PSG, LEONARDO: «LA SERIE A È IN CRISI. PENSANO SOLO A VENDERE ORMAI»


Vengo dall`Italia e quindi la gente dice che sono diventato italiano
tempo: 41ms
RSS
03/04/2012 -

L'ex allenatore dell'Inter, Leonardo ora direttore tecnico del Paris Saint-Germain, oltre ad analizzare il momento non particolarmente facile della formazione transalpina, torna anche sul suo approdo alla formazione transalpina e soprattutto sulla sua campagna acquisti fortemente orientata verso l'Italia, come testimoniano gli acquisti di Pastore, Sirigu, e, a gennaio, di Thiago Motta dall'Inter: "Sì, vengo dall'Italia e quindi la gente dice che sono diventato italiano. Ma la verità è che se abbiamo comprato molto in Italia la scorsa estate, è perché i club italiani stanno attraversando un periodo molto difficile dal punto di vista economico. Ormai le società di Serie A oggi sono solo venditrici". E sempre a proposito di mercato, Leonardo spiega cos'è cambiato nella percezione degli operatori ora che alla guida del Psg c'è il gruppo Qatar Sport Investment: "Quando c'è un giocatore in vendita, subito si dice che il Paris Saint Germain lo segue. E allora diventa facile usarci come esca per gli agenti: magari questi mettono in giro la voce che siamo disposti a prendere un loro giocatore. Il tutto per cercare di ottenere una rivalutazione del contratto in essere presso altri club".

Leonardo è tornato a occupare un ruolo da dirigente dopo l'esperienza da allenatore in nerazzurro: "Cosa mi manca del ruolo di allenatore? Soprattutto l'atmosfera della partita, l'adrenalina del match. Ma oggi il mio lavoro è questo. Tornare in panchina? Può succedere, io sono aperto a tutto. Però forse farlo qui a Parigi dopo aver fatto il dt può essere complicato. L'ho fatto al Milan, ma lì era una cosa diversa". Infine, un curioso elogio delle doti del tecnico Carlo Ancelotti: "E' uno che sa tutto degli avversari, anche i colori delle mutande".

IlCalcio24 Redazione

Query
Template: /notizie/index.cfm:19
Execution Time: 0.739 ms
Record Count: 1
Cached: No
Lazy: No
SQL:
SELECT * FROM news
where tipo ='news' and (data<'20210805' or (data='20210805' and ora<='000459'))
and id_arg = 1003580
and azienda like '%01%'
order by data desc,ora desc,id_arg desc
id_argtipoareaTitoloDataoraKeywordsdescrizionebreveDescrizioneufficiocittaAutoreid_inserimentoimmagineinhomeINSLIDERfonteinevidenzaidargomeidteampeopledoccorrelatiStartDateEndDateaziendaPROPRIETARIOriservatocontalettureesclusiva
11003580NewsCalcio EsteroPSG, Leonardo: «La Serie A è in crisi. Pensano solo a vendere ormai»20120403154116psg, leonardo, serie aVengo dall`Italia e quindi la gente dice che sono diventato italiano<P>L'ex allenatore dell'Inter, Leonardo ora direttore tecnico del Paris Saint-Germain, oltre ad analizzare il momento non particolarmente facile della formazione transalpina, torna anche sul suo approdo alla formazione transalpina e soprattutto sulla sua campagna acquisti fortemente orientata verso l'Italia, come testimoniano gli acquisti di Pastore, Sirigu, e, a gennaio, di Thiago Motta dall'Inter: "Sì, vengo dall'Italia e quindi la gente dice che sono diventato italiano. Ma la verità è che se abbiamo comprato molto in Italia la scorsa estate, è perché i club italiani stanno attraversando un periodo molto difficile dal punto di vista economico. Ormai le società di Serie A oggi sono solo venditrici". E sempre a proposito di mercato, Leonardo spiega cos'è cambiato nella percezione degli operatori ora che alla guida del Psg c'è il gruppo Qatar Sport Investment: "Quando c'è un giocatore in vendita, subito si dice che il Paris Saint Germain lo segue. E allora diventa facile usarci come esca per gli agenti: magari questi mettono in giro la voce che siamo disposti a prendere un loro giocatore. Il tutto per cercare di ottenere una rivalutazione del contratto in essere presso altri club". </P> <P>Leonardo è tornato a occupare un ruolo da dirigente dopo l'esperienza da allenatore in nerazzurro: "Cosa mi manca del ruolo di allenatore? Soprattutto l'atmosfera della partita, l'adrenalina del match. Ma oggi il mio lavoro è questo. Tornare in panchina? Può succedere, io sono aperto a tutto. Però forse farlo qui a Parigi dopo aver fatto il dt può essere complicato. L'ho fatto al Milan, ma lì era una cosa diversa". Infine, un curioso elogio delle doti del tecnico Carlo Ancelotti: "E' uno che sa tutto degli avversari, anche i colori delle mutande". </P>1007858adm001adm001leonardo.jpgSiNleonardo-serie-a-psg-1003580.htmSiT1000007,T1000010,T1000011,T1000012,T1000013,T1000014,T1000015,T1000016,T1000017,T1000018,T1000019,T1000020,T1000021,T1000022,T1000023,T1000024,T1000025,T1000026,T1000027,T1000028100075701,02,03,07,09030261

Le nostre Esclusive

notizie calcio
Il Conte pensiero
di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013