ROBERTO CARLOS HA DECISO: «ULTIMA PARTITA, POI CHIUDO»


Il brasiliano 39enne appenderà gli scarpini al chiodo. Ma prima vorrebbe affrontare il Real.
tempo: 39ms
RSS
Makhackala, 03/08/2012 -

Il calcio giocato perderà fra poco tempo un grandissimo campione: Roberto Carlos ha deciso di terminare la sua fortunata carriera, costellata di successi, nella squadra in cui milita attualmente, i russi dell'Anzhi. Il terzino 39enne vorrebbe giocare la sua ultima partita contro il Real Madrid, squadra in cui ha militato per 11 anni. Una volta ritiratosi, assumerà completamente la funzione di assistente tecnico dell'allenatore Hiddink poiché fino alla passata stagione ricopriva il doppio ruolo di giocatore e componente dello staff.

Cresciuto nell'Uniao Sao Joao, si fece notare dal Palmeiras che lo ingaggiò per mezzo milione di dollari nel 1993 soffiandolo all'Atletico Mineiro, che dopo un periodo di prova lo scartò. Dopo aver vinto 2 campionati brasiliani, 2 Paulistão e 1 Torneo Rio-San Paolo in due stagioni, venne acquistato dall'Inter per 10 miliardi di lire. Si fece distinguere così anche in Europa per le sue micidiali e spettacolari punizioni, ma Roy Hodgson lo ritenne «tatticamente indisciplinato», così per 7 miliardi di lire passò al Real Madrid. Al Bernabeu rimase fino al 2007, collezionando 370 presenze e 48 gol, 4 Liga, 3 Supercoppe Nazionali, 3 Champions League, 2 Coppe Intercontinentali e 1 Supercoppa Europea, venendo nominato nel Miglior Giocatore UEFA 2002 e 2003. 

Andò quindi in Turchia, al Fenerbahçe, dove fece in tempo a vincere un Supercoppa di Lega prima di tornare in patria al Corinthians per un anno, e poi a svernare all'Anzhi. Con la maglia della nazionale del Brasile 125 presenze e 10 gol. Secondo a Francia '98, vinse i Mondiali nippocoreani del 2002 oltre a 2 Coppe America (1997 e 1999) e 1 Confederations Cup. Con la selezione Olimpica anche un bronzo ad Atlanta '96. Memorabile il suo incredibile calcio di punizione contro la Francia, infilando Barthez che, spaesato, cercava inutilmente di seguire la stupefacente traiettoria ad effetto del pallone.

Per rivedere il gol da calcio di punizione di Roberto Carlos in Brasile-Francia: http://www.youtube.com/watch?v=DW0e_bU5Hyk

Samuel Boscarello

Query
Template: /notizie/index.cfm:19
Execution Time: 0.694 ms
Record Count: 1
Cached: No
Lazy: No
SQL:
SELECT * FROM news
where tipo ='news' and (data<'20210805' or (data='20210805' and ora<='013138'))
and id_arg = 1007168
and azienda like '%01%'
order by data desc,ora desc,id_arg desc
id_argtipoareaTitoloDataoraKeywordsdescrizionebreveDescrizioneufficiocittaAutoreid_inserimentoimmagineinhomeINSLIDERfonteinevidenzaidargomeidteampeopledoccorrelatiStartDateEndDateaziendaPROPRIETARIOriservatocontalettureesclusiva
11007168NewsCalcio EsteroRoberto Carlos ha deciso: «Ultima partita, poi chiudo»20120803151810Roberto, Carlos, AnzhiIl brasiliano 39enne appenderà gli scarpini al chiodo. Ma prima vorrebbe affrontare il Real.Il calcio giocato perderà fra poco tempo un grandissimo campione: <STRONG>Roberto Carlos</STRONG> ha deciso di terminare la sua fortunata carriera, costellata di successi, nella squadra in cui milita attualmente, i russi dell'<STRONG>Anzhi</STRONG>. Il terzino 39enne vorrebbe giocare la sua ultima partita contro il <STRONG>Real Madrid</STRONG>, squadra in cui ha militato per 11 anni. Una volta ritiratosi, assumerà completamente la funzione di assistente tecnico dell'allenatore Hiddink poiché fino alla passata stagione ricopriva il doppio ruolo di giocatore e componente dello staff. <BR><BR>Cresciuto nell'<STRONG>Uniao Sao Joao</STRONG>, si fece notare dal <STRONG>Palmeiras</STRONG> che lo ingaggiò per mezzo milione di dollari nel 1993 soffiandolo all'<STRONG>Atletico Mineiro</STRONG>, che dopo un periodo di prova lo scartò. Dopo aver vinto 2 campionati brasiliani, 2 <FONT size=2><EM>Paulistão</EM>&nbsp;e 1 Torneo Rio-San Paolo in due stagioni, venne acquistato dall'<STRONG>Inter</STRONG> per 10 miliardi di lire. Si fece distinguere così anche in Europa per le sue micidiali e spettacolari punizioni, ma&nbsp;<STRONG>Roy</STRONG>&nbsp;<STRONG>Hodgson</STRONG> lo ritenne «tatticamente indisciplinato», così per 7 miliardi di lire passò al Real Madrid. Al Bernabeu rimase fino al 2007, collezionando 370 presenze e 48 gol, 4 <EM>Liga</EM>, 3 Supercoppe Nazionali, 3 Champions League, 2 Coppe Intercontinentali e 1 Supercoppa Europea, venendo nominato nel Miglior Giocatore UEFA 2002 e 2003.&nbsp;</FONT><BR><BR><FONT size=2>Andò quindi in Turchia, al <STRONG>Fenerbahçe</STRONG>, dove fece in tempo a vincere un&nbsp;Supercoppa di Lega prima di&nbsp;tornare in patria al <STRONG>Corinthians</STRONG> per un anno, e poi a svernare all'Anzhi. Con la maglia della nazionale del <STRONG>Brasile</STRONG> 125 presenze e 10 gol. Secondo a Francia '98, vinse i Mondiali nippocoreani del 2002 oltre a 2 Coppe America (1997 e 1999) e 1 Confederations Cup. Con la selezione Olimpica anche un bronzo ad Atlanta '96. Memorabile il suo incredibile calcio di punizione contro la Francia, infilando <STRONG>Barthez</STRONG> che, spaesato, cercava inutilmente di seguire la stupefacente traiettoria ad effetto del pallone.</FONT><BR><BR><FONT size=2>Per rivedere il gol da&nbsp;calcio di punizione di Roberto Carlos in Brasile-Francia: <A href=«««http://www.youtube.com/watch?v=DW0e_bU5Hyk»»»>http://www.youtube.com/watch?v=DW0e_bU5Hyk</A></FONT><BR><BR>MakhackalaFL0435FL0435RobertoCarlosReal.jpgSiNroberto-carlos-ha-deciso-ultima-partita-poi-chiudo-1007168.htmSi100612201,02,03010280

Le nostre Esclusive

notizie calcio
Il Conte pensiero
di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013