ATTILIO ANDRIOLO, UNO JUVENTINO IN POLITICA


Tra calcio, cultura e politica. Mondi diversi ma simili nella voglia di raggiungere gli obiettivi prefissati.
tempo: 41ms
RSS
Milazzo (Me), 11/09/2020 -


E’ un chirurgo con la specializzazione di medico sportivo, ma soprattutto è juventino dalla nascita. E non è un caso che qualche anno fa ha voluto immergersi nell’esperienza estiva nello Staff Medico dei Summer Camp, prima in Umbria a Norcia e poi direttamente tra i giovani calciatori a Vinovo in provincia di Torino. Un periodo che Andriolo ricorda ancora oggi in maniera positiva, soprattutto per le sue esperienze sportive e umane. Nella sua Milazzo oggi è preso da tanti impegni di natura professionale, culturale e adesso anche politica per avere accettato di buon grado l’invito ad essere inserimento nella squadra degli assessori della candidata sindaca di Milazzo Avv. Adele Roselli. Così scrive Attilio Andriolo in una nota informativa: ”Desidero ringraziare l’Avv. Adele Roselli, candidata sindaco per la lista “Adesso Milazzo”, per la fiducia accordatami nel nominarmi nella squadra dei suoi assessori. Ho accettato con entusiasmo di contribuire a realizzare il “Progetto di squadra” che Adele Roselli sta presentando alla città, azzerando “l’idea di un sindaco sganciato dalla comunità o dalla sua stessa compagine amministrativa”. L’accompagna in questo splendido viaggio una sola lista. Molti credono o si stanno convincendo in queste settimane di campagna elettorale, che sia il tanto a creare il valore: tante liste, tante parole, tante azioni…. Spesso l’accumulo genera l’illusione della grandezza e non solo nelle ricchezze ma anche nel sapere; e adesso in politica. Invece è proprio ciò che tiene insieme la pietra angolare che regge la volta, incuneandosi fra i due lati che non aggiunge ma completa a fare la differenza. In queste parole trasposte da una citazione del filosofo latino Lucio Anneo Seneca è il segreto del progetto di Adesso Milazzo, perché Adele Roselli ne rappresenta la pietra angolare che non aggiunge ma completa. Sono orgoglioso di far parte di questo progetto e mi spenderò con tutte le forze per ridare alla mia città quell’identità che la storia le ha assegnato, e ai miei concittadini l’orgoglio e la dignità di fare parte di una splendida comunità”. Una dichiarazione carica di gratitudine e di soddisfazione personale, per essere messo in condizione di fare qualcosa per la propria città e per la comunità, sposando il progetto di “Adesso Milazzo”. Un sapore unico nell’opportunità preziosa di miglioramento sociale. Certo, per Attilio Andriolo, già medico di base con specializzazione sportiva e presidente dell’Associazione Culturale Teseo di Milazzo, si aggiunge ancora una tessera personale al suo mosaico del fare con un altro incarico che egli sente particolarmente forte, soprattutto nel miglioramento culturale della città mamertina. Uno juventino, cui è stata passata la palla della politica che sfugge a ogni colore ideologico di parte, ma che si identifica nella situazione interna di una città che ha bisogno di rinascere programmando anche il futuro per i tanti giovani che rappresentano il domani. E’ un atto lodevole di altruismo di una figura che tanto giovane non è più, ma che non si risparmia mai ad essere in prima fila, a metterci la faccia per tutto, per ogni cosa fatta per il bene della comunità. Attilio Andriolo, inesausto promotore di cose che contano.

Salvino Cavallaro    

Salvino Cavallaro


    Le nostre Esclusive

    notizie calcio
    Giro d`Italia: a Caltagirone la spunta il belga Wellens
    di Ivano Messineo, Mercoledì 09 Maggio 2018
    Il Conte pensiero
    di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
    Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
    della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
    Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
    della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013