e organico. La vittoria sul Napoli deve essere un motivo d'orgoglio perché sono una grande realtà che ha fatto un'ottima Champions e che con Mazzarri stanno crescendo molto. Sono orgoglioso dei miei ragazzi e di quanto fatto questa sera. Stiamo maturando molto anche dal punto di vista psicologico. La vittoria di oggi è fondamentale per blindare il secondo posto e già questo è un grande risultato per noi e per le nostre aspettative. Buttiamo un'occhiata in avanti perché è giusto e dobbiamo sfruttare i passi falsi del Milan. Solo loro possono perdere lo scudetto, perché nessuna squadra ha lo stesso organico dei rossoneri. Sono una squadra molto forte, che ha vinto lo scudetto lo scorso anno e che riesce ad essere prima nonostante i tanti infortuni, oltre a essere in corsa per la Champions dopo il pareggio contro la squadra più forte del mondo".C1000009adm001adm001conte 2.jpgSiNjuventus-napoli-conte-1003512.htmSiT1000007100075701,02,03,06030102
3111003508NewsCampionatiNapoli, De Laurentiis: «Possiamo ancora lottare per il terzo posto»20120401230531napoli, de laurentiisProsciugati di energie dalla Champions LeagueIl presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis a Sky Sport: "Il terzo posto è ancora tutto da giocare, visto che Udinese e Lazio hanno perso anche loro. Ora dovremmo guardarci dal ritorno della Roma. Oggi fin dall'inizio, con i problemi fisici di Maggio, ero molto preoccupato per le condizioni di una squadra molto provata. La Juventus ha il carattere di chi vuol giocare fino alla fine per lo scudetto, che è compatta e efficace in campo e che non è stata prosciugata di energie dalla Champions League. Il problemi psicologici vanno a braccetto con quello fisico, perché quando non si sta bene di testa anche le gambe ne risentono e viceversa. Dobbiamo raccogliere le forze residue e ritrovare lo smalto perduto che non manca solo a noi, ma anche a tutte le altre squadre che hanno fatto l'Europa. Nella nostra squadra ci sono giocatori di livello e non 11 titolari e 11 riserve, e ora dovremmo dare spazio a chi ha giocato meno, è più giovane e più fresco".C1000009adm001adm001de laurentiis.jpgSiNnapoli-de-laurentiis-juventus-1003508.htmSiT1000007,T1000017100075701,02,03,08030123
3121003493NewsCampionatiRoma, Luis Enrique: «Sono molto soddisfatto di questa Roma»20120401160131roma, luis enriqueBene tutti i centrocampistiIl tecnico della Roma Luis Enrique a Sky Sport: "Oggi per noi era una partita difficilissima, per l'orario, per il caldo, per l'avversario che stava facendo benissimo. Faccio i complimenti alla squadra perché ha fatto tutto quello che doveva fare nonostante lo svantaggio, e sono contento per loro, per il tifo. Continuiamo a credere alla possibilità del terzo posto. La panchina di Lamela? Non si tratta di panchine mirate a far crescere il giocatore ma solo di fare delle scelte per il meglio della Roma. Oggi bene tutti i centrocampisti, sia Fabio, che Gago, ma anche Perrotta che è entrato in un momento delicato. Marquinho ha tantissima gamba, ha capacità di inserimento, ha un tiro fortissimo. E' un grande rinforzo per noi dal mercato di gennaio, ed in questo momento è in condizione eccellente. Opportunità di sprint finale? Chiaro che c'è, ancora non siamo stati continui ma non vedo perchè non c'è la possibilità di farlo. Ora giocheremo contro il Lecce, una squadra in grandissima difficoltà e dovremo continuare a fare bene. Barcellona-Milan? Sarà appassionante, difficile per tutte e due. Riguardo Abidal speriamo di rivederlo prestissimo in campo".C1000009adm001adm001luis enrique.jpgSiNroma-novara-luis-enrique-1003493.htmSiT1000012100075701,02,03030145
3131003481NewsCampionatiParma, Giovinco: «Il futuro non dipende solo da me»20120401092939parma, giovincoForse mi sono spostato troppo tardi in attacco Sebastian Giovinco, a Sky Sport: "Forse mi sono spostato troppo tardi in attacco a fare la seconda punta. Sono contento di quello che sto facendo, ma posso ancora migliorare e lavoro per questo. La prestazione c'è sempre stata, anche in passato, ma ultimamente ci mancava il risultato e oggi è arrivato anche questo e siamo contenti. Futturo al Parma? Non dipende solo da me, ma ci sono leggi di mercato che vanno rispettate. Ora mi godo il momento qui al Parma. Poi deciderò quale sarà la soluzione migliore per me. Io non pretendo di giocare da titolare, ma voglio avere la possibilità di partire alla pari con tutti gli altri compagni, cosa che in passato non è successa".C1000009adm001adm001giovinco.jpgSiNparma-giovinco-lazio-1003481.htmSiT1000016100075701,02,03030113
3141003470NewsCampionatiCatania, Montella: «Potevamo vincerla. Fa piacere interesse nei miei confronti»20120331203130roma, montella, catania, milanNon commento mai le decisioni arbitraliIl tecnico del Catania, Vincenzo Montella, a Sky Sport: "Non commento mai le decisioni arbitrali. Ognuno può giudicare a modo suo, gli occhi li abbiamo tutti, l'ho deciso quando ho iniziato questa professione. Noi abbiamo ambizioni importanti, vogliamo provarci fino alla fine e non importa se ci riusciremo o no. E' stata una partita bellissima, molto divertente. Siamo partiti bene, poi la partita l'ha fatta il Milan. Siamo sempre rimasti in partita, poi nel secondo tempo abbiamo fatto bene con velocità pazzesca. Avremmo potuto fare anche qualche gol in più, il Milan aveva pochi sbocchi, poi nel finale si sono abbassati i ritmi e abbiamo sofferto la forza fisica dei rossoneri anche se nel finale c'è stata la possibilità di vincerla proprio all'ultimo istante. Fa piacere la stima di molti club".C1000009adm001adm001montella.jpgSiNcatania-montella-roma-milan-1003470.htmSiT1000014,T1000027100075701,02,03,09030113
3151003469NewsCampionatiMilan, Allegri furioso: «Parlano ancora degli arbitri, devono stare zitti»20120331201931milan, allegri, cataniaE` difficile da vedere, ma c`è il gol<P>Il tecnico del Milan, Massimiliano Allegri, ha parlato a Sky Sport del pareggio contro il Catania: "Il campo era molto lento, ma abbiamo buttato troppi palloni in attacco senza costruire gioco. Il Catania nel secondo tempo è sceso in campo con un buon piglio, ma noi abbiamo smesso troppo presto di giocare forse accusando la stanchezza per la Champions. Era importante vincere, sapevamo che ci sarebbero state grosse difficoltà perchè il Catania è un'ottima squadra. Al momento, però, abbiamo allungato di un punto".</P> <P>Sul gol fantasma di Robinho: "E' difficile da vedere, ma c'è il gol. Non è una questione dell'arbitro, il problema è che molti parlano e invece dovrebbero stare zitti. Stamattina ho letto di nuovo che qualcuno vuole dei vantaggi, noi abbiamo giocato cinque partite equilibrate e ogni volta abbiamo subito episodi contro. Posso anche dire quali sono le partite: stasera, contro la Juventus quando il campionato sembrava chiuso, a Firenze, a Roma col rigore dato e poi tolto. Le uniche quattro gare equilibrate che abbiamo giocato. Bisogna stare zitti, stamattina ho letto altre dichiarazioni, ma il gol di Muntari vale tutto il campionato. Noi non facciamo mai polemica, ma poi tornano di nuovo a parlare degli arbitri. A questo punto anche io parlo degli episodi arbitrali".<BR></P>C1000009adm001adm001allegri 2.jpgSiNmilan-allegri-catania-robinho-1003469.htmSiT1000007,T1000027100075701,02,03,07030235
3161003445NewsCampionatiCatania, Pulvirenti: «Montella resta in rossazzurro»20120331111847catania, pulvirentiNon vogliono portarci via solo MontellaIl presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, ha parlato a Sky Sport: Non vogliono portarci via solo Montella, ma anche il ds, il dg ed i calciatori, ma vedremo cosa fare. Il tecnico resterà con noi anche il prossimo anno, continueremo da dove abbiamo finito quest`anno.C1000009adm001adm001pulvirenti.jpgSiNcatania-pulvirenti-lo-monaco-1003445.htmSiT1000014100075501,02,03,09030172
3171003428NewsCalciomercatoLazio, Lotito: «Compreremo tre o quattro campioni»20120330211531lazio, lotito Il progetto prosegue <P>Intervistato da SkyTg24, il presidente della Lazio Claudio Lotito parla del prossimo mercato: "La Lazio acquisterà tre o quattro campioni. Il progetto prosegue non solo con un rilancio riguardante la qualità di gestione che ha dimostrato trasparenza e risultati economici importanti ai fini dei bilanci, ma anche con possibilità di ottenere risultati sul campo".</P> <P>Sul rapporto col tecnico Edy Reja: "Col nostro allenatore c'è un rapporto corretto, di rispetto dei ruoli. C'è stato un momento di tensione che è rientrato. Reja sa che la Lazio non ha messo in campo soluzioni alternative".<BR></P>C1000009adm001adm001lotito.jpgSiNlazio-klose-lotito-1003428.htmSiT1000018100075701,02,03030406
3181003416NewsCampionatiJuventus, Marchisio: «Alla lunga il lavoro paga»20120330165550juventus, marchisioContinuiamo a inseguire il Milan<P>La Juventus vuole continuare a correre, a rincorrere e a sognare. E più il gioco si fa duro, più ci prende gusto. Questo è il carattere della squadra di Conte. Un carattere forte che proprio contro il Napoli, prossimo avversario, era emerso con prepotenza nella partita del girone di andata. Era il 29 novembre scorso e la Juve, sotto di due gol all'intervallo e poi ancora per 3-1, seppe rimontare e uscire imbattuta anche dal San Paolo. "Io non c'ero, perché ero squalificato - ricorda Claudio Marchisio ai microfoni di Sky Sport - ma posso immaginare quale carica sia riuscito a trasmettere il mister ai miei compagni durante l'intervallo. E infatti il secondo tempo di quella partita, con la grande rimonta, è stata la dimostrazione della crescita del gruppo rispetto agli anni passati".</P> <P>Una crescita proseguita anche nei mesi successivi: "A parte le prime partite di gennaio, nelle quali abbiamo forse risentito della sosta e della stanchezza dei mesi precedenti, siamo tornati in forma in fretta e anche le partite contro il Chievo o il Genoa lo hanno dimostrato, perché, pur senza essere riusciti a centrare la vittoria, avevamo corso molto, tenendo bene il campo. Ora siamo riusciti a centrare il primo obiettivo, vale a dire la finale di Coppa Italia, ma non dobbiamo certo fermarci, anzi. Dobbiamo continuare sino alla fine, perché c'è ancora da centrare la qualificazione alla Champions League".</P> <P>E magari anche qualcosa di più... "Noi non molliamo, mai. Scendiamo sempre in campo con un unico obiettivo, vincere. Lo abbiamo fatto per tutta la stagione, sia quando eravamo primi in classifica, sia ora che dobbiamo inseguire il Milan".</P> <P>Comunque vada la stagione della Juventus è straordinaria e il motivo è semplice: "Il lavoro paga, ne sono convinto. E noi abbiamo lavorato tanto e bene, nessuno escluso. Anzi, anche chi ha giocato meno si è sempre impegnato al massimo, aiutando tutto il gruppo a crescere".</P> <P>Anche Claudio è cresciuto e parecchio. Questa è sicuramente la sua migliore stagione, è diventato un leader in campo e fuori e si è meritato addirittura i complimenti di Diego Armando Maradona, che potrebbe incontrare in occasione della finale di Coppa Italia contro il Napoli: "Per me sarebbe un onore stringergli la mano. Quando ho letto le parole che ha speso nei miei confronti sono rimasto stupito e felice, non me lo aspettavo. Se ci sarà l'occasione lo incontrerò con enorme piacere". (juventus.com)</P>C1000009adm001adm001marchisio.jpgSiNmilan-marchisio-juventus-1003416.htmSiT1000007,T1000027100075401,02,03,06,07030159
3191003374NewsCampionatiInter, Stramaccioni rilancia Zarate 20120329153323stramaccioni, zarate, guarinGuarin pronto all`esordioIn vista del match contro il Genoa, il neo tecnico dell'Inter Stramaccioni è pronto a rimischiare le carte. Secondo Sky Sport, l'ex allenatore della Primavera sarebbe pronto a rilanciare Zarate dal primo minuto, partendo dal 4-2-3-1, con Guarin&nbsp; all'esordio ufficiale in nerazzurro.C1000009adm001adm001stramaccioni.jpgSiNstramaccioni-zarate-guarin-inter-1003374.htmSiT1000026100075501,02,03030125
3201003361NewsCampionatiNapoli, De Laurentiis: «Ho un progetto per Del Piero. Borriello e Ibrahimovic hanno un futuro cinematografico»20120329112419de laurentiis, napoli, juventusConte mi piace moltissimo<P>Intervistato da Tuttosport, il presidente del Napoli aurelio De Laurentiis, parla del prossimo match contro la Juventus ma non solo. Queste alcune dichirazioni riportate da IlCalcio24.com:</P> <P>Presidente De Laurentiis, ormai è assodato: Juve e Napoli possono cambiare gli equilibri del calcio italiano dopo anni di<BR>dominio milanese.<BR>«Lo sa che non ci avevo mai pensato? Io ho sempre immaginato che Juve e Napoli insieme rappresentassero almeno il 50% del tifo in Italia. Nella stagione in cui noi, i bianconeri e il Genoa giocammo in B, lo share televisivo della cadetteria era superiore a quello della A. Quanto al botteghino, questanno grazie anche alla Champions arriveremo a un milione e 200 mila biglietti venduti, e la Juve con lo stadio nuovo passa da un esaurito allaltro».</P> <P>Parole da manager. In lei prevale il calcolo o l'entusiasmo del tifoso?<BR>«Allo stadio sicuramente il tifoso, mentre in ufficio divento un industriale che fa impresa. In questo senso è fondamentale la scuola del cinema. Mio zio Dino alla fine degli anni 60 si trasferì negli States e chiedeva che io, diciottenne, lo seguissi. Ma io volevo rimanere legato allItalia e quella divenne la mia sfida. In 40 anni ho prodotto 100 film in questo Paese e altri 500 ne ho acquisiti dallestero, senza per questo rinunciare a produrre anche Oltreoceano. Insomma, la mia vita si divideva tra lItalia e gli Stati Uniti, proprio il calcio mi ha riportato stabilmente qui. Del pallone non sapevo niente, ma lho subito interpretato come un azienda e non come unavventura».</P> <P>Sarà per questo che lei a volte dà limpressione di correre troppo per i tempi e i modi del calcio...<BR>«Nel 99 bussai alla porta di Ferlaino con un assegno da 120 miliardi della Bnl per acquistare il Napoli. Lui mi fece causa, sostenendo che distraevo i napoletani dalla campagna abbonamenti. La causa si è risolta negli anni, mentre Ferlaino lo incontrai casualmente anni dopo in treno. Ci ritrovammo a parlare soprattutto di cinema, scoprii che aveva pure prodotto dei film».</P> <P>E come andarono?<BR>«Perse un sacco di soldi».</P> <P>Passiamo a un altro argomento. Lei è davvero interessato a portare Del Piero al Napoli o semplicemente il suo era un tributo a un grande campione?<BR>«Io adoro Del Piero perché è una persona educatissima. Con uno sguardo ti trasmette serenità ed equilibrio. Quelle sono caratteristiche che apprezzo particolarmente. Immagino che trasferirebbe queste qualità allo spogliatoio. Io lo vedrei bene anche<BR>come allenatore o come dirigente, poi bisognerebbe vedere se davvero ha queste attitudini, se sono ruoli che lo divertirebbero».</P> <P>Pare di capire che lei sarebbe pronto a costruirgli un percorso ad hoc.<BR>Si perchè pensare a Del Piero solo come a un giocatore da ingaggiare per un anno non avrebbe senso, soprattutto per lui. In quel caso la cosa migliore sarebbe rimanere alla Juve».</P> <P>Già, ma le idee della società sono diverse.<BR>«Di questo non so nulla ma, se è come dice lei, mi permetto di dare un suggerimento a Del Piero: cerchi una soluzione definitiva e non unappendice di un anno che nulla aggiungerebbe alla sua straordinaria carriera. Secondo me Del Piero ha anche una cultura di impresa. Poi è signorile. Al di là della linguaccia quando segna (ride, ndr) non ricordo un suo solo gesto volgare».</P> <P><BR>Però lo scorso anno la Juve sondò Mazzarri e lei non la prese benissimo. Il matrimonio è sempre saldo o no?<BR>«Ma no, con Marotta e Andrea al tempo ci sentimmo. Però io sono per la fedeltà, pensi che sto con mia moglie da 40 anni, cosa molto complicata nel mondo del cinema. E quella è la mia linea anche nel lavoro. Con Monicelli ho avuto 7 anni di esclusiva, con Christian De Sica 29, con Verdone lavoriamo insieme da 9, con Veronesi da 10. Mazzarri mi piace perché è un toscano sanguigno e io con i toscani sono sempre andato bene, penso ai successi con Nuti e Benigni. Mazzarri ha tutte le caratteristiche per andare daccordo con me, perché è uno molto sul pezzo. Ed è alla ricerca del risultato».</P> <P>Conte le piace?<BR>«Mi piace tutto di Conte, con una sola eccezione. Quando dichiarò che la Juve è una macchina che va sempre ai 200. Lui lavora dove nascono le Ferrari e deve andare ai... 350».</P> <P>Ha visto che Borriello si è fatto crescere dei baffetti alla Jean Dujardin?<BR>«Borriello ha un volto altamente cinematografico. Ma sono molti i calciatori che potrebbero passare al cinema».</P> <P>Ad esempio?<BR>«Ibrahimovic».</P> <P>Il cattivo perfetto.<BR>«Con quella faccia potrebbe fare qualunque cosa».</P> <P>I calciatori sono davvero delle star come quelle del cinema o no?<BR>«Sono molto più viziati. Il cinema, tranne rarissimi casi, presuppone lavere alle spalle un grande tirocinio, magari anche sofferenza. Cè gente che ha fatto veramente la fame. Nel calcio segui un percorso tracciato fin dalla gioventù e della vita reale sai poco. Io alluniversità o al lavoro andavo a dormire all una e mi alzavo alle quattro. I calciatori alle quattro non si alzano...».</P> <P>Sinceramente: qual è il suo prediletto tra i 3 tenori?<BR>«No, davvero, io tengo in maniera eguale a tutti i 25 ragazzi. Faccio lesempio di Fernandez: sono stato molto felice quando è sceso in campo. Allinizio non gli accadeva nonostante fosse un nazionale argentino. Poi, chiaramente, ognuno fa il proprio mestiere e decidere la formazione tocca a chi allena».</P> <P>Un quotidiano ieri sosteneva che senza Champions i tenori sono a rischio.<BR>«I tre tenori piacciano a tanti ma De Laurentiis ha i contratti. Io ho sempre onorato i miei impegni e pretendo che anche gli altri lo facciano con me».</P> <P>Lavezzi per la verità ha una clausola rescissoria.<BR>«E l'unico. Se mi metteranno 31 milioni. Comunque Lavezzi quando entra al San Paolo è un idolo. Se esce durante la partita viene sommerso dagli applausi. In un club inglese o russo succederebbe?».</P> <P>Qui parla il tifoso e non il manager.<BR>«Gliel'ho detto, io allo stadio non mi riconosco. Infatti non vado mai in sala stampa subito dopo la partita. Faccio passare almeno trequarti dora, altrimenti divento distruttivo».</P> <P>A livello filosofico lei si è sempre detto più attratto dalla Champions, rispetto allo scudetto. Non pensa che sia arrivato il momento per puntare al titolo?<BR>«Sono sempre per la Champions. La Formula 1 è una cosa, la Formula 2 unaltra. Cè l'incapacità di vedere industrialmente il calcio, qui siamo ancora a parlare di retrocessioni. Faccio un esempio: un imprenditore potrebbe essere interessato a rilevare il Bologna e allora farebbe un piano di investimento nel tempo, legato al bacino dutenza, ecc. ecc. Ma con il sistema attuale quell'imprenditore rischia di buttare 200 milioni e perché mai dovrebbe farlo?».</P> <P>Lei come agirebbe?<BR>«Varerei una serie A di 14 squadre e un campionato europeo a 60, eliminando lEuropa League che non serve a nulla, se non a perdere soldi. Faceva bene Mazzarri, un paio di stagioni fa, a schierare le seconde linee. Se dovessi finirci di nuovo, manderei la Primavera».</P> <P>Che accoglienza pensa che vi riserverà la Juve domenica sera?<BR>«L'approccio della Juve durante tutta la stagione è stato straordinario. La Juve, come il Napoli, è una squadra che gioca fino al 90 e questo le fa onore. Io non posso che fare i complimenti a tutti i giocatori bianconeri».</P> <P>E che Napoli vedremo?<BR>«Credo che vedrete un Napoli molto attento e prudente».</P> <P>Tornando ai tre tenori...<BR>«Non sono in vendita».</P> <P>Formano uno dei migliori reparti al mondo?<BR>«Sì, ritengo il nostro attacco formidabile. Penso a come sarà tra due anni quando inseriremo anche Insigne. Ed Edu Vargas avrà fatto la giusta esperienza».</P> <P>Ma lei è pronto ad acquistare giocatori di pari livello negli altri settori?<BR>«Guardi che Cavani, Lavezzi e Hamsik sono diventati i tre tenori a Napoli. Cavani a Palermo giocava decentrato e segnava 14-15 gol allanno. La grandezza di Mazzarri è stata nel cambiargli il ruolo, facendolo diventare un attaccante da 30 reti a stagione. Ma insieme a questo cè un settore medico all'avanguardia, una società che fa da collante e sa investire sui giovani».</P> <P>Quale sarà il prossimo passo di De Laurentiis?<BR>«L'altro giorno ho chiamato Macalli, ricordandogli quando convinsi Sky a comprare i diritti per il campionato di C con la scusa che avrebbero potuto mandare in onda le partite del Napoli. Gli ho detto: perché non facciamo un campionato di Prima Divisione con una dozzina di formazioni Primavera dei principali club a cui sarebbe vietata la promozione???. Ne guadagnerebbe l'interesse generale e pure le formazioni che ora giocano in quella serie, perché potrebbero misurarsi con il meglio. Senza considerare che se un giorno o laltro dovesse passare la famosa legge sugli stadi, poi questi impianti bisognerà pure pensare a riempirli».</P> <P>Un ultima domanda: ha preparato unaccoglienza particolare per Maradona?<BR>Diego sostiene che tra una settimana sarà a Napoli e che poi assisterà alla vostra finale di Coppa Italia con la Juve.<BR>«No, perché non mi ha chiamato, però sarei felice di parlargli. Anni fa abbiamo pure fatto un film insieme».</P> <P>Un giro di campo glielo concederebbe...<BR>«Maradona può andare in giro dove vuole, ci mancherebbe».</P> <P><BR>&nbsp;</P>C1000009adm001adm001de laurentiis.jpgSiNjuventus-de-laurentiis-conte-1003361.htmSiT1000007,T1000017,T1000027100075701,02,03,08030226
3211003356NewsCoppeMilan, Berlusconi: «Contento a metà, ho qualche osservazione da fare»20120329073130milan, barcellona, berlusconiHo detto a GuardiolaSilvio Berlusconi ha parlato a Sky Sport dopo la partita contro il Barcellona: "Ho detto a Guardiola che apprezziamo il gioco del Barcellona. Contento? A metà, ho qualche osservazione da fare. Quale? Non si dice".C1000009adm001adm001berlusconi.jpgSiNmilan-barcellona-berlusconi-1003356.htmSiT1000027100075701,02,03,07030157
3221003355NewsCoppeBarcellona, Guardiola: «Campo troppo scivoloso»20120328233831barcellona, guardiola, milanPeccato che l`erba non sia adatta per una partita di calcioPep Guardiola, l'allenatore del Barcellona, a Sky Sport. "Cosa ci siamo detti io e Berlusconi? Rimane tra me e lui. La partita? Conosciamo la qualità del Milan, ma non segnare in trasferta penalizza un po'. Il campo era scivoloso, era difficile. La panchina dell'Inter? Giocare a San Siro è sempre un piacere, peccato che l'erba non sia adatta per una partita di calcio. Inter e Milan meritano un campo migliore".C1000009adm001adm001guardiola.jpgSiNguardiola-barcellona-milan-1003355.htmSiT1000027100075701,02,03,07030143
3231003311NewsCampionatiInter, Moratti: «Stramaccioni ha talento. Ranieri vorrebbe restare in società»20120327201531inter, stramaccioni, bielsa, ranieri, moratti Bielsa è un tecnico che fa divertireIl presidente dell'Inter, Massimo Moratti, ha rilasciato alcune dichiarazioni riportate da Sky Sport: "Stramaccioni ha talento. Per il futuro tutto può succedere, spero possa rappresentare un'alternativa valida per il futuro. Bielsa è un tecnico che fa divertire, come Zeman e Montella, ma io parlo bene di tutto. Non sono soddisfatto invece di Gasperini, credo che le responsabilità principali per questa stagione siano sue. Forlan finora ha giocato poco, ma anche male. Ranieri? E' un gentiluomo, lui vorrebbe restare con un posto in società".C1000009adm001adm001moratti 2.jpgSiNbielsa-moratti-ranieri-stramaccioni-1003311.htmSiT1000026100075701,02,03030161
3241003292NewsCoppeCoppa Italia, Petrucci: «Stiamo valutando la possibilità di non dare l`Olimpico per la finale»20120327193779petrucciPotrebbero esserci grosse novità Come riportato da Sky Sport, potrebbero esserci grosse novità per quanto riguarda la finale di Coppa Italia. Il presidente del Coni, Gianni Petrucci, ha dichiarato: "Pensiamo di non dare l'Olimpico per la finale. Stiamo valutando la possibilità di non concedere lo stadio".C1000009adm001adm001petrucci.jpgSiNpetrucci-coppa-italia-1003292.htmSiT1000007,T1000010,T1000011,T1000012,T1000013,T1000014,T1000015,T1000016,T1000017,T1000018,T1000019,T1000020,T1000021,T1000022,T1000023,T1000024,T1000025,T1000026,T1000027,T1000028100075701,02,03,09030201
3251003285NewsCampionatiJuventus, il Tottenham vuole Conte20120327105432conte, tottenham, redknappIl tecnico leccese difficilmente andrà viaSecondo quanto riferisce Sky Sport Antomio Conte sarebbe finito nel mirino del Tottenham. Il tecnico leccese, sarebbe il sostituto ideale di Harry Redknapp vicino alla panchina della nazionale. Certamente la dirigenza juventina rispedirà al mittente l'offensiva degl club inglese.C1000009adm001adm001conte 2.jpgSiNjuventus-tottenham-conte-1003285.htmSiT1000007100075501,02,03,0603057
3261003281NewsCalciomercatoInter, Stramaccioni non è un traghettatore20120327103130inter, stramaccioni, ranieri, morattiPotrebbe restare anche per la prossima stagione Il nuovo allenatore dell'Inter, Andrea Stramaccioni, non sarà soltanto un traghettatore. Secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio nel corso di "E' sempre calciomercato" su Sky Sport, l'ex tecnico della Primavera nerazzurra potrebbe restare anche per la prossima stagione se concluderà in modo positivo questa stagione. Inoltre, Stramaccioni ha un ottimo rapporto con Vincenzo Montella e Luciano Spalletti e non è escluso che non possa significare qualcosa anche in prospettiva futura.C1000009adm001adm001stramaccioni.jpgSiNinter-stramaccioni-moratti-1003281.htmSiT1000026100075701,02,0303096
3271003260NewsCampionatiJuventus, Sconcerti: «Contratto Del Piero? Non è finita qui»20120326164726juventus, del pieroE` chiaro che ci sono stati dei problemi<P>In onda su Sky Sport, nel programma Terzo Tempo, il giornalista del Corriere della Sera, Mario Sconcerti, ha parlato di Juventus e di Alex Del Piero.</P> <P>La Juve con una punta forte sarebbe veramente prima e con merito?<BR>"Certamente con una punta che avesse segnato i 20 gol di Ibrahimovich e Di Natale avrebbe 5 o 6 punti in più. Il miglior marcatore delle Juve ha fatto 10 gol. E' chiaro che ci sono stati dei problemi. Io credo che la Juve si avvii a diventare un'ottima squadra di dimensioni europee, ancora non lo sono. Non so nemmeno chi siamo noi in Europa, non dimentichiamoci che abbiamo una sola squadra. Essere una buona squadra non significa automaticamente avere tutto il resto".</P> <P>Del Piero <BR>"La società Agnelli ha chiaramente detto che era l'ultimo anno di Del Piero, perché era stato lui ad annunciarlo. Bisogna anche mettere nel conto che qualche incomprensione ci sia. In questo momento Andrea Agnelli è una presenza totale e totalizzante, io non credo che lui sarebbe daccordo con quello che dico, ma è probabile che il carisma di Del Piero in qualche modo gli sia ingombrante, non ne voglia. Quale è la carica che Del Piero può prendere in questa società? Può fare il team manager non credo, può fare l'uomo di mercato e dopo si espone ai risultati delle campagne acquisti, mentre questi sono giocatori che devono andare oltre ai tempi, ai risultati. Per la prima volta nel dopoguerra, ho già l'impressione già Edoardo Agnelli, il fondatore facesse la stessa cosa, ma per la prima volta c'è un presidente operativo che fa da direttore generale della Juventus, e non può avere e non gradisce nè un presidente n'è un altro direttore generale. In questo tipo di situazione credo che stia anche all'intelligenza di Del Piero dove potersi collocare e secondo me da qui alla fine della stagione qualche novità ci sarà".<BR></P>C1000009adm001adm001del piero 4.jpgSiNjuventus-del-piero-agnelli-1003260.htmSiT1000007100075701,02,03,06030221
3281003259NewsCampionatiInter, Ranieri sempre più vicino all`esonero20120326144644inter, morattiIl presidente Moratti sta seriamente meditando sul possibile esonero La posizione di Ranieri è sempre più in bilico. Secondo Sky Sport, il presidente Moratti sta seriamente meditando sul possibile esonero del tecnico, dopo il crollo avuto nel match contro la Juventus appena subito il gol. L'allenatore romano in questi giorni è stato sempre difeso dal numero uno nerazzurro, che stavolta però vuole dare una vera e propria scossa.C1000009adm001adm001ranieri 2.jpgSiNinter-moratti-ranieri-juventus-1003259.htmSiT1000026100075501,02,03030142
3291003254NewsCalciomercatoMilan, bloccato Traoré per la prossima stagione20120326135620jordi alba, traore, milanPiace anche Jordi AlbaCome riferisce Sky Sport il Milan avrebbe bloccato per la prossima stagione Bakaye Traoré (27), centrocampista maliano del Nancy. Sempre i rossoneri si sarebbero inseriti nella corsa a Jordi Alba (23), terzino sinistro in forza al Valencia che piace anche al Barcellona. C1000009adm001adm001traore bakaye.jpgSiNmilan-traore-galliani-1003254.htmSiT1000027100075701,02,03,07030279
3301003247NewsCampionatiMilan, anche Nesta, Maxi Lopez e Robinho in gruppo20120326120847milan, nesta, robinhoBuone indicazioni per allegri in vista del BarcellonaCome riportato da Sky Sport, nell'allenamento di stamani nel Milan ci sono in gruppo anche Robinho, Maxi Lopez e Nesta. Buone indicazioni per Allegri in vista del Barcellona.C1000009adm001adm001robinho 2.jpgSiNmilan-maxi-lopez-robinho-1003247.htmSiT1000027100075501,02,03,07030127
3311003238NewsCampionatiBuffon: «Serata speciale e vittoria fondamentale»20120326083281juve, del piero, alex, buffon, inter«Sono felice per Alex. E` un grandissimo campione»<P align=justify>Queste le dichiarazioni di Gigi Buffon ai microfoni di Sky Sport dopo il successo sull'Inter per 2 reti a 0. E` stata una serata speciale. Storicamente questa sfida è particolare; oggi avevamo residue speranze per dare ancora fastidio al Milan. Se non avessimo vinto le avremmo probabilmente azzerate. Invece gli stimoli continuano a restare alti fino a fine stagione. L`Inter non mi è dispiaciuta, ha giocato molto bene per 60 minuti. Erano ben disposti in campo da Ranieri. Le mie parate? E` il mio ruolo e sono pagato&nbsp;per farlo al meglio. Mi piace tanto giocare se la diretta concorrente ha già giocato, perché se vinciamo poi è ancora più bello. Del Piero? Sono felicissimo per lui, è un grandissimo campione. Quest`anno è emersa la sua grande professionalità ed il fatto che senza nessun tipo di polemiche abbia accettato questo tipo di ruolo. Questa sera ha fatto felici tutti: compagni, allenatore e tifosi. </P>C1000009ivomesivomesbuffon 4.jpgSiNbuffon-dopojuveinter-felice-1003238.htmSiT1000007,T1000026100075401,02,03030128
3321003233NewsCampionatiMontella: «Pari meritato in un campo difficile»20120326075512catania, montella, napoli, sky«Non è stata una delle nostre migliori partite, ma abbiamo dimostrato di avere un grandissimo carattere».<P align=justify>Le insidie della partita erano tantissime e credo che all`interno della partita ci siano state tante partite Questa è la prima analisi fatta, al termine della partita Napoli-Catania disputatasi al San Paolo e terminata con il risultato di 2-2, da Vincenzo Montella. L`allenatore del Catania, ai microfoni di Sky Sport, parla di gara equilibrata: Nel primo tempo abbiamo tenuto tanto la palla e non abbiamo concesso quasi nulla al Napoli. Nella ripresa abbiamo subito gol nel nostro miglior momento e siamo andati sotto di due reti -prosegue Montella- Poi abbiamo reagito e siamo riusciti a pareggiare in uno stadio difficile e contro una grande squadra. La prestazione non è stata delle migliori, ma dal punto di vista del carattere non posso dire nulla ai miei ragazzi.</P> <P>&nbsp;</P>C1000009ivomesivomesmontella.jpgSiNmontella-napoli-catania-1003233.htmSiT1000014,T1000017100075401,02,03,08,0903071
3331003220NewsCampionatiCatania, Montella: «Abbiamo avuto carattere»20120325180541napoli, cataniaLe insidie della partita erano tantissimeVincenzo Montella, allenatore del Catania, ai microfoni di Sky Sport: "Le insidie della partita erano tantissime e credo che all'interno della partita ci siano state tante partite. Nel primo tempo abbiamo tenuto tanto la palla e non abbiamo concesso quasi nulla al Napoli. È stato un tempo equilibrato. Nella ripresa abbiamo subito gol nel nostro miglior momento e siamo andati sotto di due reti. Poi abbiamo reagito e siamo riusciti a pareggiare in uno stadio difficile e contro una grande squadra. La prestazione non è stata delle migliori, ma dal punto di vista del carattere non posso dire nulla ai miei ragazzi".C1000009adm001adm001montella.jpgSiNnapoli-montella-catania-1003220.htmSiT1000014100075701,02,03,09030110
3341003205NewsCampionatiUdinese, Asamoah: «Abbiamo un tecnico fantastico, per ora penso solo a fare bene»20120325095831udinese, asamoah, palermoTerzo posto? Non è facile, mancano ancora tante partiteIl centrocampista dell'Udinese, Kwanwdo Asamoah parla ai microfoni di Sky Sport anche del suo futuro: "Sto un po' meglio dopo aver subito una brutta botta alla spalla in Coppa d'Africa. Guidolin ci aiuta tantissimo e in questi anni sono cresciuto molto grazie ai suoi consigli e alle sue disposizioni tattiche. Lui e Guidolin aiutano tantissimo noi giovani. Mercato? Io penso solo all'Udinese, con cui ho un contratto ancora per molti anni, ma se cambia qualcosa vedremo cosa fare. Terzo posto? Non è facile perché mancano ancora tante partite, ma non dobbiamo mollare fino alla fine, pensando partita per partita".C1000009adm001adm001asamoah.jpgSiNasamoah-udinese-palermo-1003205.htmSiT1000011,T1000026100075701,02,03030245
3351003195NewsCampionatiPalermo, Miccoli: «Sono arrabbiato, certi atteggiamenti vanno rivisti»20120325093008miccoli, palermoPotevamo portare a casa tre puntiFabrizio Miccoli ai microfoni di Sky Sport dopo il pari contro l'Udinese: "Sono arrabbiato, non per la prestaziine quanto per il risultato, perché potevamo portare a casa tre punti. Qualche atteggiamento va rivisto e ne parleremo dentro lo spogliatoio, perché a 7-8 minuti dalla fine avevamo la gara in mano. Fatichiamo ad arrivare al tiro e dobbiamo lavorare duramente per cercare di salvarci il prima possibile. Abbiamo cambiato tantissimo rispetto all'anno scorso sia in campo che sulla panchina. Ci sta un anno di sofferenza come questo in cui gettare le basi per il prossimo anno".C1000009adm001adm001miccoli.jpgSiNmiccoli-udinese-palermo-1003195.htmSiT1000011,T1000023100075701,02,03030148
3361003183NewsCampionatiCobolli Gigli: «Se fossi in Moratti manderei Milito e Maicon» 20120324220131inter, cobolli gigli, morattiApprezzo invece un campione come ZanettiL'ex presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli, a Sky Sport, ha parlato dell'Inter consigliando anche alcune strategie a Moratti: "Fossi stato in Moratti, avrei mandato via chi come Maicon o Milito dopo la notte di Madrid ha rilasciato dichiarazioni dubbiose sul futuro. Non può essere tollerata una cosa simile. Apprezzo invece un campione come Zanetti. La crisi dell'Inter, comunque, nasce proprio dalla notte di Madrid e anche dalla fuga spagnola di José Mourinho".C1000009adm001adm001moratti 2.jpgSiNinter-moratti-cobolli-1003183.htmSiT1000007,T1000026100075701,02,03,06030166
3371003155NewsCalciomercatoAg. Maxi Lopez: «Sono fiducioso sul riscatto»20120323202157Maxi-Lopez-Milan-riscatto«Maxi è diventato importante per la squadra»L'agente di Maxi Lopez, Andrea D'Amico, è intervenuto quest'oggi a Skysport24 per fare chiarezza sulla posizione del suo assistitito e un possibile riscatto del giocatore da parte del Milan, a fine stagione: "Ancora è difficile prevedere se sarà riscattato dalla società rossonera. Tuttavia ho sensazioni positive a riguardo. Maxi è diventato un elemento importante per la squadra, come sta facendo vedere in campo. La partita contro l'Udinese potrebbe aver segnato una svolta".<br>FL0131FL0131maxi lopez 6.jpgSiNmaxi-lopez-milan-riscatto-1003155.htmSi100148501,02,03010260
3381003105NewsCampionatiMazzarri su Montella: «si vedeva che aveva la stoffa del mister, stavo per portarlo come vice...»20120322200747Mazzarri intervista SkyWalter Mazzarri ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky SportWalter Mazzarri ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport in merito alla gara di domenica contro il Catania: "Si vedeva che Montella aveva la stoffa del mister, in passato stavo per portarlo come vice. Domenica il Catania sarà avvantaggiato, loro sono freschi mentre noi siamo stanchi. Ci mancano risorse fisiche e mentali, questo mi preoccupa". Durante l'intervista ha poi avuto modo di parlare di Antonio Conte,attuale tecnico della Juventus: "Ricorda me nei primi anni di panchina, in finale saremo uno di fronte l'altro? ho qualche anno in più, sono più tranquillo di lui". In chiusura il tecnico del Napoli ha elogiato i suoi tenori ricordando la bellissima azione da "manuale del calcio", come dice qualcuno, che ha portato Cavani al gol valido per la finale.FL0151FL0151mazzarri 2.jpgSiNserie-a-mazzarri-napoli-1003105.htmSi100274101,02,03030119
3391003089NewsCampionatiGalliani: «Abbiamo un organico superiore alla Juventus. Pato partirà per gli Stati Uniti»20120322145220milan, tevez, patoTevez è sempre Tevez. Però certi treni ripassano una volta sola<P>L'amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani ha parlato a Sky Sport di Tevez e Pato: "Tevez è sempre Tevez. Però certi treni ripassano una volta sola. Noi però siamo soddisfatti di Maxi Lopez", </P> <P>Su Pato: "Andrà negli Stati Uniti per un controllo. Sarà visitato da un altro luminare, deve fer forza guarire".</P> <P>Sul campionato: "Abbiamo l'organico più forte, dobbiamo vincerlo questo scudetto. La nostra concorrente è la Juventus, non sarà facile: dopo la Coppa Italia hanno preso coraggio. L'eliminazione di Torino però non ha lasciato traccia. La Roma? Sarà una gara difficile, ma non fondamentale come quella contro l'Udinese. Se al Friuli avessimo perso, credo che sarebbe stato difficile per noi conquistare lo scudetto".</P>C1000009adm001adm001galliani.jpgSiNmilan-galliani-tevez-pato-1003089.htmSiT1000027100075701,02,03,07030277
3401003080NewsCampionatiInter, Moratti alla Pinetina per un confronto con la squadra20120322125618inter, moratti Ad accoglierlo c`erano i tifosi nerazzurri Come riferisce Sky Sport, stamattina il presidente dell'Inter Massimo Moratti è arrivato alla Pinetina. Ad accoglierlo c'erano i tifosi nerazzurri che lo hanno incoraggiato in questo momento complicato e che adesso lo aspettano all'uscita dai cancelli. La squadra si è allenata davanti ai suoi occhi&nbsp; e probabilmente a fine allenamento il presidente vorrà confrontarsi con Claudio Ranieri e i suoi ragazzi dopo il pareggio con l'Atalanta che lo ha fatto arrabbiare e gli ha fatto lasciare San Siro a dieci minuti dalla fine.&nbsp;(fcinter1908)C1000009adm001adm001moratti 2.jpgSiNinter-ranirei-moratti-1003080.htmSiT1000026100075701,02,03030154
3411003067NewsCalciomercatoMilan, ag. Maxi Lopez: «Non so se il Milan lo riscatterà»20120322084644milan, maxi lopezFossi in Del Piero cambierei continente<P>Andrea D'Amico, agente di Maxi Lopez, ha parlato, a Sky Sport, del futuro del suo assistito: "Difficile prevedere se il Milan lo riscatterà. Ho comunque sensazioni posotive, Maxi è un giocatore importantissimo per i rossoneri, lo sta dimostrando sul campo, è un attaccante moderno. La sfida di Udine potrebbe aver rappresentato per lui e per il Milan un momento fondamentale".</P> <P>&nbsp;Su Del Piero: "Fossi in lui cambierei continente o comunque nazione. Ha fatto grande la Juventus, è giusto che vada a provare altre sensazioni sportive. Giovinco? Non ne abbiamo ancora parlato nè noi nè le società. Importante saranno le decisioni dei club e di Sebastian. Ha bisogna della fiducia dell'allenatore, dovrà avere certezze economiche e tecniche".</P>C1000009adm001adm001maxi lopez 6.jpgSiNmilan-giovinco-maxi-lopez-allegri-1003067.htmSiT1000014,T1000027100075701,02,03,07,09030200
3421003022NewsCalciomercatoRoma, quasi fatta per Dodò del Corinthians20120321094531roma, dodòE` in possesso del passaporto comunitarioSecondo quanto riporta Sky Sport, la Roma è ad un passo dall'acquisto di Dodò (20) dal Corinthians. Il terzino brasiliano, in scadenza di contratto, è in possesso del passaporto comunitario.C1000009adm001adm001dodo.jpgSiNroma-dodo-corinthians-1003022.htmSiT1000012100075701,02,030302562
3431003020NewsCalciomercatoJuventus, Borriello non verrà riscattato. Decisione già comunicata alla Roma20120321090131borriello, juventus, romaTornerà in giallorosso<P>Secondo quanto riportato da Sky Sport a fine stagione terminerà l'avventura alla Juventus di Marco Borriello. Il club bianconero, infatti, ha già comunicato alla Roma che eserciterà il diritto di riscatto fissato a circa 7 per l'intero cartellino dell'attaccante.</P> <P>&nbsp;</P>C1000009adm001adm001borriello 4.jpgSiNjuventus-borrielnds-roma-1003020.htmSiT1000007,T1000012100075701,02,03,06030299
3441002996NewsCampionatiMontali: «Fiorentina? Per ora non commento, ma mi piace il mondo del calcio»20120320182946roma, juventus, montaliHo lavorato con Juventus e RomaNon sono abituato a commentare ipotesi, non mi sembra neppure corretto verso chi sta lavorando. Sono le parole dell`ex dg della Roma Gian Paolo Montali ai microfoni di Sky Sport in merito alle voci che lo vorrebbero alla corte dei Della Valle a Firenze. Ho preso da anni una strada molto precisa, dopo che nel 2006 ho chiuso con la pallavolo. Ho lavorato con Juventus e Roma, mi piace molto il calcio, ha caratteristiche e qualita` che nella mia prima vita ho trovato poco. Nel futuro voglio rimanere in questo mondo, mi piace molto e mi sento a mio agio. Certo, io non sono un uomo di mercato, sono un manager abituato a lavorare con gli altri, in una societa` posso fare il direttore generale, il mio ruolo e` quello della precedente vita dove non ero il classico allenatore in campo, ma un manager stile inglese. Dovevo convincere a fare squadra. Italia o estero? Mi piacciono i progetti, nel mondo dello sport bisogna essere ambiziosi. Per me e` importante la sfida, non faccio differenza tra Italia e estero. C1000009adm001adm001montali.jpgSiNroma-jubestus-montali-fiorentina-1002996.htmSiT1000007,T1000012,T1000024100075401,02,03030169
3451002979NewsCoppeVan Basten: «Milan più forte, ma la Coppa è un`altra cosa. Potevo andare alla Juventus»20120320111941van basten, milan, juventusAdesso mi devo concentrare sull`Heerenveen<P>In un'intervista concessa a Sky Sport, Marco Van Basten, ha parlato della sfida di Coppa Italia tra Juventus e Milan, ma anche di tanto altro. "Adesso il Milan sta andando bene, sembra la squadra più forte. La Coppa è sempre un duello diverso. In campionato adesso è il Milan al comando".</P> <P>Conterà secondo te la personalità, la preparazione degli allenatori Conte e Allegri?<BR>"Allegri mi sembra un ottimo allenatore, l'ho incontrato un paio di volte, una persona a posto. Conte non lo conosco, mi sembra molto fanatico quando vedo le partite (ride, ndr). Sarà una partita molto interessante. Il Milan, soprattutto a Milan, ha giocato un'ottima partita contro il Barcellona. Il Barcellona è la squadra più forte di tutti, quindi non sarà un compito facile per il Milan, però il Milan in casa è una squadra contro la quale bisogna fare attenzione".</P> <P>E' Messi il giocatore più forte del mondo?<BR>"Sì, senza ombra di dubbio".</P> <P>Anche il più forte di sempre?<BR>"Quasi quasi sì. Dipende, se lui riuscirà a vincere un campionato mondiale secondo me diventerà il più forte".</P> <P>Ibrahimovic è molto forte, ma in tanti sottolineano la differenza di rendimento tra campionato e Champions League...<BR>"Secondo me è una coincidenza. Se tu sei in grado di segnare tanti gol in Italia allora sei anche capace di farli in Champions League. Ha tutta la qualità per essere decisivo, di fare la differenza, sia in campionato che in Champions League. Per lui non sarà un problema".</P> <P>Secondo Capello, tu eri più concreto di lui...<BR>"Non so, io so che anche lui adesso sta facendo tanti gol quindi quelli che fanno gol fanno la differenza nel calcio, più o meno. Fare gol è molto importante, ma anche la squadra deve essere capace di creare occasioni. E' anche una questione di squadra".</P> <P>Si parla spesso di un tuo possibile arrivo sulla panchina del Milan. Nel futuro si può tenere aperta questa ipotesi?<BR>"Chi lo sa?".</P> <P>Non la escludiamo?<BR>"Parlavano anche della, dicevano che anche la Juve è una bella società, una bella città, quindi mi sembrava anche bello lavorare là. E' una domanda che mi hanno già posto e ho dato questa risposta".</P> <P>Quindi confermi che comunque anche Torino potrebbe essere una possibilità...<BR>"Prima...perché adesso non vorrei parlare di Italia. Mi devo concentrare sull'Heerenveen, in Olanda, poi vediamo". </P>C1000009adm001adm001van basten.jpgSiNmilan-van-basten-juventus-1002979.htmSiT1000007,T1000027100075701,02,03,06,07030186
3461002966NewsCalciomercatoBozzo, agente Fifa: «Rapporto con Zarate concluso. Non sono più il suo procuratore»20120320083130zarate, bozzoCassano sta bene, speriamo che si possano avere notizie positive a breve<P>Giuseppe Bozzo, agente Fifa, parla a Sky Sport della fine del rapporto con l'attaccante dell'Inter Mauro Zarate, del quale non sarà più il rappresentante: "Zarate non è più un mio assistito da ieri. Non ho chiesto il rinnovo, ci sono dei percorsi che si fanno insieme e altri no. E' stato coinvolto dalla stagione negativa di tutta la squadra, per lui sarebbe stato meglio giocare da titolare che entrare sempre a partita in corso". </P> <P>Su Gilardino e Cassano: "Gilardino nelle ultime due stagioni è stato un po' coinvolto dall'andamento negativo della Fiorentina e da solo non è riuscito a invertire la situazione. Ora è a Genoa per ripagare la fiducia di Preziosi, si trova bene. Speriamo che in Liguria possa ripercorrere i primi anni della Fiorentina. Vuole mettere in difficoltà Prandelli per andare agli Europei. Cassano sta bene, speriamo che si possano avere notizie positive sul suo conto a breve".</P>C1000009adm001adm001zarate.jpgSiNzarate-bozzo-inter-1002966.htmSiT1000018,T1000026100075701,02,03030318
3471002973NewsCalciomercatoParma, Ghiradi: «Nessuna paura di perdere Giovinco, anzi»20120320074531parma, ghiradi, giovincoHo un bel ricordo di AmauriIl presidente del Parma Ghirardi a Sky Sport, parla di Giovicno: Non abbiamo paura di perdere Giovinco: siamo orgogliosi di averlo con noi ma perderlo significherebbe rafforzare le casse della società. Giovinco è costato 4 milioni, non sono abituato a fare cifre e il prezzo lo fa il mercato. Mi auguro che valga tantissimo, ma il mio sogno è di vederlo nel Parma. Se ce ne dovremo privare valuteremo le offerte che penso arriveranno da tutto il mondo. Dobbiamo essere attenti e puntigliosi ma crediamo in Donadoni e nella squadra. Ora ci aspettano molte partite in casa e diversi scontri diretti, siamo fiduciosi". Su Amauri: "Amauri a giugno? Perché no, abbiamo un grande ricordo di lui".<BR>C1000009adm001adm001giovinco.jpgSiNgiovnco-amauri-ghirardi-1002973.htmSiT1000007,T1000016,T1000024100075701,02,03030288
3481002972NewsCampionatiGenoa, Marino: «Contento per come abbiamo giocato»20120319233831roma, genoaMi fa piacere che Luis Enrique abbia riconosciuto i nostri meritiIl tecnico del Genoa, Pasquale Marino, a Sky Sport: "Mi fa piacere che Luis Enrique abbia riconosciuto i nostri meriti. Sono soddisfatto solo della prestazione, perché i ragazzi hanno dato tutto e ha reagito bene allo svantaggio restando in gara per tutta la partita. Oggi la squadra mi ha soddisfatto dal punto di vista del gioco, specialmente rispetto alle ultime trasferte. Abbiamo avuto alcune occasioni buone e abbiamo cercato sempre di giocare, ma non siamo stati precisi in avanti. Peccato aver preso gol in avvio".C1000009adm001adm001marino pasquale.jpgSiNgenoa-roma-marino-1002972.htmSiT1000022100075701,02,03030158
3491002969NewsCampionatiRoma, Luis Enrique: «La partita non mi è piaciuta. Buono solo il risultato»20120319231941roma, luis enriqueTotti? Non ci è mancatoIl tecnico della Roma, Luis Enrique, a Sky Sport: "L'obiettivo era vincere le dodici partite che mancavano dopo il Derby e siamo partiti bene in queste due gare riuscendo a recuperare punti. Oggi la partita non mi è piaciuta nonostante il risultato. Oggi abbiamo sofferto molto, perdendo troppi palloni. Il Genoa ci ha messo in difficoltà giocando un'ottima partita. Totti? No, non credo ci sia mancato. Dopo il nostro gol siamo stati troppo timidi nel pressing e abbiamo fatto tanti errori in fase di impostazione. Dobbiamo migliorare globalmente".C1000009adm001adm001luis enrique 4.jpgSiNluis-enrique-roma-1002969.htmSiT1000012100075701,02,03030156
3501002927NewsCampionatiNapoli, Cavani: «Dovevamo affrontare la gara in maniera diversa»20120319154531udinese, napoli, cavaniE` un punto guadagnato il nostroQueste le parole di Cavani, su Sky Sport, al termine della gara contro l'Udinese: "E' un punto guadagnato il nostro, l'atteggiamento degli ultimi minuti lo dovevamo avere dall'inizio. La gara s'era messa male per colpa nostra, doveva essere affrontata diversamente. Ci stiamo giocando il terzo posto, ora dobbiamo proseguire senza mollare. Il rigore anche se lo calciavo alto veniva preso lo stesso da Handanovic, i portieri sono li per fare quello e complimenti a lui che ha capito la mia intenzione di calciatore centralmente".C1000009adm001adm001cavani 2.jpgSiNnapoli-udsisnes-cavani-1002927.htmSiT1000011,T1000017100075701,02,03,0803097
3511002907NewsCalcio EsteroDramma Muamba: «Saranno decisive le prossime 24 ore»20120318133012Muamba-condizioniIl giocatore sta lottando tra la vita e la morteC'è tanta apprensione nel mondo del calcio per le gravi condizioni di Fabrice Muamba. Il calciatore, originario dello Zaire, si è accasciato al suolo, durante la sfida di FA Cup tra Tottenham e Bolton, quando è rimasto vittima di un arresto cardiaco. "Le prossime 24 ore saranno decisive" ha affermato l'allenatore del Bolton, Owen Coyle. Come riportato da Sky Sport il manager ha poi aggiunto "E' molto grave. Sta ricevendo tanti messaggi e posso solo dire di pregare tutti insieme affinchè Fabrice ce la faccia". Si attendono nuovi aggiornamenti dai medici, secondo i quali l'utilizzo del defibrillattore ha giocato un ruolo fondamentale nel tenere in vita Fabrice.<br>FL0131FL0131index.jpgSiNmuamba-condizioni-1002907.htmSi100148501,02,03010166
3521002876NewsCalciomercatoJuventus, l`Arsenal vuole Del Piero20120317151131juventus, qpr, arsenal, del pieroAnche il QPR vuole il giocatore&nbsp;La notizia arriva dall'Inghilterra e la riporta Sky Sport News, secondo cui l'Arsenal ha pronta un'offerta incredibile per Alessandro Del Piero. Il capitano della Juventus piace anche a Queens Park Rangers e Blackburn. I Gunners starebbero avviando i primi contatti con l'entourage di Del Piero, attratto anche dalla possibile esperienza negli Usa, e dal Paris Saint-Germain.adm001adm001del piero 4.jpgSiNjuventus-arsenal-qpr-del-piero-1002876.htmSiT1000007100075701,02,03,06030217
3531002861NewsCalciomercatoInter, Samuel rinnova20120317110882samuel, interRaggiunto l`accordoCome riferisce Sky Sport è stato trovato l'accordo per il rinnovo, sino a giugno 2013, tra Samuel e l'Inter. Il centrale argentino ha raggiunto l'intesa economica ora si attende solo la firma.C1000009adm001adm001samuel.jpgSiNsamuel-nagsdhd-inter-1002861.htmSiT1000026100075701,02,03030133
3541002761NewsCoppeChelsea, Di Matteo: «Rimonta storica. Abbiamo limitato il Napoli»20120314234531di matteo, chelsea, napoliC`era solo bisogno di una grande prestazione come questa per risvegliare l`orgoglio della squadra<P>Roberto Di Matteo, allenatore del Chelsea, ai microfoni di Sky Sport si gode la rimonta e la qualificazione ai quarti ringraziando tutta la sua squadra a partire dai senatori: "Penso che sia una notte storica per noi. Ribaltare il risultato dell'andata non era facile, ma la squadra ha giocato una partita di grandissimo livello e siamo felici di essere ai quarti. Non avevo dubbi sulle qualità della mia squadra. Ho scelto una squadra esperta e sono contento che i senatori abbiano fatto una prestazione super. È stata una battaglia e l'abbiamo vinta come una squadra".</P> <P>Come mai i senatori sono tornati a trascinare la squadra?<BR>"Non è una questione di senatori o meno. C'è sempre bisogno di 11 giocatori determinati e di un gruppo unito. Non è vero che in passato ci siano stati problemi. C'era solo bisogno di una grande prestazione come questa per risvegliare l'orgoglio della squadra".</P> <P>Come mai il cambio di modulo?<BR>"Dovevamo ad essere solidi in fase difensiva, cercando di non prendere gol. Poi con i giocatori che abbiamo sono sempre fiducioso che i gol possono arrivare. Questo è stato il cambiamento principale. Stasera dovevamo tenere un buon equilibrio per ridurre al minimo gli attacchi del Napoli e credo che ci siamo riusciti anche grazie alle grandi parate del nostro portiere".</P>C1000009adm001adm001di matteo.jpgSiNdi-matteo-chelsea-napoli-1002761.htmSiT1000017100075701,02,03,08030153
3551002754NewsCalciomercatoJuventus, anche il Milan su Kuzmanovic20120314230447kuzmanovic, lazio, juvemntus, stoccarda, milanSul giocatore anche la LazioSecondo le indiscrezioni riportate in giornata da Sky Sports UK Zdravko Kuzmanovic (24) ha già affermato di voler disputare almeno l'Europa League nel 2012/13, e che non disdegnerebbe un eventuale ritorno nel campionato italiano; attualmente legato allo Stoccarda fino al giugno 2013, il serbo è stato di recente accostato oltre che&nbsp; a Lazio e Juventus anche al Milan. Il valore del suo cartellino si aggira intorno ai 9 milioni di euro.C1000009adm001adm001galliani.jpgSiNkuzmanocia-cgtsua-lazio-jubrets-milan-1002754.htmSiT1000007,T1000018,T1000027100075701,02,03,06,07030198
3561002727NewsCampionatiRoma, Totti e De Rossi dovrebbero farcela20120314120542totti, de rossi, romaHanno effettuato dei controlli a Villa StuartSecondo le ultime informazioni riportate da Sky Sport, Francesco Totti e Daniele De Rossi dovrebbero riuscire a recuperare in tempo per giocare il match di lunedì contro il Genoa. Entrambi si sono recati questa mattina a Villa Stuart per dei controlli, dopo essersi fermati nell'allenaento di ieri.C1000009adm001adm001totti.jpgSiNtotti-roma-de-rossi-1002727.htmSiT1000012100075701,02,03030101
3571002714NewsCoppeInter, Ranieri: «Questa squadra non può fare più di così»20120313232220inter, marsiglia, ranieriAbbiamo giocato meglio anche a Marsiglia<P>Il tecnico dell'Inter Ranieri a Sky Sport: "Abbiamo giocato meglio anche a Marsiglia, però prendere gol lì nel finale e anche stasera, è difficile da digerire. In centottanta minuti abbiamo subito tre tiri in porta, vince chi fa gol quindi complimenti a loro".</P> <P>Con Sneijder afuori avete fatto meglio. "Sapevamo che loro sulla nostra fascia sinistra si sarebbero inseriti perché sviluppano così il loro gioco. Però non riuscivamo noi a far partire né Milito e né Forlan. Finché lo abbiamo fatto bene, poi ho dovuto schierare Obi che ha disputato una buona gara. Più di quello che la squadra ha fatto non poteva fare, ma la fortuna sembra non volerci aiutare. Anche venerdì sera a Verona abbiamo sbagliato un rigore e vinto nei minuti finali. Questo però è il calcio, bisogna accettare tutto. Terzo posto? Deve cambiare il vento. Questo è un anno di alti e bassi, noi lottiamo, aiutati che Dio ti aiuta, ma la squadra non può dare di più".</P>C1000009adm001adm001ranieri 2.jpgSiNinter-marsiglia-milito-ranieri-1002714.htmSiT1000026100075701,02,03030199
3581002710NewsCoppeInter, Moratti: «I ragazzi sanno cosa fare»20120313201420inter, morattiStasera dobbiamo avere coraggio e buona volontàMassimo Moratti a Sky Sport: "Alla squadra non ho chiesto nulla, lo sanno già da soli cosa devono fare. Li ho visti consci dell'importanza della partita e della Champions. L'importanza della sfida contro il Chievo? Lo vedremo stasera, speriamo che possa andare tutto per il verso giusto. Stasera dobbiamo avere coraggio e buona volontà, bisogna essere continui. Il sostegno di Mourinho? E' sempre vicino a squadra e società, ci fa piacere. Cosa farà la differenza? I gol... ".C1000009adm001adm001massimo-moratti.jpgSiNinter-masriglia-moratti-1002710.htmSiT1000026100075701,02,03030121
3591002699NewsCampionatiFiorentina, Mencucci: «Non so se Jovetic ce la farà»20120313170131amauri, jovetic, fiorentinaAmauri? Di solito gli ex ci fanno sempre gol, speriamo questa volta tocchi a luiA Sky Sport è intervenuto l'ad della Fiorentina Sandro Mencucci, per parlare della sfida di sabato tra i viola e la Juventus: "Amauri? Di solito gli ex ci fanno sempre gol, speriamo questa volta tocchi a lui. Jovetic? Ancora non posso esprimermi, lui sta lavorando per recuperare. Oggi riprendono gli allenamenti, e vedremo se ce la farà. Lo vedremo ancora a lungo a Firenze e se non ci sarà sabato lo vedremo tante altre volte. Rossi? Difficile giudicare allenatori che entrano in corsa, sta facendo un grande lavoro con i più esperti e con i giovani. E' un allenatore che darà il meglio alla lunga più che nel breve periodo. Montella? Io lo stimo molto, ma vedo che lo stimano anche altre squadre".C1000009adm001adm001jovetic 2.jpgSiNjovetic-fiorentina-juventus-mencucci-1002699.htmSiT1000007,T1000024100075701,02,03030115
3601002694NewsCoppeNapoli, De Laurentiis: «Siamo scaramantici, meglio Frustalupi al posto di Mazzarri»20120313144531napoli, chelsea, de laurentiisTutti vogliono Cavani e tutti vogliono Lavezzi ma al momento nessuno mai ha fatto delle offerteIl Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis è già a Londra da ieri e questa mattina è stato presente negli studi di Sky Sport news UK dove ha rilasciato un`intervista. Queste alcune dichiarazioni del patron azzurro riportate da ilgazzettinolocale.com: La gara di domani sera sarà molto difficile, ovviamente noi speriamo di chiudere il discorso qualificazione. Ma per noi è già un risultato molto importante essere arrivati a vedere questa partita. Il cambio di allenatore che ha avuto il Chelsea non ci favorisce, i giocatori vorranno dimostrare di riuscire a fare bene con Di Matteo.<BR>Ci auguriamo che la squalifica di Mazzarri possa essere congelata ma nel caso in cui ciò non avvenisse in panchina ci sarà Frustalupi che non ha mai perso forse, essendo noi napoletani scaramantici, meglio che non ci sia Mazzarri. A parte gli scherzi il nostro allenatore è molto importante per noi e speriamo di averlo in panchina. I nostri tifosi sono la nostra forza e rappresentano il dodicesimo uomo in campo è stato un vero peccato non avere dei biglietti in più per la partita di domani. I nostri giocatori non sono sul mercato, se ci fossero dei club interessati che ci facessero delle proposte. Per acquistare i nostri talenti servono tanti soldi li mettessero sul tavolo e allora, soltanto allora, ne potremmo discutere. Quando io ho acquistato Cavani dal Palermo non aveva questo rendimento con noi è cresciuto tantissimo ed è giusto che noi lo valorizziamo. Tutti vogliono Cavani e tutti vogliono Lavezzi ma al momento nessuno mai ha fatto delle offerte. Quando ho acquistato il Napoli mi è stato dato solo un foglio di carta e nulla in più, abbiamo ricominciato dalla Serie C e adesso siamo qui a giocarci questa partita sono molto orgoglioso di tutto ciò. La partita di domani sarà una gara molto psicologica ma sia i nostri giocatori che quelli del Chelsea sono dei professionisti e riusciranno a non sentire la pressione sarà fondamentale rimanere concentrati per tutta la durata del match. Il problema del calcio è Platini. Noi come club potremmo sfondare in tanti paesi, come l`India e la Cina, che hanno dei grossi bacini di utenza. La differenza tra il cinema e il calcio è che tu in un film conosci la fine perché la scrivi. Nel calcio, e nello sport in generale, non sai mai come va a finire&nbsp; questo lo rende molto eccitante.<BR>C1000009adm001adm001de laurentiis.jpgSiNnapoli-chelsea-frustalupi-de-laurentiis-1002694.htmSiT1000017100075701,02,03,08030126
3611002688NewsCalciomercatoManchester City, Mancini vuole a tutti i costi Van Persie20120313124531mancini, manchester city, milan, juventus, van persieSul giocatore anche Juventus e MilanEntra nel vivo la corsa per arrivare ad acquisire il cartellino di Robin Van Persie, attaccante 28 enne dell'Arsenal e della nazionale olandese. Il giocatore, in scadenza di contratto con i "Gunners" nel 2013, piace moltissimo alla Juventus, che, secondo il noto giornalista Sky Gianluca Di Marzio, dovrà fronteggiare la forte concorrenza del Manchester City: nei giorni scorsi si è parlato addirittura di un accordo raggiunto dal club di Roberto Mancini con l'entourage dell'attaccante olandese, ma ancora non c'è nulla di ufficiale, e la Juve non sembra intenzionata ad arrendersi. Su Van Persie c'è anche il Milan, che vorrebbe affiancare l'attuale capitano dell'Arsenal a Ibrahimovic, per formare una coppia d'attacco di altissimo livello.1007856adm001adm001van persie 2.jpgSiNmilan-van-persie-majcre-cjuy-mancini-jubfestus-1002688.htmSiT1000007,T1000027100075701,02,03,06,07030259
3621002668NewsCampionatiMilan, Allegri: «Tiferò Inter»20120313074531allegri, milan, interI nerazzurri hanno grandi possibilità e tutti noi del calcio italiano dovremmo tifare per loroIntervistato da Sky Sport il tecnico del Milan Massimiliano Allegri parla della due giorni di Champions League, in particolare della sfida fra Inter e Olympique Marsiglia. Allegri dichiara a riguardo: "I nerazzurri hanno grandi possibilità e tutti noi del calcio italiano dovremmo tifare per loro: in Europa bisogna fare il tifo per le italiane e io tiferò Inter".C1000009adm001adm001allegri 2.jpgSiNallegri-milan-marsiglia-inter-1002668.htmSiT1000026,T1000027100075701,02,03030142
3631002666NewsCampionatiMilan, El Shaarawy: «Punto ai prossimi Mondiali»20120312225131milan, el shaarawyIl giovane attaccante di origini egiziane raccontaOspite del programma "Mondo Gol" su Sky Sport, Stephan El Shaarawy dice la sua sul compagno di squadra Zlatan Ibrahimovic: "Il pallone d'oro? Per vincerlo è necessario fare bene in Europa, in Nazionale e in campionato". Il giovane attaccante di origini egiziane racconta del suo sogno di partecipare ai mondiali del 2014, che si terranno in Brasile.<BR>C1000009adm001adm001el shaarawy 2.pngSiNmilan-italia-el-shaarawy-1002666.htmSiT1000027100075701,02,03,07030204
3641002662NewsCalciomercatoParma, Giovinco: «Porte aperte alla Juventus»20120312194531giovinco, juventus, parmaAnche se il periodo non è dei migliori, dobbiamo stare su col morale<P>Ospite negli studi di Sky Sport, il fantasista del Parma Sebastian Giovinco s'è detto pronto a tornare alla Juventus. Il calciatore è in comproprietà proprio tra il club ducale e la società bianconera: "Non so ancora dove giocherò in futuro. Juventus? Nel calcio ci può stare di tutto. Apro tutte le porte". Giovinco ha poi parlato del momento di forma della squadra emiliana: "Anche se il periodo non è dei migliori, dobbiamo stare su col morale. Speriamo di fare qualche punto in più".</P>C1000009adm001adm001giovinco.jpgSiNgiovinco-parsma-juventus-1002662.htmSiT1000007,T1000016100075701,02,03,06030264
3651002643NewsCalciomercatoClamoroso Juventus, Pogba rinnova con lo United e dice no ai bianconeri20120312134531pogba, amnchetser united, juventusIl centrocampista sembrava ormai della JuventusClamoroso dall'Inghilterra. Secondo Sky Sports Uk, Pogba (19) avrebbe accettato la proposta di rinnovo contrattuale del Manchester United dicendo no a sorpresa alla Juventus, quando l'accordo sembrava oramai definito. La decisione del centrocampista francese sia maturata dopo essere sceso in campo nel 2-0 contro il West Bromwich Albion. Decisione del tutto inattesa, viste le cifre dell'accordo con la Juventus già emerse la scorsa settimana.1007856adm001adm001pogba.jpgSiNpogba-mjcfestsr-inuted-jubtus-1002643.htmSiT1000007100075701,02,03,06030223
3661002637NewsCampionatiCapello: «Io mai all`Inter. Vi svelo il sogno di Berlusconi»20120312125422milan, berlusconi, capelloQuesto è un momento importante del campionato<P>Fabio Capello è intervenuto ai microfoni di Sky Sport a margine del Premio del Presidente consegnato a Gianni Rivera dal presidente Uefa Micheal Platini. "Il Milan? Ho passato degli anni meravigliosi con loro, ho tanti amici qui. A Berlusconi sono legato in maniera particolare. Lo scudetto al Milan? Questo è un momento importante del campionato, siamo nella fase finale. Sarebbe diventato difficile rincorrere. Credo abbiano raggiunto la consapevolezza della loro forza. Ibra? L'ho portato io in Italia, è uno dei tre giocatori più forti d'Europa. Quando vuole giocare è incontenibile. Solitamente i grandi giocatori hanno una statura mediocre, ma lui che è alto, è agile e ha una tecnica stratoferica. Van Basten viveva più per il gol, lui ogni tanto si perde perché vuole dimostrare sempre qualcosa in più. La Juve? Se hanno deciso il silenzio stampa sarà giusto così. Il mio futuro? Sono qui, rilassato dopo aver lasciato la Nazionale inglese. Sono in attsea, non so cosa farò. Moratti? Non l'ho incontrato, è una grossa bugia quella che è stata scritta. Futuro all'Inter? No, al 100%. Ronaldo al Milan? E' un sogno quello di Berlusconi, anche per il calcio italiano".</P> <P>&nbsp;</P>C1000009adm001adm001capello 3.jpgSiNmilan-berlusconi-capello-inter-1002637.htmSiT1000007,T1000026,T1000027100075701,02,03030241
3671002565NewsCalciomercatoNapoli, Hamsik fedele agli azzurri. Respinto il Psg20120310211500calciomercato,napoli,serie aDe Laurentis riesce ad ottenere il rinnovo di Hamsik fino al 2016. Ora è tempo di lottare per tenersi stretti anche Lavezzi e Cavani.<P>Il presidente del Napoli conferma che per la prossima stagione riuscirà a tenersi stretto i gioiellini della sua squadra al di là dei risultati che otterrà in questo campionato. La prima rassicurazione è arrivata con il rinnovo di Markel Hamsik che ha firmato un contratto fino al 2016, dopo aver rifiutato la vantaggiosa offerta ricevuta dal Psg di Leonardo e Ancelotti. Le parole di De Laurentis a Sky: "Hamsik è una persona educata e garbata, ha sposato in pieno la nostra causa firmando un contratto fino al 2016, quindi non credo ci sia nulla da controllare. Il Paris Saint Germain ha molti soldi, un tecnico di valore, ma deve dimostrare di poter vincere". In fumo quindi le speranze di Leonardo e di molti altri club della Premier.</P> <P>Il prossimo obiettivo di De Laurentis è il rinnovo di Lavezzi che ha ancora nel suo contratto una clusola&nbsp;rescissoria da 31 milioni di euro. Il Pocho sembra aver ritrovato il suo equilibrio e dopo la doppietta contro il Chelsea ha ripreso a segnare con costanza, perciò il presidente proverà a rinnovargli il contratto prima del calciomercato estivo evitando qualsiasi corteggiamento da parte di altre società.</P> <P>Ci sarà da sudare invece per il rinnovo di Cavani. Su di lui ci sono i più grandi club del mondo che offriranno al fuoriclasse un ingaggio superiore a quello imposto da De Laurentis e anche palcoscenici irrinunciabili. In estate si faranno avanti Barcellona, Real Madrid, Mancheser City e United. Sarà dura per il presidente rinunciare a offerte del peso di 50 milioni, ma ci proverà. Nel caso in cui dovesse cedere si pensa gia ad un sostituto, degno di prendere il posto di Cavani ma ovviamente con caratteristiche diverse, si tratta di Jovetic della Fiorentina. Il giocatore potrebe arrivare anche senza la cessione dell'uruguaiano e in quel caso Mazzarri sara felice di far arretrare Hamsik sulla linea dei centrocampisti</P>1007858FL0121FL0121hamsik.jpgSiNcalciomercato-campionato-serie a-1002565.htmSi100148701,02,03030306
3681002540NewsCampionatiJuventus, Marotta: «Voglio uno come Ibrahimovic»20120310094531juventus, marotta, ibrahimovicÈ chiaro che se facessimo più gol sarebbe tutto molto più facileIntervenuto ai microfoni di Sky, Beppe Marotta, direttore generale della Juventus, parla dell'attacco dei bianconeri. Queste le parole di Marotta, riportate dal Corriere dello Sport: "È chiaro che se facessimo più gol sarebbe tutto molto più facile. Un top player come Ibra? Lo svedese è merce rara, ma il nostro obiettivo è avere in futuro qualche giocatore così"<BR>C1000009adm001adm001marotta 2.jpegSiNmarotta-ibrahimovic-jubventus-1002540.htmSiT1000007,T1000027100075701,02,03,06,07030133
3691002531NewsCampionatiInter, Moratti: «Vittoria importante, ma dobbiamo fare di più»20120309234054moratti, inter, ranieriLavezzi? Lo prenderei subito<P>Massimo Moratti, presidente dell'Inter, ai microfoni di Sky Sport si è detto soddisfatto per la vittoria sul Chievo Verona: "Il risultato era la cosa più importante, poi sono contento che la squadra sia in crescita e che i gol e la vittoria di stasera siano importanti anche in prospettiva e diano morale in vista delle prossime sfide. Alla fine tutti si abbracciavano ed erano tutti contenti, poi essendo il compleanno dell'Inter c'era un'aria di festa particolare. Il risultato aiuterà i ragazzi contro il Marsiglia in Champions League, ma loro sanno l'importanza di quella partita e sapranno come fare per ribaltare il risultato".</P> <P>Poli oggi ha dimostrato di essere da Inter. Ci saranno novità in estate?<BR>"Poli ha fatto una bella partita e ha dimostrato di essere un ragazzo che merita di essere in una squadra imprtante come l'Inter. In estate vedremo come fare per migliorare ulteriormente questa squadra e dare oiltre che freschezza anche esperienza".</P> <P>Ranieri ha parlato di partita da Inter. Lei come considera la gara di oggi?<BR>"Oggi l'Inter ha giocato con sicurezza ed è una buona cosa, credo che contro il Marsiglia serva un po' di rabbia e ambizione in più. Si può fare di meglio, ma senza dubbio è stata una prestazione da Inter, perché ha vinto in sicurezza".</P> <P>La chiusura è dedicata a Lavezzi e Mazzarri, in collegamento da Napoli, a cui il presidente nerazzurro fa tanti complimenti: "Lavezzi? Lo prenderei subito. Faccio i complimenti a Mazzarri perché è facile avere i grandi giocatori, ma non è facile farli giocare bene come fa lui".</P> <P>&nbsp;</P> <P><BR>&nbsp;</P>C1000009adm001adm001massimo-moratti.jpgSiNmoratti-inter-napoli-chievo-lavezzi-1002531.htmSiT1000026100075701,02,03030152
3701002530NewsCampionatiInter, Ranieri: «Mi sono commosso. Poli fantastico»20120309233849raniri, chievo, interMoratti era contento e ci ha fatto i complimenti<P>Claudio Ranieri, allenatore dell'Inter, ai microfoni di Sky Sport spiega la sua commozione dopo i gol di Samuel e Milito: "Significa che ci tengo e sono contento per i ragazzi. Abbiamo giocato veramente bene e si meritavano questa vittoria dopo un mese di astinenza. - continua parlando poi della prestazione e della Champions - Sicuramente questo risultato fa morale, è una grossa boccata d'ossigeno e mi auguro che San Siro si riempi e ci spinga contro il Marsiglia in una partita ricca di insidie.Il prossimo passo è cercare la qualificazione ai quarti. Sappiamo quanto è importante per noi, la società e i tifosi. Continueremo a lavorare per raggiungere questo traguardo, con più gioia ed entusiasmo dopo questa vittoria. Devo dire grazie ai ragazzi per la prestazione di stasera. Hanno finalmente giocato da Inter".</P> <P>Cosa vi ha detto Moratti a fine gara?<BR>"Moratti era contento e ci ha fatto i complimenti. Il presidente mi ha sempre dato tutto il suo appoggio e ho un ottimo feeling con lui. Sono sereno e credo che anche il presidente lo sia. Sto facendo il mio con la massima lucidità, poi Dio vede e provvede".</P> <P>Poli ha dimostrato grande carattere. Il centrocampo con lui può sostenere Sneijder? <BR>"E' un ragazzo molto generoso, che sta ritrovando il ritmo di gara. Ha fatto una grande partita come tutta la squadra. Era da tempo che non li vedevo giocare così. Ci sono stati tanti infortuni e io devo cercare di tirare sempre il meglio dai miei giocatori e fare le mie scelte in base a quello che vedo in allenamento. Poi posso sbagliare o meno. Sneijder oggi non è mai stato fermo e non l'ho mai avuto così da quando sono arrivato qui".</P>C1000009adm001adm001ranieri 2.jpgSiNranieri-moratti-inter-chievo-1002530.htmSiT1000026100075701,02,03030164
3711002524NewsCampionatiJuventus, Matri: «Voglio lo scudetto»20120309210131matri, juventus, milanSiamo vicini al MilanAlessandro Matri ha parlato ai microfoni di Sky Sport della situazione dei bianconeri: "C'è rammarico per le ultime due gare, ma abbiamo dato tutto e siamo comunque vicino al Milan. Il sogno scudetto c'è e ce lo porteremo dietro fino alla fine. Sono dispiaciuto che di alcune critiche piovute negli ultimi tempi, anche se possono pure dare una carica in più".C1000009adm001adm001matri.jpgSiNjuventus-matri-milan-1002524.htmSiT1000007,T1000027100075401,02,03,06,07030146
3721002512NewsCampionatiJuventus, Marotta: «I nostri attaccanti segnano poco ma si sacrificano tanto. Nuovo contratto per i giocatori»20120309133354juventus, marottaCerto, facendo più gol sarebbe tutto più facile, ma io non me la sento di crocifiggere i nostri attaccantiIntervenuto ai microfoni di Sky Sport, l'a.d. della Juventus, Beppe Marotta, parla del momento generale dei bianconeri: "Lo stadio è una tappa fondamentale in termini di incremento di ricavi, al di là dei vantaggi che ne conseguono. Oggi il calcio non è solo un fenomeno sociale e sportivo, ma principalmente buisness. La Champions League è un generatore di ricavi molto importante. Negli ultimi anni soffriamo delle rivalità nate all'interno del nostro sistema. Siamo l'unica Nazione che ha un'area professionistica di 132 società, altrove i numeri sono molto minori. C'è un'instabilità generale. In Serie A gli ultimi anni gli scudetti sono stati vinti dalle società più indebitate, questo è un fatto del tutto anomalo. La politica sugli ingaggi? Più che fare un taglio deciso, vorremmo introdurre un modello nuovo di contratto, con bonus e malus a seconda del raggiungimento di obiettivi. La pareggite e la lotta scudetto? Dobbiamo lavorare di settimana in settimana e alla fine trarre le conclusioni. I gol degli attaccanti? Io guardo alle statistiche e spesso ci supportano, specie per quanto riguarda la differenza reti. Le nostre punte si sacrificano molto e lavorano per la squadra. Certo, facendo più gol sarebbe tutto più facile, ma io non me la sento di crocifiggere i nostri attaccanti".C1000009adm001adm001marotta 2.jpegSiNjuventus-marotta-vucinic-matri-1002512.htmSiT1000007100075701,02,03,06030158
3731002502NewsCalciomercatoNapoli, De Laurentiis: «Non pensiamo al Chelsea. Il PSG deve dimostrare di saper vincere»20120309110742de laurentiis, psg, napoliNon voglio creare un incidente diplomatico<P>Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ospite negli studi di Sky Tg 24 ha parlato del momento del Napoli: "Noi siamo concentrati solo sul Cagliari, non pensiamo al Chelsea. Mazzarri gli sta facendo già il lavaggio del cervello ai ragazzi ripetendo all'infinito la parola Cagliari".</P> <P>Sulle offerte per i tre tenori e le dichiarazioni di Hamsik sul Psg. "Hamsik è una persona educata, garbata, già quando aveva 20 anni ne dimostrava 30, ha una famiglia straordinaria ed ha sposato in pieno la nostra causa firmando un contratto fino al 2016, quindi non credo ci sia nulla da controllare. Il Paris Saint Germain ha molti soldi, ha un tecnico di valore, ma deve dimostrare ancora di poter vincere. Non voglio creare un incidente diplomatico, ma i napoletani sono molto più divertenti. A Parigi la gente è impegnata nei propri egocentrismi".</P>1007858adm001adm001de laurentiis.jpgSiNnapoli-psg-de-laurentiis-1002502.htmSiT1000017100075501,02,03,08030171
3741002449NewsCampionatiConte: «Sono felice per Vucinic. Se c`è una frenata è solo nei risultati»20120307222854conte, vucinic, juve, sky sport, genoa, vidal«Domenica a Genova difesa da inventare, assenti Bonucci, Barzagli e Chiellini»<P align=justify>Antonio Conte, allenatore della Juventus, ai microfoni di <I>Sky Sport</I> esordisce parlando della sua espulsione: "C'è stata una protesta generale della panchina e l'arbitro ha punito me. Ne sono rimasto sorpreso, ma sono cose che capitano nel calcio.&nbsp;Io a questi ragazzi non posso rimproverare nulla, come col Chievo abbiamo giocato un'ottima partita contro una buona squadra che ha grandi individualità e che è ben messa in campo. Dispiace non averla vinta, nonostante la voglia messa in campo dai ragazzi e le occasioni creata. Questi ragazzi non ci stanno a perdere e lo si vede da come scendono in campo. Subito il gol, loro si sono chiusi per poi ripartire con quei tre li davanti che sono molto pericolosi. Sono contento per Vucinic, che ora sarà più sereno e tranquillo. Oggi era la prima volta che giocavamo senza due giocatori come Chiellini e Barzagli. Queste assenze devono farci crescere. Adesso vedremo per la prossima gara dove potrebbe esserci Vidal in quel ruolo, visto l'assenza di ben 3 centrali. Cercheremo di vincere la partita col Genoa nonostante le assenze. Parlare di Juve in calo dopo la gara di oggi non mi pare sia il caso. Oggi ha dimostrato di poter contare su grandi uomini, se c'è una frenata è solo nei risultati. Se riusciremo a vincere lo scudetto sarà un miracolo e saremo contenti". </P>C1000009ivomesivomesconte 2.jpgSiNconte-juve-vidal-vucinic-1002449.htmSiT1000007100075401,02,03,06030148
3751002451NewsCampionatiIaquinta: «Tenteremo l`impresa sino alla fine»20120307222845iaquinta, catania, cesena, fischi«Non era facile vincere giocando con l`uomo in meno per 70 minuti»<P align=justify>L'attaccante del Cesena, Vincenzo Iaquinta, ha parlato ai mivrofoni di Sky al termine del match pareggiato per 0 a 0&nbsp;contro il Catania.&nbsp;"Siamo rimasti in dieci e non è stato facile, ma abbiamo dimostrato di avere carattere. Il pareggio non è quello che volevamo, ma dobbiamo continuare così. Abbiamo cercato di non sentire i fischi, ci sta nel calcio quando i risultati non arrivano. Noi ci crediamo fino alla fine, fino a quando la matematica ci condannerà".</P>C1000009ivomesivomesiaquinta.jpgSiNcesena-iaquinta-catania-1002451.htmSiT1000014,T1000021100075401,02,03,09030126
3761002430NewsCoppeMilan, Aquilani: «Buona la reazione nella ripresa. La gara è partita male»20120307081531aquilani, milanEl Shaarawy a diciannove anni ha fatto bene considerando un campo così difficileIl centrocampista del Milan, Alberto Aquilani, ha parlato a Sky Sport della sconfitta per 3-0 sul campo dell'Arsenal che però permette ai rossoneri di accedere ai quarti: "La partita si è messa male, loro hanno subito sbloccato la gara e lì si sono complicati i nostri piani. Chiudere 3-0 il primo tempo era la cosa peggiore per noi, ma abbiamo reagito alla grande nella ripresa. Van Bommel? E' un grande giocatore, di queste partite ne ha fatte decine ma anche un giovane come El Shaarawy a diciannove anni ha fatto bene considerando un campo così difficile. Ha avuto anche la palla per segnare".C1000009adm001adm001aquilani.jpgSiNaquilani-arsdena-milan-1002430.htmSiT1000027100075701,02,03,07030210
3771002429NewsCoppeMilan, Mexes: «C`è poco da festeggiare»20120306234887mexes, arsenal, milanNella competizione vogliamo fare strada<P>Il difensore del Milan, Philippe Mexes, ha parlato a Sky Sport al termine della gara persa 3-0 con l'Arsenal ma che permette ai rossoneri di accedere ai quarti di Champions: "Il primo tempo è andato male, ci hanno punito ad ogni episodio. Nella ripresa siamo riusciti a far girare il pallone, abbiamo avuto meno paura. Non dovrà succedere più. Dopo una partita del genere non si può festeggiare. Nella competizione vogliamo fare strada, ma dobbiamo fare meglio anche se questa sera abbiamo passato il turno".</P> <P>&nbsp;</P>C1000009adm001adm001mexes 2.jpgSiNmexes-milan-arsenal-1002429.htmSiT1000027100075701,02,03,07030283
3781002345NewsCampionatiInter, Ranieri: «La squadra ha avuto una grande reazione»20120304231058inter, ranieriLa mia posizione? La cosa importante è l`Inter, cerco di fare il meglio per la squadraAi microfoni di<EM> Sky Sport</EM>, il tecnico dell'<STRONG>Inter Claudio Ranieri</STRONG> prova a spiegare l'ennesima prova deludente dei suoi specie in difesa, a cui fa da contraltare il ritorno al goal di Forlan e Milito: "Alla prima occasione, e mi ripeto, ci hanno segnato ed al primo spavento veniamo meno in determinazione. Abbiamo iniziato bene e poi siamo calati con il loro goal. Ho grandi campioni che negli spogliatoi si sono guardati gli occhi ed hanno fatto una grande redazione. Sneijder? E' un campione, è normale parlare sempre di lui, ma bisogna dargli tempo. Si sta ritrovando che ci aiuterà in futuro. La mia posizione? La cosa importante è l'Inter, cerco di fare il meglio per la squadra. La risposta è stata molto importante e siamo finalmente tornati al goal, che ci mancava da tempo. E' una squadra che non si arrende, e questo è importante. Io non scappo davanti alle difficoltà. La posizione di Milito del secondo tempo? E' stata una partita particolare. Milito deve giocare secondo le sue caratteristiche, Forlan ha fatto molto bene ed è stato determinante nonostante fosse la prima volta che giocava largo a sinistra. E' un anno particolare dopo tanti di successi, bisogna programmare e vedere che giocatori possono essere utili a questa squadra. Ho due anni di contratto e spero di restare, penso a lavorare e fare il meglio che posso. Non è un caso semplice ma io ci credo. Terzo posto? Pensiamo a tornare alla vittoria, già oggi abbiamo fatto una grossa impresa".C1000009adm001adm001ranieri 2.jpgSiNranieri-inter-catania-gomez-1002345.htmSiT1000026100075701,02,03030145
3791002317NewsCampionatiJuventus, Marotta: «Ci manca personalità»20120304073130marotta, juventus, chievoAccettiamo le decisioni dell`arbitro. Ma credo che serva un confronto fra società e arbitri per una crescita di tutto il movimento<P>Beppe Marotta, amministratore delegato della Juventus, ai microfoni di Sky Sport parla di flessione fisiologica per un gruppo che sta dando il massimo in questa stagione: "La corsa contro il Milan è sempre difficile. Adesso stiamo vivendo un attimo di flessione e non avendo solisti che possono cambiare la gara soffriamo un po'. Siamo comunque in corsa per lo scudetto nonostante gli ultimi risultati. Il pari non ci lascia felici e ha messo in mostra qualche limite. Siamo un gruppo in crescita".</P> <P>Come vede l'episodio della mancata espulsione di Dramé?<BR>"Accettiamo le decisioni dell'arbitro. Ma credo che serva un confronto fra società e arbitri per una crescita di tutto il movimento".</P> <P>Quanto pesano gli impegni con la Nazionale?<BR>"Queste amichevoli singole sono state oggetto di polemiche anche da parte di altri club e credo che dal prossimo anno non ci saranno più, ma ci saranno solo quelle doppie con la pausa del campionato".</P> <P>Dove siete inferiori al Milan?<BR>"Noi non abbiamo la mentalità e la personalità del Milan. Siamo una squadra in crescita con tanti giocatori che non possono vantare un grande palmares, che ci permette di gestire meglio certe partite. Ora dobbiamo completare un percorso di crescita cercando di trovare quei giocatori che possono farci fare il salto di qualità anche dal punto di vista della personalità".</P> <P>&nbsp;</P>C1000009adm001adm001marotta 2.jpegSiNmarotta-chievo-juventus-1002317.htmSiT1000007,T1000028100075701,02,03,06030142
3801002220NewsCampionatiPalermo, Miccoli: «Nocerino è un campione. Nazionale? Prandelli non ha bisogno di me»20120301214644miccoli, ibrahimovic, npocerino, palermo, milanC`è già un gruppo abbastanza avviato, il mister ha già fatto le sue scelte ed è giusto rispettarle<P>Il capitano del <STRONG>Palermo Fabrizio Miccoli</STRONG>, intervistato da<EM> Sky Sport</EM>, ha parlato di <STRONG>Zlatan Ibrahimovic</STRONG>: "Lo svedese ha dimostrato che quando sta bene è molto difficile da marcare, ci darà filo da torcere". </P> <P>Su Antonio Nocerino: "Sta dimostrando di essere un campione. Lo era già qui, soprattutto sotto il profilo umano. Una persona limpida come lui merita tutto il bene che c'è".</P> <P>Sulla Nazionale: "C'è già un gruppo abbastanza avviato, il mister ha già fatto le sue scelte ed è giusto rispettarle. Non credo che Prandelli abbia bisogno di me".</P>C1000009adm001adm001miccoli.jpgSiNmiccoli-palermo-nocerino-ibrahimovci-prandelli-milan-1002220.htmSiT1000023,T1000027100075701,02,03010227
3811002215NewsCampionatiMexes: «Roma-Lazio? Farò il tifo per i giallorossi»20120301211531klose, mexes, lazio, romaKlose è un grande giocatore. Il compito di fermarlo è di Juan e Heinze, non sarà facile<STRONG>Philippe Mexes</STRONG> ha parlato ai microfoni di<EM> Sky Sport</EM> dopo la vittoria della sua Francia contro la Germania. Proprio nella nazionale tedesca gioca Klose, attaccante della Lazio, che il francese è riuscito a fermare. Il centrale ora al Milan ha vissuto una lunga esperienza con la maglia della Roma durata dal 2004 al 2011 ed è inevitabile chiedergli un`opinione sul derby in programma domenica: <BR>Da ex romanista tifo per i giallorossi e spero che vincano loro. Anche se ora sono al Milan sono molto legato alla Roma.<BR>Klose è stato decisivo all`andata, come si ferma il tedesco?<BR>Klose è un grande giocatore me ne sono accorto anche questa sera. Il compito di fermarlo è di Juan e Heinze, non sarà facile. Però sono molto fiducioso che Juanito riuscirà a fermarlo colgo l`occasione anche per fargli gli auguri.C1000009adm001adm001mexes 2.jpgSiNmexes-roma-klose-lazio-1002215.htmSiT1000012,T1000018,T1000027100075701,02,03010137
3821002120NewsCampionatiFoggia, portiere aggredito dai tifosi: «Sono sconvolto...Per un periodo staccherò...»20120229094034campionato Lega Pro, aggressione portiere del foggiaIL portiere del Foggia, Paolo Ginestra, è stato aggredito mentre la squadra si stava allenando sul campo di Ordona, in vista della trasferta di Reggio Emilia, ina casa della Reggiana.Il portiere del Foggia (Lega pro, Prima Divisione) Paolo Ginestra è stato aggredito durante l'allenamento della sua squadra sul campo di Ordona. Secondo una prima ricostruzione, l'aggressione sarebbe avvenuta da parte di una quarantina di persone entrati in campo con l'intenzione di parlare con i giocatori.Appena hanno visto Ginestra, però, si sono diretti contro di lui e lo hanno aggredito con pugni e calci. <BR>Tutti associano questa tremenda vicenda con le dichiarazioni del portiere fatta 3 giorni fa, il 25 febbraio, subito dopo la sconfitta subita dal Tritum (0-1), manifestando il suo disappunto riguardo il clima ostile creato dalla tifoseria a causa delle continue sconfitte subite da circa un mese."Si pensa più a contestare la società che sostenere noi in campo, vergognaoso..."<BR>Le condizioni del portiere non sono preoccupanti: il calciatore, secondo i medici, guarirà in una diecina di giorni. Dopo essere stato medicato, ha lasciato l'ospedale ed è voluto tornare a casa dalla sua famiglia molto turboato e scosso.&nbsp;Queste le parole di&nbsp;Ginestra dette a Sky Sport24: "Se il calcio è questo bisogna vergognarsi tutti, a 33 anni una cosa del genere ti cambia la vita, non so se ne vale la pena, Le mie colpe? Domenica dopo la partita ho chiesto ai tifosi di starci vicini, perchè da settimane ci insultavano e minacciavano. Capisco che vivono una situazione difficile, che la situazione di classifica è brutta, ma questo non basta a giustificare certe cose. Sono sconvolto, quando ti trovi 30 persone allo stadio che vengono per picchiarti non è una cosa bella. Adesso per un periodo staccherò, ne parlerò col mister e con la società. Io vengo dalla strada, conosco la sofferenza, ma quando si arriva a questi episodi c'è da pensare. GIà il nostro calcio ha dei problemi se poi si aggiungono queste cose".<BR>Per quanto riguarda le sue condizioni dopo l'aggressione dice:"Mi hanno dato dieci giorni di riposo, ho riportato un piccolo problema alla retina, un piccolo taglietto e per lo zigomodomani farò una tac. Farò denuncia? Ho preso un pò di tempo, perchè qui bisogna anche stare attenti. Capisco che a Foggia non c'è lavoro, non ci sono tante cose, ma questo non giustifica quello che hanno fatto oggi. Lo stipendio? A volte è arrivato puntuale, altre no, il calcio di Lega Pro non è quello di serie A".<BR>Ora si spera che il portiere rossonero riesca ad affrontare e a superare questo incidente con forza e che possa ritrovare il coraggio di tornare a giocare a calcio, ciò che ama fare da sempreFL0121FL0121pallone 2.jpgSiNcampionati-lega pro-foggia-1002120.htmSi100148701,02,03030204
3831002076NewsCampionatiPirlo si sente «tradito» dal Milan 20120228183830pirlo, juventus, milanDa giocatore che parla poco ma pensa molto, sapeva che la riconoscenza non è di nessun mondo, ma il rispetto sì: e questo si sarebbe aspettato dal Milan<P>Come riportano Laura Bandinelli e Massimiliano Nerozzi per <EM>La Stampa</EM>, ad <STRONG>Andrea Pirlo</STRONG> è bastata la prova internet: quei fotogrammi piazzati sul sito del Milan, con tanto di minuti, raffiguranti le presunte gomitate a Mark Van Bommel. C`è rimasto male, molto, perché quella «homepage», fino a otto mesi fa e per dieci anni, è stata anche «home» sua: e che casa, con la quale e per la quale ha vinto scudetti e Champions League, con cinquanta partite a stagione. Da giocatore che parla poco (in pubblico) ma pensa molto, sapeva che la riconoscenza non è di nessun mondo, ma il rispetto sì: e questo si sarebbe aspettato dal Milan. Si dovrà accontentare della fedina penale che il giudice sportivo ieri gli ha riconsegnato candida. Meno linda quella di Philippe Mexes, punito con tre giornate di squalifica per il cazzotto a Marco Borriello, pena contro la quale il club rossonero non pare intenzionato a proporre ricorso. Sempre dopo aver consultato le immagini, il giudice ha prosciolto Sulley Muntari, sotto indagine per «il corpo a corpo con Lichtsteiner». Ammonito con diffida l`ad rossonero Adriano Galliani, squalificato per una giornata l`addetto agli arbitri Silvano Ramaccioni: entrambi, per insulti alla Juve. Un verdetto «piuttosto unilaterale», l`hanno definito spifferi milanisti.</P> <P>Dunque, Pirlo non è improvvisamente diventato uno sgomitatore di professione: secondo la sentenza, «lo juventino allargava ripetutamente il braccio destro, colpendo (e spingendo) al petto l`avversario, con l`evidente intento di vanificarne l`intervento, ma per la dinamica del movimento, la zona del corpo attinta e il contesto agonistico, si ritiene che il gesto di Pirlo non integri in alcun modo gli estremi della condotta violenta». Da codice, invece, il cazzotto di Mexes: «Da notevole distanza dall`azione di gioco - spiega il giudice Tosel - con un repentino ed energico movimento del braccio destro colpiva da tergo con un pugno il fianco destro, all`altezza del costato, del calciatore bianconero che si accasciava dolorante al suolo». Le riprese di Sky non lasciano dubbi: è evidente «l`intenzionalità del gesto e appare superflua ogni ulteriore considerazione circa la natura violenta della condotta di cui si è reso responsabile Mexes». Dalla Francia, ieri è arrivata la sua versione, più che le scuse: «Sono gesti che non si devono commettere, ma non era mia intenzione fare male: e durante la partita anch`io ho ricevuto colpi, ma non sono andato per terra».</P> <P>Nessuna pena, invece, per Muntari: sarebbe stato sanzionabile se l`arbitro l`avesse visto, ma considerato «l`acceso contesto agonistico e la dinamica dei convulsi movimenti di entrambi i protagonisti», non v`è prova «della condotta violenta». Proscioglimento che, nella strategia rossonera, è stato possibile solo grazie alla contestuale valutazione del comportamento imputato a Pirlo. Niente assoluzione invece per Adriano Galliani ma, pure in questo caso, la sentenza solleva opposte valutazioni. Motivazione per la condanna dell`ad: al termine del primo tempo e al rientro negli spogliatoi, ha rivolto ad alcuni tesserati della società avversaria «espressioni provocatorie e irrispettose». A casa Milan avrebbero gradito una pena anche per Conte.</P> <P>&nbsp;</P>C1000009adm001adm001pirlo.jpgSiNpirlo-juventus-galliani-milan-1002076.htmSiT1000007,T1000027100075701,02,03,07030388
3841002082NewsCampionatiInter, Ranieri non ha digerito le parole di Moratti20120228140718ranieri, interIl tecnico si sarebbe innervositoCome riferito da<EM> Sky Sport</EM>, <STRONG>Claudio Ranieri</STRONG> non avrebbe gradito le parole di <STRONG>Massimo Moratti</STRONG> nel primo pomeriggio di ieri quando aveva messo in discussione la sua posizione. In serata, poi, il presidente ha corretto il tiro e la situazione si è ristabilita. Dopo il nervosismo, dunque, pare che fino a domenica sera nulla si muoverà.C1000009adm001adm001ranieri 2.jpgSiNranieri-inter-moratti-catania-1002082.htmSiT1000026100075701,02,03030200
3851002057NewsCampionatiInter, Moratti: «Stiamo valutando il futuro di Ranieri»20120227185420moratti, ranieri, interA Napoli non ho visto la reazione che mi attendevo"La posizione di Ranieri? Stiamo valutando cosa fare. A Napoli non ho visto la reazione che mi attendevo", questo il virgolettato riportato da Sky Sport del patron dell'Inter, Massimo Ranieri. Dopo cinque sconfitte consecutive fra campionato e Champions League vacilla pesantemente la posizione del tecnico capitolino che potrebbe essere sostituito da Luis Figo, attuale "ministro degli esteri" della società nerazzurra.C1000009adm001adm001moratti 2.jpgSiNmoratti-inter-ranieri-napoli-1002057.htmSiT1000026100075701,02,03030154
3861002024NewsCampionatiLazio, Reja: «Discorso panchina chiuso»20120226233114reja, lazioIo litigo spesso coi presidenti, ma dopo liti del genere può uscire rinforzata l`amiciziaAl termine del match contro la <STRONG>Fiorentina</STRONG>, il tecnico della <STRONG>Lazio</STRONG>, <STRONG>Edy Reja</STRONG>, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky: "Qualche problema c'è stato, ma a me premeva che la squadra recuperasse. E' un momento in cui siamo incerottati, perdo pezzi per strada invece di recuperarli. Ora c'è il derby, spero di recuperare qualcuno, spero che questa situazione finisca. Sono tre punti importanti, bisogna fare i complimenti ai ragazzi. Domani sarò ancora l'allenatore della Lazio? Quest'argomento è chiuso, invece vorrei fare un appello ai tifosi, che sostengano sempre la squadra. Sotterriamo l'ascia di guerra e guardiamo avanti. Zola? Ci conosciamo, ci sentiamo spesso durante la settimana, l'augurio mio è che possa approdare nel campionato italiano e in una squadra importante, magari anche alla Lazio. Io litigo spesso coi presidenti, ma dopo liti del genere può uscire rinforzata l'amicizia. La Lazio può tornare a due punti, naturalmente bisogna trovare un certo equilibrio: col 4-3-1-2 abbiamo avuto buoni risultati, l'importante è trovare la solidità difensiva. Io mi auguro solo di ritrovare alcuni giocatori, oggi ne ho perso altri due...anche Hernanes aveva un problema agli adduttori".C1000009adm001adm001reja.jpgSiNreja-fiorentina-lazio-1002024.htmSiT1000018,T1000024100075701,02,03030141
3871001972NewsCampionatiJuventus, Quagliarella in vantaggio su Matri20120225190820juventus, milan, conteEstigarribia preferito a PepeCome riferisce Sky Sport pare che per il match di stasera tra Milan e Juventus, guadagna posizioni Quagliarella in leggero vantaggio su Matri. A centrocampo Estigarribia dovrebbe essere preferito a Pepe.C1000009adm001adm001matri.jpgSiNjuventus-milan-estigarribia-matri-pato-1001972.htmSiT1000007100075701,02,03,06030169
3881001907NewsCampionatiInter, Moratti: «Avanti con Ranieri»20120224111229ranieri, inter, moratti Il momento difficile? PasseràQueste le parole del presidente dell'Inter Massimo Moratti riportate da Sky Sport. "Proviamo ad andare avanti con Ranieri, poi vedremo. Il momento difficile? Passerà. Gli investitori dall'estero? Non è il momento per parlarne, ora pensiamo al campo". Breve e lapidario,&nbsp; il numero uno nerazzurro all'uscita dagli uffici della Saras. C1000009adm001adm001moratti 2.jpgSiNranieri-inter-moratti-marsiglia-1001907.htmSiT1000026100075701,02,03030137
3891001869NewsCampionatiMilan, Maxi Lopez in dubbio per la Juventus20120223153130maxi lopez, juventus, milanSeduta in gruppo per il resto della squadra<P>Nell'allenamento di oggi a Milanello, si è allenato a parte <STRONG>Maxi Lopez</STRONG>. Per l'attaccante rossonero, come riporta<EM> Sky Sport</EM>, un problema al polpaccio. Seduta in gruppo per il resto della squadra.</P> <P>&nbsp;</P>C1000009adm001adm001maxi lopez 6.jpgSiNmaxi-lopez-juventus-milan-1001869.htmSiT1000007,T1000027100075701,02,03,06,07030112
3901001735NewsCalciomercatoCesena, Beretta nuovo allenatore20120221094112cesena, berettaAccordo sino a giugno con opzione di rinnovoCome riferisce<EM> Sky Sport</EM> il nuovo tecnico del<STRONG> Cesena</STRONG> sarà <STRONG>Mario Beretta</STRONG>. E' stato raggiunto l'accordo con la società bianconera, per l'allenatore un contratto fino a giugno con opzione di rinnovo in caso di salvezza. C1000009adm001adm001beretta mario.jpgSiNcesena-campedelli-beretta-1001735.htmSiT1000021100075701,02,03030161
3911001666NewsCampionatiChievo. Sorrentino: «Vittoria fondamentale»