tempo: 21ms
Giovedì, 10 Giugno 2021
Comincia il sogno azzurro    Leggi
Sabato, 05 Giugno 2021
Maledetto razzismo    Leggi
Sabato, 29 Maggio 2021
   Leggi
Mercoledì, 26 Maggio 2021
L`inguaribile romanticismo del tifoso di calcio    Leggi



RSS
Query
Template: /notizie/index.cfm:19
Execution Time: 228 ms
Record Count: 339
Cached: No
Lazy: No
SQL:
SELECT * FROM news
where tipo ='news' and (data<'20210617' or (data='20210617' and ora<='051856'))
and( titolo like '%Liverpool%' or keywords like '%Liverpool%' or descrizione like '%Liverpool%')
and azienda like '%01%'
order by data desc,ora desc,id_arg desc
id_argtipoareaTitoloDataoraKeywordsdescrizionebreveDescrizioneufficiocittaAutoreid_inserimentoimmagineinhomeINSLIDERfonteinevidenzaidargomeidteampeopledoccorrelatiStartDateEndDateaziendaPROPRIETARIOriservatocontalettureesclusiva
11013765NewsEditorialeTerremoto nel mondo del calcio: nasce la Superlega2021041917:03Superlega, un fulmine in un cielo già nebuloso<p>Con un comunicato stampa urgente, diffuso intorno alla mezzanotte del 19 aprile 2021, nasce la Superlega. Ma che cos'&#232; in realt&#224; questa Superlega e perch&#232; le varie potenze europee del calcio, hanno deciso di comune accordo di unirsi per creare un'organizzazione propria. Cerchiamo di fare chiarezza. La Superlega Europea sar&#224; una competizione che coinvolger&#224; 20 club, di cui 15 fissi composti dai cosidetti Club Fondatori e altri 5 che verranno selezionati ogni anno in base ai risultati ottenuti nella stagione precedente nei rispettivi campionati locali che con ogni probabilit&#224; comprender&#224; la Premier League, Liga, Serie A, Bundesliga e Ligue 1. Questo sembra essere il disegno degli organizzatori. Lo schema della competizione prevede due gironi da 10 squadre che si sfideranno in gare di andata e ritorno nel corso della settimana e al termine delle diciotto giornate le prime tre classificate di ogni girone si qualificheranno automaticamente ai quarti di finale. Le quarte e quinte classificate si affronteranno in una sfida di andata e ritorno per i due posti restanti e disponibili per i quarti. Quarti di finale e semifinali si giocheranno in sfide di andata e ritorno, mentre la finale consister&#224; in una partita secca che sar&#224; disputata a maggio in uno stadio neutrale. Al momento i club fondatori sono 12 - 6 provenienti dalla Premier League - Arsenal, Chelsea, Liverpool, Manchester City, Manchester United, e Tottenham - 3 dalla Liga - Real Madrid, Barcellona e Atletico Madrid - e 3 dalla Serie A - Inter, Juventus e Milan. Ma nel comunicato diramato dalla Superlega emerge che altri tre Club saranno probabilmente inseriti nel gruppo dei Fondatori e cio&#232;, PSG, Bayern Monaco e Borussia Dortmund che, tuttavia, al momento non avrebbero ancora dato la propria adesione. La Uefa, dal canto suo, prima ancora che la Superlega diramasse il suo comunicato, ha minacciato di esclusione dalle Coppe Europee e dai Campionati Nazionali, tutti i Club coinvolti. Insomma un vero e proprio caos si &#232; instaurato nel mondo europeo del calcio che con questa iniziativa dei Club Fondatori della Superlega, rivoluziona un sistema che alla luce della crisi economica attuale metterebbe a riparo i Club pi&#249; ricchi rivalutando introiti persi nel corso di questi anni. Una sorta di separatismo del calcio internazionale di alto livello, che lascerebbe fuori dalla competizione i Club con patrimoni meno cospicui. Molto criticato &#232; stato il Presidente della Juventus Andrea Agnelli, reo di essere stato assieme al Predidente del Real Madrid Florentino Perez, uno dei cardini dell'avvenuta nascita della Superlega. Queste le parole contro Agnelli pronunciate dal Presidente UEFA Cefim:«Non ho mai visto uno che mente cos&#236;. La Superlega &#232; uno sputo in faccia a chi ama il calcio, pronti a escludere tutti». Ricordiamo che Agnelli ha dato le sue dimissioni in fretta e furia dall'ECA - organismo dei top club europei - per non essere coinvolto in problemi di conflitti di interessi. Una cosa &#232; certa, il calcio con questa netta separazione tra ricchi - ricchissimi - e il resto dei Club, alza muri insormontabili e discriminanti di un pallone che ormai appartiene alla deriva sociale degli stati europei e mondiali. Si salvi chi pu&#242;. Il calcio sar&#224; sempre meno giocato sul campo e pi&#249; amministrato sulle scrivanie dei potenti. E' calcio questo?</p><p>Salvino Cavallaro</p>Torinofl0711fl0711andrea-agnelli1.jpgSIncalcio-1013765.htmSI0101049n
21013663NewsCoppeAnche il calcio europeo chiuda le porte20200312155110In un periodo di galoppanti infezioni da Coronavirus, l`UEFA tarda un intervento che è auspicato per la salvaguardia della salute. <br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>C’è un antico detto che serve a far riflettere sul mondo del calcio in questo particolare periodo storico in cui il contagio di Coronavirus è galoppante: <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“Alla Chiesa di Santa Chiara, prima</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">hanno rubato l’oro e poi hanno messo le porte di ferro”.</b> La positività del giocatore della Juventus <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Daniele Rugani</b> al <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Covid 19</b>, non ci coglie di sorpresa in un periodo in cui si è certificata la pandemia di contagio al Coronavirus. Certo, gli interessi economici di bottega sono davvero tanti, tuttavia, non capiamo perché l’UEFA stia aspettando ancora a chiudere fino a data da destinarsi i vari impegni internazionali, studiando a tavolino le misure da prendere non solo per la Champions League e l’Europa League ma anche per il prossimo Campionato d’Europa. Tardivo questo intervento e incredibilmente ritardato, vista l’urgenza che si sta creando nel mondo a tutti i livelli. Già il calcio italiano, pur con notevole ritardo, ha deciso di fermarsi almeno fino alla prima settimana di aprile, peccando nell’incertezza e nella non chiarezza di idee per fermare soprattutto il calcio di Serie A che fornisce introiti economici altissimi a livello di televisioni, sponsor e pubblicità di ogni genere. Un sistema che garantisce soldi a palate e che ha bisogno di non essere interrotto, pena una perdita considerevole di interessi economici e perdite finanziarie in Borsa. Ma tutto questo che senso ha, quando in ballo c’è la salute dei suoi protagonisti e di migliaia di persone al seguito? Assistere alla partita di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Champions Liverpool - Atletico Madrid</b>, partita di ritorno degli ottavi di finale, ci ha fatto riflettere come non ci sia alcuno scrupolo di coscienza sulla pericolosità di un evento così importante, che per forza di cose ha raccolto migliaia di persone accalcate allo stadio Anfiel di Liverpool. Va bene, le condizioni attuali dell’Inghilterra non sono ancora a livelli di emergenza per il Coronavirus, tuttavia, riflettendo sull’esorbitante numero di tifosi arrivati dalla Spagna in cui il virus si è già propagato notevolmente, ci domandiamo se tutto questo assembramento di persone non abbia contribuito al diffondersi dell’epidemia. No, riteniamo che l’UEFA debba necessariamente intervenire con urgenza, garantendo con la chiusura delle competizioni in programma la salute pubblica e dei suoi interpreti. I soldi sono importanti, anche se il pallone garantisce ricchezza strabordante che va contro ogni principio etico, ma c’è da tenere conto che la salvaguardia della salute dell’intera umanità deve essere intesa come primaria a tutti gli effetti e salvaguardata con risolutezza. Si fermi il calcio, si fermi lo sport, così come ci stiamo fermando noi per il bene nostro e per il futuro del mondo. Si intervenga in fretta. Il pallone non aspetti più. Il prezzo da pagare è troppo alto!</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 16pt;'>Salvino Cavallaro</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Torinofl0711fl0711pallone-champions-2020.jpgSiNanche-il-calcio-europeo-chiuda-le-porte-1013663.htmSi100451001,02,0303098
31013562NewsCoppeAll’Anfield Stadium, grande calcio e brividi di emozione20190508170355Storica impresa dei Reds che raggiungono brillantemente la finale di Champions League. <br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Remuntada è fatta! Chi non credeva nella possibilità che il Liverpool di Jurgen Klopp potesse andare in finale di Champions superando il 3 a 0 subito al Camp Nou contro il Barcellona, si dovrà cospargere il capo di cenere. Mai dire mai in un calcio stellare in cui certe magie da stadio, di notti che sanno di imprese storiche e football spettacolo dagli alti contenuti culturali, sono capaci di dissetarci dall’atavica arsura di giocate balistiche improvvisate e lunghe corse fino allo sfinimento, che durano oltre 95 minuti e non sanno mai di sparagnini pensieri nel gestire un risultato privo di emozioni. Il Liverpool ha vinto e convinto contro il Barcellona di Messi, non contro una squadra qualunque, non l’ultima arrivata, ma la compagine che da tutti era indicata come la favorita per la conquista della Champions 2019. E chi l’avrebbe mai detto che le furie rosse di Klopp, prive di Salah e Firmino ma con Origi e Wijnaldum che hanno siglato le storiche doppiette, avrebbero scritto una pagina indelebile di storia dei Reds. Tutto fatto con furore agonistico, con caparbietà, senza recondite paure o riverenze verso quella squadra che vanta un capitano che è il miglior giocatore al mondo assieme a Ronaldo. Eppure, proprio l’extraterrestre Leo Messi non ha saputo prendere con autorevolezza la sua squadra, i suoi compagni, annichiliti dall’aggressività di un Liverpool entrato in campo per conquistare la seconda partecipazione consecutiva alla finale di Champions. Un match di rara intensità calcistica, supportata da idee chiare e autostima da vendere. E in tutto questo spettacolo di calcio che diverte <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span>e ti fa vibrare di emozioni, spesso abbiamo pensato alla Juve di Champions con la sua flemmatica interpretazione di un italico calcio che ha nel suo DNA quella voglia di vincere senza anima. E non è vero che <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“l’importante è arrivare primi, perché quando scrivi pagine di storia di calcio, nessuno si ricorderà come hai vinto”</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">– Allegri dixit-</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">.</b> No, perché qui, in questo calcio che è “l’altro calcio”, si vince e si fa spettacolo negli stadi e non al circo (come dice il mister della Juve). Il Liverpool è stato trascinato da un pubblico straordinario, che in realtà non meraviglia più per quella sua peculiare forma di produrre canti e un tifo che trascina in modo particolare. <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“Youll’ never walk alone”</b> è il famoso inno dei Reds che a fine gara, dopo avere segnato 4 memorabili gol a Messi and company, rimbombava in maniera assordante tra le mura dell’<b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Anfield</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Stadium</b>. <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“Non camminerete mai</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">da soli”,</b> parole che fanno venire la pelle d’oca, che ti acchiappano l’anima, così com’è successo ieri sera in chiusura di una partita che ha espresso il senso vero di un calcio che non può essere impoverito da arretrate congetture pallonare di italica mentalità. In Europa si gioca così e se vuoi arrivare a vincere la Champions, devi cambiare quel credo calcistico che resta valido soltanto all’interno dei nostri confini, ma quando ti confronti con le altre realtà europee resti sistematicamente indietro, non per chissà quale invenzione dettata dall’alibi di una Coppa stregata, ma più semplicemente per un modus operandi da cambiare in fretta. Va bene avere dei campioni in squadra che debbano fare la differenza, ma se la filosofia calcistica italiana non si allinea a quella europea, si arriva sempre a un certo punto e poi si torna a casa. Guardare e imparare. E chissà se un giorno non lontano, potremo accorgerci praticamente <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span>che talvolta anche gli allievi superano i maestri. Si costruisca un calcio che ti faccia innamorare e non più annoiare con tattiche inibitori di spettacolo!</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 16pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Salvino Cavallaro</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Liverpool Anfield Stadiumfl0711fl0711foto-liverpool-vincente-contro-il-barcellona.jpgSiNall-anfield-stadium-grande-calcio-e-brividi-di-emozione-1013562.htmSi100451001,02,03030309
41013479NewsCoppeIn Champions League, un Napoli da sogno e Inter priva di autostima.20181025192351Le indicazioni di Napoli e Inter nel turno di Champions.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Nel vedere il Napoli in casa del PSG, ci si accorge quanto la squadra di Ancelotti stia progredendo sulla strada iniziata da Maurizio Sarri. I partenopei hanno pareggiato una partita che hanno vinto dal punto di vista del gioco, della fantasia e della forza caratteriale, ma sono stati sfortunatamente raggiunti da un gol beffa di Di Maria al 93°. Giocare a testa alta al Parco dei Principi di Parigi non è cosa semplice per nessuno, eppure i ragazzi di Carletto Ancelotti hanno aperto le marcature con Insigne e hanno subito un autogol di Mario Rui in avvio di ripresa. Ma colpiti nell’orgoglio, gli azzurri hanno macinato gioco di ottima fattura tra centrocampo e attacco, arrivando a quel gol di Mertens che aveva dato l’apparente illusione di qualcosa di definito. Un 2 a 1 che in base a ciò che si è visto in campo era davvero meritato. Poi, come già detto, De Maria allo scadere ha pareggiato le sorti di una partita che ha messo in rilievo la fragilità difensiva del PSG e la convinzione che questo Napoli modellato perfettamente da Ancelotti, possa giocarsela con tutti senza alcun timore reverenziale. Infatti, se teniamo conto della qualità tecnica dell’avversario che vanta la presenza di Neymar, Cavani, Mbappé, Di Maria, Rabiot, Verratti, il Napoli ha messo in luce tantissima abnegazione in Allan, Insigne (uscito poi per infortunio) Callejon, Fabian Ruiz, Mario Rui, che hanno saputo spingere in avanti grazie anche alla sicurezza difensiva data da Koulibaly e Albiol, i quali hanno saputo tenere a bada energicamente i “mostri sacri” del PSG. Ma se è vero che dopo quanto si è visto in campo resti l’amarezza di non aver portato a casa i tre punti in palio, è altresì vero che i 5 punti in classifica del Napoli che è staccato da una sola lunghezza dal Liverpool, fanno sperare in un passaggio del turno che non è per nulla difficile. Tuttavia, è importante vedere se la squadra di Ancelotti riuscirà a ripetere la stessa prestazione contro il PSG nella gara di ritorno. Noi siamo certi che il Napoli non deluderà, perché il gioco del calcio non è qualcosa che si inventa dall’oggi al domani, ma è il frutto di un percorso costruttivo che fa sempre capo a un progetto serio. Detto questo, passiamo alla prestazione dell’Inter al Camp Nou di Barcellona. Diciamo subito che dopo la vittoria nel derby, ci si aspettava un approccio alla gara sicuramente diverso. I blaugrana hanno dimostrato tutta la loro forza anche senza Messi, imponendosi con un 2 a 0 (gol di Raphinha e Jordi Alba) che ha garantito il vertice del gruppo B. L’Inter di Spalletti, invece, ha evidenziato alcune lacune nel rallentare il proprio percorso di crescita europea, nonostante un avvio di ripresa determinata. Certo, non si può dire che nerazzurri non siano mai entrati in partita, tuttavia, la carenza concettuale della propria forza nel credere in se stessi, crediamo abbia giocato un brutto scherzo alla squadra di Spalletti. L’impressione è che questa squadra abbia ancora delle remore reverenziali contro certi avversari, disperdendo certi convincimenti di grande squadra che i nerazzurri sanno mettere in evidenza soltanto saltuariamente. Dunque, riteniamo che a questa squadra manchi ancora quella convinzione che faccia la differenza e contribuisca a fare della continuità di gioco e risultati, qualcosa da acquisire al più presto. E non si può rimproverare la sola mancanza del pur importante Nainggolan nella manovra nerazzurra, perché è nel suo insieme che questa squadra ha bisogno di auto convincersi della propria forza. Comunque, allo stato delle cose, pensiamo che l’Inter con i suoi 6 punti in classifica e con il Tottenham e il PSV Eindhoven fanalini di coda a 1 solo punto, possa passare agevolmente agli ottavi di finale. Resta il problema di un’Inter che ha presto bisogno di rivedere certi meccanismi mentali,tattici e tecnici, che possano far ben sperare per il prosieguo in campo europeo. Non bastano gli exploit dell’ultimo momento e certe entusiasmanti vittorie ottenute in extremis. Serve la compattezza e la continuità nel saper gestire il match in maniera ordinata fin dall’inizio. Ci riuscirà la squadra di Spalletti?</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 16pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Salvino Cavallaro <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Parigifl0711fl0711foto-ancelotti.jpgSiNin-champions-league-un-napoli-da-sogno-e-inter-priva-di-autostima-1013479.htmSi100451001,02,03030255
51013434NewsCoppe29 Maggio 1985, la tragedia dell’Heysel20180529185741Una piazzetta di Torino è stata dedicata alle vittime dell`Heysel. <br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>33 sono gli anni trascorsi da quella tragica notte allo stadio Heysel, in cui morirono calpestati dalla folla 39 persone. Una Coppa dei Campioni con le orecchie insanguinate e un pallone che ancora oggi non riesce a darsi pace per quanto avvenne. Erano le ore 19 e lo stadio stracolmo di tifosi attendeva l’ingresso in campo delle due finaliste che in quell’anno erano Juventus e Liverpool. Successe tutto in pochi minuti; infatti, una frangia esagitata di tifosi dei Reds tentarono di assaltare i tifosi della Juventus. Nel tentativo di ripararsi, <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span>il popolo bianconero si spostò in massa per trovare riparo, facendo crollare la parte del settore Z dello stadio. Molte persone finirono schiacciate dalle macerie e altre furono calpestate dalla folla. Il risultato fu di 600 feriti, 39 morti di cui 32 italiani, 4 belgi, 2 francesi e 1 irlandese. Molti furono i responsabili di quel tragico evento, 25 tifosi del Liverpool furono estradati in Belgio per essere processati; 14 furono ritenuti colpevoli di omicidio volontario e condannati con beneficio della condizionale. La UEFA risarcì economicamente le famiglie delle vittime, mentre Hans Bangerter, segretario della Lega Calcio Belga, fu ritenuto colpevole di negligenza. E intanto Torino non smette di ricordare. Infatti, una piazzetta della città è stata dedicata alle vittime di quella tragica notte. Per non dimenticare…..ma anche per ricordare che certi episodi causate da brutture umane, non debbano mai più accadere!</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin; mso-fareast-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: "Times New Roman"; mso-ansi-language: IT; mso-fareast-language: EN-US; mso-bidi-language: AR-SA;'>Salvino Cavallaro&nbsp;<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span></b>Torinofl0711fl0711foto-strage-heysel.jpgSiN29-maggio-1985-la-tragedia-dell-heysel-1013434.htmSi100451001,02,03030215
61013433NewsCoppeVince il Real Madrid, ma CR7 dice “E’ stato bello giocare qui”.20180527173456Una finale di Champions che racchiude gioie, tristezze e qualche rancore.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Si è chiuso il sipario sulla Champions League 2017-’18. Il Real Madrid resta sul tetto del mondo con 13 Champions gelosamente esposte nella sua storica bacheca, di cui tre vinte consecutivamente. A Kiev i blancos di Zidane si sono imposti per 3 a 1 sul Liverpool con una rete di Benzema e una doppietta di Bale, mentre Mane ha siglato l’unico gol per i Reds. E’ stata una gara molto strana, proprio per le sue vicissitudini che ne hanno caratterizzato il risultato finale. Il Liverpool di Jurgen Klopp è partito molto forte, costringendo per i primi venti minuti il Real Madrid a difendersi<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp; </span>e ripartire sporadicamente in avanti con Benzema e Cristiano Ronaldo, costruendo per costrizione un centrocampo folto di interdittori dai piedi buoni come Kroos, Casemiro, Modric e Isco. Ma alla mezz’ora si verifica il grande rammarico dei Reds per avere perso Mohamed Salah, il quale a seguito di un brutto fallo di gioco subito da Sergio Ramos (che non è stato neanche ammonito dall’arbitro) ha dovuto lasciare il campo in lacrime perché afflitto da forte dolore alla spalla. Peccato davvero per questo segno del destino che si è poi ancora accanito contro la squadra di Klopp, nel momento in cui il portiere Karius con due allucinanti papere ha agevolato la vittoria finale dei blancos. Storie di un destino che ha favorito indubbiamente la squadra più forte, ma che, se non ci fossero stati questi due episodi, probabilmente avremmo visto un’altra partita. Questo non lo sapremo mai. E non sapremo mai neanche cosa sarebbe successo se la gara si fosse protratta con la stessa intensità agonistica che i Reds hanno saputo imprimere all’inizio. Sono i famosi punti interrogativi senza risposta che spesso inondano i pensieri dei perdenti, i quali si devono attenersi alla realtà dei vincenti. Dunque - <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">The Winner is Real Madrid</b> – onore al merito a una squadra abituata a disputare le finali di Champions e che spesso è più attenta a vincere questa competizione piuttosto che la Liga di Spagna. Ma la vera novità con il retro gusto amaro di questa Champions di Madrid alzata al cielo, è che <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Cristiano Ronaldo</b> ha detto ai microfoni televisivi spagnoli: <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“E’ stato bello giocare qui”.</b> Una frase eloquente che ha il significato dell’addio. 33 anni e una lunga carriera da calciatore migliore del mondo, CR7 ha più volte manifestato il desiderio di tornare a giocare nel <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Manchester United con Mourinho</b>, anche se in base a quanto si dice il <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">PSG </b>avrebbe la possibilità economica di sostenere il lauto contratto del giocatore. Tante possono essere le strade percorribili e diverse sono le suggestioni che lo scenario calcistico riguardante questo campione pluripremiato di palloni d’oro può ancora nascondere. Fisico asciutto e integro per la sua non più giovane età, <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Cristiano Ronaldo</b> ha una clausola di un miliardo di euro, che eventualmente dovrà concordare con il Real Madrid per ogni eventuale mossa futura. Ma, stante a quanto si apprende dai rumors, <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">CR7</b> sarebbe in combutta con <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Florentino Perez</b> per due motivi: <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">il contratto non ritenuto sufficiente e la corte ufficiosa che il presidente del Real Madrid sta facendo a</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Neymar.</b> Ma <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Cristiano Ronaldo</b> così dichiara ufficialmente: <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“Non è una questione di denaro, è qualcosa che viene da lontano. Forse non è stato il momento perfetto per parlare, ma di sicuro sono stato onesto e per questo motivo non ho nulla di cui pentirmi. Non parlo tanto, ma quando lo faccio parlo sul serio. Florentino? Non ho nulla da dirgli lo saluto da buon professionista come sono sempre stato. Resterò a Madrid? Non posso assicurare nulla. Non mi nascondo, nei prossimi giorni</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">parlerò”</b>. E allora non ci aspetta che attendere per commentare la decisione di questo grande campione, capace di avere fatto fare voli pindarici nei sogni impossibili di tanti tifosi anche italiani che oggi sperano, chissà……magari in qualcosa che apparentemente può sembrare assolutamente improponibile.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 16pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Salvino Cavallaro</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Kievfl0711fl0711cristiano-ronaldo-real-madrid.jpgSiNvince-il-real-madrid-ma-cr7-dice-e-stato-bello-giocare-qui-1013433.htmSi100451001,02,03030183
71013420NewsCoppeChampions, non basta il 4 a 2 della Roma sul Liverpool20180503184628Errori tecnici e arbitrali, vietano alla Roma l`accesso alla finale di Champions League.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Quando nel calcio hai un budget inferiore alle altre contendenti europee, ti classifichi tra le prime quattro squadre di Champions League e sfiori la finale anche a causa di certi errori arbitrali, allora possiamo parlare di una grande squadra. E’ la Roma di Eusebio Di Francesco, un allenatore capace di motivare la sua squadra rendendola compatta dal punto di vista tattico e anche nei rapporti di spogliatoio. Contro il Liverpool, nella seconda semifinale di ritorno, la Roma per andare in finale avrebbe dovuto fare 3 gol senza subirne nessuno. Purtroppo, nonostante il risultato di 4 a 2 a favore della Roma, in finale ci va il Liverpool di Jurgen Klopp. Ma nell’analisi di una partita a due facce, c’è da considerare una serie di concause che hanno negato ala Roma di partecipare alla finale di Kiev. Infatti, a un primo tempo in cui si sono evidenziati alcuni imperdonabili errori da parte dei giocatori giallorossi, uno su tutti il passaggio scriteriato di Nainggolan verso la trequarti della propria metà campo che ha praticamente regalato a Mané il vantaggio per il Liverpool, è seguito un secondo tempo in cui la Roma, pur manifestando grande convinzione e determinazione, ha dovuto cedere le armi dinnanzi agli errori dell’arbitro che in ben due occasioni ha negato il rigore ai padroni di casa. Peccato davvero, perché la squadra di Di Francesco nei confronti del Liverpool ha totalizzato 24 tiri di cui 6 in porta, il 61% di possesso palla e 7 calci d’angolo contro i 3 della formazione inglese. Un quadro molto chiaro di una grande voglia di finale giallorossa, in uno stadio colmo fino all’inverosimile e capace di spingere la propria squadra con il cuore oltre l’ostacolo. Ma, come dicevamo pocanzi, nonostante la doppietta di Nainggolan arrivata tra il 41mo e il 48mo della ripresa, il gol di Dzeko e l’autorete di Milner, la Roma ha dovuto amaramente arrendersi a un avversario che ha fatto vedere le cose migliori in casa, ma che all’Olimpico di Roma, nonostante le sviste dell’arbitro Skomina, è apparsa assai lontana dalla sua fama di squadra che sa adottare un gioco brillante e redditizio. Insufficiente la prestazione di Salah, mentre Firmino ci è parso il migliore della squadra ospite. Dunque, l’amaro verdetto della partita non può certamente cancellare il meritevole percorso della Roma in questa Champions League 2017 – ’18, anche in considerazione del fatto che la squadra di Di Francesco è partita in terza fascia ed ha superato squadre come l’Atletico Madrid, FK Qarabag, Chelsea, Shakhtar e Barcellona. Niente male per una squadra che all’inizio, nessuno dava per destinata alla semifinale con reali possibilità di giocare la finale di Kiev. Eppure i giallorossi hanno dimostrato con il gioco, il carattere e la volontà, di potere competere con le squadre più forti d’Europa senza mostrare alcun atteggiamento reverenziale. Possiamo dunque dire in tutta tranquillità, che la squadra di Di Francesco ha intrapreso la strada giusta per migliorarsi ancor di più in Campionato e in Champions. Adesso l’aspetta un ultimo trittico di gare di campionato, in cui deve conquistare quella terza o quarta posizione che le consentirebbe di partecipare alla scalata di quella finale di Champions che quest’anno le è sfuggita per un soffio.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 14pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Salvino Cavallaro <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Roma Stadio Olimpicofl0711fl0711foto-di-francesco.jpgSiNchampions-non-basta-il-4-a-2-della-roma-sul-liverpool-1013420.htmSi100451001,02,03030197
81013394NewsCoppeJuventus – Real Madrid, storia di un destino già scritto20180317184717Si ripete la storia delle grandi sfide europee tra Juventus e Real Madrid<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Quando <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Andrij Shevchenko</b> ha estratto i nomi di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Juventus</b> e <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Real Madrid</b> come accoppiamento di andata e ritorno valevole per i quarti di finale di Champions League, tutti hanno pensato a qualcosa di predestinato che aleggiasse sull’urna di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Nyon.</b> E non è bastato neanche incrociare le dita per fare affidamento su quel fato che potesse far sì di agevolare un accoppiamento diverso (ad esempio Siviglia o Liverpool, tanto invocati alla vigilia dall’ambiente bianconero) che sulla carta potesse dare maggiori chance alla Juve. Ma il destino ha voluto materializzare qualcosa che la storia di queste due squadre si è incrociato da sempre. Sembra quasi che l’una debba passare attraverso l’altra, per poter vincere quella Champions League che una volta si chiamava Coppa dei Campioni. Fin dai tempi di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Alfredo Di</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Stefano</b> e <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Omar Sivori</b>, tra Real e Juve c’è sempre stato antagonismo e le due squadre rappresentano una classica rivalità nella più alta competizione europea. Ma la storia continua nel tempo con i vari rappresentanti di campioni che si sono affacciati nelle varie generazioni. Da <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Emilio Butragueno</b> a <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Antonio Cabrini</b>, da <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Raul Gonzales</b> ad <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Alessandro Del Piero</b>, a <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Mijatovic,</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Ronaldo, Roberto Carlos</b>, <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Zidane, Nedved</b>, fino ad arrivare a quell’ultima dannata finale di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Cardiff</b> <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span>in cui la doppietta di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Cristiano Ronaldo</b>, il gol di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Mandzukic,</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Casemiro </b>e <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Asensio </b>segnarono la disfatta di una Juve che deluse tutte le aspettative dei suoi tifosi. Un 4 a 1 a favore del Real che brucia ancora oggi tra la gente di fede juventina, che a distanza da quell’infausto 3 giugno 2017 non riesce ancora a capacitarsi, di quella metamorfosi negativa dimostrata dalla squadra di Allegri nel corso di un secondo tempo davvero inspiegabile. Tante sono state le supposizioni, ma nessuna certezza è venuta a galla. Adesso, a distanza di sette mesi, quando ancora in casa della Vecchia Signora non si è ancora metabolizzata definitivamente quella nerissima giornata di calcio europeo (anche per i fatti accaduti in Piazza San Carlo a Torino) il destino rimette a confronto due squadre che in fondo hanno dimostrato di temersi da sempre. Tuttavia, pur non nascondendo le reali difficoltà di questa Juventus che contro il Real avrà come sempre vita difficile, siamo convinti che la doppia sfida possa giocare a favore dei bianconeri. Il Real Madrid, infatti, è una squadra forte, ma più abituata alle finali piuttosto che al doppio confronto. E poi, quell’enorme divario che si era palesato qualche anno fa tra la Juventus e le grandi squadre europee, oggi è stato in larga parte assottigliato. Piuttosto, ciò che maggiormente pesa sulla squadra di Allegri, sarà l’assenza di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Pjanic</b> e <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Benatia </b>che devono scontare un turno di squalifica. Non è cosa da poco, soprattutto la mancanza di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Pjanic</b> che sta dimostrando di essere un punto di forza nel fulcro di gioco della Juventus. Vedremo cosa accadrà. Una cosa è certa, la Juve di Allegri nella doppia sfida contro il Real non ripeterà più quella perdita di personalità che ha determinato quello sprofondo bianconero di Cardiff. Già, perché soltanto quel giorno in cui si alzerà finalmente la Champions al cielo, si potrà forse cancellare dagli infausti ricordi bianconeri. Dunque, non si parta battuti anzitempo, perché questa Juve pur non incantando nel gioco è in corsa su tre fronti. Al Real Madrid, invece, è rimasta soltanto la competizione europea. Vorrà pur dire qualcosa, no?</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 16pt;'>Salvino Cavallaro <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Torinofl0711fl0711foto-juventus-real-madrid.jpgSiNjuventus-real-madrid-storia-di-un-destino-gia-scritto-1013394.htmSi100451001,02,03030225
91013392NewsCoppeE chissà se sarà derby di Champions20180315191999Trepidazione per i sorteggi dei quarti di finale di Champions League<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Ultimati gli ottavi di finale di Champions League con alcune nobili decadute come Manchester United e Chelsea, si apre la pagina dei sorteggi che venerdì 16 marzo vedrà uscire dall’urna di Nyon gli abbinamenti per i quarti di finale. Questi i nominativi delle squadre che saranno inserite dentro le palline del fato.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Juventus, Roma, Manchester City, Liverpool, Real Madrid, Siviglia, Barcellona, Bayern Monaco</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Le gare d’andata saranno giocate il 3 e 4 aprile, mentre quelle di ritorno il 10 e l’11 aprile. Il sorteggio per le semifinali avverrà giorno 13 aprile, mentre le date per lo svolgimento delle gare di semifinali d’andata è fissato per i giorni 24 e 25 aprile, mentre il ritorno si giocherà l’1 e il 2 maggio. La finale, come da cartello, si disputerà allo stadio NSC Olimpiyskyi di Kiev sabato 26 maggio.</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Intanto i risultati ranking relativi ai risultati delle squadre italiane, stanno facendo volare il Ranking Uefa per Paese nella stagione 2017-18. L’ultima volta in cui l’Italia portò due squadre a disputare i quarti di finale di Champions League fu 11 anni fa e in quell’anno fu il Milan ad aggiudicarsi la Coppa con le Grandi Orecchie. Vedremo cosa accadrà, visto che il sorteggio sarà libero, senza teste di serie e con la possibilità che due squadre della stessa nazione possano incontrarsi tra loro. Sarà dunque possibile assistere a più di un derby, vista la presenza di squadre inglesi, italiane e spagnole. Alla luce di quanto si è visto fino ad oggi, la cenerentola dovrebbe essere rappresentata dal Siviglia, ma usiamo il condizionale vista la caparbietà con la quale la squadra di Montella ha saputo battere il Manchester United di Mourinho. Il piatto è davvero ricco e lo spettacolo non mancherà di entusiasmare.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 16pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Salvino Cavallaro <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Torinofl0711fl0711champions-pallone-finale-2018.jpgSiNe-chissa-se-sara-derby-di-champions-1013392.htmSi100451001,02,03030222
101013363NewsCampionatiDopo la sosta si ricomincia con il calcio che conta20180119171624Ecco cosa è successo nei giorni di riposo del calcio.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Dopo due settimane senza calcio di Serie A e B, sabato 20 c.m. si riprende con il campionato cadetto, mentre domenica 21 e lunedì 22 la Serie A riapre il sipario. Nel frattempo è successo poco o niente per quanto riguarda il mercato invernale che si protrarrà fino al prossimo 31 gennaio. Molte voci, tante suggestioni e poca carne al fuoco. D’altra parte, si sa che in questo mese di gennaio le società di calcio meglio organizzate stanno già programmando il mercato estivo, a riprova che in questa finestra di gennaio non c’è molto da considerare dal punto di vista dell’affare squisitamente tecnico. Ma il Napoli sta già cercando di potenziare il suo organico, per meglio sferrare l’attacco alla Juve per la conquista dello scudetto. Ha cercato insistentemente Simone Verdi, ma fino all’ultimo è prevalsa la voglia dell’attaccante di restare a Bologna. E dopo che anche il Sassuolo ha detto no per un eventuale passaggio in azzurro di Politano, adesso si punta su Deulofeu, anche se Sarri non lo ritiene adatto al gioco del Napoli in quanto ha caratteristiche più offensive e poco difensive. In uscita ci sarà Giaccherini che è richiesto dall’Atalanta e dal Chievo Verona. Per il resto si parla molto dell’Inter più sulla reale spinta di Spalletti che è alla ricerca di un centrale di difesa, un centrocampista e due esterni, che su quanto realmente possa fare Suning dal punto di vista della spesa effettiva. Dal Barcellona sembra già quasi concluso il passaggio del brasiliano Rafinha alla società nerazzurra, un centrocampista centrale che ha giocato soltanto uno spezzone di partita in Coppa del Re dopo ben dieci mesi di inattività. Ma è un affare questo? Chissà! Anche la Roma è alle prese con problemi economici e pare che a partire da giugno anche Nainggolan e Dzeko salutino la capitale. Pallotta ha bisogno di incassare denaro, anche in virtù della costruzione del nuovo stadio di proprietà giallorossa. La Juve procede in sordina e non lascia trasparire i suoi obiettivi tecnici che sono già proiettati al prossimo campionato. Ceduto in prestito Pjaca allo Schalke 04, la società bianconera ha già acquistato Caldara dall’Atalanta e adesso sta trattando anche Cristante. Altri obiettivi sono Emre Can centrocampista del Liverpool, Pellegri, attaccante del Genoa, Han attaccante del Perugia. Intanto nell’ambiente dei tifosi bianconeri si fantastica molto su Cavani, proprio per una ventilata voce che lo vorrebbe alla corte della Juventus, approfittando della sua mal convivenza con Neymar al PSG. Sogni? Forse! Ma nel calcio tante volte è successo che certe sirene che sembrano perdersi nel vento, risultano poi realizzabili. Anche in questo caso, soltanto il tempo ci dirà la verità. E intanto in queste due settimane in cui il pallone nazionale è andato a riposo, il buon Cesare Prandelli si ritrova al capolinea per essere stato esonerato dal Al Nasr, squadra degli Emirati Arabi. Prosegue dunque il momento negativo dell’ex C.T. della nazionale azzurra, che sembra essere incappato in una sequela di situazioni sfortunate che lo penalizzano dal punto di vista dell’affidabilità. E mentre Mihajlovic sembra già interessare al Bordeaux, Mazzarri prosegue i suoi allenamenti al Toro, in preparazione all’importante incontro che i granata sosterranno fuori casa contro il Sassuolo. Per il resto anche gli arbitri italiani hanno approfittato della sosta per radunarsi con i suoi vertici e gli allenatori di Serie A, proprio per riflettere su quanto e come migliorare la Var, un mezzo elettronico del quale resta univoco il pensiero di affidamento nel prosieguo del suo utilizzo. E’ il calcio, è il mondo che ci appartiene con le sue polemiche, le curiosità e la passione che sa scatenarsi dopo un gol della squadra del cuore. E quando tutto ciò viene a mancarti ti accorgi che qualcosa non quadra. Ma siamo noi ad avere più bisogno del calcio oppure è il contrario?</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 16pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Salvino Cavallaro <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Torinofl0711fl0711pallone.jpgSiNdopo-la-sosta-si-ricomincia-con-il-calcio-che-conta-1013363.htmSi100451001,02,03030205
111013292NewsCoppeChampions, per le italiane c’è una media difficoltà.20170825170441E` tempo di Champions League.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Si è svolto a Nyon il sorteggio per la fase a gironi della Champions League 2017’18. L’urna non è stata fortunata per la Roma, che deve affrontare il Chelsea, l’Atletico Madrid e il Qarabag. E’ di media difficoltà, invece, la possibilità di qualificazione al turno successivo da parte della Juve e del Napoli. Questi sono gli otto gruppi che compongono la prima fase a gironi.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Gruppo A = Benfica, Manchester United, Basilea, Cska Mosca</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span lang="EN-US" style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ansi-language: EN-US;'>Gruppo B = Bayern Monaco, Paris Saint Germain, Anderlecht, Celtic Glasgow</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Gruppo C = Roma, Chelsea, Atletico Madrid, Qarabag</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Gruppo D = Juventus, Barcellona, Olympiacos, Sporting Lisbona</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Gruppo E =<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp; </span>Spartak Mosca, Siviglia, Liverpool, Maribor</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span lang="EN-US" style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ansi-language: EN-US;'>Gruppo F = Napoli, Shakhtar Donetsk, Manchester City, Feyenoord</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Gruppo G = Monaco, Porto, Besiktas, Lipsia</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Gruppo H = Real Madrid, Borussia Dortmund, Tottenham, Apoel<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;&nbsp; </span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><br><br><br><br>Torinofl0711fl0711champions-pallone.jpgSiNchampions-per-le-italiane-c-e-una-media-difficolta-1013292.htmSi100451001,02,03030239
121013283NewsCalciomercatoIl punto sul calciomercato 2017’18.20170725180662Il calciomercato tra trattative e pazze idee<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Mentre la <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Juventus</b> con Bernardeschi si gode il suo acquisto migliore, ad oggi il calciomercato propone imminenti colpi e sogni che possono diventare realtà. Restando in casa bianconera l’acquisto del centrocampista Emre Can dal Liverpool sembra essere quello più possibile, visto che per N’Zonzi del Siviglia e Matic del Chelsea si è raffreddato l’interesse della dirigenza bianconera. La <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Roma,</b> invece, dopo aver blindato Nainggolan per avergli rinnovato il contratto, Monchi sta trattando l’esterno algerino Riyad Mahrez che la Roma considera una prima scelta per rinforzare la fascia destra. Il Leicester vuole 45 milioni di euro, mentre la Roma è orientata a darne 30 più bonus. Il giocatore ha già preso un accordo di massima con la società giallorossa, tuttavia, resta il nodo dell’accordo tra le due società che al momento sembra difficile da risolvere. Il <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Milan</b> si prepara ad affrontare i preliminari di Europa League e Montella chiede ancora uno sforzo alla sua società per avere un attaccante, un esterno e una mezz’ala. Quanta roba in questo Milan cinese capace di raccattare campioni come fossero frutti caduti dall’albero. Già, è l’albero della cuccagna in cui basta parlare che tutto è fatto. Tenuto conto che Bacca sarà probabilmente ceduto in prestito con diritto di riscatto al Marsiglia, la società rossonera sta cercando di convincere Cairo per la cessione di Belotti che, tuttavia, appare lontano nella logica di un’offerta che nemmeno s’avvicina alla clausola rescissoria di 100 milioni di euro. A questo punto Nikola Kalinic sembra essere l’attaccante più vicino a indossare la maglia del Milan, dato l’accordo con la Fiorentina per 25 milioni di euro più bonus. Ma nell’intento di Fassone e Mirabelli c’è anche l’idea Aubameyang, l’attaccante del Borussia Dortmund che nel campionato 2007-’08 giocava nel Milan e che tornerebbe volentieri a vestire la maglia rossonera. Vedremo cosa accadrà in seguito. Sul fronte <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Inter</b>, invece, si attendono una serie di interventi importanti da parte della società Suning per completare la squadra che vorrebbe Spalletti. E, anche se al momento sembra tutto in fase di stallo, trapela insistente il nome di Keita quale migliore soluzione per sostituire eventualmente Perisic. L’acquisto di Matias Vecino è praticamente da formalizzare, in quanto ci sarebbe già un accordo definitivo con la Fiorentina sul pagamento della clausola rescissoria di 24 milioni di euro. Ma c’è ancora troppo da fare in casa nerazzurra che, evidentemente, sta aspettando sorniona di piazzare alcuni colpi eccellenti dei quali trapela poco. Sul fronte <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Napoli, </b>c’è il disappunto di Maurizio Sarri che non vuole sentirsi favorito per la conquista dello scudetto, senza neanche aver cominciato il campionato. E mentre è imminente il rinnovo di contratto per Pepe Reina, il Napoli sta programmando il futuro dei suoi pali con l’interessamento al portiere del Real Societad Geronimo Rulli, cui è stata fatta una valutazione di 20 milioni di euro. Questo è quanto il calciomercato di fine luglio propone in Italia, mentre il panorama calcistico europeo si avvale di sogni che potrebbero diventare realtà. Certi rumors, infatti, darebbero già per possibile il passaggio di Neymar dal Barcellona al PSG che pagherebbe la clausola rescissoria di 222 milioni di euro. A questo punto potrebbe anche verificarsi un’offerta eccellente del Barca alla Juventus per avere Dybala. Fantasie calcistiche di mercato? Forse! Ma ormai non ci meravigliamo più di nulla!</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Salvino Cavallaro </span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Torinofl0711fl0711pallone8.jpgSiNil-punto-sul-calciomercato-2017-18-1013283.htmSi100451001,02,03030390
131013148NewsCalciomercatoLa Juventus è padrona del calciomercato20160727153541Higuain, Pianjc,Dani Alves, Benatia, Pjaca e tanto altro, nella Juve targata 2016`17<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Beppe Marotta</span></b><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'> l’aveva detto. Dopo il primo incontro avvenuto con il presidente del Napoli <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">De Laurentiis</b> per l’acquisto di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Gonzalo Higuain</b>, le parti si erano lasciate con un nulla di fatto. Ma l’amministratore delegato della Juventus aveva aggiunto un <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“Per ora”</b> che era emblematico della volontà della società di Corso Galileo Ferraris di riprendere la trattativa in termini ancora più decisi. Così è stato. La Juventus ha acquistato il Pipita pagando la clausola rescissoria di 90 milioni di Euro in due anni al Napoli, mentre al giocatore argentino è stato riservato un contratto quinquennale di 7,5 milioni di Euro a stagione. Pazzo mercato che dichiara di non avere soldi e poi li spende alla grande. Ma la Juventus, i suoi conti se li sa fare molto bene, perché ha calcolato quanto percepirà dalla partecipazione alla Champions League, mentre ha ancora in riserbo l’asse nella manica concernente l’operazione <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Pogba,</b> che dovrebbe fruttare ben 115 milioni di Euro per la cessione al Manchester. Cessione che sarà probabilmente ufficializzata a fine Luglio. L’argentino sarà a Torino per la seconda parte delle visite mediche Giovedì 28 (la prima l’ha già effettuata a Madrid), mentre arriverà in gran segreto all’aeroporto di Caselle alle ore 10,30 di Mercoledì 27 Luglio. Lunedì 1° Agosto comincerà gli allenamenti a Vinovo. Questo è quanto ci risulta sulla questione <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Higuain.</b> Un’operazione che ha scombussolato il calciomercato nel suo evolversi. Un puzzle che deve ricomporre le tante tessere mancanti di società come il Napoli, l’Inter, il Milan e tutte le maggiori squadre di calcio italiane che da questa mega operazione della Juventus, cercano di inserirsi per capire come organizzarsi meglio. E partiamo proprio dai partenopei.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 14pt;'><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span>Napoli</span></b><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'> - Rientrati per fine prestito, il portiere Sepe dalla Fiorentina, il centrocampista De Guzman dal Carpi e dopo avere acquistato il difensore Tonelli dall’Empoli e il centrocampista Giaccherini dal Bologna via Sunderland, il presidente De Laurentiis ha acquistato la punta polacca Milik ed ha ceduto il portiere Gabriel al Milan, il centrocampista Chalobah al Chelsea e il difensore Regini per fine prestito alla Sampdoria. Adesso si profilano una serie di obiettivi da raggiungere e si fanno i nomi di Icardi, Candreva, Rog (centrocampista della Dinamo di Zagabria), Soriano dalla Sampdoria, Herrera (centrocampista dal Porto), Pereyra dalla Juventus, Widmer e Zielisnki dall’Udinese. Ma, dopo la partenza del Pipita, per il Napoli resta ancora il punto fermo relativo alla sua sostituzione. Dopo Milik, probabile Icardi. Vedremo cosa accadrà.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 14pt;'>Inter</span></b><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'> - Tenuto conto che la nuova proprietà Suning ha dato segnali di cambiamenti non immediati, come la guida tecnica della squadra, il mercato procede a rilento con il rientro per fine prestito di Ranocchia, Dodò, Andreolli, Bessa, Yao, gli acquisti di Erkin (difensore del Fenerbahce), Ansaldi (difensore dal Genoa), Banega (centrocampista del Siviglia). Ceduti Ljajic, Telles, Manaj e Juan Jesus, l’Inter si pone questi obiettivi: Gabbiadini, Yaya Tourè, Berardi, Witsel (anche se sembra in procinto di passare alla Juve).</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 14pt;'>Milan</span></b><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'> - La società rossonera sta per essere ceduta da Berlusconi a un gruppo cinese, pare addirittura con il 100% delle azioni. Il nuovo allenatore Montella sta cercando di capire assieme a Galliani, qual è la strada migliore da percorrere per essere competitivi in campionato con obiettivi europei. Rientrati dal fine prestito il portiere Gabriel, Paletta, Matri, Suso e dopo avere acquistato Lapadula dal Pescara e il difensore Vangioni dal River Plate, il Milan ha ceduto Balotelli al Liverpool per fine prestito, Mexes, Boateng e Alex per fine contratto, mentre Abbiati ha chiuso la sua carriera. Al momento gli obiettivi rimangono focalizzati in Musacchio, difensore del Villareal, Kovacic, centrocampista del Real Madrid e poi Paredes, Sosa, Zielinski, Arbeloa e Mustafi.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 14pt;'>Roma </span></b><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>– La squadra di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Luciano Spalletti</b> sembra quasi lavorare in sordina. Dopo aver rinnovato il contratto a Francesco Totti ancora per un anno, il presidente americano Pallotta non ha ancora fatto vedere acquisti scoppiettanti, e forse non li farà neppure vedere neanche al termine del calciomercato. Rientrati dal fine prestito i vari Iturbe, Ricci e Paredes, al momento i veri acquisti si riducono nei nomi del difensore Seck, del centrocampista della Fluminense Gerson, del portiere Alisson, del difensore dell’Empoli Mario Rui e del difensore dell’Inter Juan Jesus, mentre sono stati ceduti Digne, Ucan, Keita (svincolato), Maicon, De Santis, Pjanic, Castan, il portiere Szczesny all’Arsenal per fine prestito, Iago Falque e Zukanovic. Insomma, oltre mezza squadra è stata sfoltita e adesso bisognerà ricostruire. Al momento gli obiettivi sembrano essere il difensore del Barcellona Vermaelen, l’esterno Zappacosta dal Torino, Caceres che è stato svincolato dalla Juventus, il difensore del Manchester City Zabaleta e il centrocampista della Fiorentina Badelj. Troppo poco per una squadra che giocherà i preliminari di Champions League e ha in mente di fare un ottimo campionato agli ordini del suo coach Spalleetti.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 14pt;'>Torino</span></b><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'> – Agli ordini del nuovo allenatore <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Sinisa Mihajlovic</b>, la società di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Urbano Cairo</b> si propone come squadra dallo spirito aggressivo, così com’è nella sua storica natura. Dopo avere acquistato il difensore Ajeti dal Frosinone, il difensore Barreca dal Cagliari, l’attaccante Boyè dal River Plate, l’attaccante Iago Falque dalla Roma e il serbo Ljajic dall’Inter, i granata hanno ceduto alla Lazio l’attaccante Immobile, il difensore Glik al Monaco, il portiere Castellazzi per fine carriera e il centrocampista Farnerud. Questi gli obiettivi da raggiungere: il difensore De Silvestri, il difensore della Fiorentina Tomovic, il centrocampista del Milan Kucka (che piace tanto a Mihajlovic) il centrocampista Badelj della Fiorentina, il centrocampista Valdifiori del Napoli e Grenier, il centrocampista del Lione. Vedremo cosa accadrà da qui al 31 di Agosto, giorno della chiusura del calciomercato. </span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Della Juventus abbiamo già parlato abbondantemente. Possiamo solo aggiungere che nella lista degli acquisti della triade composta da Agnelli, Marotta e Paratici c’è anche Witsel, il centrale di difesa belga che attualmente milita nello Zenit di Pietroburgo. Arriverà anche lui? Con quest’andazzo nulla è precluso alla società bianconera.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Salvino Cavallaro </span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp; </span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;&nbsp;&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Torinofl0711fl0711GONZALO-HIGUAIN580.jpgSiNla-juventus-e-padrona-del-calciomercato-1013148.htmSi100451001,02,03030554
141013000NewsCalciomercatoMilan, quasi fatta per Khedira20141009124337milan, khediraIl centrocampista tedesco gioca nel Real Madrid e ha il contratto in scadenzaCome riporta Tuttosport, un nuovo Honda per il centrocampo. Il Milan sorride guardando il rendimento del giapponese e degli altri giocatori svincolati arrivati nelle ultime sessioni di mercato in primis Alex e Menez e sogna un nuovo colpo. Adriano Galliani tiene costantemente monitorata la situazione dei futuri parametri zero, quei giocatori che andranno dunque a scadenza nel giugno 2015. Fra questi lo spagnolo Suso del Liverpool, già bloccato da un paio di mesi, ma l'ad rossonero si sta concentrando sul reparto di centrocampo, quello che potrebbe necessitare fra una decina di mesi di nuovi innesti, soprattutto di qualità. L'obiettivo numero uno è di quelli ambiziosi: il campione del mondo, Sami Khedira.<br><br> Il centrocampista tedesco gioca nel Real Madrid e ha il contratto in scadenza. Su di lui, come ovvio, c'è una folta concorrenza di pretendenti, in primis l'Arsenal (in Inghilterra ipotizzano una sorta di accordo già presente fra le due parti). Khedira, 28 anni ad aprile, dopo due apparizioni dalla panchina a inizio stagione, si è strappato la coscia sinistra e rientrerà a fine novembre. Per lui lo spazio rischia comunque di essere poco visto che Ancelotti sta puntando su Modric, Kroos e James Rodriguez, motivo che potrebbe spingerlo a chiedere di essere ceduto già a gennaio (Ancelotti, a corto di centrocampisti, vorrebbe però tenerlo fino a maggio). Inutile ricordare gli ottimi rapporti fra Real Madrid e Milan l'ultimo affare è stato il trasferimento a costo zero del portiere Diego Lopez, fattore che potrebbe rivelarsi determinante in questa corsa. C'è però un altro ostacolo oltre alla concorrenza di Wenger e altri club, ovvero l'ingaggio di Khedira, che al Bernabeu percepisce 5 milioni di euro.<br><br>C1012936adm001adm001galliani.jpgSiNmilan-quasi-fatta-per-khedira-1013000.htmSiT1000027100075701,02,03,070301246
151012959NewsCampionatiBalotelli, fa sesso per tre ore con Emma. Poi lei si vendica perché lui non la riaccompagna20140914125537balotelliIl Mirror rivelaMario Balotelli è tornato a far parlare di sè per le sue avventure fuori dal campo. Il Mirror rivela di un flirt con Emma Dalton, una parrucchiera tifosa del Liverpool. Dopo la rottura con la fidanzata Fanny Neguesha, Supermario sembra sia tornato a far collezione di donne. Emma ha rivelato tutto a un suo amico: "Abbiamo fatto sesso per tre ore a casa sua. Durante l'atto mi ha detto: 'Mi piace. Questo mi aiuta a giocare meglio'". Peccato che contro l'Aston Villa, all'esordio ad Anfield Road con la maglia dei Reds, Balo abbia steccato.<BR>Emma Dalton, Mirror<BR><BR>Il racconto della giovane continua: "Poi mi ha fatto prendere un taxi nel bel mezzo della notte. Pensavo fosse cambiato e maturato, invece... Il giorno dopo mi ha chiamato dicendomi che voleva essere solo un amico". Così Emma, per vendetta, gli ha mandato una foto del suo lato B con una bella "X" rossa sotto le iniziali MB. Eliminato!<BR><BR><BR>adm001adm001dalton.jpgSiNbalotelli-fa-sesso-per-tre-ore-con-emma-ma-poi-lei-si-vendica-perche-lui-non-la-riaccompagna-1012959.htmSi100075701,02,03030678
161012919NewsCalciomercatoJuventus, le strategie di Marotta già funzionano20140912202332Juventus,MarottaIl nuovo talentoIl nuovo talento di casa <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/squadre/juventus.cfm">Juventus</a>. E' Kingsley Coman, diciottenne jolly d'attacco della Juventus paragonato subito a Thierry Henry. Pagato 300mila euro, costa ora 5 milioni. "Qui per ripercorrere le orme di Pogba: mi volevano in tanti ma mi hanno convinto i progetti concreti". Sulle orme del Polpo, <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/personaggi/giuseppe-marotta-1000334.cfm">Marotta</a> e Paratici l'hanno strappato alla concorrenza di Arsenal, Bayern Monaco, Chelsea, Manchester City, Liverpool, Tottenham, Borussia Dortmund, Bayer Leverkusen, Bordeaux.C1012317adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-le-strategie-di-marotta-gia-funzionano-1012919.htmSiT1000007100075701,02,03,060301480
171012935NewsCoppeChampions: Atletico Madrid-Juve, Bayern-City per la Roma20140828184556Champions sorteggi,Juve,RomaGirone di ferro per i giallorossiE' andato benissimo alla <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/squadre/juventus.cfm">Juve</a> il sorteggio di Champions League: per i bianconeri infatti l'urna di Montecarlo ha regalato l'Atletico Madrid del Cholo Simeone, l'Olympiacos e il Malmoe. <br><br>Girone di ferro, come previsto,&nbsp;invece per la Roma: i giallorossi prendono il Bayern Monaco di Guardiola, Manchester City e Cksa Mosca.<br><br>Ecco tutti i gironi:<br><br>GRUPPO A: Atletico Madrid, Juventus, Olympiacos, Malmoe.<br><br>GRUPPO B: Real Madrid, Basilea, Liverpool, Ludogorets.<br><br>GRUPPO C: Benfica, Zenit, Bayer Leverkusen, Monaco.<br><br>GRUPPO D: Arsenal, Borussia Dortmund, Galatasaray, Anderlecht.<br><br>GRUPPO E: Bayern Monaco, Manchester City, Cska Mosca, <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/squadre/roma.cfm">Roma</a>.<br><br>GRUPPO F: Barcelona, Psg, Ajax, Apoel.<br><br>GRUPPO G: Chelsea, Shalke 04, Sporting Lisbona, Maribor.<br><br>GRUPPO H: Porto, Shaktar, Athletic Bilbao, Bate Borisov.<br><br>&nbsp;<br><br>C1012317MontecarloFL0141FL0141ok.jpgSiNchampions-atletico-madrid-juve-bayern-city-per-la-roma-1012935.htmSiT1000007,T1000012100205001,02,03,07,08,090101718
181012934NewsCalcio EsteroBalo-Reds: l`ultimo «happy ending»20140827164887balotelli Liverpool raiolaDa adesso SuperMario non può più sbagliareMario Balotelli saluta per la seconda&nbsp;volta l’Italia e torna in Inghilterra: la sua nuova casa sarà <strong>Anfield Road</strong>, la tana del Liverpool. Ennesima contrattone confezionato da <strong>Mino Raiola</strong>, ennesima chance per l'attaccante: l’<strong>ultima</strong> questa volta però. <br><br>Mario non può più sbagliare: l’ha detto proprio il suo procuratore, l’ha&nbsp;fatto capire&nbsp;il suo nuovo allenatore&nbsp;Brendan <strong>Rodgers</strong>, lo sa lui; in Inghilterra c’è chi è scettico e chi assolutamente entusiasta. Uno di quelli più felici è proprio il tecnico dei Reds: Balo va gestito con grande attenzione, non lo si deve far sentire un leader (lì con <strong>Gerrard</strong> non si corre questo rischio) ma solamente un giocatore forte tecnicamente che deve essere utile per la causa, e si deve aiutare a fargli mettere per una buona volta la testa a posto. Non è stata&nbsp;inserita alcuna clausola anti-Balotellate sul suo contratto, ma non saranno ammesse mancanze d’impegno in campo, sceneggiate assurde coi compagni in allenamento, comportamento scorretto fuori dal campo: siamo in Inghilterra qui Mario, of course. <br><br>Dal canto suo, l’ormai ex Bad-boy (o almeno questo è quello che dice a ogni presentazione), già promette rose e fiori, oltre a dare una bella spallata al campionato italiano: <em><strong>“Ho sbagliato a tornare in Italia”,</strong></em> ha tuonato alla prima intervista da Reds. Forse tralasciando che, quando Galliani lo prese, lui passava dalla tribuna alla panchina e viceversa, e che, proprio in Inghilterra, <strong>nessuno c’avrebbe puntato un solo centesimo</strong>. Ora Mario deve dimostrare d’esser cambiato, d’esser diventato uomo: questa è la sua ultima chance, l’ultima spiaggia d’un calciatore con un talento immenso ma appeso a un filo che lo separa dall’esser un<strong> talento incompleto senza testa</strong> (un<em> “circo”</em> come l’ha definito qualche tabloid) a un fuoriclasse di livello mondiale. Rodgers l’anno scorso ha allenato Suarez con ottimi risultati: riuscirà nell’impresa ardua anche quest’anno con lui? Tra l’altro Balotelli rischia fortemente di perdere la nazionale: <strong>Conte</strong> è tutto tranne che “leggero” con chi non si comporta a dovere, ed ha già lanciato qualche frecciatina al numero 45 dei Reds durante la presentazione. <br><br>Più che per la Nazionale o per il Liverpool però, Mario, devi crescere per te: non sei più un <strong>ragazzino</strong>, non puoi fare sciocchezze, non devi più lanciare freccette dalla finestra, avrai imparato a 24 anni che non si parcheggia in doppia fila o sulle strisce pedonali, sposati e smettila di mettere sui social anche quando vai in bagno. <strong>Il mondo non è contro di te</strong>, non ce l’hanno tutti con te come se fossi l’uomo più importante dell’universo: esistono problemi più gravi d’ esser rimproverato da Buffon e lo sfarzo e il lusso in cui vivi o i tuoi modi di fare sono un pugno in faccia alla tua nazione e a chi magari fatica ad arrivare a fine mese. Cerca d’essere più <strong>umile</strong> Mario, tu sei solo un <strong>privilegiato</strong>: sei uno che fa un mestiere fantastico, che prende uno stipendio stellare, che ha dei piedi che i bambini invidiano (non per bellezza, altrimenti pubblichi subito la foto), e tu che fai? <strong>Sprechi tutto</strong>? E’ il momento di diventare uomini, il bambino lascialo a Milano, per sempre. The end, <strong>the happy ending</strong>. Speriamo.<br><br>C1012317LiverpoolFL0141FL0141mario-balotelli-gives-his-first.jpgSiNbalo-reds-l-ultimo-happy-ending-1012934.htmSiT1000027100205001,02,03,06,07,08,090101005
191012910NewsCampionatiESCLUSIVA ILCALCIO24 - Intervista a Christian Poulsen20140723155558Conte? Aveva bisogno di rinnovati stimoli. Li troverà da C.T. della Nazionale Italiana.<BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Capita di essere in vacanza, di trovarsi a Milazzo per un pomeriggio di relax nel Lungo Mare Garibaldi e lasciarsi cullare dai pensieri alla vista dell’immenso Mar di Levante. Seduti su una delle tante panchine, si scorgono in lontananza le numerose imbarcazioni che vanno e vengono dalle bellissime Isole Eolie. Uno spettacolo che non finiresti mai di ammirare. E intanto, sulla passeggiata, numerose persone s’incrociano tra di loro in un andirivieni tipico di chi ha voglia di camminare per mettere in moto muscoli e circolazione sanguigna. Il vociare gioioso dei bimbi che vanno in bici e rincorrono il pallone, è la sicurezza che in questa Marina Garibaldi di Milazzo non c’è alcun pericolo di sorta. E ci sta pure che in tutto questo splendido quadretto estivo, lungo la passeggiata passi pure un campione di calcio molto conosciuto: <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Christian Poulsen</B>, il biondo danese che tutti ricordano per quell’increscioso episodio legato allo sputo in faccia ricevuto da <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Francesco Totti</B> nel corso della partita tra la Nazionale della Danimarca e l’Italia nel corso dei campionati europei del 2004. <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Poulsen </B>nasce il 28 febbraio del 1980 ad Asnaes in Danimarca. Centrocampista della Nazionale danese è attualmente svincolato ed è l’unico giocatore ad aver giocato nei cinque campionati più importanti d’Europa. Il biondo danese, infatti, ha giocato in <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Spagna, Inghilterra, Germania, Italia e Francia.</B> <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Holbaech, Copenaghen, Schalke 04, Siviglia, Juventus, Liverpool, Evian TG e Aiax, </B>dove ha chiuso praticamente la carriera dopo aver firmato nel 2012 un contratto biennale che l’ha legato alla società olandese fino a giugno 2014. Classico mediano di rottura, <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Christian Poulsen</B> è stato anche impiegato come centrale o laterale di difesa a quattro. Il 14 luglio del 2008 firma un contratto quadriennale con la Juventus, che lo acquista per circa 10 milioni di Euro. Ma nella città di Torino resta solo fino al 2010, anno in cui fu ceduto anzitempo al Liverpool. Il giocatore danese non fu accolto in maniera esaltante dalla critica e dai tifosi, i quali erano ancora legati a quel brutto episodio con Totti, cui facevamo cenno pocanzi. Ricordiamo il titolo a tutta pagina del Tuttosport d’allora: <B style="mso-bidi-font-weight: normal">“Purtroppo, Poulsen”.</B> Segno evidente che tutti erano in disaccordo con la dirigenza di allora, formata <B style="mso-bidi-font-weight: normal">dall’Amministratore Delegato</B> <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Blanc, Secco e dall’allenatore Ranieri</B>, per aver acquistato un calciatore che aveva fatto parlare di sé in maniera non proprio positiva e per essersi fatto la nomea di giocatore ruvido, arcigno e falloso. Ma non fu proprio così, perché nei due anni trascorsi a Torino in maglia bianconera, seppe rispondere sul campo con i fatti e non a parole. Ma a inizio stagione 2009, dopo un serio infortunio che lo lasciò fuori dal campo per tre mesi, Poulsen divenne la riserva del brasiliano Felipe Melo, un calciatore che per la Juventus si rivelò un vero e proprio flop. Così, ritornando al nostro casuale incontro milazzese con il campione danese, approfittiamo per fargli una veloce intervista seduti su una panchina del lungomare. Accanto a lui la sua famiglia composta dalla biondissima moglie e dai&nbsp;suoi figli che sono altrettanto biondi; un maschietto e una femminuccia davvero graziosi. Poulsen è gentile, ci stringiamo la mano e accetta anche di fare una foto e quattro chiacchiere con noi.</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Poulsen, come mai ti trovi in vacanza a Milazzo?</SPAN></B><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Ci torno tutti gli anni. Amo questa terra di Sicilia e il suo mare, così come l’apprezza la mia famiglia”.</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Che cosa pensi di quello che sta accadendo alla Juventus?</SPAN></B><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Conte si è rivelato il più bravo allenatore d’Italia, ma ha bisogno di motivazioni forti per poterle trasmettere ai suoi giocatori, i quali devono avere fame di vittorie. Tre anni fa, quando è arrivato alla Juve del dopo Del Neri, ha trovato terreno fertile per ricostruire una squadra e una gloriosa società che non poteva essere quella del settimo posto conquistato in campionato. E così, cominciò un lavoro intenso che ha portato la Juve a vincere tre scudetti di fila, due supercoppe e un punteggio da record che difficilmente sarà superato”.</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Pensi che Conte sarà il prossimo C.T. della Nazionale Italiana?</SPAN></B><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Penso proprio di sì. Ha tutte le carte in regola per poterlo fare e, soprattutto, troverà quell’ambiente adatto alle sue esigenze di selezionatore e a quelle motivazioni ideali, cui prima facevo riferimento”.</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Quindi, non credi che le sue dimissioni siano la causa di una campagna acquisti non adeguata a quello che Conte stesso aveva chiesto alla società bianconera, per essere competitiva in Champions League?</SPAN></B><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Non saprei rispondere a questa domanda, perché bisognerebbe essere dentro la questione”.</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Che cosa ricordi della tua permanenza a Torino nelle fila della Juve?</SPAN></B><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“E’ stato un periodo che ricordo con piacere, anche se un infortunio ha complicato la mia permanenza tra i bianconeri”.</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">E di quello sgradevole episodio che è stato lo sputo di Totti, che cosa pensi a distanza di tempo?</SPAN></B><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Sono cose che accadono in partita. Più di una volta ci siamo sentiti a telefono con Totti, e di quell’episodio non resta più nulla”.</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Che cosa farai adesso che hai appeso le fatidiche scarpette al chiodo?</SPAN></B><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“Penso di restare nel mondo del calcio e di diventare un allenatore”.</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Mentre accarezziamo la testolina bionda di suo figlio, chiediamo ancora a papà Christian se gli piacerebbe se da grande facesse il calciatore.</SPAN></B><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">“No, preferisco che nella vita faccia altro”.</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Non sapremo mai perché.&nbsp;Intanto ci salutiamo&nbsp;e, mentre lo ringraziamo per la gentilezza di un’intervista improvvisata ma esaustiva, vediamo che il suo sguardo si rivolge ancora al bellissimo panorama che Milazzo è in grado di offrire ai propri turisti. Chiunque essi siano.</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Salvino Cavallaro</SPAN></B><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">&nbsp;</SPAN></B><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt"><SPAN style="mso-spacerun: yes">&nbsp;</SPAN></SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><br><br>MilazzoFL0711FL0711poulsen.jpgSiNesclusiva-ilcalcio24-intervista-a-christian-poulsen-1012910.htmSi100451001,02,03,04,06030667
201012846NewsCalciomercatoL`Udinese chiama Borini, il tempo di Muriel si potrebbe esaurire20140510135217Muriel, Borini, Di Natale, Liverpool, Udinese, SunderlandA Udine cercano un attaccante che possa sostituire Di Natale in caso di un suo imminente ritiro. Si pensa a Borini del Liverpool e il talento di Muriel rischia di finire dimenticato.C'è l'<b>Udinese</b> sulla strada di <b>Fabio Borini</b>, a quanto pare. Secondo quanto riporta <b>Calciomercato.com</b>, infatti, l'attaccante italiano ex Roma sarebbe corteggiato dal club dei Pozzo, intenzionati a trovare un valido sostituto nel caso <b>Di Natale</b> decidesse veramente di appendere i tacchetti al chiodo alla fine del campionato.&nbsp;<div><br></div><div>La voce si era già diffusa mesi fa, durante il calciomercato invernale, e si era parlato di possibile approdo in bianconero per Borini, al momento sotto contratto con il <b>Liverpool </b>ma ceduto in prestito al <b>Sunderland</b>. I <i>Reds </i>sarebbero interessati all'acquisto del friulano <b>Badu</b>, "merce di scambio" nella trattativa, che il club di Udine avrebbe valutato intorno agli 8 milioni di euro.</div><div><br></div><div>L'attaccante, reduce da un'ottima stagione in terra inglese, potrebbe riavere l'occasione di solcare i campi della Sere A e possiede già tutte le carte in regola per diventare l'erede di <b>Totò</b>. Bisognerà vedere, quindi, cosa decideranno Liverpool e Udinese, ma soprattutto se <b>Muriel </b>sarà darsi la svegliata decisiva. Perché se rimarrà lui al posto del numero 10 napoletano dovrà prendere sulle spalle l'intera squadra. Una volta per tutte.&nbsp;</div>uttd01uttd01borini.jpgSiNudinese-liverpool-borini-calciomercato-1012846.htmSi101268101,02,03030600
211012816NewsCampionatiUna Champions a tutte stelle20140416110019Bayer Monaco, Chelsea, Atletico madrid, Real Madrid, Cghmapions League, barcellonaOrmai ci avviamo verso la finale di Coppa Campioni, le semifinali sono già programmate. Chi si porterà a casa quest`anno il trofeo? Intanto il Barça piange...Tata Martino piange, Ancelotti sorride. E Simeone si "sbaccana". È questo, in breve, lo scenario calcistico che i recenti quarti di finale di Champions Legue hanno lasciato dietro di sé in Spagna. Il blaugrana, quest'anno, non sono stati al massimo della forma e hanno pagato a caro prezzo il calo di lucidità nella massima coppa europea, guarda caso proprio contro l'avversario che sta facendo la pelle a tutti nella Liga: l'Atletico Madrid.&nbsp; <DIV><BR></DIV> <DIV>È la squadra del Vincente Calderon, infatti, che si è aggiudicata il passaggio alla semifinale del torneo, dopo 180 minuti dove il passaggio non è mai stato dato per scontato. Anzi, perché se ti batti contro un avversario che si chiama Barcellona al contrario sei quasi sicuro che perderai, In modo anche poco dignitoso, basta chiedere al Bayer Leverkusen che cosa ne pensa. Invece l'undici di Simeone vince, con un gran gioco che sottolinea l'ottima annata che i biancorossi stanno affrontando con il loro nuovo tecnico. E intanto gongolano sulla vetta del campionato. Per Carletto è questione da poco, se non superava i quarti la sua testa finiva molto probabilmente al cappio. E CR7 e Bale non hanno sicuramente deluso, facendo festeggiare anche l'altra metà della città madrilena, sponda Bernabue. Ora manca solo un ostacolo, tale Bayer, e sicuramente Guardiola non avrà parole dolci per la sua ex rivale.&nbsp;</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>A Londra i blues sperano veramente nel passaggio, per ripetere l'emozione di due anni fa che Di Matteo gli regalò per la prima volta. Ma anche a Wembley non scherzano, tanto che Mourinho si sta per liberare dell'impegno campionato il prima possibile. Il Liverpool non cede in cima alla classifica, ma due punti sono rimontabili.&nbsp;</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>Per la finale bisogna ancora attendere la bellezza di altri 180 minuti e sicuramente non saranno scontati. Le squadre in gara daranno l'anima per raggiungere la coppa delle grandi orecchie e tutti siamo curiosi di sapere chi saranno le due migliori d'Europa. In tanti già puntano sulla finale spagnola Real-Atletico, ma chi sa se non sarà invece Chelsea-Bayer?&nbsp;</DIV> <DIV><BR></DIV> <DIV>Le stelle sono già in campo, aspettiamo solo il fischio d'inizio.</DIV>C1007856uttd01uttd01pep-guardiola.jpgSiNchampions-semifinali-sorteggi-1012816.htmSi101268101,02,03030602
221012471NewsCampionatiIl tecnico azzurro: La chiave per vincere è la rosa, ogni partita non e` una finale ma una tappa per crescere20131006085713Benitez, Napoli, LivornoIl tecnico azzurro: La chiave per vincere è la rosa, ogni partita non e` una finale ma una tappa per crescere"<EM>Abbiamo molte assenze ma la squadra è pronta per dare il massimo</EM>". <STRONG>Rafa Benitez</STRONG> concentrato ma anche sereno prima del match con il Livorno. E nonostante non siano disponibili uomini in ogni reparto il tecnico si prepara alla sfida con fiducia ed energia positiva...<br><br> <STRONG>Mister, Napoli che parte con assenze importanti</STRONG>…<br><br> ”<EM>Sì mancheranno Higuain, Albiol, Zuniga e Maggio e non risponderanno neppure alle convocazioni in Nazionale. Hanno bisogno di stare qui e curarsi per poter recuperare dopo la sosta</EM>”<br><br> <STRONG>Come affronterà la squadra questa delicata partita in casa dopo il pareggio con il Sassuolo</STRONG>…<br><br> ”<EM>Senza fretta e senza pausa. Questa è l’idea. Noi dobbiamo affrontare questa partita senza avere l’assillo ma cercare la vittoria in ogni momento. La nostra mentalità è questa e dobbiamo continuare a lavorare in tal senso. Lavorare, lavorare e lavorare</EM>"<br><br> <STRONG>Senza Higuain chi giocherà: Pandev o Duvan?</STRONG><br><br> “<EM>Abbiamo anche la possibilità di Callejon che ha caratteristiche di centravanti. Vedremo, sono certo che chiunque giocherà lo farà al meglio. Poi se la squadra gira, girano bene anche i singoli. Non mancherà solo Higuain, ma quando abbiamo tempo per fare lavoro tattico è molto meglio per me. Non abbiamo a disposizione alcuni giocatori ma non ho ancora la formazione. Voglio pensarci fino a domani, però ho tante alternative</EM>".<br><br> <STRONG>La sconfitta di Londra ha tolto certezze alla squadra</STRONG>?<br><br> “<EM>No, l’Arsenal e il Dortmund sono tra le squadre più forti d’Europa. Bene, noi abbiamo perso con una e vinto con l’altra. Abbiamo tre punti e siamo in corsa in un girone che tutti definiscono infernale. Quindi proseguiamo con fiducia. Gli errori commessi a Londra sono stati analizzati da me e dalla squadra e adesso cerchiamo di fare una grande prestazione con il Livorno</EM>”<br><br> <STRONG>La partita con il Livorno potrebbe valere tanto per la testa della classifica</STRONG>…<br><br> ”<EM>Vale tre punti come le altre. Le partite non vanno considerate come delle finali adesso, ma tappe graduali per crescere. Io dico che la squadra deve stare tranquilla e dimostrare sempre carattere.&nbsp; Dobbiamo avere la forza di lottare in ogni partita e poi vedremo dove saremo nelle ultime dieci partite. Credo che il campionato si decida nel tratto finale</EM>”<br><br> <STRONG>Potrebbe essere Hamsik l'uomo partita</STRONG>…<br><br> ”<EM>Sta lavorando bene, dà sempre il massimo per la squadra, è un esempio per tutti ed ha la mia fiducia al cento per cento. Gli ho detto che potrà segnare ancora tanti gol</EM>”<br><br> <STRONG>Con il modulo nuovo come procede la crescita della squadra</STRONG>?<br><br> “<EM>Io ho detto che siamo al 75 per cento. La squadra deve avere convinzione in quello che fa. Se proseguiamo su questa strada è per dare un senso al lavoro di questi mesi. Ricordo che quando vincemmo la Champions con il Liverpool cambiai modulo in una partita con la Juventus e passai alla difesa a 5. Io dico che la rosa è la chiave per il futuro. Ogni giocatore sarà importante per le singole partite. E la somma delle gare farà il risultato finale</EM>"<br><br> <STRONG>Si parla di un possibile rinvio di Roma-Napoli</STRONG>…<br><br> ”<EM>Noi preferiamo giocare. Non siamo colpevoli di questa situazione, ma noi vogliamo che la partita venga disputata nella data che indica il calendario. Altre soluzioni ci creerebbero problemi</EM>”<br><br>gp01ctgp01ctbenitez.jpgSiNbenitez napoli livorno-1012471.htmSi-01,02,03,08010228
231012260NewsEditorialeRegine d`estate, un trono per tre: Juventus, Napoli e Fiorentina 20130802110352calciomercato, juventus, napoli, fiorentina, higuain, cavani, tevez, llorente, gomez, joveticAcquisti ad otto cifre e squadre da scudetto, la lotta comincia da adesso: Tutti gli avvicendamenti delle big estive.La resa dei conti comincerà il 25 agosto, quando si tireranno le somme dell'operato estivo. Ma se nomi ed ipotesi si rincorrono sui giornali a cadenza quotidiana, non ci sono dubbi sulle tre squadre in corsa per aggiudicarsi lo scudetto d'agosto, giocato tra comitati di benvenuto all'aeroporto, dirigenti trafelati e agenti dalla bocca cucita. "Platonico ma ambito", direbbe Alfredo Provenzali. Tuttavia se la squadra campione d'inverno è solitamente, a scanso di ribaltoni da cinque maggio, quella che a fine stagione alza la coppa; la regina dell'estate scalda i cuori delle curve, i prati degli stadi e incute timore il fatidico giorno della presentazione dei calendari. A<STRONG> contendersi la corona sono naturalmente Juventus, Napoli e Fiorentina</STRONG>, che hanno operato con astuzia ed oculatezza durante la prima parte del mercato. Osserviamo i movimenti&nbsp;dei tre club per ogni settore:<BR><BR><STRONG>PORTA</STRONG><BR><BR><STRONG>Juventus</STRONG>- Nessun problema per i bianconeri, che mantengono intatto il trio di senatori Buffon-Storari-Rubinho. Esperienza (età media 33,6 anni) e classe, quella sopraffina dell'estremo difensore della Nazionale, si uniscono a tanti talenti in maturazione. <STRONG>Leali</STRONG> giocherà in prestito allo Spezia, <STRONG>Nocchi</STRONG> al Carpi. Via per una stagione anche <STRONG>Branescu</STRONG> (Juve Stabia), mentre <STRONG>Costantino</STRONG> è stato ceduto al Modena.<BR><BR><STRONG>Napoli</STRONG>- Rivoluzione sotto la traversa: il trentaseienne <STRONG>De Sanctis</STRONG> va alla Roma e lascia spazio al nuovo arrivato <STRONG>Rafael</STRONG>, giovane di&nbsp;scuola Santos dalle grandi aspettative. <STRONG>Rosati</STRONG> difenderà la porta del Sassuolo e a ricoprire il suo ruolo è stato chiamato <STRONG>Pepe Reina</STRONG>, che ha già lavorato con Benitez ai tempi del Liverpool. Lo spagnolo rimarrà sotto il Vesuvio in prestito per tutta la stagione.<BR><BR><STRONG>Fiorentina</STRONG>- <STRONG>Viviano</STRONG> torna all'ovile di Gattuso e <STRONG>Seculin</STRONG> viene ceduto al Chievo (che, per la cronaca, lo ha già girato all'Avellino): in rosa restano il nuovo arrivato <STRONG>Munua</STRONG>, trentacinquenne svincolato dal Levante,&nbsp;il coetaneo <STRONG>Lupatelli</STRONG> e <STRONG>Neto</STRONG>. Il brasiliano è tenuto d'occhio dal Verona e non è escluso che possa difendere i pali dell'Hellas la prossima stagione. Al momento il candidato numero uno per i viola è <STRONG>Agazzi</STRONG>, seguito da <STRONG>Storari</STRONG> e <STRONG>Sorrentino</STRONG>. Spunta fuori anche <STRONG>Julio César</STRONG>, ma l'ostacolo è ancora una volta l'ingaggio elevato dell'ex nerazzurro.<BR><BR><STRONG>DIFESA</STRONG><BR><BR><STRONG>Juventus</STRONG>- Il colpaccio è senz'altro <STRONG>Angelo Ogbonna</STRONG>, che si colloca perfettamente nella già forte difesa bianconera. Riscattato <STRONG>Peluso</STRONG>, ottimo sostituto in vista di una stagione densa di impegni. Nel frattempo le metà&nbsp;di <STRONG>Masi</STRONG> e <STRONG>Belfasti</STRONG>, giovani&nbsp;da&nbsp;osservare attentamente, sono state cedute rispettivamente a Ternana e Pro Vercelli. Dopo l'esperienza al Vicenza, il francese <STRONG>Gouano</STRONG> va ad irrobustirsi le ossa in casa Lanciano.<BR><BR><STRONG>Napoli</STRONG>- Il mercato ha rinforzato un settore che negli anni passati ha sempre rappresentato un tallone di Achille per la squadra partenopea. Arriva <STRONG>Albiol</STRONG> dal Real Madrid, che sicuramente non farà rimpiangere l'argentino <STRONG>Campagnaro</STRONG>, all'Inter al seguito di Mazzarri. Torna da Siena il promettente ma&nbsp;poco utilizzato&nbsp;<STRONG>Uvini</STRONG>, ventidue anni e già qualche esperienza in nazionale brasiliana, insieme a <STRONG>Fernandez</STRONG>, <STRONG>Vitale</STRONG>, <STRONG>Fideleff</STRONG> e <STRONG>Petrarca</STRONG> i cui prestiti sono scaduti.<BR><BR><STRONG>Fiorentina</STRONG>- Reparto migliorabile nella corazzata viola, seppur contando che gli assi nella manica di Pradè sono tutt'altro che esauriti. Al posto del partente <STRONG>Roncaglia</STRONG>, destinazione Brasile o Russia, potrebbero arrivare <STRONG>Granqvist</STRONG> o <STRONG>Spolli</STRONG>. Intanto si è accasato a Firenze lo spagnolo classe '90 <STRONG>Marcos Alonso</STRONG>, svincolato dal Bolton. Sul fronte delle cessioni <STRONG>Felipe</STRONG> ha lasciato l'Artemio Franchi per il&nbsp;Parma e&nbsp;<STRONG>Camporese</STRONG> giocherà in prestito al Cesena. I meno esperti <STRONG>Piccini</STRONG>, <STRONG>Rozzio</STRONG> e <STRONG>Bittante</STRONG> vestiranno le maglie di Livorno, Pisa ed Avellino.<BR><BR><STRONG>CENTROCAMPO</STRONG><BR><BR><STRONG>Juventus</STRONG>- Squadra che vince non si cambia, vale anche per i reparti di gioco. <STRONG>Il centrocampo juventino vanta nomi come Marchisio, Pirlo e&nbsp;Vidal</STRONG> ed&nbsp;è uno dei più efficaci d'Europa. Occhio a <STRONG>Pogba</STRONG>, che ha mostrato sprazzi di gran classe durante la stagione passata, e ai ventenni <STRONG>Gabriel</STRONG> e <STRONG>Bouy</STRONG>. Tornano da un'annata in Serie B (il primo a Vercelli, l'altro a Brescia) e probabilmente non resteranno alla casa madre, ma tra un paio d'anni&nbsp;potrebbero far luccicare gli occhi. In uscita risolto definitivamente il caso <STRONG>Melo</STRONG>, al Galatasaray per 3,7 milioni di euro, mentre <STRONG>Giaccherini</STRONG> si accasa al Sunderland per 7,5 milioni.<BR><BR><STRONG>Napoli</STRONG>- Via <STRONG>Cigarini</STRONG> (in comproprietà con l'Atalanta), <STRONG>Santana</STRONG> (Genoa) ed <STRONG>El Kaddouri</STRONG> (prestato al Torino), si fa spazio al nuovo arrivo <STRONG>Callejon</STRONG> e ai riscattati <STRONG>Armero</STRONG> e <STRONG>Radosevic</STRONG>. Ritorno a casa&nbsp;anche per <STRONG>Gargano</STRONG> e <STRONG>Dossena</STRONG>, anche se l'uruguagio è seguito dal Fulham. Al contrario, l'esterno lombardo ha più volte dichiarato di voler restare nonostante le voci che a più riprese lo hanno accostato alla Sampdoria o al Verona.<BR><BR><STRONG>Fiorentina</STRONG>- <STRONG>Ilicic</STRONG> garantirà ottima copertura sulla fascia destra insieme a <STRONG>Cuadrado</STRONG>, riscattato dopo un'eccellente stagione. Rosa irrobustita dagli arrivi low cost di <STRONG>Joaquin</STRONG>, <STRONG>Ambrosini</STRONG> e <STRONG>Iakovenko</STRONG>, che garantiranno buona copertura nel turnover. Aria di prestito per <STRONG>Salifu</STRONG>, piace in Spagna e nella serie cadetta, e per uno tra <STRONG>Bakic</STRONG> e <STRONG>Wolski</STRONG>. Quest'ultimo sta dando prova nel precampionato delle qualità che lo hanno portato a vestire la maglia della nazionale polacca.&nbsp;Si trasferisce invece&nbsp;a Pavia&nbsp;con la formula della comproprietà il trequartista classe '92 <STRONG>Federico Carraro</STRONG>.<BR><BR><BR><STRONG>ATTACCO</STRONG><BR><BR><STRONG>Juventus</STRONG>- Si cercava un top player, ne sono arrivati due. <STRONG>Tevez</STRONG> non&nbsp;sarà Van Persie, vicino la scorsa estate&nbsp;prima della virata in direzione Manchester,&nbsp;ma insieme a <STRONG>Llorente</STRONG>&nbsp;garantisce&nbsp;incisività e continuità. Un occhio di riguardo alle nuove leve: <STRONG>Simone Zaza</STRONG> è stato prelevato dalla Sampdoria e adesso il suo cartellino&nbsp;si trova a metà tra&nbsp;Juve e Sassuolo,&nbsp;<STRONG>Gabbiadini</STRONG> giocherà in blucerchiato.&nbsp;<STRONG>De Silvestro</STRONG>, appena tornato dall'esperienza in B con la Pro Vercelli, potrebbe vestire la maglia del Lanciano, mentre <STRONG>Boakye</STRONG> è&nbsp;marcato stretto dai tedeschi dell'Eintracht Frankfurt per averlo in prestito. Non è detto tuttavia che vada, in quanto se si&nbsp;liberasse un posto (probabilmente quello attualmente occupato da <STRONG>Matri</STRONG>,&nbsp;corteggiato in Inghilterra e Russia, oltre che dal Milan)&nbsp;resterebbe a Torino.<BR><BR><STRONG>Napoli</STRONG>- La cessione più remunerativa dell'estate, quella di <STRONG>Cavani</STRONG>, ha portato 63 milioni di euro nelle casse del&nbsp;club. De Laurentiis non ha deluso i tifosi e ha portato al San Paolo&nbsp;<STRONG>Higuain</STRONG>, degno sostituto del <EM>Matador</EM>. Arriva anche&nbsp;<STRONG>Mertens</STRONG> dal Psv, versatile ala che si adatta facilmente al ruolo di seconda punta. Insomma, Benitez&nbsp;ha a disposizione i migliori pezzi per costruire un attacco d'oro, contando anche su&nbsp;Insigne e&nbsp;sul sempre affidabile Pandev.&nbsp;Contemporaneamente è stato riscattato <STRONG>Calaiò</STRONG> dal Siena, invece&nbsp;<STRONG>Dumitru</STRONG>&nbsp;andrà a giocare al Cittadella.<BR><BR><STRONG>Fiorentina</STRONG>- Il&nbsp;colpo di lusso è <STRONG>Mario Gomez</STRONG>,&nbsp;uno capace di mandare in visibilio una città&nbsp;intera e di far registrare all'Artemio Franchi un'affluenza quasi da Champions League per la sua presentazione. La sensazione è che i&nbsp;tifosi viola dimenticheranno presto <STRONG>Jovetic</STRONG> e il suo addio&nbsp;verso il City. Per il resto, pochi movimenti. Torna <STRONG>Vargas</STRONG> dal Genoa, in direzione opposta rispetto a <STRONG>Toni</STRONG>, al&nbsp;Verona a parametro zero, e a <STRONG>Seferovic</STRONG>, acquistato per&nbsp;tre milioni dal&nbsp;Real Sociedad.&nbsp;E intanto si aspetta anche il ritorno&nbsp;in scena di <STRONG>Giuseppe Rossi</STRONG>, ansioso di tornare il <EM>Pepito </EM>di una volta e di conquistare&nbsp;un biglietto per il Brasile a fine stagione.C1007650FL0435FL0435GONZALO-HIGUAIN580.jpgSiNun-trono-per-tre-juve-napoli-fiorentina-1012260.htmSiT1000007,T1000017,T1000024100612201,02,03,04,06,07,080301006
241012250NewsCalciomercatoCalciomercato Napoli, finalmente Higuain!2013072318034340 milioni per strapparlo alla concorrenza, quadriennale pronto per lui. Intanto De Laurentiis blinda Zuniga: «E` un giocatore del Napoli«Forse è la vera telenovela dell'estate che si conclude. <STRONG>Dopo Tevez, Llorente e Gomez un altro campione è in procinto di sbarcare in Italia</STRONG>. Dalla Spagna il quotidiano As dà per conclusa la trattativa tra <STRONG>Higuain</STRONG> e il <STRONG>Napoli</STRONG>, specificandone anche i dettagli economici. <STRONG>37 milioni più 3 di bonus</STRONG>, mentre&nbsp;<EM>El Pipito </EM>guadagnerà 6 milioni per quattro anni, un milione in più di quanto percepiva a Madrid. Così&nbsp;gli azzurri battono la concorrenza dell'<STRONG>Arsenal </STRONG>la cui maggiore offerta, sempre secondo il giornale iberico, ammonta a 28 milioni. Adesso il Real starebbe puntando su <STRONG>Suarez</STRONG> del Liverpool per rimpiazzarlo, mentre si attende l'arrivo nella capitale spagnola di Norberto Recanses, manager dell'attaccante argentino, chiamato a concludere gli ultimi ostacoli rappresentati dalla burocrazia e dai diritti di immagine. <br><br> Da una parte la stella del Real in arrivo, dall'altra una <STRONG>secca chiusura</STRONG>&nbsp;da parte del patron partenopeo a <STRONG>Juventus ed Inter per Zuniga</STRONG>. Con un tweet <STRONG>De Laurentiis</STRONG> fa sapere che l'esterno&nbsp;colombiano <EM>"è un giocatore del Napoli. Ha dato tanto alla maglia e continuerà a farlo"</EM>, ribadendo la volontà di regalare a Benitez una squadra che possa partecipare senza problemi alla corsa scudetto.<br><br>C1007650FL0435FL0435GONZALO-HIGUAIN580.jpgSiNcalciomercato-napoli-higuain-zuniga-1012250.htmSiT1000017100612201,02,03,080301028
251012145NewsCampionatiIl volto della Serie A 2013-`14: ecco le maglie dei club - Parte 220130612173714serie a, 2013-`14, livorno, milan, napoli, parma, roma, sampdoria, torino, udineseTante le idee, poche le ufficialità: Roma, stretta per lo sponsor tecnico.Riprendiamo la nostra carrellata tra i progetti delle squadre della massima serie, per quel che riguarda le divise delle formazioni che scenderanno in campo:<BR><BR>&nbsp;<STRONG>LIVORNO</STRONG><BR><BR>&nbsp;-<BR><BR><STRONG>MILAN</STRONG><BR><BR><IMG border=0 name=immagini16 align=bottom src="http://www.laguidadelcalcio.it/wp-content/uploads/2013/03/milan-13-14-home-leaked.jpg" width=129 height=180><IMG border=0 name=immagini17 align=bottom src="https://encrypted-tbn2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTvEOxsIQ6Fi5HseyQUjthjIEi1vArUfT0wyyv7YfNQ-ypQuYcN" width=185 height=182><IMG border=0 name=immagini18 align=bottom src="https://encrypted-tbn3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQTXTPukNCryTdgOZa_B-1KHiAUFGuQCDGwQYGl8xP6_w2HF8dQ" width=239 height=170><BR><BR><BR>La divisa di casa del Milan non presenterà molte differenze rispetto a quella della stagione appena finita. La vera novità è però la terza maglia, indossata già nell'ultimo confronto di campionato contro la Roma, che si presenta dorata con inserti neri e promette di mandare in visibilio la tifoseria. E per i più scaramantici potrebbe anche portare fortuna: infatti essa è stato inaugurata ancora a stagione in corso, quando il Milan si giocava l'accesso in Champions League con la Fiorentina, tuttavia sulle maniche compariva già il badge della massima competizione europea. Il risultato della corsa all'Europa è ben noto a tutti.<BR><BR><STRONG>NAPOLI</STRONG><BR>I tifosi scalpitano: secondo indiscrezioni raccolte da <EM>NapoliNetwork.it </EM>De Laurentiis avrebbe intenzione di inserire un riferimento allo stemma borbonico, chiaro omaggio ai tempi in cui la città partenopea era la capitale del Regno delle Due Sicilie. Accanto a questa decisione "preunitaria", un'altra rivelazione: la maglia di casa conterrebbe più inserti bianchi di quella utilizzata nella stagione 2012-'13. E così grafici e sostenitori del Napoli si sono dati da fare per ipotizzare le divise. Ecco due prototipi apparsi sul web:<BR><BR><IMG border=0 name=immagini19 alt="NUOVA MAGLIA NAPOLI 2013/2014" align=bottom src="http://www.e-soccertime.com/immagini/nuovamaglianapoli20132014gra.png" width=202 height=193><IMG border=0 name=immagini20 align=bottom src="http://www.tifonapoli.it/wp-content/uploads/2013/06/934861_530003830394312_1430456709_n.jpg" width=185 height=182><BR><BR><STRONG>PARMA</STRONG><BR><BR><IMG border=0 name=immagini21 alt="maglia parma 2013 2014 casa home prima maglia divisa maglietta" align=bottom src="http://baritube.org/images/stories/MAGLIE2014/maglia%20parma%202013%202014%20casa%20home%20%20prima%20maglia%20divisa%20maglietta.jpg" width=174 height=182><IMG border=0 name=immagini22 alt="maglia parma 2013 2014 trasferta seconda maglia divisa maglietta" align=bottom src="http://baritube.org/images/stories/MAGLIE2014/maglia%20parma%202013%202014%20trasferta%20%20seconda%20maglia%20divisa%20maglietta.jpg" width=199 height=153><IMG border=0 name=immagini23 alt="maglia parma 2013 2014 terza maglia divisa maglietta" align=bottom src="http://baritube.org/images/stories/MAGLIE2014/maglia%20parma%202013%202014%20terza%20maglia%20divisa%20maglietta.jpg" width=172 height=176><BR><BR>La prossima stagione dei ducali sarà quella del centenario, un'annata storica da ricordare con uno speciale badge che comparirà sopra lo stemma della società cucito sul petto della maglia. La divisa di casa è quella tradizionale, recante una croce blu su campo bianco. Cambiano del tutto le altre due, che presentano rispettivamente una scacchiera gialloblù e una striscia diagonale&nbsp;che percorre lo sfondo nero della terza divisa.<BR><BR><STRONG>ROMA</STRONG><BR><BR><IMG border=0 name=immagini24 align=bottom src="http://static.fanpage.it/calciofanpage/wp-content/uploads/2012/11/maglia_roma_2013_2014-300x225.jpg" width=172 height=139>&nbsp;<IMG border=0 name=immagini25 align=bottom src="http://www.calciomercatonews.com/wp-content/uploads/o1wqx.jpg" width=246 height=140><IMG border=0 name=immagini26 align=bottom src="http://www.asromastadio.it/wp-content/uploads/2013/01/prototipo-maglia-roma-nike-300x300.jpg" width=200 height=191><BR><BR>Il nodo da sciogliere riguarda lo sponsor tecnico, che sarà Nike ma solo dalla stagione 2014-'15. Così sono state avanzate tante ipotesi e altrettanti modelli per il prossimo campionato. Adidas, Macron, oppure un rinnovo contrattuale con la Kappa. Ma c'è chi sussurra che ad occuparsi del design delle maglie dei <EM>Lupi </EM>potrebbe essere proprio il colosso di Beaverton, che però rinuncerebbe a cucire sulle divise il proverbiale Swoosh per onorare le condizioni contrattuali.<BR><BR><STRONG>SAMPDORIA</STRONG><BR><BR>E' molto probabile che la Kappa passi il testimone al gruppo New Balance, che rappresenta il marchio Warrior, già sponsor del Liverpool. Così verrebbero definitivamente smentiti i modelli a marchio Kappa che&nbsp;hanno circolato&nbsp;in Internet, facendo presagire una scelta grafica più coerente con la linea Warrior. Dunque non è da escludere una maglia basata su una divisa storica della Samp.<BR><BR><STRONG>SASSUOLO</STRONG><BR><BR>Non si conosce il design della prossima divisa, ma una cosa è sicura: Squinzi sta pensando in grande per il debutto in Serie A della sua squadra. Sembra addirittura che lo sponsor tecnico potrebbe essere l'Adidas, ma la dirigenza non si è ancora espressa in proposito.<BR><BR><STRONG>TORINO</STRONG><BR><BR><IMG border=0 name=immagini27 alt="nuova maglia torino 2013 2014 casa home prima maglietta divisa" align=bottom src="http://baritube.org/images/stories/MAGLIE2014/nuova%20maglia%20torino%202013%202014%20casa%20home%20prima%20maglietta%20divisa.jpg" width=214 height=151><IMG border=0 name=immagini28 alt="nuova maglia torino 2013 2014 trasferta seconda maglietta divisa" align=bottom src="http://baritube.org/images/stories/MAGLIE2014/nuova%20maglia%20torino%202013%202014%20trasferta%20seconda%20maglietta%20divisa.jpg" width=173 height=145><IMG border=0 name=immagini29 alt="terza maglia torino 2013 2014 maglietta divisa" align=bottom src="http://baritube.org/images/stories/MAGLIE2014/terza%20maglia%20torino%202013%202014%20maglietta%20divisa.jpg" width=213 height=173><IMG border=0 name=immagini30 alt="maglia torino portiere 2013 2014 goalkeeper maglietta divisa" align=bottom src="http://baritube.org/images/stories/MAGLIE2014/maglia%20torino%20portiere%202013%202014%20goalkeeper%20maglietta%20divisa.jpg" width=195 height=196><BR><BR>Gli unici bozzetti in circolazione sono apparsi sul sito <EM>Baritube.org</EM>. Secondo le immagini i modelli sarebbero semplici, senza inserti. Tuttavia difficilmente verranno prese in considerazione maglie così simili a quelle della scorsa stagione, con l'unica variazione - ma neanche&nbsp;del tutto&nbsp;originale - della casacca verde per il portiere.<BR><BR><STRONG>UDINESE</STRONG><BR><BR>Lunedì è stato svelato alla stampa il nuovo sponsor tecnico, la <STRONG>HS Football</STRONG>. Per la presentazione delle maglie dovremo aspettare ancora un po', ma non è escluso che i grafici al lavoro possano basarsi sulla linea di abbigliamento della prima squadra e a quella delle selezioni giovanili, mostrate ai fotografi nella stessa conferenza stampa:<BR><BR><IMG border=0 name=immagini31 align=bottom src="http://2.citynews-udinetoday.stgy.it/~media/originale/48590265366630/maglie-2.jpg" width=342 height=204><BR><BR>C1007650FL0435FL0435elsha420.jpgSiNmaglie-serie-a-2013-14-parte-2-1012145.htmSiT1000007,T1000010,T1000011,T1000012,T1000014,T1000016,T1000017,T1000018,T1000019,T1000020,T1000022,T1000023,T1000024,T1000025,T1000026,T1000027,T1000028,T1000095,T1000097,T1000099100612201,02,03,07,080302688
261012118NewsCoppePerla di Insigne: l`Italia va20130606074512insigneBattuta l`Inghilterra alla prima dell`Europeo U21Non poteva iniziare in maniera migliore l'avventura degli azzurrini di Davis Mangia: 1-0 sull'Inghilterra, tra le favorite, e primi tre punti di questo Europeo.<br><br>Ha giocato bene la squadra, senza timori reverenziali, impostando il proprio gioco e con un Insigne in gran forma: la sua perla su punizione infatti, è stato il contorno ad una splendida prestazione.<br><br>Mangia schiera i suoi col classico 4-3-3, e lancia in avanti accanto a "Lorenzo il magnifico", Immobile e Borini: dall'altra parte, 4-2-3-1 con Henderson e Shelvey, gioiellini del Liverpool, sugli scudi.&nbsp;<br><br>La partita è subito divertente, e l'Italia capisce che deve attaccare sulla destra, dove Robinson, va in crisi: al 24' bella giocata Immobile-Insigne, con quest' ultimo che non concretizza per poco. Ancora Lorenzo ci prova superata la mezzora: al 38' invece Florenzi, steso dall'inguardabile Robinson, reclama il rigore. Si va all'intervallo dopo un primo tempo ben giocato dagli azzurrini. Nella ripresa la foga dei leoni dura 15': Dawson al 49' si vede annullare un gol in mischia e la squadra di Pearce prende coraggio. Mangia azzecca il cambio però: dentro Gabbiadini e fuori Immobile. Il giocatore del Bologna da più vitalità all'attacco e, soprattutto si procura al 77' una punizione dal limite: Insigne trasforma perfettamente portando in vantaggio i suoi. Gli inglesi adesso si buttano a capofitto in avanti, ma Bardi è pressoché insuperabile.<br><br>Ottima prova di tutta la squadra, tra i singoli ovviamente spiccano Bianchetti, insuperabile, in difesa, Verratti-Marrone- Florenzi a centrocampo e Insigne in avanti: aspettando il miglior&nbsp;Immobile, o magari Rossi (in campo nel finale) e Destro, può andar bene così.<br><br>FL0141FL01412149992-insigne.jpgSiNperla-di-insigne-l-italia-va-1012118.htmSi100205001,02,03,06,07,08,09030363
271012112NewsCoppeEuro Under 21 al via: si parte stasera con il Gruppo A20130605102519Euro Under 21Gruppo A: Israele-Norvegia, Inghilterra-ItaliaInizierà oggi pomeriggio alle 18 l'avventura europea per i giovani talenti delle 8 nazionali under 21 qualificatesi per la fase finale. Divise in due gruppi, da un lato Israele, Norvegia, Inghilterra e Italia, dall'altro Germania, Spagna, Russia e Olanda, si contenderanno il massimo trofeo continentale di categoria.<BR><BR>E stasera si parte proprio con gli incontri del grupo A, quello dell'Italia. Alle 18, come accennato, la competizione sarà inaugurata dai padroni di casa, Israele, che affronteranno l'outsider Norvegia. È una partita di difficilissima interpretazione considerato che la Nazionale Israeliana under 21 non gioca una partita ufficiale da 3 anni, per cui non è possibile&nbsp;misurare la forza dei padroni di casa che, comunque, non vorrà fare cattive figure davanti il proprio pubblico.<BR><BR>Per quanto riguarda la Norvegia c'è da dire che in partenza, ossia nella fase di qualificazione, nessuno avrebbe scommesso un centesimo. Eppure è riuscita ad&nbsp;ottenere&nbsp;l'accesso alla fase finale dell'europeo in un girone di ferro con Inghilterra e Belgio, conquistando il secondo posto addirittura con qualche giornata d'anticipo ed eliminando clamorosamente la Francia nello spareggio, rimontando lo 0-1 dell'andata con un rocambolesco 5-3 casalingo.<BR><BR>Probabili formazioni<BR><BR><BR>Israele U21 (4-4-2): Kleyman; Dasa, Levi, Vahaba, Davidadza; Kabha, Zaguri, Biton, Golasa; Kalibat, Dabbur. All: Luzon<BR><BR>Norvegia U21, (4-3-3): Østbø;&nbsp; Linnes,&nbsp; Rogne, Strandberg, Hedenstad; Johansen, Singh, Konradssen; Berget, Pedersen, Nielsen. All: Skullerud<BR><BR>A completare la prima giornata dell'europeo sarà la sfida Inghilterra-Italia. Gli inglesi, come da tradizione, presentano una squadra solida e compatta. Il giocatore di spicco è sicuramente&nbsp;Wilfried Zaha,&nbsp;del Crystal Palace. Da tenere in considerazione anche i&nbsp;talenti firmati&nbsp;Liverpool come&nbsp;Shelvey e Henderson. Il perno della difesa sarà Caulker, che ha già esordito segnando un gol&nbsp;con la&nbsp;nazionale maggiore.<BR><BR>L'Italia, dal canto suo, può contare su tanti promettenti giocatori e ciò non accadeva da moltissimo tempo. Il Ct Mangia&nbsp;potrà contare su gente del calibro di&nbsp;Insigne, Verratti, Saponara, Destro, Florenzi, Marrone e Regini. Tutti ragazzi che hanno già dimostrato un grande valore. Preoccupano, però, per la partita di oggi, le condizioni fisiche di Marrone e Insigne che rischiano di rimanere fuori nella partita d'esordio.<BR><BR>Probabili formazioni:<BR><BR>Inghilterra (4-3-3): Butland; Rose; Caulker; Lees; Clyne; Henderson; Shelvey; Ince; Zaha; Wickham; Redmond. All. Pearce<BR><BR>Italia (4-4-2): Bardi; Bianchetti; Biraghi; Capuano; Regini; Insigne; Marrone; Verratti; Florenzi; Borini; Destro. All. Mangia<BR><BR><BR>&nbsp;<BR><BR>IsraeleFL0411FL0411Devis+Mangia+Udinese+Calcio+v+Citta+di+Palermo+zQ-5HfbFUBWl.jpgSiNeuro-under-21-in-campo-il-gruppo-a-inghilterra-italia-1012112.htmSi100427901,02,03010293
281012105NewsCampionatiJuventus, 28 anni dopo la tragedia dell`Heysel20130530112821juventusQuando si parla di “Memoria”, si pensa sempre a un qualcosa legato a fatti tragicamente accaduti, da ricordare con rispetto e immortalare nella storiaQuando si parla di “Memoria”, si pensa sempre a un qualcosa legato a fatti tragicamente accaduti, da ricordare con rispetto e immortalare nella storia. La tragedia avvenuta il 29 maggio 1985 nello stadio Heysel di Bruxelles, in cui 39 persone innocenti persero la vita durante l’attesa della finale di Coppa dei Campioni Juventus – Liverpool, ha ancora oggi dell’incredibile. Una serata di gioia che, all’improvviso, si trasforma in tragedia da incubo. Da allora, questa giornata dell’anno rappresenta non solo per la Juventus e per tutti i suoi sostenitori, un momento di rispettoso silenzio e di riflessione che investe tutto il mondo del calcio. Perdere la vita in maniera così assurda, nell’aver voluto seguire la propria passione calcistica al di là di ogni ostacolo e per urlare “Forza Juve” o “Forza Liverpool”, non ha senso alcuno. Una prassi settimanale, quasi un rito, che è spesso radicato in milioni di tifosi di tutto il mondo i quali si avventurano con ardore in viaggi anche lunghi per poter seguire la propria squadra del cuore. Un panino, una birra o una coca cola, la sciarpa al collo con i colori simboleggianti la propria passione calcistica, il viaggio in pullman, in treno o in aereo, e poi via, all’avventura, verso quello stadio che sarà teatro di football con in campo i propri beniamini. Ma, in quella notte fatidica, per alcuni di loro non ci fu nemmeno il tempo di vedere scendere in campo i campioni del cuore. Infatti, in poco tempo, si scatenò il finimondo per il crollo della curva del settore Z dello stadio Heysel occupato dai tifosi italiani, che vennero invasi dagli hooligan inglesi. I tifosi, accesi da un’assurda voglia di guerriglia, entrarono in conflitto tra loro, causando la morte di tanti innocenti. E’ una pagina d’orrore che il mondo del calcio ricorda con sdegno, nella speranza che certe brutture provocate dalla parte più squallida dell’umanità non debbano mai più ripetersi. Come dicevamo, 39 furono le vittime, dei quali 32 italiani, 4 belgi, 2 francesi e 1 irlandese. Tuttavia, riteniamo che non abbia alcuna importanza ricordare la nazionalità dei morti, se non per un puro e semplice dato statistico. Ricordare invece quel maledetto giorno, ci deve far riflettere sulla passione pallonara che non può e non deve confondersi con l’odio tra razze e popoli. L’Heysel deve insegnarci che l’ardire della propria passione calcistica deve educarci al rispetto della passione altrui, anche se non condivisa. L’uomo per sua natura entra spesso in conflitto con i suoi simili, ma il cervello deve sempre avere la priorità sull’istinto brutale. Altrimenti, che uomini siamo?<br><br> Salvino Cavallaro&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; <br><br> &nbsp;<br><br> &nbsp;<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650FL0711FL0711heysel.jpgSiNjuventus-ventotto-anni-dopo-la-tragedia-dell-heysel-1012105.htmSiT1000007100451001,02,03,06030292
291012102NewsCalciomercatoDzeko per Cavani, mentre Rafa chiede Skrtel20130529194436Cavani, Dzeko, Benitez, Napoli, SkrtelIl futuro di Cavani pare ormai essere lontano da Napoli. Il "matador" pensa seriamente alle destinazioni Manchester, sponda City, e Real Madrid, con la spagnola favorita. I primi a farsi avanti però in modo concreto sono stati gli inglesi del nuovo tecnico Pellegrini, i quali hanno offerto come contropartita il bomber Edin Dzeko. La trattativa è ancora ferma alle valutazioni dei cartellini ma il nuovo tecnico del Napoli Benitez ha al momento altri piani. L' intenzione è quella di mettere mano a un altro reparto poichè i difensori centrali del Napoli potrebbero non bastare. Per questo l'allenatore spagnolo ha chiesto alla società Skrtel, uno dei giocatori della sua ex Liverpool.<br>C1007650FL0881FL0881benite.jpgSiNcavani-dzeko-rafa-chiede-skrtel-1012102.htmSiT1000017101199701,02,03030844
301012008NewsCalcio EsteroIl punto sulla Premier League, oggi si giocano tre recueri20130507110333Premier LeagueRecuperi 33a giornataNessuno stravolgimento in classifica nella 36a giornata di Premier League giocata nel week end. Immutate le distanze per quel che riguarda i tre posti da champions ma un grosso cambiamento in coda alla classifica. La vittoria del Wigan, che ci ha abituati anche negli anni passati a grandi salvezze ottenute quasi sempre all'ultima giornata,mette nei guai diverse squadre che sembravano, invece, avviarsi verso un comodo finale di campionato. Inoltre, ieri será, il Sunderland non è andato oltre il pareggio casalingo contro lo Stoke, per cui si fa difficile anche la posizione del club di mister Di Canio. E tra stasera e domani será si giocheranno tre recuperi della 33a giornata e diventa importantissima la sfida tra il Wigan dei miracoli e lo Swansea orfano del suo uomo di punta Michu.<br><br>In zona Champions, dunque,&nbsp;Chelsea, Arsenal e Tottenham&nbsp; mantengono le proprie posizioni in classifica grazie alle vittorie di misura delle tre contendenti. Certamente, il successo più importante lo ottiene il Chelsea, che espugna Old Trafford grazie ad una rete di Mata a 3' dal termine. E&nbsp;domani sera&nbsp;è in programma&nbsp;il&nbsp;recupero tra Chelsea-Tottenham.<br><br>Nelle zone base della classifica&nbsp;risale la china l'Aston Villa che con la fondamentale vittoria a Norwich raggiunge quota 40 punti e&nbsp;supera proprio i Canaries, il Southampton ed il Newcastle in un colpo solo. Un punto sotto rimane fermo il Southampton, che perde a Londra contro il Tottenham. mentre a 38 troviamo il Newcastle che&nbsp;raggiunge il Norwich pareggiando 0-0 a Londra in casa del West Ham. A 38 punti c'è anche il Sunderland. Infine, i Latics, che sembravano totalmene spacciati fino a due settimane fa&nbsp;e adesso, invece, sono in piena corsa salvezza grazie alla splendida vittoria in rimonta ottenuta sul campo del West Bromwich.&nbsp;<br><br>Tutti i gol su: <a href="http://livehighlights24.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.com/category/premier-league/</a><br><br>&nbsp;<br><br>Oggi<br><br><strong>Wigan-Swansea<br>Manchester City-WBA</strong><br><br>Domani<br><br><strong>Chelsea-Tootenham</strong><br><br>Classifica<br><br>1)Manchester U. 85<br>2)Manchester C. 72<br>3)Chelsea 68<br>4)Arsenal 67<br>5)Tottenham 65<br>6)Everton 60<br>7)Liverpool 55<br>8)WBA 48<br>9)Swansea 43<br>10)West Ham 43<br>11)Stoke 41<br>12)Fulham 40<br>13)Aston Villa 40<br>14)Southampton 39<br>15)Sunderland 38<br>16)Norwich 38<br>17)Newcastle 38<br>18)Wigan 35<br>19)Reading 28<br>20)QPR 25<br><br>&nbsp;<br><br>InghilterraFL0411FL0411di-canio.jpgSiNil-punto-sulla-premier-league-giornata-36-1012008.htmSi100427901,02,03010288
311011972NewsCampionatiPronostici, il raddoppio offerto da Betting Impact e IlCalcio24.com20130427151415pronosticiIl raddoppio calcio offerto da Betting Impact in collaborazione con IlCalcio24Il raddoppio calcio offerto da Betting Impact in collaborazione con IlCalcio24.com. Solo da noi puoi trovare i pronostici vincenti: <BR><BR>&nbsp;<BR><BR>Newcastle - Liverpool: 1X<BR>Bayern Monaco - Friburgo: OVER 2.5<BR><BR>QUOTA: 2.21<BR><BR><BR>link pagina Betting Impact: <A href="https://www.facebook.com/pages/Betting-Impact/159719840843909">https://www.facebook.com/pages/Betting-Impact/159719840843909</A><BR><BR>Per entrare nel gruppo di Betting Impact registratevi esclusivamente qui (Contatta prima Betting Impact): <A href="http://goo.gl/HByxG">http://goo.gl/HByxG</A><BR><BR>C1007650adm001adm001pronostici.jpgSiNpronostici-il-raddoppio-offerto-da-betting-impact-e-il-calcio-24-risultati-marcatori-1011972.htmNo100075701,02,03030565
321011970NewsCalcio EsteroPremier League, 35a giornata: all in per la Champions League20130427100117Premier League35a giornataCon il titolo ormai assegnato allo United, si infiamma in&nbsp;Premier League la lotta per la champions 2013/2014&nbsp;che, in parte, si mescola con chi, invece, lotta, per mantenersi nella categoria più alta d'Inghilterra. Spicca, quindi, il&nbsp;testa-coda tra Wigan e Tottenham, il match fra Arsenal e&nbsp;United e, infiine, il confronto diretto&nbsp;di lunedì sera&nbsp;fra l'Aston Villa ed il rigenerato Sunderland di Paolo Di Canio. Molto alta la posta in palio anche allo Stamford Bridge, dove si gioca Chelsea-Swansea, coi londinesi a caccia dei tre punti. Attualmente solo il City sembra essere sicuro di accedere alla chapions: il margine di vantaggio sugli inseguitori è rassicurante e domani contro il West Ham non dovrebbe avere troppe difficoltà a imporsi. A contendersi i due posti utili ancora a disposizione sono tre squadre – tutte di Londra– quasi appaiate in classifica. L’Arsenal, terzo a 63 punti, ospita i neo campioni e l’esito del match è tutt’altro che scontato. Certamente gli uomini di Wenger&nbsp;saranno più&nbsp;motivati e&nbsp;il sostegno del pubblico&nbsp;potrebbe fare la differenza. Più semplice l’impegno del Chelsea&nbsp;(62 punti), che attende, come detto,&nbsp;la visita dello Swansea di Michael Laudrup; &nbsp;mentre appare molto insidiosa la trasferta del Tottenham (61) sul campo del Wigan; con i Latics che, pur avendo ancora una gara da recuperare sanno di dover&nbsp;smuovere la classifica&nbsp;ad ogni costo. <BR><BR>Si nfiamma anche la lotta per non retrocedere. Con Reading e QPR ormai spacciate e che si affronteranno domani, rimane un posto sulla barca che discenderà gli inferi. Newcastle, Sunderland e Stoke city sono appaiate a quota 37, a + 3 dall’Aston Villa quart’ultimo. Lo Stoke attende la visita del Norwich e potrebbe superarlo in classifica in caso di vittoria, il Newcastle affronta&nbsp; la&nbsp;trasferta di Anfield Road contro il Liverpool e il Sunderland, infine, va a Birmingham per guadagnare almeno un punto sul campo dei Villans. <BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Oggi<BR><BR>Manchester City-West Ham <BR><BR>Wigan-Tottenham<BR><BR>Southampton-West Bromwich<BR><BR>Stoke City-Norwich<BR><BR>Everton-Fulham<BR><BR>Newcastle-Liverpool<BR><BR>Domani<BR><BR>Reading-QPR <BR><BR>Chelsea-Swansea <BR><BR>Arsenal-Manchester United <BR><BR>Lunedì <BR><BR>Aston Villa-Sunderland <BR><BR>InghilterraFL0411FL0411bale.jpgSiNpremier-league-giornata-35-si-infiamma-la-lotta-per-la-champions-1011970.htmSi100427901,02,03010269
331011954NewsCampionatiLiverpool, dieci giornate di squalifica per Suarez20130424163818Liverpool, suarezPena severaPena severa per Luis Suarez. L'attaccante del Liverpool, reo di aver morso il difensore Branislav Ivanovic nella partita contro il Chelsea, è stato squalificato per 10 giornate. Campionato pertanto chiuso in anticipo per il capocannoniere della Premier League.C1007650adm001adm001suarez-modre.jpgSiNliverpool-dieci-giornate-di-squalifica-per-suarez-1011954.htmNo100075701,02,03030241
341011938NewsCalciomercatoClamoroso dalla Spagna, il Milan pronto a prendere Casillas20130423152827milan, casillasCome riportano alcuni quotidiani spagnoliA poco meno di due mesi dall’apertura della sessione estiva di calciomercato, è già iniziato il lavoro della dirigenza del Milan, per iniziare a definire le prime strategie da seguire, per cercare di puntellare l’organico allenato da Massimiliano Allegri. Come riportano alcuni quotidiani spagnoli, tra le questioni presenti sulla scrivania degli operatori di mercato rossoneri ci sono l’acquisto di due difensori centrali, per via degli addii annunciati a fine stagione di Mario Yepes e Daniele Bonera, e soprattutto l’acquisto di un nuovo portiere di esperienza, in quanto potrebbe non esserci il prolungamento, di un altro anno, il rinnovo di Christian Abbiati. Così, prima di prendere la decisione definitiva di affidarsi a Marco Amelia, il club di Via Turati si sta guardando attorno, per cercare di compiere qualche affare importante. In particolare, secondo le ultime indiscrezioni, il Milan sta monitorando la situazione relativa a Iker Casillas. Il portiere spagnolo in forza al Real Madrid, potrebbe lasciare le merengues in estate dopo ben 14 anni, per via di qualche divergenza con la società e con Josè Mourinho. Su di lui, però, ci sono sia Arsenal e Liverpool, pronte a darsi battaglia per accaparrarsi un portiere di notevole esperienza internazionale. Il Milan è avvertito.C1007650adm001adm001casillas.jpgSiNmilan-clamoroso-dalla-spagna-pronto-a-prendere-casillas-1011938.htmSiT1000027100075701,02,03030507
351011927NewsCampionatiLiverpool, Suarez si scusa con Ivanovic ma il serbo non accetta20130423110852liverpool, suarezDopo il morso Branislav Ivanovic dice no. Ha deciso di non accettare le scuse di Luis Suarez, scrive The Sun, dopo il morso dell'urugaiano del Liverpool al numero 2 del Chelsea. Suarez ha provato a chiamare il serbo, che però ha rifiutato di ascoltare i suoi perché.adm001adm001suarez-modre.jpgSiNliverpool-suarez-ivanovic-non-accetta-scuse-dopo-morso-1011927.htmSi100075701,02,03030204
361011901NewsCampionatiClamoroso Liverpool-Chelsea, «Dracula» Suarez morde Ivanovic VIDEO20130422114339liverpool, chelsea, suarezL`Inghilterra impazzisceL'Inghilterra impazzisce. Il morso di Luis Suarez a Branislav Ivanovic fa il giro di tutti i tabloid. La prima pagina del The Sun è dedicata a lui. "Il Bad Boy della Kop 'morde' ancora. L'addentata del giorno", è la foto scelta a centro pagina, mentre The Indipendent, in taglio alto, titola con un modo di dire inglese. "By the skin of his teeth", ovvero 'per un pelo', riferendosi sia al dente del calciatore, sia al gol all'ultimo secondo che ha regalato al Liverpool il 2-2 contro il Chelsea. "Chewy Suarez", ovvero "Suarez il 'masticatore'", è il titolo scelto dal Daily Mirror in un box in taglio basso, mentre il Daily Star fotografa il folle attacco dell'uruguaiano in taglio alto e titola: "Suarez ed un morso terrificante".<br><br> <A href="http://livehighlights24.com/2013/04/22/luis-suarez-bites-ivanovic/">http://livehighlights24.com/2013/04/22/luis-suarez-bites-ivanovic/</A><br><br>C1007650adm001adm001suarez-modre.jpgSiNclamoroso-liverpool-chelsea-dracula-suarez-morde-ivanovic-1011901.htmSiT1000007100075701,02,03030346
371011899NewsCalcio EsteroPremier League, 34a giornata: lo United mette le mani sul titolo numero 2020130422093249Premier league34a giornataTutto pronto all'Old Trafford per il posticipo della 34a giornata tra Manchester United e Aston Villa e, soprattutto, per consacrare i Red Devild campioni d'Inghilterra per la ventesima volta. Infatti, l'11 di FergusonI con una vittoria diventerebbero aritmeticamente campioni. <BR>Gran parte di questa marcia trionfiale verso la conquista della&nbsp;Premier League è in gran parte da ricercare nello straordinario rendimento interno dei Reds,&nbsp;capaci di ottenere all' Old Trafford 14 successi e 2 sole sconfitte.&nbsp; Per l'Aston Villa, invece, si prospetta una lotta disperata per non retrocedere. In ogni caso, anche in caso di sconfitta, l'11 di Birmingham resterebbe in quart’ultima posizione, a +3 sul Wigan. <BR><BR>Intanto ieri pomeriggio abbiamo assistito a due splendide partite. La prima, quella giocata tra Tottenham e City, vinta dagli Spurs, ha consegnato praticamente il titolo allo United. E grandi emozioni sono state vissute anche ad Anfield, tra Liverpool e Chelsea, che pareggiano 2-2. Champions.<BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Tottenham-Manchester City: 3-1 5' Nasri(M) - 75' Dempsey-79'Defoe-82' Bale(T)</STRONG><BR><BR><STRONG>Liverpool-Chelsea: 2-2 26' Oscar-57' rig. Hazard(C) - 52' Sturridge-90'+7 Suarez (L)</STRONG><BR><BR>Oggi<BR><BR><STRONG>Manchester United-Aston Villa</STRONG><BR><BR><STRONG>Giocate Sabato<BR>Fulham-Arsenal: 0-1&nbsp; 43' Mertesacker<BR>Norwich-Reading: 2-1&nbsp; 50' R. Bennett-51' E. Bennett(N) - 72' McCLeary (R)<BR>QPR-Stoke: 0-2&nbsp; 43' Crouch-76' rig. Walters<BR>Sunderland-Everton: 1-0&nbsp; 45' Sessegnon<BR>Swansea-Southampton: 0-0<BR>WBA-Newcastle: 1-1&nbsp; 8' Gouffran(N) - 64' Jones (W))<BR>West Ham-Wigan: 2-0&nbsp;&nbsp; 21' Jarvis-81' Nolan</STRONG><BR><BR>Classifica<BR><BR>1)Manchester U. 81<BR>2)Manchester C. 68<BR>3)Arsenal 63<BR>4)Chelsea 62<BR>5)Tottenham 61<BR>6)Everton 56<BR>7)Liverpool 51<BR>8)WBA 45<BR>9)Swansea 42<BR>10)West Ham 42<BR>11)Fulham 40<BR>12)Southampton 39<BR>13)Norwich 38<BR>14)Sunderlan 37<BR>15)Stoke 37<BR>16)Newcastle 37<BR>17)Aston Villa 34<BR>18)Wigan 31<BR>19)Reading 24<BR>20)QPR 24<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>InghilterraFL0411FL0411922338-15303954-640-360.jpgSiNpremier-league-giornata-34-united-mani-sul-titolo-1011899.htmSi100427901,02,03010235
381011893NewsCalcio EsteroPremier League: Spettacolare Liverpool-Chelsea 2-2 VIDEO20130421173329Premier LeagueVideo Liverpool-ChelseaIl Chelsea&nbsp;impatta&nbsp;contro il muro rosso dell'Anfield Road di Liverpool. I Blues, due volte in vantaggio&nbsp;grazie al gol di Oscar e al rigore trasformato da Hazard, soffre&nbsp;la&nbsp;reazione dei Reds.&nbsp;Di Sturridge, su perfetto assist di Suarez, il momentaneo pareggio, dello stesso Suarez quello definitivo. <BR><BR>Link Video: <A href="http://livehighlights24.com/2013/04/21/epl-liverpool-chelsea-2-2/">http://livehighlights24.com/2013/04/21/epl-liverpool-chelsea-2-2/</A><BR><BR>LiverpoolFL0411FL0411Suarez-Gerrard1_2818422.jpgSiNpremier-league-liverpool-chelsea-video-1011893.htmSi100427901,02,03010279
391011848NewsCalcio EsteroPremier League, 34a giornata: lotta a 4 per due posti Champions League20130420094147Premier League34a giornataRecuperate in settimana le gare&nbsp;della 29a giornata, la Premier League torna in campo per disputare la giornata numero 34.&nbsp;Fra&nbsp;gli incontri&nbsp;di questo pomeriggio spiccano su tutte le altre&nbsp;Sunderland-Everton, con gli uomini di Paolo Di Canio chiamati a concedere il bis dell’impresa del St. James’ Park contro i lanciatissimi Toffees di David Moyes; Fulham-Arsenal e la delicatissima (per gli ospiti) sfida fra West Ham e Wigan. Reading (impegnato sul campo del Norwich) e&nbsp;QPR si giocano le residue speranze di acciuffare la salvezza, ma i Royals hanno subito 10 sconfitte nelle ultime 11 trasferte e i londinesi affrontano un motivatissimo Stoke City.&nbsp;Il Newcastle fa visita all'incostante West Bromwich di Steve Clarke. A questo punto del campionato&nbsp;i sogni&nbsp;dell'Everton cozzano&nbsp;con quelli dell’Arsenal, del Chelsea (atteso dall’insidiosa trasferta di Anfield Road contro il Liverpool del capocannoniere Suarez) e del Tottenham, che ospita il Manchester City secondo in classifica. Lotta per un piazzamento champions che si fà sempre più interessante.<BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Swansea-Southampton</STRONG><BR><BR><STRONG>Sunderland-Everton</STRONG><BR><BR><STRONG>QPR-Stoke City</STRONG><BR><BR><STRONG>Fulham-Arsenal</STRONG><BR><BR><STRONG>WBA-Newcastle</STRONG><BR><BR><STRONG>West Ham-Wigan</STRONG><BR><BR><STRONG>Norwich-Reading</STRONG><BR><BR>Giocano Domani<BR><BR><STRONG>Tottenham-Manchester City</STRONG><BR><BR><STRONG>Liverpool-Chelsea</STRONG><BR><BR>Lunedì<BR><BR><STRONG>Manchester United-Aston Villa</STRONG><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411fellaini.jpgSiNpremier-league-giornat-34-lotta-a-4-per-2-posti-champions-1011848.htmSi100427901,02,03010244
401011819NewsCampionatiCalciomercato Juventus, Marotta vuole portare il bomber Rojas in bianconero VIDEO20130418200810Juventus, rojasMarco Rojas esterno d`attacco del Melbourne VictoryMarco Rojas, esterno d'attacco del Melbourne Victory, continua ad essere un obiettivo della Juventus. Il 21enne neozelandese, di origini cilene, si libererà a costo zero a giugno dal club australiano. Secondo il sito Transfermarkt.de, sul giocatore ci sono Liverpool, Wolfsburg, Stoccarda, Werder Brema, Norimberga e, appunto, Juventus. Rojas, in questa stagione in Australia ha segnato 15 gol in 25 partite e ha realizzato 5 assist.<BR><BR><A href="http://livehighlights24.com/2013/03/11/marco-rojas/">http://livehighlights24.com/2013/03/11/marco-rojas/</A><BR><BR>C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-piace-il-neozelandese-bomber-rojas-1011819.htmSiT1000007100075701,02,03,06030493
411011812NewsCampionatiClamoroso Juventus, Inter e Milan volevano Paratici20130418122630juventus, paraticiSecondo La StampaSecondo l'edizione odierna di La Stampa, Milan e Inter hanno provato a 'soffiare' a Marotta il suo braccio destro: Fabio Paratici. A Milano avevano anche pensato di rubare uno degli ingegneri del nemico: Fabio Paratici, braccio destro di Marotta e prezioso collaboratore del dg nel progetto rinascita bianconero. Le milanesi hanno alzato per ora bandiera bianca, per restare ai bianconeri, il ds neppure ascoltò l'anno scorso i rumors dei tabloid inglesi, che lo affiancarono al Tottenham di André Villas-Boas o al Liverpool. <br><br> <BR>&nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001paratici.jpgSiNclamoroso-juventus-inter-e-milan-volevano-paratici-1011812.htmSiT1000007100075701,02,03,06,07030332
421011804NewsCalcio EsteroPremier League, recuperi della 29a giornata20130418101928Premier LeagueRecuperi 29a giornataBattuta d'arresto per il Manchester United, impegnato in casa del West Ham nel recupero della 29/a giornata di Premier League: gli uomini di Ferguson, due volte in svantaggio contro gli 'Hammers', acciuffano il pareggio ad un quarto d'ora dal termine grazie a van Persie. Vittorie anche per Manchester City e Chelsea: Tevez piega il Wigan mentre i 'Blues' si impongono sul Fulham con Terry (doppietta) e David Luiz.<BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocata Martedì<BR><STRONG>Arsenal-Everton 0-0</STRONG><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>West Ham-Manchester United 2-2 17'Vaz Te-55'Diame(W) - 31'Valencia-77'Van Persie(M)<BR><BR>Manchester City-Wigan 1-0&nbsp; 84'Tevez<BR><BR>Fulham-Chelsea 0-3&nbsp; 30'Luiz-43'-71'Terry</STRONG><BR><BR>Classifica<BR><BR>Manchester United 81, Manchester City 68, Chelsea 61, Arsenal 60, Tottenham 58, Everton 56, Liverpool 50, Wba 44, Swansea 41, Fulham 40, West Ham 39, Southampton 38, Newcastle 36, Norwich City 35, Sunderland 34, Stoke City 34, Aston Villa 34, Wigan 31, Qpr 24, Reading 24.<BR><BR>InghilterraFL0411FL0411mancini_e_tevez_ansa.jpgSiNpremier-league-recuperi-giornata-29-1011804.htmSi100427901,02,03010268
431011719NewsCalcio EsteroPremier League, 33a giornata spalmata in 5 giorni, occhi puntati sulle semifinali di FA Cup20130413110993Premier League33a giornata33a giornata di Premier League spalmata da oggi fino a martedì a causa di varie sovrapposizioni in programma. Si inizierà oggi pomeriggio con 5 partite, si proseguirà domani con altri due incontri. Tra oggi e domani si giocheranno anche le semifinali di FA CUP, con protagonisti Millwall, Wigan, Chelsea e Manchester City. Poi, tra martedì e mercoledì si disputeranno i recuperi della 29a giornata. Settimana cruciale quindi per molti sia in chiave Europa sia in chiave salvezza.<BR><BR>Cinque partite, dicevamo, in programma oggi pomeriggio e tutte con inizio alle ore 16. L'Aston Villa, dopo l'importante vittoria della settimana scorsa contro lo Stoke, cerca conferme contro il Fulham per allontanare lo spettro della retrocessione. L'Everton, invece, è proiettato verso un posto in Europa e vorrà vincere contro un ormai rassegnato QPR, penultimo e a -7 dal quartultimo posto. L'Arsenal insegue la Champions ed&nbsp;affronterà&nbsp;un Norwich che però non è ancora salvo e proverà a mettere in difficoltà l'11 di Wenger. Il Liverpool affronterà in trasferta il fanalino di coda Reading per la conquista di tre punti che consentirebbero di continuare a lottare per il raggiungimento di un piazzamento europeo. <BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Reading-Liverpool</STRONG><BR><BR><STRONG>Southampton-West Ham</STRONG><BR><BR><STRONG>Everton-QPR</STRONG><BR><BR><STRONG>Aston Villa-Fulham</STRONG><BR><BR><STRONG>Arsenal-Norwich</STRONG><BR><BR>Giocano Domani<BR><BR><STRONG>Newcastle-Sunderland</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke-Manchester United</STRONG><BR><BR><STRONG>Chelsea-Tottenham Posticipata</STRONG><BR><BR><STRONG>Manchester City-WBA Posticipata</STRONG><BR><BR>Martedì<BR><BR><STRONG>Wigan-Swansea</STRONG><BR><BR><STRONG></STRONG>&nbsp;<BR><BR>InghilterraFL0411FL0411walcott.jpgSiNpremier-league-giornata-33-in-5-giorni-occhi-puntati-sulla-fa-cup-1011719.htmSi100427901,02,03010238
441011597NewsCalcio EsteroPremier League, 32a giornata: in attesa del derby di Manchester si infiamma la lotta per la champions20130408094642Premier League32a giornataIn attesa del del derby di Manchester di stasera, la Premier League regala gol e tante sorprese nella domenica della 32a giornata. Gli Spurs agguantano il pareggio&nbsp;allo scadere del secondo tempo&nbsp;contro l’Everton grazie al centrocampista islandese Gylfi Sigurdsson. Passati in vantaggio dopo appena un minuto con Adebayor, i londinesi si fanno raggiungere (Jagielka al 15’) e poi superare da Kevin Mirallas al 63’,ma a pochi minuti dal fischio finale, come&nbsp;detto,&nbsp;ci pensa Sigurdsson a far esplodere la gioia dei 36mila del White Hart Lane. Niente da fare, invece, per il Sunderland di Paolo Di Canio, impegnato sul proibitivo campo dello Stamford Bridge: 2-1 per il Chelsea e Sunderland. Boccata d’ossigeno, invece, per il Newcastle, che supera il Fulham al 90’ grazie a Papiss Demba Cisse. Pareggio per&nbsp;1-1 fra QPR e Fulham in quello che era un vero e proprio spareggio per la salvezza. Pur ridotti in dieci dal 21' per l’espulsione di Zamora, i padroni di casa passano in vantaggio con Remy a 5 minuti dalla fine, ma si fanno raggiungere in pieno recupero (93') da Maloney. Deludente pareggio a reti bianche, infine, fra Liverpool e West Ham.<BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Liverpool-West Ham 0-0<BR><BR>Tottenham-Everton 2-2&nbsp; 1'Adebayor-87'Sigurdsson(T) - 15'Jagielka-53'Mirallas(E)<BR><BR>Newcastle-Fulham 1-0&nbsp; 93'Papiss Cisse<BR><BR>Chelsea-Sunderland 2-1&nbsp; 45'A.gol Azpilicueta(S) - 47'A.gol Kilgallon-55' Ivanovic<BR><BR>QPR-Wigan 1-1&nbsp; 85'Remy(Q) - 90'Maloney(W)<BR></STRONG><BR>Giocate Sabato<BR><BR><STRONG>Reading-Southampton 0-2 34' Rodriguez-72' Lallana)<BR><BR>WBA-Arsenal 1-2 20'-50' Rosicky(A) - 71' Morison(W)<BR><BR>Stoke-Aston Villa 1-3 9'Agbonlahor-85'Lowton-90'Benteke(A) - 80' Kightly(S)<BR><BR>Norwich-Swansea 2-2 35' Michu-76'Moore(S) - 40'Snodgrass-60'Turne(N)<BR><BR></STRONG>Oggi<BR><BR><STRONG>Manchester United-Manchester City</STRONG><BR><BR><STRONG>Classifica</STRONG><BR><BR>Manchester United 77, Manchester City 62, Chelsea 58, Tottenham 58, Arsenal 56, Everton 52, Liverpool 49, West Bromwich 44, Swansea 41, Fulham 39, West Ham 37, Southampton 37, Newcastle 36, Norwich 35, Stoke city 34, Aston Villa 33, Sunderland 31, Wigan 31, Queens PR 24, Reading 23.<BR><BR><BR><BR><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411ivanovic.jpegSiNpremier-league-giornata-32-in-attesa-del-derby-di-manchester-si-accende-la-lotta-per-la-champions-1011597.htmSi100427901,02,03010234
451011580NewsCalcio EsteroPremier League, 32a giornata: grande cuore Aston Villa, bene l`Arsenal20130407105130Premier League32a giornataNell’anticipo di ieri della 32a giornata di Premier League il Southampton ha vinto 2-0 al Madejski Stadium, contro il Reading dell’ex manager Adkins. Un successo, quello del Soton, che permette agli uomini di Pochettino di salire a 37 punti in classifica,&nbsp;ponendosi, forse definitivamente,&nbsp;al difuori&nbsp; dalla lotta per non retrocedere. Lotta nella quale, invece, è ormai ampiamente&nbsp;invischiato il Reading che, fermo a fondo classifica a 23 punti e a -8 dalla salvezza, sembra ormai condannato. Il colpo di coda, in ottica salvezza, è quello dell’Aston Villa che strappa 3 punti&nbsp;vitali&nbsp;al Britannia Stadium per 3-1 contro lo Stoke City. Con i padroni di casa in crisi di risultati, i Villans di Birmingham hanno&nbsp;sfoderato una prestazione di gran cuore salendo così a 33 punti. Vittoria che non permette di uscire dalla bagarre per la salvezza, ma che, comunque, dà morale.&nbsp;Bene anche&nbsp;l’Arsenal, vittorioso in trasferta al The Hawthorns contro il WBA. Gli uomini di Wenger portano a casa i 3 punti grazie a una doppietta del ritrovato Rosicky.&nbsp;I Gunners&nbsp;prolungano la striscia positiva&nbsp;a 7 gare con 6 vittorie consecutive&nbsp;e si ritrova, dopo varie&nbsp;settimane, nuovamente al quarto posto, con un punto in più del Chelsea, che&nbsp;oggi ospiterà il Sunderland.<BR><BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Reading-Southampton 0-2&nbsp; </STRONG>34' Rodriguez-72' Lallana)<BR><BR><STRONG>WBA-Arsenal </STRONG>1-2&nbsp; 20'-50' Rosicky(A) - 71' Morison(W)<BR><BR><STRONG>Stoke-Aston Villa </STRONG>1-3&nbsp;&nbsp; 9'Agbonlahor-85'Lowton-90'Benteke(A) - 80' Kightly(S)<BR><BR><STRONG>Norwich-Swansea </STRONG>2-2&nbsp; 35' Michu-76'Moore(S) - 40'Snodgrass-60'Turne(N)<BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Liverpool-West Ham</STRONG><BR><BR><STRONG>Tottenham-Everton</STRONG><BR><BR><STRONG>Newcastle-Fulham</STRONG><BR><BR><STRONG>Chelsea-Sunderland</STRONG><BR><BR><STRONG>QPR-Wigan</STRONG><BR><BR>Lunedì<BR><BR><STRONG>Manchester United-Manchester City</STRONG><BR><BR><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411arteta.jpgSiNpremier-league-giornata-32-vince-arsenal-astonvilla-grande-cuore-1011580.htmSi100427901,02,03010223
461011560NewsCalcio EsteroPremier League,32a giornata: è già tempo di verdetti20130406093658Premier League32a giornataLa 32esima giornata potrebbe sancire i primi verdetti di massima, anche se ancora non definitivi, sia nelle parte bassa della classifica, sia al vertice. La partita che&nbsp;darà il via&nbsp;allla giornatà sarà Reading-Southampton: i “Royals” sono ultimi e devono necessariamente vincere per continuare a lottare per una, ormai,&nbsp;miracolosa salvezza; i “Saints”, viceversa, dopo la brillante vittoria sul Chelsea della scorsa settimana, si trovano in una posizione tranquilla ma ancora non a sufficienza&nbsp;per decretarne la permanenza nella massima serie inglese, considerando soprattutto che la terzultima si trova ad appena quattro punti e che sono sette le squadre che potrebbero essere risucchiate nella zona retrocessione. Situazione simile riguarda lo Stoke City, come il Southampton a 34 punti, che dovrà vedersela in casa contro un disperato Aston Villa, ormai alla deriva, che tenta di abbandonare la terzultima posizione.<br><br> Tra le partite che si dgiocheranno domani, grande sfida al White Hart Lane tra Tottenham ed Everton: gli spurs, privi dell’infortunato Gareth Bale, se la giocheranno contro la squadra di David Moyes per mantenere la terza posizione che garantirebbe l’accesso diretto alle fasi finali di Champions League. Il Chelsea di Rafa Benitez invece, dopo la sconfitta della scorsa settimana e la vittoria infrasettimanale in Europa Legue, dovrà superare il Sunderland di Paolo Di Canio se vorrà riappropriarsi&nbsp;fin da subito&nbsp;del terzo posto. <br><br> La giornata odierna si concluderà e culminerà Lunedì sera con il match che catalizza tutte le attenzioni:&nbsp;il derby di Manchester.&nbsp;Lo &nbsp;United di Ferguson, ormai a un passo dal titolo, potrà giocare senza avvertire la forte pressione che avvolge il derby considerati i 15 punti di vantaggio; il City di Roberto Mancini, di contro, più che tentare di riavvicinarsi alla testa della classifica, cosa ormai pressochè impossibile,&nbsp;ha l'occasione&nbsp;per&nbsp;provare a consolidare il secondo posto e misurarsi, contro i diretti concorrenti, in una sfida che potrebbe mostrare il reale divario che separa le due compagini.<br><br> Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.com/category/premier-league/</A><br><br> Giocano Oggi<br><br> <STRONG>Reading-Southampton</STRONG><br><br> <STRONG>WBA-Arsenal</STRONG><br><br> <STRONG>Stoke-Aston villa</STRONG><br><br> <STRONG>Norwich-Swansea</STRONG><br><br> Giocano Domani<br><br> <STRONG>Liverpool-West Ham</STRONG><br><br> <STRONG>Tottenham-Everton</STRONG><br><br> <STRONG>Newcastle-Fulham</STRONG><br><br> <STRONG>Chelsea-Sunderland</STRONG><br><br> <STRONG>QPR-Wigan</STRONG><br><br> Lunedì<br><br> <STRONG>Manchester United-Manchester City</STRONG><br><br>InghilterraFL0411FL0411sir alex ferguson.jpgSiNpremier-league-giornata-32-tempo-di-verdetti-1011560.htmSi100427901,02,03010212
471011544NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, l`obiettivo è Ramirez20130405160530inter, ramirezCi ha provatoCi ha provato la scorsa estate,&nbsp; farà un tentativo anche a giugno. L'Inter vuole Gaston Ramirez, trequartista uruguaiano classe 1990, in forza al Southampton. Dopo una stagione in Premier League, con all'attivo 4 gol in 22 partite, l'ex Bologna si è già stufato della Premier League e delle scarse ambizioni dei Saints, lontani quattro punti dalla zona calda della classifica. Il problema è come sempre il prezzo: pagato 14 milioni di euro dagli inglesi, solo nove mesi fa, Ramirez ne costa altrettanti. Nella trattativa potrebbe essere decisiva la volontà del giocatore che sogna il ritorno in Italia.<br><br>La ricerca da parte di Branca di un trequartista, Diamanti, Eriksen o Ramirez che sia, (al quale va aggiunto l'acquisto di Botta dal Tigre), fa sorgere il dubbio che forse Coutinho, a questa Inter, sarebbe potuto servire. A Liverpool il brasiliano, maglia numero 10 sulle spalle, ha conquistato allenatore, tifosi e critica con 2 gol e 3 assist in 6 presenze, dimostrando tutto quello che si diceva di buono su di lui.<br><br>C1007650adm001adm001ramirez-sou.jpgSiNinter-l-obiettivo-e-ramirez-1011544.htmNoT1000026100075701,02,03030525
481011375NewsCalcio EsteroPremier League, 31a giornata: United a Sunderland per il titolo20130330094242Premier League31a giornataInteressante giornata in programma nella&nbsp;Premier League nonostante non ci siano bigmatch&nbsp;e nonostante&nbsp;manchi, ormai, una vera lotta per il titolo. Lo United ha in tasca il campionato e farà visita ad un Sunderland in caduta libera. I Black cats hanno racimolato solo due punti negli ultimi sei incontri e sono ad un passo dal baratro. Di contro, la squadra di Ferguson sente vicina la meta finale e vorrà vincere il titolo quanto prima anche per ripagare i tifosi dall'eliminazione in champions league. Il resto della classifica può ancora essere soggetto a variazioni e la corsa ai posti che valgono l'Europa o, semplicemente, alla salvezza,&nbsp;può diventare avvincente. Ed infatti il cammino di chi vuole l'Europa e di chi non si rassegna alla retrocessione si incrociano nella giornata odierna come non mai. A Southampton gli uomini guidati da Mauricio Pochettino affrontano il Chelsea terzo in classifica con la speranza di&nbsp;ripetere le prestazioni fornite&nbsp;contro City e Liverpool, mentre in casa Arsenal i Gunners ospitano il fanalino di coda Reading e ha quindi un’ottima chance per avvicinarsi ulteriormente alla zona Champions. Il Wigan&nbsp; attende la visita di un Norwich tutt’altro che invincibile lontano da Carrow Road; l’Aston Villa affronta il Liverpool&nbsp; e il QPR,&nbsp; nel posticipo&nbsp;di lunedì sera,&nbsp;si giocherà le sue ultime carte al Craven Cottage di Fulham. Ritornando all'alta classifica, il Tottenham è atteso dall’insidiosa trasferta sul campo dello Swansea, mentre l’Everton cercherà tre punti per rilanciarsi verso l’Europa che conta contro lo&nbsp;Stoke City. <br><br> Giocano Oggi<br><br> <STRONG>Sunderland-Manchester United <BR>Wigan-Norwich<BR>West Ham-West Bromwich<BR>Swansea-Tottenham<BR>Manchester City-Newcastle<BR>Arsenal-Reading<BR>Southampton-Chelsea<BR>Everton-Stoke City</STRONG> <br><br> Giocano Domani<br><br> <STRONG>Aston Villa-Liverpool</STRONG><br><br> Lunedì<br><br> <STRONG>Fulham-QPR</STRONG><br><br>InghilterraFL0411FL0411sir alex ferguson.jpgSiNpremier-league-giornata-31-united-per-il-titolo-1011375.htmSi100427901,02,03010189
491011368NewsCampionatiCoutinho contro l`Inter: «Avevo in continuazione problemi fisici»20130329183119inter, coutinhoDalle pagine di GloboesporteDalle pagine di Globoesporte, Philippe Coutinho, ora passato al Liverpool, ricorda il suo periodo all'Inter sfortunato anche sul fronte infortuni e non manca di pungere lo staff medico: "Ricordo che all'Inter avevo problemi fisici. Ricordo che ho avuto un problema al piede e due o tre infortuni muscolari, qui al Liverpool invece c'è una grande prevenzione. Guardano se l'atleta sforza eccessivamente il fisico, sono sempre attenti. Per questo l'anno prossimo farò una grande preparazione".C1007650adm001adm001coutinho.jpgSiNcoutinho-contro-l-inter-avevo-in-continuazione-problemi-fisici-1011368.htmNoT1000026100075701,02,03010173
501011279NewsCampionatiCile-Uruguay, Suarez da un pugno al cileno Jara20130327125436cile, uruguayLuis Suarez non riesce a stare lontano Luis Suarez non riesce a stare lontano dalle controversie. L'attaccante del Liverpool, nel corso di Cile-Uruguay, ha tirato un pugno in faccia al suo marcatore, Gonzalo Jara. La partita era sul parziale di 1-0, e si è conclusa 2-0, portando i cileni a sorpassare in classifica la 'Celeste'. Jara non ha reagito dopo l'episodio, e la partita è proseguita senza ulteriori tensioni.C1007650adm001adm001Suarez-Gerrard1_2818422.jpgSiNcile-uruguay-suarez-da-un-pugno-al-cileno-jara-1011279.htmNoT1000007100075701,02,03030206
511011173NewsCalciomercatoJuventus, incontro per Suarez20130324173911juventus, suarezInteressanti retroscena relativi al mercato della Juventus Interessanti retroscena relativi al mercato della Juventus arrivano direttamente dal quotidiano La Stampa. A Milano subito dopo la sfida tra Milan e Barcellona è andata in scena una cena tra il tecnico bianconero Antonio Conte, il ds Paratici e Giovanni Branchini, uno dei più importanti procuratori del nostro paese. Un incontro nato un po' per caso che, però, s'è concluso con una discussione riguardante l'attaccante del Liverpool Luis Suarez. Branchini - molto amico dell'agente dell'attaccante uruguaiano Pere Guardiola - è l'uomo giusto per portare il calciatore in Italia. Ora, però, serve capire se realmente Suarez voglia lasciare Liverpool per accasarsi alla Juventus. Il club campione d'Italia è disposto ad attendere ancora un po' e, nel frattempo, ha cominciato a prendere informazioni. C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-incontro-per-suarez-1011173.htmSiT1000007100075701,02,03,06,07030385
521011169NewsCalciomercatoChelsea, Torres per arrivare a Falcao20130324153045chelsea, falcaoE` Radamel Falcao il primo obiettivo del Chelsea E' Radamel Falcao il primo obiettivo del Chelsea per rinforzare l'attacco in vista della stagione 2013/14. I blues, campioni d'Europa in carica, sono al lavoro per il grande colpo di mercato per rilanciare le ambizioni della squadra dopo una stagione fallimentare. I contatti con l'Atletico Madrid sono già partiti, quella relativa al centravanti colombiano è una trattativa da 50 milioni di sterline, cioè quasi 60 mln di euro. Per abbassare l'esborso economico - rivela il Daily Mail - Roman Abramovich potrebbe inserire nella trattativa anche Fernando Torres. Per il centravanti spagnolo si tratterebbe di un ritorno al passato visto che in Spagna ha costruito le sue fortune proprio con la casacca dell'Atletico Madrid prima del trasferimento nel 2007 al Liverpool. <BR>C1007650adm001adm001falcao.jpgSiNchelsea-torres-per-arrivare-a-falcao-1011169.htmSi100075501,02,03030434
531011139NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, Marotta ha messo nel mirino Hernandez20130322161432Juventus, hernandezDall`Inghilterra spunta un nome nuovoDall'Inghilterra spunta un nome nuovo per il mercato della Juventus: secondo l'edizione odierna del tabloid britannico Daily Mail, i bianconeri sarebbero pronti ad avanzare un'offerta al Manchester United per l'attaccante messicano Javier Hernandez nel caso in cui dovessero fallire l'assalto a Luis Suarez, uruguaiano del Liverpool cercato anche dal Bayern Monaco.C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-marotta-ha-messo-nel-mirino-hernandez-1011139.htmSiT1000007100075701,02,03030236
541011121NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, c`è l`offerta per Suarez20130322114349Juventus, suarezLuis SuarezLuis Suarez non sbatte la porta in faccia alla Juventus che sorride visti i venti di bufera che soffiano tra il Pistolero ed il Liverpool. A fotografare la situazione è La Stampa oggi in edicola, che racconta di come i bianconeri siano sul ragazzo dai tempi dell'Ajax. Suarez non vuole perdere la Champions League ancora una volta, tanto dipenderà da dove arriverà la banda Rodgers: ci sarebbe una prima offerta da trenta milioni di euro, affare complesso ma non impossibile.C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-c-e-l-offerta-per-suarez-1011121.htmSiT1000007100075701,02,03030127
551011028NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, bianconeri interessati a un fantasista20130318171852juventusLa Juventus guarda verso La Juventus guarda verso oriente per rinforzare l'organico in vista della prossima stagione: stando alle indiscrezioni raccolte da 'Sport Mediaset', i bianconeri sarebbero sulle tracce del giappnese Keisuke Honda, destinato a lasciare il CSKA Mosca a fine stagione. Per arrivare a Honda, vecchio obiettivo di mercato della Lazio, la Juventus dovrà vincere la concorrenza di Everton e Liverpool.<br>C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-bianconeri-interesati-a-un-fantasista1011028.htmSiT1000007100075701,02,03030340
561011006NewsCalcio EsteroPremier League, 30a giornata: City si arrende all`Everton, United ipoteca il titolo20130317120110Premier League30a giornataNella 30esima giornata di Premier League il Manchester City crolla al Goodison Park contro l’Everton, consegnando&nbsp;di fatto&nbsp;il titolo al Manchester United. Gran partita degli uomini di Moyes che trionfano, con una rete per tempo, e dominano per larghi tratti nonostante restino in 10 uomini nella ripresa, per l’espulsione di Pienaar. Ne&nbsp;trae vantaggio&nbsp;la formazione di Ferguson che supera di misura il Reading 1-0 con gol di Wayne Rooney. Tre punti che servono ad ipotecare il titolo della Premier con un +15 sui cugini del City. Importantecaso, il salto in avanti dei Gunners, vittoriosi per 2-0 sul campo dello Swansea,&nbsp;verso il quarto posto; considerando anche la contemporanea sconfitta per 3-1 del Liverpool sul campo del Southampton. Pari senza reti tra Stoke e WBA, vince una gara importantissima, invece, l’Aston Villa, al Villa Park, per 3-2 contro il QPR. Altalena di punteggio per tutta la gara ma decide, all’81′, il solito Benteke, e lancia i padroni di casa a +6 sul Wigan (che ha, però, due gare da recuperare). <br><br> Giocate Ieri<br><br> <STRONG>Everton-Manchester City &nbsp;2-0&nbsp;&nbsp; 32′ Osman-90′+3 Jelavic</STRONG><br><br> <STRONG>Aston Villa-QPR 3-2&nbsp;&nbsp; 23′ Jenas-73′ Townsend(Q) - 45′+2 Agbonlahor-59′ Weimann-81′ Benteke (A)</STRONG><br><br> <STRONG>Southampton-Liverpool 3-1&nbsp; 6′ Schneiderlin-33′ Lambert-80' Rodriguez (S) -&nbsp;45′+1 Coutinho (L)</STRONG><br><br> <STRONG>Stoke-WBA &nbsp;0-0</STRONG><br><br> <STRONG>Swansea-Arsenal 0-2&nbsp;&nbsp; 74′ Monreal-90′+1 Gervinho</STRONG><br><br> <STRONG>Manchester United-Reading 1-0&nbsp; 21′ Rooney</STRONG><br><br> Domenica<BR><STRONG>Sunderland-Norwich<BR>Tottenham-Fulham<BR>Chelsea-West Ham<BR>Wigan-Newcastle</STRONG><br><br>InghilterraFL0411FL0411rooney.jpgSiNpremier-league-giornata-30-crollo-city-united-ipoteca-il-titolo-1011006.htmSi100427901,02,03010172
571010924NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, Marotta ha in mente tanti pezzi pregiati20130314122438juventus, marottaTuttosport fa il punto Tuttosport oggi in edicola fa il punto sui sogni di mercato per l'attacco della Juventus che verrà. Una margherita ricca di petali pregiatissimi tra i quali c'è anche Luis Suarez del Liverpool che fa però gola anche al Real Madrid ed al Bayern Monaco: ingaggio da 5,5 milioni di euro, è in scadenza nel 2018. Poi Alexis Sanchez, ora più tosto da raggiungere dopo la prestazione super in Champions League. L'ingaggio da 4 milioni di euro all'anno è comunque alla portata dei bianconeri, resta da capire cosa vorrà fare il Barcellona. Balla il nome di Luis Muriel dell'Udinese, occhio al possibile addio di Gonzalo Higuain dal Real Madrid mentre è tosta che Lukasz Podolski lasci l'Arsenal.C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-marotta-ha-in-mente-tanti-pezzi-pregiati-1010924.htmNoT1000007100075701,02,03,06030285
581010822NewsCalcio EsteroPremier League, 29a giornata: big impegnate in FA Cup, l`attenzione si sposta sulla corsa salvezza20130310103838Premier League29a giornata29a giornata di Premier League&nbsp;a singhiozzo&nbsp;per la disputa in contemporanea dei quarti di finale di FA Cup., ma comunque interessante per quanto riguarda la corsa alla salvezza. Il QPR dà l’ennesimo dimostrazione di avere ritrovato lo smalto che sembrava definitivamente perduto, battendo il Sunderland 3-1 a Loftus Road. Il QPR rimane ultimo ma sale a 23 punti, agganciando il Reading e andando a -4 dalla zona salvezza. Per le statistiche, il momentaneo 1-1 di Loic Rémy è il gol n800 di questa stagione di Premier League, mentre il QPR mettono in fila 2 vittorie consecutive in campionato, cosa che non gli riusciva dal Dicembre 1995. Proprio il Reading perde in casa, 2-1 nello scontro diretto con l’Aston Villa.&nbsp; 3 punti importantissimi e +3 sulla zona retrocessione, ossigeno puro per la squadra di Birmingham. Anche per il WBA una rimonta che porta al successo contro lo Swansea, per 2-1 al The Hawthorns. Per i Baggies 43 punti in classifica, a -4 dalla zona Europa, mentre lo Swansea resta a 40 punti. A Carrow Road, infine, succede poco, con il Southampton che gioca meglio, per larghi tratti, e il Norwich che ha l’occasione decisiva al 95′, ma Holt si vede parare da Boruc il calcio di rigore della vittoria e 0-0 finale.<BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Norwich-Southampton: 0-0 </STRONG><BR><BR><STRONG>QPR-Sunderland: 3-1&nbsp;&nbsp;&nbsp; 20′ Fletcher(S) - 30′ Rémy-71′ Townsend-90′ Jenas(Q)</STRONG><BR><BR><STRONG>Reading-Aston Villa: 1-2&nbsp;&nbsp; 32′ aut. Baker(R) - 33′ Benteke-45′ Agbonlahor(A)</STRONG><BR><BR><STRONG>WBA-Swansea: 2-1&nbsp;&nbsp;&nbsp; 33′ Moore(S) - 40′ Lukaku-61′ aut. De Guzman(W)</STRONG><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Newcastle-Stoke City</STRONG><BR><BR><STRONG>Liverpool-Tottenham<BR></STRONG><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411bale.jpgSiNpremier-league-giornata-29-bagarre-salvezza-1010822.htmSi100427901,02,03010151
591010749NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, anche le inglesi su Sanchez20130306112727juventus, sanchezL`ex attaccante dell`Udinese non piacerebbe soltanto a Juventus Dall'Inghilterra arrivano notizie interessanti riguardanti il futuro di Alexis Sanchez, attaccante 24 enne del Barcellona e della nazionale cilena: secondo quanto riportato dal noto portale britannico "Talksport", infatti, l'ex attaccante dell'Udinese non piacerebbe soltanto a Juventus e Napoli, ma anche al Liverpool, club che sarebbe pronto ad inserirsi nella trattativa, con l'intento di affiancare Sanchez a Suarez, e formare una coppia d'attacco di altissimo livello. Nelle prossime settimane si attendono certamente novità, dal momento che la Juve segue il cileno con grande attenzione. C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-anche-le-inglesi-su-sanchez-1010749.htmSiT1000007100075701,02,03,06,08030168
601010724NewsCampionatiCalciomercato Inter, il Liverpool interessato a Cassano 20130304173751inter, cassanoFonti inglesi riportate da Fonti inglesi riportate da Interlive raccontano di un interesse da parte del Liverpool per l'ex blucerchiato: i 'Reds' starebbero pensando a lui in caso di cessione di Suarez. Una pista che, tuttavia, al momento sembra difficilmente percorribile: se davvero Cassano dovesse lasciare l'Inter, con ogni probabilità tornerebbe alla Sampdoria.<br>C1007650adm001adm001cassano.jpgSiNinter-il-liverpool-interessato-a-cassano-1010724.htmSiT1000026100075501,02,03030265
611010711NewsCampionatiJuventus, questa la cifra per Suarez20130304092117juventus, suarezSulle pagine di TuttoSport Sulle pagine di TuttoSport si torna a parlare del tanto chiaccherato top player per la Juventus. Nel mirino c'è sempre Luis Suarez, attaccante uruguaiano in forza al Liverpool. La Juventus potrebbe chiudere la trattativa, per una cifra che si aggira intorno ai 30 milioni di euro.C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-questa-la-cifra-per-suarez-1010711.htmSiT1000007100075701,02,03,06030194
621010538NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, Marotta è ancora alla ricerca: piacciono Sanchez e Suarez20130220124719juventusLa Stampa oggi in edicola parla del mercato della JuventusLa Stampa oggi in edicola parla del mercato della Juventus. I bianconeri, per l'estate, hanno messo in cima alla liste dei desideri Luis Suarez: la stella del Liverpool, però, sarebbe già stato promesso a Pep Guardiola come primo regalo per il Bayern Monaco che verrà. 46 milioni di euro, valutazione stratosferica, con Beppe Marotta che valuta due alternative: Luis Muriel dell'Udinese ed Alexis Sanchez del Barcellona.C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-marotta-e-ancora-alla-ricerca-1010538.htmSiT1000007100075501,02,03,06030308
631010497NewsCampionatiInter, esordio con rete per Coutinho al Liverpool20130218110728inter, liverpoolPrima apparizione ad Anfield di CoutinhoPrima apparizione ad Anfield di Coutinho, acquisto invernale del Liverpool dall'Inter, e prima rete del brasiliano cui i 'Reds' hanno affidato la maglia numero 10. Nell'anticipo di Premier (il resto della giornata si giochera' nel prossimo fine settimana) il Liverpool travolge lo Swansea 5-0. Oltre a Coutinho in gol Gerrard, su rigore, Jose' Enrique, Suarez e Sturridge, ancora su rigore. Infortunio a una spalla per l'ex romanista Borini, per lui la stagione potrebbe essere finita.C1007650adm001adm001coutinho.jpgSiNinter-esordio-con-rete-per-coutinho-col-liverpool-1010497.htmNoT1000026100075501,02,03030112
641010443NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, anche tre club inglesi su Icardi20130214122128inter, icardiInter IcardiNon solo l'Inter ed il Napoli. Secondo il Daily Mail, sulle tracce di Mauro Icardi ci sarebbero anche Liverpool, Manchester e Tottenham. Il diciannovenne italo-argentino della Sampdoria è stato visionato da tutti questi club, anche se pure il tabloid britannico racconta dei nerazzurri in pole position per aggiudicarselo in estate.C1007650adm001adm001sampdoria-6.jpgSiNinter-anche-tre-club-inglesi-su-icardi-1010443.htmSiT1000026100075501,02,03,08030236
651010425NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, ag. Dzsudzsak: «E` nel mirino dei nerazzurri» 20130213161134inter, dzsudzsakInter DzsudzsakVörösbaranyi Józsefet, agente dell'attaccante della Dinamo Mosca Balázs Dzsudzsák, parlando ad un quotidiano russo ha confermato che l'Inter è seriamente interessata al giocatore ex Psv, e già ha provato a presentare un'offerta al club russo. FcInterNews.it vi propone le sue parole: "L'Inter e il Liverpool sono davvero interessate al giocatore; i nerazzurri si sono fatti anche vivi con la Dinamo Mosca, che però non ha voluto lasciare andare il calciatore".<br><br> Il procuratore garantisce che comunque Dzsudzsák ambisce davvero ad arrivare un giorno in un grande campionato: "Per adesso si trova benissimo a Mosca, ma ha tanta voglia di misurarsi con un top club in Europa. Spero che quest'estate vengano prese in considerazione tutte le offerte".<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001107812768.jpgSiNinter-agente-dzsudzsak-e-nel-mirino-dei-nerazzuri-1010425.htmNoT1000026100075501,02,03030166
661010407NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, Santon resta in Premier League20130212191930milan, santonMilan SantonDavide Santon (22) chiude al ritorno in Italia. L'esterno ex Inter era stato accostato al Milan durante il mercato di gennaio, ma all'Evening Chronicle ha dichiarato: "Questo, al momento, è il posto ideale per me. In Premier League gioca purtroppo solo un altro italiano, ovvero Fabio Borini nel Liverpool; tuttavia credo che questo campionato sia migliore rispetto alla Serie A o alla Liga, qui ci sono i migliori tifosi in circolazione. Giocare con la maglia del Newcastle mi ha aiutato a tornare anche in Nazionale, sono molto grato al tecnico Pardew e darò sempre il 100% per ripagare la sua fiducia".C1007650adm001adm001galliani.jpgSiNmilan-santon-resta-in-premier-league-1010407.htmSiT1000027100075501,02,03,07030217
671010337NewsCalcio EsteroPremier League, 26a giornata: City,che tonfo! Valanga Chelsea sul Wigan.20130210100532Premier League26a giornataNel sabato della 26a giornata di Premier League&nbsp; torna alla vittoria il Chelsea, che&nbsp;sconfigge con un sonoro&nbsp;4-1 il Wigan allo Stamford Bridge. Primo tempo più complicato del previsto&nbsp;e chiuso in vantaggio con la rete di Ramires, nella ripresa i Blues dilagano e chiudono i conti nel finale, respingendo il tentativo di rimonta dei "Latics". Passo avanti importante per la squadra di Benitez, considerando anche il&nbsp;crollo del Manchester City sul campo del Southampton. Gli uomini di Mancini perdono 3-1 contro i "Saints" e ora intravedono il rischio che il Manchester United, domani, incrementi il vantaggio in vetta alla classifica.&nbsp;Nella battaglia per&nbsp;il quarto posto vincono sia il Tottenham che l'Arsenal, in attesa dell’Everton impegnato&nbsp;oggi all' Old Trafford contro la capolista. Gli "Spurs" piegano il Newcastle 2-1&nbsp;grazie ad&nbsp;un Gareth Bale in grande spolvero. Vince, come detto,&nbsp;anche l’Arsenal, di misura per 1-0 allo Stadium of Light di Sunderland, in una gara sofferta fino all’ultimo. Decisivo il gol di Cazorla, ma l’espulsione di Jenkinson al 62′ ha obbligato i Gunners a una mezz’ora finale in trincea, per respingere gli attacchi dei padroni di casa, fermati in un paio di occasioni da interventi strepitosi del polacco&nbsp;Szczesny. Vittoria&nbsp;con goleada&nbsp;per lo Swansea, che ha travolto il QPR per 4-1 davanti al proprio pubblico. Per lo Swansea&nbsp;questa vittoria vale il&nbsp;settimo posto a 37 punti.<BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Tottenham-Newcastle 2-1&nbsp;&nbsp; 5'-78'Bale(T) - 24'Gouffran(N)</STRONG><BR><BR><STRONG>Chelsea-Wigan 4-1&nbsp;&nbsp; 23'Ramires-56'Hazard-87'Lampard-90'Marin(C) - 58'Maloney(W)</STRONG><BR><BR><STRONG>Norwich-Fulham 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke-Reading 2-1&nbsp;&nbsp; 67'Huth-81'Jerome(S) - 83'Mariappa(R)</STRONG><BR><BR><STRONG>Swansea-QPR 4-1&nbsp;&nbsp; 8'-67'Michu-18'Rangel-50'Hernandez(S) - 48'Zamora(Q)</STRONG><BR><BR><STRONG>Sunderland-Arsenal 0-1&nbsp;&nbsp; 36'Cazorla</STRONG><BR><BR><STRONG>Southampton-Man.City 3-1&nbsp;&nbsp; 7'Puncheon-22'Davis-48'A.gol Barry(S) - 39'Dzeko(M)</STRONG><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Aston Villa-West Ham</STRONG><BR><BR><STRONG>Man.United-Everton</STRONG><BR><BR>Lunedì<BR><BR><STRONG>Liverpool-WBA</STRONG><BR><BR><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411lampard.jpgSiNpremier-league-giornata-26-tonfo-city-chelsea-a-valanga-1010337.htmSi100427901,02,03010265
681010315NewsCalcio EsteroPremier League, 26a giornata: City all`inseguimento sul difficile campo del Southampton20130209090717Premier League26a giornataIn Inghilterra prosegue la lotta a distanza tra il City e lo United, con quest'ultimo, a dire il vero, sempre più&nbsp;autorevolmente vicino alla vittoria finale. La capolista giocherà domenica&nbsp;contro l'insidioso&nbsp;Everton all’Old Trafford. Non meno problematica, però, appare la trasferta degli uomini di Mancini sulle rive della Manica, dove ad attenderli troveranno un Southampton che non può fare sconti a nessuno e che in questo momento è una delle squadre più in forma del campionato. Da seguire con attenzione anche il doppio testa-coda fra Tottenham e Newcastle e fra Chelsea e Wigan, con le londinesi date ovviamente per favorite. Tutte impegnate fuori casa le squadre in lotta per la salvezza, e cioè, QPR, Fulham e Reading, tranne l’Aston Villa, che ha, quindi, la&nbsp;ghiotta occasione, forse l’ultima, di agganciare la zona-salvezza; l’avversario, infatti, è il non irresistibile West Ham. <BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Tottenham-Newcastle</STRONG><BR><BR><STRONG>Chelsea-Wigan</STRONG><BR><BR><STRONG>Norwich-Fulham</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke-Reading</STRONG><BR><BR><STRONG>Swansea-QPR</STRONG><BR><BR><STRONG>Sunderland-Arsenal</STRONG><BR><BR><STRONG>Southampton-Man.City</STRONG><BR><BR>Giocano Domani<BR><BR><STRONG>Aston Villa-West Ham</STRONG><BR><BR><STRONG>Man.United-Everton</STRONG><BR><BR>Lunedì<BR><BR><STRONG>Liverpool-WBA</STRONG><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411Roberto-Mancini_41.jpgSiNpremier-league-giornata-26-city-impegnato-contro-il-southampton-1010315.htmSi100427901,02,03010197
691010298NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, Marotta punta Suarez20130208193543juventus, suarez, marottaJuventus Suarez MarottaLuis Suarez vuole lasciare il Liverpool. È lo stesso giocatore ad affermarlo, direttamente dal ritiro della propria nazionale. La Champions League è uno scenario importante per un campione del calibro di Suarez e non poterla disputare sicuramente è un fattore decisivo per la scelta dell'ex Ajax. Come riporta TuttoSport, la Juventus potrebbe tornare alla carica per il fortissimo attaccante uruguaiano. Suarez era già stato cercato più volte dalla dirigenza bianconera durante la scorsa estate, tuttavia la trattativa non era andata a buona fine: questa volta, complice la volontà del ragazzo, la situazione potrebbe cambiare in favore della Juventus, che potrebbe trovare finalmente il tanto sospirato top player per l'attacco.C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-marotta-punta-suarez-1010298.htmSiT1000007100075701,02,03,06030301
701010212NewsCalcio EsteroPremier League, 25a giornata: City fermato dal Liverpool, United a +920130204103668Bundesliga25a giornataA Manchester, sponda City, &nbsp;il Liverpool, nell’ultimo match della 25a giornata, ha&nbsp;fermato sul pari i padroni di casa. Il distacco dal Manchester United si rende sempre più grande e, a meno di clamorosi ma improbabili scivoloni dei Reds, possiamo dire che la Premier League è finita. Lo United adesso ha nove punti di vantaggio sulla squadra Campione d’Inghilterra.&nbsp;Gara molto combattuta: Dzeko al 20’ realizza l’undicesimo gol in campionato; al 29’ Joe Hart subisce il primo gol del 2013, a trafiggerlo è stato il suo connazionale Daniel Sturridge; al 73’ Steven Gerrard con uno stupendo tiro di destro&nbsp;porta in vantaggio i ‘Reds’, che vengono, infine,&nbsp;raggiunti da Aguero per il 2-2 finale. Nell’altro incontro giocato ieri, il Tottenham ha vinto 1-0 in casa del West Bromwich. <BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>WBA-Tottenham 0-1&nbsp;&nbsp; 67'Bale</STRONG><BR><BR><STRONG>Man.City-Liverpool 2-2&nbsp;&nbsp; 23'Dzeko-78'Aguero(M) - 29'-73'Sturridge(L)</STRONG><BR><BR>Giocate Sabato<BR><BR><STRONG>QPR-Norwich 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Arsenal-Stoke 1-0&nbsp;&nbsp;&nbsp;78'podolski</STRONG><BR><BR><STRONG>Everton-Aston Villa 3-3&nbsp;&nbsp; 2'-61'Benteke-24'Agbonihaor(A) - 21'Anichebe-69'-90'Fellaini(E)</STRONG><BR><BR><STRONG>Reading-Sunderland 2-1&nbsp;&nbsp; 7'-85'Kebe(R) - 29'Gardner(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>Newcastle-Chelsea 3-2&nbsp;&nbsp; 41'Gutierrez-68'-90ìSissoko(N) - 55'Lampard-61'Mata(C)</STRONG><BR><BR><STRONG>West Ham-Swansea 1-0&nbsp;&nbsp; 77'Carroll</STRONG><BR><BR><STRONG>Wigan-Southampton 2-2&nbsp;&nbsp; 25'Caldwell-90'Maloney(W) - 64'lambert-85'Schneiderlin(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>Fulham-Man.United 0-1&nbsp; 79'Rooney</STRONG><BR><BR><STRONG>Classifica</STRONG><BR><BR>1)Manchester U. 62<BR>2)Manchester C. 53<BR>3)Chelsea 46<BR>4)Tottenham 45<BR>5)Everton 42<BR>6)Arsenal 41<BR>7)Liverpool 36<BR>8)WBA 34<BR>9)Swansea 34<BR>10)Stoke 30<BR>11)West Ham 30<BR>12)Sunderlan29<BR>13)Norwich 28<BR>14)Fulham 28<BR>15)Newcastle 27<BR>16)Southampton 24<BR>17)Reading 23<BR>18)Aston Villa 21<BR>19)Wigan 21<BR>20)QPR 17<BR><BR><BR><BR>&nbsp;<BR><BR>InghilterraFL0411FL0411Suarez-Gerrard1_2818422.jpgSiNpremier-league-giornata-25-city-fermato-dal-liverpool-united-a-piu-9-1010212.htmSi100427901,02,03010162
711010207NewsCalcio EsteroPremier League,25a giornata:United vincente, decide Rooney20130203104449Premier League25a giornataIn attesa dell'incontro di cartello di oggi&nbsp;tra il Manchester fra il City e il Liverpool, lo&nbsp;United, ieri, ha avuto la meglio nel piegare&nbsp;l'arcigna resistenza del Fulham a Craven Cottage. Conquista&nbsp;tre punti&nbsp;preziosissimi grazie al sigillo di Wayne Rooney al 79′. Da segnalare che la gara è stata sospesa nel primo tempo a causa di un black out . In attesa, quindi,&nbsp;della risposta del City, i Red Devils volano a più dieci sui rivali. Spettacolare 3-3 al Goodison Park fra Everton e Aston Villa, con gli ospiti più volte vicini a strappare una vittoria che sarebbe stata&nbsp; fondamentale nella corsa salvezza.&nbsp;Altro pareggio ricco di gol è stato quello maturato fra Wigan e Southampton(2-2). Spettacolo anche al St. James’s Park.&nbsp;Il Newcastle, rigenerato dagli acquisti riparatori di gennaio e, soprattutto dall’impatto formidabile di Moussa Sissoko (doppietta), riesce a piegare il Chelsea di Rafa Benitez,&nbsp;la cui panchina&nbsp;ora&nbsp;è&nbsp;sempre più traballante. Tra i "Blues" da sottolineare il gol di Lampar che si trova a solo 5 reti di distanza dal record di gol di Bobby Tambling. Vittoria di misura per l’Arsenal che ha la meglio di un avversario ostico come lo Stoke di Tony Pulis. Gunners, ora, a meno 1 dal quarto posto, aspettando la risposta del Tottenham di oggi pomeriggio impegnato col WBA.<br><br> Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>QPR-Norwich 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Arsenal-Stoke 1-0&nbsp;&nbsp;&nbsp;78'podolski</STRONG><BR><BR><STRONG>Everton-Aston Villa 3-3&nbsp;&nbsp; 2'-61'Benteke-24'Agbonihaor(A) - 21'Anichebe-69'-90'Fellaini(E)</STRONG><BR><BR><STRONG>Reading-Sunderland 2-1&nbsp;&nbsp; 7'-85'Kebe(R) - 29'Gardner(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>Newcastle-Chelsea 3-2&nbsp;&nbsp; 41'Gutierrez-68'-90ìSissoko(N) - 55'Lampard-61'Mata(C)</STRONG><BR><BR><STRONG>West Ham-Swansea 1-0&nbsp;&nbsp; 77'Carroll</STRONG><BR><BR><STRONG>Wigan-Southampton 2-2&nbsp;&nbsp; 25'Caldwell-90'Maloney(W) - 64'lambert-85'Schneiderlin(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>Fulham-Man.United 0-1&nbsp; 79'Rooney</STRONG><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>WBA-Tottenham</STRONG><BR><BR><STRONG>Man.City-Liverpool</STRONG><BR><BR><br><br>InghilterraFL0411FL0411rooney.jpgSiNpremier-league-giornata-25-united-vince-gol-rooney-1010207.htmSi100427901,02,03010186
721010196NewsCalcio EsteroPremier League,25a giornata: lo United vuole chiudere il campionato20130202095456Premier League25a giornataLa Premier League, dopo il turno infrasettimanale, si presenta più incandescente che mai&nbsp;con la&nbsp;25a giornata e con il duello, ormai consolidato,in vetta alla classifica&nbsp;tra le due compagini di Manchester.&nbsp;Sette punti le separano e tra oggi e domani c'è la seria possibilità che possano aumentare ulteriormente.&nbsp;Lo United sarà impeganto al Craven Cottage di Fulham. Sembrano tre punti facili ma il Fulham, comunque, non è squadra da sottovalutare. I londinesi stanno disputando un campionato più che dignitoso&nbsp;con 28 punti all’attivo e la dodicesima posizione. Martin Jol, allenatore di casa, probabilmente dovrà fare a meno di pedine importanti come Berbatov, ex di giornata, in dubbio fino all’ultimo per un problema al ginocchio. Una vittoria dello United metterebbe sotto pressione il City impegnato domani nella difficilissima gara in casa del Liverpool. Anche il Chelsea non avrà vita facile in quel di Newcastle tenunto anche conto che il cammino dei "Blues" in questa stagione è alquanto altalenante. Il sorprendente Everton, che&nbsp;insegue un posto per l'Europa che conta, ospita l'Aston Villa, che ha un disperato bisogno di punti. <br><br> Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/</A><br><br> Giocano Oggi<br><br> <STRONG>QPR-Norwich</STRONG><br><br> <STRONG>Arsenal-Stoke</STRONG><br><br> <STRONG>Everton-Aston Villa</STRONG><br><br> <STRONG>Reading-Sunderland</STRONG><br><br> <STRONG>Newcastle-Chelsea</STRONG><br><br> <STRONG>West Ham-Swansea</STRONG><br><br> <STRONG>Wigan-Southampton</STRONG><br><br> <STRONG>Fulham-Man.United</STRONG><br><br> Giocano Domani<br><br> <STRONG>WBA-Tottenham</STRONG><br><br> <STRONG>Man.City-Liverpool</STRONG><br><br>InghilterraFL0411FL0411rooney.jpgSiNpremier-league-giornata-25-united-per-chiudere-il-campionato-1010196.htmSi100427901,02,03010132
731010157NewsCalcio EsteroPremier League, 24a giornata: City spuntato, lo United può scappare20130130095540Premier League24a giornataIl Manchester City è stato&nbsp;fermato al Loftus Road dal QPR, ultimo in classifica,&nbsp;di Harry Redknapp. Un pareggio a conti fatti giusto in quella che è stata una&nbsp;partita con pochi spazi&nbsp;e con poche occasioni da gol per la squadra di Mancini, salvate ogni volta da un puntualissimo Julio Cesar. Il Newcastle batte l’Aston Villa 2-1 al Villa Park, costruendo il successo sui due gol segnati nel primo tempo da Cissé e Cabaye, in una partita dove i Magpies hanno anche schierato dal primo minuto i tre nuovi acquisti Gouffran, Debuchy e Sissoko. Per l'’Aston Villa&nbsp;è un periodaccio:&nbsp;la squadra di Lambert resta&nbsp;ferma a 20 punti, in&nbsp;piena bagarre per non &nbsp;retrocedere. Negli altri due incontri giocati ieri si sono registrati i pareggi&nbsp;tra Sunderland e Swansea e tra Stoke City e Wigan, con quest'ultimo capace di rimontare due reti al passivo.<BR><BR>Stasera, dunue, la capolista Manchester United può aumentare il vantaggio sul City, vincendo all'Old Trafford contro il Southampton. Occhio però a non darlo per scontato;&nbsp;la formazione guidata dall'ex-nazionale argentino Mauricio Pochettino&nbsp;viene una striscia di sei risultati utili consecutivi.&nbsp;Tra gli altri incontri della 24a giornata spicca Reading-Chelsea, con i londinesi che continuano a stentare. Entrambe le formazioni non disporranno dei portieri titolari, McCarthy e Cech, entrambi infortunati. E saranno numerosissime le assenze nelle fila del Chelsea: Luiz, Terry, Mikel, Moses in Coppa D'Africa e Hazard squalificato. Altro incontro interessante sarà quello dell'Emirates Stadium, dove l'Arsenal riceverà il Liverpool in una gara dove la posta in palio sembra quasi essere quella di mantenere viva la speranza per un posto nell'Europa che conta della prossima stagione.<BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Aston Villa-Newcastle 1-2&nbsp;&nbsp; 19'P.Cissè-31'Cabaye(N) - 49'Benteke(A)</STRONG><BR><BR><STRONG>Sunderland-Swansea 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke-Wigan 2-2&nbsp;&nbsp; 23'Shawcross-48'Crouch(S) - 50'McArthur-61'DiSanto(W)</STRONG><BR><BR><STRONG>QPR-Man.City 0-0</STRONG><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Norwich-Tottenham</STRONG><BR><BR><STRONG>Arsenal-Liverpool</STRONG><BR><BR><STRONG>Everton-WBA</STRONG><BR><BR><STRONG>Fulham-West Ham</STRONG><BR><BR><STRONG>Reading-Chelsea</STRONG><BR><BR><STRONG>Man.United-Southampton</STRONG><BR><BR><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411sir alex ferguson.jpgSiNpremier-league-giornata-24-city-spuntato-united-puo-allungare-1010157.htmSi100427901,02,03010121
741010146NewsCalcio EsteroPremier League, 24a giornata: il City visita il fanalino di coda QPR20130129095918Premier League24a giornataDopo il&nbsp;week-end dedicato alla&nbsp;FA Cup torna in campo la Premier League per il turno infrasettimanale valido per la 24a giornata. Delle big, stasera, scenderà in campo solo il Manchester City e gli uomini di Roberto Mancini andranno a visitare il Queens Park Rangers&nbsp;ultimo in classifica.&nbsp;Il QPR, allenato da Harry Redknapp, che&nbsp;nel novembre scorso ha preso il posto dell’esonerato Mark Hughes, si ritrova sull'orlo del precipizio: l’umiliante sconfitta&nbsp;casalinga in FA Cup contro il Milton Keynes Dons (squadra&nbsp;militante nella&nbsp;Football League One) è stata solo l’ultima delle innumerevoli brutte figure di questa stagione. Di contro il City è in piena lotta per bissare il titolo ottenuto la scorsa stagione, è reduce da 5 successi consecutivi, l’ultimo dei quali nel match di FA Cup di sabato scorso al Britannia Stadium contro lo Stoke City, ha la&nbsp;miglior difesa della competizione con sole 19 reti subite, e non può permettersi passi falsi, anche per mettere sotto pressione lo United, impegnato domani contro il Southampton.&nbsp;Per l'occasione, però, il City dovrà fare a meno di capitan Kompany, uscito dal match di FA Cup&nbsp;acciaccato,&nbsp;e di Nastasic per un problema al ginocchio. Dunque, difesa da reinventare per Mancini,&nbsp;viste anche le assenze di Richards, Maicon e K. Tourè, impegnato in coppa d’Africa insieme al centrocampista Y. Tourè. Privo di tutti i centrali di ruolo ad eccezione di Lescott, è possibile che il tecnico italiano adotti un 3-5-2, rimpinguando, così, il centrocampo.<BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Aston Villa-Newcastle</STRONG><BR><BR><STRONG>Sunderland-Swansea</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke-Wigan</STRONG><BR><BR><STRONG>QPR-Man.City</STRONG><BR><BR>Giocano Domani<BR><BR><STRONG>Norwich-Tottenham</STRONG><BR><BR><STRONG>Arsenal-Liverpool</STRONG><BR><BR><STRONG>Everton-WBA</STRONG><BR><BR><STRONG>Fulham-West Ham</STRONG><BR><BR><STRONG>Reading-Chelsea</STRONG><BR><BR><STRONG>Man.United-Southampton</STRONG><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411Roberto-Mancini_41.jpgSiNpremier-league-giornata-24-il-city-visita-il-fanalino-di-coda-1010146.htmSi100427901,02,03010103
751010065NewsCalcio EsteroPremier League, 23a giornata:United fermato dal Tottenham, City a -520130121092316Premier League23a giornataNella domenica di calcio inglese il&nbsp;Manchester United era chiamato a rispondere alla vittoria del sabato&nbsp;del Manchester City. I Red Devils impattano 1-1 al White Hart Lane contro il Tottenham e vedono&nbsp;ridursi il vantaggio di&nbsp;2 punti. A segno ancora una volta l'olandese Van Persie, che&nbsp;insacca il suo 22° gol stagionale. Il Tottenham, cercando il pareggio, riesce ad&nbsp; aumentare la pressione e rischia molto sulle ripartenze ficcanti dello United.&nbsp;Nei minuti di recupero gli "Spurs" trovano il pari&nbsp;con Clint Dempsey. <BR><BR>Nell'altro incontro domenicale il Chelsea batte l'Arsenal per 2-1. Primo tempo di assoluto dominio casalingo, con i gol di Mata e Lampard su rigore, che indirizzano la gara nel giro di un quarto d’ora. Il filo conduttore dell'incontro cambia nella ripresa, quando Walcott accorcia le distanze per i suoi e crea i presupposti per un tentativo di rimonta degli uomini di Wenger. Rimonta che, però, non arriva e l’Arsenal resta bloccato a 34 punti al sesto posto, insieme a Liverpool e WBA. Il Chelsea, invece, sale a 45 punti e consolida&nbsp;la terza posizione.<BR><BR>Tutti i gol ed i momenti salienti delle partite su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/">http://livehighlights24.wordpress.com/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Chelsea-Arsenal 2-1&nbsp;&nbsp; 6'Mata-16'Lampard(C) - Walcott(A)</STRONG><BR><BR><STRONG>Tottenham-Man.United 1-1&nbsp;&nbsp; 25'VanPersie(M) - 90'Dempsey(T)</STRONG><BR><BR>Giocate Sabato<BR><BR><STRONG>Liverpool-Norwich 5-0&nbsp;&nbsp; 26'Henderson-37'Suarez-59'Sturridge-66'Gerrard-74'A.gol Bennet</STRONG><BR><BR><STRONG>Swansea-Stoke 3-1&nbsp;&nbsp; 49'Davies-57'-80'DeGuzman(SW) - 90'Owen(ST)</STRONG><BR><BR><STRONG>Newcastle-Reading 1-2&nbsp;&nbsp; 36'Cabaye(N) - 71'-78'LeFondre(R)</STRONG><BR><BR><STRONG>Man. City-Fulham 2-0&nbsp;&nbsp; 2'-69'Silva</STRONG><BR><BR><STRONG>West Ham-QPR 1-1&nbsp;&nbsp; 14'Remy(Q) - 68'Joe Cole(W)</STRONG><BR><BR><STRONG>Wigan-Sunderland 2-3&nbsp;&nbsp;&nbsp;5'A.gol Vaughan79'Henriquez(W) - 17'Gardner-20'-42'Fletcher(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>WBA-Aston Villa 2-2&nbsp;&nbsp; 12'Benteke-31'Agbonlahor(A) - 49'Brunt-83'Odemwingie</STRONG><BR><BR>Oggi<BR><BR><STRONG>Southampton-Everton</STRONG><BR><BR><STRONG>Classifica</STRONG><BR><BR>1)Manchester U. 56<BR>2)Manchester C. 51<BR>3)Chelsea 45<BR>4)Tottenham 41<BR>5)Everton 37<BR>6)Arsenal 34<BR>7)WBA 34<BR>8)Liverpool 34<BR>9)Swansea 33<BR>10)Stoke 29<BR>11)Sunderland 28<BR>12)West Ham 27<BR>13)Norwich 26<BR>14)Fulham 25<BR>15)Southampton 22<BR>16)Newcastle 21<BR>17)Aston Villa 20<BR>18)Wigan 19<BR>19)Reading 19<BR>20)QPR 15<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><BR><BR>&nbsp;<BR><BR>InghilterraFL0411FL0411922338-15303954-640-360.jpgSiNpremier-league-giornata-23-pari-united-city-a-meno-5-1010065.htmSi100427901,02,03010145
761010053NewsCalcio EsteroPremier League,23a giornata:tutto facile per il City a -4 dallo United20130120094833Premier League23a giornataLa 23esima giornata della Premier League ha ancora&nbsp;in serbo grandi sfide come Chelsea-Arsenal e Tottenham-Manchester United.<br><br> Il Manchester City, come da pronostico, ha&nbsp;liquidato senza troppi patemi il Fulham con un&nbsp;rotondo 2-0, che sta anche stretto agli uomini di Mancini, più volte vicini al terzo gol. La doppietta di David Silva (un gol per tempo) chiude i conti e manda i suoi a -4 dal Manchester United. Da segnalare anche il bel gioco che ha portato al&nbsp;5-0 finale da parte del&nbsp;Liverpool&nbsp;contro il Norwich.&nbsp;La classifica dei Reds&nbsp;inizia&nbsp;a farsi più consona per gli uomini di Rodgers, che adesso si trovano&nbsp;al sesto posto a -3 dalla zona Europa League. A segno&nbsp;di nuovo il&nbsp;neo acquisto Daniel Sturridge: per lui si tratta del terzo gol in altrettante gare giocate con i Reds. Solo Ray Kennedy nel 1974 era riuscito nell'impresa. In Swansea-Soke, partita vinta dai padroni di casa per 3-1, da rimarcare il gol della bandiera al 90' da parte del fu pallone d'oro Michael Owen,&nbsp;che ritorna al gol dopo un anno e mezzo per quella che è la&nbsp;rete numero 150 della sua carriera in Premier League.<br><br> Tutti i gol ed i momenti salienti delle partite su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/">http://livehighlights24.wordpress.com/</A><BR><BR>Giocate Ieri<br><br> <STRONG>Liverpool-Norwich 5-0&nbsp;&nbsp; 26'Henderson-37'Suarez-59'Sturridge-66'Gerrard-74'A.gol Bennet</STRONG><BR><BR><STRONG>Swansea-Stoke 3-1&nbsp;&nbsp; 49'Davies-57'-80'DeGuzman(SW) - 90'Owen(ST)</STRONG><BR><BR><STRONG>Newcastle-Reading 1-2&nbsp;&nbsp; 36'Cabaye(N) - 71'-78'LeFondre(R)</STRONG><BR><BR><STRONG>Man. City-Fulham 2-0&nbsp;&nbsp; 2'-69'Silva</STRONG><BR><BR><STRONG>West Ham-QPR 1-1&nbsp;&nbsp; 14'Remy(Q) - 68'Joe Cole(W)</STRONG><BR><BR><STRONG>Wigan-Sunderland 2-3&nbsp;&nbsp;&nbsp;5'A.gol Vaughan79'Henriquez(W) - 17'Gardner-20'-42'Fletcher(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>WBA-Aston Villa 2-2&nbsp;&nbsp; 12'Benteke-31'Agbonlahor(A) - 49'Brunt-83'Odemwingie</STRONG><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Chelsea-Arsenal</STRONG><BR><BR><STRONG>Tottenham-Man.United</STRONG><BR><BR>Lunedì<BR><BR><STRONG>Southampton-Everton</STRONG><BR><BR><br><br>InghilterraFL0411FL0411roberto_mancini.jpgSiNpremier-league-giornata-23-city-a-meno-4-dallo-united-1010053.htmSi100427901,02,03010138
771010038NewsCalcio EsteroPremier League, 23a giornata:il City pressa lo United20130119091225Premier League23a giornataIl sabato della&nbsp;23a giornata di Premier League Norwich prevede tanti incontri interessanti. Il Liverpool, che in questa stagione non ha mai vinto contro le prime, dovrà rilanciarsi vincendo contro un fin qui ottimo Norwich. I canarini dovranno fare attenzione al bomber uruguaiano Suarez vero mattatore con una tripletta, nella gara di settembre terminata 5-2 per i reds. Il Manchester City continua la rincorsa allo United e, vincendo contro il Fulham, potrebbe mettere sotto pressione i "cugini"&nbsp;&nbsp;e portarsi a meno 4. Nel City è previsto il rientro di&nbsp;Aguero, che potrebbe pero’ partire dalla panchina. Un altro match molto interessante sarà quello tra Swansea e Stoke, che sono separate da un solo punto.&nbsp;La prima è una squadra che ha creato la sua posizione in classifica con la forza fisica e la grinta, mentre la seconda lo ha fatto con il bel gioco, la sapienza tecnico-tattica di Laudrup e i gol di Michu. Lo Stoke cerchera’ di risalire e di ritrovare la vittoria in campionato che manca dal lontano 26 dicembre quando batterono il Liverpool. <BR><BR>Tutti i gol ed i momenti salienti delle partite su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/">http://livehighlights24.wordpress.com/</A><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Liverpool-Norwich</STRONG><BR><BR><STRONG>Swansea-Stoke</STRONG><BR><BR><STRONG>Newcastle-Reading</STRONG><BR><BR><STRONG>Man. City-Fulham</STRONG><BR><BR><STRONG>West Ham-QPR</STRONG><BR><BR><STRONG>Wigan-Sunderland</STRONG><BR><BR><STRONG>WBA-Aston Villa</STRONG><BR><BR>Giocano Domani<BR><BR><STRONG>Chelsea-Arsenal</STRONG><BR><BR><STRONG>Tottenham-Man.United</STRONG><BR><BR>Lunedì<BR><BR><STRONG>Southampton-Everton</STRONG><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411aguero.jpgSiNpremier-league-giornata-23-city-pressa-united-1010038.htmSi100427901,02,03010159
781010036NewsCalciomercatoWes, ecco la Premier: il Liverpool ci prova20130118104445sneijderI Reds pronti a portare l`olandese in InghilterraEd eccola qui la chiamata che tanto aspettava Wesley Sneijder: la Premier League.<br><br> Il talento olandese infatti non ha mai fatto mistero di sognare il campionato inglese e l'attesa nel dare una risposta al Galatasaray è dovuta proprio a questo; Brendan Rodgers sembra essersi convinto e ha chiesto al Liverpool di prendere Wes: i Reds sono disposti ad offrire 10 milioni all'Inter (esattamente come i turchi) e 5 al giocatore, e formuleranno l'offerta ufficiale tra oggi e domani.<br><br> Poi, basterà controllare spesso e volentieri il profilo Twitter di Yolanthe per avere maggiori informazioni in merito alla trattativa...<br><br>C1007650FL0141FL0141sneijder.jpgSiNwes-ecco-la-premier-il-liverpool-ci-prova-1010036.htmSiT1000026100205001,02,03030238
791010030NewsCampionatiMercato Inter:guerra con Sneijder20130117095886InterContatto Sneijder-Liverpool&nbsp;<BR><BR><br><br> E' chiaro a&nbsp;tutti, ormai,&nbsp;che il centrocampista dell'Inter Wesley Sneijder abbia qualche riserva nell'accettare il contratto propostogli dal Galatasaray. La ritrosia di Wes ad accettare il trasferimento in Turchia è condizionata dalla volontà di approdare in Premier League. <SPAN id=divAdnetKeyword>In ogni caso i&nbsp;nerazzurri sembrano intenzionati ad usare il pugno di ferro con il&nbsp; giocatore. Meglio per tutti se va al Galatasaray, disposto a spendere 7 milioni e mezzo per il suo cartellino e a versare al diretto interessato un ingaggio da 4,3 milioni più bonus.<BR><BR>"<EM>Aspetteremo Sneijder per altri 3-4 giorni, in ogni caso abbiamo delle alternative</EM>", ha spiegato il presidente Aysal. Nessuna fretta, ma forse è meglio se l'olandese non temporeggia troppo. </SPAN><br><br> <SPAN></SPAN>Il temporeggiare dipende, appunto, da eventuali offerte provenienti dalla Premier League. E qui entra in ballo il Liverpool, che, anche se dovesse offrire un ingaggio inferiore al giocatore, Sneijder potrebbe&nbsp;accettare i Reds. Contatti tra la dirigenza&nbsp;del club inglese&nbsp;e l'entourage di Sneijder ci sono stati nella giornata di lunedì e sono stati definiti costruttivi, anche perchè Rodgers ha bisogno di un rinforzo a centrocampo dopo gli addii di Sahin e Joe Cole.<BR><BR><br><br>MilanoFL0411FL0411c_27_articolo_94038_immagineprincipale.jpgSiNmercato-inter-liverpool-su-sneijder-1010030.htmSi-01,02,03010289
801010009NewsCalcio EsteroPremier League, 22a giornata:,United e City continuano la loro corsa20130114094035Premier League22a giornataIl Manchester United vince anche contro il Liverpool e continua a volare in fuga solitaria in classifica. Decidono il goal del solito Van Persie nel primo tempo e il raddoppio di Vidic nel secondo, che batte Reina con una deviazione fortunosa dopo&nbsp;un colpo di testa di Evra. Poco dopo&nbsp;giunge la rete&nbsp;di Sturridge, ma i 'Reds' non riescono a trovare la rete del pareggio. Si rivede in campo Fabio Borini dopo un lungo stop: il centravanti italiano sfiora anche un gran goal appena entrato. Anche il City compie il proprio dovere espugnando il campo dell'Arsenal, approfittando anche dell'espulsione di Koscielny giunta al 6'. Il City, quindi, non perde terreno e si mantiene a sette punti dallo United, mentre l'Arsenal resta al sesto posto ma con una partita da recuperare.<BR><BR>Potete vedere tutti i gol della giornata di Premier League su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/">http://livehighlights24.wordpress.com/category/premier-league/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Man.United-Liverpool 2-1&nbsp;&nbsp; 19'VanPersie-54'Vidic(M) - 57'Sturridge(L)</STRONG><BR><BR><STRONG>Arsenal-Man.City 0-2&nbsp;&nbsp; 21'Milner-32'Dzeko</STRONG><BR><BR>Giocate Sabato<BR><BR><STRONG>QPR-Tottenham 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Aston Villa-Southampton 0-1&nbsp;&nbsp; 35'Lambert</STRONG><BR><BR><STRONG>Everton-Swansea 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Reading-WBA 3-2&nbsp;&nbsp;&nbsp;19'-69'Lukaku(W) - 82'Kebe-88'LeFondre-90'Pogrebnyak(R)</STRONG><BR><BR><STRONG>Norwich-Newcastle 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke-Chelsea 0-4&nbsp;&nbsp; 45'-63'A.gol Walters-66'Lampard-73'Hazard</STRONG><BR><BR><STRONG>Fulham-Wigan 1-1&nbsp;&nbsp; 22'Karagounis(F) - 71'DiSanto(W)</STRONG><BR><BR><STRONG>Sunderland-West Ham 3-0&nbsp;&nbsp; 12'Larsson-47'Johnson-74'McClean</STRONG><BR><BR><STRONG>Classifica</STRONG><BR><BR>1)Manchester U. 55<BR>2)Manchester C. 48<BR>3)Chelsea 41<BR>4)Tottenham 40<BR>5)Everton 37<BR>6)Arsenal 34<BR>7)WBA 33<BR>8)Liverpool 31<BR>9)Swansea 30<BR>10)Stoke 29<BR>11)West Ham 26<BR>12)Norwich 26<BR>13)Fulham 25<BR>14)Sunderland 25<BR>15)Southampton 21<BR>16)Newcastle 21<BR>17)Aston Villa 19<BR>18)Wigan 19<BR>19)Reading 16<BR>20)QPR 14<BR><BR><BR><BR><BR><BR>&nbsp;<BR><BR>InghilterraFL0411FL0411922338-15303954-640-360.jpgSiNpremier-league-giornata-22-united-e-city-continuano-la-loro-corsa-1010009.htmSi100427901,02,03010184
811010001NewsCalcio EsteroHIGHLIGHTS ILCALCIO24 - Man.United-Liverpool 2-1 - Guarda ora20130113164140Premier LeagueVideo'Red Devils' avanti con il solito Van Persie, raddoppiano poi con una deviazione di Vidic su colpo di testa di Evra. Accorcia subito dopo Sturridge, ma i 'Reds' non trovano il pari.<br><br> Link Video: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/2013/01/13/premier-league-man-united-liverpool-2-1/">http://livehighlights24.wordpress.com/2013/01/13/premier-league-man-united-liverpool-2-1/</A><br><br> &nbsp;<br><br>ManchesterFL0411FL0411922338-15303954-640-360.jpgSiNhighlights-ilcalcio-24-united-liverpool-video-1010001.htmSi100427901,02,03030120
821009989NewsCalcio EsteroPremier League 22a giornata:riscatto Chelsea,oggi United-Liverpool e Arsenal-City20130113090037Premier League22a giornataIl Chelsea batte 4-0 in trasferta lo Stoke ed è un pomeriggio da incubo per Jon Walters, che passerà alla storia per le due autoreti consecutive e l'errore dal dischetto negli attimi finali dell'incontro. È la prima sconfitta interna per lo Stoke dal febbraio 2012, una striscia durata 17 partite consecutive. Menzione speciale per il capitano del Chelsea, Frank Lampard che sale a 194 reti per il Club, ed è secondo assoluto in questa graduatoria dopo aver lasciato Kerry Dixon a quota 193. Bobby Tambling guida questa classifica con 202 reti e Lampard può superarlo entro la fine della stagione, vista anche la volontà di Abramovich di non rinnovargli il contratto.&nbsp;Giornata resa interessante dalle squadre&nbsp;che lottano per npon retrocedere. Una su tutte, il Reading che&nbsp;compie una rimonta incredibile&nbsp;negli 8&nbsp;minuti finali e batte il WBA 3-2.&nbsp;Allo stesso modo ha una certa valenza lala vittoria per 3-0 del Sunderland contro il West Ham, in una gara ampiamente dominata dai Black Cats.&nbsp; <BR><BR>Oggi&nbsp;assisteremo&nbsp;ai due incontri più importanti della 22a giornata.&nbsp;Alle 14.30 all'Old Trafford andrà in scena il derby d'Inghilterra fra Manchester United e Liverpool e a&nbsp;seguire, all'Emirates, il confronto d'alta classifica fra Arsenal e Manchester City.<BR><BR>Non perdetevi gli highlights poco dopo la fine delle partite su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/">http://livehighlights24.wordpress.com/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>QPR-Tottenham 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Aston Villa-Southampton 0-1&nbsp;&nbsp; 35'Lambert</STRONG><BR><BR><STRONG>Everton-Swansea 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Reading-WBA 3-2&nbsp;&nbsp;&nbsp;19'-69'Lukaku(W) - 82'Kebe-88'LeFondre-90'Pogrebnyak(R)</STRONG><BR><BR><STRONG>Norwich-Newcastle 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke-Chelsea 0-4&nbsp;&nbsp; 45'-63'A.gol Walters-66'Lampard-73'Hazard</STRONG><BR><BR><STRONG>Fulham-Wigan 1-1&nbsp;&nbsp; 22'Karagounis(F) - 71'DiSanto(W)</STRONG><BR><BR><STRONG>Sunderland-West Ham 3-0&nbsp;&nbsp; 12'Larsson-47'Johnson-74'McClean</STRONG><BR><BR>Giocano Domani<BR><BR><STRONG>Man.United-Liverpool</STRONG><BR><BR><STRONG>Arsenal-Man.City</STRONG><BR><BR><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411lampard.jpgSiNpremier-league-giornata-22-riscatto-chelsea-oggi-united-liverpool-e-arsenal-city-1009989.htmSi100427901,02,03010132
831009980NewsCalcio EsteroPremier League, 22a giornata: Chelsea in cerca di riscatto con lo Stoke20130112093533Premier League22a giornata&nbsp;<BR><BR>La 22ª giornata si giocherà fra oggi e domani, e&nbsp;raggiungerà l'apice proprio domani&nbsp;con le sfide fra Manchester United e Liverpool e fra Arsenal e Manchester City, Si parte con&nbsp;l'incontro fra Qpr e Tottenham.&nbsp;In uno dei tanti derby&nbsp;di Londra gli Spurs cercano punti importanti per l'Europa, mentre Redknapp spera di conquistare un risultato positivo che muova la classifica. Nel pomeriggio si giocheranno sette partite. La sfida più interessante è senza dubbio quella fra le due rivelazioni del campionato, Everton e Swansea, mentre il Chelsea sarà chiamato al riscatto sul campo dello Stoke City dopo il ko contro la squadra di Laudrup in FA Cup.&nbsp;L' Aston Villa cerca punti salvezza in casa contro il Southampton. Il Fulham affronta in casa Wigan, mentre il Newcastle è ospite del Norwich. Chiudono il quadro delle gare di oggi Reading-Wba e Sunderland-West Ham.<BR><BR>Seguiremo gli incontri pubblicando i video dei&nbsp;momenti salienti su : <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/">http://livehighlights24.wordpress.com/</A><BR><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>QPR-Tottenham</STRONG><BR><BR><STRONG>Aston Villa-Southampton</STRONG><BR><BR><STRONG>Everton-Swansea</STRONG><BR><BR><STRONG>Reading-WBA</STRONG><BR><BR><STRONG>Norwich-Newcastle</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke-Chelsea</STRONG><BR><BR><STRONG>Fulham-Wigan</STRONG><BR><BR><STRONG>Sunderland-West Ham</STRONG><BR><BR>Giocano Domani<BR><BR><STRONG>Man.United-Liverpool</STRONG><BR><BR><STRONG>Arsenal-Man.City</STRONG><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411article-2243618-165e1f6e000005dc-148_634x381.jpgSiNpremier-league-giornata-22-presentazione-1009980.htmSi100427901,02,03010158
841009962NewsCalciomercatoCalciomercato: Boateng in sede, Dossena ufficiale al Palermo20130110185532calciomercatoIl Catania non vende: ecco tutte le newsGiornata di grande fermento quella d'oggi: aspettando la scelta di Sneijder (i turchi dicono che entro 24 ore lui deciderà), in casa Inter si registra l'assalto del Milan a Lodi, obiettivo di mercato della prossima estate. Per quanto riguarda il vice-Handanovic, Sorrentino si è allontanato: su di lui adesso è piombato il Palermo.&nbsp;Per quanto riguarda Schelotto la trattativa sembra congelata almeno fino a lunedì, mentre in uscita Passerella ha chiamato Alvarez al River, ed è anche arrivata un offerta per Coutinho da parte dell'Aston Villa.<BR><BR>In casa Milan Boateng ha incontrato la società per oltre due ore: su di lui sembra esserci il Galatasaray e il fatto che Prince non abbia voluto dichiarare niente all'uscita non fa pensare molto bene. Intanto oggi Galliani ha incontrato il procuratore di Zaccardo e la trattativa è a buon punto: all'inizio della prossima settimana si dovrebbe chiudere.&nbsp;In casa Juve continua il pressing su Drogba, ma l'impresa sembra abbastanza ardua: intanto su Lampard, la Fiorentina, assieme alla Lazio. sembrano intenzionate ad inserirsi.<BR><BR>Attive anche le romane: la Lazio ha offerto 6 milioni per Casemiro e ha abbassato da 10 a 8 milioni&nbsp;il prezzo di Zarate; si complica la trattativa per il rinnovo di Diakitè: su di lui ecco il Liverpool in prima fila. Dall'altra parte del Tevere lascia invece ufficialmente Trigoria Marquinho, che si accasa al Gremio. Pronto&nbsp;partire anche Stekelenburg, per cui si prospetta un futuro in Premier. <BR><BR>Il Palermo oggi ha ufficializzato Dossena e punta dritto a Calaiò per rafforzare l'attacco: c'è da battere la concorrenza del Napoli (destinazione preferita dal giocatore). Il Catania per bocca di Gasparin annuncia che non cederà nessuno dei suoi big e cede anzi Morimoto al Al Nasr di Zenga e Mascara; In stand by la situazione di Pozzi e Estigarribia, in trattativa col Torino, congelato invece il trasferimento di Granqvist alla Dinamo Kyev. Duello Vicenza-Lecce per Di Michele, pressing del Verona invece per Brienza.<BR><BR>C1007650FL0141FL0141kevin+prince+boateng+ac+milan+v+genoa+cfc+yboqo6ms_e-l.jpgSiNcalciomercato-boateng-in-sede-dossena-ufficiale-al-palermo-1009962.htmSiT1000007,T1000010,T1000011,T1000012,T1000014,T1000016,T1000017,T1000018,T1000019,T1000020,T1000022,T1000023,T1000024,T1000025,T1000026,T1000027,T1000028,T1000095,T1000097,T1000099100205001,02,03,04,06,07,08,09030582
851009882NewsCalciomercatoCalciomercato, quante ufficialità: da Rocchi a Pepito Rossi20130104213819interInterDopo neanche 72 ore dall’inizio della sessione invernale del mercato calcistico, ecco i primi botti.<BR>Una compravendita subito infiammata da botti importanti, sia in Italia, sia all’estero, dove la gerarchia della Premier League inglese potrebbe essere sconvolta.<BR>La necessità di aggiungere quel piccolo o grande tassello al proprio mosaico, il dovere di rendere felici milioni di tifosi speranzosi: le varie società sono già entrate all’opera.<BR>Ed ecco che dopo l’ufficialità di Peluso alla Juventus, è arrivata stamane quella di Tommaso Rocchi: è lui il nuovo e primo vice-Milito, è lui che dovrà reggere il peso dell’attacco nei momenti di calo del Principe di Bernal.<BR>Ha deciso di puntare sull’esperienza Stramaccioni che, però, non si accontenta di un acquisto solo. Servono rinforzi soprattutto in mezzo al campo, la famigerata qualità manca sempre più e il nome di Lodi torna di moda.<BR>Chissà poi che al team nerazzurro non venga in mente di acquistare un’altra punta: resta calda la pista per Boriello, ormai gelata, invece, la voce che portava a Chamakh.<BR>Il franco-marocchino ex Arsenal si è spostato solo di qualche kilometro, per sbarcare a Upton Park, sponda West Ham.<BR>Gli Hummers hanno acquistato anche Joe Cole, ex Liverpool e Chelsea.<BR>Proprio i Blues di Rafa Benitez hanno sparato il colpo più importante della giornata: acquistato dal Newcastle Demba Ba, attaccante molto promettente, ormai pronto per un grande club.<BR>Così come pronto era Holtby, centrocampista ex Schalke 04 cui l’Inter era molto interessata.<BR>Il giovane tedesco ha scelto anch’egli Londra, questa volta sponda Spurs.<BR>Ma tornando all’Italia e alle mura di casa, sono andate in scena oggi altre importanti cessioni: Aronica è passato dal Napoli al Palermo, mentre Matuzalem dalla Lazio al Genoa.<BR>Il vero colpo della giornata, però, è quello della Fiorentina: dopo Borja Valero e Gonzalo Rodriguez, due dei migliori giocatori dei primi quattro mesi di campionato, i Viola pescano ancora in Spagna e ancora al Villareal.<BR>Pescano un pesce nato a Teaneck, nel New Jersey, ma di nazionalità tutta italiana.<BR>La squadra di Montella compie il vero acquisto del mercato, Giuseppe Rossi torna, finalmente, nel nostro campionato dove potrà mettersi in gioco in uno dei team migliori d’Italia.<BR>Sembra perfetto per il gioco e le dinamiche di una Fiorentina simbolo di un mercato intelligente e (abbastanza) low cost.<BR>Dalla zona retrocessione, alla zona Champions.<BR>Un plauso importante a Pradè e a tutta la società è d’obbligo.<BR>Ben tornato Rossi, ben tornata Fiorentina.C1007650FL0882FL0882fesrf.jpgSiNcalciomercato-quante-ufficialita-da-rocchi-a-pepito-rossi-1009882.htmSi100877901,02,03,06,08030338
861009860NewsCalciomercatoLampard-Inter: ci risiamo. Sneijder reds?20130102103125lampard inter lazio sahinPer Frank occhio alla LazioEra il 2008: in panchina sedeva Jose Mourinho, il quale aveva deciso di portare con se all'Inter tra i suoi cavalli di battaglia Frank Lampard, stella del Chelsea e uomo parecchio legato allo Special One. La trattativa andò avanti per tutta l'estate, il tutto sembrava a buon punto, l'inglese fece anche le vacanze in Italia (a Taormina, ndr.), ma poi all'improvviso tutto saltò e non se ne riparlò più perchè in quel ruolo l'anno dopo Mou ebbe in regalo da Moratti Wes Sneijder. A distanza di anni le cose sono cambiate: Sneijder sta per salutare Milano direzione Inghilterra, Lampard sembra intenzionato a fare invece il percorso opposto dopo esser stato ripudiato dal Chelsea: all'Inter in panchina non siede più Mou ma Stramaccioni, uno che gli somiglia abbastanza e che non disdegnerebbe affatto il centrocampista tuttofare della nazionale inglese che, seppur avanti con l'età, ancora sa come essere decisivo. Branca però ha un avversario: la Lazio. I biancocelesti seguono con particolare interesse il numero 8 dei blues e a dirla tutta sono i primi ad essersi mossi a tal proposito. <BR><BR>Capitolo Sneijder: il giocatore ha smentito le dichiarazioni attribuite a lui del Daily Telegraph ("E' arrivato il momento d'andare via", ndr) però la cessione sembra oramai a dir poco inevitabile. Aumentano tra l'altro le sirene inglese: il Liverpool è molto interessato all'olandese e non è da escludere che possa rientrare nell'operazione Nuri Sahin, vecchio pupillo di Moratti e con difficoltà nell'ambienarsi in Inghilterra.<BR><BR>C1007650FL0141FL01410,,10268~11524474,00.jpgSiNlampard-inter-ci-risiamo-sneijder-reds-1009860.htmSiT1000026100205001,02,03030272
871009828NewsCampionatiBoxing Day in Inghilterra: piange Mancini, sorride Benitez, ghigna Ferguson20121226182914Premier, League, Boxing,DayLo United vola a più sette sul City di Mancini <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>Neanche a Santo Stefano il calcio d’oltremanica si ferma. <BR>Dalle ore 16.00 fino alle 22.30: una giornata no-stop di maltempo, pioggia e, soprattutto, sano football . <BR>Il 26 dicembre inglese mostra, oltre stadi colmi e tifosi travestiti da Babbo Natale, tanti gol e continui ribaltoni. <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>&nbsp; <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>&nbsp;<BR>Manchester United-Newcastle 4-3 (4’ Perch, 25’ Evans, 29’ Evans (Autogol), 58’ Evra, 67’ Cissè, 70’ Van Persie, 90’ Hernandez) <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>Gol e spettacolo al Teatro dei sogni di Manchester. Dopo il pareggio gallese contro lo Swansea, Sir Alex doveva assolutamente ripartire&nbsp; per non concedere ai Citizens altri punticini da rosicchiare in silenzio. I Magpies, dal canto loro, dovevano vendicare a tutti i costi il terribile 3-0 subito all’andata, causato dai gol di Evra, Evans e Cleverley. E proprio Evans e il francese Evra sono stati i protagonisti di una rimonta al limite dell’incredibile. <BR>L’errore di Carrick è fatale sul vantaggio degli ospiti dopo appena quattro minuti, come, fatale, è la decisione dell’arbitro inglese Mike Dean che rinnega la segnalazione del collaboratore, convalidando l’autogol del giovane difensore inglese e ignorando il fuorigioco attivo di Cissè. Proprio Papiss realizza la rete che riporta per la terza volta in vantaggio il Newcastle.<BR>Poi. Poi arriva l’olandese che come sempre si carica lo United sulle spalle e realizza il momentaneo ma non finale 3-3.<BR>Come spesso accade si arriva all’ultimo secondo con tutto ancora da decidere: dopo diversi legni da una parte e dall’altra ci ha pensato un giovane con il Messico nel cuore. <BR>Con Chicharito Hernandez lo Utd ricomincia a volare.<BR>Una partita splendida, ricca di indizi importati: il Machester di Ferguson ha più di un punto debole e continua a subire molti gol. Santon è tornato quello d’inizio carriera: prestazione splendida per l’ex Inter. Ma soprattutto, basta. Come è giusto criticare i nostri arbitri per i loro gravi errori, è anche giusto non condannare la nostra classe arbitrale: il match di oggi testimonia come l’Italia non abbia nulla da invidiare alle altre nazioni riguardo questo delicato argomento. <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>Sunderland-Manchester City 1-0 (53’ A. Johnson) <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>Continua la maledizione dello Stadium of Lights per i campioni d’Inghilterra. <BR>C’era solo un giocatore dei Black Cats che poteva punire l’armata di Mancini costringendola a un nuovo stop, a una nuova sconfitta, all’ennesimo fallimento. <BR>Adam Johnson, nonché l’ex di turno, aiutato da una papera clamorosa di Hart, certo, non un portiere fenomenale.<BR>Un enfant prodige che non è mai riuscito a completarsi, a dare quel qualcosina in più. Anche per questo lo sceicco del City aveva deciso che si poteva tranquillamente rinunciare a quel centrocampista che aveva regalato comunque non poche emozioniall’EtihadStadium. <BR>Un bel gol, un brutto Manchester.<BR>Certo, da sottolineare anche una buona dose di sfortuna: la folgorante traversa di Kompany e alcune buone giocate nel primo tempo non sono bastate ad Aguero e compagni.<BR>Ma, il City, non può nemmeno sempre basarsi sulle realizzazioni negli ultimi secondi e sulla sorte favorevole.<BR>Crollano i campioni che per non lasciare il titolo nelle mani dei cugini dovranno compiere un miracolo e annientare qualsiasi avversaria. <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>Norwich-Chelsea 0-1 (38’ Mata) <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>La Spagna che s’insedia a Londra, o meglio, questa volta a Norwich City. <BR>RafaBenitez deve fare ancora tanto, tantissimo per convincere i tifosi quanto meno a non fischiarlo a ogni uscita. La sconfitta nel mondiale per club pesa tantissimo sulla sua finora breve e sfortunata storia londinese ma un segnale c’è stato. Un sentimento, un dovere, quello dei Blues di alzare la testa e iniziare una nuova stagione. <BR>Due partite in Primierdopo Tokyo: nove gol realizzati, zero subiti.<BR>Dopo aver strapazzato i Villans, oggi il Chelsea ci è andato di misura: è bastata la perla di Juan Mata, sempre lui, sempre l’ex Valencia a condurre i compagni.<BR>Riparte così la squadra campione d’Europa. <BR>Riparte da CarrowRoad per non fermarsi più. <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>&nbsp; <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>&nbsp; <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>&nbsp; <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>Risultati: <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>Arsenal-West Ham (rinviata)<BR>Everton-Wigan 2-1<BR>Fulham-Southampton 1-1<BR>Man Utd- Newcastle 4-3<BR>Sunderland- Man City 1-0<BR>Norwich-Chelsea 0-1<BR>QPR- West Brom 1-2<BR>Reading-Swansea 0-0<BR>Aston Villa- Spurs ore 18.30<BR>Stoke-Liverpool ore 20..45 <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>&nbsp; <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>&nbsp; <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>Classifica: Man Utd 46, Man City 39, Chelsea 35, Everton e West Brom 33, Arsenal* e Spurs* 30, Liverpool*, Stoke*, Swansea, Norwich 25, West Ham* 23, Sunderland 22, Fulham 21, Newcastle 20, Aston Villa* 18, Southampton 16, Wigan 15, Reading e QPR 10 <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>&nbsp; <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>&nbsp; <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal>&nbsp; <P style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt" class=MsoNormal><BR>&nbsp;<BR><BR><br><br>C1007856MilanoFL0882FL0882roberto_mancini.jpgSiNrisultati-campionato-premier-league-1009828.htmSi100877901,02,03030527
881009822NewsCampionatiJuventus, Pirlo ottavo nel mondo: ecco la classifica di The Guardian20121225183258the Guardian Solo 67° BalotelliCome ogni anno The Guardian, noto tabloid inglese, ha stilato la classifica dei migliori cento giocatori del mondo attraverso un sondaggio tra undici esperti di calcio: primo Messi, seguito da Ronaldo, Xavi, Iniesta e Ibra.<BR><BR>Primo tra gli italiani Andrea Pirlo, ottavo: gli altri azzurri in lista sono Buffon (20°), Chiellini (50°), El Shaarawy (52°), Balotelli (67°), Bonucci (88°).<BR><BR>Di seguito la classifica completa:<BR><BR>1 Lionel Messi (Barcellona)<BR>2 Cristiano Ronaldo (Real Madrid)<BR>3 Xavi (Barcelona)<BR>4 Andres Iniesta (Barcellona)<BR>5 Zlatan Ibrahimovic (PSG)<BR>6 Radamel Falcao (Atletico Madrid)<BR>7 Robin van Persie (Man Utd)<BR>8 Andrea Pirlo (Juventus)<BR>9 Yaya Toure (Man City)<BR>10 Edinson Cavani (Napoli)<BR>11 Sergio Aguero (Man City)<BR>12 Iker Casillas (Real Madrid)<BR>13 Neymar (Santos)<BR>14 Sergio Busquets (Barcelona)<BR>15 Xabi Alonso (Real Madrid)<BR>16 Thiago Silva (PSG)<BR>17 Mesut Ozil (Real Madrid)<BR>18 David Silva (Man City)<BR>19 Bastian Schweinsteiger (Bayern Munich)<BR>20 Gianluigi Buffon (Juventus)<BR>21 Luis Suarez (Liverpool)<BR>22 Sergio Ramos (Real Madrid)<BR>23 Vincent Kompany (Man City)<BR>24 Gerard Pique (Barcelona)<BR>25 Philipp Lahm (Bayern Munich)<BR>26 Willian (Shakhtar Donetsk)<BR>27 Marco Reus (Borussia Dortmund)<BR>28 Franck Ribery (Bayern Munich)<BR>29 Manuel Neuer (Bayern Munich)<BR>30 Ashley Cole (Chelsea)<BR>31 Wayne Rooney (Man Utd)<BR>32 Juan Mata (Chelsea)<BR>33 Thomas Muller (Bayern Munich)<BR>34 Mario Götze (Borussia Dortmund)<BR>35 Karim Benzema (Real Madrid)<BR>36 Cesc Fabregas (Barcelona)<BR>37 Oscar (Chelsea)<BR>38 Fernandinho (Shakhtar Donetsk)<BR>39 Javier Mascherano (Barcelona)<BR>40 Gareth Bale (Tottenham)<BR>41 Javier Zanetti (Internazionale)<BR>42 Daniele De Rossi (Roma)<BR>43 Dani Alves (Barcelona)<BR>44 Petr Cech (Chelsea)<BR>45 Mats Hummels (Borussia Dortmund)<BR>46 Carles Puyol (Barcelona)<BR>47 Angel Di Maria (Real Madrid)<BR>48 Carlos Tevez (Man City)<BR>49 Didier Drogba (Shanghai Shenhua)<BR>50 Giorgio Chiellini (Juventus)<BR>51 Marcelo (Real Madrid)<BR>52 Stephan El Shaarawy (Milan)<BR>53 Toni Kroos (Bayern Munich)<BR>54 Samuel Eto'o (Anzhi Makhachkala)<BR>55 Jordi Alba (Barcelona)<BR>56 Mario Gomez (Bayern Munich)<BR>57 Arturo Vidal (Juventus)<BR>58 Eden Hazard (Chelsea)<BR>59 James Rodriguez (Porto)<BR>60 Marouane Fellaini (Everton)<BR>61 Ramires (Chelsea)<BR>62 David Villa (Barcelona)<BR>63 Klaas Jan Huntelaar (Schalke)<BR>64 Nemanja Vidic (Man Utd)<BR>65 Joe Hart (Man City)<BR>66 Arjen Robben (Bayern Munich)<BR>67 Mario Balotelli (Man City)<BR>68 Mathieu Valbuena (Marseille)<BR>69 Pierre-Emerick Aubameyang (St Etienne)<BR>70 Robert Lewandowski (Borussia Dortmund)<BR>71 Hernanes (Lazio)<BR>72 Pedro (Barcelona)<BR>73 Santi Cazorla (Arsenal)<BR>74 Christian Eriksen (Ajax)<BR>75 Ezequiel Lavezzi (PSG)<BR>76 Joao Moutinho (Porto)<BR>77 Mario Mandžukić (Bayern Munich)<BR>78 Patrice Evra (Man Utd)<BR>79 David Luiz (Chelsea)<BR>80 Luka Modric (Real Madrid)<BR>81 Victor Wanyama (Celtic)<BR>82Mapou Yanga-M'Biwa (Montpelier)<BR>83 Hulk (Zenit St Petersburg)<BR>84 Darijo Srna (Shakhtar Donetsk)<BR>85 Emmanuel Mayuka (Southampton)<BR>86 John Terry (Chelsea)<BR>87 Kwadwo Asamoah (Juventus)<BR>88 Leonardo Bonucci (Juventus)<BR>89 Javier Pastore (PSG)<BR>90 Henrikh Mkhitaryan (Shakhtar Donetsk)<BR>91 Moussa Dembele (Tottenham)<BR>92 Hatem Ben Arfa (Newcastle)<BR>93 Samir Nasri (Man City)<BR>94 Shinji Kagawa (Man Utd)<BR>95 Wesley Sneijder (Internazionale)<BR>96 Pepe (Real Madrid)<BR>97 Marek Hamsik (Napoli)<BR>98 Javi Martinez (Bayern Munich)<BR>99 Diego Forlan (Internacional)<BR>100 Paulinho (Corinthians)<BR><BR>FL0141FL0141214204hp2.jpgSiNpirlo-ottavo-nel-mondo-ecco-la-classifica-di-the-guardian-1009822.htmSi100205001,02,03,06,07,08,09030308
891009810NewsCalcio EsteroPremier League, 18a giornata: oggi in campo Chelsea e United20121223105121Premier League18a giornataVittoria di misura e sofferta&nbsp;dell’Arsenal al DW Stadium contro il Wigan.&nbsp;E' stato un incontro&nbsp;molto equilibrato con i padroni di casa spesso vicini al gol con il caotico Kone, bravissimo&nbsp;fino al limite dell’area. Alla fine la spuntano&nbsp;per gli uomini di Wenger grazie a un rigore trasformato da Arteta. Soffre anche il Manchester City, che&nbsp;strappa 3 punti all’ultimo respiro contro il Reading, grazie a un gol al 93esimo di Gareth Barry. Sfida per larghi tratti in mano agli uomini di Mancini, che non sono però riusciti mai a trovare il varco giusto per superare l’organizzazione difensiva degli ospiti allenati da McDermott. Alla fine risolve la zampata vincente di Barry. Risale la classifica, tornando alla vittoria, anche il Liverpool che ne rifila quattro al Fulham.<BR><BR>Grande attesa per i due incontri odierni.&nbsp;Lo United dovrà vedersela in Galles contro lo Swansea e il Chelsea cercherà rivincite contro l'Aston Villa.<BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Wigan-Arsenal 0-1&nbsp;&nbsp; 60'Arteta</STRONG><BR><BR><STRONG>Man.City-Reading 1-0&nbsp;&nbsp; 90'Barry</STRONG><BR><BR><STRONG>Newcastle-QPR&nbsp;1-0&nbsp;&nbsp; 81'Ameobi</STRONG><BR><BR><STRONG>Southampton-Sunderland 0-1&nbsp;&nbsp; 42'Fletcher</STRONG><BR><BR><STRONG>WBA-Norwich 2-1&nbsp;&nbsp; 23'Snodgrass(N) - 43'Gera-82'Lukaku(W)</STRONG><BR><BR><STRONG>West Ham-Everton 1-2&nbsp;&nbsp; 14'Cole(W) - 64'Anichebe-73'Pienaar(E)</STRONG><BR><BR><STRONG>Tottenham-Stoke 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Liverpool-Fulham 4-0&nbsp;&nbsp; 8'Skrtel-36'Gerrard-51'Downing-90'Suarez</STRONG><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Swansea-Man.United</STRONG><BR><BR><STRONG>Chelsea-Aston Villa</STRONG><BR><BR><STRONG>Classifica</STRONG><BR><BR>1)Manchester U. 42<BR>2)Manchester C. 39<BR>3)Arsenal 30<BR>4)Tottenham 30<BR>5)Everton 30<BR>6)WBO 30<BR>7)Chelsea 29<BR>8)Liverpool 25<BR>9)Norwich 25<BR>10)Stoke 25<BR>11)Swansea 23<BR>12)West Ham 23<BR>13)Fulham 20<BR>14)Newcastle 20<BR>15)Sunderland 19<BR>16)Aston Villa 18<BR>17)Southampton 15<BR>18)Wigan 15<BR>19)QPR 10<BR>20)Reading 9<BR><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411arteta.jpgSiNpremier-league-giornata-18-city-di-rigore-1009810.htmSi100427901,02,03010166
901009791NewsCalcio EsteroPremier League 18a giornata: oggi tocca al Manchester City20121222113642Premier League18a giornata&nbsp;<br><br> Tra le grandi d'alta classifica oggi sarà da tenere d'occhio il City, che scenderà in campo contro l'abbordabilissimo Reading e sperare che domani i gallesi dello Swansea possano in qualche modo rallentare la corsa dello United.&nbsp;Il primo incontro in ordine temporale e che darà il via alla 18a giornata sarà quello dell'Arsenal contro il Wigan. Gli uomini di Wenger sono nettamente favoriti e vogliono portare a casa i tre punti per continuare la rincorsa al terzo posto. La&nbsp; giornata verrà completata domani dai restanti due match in calendario: il primo vedrà impegnati, come accennato,&nbsp;lo United&nbsp;in terra gallese; mentre&nbsp;alle 17 il Chelsea, dopo la cinquina di Leeds in Coppa di Lega, proverà a rialzarsi dopo la fallita missione&nbsp;nel Mondiale per Club, ospitando allo Stamford Bridge l'Aston Villa.<br><br> Giocano Oggi<br><br> <STRONG>Wigan-Arsenal</STRONG><br><br> <STRONG>Man.City-Reading</STRONG><br><br> <STRONG>Newcastle-QPR</STRONG><br><br> <STRONG>Southampton-Sunderland</STRONG><br><br> <STRONG>WBA-Norwich</STRONG><br><br> <STRONG>West Ham-Everton</STRONG><br><br> <STRONG>Tottenham-Stoke</STRONG><br><br> <STRONG>Liverpool-Fulham</STRONG><br><br> Giocano Domani<br><br> <STRONG>Swansea-Man.United</STRONG><br><br> <STRONG>Chelsea-Aston Villa</STRONG><br><br>InghilterraFL0411FL0411roberto_mancini.jpgSiNpremier-league-giornata-18-oggi-tocca-al-city-1009791.htmSi100427901,02,03010125
911009775NewsCampionatiLIVE - Sorteggio Europa League: gli accoppiamenti dei sedicesimi20121220141535europa league, napoli, inter, lazioLive Sorteggio Europa League Segui su IlCalcio24.com la diretta del sorteggio di Europa League. Inizio ore 14.<BR><BR>1 - Napoli/Viktoria Plzen - Bate Borisov/Fenerbahce<br><br> 2 - Bayer Leverkusen/Benfica - Dinamo Kiev/Bordeaux<br><br> 3 - Anzhi/Hannover 96 - Newcastle/Metalist Kharkiv<br><br> 4 - Stoccarda/Genk - Borussia Moenchengladbach/Lazio<br><br> 5 - Tottenham/Lione - Inter/Cluj<br><br> 6 - Levante/Olympiakos - Atletico Madrid/Rubin Kazan<br><br> 7 - Basilea/Dnipro - Zenit/Liverpool<br><br> 8 - Ajax/Steaua Bucarest - Sparta Praga/Chelsea<BR><BR>&nbsp;Il regolamento da Uefa.com - Le vincitrici dei 12 raggruppamenti e le migliori quattro tra le squadre trasferite dalla UEFA Champions League sono teste di serie. Le rimanenti quattro formazioni provenienti dalla principale competizione continentale per club vengono inserite nell'urna delle squadre non teste di serie e vengono sorteggiate per prime, disputando quindi in casa la gara di andata. Squadre dello stesso paese o provenienti dallo stesso girone non possono affrontarsi. Seguirà il sorteggio per gli ottavi di finale, che si disputeranno il 7 e 14 marzo, e che non prevede teste di serie. Le 16 palline contenenti i biglietti "Vincitrice gara 1" fino a "Vincitrice gara 16" vengono inserite in una sola urna e mescolate. La prima squadra estratta affronta la seconda squadra estratta e disputa la gara di andata in casa. La procedura si ripete fino all'esaurimento delle palline. Il sorteggio non prevede alcun tipo di restrizione.<BR><BR>&nbsp;I possibili accoppiamenti. Per la Lazio: Atletico Madrid, Ajax, Tottenham, Zenit, Anzhi, Bate Borisov, Bayer Leverkusen, Borussia Moenchengladbach, Levante, Newcastle, Stoccarda, Basilea, Sparta Praga. Per l'Inter: Chelsea, Lione, Liverpool, Benfica, Cluj, Dnipro, Olympiacos, Steaua, Bordeaux, Fenerbahçe, Hannover, Metalist, Genk e Viktoria Plzen. Per il Napoli: le stesse dell'Inter, senza il Dnipro ma col Rubin Kazan.<BR><BR><BR><BR><br><br>C1007650adm001adm001falcao.jpgSiNlive-sorteggio-europa-league-napoli-lazio-inter-1009775.htmSi100075501,02,03,08030212
921009706NewsCalcio EsteroPremier League, 17a giornata: chi ferma lo United?20121217085024Premier League17a giornata&nbsp;<BR><BR>Manchester City e United vincono entrambe per 3-1 e guidano la classifica. United mantiene i 6 punti di vantaggio sui "Citizens. Il Tottenham aggancia il terzo posto grazie alla vittoria di misura sullo Swansea ed anche al fatto che il Chelsea non ha giocato a causa dell'impegno valido per il mondiale per club.&nbsp;Il gol&nbsp;partita nasce da una punizione calciata dalla destra; classico mucchio in area e&nbsp;pallone che finisce&nbsp;sui piedi di Vertonghen, lesto a battere Tremmel da distanza ravvicinata. I londinesi resistono, nel finale, al disperato assedio dei gallesi e portano a casa il terzo successo interno consecutivo. Brutto tonfo, invece, quello del Liverpool, sconfitto ad Anfield 1-3 dall’Aston Villa. Di fatto i Reds hanno dato vita ad una brutta prestazione e la conseguenza è stata&nbsp;un&nbsp;pessimo risultato. Tante emozioni ma nessuna rete nell’altro posticipo di giornata che vedeva opposto il West Bromwich Albion al West Ham di Sam Allardyce. Gara equilibrata con una ripresa&nbsp;più divertente&nbsp;e i locali che colpiscono in pieno la traversa. Per il WBA un pareggio utile a interrompere la serie negativa delle ultime giornate.<BR><BR>Giocate Sabato<BR><BR><STRONG>Newcastle-Man.City&nbsp;1-3&nbsp; &nbsp;10'Aguero-39'Garcia-78'Tourè(M) - Ba(N)</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke-Everton 1-1&nbsp;&nbsp; 36'A.gol Shawcross(E) - 52'Jones(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>Chelsea-Southampton Rinviata</STRONG><BR><BR><STRONG>Liverpool-Aston Villa 1-3&nbsp;&nbsp; 29'-51'Benteke-41'Weimann(A) - 87'Gerrard(L)</STRONG><BR><BR><STRONG>Man.United-Sunderland 3-1&nbsp;&nbsp; 16'VanPersie-19'Cleverley-59'Rooney(M) - 72'Campbell(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>QPR-Fulham 2-1&nbsp;&nbsp;&nbsp; 52'-68'Taarabt(Q) - 88'Petric(F)</STRONG><BR><BR><STRONG>Norwich-Wigan 2-1&nbsp;&nbsp; 15'Pilkington-64'Hoolahan(N) - 51'Maloney(W)</STRONG><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Tottenham-Swansea&nbsp;1-0&nbsp;&nbsp; 75'Vertonghen</STRONG><BR><BR><STRONG>WBA-West Ham 0-0</STRONG><BR><BR>Oggi<BR><BR><STRONG>Reading-Arsenal</STRONG><BR><BR><STRONG>Classifica</STRONG><BR><BR>1)Manchester U. 42<BR>2)Manchester C. 36<BR>3)Chelsea 29<BR>4)Tottenham 29<BR>5)Everton 27<BR>6)WBO 27<BR>7)Norwich 25<BR>8)Arsenal 24<BR>9)Stoke 24<BR>10)Swansea 23<BR>11)West Ham 23<BR>12)Liverpool 22<BR>13)Fulham 20<BR>14)Aston Villa 18<BR>15)Newcastle 17<BR>16)Sunderland 16<BR>17)Southampton 15<BR>18)Wigan 15<BR>19)QPR 10<BR>20)Reading 9<BR><BR><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411922338-15303954-640-360.jpgSiNpremier-league-giornata-17-1009706.htmSi100427901,02,03010172
931009681NewsCampionatiPremier League, City chiama United risponde: successi per le due di Manchester20121216022547premier leaguePremier LeagueSono state sei le partite giocate oggi nella massima serie del campionato inglese, la 17esima giornata di Premier si è aperta alle 14.30 con la vittoria per 3-1 dei Citizens ai danni del Newcastle, in gol per gli uomini di Mancini (senza Balotelli in campo) Aguer (10'), Javi Garcia (39') e Yaya Tourè (88') intervallata dalla rete in apertura di secondo tempo dell’attaccante bianco-nero Ba (51'), per gli uomini di Alan Pardew è la seconda sconfitta consecutiva in campionato, e vengono scavalcati in classifica dall’Aston villa che, batte fuori casa uno sprecone Liverpool per 3-1 con la doppietta di Benteke e in mezzo il gol di Weimann, inutile, il gol di Gerrard nel finale di partita, che non evita ai suoi la quinta sconfitta in campionato. Unico pareggio di giornata è l’1-1 tra Stoke City ed Everton che si dividono la posta in palio con un gol per tempo in una partita pressocchè equilibrata, l’Everton rimane così quarto in attesa della partita di domani del Tottenham impegnato in casa con lo Swansea. Fa un balzo in avanti in classifica il Norwich City che, batte di misura, 2-1, uno spento Wigan che, dopo aver raggiunto il pareggio con Malooney, si lascia sorprendere poco dopo dall’attaccante di casa Hoolahan; per la squadra di casa si tratta del decimo risultato utile consecutivo mentre il Wigan scende al terz’ultimo posto della graduatoria. Colpo grosso invece per il QPR che coglie la sua prima vittoria in campionato, imponendosi per 2-1 sul Fulham, eroe di giornata il marocchino Taarbat autore di una doppietta che stronca la difesa distratta del Fulham che nel finale cerca di raddrizzare il match, ma che produce solo il gol, inutile, di Petric a 5' dal termine fermandosi così per la quinta volta in campionato; chi non si ferma invece, è il Manchester Utd . Gli uomini di Ferguson colgono la quattordicesima vittoria del campionato e mantengono il +6 sui rivali del City, già in avanti per 2-0 nel primo tempo i Red Devils chidono la pratica già al 14' del secondo tempo grazie al 3-0 momentaneo, l’unica vera grande distrazione della difesa della capolista, frutta il gol di Campbell 71' , poi solo ordinaria amministrazione. Per chiudere la giornata mancano all’appello oltre alla già citata partita degli Spurs, l’Arsenal, impegnata lunedì col Reading e il match tra WBA e West Ham, e naturalmente la partita posticipata tra Chelsea e Southampton, in virtù dell’impegno dei Blues nel mondiale per club.<BR><BR>Fabrizio Passalacqua<BR><BR>adm001adm001aguero.jpgSiNpremier-league-city-chiama-united-risponde-successi-per-le-due-di-manchester-1009681.htmSi100075701,02,03030148
941009674NewsCalcio EsteroLIVE IL CALCIO24 Liverpool-Aston Villa 1-3 GUARDA I GOL20121215165133Premier League17a giornataAl 29'Benteke porta in vantaggio gli ospiti con un tiro che si insacca alla destra del portiere.<BR><BR>Link Video: 0-1 <A href="http://www.dailymotion.com/video/xvyk0a_l0-1benteke_animals">http://www.dailymotion.com/video/xvyk0a_l0-1benteke_animals</A><BR><BR>Al 41' raddoppio di Weimann su assist di Benteke.<BR><BR>Link Video:0-2 &nbsp;<A href="http://www.dailymotion.com/video/xvyk3m_l0-2weimann_animals">http://www.dailymotion.com/video/xvyk3m_l0-2weimann_animals</A><BR><BR>Disastroso Liverpool, al 51' è ancora Benteker, autentica spina nel fianco per i Reds. Entra in area di rigore e spara una cannonata alle spalle dell'incolpevole portiere.<BR><BR>Link Video: 0-3 <A href="http://www.dailymotion.com/video/xvyktf_l0-3benteke_animals">http://www.dailymotion.com/video/xvyktf_l0-3benteke_animals</A><BR><BR>All'87' sigla il gol della bandiera Gerrard con un gran tiro dall'angolo destro ad incrociare.<br><br> Link Video:1-3 <A href="http://www.dailymotion.com/video/xvylm4_liverpool-vs-aston-villa-1-3-gerrard_sport">http://www.dailymotion.com/video/xvylm4_liverpool-vs-aston-villa-1-3-gerrard_sport</A><BR><BR><BR><BR>&nbsp;<BR><BR><BR><BR><br><br>LiverpoolFL0411FL0411Suarez-Gerrard1_2818422.jpgSiNlive-ilcalcio24-liverpool-aston-villa-guarda-i-gol-1009674.htmSi100427901,02,03010110
951009660NewsCalcio EsteroPremier League, 17a giornata: il City rischia a Newcastle, lo United può approfittarne20121215091541Premier League17a giornata&nbsp;<BR><BR>Sarà una diciassettesima giornata di Premier League senza&nbsp;incontri di cartello&nbsp;e senza il Chelsea di Rafa Benitez, impegnato in Giappone nel Mondiale per Club. Per il Manchester United si profila la concreta possibilità di allungare il vantaggio sul City nell'abbordabile impegno casalingo contro il Sunderland. Gli uomini di Mancini, infatti, sono attesi dall'insidiosa trasferta di Newcastle in un campo tradizionalmente ostico e vincere non sarà facile.<BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Newcastle-Man.City</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke-Everton</STRONG><BR><BR><STRONG>Chelsea-Southampton Rinviata</STRONG><BR><BR><STRONG>Liverpool-Aston Villa</STRONG><BR><BR><STRONG>Man.United-Sunderland</STRONG><BR><BR><STRONG>QPR-Fulham</STRONG><BR><BR><STRONG>Norwich-Wigan</STRONG><BR><BR>Giocano Domani<BR><BR><STRONG>Tottenham-Swansea</STRONG><BR><BR><STRONG>WBA-West Ham</STRONG><BR><BR>Lunedì<BR><BR><STRONG>Reading-Arsenal</STRONG><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411Roberto-Mancini_41.jpgSiNpremier-league-giornata-17-city-rischia-a-newcastle-united-puo-approfittarne-1009660.htmSi100427901,02,03010205
961009581NewsCampionatiSerie A Sampdoria-Udinese:probabili formazioni20121210094018Serie AProbabili formazioni&nbsp;<br><br> Buone notizie per Ferrara che finalmente recupera Pozzi. Tuttavia l'attaccante dovrebbe partire dalla panchina. Dovrebbe essere confermato, dunque, il giovane Icardi, sostenuto da una mediana&nbsp;a cinque&nbsp;composta da Estigarribia, Maresca, Tissone, Obiang e Poli.&nbsp; <br><br> Guidolin dovrà rinunciare a Benatia, fresco di rientro e subito&nbsp;infortunatosi nel match contro il Liverpool di Europa League. Basta, reduce dalla frattura allo zigomo, scenderà in campo con la mascherina, ed anche Pinzi recupera e sarà della partita. In avanti, Maicosuel è in vantaggio su Fabbrini per sostenere Totò Di Natale. Si rivede finalmente&nbsp;anche Muriel, convocato e recuperato dal grave infortunio sofferto.<br><br> Probabili formazioni<br><br> Sampdoria(4-5-1): DA COSTA - DE SILVESTRI - GASTALDELLO - ROSSINI - COSTA - MUNARI - TISSONE - MARESCA - OBIANG - POLI - ICARDI<br><br> Udinese(3-4-1-1): BRKIC - HERTAUX - DANILO - ANGELLA - BASTA - PEREYRA - ALLAN - BADU -ARMERO - FABBRINI - DI NATALE<br><br>GenovaFL0411FL0411poli-6.jpgSiNserie-a-sampdoria-udinese-probabili-formazioni-1009581.htmSi100427901,02,03010230
971009576NewsCalcio EsteroPremier League 16a giornata:derby allo United, decidono Rooney e Van Persie20121210083649Premier League16a giornata &nbsp;<BR><BR>Tanta amarezza per il City di Mancini che perde il derby e vede allungarsi la distanza che la separa dallo United primo in classifica. Amarezza perchè il City ha condotto il match e, forse, avrebbe meritato qualcosa in più, ma è difficile dirlo visto che lo United non solo si è portato sul 2-0 ma&nbsp;ha anche sfiorato il terzo prima di assistere alla reazione rabbiosa ed veemente dei "citizens". Il pressing a tutto campo, la difesa altissima, la ricerca spasmodica del fraseggio a centrocampo possono fare dominare le partite o, come accaduto ieri, far correre troppi rischi contro una squadra dell'esperienza e della qualità dello United. Una strepitosa punizione di Van Persie al novantesimo decide l'incontro.<BR><BR>Link gol della giornata: http://videa.hu/videok/sport/premier-league-weekend-8-9.12.12-all-goals-VvJc5MF4dwGtFLRN?start=4.414<BR><BR>Giocate Sabato<BR><BR><STRONG>Arsenal-Wba 2-0&nbsp;&nbsp; 26'-64'Arteta</STRONG><BR><BR><STRONG>Aston Villa-Stoke 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Swansea-Norwich 3-4&nbsp;&nbsp;16'Whittaker-40'Bassong-44'Holt-77'Snodgrass(N) - 51'-90'Michu-59'De Guzman(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>Sunderland-Chelsea 1-3&nbsp;&nbsp; 11'-45'Torres-48'Mata(C) - 66'Johnson(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>Southampton-Reading 1-0&nbsp;&nbsp;&nbsp; 61'Puncheon</STRONG><BR><BR><STRONG>Wigan-QPR 2-2&nbsp;&nbsp; 18'74'Mc Carthy(W) - 25'Nelsen-71'Cissè(Q)</STRONG><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Man.City-Man.United 2-3&nbsp;&nbsp; 16'29'Rooney-90'VanPersie(MU) - 60'Tourè-86'Zabaleta(MC)</STRONG><BR><BR><STRONG>Everton-Tottenham 2-1&nbsp;&nbsp; 76'Dempsey(T) - 90'Pienaar-93'Jelavic(E)</STRONG><BR><BR><STRONG>West Ham-Liverpool 2-3&nbsp;&nbsp; 11'Johnson-76'J.Cole-79'a.gol Collins(L) - 36'Noble-43'a.gol Gerrard(W)</STRONG><BR><BR>Oggi <STRONG>Fulham-Newcastle</STRONG><BR><BR><STRONG>Classifica</STRONG><BR><BR>1)Manchester U. 39<BR>2)Manchester C. 33<BR>3)Chelsea 29<BR>4)Everton 26<BR>5)Tottenham 26<BR>6)WBO 26<BR>7)Arsenal 21<BR>8)Swansea 23<BR>9)Stoke 23<BR>10)Liverpool 22<BR>11)West Ham 22<BR>12)Norwich 22<BR>13)Fulham 17<BR>14)Newcastle 17<BR>15)Southampton 15<BR>16)Aston Villa 15<BR>17)Wigan 15<BR>18)Sunderland 13<BR>19)Reading 9<BR>20)QPR 7<BR><BR><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411922338-15303954-640-360.jpgSiNpremier-league-giornata-16-allo-united-il-derby-di-manchester-1009576.htmSi100427901,02,03010125
981009566NewsCalcio EsteroPremier League 16a giornata:il Chelsea torna alla vittoria, oggi fari puntati sul derby di Manchester20121209101839Premier League16a giornata&nbsp;<BR><BR>Tra gli incontri giocati ieri spiccano le vittorie dell'Arsenal e del Chelsea. Per entrambe una vittoria rigenerativa visto che l'Arsenal non vinceva da tre settimane ed ha avuto la meglio sul West Bromwich grazie a due rigori trasformati da Arteta; e visto che il Chelsea, da quando Benitez ha rilevato Di Matteo non aveva ancora gustato il sapore della vittoria in campionato. Sul campo del Sunderland, a sprazzi, si è rivisto un Chelsea motivato ed ordinato e,soprattutto, un Torres rigenerato.<BR><BR>Oggi tutta l'attenzione sarà rivolta a Manchester per il derby tra il City e lo United condito dalle tante piccole provocazioni dei giorni scorsi. Prima fra tutte l'intervista rilasciata da Ryan Giggs che non ha usato mezzi termini ed ha snobbato i "cugini" dichiarando:"la forza del City sta nei soldi, per noi il vero avversario di sempre è il Liverpool". Staremo a vedere come risponderanno sul campo gli uomini di Roberto Mancini, che dovranno pur regalare qualche gioia ai propri tifosi dopo la cocente eliminazione in Champions.<BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Arsenal-Wba 2-0&nbsp;&nbsp; 26'-64'Arteta</STRONG><BR><BR><STRONG>Aston Villa-Stoke 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Swansea-Norwich 3-4&nbsp;&nbsp;&nbsp; 16'Whittaker-40'Bassong-44'Holt-77'Snodgrass(N) - 51'-90'Michu-59'De Guzman(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>Sunderland-Chelsea 1-3&nbsp;&nbsp; 11'-45'Torres-48'Mata(C) - 66'Johnson(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>Southampton-Reading 1-0&nbsp;&nbsp;&nbsp; 61'Puncheon</STRONG><BR><BR><STRONG>Wigan-QPR 2-2&nbsp;&nbsp; 18'74'Mc Carthy(W) - 25'Nelsen-71'Cissè(Q)</STRONG><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Man.City-Man.United</STRONG><BR><BR><STRONG>Everton-Tottenham</STRONG><BR><BR><STRONG>West Ham-Liverpool</STRONG><BR><BR>Domani<BR><BR><STRONG>Fulham-Newcastle</STRONG><BR><BR><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411torres.jpgSiNpremier-league-giornata-16-il-chelsea-torna-alla-vittoria-1009566.htmSi100427901,02,03010207
991009547NewsCalcio EsteroPremier League 16a giornata:domani scatta l`ora del derby di Manchester20121208090649Premier League16a giornata&nbsp;<br><br> Inizia oggi pomeriggio la 16a giornata di Premier League. L'Arsenal<STRONG> </STRONG>ospiterà il West Bromwich all’Emirates Stadium e si preannuncia come un incontro molto interessante, specie se si considera che entrambe le squadre, in caso di vittoria,&nbsp;hanno l’occasione di scalare almeno due posizioni in classifica. Per il<STRONG> </STRONG>WBA si tratta di un momento storico perchè ha la possibilità di acciuffare il terzo posto, dietro le big City e United. Ma il Chelsea cercherà di difendere la terza piazza e, dopo l'inizio negativo di Benitez e l'inutile goleada di Champions, non può far altro che concentrarsi per cercare la vittoria casalinga contro il&nbsp;Sunderland. Nel pomeriggio si giocheranno anche gli “spareggi salvezza” Wigan-QPR e Southampton-Reading. <br><br> Capitolo a parte merita il derby di Manchester che, però, si giocherà domani. Anche quest’anno in palio ci sarà molto di più che i 3 punti. Per lo United sarà un’occasione d'oro per distanziare tutti,&nbsp;&nbsp;per il City si tratterà, invece, di tornare in testa alla classifica e per riscattare, almeno in parte, la deludente apparizione in Champions, che&nbsp;ha lasciato tifosi e società particolarmente indispettiti.<br><br> Ecco il programma completo della 16a giornata&nbsp;<br><br> Giocano Oggi<br><br> <STRONG>Arsenal-Wba</STRONG><br><br> <STRONG>Aston Villa-Stoke</STRONG><br><br> <STRONG>Swansea-Norwich</STRONG><br><br> <STRONG>Sunderland-Chelsea</STRONG><br><br> <STRONG>Southampton-Reading</STRONG><br><br> <STRONG>Wigan-QPR</STRONG><br><br> Giocano Domani<br><br> <STRONG>Man.City-Man.United</STRONG><br><br> <STRONG>Everton-Tottenham</STRONG><br><br> <STRONG>West Ham-Liverpool</STRONG><br><br> Lunedì<br><br> <STRONG>Fulham-Newcastle</STRONG><br><br> <STRONG></STRONG>&nbsp;<br><br>InghilterraFL0411FL0411Roberto-Mancini_41.jpgSiNpremier-league.giornata-16-presentazione-1009547.htmSi100427901,02,03010154
1001009541NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, tanti nel mirino di Marotta20121207130131juventus, marottaJuventus MarottaStevan Jovetic e Luis Suarez. La Juventus è a caccia di un grande attaccante per l'estate. Il colpo Fernando Llorente, per 5 milioni a gennaio o a zero a giugno, sembra quasi certo ma per l'anno che verrà i bianconeri sono divisi tra le due piste. La prima porta al montenegrino della Fiorentina, la cui permanenza in gigliato per giugno è tutt'altro che cerca. Poi il Pistolero uruguaiano del Liverpool, vera stella di una squadra in difficoltà. Cifre pronte da spendere? 30 milioni di euro, maxi investimento per il top player che dunque arriverà solo in estate.C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-tanti-mirino-marotta-1009541.htmSiT1000007100075701,02,03,06030300
1011009535NewsCoppeEuropa League, Gruppo A: l`Udinese già eliminata affronta il Liverpool20121206093667Europa League Gruppo AProbabili formazioni&nbsp;<BR><BR>Nel gruppo A l'Udinese gioca per la gloria e poco più, visto che è già eliminata anche in caso di vittoria. Guidolin potrà contare su dei rientri importanti come quelli di Pinzi e Benatia. Out, invece, Basta, Lazzari e Domizzi. Guidolin starebbe pensando anche ad un cambio di modulo, passando dal&nbsp;solito 3-5-1-1 allo sperimentale 4-4-2 con Faraoni-Pasquale terzini, Pereyra-Armero esterni alti e Fabbrini-Ranegie di punta.<BR><BR>Motivazioni certamente più consistenti per il Liverpool, che si gioca il passaggio del turno con lo Young Boys, che sarà impegnato&nbsp;in casa contro i russi dell'Anzhi. Rodgers non ha convocato Gerrard e dovrebbero trovare spazio Reina, Allen, Johnson e Suarez, squalificato per la prossima gara di Premier.&nbsp;Dovrebbero esserci&nbsp;tantissimi giovani come&nbsp;Suso, Shelvey e Sterling.<BR><BR>&nbsp;Probabili formazioni<BR><BR>UDINESE(4-4-2): Brkic - Faraoni - Benatia - Danilo - Pasquale - Pereyra - Pinzi - Badu - Armero - Fabbrini - Ranegie<BR><BR>LIVERPOOL(4-2-3-1) Reina - Enrique - Skrtel - Carragher - Johnson - Sahin - Henderson<BR>Suso - Shelvey - Sterling - Suarez<BR><BR>Classifica<BR><BR>Anzhi 10<BR>Liverpool 7<BR>Young Boys 7<BR>Udinese 4<BR><BR>UdineFL0411FL0411udinese-guidolin-il-talent-scout-L-5BT0L4.jpgSiNeuropa-league-gruppo-a-udinese-liverpool-probabili-formazioni-1009535.htmSi100427901,02,03010189
1021009500NewsCalcio EsteroPremier League, 15a giornata: tonfo Chelsea, passo falso City20121203103427Premier League15a giornata&nbsp;<BR><BR>L'Everton di Moyes si conferma grande&nbsp;protagonista della Premier League e blocca la corsa del Manchester City all'Etihad Stadium. Match deciso nel primo tempo: arriva prima la rete di Fellaini, che porta in vantaggio i 'Toffees' a sorpresa, poi il rigore trasformato da Tevez, per fallo dello stesso Fellaini su Dzeko, pareggia i conti.<BR>L'assetto compatto e quadrato dell'Everton mette in grande difficoltà il City, a conferma di un impianto di gioco ben collaudato per Moyes. Gli uomini di Mancini vanno costantemente a sbattere sul muro dell'Everton, rischiando anche molto nelle ripartenze avversarie. Ne approfitta lo United che mette altri due punti tra sè e i cugini del City. Partita divertente e ricca di gol sul campo del Reading, Rooney e VanPersie in grande spolvero. Il Chelsea, invece,&nbsp;affonda, con Benitez in panchina, sul campo del West Ham.<BR><BR>Giocate Sabato<BR><BR><STRONG>West Ham-Chelsea 3-1&nbsp;&nbsp; 13'Mata(C) - 63'C.Cole-86'Diame-90'Maiga(W)</STRONG><BR><BR><STRONG>WBO-Stoke 0-1&nbsp;&nbsp; 75'Whitehad</STRONG><BR><BR><STRONG>Arsenal-Swansea 0-2&nbsp;&nbsp; 88'-90'Michu</STRONG><BR><BR><STRONG>Fulham-Tottenham&nbsp;0-3&nbsp;&nbsp; 56'Sandro-72'-77'Defoe</STRONG><BR><BR><STRONG>Man.City-Everton 1-1&nbsp;&nbsp; 33'Fellaini(E) - 43'Tevez(M)</STRONG><BR><BR><STRONG>QPR-Aston Villa 1-1&nbsp;&nbsp; 8'Holman(A) - 18'Mackie(Q)</STRONG><BR><BR><STRONG>Liverpool-Southampton 1-0&nbsp;&nbsp; 43'Agger</STRONG><BR><BR><STRONG>Reading-Man.United 3-4&nbsp;&nbsp; 8'Kanu-19'Le Fondre-23'Morrison(R) - 13'Anderson-16'-30'Rooney-34'Van Persie</STRONG><BR><BR>Ieri<BR><BR><STRONG>Norwich-Sunderland 2-1&nbsp;&nbsp; 8'Bassong-37'Pilkington(N) - 44'Gardner(S)</STRONG><BR><BR>Oggi<BR><BR><STRONG>Newcastle-Wigan</STRONG><BR><BR>Classifica<BR><BR>1)Manchester U. 36<BR>2)Manchester C. 33<BR>3)Chelsea 26<BR>4)WBO 26<BR>5)Tottenham 26<BR>6)Everton 23<BR>7)Swansea 23<BR>8)West Ham 22<BR>9)Stoke 22<BR>10)Arsenal 21<BR>11)Liverpool 19<BR>12)Norwich 19<BR>13)Fulham 17<BR>14)Newcastle 14<BR>15)Wigan 14<BR>16)Aston Villa 14<BR>17)Sunderland 13<BR>18)Southampton 12<BR>19)Reading 9<BR>20)QPR 6<BR><BR><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411rooney.jpgSiNpremier-league-giornata-15-tonfo-chelsea-united-allunga-1009500.htmSi100427901,02,03010165
1031009477NewsCampionatiDa Liverpool con furore: Marouane Fellaini20121201153028everton, fellainiEverton FellainiIl 22 novembre del 1987 nasceva a Bruxelles un ragazzo che del Belgio aveva ben poco. <BR>Certamente non il colore della pelle e nemmeno la capigliatura afro davano ragione alle sue origini. <BR>Solo il nome lasciava intuire la&nbsp;provenienza&nbsp;marocchina mischiata alle tradizioni della sua terra nativa. <BR>La sua caratteristica principale, oltre al capello folto e simpatico, risalta agli occhi di tutti: Marouane è uno dei più forti centrocampisti in circolazione, senza ombra di dubbi. <BR>Purtroppo, però, questo non lo scopriamo certamente noi e certamente adesso, tutt’altro. Siamo arrivati troppo tardi, probabilmente. "Ci sono club interessati a me. Ma l'Everton è un club ambizioso. Io non credo che lascerà andare i suoi migliori giocatori ed è giusto così. Voglio giocare per uno dei più grandi club un giorno. Ma io sono paziente".<BR>Queste sono le parole del giocatore della squadra di Liverpool, non i Reds ma i Toffees che quest’anno stanno vivendo una stagione nettamente migliore di quella di Gerrard e compagni. <BR>E se l’Everton è addirittura sesto in classifica e con il dichiarato obiettivo di raggiungere la Champions League, beh, lo deve soprattutto al suo talento belga: sette gol in dodici partite, un target spaventoso per quello che nasce come centrocampista difensivo per trasformarsi con gli anni e con il tempo in un trequartista che non si accontenta di essere solamente trequartista. <BR>Atipico. <BR>Così lo definiscono in territorio britannico. Idolo assoluto della tifoseria dei Blues, tutti sanno bene che non manca molto all’addio di un altro talento siglato Everton.&nbsp; In pole solo inglesi. Perché? <BR>Perché anche se di britannico Fellaini ha ben poco, il suo calcio e la sua visione di gioco lo rendono perfetto per il football d’oltremanica.<BR>Manchester United, sempre alla ricerca di un trequartista nonostante l’arrivo di Kagawa, e Arsenal sono le due pretendenti più palpabili per il centrocampista ex Standerd Liegi.<BR>E’ vero, anche il Chelsea ereditato da Benitez sarebbe interessato al belga ma l’impressione è che i Blues di Londra debbano sistemare altri raparti prima di concentrarsi sul centrocampo, fronte già forte dopo i numeri acquisti dell’estate. Anche in questo caso, quindi, siamo arrivati tardi, accorgendoci all’ultimo di un talento dalle qualità tanto atipiche quanto fantastiche.<BR>Oggi Mancini potrà ammirare dal vivo il giovane venticinquenne in Manchester City-Everton: l'allenatore ex Inter è avvisato.<BR>Farà strada il giovane Marouane, con o senza Everton ma sempre insieme ai suoi splendidi capelli.FL0882FL0882fellaini.jpgSiNda-liverpool-con-furore-evrton-fellaini-1009477.htmSi100877901,02,03030154
1041009475NewsCalcio EsteroPremier League 15a giornata:Chelsea a caccia del riscatto20121201094527Premier League15a giornata&nbsp;<BR><BR>Oggi pomeriggio apre la 15a giornata di premier league il Chelsea, che andrà in campo&nbsp;contro il West Ham. Gli uomini di Benitez vanno a caccia dei tre punti che potrebbero rilanciarli nella corsa al titolo.<BR>Il Liverpool, che ospita il Southampton terz’ultimo, è alla ricerca di una vittoria che manca ormai da sei giornate e&nbsp;per&nbsp;rafforzare la sempre più scricchiolante panchina del tecnico Rodgers. In realtà anche un successo potrebbe non bastare al mister dei Reds per mantenere la guida tecnica del Liverpool.&nbsp;Il big match della giornata è in programma al ‘City Stadium’ di Manchester, dove i padroni di casa ospiteranno&nbsp;il solido&nbsp;Everton. Gli uomini di Mancini dovranno puntare&nbsp;alla vittoria&nbsp;per non perdere terreno dallo United, atteso dalla facile trasferta contro il Reading penultimo. In programma anche uno dei derby di Londra, tra Fulham e Tottenham.<BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>West Ham-Chelsea</STRONG><BR><BR><STRONG>WBO-Stoke</STRONG><BR><BR><STRONG>Arsenal-Swansea</STRONG><BR><BR><STRONG>Fulham-Tottenham</STRONG><BR><BR><STRONG>Man.City-Everton</STRONG><BR><BR><STRONG>QPR-Aston Villa</STRONG><BR><BR><STRONG>Liverpool-Southampton</STRONG><BR><BR><STRONG>Reading-Man.United</STRONG><BR><BR>Domani<BR><BR><STRONG>Norwich-Sunderland</STRONG><BR><BR>Lunedì<BR><BR><STRONG>Newcastle-Wigan</STRONG><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411col.jpgSiNpremier-league-presentazione-giornata-15-1009475.htmSi100427901,02,03030115
1051009468NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, piace un difensore20121130152833juventusJuventusIl futuro al Liverpool di Sebastian Coates, difensore uruguaiano classe 1990, è da considerarsi in dubbio. Almeno questo è quanto riportato questa mattina dal Daily Mail che cita la Juventus come club interessato al giocatore come eventuale sostituto di Lucio, il brasiliano ex Inter in rotta con il club bianconero a causa dello scarso utilizzo in stagione.C1007650adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-piace-un-difensore-1009468.htmSiT1000007100075701,02,03,06030192
1061009449NewsCalcio EsteroPremier League 14a giornata:duello United-City20121129093742Premier League14a giornata&nbsp;<br><br> Il Chelsea fatica a carburare con Benitez in panchina, contro il Fulham arriva un altro insipido 0-0 e perde altri punti preziosi sul duo di testa. Le due Manchester del pallone fanno il loro dovere. Allo United è sufficiente un gol al primo minuto del solito Van persie per avere ragione del West Ham. Fatto curioso e al contempo deplorevole, i tifosi del West Ham hanno incitato, nel corso della partita, la Lazio e i barbari comportamenti avuti luogo in occasione del match di Europa league contro i "nemici" del Tottenham. Probabilmente la Federcalcio inglese aprirà un'inchiesta. Il City, che si mantiene a una lunghezza dallo United, ha dovuto affidarsi a super Mario Balotelli, che ha sbloccato a venti minuti dalla fine un incontro che andava complicandosi. Di gran lunga più staccato c'è il Tottenham che ha avuto la meglio sul Liverpool per 2-1 grazie ad una prestazione eccezionale di Gareth Bale autore di una rete e anche di uno sfortunato autogol che, comunque, non macchia più di tanto la sua grande attuazione.<br><br> Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Everton - Arsenal 1-1&nbsp;&nbsp; 1'Walcott(A) - 28'Fellaini(E)</STRONG><BR><BR><STRONG>Tottenham - Liverpool 2-1&nbsp;&nbsp; 7'Lennon-16'Bale(T) - 72'a.gol Bale(L)</STRONG><BR><BR><STRONG>Southampton - Norwich 1-1&nbsp;&nbsp; 32'Lambert(S) - 45'Snodgrass(N)</STRONG><BR><BR><STRONG>Chelsea - Fulham 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke - Newcastle 2-1&nbsp;&nbsp; 47'Cisse(N) - 81'Walters-85'Jerome(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>Swansea - WBO 3-1&nbsp;&nbsp; 9'Mitchu-11'-39'Routledge(S) - 45'Lukaku(W)</STRONG><BR><BR><STRONG>Wigan - Man.City 0-2&nbsp;&nbsp; 69'Balotelli-72'Milner</STRONG><BR><BR><STRONG>Man. United - West Ham 1-0&nbsp;&nbsp; 1'VanPersie</STRONG><BR><BR>Giocate Martedì<BR><BR><STRONG>Sunderland - QPR 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Aston Villa - Reading 1-0&nbsp;&nbsp; 80'Benteke</STRONG><br><br> <STRONG>Classifica</STRONG><br><br> Manchester U. 33<BR>Manchester C. 32<BR>Chelsea 26<BR>WBO 26<BR>Tottenham 23<BR>Everton 22<BR>Arsenal 21<BR>Swansea 20<BR>Stoke 19<BR>West Ham 19<BR>Fulham 17<BR>Liverpool 16<BR>Norwich 16<BR>Newcastle 14<BR>Wigan 14<BR>Sunderland 13<BR>Aston Villa 13<BR>Southampton 12<BR>Reading 9<BR>QPR 5<BR><BR><br><br>InghilterraFL0411FL0411balotelli.jpgSiNpremier-league-giornata-14-risultati-marcatori-classifica-1009449.htmSi100427901,02,03010131
1071009435NewsCalcio EsteroPremier League, 14a giornata: stasera in campo le big20121128093846Premier League14a giornata&nbsp;<BR><BR>Secondo risultato utile consecutivo per il QPR di Julio Cesar. Buon risultato in trasferta sul campo del Sunderland ma è un punto che, sì, smuove la classifica, ma che non consente di abbandonare l'ultimo posto in classifica. Nell'altro incontro giocato ieri, l'Aston Villa riesce ad avere la meglio sul Reading a 10 minuti dalla fine e conquista tre punti importantissimi in chiave salvezza.<BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Sunderland - QPR 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Aston Villa - Reading 1-0&nbsp;&nbsp; 80'Benteke</STRONG><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Everton - Arsenal</STRONG><BR><BR><STRONG>Tottenham - Liverpool</STRONG><BR><BR><STRONG>Southampton - Norwich</STRONG><BR><BR><STRONG>Chelsea - Fulham</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke - Newcastle</STRONG><BR><BR><STRONG>Swansea - WBO</STRONG><BR><BR><STRONG>Wigan - Man.City</STRONG><BR><BR><STRONG>Man. United - West Ham</STRONG><BR><BR><STRONG></STRONG>&nbsp;<BR><BR><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411sir alex ferguson.jpgSiNpremier-league-giornata-14-stasera.le-big-in-campo-1009435.htmSi100427901,02,03010141
1081009424NewsCalcio EsteroPremier League, 14a giornata20121127091990 Inghilterra Premier League14a giornata&nbsp;<BR><BR>Inizia oggi la 14a giornata di premier league inglese con due anticipi. Tutte le big saranno impegnate domani con incontri sulla carta abbordabilissimi ma che, tuttavia,&nbsp;nascondono qualche insidia. Grande attesa per il nuovo Chelsea di Rafa Benitez, reduce dal pareggio interno contro il City e impegnato, di nuovo allo Stanford Bridge, contro il Fulham.<BR><BR>Giocano oggi<BR><BR><STRONG>Sunderland - QPR</STRONG><BR><BR><STRONG>Aston Villa - Reading</STRONG><BR><BR>Giocano Domani<BR><BR><STRONG>Everton - Arsenal</STRONG><BR><BR><STRONG>Tottenham - Liverpool</STRONG><BR><BR><STRONG>Southampton - Norwich</STRONG><BR><BR><STRONG>Chelsea - Fulham</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke - Newcastle</STRONG><BR><BR><STRONG>Swansea - WBO</STRONG><BR><BR><STRONG>Wigan - Man.City</STRONG><BR><BR><STRONG>Man. United - West Ham</STRONG><BR><BR><STRONG></STRONG>&nbsp;<BR><BR>InghilterraFL0411FL0411benite.jpgSiNinghilterra-premier-league-giornata-14-1009424.htmSi100427901,02,03010138
1091009415NewsCalcio EsteroPremier League 13a giornata: per lo United primato solitario20121126114133Inghilterra Premier League13a giornataDebutto deludente di Rafa Benitez sulla panchina del Chelsea, non va oltre lo 0-0 casalingo contro il City. United, quindi, che riacciuffa il primato solitario con un punto di vantaggio sugli uomini di Mancini.<BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Swansea-Liverpool 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Southampton-Newcastle 2-0&nbsp; 35'Lallana-60'Ramirez</STRONG><BR><BR><STRONG>Chelsea-Manchester City 0-0 </STRONG><BR><BR><STRONG>Tottenham-West Ham 3-1&nbsp; 44'-64'Defoe-58'Bale(T) - 82'Carroll(W)</STRONG><BR><BR><BR>Giocate Sabato<BR><BR><STRONG>Sunderland-WBO 2-4&nbsp;&nbsp; 30'Gera-44'Long-81'Lukaku-90'Fortunè(W) - 74'Gardner-87'Sessegnon(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>Manchester U.-QPR 3-1&nbsp;&nbsp; 52'Mackie(Q) - 64'Evans-68'Fletcher-72'Hernandez(M)</STRONG><BR><BR><STRONG>Everton-Norwich 1-1&nbsp;&nbsp; 12'Naismith(E) - 90'Bassong(N)</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke-Fulham 1-0&nbsp;&nbsp; 26'Adam</STRONG><BR><BR><STRONG>Wigan-Reading 3-2&nbsp;&nbsp; 35'Morrison-79'a.gol Al-Habsi(R) - 57'-68'-90'Gomez(W)</STRONG><BR><BR><STRONG>Aston Villa-Arsenal 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Classifica</STRONG><BR><BR>Man.United 30<BR>Man.City 29<BR>West Bromwich 26<BR>Chelsea 25<BR>Everton 21<BR>Arsenal 20<BR>Tottenham 20<BR>West Ham 19<BR>Swansea 17<BR>Fulham 16<BR>Liverpool 16<BR>Stoke 16<BR>Norwich 15<BR>Newcastle 14<BR>Wigan 14<BR>Sunderland 12<BR>Southampton 11<BR>Aston Villa 10<BR>Reading 9<BR>QPR 4<BR><BR><BR><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411rooney.jpgSiNpremier-league-giornata-13-risultati-marcatori-classifica-1009415.htmSi100427901,02,03010183
1101009404NewsCalcio EsteroPremier League Giornata 13:lo United di nuovo in vetta20121125130156Inghilterra Premie LeagueGiornata 13&nbsp;<BR><BR>Sorpendente West Bromwich corsaro sul campo del Sunderland e si conferma rivelazione di questa prima parte di Premier League inglese. Solo uno scialbo pareggio per l?arsenal sul campo dell'Aston Villa, la squadra di Wenger è stata deludente e, forse, avrebbe anche meritato di perdere. Manchester United&nbsp;svegliato dal gol del vantaggio del Qpr ne rifila tre in scioltezza e riconquista momentaneamente la vetta della classifica in attesa di conoscere il risultato di oggi tra Chelsea e City. Importanti vittorie anche per Stoke e Wigan. <BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Sunderland-WBO 2-4&nbsp;&nbsp; 30'Gera-44'Long-81'Lukaku-90'Fortunè(W) - 74'Gardner-87'Sessegnon(S)</STRONG><BR><BR><STRONG>Manchester U.-QPR 3-1&nbsp;&nbsp; 52'Mackie(Q) - 64'Evans-68'Fletcher-72'Hernandez(M)</STRONG><BR><BR><STRONG>Everton-Norwich 1-1&nbsp;&nbsp; 12'Naismith(E) - 90'Bassong(N)</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoke-Fulham 1-0&nbsp;&nbsp; 26'Adam</STRONG><BR><BR><STRONG>Wigan-Reading 3-2&nbsp;&nbsp; 35'Morrison-79'a.gol Al-Habsi(R) - 57'-68'-90'Gomez(W)</STRONG><BR><BR><STRONG>Aston Villa-Arsenal 0-0</STRONG><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Swansea-Liverpool</STRONG><BR><BR><STRONG>Southampton-Newcastle</STRONG><BR><BR><STRONG>Chelsea-Manchester City</STRONG><BR><BR><STRONG>Tottenham-West Ham</STRONG><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411sir alex ferguson.jpgSiNinghilterra.premier-league-giornata-13-united-in-vetta-1009404.htmSi100427901,02,03010148
1111009368NewsCoppeEuropa League - Gruppo A: Udinese obbligata a vincere in Russia20121122085912Europa League - Gruppo AProbabili formazioni&nbsp;<BR><BR>L'Anzhi di Eto'o&nbsp;è in testa&nbsp;al gruppo A ma i giochi sono ancora aperti, per cui gli uomini di Hiddink sono chiamati a fare ancora risultato.&nbsp;Vincere&nbsp;oggi pomeriggio (inizio gara ore 18)&nbsp;contro l'Udinese significherebbe passare il turno. Il tecnico olandese si affida alla&nbsp;pericolosa coppia d'attacco Lacina Traorè-Samuel Eto'o. Nel 4-4-2 le fasce saranno ricoperte da Boussoufa e Jucilei, con Lassana Diarra e Agalarov sulla mediana.<BR><BR>Guidolin conferma il 3-5-1-1, affidandosi alla freschezza atletica di Fabbrini, a supporto di Di Natale. Sulle fasce confermati Basta e Armero, con Pereyra, Willians e Badu in mezzo al campo. In porta ci sarà Padelli,&nbsp;protetto dal trio difensivo Coda, Danilo e Domizzi. Il tecnico bianconero schiera dunque la miglior formazione possibile a disposizione, per giocarsi le ultime residue&nbsp;possibilità di passare il turno.<BR><BR>Probabili formazioni<BR><BR>ANZHI(4-4-2): Gabulov - Joao Carlos - Tagirbekov - Samba - Shatov - Bousoufa - Lassana Diarra - Agalarov - Jucilei Traorè - Eto'o<BR><BR>UDINESE(3-5-1-1): Padelli - Domizzi - Danilo - Coda - Armero - Badu - Willians - Pereyra - Basta - Fabbrini - Di Natale<BR><BR>Arbitro: Gumienny (BEL)<BR><BR>L'altro incontro vedrà di fronte alle 21:05&nbsp;il Liverpool e lo Young Boys svizzero. Gli inglesi possono qualificarsi stasera stessa battendo gli elvetici. Le due squadre sono appaiate al secondo posto per cui chi vince vola ai sedicesimi.<BR><BR>Probabili formazioni<BR><BR>LIVERPOOL(4-5-1):&nbsp; Reina - Wisdom -&nbsp;Skrtel -&nbsp;Agger -&nbsp;Johnson -&nbsp;Allen -&nbsp;Gerrard -&nbsp;Sahin -Suso -&nbsp;Sterling -&nbsp;Suarez<BR><BR>YOUNG BOYS(4-2-3-1): Wolfli - Raimondi -&nbsp;Ojala -&nbsp;Veskovac -&nbsp;Sutter -&nbsp;Zverovic -&nbsp;Spycher -Nuzzolo - Farnerud -&nbsp;Zarate - Bobadilla<BR><BR>Arbitro: Yefet (ISR)<BR><BR>EuropaFL0411FL0411antonio-di-natale.jpgSiNeuropa-league-gruppo-a-probabili-formazioni-1009368.htmSi100427901,02,03010273
1121009282NewsCampionatiItalia-Francia, le pagelle. Top Montolivo e Valbuena. Flop Marchisio20121114224526italia, franciaItalia Francia PagelleNon chiamatela amichevole. <BR>Perché Italia-Francia non è mai una partita normale. Lo dicono i precedenti, lo dice la storia.&nbsp; Al Tardini di Parma si affrontavano prima di tutto due progetti, due squadre ancora in costruzione.&nbsp; Evra, prima della gara, ha elogiato Prandelli, capace di rifondare una nazionale che pochi anni prima si era laureata campione del mondo.&nbsp; Il mondiale in Sudafrica del 2010, poi, aveva visto le due finaliste di Berlino uscire ai gironi, tra l’altro piuttosto mediocri.&nbsp; Da quel mondiale solo una squadra è risorta dalle proprie ceneri: è l’Italia delle vecchie glorie come Pirlo, è l’Italia dei nuovi fenomeni come Balotelli. Com’è andata quindi? Purtroppo come non doveva andare: i galletti s’impongono per 2-1 grazie alle reti di Valbuena prima, Gomis poi. Resta comunque una buona prestazione degli azzurri di Prandelli, calati soprattutto nel secondo tempo dopo una prima frazione di grande intesa e gioco.<BR><BR>Risultato Italia-Francia 1-2: 34’ El Shaarawy, 36’ Valbuena, 68’ Gomis<BR><BR>Ammoniti: Balotelli<BR><BR>Italia (4-3-3): Sirigu 6, Balzaretti 6, Chiellini 6. Barzagli 5.5 (45’ Bonucci 6), Maggio 6, Montolivo 7 (49’ Florenzi 5.5), Marchisio 5 (49’ Giaccherini 6), Verratti 6 (49’ Pirlo 5.5), Candreva 6.5 (70’ Giovinco 6.5), Balotelli 7, El Shaarawy 6.5 (72’ Diamanti 6)<BR>All. Prandelli 6<BR><BR>Francia (4-3-3): Lloris 6, Debuchy 5.5 (45’ Reveillere 6), Sakho 6.5, Koscielny 6, Evra 6.5, Capoue 6.5 (84’ Gonalons s.v.), Matuidi 6.5, Sissoko 6.5 (90’ Tremoulinas s.v.), Valbuena 7 (72’ Gourcuff 5.5), Giroud 5.5 (62’ Gomis 6.5), Ribery 5 (62’ Menez 6.5)<BR>All. Deschamps 7<BR><BR><STRONG><EM>Top Italia</EM></STRONG><BR><BR>Montolivo: finché resta in campo gioca un’egregia partita. Fa girare il centrocampo in maniera eccelsa e regala un assist preziosissimo al piccolo faraone. Non ci sono dubbi, il Milan deve ripartite da questi due.<BR><BR><STRONG><EM>Flop Italia</EM></STRONG><BR><BR>Marchisio: esattamente la partita opposta a quella del centrocampista rossonero. Una prestazione sottotono di un giocatore forse stanco. Nulla di più normale per Claudio, che disputa una partita ogni tre giorni con la sua Juventus.<BR><BR><STRONG><EM>Top Francia</EM></STRONG><BR><BR>Valbuena: chi ancora non lo conoscesse, beh, non si sorprenda.<BR>È recidivo: il piccolo giocatore del Marsiglia segna sempre così, con il suo destro, fatato. Per ulteriori informazioni guardare il gol realizzatio contro il Liverpool e la rete decisiva contro il Borussia Dortmund nella scorsa Champions League.<BR><BR><STRONG><EM>Flop Francia</EM></STRONG><BR><BR>Ribery: il fenomeno del Bayern Monaco non entra mai in partita, per fortuna. Non riesce a pungere e non salta mai l’uomo. Poi fa spazio a Bafetimbi Gomis che entra e segna dopo pochi istanti.<BR><BR>FL0882FL0882montolivo-6.jpgSiNitalia-francia-pagelle-top-flop-risultato-e-marcatori-1009282.htmSi100877901,02,03,06030284
1131009280NewsCampionatiInghilterra on the road: viaggio nella terra del calcio20121114183313InghilterraL`inghilterra e gli Inglesi: calcio a 360 gradiNonostante abbia perso un pò di spessore, è vero il campionato di calcio italiano mantiene l'antico fascino dei tempi andati. Poi c'è la Liga che, nonostante offra uno spettacolo a due in cui unici protagonisti sono Real e Barça ormai da anni, vanta alcuni dei giocatori più forti del mondo, inevitabile se si considera i successi dei due club e quelli della nazionale spagnola negli ultimi anni. Ma per equilibrio tra i vari club, e perché no, anche per spettacolo, la Premier è considerata dai più il campionato più bello al mondo (sperando che nel giro di qualche anno il nostro campionato si riprenda ciò che aveva fino a qualche anno fa). E quando vai per 4 settimane in Inghilterra, anche se non vivi un'esperienza diretta con il calcio inglese andando ad esempio allo stadio per vedere una partita, inevitabilmente a contatto con il mondo del pallone ci finisci. Tralasciando i tantissimi negozi e le numerose bancarelle a Londra in cui è possibile acquistare i gadgets di una delle tante squadre che militano in Premier e trovano casa proprio nella capitale (Arsenal, Chelsea, Tottenham giusto per citarne 3, gli inglesi lo vivono giorno per giorno il calcio ed inutile dire che proprio a Londra, da città cosmopolita qual'è, non puoi aspettarti di trovare semplicemente il tifoso della squadra della propria città (anche perché sono davvero tante) o della big di turno. E quindi ti capita di trovarti a discutere di calcio con un tifoso dell'Everton, che odia a morte i "cugini" del Liverpool e che, nonostante i rimpianti per l'ex M.Arteta (ceduto quest anno all'Arsenal) si gode un Fellaini più in forma che mai, conscio del fatto però che la propria squadra, nonostante un attuale quarto posto in Premier, non vive uno stato finanziario esaltante e quindi potrebbe anche cedere il centrocampista belga dalla particolare capigliatura alla solita big (Chelsea, Man.United) che ogni fine anno bussa alla porta di qualche altro club di Premier con un assegno bello sostanzioso e si porta via un pezzo pregiato. Poi ovviamente chi è stato a Londra sa che ci si muove quasi solamente con la Metro e lì di incontri se ne fanno davvero tanti, soprattutto quando il Chelsea gioca in Champions e di conseguenza ti ritrovi la metro e le stazioni piene di gente che indossa o la sciarpa o la felpa dei blues, e perché no, pure qualche tifoso della squadra avversaria (in questo caso dello Shakhtar). E ovviamente in qualsiasi quotidiano free che puoi prendere o davanti la stazione della metro o negli alberghi trovi un ampissimo spazio dedicato al mondo del pallone, chiaro segno che tutto si adegua, anche i media, alla richiesta del popolo londinese, con parti dedicate ovviamente alle grandi protagoniste della Premier, con spesso un tocco italico se si considera ad esempio che due di queste sono allenate da due tecnici nostrani (Mancini e Di Matteo), ma con spazio anche alle tantissime leghe e squadre minori che ci sono in Inghilterra, più di quanto se ne possa pensare. Certo diciamo che il calcio in Inghilterra può andare vissuto in maniera diversa, stadio, pub durante la partita, ci sarebbero diversi modi in cui si potrebbe sentire la passione britannica per "football", ma anche guardandolo dal lontano, proprio come in Italia, il calcio è parte integrante della cultura e della vita inglese e chi meglio di noi italiani può capirli? Se non ci fosse il calcio..LondraFL0676FL0676premier-league-4.jpgSiNinghilterra-on-the-road-viaggio-nella-terra-del-calcio--1009280.htmSi100664801,02,03030479S
1141009238NewsCampionatiSerie A, dodicesima giornata: attesa per il match tra Lazio e Roma20121110171052serie aSerie A Dodicesima GiornataCagliari-Catania: la dodicesima giornata si apre con un match bello e intenso, tutto del sud. C’è curiosità di vedere come reagirà la squadra di Pulga dopo la prima sconfitta della sua gestione, c’è curiosità anche di capire se gli etnei riusciranno a tenere il ritmo importante delle ultime uscite. <BR>Nonostante la delusione toscana, la coppia sarà ancora Pinilla-Sau, due giocatori che continuano a ingranare: l’intesa migliora di partita in partita e la Sardegna inizia a sorridere. <BR>Maran sceglie il solito 4-3-3 con il solito Lodi a impostare ma con un insolito tridente. Oltre a Barrientos e Gomez, insostituibili, partirà dal primo minuto Doukara, attaccante francese classe 1991.<BR>Sfida del sud, sfida tra due team che possono sorprendere.<BR><BR>Pescara-Juventus: poche storie, poche parole, poche indiscrezioni. Un imperativo, un dovere: vincere. Questa l’unica volontà di Antonio Conte. <BR>Ripartire dopo la sconfitta nel Derby d’Italia, ripetere la bella partita contro i danesi in Champions League. Abbattere il Pescara, reduce da una gran vittoria contro il Parma. <BR>3-5-2 per Stroppa che, come tanti colleghi, vuole affrontare i campioni d’Italia con lo stesso modulo. <BR>Davanti Abbruscato e Jonathas: l’uno ha iniziato a segnare, l’altro deve ancora farlo.<BR>Per la Juve, oltre a Pogba rimasto a Torino, dovrebbero partire titolari Giovinco e Matri, con Vucinic e Quagliarella favoriti.<BR><BR>Palermo-Sampdoria: l’anticipo del mezzogiorno andrà in scena al Barbera di Palermo. Si gioca per la salvezza, si gioca per uscire da momenti difficili, preoccupanti. I padroni di casa non vincono da diverse partite e Gasperini non ha certo cambiato la situazione ereditata da Sannino. <BR>Ferrara, invece, deve trovare al più presto una soluzione se non vuole fare la fine del tecnico silurato da Zamparini. Nessuna delle due formazioni può fallire: i tre punti sono fondamentali per classifica e morale.<BR>Mancano i due uomini chiave: da una parte Fabrizio Miccoli, dall’altra Maxi Lopez. Quindi, spazio a Ilicic, Brienza e Dybala per i rosanero, per i blucerchiati Estigarribia, Juan Antonio ed Eder.<BR><BR>Milan-Fiorentina: gran bella sfida anche a San Siro dove i rossoneri vogliono confermarsi dopo la vittoria contro il Chievo e dimenticare al più presto l’opaca prestazione contro gli spagnoli del Malaga. Una sfida utile per capire anche la Fiorentina, che di spagnolo ha l’ispirazione per il gioco e per il possesso palla. <BR>Manca Jovetic, quindi Ljajic e Toni con Cuadrado e Pasqual sugli esterni per forgiare il solito 3-5-2. <BR>Allegri schiera il solito 4-2-3-1: Pato sempre titolare con alle spalle i soliti noti, Emanuelson, El Shaarawy e Bojan.<BR>Montella vuole la vittoria, più per la classifica che per altro: i viola, scalando una posizione dietro l’altra, iniziano a sognare sempre di più.<BR><BR>Chievo-Udinese: Corini si trova ad affrontare le prime difficoltà della sua gestione. La manita rifilata dal Milan settimana scorsa non può non aver influito sul morale e sulla testa dei giocatori che dovranno ora sconfiggere i bianconeri di Guidolin. La costanza non fa parte del vocabolario dei friulani che non riescono a infilare nemmeno due vittorie consecutive. Anche in Europa Di Natale non basta per salvare la faccia alla società di Pozzo che per passare il turno dovrà battere il Liverpool e l’Anzhi. <BR>Nonostante la sconfitta, Corini basa il suo reparto offensivo su Thereau e Pellissier mentre per i friulani davanti scenderanno in campo Maicosuel e Di Natale.<BR><BR>Genoa-Napoli: tanti punti di domanda, tanti dubbi, tanti interrogativi. Primo su tutti se domani effettivamente la partita verrà disputata. Il diluvio ‘universale’ che sta calando su Genova potrebbe bloccare il match, un match che vede opporsi due squadre in momenti simili. Del Neri non ha curato la malattia del club più antico d’Italia: da quando è arrivato tre sconfitte consecutive, tutte per 1-0. Il Napoli, reduce dalla vittoria casalinga in Europa League, vuole riniziare la corsa alla Juventus e all’Inter dopo la sconfitta contro l’Atalanta e il pareggio inaspettato contro i granata del Torino. Se si scenderà in campo, come le ultime voci suggeriscono, Mazzarri schiererà Hamsik, Insigne e Cavani, in un momento fisico strepitoso. Per i rossoblù solito tridente composto da Bertolacci, Immobile e Jankovic.<BR><BR>Parma-Siena: sfida salvezza al Tardini di Parma dove la squadra di Cosmi vuole ottenere la seconda vittoria consecutiva dopo quella contro il Genoa. Il Siena piano piano sta ottenendo punti importanti per annullare definitivamente quel gap d’inizio stagione che sta condizionando il cammino dei toscani. Tutt’altra storia per la formazione di Donadoni che vuole lasciarsi alle spalle la brutta sconfitta contro il Pescara per riprendere un campionato finora pieno di soddisfazioni.<BR>L’impressione è che la partita potrebbe essere decisa da qualche calcio piazzato o da qualche brillante azione dei due uomini chiave delle due formazioni: Amauri per i gialloblù, Calaiò per i bianconeri.<BR><BR>Torino-Bologna: Torino, facci vedere chi realmente tu sei. Il bipolarismo dei granata deve essere messo da parte per capire la vera identità della squadra di Ventura, brillante in trasferta dove è ancora imbattuta, opaca in casa dove ha perso partite banali contro Cagliari e Parma. Il Bologna invece combatte per uscire da una posizione di classifica preoccupante da cui bisogna uscire al più presto: manca la vittoria da troppo tempo e il pareggio casalingo contro l’Udinese non ha sicuramente accontentato mister Pioli.<BR><BR>Lazio-Roma: che dire? Il derby è già partito, grazie al tecnico giallorosso che ha voluto infuocare l’ambiente con una conferenza stampa molto, molto piccante. Tutto il contrario di Petkovic che ha voluto, appositamente, tenere un profilo basso per non deconcentrare i suoi giocatori, reduci dal pesante k.o. contro il Catania: un k.o. che sembra essere già stato dimenticato contro i greci in Europa League. Chi arriva più in condizione alla partita è un mistero, quindi ci resta solo vivere e guardare la partita più bella della giornata. Hernanes contro De Rossi, Ledesma contro Lamela, Klose contro Totti. <BR>Che spettacolo questo derby di Roma.<BR><BR>Atalanta-Inter: la giornata si chiude con un bel posticipo. Due squadre che vengono da due miracoli, la vittoria dei nerazzurri di Bergamo a Marassi, e quella dei nerazzurri di Milano a Torino. Stramaccioni vuole infilare l’undicesima vittoria consecutiva in trasferta e, quindi, per continuare a seguire la Juventus si affida ai soliti tre: Palacio, Cassano e Milito con un Guarin in forma super in mezzo al campo. <BR>Colantuono per scalare la classifica e per salvarsi al più presto schiera Moralez e Denis, lasciando in panchina la piccola zanzara De Luca, che ha appena trovato il primo gol in Serie A contro la Sampdoria.<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>C1007650FL0882FL0882lazioroma.jpgSiNserie-a-dodicesima-giornata-attesa-per-il-match-tra-lazio-e-roma-1009238.htmSiT1000007,T1000010,T1000011,T1000012,T1000014,T1000016,T1000017,T1000018,T1000019,T1000020,T1000022,T1000023,T1000024,T1000025,T1000026,T1000027,T1000028,T1000095,T1000097,T1000099100877901,02,03,06030362
1151009196NewsCalciomercatoMilan, Galliani smentisce: «Nessun incontro per Guardiola»20121107112630galliani guardiolaMilan, City e Chelsea: chi prende Pep?Ennesima smentita da parte di Adriano Galliani sul sito della società rossonera: <BR><BR><EM>"Si continua a ribadire di un mio incontro con familiari o procuratori di Guardiola. Non ho mai incontrato nessuna di queste persone, sfido chiunque a dimostrarlo"</EM> <BR><BR>Ricapitoliamo: l'intrigo è nato dall'incontro di ieri&nbsp;tra Pere Guadiola, fratello di Pep, e&nbsp; Giuseppe Riso, agente Fifa molto vicino alla società rossonera, da <EM>Giannino, </EM>ristorante dove Galliani è di casa e dove, tra l'altro. proprio l'ad rossonero era stato poche ore prima a pranzo con i dirigenti del Malaga: come dire che i due si sono<EM> scambiati la strada</EM>. Stando ad alcune indiscrezioni Pep dovrebbe tornare ad allenare l'anno prossimo e su di lui sembrano esserci Milan, Chelsea e City: Di Matteo, a meno di un ennesimo miracolo (cioè vittoria della Premier o riconferma della Champions) potrebbe saltare, mentre Mancini, dopo l'ormai quasi certa eliminazione europea di ieri, rischio in maniera grossissima l'esonero. Tirando le somme al momento City in pole per Pep, con buona pace di Allegri. <BR><BR>Pere&nbsp;poi è anche&nbsp;è l'agente di Luis Suarez, stella uruguaiana del Liverpool: il Milan potrebbe interessarsi pure a lui, ma chissà se lui è disposto a venire in Italia...<BR><BR>FL0141FL0141pep-guardiola.jpgSiNgalliani-smentisce-nessun-incontro-perp-guardiola-1009196.htmNo100205001,02,03,07030211
1161009163NewsCampionatiPremier League, Bundesliga e Liga: la decima giornata20121105123130premier league, bundesliga, ligaPremier League Bundesliga Liga Decima Giornata<STRONG><EM>Premier League: è sempre più Manchester, United. </EM></STRONG><br><br> Sir Alex, dopo un avvio sottotono, ha trovato la chiave giusta per costruire l’equilibrio perfetto, riuscendo a far coesistere perfettamente Rooney e Van Persie che, ovviamente, non poteva non punire la sua ex squadra. I Red Devils non sanno più fermarsi e riescono a sconfiggere i Gunners di Wenger senza troppi problemi: il gol di Santi Cazorla al novantesimo minuto è solo una magra consolazione per una squadra in picchiata libera. È sempre più United anche e soprattutto perché Chelsea e City cadono, non tenendo il passo.&nbsp; Di Matteo non riesce a caricare i suoi a dovere: non basta la marcatura di Victor Moses, utile acquisto estivo, ed è solo pareggio in Galles contro un buon Swansea. <BR>Pareggia, a sorpresa, anche la squadra di Mancini che non riesce ad abbattere il duro e solido muro del West Ham, sempre più protagonista di questo campionato. Mancini ora è chiamato alla partita più importante: battere l’Ajax per riaprire la corsa valida per l’accesso agli ottavi di finale della Champions League. Una corsa che, per il momento, sembra chiusa, con il Dortmund e il Real nettamente favoriti.<BR>Crolla anche Villas Boas, in casa contro il Wigan: il gol di Ben Watson manda al tappeto gli Spurs che avevano una grande occasione per accorciare una classifica che li vede momentaneamente quinti a pari merito con l’Everton. <BR>Proprio l’Everton non riesce però a portare a casa i tre punti dall’impegnativa trasferta a Craven Cottage contro il Fulham. <BR>Ieri pomeriggio ad Anfield Road è andata in scena l’ennesima piccola delusione per la famigerata Kop: il Liverpool rimonta l’incredibile gol di Cabaye ma non riesce ad annullare un Newcastle in dieci uomini per l’espulsione di Coloccini. <BR>L’impressione è che i Reds siano solo Suarez: sempre e solo lui riesce a salvare la faccia a Rodgers e compagni. <BR>Si chiude stasera, con il classico monday night: Il WBA per continuare a sorprendere e per scalare la classifica, il Southampton di Ramirez per uscire da un pozzo profondo e senza fine.<br><br> Risultati: Manchester United-Arsenal 2-1, Swansea-Chelsea 1-1, West Ham-Manchester City 0-0,<BR>Fulham-Everton 2-2, Sunderland-Aston Villa 0-1, Tottenham-Wigan 0-1, Norwich-Stoke City 1-0, QPR-Reading 1-1, Liverpool-Newcastle 1-1, WBA-Southampton (questa sera).<BR>Classifica: Manchester United 24, Chelsea 23, Manchester City 22, Tottenham ed Everton 17, Arsenal, West Ham, Fulham 15, Wba e Newcastle 14, Swansea 12, Liverpool e Wigan 11, Norwich 10, Sunderland, Stoke City e Aston Villa 9, Reading 5 Southampton e Qpr 4.<br><br> <STRONG><EM>Bundesliga: cade una volta, mai due </EM></STRONG><br><br> Il Bayern riprende la marcia devastante, battendo fuori casa l’Amburgo. Un secco 3-0 con i soliti protagonisti. Schweinsteiger su rigore, poi Muller e per finire Kroos. Dietro i bavaresi c’è il vuoto e, obiettivamente, è davvero difficile ipotizzare una rimonta. La squadra di Heynckes, dopo le pesantissime delusioni dello scorso anno, ha iniziato nel migliore dei modi la stagione e sembra irraggiungibile per tutti.<BR>Irraggiungibile anche per Eintracht e Schalke, seconde a pari merito. I primi non vanno oltre il pareggio contro il modesto Furth, fanalino di coda di questo campionato. E dire che i padroni di casa erano partiti fortissimo, con il gol dopo appena un minuto, per poi farsi riprendere nel secondo tempo. Ancora più pesante il passo falso dello Schalke che perde in casa dell’Hoffenheim: il tabellone dice 3-2 e la sconfitta è di quelle crudeli. Ci pensa Schipplock al novantunesimo minuto a stendere la squadra di Gelsenkirchen. La squadra di Stevens ora si trova ad affrontare una sfida decisiva per il passaggio del turno in Europa: dopo il miracolo di Londra, riusciranno i tedeschi a sconfiggere nuovamente l’Arsenal?<BR>Probabilmente anche un altro tecnico aveva già la mente rivolta alla Champions. Stiamo parlando di Klopp, stiamo parlando del Borussia Dortmund. Perché non esistono altre spiegazioni per capire la discontinuità e la bipolarità dei campioni di Germania: meravigliosi in Europa, più che modesti tra i confini nazionali. La sfida al Bernabeu contro il Real è una tappa, una meta decisiva per coronare il sogno della qualificazione. <BR>In coda perdono il Wolfsburg in casa del Norimberga e l’Augsburg, sempre in trasferta contro l’Hannover.<br><br> Risultati: Eintracht-Furth 1-1, Borussia Dortmund-Stoccarda 0-0, Hannover-Augusburg 2-0, Hoffenheim-Schalke 04 3-2, Borussia Mönchengladbach-Friburgo 1-1, Norimberga-Wolfsburg 1-0, Amburgo-Bayern 0-3, Bayer-Fortuna 3-2, Werder-Mainz 2-1.<br><br> Classifica: Bayern 27, Schalke e Eintracht 20, Bayer 18, Dortmund 16, Mainz, Hannover, Werder Brema 14, Amburgo, Stoccarda e Moenchengladbach 13, Friburgo 12, Hoffenheim e Norimberga 11, Fortuna Dusseldorf 10, Wolsfburg 8, Furth 7, Augsburg 6.<br><br> <STRONG><EM>Liga: è un Barcellona a forza nove. Nove come le vittorie in questo campionato: un solo stop, il pareggio nel Clasico</EM></STRONG><br><br> Villanova non ha problemi a risolvere la pratica Celta Vigo. Messi non riesce, per la prima volta, a dedicare un gol al suo nuovo pargolo, quindi ci pensano Adriano, Villa (rinato e più forte che mai) e il solito Jordi Alba, unico ma utilissimo acquisto nel mercato estivo.<BR>Risponde, però, solo una parte di Madrid, quella mourinhana. Il Real cala il poker contro il Saragoza: anche Essien riesce a regalarsi la prima gioia con la camiseta bianca. Il gap rimane, inesorabilmente, di otto punti, francamente troppi per azzardare una rimonta.<BR>Incappa e si inceppa l’Atletico che cade al Mestalla contro il Valencia: prima il solito Soldado, scuola Real, poi chiude la partita nei minuti di recupero Valdez.<BR>Buone nuove per il Milan: il Malaga non sembra più quello di inizio stagione e, per la prima volta in stagione, perde fra le mura di casa contro il Rayo. I rossoneri, martedì, sono chiamati alla vittoria, necessaria per la qualificazione.<BR>Si rialza anche il Bilbao di Bielsa ma la classifica resta molto complicata.<BR>Si chiude questa sera con Getafe-Betis. Gli ospiti, vincendo, salirebbero quarti in classifica superando Malaga e Levante.<br><br> Risultati: Malaga-Rayo Vallecano 1-2, Barcellona-Celta Vigo 3-1, Real Madrid-Saragozza 4-0, Valencia-Atletico Madrid 2-0, Real Sociedad-Espanyol 0-1, <BR>Deportivo La Coruña-Maiorca 1-0, Osasuna-Valladolid 0-1, Granada-Athletic Bilbao 1-2, Siviglia-Levante 0-0. <BR>Lunedì sera, ore 21.30: Getafe- Betis<br><br> Classifica: Barcellona 28, Atletico Madrid 25, Real Madrid 20, Malaga 18, Levante 17, Betis* 16, Siviglia 15, Valladolid 14, Getafe*, Rayo Vallecano 13, Saragozza 12, Athletic Bilbao, Maiorca, Valencia 11, Celta Vigo, Real Sociedad, Deportivo La Coruña 10, Espanyol 9, Granada 8, Osasuna 5.<br><br>FL0882FL0882rooney.jpgSiNpremier-league-bundesliga-e-liga-decima-giornata-1009163.htmSi100877901,02,03030183
1171009108NewsCampionatiNona giornata di reti e sorprese in Premier League, Bundesliga e Liga 20121029124531premier league, bundesliga, ligaPremier League Bundesliga Liga Nona Giornata<STRONG><EM>Premier League</EM></STRONG><br><br> Fenomenale. Solo così si può descrivere il livello delle partite inglesi di questo fine settimana. Da cosa partiamo? Beh, c’è l’imbarazzo della scelta.<BR>Doveroso, però, focalizzarsi fin da subito dai due big match della settimana: il derby inglese per eccellenza negli ultimi anni, e il derby del Merseyside.&nbsp; A Stamford Bridge succede di tutto tra Chelsea e Manchester United: Sir Alex sapeva che lo scontro diretto sarebbe stato fondamentale per riaprire un campionato che i Blues stavano dominando. E si sa che quello che Ferguson vuole lo ottiene. Morale? 3-2 per lo United. Il Chelsea ci aveva provato, fino alla fine. Aveva rimontato il doppio svantaggio fino a ottenere il pareggio. Poi è arrivato un rinato Chicharito Hernandez con la compartecipazione del guardalinee sciagurato e la squadra di Londra è stata affondata. <br><br> Tanti gol e tanto spettacolo anche a Liverpool dove finisce 2-2 tra Everton e Reds. Anche qui si tratta di rimonta, anche qui in grande stile. La doppietta di Suarez, unico vero trascinatore della squadra pluricampione d’Inghilterra, non è bastata: prima Osman, poi Naismith.&nbsp; Caro Rodgers, così non ci siamo.<BR>Vincono, anche se di misura, Arsenal e Manchester City. Arteta per i Gunners, Tevez per i Citizens: due squadre che non brillano ma che per il momento reggono i loro obiettivi. Wenger sa che la sua formazione dovrà ambire al massimo alla qualificazione per la Champions, Mancini ringrazia i cugini e si porta a meno uno dal primo posto.&nbsp; Riprende coraggio il Tottenham di Villas Boas dopo la sconfitta nel derby contro Di Matteo: il Southampton sembra già spacciato.<br><br> Risultati: AstonVilla-Norwich 1-1, Arsenal-Queens PR 1-0, Reading-Fulham 3-3, Stoke City-Sunderland 0-0, Wigan-West Ham 2-1, Manchester City-Swansea 1-0, Everton-Liverpool 2-2, Newcastle-W. Bromwich 2-1, Southampton-Tottenham 1-2, Chelsea-Manchester United 2-3.<br><br> Classifica: Chelsea 22, Manchester United 21, Manchester City 21, Tottenham 17, Everton 16, Arsenal 15, Wba 14, West Ham 14, Fulham 14, Newcastle 13, Swansea 11, Liverpool 10, Sunderland 9, Stoke City 9, Wigan 8, Norwich City 7, Aston Villa 6, Southampton 4, Reading 4, Qpr 3.<br><br> <STRONG><EM>Bundesliga</EM></STRONG><br><br> Da questo campionato arriva la sorpresa più eclatante della settimana. O le sorprese. <BR>Cade incredibilmente il Bayern Monaco in una delle partite più accese e più sentite di tutta la Germania. Le aspirine del Leverkusen compiono il miracolo, espugnando l’Allianz Arena nei minuti finali. Chi ha deciso questa insperata vittoria del Bayer? Un incredibile autogol di Jerome Boateng.&nbsp; Si vede proprio che, in Germania o in Italia, non è periodo di salute per la famiglia Boateng.&nbsp; Per fortuna dei bavaresi cade anche l’Eintracht di Francoforte in quel di Stoccarda e sempre per 2-1. Eintracht che viene superato dallo Schalke, squadra in grandissima condizione che ha appena trionfato all’Emirates di Londra e che continua a vincere anche in Bundesliga grazie al gol di Farfan. <br><br> Rinasce, soprattutto grazie alla vittoria in Champions contro il Real Madrid, il Borussia Dortmund che sotto la neve di Friburgo riesce a ottenere un importante 2-0 e a riportarsi quarto in classifica, in zona (è brutto da dire per il ranking) Coppa Campioni.<BR>Rinasce anche il Wolfsburg con un sontuoso poker in trasferta contro il Fortuna Dusseldorf, non certo in gran forma.<br><br> Risultati: Augsburg-Amburgo 0-2, Friburgo-Borussia Dortmund 0-2, Schalke 04-Norimberga 1-0, Mainz-Hoffenheim 3-0, Fortuna-Wolfsburg 1-4, Furth-Werder Brema 1-1, Bayern-Bayer 1-2, Stoccarda-Eintracht 2-1, Hannover-Moenchengladbach 2-3.<br><br> Classifica: Bayern 24, Schalke 20, Eintracht 19, Dortmund e Leverkusen 15, Mainz 14, Amburgo 13 Stoccarda e Moenchengladbach 12, Hannover, Friburgo e Werder Brema 11, Fortuna Dusseldorf 10, Hoffenheim, Wolsfburg e Norimberga 8, Augsburg e Furth 6<br><br> <STRONG><EM>Liga</EM></STRONG><br><br> Barcellona prima, Real Madrid poi. Si rispondono a kilometri di distanza. Si rispondo a colpi di manita, così, come fosse niente. Entrambi in trasferta.&nbsp; La squadra di Villanova passeggia contro il Rayo Vallecano ed è sempre la solita solfa: doppietta di Messi come sempre, poi Xavi, Fabregas e il ritrovato David Villa, che resta comunque in ottica uscita per i blaugrana: Chelsea, Juventus e Inter sono interessate ma l’opzione è praticamente impossibile per le nostre italiane.<br><br> Bene, benissimo anche Josè Mourinho. Si pensava all’ennesimo crollo psicologico dopo la pesante sconfitta di Dortmund e invece no. 5-0 al Maiorca con i soliti protagonisti: doppiette di CR7 e Higuain più la perla di Callejon, un piccolo fenomeno che sarebbe titolare ovunque in Europa.<br><br> Resista comunque il gap dei Galacticos di otto punti nei confronti dei catalani che sembrano proprio irraggiungibili.<BR>Non irraggiungibili per i Colchoneros di Simeone che continuano a vincere sempre grazie alle perle di Radamel Falcao. Barca e Atletico si trovano prime a venticinque punti, dietro vige solo il vuoto.<br><br> Anche il Malaga rimane a distanza di sicurezza dopo il pareggio in trasferta contro l’Espanyol a reti involate. <BR>Male, ancora molto male il Valencia che perde contro il Real Betis, altra sorpresa di questo inizio campionato.<BR>Va meglio nell’altra sponda di Valencia, dove il Levante trionfa ancora, e ancora grazie a Oba Oba Martins, rinato e rifiorito in Spagna.<br><br> Risultati: Espanyo-Malaga 0-0, Real Betis-Valencia 1-0, Celta Vigo-Deportivo 1-1, Rayo-Barcellona 0-5, Saragoza-Siviglia 2-1, Levante-Granada 3-1, Bilbao-Getafe 1-2, Atletico Madrid, Osasuna 3-1, Mallorca-Real Madrid 0-5, Real Valladolid-Real Sociedad (questa sera)<br><br> Classifica: Barcellona 25, Atletico Madrid 25, Malaga 18, Real Madrid 17, Betis Siviglia 16, Levante 16, Siviglia 14, Getafe 13, Real Saragoza 12, Maiorca 11, Valencia 11, Valladolid 10*, Rayo Vallecano 10, Celta Vigo 10, Real Sociedad 9*, Granada 8, Athletic Bilbao 8, Deportivo La Coruna 7, Espanyol 6, Osasuna 5.<br><br>C1007855,C1007856,C1007857FL0882FL0882messi.jpgSiNnona-giornata-di-reti-e-sorprese-in-premier-league-bundesliga-e-liga-1009108.htmSi100877901,02,03030579
1181009080NewsCampionatiEuropa, il punto sulle italiane: vince solo l`Inter20121026093130champions league, europa league, interChampions Leaue Europa League Si parla di ranking. Si parla di classifiche. Si parla di un’Italia in ripresa, di squadre potenziate e con migliori mezzi. Si parla di rincorsa alla Germania. Si deve parlare della tristezza di vedere solamente due squadre in Champions League, dopo tanto, tanto tempo. <BR>Si deve parlare di sole sei vittorie in diciotto partite da parte delle nostre squadre in Europa, tra quella importante, e quella un po’ meno. <br><br> Così non va, proprio non va. Perché ormai più che alla Germania (sempre più lontana), bisogna guardarsi alle spalle, a quella Francia e a quel Portogallo che insidiano la quarta posizione nella classifica europea. E diciamocelo, che tristezza sarebbe: paragonare il nostro campionato alla Ligue 1 o alla Liga Sagres fino a pochi anni fa sarebbe stato ridicolo. Ora è semplicemente triste. E dire che eravamo partiti bene: nella prima giornata fuori dalle Alpi nessuna squadra era caduta. Poi, il disastro.<BR>Questa è stata la settimana peggiore: un successo, due pareggi, tre sconfitte. <br><br> Partiamo dall’unica, sofferta e difficile vittoria. <BR>I nerazzurri sconfiggono i serbi del Partizan di Belgrado nel girone qualificatorio d’Europa League. Decide Palacio, all’88’ su assist dell’appena entrato Principe Milito. Lo stesso Principe che contro il Rubin Kazan aveva regalato un altro assist, quella volta per Nagatomo il quale aveva stabilito la parità. L’Inter è in testa il girone e con la qualificazione nel taschino: condivide il primo posto con i russi a quota sette punti, poi c’è il baratro: Partizan e Neftchi hanno ottenuto solo un inutile punticino. <BR>La squadra di Stramaccioni mantiene, insieme alla Juventus e alla Lazio, il primato dell’imbattibilità: in Europa queste tre squadre non vogliono crollare. <br><br> Non crollano i bianconeri ma poco ci mancava: nella notte di Champions Vucinic regala un punto a una sterile Juve, ma un punto non basta: lo Shaktar scappa e il Chelsea sembra favorito per la qualificazione. Imbattuti sì, ma anche mai vittoriosi. <BR>Sembra Champions e invece no: il girone della Lazio è terribile, trasferte difficili e squadre complicate da affrontare. <BR>Ma Petkovic sa come si fa: i biancocelesti sono a quota cinque punti e due trasferte sono già state affrontate ma la qualificazione resta molto, molto difficile da ottenere. <BR>Peccato perché la vittoria in Grecia contro il Panathinaikos era a un passo.&nbsp; Poi ci ha pensato il gol di Toche, attaccante spagnolo ventinovenne, e il sogno è svanito. <br><br> Ma arriviamo alle noti dolenti, le più dolenti: continuando sulla linea dell’Europa League, sembra che Udinese e Napoli, prossime avversarie in campionato, si siano accordate per non sforzarsi troppo: sconfitta esterna per 3-1 per entrambe.<BR>I friulani in Svizzera, contro gli Young Boys. Una brutta partita quella della squadra di Guidolin e il passaggio del turno si fa sempre più difficile. Il Liverpool ha ripreso a vincere mentre la trasferta in Russia contro Eto’o e compagnia sembra l’ostacolo più complicato per il team di Di Natale. <BR>Disastrosi i napoletani: dopo la sconfitta a Torino e dopo tante polemiche altra terribile sconfitta: il Dnipro, squadra ucraina temibilissima, vince e raggiunge i nove punti. Il Napoli rimane dietro agli olandesi del PSV: qualificarsi sarà un’impresa e Mazzarri conferma la sua scelta di privilegiare a tutti i costi il campionato.<BR>Arriviamo, per finire, all’inferno del diavolo: poche parole, tanto sconforto. Il Milan perde contro il Malaga ma la sconfitta pesa meno delle altre. In Champions la situazione è ancora tranquilla anche se lo Zenit di San Pietroburgo sta rinascendo. <BR>Queste le statistiche delle nostre italiane europee, con la speranza che fra due settimane la situazione possa migliorare. <BR>Deve migliorare.<br><br>C1007650FL0882FL0882palacio-4.jpgSiNeuropa-il-punto-sulle-italiane-vince-solo-l-inter-1009080.htmSi100877901,02,03030204
1191009073NewsCoppeUdinese e Lazio: in Europa League con le riserve. Probabili formazioni20121025103523lazio udineseRiposano Klose e Di NataleSpazio alle seconde linee in casa Lazio e Udinese, impegnate rispettivamente in Grecia col Panathinaikos e in Svizzera col Young Boys.<BR><BR>Petkovic dell'11 che ha battuto il Milan conferma solo Bizzarri ( Marchetti comunque è infortunato, ndr), Konko, Ledesma, Gonzalez e Mauri (che comunque farà staffetta con Candreva). Ricapitolando andranno in campo Bizzarri tra i pali, Konko, Dias, Ciani e Cavanda in difesa, Ledesma davanti la difesa, Gonzalez, Cana, Mauri e Zarate alle spalle di Floccari, titolare di coppa.<BR><BR>Guidolin invece conferma il reparto difensivo totolare con Brkic in porta, Benatia, Danilo e Domizzi in difesa: a centrocampo però vanno Faraoni, Badu, Willians, Lazzari e l'eroe di Liverpool Pasquale;&nbsp; in avanti inedita coppia Fabbrini-Renegie. <BR><BR>FL0141FL0141floccari.jpgSiNudinese-e-lazio-in-europa-league-con-le-riserve-probabili-formazioni-1009073.htmSi100205001,02,03010214
1201009034NewsCampionatiCalcio Estero: ottava giornata di gol e spettacolo in Premier League, Bundesliga e Liga20121022174531premier league, bundesliga, ligaPremier League Bundesliga LigaAnche in Inghilterra, Germania e Spagna si è giocata l’ottava giornata dei rispettivi campionati.&nbsp; Le big di ogni paese hanno confermato la loro forza e il loro strapotere, anche in vista del turno di Champions, ma le sorprese non sono mancate. <br><br> <STRONG><EM>Premier League</EM></STRONG><br><br> Anche Villas Boas cede ai più forti. Aveva preparato con cura la partita per servire una vendetta sublime e dolorosa alla sua ex squadra. Ma non è bastato. Non sono bastati i gol di Gallas prima, e di Defoe poi. I Blues sono stati, e sono in generale, troppo forti. Uno strepitoso Juan Mata conduce la squadra di Di Matteo verso una vittoria più che meritata. <BR>A condividere il secondo posto ci pensano le due squadre di Manchester. <BR>I citizens vincono per il rotto della cuffia contro un ottimo West Brom. Mancini lo schiera poche volte titolare e la motivazione è ai più sconosciuta. Quando Edin Dzeko entra in campo, la palla finisce in rete. Prima al minuto ottanta sigla il pareggio, poi a tempo ormai scaduto il bosniaco trova il gol che regala i tre punti decisivi.<BR>All’Old Trafford fa tutto Wayne Rooney: prima un autogol incredibile poi con una strepitosa doppietta dona a Sir Alex il sorriso. Ad arrotondare il risultato ci pensano Van Persie e Welbeck: Manchester United 4 - Stoke City 2.&nbsp; È definitivo il crollo dell’Arsenal di Wenger: non è proprio stagione per la squadra di Londra che perde, male, nella difficile trasferta di Norwich.&nbsp; Incredibile ma vero il Liverpool torna a vincere ma la vera sorpresa della stagione si chiama West Ham. La squadra neopromossa di Upton Park ha umiliato il Southampton per 4-1. <br><br> Risultati: Spurs-Chelsea 2-4, Fulham-Aston Villa 1-0, Liverpool-Reading 1-0, Man Utd-Stoke City 4-2, West Brom-City 1-2, Swansea-Wigan 2-1, Norwich-Arsenal 1-0, West Ham-Southampton 4-1, Sunderland-Newcastle 1-1, QPR-Everton 1-1<br><br> Classifica: Chelsea 22, Manchester United 18, Manchester City 18, Everton 15, Tottenham 14, Wba 14, West Ham 14, Fulham 13, Arsenal 12, Swansea 11, Newcastle 10, Liverpool 9, Sunderland 8, Stoke City 8, Norwich City 6, Wigan 5, Aston Villa 5, Southampton 4, Reading 3, Qpr 3.<br><br> <STRONG><EM>Bundesliga</EM></STRONG><br><br> Otto su Otto. Il Chelsea tedesco è il Bayern Monaco. Proprio quel Bayern che l’anno scorso cadde nella notte di Monaco in finale di Champions. Proprio contro il Chelsea. Quest’anno il Bayern domina il campionato e domina le avversarie. 5-0 in trasferta contro il Fortuna Dusseldorf e tre punti in cascina.&nbsp; Prova a tenergli testa il sorprendente Eintracht di Francoforte, anche se l’impresa è ardua. Un secco 3-1 contro l’Hannover regala il secondo posto ai biancorossi che sognano sempre più un accesso nell’Europa che conta.<BR>Cade ancora e cade male, malissimo. L’era dello splendido Borussia Dortmund sembra finita. La squadra di Klopp cade in casa nel derby contro lo Schalke 04, vittorioso per 2-1. <BR>È un disastro il Wolfsburg, pochi anni fa campione di Germania ora in zona retrocessione. L’ultima, pesantissima, sconfitta casalinga contro il Friburgo potrebbe costare la panchina a Felix Magath che deve sbrigarsi per tirare fuori la sua formazione dall’ultimo posto.<br><br> Risultati: Hoffenheim-Furth 3-3, Wolsfburg-Friburgo 0-2, Fortuna-Bayern Monaco 0-5, Borussia Dortmund-Schalke 04 1-2, Bayer Leverkusen-Mainz 2-2, Eintracht-Hannover 3-1, Werder Brema-Borussia Moenchengladbach 4-0, Norimberga-Augsburg 0-0, Amburgo-Stoccarda 0-1<br><br> Classifica: Bayern 24, Eintracht 19, Schalke 17, Dortmund e Leverkusen 12,&nbsp; Hannover, Friburgo, Mainz 11, Werder Brema, Fortuna Dusseldorf, Amburgo 10, Stoccarda e Moenchengladbach 9, Hoffenheim e Norimberga 8, Augsburg 6, Furth e Wolfsburg 5<br><br> <STRONG><EM>Liga </EM></STRONG><br><br> Niente scherzi, niente sorprese. Nella Liga va come tutto doveva andare. <BR>Partita tranquilla per il Real Madrid di Josè Mourinho: i Galacticos battono 2-0 il Celta Vigo ma la vetta rimane difficilissima da raggiungere se non impossibile.<BR>Spettacolo puro a La Coruna dove il Barcellona di Villanova si impone con un rocambolesco 5-4. Chi ha deciso la partita? Non è certo una domanda da un milione di euro, piuttosto un quesito per bambini. Leo Messi cala il tris e arriva a quota 11 gol in otto presenze.<BR>In scia dei blaugrana restano i Colchoneros di Simeone. Anche in questo caso indovinare chi ha deciso la partita non è un enigma. Radamel Falcao timbra il cartellino all’ultimo minuto dei tempi regolamentari e la partita contro la Real Sociedad termina 1-0.<BR>Prima vittoria in stagione dell’Espanyol di Samuele Longo che non riesce però a segnare il terzo gol della Liga.&nbsp; Molto bene, decisamente bene il Malaga che in casa non ne sbaglia una. Diavolo rossonero, sei avvisato. Vince anche il Valencia, disastroso l’Athletic Bilbao del Loco Bielsa.<br><br> Risultati: Malaga-Valladolid 2-1, Real-Celta Vigo 2-0, Valencia-Bilbao 3-2, Deportivo-Barcellona 4-5, Getafe-Levante 0-1, Real Sociedad-Atletico Madrid 0-1, Osasuna-Real Betis 0-0, Espanyol-Rayo 3-2, Granada-Saragoza 1-2.<BR>Chiude l’ottava giornata, stasera,&nbsp; il Siviglia che sfiderà il Maiorca.<br><br> Classifica: Barcellona 22, Atletico Madrid 22, Malaga 17, Real Madrid 14, Betis Siviglia 13, Levante 13, Maiorca 11*, Siviglia 11*, Valencia 11, Valladolid 10, Getafe 10, Rayo Vallecano 10, Celta Vigo 9, Real Sociedad 9, Real Saragozza 9, Granada 8, Athletic Bilbao 8, Deportivo La Coruna 6, Espanyol 5, Osasuna 5.<br><br>C1007855,C1007856,C1007857FL0882FL0882messi.jpgSiNcalcio-estero-ottava-giornta-di-gol-e-spettacolo-in-premier-league-bundesliga-e-liga-1009034.htmSi100877901,02,03030660
1211009011NewsCalciomercatoCalciomercato Palermo, il Liverpool vuole Ilicic20121020083130palermo, liverpool, ilicicPalermo Liverpool IlicicCome riferisce <EM>Tuttosport</EM> il centrocampista del<STRONG> Palermo</STRONG> &nbsp;<STRONG>Josip Ilicic</STRONG> dopo le ultime brillanti prestazioni, che ne hanno rilanciato il valore, è finito nel mirino del <STRONG>Liverpool</STRONG>.<BR><BR>Il club inglese infatti sarebbe pronto a formulare una interessante offerta alla dirigenza rosanero, anche se il suo procuratore <STRONG>Amir Ruznic</STRONG> ha recentemente dichiarato di non essere informato della cosa.<BR><BR><BR>C1007650adm001adm001palermo_parma_ilicic_mirante_getty.jpgSiNpalermo-il-liverpool-vuole-ilicic-1009011.htmSiT1000023100075501,02,03030207
1221008996NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, anche il Liverpool su Lens20121019101731juventus, liverpool, lensJuventus Liverpool LensContinuano le sirene estere per <STRONG>Jermain Lens</STRONG>, attaccante rivelazione di<STRONG> Psv Eindhoven</STRONG> e Olanda. Oltre alla <STRONG>Juventus </STRONG>sul giovane centravanti orange si è gettato con forza il Liverpool. Secondo quanto riportato da <EM>Tribalfootball </EM>i Reds sarebbero alla ricerca di un nuovo innesto offensivo, visti i 3 mesi di stop forzati per Fabio Borini, e il manager Brendan Rodgers sta preparando l'offerta giusta per il mercato invernale.<BR>C1007650adm001adm001lens.jpgSiNjuventus-anche-il-liverpool-su-lens-1008996.htmSiT1000007100075501,02,03030349
1231008957NewsCalciomercatoCalciomercato Inter, concorrenza per Nunez20121015094758inter, nunezInter NunezSecondo quanto riportato da Tuttosport ci sono diversi club italiani sulle tracce di Carlos Nunez, ventenne attaccante in forza al Liverpool di Montevideo. Valutato circa 7 milioni, il "nuovo Tevez" è stato seguito con interesse dagli scout dell'Inter. I nerazzurri però dovranno guardarsi da una folta concorrenza: Bologna, Chievo, Parma, Catania e Juventus infatti anno chiesto informazioni sul giovane attaccante uruguaiano.C1007650Milanoadm001adm001nunez.jpgSiNinter-concorrenza-per-nunez-1008957.htmSiT1000026100075701,02,03030284
1241008955NewsCampionatiItalia, il prossimo ostacolo si chiama Danimarca20121014144531italia, danimarcaItalia DanimarcaTra vecchie conoscenze, presenze ancora sconosciute e futuri sogni proibiti. <BR>Sarà tutt’altro che facile la quarta partita del nostro girone contro i freddi e glaciali danesi del nord.&nbsp; Un obiettivo comune: Brasile 2014. <br><br> La nazionale di mister Prandelli torna a casa. Era da cinque anni che gli azzurri non giocavano a San Siro, la scala del calcio milanese. L’ultima volta, nel settembre 2007, una Francia che portava sul groppone un pesante sentimento di revenge, bloccò la squadra di Donadoni sullo zero a zero.&nbsp; Questa volta l’avversario è di minor calibro, ma, certamente, non sarà una passeggiata. Morten Olsen, un ‘vecchio volpone’ del calcio danese, guida la nazionale nordica ormai da dodici anni ed è già riuscito già a bloccarci nell’Europeo del 2004: prima con una partita a reti inviolate, poi, soprattutto, con il famigerato biscotto svedese. <br><br> Una Danimarca ancora imbattuta ma anche mai vittoriosa: due pareggi in due partite, l’ultimo dei quali contro la Bulgaria.&nbsp; Se leggiamo la formazione biancorossa, troviamo fin da subito diversi nomi noti.&nbsp; Provate ad andare a Roma. Fate il nome di Simon e il cognome di Kjaer. Certamente i giallorossi lì presenti non vi risponderanno né con sorrisi né con abbracci. La giovane promessa del Palermo, dopo la parentesi tedesca al Wolfsburg, ha fallito pesantemente con la Roma di Luis Enrique, in una stagione tutt’altro che positiva. <BR>Il suo compagno di reparto, invece, è sempre stato oggetto di mercato: dall’ Inter al Milan, fino al passaggio che sembrava certo al Barcellona. Il danese, pilastro del Liverpool, ha giurato amore eterno alla Kop: in settimana, infatti, Daniel, si è tatuato sulla pelle il celebre inno della curva dei Reds ‘You’ll never walk alone’.&nbsp; Ma attenzione al centrocampo della squadra ospite.<br><br> Oltre a Khron-Deli, centrocampista reduce da uno strepitoso europeo e spesso accostato anche al campionato italiano, spicca il nome di Eriksen.&nbsp; È lui il vero fenomeno della squadra di Olsen, uno dei più promettenti gioielli del calcio europeo. Stella dell’Ajax, desiderato dal Manchester United e non solo, Christian Eriksen è nato nel 1992 e ha una visione di gioco spaventosa.&nbsp; Sarà lui la vera spina nel fianco da contenere e annullare.<BR>Ma guarda chi si vede lì davanti. Con il suo club non segna mai, perché non gioca mai. Con la nazionale gioca sempre e segna spesso. Ha appena deciso la partita con la Bulgaria, trovando un gol importantissimo per la vittoria finale. Lui è Nicklas Bendtner e gioca nella Juventus. Cioè, gioca è un parolone; piuttosto, si allena con la squadra campione d’Italia. L’attaccante ex Arsenal vuole stupire San Siro, prima di tutto per condurre il suo paese, ma anche per lasciare a bocca aperta Antonio Conte.<br><br> &nbsp;<br><br>MilanoFL0882FL0882cesare-prandelli.jpgSiNitalia-il-prossimo-ostacolo-si-chiama-danimarca-1008955.htmSi100877901,02,03030136
1251008944NewsCoppeUnder 21, si gioca l`andata Play Off: Italia-Svezia, assente Borini20121012095052Italia Under 21Andata Play Off EuropeoMangia dovrà fare a meno di Borini, che ha rimediato una frattura allo scafoide del piede destro: l'attaccante del Liverpool sarà sostituito nell'undici titolare da De Luca, che andrà ad affiancare Immobile. Sulla sinistra agirà Insigne, chiamato a collegare i reparti. In mediana ci saranno Florenzi, Viviani e Marrone. Tra i pali Perin è in vantaggio su Bardi.<BR><BR>La Svezia dovrebbe presentarsi con un 4-5-1: Ericsson deve rinunciare a Hult e Lewicki, infortunati, e a Hrgota, sostituito da Thern. A centrocampo sulla sinistra agirà il pescarese Celik, a destra il capitano Hamad. Davanti Jonsson, centravanti del Wolfsburg, è in vantaggio su Ishak. In difesa Albornoz e Demir si giocano una maglia.<BR><BR>ITALIA U21(4-4-2):Perin - Sampirisi - Capuano - Caldirola - De Sciglio - Florenzi - Marrone - Viviani - Insigne - De Luca - Immobile<BR><BR>SVEZIA U21(4-5-1):K. Johansson - Albornoz - Jansson - Pettersson - M. Johansson - Celik - Hiljemark - J. Johansson - Ajdarevic - Hamad - Jonsson<BR><BR><BR><BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>PescaraFL0411FL0411Devis+Mangia+Udinese+Calcio+v+Citta+di+Palermo+zQ-5HfbFUBWl.jpgSiNitalia-under-andata-play-off-contro-la-svezia-1008944.htmSi100427901,02,03010155
1261008927NewsCampionatiPremier League, settima giornata: c`è solo una capolista20121009183130premier league, settima giornataPremier League Settima GiornataDopo sette giornate dall'inizio del campionato inglese la situazione generale è simile alla nostra. <BR>Sette, infatti, sono anche le giornate giocate dalle nostre squadre.<BR>La Juventus si chiama Chelsea: anche il team di Di Matteo è prima con 19 punti ma, a differenza della squadra di Conte, sembra correre da sola. Dopo la vittoria in casa dei Gunners, i Blues hanno collezionato un'altra vittoria, mettendo al tappeto il modesto Norwich con un sontuoso poker. <BR>A rilento hanno iniziato le due squadre di Manchester, che camminano di pari passo a Inter e Lazio, 15 i punti ottenuti e un gap con il Chelsea di quattro punti che fa preoccupare, nonostante le poche giornate giocate.<BR><BR>Lo United di Sir Alex, però, ha sorpreso tutti, battendo nettamente il Newcastel al St. James's Park. I primi due gol sono stati firmati da due difensori, Evans ed Evra, mentre il terzo, un'autentica prodezza, è stato siglato da Cleverely.&nbsp; Un altro gol incredibile è stato quello di Kolarov, nel soddisfacente e convincente 3-0 dei Citizens contro il Sunderland. La squadra di Mancini che in Europa fatica e non poco, nei confini locali sembra ancora in grado di poter affrontare la sfida per la conquista del titolo.<BR><BR>Dopo i primi due 0-0 nelle prime due partite, l'Arsenal di Wenger preoccupava e non poco. Il malumore dell'ambiente, però, è stato sconfitto: i dodici punti ottenuti sono tutt'altro che un gran bottino ma, almeno, la squadra dell'Emirates potrà ambire alla lotta per la conquista di un posto valido per affrontare la Champions League.&nbsp; Insieme al Totthenam di Villas Boas, che settimana prossima vivrà un ritorno al passato contro il Chelsea, a 14 punti troviamo due piacevolissime sorprese: l'Everton di Liverpool e il West Bromwich Albiol. <BR><BR>Per una squadra di Liverpool in grande spolvero, ne esiste un'altra che vive, ormai da anni, una crisi senza fondo. I Reds hanno ottenuto solamente sei punti nelle prime sette giornate e per la squadra di Brendan Rodgers si profila una stagione durissima e difficilissima. Dopo la clamorosa sconfitta contro l'Udinese, il Liverpool ha ottenuto solo un deludente pareggio a reti inviolate contro lo Stoke City e tra i visi tristi dei tifosi della Kop si intravedeva soltanto un triste pallore. <BR><BR>Nei bassifondi della classifica, oltre a un affannato e poco brillante Southampton di Gaston Ramirez, troviamo il QPR. La stagione è iniziata malissimo e lo testimoniano i soli due punti ottenuti. Julio Cesar non può bastare per preservare una porta che viene bucata spesso, troppo spesso. E il vero talento, Taarabt, malgrado gli ultimi gol fatti, fatica a esplodere, essendo chiamato in causa con poca continuità. La situazione per la squadra di Mark Hughes non è comunque drammatica dato che Norwich e Reading hanno ottenuto solo tre punti e la zona salvezza dista la miseria di due distanze.<BR><BR>Due saranno le partite da tenere sott'occhio al rientro dalla pausa: West Brom e City, a un punto di distanza, combatteranno fino all'ultimo secondo per ottenere tre punti fondamentali.<BR>Sarà anche un derby bellissimo quello che verrà giocato a White Hart Lane tra Spurs e Blues. Villas Boas e Di Matteo, chi la spunterà?<BR><BR><BR><BR>LondraFL0882FL0882ivanovic.jpegSiNpremier-league-settima-giornata-c-e-solo-una-capolista-1008927.htmSi100877901,02,03010143
1271008896NewsCampionatiItalia, tornano tra i convocati Criscito e Balotelli20121007105845italia, criscito, balotelliItalia Criscito Balotelli<STRONG>Domenico Criscito</STRONG> ritrova l'azzurro.<EM> La Gazzetta dello Sport</EM> in edicola oggi racconta che il difensore dello Zenit ha ricevuto il preavviso di convocazione e sarà quindi a disposizione di Cesare Prandelli per le partite contro Armenia e Danimarca che si giocheranno rispettivamente il 12 a Yerevan (ore 19) e il 16 ottobre a Milano. Chiamata azzurra anche per Stephan El Shaarawy, Marco Verratti e Mattia Destro. Tre gioielli under '21, ma Devis Mangia si consola con Fabio Borini del Liverpool, che non sarà convocato da Prandelli, che ha invece deciso di puntare su <STRONG>Mario Balotelli</STRONG>.Milanoadm001adm001cesare-prandelli.jpgSiNitalia-ritornano-criscito-e-balotelli-1008896.htmNo100075701,02,03010143
1281008861NewsCampionatiLiverpool-Udinese 2-3, le pagelle. Top Suarez e Di Natale. Flop Armero20121004225531liverpool, udineseEuropa League Liverpool Udinese PagelleFinale Liverpool-Udinese 2-3 (p.t. 1-0): 23' Shelvey, 46' di Natale (U), 70' Coates autogol (U), 73' Pasquale (U), 75' Suarez<BR><BR><BR>Liverpool (4-3-3): Reina 5.5, Johnson 6, Coates 4.5, Carragher 5, Robinson 5.5, Henderson 5 (65' Gerrard 6), Shelvey 6.5, Allen 6, Downing 6, Borini 6 (81' sterling s.v.), Assaidi 5.5 (64' Suarez 6.5) All.: Rodgers 5<BR><BR>Udinese (3-4-2-1): Brkic 6.5, Benatia 6.5, Danilo 6.5, Domizzi 6, Faraoni 6, Badu 6.5, Pinzi 6 (71' Willians 6), Pasquale 7, Pereyra 6.5, Armero 5.5 (47' Lazzari 6.5), Di Natale 7.5 All.: Guidolin 7<BR><BR><STRONG><EM>Top Liverpool</EM></STRONG><BR><BR>Suarez: entra e si vede la differenze. Punizione stupenda sulla rete che accorcia le distanze.<BR><BR><STRONG><EM>Flop Liverpool</EM></STRONG><BR><BR>Coates: troppo distratto, la difesa soffre troppo.<BR><BR><STRONG><EM>Top Udinese</EM></STRONG><BR><BR>Di Natale: trascina la squadra e spazza via le polemiche.<BR><BR><STRONG><EM>Flop Udinese</EM></STRONG><BR><BR>Armero: si vede poco e non spinge nella giusta maniera.<BR><BR><BR>&nbsp;<BR><BR>C1007650,C1007856Liverpooladm001adm001udinese-arsenal-champions-league-2012-di-natale.jpgSiNliverpool-udinese-pagelle-top-flop-risultato-marcatori-1008861.htmSiT1000011100075501,02,03010622
1291008858NewsCoppeUdinese, occhio al Liverpool...spagnolo20121004161052liverpoolMeno palla lunga, più possesso palla: mix vincenteLiverpool-Udinese fino a qualche tempo fa poteva sembrare scontata: friulani veloci, tecnici, con Di Natale cecchino infallibile, di fronte ai reds legnosi, duri e sempre con lo stesso monotono modo di giocare (palla avanti e Carrol o Crouch fa la sponda ndr.). Adesso, aldi là del periodaccio della squadra di Guidolin, pre la prima volta non all'altezza dopo il mercato estivo, sta crescendeo una gran bella realtà come il nuovo Liverpool di Brendan Rodgers.<BR><BR>Inizio di stagione fallimentare col numero 0 alla voce vittorie dopo 5 giornate: poi però, non essendo in Italia e quindi non licenziando gli allenatori alle prime difficoltà, la squadra ha assimilato alla perfezione i movimenti che richiedeva il tecnico e ha iniziato ad incamerare vittorie segnando a raffica. I reds adesso danno spettacolo:&nbsp;addio gioco fatto solo di contrasti e lanci lunghi, benvenuto possesso palla asfissiante riuscendo a riposarsi col pallone tra i piedi. Il modulo è il 4-3-3, il top per chi attacca sempre: la stella è sempre Luis Suarez, uruguaiano dal gol facile, facilissimo: al suo fianco uno che conosciamo benissimo come Borini, e uno di cui sentiremo parlare come Suso, giovane 18 ex della cantera blaugrana. A centrocampo poi, assieme all'immortale Gerrard, ecco Shelvey, ventenne dai piedi ottimi, dalla grande falcata, ma di cui ancora va "sistemato" il carattere per via di qualche entrataccia un pò troppo english. In ogni modo Rodgers e i suoi ragazzi meritano rispetto e un particolare occhio di riguardo: il tiqui taqua d'Inghilterra può essere molto pericoloso...<BR><BR>C1007650FL0141FL0141Suarez-Gerrard1_2818422.jpgSiNudinese-occhio-al-liverpool-spagnolo-1008858.htmSiT1000011100205001,02,03010127
1301008847NewsCoppeEuropa League, ore 21.05 Liverpool-Udinese: torna Di Natale20121004092549Europa League Gruppo A - UdineseProbabili formazioniI bianconeri hanno lasciato a casa il gruppo di non convocabili (Allan, Angella, Barreto e Maicosuel) e di infortunati (Muriel e Basta).<BR><BR>Il Liverpool schiererà un 4-3-3 improntato sulla velocità. Jones tra i pali, Wisdom ed Enrique come terzini, Carragher e Coates al centro. Henderson, Shelvey e Suso in mediana. Davanti a tutti giocherà Fabio Borini, tornato in Inghilterra dopo un'ottima stagione a Roma.<BR><BR>Nell'Udinese dovrebbero partire Fabbrini e Di Natale dal primo minuto, tornato in rosa dopo le note vicende. Dietro, di fronte a Brkic, ci sarà la difesa titolare, con il ritorno di Domizzi al fianco di Danilo e Benatia. La vera incognita è la mediana. Esterni giocheranno Armero e Pereyra, e i tre di centrocampo dovrebbero essere Pinzi, Badu e Lazzari, con Willians riserva.<BR><BR>PROBABILI FORMAZIONI<BR><BR>LIVERPOOL: Jones; Wisdom, Carragher, Coates, Enrique; Henderson, Shelvey, Suso; Assaidi, Borini, Downing<BR><BR>UDINESE: Brkic;&nbsp;Benatia,&nbsp;Danilo, Domizzi; Pereyra, Badu, Pinzi,&nbsp;Lazzari, Armero; Fabbrini, Di Natale<BR><BR>Arbitro:<SPAN class=st>Johannesson(SVE)</SPAN><BR><BR>&nbsp;<BR><BR>LiverpoolFL0411FL0411udinese-arsenal-champions-league-2012-di-natale.jpgSiNeuropa-league-liverpool-udinese-probabili-formazioni-1008847.htmSi100427901,02,03010220
1311008738NewsCampionatiPremier League, 6a giornata: buon appetito con Arsenal-Chelsea20120929085437Premier 6a giornataIl programma della Premier per la 6a giornataChe la Premier League regali sempre spettacolo è ormai un dato di fatto. L'alto numero di squadre considerabili "big" e le sorprese che ogni anno tra le squadre che noi definiremo "provinciali" riescono a rendere il campionato inglese sicuramente il più affascinante e il più imprevedibile. Domani si giocherà la sesta giornata della Premier, con vari match in programma davvero invitanti. Sicuramente quello più "appetitoso", non solo per l'ora di inizio, è il match in programma alle 13:45: a sfidarsi sono due delle squadre più importanti del campionato, Arsenal e Chelsea, un match che fa parte quindi anche dei (tanti) derby tra squadre londinesi e, non togliendo nulla alle altre squadre con sede nella capitale inglese e che militano in Premier, certamente è quello più importante. Più "soft" il programma per le 16: scenderà in campo &nbsp;il City di Mancini, chiamato a sfidare il Fulham giocando in trasferta. Meno affascinanti di questo match ma sicuramente interessanti anche Norwich-Liverpool, con i reds che devono confermarsi tra le big in questa stagione anche se non sarà facile, ma anche Stoke-Swansea sulla carta non sembra affatto male. Completano il programma delle 16 Everton-Southampton, Reading-Newcastle e Sunderland-Wigan.<BR><BR>Altro match importante alle 18:30 dove il Manchester United sfiderà in casa il Tottenham: match che non si prospetta facile per i ragazzi di Ferguson e che però dovrebbe regalare qualche emozione.<BR><BR>Per vedere invece Astonvilla-West Brom. e Qpr-West Ham dovremo invece aspettare rispettivamente domenica alle 17 e lunedì alle 21. Ma con un sabato che regala emozioni dalle 13:45 alle 20 circa, un sacrificio siamo pur disposti a farlo..<BR><BR>C1007856FL0676FL0676van-persie_1438939c.jpgSiNpremier-sesta-giornata-buon-appetito-con-chelsea-arsenal-1008738.htmSi100664801,02,03010575
1321008698NewsCampionatiCarling Cup, a sorpresa il Mancio eliminato dall`Aston Villa. Fuori anche l`Everton. Passa il Chelsea20120926163130carling cup, manciniCarling Cup ManciniSerata di coppa ieri in Inghilterra, dove si è giocato il terzo turno della Carling Cup, turno dove finalmente cominciano ad entrare le big del calcio d`oltremanica, e come ogni coppa che si rispetti la sorpresa è sempre dietro l`angolo, ma nessuno si aspettava che il Manchester City campione d`Inghilterra cadesse sul proprio campo contro l`Aston Villa. Partito con la coppia Tevez-Balotelli in avanti, viene punito nei supplementari dopo un 2-2 spettacolare (due volte in vantaggio, in rete anche l`attaccante italiano) dalle reti di Zogbia ed Agbonlahor. Nessun problema per il Chelsea di Di Matteo che asfalta il Wolverhampton 6-0 con le reti di Cahill, Bertrand, Mata, Romeu, Torres e Moses. Fuori Invece l`Everton, eliminato a sorpresa dal Leeds per 2-1. <BR><BR>Vola al quarto turno lo Swindon Town di Paolo Di Canio, che batte agevolmente 3-1 il ben più quotato Burnley. Soffre molto lo Swansea contro il Crawley Town (league One, la nostra Prima divisione), sconfitto solo al 90`. Le altre partite: Vittoria agevole per il Sunderland, 2-0 al Milton Keynes; Vittoria ai supplementari per il Bradford (3-2 al Burton Albino firmato Darby al 115`); Passa il Middlesbrough in trasferta, 1-3 al Preston North End; 2-0 del Southampton (Senza Ramirez) contro lo Sheffield Wednesday; Pesante sconfitta per il West Ham, 1-4 contro il Wigan, trascinato dall`ex genoano Borselli, autore di una splendida doppietta. Oggi le altre partite: scendono in campo lo United all`Old Trafford contro l`ostico Newcastle, l`Arsenal contro l`abbordabile Coventry, il Tottenham in trasferta contro il Carlisie, come in trasferta è anche il Liverpool contro il WBA Chiudono il programma del quarto turno Norwich-Doncaster e Qpr-Reading. <BR><BR><BR>C1007856,C1000075LondraFL0733FL0733balotelli.jpgSiNcarling-cup-a-sorpresa-eliminato-il-mancio-fuori-l-everton-passa-il-chelsea-1008698.htmSi100808001,02,03010548
1331008644NewsCalcio EsteroPremier League, il punto sulla quinta giornata20120924102159Premier League Giornata 5Premier League, tutto sulla Giornata 5&nbsp; Chelsea, Arsenal, City e United, le quattro big inglesi accomunate dal fatto che hanno dovuto chiedere una mano al proprio reparto difensivo per siglare una rete nel weekend appena trascorso. E' successo così che Cole, Koscielny, Lescott e Rafael si sono improvvisati attaccanti ed oltre a pensare a non prenderli, hanno siglato importanti reti per le proprie squadre. <BR><BR>Fondamentale quello dell'esterno del Chelsea sabato, che ha permesso ai Blues di Di Matteo di lasciarsi alle spalle i deludenti (sebbene per motivi diversi) pareggi con QPR e Juve e ritrovare la via del successo contro lo Stoke City. <BR><BR>Lescott e Koscielny sono stati invece doppi protagonisti ieri nella sfida tra Arsenal e City, conclusa 1-1 proprio per effetto delle loro reti, propiziati curiosamente dall'errore dell'altro. <BR><BR>Un gioiello invece la rete del brasiliano Rafael Da Silva in Liverpool-Manchester United: stop preciso in area e conclusione di prima intenzione di sinistro a giro che si fa ad infilare delicatamente all'incrocio di sinistra, imparabile per Reina. Van Persie completerà il sorpasso ai danni dei Reds nel finale grazie ad un rigore per fallo di Johnson su Valencia. <BR><BR>Il Tottenham coglie la seconda vittoria di fila vincendo il derby casalingo contro il QPR. Rete degli ospiti siglata al 33' da Zamora, pari all'ora di gioco per autorete di Faurlin e rete del sorpasso di Defoe.<BR><BR>QPR ancora a secco di vittorie e la panchina di Hughes traballa, come del resto quella di Rodgers a Liverpool. Il Newcastle ha avuto ragione del Norwich City grazie ad un gol in apertura di Demba Ba. <BR><BR>Primo successo della neopromossa Southampton: chiuso il primo tempo in svantaggio, i Saints si sono scatenati nella ripresa, rifilando un poker d'autore all'Aston Villa. <BR><BR>Infine, un ex Chelsea, Lukaku, al secondo gol in campionato, regala la vittoria di misura al WBA sul Reading. <BR><BR><BR><STRONG>Chelsea-Stoke City 1-0</STRONG><BR>(84' Cole)<BR><STRONG>Southampton-Aston Villa 4-1 </STRONG><BR>(36' Bent, 58' Lambert, 63' Clyne, 72' Puncheon, 95' rig. Lambert)<BR><STRONG>West Ham-Sunderland 1-1 </STRONG><BR>(9' Fletcher, 93' Nolan)<BR><STRONG>Wigan-Fulham 1-2 </STRONG><BR>(31' Rodallega, 68' Duff, 91' Koné)<BR><STRONG>WBA-Reading 1-0 </STRONG><BR>(71' Lukaku)<BR><STRONG>Liverpool-Manchester United 1-2</STRONG><BR>(46' Gerrard, 51' Rafael, 81' rig. van Persie)<BR><STRONG>Newcastle-Norwich City 1-0</STRONG><BR>(19' Ba)<BR><STRONG>Tottenham-QPR 2-1</STRONG><BR>(33' Zamora, aut. Faurlin, 61' Defoe)<BR><STRONG>Manchester City-Arsenal 1-1</STRONG><BR>(40' Lescott, 82' Koscielny)<BR><BR><I>CLASSIFICA</I>: Chelsea 13, Manchester United 12, Everton 10, WBA 10, Arsenal 9, Fulham 9, Manchester City 9, Tottenham 8, West Ham 8, Newcastle 8, Swansea 7, Sunderland 4*, Stoke City 4, Aston Villa 4, Wigan 4, Southampton 3, Norwich 3; Liverpool 2, QPR 2; Reading 1*.<BR><BR>C1007856InghilterraFL0411FL0411Roberto-Di-Matteo_27329081.jpgSiNpremier-league-il-riassunto-della-quinta-giornata-1008644.htmSi100427901,02,03010564
1341008583NewsCampionatiLIVE ILCALCIO24 - Europa League: risultati e marcatori20120920201531europa league, lazio, udinese, napoli, interLive Europa League Udinese Napoli Lazio InterSegui la diretta su <EM>IlCalcio24.com</EM> delle partite di Europa League. Match ore 19 e 21.05.<BR><BR><STRONG><EM>Ore 19</EM></STRONG><BR><BR>AEL Limassol-Borussia Moenchengladbach 0-0 (p.t. 0-0)<BR><BR>Bordeaux-Club Brugge 4-0 (p.t. 2-0): 13' Sane, 27' Gouffran, 47' Engels autogol, 66' Jussie&nbsp;<BR><BR>Dnipro-PSV Eindhoven 2-0 (p.t. 0-0): 50' Matheus, 58' Hutchinson autogol<BR><BR>FC Copenaghen-Molde 2-1 (p.t. 1-1): 20' Claudemir (C), 44' Diouf, 74' Cornelius (C)&nbsp;<BR><BR>Fenerbahce-Marsiglia 2-2 (p.t. 1-0): 28' Erkin, 57' Alex, 83' Valbuena (M), 93' Ayew (M)<BR><BR>Hapoel Tel Aviv-Atletico Madrid 0-3 (p.t. 0-2): 37' Rodriguez, 40' Costa, 63' Garcia<BR><BR>Maritimo-Newcastle 0-0 (p.t. 0-0)<BR><BR>Napoli-AIK Stoccolma 4-0 (p.t. 1-0): 6' 46' e 69' Vargas, 91' Dzemaili<BR><BR>Victoria Plzen-Academica 3-1 (p.t. 0-1): 21' Eduardo, 47' Horvath (V), 58' Duris (V), 80' Rajtoral (V)<BR><BR>Stoccarda-Steaua Bucarest 2-2 (p.t. 1-1): 5' Ibisevic, 6' Chipciu (B), 80' Rusescu su rigore (B), 84' Niedermeier <BR><BR>Udinese-Anzhi 1-1 (p.t. 0-1): 44' Traoré (A), 91' Di Natale <BR><BR>Young Boys-Liverpool 3-5 (p.t. 1-2): Ojala autogol (L), 38' Nuzzolo, 40' Wisdom (L), 52' Ojala, 63' Zarate, &nbsp;67' Coates (L), 76'&nbsp;e 88' Shelvey (L)<BR><BR><BR><STRONG><EM>Ore 21.05</EM></STRONG><BR><BR>Athletic Bilbao-Shmona 1-1 (p.t.1-1): 14' Lencse (S), 40' Susaeta <BR><BR>Genk-Videoton 3-0 (p.t. 1-0): 22' Vossen, 78' Buffel, 91' De Ceulaer<BR><BR>Inter-Rubin Kazan 2-2 (p.t. 1-1): 18' Ryazantsev (R), 39' Livaja, 83' Rondon (R)&nbsp;&nbsp;&nbsp; 17' Nacho (R) si fa parare rigore, 91' Nagatomo<BR><BR>Levante-Helsingborg 1-0 (p.t. 1-0): 40' Juanfran<BR><BR>Bayer Leverkusen-Metalist Kharkiv 0-0 (p.t. 0-0)<BR><BR>Lione-Sparta Praga 2-1 (p.t. 0-0): 59' Gomis (L), 62' Lopez (L), 78' Krejci <BR><BR>Maribor-Panathinaikos 3-0 (p.t. 1-0): 25' Beric, 62' Ibraimi, 88' Tavares su rigore<BR><BR>Partizan Belgrado-Neftci Baku 0-0 (p.t. 0-0)<BR><BR>Rapid Vienna-Rosenborg 1-2 (p.t. 0-1): 18' Elyounoussi, 60' Dorsin, 65' Katzer (V)<BR><BR>Sporting Lisbona-Basilea 0-0 (p.t. 0-0)<BR><BR>Tottenham-Lazio 0-0 (p.t. 0-0)<BR><BR>Twente-Hannover 2-2 (p.t. 1-0): 7' Janssen (T), 55' Chadli (T), 67' Sobiech, 73' Wisgerhof autogol&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><BR><BR><BR><BR>C1007650adm001adm001insigne.jpegSiNlive-ilcalcio-europa-league-risultati-marcatori-udinese-lazio-napoli-inter-1008583.htmSi100075501,02,03,08010998
1351008576NewsCalciomercatoMercato Genoa, bloccati Brozovic e Kelic20120920121531genoa, brozovic, kelicGenoa Brozovic KelicCome riporta <EM>Il Secolo XIX</EM> il <STRONG>Genoa </STRONG>avrebbe prenotato due giocatori&nbsp; per il futuro. Il primo è <STRONG>Marcelo Brozovic</STRONG>, trequartista croato classe '92, già nel mirino di club come Everton e Liverpool prima del suo passaggio dalla Lokomotiv alla Dinamo. L'altro è <STRONG>Renato Kelic</STRONG>, difensore alto 1,90 classe '91, che gioca in Repubblica Ceca nello Slovan Liberec. Nel 2011 c'è stato un forte interesse del Tottenham e un monitoraggio di Juventus e Roma. Il Genoa li ha prenotati poiché sono extracomunitari: ma tutto cambia dal 1° genaio 2013, quando la Croazia entrerà nell'Unione Europea.C1007650Genovaadm001adm001preziosi 2.JPGSiNgenoa-bloccati-brozovic-e-kelic-1008576.htmNoT1000022100075701,02,03010240
1361008566NewsCoppeEuropa League Gruppo A, tocca all`Udinese20120920120131Europa League-Gruppo AEuropa League,debutta l`Udinese contro l`Anzhi di Eto`oTocca all'Udinese, dopo l'eliminazione dai preliminari di Champions League con il Braga, fare il suo esordio in Europa League. Di Natale ancora è in forse ma Guidolin spera di recuperarlo in extremis. Si giocherà al Friuli contro l'Anzhi di Eto'o e la difesa dovrà stare molto attenta alle folate del camerunense. Ecco le probabili formazioni:<BR><BR><BR>Udinese (3-5-1-1): Padelli; Coda, Danilo, Domizzi; Faraoni, Pereyra, Willians, Lazzari, Armero; Fabbrini, Di Natale. All.: Guidolin<BR><BR><BR>Anzhi (4-4-2): Pomazan; Joao Carlos, Tagirbekov, Samba, Shatov; Boussafa, Lassana Diarra, Agalarov, Jucilei; Traoré, Eto'o. All.: Guus Hiddink<BR><BR><BR>Arbitro: Hüseyin Göçek (TUR)<BR><BR>L'altra partita, in programma, del Gruppo A si giocherà in Svizzera e vedrà di fronte lo Young Boys e il Liverpool.<BR>Brendan Rodgers dovrebbe fare turnover, per cui non dovrebbero essere della partita nè Suarez, nè Gerrard per la partita che vede impegnati i Reds in casa dello Young Boys. Le novità potrebbe essere lo spagnolo Suso.<BR>Di contro, lo Young Boys farà del suo stadio, lo Suisse dei Berna, un fortino per difendersi da una delle squadre più titolate per la vittoria finale.<BR><BR>UdineFL0411FL0411udinese-arsenal-champions-league-2012-di-natale.jpgSiNeuropa-league-gruppo-a-probabili-formazioni-udinese-anzhi-1008566.htmSi100427901,02,03010180
1371008528NewsCalcio EsteroIl Punto sulla Premier League20120918114123Premier LeagueLa sorpresa:Nick Powell dello UnitedDei Gunners la prestazione più bella della giornata. Il Southampton ci mette del suo (ben due autoreti), ma dalle parti di Londra nord si rivede il calcio champagne marchio di fabbrica Arsene Wenger.<BR>Nel Manchester United rimane a secco Robin Van Persie, ma il Wigan devo lo stesso alzare bandiera bianca all`Old Trafford. Solo un pareggio per Chelsea e Manchester City, con Roberto Mancini infuriato con l`arbitro per il goal dubbio concesso allo Stoke<BR>Tra QPR e Chelsea un match brutto e nervoso, reso ancor più teso dall`ormai celeberrimo incidente tra Anton Ferdinand e John Terry. La mancata stretta di mano del fratellino di Rio non ha certo migliorato le cose. <BR>Approfitta del mezzo passo falso dei Blues il Manchester United, che schiaccia il Wigan in una giornata storica  700 presenze di Paul Scholes con i Red Devils, 600 partite in Premier di Ryan Giggs (ma con quelle nella vecchia First Division siamo a 640) e 500 panchine all`Old Trafford di Alex Ferguson. <BR>Si salva in extremis il Liverpool in quel di Sunderland (Fabio Borini ancora sostituito). Pareggia anche l'Everton nel Monday Night contro il Newcastle.&nbsp; <BR><BR>CONSIGLI PER GLI ACQUISTI  Al Manchester United il diciottenne Nick Powell è costato una bella cifretta (tre milioni di sterline, che potrebbero salire a sei qualora dovesse sfondare) per uno che ha pochissima esperienza tra i professionisti e finora aveva giocato solo in League Two (la quarta serie del calcio inglese). In tanti però lo hanno già designato come il successore di Paul Scholes. <BR>Infatti, Nick dispone di ottime doti balistiche, che sfrutta con costanza anche sui calci piazzati, e di un innato tempismo negli inserimenti. Può giocare da trequartista, da centrocampista centrale ma anche in appoggio alla punta. Ha buona tecnica individuale, ama partire palla al piede ma dimostrato di saper leggere l`azione e offrire assist precisi ai compagni. Spicca, nonostante la giovanissima età, per personalità e Q.I. calcistico. <BR><BR><BR>Chelsea10<BR><BR>Manchester United 9<BR>Arsenal 8<BR>Manchester City 8<BR>Swansea City 7<BR>West Bromwich Albion 7<BR>Everton 7<BR>West Ham 7<BR>Fulham 6<BR>Tottenham 5<BR>Newcastle 5<BR>Stoke City 4<BR>Aston Villa 4<BR>Wigan Athletic 4<BR>Sunderland 3<BR>Norwich City 3<BR>Liverpool 2<BR>Queens Park Rangersg 2<BR>Reading 1<BR>Southampton 0<BR><BR><BR>InghilterraFL0411FL0411sir alex ferguson.jpgSiNil-punto-sulla-premier-league-1008528.htmSi100427901,02,03010117
1381008225NewsCalcio EsteroAncelotti: «Campionato italiano in crisi? Ma non scherziamo, la Juve in Champions può stupire»20120906091311ancelotti«Verratti? dovreste vedrlo giocare nello stretto: fantastico!«Carlo Ancelotti,&nbsp;&nbsp;dopo la prima vittoria in campionato e la conseguente tranquillità recuperata, fa il punto della situazione sotto la Tour Eiffel:<br><br> <EM>"Farò di tutto per vincere. L`obiettivo è chiaro: conquistare lo scudetto in Francia, superare il girone in Champions League e poi chissà. A livello tattico non siamo ancora equilibrati. Ma il lavoro principale da fare riguarda l`aspetto psicologico. Ibra? Molti lo giudicano arrogante, ma non è affatto così. Gli piace scherzare, fare battute. A me ricorda un po` Pirlo. All`esterno giunge un`immagine che non corrisponde alla realtà. E` uno schietto, ti dice le cose in faccia. A me piacciono i tipi così. Però è anche molto rispettoso dei ruoli. Insomma, io lo vedo come un grande trascinatore, ha motivazioni e può essere l`uomo-faro del gruppo.</EM> <br><br> Il discorso poi si sposta sul nostro campionato, a detto di molti (per lo più suoi giocatori...), in crisi: <EM>"Ma non scherziamo!</EM> -dice alla Gazzetta dello Sport-<EM>L`Italia è arrivata seconda all`Europeo! Semmai la mancanza di soldi sta indicando una nuova strada da percorrere. Ora si lanciano i giovani. Più per necessità che per effettivo convincimento, ma va bene lo stesso. Io guardo con interesse Destro, El Shaarawy, Borini che è andato al Liverpool e mi coccolo Verratti al Psg. Il nuovo Pirlo? E` un po` diverso, gioca più sul corto, è meno lanciatore, ma dovreste vederlo nello stretto: fantastico!</EM> <br><br> Sulla prossima champions l'ex tecnico del Milan punta sulla Juve:&nbsp; <EM>"La Juventus, in Europa, può stupire. Ha un gioco basato sulla velocità e sull`intensità, l`anno scorso ha vinto lo scudetto anche perché aveva un solo impegno, vedremo come reagirà al cambiamento. Non è facile gestire due competizioni. Comunque la Juve, nell`ultima stagione, mi ha davvero impressionato e il merito sta in tre nomi: Conte, Pirlo e Agnelli. Il Milan? Tocca ad Allegri sistemare il Milan dopo gli ultimi acquisti. Nel dna del club c`è la Champions più del campionato, questo non va mai dimenticato."</EM><br><br> carletto poi in conclusione spegne tutte le voci su un suo&nbsp;possibile ritorno in Italia:<EM> "e perchè? sto bene a Parigi..."</EM><br><br>FL0141FL0141Ancelotti41.jpgSiNancelotti-campionato-italiano-in-crisi-ma-non-scherziamo-la-juve-in-champions-puo-stupire-1008225.htmSi100205001,02,03010125
1391008213NewsCalcio EsteroLIVE - Del Piero: «E` un giorno speciale per me, sono molto emozionato»20120905141035SydneySydneyAlessandro Del Piero è ufficialmente un nuovo giocatore del Sydney. L'ex Capitano della Juventus sta spiegando in conferenza stampa i motivi della sua scelta professionale e umana.<BR><BR>"Buongiorno, grazie di essere venuto con così poco preavviso. E' un giorno sicuramente speciale, diverso. In questo senso andiamo subito al sodo: sono felice di annunciare che poche ore fa ho firmato il mio nuovo accordo con il Sydney Football Club e quindi per i prossimi due anni sarò australiano, diciamo così.&nbsp;Si prospetta un'avventura&nbsp; splendida, strepitosa e forte, indubbiamente, però devo ammettere che alla fine di questo lungo viaggio che abbiamo avuto e che ho avuto, non poteva esserci situazione migliore, non poteva esserci posto migliore, e devo dire che quello che è accaduto, probabilmente, ha un senso e sono felice oggi di poter cominciare questa avventura. Indubbiamente in tutto questo periodoci tenevo a sottolineare e a ringraziare prima di tutto, tutte le squadre che mi hanno cercato, tutte le squadre con cui abbiamo parlato, tutti gli operatori di mercato con cui ci siamo confrontati. E' stato un cammino indubbiamente lungo, ma indispensabile per poter - vista la mia poca esperienza sul campo - per poter analizzare a fondo quella che poteva essere la migliore scelta. Indubbiamente quello che affronterò è una situazione, un posto che non mi aspettavo, ma devo ammettere che tante squadre che non mi aspettavo mi hanno cercato. Non mi sembra opportuno chiaramente citarle, però è ovvio che un riferimento alle squadre italiane - visto che ho giocato in Italia per tutta la mia vita - mi sembra doveroso: quindi ringrazio tutte loro. Come ringrazio quelli che mi hanno cercato da ogni parte del mondo praticamente, perchè abbiamo toccato tutti i Continenti, di conseguenza devo dire che è stato anche divertente saltare da una città all'altra, da un posto all'altro con la mente, però oggi il salto è finito, oggi l'avventura inizia definitivamente. Questo suscita in me delle emozioni molto forti, contrastanti, visto che per me che - tra virgolette - non ho mai cambiato, è sicuramente un cambio importante, un cambio lontano come chilometri, ma molto vicino come filosofia e come progettualità. Quello che è stato costruito attorno a me, ha sicuramente dell'incredibile in questo ringrazio il Sydney Football Club, l'associazione australiana, gli operatori che in questo senso si sono adoperati, i tifosi che già mi hanno adottato. E niente... sono indubbiamente in un momento di particolare riflessione. Mi getto in questa avventura con un'emotività, un desiderio unico come lo è stato sempre in tutti questi miei anni. Il Sydney rappresenta una scelta diversa sotto tutti i profili, dal punto di vista calcistico, umano e della progettualità, che è stata disegnato apposta su di me. Io di questo ne vado molto orgoglioso e quest'ultima è stata sicuramente la forza trainante più importante rispetto a tutte le altre. Andrò a scoprire un Paese che tutti mi descrivono fantastico, una città che tutti mi descrivono bellissima e lo farò con lo spirito che mi ha sempre contraddistinto dal punto di vista personale, per quanto riguarda il mio lavoro.Una delle domande che abbiamo chiesto è se puntiamo a vincere oppure no. Mi è stato risposto di sì, quindi anche l'aspetto agonistico verrà toccato perchè mi sento giocatore al 100% e la mia scelta non dipendeva sicuramente da quello che poteva essere il campionato di riferimento, ma da come era sentita dall'altra parte. Ed è stata sentita in maniera fantastica. Doveroso per me ringraziare quello che è stato fino ad oggi, quello che è stato il mio trascorso, ma soprattutto le persone che sono vicine a me. Ovviamente non le elencherò per ordine d'importanza, ma il mio pensiero sarà per mia madre e mio padre e non può essere che così; il mio pensiero va a mio fratello&nbsp; Stefano che ha portato avanti assieme al dottor Dario Tosetti.... sono loro gli artefici dal punto di vista professionale e non di quella che è il mio lavoro, la mia carriera in tutti questi anni; quindi il mio grazie a loro è sentito, a dir poco, perchè rappresentano sicuramente quello che sono io. Lo hanno fatto indubbiamente al meglio. Ringrazio quella che è la mia struttura, la Edge, che mi ha assistito fino ad oggi, continuerà a farlo e per questa struttura sarà sicuramente un salto di qualità, sotto molti aspetti ci auguriamo. Ringrazio anche la struttura del dottor Dario Toselli, che mi assiste da tantissimo tempo. E ovviamente non posso non pensare alla mia famiglia attuale, che è qui rappresentata da mio figlio, che rappresenta tutti e tre, anche perchè gli altri due dormono... Ma al di là di queste battute, un po' per stemperare, indubbiamente mia moglie Sonia che mi permette e mi è sempre vicina in qualsiasi momento e che non finirà mai di ringraziare, compresa anche in questa avventura".Indubbiamente la scelta è stata fatta anche soprattutto con loro e ne sono felice. (L'intera&nbsp;sala applaude Alex, ndr). Io mi ero preparato delle cose e me le vado a rivedere se ho dimenticato qualche pezzo e probabilmente l'ho dimenticato, perchè sono emotivamente molto preso da tutto quello che è il momento, da tutto quello che è questo grande cambiamento. Sarà un periodo di grandi cambiamenti, rispetto a quella che è sempre stata la mia vita, molto lineare, a cominciare dalla mia squadra con la quale sono stato 19 anni e per la quale - se mai ce ne stato il bisogno di ripeterlo - continuerò a tifare per mille e più motivi. Forse con qualche vostra domanda potrò avere la possibilità di sciogliermi di più e di trovare anche qualche curiosità che avete da chiedere. Così magari riuscirò anche a ricordarmi altre cose che fanno parte di questo progetto". <STRONG>(Domanda di un giornalista australiano, ndr). Grazie di aver scelto Sydney. Perchè hai scelto proprio l'Australia?</STRONG><BR>"Grazie per il benvenuto. Non lo so, dentro di me si stanno mescolando tante sensazioni che tutte mi portano a voler iniziare questa avventura. E lo farò con l'entusiasmo di chi scopre una cosa nuova, di chi ci crede molto e in questo senso è molto entusiasmante. E' un'avventura per me emozionante e mi auguro e spero e per certi aspetti sono sicuro che sarà un'avventura che vivremo insieme perchè ho voglia di portare quello che sono io, quello che mi è stato chiesto, ma ho voglia anche di confrontarmi con un Paese che è all'avanguardia dal punto di vista sportivo e che per certi aspetti mi hanno descritto come unico, per cui non vedo l'ora di conoscerlo".<BR><BR><STRONG>Perchè hai scelto proprio Sydney come città?</STRONG><BR>"L'ho scelta perchè quello che è stato il progetto Sydney, quelle che sono state le idee, il fascino, l'evoluzione di questi due mesi, oggi che ho scelto mi rendo conto sempre di più che non poteva che&nbsp;essere la soluzione migliore. Desideravo confrontarmi con qualcosa di nuovo dal punto di vista degli stimoli, di tutto quello che concerne l'ambiente calcistico e in questo senso Sydney penso sia perfetta. Qui ho fatto tutto quello che dovevo fare, quindi penso che non potesse scelta migliore per me quella di Sydney".<BR><STRONG>Cosa conosci del calcio australiana della Lega australiana?</STRONG><BR>"So tante cose dell'Australia, tante cose perchè prima di tutto sono un appassionato di sport, quindi avrò sicuramente modo di approfondire dei mondi sportivi che seguo, come il rugby in tutte le sue fasi, a quindici, a undici, a tredici, a sette..quello che è. So che sarò&nbsp;dall'altra del mondo e per certi aspetti questo può essere un vantaggio. Della Liga conosco... i miei nuovi compagni di avventura - mister Tony Pignata e anche Lou Sticca - mi hanno già informato, quindi sarà bello per me anche scoprire&nbsp; e non farsi raccontare tutto, perchè la cosa più bella è quella di vivere le cose di primo impatto, per non essere troppo condizionato a livello di lucidità da altre cose".<BR><BR>- Tony Pignata, amministratore delegato del Sydney - chiamato da Stefano Del Piero - &nbsp;si siede accanto ad Alessandro Del Piero.<BR><BR><STRONG>Che tipo di gioco vorresti fare?</STRONG><BR>"Vengo in Australia per giocare con il Sydney, per cercare di segnare per il Sydney, per cercare di vincere per il Sydney e per cercare di far sì che il movimento calcistico australiano possa possibilmente anche con quelli che sono i miei consigli, evolversi, perchè c'è questa voglia, c'è questa determinazione e di conseguenza speriamo di poter giocare davanti a stadi pieni e a far sì che il grande popolo australiano, dove c'è una grandissima, importante e forte colonia di italiani, possa divertirsi e il calcio diventi uno sport&nbsp;nazionale di primissimo livello".<BR><BR> <STRONG>Puoi spiegarci almeno una parte delle componenti di questo progetto? E poi se la scelta di cambiare dopo 19 anni con la stessa maglia, nello stesso posto, può aiutarti a vivere nei prossimi due anni quelle esperienze che non hai potuto fare in quasi 20 anni....</STRONG><BR>"Il progetto parte in maniera molto semplice, con una grande qualità di base, che è quella di una stretta collaborazione al 100% fra me e il Sydney, fra me e l'A-League e quello che è tutto il movimento. Di conseguenza quando ci sono queste premesse, quando c'è la forte volontà da entrambe le parti di fare qualcosa, si può fare tutto. Abbiamo tantissime idee. Io ovviamente, ringrazio per le parole e per l'entusiasmo che hanno sempre manifestato nei miei confronti, per la voglia di avermi che hanno avuto. E' una scelta sicuramente radicale sotto tutti gli aspetti, ma ne sono felice, probabilmente è giusto così. Ho avuto tutto il tempo per riflettere su tutto quello che potevano essere altre situazioni, altre squadre, altre idee. Quello che rappresenta il movimento che mi ha chiamato, ha un qualcosa di unicità. In questo senso anche di estremamente affascinante. Di conseguenza sono orgogliosissimo e lusingato&nbsp;per&nbsp;il&nbsp;progetto di lavorare insieme per due anni, per quello che può avvenire per migliorare il calcio australiano, perchè non rappresenta solo un progetto di una città e di una squadra, ma il miglioramento globale di tutta una Nazione; e sicuramente grazie a questa città e a questa squadra, questo può avvenire. In questo senso è un onore essere chiamato a fare questo".<br><br> <STRONG>Tu hai ringraziato tante squadre italiane ed estere, di tutti i Continenti, però il tuo passato quanto ha pesato? In altre occasioni hai detto che avresti voluto di giocare per squadre italiane. E' stato un peso questo fatto?</STRONG><BR>"Penso che forse due mesi fa o poco più, ci eravamo ritrovati anche in un'altra conferenza stampa, dove avevo sottolineato quello che sostanzialmente sono sempre state le mie motivazioni per le quali ho declinato gli interessi ed i discorsi con davvero molte squadre italiane.L'ho fatto perchè ho un'ìdea di un certo tipo di coerenza, mi sento di aver dato tantissimo, tutto e di più per quella che è stata la mia maglia, ma il fatto che non voglia più giocare per una squadra italiana non è certamente perchè veda gli altri come nemici, lo possono anche essere stati dal punto di vista calcistico, ma perchè secondo me è giusto così. Quindi in questa ottica, già un Paese lo avevamo accantonato. Però è stato davvero bello per me osservare come le squadre in italia e anche fuori, le più impensabili, abbiano avuto una o più riflessioni su di me. E questo mi fa rendere conto una volta di più quella che è stata la mia carriera fino ad oggi, quelli che sono stati i miei risultati, quello che sono oggi come giocatore. Quindi sono sicuramente aspetti molto positivi per me".<br><br> <STRONG>Sta montando una grande attenzione in Australia attorno a te. Come ti senti?</STRONG><BR>"Lo vivo con grande onore, lo vivo con grande onere, con grande senso di responsabilità, sono chiamato a un compito sicuramente non facile, ma non mi spaventa affatto. Anzi. Sono molto elettrizzato ed eccitato. Io vengo con il desiderio di offrire quello che ho sempre offerto in tutti i miei giorni di vita calcistica, cioè tutto me stesso, dal punto di vista agonistico di giocatore, dal punto di vista di persona, umano e professionale. E questo ci tengo a sottolinearlo, perchè è una scelta di questo tipo e mi auguro che questo mio spirito, unito all'entusiasmo e alla voglia che mi è stata dimostrata, possa fare per il calcio australiano un salto di qualità importante".<br><br> <STRONG>Pensavi di scegliere prima la squadra?</STRONG><BR>"Se penso a tre mesi fa, sì, pensavo di scegliere prima. Se penso all'evolversi della situazione, credo che il periodo giusto ed il giorno giusto sia oggi. Ho avuto modo di riflettere su tantissime situazioni e questo mi ha fatto vivere con più lucidità quello che poi era il momento e di conseguenza di scegliere con estrema lucidità questa avventura. Il tempo è esattamente quello che ci voleva, per quello che sono, per chi sono e per quello che sono stato".<br><br> <STRONG>Cosa e quanto rimarrà di del Piero a Torino? Casa, ufficio? La vivi come una lunga vacanza o come una nuova vita?</STRONG><BR>"Non vivo assolutamente come lunga vacanza, lo vivo e lo vivrò in maniera totale. A Torino rimarrà tutto quello che c'è oggi, perchè il mio ufficio sarà qui, la mia casa, il nostro negozio, quindi rimarrà tutto invariato per quanto riguarda la mia vita torinese, se non che non mi vedrete per strada qui, ma da un'altra parte".<br><br> <STRONG>Il progetto di investimento che l'Australia ha fatto su di te è quello che in America fecero all'epoca con Pelè? Tu puoi diventare il Pelè dell'Australia? Poi se sulla scelta di questa location, per questa conferenza stampa, ha inciso il fatto che fosse uno dei posti a cui era più legato l'Avvocato. La Bolla del Lingotto era uno dei posti dove si recava spesso l'Avvocato Agnelli....</STRONG><BR>"Sono vecchio, ma non abbastanza da ricordarmi quello che Pelè fu all'epoca...onestamente non ho guardato... non sono andato a ripercorrere quello che è stato il suo...Ho dei racconti, ho delle storie, so a grande linee quello che è successo per Pelè, ma sono epoche diverse, sono momenti diversi. Sicuramente ci sono delle similitudine, ma qui c'è la volontà di creare qualcosa di unico. E' questa la cosa particolare. Vivremo questa avventura insieme come un'avventura unica, ci auguriamo che sia quanto più bella e fantastica possibile. La location...è unica. Quello che ha rappresentato l'Avvocato e la Famiglia per Torino rimane sempre nel tempo, al quale io sono comunque affezionato. E' una scelta portata anche dalla casualità e la cosa bella è proprio questa, che alla fine ci si ritrova qui. Di conseguenza è una ciliegina sulla torta, diciamo così".<br><br> <STRONG>Quando hai capito che non avresti più giocato nella Juventus? I rapporti con Andrea Agnelli come sono? Un giorno c'è la possibilità che tu possa tornare a lavorare alla Juventus?</STRONG><BR>"Per quanto riguarda&nbsp;il mondo Juventus, oggi, oltre ad aver fatto riferimento a quello che è il mio cuore che naturalmente tiferà il bianconero, non voglio dilungarmi in altri discorsi. Oggi è un giorno dedicato a una squadra, ad una città, a un Paese ed a un Continente diverso. E così deve essere. Ho ribadito e lo sosterrò sempre che il mio affetto nei confronti di quello che rappresenta il mondo juventino non termina certo oggi, non è terminato neanche quel giorno in cui ho capito che non avrei giocato nella Juventus e neanche altri giorni nel corso&nbsp; della mia carriera: per un semplice motivo, perchè ho dato tutto e di più di quello che potevo dare e poi come tutte le cose bisogna sempre uscirne felici da quello che è stato. Voglio sottolineare e ricordare tutte quelle che sono state le pagine - e per questo ringrazio... (alza lo sguardo al cielo, ndr)...sono state tantissime - felici della mia storia bianconera. compreso l'ultimo anno, anche se di sicuro è stato uno dei più complicati, ma che mi ha visto protagonista, vincente, come lo sono stati molti dei miei anni in bianconero".<br><br> <STRONG>Hai parlato con qualcuno in Australia? Conosci qualcuno lì?</STRONG><BR>"Sì, ho molti amici che sono stati in Australia, me l'hanno descritta; ho sentito molte persone che hanno anche giocato in Australia e tutti quanti hanno descritto questa nuova avventura come un'avventura fantastica.&nbsp;Loro l'hanno vissuta come un'avventura strepitosa, quindi questo denota sicuramente due cose: che i posti che avete sono meravigliosi e la gente che li vive sono persone fantastiche. Questo è venuto fuori dai discorsi che ho fatto&nbsp;dal&nbsp;punto di vista sia&nbsp;calcistico con&nbsp;gli addetti ai lavori, con calciatori che hanno giocato lì, sia dal punto di vista umano con professionisti che hanno avuto modo di lavorare lì anche in altri sport o in altri lavori. Questo crea molte aspettative in voi, di conseguenza mi sono fatto un'idea veramente bella e mi auguro presto di poter sostenere una conferenza stampa in inglese, così almeno capisci quello che sto dicendo (ride Alex, rivolgendosi all'ad Tony Pignata, ndr)".<br><br> <STRONG>La tua famiglia ti seguirà? Poi che effetto ti fa pensare che la Juve non ha più la maglia numero dieci, ma ci siano&nbsp;tanti tifosi che portano la tua maglia numero dieci.</STRONG><BR>"La mia famiglia mi seguirà, certo. Abbiamo ancora qualche giorno per poter ancora organizzare il nostro arrivo. E la maglia numero dieci...ringrazio tutti quelli che anche oggi che non sono alla Juventus hanno voluto comprarla, che hanno voluto cullare questo sogno ancora. Quando ho letto che è stata la maglia più venduta, che è la maglia più venduta, non lo nego, sono sicuramente momenti dove un sorriso mi scappa, però credo che la mia avventura oggi avrà un'altra maglia e avrà spero le stesse emozioni da altri punti di vista, in un modo diverso, ribadendo quello che ho detto prima riguardo alla mia situazione juventina e che avete avuto modo di sentire per 19 anni, quindi magari vi sarete anche stancati".<br><br> <STRONG>Sei stupito che a tre mesi dal tuo addio la maglia numero dieci della Juve non abbia nessuno che la possa indossare?</STRONG><BR>"Non lo so, non so le motivazioni per le quali non è stata scelta questa maglia dai giocatori o non sia stata data dalla società. Non vado in profondità di questa cosa".<BR><BR><STRONG>Partirai entro questa settimana per l'Australia? Come stai fisicamente? Sei in forma?</STRONG><BR>"Sì, confermo che ci organizzeremo presto e il mio arrivo in Australia non sarà certo tra un mese. Fra un mese esatto, invece, inizia il campionato, proprio il 5 ottobre, di conseguenza credo di poter essere a disposizione anche perchè in questa avventura mi seguirà Giovanni Bonocore che è stato fino ad oggi e lo sarà il mio procuratore e con il quale abbiamo passato un'estate a lavorare. E quindi è da un mese e mezzo che mi alleno per conto proprio. E' logico che ci sarà un momento, un periodo dove dovrò entrare nel training one to one, anche se abbiamo operato anche in maniera simpatica grazie all'AS Piobesi, che ci ha dato disponibilità di campo e disponibilità di uomini con i quali abbiamo giocato più di una volta per far sì che il lavoro individuale potesse essere svolto anche insieme ad una squadra. Quindi ci tenevo anche a citarli e a ringraziarli per la disponibilità che hanno sempre avuto nei miei confronti. Però è ovvio che stiamo parlando di situazioni totalmente diverse, per cui dovrò conoscere i miei compagni nuovi, dovrò cominciare ad allenarmi come un giocatore di una squadra, cosa che non accade da tanto tempo; abbiamo lavorato fino ad oggi e continueremo&nbsp; a farlo fino a quando non arriveremo lì. E lì continueremo a farlo ancora perchè io possa essere in forma il prima possibile, possa essere a disposizione sin dalla prima partita, ma su questo credo che non ci saranno problemi sicuramente".&nbsp;<br><br> <STRONG>Quanto ha pesato la scelta di essere un testimonial? Magari dopo di te arriveranno altri giocatori. Ti aspetti di ricevere telefonate da altri tuoi colleghi che ti potrebbero seguire in Australia?</STRONG><BR>"Ho avuto modo di sentire Rino (Gattuso, ndr)&nbsp;e lo saluto, come saluto il suo presidente e la sua squadra, che sono stati nei miei confronti molto molto carini. Sono idee che fanno parte del nostro progetto, poi come tutte le cose bisogna calarsi nella realtà in cui si va a vivere per poter valutare quelle che sono le cose da fare. Io dovrò imparare alcune cose di quello che è il movimento calcistico australiano e cercherò di mettermi a disposizione in maniera totale per quelle che sono curiosità, consigli o altro. Di conseguenza idee ce ne sono tantissime. Ed è il luogo giusto per metterle in atto e per provare a far sì che questo movimento migliori il più possibile".<br><br> <STRONG>Sei stato tentato alla fine dall'interesse del Liverpool?</STRONG><BR>"Riferendomi proprio alle squadre italiane ed estere dalle quali magari uno non pensa di essere cercato...una era anche questa. Io avevo bisogno di qualcosa di diverso, sotto tutti gli aspetti. Questa è un'idea che si è venuta a formare man mano che passavano i giorni. Quindi vorrei vivere altri 50 anni da calciatore e poter assaporare in tante squadre quello che è il movimento calcistico. Sicuramente la Premier League è sempre stato un riferimento per molti aspetti. Lì come tutta la Gran Bretagna, come il Brasile, che sono ancora i padroni del calcio mondiale, con i Mondiali che hanno vinto. Con tanti nuovi Paesi...ho visto ieri l'investimento del calcio russo, dello Zenit, quindi l'evoluzione continua, le cose cambiano. In Australia c'è questa volontà, c'è questo spirito e di conseguenza mi auguro che le cose vadano per il meglio".<br><br> <STRONG>Mister Pignata ti ha rimproverato per quella famosa partita Australia-Italia del 2006?</STRONG><BR>"Non ne abbiamo parlato, però, cercherò di fare qualche gol in più, in maniera tale che se lo dimentica (ride, ndr). Mi preparerò molto bene a quelle che potrebbero essere le possibili domande che mi farete riguardo a quella partita. Di sicuro quello che pensavo all'epoca, lo penso anche oggi: quella Nazionale australiana aveva dei grandi giocatori che ci hanno messo in grossa difficoltà e potevano da un momento all'altro passare il turno. Quindi il calcio australiano ha in serbo dei giocatori che si sono affermati in tantissimi altri campionati, quindi questo è anche uno degli obiettivi: far sì che - magari senza rompere troppo le scatole all'Italia - la Nazionale italiana possa migliorare".<br><br> <STRONG>In questa scelta radicale, ha pesato anche la voglia di uscire dal personaggio Del Piero? Qua a Torino era difficile anche uscire per strada e andare a fare la spesa senza essere riconosciuto. Forse a Sydney sarà più semplice?</STRONG><BR>"Non ne sono troppo convinto. I primi motivi che mi vengono in mente - e sono più che sufficienti - sono l'entusiasmo e la voglia che ha dimostrato il movimento calcistico australiano, non solo la squadra di Sydney, nei miei confronti; poi&nbsp;il fatto che ci siano&nbsp;più o meno un milione di italo-australiani... io spesso sono in vacanza all'estero: quando incontri un italiano che vive fuori dall'Italia, ha tanta voglia di Italia, quindi sarà anche interessante interagire con queste persone che vivono così lontane. Dalle parole che mi hanno dimostrato, non c'è solo una grande colonia italiana, ma anche inglese, greca, che sono amanti del calcio e che hanno il calcio nelle vene, di conseguenza questa è una cosa molto importante: quando nasci con uno sport dentro, nel cuore, puoi anche andare in un posto dove non viene esaltato, ma se capita qualcosa di questo genere si riaccende la fiamma. Questo è un po' l'auspicio di tutti noi. poi comunque è una Nazione, un Continente, che dal punto di vista sportivo è all'avanguardia su tutto, di conseguenza credo che l'attenzione per tutti gli sportivi che vivono e giocano e hanno a che fare con questa situazione sarà molto alta".<br><br> <STRONG>C'è un pensiero che vuoi dedicare ai tifosi della Juventus?</STRONG><BR>"Io credo di averlo già più volte detto, anche oggi. Quindi non mi resta che dire che il mio cuore... sarò sempre un tifoso della Juve, ma questo, ripeto, è una cosa scontata".<br><br> <STRONG>Hai già in programma tante sveglie...le cinque meno un quarto del mattino, per&nbsp;le partite che la Juventus giocherà la sera? I bookmaker dicevano che Del Piero sarebbe andato in America. Quanto è stata vicina questa possibilità?</STRONG><BR>"La sveglia... non so come funzionano le sveglie lì. Lo stesso? No perchè c'è quella storia che l'acqua va giù al contrario. Dovrò vedere un attimo, delle volte suonerà, delle altre volte meno, perchè è giusto che io mi cali in maniera totale in quello che sarà la mia avventura. Però non mi perderò sicuramente&nbsp; alcune partite che riguardano la Juve, il campionato italiano, il campionato Europeo, io sono un amante del calcio, un appassionato, di conseguenza alcune partite vanno viste a prescindere. Poi vediamo a che ora le fanno, le cinque è un po' prestino, però vedremo. A parte le battute. L'America è stata molto vicina, però credo che alla fine questa sia la scelta giusta".<BR><BR><BR><br><br>C1007650TorinoFL0655FL0655562873_10150963307486227_506195389_n.jpgSiNlive-del pier-e-un-giorno-speciale-per-me-sono-molto-emozionato-1008213.htmSiT1000007100758301,02,03,06010380
1401008197NewsCalciomercatoStoke City, preso Owen20120904194531stoke city, owenStoke City OwenLo Stoke City ha confermato ufficialmente l'ingaggio dell'ex attaccante della nazionale inglese, Michael Owen, che ha firmato un accordo di un anno.<BR><BR>Owen, 32 anni, era senza club da quando gli era scaduto il contratto con il Manchester United alla fine della scorsa stagione e non era stato rinnovato. Sul giocatore, negli ultimi giorni, erano uscite voci riguardanti anche il Liverpool, ma alla fine il giocatore è sbarcato allo Stoke.<BR><BR>Per Owen cinque reti in 31 gare per il Manchester United, club nel quale era arrivato nel 2009.<BR><BR><BR>C1007856Londraadm001adm001owen.jpgSiNstoke-city-e-preso-owen-1008197.htmNo100075701,02,03010229
1411008134NewsCalcio EsteroFinalmente tre punti per Real e Psg20120903000427barca real psg unitedOk anche barca e PsgVincono finalmente Real Madrid e Paris Saint Germain: per i francesi a decidere il match la doppietta di Zlatan Ibrahimovic in casa del Lilla con lo svedese che raggiunge quota quattro gol in campionato.<br><br> In Spagna quindi primi tre punti stagionali per la squadra di Mourinho, che batte 3-0 il Granada con due gol di Cristiano Ronaldo (toccata quota 150 reti col Real)&nbsp;e uno di Higuain.&nbsp; Vince però anche il Barca con tro il Valencia: 1-0 il finale grazie alla rete di Messi, e catalani che restano a +5 sui <EM>blancos.</EM><br><br> In Inghilterra invece, oltre alla vittoria dell'Arsenal a Liverpool (0-2 Podolski, Cazorla), oggi è stato il giorno di Robin Van Persie, che con una tripletta ha abbattuto (3-2) il Southampton. Panchina numero mille in Premier per Ferguson coi Red Devils.<br><br> &nbsp;<br><br>C1007857,C1007856,C1007858FL0141FL0141Ibra_672230530.jpgSiNfinalmente-tre-punti-per-real-e-pasg-1008134.htmSi100205001,02,030101267
1421008123NewsCalcio EsteroPremier League, l`Arsenal si risveglia: 0-2 a Liverpool20120902170457arsenal liverpoolIn gol Podolski e CazorlaVince e convince l'Arsenal di Arsen Wenger che, contro il Liverpool, ottiene la prima vittoria i campionato.<br><br> A sbloccare il match, in quel di Anfield Road, &nbsp;è al 31' Lukas Podolski che approfitta di uno splendido assist di Cazorla per insaccare. I Reds spingono, ma i Gunners in contropiede sono letali e, dopo qualche errore di troppo, radoppiano: al 78' Podolski ritorna il favore a Cazorla che insacca per il 2-0.<br><br> Rodgers già sulla graticola, sospiro di sollievo Wenger.<br><br>C1007856FL0141FL0141podolskiarsenalesult.jpgSiNpremier-league-l-arsenal-si-risveglia-a-liverpool-1008123.htmSi100205001,02,03010200
1431008113NewsCalciomercatoMercato Inter, si segue l`evoluzione della vicenda Walcott20120902101531inter, arsenal, walcottInter Arsenal WalcottSecondo l'edizione odierna del <EM>Sunday Mirror</EM> oltre a Manchester City e Liverpool, anche Juventus e <STRONG>Inter</STRONG> seguiranno con interesse, in questi mesi, le evoluzioni del rinnovo di contratto di <STRONG>Theo Walcott</STRONG> con l'<STRONG>Arsenal</STRONG>. I Gunners vogliono arrivare ad ogni costo al rinnovo ed Arsene Wenger ha promesso battaglia, ma se l'accordo non dovesse arrivare anche i due club italiani farebbero un tentativo per l'ala inglese.C1007650Milanoadm001adm001walcott.jpgSiNinter-si-segue-l-evoluzione-della-vicenda-wlcott-1008113.htmSiT1000026100075601,02,03010319
1441008095NewsCoppeLe rivali delle italiane nelle coppe europee, conosciamole meglio20120901201531Champions League, Europa League, Rivali italianeLe rivali in Champions League e Europa LeagueCon il sorteggio dei gironi dell`Europa League, si è completato il quadro delle italiane impegnate nelle due coppe europee, con solo Milan e Juventus a difendere i nostri colori in Champion`s League (Erano inserite rispettivamente in prima e terza fascia), e ben quattro squadre a rappresentarci nella coppa tanto bistrattata negli anni precedenti dalle nostre compagini. Andiamo adesso a conoscere meglio le squadre inserite nei gironi insieme alle squadre italiane:<BR><BR><BR><EM><STRONG>Champion`s League, Gruppo C: Milan, Zenit San Pietroburgo, Anderlecht, Malaga</STRONG></EM><BR><BR><EM>Zenit</EM><BR><BR>Una squadra complessivamente solida, campione in carica della Premier League russa, ma che si è mossa poco nel mercato estivo in attesa principalmente del Top Player (Si parla tanto di Nani del Manchester United), cresciuta molto sotto la sapiente regia di mister Spalletti e del suo 4-2-3-1 ma globalmente non sembra una squadra capace di ammazzare il girone.<BR><BR>Da tenere d`occhio: oltre al nostro Domenico Criscito, segnaliamo l`attaccante russo Kerzhakov e il centrocampista portoghese Miguel Danny (quest`ultimo ritornato da un infortunio al legamento crociato)<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><EM>Anderlecht</EM><BR><BR>La squadra belga torna a partecipare alla fase a gironi dopo sei anni dopo aver demolito i lituani dell`Ekranas nel terzo turno Preliminare, hanno molto faticato nei Play-Off&nbsp; contro i ciprioti del Limassol, rimontando il 2-1 subito, al ritorno vincendo 2-0. L`allenatore è l`olandese John van den Brom arrivato quest`anno dal Vitesse, schiera spesso la squadra con un solido 4-4-2 (Ma non disdegna un 4-3-3 difensivo usato spesso con la squadra olandese)<BR><BR>Da tenere d`occhio: Il centrocampista argentino Lucas Biglia, e l`ex attaccante del Liverpool Milan Jovanovic<BR><BR><BR><EM>Malaga<BR></EM>&nbsp;<BR><BR>Il giocattolo dello sceicco Al Thani (Cugino del proprietario del PSG) è quasi definitivamente saltato. Andati via i vari Cazorla, Rondon, Mathijsen, Maresca e Van Nisterlooy, restano poche certezze. Una su tutte l`allenatore, il cileno Pellegrini, e una squadra composta da un mix di giovani talenti (Su tutti Olinga) e giocatori di grande esperienza (Demichelis e il nuovo acquisto Saviola).&nbsp; Da superare il fortino de La Rosaleda<BR><BR>Da tenere d`occhio: Due giovani attaccanti promossi in prima squadra: Isco (Spagnolo, `92) e Olinga (Camerunese)<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><STRONG><EM>Champion`s League, Gruppo E: Chelsea, Shaktar Donetsk, Juventus, Nordjaelland</EM></STRONG><BR><BR><BR><EM>Chelsea</EM><BR><BR><BR>I campioni in carica vengono da un mercato scoppiettante (vedi i 40 milioni versati al Lille per il talentino Hazard) e da un ottimo inizio di campionato (3 vittorie su altrettanti incontri). Squadra completa in tutti i reparti, l`unica incognita potrebbe essere legata alla panchina, con Roberto Di Matteo alla prima stagione completa su una panchina notoriamente pesante.<BR><BR><BR>Da tenere d`occhio: Oltre al già citato Hazard, segnaliamo il giovane tedesco Marin e soprattutto un ritrovato Fernando Torres<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><EM>Shaktar Donetsk</EM><BR><BR><BR>I campioni in carica ucraini si ripresentano alla fase a gironi senza sostanziali novità, ma come sempre pronti a mettere i bastoni tra le ruote ad ogni avversario. In panchina una vecchia conoscenza del calcio italiano come Mircea Lucescu a comandare una schiera di brasiliani terribili, coadiuvati da giocatori di grinta e talento quali Srna e Chygrynskiy(Ex Barcellona)<BR><BR><BR>Da tenere d`occhio: Due brasiliani già noti a molti: Il centrocampista Fernandinho e la punta Luis Adriano<BR><BR><BR><EM>Nordjaelland</EM><BR><BR><BR>Campioni un po` a sorpresa del campionato danese, sulla carta dovrebbe essere la classica squadra materasso. Un gruppo esploso sotto la gestione del giovane Kasper Hjulmand. Squadra senza nessuna pressione, un fattore da non sottovalutare, anche se il tasso tecnico non è certamente elevato. Potrebbe tirare qualche tiro mancino.<BR><BR>Da tenere d`occhio: Andreas Laudrup, figlio dell`ex giocatore della juventus nonché ex allenatore del real madrid, Jolly offensivo con il vizio del Gol<BR><BR><BR><STRONG><EM>Europa League, Gruppo A: Liverpool, Udinese, Young Boys, Anzhi</EM></STRONG><BR><BR><EM>Liverpool</EM><BR><BR>A guardare i nomi a disposizione di mister Rodgers, viene da chiedersi Perché non fa la Champion`s? Una rosa completa in ogni reparto e ricca di qualità: Ai vari Gerrard, Suarez e Cole sono stati aggiunti due ottimi elementi come il nostro Borini e l`ex centrocampista di Borussia Dortmund e Real Madrid Sahin in prestito, anche se non appare molto solida in difesa. Avversario molto ostico e serio candidato per un ruolo di primo piano in tutta la competizione, nonostante abbia stentato nei preliminari.<BR><BR>Da tenere d`occhio: Jordan Henderson, classe `90. Ottima visione di gioco, in prospettiva può essere un campione. Già nel giro della nazionale maggiore (Fu convocato da Hodgson al posto di Lampard per Euro 2012)<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><EM>Young Boys</EM><BR><BR>Non promette spettacolo la compagine svizzera: Solo 5° nella classifica di campionato (a 7 lunghezze dalla capolista Sion) dopo 7&nbsp; giornate, e molto in difficoltà nei vari turni di qualificazione alla fase a gironi, difficilmente riuscirà a dire la sua per la qualificazione. Squadra da temere soprattutto in casa, dove il campo sintetico può creare più di qualche problema.<BR><BR>Da tenere d`occhio: Bobadilla, attaccante classe `87 scuola River, un mix di fisico e tecnica<BR><BR><BR><EM>Anzhi</EM><BR><BR>Altra squadra piena di giocatori talentuosi convinti a suon di milioni: Eto`o, Boussoufa, Zhirkov. Con in panchina quella vecchia volpe di Guus Hiddink la squadra ha compiuto un ulteriore salto di qualità (emblematico il 5-0 con il quale la squadra si è sbarazzata dell`Az Alkmaar nei Play-Off) e che rischia di diventare una vera e propria mina vagante.<BR><BR>Da tenere d`occhio: Tra i tanti campioni segnaliamo Lacina Traorè, arrivato quest`anno per 12 milioni: un classe `90 che con Hiddink potrebbe esplodere a livello europeo<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><STRONG><EM>Europa League, Gruppo F: PSV, Napoli, Dnipro, AIK</EM></STRONG><BR><BR><EM>PSV</EM><BR><BR><BR>Squadra sempre ostica quella olandese, ricca di giovani talentuosi pronti a diventare i campioni di domani e di giocatori navigati che possono guidarli. In panchina è arrivato un tecnico esperto come Advocaat che promette gioco e risultati, ma la falsa partenza in campionato (sconfitta 3-2 contro il waalwijk) ha creato seri dubbi sulla tenuta della squadra in difesa<BR><BR><BR>Da tenere d`occhio: Tra le garanzie come Van Bommel e i giovani come Strootmann e Matavz, noi segnaliamo il capitano Ola Toivonen, `86 che già ha fatto vedere ottime cose agli europei con la maglia della nazionale svedese<BR><BR><BR><EM>Dnipro</EM><BR><BR><BR>Squadra sconosciuta ai molti, alla terza partecipazione consecutiva in Europa League. Squadra solida, e a dispetto di un primo ottimismo, può rivelarsi avversario molto ostico, specialmente in casa. Da un paio di anni la guida tecnica è stata affidata a Juande Ramos, e l`ex allenatore del Tottenham ha trovato un equilibrio di gioco e una continuità di risultati.<BR><BR>Da tenere d`occhio: L`attaccante croato Nikola Kalinic, classe `88, ottimo giocatore, se migliora la mira sotto porta può diventare un fenomeno<BR><BR><BR><EM>AIK</EM><BR><BR><BR>Altra squadra da non sottovalutare, questa. Perché sarà pur vero che non è blasonata come il PSV, ma nei Play-Off ha eliminato una delle squadre più quotate addirittura per la vittoria, il CSKA Mosca. Una vittoria frutto di un gioco fresco sotto la guida dell`ex attaccante del club Andreas Alm, che schiera la squadra con un 4-4-2 molto fluido.<BR><BR>Da tenere d`occhio: Kwame Karikari, attaccante ghanese del `92, dopo una stagione discreta, da lui si aspetta il salto di qualità.<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><STRONG><EM>Europa League, Gruppo H: Inter, Rubin Kazan, Partizan Belgrado, Neftci</EM></STRONG><BR><BR><BR><EM>Rubin Kazan</EM><BR><BR><BR>Formazione che ormai in Europa molti conoscono, quella russa. Direttamente ammessa alla fase a gironi, avendo vinto la coppa nazionale, questa squadra si candida prepotentemente come anti-Inter nel girone. Da Anni in panchina siede il Turkmeno Berdiyev, tecnico che ha portato alla rivalsa molti talenti (Fu l`unico allenatore a superare il Barcellona al Camp Nou nella Champion`s 2009-10, 1-2)<BR><BR>Da Tenere d`occhio: Cristian Ansaldi, terzino destro della formazione russa, da anni appetito da mezza europa.<BR><BR><BR><EM>Partizan Belgrado</EM><BR><BR><BR>Una stella in più per la tifoseria, una delle più calde al mondo, capaci di far tremare ogni squadra avversaria. Per il resto, la squadra non sembra sulla carta all`altezza di Inter e Rubin. Una rosa giovane ed ambiziosa, ma almeno sulla carta non in grado di reggere una competizione europea, specialmente a certi livelli.<BR><BR>Da tenere d`occhio: Lazar Malkovic, seconda punta diciottenne; Tomic, ala destra classe `88; Entrambi promettono bene.<BR><BR><EM>Neftci</EM><BR><BR><BR>Prima partecipazione per i campioni azeri, la formazione è la vera matricola non solo del girone, ma dell`intera coppa. Eppure, anche questa squadra per raggiungere la qualificazione ha fatto una vittima illustre come l`Apoel Nicosia. Improbabile che possa dire la sua per la qualificazione, ma non avere nessuna pressione può essere un vantaggio.<BR><BR>Da tenere d`occhio: Rodriguinho, mediano trentenne ex santos, stella della squadra azera.<BR><BR><BR><STRONG><EM>Europa League, Gruppo J: Tottenham, Panathinaikos, Lazio, Maribor</EM></STRONG><BR><BR>&nbsp;<BR><BR><EM>Tottenham</EM><BR><BR>&nbsp;<BR><BR>E` vero, senza Modric è una squadra molto diversa, ma resta pur sempre una squadra molto temibile: Bale, Adebayor, Lennon, nomi che mettono paura. Assimilata la rabbia per l`esclusione dalla Champion`s (nonostante il 4° posto è andata in Europa League per dare precedenza al Chelsea campione in carica), la squadra riparte con un nuovo tecnico, l`ex Porto e Chelsea Villas Boas molto contestato dai tifosi.<BR><BR>Da tenere d`occhio: Dembelè, acquistato dal Fulham per 13 milioni, il centrocampista che dovrebbe sostituire Modric: arduo, ma non impossibile.<BR><BR><BR><EM>Panathinaikos</EM><BR><BR><BR>Eliminato dal Malaga nei Play-Off di Champion`s, si candida come favorita numero 2 nel girone. Organico di prima fascia, un gioco ormai collaudato dal tecnico Jesus Ferriera, sono le principali forze dei greci. A prima occhiata non da` l`impressione di una rosa completa sotto ogni aspetto, con il rischio di trovarsi scoperto in fasi cruciali della stagione<BR><BR>Da tenere d`occhio: Fornaroli, l`attaccante ex Sampdoria, potrebbe dimostrare le sue qualità in una formazione dove l`attaccante centrale è il fulcro del gioco<BR><BR><BR><EM>Maribor</EM><BR><BR><BR>Altra squadra che può sorprendere: arriva dai Play-Off di Champion`s, campione Sloveno in carica, rappresenta l`alternativa alle big del girone. Formazione tipo il 4-4-1-1, modulo abituale di mister Milanic, da quattro anni sulla panchina della formazione slovena. Difficile opporsi alle altre tre squadre, c`è il rischio di ridursi a semplice comparsa.<BR><BR>Da tenere d`occhio: Tavares, punta e capitano della squadra, leader fuori e dentro; Il suo vice, Robert Beric, 21 anni, ottima promessa.<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>C1007650FL0733FL0733champions-league1.jpgSiNle-rivali-delle-italiane-nelle-coppe-europee-1008095.htmSi100808001,02,03010401
1451008054NewsCoppeEUROPA LEAGUE: Girone di ferro per l`Udinese, Tottenham per la Lazio, Psv-Napoli, facile per l`Inter20120831135424europa leagueEcco i gironi completiE' andata bene all'Inter che pesca il Rubin Kazan come avversario più pericoloso: PSV per il Napoli mentre girone di ferro per Udinese (Liverpool e Anzhi di Eto'o) e Lazio (Tottenahm e Panathinaikos).<BR><BR>Ecco a voi i gironi completi delle italiane:<BR><BR><BR><STRONG>Gruppo A</STRONG>: Liverpool, UDINESE, Young Boys, Anzhi<BR><BR><STRONG>Gruppo F</STRONG>: Psv, NAPOLI, Dnipro, AIK <BR><BR><STRONG>Gruppo H</STRONG>: INTER, Rubin Kazan, Partizan Belgrado, Neftci<BR><BR><STRONG>Gruppo J</STRONG>: Tottenahm, Panathinaikos, LAZIO, Maribor<BR><BR>Di seguito invece gli altri gruppi: <BR><BR><B>Gruppo &nbsp;B:</B> Atletico Madrid, Hapoel Tel-Aviv, Viktoria Plzen, Academica de Coimbra.<BR><B>Gruppo&nbsp; C:&nbsp;</B>Olympique Marsiglia, Fenerbahçe, Borussia Moenchengladbach, Limassol.<BR><B>Gruppo &nbsp;D:</B> Bordeaux, Bruge, Newcastle, Maritimo.<BR><B>Gruppo &nbsp;E:</B> Stoccarda, Copenhagen, Steaua Bucarest, Molde.<BR><B>Gruppo &nbsp;G:</B> Sporting Lisbona, Basilea, Genk, Videoton.<BR><B>Gruppo&nbsp; &nbsp;I:</B> Olympique Lione, Athletic Bilbao, Sparta Praga, Hapoel Shmona.<BR><B>Gruppo&nbsp; &nbsp;K:</B> Bayer Leverkusen, Metalist, Rosenborg, Rapid Vienna.<BR><B>Gruppo&nbsp; &nbsp;L:</B> Twente, Hannover96, Levante, Helsinborg.<BR>&nbsp;<BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR>FL0141FL0141Europa-League.jpgSiNlive-europa-league-sorteggio-inter-napoli-udinese-lazio-1008054.htmSi100205001,02,03010403
1461008042NewsCoppeSorteggi Europa League: Inter in prima fascia, Napoli e Udinese in seconda. Lazio in terza20120831110131europa leagueTerza fascia invece per la LazioOggi alle 13 andranno in scena i sorteggi per i gironi di Europa League: Inter, Napoli, Udinese e Lazio sono le nostre squadre interessate. Quest'anno tra l'altro si torna all'antico: dodici gironi da quattro squadre.<BR><BR>Ecco le quattro fasce:<BR><BR>PRIMA FASCIA<BR>Atletico Madrid (SPA), INTER, Lione (FRA), Liverpool (FRA), Marsiglia (FRA), SportIng Lisbona (POR), Psv (OLA), Tottenham (ING), Bayer Leverkusen (GER), Bordeaux (FRA), Twente (OLA), Stoccarda (GER)<BR><BR>SECONDA FASCIA<BR>Basilea (SVI), Metalist (UCR), Panathinaikos (GRE), Athletic Bilbao (SPA), Copenaghen (DAN), Fenerbahce (TUR), Rubin Kazan (RUS), NAPOLI, UDINESE, Bruges (BEL), Hapoel Tel Aviv (ISR), Hannover (GER)<BR><BR>TERZA FASCIA<BR>LAZIO, Steaua (ROM), Sparta Praga (R.CEC), Rosenborg (NOR), Newcastle (ING), Young Boys (SVI), Levante (SPA), Genk (BEL), Borussia Moenchengladbach (GER), Partizan (SER), Viktoria Plzen (R.CEC), Dnipro (UCR)<BR><BR>QUARTA FASCIA<BR>Helsingborg (SVE), Maritimo (POR), Rapid Vienna (AUT), Academica Coimbra (POR), Anzhi (RUS), Maribor (POR), Videoton (UNG), Aik Solna (SVE), Ael Limassol (CIP), Hapoel Kiryat Shmona (ISR), Molde (NOR), Neftchi Baku (AFG)<BR><BR>Nella prima fascia occhio Liverpool, Atletico Madrid e Tottanham, nella seconda Athletic Bilbao e Basilea, nella terza Newcastle e Borussia Moenchengladbach, nell'ultima l'Anzhi di Eto'o.<BR><BR><BR>FL0141FL0141guarin-inter.jpgSiNsorteggi-europa-league-inter-in-prima-fascia-napoli-e-udinese-in-seconda-1008042.htmSi100205001,02,03010456
1471008009NewsCalciomercatoTUTTI GLI AFFARI GIA` CONCLUSI20120830121531serie aSerie ALa finestra di trattative si concluderà venerdì 31 agosto alle 19.<BR><BR>Le società possono acquistare un massimo di due giocatori extracomunitari all'anno, sempre che gli slot (i posti) non siano già occupati da altri calciatori con passoporto extra U.E.<BR><BR>ATALANTA (all. Colantuono) <BR>Arrivi: Brivio (d, Lecce), Matheu (d, Independiente), Parra (a, Independiente), Stendardo (d, Lazio), Biondini (c, Genoa), Troisi (c, Juventus-Kayserispor Kulubu)<BR>Partenze: Cristiano Doni (a, fine contratto), Ferri (d, fine contratto), Polito (p, fine contratto), Mutarelli (c, fine contratto), Stendardo (d, fine prestito Lazio), Brighi (c, fine prestito Roma), Carrozza (c, Verona), Gabbiadini (a, Bologna)<BR><BR>BOLOGNA (all. Pioli)<BR>Arrivi: Riverola (c, Barcellona), Pasquato (a, Udinese), Curci (p, Roma), Roger de Carvalho (d, Genoa), De Carvalho (d, Tombense), Abero (d, Nacional Montevideo), Guarente (c, Siviglia), Natali (d, Fiorentina), Gabbiadini (a, Atalanta)<BR>Partenze: Belfodil (a, Lione), Raggi (d, Monaco), Paonessa (c, Parma), Di Vaio (a, Montreal Impact), Loria (d, fine contratto), Vitale (d, fine prestito Napoli), Gillet (p, Torino), Crespo (c, Verona), Mudingayi (c, Inter), Gavilan (a, Nocerina)<BR>&nbsp;<BR>CAGLIARI (all. Ficcadenti)<BR>Arrivi: Rossettini (d, Siena), Sau (a, Juve Stabia), Avelar (d, Karpaty Lviv), Camilleri (d, Reggina), Smit (d, Spal).<BR>Partenze: Canini (d, Genoa), Giorico (c, Lumezzane).<BR>&nbsp;<BR>CATANIA (all. Maran)<BR>Arrivi: Salifu (c, Fiorentina), Antenucci (a, Torino), Morimoto (a, Novara), Doukara (a, Vibonese), Frison (p, Vicenza), Antei (d, Grosseto), Castro (c, Racing Avellaneda), Rolin (d, Nacional)<BR>Partenze: Kosicky (p, Novara), Motta (d, fine prestito Juventus), Suazo (a, svincolato), Campagnolo (p, svincolato), Maxi Lopez (a, Sampdoria), Wellington (a, Koper), Catellani (a, Sassuolo)<BR>&nbsp;<BR>CHIEVO (all. Di Carlo)<BR>Arrivi: Iunco (a, Spezia), Papp (d, Vaslui), Farkas (d, Vaslui), Guana (c, Cesena), Cofie (c, Genoa), Di Michele (a, Lecce), Rigoni (c, Novara), Dainelli (d, svincolato), Pucino (c, Varese)<BR>Partenze: Hanine (c, Ascoli), Acerbi (d, Genoa), Iori (c, Cesena), Uribe (a, Nacional), Mandelli (d, svincolato), Bradley (c, Roma), Granoche (a, Padova), Farias (a, Padova), Fatic (d, Hellas Verona), Uribe (a, Atletico Nacional), Iunco (a, Bari), Sammarco (c, Spezia).<BR>&nbsp;<BR>FIORENTINA (all. Montella)<BR>Arrivi: Hegazy (d, Ismaily), El Hamdaoui (a, Ajax), Roncaglia (d, Boca Juniors), Lupatelli (p, svincolato), Cuadrado (c, Udinese), Viviano (p, Palermo), Della Rocca (c, Palermo), Fernandez (a, Sporting Lisbona), Borja Valero (c, Villarreal), Gonzalo Rodriguez (d, Villarreal), Aquilani (c, Liverpool), Pizarro (c, Roma).<BR>Partenze: Montolivo (c, Milan), Natali (d, Bologna), Kroldrup (d, fine contratto), Marchionni (c, fine contratto), Salifu (c, Catania), Amauri (a, Parma), Seculin (p, Juve Stabia), Agyei (c, Juve Stabia), Babacar (a, Padova), Kharja (c, rescissione), Gamberini (d, Napoli), Behrami (c, Napoli), De Silvestri (d, Sampdoria), Acosty (a, Juve Stabia), Felipe (d, Siena), Cerci (a, Torino), Lepiller (a, svincolato)<BR>&nbsp;<BR>GENOA (all. De Canio)<BR>Arrivi: Immobile (a, Pescara), Merkel (c, Milan), Von Bergen (d, Cesena), Lazarevic (a, Padova), Tozser (c, Genk), Polo (a, Universitario), Acerbi (d, Chievo), Canini (d, Cagliari), Anselmo (c, Palmeiras), M. Martinez (d, Racing), Bertolacci (a, Roma) , Velazquez (d, Independiente), Piscitella (a, Roma), Martinez (a, Palermo), Tzorvas (p, Palermo)<BR>Partenze: Acerbi (d, Milan), Caracciolo (a, Brescia), Constant (c, Milan), Palacio (a, Inter), Sculli (a, fine prestito Lazio), Belluschi (c, fine prestito Porto), Eduardo (p, Istanbul BB), Veloso (c, Dynamo Kiev), Cofie (c, Chievo), Roger de Carvalho (d, Bologna), Ribas (a, Monaco), Alhassan (d, Novara), Von Bergen (d, Palermo), Biondini (c, Atalanta), Barusso (c, Novara), Lazarevic (c, Modena)<BR>&nbsp;<BR>INTER (all. Stramaccioni)<BR>Arrivi: Palacio (a, Inter), Bardi (p, Livorno), Jonathan (d, Parma), Coutinho (a, Espanyol), Handanovic (p, Udinese), Silvestre (d, Palermo), Mudingayi (c, Bologna), Cassano (a, Milan), Gargano (c, Napoli), Pereira (c, Porto).<BR>Partenze: Zarate (a, Lazio), Palombo (c, Sampdoria), Cordoba (d, fine contratto), Orlandoni (p, fine contratto), Lucio (d, Juventus), Forlan (a, rescissione), Faraoni (d, Udinese), Alborno (d, Novara), Bardi (p, Novara), Poli (c, Sampdoria), Castaignos (a, Twente), Pazzini (a, Milan), Longo (a, Espanyol), Julio Cesar (p, Qpr).<BR>&nbsp;<BR>JUVENTUS (all. Conte)<BR>Arrivi: Giovinco (a, Parma), Asamoah (c, Udinese), Isla (c, Udinese), Leali (p, Brescia), Lucio (d, Inter), Pogba (c, Manchester United), Boakye (a, Sassuolo), Rubinho (p, svincolato)<BR>Partenze: Manninger (p, fine contratto), Del Piero (a, fine contratto), Grosso (d, fine contratto), Borriello (a, fine prestito Roma), Pasquato (c, Udinese), Elia (c, Werder Brema), Chibsah (c, Parma), Krasic (c, Fenerbahce), Estigarribia (c, Sampdoria), Felipe Melo (c, Galatasaray), Rossi (c, Brescia)<BR>&nbsp;<BR>LAZIO (all. Petkovic)<BR>Arrivi: Zarate (a, Inter), Ederson (a, Lione), Ciani (d, Bordeaux).<BR>Partenze: Del Nero (a, fine contratto), Makinwa (a, fine contratto), Stendardo (d, Atalanta), Garrido (Norwich).<BR>&nbsp;<BR>MILAN (all. Allegri)<BR>Arrivi: Montolivo (c, Fiorentina), Traoré (c, Nancy), Acerbi (d, Genoa), Didac Vilà (d, Espanyol), Taiwo (d, Qpr), Gabriel (p, Cruzeiro), Constant (c, Genoa), Zapata (d, Villarreal), Pazzini (a, Inter), Niang (a, Caen), Bojan (a, Roma).<BR>Partenze: Gattuso (c, Sion), Van Bommel (c, Psv Eindhoven), Nesta (d, Montreal Impact), Inzaghi (a, fine contratto), Roma, (p, Monaco), Zambrotta (d, fine contratto), Seedorf (c, Botafogo), Maxi Lopez (a, fine prestito Catania), Adiyiah (a, Arsenal Kiev), Comi (a, Reggina), Zigoni (a, Pro Vercelli), Ricardo Ferreira (d, Empoli), Thiago Silva (d, Paris Saint Germain), Ibrahimovic (a, Paris Saint-Germain), Taiwo (d, Dinamo Kiev), Cassano (a, Inter)<BR>&nbsp;<BR>NAPOLI (all. Mazzarri)<BR>Arrivi: Insigne (a, Pescara), Bariti (c, Vicenza), Gamberini (d, Fiorentina), Behrami (c, Fiorentina), El Kaddouri (c, Brescia).<BR>Partenze: Lavezzi (a, Psg), Grava (d, fine contratto), Santana (c, Torino), Fideleff (d, Parma), Dumitru (a, Ternana), Chavez (a, Almirante Brown), Gargano (c, Inter).<BR>&nbsp;<BR>PALERMO (all. Sannino)<BR>Arrivi: Viola (a, Reggina), Brienza (a, Siena), Kurtic (c, Varese), Morganella (d, Novara), Ujkani (p, Novara), Dybala (a, Instituto), Rios (c, Chivas), Von Bergen (d, Genoa), Sosa (a, Cerro Largo).<BR>Partenze: Gonzalez (a, Novara), Silvestre (d, Inter), Succi (a, Cesena), Bacinovic (c, Verona), Acquah (Parma), Viviano (p, Fiorentina), Della Rocca (c, Fiorentina), Balzaretti (d, Roma), Alvarez (c, Dinamo Bucarest), Martinez (a, Genoa), Tzorvas (p, Genoa), Vazquez (c, Rayo Vallecano)<BR>&nbsp;<BR>PARMA (all. Donadoni)<BR>Arrivi: Belfodil (a, Lione), Ninis (c, Panathinaikos), Pabon (a, Nacional Medellin), Paonessa (c, Bologna), Dellafiore (d, Novara), Amauri (a, svincolato), Brandao (d, Siena), Parolo (c, Cesena), Fideleff (d, Napoli), Acquah (Palermo), MacEachen (d, Penarol), Rosi (d, Roma), Benalouane (d, Cesena), Okaka (a, Roma)<BR>Partenze: Giovinco (a, Juventus), Danilo Pereira (c, Roda), Rispoli (d, Padova), Nwanko (c, Padova), Okaka (a, fine prestito Roma), Floccari (a, fine prestito Lazio), Valiani (c, Siena).<BR>&nbsp;<BR>PESCARA (all. Stroppa)<BR>Arrivi: Abbruscato (a, Vicenza), Colucci (c, Cesena), Bjarnason (c, Standard Liegi), Elyounoussi (a, Fredrikstad), Cosic (d, Stella Rossa), Munoz (a, Colo Colo), Celik (a, Gais), Chiaretti (a, Taranto), Quintero (c, Atletico Nacional), Weiss (c, Manchester City), Crescenzi (d, Roma), Terlizzi (d, Varese), Jonathas (a, Brescia)<BR>Partenze: Immobile (a, Genoa), Insigne (a, Napoli), Sansovini (a, Spezia), Giacomelli (a, Vicenza), Gessa (c, Cesena), Verratti (c, Paris Saint Germain), Ragni (p, Nocerina)<BR>&nbsp;<BR>ROMA (all. Zeman)<BR>Arrivi: D'Alessandro (c, Verona), Florenzi (c, Crotone), Dodò (d, Corinthians), Stoian (a, Bari), Svedkauskas (p, Suduva), Lucca (c, Internacional), Tachtsidis (c, Verona), Bradley (c, Chievo Verona), Destro (a, Siena), Castan (d, Corinthians), Balzaretti (d, Palermo), Piris (d, Deportivo Maldonado), Marquinhos (d, Corinthians).<BR>Partenze: Cassetti (d, fine contratto), Cicinho (d, Sport Recife), Antunes (d, rescissione), Viviani (c, Padova), Gago (c, Real Madrid), Borini (a, Liverpool), Curci (p, Bologna), Juan (d, rescissione), Bertolacci (c, Genoa), Greco (c, Olympiakos), Piscitella (a, Genoa), José Angel (d, Real Sociedad), Rosi (d, Parma), Pizarro (c, Fiorentina), Heinze (d, Newell's Old Boys), Brighi (c, Torino), Okaka (a, Parma), Bojan (a, Milan).<BR>&nbsp;<BR>SAMPDORIA (all. Ferrara)<BR>Arrivi: Tissone (c, Maiorca), Corazza (Portogruaro), Maxi Lopez (a, Catania), De Silvestri (d, Fiorentina), Poli (c, Inter), Estigarribia (c, Juventus), Berni (p, Braga), Poulsen (d, Az Alkmaar).<BR>Partenze: Foggia (c, fine prestito Lazio), Pellè (a, fine prestito Parma), Celjak (c, Grosseto), Zaza (a, Ascoli), Piovaccari (a, Novara), Fornaroli (a, Boston River), Signori (c, Modena), Fiorillo (p, Livorno), Gentsoglou (c, Livorno), Padelli (p, Udinese)<BR>&nbsp;<BR>SIENA (all. Cosmi)<BR>Arrivi: Dellafiore (Parma), Rubin (d, Torino), Valiani (c, Parma), Paci (d, Novara), Campagnolo (p, svincolato), Novo Neto (d, Nacional Funchal), Felipe (d, Fiorentina), Joelson (a, Pergocrema)<BR>Partenze: Rossettini (d, Cagliari), Brienza (a, Palermo), Codrea (c, fine contratto), Brkic (p, dine prestito Udinese), Gazzi (c, Torino), Pesoli (d, Siena), Del Prete (d, Novara), Destro (a, Roma).<BR>&nbsp;<BR>TORINO (all. Ventura)<BR>Arrivi: Ebagua (a, Catania), Gillet (p, Bologna), Sansone (a, Sassuolo), Santana (c, Napoli), Gazzi (c, Siena), Rodriguez (d, Cesena), Brighi (c, Roma), Cerci (a, Fiorentina).<BR>Partenze: Antenucci (a, Catania), Ebagua (a, Varese), Rubin (d, Siena), Pratali e Gasbarroni (svincolati), Pratali (d, Empoli), Surraco (c, Modena).<BR>&nbsp;<BR>UDINESE (all. Guidolin)<BR>Arrivi: Brkic (p, Siena), Gabriel Silva (d, Novara), Willians (c, Flamengo), Allan Marques (c, Vasco da Gama), Thomas Heurtaux (d, Caen), Wojciech Pawlowski&nbsp; (p, Lechia), Pasquato (c, Juve), Cuadrado (c, Lecce), Muriel (a, Lecce), Machis (a, Mineros de Guayana), Faraoni (d, Inter), Maicosuel (c, Botafogo), Padelli (p, Sampdoria)<BR>Partenze: Floro Flores (a, Granada), Torje (a, Granada), Asamoah Kwadwo (c, Juventus), Isla (c, Juventus), Ferronetti (d, fine contratto), Pazienza (c, fine prestito Juventus), Pasquato (a, Bologna), Handanovic (p, Inter), Cuadrado (c, Fiorentina), Abdi, Beleck, Pudil e Vydra (Watford).<BR><BR>C1007650adm001adm001calciomercato.jpgSiNserie-a-tutti-gli-affari-gia-conclusi-1008009.htmSi100075601,02,03010631
1481007980NewsCalciomercatoArsenal, Walcott in vendita. City e Liverpool su di lui20120829163400Walcott,Arsenal,Liverpool,Manchester CityWalcott in venditaTheo Walcott è in vendita. L'ala dell'Arsenal ha ricevuto un ultimatum da Arsene Wenger per un prolungamento di contratto. In caso il giocatore non firmerà un quinquennale sarà messo sul mercato. La richiesta è di 12 milioni di sterline e su di lui ci sono Liverpool e Manchester City.<br><br>C1007856FL0744FL0744walcott.jpgSiNarsenal-walcott-in-vendita-1007980.htmSi100796901,02,03010325
1491007956NewsEditorialeTalento o denaro, cos`è fondamentale? Il bivio e la possibilità di una svolta20120829094200Psg, Manchester City, Serie A, calciomercato, Udinese, Champions LeagueLe grandi del mercato barcollano, Italia giovane e bella. La rivincita dei «poveri d`Europa«I primi incontri ufficiali della stagione stanno già dando alcuni verdetti: l`assennatezza paga, le grandi cifre no. Mentre nella prima giornata della <STRONG>Serie A</STRONG> i giovani l`hanno fatta da padroni, insieme ad alcune buone rivelazioni, in Francia il <STRONG>Psg</STRONG> (140 milioni spesi sul mercato) annaspa confusamente, riuscendo a strappare solo tre punti in tre giornate, tra l`altro contro i modesti Lorient e Ajaccio, oltre che con il Bordeaux nell`ultimo week end. Sull`altra sponda della Manica, il <STRONG>City</STRONG> vince di misura (3-2), peraltro in casa, sui neopromossi del Southampton, e pareggia stentatamente contro il Liverpool. In <STRONG>Spagna</STRONG>, invece, la musica è diversa. Lì il rigore è più forte, coadiuvato da una diversa mentalità: quella della cantera, del campione cresciuto fin da piccolo e mantenuto all'interno del club. Il <STRONG>Real Madrid</STRONG> ha rappresentato un'eccezione negli ultimi anni, con un picco massimo di 257 milioni spesi nel 2009-'10, anche se quest'anno ha dovuto tirare il fiato. <BR><BR>Investimenti, dunque: ecco la chiave per poter andare avanti senza i grandi capitali e petrodollari a disposizione di altri club. Sicuramente potremo trarre giudizi più precisi quando cominceranno le fasi finali delle coppe europee e potremo vedere i primi scontri diretti tra le grandi d'Europa, ma per adesso dobbiamo accontentarci di confrontare i risultati ottenuti dalle varie formazioni nei propri campionati. A questo proposito, ieri abbiamo assistito alla prematura uscita di scena dall'Europa&nbsp;delle stelle&nbsp;dell'<STRONG>Udinese</STRONG>, più per colpa di una preparazione insufficiente che di una rosa di scarso valore. Uno a uno in entrambe le gare, e la lotteria dei rigori, piena incarnazione pallonara del fato, che premia i portoghesi infrangendo il sogno di Guidolin e dei bianconeri. Siamo comunque certi che intraprenderanno un ottimo cammino in<STRONG> Europa League</STRONG>, quando le menti saranno più concentrate, le giornate meno calde e i muscoli più temprati. <BR><BR>Una cosa è sicura: in <STRONG>Italia</STRONG> qualcosa è cambiato, e non poco. Non accadeva da più di dieci anni, e non parliamo dell'ennesimo anticiclone estivo, ma dell'età media dei marcatori della prima giornata: quest'anno è stata di 26,31 anni. Infatti dobbiamo risalire alla stagione 2001-'02 per trovare una media più bassa: 25,90. Ma la differenza, radicale, è una: nell'estate del 2001 le italiane erano le regine indiscusse del mercato, lasciando solo le briciole a spagnole e inglesi. Oggi invece, sommando le spese delle tre squadre del nostro paese che hanno investito di più sul mercato (<STRONG>Inter</STRONG>, <STRONG>Juventus</STRONG> e <STRONG>Roma</STRONG>), non si raggiunge nemmeno la quota spesa dal club parigino di Al-Khelaifi. Dopotutto l'austerity di oggi è una logica conseguenza delle folli spese degli anni '80, '90 e dei primi del nuovo millennio. Che sia questo il destino della florida Premier League, la quale vede il bilancio dell'estate di mercato in rosso di più di 200 milioni? D'altronde, come ha detto Arrigo Sacchi, il bel gioco non si può certo comprare. <BR><BR>La crisi economica, che sta colpendo  seppur in maniera attutita  il calcio multimilionario, potrebbe invece costituire una chance per rifondare la giostra del pallone. Potrebbe sembrare una contraddizione, ma se nella macchina calcistica girasse meno denaro, si guadagnerebbe in stabilità. Con la fine della folle corsa all'acquisto più costoso, anche i rischi di fallimento per le società diminuirebbero drasticamente. Per non parlare del riciclaggio di denaro da parte di organizzazioni criminali. E così sono le italiane, per il momento, a spuntarla. Le italiane, già. Quelle che non hanno soldi, che trattano per un mese al fine di pagare un milione in meno per il cartellino di un calciatore  quando arriva il riccone di turno che offre il doppio -, che restano senza campioni, che stanno a discutere su una stella in più o in meno quando in Champions vanno fuori ai quarti. Quelle in cui i campioni sono rimpiazzati da giovani che giocano bene e segnano, quelle che hanno fornito alla Nazionale finalista ad <STRONG>Euro 2012</STRONG> venti giocatori su ventitré e che portano grandi talenti in <STRONG>Under 21</STRONG> o alle <STRONG>NextGen Series</STRONG>. L'ennesima rivoluzione calcistica del 2012, la più importante, sta cominciando proprio adesso. E forse si concluderà con un lieto fine, rendendo di nuovo la Serie A il campionato più importante e ricco del mondo. Una bella favola, ma con un'importante morale: investire per il futuro, invece di spendere per il presente. E intendere, per ricco, un calcio pieno di talento per una volta, più che di denaro, ricordando che solo&nbsp;con i soldi si può fare una squadra grande, ma non una grande squadra.<BR><BR>C1007650FL0435FL0435205928hp2.jpgSiNtalento-o-denaro-cos-e-fondamentale-il-bivio-e-la-possibilita-di-una-svolta-1007956.htmSi100612201,02,03010355
1501007885NewsCalcio EsteroTevez salva il City ad Anfield: 2-220120826190662city liverpool arsenal sunderlandLiverpool avanti due volte. Pari ArsenalFinisce 2-2 ad Anfield Road il big match di giornata tra Liverpool e Manchester City: a salvare i Citizens, due volte sotto, il gol di Carlitos Tevez nel finale.<BR><BR>Splendida prova dei Reds, passati in vantaggio con un colpo di testa di Skrtel al 34': gli uomini di Mancini si svegliano nella ripresa e pareggiano con Yaya Toure al 63'. Passano tre minuti e Luis Suarez porta in vantaggio i suoi, prima del pareggio finale di Tevez. Match combattutissimo con le due squadre che hanno provato a vincere il match fino all'ultimo: il pari insomma sembra il risultato più giusto.<BR><BR>Pareggia anche l'Arsenal: 0-0 con il Sunderland nonostante le grandi occasioni per Podolski, Cazorla e Arteta.<BR><BR>C1007856FL0141FL0141carlitos-tevez.jpgSiNtevez-salva-il-city-ad-anfield-1007885.htmSi100205001,02,03010191
1511007854NewsCampionatiLIVE ILCALCIO24 - PREMIER LEAGUE: risultati e marcatori20120825174531live, premier leagueLive Premier League Seconda GiornataSegui la diretta su<EM> IlCalcio24</EM> della seconda giornata di Premier League. Match ore 16. <BR><BR>Parziali<BR><BR>Aston Villa-Everton 1-3: 3' Pieenar, 33' Fellaini, 44' Jelavic, 75' El Ahmadi (A)&nbsp;&nbsp;&nbsp; <BR><BR>Manchester United-Fulham 3-2: 3' Duff (F), 10' Van Persie, 35' Kagawa, 41' Rafael, 64' Vidic autogol (F)&nbsp;&nbsp;&nbsp; <BR><BR>Norwich City-QPR 1-1: 11' Jackson (N), 19' Zamora&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; <BR><BR>Southampton-Wigan Athletic 0-2: 51' Di Santo, 89' Kone&nbsp;&nbsp;&nbsp; <BR><BR>Tottenham-WBA 1-1: 74' Assou-Ekotto (T), 91' Morrison &nbsp;&nbsp;&nbsp; <BR><BR>ore 18.30<BR>Chelsea-Newcastle&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; <BR><BR>Giocata alle 13.45<BR>Swansea City-West Ham 3-0<BR>(20' Rangel, 29' Michu, 64' Graham)<BR><BR>Domenica 26 Agosto<BR>Stoke City-Arsenal ore 14.30&nbsp;&nbsp; <BR>Liverpool-Manchester City ore 17<BR><BR>Rinviata per meteo<BR>Sunderland-Reading&nbsp;&nbsp;&nbsp; <BR><BR>1007856adm001adm001Premier-League-trophy_1270351.jpgSiNlive-premier-league-match-ore-seconda-giornata-risultati-marcatori-1007854.htmSi100075701,02,03010412
1521007841NewsCalciomercatoMercato Milan, il Liverpool si aggiudica Sahin20120825114531real madrid, liverpool, sahinReal Madrid Liverpool Sahin Milan<STRONG>Nuri Sahin (24) </STRONG>è un giocatore del <STRONG>Liverpool</STRONG>. <br><br> Il centrocampista turco del <STRONG>Real Madrid</STRONG>, accostato più volte al Milan, sbarca in Inghilterra con la formula del prestito. <br><br> <BR>&nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001sahin.jpgSiNmilan-il-liverpool-si-aggiudica-sahin-1007841.htmNoT1000027100075501,02,03,07010249
1531007801NewsCalciomercatoSerie A, tutti i trasferimenti già definiti20120824113130serie a, trasferimentiSerie A TrasferimentiLa finestra di mercato si concluderà venerdì 31 agosto alle 19.<br><br> Le società possono acquistare un massimo di due giocatori extracomunitari all'anno, sempre che gli slot (i posti) non siano già occupati da altri calciatori con passoporto extra U.E.<br><br> &nbsp;<br><br> <A class=link-6 href="/squadre/atalanta.cfm" target="">ATALANTA</A> (all. Colantuono) <BR>Arrivi: Brivio (d, Lecce), Matheu (d, Independiente), Parra (a, Independiente), Stendardo (d, Lazio).<BR>Partenze: Cristiano Doni (a, fine contratto), Ferri (d, fine contratto), Polito (p, fine contratto), Mutarelli (c, fine contratto), Stendardo (d, fine prestito Lazio), Brighi (c, fine prestito Roma), Carrozza (c, Verona).<br><br> <A class=link-6 href="/squadre/bologna.cfm" target="">BOLOGNA </A>(all. Pioli)<BR>Arrivi: Riverola (c, Barcellona), Pasquato (a, Udinese), Curci (p, Roma), Roger de Carvalho (d, Genoa), De Carvalho (d, Tombense), Abero (d, Nacional Montevideo), Guarente (c, Siviglia), Natali (d, Fiorentina).<BR>Partenze: Belfodil (a, Lione), Raggi (d, Monaco), Paonessa (c, Parma), Di Vaio (a, Montreal Impact), Loria (d, fine contratto), Vitale (d, fine prestito Napoli), Gillet (p, Torino), Crespo (c, Verona), Mudingayi (c, Inter), Gavilan (a, Nocerina)<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/cagliari.cfm" target="">CAGLIARI </A>(all. Ficcadenti)<BR>Arrivi: Rossettini (d, Siena), Sau (a, Juve Stabia), Avelar (d, Karpaty Lviv), Camilleri (d, Reggina), Smit (d, Spal).<BR>Partenze: Canini (d, Genoa), Giorico (c, Lumezzane).<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/catania.cfm" target="">CATANIA</A> (all. Maran)<BR>Arrivi: Salifu (c, Fiorentina), Antenucci (a, Torino), Morimoto (a, Novara), Doukara (a, Vibonese), Frison (p, Vicenza), Antei (d, Grosseto), Castro (c, Racing Avellaneda), Rolin (d, Nacional)<BR>Partenze: Kosicky (p, Novara), Motta (d, fine prestito Juventus), Suazo (a, svincolato), Campagnolo (p, svincolato), Maxi Lopez (a, Sampdoria), Wellington (a, Koper)<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/chievo.cfm" target="">CHIEVO</A> (all. Di Carlo)<BR>Arrivi: Iunco (a, Spezia), Papp (d, Vaslui), Farkas (d, Vaslui), Guana (c, Cesena), Cofie (c, Genoa), Di Michele (a, Lecce), Rigoni (c, Novara), Dainelli (d, svincolato), Pucino (c, Varese)<BR>Partenze: Hanine (c, Ascoli), Acerbi (d, Genoa), Iori (c, Cesena), Uribe (a, Nacional), Mandelli (d, svincolato), Bradley (c, Roma), Granoche (a, Padova), Farias (a, Padova), Fatic (d, Hellas Verona), Uribe (a, Atletico Nacional), Iunco (a, Bari), Sammarco (c, Spezia).<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/fiorentina.cfm" target="">FIORENTINA</A> (all. Montella)<BR>Arrivi: Hegazy (d, Ismaily), El Hamdaoui (a, Ajax), Roncaglia (d, Boca Juniors), Lupatelli (p, svincolato), Cuadrado (c, Udinese), Viviano (p, Palermo), Della Rocca (c, Palermo), Fernandez (a, Sporting Lisbona), Borja Valero (c, Villarreal), Gonzalo Rodriguez (d, Villarreal), Aquilani (c, Liverpool), Pizarro (c, Roma).<BR>Partenze: Montolivo (c, Milan), Natali (d, Bologna), Kroldrup (d, fine contratto), Marchionni (c, fine contratto), Salifu (c, Catania), Amauri (a, Parma), Seculin (p, Juve Stabia), Agyei (c, Juve Stabia), Babacar (a, Padova), Kharja (c, rescissione), Gamberini (d, Napoli), Behrami (c, Napoli), De Silvestri (d, Sampdoria), Acosty (a, Juve Stabia), Felipe (d, Siena), Cerci (a, Torino).<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/genoa.cfm" target="">GENOA</A> (all. De Canio)<BR>Arrivi: Immobile (a, Pescara), Merkel (c, Milan), Von Bergen (d, Cesena), Lazarevic (a, Padova), Tozser (c, Genk), Polo (a, Universitario), Acerbi (d, Chievo), Canini (d, Cagliari), Anselmo (c, Palmeiras), M. Martinez (d, Racing), Bertolacci (a, Roma) , Velazquez (d, Independiente), Piscitella (a, Roma), Martinez (a, Palermo), Tzorvas (p, Palermo)<BR>Partenze: Acerbi (d, Milan), Caracciolo (a, Brescia), Constant (c, Milan), Palacio (a, Inter), Sculli (a, fine prestito Lazio), Belluschi (c, fine prestito Porto), Eduardo (p, Istanbul BB), Veloso (c, Dynamo Kiev), Cofie (c, Chievo), Roger de Carvalho (d, Bologna), Ribas (a, Monaco), Alhassan (d, Novara), Von Bergen (d, Palermo)<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/inter.cfm" target="">INTER</A> (all. Stramaccioni)<BR>Arrivi: Palacio (a, Inter), Bardi (p, Livorno), Jonathan (d, Parma), Coutinho (a, Espanyol), Handanovic (p, Udinese), Silvestre (d, Palermo), Mudingayi (c, Bologna), Cassano (a, Milan), Gargano (c, Napoli).<BR>Partenze: Zarate (a, Lazio), Palombo (c, Sampdoria), Cordoba (d, fine contratto), Orlandoni (p, fine contratto), Lucio (d, Juventus), Forlan (a, rescissione), Faraoni (d, Udinese), Alborno (d, Novara), Bardi (p, Novara), Poli (c, Sampdoria), Castaignos (a, Twente), Pazzini (a, Milan).<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/juventus.cfm" target="">JUVENTUS</A> (all. Conte)<BR>Arrivi: Giovinco (a, Parma), Asamoah (c, Udinese), Isla (c, Udinese), Leali (p, Brescia), Lucio (d, Inter), Pogba (c, Manchester United), Boakye (a, Sassuolo), Troisi (c, Kayserispor Kulubu)<BR>Partenze: Manninger (p, fine contratto), Del Piero (a, fine contratto), Grosso (d, fine contratto), Borriello (a, fine prestito Roma), Pasquato (c, Udinese), Elia (c, Werder Brema), Chibsah (c, Parma), Krasic (c, Fenerbahce), Estigarribia (c, Sampdoria), Felipe Melo (c, Galatasaray), Rossi (c, Brescia)<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/lazio.cfm" target="">LAZIO</A> (all. Petkovic)<BR>Arrivi: Zarate (a, Inter), Ederson (a, Lione).<BR>Partenze: Del Nero (a, fine contratto), Makinwa (a, fine contratto), Stendardo (d, Atalanta), Garrido (Norwich).<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/milan.cfm" target="">MILAN</A> (all. Allegri)<BR>Arrivi: Montolivo (c, Fiorentina), Traoré (c, Nancy), Acerbi (d, Genoa), Didac Vilà (d, Espanyol), Taiwo (d, Qpr), Gabriel (p, Cruzeiro), Constant (c, Genoa), Zapata (d, Villarreal), Pazzini (a, Inter)<BR>Partenze: Gattuso (c, Sion), Van Bommel (c, Psv Eindhoven), Nesta (d, Montreal Impact), Inzaghi (a, fine contratto), Roma, (p, Monaco), Zambrotta (d, fine contratto), Seedorf (c, Botafogo), Maxi Lopez (a, fine prestito Catania), Adiyiah (a, Arsenal Kiev), Comi (a, Reggina), Zigoni (a, Pro Vercelli), Ricardo Ferreira (d, Empoli), Thiago Silva (d, Paris Saint Germain), Ibrahimovic (a, Paris Saint-Germain), Taiwo (d, Dinamo Kiev), Cassano (a, Inter)<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/napoli.cfm" target="">NAPOLI </A>(all. Mazzarri)<BR>Arrivi: Insigne (a, Pescara), Bariti (c, Vicenza), Gamberini (d, Fiorentina), Behrami (c, Fiorentina).<BR>Partenze: Lavezzi (a, Psg), Grava (d, fine contratto), Santana (c, Torino), Fideleff (d, Parma), Dumitru (a, Ternana), Chavez (a, Almirante Brown), Gargano (c, Inter).<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/palermo.cfm" target="">PALERMO </A>(all. Sannino)<BR>Arrivi: Viola (a, Reggina), Brienza (a, Siena), Kurtic (c, Varese), Morganella (d, Novara), Ujkani (p, Novara), Dybala (a, Instituto), Rios (c, Chivas), Von Bergen (d, Genoa)<BR>Partenze: Gonzalez (a, Novara), Silvestre (d, Inter), Succi (a, Cesena), Bacinovic (c, Verona), Acquah (Parma), Viviano (p, Fiorentina), Della Rocca (c, Fiorentina), Balzaretti (d, Roma), Alvarez (c, Dinamo Bucarest), Martinez (a, Genoa), Tzorvas (p, Genoa)<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/parma.cfm" target="">PARMA</A> (all. Donadoni)<BR>Arrivi: Belfodil (a, Lione), Ninis (c, Panathinaikos), Pabon (a, Nacional Medellin), Paonessa (c, Bologna), Dellafiore (d, Novara), Amauri (a, svincolato), Brandao (d, Siena), Parolo (c, Cesena), Fideleff (d, Napoli), Acquah (Palermo), MacEachen (d, Penarol), Rosi (d, Roma), Benalouane (d, Cesena), Okaka (a, Roma)<BR>Partenze: Giovinco (a, Juventus), Danilo Pereira (c, Roda), Rispoli (d, Padova), Nwanko (c, Padova), Okaka (a, fine prestito Roma), Floccari (a, fine prestito Lazio), Valiani (c, Siena).<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/pescara.cfm" target="">PESCARA</A> (all. Stroppa)<BR>Arrivi: Abbruscato (a, Vicenza), Colucci (c, Cesena), Bjarnason (c, Standard Liegi), Elyounoussi (a, Fredrikstad), Cosic (d, Stella Rossa), Munoz (a, Colo Colo), Celik (a, Gais), Chiaretti (a, Taranto), Quintero (c, Atletico Nacional), Weiss (c, Manchester City), Crescenzi (d, Roma), Terlizzi (d, Varese), Jonathas (a, Brescia)<BR>Partenze: Immobile (a, Genoa), Insigne (a, Napoli), Sansovini (a, Spezia), Giacomelli (a, Vicenza), Gessa (c, Cesena), Verratti (c, Paris Saint Germain), Ragni (p, Nocerina)<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/roma.cfm" target="">ROMA</A> (all. Zeman)<BR>Arrivi: D'Alessandro (c, Verona), Florenzi (c, Crotone), Dodò (d, Corinthians), Stoian (a, Bari), Svedkauskas (p, Suduva), Lucca (c, Internacional), Tachtsidis (c, Verona), Bradley (c, Chievo Verona), Destro (a, Siena), Castan (d, Corinthians), Balzaretti (d, Palermo), Piris (d, Deportivo Maldonado), Marquinhos (d, Corinthians).<BR>Partenze: Cassetti (d, fine contratto), Cicinho (d, Sport Recife), Antunes (d, rescissione), Viviani (c, Padova), Gago (c, Real Madrid), Borini (a, Liverpool), Curci (p, Bologna), Juan (d, rescissione), Bertolacci (c, Genoa), Greco (c, Olympiakos), Piscitella (a, Genoa), José Angel (d, Real Sociedad), Rosi (d, Parma), Pizarro (c, Fiorentina), Heinze (d, Newell's Old Boys), Brighi (c, Torino), Okaka (a, Parma)<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/sampdoria.cfm" target="">SAMPDORIA</A> (all. Ferrara)<BR>Arrivi: Tissone (c, Maiorca), Corazza (Portogruaro), Maxi Lopez (a, Catania), De Silvestri (d, Fiorentina), Poli (c, Inter), Estigarribia (c, Juventus).<BR>Partenze: Foggia (c, fine prestito Lazio), Pellè (a, fine prestito Parma), Celjak (c, Grosseto), Zaza (a, Ascoli), Piovaccari (a, Novara), Fornaroli (a, Boston River), Signori (c, Modena), Fiorillo (p, Livorno), Gentsoglou (c, Livorno) .<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/siena.cfm" target="">SIENA</A> (all. Cosmi)<BR>Arrivi: Dellafiore (Parma), Rubin (d, Torino), Valiani (c, Parma), Paci (d, Novara), Campagnolo (p, svincolato), Novo Neto (d, Nacional Funchal), Felipe (d, Fiorentina)<BR>Partenze: Rossettini (d, Cagliari), Brienza (a, Palermo), Codrea (c, fine contratto), Brkic (p, dine prestito Udinese), Gazzi (c, Torino), Pesoli (d, Siena), Del Prete (d, Novara), Destro (a, Roma).<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/torino.cfm" target="">TORINO</A> (all. Ventura)<BR>Arrivi: Ebagua (a, Catania), Gillet (p, Bologna), Sansone (a, Sassuolo), Santana (c, Napoli), Gazzi (c, Siena), Rodriguez (d, Cesena), Brighi (c, Roma), Cerci (a, Fiorentina).<BR>Partenze: Antenucci (a, Catania), Ebagua (a, Varese), Rubin (d, Siena), Pratali e Gasbarroni (svincolati), Pratali (d, Empoli), Surraco (c, Modena).<BR>&nbsp;<BR><A class=link-6 href="/squadre/udinese.cfm" target="">UDINESE</A> (all. Guidolin)<BR>Arrivi: Brkic (p, Siena), Gabriel Silva (d, Novara), Willians (c, Flamengo), Allan Marques (c, Vasco da Gama), Thomas Heurtaux (d, Caen), Wojciech Pawlowski&nbsp; (p, Lechia), Pasquato (c, Juve), Cuadrado (c, Lecce), Muriel (a, Lecce), Machis (a, Mineros de Guayana), Faraoni (d, Inter), Maicosuel (c, Botafogo)<BR>Partenze: Floro Flores (a, Granada), Torje (a, Granada), Asamoah Kwadwo (c, Juventus), Isla (c, Juventus), Ferronetti (d, fine contratto), Pazienza (c, fine prestito Juventus), Pasquato (a, Bologna), Handanovic (p, Inter), Cuadrado (c, Fiorentina), Abdi, Beleck, Pudil e Vydra (Watford).<br><br>1007856adm001adm001calciomercato.jpgSiNserie-a-tutti-i-trasferimenti-gia-definiti-1007801.htmSi100075501,02,03010527
1541007789NewsEditorialeFotogrammi di memoria sulle soglie della nuova stagione: cosa resterà di un`estate italiana?20120824080883Serie A 2012-`13, Europei 2012, Olimpiadi 2012, calciomercato, Inter, Juventus, Milan, Fiorentina, Roma, UdineseEuropei, Olimpiadi e una nuova generazione: ricordi che riverberano nel domani, con la speranza di un tempo migliore. Ci siamo: sciarpa beneaugurante, radiolina di emergenza per domeniche fuori porta e soprattutto tanta voglia di perdersi fra statistiche e previsioni di classifica. La vigilia della prima di campionato è arrivata. Domani la <STRONG>Serie A 2012-'13</STRONG> aprirà le danze, con i due anticipi del sabato. L'estate del <STRONG>mercato</STRONG>, degli <STRONG>Europei</STRONG>, delle sere con il cuore in gola, delle <STRONG>Olimpiadi</STRONG> presto lascerà il posto a quello che qualche giorno fa abbiamo definito l'inverno delle certezze. Ma, a distanza di un anno, cosa ci rimarrà di questi caldi tre mesi? A cosa ripenseremo immediatamente, aguzzando la memoria? I ricordi più vividi saranno senz'altro le notti europee che hanno resuscitato l'Italia sul campo internazionale. Il tiro di <STRONG>Di Natale</STRONG> che supera Casillas all'esordio. Le mille paure che assalgono noi, italiani sospettosi, tutte riassunte in una parola: <STRONG>biscotto</STRONG>. Il ritrovato <STRONG>Balotelli</STRONG> che va a segno contro l'Irlanda. Il cucchiaio di Pirlo che meraviglia il mondo. Ancora SuperMario, che mostra i muscoli dopo aver seppellito la Germania a suon di gol. Infine, il pianto degli azzurri dopo la finale. Immagini che scorrono, come diapositive, nelle nostre menti. Un fiume in piena di grande passione, la quale si traduce in adrenalina anche solo alla semplice rimembranza di quei ricordi. Nient'altro che semplici impulsi, che assumono vita propria nella grande complessità del nostro essere sportivamente passionali, illogicamente appassionati. <BR><BR>E poi il calciomercato, con i suoi immancabili rumors e tormentoni. Il <STRONG>Top Player</STRONG> della Juventus e il romanzo <STRONG>Destro</STRONG>  definirlo telenovela sarebbe riduttivo, visto che si è trattato di un thriller -, che ha trovato casa alla <STRONG>Roma</STRONG> di <STRONG>Zeman</STRONG>, la quale vuole al più presto dimenticare Luis Enrique e spingersi verso vasti orizzonti insieme a <STRONG>Balzaretti</STRONG>, l'altro simbolo del Made in Italy nel mercato di questa estate. E una parola: rivoluzione. rivoluzione Inter, rivoluzione Fiorentina oltre a quella  annunciata - giallorossa cui abbiamo accennato prima. Julio César saluta i tifosi dopo sette anni di successi e si appresta a firmare per il Qpr, in Inghilterra. <STRONG>Aquilani</STRONG> torna definitivamente in Italia, dopo la poco piacevole parentesi in prestito al <STRONG>Milan</STRONG> e alla dolce-amara esperienza bianconera due anni fa, nonché le diciotto presenze ufficiali con i <I>Reds</I>. La <STRONG>Fiorentina</STRONG> potrebbe essere l'ultima chance per ritrovare appoggio e fiducia, che ha smarrito da quando prese la via di Liverpool da Roma, tre anni fa. È stata l'estate degli sceicchi, che di prelievi ne hanno fatti, in Italia. A partire da <STRONG>Ibrahimovic</STRONG> e <STRONG>Thiago Silva</STRONG>, l'accoppiata rossonera che il misterioso magnetismo dei milioni ha attratto  o spinto, dipende da come si leggono le varie dichiarazioni  al <STRONG>Psg</STRONG>. E il <STRONG>Milan</STRONG>, per placare lo scontento dei tifosi ci prova con <STRONG>Kakà</STRONG>, scambia <STRONG>Cassano</STRONG> con <STRONG>Pazzini</STRONG>, cerca il colpo last minute. <BR><BR>Dall'esperienza incrociata Europei-precampionato, con la conferma della buona prova della Nazionale giovane e bella nell'amichevole di Ferragosto contro l'<STRONG>Inghilterra</STRONG>, possiamo tranquillamente affermare che il cambio generazionale si può definire pressoché concluso. Della classe che calcò i campi belgolandesi e nippocoreani all'inizio del primo decennio del 2000 ne rimangono solo pochi in attività  Abbiati, Ambrosini, Buffon, Totti, Nesta che sverna in America -, facendo largo ad una nuova generazione che fa davvero ben sperare per il futuro, in direzione dei <STRONG>Mondiali 2014</STRONG> e degli <STRONG>Europei 2016</STRONG>, senza naturalmente dimenticare la <STRONG>Confederation Cup</STRONG> dell'anno prossimo. Ragazzi come Ogbonna, Peluso, Verratti, Insigne, El Shaarawy, per dirne solo alcuni, potranno farci sognare in grande. <BR><BR>Restando in tema azzurro, l'unico rammarico è forse, oltre naturalmente alla vittoria sfiorata a Kiev, la mancata partecipazione dell'Italia del calcio alle Olimpiadi di Londra. Sicuramente sarebbe scesa in campo una squadra che avrebbe potuto vantare tanti giovani come quelli di cui sopra: mixato sapientemente il loro frizzante talento all'esperienza di qualche bravo fuoriquota, l'Olimpica avrebbe potuto lottare per una medaglia d'oro che manca dal lontano 1936, ai tempi della Germania del Furher. Ci siamo comunque consolati con ventotto podi nella massima manifestazione sportiva. Unica macchia, il caso <STRONG>Schwazer</STRONG>, strettamente correlato alle dichiarazioni della <STRONG>Pellegrini</STRONG>, la quale vorrebbe prendersi un anno sabbatico per decidere sul futuro. Le pressioni eccessive e le grandi aspettative hanno portato i due atleti, rispettivamente, all'infrazione delle regole di lealtà sportiva e al flop inaspettato. Su <I>La Repubblica </I>di Ferragosto si leggevano le dichiarazioni del nostro olimpionico nel tiro a segno <STRONG>Niccolò Campriani</STRONG>: Bisogna fare entrare lo sport nelle scuole, sul modello americano. Se si riesce a spiegare ai bambini che anche se arrivi quarto non è un fallimento, non ci sarà poi bisogno di ricorrere agli psicologi per atleti di 28 anni in preda alle crisi di panico. E, bisogna dirlo, il tiratore fiorentino anche stavolta ha centrato il bersaglio. <BR><BR>Fra un anno tutto sarà solo l'origine di un'altra storia in evoluzione nel poliedro degli avvenimenti umani e, dunque, sportivi. Ci restano ventiquattr'ore di trepidazione, come bambini il giorno della vigilia di Natale. Il sole tramonta e il manto notturno si stende sul cielo rossastro. Prepariamoci: domani tutto ricomincerà daccapo. Cosa vogliamo aspettarci da questa stagione?Voltare pagina dopo la vicenda calciomercato  con annesse polemiche e accuse -. Stadi pieni, fair play, qualche bella rivelazione, giovani promesse che si confermano e diventano punti fissi delle proprie squadre. La dimostrazione che con poco denaro si può vincere  a questo proposito, per un momento concedetemi un fulmineo abbandono dell'imparzialità per un in bocca al lupo al coraggioso Udinese  e tanti successi in Europa. E a chi, come in <I>Imagine </I>di <I>John Lennon</I>, mi dirà che sono un sognatore, risponderò con il verso successiv <I>But I'm not the only one</I>. <BR><BR>Un'occhiata all'orologio. Manca poco. Salite sul trampolino. Quant'è alto. Nove mesi di campionato vi attendono.&nbsp;Preparatevi: tre, due, uno...<BR><BR>1007858FL0435FL0435Immagine.jpgSiNfotogrammi-di-memoria-sulle-soglie-della-nuova-stagione-cosa-restera-di-un-estate-italiana-1007789.htmSi100612201,02,03010459
1551007601NewsCampionatiLIVE ILCALCIO24 - Premier League: terminano i match. Crollo Liverpool. Pareggia l`Arsenal 20120818174531premier leagueLive Premier LeagueSegui la diretta su<EM> IlCalcio24</EM> della prima giornata di Premier League. Match ore 16.<BR><BR><BR>Sabato 18 Finali<BR><BR>Arsenal-Sunderland 0-0<BR><BR>Fulham-Norwich 5-0: 26' Duff, 41' e 54' Petric, 66' Kacaniclik, 88' Sidwell<BR><BR>QPR-Swansea 0-5: 10' e 52' Michu, 63'&nbsp;e 71'&nbsp;Dyer, 84' Sinclair<BR><BR>Reading-Stoke City 1-1: 34' Kightly, 91' Le Fondre (R)&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; espulsi: Whitehead (S)<BR><BR>West Bromwich Albion-Liverpool 3-0: 43' Gera, 64' Odenwingie rigore, 76' Lukaku&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; espulsi: Agger (L)<BR><BR>West Ham-Aston Villa 1-0: 40' Nolan<BR><BR>Newcastle-Tottenham 2-1: 55' Demba Ba, 72' Defoe (T), 79' Ben Arfa rigore<BR><BR>Domenica 19<BR>14:30 Wigan-Chelsea<BR>17:00 Manchester City-Southampton<BR><BR>Lunedì 20<BR>21:00 Everton-Manchester United<BR><BR><BR><BR>1007856adm001adm001suarez.jpgSiNlive-premier-league-prima-giornata-risultati-e-marcatori-1007601.htmSi100075701,02,030101841
1561007597NewsCalcio EsteroParte la Premier: Tutti contro Manchester20120818125010premierI favori del pronostico sono tutti per Cityzens e Red DevilsQuesto pomeriggio prende il via la Premier League: strafavorite, manco a dirlo, le due squadre di Manchester. Dietro di loro sperano i Campioni d'Europa del Chelsea, l'Arsenal, il&nbsp;Liverpool&nbsp;e il Tottenham.<BR><BR>Dicevamo delle due squadre di Manchester: lo United con Van Persie ha fatto il gran colpo dell'estate e adesso potrà schierare una coppia&nbsp;che solo l'anno scorso ha realizzato la bellezza di 57 gol (30 l'olandese, 27 l'inglese). Mancini, tecnico dei cugini del City, anche scaramanticamente, dà i favori del pronostico ai Red Devils, ma sotto sotto che i suoi possono battere chiunque: Balotelli in nazionale ha guadagnato maturità, il nuovo acquisto Rodwell è ottimo, Tevez non sembra part time come l'anno scorso, e se arriva De Rossi...<BR><BR>Parte un gradino (forse anche due) sotto di loro il Chelsea di Di Matteo: nonostante gli acquisti di Marin, Oscar e Hazard i blues ancora non sembrano essere al livello delle due di Manchester e dovranno fare tanta strada per poter smentire chi vede l'exploit dell'anno scorso l'eccezione alla mediocrità della squadra, specialmente ora che se ne è andato un certo Drogba.<BR><BR>Ancora più giù ecco l'Arsenal: senza Van Persie i Gunners perdono la metà della proprioa potenza offensiva e,&nbsp;gli acquisti&nbsp;di Giroud e Podolski difficilmente potranno compensare la partenza dell'olandese. Wenger dovrà affidarsi al bel gioco dei suoi ragazzini terribili sperando in qualche miracolo però se sogna qualcosa in più.<BR><BR>Possibili outsiders, ma niente di più, poi saranno Liverpool e Tottanham: Rodgers sta ristrutturando una squadra alquanto deludente e si aggrappa al nostro Borini, gli Spurs di Villas Boas invece, senza Modric, vorranno sorprendere, anche loro però senza ambire a posti di particolare gloria.<BR><BR>1007856FL0141FL0141NEWS_1335782037_143588010.jpgSiNparte-la-premier-tutti-contro-manchester-1007597.htmSi100205001,02,03010236
1571007532NewsCalciomercatoCalciomercato Fiorentina: ora l`ultimo tassello20120816110015Babel Fiorentina Gomez mercatoI viola puntano un esterno offensivo: Babel vicino, Gomez l`alternativaDopo un mercato da vera big, frutto di una rivoluzione già stabilita sul finire della scorsa stagione che aveva prodotto risultati disastrosi, la Fiorentina si appresta a piazzare l'ultimo colpo per puntellare la squadra, la ciliegina sulla torta di un mercato operato con intelligenza e raziocinio. Sicuramente un esterno offensivo è quello che serve a Montella per poter definire definitivamente pronta questa nuova Fiorentina. E se il cuore del tecnico ex Catania fa il nome di Alejandro Gomez, probabilmente in partenza dal club etneo ma senza ancora una vera destinazione (su di lui oltre alla Fiorentina c'era pure l'Inter), la testa della dirigenza viola dice Ryan Babel, ex giovane di belle speranze dell'Ajax, poi al Liverpool e ora tesserato dell'Hoffenheim. Le condizioni per acquistare l'olandese sono più agevoli di quelle dell'argentino, con il club tedesco pronto a trattare sulla base di 3 milioni (la metà del prezzo in cui si può iniziare a trattare il rossazzurro) e con l'ex Liverpool in procinto di accordarsi per l'ingaggio. Con l'olandese ormai vicinissimo, ma con l'ombra del "Papu" su di lui, chi invece, appena arriverà questo ultimo colpo, andrà via sarà Alessio Cerci, con probabile destinazione Torino, sponda granata, per una cifra intorno ai 4 milioni: quelli che servirebbero affinché Ryan Babel vesta viola.C1000009FirenzeFL0676FL0676ryan-babel_912763.jpgSiNcalciomercato-fiorentina-ora-l-ultimo-tassello-1007532.htmSiT1000024100664801,02,03010435
1581007508NewsCalciomercatoCalciomercato Milan, Sahin verso il Liverpool20120815133130milan, sahin, liverpoolMilan Liverpool Sahin Il <STRONG>Liverpool</STRONG> sta per mettere a segno un grande doppio colpo. Il managing director dei Reds, Ian Ayre, è volato in Spagna per prendere Cristian Tello (21) dal Barcellona e <STRONG>Nuri Sahin (23)</STRONG> dal Real Madrid che tanto piace al<STRONG> Milan</STRONG>.C1000009adm001adm001sahin.jpgSiNmilan-sahin-verso-il-liverpool-1007508.htmNoT1000027100075701,02,03,07010394
1591007498NewsCalciomercatoCalciomercato Fiorentina, anche l`Olympiacos vuole Vargas20120814163130fiorentina, olympiacos, vargasFiorentina Olympiacos Vargas<STRONG>Juan Manuel Vargas (29)</STRONG> è in uscita dalla <STRONG>Fiorentina</STRONG>. <BR><BR>Nei giorni scorsi la stampa sudamericana aveva raccontato di interessi del Galatasaray e del Liverpool, oggi si parla di un interesse dell'<STRONG>Olympiacos </STRONG>per l'esterno che piace anche alla juventus.<BR><BR>C1000009adm001adm001vargas_ap.jpgSiNfiorentina-anche-l-olympiacos-vuole-vargas-1007498.htmSiT1000024100075701,02,03010194
1601007486NewsCalciomercatoCalciomercato Inter: offensiva per Pereira, Maicon resta?20120814100055interIntanto Marotta strizza l`occhio a PazziniL'Inter entra prepotentemente nell'affare Alvaro Pereira. Proprio quando sembrava in dirittura d'arrivo infatti il trasferimento del giocatore del Porto al Napoli, Moratti si è inserito e sta tentando di strapparlo all'amico De Laurentiis, approfittando anche dei buoni rapporti col Porto. La trattativa sembra a buon punto, tant'è che dal Portogallo dicono che oggi, massimo domani, il Porto darà la sua risposta all'Inter: l'affare sembra comunque più che fattibile.<br><br> Il centrocampista tanto richiesto da Stramaccioni invece sembra essere Lennon: il Tottenham infatti dovrebbe inserirlo nella trattativa per Julio Cesar. Il tutto si potrebbe decidere nei prossimi giorni. Aspetterà le ultime ore del mercato invece Branca per sferrare l'attacco a Gaston Ramirez, sempre se qualcuno non glielo soffia prima. Eh già, perchè sul talento uruguaiano si sono fiondate già tre squadre inglesi, ossia il Liverpool, il Tottenham e il Southampthon: quest'ultima delle tre sembra quella più avanti nelle trattative, ma se l'Inter decidesse di mettersi in gioco la volontà del giocatore di restare in Italia avrebbe la meglio. <br><br> Per quanto riguarda le uscite ieri si è registrato un colpo di scena: Marotta ha ammesso che lo scambio con Quagliarella non è fantamercato e ha fatto intuire che prenderebbe volentieri Pazzini. Ergo negli ultimi giorni si chiuderà questo scambio per la gioia di Stramaccioni, che ha una punta duttile, di Pazzini, che potrà giocare, e di Marotta che riabbraccia il suo giocatore ai tempi della Samp. Potrebbe rimanere invece Maicon: il brasiliano è stato inserito nella lista dei convocati per il match di E.League e se giocherà anche solo un minuto, non potrà più giocare la Champions. Ma il problema non è questo: il numero 13 nerazzurro infatti non sembra avere più offerte, per via del costo del cartellino e soprattutto dell'ingaggio. La riconferma di Maicon non è mai stata vicina come ora. <br><br> Ultimissima notizia: Ntcham, gioiellino francese di 16 anni&nbsp;considerato come&nbsp;l'erede di Viera e&nbsp;trattato&nbsp;dai nerazzurri, è stato soffiato dal Manchester City, che ieri ha ufficializzato l'acquisto.<br><br>1007856FL0141FL0141alvaro_pereira_0.jpgSiNcalciomercato-inter-offensiva-per-pereira-maicon-resta-1007486.htmSi100205001,02,03010364
1611007460NewsCalciomercatoCalciomercato Inter: Per Ramirez spunta il Liverpool20120813130445Inter Ramirez mercatoOfferta inglese di circa 18 milioni per il trequartista emilianoE' di poche ore fa la notizia secondo cui il Liverpool è pronto ad andare con decisione su Gaston Ramirez, talentuoso trequartista uruguaiano del Bologna. Per l'esattezza la "decisione" con cui i Reds si siano fiondati sul giovane bolognese consiste in 18 milioni di euro per il club emiliano e di circa 4 milioni di sterline all'anno per il giocatore. Cifre sicuramente lontanissime da quella che sarebbe l'idea dell'Inter, che da diverse settimane tiene in stallo la situazione legata al trequartista, prima alternativa al già sfumato Lucas. La richiesta del Bologna di 20 milioni è lontana dalle idee dell'Inter che vorrebbe abbassare il conguaglio almeno a 10 milioni inserendo i prestiti di Juan e forse Longo, se invece fosse confermata la voce dell'offerta inglese di 18 milioni gli emiliani potrebbero decidere di chiudere subito. Il giocatore vuole una big, ha aspettato l'Inter ma se arrivasse il Liverpool, con quelle cifre, sarebbe dura dire di no. E la politica di attesa dei nerazzurri potrebbe far perdere l'ennesimo obiettivo.C1000009MilanoFL0676FL0676Gaston-Ramirez_0.jpgSiNcalciomercato-inter-per-ramirez-spunta-il-liverpool-1007460.htmSiT1000026100664801,02,03010305
1621007391NewsCoppeSorteggi - Champions League e Europa League: l`Udinese prende il Braga. L`Inter col Vaslui e la Lazio affronterà il Mura20120810141531champions league, udinese, sorteggiChampions League Udinese SorteggiGli accoppiamenti dell'Europa league<br><br> FC Anzhi Makhachkala (RUS) v AZ Alkmaar (NED)<BR>APOEL FC (CYP) v Neftçi PFK (AZE)<BR>Atromitos FC (GRE) v Newcastle United FC (ENG)<BR>Tromsø IL (NOR) v FK Partizan (SRB)<BR>FC Vaslui (ROU) v FC Internazionale Milano (ITA)<br><br> Heart of Midlothian FC (SCO) v Liverpool FC (ENG)<BR>Athletic Club (ESP) v HJK Helsinki (FIN)<BR>CS Marítimo (POR) v *FC Dila Gori (GEO) or Anorthosis Famagusta (CYP)<BR>Molde FK (NOR) v sc Heerenveen (NED)<BR>Debreceni VSC (HUN) v Club Brugge KV (BEL)<br><br> FC Sheriff (MDA) v Olympique de Marseille (FRA)<BR>Trabzonspor AS (TUR) v Videoton FC (HUN)<BR>FC Midtjylland (DEN) v BSC Young Boys (SUI)<BR>WKS Slask Wroclaw (POL) v Hannover 96 (GER)<BR>FC Dinamo Bucuresti (ROU) v FC Metalist Kharkiv (UKR)<br><br> AC Horsens (DEN) v Sporting Clube de Portugal (POR)<BR>Hapoel Tel-Aviv FC (ISR) v F91 Dudelange (LUX)<BR>Feyenoord (NED) v AC Sparta Praha (CZE)<BR>Motherwell FC (SCO) v Levante UD (ESP)<BR>FK Crvena Zvezda (SRB) v FC Girondins de Bordeaux (FRA)<br><br> KSC Lokeren OV (BEL) v FC Viktoria Plzen (CZE)<BR>S.S. Lazio (ITA) v ND Mura 05 (SVN)<BR>AIK Solna (SWE) v PFC CSKA Moskva (RUS)<BR>Legia Warszawa (POL) v Rosenborg BK (NOR)<BR>Bursaspor (TUR) v FC Twente (NED)<br><br> FC Steaua Bucuresti (ROU) v FK Ekranas (LTU)<BR>FC Slovan Liberec (CZE) v FC Dnipro Dnipropetrovsk (UKR)<BR>VfB Stuttgart (GER) v FC Dinamo Moskva (RUS)<BR>PAOK FC (GRE) v SK Rapid Wien (AUT)<BR>FC Luzern (SUI) v KRC Genk (BEL)<BR>FK Zeta (MNE) v PSV Eindhoven (NED)<br><br> &nbsp;<br><br> &nbsp;<br><br> &nbsp;<br><br> Gli accoppiamenti della Champions League - Secondo gruppo<BR>Sporting Braga (POR) - Udinese (ITA)<BR>Spartak Mosca (RUS) - Fenerbahce (TUR)<BR>Malaga (SPA) - Panathinaikos (GRE)<BR>Borussia Moenchengladbach (GER) - Dinamo Kiev (UCR)<BR>Lille (FRA) - Copenaghen (DAN)<BR><BR><BR>Gli accoppiamenti - Primo gruppo<BR>Basilea (SVI) - Cluj (ROM)<BR>Helsingborg (SVE) - Celtic (SCO)<BR>Bate Borisov (BLR) - Hapoel Kiryat Shmona (ISR)<BR>Limassol (CIP) - Anderlecht (BEL)<BR>Dinamo Zagabria (CRO) - Maribor (SLO)<BR><BR><BR>12.00 - Prende il via in questi istanti il sorteggio degli spareggi di Champions League. <BR><BR><BR><BR><br><br>C1000009adm001adm001champions-league1.jpgSiNlive-sorteggi-champions-league-udinese-prende-braga-lazio-mura-vaslui-inter-1007391.htmSi100075701,02,03010615
1631007315NewsCoppeEuropa League, il programma dei ritorni del terzo turno preliminare20120808104531europa league, interEuropa League InterDomani parte il ritorno del terzo turno di qualificazione per l'Europa League. L'Inter, forte del 3-0 dell'andata contro l'Hajduk Split, può già pensare al prossimo turno anche se specialmente nel calcio d'Agosto bisogna sempre essere attenti ai colpi di calore. Questo il programma per domani:<br><br> Omonia-Crvena zvezda ore 18.00<BR>Arbitro: Michael Lerjeus (SWE) - Stadio: GSP Stadium, Nicosia (CYP)<br><br> Dinamo Moskva-Dundee United ore 18.00<BR>Arbitro: Stefan Johannesson (SWE) - Stadio: Arena Khimki, Mosca (RUS)<br><br> Elfsborg-Horsens ore 18.00<BR>Arbitro: Bobby Madden (SCO) - Stadio: Borås Arena, Boras (SWE)<br><br> Aktobe-Genk ore 18.00<BR>Arbitro: Cyril Zimmermann (SUI) - Stadio: Tsentralniy, Aktobe (KAZ)<br><br> Slaven Koprivnica-Athletic ore 18.45<BR>Arbitro: Danny Makkelie (NED) - Stadio: Gradski stadion Koprivnica, Koprivnica (CRO)<br><br> Legia-Riedore 19.00<BR>Arbitro: Eli Hacmon (ISR) - Stadio: Stadion Wojska Polskiego im., Varsavia (POL)<br><br> Rosenborg-Servetteore 19.00<BR>Arbitro: Neil Doyle (IRL) - Stadio: Lerkendal Stadion, Trondheim (NOR)<br><br> Metalurh Donetsk-Tromsø ore 19.00<BR>Arbitro: Aleksei Kulbakov (BLR) - Stadio: Metallurh, Donetsk (UKR)<br><br> Mladá Boleslav-Twente ore 19.00<BR>Arbitro: Maksim Layushkin (RUS) - Stadio: Mestský, Mlada Boleslav (CZE)<br><br> Aalesund-APOEL ore 19.00<BR>Arbitro: Hannes Kaasik (EST) - Stadio: Aalesund Stadion, Aalesund (NOR)<br><br> Anorthosis-Dila ore 19.00<BR>Arbitro: Mihaly Fabian (HUN) - Stadio: Antonis Papadopoulos, Larnaca (CYP)<br><br> Young Boys-Kalmar ore 19.30<BR>Arbitro: Halis Özkahya (TUR) - Stadio: Stade de Suisse, Berna (SUI)<br><br> Spartak Trnava-Steaua ore 19.30<BR>Arbitro: Yevhen Aranovskiy (UKR) - Stadio: Antona Malatinského, Trnava (SVK)<br><br> Gent-Videoton ore 19.30<BR>Arbitro: Szymon Marciniak (POL) - Stadio: Jules Ottenstadion, Gent (BEL)<br><br> Lech-AIK ore 20.00<BR>Arbitro: Libor Kovarik (CZE) - Stadio: Municipal Stadium Poznan, Poznan (POL)<br><br> Zeta-Sarajevo ore 20.00<BR>Arbitro: Tommy Skjerven (NOR) - Stadio: Stadion Podgorica, Podgorica (MNE)<br><br> Sparta Praha-Admira ore 20.00<BR>Arbitro: Luca Banti (ITA) - Stadio: Stadion Letná, Praga (CZE)<br><br> Mura-Arsenal Kyiv ore 20.00<BR>Arbitro: Oliver Drachta (AUT) - Stadio: Stadion Ljudski vrt, Maribor (SVN)<br><br> Vitesse-Anzhi ore 20.00<BR>Arbitro: Michael Oliver (ENG) - Stadio: Gelredome, Arnhem (NED)<br><br> Plzen-Ruch ore 20.00<BR>Arbitro: Matej Jug (SVN) - Stadio: Stadion mesta Plzne, Plzen (CZE)<br><br> PAOK-Bnei Yehuda ore 20.00<BR>Arbitro: Cristian Balaj (ROU) - Stadio: Stadio Toumba, Salonika (GRE)<br><br> Rapid Bucuresti-Heerenveen ore 20.30<BR>Arbitro: Felix Zwayer (GER) - Stadio: National Arena, Bucarest (ROU)<br><br> Hannover-St Patrick's ore 20.30<BR>Arbitro: Anar Salmanov (AZE) - Stadio: Hannover Arena, Hannover (GER)<br><br> Bursaspor-KuPS ore 20.30<BR>Arbitro: Alexandru Dan Tudor (ROU) - Stadio: Bursa Atatürk, Bursa (TUR)<br><br> Marseille-Eskisehirspor ore 20.45<BR>Arbitro: Artur Soares (POR) - Stadio: Parsemain, Istres (FRA)<br><br> Internazionale-Hajduk Split ore 20.45<BR>Arbitro: Clément Turpin (FRA) - Stadio: Stadio Giuseppe Meazza, Milano (ITA)<br><br> Marítimo-Asteras ore 21.00<BR>Arbitro: Paolo Valeri (ITA) - Stadio: Dos Barreiros, Funchal (POR)<br><br> Liverpool-Gomel ore 21.05<BR>Arbitro: Kenn Hansen (DEN) - Stadio: Anfield, Liverpool (ENG)<br><br> Rapid Wien-Vojvodina ore 21.05<BR>Arbitro: Robert Malek (POL) - Stadio: Gerhard-Hanappi-Stadion, Vienna (AUT)<br><br>adm001adm001C_3_Media_1521781_immagine_obig.jpgSiNeuropa-league-il-programma-dei-ritorni-del-terzo-turno-preliminare-1007315.htmSi100075701,02,03010716
1641007300NewsCalciomercatoCalciomercato Juventus, Suarez prolunga col Liverpool20120807181531juventus, suarez, liverpoolJuventus Liverpool SuarezSecondo quanto riportato dal canale ufficiale del<STRONG> Liverpool</STRONG>, l'attaccante uruguayano <STRONG>Luis Suarez</STRONG> ha rinnovato il suo contratto con i Reds, che scadeva nel 2016. Un messaggio importante alla <STRONG>Juventus</STRONG>, che in quest'estate l'ha corteggiato.C1000009adm001adm001suarez.jpgSiNjuventus-liverpool-suarez-rinnova-1007300.htmNo100075701,02,03010227
1651007238NewsCalciomercatoCalciomercato Roma, giallorossi in vantaggio sul Liverpool per Dempsey20120806104531roma, dempsey, liverpool, fulhamRoma Liverpool Dempsey FulhamCome riporta il <EM>Mirror</EM> potrebbero esserci difficoltà nel trasferimento al <STRONG>Liverpool</STRONG> di <STRONG>Clint Dempsey (29)</STRONG>. <br><br> Brendan Rodgers è un grande fan dell'americano ma non vuole arrivare a spendere i 10 milioni di sterline richiesti dal <STRONG>Fulham</STRONG>. Al momento, secondo sempre le fonti inglesi, è la <STRONG>Roma</STRONG> la società più vicina ad aggiudicarsi le prestazioni sportive del centrocampista. <br><br> Il d.g. giallorosso Franco Baldini ha buoni rapporti con il Fulham e potrebbe approfittare dello stallo creatosi con il Liverpool.<br><br>C1000009adm001adm001zeman-riscone3.jpgSiNroma-in-vantaggio-sul-liverpool-per-dempsey-juventus-1007238.htmSiT1000012100075701,02,03010299
1661007237NewsCalciomercatoCalciomercato Fiorentina, Vargas in partenza Genoa e Galatasaray ci pensano20120806103748Vargas Fiorentina Mercato GenoaIl peruviano sempre più verso l`addio: Genoa e Galatasaray alla finestraNon è sicuramente difficile eleggere la Fiorentina (in compagnia della Roma probabilmente) regina di questa prima parte del mercato, perché a differenza di altre squadre hanno saputo mettere a segno ottimi colpi senza cedere pezzi pregiati o comunque ben rimpiazzati, vedi Borini con Destro. Dopo i tanti colpi della scorsa settimana, ultimo cronologicamente Alberto Aquilani, la Fiorentina inizia a pensare alle cessioni. Se su Cerci c'è sempre un forte interesse del Torino, un altro esterno dovrebbe lasciare Firenze: si tratta di Juan Manuel Vargas, peruviano, scoperto dal Catania e che con i viola aveva disputato un'ottima stagione attirando l'attenzione di molti club europei (Liverpool su tutti) ma le cui prestazioni hanno seguito una forte parabola discendente fino al «disastro collettivo» dell'anno scorso che ha visto la Fiorentina rischiare la retrocessione a più riprese. Al momento su di lui c'è un forte interesse del Genoa e del Galatasaray, ennesima prova che i club turchi guarda sempre più al mercato italiano, che dovrebbero aver già preso contatti con Della Valle. I viola hanno tutte le intenzioni di cedere il giocatore, facile ipotizzare anche il prestito con condizioni agevoli per garantirsi un giocatore che fino a 2 anni fa era tra gli esterni migliori in Italia.<BR><BR>C1000009FirenzeFL0676FL0676vargas_ap.jpgSiNcalciomercato-fiorentina-vargas-in-partenza-genoa-e-galatasaray-ci-pensano-1007237.htmSiT1000024100664801,02,03010437
1671007189NewsCalciomercatoCalciomercato Fiorentina, la Viola non si ferma più20120804110011Fiorentina mercato GomezI viola in cerca di un altro colpo per l`attacco: si puntano l`argentino Gomez e BabelDopo gli arrivi negli ultimi giorni di Borja <strong>Valero</strong>, centrocampista spagnolo di grande qualità che negli anni passati era stato molto vicino al Napoli, Gonzalo <strong>Rodriguez</strong>, ex Villareal come Valero e Alberto Aquilani, la Fiorentina sembra non volersi fermare più. Ai tre citati vanno aggiunti comunque altri acquisti come <strong>Viviano</strong>, tifosissimo dei viola e uno dei migliori portieri del panorama italiano, il centrocampista cileno <strong>Fernandez</strong>, centrocampista che negli ultimi anni sembra essersi perso ma che fino a qualche anno fa veniva definito come una delle più grandi promesse del calcio sudamericano, e il colombiano <strong>Cuadrado</strong> che a Lecce l'anno scorso ha fatto molto bene. Ma come detto il mercato della Fiorentina (che ha già visto diversi partenti, si pensi a <strong>Behrami</strong> e <strong>Gamberini</strong>, e che potrebbe vedere lasciare Firenze anche Alessio <strong>Cerci</strong>, su cui da tempo c'è il Torino) non sembra essersi fermato. Della Valle ha fatto una vera e propria rivoluzione rispetto alla squadra che fece prestazioni molto al di sotto delle aspettative l'anno scorso rischiando addirittura di avvicinarsi pericolosamente alla «zona B». Rivoluzione che è partita dall'allenatore, Vincenzo Montella, che l'anno scorso ha fatto davvero bene a Catania città da cui potrebbe provenire il prossimo colpo della Fiorentina: si tratta di «El Papu» <strong>Gomez</strong>, talentuoso esterno argentino, su cui da diverso tempo ci sono i viola e l'Inter. Ma se i nerazzurri stanno pressando per avere Lucas, e quindi difficilmente a quel punto prenderebbero pure l'argentino, i viola sono sempre interessati al giocatore nella speranza di regalare a Montella l'ennesimo pezzo del puzzle che potrebbe portare i viola tra le big italiane. Trattativa non difficilissima se si considera che il giocatore ha ammesso che non gli dispiacerebbe approdare alla Fiorentina e se si considera che il Catania avrebbe già in serbo un'alternativa (De Luca del Varese, anche se è più probabile che l'acquisto del giovane biancorosso sia legato più alle cessioni di una punta, e che il posto di Gomez effettivamente sia preso da Castro, già in rosa). Gli etnei potrebbero cedere l'esterno argentino per una cifra vicina agli 8 milioni, ma il tutto dipende anche dalla situazione di Barrientos su cui insiste sempre il Genoa: difficile infatti che partano entrambi, ma Gomez al momento sembra il prescelto per lasciare la Sicilia. Attenzione però anche a Ryan <strong>Babel</strong>, olandese ex Liverpool, nome che da qualche giorno è sul taccuino degli uomini di mercato di Della Valle.C1000009FL0676FL0676alejandro-gomez-catania_25889648_980x980.jpgSiNcalciomercato-fiorentina-la-viola-non-si-ferma-piu-1007189.htmSiT1000024100664801,02,03010417
1681007155NewsCalciomercatoCalciomercato Fiorentina: Borja Valero, Rodriguez e Aquilani20120803131531Calciomercato, Fiorentina, Aquilani, LiverpoolAccordo trovato con il Liverpool, sarà viola fino al 2015. Proprio quando nell'aria c'era la sensazione che <STRONG>Aquilani</STRONG> alla <STRONG>Fiorentina</STRONG> fossero tutte chiacchiere, è arrivato lo scatto finale: trattativa conclusa in men che non si dica, con buona soddisfazione di entrambe le parti.&nbsp;I toscani rinforzano&nbsp;anche il centrocampo dopo l'emorragica campagna acquisti in uscita e gli acquisti mirati di <STRONG>Viviano</STRONG>, <STRONG>Cassani</STRONG> e <STRONG>Kharja</STRONG> per dirne alcuni. <BR><BR>Ieri Aquilani ha firmato un contratto triennale&nbsp;che prevede uno stipendio di&nbsp;1,7 milioni a stagione - cifra in parte coperta dal <STRONG>Liverpool</STRONG> - e va ad aggiungersi agli uomini a disposizione di <STRONG>Montella</STRONG>. Lo scorso anno il 28enne romano ha giocato, in prestito,&nbsp;con la maglia del Milan, sommando 23 presenze e 1 gol. Firenze può davvero essere la piazza del riscatto.<br><br> Questo il comunicato sull'acquisto dei tre giocatori: ACF Fiorentina comunica di aver acquisito, a titolo definitivo, le prestazioni sportive dei calciatori Borja Valero Iglesias (Classe'85) e Gonzalo Javier Rodriguez (Classe'84) dal Villareal Club de Futbol e quelle del calciatore Alberto Aquilani (Classe '84) dal Liverpool Football Club<BR><br><br>C1000009FirenzeFL0435FL0435aquilani.jpgSiNcalciomercato-fiorentina-sblocco-aquilani-c-e-la-firma-1007155.htmSiT1000024100612201,02,03010499
1691007158NewsCalciomercatoCalciomercato Roma: è tempo di partenze20120803113440Roma mercato OsvaldoDopo i colpi Destro e Balzaretti la Roma inizia a pensare anche alle cessioniCon un mercato da vera big che ricandida, nella speranza che non sia un «fuoco di paglia» come quello dell'anno scorso, la Roma tra le squadre in lotta per il titolo della prossima stagione, la squadra di Zeman, oltre a qualche altro piccolo ritocco, va necessariamente sfoltita. Gli arrivi di giocatori come Balzaretti e Destro che saranno sicuramente fondamentali per gli schemi del boemo e dimostrano quanto i giallorossi siano diventati potenti anche sul mercato se si considerano le numerosi concorrenze che hanno dovuto superare. Ma come è prevedibile, è normale che ora sia tempo anche di uscite se non tanto per fare cassa più che altro per sfoltire una rosa che è diventata davvero troppo grande in certi reparti. E' sicuramente il caso dell'attacco in cui l'arrivo di Destro che, tra le altre cose, come ogni investimento da 15 milioni, dovrebbe scendere tra gli 11 in campo, porta problemi in attacco, nonostante comunque l'ex Siena abbia preso il posto di Borini, già al Liverpool. Anche se numericamente non sarebbe così necessaria una cessione, è facile pensare che Osvaldo non accetti con piacere di essere relegato a panchinaro, dopo una stagione che non è stata proprio una consacrazione ma che sicuramente l'ha messo in mostra e fatto entrare anche nel giro della nazionale. Per ora tante smentite e qualche timido interessamento (Inter e Juve si vociferava), ma il mercato è ancora lungo e sicuramente potrebbe cambiare la situazione di Osvaldo nel giro di punte che ci sarà sicuramente nei prossimi 10 giorni e che coinvolgerà molte big (si pensi anche a Pazzini, Matri, Quagliarella ad esempio). Se Osvaldo è un'incognita chi invece partirà sicuramente è J.Angel. Il giocatore non convince nè il tecnico nè la dirigenza, la scorsa stagione non è stata molto fortunata e il Real Sociedad ha già chiesto il giocatore in prestito con diritto di riscatto, soluzione che sembra buona per il problema della Roma. Altro nome che potrebbe rientrare nella lista dei partenti è quello dell'olandese Stekelenburg. L'allenatore non stravede per il portiere per cui recentemente il Tottenham ha mostrato interesse, ma al momento la Roma ha avuto altre priorità (Destro, un esterno, un centrale) ed è difficile prevedere se effettivamente si concentrerà sulla ricerca di un nuovo portiere piuttosto che confermare l'olandese. Gli stessi Spurs vedono l'olandese come un'alternativa, dando priorità alla soluzione Julio Cesar che a giorni dovrebbe sbloccarsi ma su cui ancora non ci sono certezze. 28 giorni di mercato, l'aereoporto di Roma ne vedrà ancora molti di giocatori. Sia tra gli arrivi, sia tra le partenze.C1000009RomaFL0676FL0676osvaldo.jpgSiNcalciomercato-roma-e-tempo-di-partenze-1007158.htmSiT1000012100664801,02,03010412
1701007152NewsCampionatiPresentata la nuova Fiorentina: ovazioni per Montella, Viviano e Jovetic20120803090221fiorentinaViola in piazza a moenaE' stata presentata in quel di Moena la nuova Fiorentina, a cui domani potrebbe aggiungersi tra l'altro Alberto Aquilani. Ecco intanto le parole di alcuni membri della squadra davanti ai tifosi:<br><br> <STRONG>Montella</STRONG>: <EM>«In questi ultimi giorni il presidente ci sta regalando qualche nuovo calciatore e ne sentivamo il bisogno. Stiamo molto bene a Moena e ad eccezione di un piccolo equivoco nei giorni scorsi abbiamo trovato tutte persone disponibili. Ci siamo trovati totalmente bene. C'ero già stato con la Samp da calciatore a Moena. Il presidente ha mantenuto tutte le promesse. Ci sta dando tanto entusiasmo per il futuro. L'entusiasmo sta crescendo ma manca ancora qualcosa. Siamo sulla strada giusta'. </EM><br><br> <STRONG>Viviano:</STRONG>&nbsp; <EM>»I&nbsp;gol che più mi sono rimasti nel cuore della Fiorentina sono quelli di Gila a Liverpool e di Osvaldo a Torino. Mi sono integrato bene coi tifosi, anche se sono loro che si sono integrato con me. L'esordio con la 1 al Franchi? Ancora non so cosa proverò... appena lo farò lo potrò spiegare'.</EM><br><br> <STRONG>Nastasic</STRONG>: <EM>«Sono contento che la gente mi consideri un veterano: è molto importante per me e spero di continuare su questa strada. La preparazione sta procendendo per il meglio'.</EM><br><br> <EM><STRONG>Jovetic</STRONG>: </EM><EM>'Va tutto bene qui; spero che l'allenatore sia contento della partitella di oggi. Voglio ringraziare tutto il personale dell'albergo e tutti gli assistenti che ci aiutano al centro sportivo'. </EM><br><br> <STRONG>Andrea Della Valle</STRONG><EM>:</EM> <EM>»Stiamo benissimo qui a Moena: si respira davvero un bel clima, stiamo facendo tanti sforzi meritati per la città. Firenze merita di tornare a sognare. Quando siamo arrivati a Firenze dieci anni fa la gente ci chiedeva di tornare grandi: Firenze credeva in noi. Ad Arezzo contro la SanGiovannese scesi negli spogliatoi e dissi: 'Dobbiamo riscrivere la storia di questa grande città, che è un delle più belle al mondo, con una tifoseria che non cambierei con nulla al mondo'. Il primo grande acquisto è stato il mister: già domani arriveranno ottimi giocatori. Le immagini dei 10 anni passati ci devono servire. Ho detto a JoJo e agli altri che stiamo costruendo una grande squadra con tanta convinzione e stasera stiamo festeggiando una grande ricorrenza. Forza viola perché veramente quest'anno ho la sensazione che stiamo facendo qualcosa di importante'. </EM><br><br> <EM></EM>&nbsp;<br><br>FL0141FL01412e2621b12430e40ed2806aa02c5b155f-26309.jpgSiNpresentata-la-nuova-fiorentina-ovazioni-per-montella-viviano-e-jovetic-1007152.htmSi100205001,02,03010335
1711007134NewsCalciomercatoCalciomercato Fiorentina, domani il giorno di Aquilani20120802144531fiorentina, liverpool, aquilaniFiorentina Liverpool AquilaniCome riporta <EM>Sky Sport</EM> ormai è questione di ore. Dopo Borja Valero e Gonzalo Rodriguez, la <STRONG>Fiorentina</STRONG> stringe per<STRONG> Alberto Aquilani</STRONG>. <br><br> Con il Liverpool è tutto risolto. E domani, ci sarà l'incontro per la firma: massima segretezza su orario e luogo del summit. <br><br> Ma domani, la Fiorentina mira a chiudere il colpo. E Aquilani vede il viola sempre più vicino.<br><br>C1000009adm001adm001aquilani.jpgSiNfiorentina-domani-il-giorno-di-aquilani-1007134.htmSiT1000024100075701,02,03010345
1721007083NewsCalciomercatoCalciomercato Fiorentina, Aquilani aspetta la buonuscita20120801094531fiorentina, liverpool, aquilaniFiorentina Liverpool AquilaniSecondo quanto riporta<EM> La Gazzetta dello Sport</EM>, può essere la buonuscita da 5 milioni di euro che il <STRONG>Liverpool </STRONG>potrebbe concedere ad<STRONG> Aquilani</STRONG>, la chiave per farlo approdare alla <STRONG>Fiorentina</STRONG>. I viola sono pronti ad offrirgli un contratto da top player, con quasi 2 milioni di euro l'anno compresi i bonus d'ingaggio per tre anni. C1000009adm001adm001aquilani.jpgSiNfiorentina-aquilani-aspetta-la-buonuscita-1007083.htmNoT1000024100075701,02,03010632
1731007068NewsCalciomercatoFiorentina, su Aquilani solo montature. Jovetic non si muoverà20120731152339Calciomercato, Fiorentina, Gargano, Aquilani, Jovetic, JuventusDefinitiva smentita per la cessione del montenegrino, nessuna offerta avanzata per Gargano.Il mercato della Fiorentina si infiamma: <STRONG>Aquilani</STRONG> o <STRONG>Gargano</STRONG> in entrata, <STRONG>Jovetic</STRONG> ora incedibile, ora desideroso di passare in una big. Tante ipotesi si sono rincorse negli ultimi giorni, ma sembra che nessuna di queste sia fondata su solide basi. <BR><BR>Secondo indiscrezioni raccolte da <EM>IlCalcio24.com </EM>da fonti vicine ai viola,&nbsp;il passaggio di Aquilani ai gigliati - rivelato nientemeno che dalla <EM>Bbc - </EM>al momento è solo una voce di mercato senza fondamento. Non è stata inoltre ancora avanzata nessuna offerta per Gargano, considerato il sostituto ipotetico del centrocampista del <STRONG>Liverpool</STRONG>, mentre il 31 agosto sotto la voce 'cessioni' non comparirà il nome di Stevan Jovetic. Il presidente<STRONG> Della Valle</STRONG> lo ha già dichiarato incedibile, e quello della <STRONG>Juventus</STRONG> resterà solamente un mero&nbsp;interessamento, poiché rimarrà certamente a Firenze.<BR><BR>C1000009FirenzeFL0435FL0435aquilani.jpgSiNesclusiva-il-calcio-fiorentina-su-aquilani-solo-montature-jovetic-non-si-muovera-1007068.htmSiT1000024100612201,02,03010490s
1741007059NewsCalciomercatoCalciomercato Inter: idea Dossena20120731120747Dossena Inter NapoliIdea low cost per la fascia nerazzurra: si sonda l`ex esterno del LiverpoolSecondo la <EM>Gazzetta dello Sport&nbsp;</EM>alla dirigenza nerazzurra, come nuovo nome per la fascia, è venuto fuori quello di Andrea Dossena, ex Liverpool attualmente al Napoli. Sul giocatore c'era da tempo il Milan che però non ha (ancora) dimostrato un interesse concreto fermandosi solo a qualche timido sondaggio e alla richiesta di un possibile prestito. L'Inter invece, con i soldi incassati da Castaignos e Viviano e con quelli che verranno risparmiati con la riduzione del monte ingaggi, potrebbe mettere sul piatto una cifra vicina ai 3 milioni, e considerando gli ottimi rapporti (vedi caso Pandev) tra De Laurentiis e Moratti, ma anche il fatto che per gli azzurri l'ex esterno del Liverpool non è incedibile, anzi, se l'Inter si facesse seriamente sotto con un'offerta del genere l'affare potrebbe anche andare in porto.C1000009MilanoFL0676FL0676dossena andrea.jpgSiNcalciomercato-inter-idea-dossena-1007059.htmNo100664801,02,03010337
1751007030NewsCalciomercatoCalciomercato Fiorentina, Aquilani saluta il Liverpool vicino l`approdo in viola20120730151531fiorentina, liverpool, aquilaniFiorentina Liverpool AquilaniIl <STRONG>Liverpool </STRONG>ha accettato l'offerta avanzata dalla <STRONG>Fiorentina</STRONG> per il cartellino di <STRONG>Alberto Aquilani</STRONG>. Lo riferisce la <EM>Bbc</EM>, secondo cui il centrocampista 28enne avrebbe gia' salutato i compagni impegnati nella tournee' negli Stati Uniti per fare ritorno in Italia e seguire da vicino la trattativa assieme al procuratore Zavaglia. <br><br> Adesso, il Liverpool starebbe puntando su Joe Allen, attualmente in forza allo Swansea. Aquilani venne acquistato dal Liverpool nel 2009, per 20 milioni di sterline.<br><br>C1000009adm001adm001aquilani.jpgSiNfiorentina-aquilani-saluta-il-liverpool-vicino-l-approdo-in-viola-1007030.htmSiT1000024100075701,02,03010392
1761007022NewsCalciomercatoCalciomercato Fiorentina, solo un ostacolo per Aquilani20120730094329fiorentina, liverpool, aquilaniFiorentina Liverpool AquilaniCome riporta <EM>La Gazzetta dello Sport</EM>,<STRONG> Alberto Aquilani</STRONG>, tornato a<STRONG> Liverpool</STRONG> dopo l'esperienza in rossonero, potrebbe tornare in Italia. La <STRONG>Fiorentina </STRONG>infatti, sarebbe interessata al calciatore per sostituire Montolivo. L'ostacolo maggiore però, riguarda l'ingaggio, molto oneroso per il budget del club viola. La squadra inglese comunque, sembra non voler puntare sul calciatore, quindi un suo ritorno in Italia è vicino.C1000009adm001adm001aquilani.jpgSiNfiorentina-solo-un-ostacolo-per-aquilani-1007022.htmSiT1000024100075701,02,03010252
1771006905NewsCalcio EsteroLavezzi: «il mio ciclo a Napoli era finito»20120726160156lavezziEzequiel LavezziIl Pocho Lavezzi, ai microfoni di <EM>Le Parisien, </EM>parla della sua avventura al Napoli, perchè è finita, e cosa l'ha spinto ad accettare l'offerta del Psg: <BR><BR><EM>«Nel 2009 mi volevano Chelsea e Liverpool? Non era il momento di lasciare Napoli. Lo scorso anno, invece, mi ero accorto che il mio ciclo alle pendici del Vesuvio s'era concluso. Ho 27 anni e se avessi aspettato ancora sarebbe stato troppo tardi. Per questo motivo decisi che, qualora fosse arrivata un'offerta importante, l'avrei accettata. Sono stato sedotto dal progetto Psg e dalla possibilità di vivere a Parigi. Inoltre, ho chiuso la mia avventura al Napoli con la vittoria della Coppa Italia. Non c'era modo migliore per andare via.»</EM><BR><BR>1007858FL0141FL0141lavezzi-psg-lettera-addio-tifosi-napoli.jpgSiNlavezzi-il-mio-ciclo-al-napoli-era-finito-1006905.htmNo100205001,02,03010278
1781006887NewsCalciomercatoRoma: nell`imbarazzo della scelta rischia Osvalso?20120726103042romaDifficile che l`italo-argentino accetti la panchinaCon l'arrivo di Mattia Destro&nbsp; alla Roma, giocatore fortemente voluto dalla dirigenza, dalla squadra e, soprattutto, da Zeman, si apriranno importanti scenari di mercato in casa Roma?<BR><BR>Eh già, perchè adesso il boemo ha l'imbarazzo della scelta: Totti, Bojan, Lamela, Destro e Osvaldo, senza dimenticare il giovane Nico Lopez. Chi va fuori? Zeman gioca con tre punte e, restando con quest'organico adesso ci sono a disposizione quattro esterni e due centrali: reparto completo quindi.<BR><BR>Peccato che, apparte Lopez, stiamo parlando di&nbsp;cinque prime donne che in panchina difficilmente ci vogliono stare: Totti è Totti, e anche se l'allenatore ha dimostrato di non avere problemi a lasciarlo in panchina, un giocatore come il numero 10 giallorosso è difficile da far&nbsp;sedere nelle gare che contano. Lamela e Bojan hanno dimostrato ieri, per l'ennesmia volta, che crescono bene: l'argentino col Liverpool ha impressionato per tecnica, corsa, visione di gioca e un dribbling non indifferente: lo spagnolo invece sembra aver trovato la continuità che con Luis Enrique è mancata. Insomma anche loro sarà difficile lasciarli fuori. <BR><BR>Poi c'è il caso più grosso: Pablo Daniel Osvaldo. Lui finquì si è allenato benissimo, ha segnato, ha fatto vedere belle cose e all'interno del gruppo, anche grazie alla grande amicizia con Totti, è uno dei leader: però Destro è un centrale e, probabilmente, gli soffierà il posto. Che fare allora? Rimanere e sperare in qualche partita (consideriamo anche che la Roma non avrà Europa) o cambiare aria? L'italo-argentino non avrebbe problemi a trovare una nuova squadra, ma dopo il grosso investimento della scorsa stagione&nbsp;fatto per portarlo nella Capitale la cessione sarebbe quasi una sconfitta. Dall'altro lato vero è che&nbsp;coi soldi ricavati da lui&nbsp;i giallorossi potrebbero puntare dritto a Witsel, talento belga valutato 20 milioni, e a Balzaretti,&nbsp;che sistemerebbe l'ultimo ormai punto debole dei giallorossi.&nbsp;<BR><BR>FL0141FL0141roma-osvaldo-lamela1.jpgSiNroma-adesso-ce-l-imbarazzo-della-scelta-rischia-osvaldo-di-saltare-1006887.htmSi100205001,02,03010414
1791006879NewsCampionatiRoma-Liverpool 2-1, con Bradley e Florenzi la Roma va20120726084947roma-liverpoolBattuto il Liverpool 2-1Ennesima bella vittoria della Roma di Zeman in quel di Boston: a far le spese stavolta, nella notte, il Liverpool di Rodgers, orfano però di molti big.<BR><BR>Zeman, davanti a Lobont, conferma al centro della difesa la coppia Castan-Burdisso, con Rosi (vicinissimo al Parma tra l'altro, ndr) e Taddei sulle fasce: a centrocampo solito trio Tatchsidis, Bradley, Pjanic, mentre in avanti Totti e Nico Lopez sugli esterni con Osvaldo centrale. Dall'altro lato Reds senza gli «europei»&nbsp;Reina, Handersson, Carrol&nbsp;e Gerrard,&nbsp;e gli&nbsp;«olimpionici»&nbsp;Suarez, Johnsson, Bellamy:&nbsp;dentro l'ex Aquilani, no Borini.<BR><BR>I giallorossi partono forte e vanno&nbsp;vicini al gol più volte nel primo tempo, ma è nella ripresa che sbloccano: fuori Totti e Lopez, dentro Lamela e Bojan cambiano il match. Una splendida giornata dell'argentino numero 8 lancia Bradley che con un gran diagonale destro non sbaglia e porta in vantaggio i suoi nella sua America: la Roma non molla e anzi raddoppia con Florenzi, che sfrutta la ribattuta del portiere dopo una botta di Lamela, splendidamente servito da Bojan. Adam nel finale segna il gol del 2-1, prima che comunque Lamela prendesse un palo.<BR><BR>Ottime indicazioni per Zeman: Castan acquista sempre più autorità al centro della difesa, Bradley è un instancabile e vede la porta benissimo, Lamela e Bojan sono due piccoli fenomeni che ti cambiano la partita in qualsiasi momento, come hanno dimostrato ieri.<br><br> ROMA (4-3-3): Lobont; Rosi, Burdisso, Castan (46' Romagnoli), Taddei (46' Heinze); Bradley, Tachtsidis (71' Verre), Pjanic (46' Florenzi); Lopez (46' Bojan), Osvaldo (77' Marquinho), Totti (46' Lamela). A disp.: Svedkauskas, Josè Angel, Lucca. All.: Zeman<br><br> LIVERPOOL (4-3-3): Gulacsi (46' Jones); McLaughlin (46' Flanagan), Skrtel (60' Sama), Carragher (46' Agger), Josè Enrique (60' Wilson); Spearing (60' Lucas) , Shelvey (60' Adorjan), Aquilani (46' Suso); Cole (46' Adam), Eccleston (46' Pacheco), Sterling (46' Morgan). A disp: Ward, Smith, Wisdom, Ibe. All.: Rodgers<br><br> Marcatori: 63' Bradley, 69' Florenzi, 80' Adam <br><br> Ammoniti: 28' Sterling, 68' Heinze<BR><BR><br><br>FL0141FL014120120726_liverpool-roma-bradley-burdisso.jpgSiNbradley-florenzi-la-roma-va-1006879.htmSi100205001,02,03010281
1801006827NewsCalciomercatoMercato in casa Juve: il valzer delle punte20120724153256Calciomercato, Juventus, Jovetic, Van Persie, Pazzini, Cavani, SuarezDa Jovetic a Pazzini, chi rinforzerà l`attacco di Conte?<EM>Top Player</EM>&nbsp;è l'espressione chiave del mercato della <STRONG>Juventus</STRONG>. Da giugno ad oggi i nomi accostati ai bianconeri sono stati tanti, soprattutto riguardanti il pacchetto offensivo.<br><br> <STRONG>Van Persie</STRONG>, il papabile candidato per il «colpo di mercato», sembra allontanarsi. Chiede uno stipendio faraonico (13 milioni) per restare all'<STRONG>Arsenal</STRONG>, richiesta che i dirigenti londinesi difficilmente accoglieranno. E il Manchester (United, per una volta) resta alla porta, con <STRONG>Ferguson</STRONG> vivamente interessato all'olandese.<br><br> <STRONG>Jovetic</STRONG> è l'obiettivo più abbordabile, almeno al momento. Il prezzo è alto, 30 milioni, ma la Juventus potrebbe&nbsp;mitigare l'esborso con&nbsp;alcune contropartite tecniche. Inizialmente si era pensato a Quagliarella, poi a Pazienza e Matri (vicino al Milan). Ma ora sembra che la richiesta della <STRONG>Fiorentina</STRONG> sia solo una: soldi più <STRONG>Marrone</STRONG>.<br><br> <STRONG>Pazzini</STRONG> è il terzo jolly del mercato bianconero. Ormai scaricato dall'Inter, il <EM>Pazzo </EM>piace a Marotta. In primo luogo sembrava esserci nell'aria la possibilità di uno scambio fra «scontenti», Pazzini-Krasic. Ma ora sembra proprio che a prendere il posto del serbo sia Fabio <STRONG>Quagliarella</STRONG>, anch'egli sul mercato. <br><br> Per il resto si parla, a volume più basso, dei vari <STRONG>Cavani</STRONG> e&nbsp;<STRONG>Suarez</STRONG>. Il fantasista del <STRONG>Napoli</STRONG>, che secondo le parole di Mino Raiola «vorrebbe andare via», è blindato economicamente dalla società: il valore del suo cartellino oscillerebbe tra i 40 e i 50 milioni, cifre proibitive per i bianconeri. Il manager del <STRONG>Liverpool</STRONG> Brendan Rodgers ai microfoni del D<EM>aily Mirror </EM>ha letteralmente chiuso le porte in faccia a tutte le squadre interessate a Suarez:&nbsp;&nbsp;<SPAN style=«DISPLAY: inline! important; FLOAT: none; WORD-SPACING: 0px; FONT: 14px/18px Arial, sans-serif; TEXT-TRANSFORM: none; COLOR: #1A2732; TEXT-INDENT: 0px; WHITE-SPACE: normal; LETTER-SPACING: normal; BACKGROUND-COLOR: #FFFFFF; orphans: 2; widows: 2; -webkit-text-size-adjust: auto; -webkit-text-stroke-width: 0px»>«</SPAN><EM>Luis non vede l'ora di ricominciare a giocare con noi. Essendo aperto il mercato, chiaramente, girano tante voci, ma io voglio trattenere i miei giocatori»</EM>. <br><br> Di certo c'è solo che la Juventus ha urgente bisogno di rinforzare un attacco che nella scorsa stagione ha dimostrato di non essere letale come dovrebbe. Il montenegrino della Fiorentina è senz'altro in pole con Pazzini, che però verosimilmente correrebbe il rischio di fare la riserva se non si adattasse agli schemi di <STRONG>Conte</STRONG>. Le voci sono tante, per ripetere le parole di Rodgers, ma i conti si tireranno tutti sul campo.<br><br>1007856TorinoFL0435FL043520120419_sj.jpgSiNmercato-in-casa-juve-il-valzer-delle-punte-1006827.htmSiT1000007100612201,02,03,06010410
1811006803NewsCalciomercatoCalciomercato: Juventus, il Liverpool blinda Suarez20120723194531juventus, liverpool, suarezJuventus Liverpool SuarezLa <STRONG>Juventus</STRONG> segue <STRONG>Luis Suarez</STRONG>, ma il tecnico del<STRONG> Liverpool</STRONG> Brendan Rodgers lo ritiene incedibile. <BR><BR>Per questo motivo, con ogni probabilità, la pista che porta all'attaccante uruguaiano dovrebbe pian piano perdere di concretezza. <BR><BR>L'allenatore dei reds ha parlato al <EM>Daily Mirror</EM> del suo attaccante: «Luis non vede l'ora di ricominciare a giocare con noi. L'ho sentito ed è molto impegnato a preparare al meglio le Olimpiadi. Essendo aperto il mercato, chiaramente, girano tante voci, ma io voglio trattenere i miei giocatori».<BR><BR>C1000009adm001adm001suarez.jpgSiNjuventus-il-liverpool-blinda-suarez-marotta-1006803.htmSiT1000007100075701,02,03,06010193
1821006792NewsCalciomercatoIl Napoli torna su Skrtel20120723154531napoli, liverpool, skrtelNapoli Liverpool SkrtelCome riporta il <EM>Daily Mail</EM> il<STRONG> Napoli</STRONG> sarebbe tornato alla carica per <STRONG>Martin Skrtel (27)</STRONG>. <br><br> Il difensore del<STRONG> Liverpool</STRONG>, tolto recentemente dal mercato, piace molto a Mazzarri ma sul centrale sembrano esserci anche Manchester City e Anzhi pronte a formulare l'offerta.<br><br>1007856adm001adm001skrtel.jpgSiNil-napoli-torna-su-skrtel-1006792.htmSiT1000017100075501,02,03,08010478
1831006772NewsCampionatiRoma show a Chicago: 4-0 al Zaglebie20120723080010romaA segno il nuovo TatchidisConvince ogni giorno di più qesta Roma: dopo la splendida vittoria di Vienna infatti ecco i giallorossi sbarazzarsi anche dello Zaglebie Lubino con un rotondo 4-0.<BR><BR>Zeman ha fatto giocare tutti i nuovi e ha lasciato in panchina Totti, almeno inizialmente: Castan ha fatto coppia al centro con Romagnoli, prima di essere sostituito nella ripresa; Bradley e Tatchidis insieme a Pjanic formavano il trio di centrocampo, mentre in avanti Osvaldo, centrale, è stato affiancato da Bojan e Lamela.<BR><BR>Pronti via grande giocata di Bojan, e Osvaldo insacca: al 19' il neoacquisto Tatchidis con uno spettacolare cucchiaio da&nbsp;fuori raddoppia, prima che Lamela, con un pallonetto, triplichi. Il quattro a zero arriva dopo una splendida azione personale di Bojan, che insacca dopo aver saltato quattro giocatori. Nella ripresa girandola di cambi che porta a qualche conclusione giallorossa, ad un palo di Totti, ma alla fine il risultato non cambia.<BR><BR>Vince e convince la Roma, che adesso, nella seconda partita di questa tournee americana, aspetta il Liverpool di Fabio Borini.<BR><BR>FL0141FL0141zeman-riscone3.jpgSiNroma-show-a-chicago-a-zaglebie-1006772.htmSi100205001,02,03010320
1841006735NewsCalciomercatoSerie A, Tutti i trasferimenti ufficiali20120722154531Serie ATutti i trasferimentiSi è aperto ufficialmente domenica 1 luglio, la sessione estiva del calciomercato. La finestra di trattative si concluderà venerdì 31 agosto alle 19.<BR><BR>Le società possono acquistare un massimo di due giocatori extracomunitari all'anno, sempre che gli slot (i posti) non siano già occupati da altri calciatori con passoporto extra U.E.<BR><BR><BR><STRONG>ATALANTA (all. Colantuono)</STRONG><BR>Arrivi: Brivio (d, Lecce), Matheu (d, Independiente), Parra (a, Independiente)<BR>Partenze: Cristiano Doni (a, fine contratto), Ferri (d, fine contratto), Polito (p, fine contratto), Mutarelli (c, fine contratto), Stendardo (d, fine prestito Lazio), Brighi (c, fine prestito Roma), Carrozza (c, Verona).<BR><BR><BR><STRONG>BOLOGNA (all. Pioli)</STRONG><BR>Arrivi: Riverola (c, Barcellona), Pasquato (a, Udinese), Curci (p, Roma), Roger de Carvalho (d, Genoa), De Carvalho (d, Tombense), Abero (d, Nacional Montevideo)<BR>Partenze: Belfodil (a, Lione), Raggi (d, Monaco), Paonessa (c, Parma), Di Vaio (a, Montreal Impact), Loria (d, fine contratto), Vitale (d, fine prestito Napoli), Gillet (p, Torino), Crespo (c, Verona), Mudingayi (c, Inter), Gavilan (a, Nocerina)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>CAGLIARI (all. Ficcadenti)</STRONG><BR>Arrivi: Rossettini (d, Siena), Sau (a, Juve Stabia), Avelar (d, Karpaty Lviv), Camilleri (a, Reggina)<BR>Partenze: Canini (d, Genoa), Giorico (c, Lumezzane)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>CATANIA (all. Maran)</STRONG><BR>Arrivi: Salifu (c, Fiorentina), Antenucci (a, Torino), Morimoto (a, Novara), Doukara (a, Vibonese), Frison (p, Vicenza), Crescenzi (d, Bari), Antei (d, Grosseto), Castro (c, Racing Avellaneda)<BR>Partenze: Kosicky (p, Novara), Motta (d, fine prestito Juventus), Suazo (a, svincolato), Campagnaro (p, svincolato), Maxi Lopez (a, Sampdoria), Wellington (a, Koper)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>CHIEVO (all. Di Carlo)<BR></STRONG>Arrivi: Iunco (a, Spezia), Papp (d, Vaslui), Farkas (d, Vaslui), Guana (c, Cesena), Cofie (c, Genoa), Di Michele (a, svincolato)<BR>Partenze: Hanine (c, Ascoli), Acerbi (d, Genoa), Iori (c, Cesena), Uribe (a, Nacional), Mandelli (d, svincolato), Bradley (c, Roma), Granoche (a, Padova), Farias (a, Padova), Fatic (d, Hellas Verona)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>FIORENTINA (all. Montella)</STRONG><BR>Arrivi: Hegazy (d, Ismaily), El Hamdaoui (a, Ajax), Roncaglia (d, Boca Juniors), Della Rocca (c, Palermo), Lupatelli (p, svincolato)<BR>Partenze: Montolivo (c, Milan), Natali (d, fine contratto), Kroldrup (d, fine contratto), Marchionni (c, fine contratto), Salifu (c, Catania), Amauri (a, Parma), Seculin (p, Juve Stabia), Agyei (c, Juve Stabia), Babacar (a, Padova), Kharja (c, rescissione), Gamberini (d, Napoli), Behrami (c, Napoli), De Silvestri (d, Sampdoria).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>GENOA (all. De Canio)</STRONG><BR>Arrivi: Immobile (a, Pescara), Merkel (c, Milan), Von Bergen (d, Cesena), Lazarevic (a, Padova), Tozser (c, Genk), Polo (a, Universitario), Acerbi (d, Chievo), Canini (d, Cagliari), Anselmo (c, Palmeiras), M. Martinez (d, Racing), Bertolacci (a, Roma) <BR>Partenze: Acerbi (d, Milan), Caracciolo (a, Brescia), Constant (c, Milan), Palacio (a, Inter), Sculli (a, fine prestito Lazio), Belluschi (c, fine prestito Porto), Eduardo (p, Istanbul BB), Veloso (c, Dynamo Kiev), Cofie (c, Chievo), Roger de Carvalho (d, Bologna), Ribas (a, Monaco).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>INTER (all. Stramaccioni)</STRONG><BR>Arrivi: Palacio (a, Inter), Bardi (p, Livorno), Jonathan (d, Parma), Coutinho (a, Espanyol), Handanovic (p, Udinese), Silvestre (d, Palermo), Mudingayi (c, Bologna)<BR>Partenze: Zarate (a, Lazio), Palombo (c, Sampdoria), Cordoba (d, fine contratto), Orlandoni (p, fine contratto), Lucio (d, Juventus), Forlan (a, rescissione), Faraoni (d, Udinese), Alborno (d, Novara), Bardi (p, Novara)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>JUVENTUS (all. Conte)<BR></STRONG>Arrivi: Giovinco (a, Parma), Asamoah (c, Udinese), Isla (c, Udinese), Leali (p, Brescia), Lucio (d, Inter), Pogba (c, Manchester United), Boakye (a, Sassuolo).<BR>Partenze: Manninger (p, fine contratto), Del Piero (a, fine contratto), Grosso (d, fine contratto), Borriello (a, fine prestito Roma), Pasquato (c, Udinese), Elia (c, Werder Brema), Chibsah (c, Parma).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>LAZIO (all. Petkovic)</STRONG><BR>Arrivi: Zarate (a, Inter), Ederson (a, Lione), Candreva (c, Udinese)<BR>Partenze: Del Nero (a, fine contratto), Makinwa (a, fine contratto).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>MILAN (all. Allegri)</STRONG><BR>Arrivi: Montolivo (c, Fiorentina), Traoré (c, Nancy), Acerbi (d, Genoa), Didac Vilà (d, Espanyol), Taiwo (d, Qpr), Gabriel (p, Cruzeiro), Constant (c, Genoa).<BR>Partenze: Gattuso (c, Sion), Van Bommel (c, Psv Eindhoven), Nesta (d, Montreal Impact), Inzaghi (a, fine contratto), Roma, (p, fine contratto), Zambrotta (d, fine contratto), Seedorf (c, Botafogo), Maxi Lopez (a, fine prestito Catania), Adiyiah (a, Arsenal Kiev), Comi (a, Reggina), Zigoni (a, Pro Vercelli), Ricardo Ferreira (d, Empoli), Thiago Silva (d, Paris Saint Germain), Ibrahimovic (a, Paris Saint-Germain)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>NAPOLI (all. Mazzarri)</STRONG><BR>Arrivi: Insigne (a, Pescara), Bariti (c, Vicenza), Gamberini (d, Fiorentina), Behrami (c, Fiorentina).<BR>Partenze: Lavezzi (a, Psg), Grava (d, fine contratto), Santana (c, Torino), Fideleff (d, Parma)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>PALERMO (all. Sannino)</STRONG><BR>Arrivi: Viola (a, Reggina), Brienza (a, Siena), Kurtic (c, Varese), Morganella (d, Novara), Ujkani (p, Novara), Dybala (a, Instituto), Sosa (a, Cerro Largo), Rios (c, Chivas), Dybala (a, Instituto)<BR>Partenze: Gonzalez (a, Novara), Silvestre (d, Inter), Succi (a, Cesena), Bacinovic (c, Verona), Acquah (Parma).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>PARMA (all. Donadoni)</STRONG><BR>Arrivi: Belfodil (a, Lione), Ninis (c, Panathinaikos), Pabon (a, Nacional Medellin), Paonessa (c, Bologna), Dellafiore (d, Novara), Amauri (a, svincolato), Brandao (d, Siena), Parolo (c, Cesena), Fideleff (d, Napoli), Acquah (Palermo)<BR>Partenze: Giovinco (a, Juventus), Danilo Pereira (c, Roda), Rispoli (d, Padova), Nwanko (c, Padova), Okaka (a, fine prestito Roma), Floccari (a, fine prestito Lazio), Valiani (c, Siena).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>PESCARA (all. Stroppa)<BR></STRONG>Arrivi: Abbruscato (a, Vicenza), Colucci (c, Cesena), Bjarnason (c, Standard Liegi), Elyounoussi (a, Fredrikstad), Cosic (d, Stella Rossa), Munoz (a, Colo Colo), Celik (a, Gais), Chiaretti (a, Taranto), Quintero (c, Atletico Nacional)<BR>Partenze: Immobile (a, Genoa), Insigne (a, Napoli), Sansovini (a, Spezia), Giacomelli (a, Vicenza), Gessa (c, Cesena), Verratti (c, Paris Saint Germain)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>ROMA (all. Zeman)<BR></STRONG>Arrivi: D'Alessandro (c, Verona), Florenzi (c, Crotone), Dodò (d, Corinthians), Stoian (a, Bari), Svedkauskas (p, Suduva), Lucca (c, Internacional), Tachtsidis (c, Verona), Bradley (c, Chievo Verona) <BR>Partenze: Cassetti (d, fine contratto), Cicinho (d, Sport Recife), Antunes (d, rescissione), Viviani (c, Padova), Gago (c, Real Madrid), Borini (a, Liverpool), Curci (p, Bologna), Juan (d, rescissione), Bertolacci (a, Genoa)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>SAMPDORIA (all. Ferrara)</STRONG><BR>Arrivi: Tissone (c, Maiorca), Corazza (Portogruaro), Maxi Lopez (a, Catania), De Silvestri (d, Fiorentina)<BR>Partenze: Foggia (c, fine prestito Lazio), Pellè (a, fine prestito Parma), Celjak (c, Grosseto), Zaza (a, Ascoli), Piovaccari (a, Novara), Fornaroli (a, Boston River)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>SIENA (all. Cosmi)<BR></STRONG>Arrivi: Dellafiore (Parma), Rubin (d, Torino), Valiani (c, Parma)<BR>Partenze: Rossettini (d, Cagliari), Brienza (a, Palermo), Codrea (c, fine contratto), Brkic (p, dine prestito Udinese), Gazzi (c, Torino).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>TORINO (all. Ventura)</STRONG><BR>Arrivi: Ebagua (a, Catania), Gillet (p, Bologna), Sansone (a, Sassuolo), Santana (c, Napoli), Gazzi (c, Siena)<BR>Partenze: Antenucci (a, Catania), Ebagua (a, Varese), Rubin (d, Siena), Pratali e Gasbarroni (svincolati).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>UDINESE (all. Guidolin)</STRONG><BR>Arrivi: Brkic (p, Siena), Gabriel Silva (d, Novara), Willians (c, Flamengo), Allan Marques (c, Vasco da Gama), Thomas Heurtaux (d, Caen), Wojciech Pawlowski&nbsp; (p, Lechia), Pasquato (c, Juve), Cuadrado (c, Lecce), Muriel (a, Lecce), Machis (a, Mineros de Guayana), Faraoni (d, Inter), Maicosuel (c, Botafogo)<BR>Partenze: Floro Flores (a, Granada), Torje (a, Granada), Asamoah Kwadwo (c, Juventus), Isla (c, Juventus), Ferronetti (d, fine contratto), Pazienza (c, fine prestito Juventus), Pasquato (a, Bologna), Handanovic (p, Inter), Candreva (c, Lazio)<BR><BR>1007856MilanoFL0411FL0411calciomercato.jpgSiNtutti-i-trasferimenti-ufficiali-1006735.htmSi100427901,02,03010791
1851006737NewsCampionatiTournèe americana:Roma-Zaglebie Lubin20120722095037RomaRoma, inizia la tournèe americanaInizia il tour Americano per i giallorossi di Zeman, le tre partite in sei giorni valevoli per la conquista del mercato americano sono alle porte. <BR><BR>La tournèe negli Usa comincia&nbsp;stasera al Wrigley Field, lo stadio di baseball di Chicago, contro i polacchi dello Zaglebie Lubino. <BR><BR>Calcio d`inizio alle ore 14.30 locali (le 21.30 italiane). Finora solo settemila biglietti venduti, su un totale di 41000 posti disponibili. Previsto il tutto esaurito invece a Boston contro il Liverpool, con la partita che inizierà alle 18.30 (00.30 italiane).&nbsp; Il terzo ed ultimo test è invece fissato per il 27 luglio alla Red Bull Arena di New York, avversaria la Nazionale di El Salvador. In questo caso il calcio d`inizio è fissato alle ore 20 (le 2 italiane). Il ritorno a Fiumicino la mattina del 29 luglio. Dal 2 al 14 agosto invece si terrà il secondo ritiro a Irdning.<BR><BR>ChicagoFL0411FL0411150902858-5275fa54-88f3-4d54-80d9-de42c516639e.jpgSiNroma-inizia-la-tournee-americana-1006737.htmSi100427901,02,03010346
1861006724NewsCalciomercatoLa Roma agli ordini del sergente Zeman20120721153923Roma Zeman DestroPrime settimane di lavoro per Zeman, nuovo tecnico della Roma, con uno sguardo al mercato e al caso Destro<P style=«««««margin-bottom: » 0cm»=««««»»»» »» »>Lo scorso anno è stato allenatore della squadra rivelazione del campionato di serie B, riuscendo a centrare una promozione che ad inizio anno sembrava davvero lontana, con un mix di giovani ed esperienza che ha prodotto risultati davvero eccellenti, oltre ad aver messo in mostra talenti del nostro calcio voluti dai club più importanti di Italia e del mondo, come Immobile, Insigne e Verratti. <br><br> <P style=«««««margin-bottom: » 0cm»=««««»»»» »» »>L'uomo in questione è ovviamente Zdenek Zeman, il boemo che è una conoscenza storica del nostro calcio e che ha dimostrato quanto sia possibile anche in Italia, da sempre giudicata patria del gioco difensivo, fare spettacolo con i giusti giocatori, regalando tanti gol e giocate di prestigio. Se un anno fa <STRONG>Zeman</STRONG> faceva (ri)innamorare gli amanti del bel calcio col suo piccolo Pescara, nel frattempo la Roma, forte della nuova dirigenza americana, sceglieva come allenatore Luis Enrique, noto ex calciatore nonché tecnico delle giovanili del Barcelona, nella speranza di trovare in lui il nuovo Guardiola. <br><br> <P style=«««««margin-bottom: » 0cm»=««««»»»» »» »>Nonostante però numerosi acquisti (non tutti vincenti) ed il nuovo tecnico, le speranze della dirigenza di trovare una Roma già al primo anno da vertice sono sfumate dopo poco tempo, con dei risultati che hanno prodotto l'inevitabile fallimento del «progetto» tanto predicato da Luis Enrique. A fine stagione poi il matrimonio con Vincenzo Montella, che veniva da un'ottima annata con il Catania, sembrava già scritto ma le strade si son divise: la Roma ha optato per l'affascinante idea del tecnico boemo mentre l'aereoplanino è decollato a Firenze. Le strade di Zeman e della Roma dunque si rincontrano dopo che il boemo era stato tecnico della squadra capitolina dal 1997 al 1999. <br><br> <P style=«««««margin-bottom: » 0cm»=««««»»»» »» »>Il filo conduttore a più di 13 anni di distanza è sicuramente Francesco <STRONG>Totti</STRONG>, 21enne quando arrivò Zeman alla Roma, quasi 36enne ora che il boemo è tornato. Sicuramente negli ultimi due anni Totti è stato al centro di parecchie discussioni: monumento storico della Roma indubbiamente, intoccabile per alcuni, peso per altri (specie per il tipo di gioco che aveva in mente Luis Enrique). Senza dubbio il capitano giallorosso non avrà più la corsa di un tempo o dei colleghi più giovani, ma il tocco di palla rimane sempre quello di un fuoriclasse che può essere certamente decisivo per la Roma. Zeman ha sin da subito fatto capire che Totti è un pezzo importante della squadra, ma che se sarà necessario o se altri meriteranno più di lui, è pronto a metterlo in un ruolo più marginale del solito: ma il numero 10 giallorosso sembra voglioso di prendersi il posto che gli spetta quindi difficilmente dovrebbe nascere a campionato in corso una «grana Totti», salvo poi nuovi arrivi dal mercato. <br><br> <P style=«««««margin-bottom: » 0cm»=««««»»»» »» »>Proprio il mercato ovviamente riveste in questi giorni un ruolo di primo piano per i giallorossi. Preso <STRONG>Bradley</STRONG> per il centrocampo, dopo l'ottima stagione a Verona sponda Chievo, sicuramente il reparto dove c'è stata e ci sarà più rivoluzione e la difesa, in cui dovrebbero arrivare tanti nuovi innesti e in cui potrebbero esserci altre partenze oltre ai giocatori già svincolati (voci insistono sulla possibile cessione di J.Angel). Ma se si parla del mercato della Roma è inevitabile parlare del caso <STRONG>Destro</STRONG>: la cessione di Fabio <STRONG>Borini</STRONG> al Liverpool, dopo un'ottima stagione che è valsa all'ex Chelsea anche la convocazione in azzurro per gli Europei, è stato un chiaro segnale del tentativo di sprint finale della Roma per arrivare a Destro, battendo la concorrenza di tutte le big italiane, Inter, Milan e Juventus che sembra ancora non demordere. Lo stesso <STRONG>Preziosi</STRONG>, presidente del Genoa, ha detto più volte negli ultimi giorni di aver raggiunto un'intesa di massima col club capitolino per la cessione dell'ex giocatore del Siena, ma a bloccare la trattativa è stato lo stesso giocatore: probabilmente non convinto dalla soluzione giallorossa (alcuni voci vogliono la Juve ancora in forte pressing, oltre all'Inter a cui, con Pazzini sempre più ai margini della squadra, un attaccante servirebbe), nonostante la possibilità di trovare spazio da titolare sin da subito oltre che un allenatore capace di esaltare i giovani. Sicuramente l'ostacolo non può essere solo di carattere economico, altrimenti il giocatore avrebbe optato per una soluzione estera (alcuni club tedeschi erano su di lui) che avrebbe pagato più dei club italiani, ma probabilmente il ragazzo cresciuto nella primavera dell'Inter, non è convinto dal progetto dei giallorossi.<br><br> <P style=«««««margin-bottom: » 0cm»=««««»»»» »» »>Tuttavia lo stesso Preziosi ha già fatto capire che spingerà Destro a questa soluzione e già nella giornata di oggi potrebbero esserci sviluppi, con un possibile incontro tra dirigenza giallorossa ed entourage del giocatore. Zemanlandia prende sempre più corpo.<BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><br><br>C1000009RomaFL0676FL0676150902858-5275fa54-88f3-4d54-80d9-de42c516639e.jpgSiNla-roma-agli-ordini-del-sergente-zeman-1006724.htmSiT1000012100664801,02,03010354
1871006672NewsCalciomercatoSerie A, Tutti i trasferimenti ufficiali20120720141531CalciomercatoTutte le ufficialitàSi è aperto ufficialmente domenica 1 luglio, la sessione estiva del calciomercato. La finestra di trattative si concluderà venerdì 31 agosto alle 19.<BR><BR>Le società possono acquistare un massimo di due giocatori extracomunitari all'anno, sempre che gli slot (i posti) non siano già occupati da altri calciatori con passoporto extra U.E.<BR><BR><BR><STRONG>ATALANTA (all. Colantuono)<BR></STRONG>Arrivi: Brivio (d, Lecce), Matheu (d, Independiente), Parra (a, Independiente)<BR>Partenze: Cristiano Doni (a, fine contratto), Ferri (d, fine contratto), Polito (p, fine contratto), Mutarelli (c, fine contratto), Stendardo (d, fine prestito Lazio), Brighi (c, fine prestito Roma), Carrozza (c, Verona).<BR><STRONG></STRONG><BR><BR><STRONG>BOLOGNA (all. Pioli)<BR></STRONG>Arrivi: Riverola (c, Barcellona), Pasquato (a, Udinese), Curci (p, Roma), Roger de Carvalho (d, Genoa), De Carvalho (d, Tombense), Abero (d, Nacional Montevideo)<BR>Partenze: Belfodil (a, Lione), Raggi (d, Monaco), Paonessa (c, Parma), Di Vaio (a, Montreal Impact), Loria (d, fine contratto), Vitale (d, fine prestito Napoli), Gillet (p, Torino), Crespo (c, Verona)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>CAGLIARI (all. Ficcadenti)<BR></STRONG>Arrivi: Rossettini (d, Siena), Sau (a, Juve Stabia), Avelar (d, Karpaty Lviv), Camilleri (a, Reggina9<BR>Partenze: Canini (d, Genoa), Giorico (c, Lumezzane)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>CATANIA (all. Maran)<BR></STRONG>Arrivi: Salifu (c, Fiorentina), Antenucci (a, Torino), Morimoto (a, Novara), Doukara (a, Vibonese), Frison (p, Vicenza), Crescenzi (d, Bari), Antei (d, Grosseto)<BR>Partenze: Kosicky (p, Novara), Motta (d, fine prestito Juventus), Suazo (a, svincolato), Campagnaro (p, svincolato), Maxi Lopez (a, Sampdoria), Wellington (a, Koper)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>CHIEVO (all. Di Carlo)<BR></STRONG>Arrivi: Iunco (a, Spezia), Papp (d, Vaslui), Farkas (d, Vaslui), Guana (c, Cesena), Cofie (c, Genoa), Di Michele (a, svincolato)<BR>Partenze: Hanine (c, Ascoli), Acerbi (d, Genoa), Iori (c, Cesena), Uribe (a, Nacional), Mandelli (d, svincolato), Bradley (c, Roma), Granoche (a, Padova), Farias (a, Padova), Fatic (d, Hellas Verona)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>FIORENTINA (all. Montella)</STRONG><BR>Arrivi: Hegazy (d, Ismaily), El Hamdaoui (a, Ajax), Roncaglia (d, Boca Juniors), Della Rocca (c, Palermo), Lupatelli (p, svincolato)<BR>Partenze: Montolivo (c, Milan), Natali (d, fine contratto), Kroldrup (d, fine contratto), Marchionni (c, fine contratto), Salifu (c, Catania), Amauri (a, Parma), Seculin (p, Juve Stabia), Agyei (c, Juve Stabia), Babacar (a, Padova), Kharja (c, rescissione), Gamberini (d, Napoli), Behrami (c, Napoli), De Silvestri (d, Sampdoria).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>GENOA (all. De Canio)<BR></STRONG>Arrivi: Immobile (a, Pescara), Merkel (c, Milan), Von Bergen (d, Cesena), Lazarevic (a, Padova), Tozser (c, Genk), Polo (a, Universitario), Acerbi (d, Chievo), Canini (d, Cagliari), Anselmo (c, Palmeiras), M. Martinez (d, Racing), Bertolacci (a, Roma) <BR>Partenze: Acerbi (d, Milan), Caracciolo (a, Brescia), Constant (c, Milan), Palacio (a, Inter), Sculli (a, fine prestito Lazio), Belluschi (c, fine prestito Porto), Eduardo (p, Istanbul BB), Veloso (c, Dynamo Kiev), Cofie (c, Chievo), Roger de Carvalho (d, Bologna), Ribas (a, Monaco).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>INTER (all. Stramaccioni)<BR></STRONG>Arrivi: Palacio (a, Inter), Bardi (p, Livorno), Jonathan (d, Parma), Coutinho (a, Espanyol), Handanovic (p, Udinese), Silvestre (d, Palermo).<BR>Partenze: Zarate (a, Lazio), Palombo (c, Sampdoria), Cordoba (d, fine contratto), Orlandoni (p, fine contratto), Lucio (d, Juventus), Forlan (a, rescissione), Faraoni (d, Udinese), Alborno (d, Novara), Bardi (p, Novara)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>JUVENTUS (all. Conte)<BR></STRONG>Arrivi: Giovinco (a, Parma), Asamoah (c, Udinese), Isla (c, Udinese), Leali (p, Brescia), Lucio (d, Inter), Pogba (c, Manchester United), Boakye (a, Sassuolo).<BR>Partenze: Manninger (p, fine contratto), Del Piero (a, fine contratto), Grosso (d, fine contratto), Borriello (a, fine prestito Roma), Pasquato (c, Udinese), Elia (c, Werder Brema), Chibsah (c, Parma).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>LAZIO (all. Petkovic)<BR></STRONG>Arrivi: Zarate (a, Inter), Ederson (a, Lione), Candreva (c, Udinese)<BR>Partenze: Del Nero (a, fine contratto), Makinwa (a, fine contratto).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>MILAN (all. Allegri)<BR></STRONG>Arrivi: Montolivo (c, Fiorentina), Traoré (c, Nancy), Acerbi (d, Genoa), Didac Vilà (d, Espanyol), Taiwo (d, Qpr), Gabriel (p, Cruzeiro), Constant (c, Genoa).<BR>Partenze: Gattuso (c, Sion), Van Bommel (c, Psv Eindhoven), Nesta (d, Montreal Impact), Inzaghi (a, fine contratto), Roma, (p, fine contratto), Zambrotta (d, fine contratto), Seedorf (c, Botafogo), Maxi Lopez (a, fine prestito Catania), Adiyiah (a, Arsenal Kiev), Comi (a, Reggina), Zigoni (a, Pro Vercelli), Ricardo Ferreira (d, Empoli), Thiago Silva (d, Paris Saint Germain), Ibrahimovic (a, Paris Saint-Germain)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>NAPOLI (all. Mazzarri)<BR></STRONG>Arrivi: Insigne (a, Pescara), Bariti (c, Vicenza), Gamberini (d, Fiorentina), Behrami (c, Fiorentina).<BR>Partenze: Lavezzi (a, Psg), Grava (d, fine contratto), Santana (c, Torino), Fideleff (d, Parma)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>PALERMO (all. Sannino)<BR></STRONG>Arrivi: Viola (a, Reggina), Brienza (a, Siena), Kurtic (c, Varese), Morganella (d, Novara), Ujkani (p, Novara), Dybala (a, Instituto), Sosa (a, Cerro Largo), Rios (c, Chivas).<BR>Partenze: Gonzalez (a, Novara), Silvestre (d, Inter), Succi (a, Cesena), Bacinovic (c, Verona), Acquah (Parma).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>PARMA (all. Donadoni)<BR></STRONG>Arrivi: Belfodil (a, Lione), Ninis (c, Panathinaikos), Pabon (a, Nacional Medellin), Paonessa (c, Bologna), Dellafiore (d, Novara), Amauri (a, svincolato), Brandao (d, Siena), Parolo (c, Cesena), Fideleff (d, Napoli), Acquah (Palermo)<BR>Partenze: Giovinco (a, Juventus), Danilo Pereira (c, Roda), Rispoli (d, Padova), Nwanko (c, Padova), Okaka (a, fine prestito Roma), Floccari (a, fine prestito Lazio), Valiani (c, Siena).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>PESCARA (all. Stroppa)</STRONG><BR>Arrivi: Abbruscato (a, Vicenza), Colucci (c, Cesena), Bjarnason (c, Standard Liegi), Elyounoussi (a, Fredrikstad), Cosic (d, Stella Rossa), Munoz (a, Colo Colo), Celik (a, Gais), Chiaretti (a, Taranto), Quintero (c, Atletico Nacional)<BR>Partenze: Immobile (a, Genoa), Insigne (a, Napoli), Sansovini (a, Spezia), Giacomelli (a, Vicenza), Gessa (c, Cesena), Verratti (c, Paris Saint Germain)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>ROMA (all. Zeman)<BR></STRONG>Arrivi: D'Alessandro (c, Verona), Florenzi (c, Crotone), Dodò (d, Corinthians), Stoian (a, Bari), Svedkauskas (p, Suduva), Lucca (c, Internacional), Tachtsidis (c, Verona), Bradley (c, Chievo Verona) <BR>Partenze: Cassetti (d, fine contratto), Cicinho (d, Sport Recife), Antunes (d, rescissione), Viviani (c, Padova), Gago (c, Real Madrid), Borini (a, Liverpool), Curci (p, Bologna), Juan (d, rescissione), Bertolacci (a, Genoa)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>SAMPDORIA (all. Ferrara)<BR></STRONG>Arrivi: Tissone (c, Maiorca), Corazza (Portogruaro), Maxi Lopez (a, Catania), De Silvestri (d, Fiorentina)<BR>Partenze: Foggia (c, fine prestito Lazio), Pellè (a, fine prestito Parma), Celjak (c, Grosseto), Zaza (a, Ascoli), Piovaccari (a, Novara), Fornaroli (a, Boston River)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>SIENA (all. Cosmi)<BR></STRONG>Arrivi: Dellafiore (Parma), Rubin (d, Torino), Valiani (c, Parma)<BR>Partenze: Rossettini (d, Cagliari), Brienza (a, Palermo), Codrea (c, fine contratto), Brkic (p, dine prestito Udinese), Gazzi (c, Torino).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>TORINO (all. Ventura)<BR></STRONG>Arrivi: Ebagua (a, Catania), Gillet (p, Bologna), Sansone (a, Sassuolo), Santana (c, Napoli), Gazzi (c, Siena)<BR>Partenze: Antenucci (a, Catania), Ebagua (a, Varese), Rubin (d, Siena), Pratali e Gasbarroni (svincolati).<BR>&nbsp;<BR><STRONG>UDINESE (all. Guidolin)<BR></STRONG>Arrivi: Brkic (p, Siena), Gabriel Silva (d, Novara), Willians (c, Flamengo), Allan Marques (c, Vasco da Gama), Thomas Heurtaux (d, Caen), Wojciech Pawlowski&nbsp; (p, Lechia), Pasquato (c, Juve), Cuadrado (c, Lecce), Muriel (a, Lecce), Machis (a, Mineros de Guayana), Faraoni (d, Inter), Maicosuel (c, Botafogo)<BR>Partenze: Floro Flores (a, Granada), Torje (a, Granada), Asamoah Kwadwo (c, Juventus), Isla (c, Juventus), Ferronetti (d, fine contratto), Pazienza (c, fine prestito Juventus), Pasquato (a, Bologna), Handanovic (p, Inter), Candreva (c, Lazio)<BR><BR>1007856MilanoFL0411FL0411calciomercato.jpgSiNserie-a-tutti-i-trasferimenti-ufficiali-1006672.htmSi100427901,02,03010893
1881006680NewsCoppeSorteggio Europa League: Inter contro una tra Hajduk Spalato e Skonto20120720131531inter, europa leagueInter Europa League&nbsp;13.45 - L'Inter&nbsp;affronterà la vincente tra Hajduk Spalato e Skonto Riga. Nella gara d'andata disputata ieri i croati si sono imposti per 2-0.<br><br> Gli altri accoppiamenti per il terzo turno preliminare:<br><br> - Athletic Club - NK Slaven Koprivnica (CRO)/Portadown FC (NIR)<BR>- FC Anzhi Makhachkala (RUS)/Budapest Honvéd FC (HUN) - Lokomotiv Plovdiv 1936 (BUL)/Vitesse (NED)<BR>- Inter Baki PIK (AZE)/Asteras Tripolis FC (GRE) - CS Marítimo<BR>- FC Rapid Bucuresti (ROU)/Myllykosken Pallo-47 (FIN) - sc Heerenveen (NED)<BR>- Ruch Chorzów (POL)/FK Metalurg Skopje (MKD) - FC Metalurgi Rustavi (GEO)/FC Viktoria Plzen (CZE)<BR>- AC Horsens (DEN) - FC Dacia Chisinau (MDA)/IF Elfsborg (SWE)<BR>- APOEL FC (CYP)/FK Senica (SVK) - KF Tirana (ALB)/Aalesunds FK (NOR)<BR>- FC Internazionale Milano - HNK Hajduk Split (CRO)/Skonto FC (LVA)<BR>- FK Vojvodina (SRB)/FK Suduva (LTU) - SK Rapid Wien (AUT)<BR>- KRC Genk - FC Milsami Orhei (MDA)/FC Aktobe (KAZ)<BR>- NK Olimpija Ljubljana (SVN)/Tromsø IL (NOR) - FC Metalurh Donetsk (UKR)/FK Celik Nikaic (MNE)<BR>- FC Twente (NED)/FC Inter Turku (FIN) - FK Mladá Boleslav (CZE)/Thór Akureyri (ISL)<BR>- Bnei Yehuda Tel-Aviv FC (ISR)/FC Shirak (ARM) - PAOK FC<BR>- AGF Århus (DEN)/FC Dila Gori (GEO) - FC Levadia Tallinn (EST)/Anorthosis Famagusta FC (CYP)<BR>- `K Slovan Bratislava (SVK)/Videoton FC (HUN) - FC Differdange 03 (LUX)/KAA Gent (BEL)<BR>- AIK Solna (SWE)/FH Hafnarfjördur (ISL) - Xäzär Länkäran FK (AZE)/KKS Lech Poznan (POL)<BR>- Eskisehirspor (TUR)/Saint Johnstone FC (SCO) - Olympique de Marseille (FRA)<BR>- FC Naftan Novopolotsk (BLR)/FK Crvena zvezda (SRB) - AC Omonia (CYP)<BR>- PFC Levski Sofia (BUL)/FK Sarajevo (BIH) - JJK Jyväskylä (FIN)/FK Zeta (MNE)<BR>- VMFD }algiris (LTU)/VfB Admira Wacker Mödling (AUT) - AC Sparta Praha (CZE)<BR>- NK Osijek (CRO)/Kalmar FF (SWE) - BSC Young Boys (SUI)/FC Zimbru Chisinau (MDA)<BR>- Dundee United FC (SCO) - FC Dinamo Moskva (RUS)<BR>- FC Arsenal Kyiv (UKR) - ND Mura 05 (SVN)/PFC CSKA Sofia (BUL)<BR>- Bursaspor (TUR) - Maccabi Netanya FC (ISR)/KuPS Kuopio (FIN)<BR>- FC Steaua Bucuresti (ROU) - FC Spartak Trnava (SVK)/Sligo Rovers FC (IRL)<BR>- FK Renova (MKD)/FC Gomel (BLR) - Liverpool FC (ENG)<BR>- FC Shakhtyor Soligorsk (BLR)/SV Ried (AUT) - SK Liepajas Metalurgs (LVA)/Legia Warszawa (POL)<BR>- NK `iroki Brijeg (BIH)/Saint Patrick's Athletic FC (IRL) - Hannover 96 (GER)<BR>- Servette FC (SUI)/FC Gandzasar Kapan (ARM) - Rosenborg BK (NOR)/FC Ordabasy Shymkent (KAZ)<BR><br><br> <BR>13.00 - Per&nbsp;l'Inter presente il d.g. Fassone.<BR><BR>Alle 13.30 avverrà il sorteggio valido per il terzo turno preliminare di Europa League a cui prenderà parte l'<STRONG>Inter</STRONG>. La squadra di Stramaccioni è stata inserita nel gruppo 4 naturalmente come testa di serie. Le partite si giocheranno il 2 e il 9 agosto. L'insidia più importante potrebbe essere rappresentata da un eventuale incrocio con il Rapid Bucarest, per il resto tutte squadre molto abbordabili per i nerazzurri.<BR><BR><STRONG><EM>GRUPPO 4</EM></STRONG><BR><BR>TESTE DI SERIE<BR>- Vincente Metalurgi Rustavi (Georgia) - Viktoria Plzen (Repubblica Ceca)<BR>- Vincente Apoel (Cipro) - FK Senica (Slovacchia)<BR>- Heerenveen (Olanda)<BR>- Inter (Italia)<BR>- Vincente Dacia Chisinau (Moldavia) - Elfsborg (Svezia)<BR>- Rapid Vienna<BR><BR>NON TESTE DI SERIE<BR>- Vincente Rapid Bucarest (Romania) - Myllykosken Pallo (Finlandia)<BR>- Horsens (Danimarca)<BR>- Vincente Hajduk Spalato (Croazia) - Skonto Riga (Lettonia)<BR>- Vincente FK Vojvodina (Serbia) - FK Suduva (Lituania)<BR>- Vincente Ruch Chorzkow (Polonia) - Metalurg Skopje (Macedonia)<BR>- KF Tirana (Albania) - Aalesunds (Norvegia)<BR><BR><STRONG><EM>GRUPPO 1</EM></STRONG><BR><BR>TESTE DI SERIE<BR>- Vincente Xazar Lankaran (Azerbaijan) - Lech Poznan (Polonia)<BR>- Vincente Naftan Novopolotsk (Bielorussia) - Crvena Zvezda (Serbia)<BR>- Vincente Differdange 03 (Lussemburgo) - Gent (Belgio)<BR>- Vincente Levski Sofia (Bulgaria) - FK Sarajevo (Bosnia)<BR>- Olympique Marsiglia (Francia)<BR>- Sparta Praga (Repubblica Ceca)<BR><BR>NON TESTE DI SERIE<BR>- Vincente Slovan Bratislava (Slovacchia) - Videoton (Ungheria)<BR>- Vincente Eskisehirspor (Turchia) - Saint Johnstone (Scozia)<BR>- Vincente JJK Jyvaskyla (Finlandia) - FK Zeta (Montenegro)<BR>- Vincente Zalgiris (Lituania) - Admira Vacker (Austria)<BR>- Vincente Aik Solna (Svezia) - FH Hafnarfjordur (Islanda)<BR>- Omonia (Cipro)<BR><BR><STRONG><EM>GRUPPO 2</EM></STRONG><BR><BR>TESTE DI SERIE<BR>- Dinamo Mosca (Russia)<BR>- Bursaspor (Turchia)<BR>- Liverpool (Inghilterra)<BR>- Steaua Bucarest (Romania)<BR>- Vincente Young Boys (Svizzera) - Zimbru Chisinau (Moldavia)<BR>- Vincente Mura 05 (Slovenia) - CSKA Sofia (Bulgaria)<BR><BR>NON TESTE DI SERIE<BR>- Vincente NK Osijek (Croazia) - Kalmar FF (Svezia)<BR>- Arsenal Kiev (Ucraina)<BR>- Vincente Spartak Trnava (Slovacchia) - Sligo Rovers (Irlanda)<BR>- Vincente FK Renova (Macedonia) - Gomel (Bielorussia)<BR>- Dundee United (Scozia)<BR>- Vincente Maccabia Netanya (Israele) - KuPS Kuopio (Finlandia)<BR><BR><STRONG><EM>GRUPPO 3</EM></STRONG><BR><BR>TESTE DI SERIE<BR>- Hannover 96 (Germania)<BR>- Athletic Bilbao (Spagna)<BR>- Vincente SK Liepajas Metalurgs (Lettonia) - Legia Varsavia (Polonia)<BR>- Vincente Anzhi Makhachkala (Russia) - Budapest Honved (Ungheria)<BR>- Vincente Rosenborg (Norvegia) - FC Ordabasy Shymkent (Kazakhstan)<BR>- Maritimo (Portogallo)<BR><BR>NON TESTE DI SERIE<BR>- Vincente Shakhtyor Soligorsk (Bielorussia) - SV Ried (Austria)<BR>- Vincente Servette (Svizzera) - FC Gandzasar Kapan (Armenia)<BR>- Vincente Lokomotiv Plovdiv 1936 (Bulgaria) - Vitesse (Olanda)<BR>- Vincente Inter Baki PIK (Azerbaijan) - Asteras Tripolis FC (Grecia)<BR>- Vincente NK Siroki Brijeg (Bosnia) - Saint Patrick Athletic (Irlanda)<BR>- Vincente NK Slaven Koprivnica (Croazia) - Portadown (Irlanda del Nord)<BR><BR><STRONG><EM>GRUPPO 5</EM></STRONG><BR><BR>TESTE DI SERIE<BR>- Vincente Meralurh Donetsk (Ucraina) - FK Celik Niksic (Montenegro)<BR>- PAOK FC (Grecia)<BR>- Genk (Belgio)<BR>- Vincente Levadia Tallinn (Estonia) - Anorthosis Famagusta FC (Cipro)<BR>- Vincente Twente (Olanda) - Inter Turku (Finlandia)<BR><BR>NON TESTE DI SERIE<BR>- Vincente Milsami Orhei (Moldavia) - FC Aktobe (Kazakhstan)<BR>- Vincente AGF Arhus (Danimarca) - FC Dila Gori (Georgia)<BR>- Vincente Bnei Yehuda Tel-Aviv FC (Israele) - FC Shirak (Armenia)<BR>- Vincente NK Olimpija Ljubljana (Slovenia) - Tromso IL (Norvegia)<BR>- Vincente FK Mlada Boleslav (Repubblica Ceca) - Thor Akureyri (Islanda)<BR><BR><BR><BR><br><br>C1000009adm001adm001Europa-League.jpgSiNlive-sorteggio-europa-league-tocca-all-inter-1006680.htmSiT1000026100075501,02,03010680
1891006531NewsCalciomercatoSerie A: tutti i trasferimenti ufficiali20120715104558Serie ASerie A:Tutti i trasferimenti ufficiali<P>Si è aperto ufficialmente domenica 1 luglio, la sessione estiva del calciomercato. La finestra di trattative si concluderà venerdì 31 agosto alle 19.</P> <P>ATALANTA (all. Colantuono) <BR>Arrivi: Brivio (d, Lecce), Matheu (d, Independiente)<BR>Partenze: Cristiano Doni (a, fine contratto), Ferri (d, fine contratto), Polito (p, fine contratto), Mutarelli (c, fine contratto), Stendardo (d, fine prestito Lazio), Brighi (c, fine prestito Roma), Carrozza (c, Verona).</P> <P>BOLOGNA (all. Pioli)<BR>Arrivi: Riverola (c, Barcellona), Pasquato (a, Udinese).<BR>Partenze: Belfodil (a, Lione), Raggi (d, Monaco), Paonessa (c, Parma), Di Vaio (a, Montreal Impact), Loria (d, fine contratto), Vitale (d, fine prestito Napoli), Gillet (p, Torino), Crespo (c, Verona)<BR>&nbsp;<BR>CAGLIARI (all. Ficcadenti)<BR>Arrivi: Rossettini (d, Siena), Sau (a, Juve Stabia).<BR>Partenze: Canini (d, Genoa), Giorico (c, Lumezzane)<BR>&nbsp;<BR>CATANIA (all. Maran)<BR>Arrivi: Salifu (c, Fiorentina), Antenucci (a, Torino), Morimoto (a, Novara), Doukara (a, Vibonese), Frison (p, Vicenza), Crescenzi (d, Bari), Antei (d, Grosseto)<BR>Partenze: Kosicky (p, Novara), Motta (d, fine prestito Juventus), Suazo (a, svincolato), Campagnaro (p, svincolato), Maxi Lopez (a, Sampdoria)<BR>&nbsp;<BR>CHIEVO (all. Di Carlo)<BR>Arrivi: Iunco (a, Spezia), Papp (d, Vaslui), Farkas (d, Vaslui), Guana (c, Cesena), Cofie (c, Genoa), Di Michele (a, svincolato)<BR>Partenze: Hanine (c, Ascoli), Acerbi (d, Genoa), Iori (c, Cesena), Uribe (a, Nacional), Mandelli (d, svincolato).<BR>&nbsp;<BR>FIORENTINA (all. Montella)<BR>Arrivi: Hegazy (d, Ismaily), El Hamdaoui (a, Ajax), Roncaglia (d, Boca Juniors), Della Rocca (c, Palermo), Lupatelli (p, svincolato)<BR>Partenze: Montolivo (c, Milan), Natali (d, fine contratto), Kroldrup (d, fine contratto), Marchionni (c, fine contratto), Salifu (c, Catania), Amauri (a, Parma), Seculin (p, Juve Stabia), Agyei (c, Juve Stabia), Babacar (a, Padova), Kharja (c, rescissione).<BR>&nbsp;<BR>GENOA (all. De Canio)<BR>Arrivi: Immobile (a, Pescara), Merkel (c, Milan), Von Bergen (d, Cesena), Lazarevic (a, Padova), Tozser (c, Genk), Polo (a, Universitario), Acerbi (d, Chievo), Canini (d, Cagliari), Anselmo (c, Palmeiras), M. Martinez (d, Racing), <BR>Partenze: Acerbi (d, Milan), Caracciolo (a, Brescia), Constant (c, Milan), Palacio (a, Inter), Sculli (a, fine prestito Lazio), Belluschi (c, fine prestito Porto), Eduardo (p, Istanbul BB), Veloso (c, Dynamo Kiev), Cofie (c, Chievo).<BR>&nbsp;<BR>INTER (all. Stramaccioni)<BR>Arrivi: Palacio (a, Inter), Bardi (p, Livorno), Jonathan (d, Parma), Coutinho (a, Espanyol), Handanovic (p, Udinese), Silvestre (d, Palermo).<BR>Partenze: Zarate (a, Lazio), Palombo (c, Sampdoria), Cordoba (d, fine contratto), Orlandoni (p, fine contratto), Lucio (d, Juventus), Forlan (a, rescissione), Faraoni (d, Udinese), Alborno (d, Novara)<BR>&nbsp;<BR>JUVENTUS (all. Conte)<BR>Arrivi: Giovinco (a, Parma), Asamoah (c, Udinese), Isla (c, Udinese), Leali (p, Brescia), Lucio (d, Inter), Pogba (c, Manchester United).<BR>Partenze: Manninger (p, fine contratto), Del Piero (a, fine contratto), Grosso (d, fine contratto), Borriello (a, fine prestito Roma), Pasquato (c, Udinese), Elia (c, Werder Brema), Chibsah (c, Parma).<BR>&nbsp;<BR>LAZIO (all. Petkovic)<BR>Arrivi: Zarate (a, Inter), Ederson (a, Lione).<BR>Partenze: Del Nero (a, fine contratto), Makinwa (a, fine contratto).<BR>&nbsp;<BR>MILAN (all. Allegri)<BR>Arrivi: Montolivo (c, Fiorentina), Traoré (c, Nancy), Acerbi (d, Genoa), Didac Vilà (d, Espanyol), Taiwo (d, Qpr), Gabriel (p, Cruzeiro), Constant (c, Genoa).<BR>Partenze: Gattuso (c, Sion), Van Bommel (c, Psv Eindhoven), Nesta (d, Montreal Impact), Inzaghi (a, fine contratto), Roma, (p, fine contratto), Zambrotta (d, fine contratto), Seedorf (c, Botafogo), Maxi Lopez (a, fine prestito Catania), Adiyiah (a, Arsenal Kiev), Comi (a, Reggina), Zigoni (a, Pro Vercelli), Ricardo Ferreira (d, Empoli), Thiago Silva (d, Paris Saint Germain)<BR>&nbsp;<BR>NAPOLI (all. Mazzarri)<BR>Arrivi: Insigne (a, Pescara), Bariti (c, Vicenza).<BR>Partenze: Lavezzi (a, Psg), Grava (d, fine contratto), Santana (c, Torino), Fideleff (d, Parma)<BR>&nbsp;<BR>PALERMO (all. Sannino)<BR>Arrivi: Viola (a, Reggina), Brienza (a, Siena), Kurtic (c, Varese), Morganella (d, Novara), Ujkani (p, Novara), Dybala (a, Instituto), Sosa (a, Cerro Largo), Rios (c, Chivas).<BR>Partenze: Gonzalez (a, Novara), Silvestre (d, Inter), Succi (a, Cesena), Bacinovic (c, Palermo).<BR>&nbsp;<BR>PARMA (all. Donadoni)<BR>Arrivi: Belfodil (a, Lione), Ninis (c, Panathinaikos), Pabon (a, Nacional Medellin), Paonessa (c, Bologna), Dellafiore (d, Novara), Amauri (a, svincolato), Brandao (d, Siena), Parolo (c, Cesena), Fideleff (d, Napoli)<BR>Partenze: Giovinco (a, Juventus), Danilo Pereira (c, Roda), Rispoli (d, Padova), Nwanko (c, Padova), Okaka (a, fine prestito Roma), Floccari (a, fine prestito Lazio), Valiani (c, Siena).<BR>&nbsp;<BR>PESCARA (all. Stroppa)<BR>Arrivi: Abbruscato (a, Vicenza), Colucci (c, Cesena), Bjarnason (c, Standard Liegi), Elyounoussi (a, Fredrikstad), Cosic (d, Stella Rossa), Munoz (a, Colo Colo), Celik (a, Gais), Chiaretti (a, Taranto)<BR>Partenze: Immobile (a, Genoa), Insigne (a, Napoli), Sansovini (a, Spezia), Giacomelli (a, Vicenza), Gessa (c, Cesena).<BR>&nbsp;<BR>ROMA (all. Zeman)<BR>Arrivi: D'Alessandro (c, Verona), Florenzi (c, Crotone), Dodò (d, Corinthians), Stoian (a, Bari), Svedkauskas (p, Suduva), Lucca (c, Internacional), Tachtsidis (c, Verona) <BR>Partenze: Cassetti (d, fine contratto), Cicinho (d, Sport Recife), Antunes (d, rescissione), Viviani (c, Padova), Gago (c, Real Madrid), Borini (a, Liverpool).<BR>&nbsp;<BR>SAMPDORIA (all. Ferrara)<BR>Arrivi: Tissone (c, Maiorca), Corazza (Portogruaro), Maxi Lopez (a, Catania)<BR>Partenze: Foggia (c, fine prestito Lazio), Pellè (a, fine prestito Parma), Celjak (c, Grosseto).<BR>&nbsp;<BR>SIENA (all. Cosmi)<BR>Arrivi: Dellafiore (Parma), Rubin (d, Torino), Valiani (c, Parma)<BR>Partenze: Rossettini (d, Cagliari), Brienza (a, Palermo), Codrea (c, fine contratto), Brkic (p, dine prestito Udinese), Gazzi (c, Torino).<BR>&nbsp;<BR>TORINO (all. Ventura)<BR>Arrivi: Ebagua (a, Catania), Gillet (p, Bologna), Sansone (a, Sassuolo), Santana (c, Napoli), Gazzi (c, Siena)<BR>Partenze: Antenucci (a, Catania), Ebagua (a, Varese), Rubin (d, Siena), Pratali e Gasbarroni (svincolati).<BR>&nbsp;<BR>UDINESE (all. Guidolin)<BR>Arrivi: Brkic (p, Siena), Gabriel Silva (d, Novara), Willians (c, Flamengo), Allan Marques (c, Vasco da Gama), Thomas Heurtaux (d, Caen), Wojciech Pawlowski&nbsp; (p, Lechia), Pasquato (c, Juve), Cuadrado (c, Lecce), Muriel (a, Lecce), Machis (a, Mineros de Guayana), Faraoni (d, Inter), Maicosuel (c, Botafogo)<BR>Partenze: Floro Flores (a, Granada), Torje (a, Granada), Asamoah Kwadwo (c, Juventus), Isla (c, Juventus), Ferronetti (d, fine contratto), Pazienza (c, fine prestito Juventus), Pasquato (a, Bologna), Handanovic (p, Inter).</P>1007856MilanoFL0411FL0411calciomercato.jpgSiNserie-a-tutti-i-trasferimenti-ufficiali-1006531.htmSi100427901,02,03010695
1901006494NewsCalciomercatoRoma, partita l`offerta per Destro. Milan e Juventus aspettano20120714090131juventus, roma, milan, destroJuventus Roma Milan Destro<P>Come riporta<EM> Tuttosport</EM> dopo la cessione di Borini al Liverpool e la partenza di Juan, la <STRONG>Roma</STRONG> punta tutto su<STRONG> Destro</STRONG>.</P> <P>L'offerta dei giallorossi sarebbe di 12 milioni, ma il<STRONG> Milan</STRONG> potrebbe pareggiare o anche aumentare la proposta dopo le partenze di Thiago Silva e Ibrahimovic.</P> <P>La<STRONG> Juventus</STRONG> è ferma a 10 milioni ma potrebbe inserire contropartite nell'affare.</P>C1000009adm001adm001destro.jpgSiNroma-partita-l-offerta-per-destro-milan-e-juventus-aspettano-1006494.htmSiT1000012100075501,02,03010534
1911006487NewsCalciomercatoUfficiale: Borini ha firmato col Liverpool20120713203016boriniFabio Borini<P>Fabio Borini è ufficialmente un nuovo giocatore del Liverpool.</P> <P>Ad ufficializzarlo c'ha pensato il sito dei <EM>Reds</EM> che ha pubblicato la foto dell'ex romanista impegnato a firmare il suo nuovo con la società di Anfield Road.</P> <P>La Roma riceve dall'affare Borini 13 milioni più bonus, cifra pronta ad essere girata al Siena per Mattia Destro.</P>FL0141FL0141copy_of_prliverpoolnewboy03.jpgSiNufficiale-borini-ha-firmato-col-liverpool-1006487.htmSi100205001,02,03010207
1921006478NewsCampionatiPjanic all`attacco: «Possiamo lottare per lo scudetto. Con Zeman vedo di più la porta»20120713143030pjanicMiralem Pjanic<P><STRONG>Miralem Pjanic</STRONG>, dopo una stagione fatta di alti e bassi, si candida ad essere un grande protagonista di questa Roma:</P> <P><EM>"Io e i miei compagni vogliamo il piu' presto possibile andare in<STRONG> Champions</STRONG>, e' una competizione bellissima ed e' vero che <STRONG>mi manca</STRONG>. Spero che l'anno prossimo la faremo, anche per i nostri tifosi che l'anno scorso sono sempre stati con noi e non hanno avuto i risultati che meritano. La Roma quest'anno&nbsp;<STRONG>puo' lottare per lo scudetto</STRONG> e&nbsp;io voglio fare tanti gol. Grazie a Zeman adesso <STRONG>vedo molto di più la porta</STRONG>."</EM></P> <P>Orma quasi sicuro l'addio di<STRONG> Borini</STRONG>:<EM> "Fabio andra' al<STRONG> Liverpool</STRONG>? Se lui e' contento lo sono anche io per lui. E' anche vero che perdiamo un giocatore che ha fatto una grande stagione l'anno scorso, ma ora guardiamo avanti. Siamo qui a lavorare e abbiamo la possibilita' di avere quasi tutto il gruppo, mancano solo Daniele</EM> (De Rossi, ndr)<EM> e Castan. Sono sicuro che con questa squadra<STRONG> possiamo fare grandi cose</STRONG>. Non si deve parlare troppo, <STRONG>dobbiamo lavorare</STRONG>. L'importante e' avere tutti la stessa idea</EM>.-continua il centrocampista-.&nbsp;<EM>La squadra c'e', serve la mentalita' giusta per lottare con gli altri ma non abbiamo paura perchè <STRONG>la qualita' ce l'abbiamo</STRONG>. Stiamo insieme solo da 10 giorni, ma la squadra non e' cambiata tanto e sono sicuro che con questa rosa<STRONG> possiamo lottare per lo scudetto</STRONG>". </EM></P>FL0141FL0141pjanic.jpgSiNpjanic-all-attacco-possiamo-lottare-per-lo-scudetto-con-zeman-vedo-di-piu-la-porta-1006478.htmSi100205001,02,03010289
1931006467NewsCalciomercatoRoma, Borini è del Liverpool20120713105531roma, liverpool, boriniRoma Liverpool Borini<P>Secondo quanto riportato dal <EM>Liverpool Echo</EM> il club inglese ha trovato l'accordo con la <STRONG>Roma</STRONG> per il trasferimento di <STRONG>Fabio Borini (21)</STRONG>. L'affare si farà per un cifra di circa 11 milioni di sterline, quasi 14 milioni di euro. </P> <P>Ora l'attaccante può sottoporsi alle visite mediche. L'ufficialità dovrebbe arrivare nelle prossime ore e Borini diventerà così il primo acquisto di Brendan Rodgers che lo ha già avuto allo Swansea.</P>C1000009adm001adm0011132204-borini.jpgSiNroma-borini-e-del-liverpool-totti-1006467.htmSiT1000012100075501,02,03010318
1941006456NewsCalciomercatoIbra e Thiago al Psg: affare ufficializzato da Berlusconi?20120712231510calciomercatoIntanto Borini ad un passo dal Liverpool<P>Ci siamo: fra qualche ora probabilmente potremmo anche chiamarli <STRONG>Thiagò</STRONG> e <STRONG>Ibrà</STRONG>. Ad uffcializzare la buona riuscita della trattativa, secondo quanto trapela da una riunione del Pdl, c'ha pensato <STRONG>Silvio Berlusconi</STRONG>, che avrebbe così detto: <EM>"Li ho venduti, c' ho guadagnato oltre 150 milioni. Non accettare sarebbe stato da irresponsabili". </EM>Domani <STRONG>Raiola</STRONG> incontrerà di nuovo i dirigenti francesi per discutere il contratto dello svedese, e non è da escludere che arrivi la fumata bianca.</P> <P>Adesso la palla passa a <STRONG>Galliani</STRONG>: sarà lui a dover rifondare la squadra. L'ad rossonero sogna Ogbonna, ma costa troppo e allora oggi ha incontrato il figlio del presidente del Porto per <STRONG>Rolando</STRONG>, costo 8 milioni. Si può chiudere, soprattutto se si considera che Dedè ha rinnovato. In avanti oggi c'è stato un contatto&nbsp;col procuratore di&nbsp;<STRONG>Destro</STRONG>, cosa che ha fatto irritare terribilmente la Roma: i giallorossi vogliono il centravanti a tutti i costi e cercano ora di bruciare i tempi. L'obiettivo è vendere subito<STRONG> Borini</STRONG> al Liverpool, ricavando così i 13 milioni da girare direttamente al Siena: tutto questo da fare prima che il Milan chiuda col Psg. Sabatini intanto spera di poter ufficializzare <STRONG>Bradley</STRONG> e<STRONG> Tatchidis</STRONG>:&nbsp;fromalizzato oggi invece l'acquisto<STRONG>&nbsp;Lucca</STRONG>, brasiliano dell'Internacional.</P> <P>In casa Inter &nbsp;<STRONG>Moratti</STRONG> oggi ha detto che adesso si deve stringere per <STRONG>Lucas </STRONG>e <STRONG>Paulinho</STRONG>, ma quest'ultimo ha dichiarato di non volersi muovere: dal Brasile qualcuno dice che i due affari sono già stati conclusi ma l'impressione è che ancora ci sia molto da lavorare. In uscita <STRONG>Julio Cesar </STRONG>ha accettato di essere ceduto e sta cercando squadra per non perdere la nazionale, mentre su <STRONG>Pazzini</STRONG> c'è un timido interessamento della Lazio.</P> <P>Affari conclusi, o quasi: <STRONG>Canini</STRONG> oggi è passato al Genoa, <STRONG>Santana</STRONG> del Napoli e <STRONG>Sansone</STRONG> del Sassuolo&nbsp;al Toro, <STRONG>Barrientos </STRONG>non ha rinnovato col Catania, <STRONG>Fiedeleff </STRONG>ha salutato il Napoli per andare a Parma, la Juve pressa per <STRONG>Jovetic</STRONG>, l'agente di <STRONG>Sneijder</STRONG> dice che il suo assistito non andrà all'Anzhi, &nbsp;mentre&nbsp;<STRONG>Capello</STRONG> è in Russia per firmare il suo contratto da allenatore della nazionale.</P> <P>Secca smentita del Napoli su <STRONG>Kakà</STRONG>: trasferimento impossibile.</P> <P>&nbsp;</P> <P>&nbsp;</P>1007858FL0141FL014120120711_ibrahimovicibrahimovic1_med.jpgSiNibra-e-thiago-al-psg-affare-ufficializzato-da-berlusconi-1006456.htmSi100205001,02,03010411
1951006434NewsCalciomercatoRoma, Borini ad un passo dal Liverpool20120712103130roma, liverpool, boriniRoma Liverpool Borini<P>Come riporta<EM> Il Messaggero</EM> a breve <STRONG>Fabio Borini</STRONG> saluterà i colori giallorossi e si trasferirà alla corte di Rodgers al Liverpool. </P> <P>Sul piatto ballano 12 milioni di euro, l'offerta del club inglese, che però Baldini vorrebbe far lievitare di un paio di milioni. </P> <P>A breve ci sarà l'incontro tra le società per chiudere l'affare.</P>C1000009adm001adm0011132204-borini.jpgSiNborini-ad-un-passo-dal-liverpool-roma-1006434.htmSiT1000012100075701,02,03010532
1961006403NewsCalciomercatoMilan, folta concorrenza per Carroll20120711114531milan, carrollMilan Carroll<P>Su <STRONG>Andy Carroll (23)</STRONG> non ci sarebbe solo il <STRONG>Milan</STRONG>.</P> <P>Dopo l'apertura di Brendan Rodgers alla cessione del giocatore, diversi club inglesi, riporta il <EM>Daily Telegraph</EM>, tra i quali Tottenham, Fulham e West Ham avrebbero messo gli occhi sulla punta del Liverpool, arrivata lo scorso anno per 40 milioni di euro.</P>C1000009adm001adm001andy-carroll3_2193860b.jpgSiNmilan-folta-concorrenza-per-carroll-1006403.htmSiT1000027100075701,02,03,07010410
1971006399NewsCalciomercatoRoma, Zeman fa partire Borini. In uscita Greco20120711103130roma, zeman, borini, grecoRoma Zeman Borini Greco<P>Secondo <EM>La Gazzetta dello Sport</EM> <STRONG>Zdenek Zeman</STRONG> non vorrebbe puntare su<STRONG> Fabio Borini</STRONG>. </P> <P>Di conseguenza la <STRONG>Roma </STRONG>sta solo aspettando che il Liverpool formalizzi la propria offerta, ma con 14-15 milioni il giocatore partirà sicuramente. Intanto al Chievo andranno <STRONG>Greco</STRONG> e <STRONG>Stoian </STRONG>nell'operazione<STRONG> Bradley</STRONG>. Infine il terzino: Jung è un'ipotesi, e Sabatini potrebbe chiudere per il prestito a 1,5 milioni.</P>C1000009adm001adm001150902858-5275fa54-88f3-4d54-80d9-de42c516639e.jpgSiNroma-zeman-fa-partire-borini-in-uscita-greco-1006399.htmSiT1000012100075701,02,03010544
1981006384NewsCalciomercatoMilan, Carroll in rossonero si può fare20120710120131milan, carrollMilan Carroll<P><STRONG>Andy Carroll</STRONG> al <STRONG>Milan</STRONG> si può fare. </P> <P>Come riporta <EM>Sky Sport</EM>, l'apertura arriva direttamente da Brendan Rodgers, manager del Liverpool, che in un'intervista al <EM>Daily Telegraph</EM> non esclude la possibile cessione in prestito del 23enne attaccante inglese, pallino di <STRONG>Piersilvio Berlusconi</STRONG>. </P> <P><STRONG>Rodgers</STRONG> mette in chiaro di non aver avuto alcun contatto con i rossoneri ma sull'ipotesi di un prestito ammette che "è qualcosa che prenderei in considerazione. Non dirò che non lascerò mai andare via nessuno perché se fra due settimane un giocatore viene ceduto mi verrebbe rinfacciato". </P> <P><BR>&nbsp;</P>C1000009adm001adm001andy-carroll3_2193860b.jpgSiNmilan-carroll-in-rossonero-si-puo-fare-1006384.htmSiT1000027100075701,02,03,07010382
1991006369NewsCalciomercatoBorini vicinissimo al Liverpool20120710100531boriniFabio Borini<P><STRONG>Fabio Borini</STRONG>, riscattato da poco dalla Roma, potrebbe essere già col piede di partenza: stando a quanto dice l'<EM>Equipe </EM>infatti, il tecnico del Liverpool <STRONG>Brendan Rodgers</STRONG> stravede per l'attaccante romanista e ha dichiarato: <EM>"Speriamo di concludere l'affare <STRONG>questa settimana</STRONG>. Sarà grande, ne sono sicuro. I tifosi lo ameranno".</EM></P> <P>Il successore di Dalglish, che&nbsp;conosce bene l'azzurro per averlo&nbsp;allenato sia&nbsp;nelle giovanili del Chelsea&nbsp;che per&nbsp;sei mesi allo Swansea, sembra aver convinto la dirigenza dei Reds a pagare i <STRONG>dieci milioni</STRONG> che chiede la Roma (l'ha riscattato un mese fa a 8): con questi soldi cash poi i giallorossi potrebbero tuffarsi in maniera concreta su<STRONG> Mattia Destro</STRONG>, grande obiettivo di mercato.</P> <P>&nbsp;</P>FL0141FL01411132204-borini.jpgSiNborini-vicinissimo-al-liverpool-1006369.htmSi100205001,02,03010437
2001006378NewsEditorialeLe «scuderie dei talenti» contro i milioni degli sceicchi 20120710091000Calciomercato, Manchester City, Psg, giovanili, Inter, Longo, Serie A, Borini, LiverpoolNiente cifre a sette zeri. Oculatezza e intelligenza gli ingredienti del nuovo calcio italiano.<P>Dieci luglio <STRONG>1982</STRONG>. Esattamente trent`anni fa tutta l`Italia era in fermento per la vigilia della finale dei Mondiali di Spagna `82. Da quei tempi ad oggi sono cambiate molte cose. Mentre un`ambiziosa Nazionale ha saputo riaccendere l`orgoglio degli italiani con la sua grande cavalcata, salvo poi cadere contro una Spagna extraterrestre nella Waterloo di Kiev; a livello di club il calcio italiano è stato retrocesso nelle classifiche UEFA: una squadra in meno in Champions già da un anno. I big non cercano più il <STRONG>Belpaese</STRONG>, bisogna farsene una ragione. Lo ha detto anche Galliani: scordiamocelo. Sono finiti i tempi degli anni `80 e `90, in cui le italiane potevano concorrere nelle aste di calciomercato con tutte le altre grandi del mondo. Oggi sono le squadre degli sceicchi (<STRONG>Manchester</STRONG> <STRONG>City</STRONG> e <STRONG>Psg</STRONG> per fare un esempio) a dettare le regole. Lavezzi e Verratti? In quattro e quattr`otto li portiamo a Parigi, e se ci va ci prendiamo anche Balzaretti. Le grandi vogliono <STRONG>Llorente</STRONG>? Non può il City non cercare di acquistarlo, anche se il costo sale con una clausola rescissoria di 36 milioni. Cifre proibitive per le italiane, che invece cercano il colpo a costo zero. </P> <P>Eppure potrebbe essere proprio questa la soluzione per adeguarsi alla situazione attuale. Bisogna soltanto avere più oculatezza, e non seguire il primo bomber che passa, magari perché ha segnato tre gol all`Europeo, e che poi si rivela solo un fuoco di paglia. Alcuni esempi sono lampanti: <STRONG>Pirlo</STRONG>, acquistato dalla Juve a parametro zero, ha trascinato bianconeri e- a giugno- azzurri rivelandosi ancora uno dei più grandi registi al mondo. <STRONG>Nocerino</STRONG>, al Milan per pochi spiccioli, ha segnato 11 reti diventando il mediano più prolifico nella storia dei rossoneri. Juventus e Inter stanno seguendo questa via per un possibile scambio <STRONG>Krasic-Pazzini</STRONG>. E ci sono tanti talenti che non vengono scorti subito dalle grandi società, accecate come sono dai Top Player (come <STRONG>Van Persie</STRONG> per la Juventus). Non c`è necessariamente bisogno di finire in Brasile o in Argentina a cercare di acquistare uno dei tanti eredi di Pelè o di Maradona, che il più delle volte finiscono per non adattarsi al campionato italiano, eccezion fatta per qualcuno. Molto meno dispendioso curare il vivaio e attingere da lì. <STRONG>Moratti</STRONG> ci sta pensando, cercando di creare la cantera nerazzurra, in pieno modello Barcellona. </P> <P>Bisogna passare dal concetto di giovanili-pollaio in cui, se si è fortunati, cresce un campione o qualche buon giocatore da vendere, a quello di giovanili-scuderia. Ogni ragazzo viene seguito e curato, se proprio non c`è spazio nella rosa lo si manda in prestito per farlo giocare (ma non sottoponendo i talenti all`assurda girandola di prestiti cui si assiste oggi), ma poi ritorna a casa ed entra a far parte della squadra. Ce ne sono di ragazzi promettenti (vedere l`interista <STRONG>Longo</STRONG> o <STRONG>Improta</STRONG> del Genoa), e con l`introduzione della Next Generation Series il panorama si allarga sempre di più. Ancora più importante è, poi, evitare di perdere i giovani fuoriclasse, con le big straniere sempre alla finestre. Il Liverpool sarebbe vicinissimo a <STRONG>Borini</STRONG>, ma abbiamo bisogno di ragazzi come lui per rilanciare il nostro calcio. Soprattutto se italiani: nell`ultima stagione in Serie A vi erano 362 stranieri, che hanno giocato il 52% dei minuti totali, lasciando il rimanente 48% agli italiani. Spazio, sia in termini di tempo che di risorse, sottratto ai talenti nostrani. </P> <P>Serve una svolta, non c`è dubbio. Nel frattempo, nell`hotel del calciomercato, dietro le porte contrassegnate con gli stemmi dei club, nuovi intrecci nascono ogni giorno. Nuove voci, speranze, probabilità, certezze. Il 31 agosto tireremo le somme. </P>1007856FL0435FL0435calciomercato.jpgSiNeditoriale-le-scuderie-dei-talenti-contro-i-milioni-degli-sceicchi-1006378.htmSi100612201,02,03010595
2011006377NewsCalciomercatoMilan: obiettivo attaccante20120710084031MilanAttacco Milan: le possibili scelte&nbsp; <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Proprio ieri Galliani ha dichiarato che il mercato è lunghissimo e che può succedere di tutto. E noi, oggi, proviamo ad analizzare quali sono le ipotesi più verosimili.</P> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><BR></P> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><A name=divAdnetKeyword></A><A name=divAdnetKeyword1></A>Se per Cassano non sono arrivate (ancora) richieste importanti, qualcosa in più si è mosso per Robinho. Niente di trascendentale però, quindi per la seconda punta eventualmente si può attendere. Un po' meno per la prima. Con l'addio di Inzaghi e la non riconferma di Maxi Lopez, Allegri si ritrova con una sola vera prima punta: Zlatan Ibrahimovic. <BR><BR>La prima è quella risaputa che porterebbe a<STRONG> Mattia Destro</STRONG>. Galliani ne ha parlato con Preziosi e, quando Siena e Genoa si metteranno d'accordo, le trattative entreranno nel vivo. <BR><BR></P> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><A name=divAdnetKeyword2></A>Il Milan butta un occhio anche all'estero. I rapporti amichevoli che legano il club rossonero con il Liverpool potrebbero portare a una svolta importante. Nello specifico, qualche tempo fa, Pier Silvio Berlusconi si era detto molto impressionato dalla fisicità di<STRONG> Andy Carroll</STRONG> tanto da averlo accostato proprio a Ibra. </P> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><BR></P> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><A name=divAdnetKeyword3></A>L'attaccante inglese classe '89 è giovane, forte e con tanta voglia di mostrarsi al grande pubblico. La trattativa dovrebbe prevedere un prestito con diritto di riscatto a fine stagione, cosa che il Milan gradirebbe eccome. <BR><BR>Inoltre, il Milan è in attesa che il Manchester City concluda la propria campagna acquisti in attacco per poi andare a sondare le opzioni-esuberi che i Citizens potrebbero scartare. Tevez ha animato a lungo i sogni di Galliani, ma soprattutto <STRONG>Edin Dzeko</STRONG> è sempre stato un pallino del club rossonero. <BR><BR></P> <P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><BR></P>1007856MilanoFL0411FL0411NEWS_1338671611_Adriano_Galliani.jpgSiNmilan-possibili-attaccanti-1006377.htmSi100427901,02,03010367
2021006330NewsCalciomercatoMilan, proposto il prestito secco per Carroll20120708121531milan, liverpool, carrollMilan Liverpool Carroll<P>Come riporta<EM> Il Corriere dello Sport</EM>, in casa <STRONG>Milan</STRONG> prende sempre più vigore l'idea <STRONG>Carroll (23)</STRONG>.</P> <P>La società rossonera vorrebbe cautelarsi in caso di partenza di Ibrahimovic e avrebbe proposto al Liverpool il prestito secco per un anno.&nbsp; </P> <P>Già da qualche giorno si starebbe lavorando all'operazione, dopo che il nuovo tecnico del club inglese Rodgers ha fatto capire di non voler puntare sul roccioso attaccante. </P>C1000009adm001adm001andy-carroll3_2193860b.jpgSiNmilan-proposto-il-prestito-secco-per-carroll-1006330.htmSiT1000027100075501,02,03,07010358
2031006270NewsCalciomercatoJuventus, 30 milioni da investire per l`attaccante20120706100131juventus, suarez, van persieJuventus Suarez Van Persie<P>Come riporta<EM> La Gazzetta dello Sport</EM>, dopo aver sistemato gli altri reparti la <STRONG>Juventus</STRONG> adesso ha circa 30 milioni da spendere per il top player in attacco, ma ha anche la ferma convinzione di non volersi svenare da richieste folli. </P> <P>L'Arsenal infatti continua a chiedere uno sproposito per<STRONG> Van Persie</STRONG>, il cui contratto scadrà fra un anno: 25 milioni. Per questo la Juventus aspetta, convinta di non andare sopra i 15-20 milioni. L'offerta potrebbe essere alzata invece per<STRONG> Luis Suarez</STRONG>. Il club bianconero potrebbe avere un nuovo incontro col Liverpool la prossima settimana. </P>C1000009Torinoadm001adm001suarez.jpgSiNjuventus-milioni-da-investire-sull-attaccante-suarez-van-persie-1006270.htmSiT1000007100075701,02,03,06010228
2041006115NewsCalciomercatoRoma, sondaggio per Vargas della Fiorentina20120630120131roma, vargasRoma Fiorentina Vargas<P>Come riportato da<EM> La Nazione</EM>, la<STRONG> Fiorentina</STRONG> è alla ricerca di una sistemazione per <STRONG>Vargas</STRONG>. </P> <P>In pole al momento c'è il Liverpool, squadra con la quale i viola stanno trattando da tempo, ma nelle ultime ore è spuntata una pista italiana. </P> <P>La<STRONG> Roma</STRONG> avrebbe fatto un sondaggio con l'entourage del giocatore per capire i margini di manovra.</P> <P>&nbsp;</P> <P>&nbsp;</P>C1000009adm001adm001vargas juan manuel.jpgSiNroma-sondaggio-per-vargas-della-fiorentina-1006115.htmSiT1000012100075701,02,03010254
2051006096NewsCampionatiNapoli, Tabarez convoca Cavani per le Olimpiadi20120629193130napoli, tabarez, cavaniLondra 2012 Olimpiadi Napoli Tabarez CavaniAdesso è ufficiale. Edinson Cavani andrà a rappresentare l`Uruguay alle Olimpiadi di Londra. Il commissario tecnico della Celeste, Oscar Washington Tabarez, ha inserito l`attaccante del Napoli nella lista dei tre fuoriquota. Dunque, il Matador non farà parte del ritiro di Dimaro e se la sua Nazionale arriverà fino alla fine salterà anche la Supercoppa Italiana a Pechino contro la Juventus. La scelta di andare alle Olimpiadi&nbsp; l`aveva fatta molto tempo fa il puntero sudamericano. Addirittura aveva minaccio di far scoppiare un&nbsp; casino nel caso in cui il Napoli non gli avesse dato l`ok. Sarebbe stato difficile per De Laurentiis non&nbsp; accontentarlo. Cavani non si vuole perdere nulla con la sua Nazionale. Quando arrivò in azzurro giocò il Mondiale, l`anno scorso la Coppa America e quest`anno la competizione dei cinque cerchi. L`importante è che arrivi pronto per il 26 agosto anche se Mazzarri spera che l`Uruguay esca subito. In modo tale da poterlo avere a disposizione per la partita contro la Juventus. In caso contrario dovrà arrangiarsi con gli attaccanti che ha a disposizione. Gli altri due fuoriquota chiamati da Tabarez sono Luis Suarez del Liverpool e Arevalo Rios, prossimo acquisto del Palermo. Resta fuori dalla lista dei calciatori over 23 l`ex portiere della Lazio Fernando Muslera, inserito nella lista dei preconvocati.C1000009Napoliadm001adm001cavani.jpgSiNnapoli-tabarez-convoca-cavani-per-le-olimpiadi-1006096.htmNoT1000017100075701,02,03,08010411
2061006092NewsCalciomercatoCalcio Estero, la lista con i trasferimenti più importanti20120629172710calcioPrincipali trasferimenti internazionali aggiornati al 29/06/12Breve panoramica&nbsp;con la lista dei principali trasferimenti di calciomercato avvenuti fuori dall' Italia:<BR><BR>RAUL&nbsp; Schalke04&nbsp;- Al Saad<BR><BR>ZE ROBERTO Al Gharafa - &nbsp;Gremio<BR><BR>DIEGO LOPEZ Villareal - Siviglia<BR><BR>JO International - Atl. Mineiro<BR><BR>DIDA&nbsp; &nbsp;INATTIVO - Portuguesa<BR><BR>OLA JHON Twente - Benfica<BR><BR>FABIO AURELIO Liverpool - &nbsp;Gremio<BR><BR>KUYT Liverpool - Fenerbache<BR><BR>JOAO PEREIRA Sporting Lisbona - Valencia<BR><BR>GUARDADO Deportivo - Valencia<BR><BR>EMRE BELOZOGLU Fenerbache - Atl. Madrid<BR><BR>C.RODRIGUEZ Porto - Atl.Madrid<BR><BR>MADURO Valencia - Siviglia<BR><BR>CATA DIAZ Getafe - Atl. Madrid<BR><BR>RONALDINHO Flamengo - Atl. Mineiro<BR><BR>MARVIN MARTIN Sochaux -&nbsp;Lille<BR><BR>GIROUD Montpellier- &nbsp;Arsenal<BR><BR>PODOLSKI(in foto) Colonia - Arsenal<BR><BR>JORDI ALBA Valencia - Barcellona<BR><BR>PETRIC Amburgo - Fulham<BR><BR>MURPHY Fulham -&nbsp;Blackburn<BR><BR>DROGBA Chelsea - Shenhua(CINA)<SPAN style="TEXT-DECORATION: underline"><SPAN style="TEXT-DECORATION: underline"><SPAN style="TEXT-DECORATION: underline"><SPAN style="TEXT-DECORATION: underline"><SPAN style="TEXT-DECORATION: underline"></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN><SPAN style="FONT-STYLE: italic"><SPAN style="TEXT-DECORATION: underline"><SPAN style="FONT-STYLE: italic"><SPAN style="FONT-STYLE: italic"><SPAN style="TEXT-DECORATION: underline"><SPAN style="FONT-STYLE: italic"><SPAN style="TEXT-DECORATION: underline"><SPAN style="TEXT-DECORATION: underline"><SPAN style="FONT-STYLE: italic"></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN><SPAN style="FONT-WEIGHT: bold"><SPAN style="TEXT-DECORATION: underline"><SPAN style="FONT-STYLE: italic"><SPAN style="FONT-WEIGHT: bold"><SPAN style="FONT-WEIGHT: bold"><SPAN style="FONT-STYLE: italic"><SPAN style="TEXT-DECORATION: underline"><SPAN style="FONT-WEIGHT: bold"><SPAN style="FONT-STYLE: italic"><SPAN style="TEXT-DECORATION: underline"><SPAN style="TEXT-DECORATION: underline"><SPAN style="FONT-STYLE: italic"><SPAN style="FONT-WEIGHT: bold"></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN></SPAN><BR></SPAN></SPAN></SPAN>FL0191FL0191podolski.jpgSiNcalcio-estero-raul-drogba-principali-trasferimenti-internazionali-1006092.htmSi100412801,02,030101509
2071006065NewsCalciomercatoJuventus, Conte ha già scelto ma Marotta vuole Van Persie20120628160131juventus, conte, marottaJuventus Conte Marotta<P>Il tema del top player tra i tifosi della Juve è molto più di una semplice chiacchierata estiva, bensì è un vero e proprio enigma da risolvere nel breve termine.<BR>Il sogno di Antonio Conte continua ad essere quell`Edinson Cavani che il Napoli non vorrebbe cedere per niente al mondo. O meglio, i partenopei non disdegnerebbero la prospettiva di guadagnare 60-70 milioni di euro, ma al momento queste sono cifre fuori mercato persino per gli sceicchi.</P> <P>Fernando Torres dovrà a breve progettare il proprio futuro. In Corso Galileo Ferraris monitorano questa pista da dicembre e, anche in questo caso, lo scoglio principale è quello relativo all`ingaggio.</P> <P>Su Robin Van Persie Marotta e soci nel mese di maggio hanno valutato attentamente questa candidatura. Lo status contrattuale del calciatore, legato ancora da un solo anno di lavoro con l`Arsenal, ingolosisce le big europee. Tuttavia sull`olandese è fortissima concorrenza del solito Manchester City di Mancini. I campioni d`Inghilterra farebbero follie pur di assicurarsi l`ultimo capocannoniere della Premier League e, nello specifico, sarebbero disposti a ricoprirlo d`oro</P> <P>Sempre Oltremanica vi sono altri due giocatori che potrebbero stuzzicare la fantasia della stanza dei bottoni zebrata, Luis Alberto Suarez del Liverpool ed Edin Dzeko del Manchester City. </P> <P>L`uruguaiano dei Reds  al momento  non sembrerebbe intenzionato a salutare il Merseyside, si trova molto bene nel Regno Unito e vorrebbe proseguire la propria esperienza professionale nelle fila inglesi. Ovviamente, però, se la Vecchia Signora decidesse di approfondire l`argomento, El Pistolero mediterebbe senza dubbi l`opportunità di sposare la causa juventina.</P> <P><BR>Il bosniaco dei Citizens, invece, ha tutte le credenziali per diventare la classica opportunità di mercato. L`ex bomber del Wolfsburg è un vecchio pallino del dg bianconero, Beppe Marotta, il quale non nutrirebbe nessun dubbio nel portarlo alla corte di Antonio Conte.</P> <P><BR>&nbsp;</P>1007856Torinoadm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-conte-ha-gia-scelto-ma-marotta-vuole-van-persie-1006065.htmSiT1000007100427901,02,03,06010549
2081006014NewsCalciomercatoPato: «Al Milan fino al 2014, poi...»20120627090038patoALEXANDRE PATO<P>Alexandre Pato dal ritiro della sua nazionale pensa al Milan e dichiara amore a tempo...determinato: </P> <P><EM>"Ringrazio la società, voglio fare gioire ancora i tifosi e continuare in rossonero fino al 2014".</EM>&nbsp; E dopo?&nbsp; <EM>"Amo il calcio inglese, ho amici che giocano per Chelsea, Liverpool e Man. United. La mia priorità è rispettare il contratto col Milan. Poi, dopo, chi lo sa". </EM>Grande punto interrogativo insomma quello riguardo al futuro del <EM>Papero che </EM>strizza l'occhio alla Premier.</P> <P>Prima di pensare al Milan però, ecco l'Olimipiade, da vincere:<EM> "A Pechino abbiamo vinto il bronzo, che non era quello che la gente si aspettava da noi. Ma ottenere quella medaglia mi ha suscitato grande emozione. Per questo, non oso immaginare cosa potrebbe essere vincere la medaglia d'oro". </EM></P>FL0141FL01411070572-pato.jpgSiNpato-al-milan-fino-al-poi-1006014.htmSi100205001,02,03010497
2091005961NewsCalciomercatoJuventus, questa l`offerta per Suarez20120624134531juventus, suarez, marottaJuventus Suarez Marotta<P><BR>Come riporta <EM>Tuttosport</EM>, la <STRONG>Juventus</STRONG> starebbe per muoversi con decisione su <STRONG>Luis Suarez</STRONG> del <STRONG>Liverpool</STRONG>. </P> <P>La proposta dei bianconeri sarebbe di circa 18 milioni di euro più il cartellino di Milos Krasic, da tempo nel mirino degli inglesi. </P> <P>La proposta si avvicinerebbe molto alle richieste del Liverpool, ma per Suarez i reds hanno fatto sapere di preferire solo contanti senza contropartite.</P>C1000009adm001adm001suarez.jpgSiNjuventus-questa-l-offerta-per-suarez-marotta-1005961.htmSiT1000007100075501,02,03,06010286
2101005957NewsCalciomercatoMilan, la priorità è sempre la stessa20120624121531milan, gallianimilan, gallianiAdriano Galliani è stato chiaro, il Milan da qui al 31 agosto avrà come principale obiettivo quello di acquistare un centrocampista. C'è bisogno di qualcuno che sappia stare davanti alla difesa, un playmaker. Per intenderci meglio, uno di quei centrocampisti che piacciono a Massimiliano Allegri: meno tecnico rispetto ai Pirlo o ai Van Bommel, ma capace di poter difendere in maniera più adeguata.<BR>Quello che corrisponde maggiormente ai desideri societari, sia per caratteristiche tecniche che economiche (è in scadenza di contratto nel 2013 ed ha 27 anni) è il giocatore del Real, Lassana Diarra. I buoni rapporti con Florentino Perez potrebbero favorire l'affare, l'ennesimo tra i due club. Non è neanche da escludere la possibilità che dalla Spagna, dopo sei mesi a Roma, possa arrivare anche Fernando Gago.<BR>Il problema potrebbe però essere risolto in casa, rinnovando il contratto di Flamini, che sembra disposto ad accettare una riduzione dell'ingaggio (da 4 ad 1.6 milioni), dopo aver in un primo momento mostrato la ferma intenzione di andare via. Altra soluzione praticamente interna è quella che porta ad Alberto Aquilani: non riscattato ma separato in casa al Liverpool, non è da escludere che possa rientrare in orbita rossonera, chiaramente riducendo le proprie pretese economiche.<BR>Allegri e Galliani, problemi economici a parte, devono capire che c'è la necessità di un giocatore che abbia almeno un po' di qualità nell'impostazione del gioco. Si deve evitare a tutti i costi che ad impostare l'azione debba essere sempre e solo Thiago Silva.<BR>Dovesse arrivare del denaro fresco fresco dalle casse della società o da qualche cessione (Robinho), si potrebbe fare un pensierino a Xabi Alonso. Lo spagnolo, 31 anni, fresco di doppietta nel quarto di finale contro la Francia ed un contratto in scadenza nel 2014, non è più così sicuro di rientrare nei piani di Josè Mourinho, ma rappresenterebbe sicuramente una soluzione ideale. Le sue geometrie, la sua capacità di gestire il pallone, i suoi lanci millimetrici, lo avvicinano al tipo di giocatore che serve al Milan.<BR>C1000009adm001adm001allegri 2.jpgSiNmilan-la-priorita-e-sempre-la-stessa-1005957.htmSiT1000027100427901,02,03,07010390
2111005906NewsCalciomercatoSerie A, è il giorno delle comproprietà. Tante le situazioni spinose20120622101131serie aSerie A Borini Destro<P>E' il giorno delle comproprietà. C'è tempo fino alle 19 per trovare un'intesa, altrimenti si andrà alle buste, che verranno aperte domattina alle 11. Situazioni caldissime, quelle riguardanti Mattia Destro e Fabio Borini; per il primo, visto che, con il riscatto della metà da parte del Siena, è nata una 'nuova' comproprietà, si potrebbe rinviare tutto alla prossima estate, mentre il secondo, corteggiato dal Liverpool, aspetta con ansia di diventare interamente di un club.</P> <P>Tra i nomi più in vista, Alessandro Diamanti ed Emiliano Viviano. Il destino del fantasista, a metà tra Bologna e Brescia, si deciderà quasi sicuramente con l'apertura della fatidica busta. Per il portiere, invece, si va verso il rinnovo della comproprietà tra Palermo ed Inter. Su di lui ci sono Fiorentina e Tottenham, per cui tutto può succedere. Tra gli attaccanti, aspetta di conoscere il proprio futuro anche Andrea Caracciolo, conteso tra Genoa e Brescia. </P> <P>Molto attiva l'Inter, che ha rinnovato con il Parma la comproprietà di Nwankwo - che andrà in prestito al Padova - con il Cesena quella di Caldirola e con il Torino quella di Stevanovic.</P> <P>I granata potrebbero tenersi Antenucci, a metà con il Catania, che verrebbe riscattato per 1,2 milioni. Il Palermo si è già accordato con il Novara per Ujkani e Morganella, mentre per D'Agostino (Siena-Udinese) e Mannini (Siena-Napoli) si va verso il rinnovo. Rischio buste, infine, per Lazzari (Fiorentina-Cagliari) e lo svedese Ekdal (Juve-Cagliari). Kharja dovrebbe rimanere a Firenze, Foggia verrà riscattato dalla Lazio.</P>adm001adm001destro.jpgSiNserie-a-e-il-giorno-delle-comproprieta-tante-le-situazioni-spinose-1005906.htmSi100427901,02,03010419
2121005858NewsEuro 2012Euro 2012: L`Inghilterra vince col minimo sforzo. Le pagelle. Top e flop20120619230043inghilterra-ucrainaINGHILTERRA UCRAINA<P>Con un gol di Wayne Rooney l'Inghilterra si guadagna il pass per i quarti, dove incontrerà l'Italia di Prandelli. Partita comandata però dall'Ucraina, che ha giocato molto meglio degli avversari e che, soprattutto, recrimina per un gol fantasma di Devic incredibilmente non visto dall'arbitro di porta.</P> <P>Inghilterra-Ucraina 1-0:&nbsp;&nbsp;&nbsp; al 48' Rooney</P> <P>&nbsp;</P> <P><STRONG>Inghilterra</STRONG>: Hart 6,5; Johnson 6, Terry 7, Lescott 6,5, Cole 5,5; Milner 5 (14' st Walcott 6), Gerrard 7,5, Parker 6.5, Young 5.5; Rooney&nbsp;6 (42' st Oxlade-Chamberlain sv), Welbeck 5 (37' st Carroll sv). A disp.: Green, Butland, Kelly, Baines, Jones, Jagielka, Henderson, Downing, Defoe)<BR><STRONG></STRONG></P> <P><STRONG>Ucraina (4-3-1-2): </STRONG>Pyatov 5; Gusev 6.5, Rakitskiy 6, Khacheridi 6, Selin 5; Yarmolenko 5,5, Tymoshchuk 6.5, Konoplyanka 6.5; Garmash 5,5 (33' st Nazarenko sv); Milevskiy 5 (32' st Butko sv), Devic 5,5 (14' st Shevchenko 6). A disp.: Koval, Goryainov, Kucher, Aliyev, Shevchuk, Rotan, Voronin, Seleznyov, Mikhalik. </P> <P>&nbsp;</P> <P><STRONG>Top</STRONG></P> <P><STRONG>Gerrard</STRONG>: Europeo maestoso quello del centrocampista del Liverpool che, oltre ad essere praticamente ovunque, inanella il terzo assist personale su tre partite.</P> <P><STRONG>Konoplyanka</STRONG>: giocatore altamente tecnico e molto veloce, prova a sfondare da sinistra risultando alla lunga il migliore dei suoi.</P> <P>&nbsp;</P> <P><STRONG>Flop</STRONG></P> <P><STRONG>Milner: </STRONG>assolutamente impalpabile, Walcott è tutt'altra cosa.</P> <P><STRONG>Milevsky: </STRONG>doveva essere il suo Europeo, e invece sarà dmenticato nell'anonimato. Oggi poi, assolutamente inesistente.</P> <P>&nbsp;</P>FL0141FL014118047.jpgSiNeuro-l-inghilterra-vince-col-minimo-sforzo-le-pagelle-top-e-flop-1005858.htmSi100205001,02,03010203
2131005789NewsCampionatiToh, chi si rivede: Benitez alla Samp?20120616131531benitezRAFA BENITEZ<P>Dopo 6 mesi d'Inter, una coppa del Mondo vinta con i nerazzurri, Rafa Benitez fu cacciato prepotentemente dall'Italia, senza poter dimostrare il proprio effettivo valore. </P> <P>Ecco però qualcuno credere in lui: Garrone, presidente della Samp, non sembra intenzionato a rinnovare con Iachini,&nbsp;e l'idea Benitez lo alletta moltissimo. Tant'è che già sono stati aperti i contatti per portare nella Genova blucerchiata l'ex tecnico del Liverpool e lunedì lo spagnolo dovrebbe incontrare i dirigenti e cercare un accordo. </P> <P>La volontà c'è da ambo le parti visto che la società cerca un allenatore di punta e il tecnico vuole ha tanta sete di vendetta verso il nostro campionato: il problema però è lo stipendio dell'allenatore. Se la trattativa salta pronto un'altro ex ripudiato interista, ovvero Giampiero Gasperini.</P>FL0141FL0141Benitez Inter.jpgSiNtoh-chi-si-rivede-benitez-alla-samp-1005789.htmSi100205001,02,03010259
2141005539NewsEuro 2012Inghilterra: salta pure Cahill20120603191531cahill-terry-lescottFrattura alla mascella per lui<P>Dopo Garreth Barry e&nbsp;Frank Lampard l'Inghilterra continua a perdere giocatori: salta anche Gary Cahill.</P> <P>Il tutto è successo ieri in uno scontro fortuito con il portiere Hart: è stata riscontrata infatti&nbsp;per il centrale del Chelsea una doppia frattura alla mascella: al suo posto Roy Hodgson ha chiamato Kelly del Liverpool.</P> <P>Tutto ok invece per Lescott e Terry: il capitano del Chelsea oggi si è sottoposto ai controlli medici, che comunque hanno dato un esito positivo. Niente di grave neanche per il centrale del Manchester City che ha concluso il match con una benda in testa per un taglio sopra l'occhio. </P> <P>Qualcuno a casa, un nome a caso Rio Ferdinand, escluso totalmente da Hodgson, magari sarebbe stato utile...</P>1007856FL0141FL01413942098543.jpgSiNinghilterra-salta-pure-cahill-1005539.htmSi100205001,02,03030189
2151005523NewsCampionatiGalliani: «Thiago Silva resta perchè ama il Milan»20120603080040galliani«Ibra? avrà la numero 10»<P>Galliani, durante la presentazione della "Crociera Rossonera"&nbsp; spegne tutte le voci su Thiago Silva: <EM>"Thiago Silva non ha prezzo, il Psg del mio amico Carlo Ancelotti me lo ha strachiesto, ma lui ama il Milan così come lo ama il suo presidente Silvio Berlusconi".</EM></P> <P>Inamovibile anche Ibrahimovic, di cui Galliani ha parole al miele: <EM>"Per lui parla il palmares, è un vincente, sono più felice di avere in squadra uno che diventa pazzo se non vince rispetto a gente per cui non fa differenza vincere o perdere". </EM>Sempre su Ibra l'ad racconta un aneddoto: <EM>"Gli ho promesso la maglia numero dieci, anche se non ho ancora parlato con Seedorf. Se Clarence non la indosserà più, spetta a lui: me l'aveva già chiesta a Barcellona alla firma del contratto, ma all'epoca era occupata."</EM></P> <P>Galliani prosegue difendendo Berlusconi:<EM> "Non capisco come si possa criticarlo con gli sforzi economici che ha compiuto in un momento di così grande crisi a livello mondiale. Bisogna solo essergli grati. Se fossimo una società saggia non resisteremmo alle tante offerte che ci arrivano".</EM></P> <P>Piccoli cenni poi a qualche giocatore rossonero: <EM>" Inzaghi? lo sento tutti i giorni, la nove potrebbe rimanere a lui. Aquilani? Ha caratteristiche tecniche e qualità che ci piacciono, ma ora spetta al Liverpool: resta un loro giocatore. Boateng? &nbsp;mi ricorda Savicevic e per lui questo sarà l'anno della verità. Pato? Abbiamo capito qual è il suo problema ovvero una differenza tra quadricipite e flessore".</EM></P>1007858FL0141FL0141Galliani.jpgSiNthiago-silva-resta-perche-ama-il-milan-1005523.htmSi100205001,02,03030258
2161005488NewsEuro 2012Lampard non ce la fa: bye bye Europei20120601090056lampardConvocsto Handersson del Liverpool<P>Non c'è pace per Roy Hodgson: dopo Barry lascia la squadra prima dell'inizio dell'Europeo anche Frank Lampard. Ad ufficializzarlo è la federazione inglese che annuncia tra l'altro la convocazione di Handersson del Liverpool al posto del centrocampista del Chelsea.</P> <P>Triste il ct inglese:<EM> "E' un brutto colpo, specie dopo il forfait di Gareth Barry. Il fatto che lo staff medico non possa garantire la presenza in campo di Frank nella fase a gironi significa che dobbiamo rimpiazzarlo. Mi dispiace tantissimo per lui, era in buona forma ed è veramente crudele vederlo fuori". </EM></P>FL0141FL01411612399_w2.jpgSiNlampard-non-ce-la-fa-bye-bye-europei-1005488.htmSi100205001,02,03030280
2171005456NewsCalciomercatoJuventus, la dirigenza parte per il Sud America20120530124531juventus, suarez, cavaniNaturalemente nel mirinoCome riferisce <EM>Tuttosport</EM> la dirigenza della <STRONG>Juventus</STRONG> dovrebbe partire per il Sud America per osservare da vicino le prestazioni della coppia offensiva dell'Uruguay che sfiderà il Venezuela e il Perù, partite valide per le qualificazioni ai Mondiali. Naturalemente nel mirino, <A class=link-6 href="/personaggi/Edinson-Roberto-Cavani-Gomez.cfm" target="">Edinson Cavani </A>&nbsp;del <A class=link-6 href="/squadre/napoli.cfm" target="">Napoli</A> e <STRONG>Luis Suarez</STRONG> del Liverpool, gli obiettivi, al momento, principali della società.C1000009adm001adm001cavani.jpgSiNjuventus-la-dirigenza-parte-per-il-sud-america-osservare-suarez-e-cavani-1005456.htmNoT1000007100075701,02,03,06030241
2181005429NewsCalciomercatoJuventus, la situazione sul mercato in entrata e in uscita20120529164531conte, suarez, krasic, juventusSono ore convulse <P>Sono ore convulse in casa Juventus, caratterizzate dalla bufera Scommessopoli che vede coinvolti nel registro degli indagati e Antonio Conte e Leonardo Bonucci. Tuttavia questo delicato caso non compromette e, soprattutto, non comprometterà la progettazione della prossima annata sportiva.<BR>In Corso Galileo Ferraris, d`altra parte, sono alle prese con l`ormai famoso argomento del toto-punta. Negli ultimi giorni con una certa insistenza è stato associato il nome di Luis Alberto Suarez al club torinese. Attualmente, però, non risulta nessuna trattativa tra la società inglese e quella italiana. <BR>I Reds sono alle prese con la scelta del prossimo manager e il giocatore uruguaiano non sembrerebbe essere così propenso a salutare Liverpool e la Premier League. <BR>L`ex giocatore dell`Ajax, classe 1987, soprannominato El Pistolero, insieme al proprio entourage starebbe negoziando il rinnovo del contratto. Attualmente l`attaccante della compagine inglese guadagna uno stipendio che tocca i 3 milioni di euro. Poco male. Nelle prossime settimane, secondo i bene informati, potrebbe siglare un nuovo accordo da 4.8 milioni annui fino al 2016. <BR>La Juventus negli ultimi mesi ha avuto contatti con il Liverpool solamente riguardo ad un`ipotetica cessione Oltremanica di Milos Krasic. Gli inglesi stanno analizzando con estrema attenzione la pista serba e hanno chiesto ufficialmente delucidazioni al duo Marotta-Paratici. L`interrogativo, a questo punto, diventa automatico: Non si potrebbe inserire l`ex Cska nell`operazione Suarez?. <BR>Al momento segnali in merito non ce ne sono. L`uruguagio, vista la sua giovane età, è senza dubbio un pezzo pregiato del mercato internazionale, ma al di là di una stima ovvia per le oggettive qualità tecniche, la Vecchia Signora non sta ponderando di portare questo elemento nel capoluogo piemontese. <BR>Altra notizia sempre per quanto concerne il futuro di Krasic: il Reading, società di proprietà del magnate russo Anton Zingarevich nonché club neo-promosso in Premier League, vorrebbe acquistare la furia serba. La Juventus, dal canto suo, non avrebbe nessun problema a cederlo a titolo definitivo. Il problema è il giocatore, che punta a trasferirsi altrove, sì, in un club con maggiore ambizioni.<BR>Il Liverpool, per esempio, sarebbe una meta gradita al numero ventisette bianconero. Tuttavia, i Reds punterebbero ad acquisirlo con la formula del prestito con diritto di riscatto, mentre in Corso Galileo Ferraris lo si vorrebbe cedere a titolo definitivo per poter chiudere definitivamente questa storia d`amore ormai giunta al capolinea.<BR>Suarez, quindi, non sembra essere un obiettivo in auge in casa zebrata, mentre per Krasic il futuro in Inghilterra potrebbe realmente concretizzarsi. La sensazione è che il mercato juventino sia estremamente fluido e, proprio per questo, non bisogna escludere che ci possano essere grandi sorprese a breve.</P> <P>&nbsp;</P>C1000009FL0411FL0411marotta.jpgSiNjuventus-la-situazione-sul-mercato-in-entrata-e-in-uscita-1005429.htmSiT1000007100427901,02,03,06030549
2191005385NewsCalciomercatoJuventus in cerca di attaccanti e non solo20120527151531JuveAsamoah, Suarez e Van Persie nel mirinoJuve on tour: van Persie, Suarez e Asamoah gli obiettivi. <STRONG>Si parte con l'incontro con i Pozzo per parlare di Asamoah</STRONG>: <STRONG>l'Udinese vuole 20 milioni</STRONG>, i bianconeri vogliono inserire delle contropartite tecniche. <STRONG>Poi blitz a Liverpool per parlare di Suarez con i "Reds" e a Londra per convincere l'Arsenal a cedere van Persie.</STRONG> Ma anche Destro sempre nel mirino della società, conteso all'Inter.C1000009FL0112FL0112van-persie.jpgSiNla-juventus-vuole-attaccanti-1005385.htmSiT1000007100456601,02,03,06030129
2201005357NewsCalciomercatoFiorentina su Maxi Lopez e Aquilani20120526114046fiorentinaLa Viola su due vecchi obiettivi.&nbsp;Secondo indiscrezioni, Maxi Lopez e Aquilani, l'anno scorso entrambi in prestito al Milan, non dovrebbero essere riscattati dal club rossonero. Troppo alte&nbsp;le richieste di Catania e Liverpool, si cerca di trattare ma difficilmente si arriverà a una soluzione.&nbsp;Si aprono per loro quindi nuovi scenari: la Fiorentina, in cerca di una nuova identità e fisionomia dopo la brutta stagione appena conclusasi,&nbsp;rappresenta più di un'ipotesi sia per il biondo attaccante argentino che per il centrocampista azzurro. Già infatti la viola è stata vicina all'acquisto dei giocatori l'anno scorso, e questa potrebbe essere la volta buona.C1000009Firenzefl0712fl0712112012235316b.jpgSiNfiorentina-maxi-lopez-aquilani-1005357.htmSiT100002401,02,03030326
2211005277NewsCalciomercatoMilan, Galliani: «Resisteremo per Thiago Silva. Maxi Lopez e Aquilani non saranno riscattati»20120523151531milan, gallianiGabriel sarà il nostro terzo portiere<P>L'a.d. del <STRONG>Milan</STRONG>, <STRONG>Adriano Galliani</STRONG>, ha parlato in conferenza stampa chiarendo le posizioni della società rossonera sul mercato.&nbsp; "Ibrahimovic dopo la gara col Novara è venuto a casa mia: ci ho parlato due ore, sento il suo agente ogni giorno e non mi ha mai parlato di mal di pancia. Thiago Silva? L'assedio è solo su di lui, tutti i big spagnoli e inglesi si sono concentrati su di lui. Con Mancini, però, è stata solo una visita di cortesia. Resterà a Milanello, resisteremo a tutte le tentezioni che ci sono e che sono molto forti. Tutta l'Europa lo vuole, ma noi resistiamo. Ci sono club che hanno una grande disponibilità economica, noi faremo di tutto per tenerlo. Lo stesso discorso vale per Ibra, anche lui resterà al Milan. La frase apparsa su Twitter non è vera. Tevez è un treno oramai passato".</P> <P>Su Kolarov. "Non abbiamo mai cercato Kolarov, anche perché abbiamo già 4 terzini sinistri in rosa: Antonini, Mesbah, Taiwo e Didac Vilà".</P> <P>Sugli addii. "Non ho sentito Gattuso, sta facendo il corso da allenatore, mentre non so se Nesta è già negli Stati Uniti. Seedorf? Non ci siamo ancora visti, mentre Flamini deve comunicarci se accetterà la proposta di rinnovo".</P> <P>Su Maxi Lopez e Aquilani. "Maxi non verrà riscattato, nonostante sia contento di quello che ha fatto. Anche Aquilani non sarà riscattato, ma dopo il 1° giugno vediamo se riusciamo a trovare un nuovo accordo con il Liverpool".</P> <P>Sull'attacco. "Al Milan non serve un attaccante, sono già 5 e resteranno questi. El Shaarawy sarà del Milan, mentre Merkel è Genoa al 100%. Stiamo cercando un difensore"</P> <P>Su Gabriel. "Sarà lui il terzo portiere. Dopo le visite mediche a Milanello, raggiungeremo l'accordo economico con il giocatore"<BR></P>C1000009adm001adm001galliani.jpgSiNmilan-galliani-resisteremo-per-thiago-silva-maxi-lopez-aquilani-non-saranno-riscattati-1005277.htmSiT1000027100075701,02,03,07030637
2221005280NewsCalcio EsteroEverton, Baines vicino al Manchester United20120523124531Baines, Manchester UnitedOfferta pari a 12 milioni di sterline<P>Il The Sun riferisce che il Manchester United ha aperto le trattative per portare il terzino sinistro dei toffees alla corte di Ferguson. I rumors dicono che sia stato lo stesso proprietario dei reds, David Gill, ad avere aperto le danze dopo aver contattato il presidente dell'Everton Bill Kenwright. </P> <P>Il Manchester United sarebbe disposto a versare al club di Liverpool una cifra pari a 12 milioni di sterline per il talentuoso laterale inglese. L'Everton ne vuole 15, le negoziazioni sono aperte. Probabilmente Baines conoscerà il suo futuro anche prima di partire con i compagni alla volta dell'Europeo. L'offerta dei reds sarebbe arrivata subito dopo la fine della Premier League e dopo una stagione non esaltante di Evrà.</P> <P>Dal canto suo Moyes userebbe i ricavi della cessione per trasformare in un trasferimento definitivo quello di Pienaar, arrivato in prestito a gennaio dal Tottenham. Per sostituire Baines, invece,&nbsp;Moyes punterebbe&nbsp; sullo spostamento di Distin a sinistra.</P>1007856LiverpoolFL0161FL0161Baines juven.jpgSiNofferta-united-per-baines-1005280.htmSi100363401,02,03030383
2231005163NewsCalciomercatoJuventus, tre candidati per un posto in attacco20120518123130juventus, suarez, higuain, destro, marottaC`è già un favorito<P>Come riferisce<EM> la Gazzetta dello Sport</EM> pare che la corsa al prossima attaccante della <STRONG>Juventus</STRONG> si sia ristretta a tre candidati. I nomi sono quelli di<STRONG> Luis Suarez</STRONG> del <STRONG>Liverpool</STRONG>, <STRONG>Gonzalo Higuain</STRONG> del <STRONG>Real Madrid</STRONG> e <STRONG>Mattia Destro</STRONG> del <STRONG>Siena</STRONG>. </P> <P>Il favorito al momento pare essere <STRONG>Suarez</STRONG>, tra l'altro a giorni <STRONG>Marotta </STRONG>a vrà in programma un incontro con il suo agente,<STRONG> Pere Guardiola</STRONG>, fratello del più famoso Pep.</P>C1000009adm001adm001suarez.jpgSiNjuventus-tre-attaccanti-per-un-posto-1005163.htmSiT1000007100075501,02,03,06030301
2241005155NewsCalciomercatoJuve: per Suarez si fa sul serio20120517204667suarezLa missione bianconera per Suarez è diventata una cosa seria.Secondo indiscrezioni i dirigenti bianconeri sarebbero volati a Barcellona per incontrare Guardiola.<BR>Non si tratta di una clamorosa sostituzione di Antonio Conte, fresco vincitore del campionato italiano, anche perchè il Guardiola che dovrebbero incontrare è solo il fratello dell'ex tecnico del Barcellona.<BR>Infatti Pere Guardiola è il procuratore del talento uruguaiano Luis Alberto Suarez che, a questo punto diventa l'obiettivo principale della Juventus per il mercato estivo.<BR>Il Liverpool, infatti, sembra costretto a vendere qualche pezzo pregiato a causa della mancata partecipazione alla Champions League e, soprattutto, per colpa di gravi problemi economici.<BR>La missione di Marotta consisterebbe nel raggiungere un accordo con il calciatore prima di trattare con il club inglese che, a quel punto sarebbe costretto alla cessione.<BR>L'offerta si aggirerebbe intorno ai 25 milioni di euro per il cartellino e un contratto quadriennale al giocatore di circa 6,5 milioni di euro annui.<BR>Dopo Platinì un altro straniero potrebbe indossare la maglia numero 10 della Juve.C1000009FL0211FL0211suarez.jpgSiNjuve-suarez-serie-a-1005155.htmSiT1000007100413601,02,03,06010262
2251005145NewsCalciomercatoMilan, è tempo di rinnovi: Flamini vicino alla firma. Aquilani potrebbe restare20120517194531milan, flamini, seedorf, aquilaniGalliani starebbe pensando <P>In casa <STRONG>Milan</STRONG> si continua a pensare ai rinnovi. A <STRONG>Flamini </STRONG>è stato proposto un rinnovo biennale a 2,5 milioni, la metà di quanto percepiva in precenza. </P> <P>Resta in bilico la situazione legata a <STRONG>Seedorf</STRONG>, possibile che <STRONG>Aquilani </STRONG>resti in rossonero. <STRONG>Galliani</STRONG> starebbe pensando insieme all'agente <STRONG>Zavaglia </STRONG>di proporre un nuovo prestito al Liverpool, invece di esercitare il riscatto fissato a 8 milioni. </P>C1000009adm001adm001aquilani.jpgSiNmilan-e-tempo-di-rinnovi-flamini-vicino-alla-firma-aquilani-potrebbe-restare-1005145.htmSiT1000027100075501,02,03,07030311
2261005126NewsEuro 2012Euro 2012, i convocati dell`Inghilterra20120516150136europei, inghilterraLa Lista di Hodgson<P><STRONG>Roy Hodgson</STRONG> ha diramato le proprie convocazioni in vista dell'Europeo. Confermate le indiscrezioni della vigilia con la bocciatura di <STRONG>Rio Ferdinand</STRONG> in difesa e <STRONG>Peter Crouch</STRONG> in attacco.&nbsp; Fra le novità più rilevanti il giovane esterno dell'<STRONG>Arsenal</STRONG> <STRONG>Oxlade-Chamberlain</STRONG> e il portiere della nazionale U21 <STRONG>Jack Butland</STRONG>, che sarà aggregato come riserva. Questi i convocati:</P> <P>Portieri: Joe Hart (Man City), Robert Green (West Ham), John Ruddy (Norwich)</P> <P>Difensori: Glen Johnson (Liverpool), Phil Jones (Man United), John Terry (Chelsea), Joleon Lescott (Man City), Gary Cahill (Chelsea), Ashley Cole (Chelsea), Leighton Baines (Everton)</P> <P>Centrocampisti: Theo Walcott (Arsenal), Stewart Downing (Liverpool), Alex Oxlade-Chamberlain (Arsenal), Steven Gerrard (Liverpool), Gareth Barry (Man City), Frank Lampard (Chelsea), Scott Parker (Tottenham), Ashley Young (Man United), James Milner (Man City)</P> <P>Attaccanti: Wayne Rooney (Man United), Danny Welbeck (Man United), Andy Carroll (Liverpool), Jermain Defoe (Tottenham)</P> <P>Riserve: Jack Butland (Birmingham), Phil Jagielka (Everton), Jordan Henderson (Liverpool), Adam Johnson (Man City), Daniel Sturridge (Chelsea)</P> <P>&nbsp;</P>adm001adm001hodgson.jpgSiNeuro-i-convocati-inghilterra-hodgson-1005126.htmNo100075701,02,03030279
2271005092NewsCalciomercatoLiverpool, Kuyt incolpa Dalglish per lo scarso utilizzo20120515143130liverpool, kuytTanti club sull`attaccanteSecondo quanto riporta il tabloid inglese<EM> Sun</EM>, è rottura tra <STRONG>Dirk Kuyt</STRONG>, attaccante olandese del <STRONG>Liverpool</STRONG>, e la sua squadra, dopo le incomprensioni avute tra il calciatore e l'allenatore <STRONG>Kenny Dalglish</STRONG> nel corso di tutta la stagione. "Con Dalglish è andato tutto storto. Mi ha messo sempre da parte, anche se quando sono sceso in campo non penso di aver fatto così male. Dalglish ha preferito far ruotare altri tre giocatori nel mio ruolo e non sono mai riuscito a trovare feeling e ritmo. Eppure il mio fisico sta meglio che in passato. Vorrei poter stare un altro anno al Liverpool per vendicarmi di tutto ciò che ho passato in questa stagione". Il giornale inglese prosegue affermando che Roma e Amburgo sono sulle tracce di Kuyt, il quale ha dichiarato: "Ho rifiutato l`offerta del Feyenoord, la mia ex squadra, perché avrei dovuto ridurmi l`ingaggio dell`80%, ma ci sono parecchi club europei che bussano alla mia porta.adm001adm001kuyt.jpgSiNliverpool-kuyt-incolpa-dalglish-per-lo-scarso-utilizzo-1005092.htmNo100075701,02,03030189
2281005044NewsCalcio EsteroPremier League, successo da leggenda del Manchester City20120513222934premier leagueVittoria decisa nei minuti di recupero<P>Premier League da leggenda. Termina con un finale da film l'assegnazione del titolo. <STRONG>Manchester City</STRONG> capace di fare l'impensabile, rimontando l'1-2 contro QPR nei sei minuti di recupero concessi dall'arbitro. Decidono le reti di Dzeko al 92' e Aguero al 94' che rimettono i citizens sul tetto d'Inghilterra quando ormai i rivali dello United, vincenti a Sunderland per 0-1, pensavano di avere in pugno il titolo.</P> <P>Sorride Mancini che si gode un successo rincorso per tutto l'anno e meritato anche in virtù degli scontri diretti col Manchester United, anche se in Premier League a parità di punti vale la differenza reti.</P> <P>Risultati e marcatori</P> <P>Chelsea  Blackburn 2-1 (31' Terry, 34' Meireles | 15' 2T Yakubu)</P> <P>Wigan  Wolverhampton 3-2 (12' Di Santo, 14' Boyce, 34' 2T Boyce | 9' Jarvis, 41' 2T Fletcher)</P> <P>Swansea  Liverpool 1-0&nbsp; (41' 2T Graham)</P> <P>Manchester City  Queen`s Park Rangers 3-2 (39' Zabaleta, 47 2T Dzeko, 49' 2T Aguero |3' 2T Cissè, 21' 2T Mackie) </P> <P>Norwich City  Aston Villa 2-0 (9' Holt, 22' Jackson)</P> <P>Tottenham  Fulham 2-0 (2' Adebayor, 18' 2T Defoe)</P> <P>Stoke City  Bolton Wanderers 2-2 (12' e 32`2T Walters | 39' M. Davies, 45' K.Davies) </P> <P>West Bromwich  Arsenal 2-3 (11' Long, 15' Dorrans | 4' Benayoun, 30' Santos, 10' 2T Koscielny)</P> <P>Everton  Newcastle 3-1 (16' Pienaar, 27' Jelavic, 20' 2T Heitinga | 28' 2T aut. Hebbert)</P> <P>Sunderland  Manchester United 0-1 (20' Rooney) </P>1007856adm001adm001mancini 4.jpgSiNpremier-league-trionfo-da-leggenda-del-manchester-city-titolo-meritato-1005044.htmSi100075501,02,03030264
2291004986NewsCampionatiMilan, lettera aperta di Inzaghi a tutti i tifosi20120511165531milan, inzaghiHo giocato e vinto per Noi<P><STRONG>Filippo Inzaghi</STRONG> ha deciso di salutare il <STRONG>Milan </STRONG>e tutti i tifosi rossoneri con una lettera a perta.</P> <P>"Tutte le cose che state per leggere saranno sempre seconde, rispetto ad una. La prima e unica cosa che voglio che voi sappiate per sempre è questa: ho giocato e vinto per Noi. Giocare e vincere senza condividere le emozioni è nulla, invece io e voi, noi, abbiamo fatto tutto insieme. Abbiamo sperato, abbiamo sofferto, abbiamo esultato, abbiamo gioito. E abbiamo alzato le coppe e gli scudetti insieme ai nostri cuori. Siamo sempre stati sulla stessa lunghezza d'onda. E questo non ce lo toglierà mai nessuno.</P> <P>Sapete, cari Milanisti, quando sono arrivato a Milano voi non lo sapevate. Ero in una stanza d'albergo e dovevo uscire il meno possibile, per non dare nell'occhio e per non compromettere quella trattativa di mercato fra la Juventus e il Milan. Le prime settimane, i primi mesi, mi avete studiato, ci siamo guardati.</P> <P>Poi, ci siamo innamorati. Quella sera contro il Torino. Eravate arrabbiati, le cose in campo non andavano bene, eravate in silenzio. Mi sono tolto le stampelle, ho iniziato il riscaldamento e il vostro ruggito dedicato a me ci ha fatto vincere la partita, ci ha proiettati al preliminare di Champions League e poi alla nostra Finale di Manchester. Questi ricordi, insieme a tutte le persone che mi consolavano ad Anversa nei mesi difficili del 2004 e del 2005 e ai brividi che abbiamo provato insieme il 9 Agosto 2006, il giorno del mio compleanno, contro la Stella Rossa, saranno sempre sul comodino del mio cuore, accanto agli affetti più cari.</P> <P>Atene. Il calcio ce l'ha regalata per un solo motivo: io e voi, noi, l'abbiamo voluta così fortemente, così intensamente, che non poteva concedersi. Certo, la realtà è andata oltre i nostri sogni più belli. Due gol, contro il Liverpool, due anni dopo Istanbul, la Settima Champions League. Il destino ci ha riservato quello che non osavamo sperare.</P> <P>Io oggi voglio ringraziare con affetto e commozione il presidente Berlusconi e Adriano Galliani: la loro elettricità e la loro capacità di emozionarsi per me mi ha reso più forte, mi ha spinto oltre qualsiasi limite. Ma voglio rivolgere un pensiero anche a chi, dalle giovanili a tutte le splendide squadre dove ho giocato nella mia carriera, mi ha aiutato a diventare l'uomo e il calciatore che sono oggi.</P> <P>Grazie Milan, grazie calcio. Concedetemi di chiamarlo mio il Milan, le persone di via Turati, di Milanello, gli uffici, i centralini, i magazzinieri, i fisioterapisti, i medici, le cucine, lo Stadio, gli addetti, lo spogliatoio. Tutte le persone che mi vedevano arrivare con il maglioncino alla domenica e vibravano già sperando nel mio gol. Ciao Mister Ancelotti, con te ho vinto tutto, ciao ai miei meravigliosi tifosi che mi seguono da tutto il mondo, sempre con affetto e con grande passione, ciao ai miei fantastici compagni di squadra, di oggi e di ieri.</P> <P>E infine, concedetemelo, grazie, grazie, grazie alla mia famiglia: mamma Marina, papà Giancarlo, Simone e Tommaso. Non sarei arrivato fino a qui senza di voi. Siete la mia forza. Caro il mio Milan, Ti lascio solo perché è la vita, perché è il momento. Lo sai anche Tu.</P> <P>Ciao a tutti e grazie,</P> <P>Pippo Inzaghi"</P>1007856adm001adm001filippo-inzaghi.jpgSiNmilan-lettera-aperta-di-inzaghi-a-tutti-i-tifosi-1004986.htmNoT1000027100075701,02,03,07030198
2301004953NewsCalciomercatoLa Juventus punta tutto su Suarez20120510201531JuventusLa Juventus punta tutto sull` attaccante Suarez in forza al Liverpool.<p>Marotta si concentra sull' obbiettivo, diventato numero uno dei bianconeri, l' uruguaiano del Liverpool <strong>Luis Suarez</strong>.Attualmente l' attaccante vale circa 28 milioni di euro, ma con l' interessamento del club inglese per Elia della Juventus, si arriverebbe ad un accordo di 20 milioni piu l' olandese.Restano le piste Cavani e Van Persie che sembrano piu difficili da percorrere per questione economica e per interessamento di top club.</p>C1000009TorinoFL0331FL0331suarez.jpgSiNla-juve-punta-tutto-su-suarez-1004953.htmSiT1000007100495201,02,03,06030245
2311004931NewsCalciomercatoJuventus, il vero obiettivo di Marotta è Suarez20120510114928juventus, suarez, marottaSi tratta di una pista difficile Come riportato dal <EM>Corriere dello Sport</EM>, <STRONG>Suarez</STRONG>, attaccante del <STRONG>Liverpool</STRONG>, è la prima scelta di Marotta, desideroso di regalare alla Juventus un top player per dare l'assalto alla prossima Champions League. Tuttavia si tratta di una pista difficile da percorrere, dato che il Liverpool non ha nessuna intenzione di cedere l'attaccante uruguaiano. Marotta ci proverà, cercando di inserire nella trattativa Elia, che piace molto alla dirigenza del club inglese. La prima alternativa a Suarez è Van Persie, sul quale c'è da registrare l'interesse di tutti i top club europei.<BR>C1000009adm001adm001suarez.jpgSiNjuventus-suarez-marotta-1004931.htmSiT1000007100075701,02,03,06030280
2321004909NewsCalciomercatoNapoli, due big inglesi su Pandev20120509193130inter, napoli, pandevIn attesa di capire quale possa essere In attesa di capire se potrà essere inserito nella trattativa per <STRONG>Lavezzi</STRONG>, <STRONG>Goran Pandev</STRONG> vede muovere attorno a sé una mole di mercato non indifferente. Oltre al Siviglia, secondo <EM>il Corriere dello Sport </EM>anche <STRONG>Tottenham</STRONG> e <STRONG>Liverpool </STRONG>sarebbero interessate fortemente al macedone che rientrerà comunque all'<STRONG>Inter </STRONG>in attesa di capire quale possa essere il suo futuro.C1000009adm001adm001pandev.jpgSiNinter-pandev-napoli-1004909.htmSiT1000017100075701,02,03,08030270
2331004881NewsCalciomercatoJuventus, Marotta pensa ancora a Van Persie20120509101531juventus, van persiePronte eventuali alternativeSecondo quanto riporta <EM>Tuttosport</EM> gli uomini mercato della<STRONG> Juventus</STRONG> stanno già lavorando sottotraccia per l'acquisto di <STRONG>Robin Van Persie</STRONG>, pronti nel caso a sferrare il colpo decisivo se non dovesse rinnovare con l'<STRONG>Arsenal</STRONG>. Pronte, in caso di fumata nera, le alternative: la prima sarebbe Luis Suarez del Liverpool, la seconda Higuain del Real Madrid.C1000009adm001adm001van persie.jpgSiNjuventus-arsenal-van-persie-marotta-1004881.htmSiT1000007100075701,02,03,06030242
2341004868NewsCalciomercatoRoma, su Bojan il Liverpool e lo Schalke 0420120508170131roma, bojanSarebbe propenso al trasferimento Secondo quanto riportato dall'edizione odierna di <EM>AS</EM>, <STRONG>Bojan Krkic</STRONG> potrebbe lasciare <STRONG>Roma</STRONG>, dove quest'anno non ha saputo incidere come ci si aspettava. Nella giornata di ieri nella capitale è stato avvistato <STRONG>Ramon Sotres</STRONG>, rappresentante dell'ex giocatore del Barcellona, che ne detiene ancora dei diritti sul cartellino, tra cui anche quello di controriscatto. Secondo le indiscrezioni riportate dal quotidiano spagnolo per Bojan non ci sarebbe alcuna intenzione di tornare al Barcellona, dove non riuscirebbe a ritagliarsi un posto da titolare, e sarebbe propenso al trasferimento verso Schalke 04 o Liverpool. Un intreccio di mercato che porterebbe la Roma a voler subito riscattare il cartellino del giocatore dai catalani così da poter trattare con le altre società con più tranquillità. (bundesligapremier)<BR>C1000009adm001adm001bojan 2.jpgSiNroma-bojan-liverpool-schalke-barcellona-1004868.htmSiT1000012100075701,02,03030360
2351004831NewsEuro 2012Euro 2012, conosciamo le squadre del gruppo C20120507131531europeiIl girone dell`Italia<P>GRUPPO C</P> <P><STRONG><EM>SPAGNA</EM></STRONG></P> <P><BR>Nome:Real Federación Española de Fútbol<BR>Fondazione:1909<BR>Palmares: 2 Coppe d'Europa (1964 y 2008) ed un Mondiale (2010)</P> <P>La nazionale<BR>La Roja affronta un momento storico: campione europeo e mondiale uscente. Fino ad ora non c'era mai riuscito nessuno.</P> <P>Parte come grande favorita per la vittoria finale. A mio modo di vedere solo l'Olanda, la Germania e l'Italia possono provare a strapparle il titulo e l'egemonia assoluta.</P> <P>Ha giocato una fase di qualificazione perfetta, 8 trionfi in otto gare giocate. Non perde una partita ufficiale dalla sconfitta contro la Svizzera nella prima giornata della fase finale del Mondiale sudafricano.</P> <P>Il suo gioco stile Barça è segno di una consolidata identità che rimmarrà indelebile.</P> <P>La stella:Iker Casillas<BR>Iker Casillas<BR>In una nazionale fatta da grandissimi calciatori. Prendo uno su tutti; il Capitano.<BR>È il giocatore con più presenze da internazionale della storia spagnola e questa sarà la quarta partecipazione in Coppa d'Europa. Presenta anche negli ultimi tre mondiali, si fregia di un palmares inviadibile sia a livello di club, sia con la maglia della nazionale. Da aggungere alle vittoria sopra riportate anche un Mondiale under 20.<BR>Da 12 anni è il portiere titolare indiscusso. In piena maturià è il leader indiscusso delle furie rosse.<BR>L'allenatore:Vicente del Bosque<BR>Vincitore dell'ultimo mondiale, ha saputo continuare il lavoro svolto dal suo predecessore Luis Aragonés. In Polonia de Ucraina vivrà il suo terzo grande evento da con la nazionale.</P> <P>Del Bosque vive il successo con molta normalità e senza eccessi. Se prima eraa conosciuto solo per i suoi grandi successi da allenatore del Real Madrid, il trionfo al mondiale l'ha certamente consacrato come uno dei migliori allenatori di sempre in Spagna.</P> <P>Supo continuar la línea marcada por Luis Aragonés en la Eurocopa 2008 y mejoró el producto hasta convertir a España en la mejor selección del mundo, como demostró en Sudáfrica 2010. En Polonia y Ucrania vivirá su tercer gran torneo al frente de la Selección, después de participar en la Copa Confederaciones 2009 y Mundial 2010.</P> <P>&nbsp;</P> <P><BR><STRONG><EM>ITALIA<BR></EM></STRONG>Nome:Federazione Italiana Giuoco Calcio<BR>Fondazione: 1898<BR>Palmares: 4 Mondiali (1934, 1938, 1982, 2006). 1 Coppa d'Europa (1968).<BR>La nazionale<BR>Dopo il disastroso mondiale 2010, l'Italia ha giocato una fase di qualificazione perfetta. Imbattua con solo due pareggi. La nostra difesa è la meno battuta considerando tutti i gruppi delle qualificazioni, 2 gol in 10 partite.</P> <P>Forse non saremo i più brillanti della Coppa d'Europa ma abbiamo un mix di grande personalità, una mentalità da combattenti de una certa abitudine a vivere queste competizioni da protagonisti.</P> <P>La stella:Andrea Pirlo<BR>Andrea Pirlo<BR>Mi è stato difficile scegliere tra lui e Buffon, per il quale vale lo stesso discorso fatto per Casillas.<BR>Ho scelto Pirlo perchè dopo la stagione giocata con la Juventus ed il suo stato di forma mi sembra il vero faro della nostra nazionale. È lui che impone il ritmo del gioco e della manovra ed è l'allenatore in campo.<BR>Avrà grandi motivazioni dopo aver saltato per infortunio il mondiale in SudAfrica e probabilmente questa sarà il suo ultimo grande torneo in maglia azzurra.<BR>Sono certo che vorrà lasciare un'impronta indelebile nel torneo.</P> <P>&nbsp;</P> <P>L'allenatore:Loris Prandelli<BR>È arrivato in uno dei peggiori momenti della squadra azzurra e con la difficile missione di ricostruire la nazionale. L'ha rinnovata profondamente ed arriva a Euro2012 imbattuto in partite ufficiali.</P> <P><STRONG><EM>IRLANDA</EM></STRONG></P> <P>Nome: Football Association of Ireland<BR>Fondazione:1924</P> <P>La nazionale<BR>L'Irlanda torna ai vertici del calcio internazionale battendo nello spareggio l'inesperta Estonia per 0-4 nella partita d'andata. Proviene da un gruppo di qualificazione di basso livello. Solo la Russia ha battuto gli uomini di Trapattoni. Le restanti sono state Armenia,Slovacchia,Macedonia ed Andorra.<BR>L'ultima partecipazione ad un europeo risale a quello di Germania del 1988, che è anche l'unico.<BR>Dovrà vedersela con Spagna e Italia e si propone come outsider.</P> <P>La stella:Robbie Keane<BR>Capitano e massimo goleadordella storia della nazionale irlandese, Keane rappresenta in tutto e per tutto il tipico attaccante britannico. Vorace in area di rigore, gran colpo di testa e fiiuto spiccato per il gol. A 31 anni ha deciso di andare a chiudere la carriera in USA nei Galaxy di Los Angeles.<BR>Ha vissuto i migliori anni nel Tottenham ed è passato con minore fortuna in grandi club come l'Inter ed il Liverpool.<BR>Allenatore:Giovanni Trapattoni<BR>Non ha bisogno di presentazioni. Si è fatto carico della nazionale irlandese dal 2008. Ha sfiorato la partecipazione ai mondiali di SudAfrica, perdendo lo spareggio contro la Francia. Questa volta nella ruota degli spareggi è stata più fortunato e gli è toccata la Estonia.</P> <P>A 72 anni il Trap è da considerare uno dei migliori allenatori della storia. In 4 decenni seduto sulla panchina della Juventus, dell'Inetr, del Bayern Monaco, della Fiorentina, del Benfica, della nazionale Italiana ha vinto tutte le coppe per club e campionati nazionali in 4 paesi.</P> <P>&nbsp;</P> <P><BR><STRONG><EM>CROAZIA<BR></EM></STRONG>Nome: Hrvatski Nogometni Savez<BR>Fondazione:1912</P> <P>La nazionale<BR>La Croazia è sicuramente la grande esponentee del calcio balcanico; ha percorso un cammino di luci ed ombre dopa la separazione dall'antica Yugoslavia.<BR>È passata dagli ottimi risultati di Euro 1996(quarti di finale) e dal terzo posto del Mondaile 1998 al mancato superamento dei gruppi di qualificazione ai mondiali.<BR>Storicamente è una nazionale composta da grandi talenti. L'attuale Croazia vuole tornare ad essere competitiva così come ha dimostrato di voler fare in tutto il processo di avvicinamento all'europeo.</P> <P>&nbsp;</P> <P>La stella:Luka Modric <BR>A 26 anni Modric arriva ad Euro 2012 pienamente maturo. Calciatore dal talento puro che alcuni hanno paragonato a Johan Cruyff e non solo per la somiglianza fisica. Dalla costituzione apparentemente esile, è un centrocampista con capacità tecniche straordinarie, disequilibrante quanto più si avvicina all'area di rigore avversaria.</P> <P>Nel 2008 il Totthenam pagò una cifra pari a 21 milioni di euro dopo essere entrato nel mirino di vari grandi club europei come il Barcelona ed il Chelsea.<BR>Esattamente come nell'europeo del 2008, Modric sarà l'arma più pericolosa della Croazia che è solita tenerlo come punto di riferimento di tutte le giocate offensive.<BR>Ha tutti i requisiti per essere una delle grandi stelle dell'europeo.</P> <P><BR>L'allenatore:Slaven Bilic <BR>Laureato in giurisprudenza, parla perfettamente tedesco, italiano e inglese. È ambasciatore dell'UNICEF per la sua attività di difensore dei diritti dei banbini. È membro anche di una rock band con la quale ha composto l'inno della selezione croata, La pazzia del fuoco.<BR>C'è stato persino chi lo voleva come candiadato a sindaco nella sua città natale, Spalato.<BR>Slaven Bilic è allenatore della nazionale croata dal 2006.<BR>Ricopre un ruolo fondamentale per la storia recente del calcio croato.<BR>Come giocatore ha partecipato all'europeo del 96 ed al grande successo dell'approdo ai quarti di finale nel mondiale 98.<BR>Adesso insegue grandi risultati come allenatore con la sua nazionale.</P>FL0411FL0411europei.jpgSiNeuropei-gruppo-c-squadre-italia-1004831.htmSi100427901,02,03030298
2361004791NewsCalcio EsteroFinale FA - Cup Chelsea-Liverpool: risultato e marcatori20120505201531fa cup, chelsea, liverpoolSegui gli aggiornamenti su IlCalcio24.com<P>Segui al diretta su IlCalcio24.com della finale di FA Cup tra Chelsea e Liverpool. Partita ore 18.15.</P> <P>Finale&nbsp;<STRONG>2-1 (p.t. 1-0): 9' Ramires, 51' Drogba, 64' Carroll (L)</STRONG></P> <P>ammoniti:&nbsp;Mikel, Agger, Suarez&nbsp; espulsi:</P> <P>CHELSEA (4-2-3-1): Cech; Bosingwa, Ivanovic, Terry (c), Cole; Mikel, Lampard; Ramires (76' Meireles), Mata (89' Malouda), Kalou; Drogba.<BR>A disposizione: Turnbull, Ferreira, Essien, Meireles, Malouda, Sturridge, Torres.<BR>Allenatore: Di Matteo.</P> <P>LIVERPOOL (4-2-3-1): Reina; Johnson, Skrtel, Agger, Enrique; Spearing (55' Carroll),&nbsp;Henderson; Downing, Gerrard, Bellamy (78' Kuyt); Suarez.<BR>A disposizione: Doni, Kelly, Carragher, Shelvey, Rodrguez, Kuyt, Carroll.<BR>Allenatore: Dalglish.</P>adm001adm001drogba.jpgSiNf-a-cup-chelsea-liverpool.live-diretta-formaizoni-ufficiali-risultato-marcatori-1004791.htmSi100075701,02,03030487
2371004781NewsCalcio EsteroDi Matteo vuole il bis20120505162058chelsea-liverpool-dimatteoDopo aver vinto la FA Cup da calciatore ora ci prove da allenatore<P>Questo pomeriggio ecco la prima&nbsp;delle due finali che Roberto Di Matteo a inizio di stagione non si sarebbe mai nemmeno sognato di poter disputare da protagonista, da grandissimo protagonista anzi, quale è stato in questi mesi: Chelsea-Liverpool, alle 18:30, vale la FA Cup, la nostra Coppa Italia, con la sola differenza che&nbsp;li è considerata un obiettivo primario e non un impiccio.</P> <P>Di Matteo questa coppa l'ha già vinta, col Chelsea, da giocatore, e punta a fare il bis: dall'altra parte Dalglish, che ha già vinto la Charity Shield quest'anno, non è intenzionato a fare da sparring partner ai blues e ci crede. Negli ultimi due anni hanno trionfato tecnici italiani (Ancelotti e Mancini): per i reds quella di oggi sarà la finale numero 14 della competizione.</P> <P>&nbsp;«<EM>Vogliamo vincere la Coppa d'Inghilterra e anche la Champions League-&nbsp;</EM>dice il tecnico italiano-<EM>&nbsp;Anche se fin qui abbiamo fatto bene, non abbiamo ancora vinto nulla. È importante che manteniamo la stessa fiducia in noi stessi per giocarci al meglio le nostre possibilità</EM>». </P> <P>Capitolo formazioni:&nbsp;Di Matteo si affida agli uomini che gli hanno dato la finale Champions con Cech in porta, Ivanovic, Terry, Cahill e Cole in difesa, Mereilles,&nbsp;Mikel e Ramires a centrocampo, Juan Mata e Frank Lampard in appoggio a Drogba.</P> <P>Dalglish invece schiera nel suo classico 4-4-2&nbsp;Pep Reina tra i pali, Johnson, Skrtel, Agger e Jose Enrique in difesa, Handersson a destra, Gerrard e Sparring centrali e Downing (che ha dichiarato di odiare Di Matteo) a centrocampo, Kujt e Suarez davanti.</P> <P>Sarà la sfida di due che la porta difficilmente la sbagliano: Didier Drogba e Luis Suarez. </P> <P>Due stelle in partenza per motivi diversi: il primo è in scandenza e sembra aver già scelto il proprio futuro, il secondo, dopo l'affaire con Evra, in Inghilterra ormai non è ben visto e per lui sembrano spalancarsi le porte dell'Italia (Juve?) o della Spagna.<BR><BR></P>WembleyFL0141FL0141di matteo.jpgSiNdimatteo-vuole-il-bis-1004781.htmSi100205001,02,03030247
2381004773NewsCalciomercatoJuventus, per Ramirez bisogna battere il Napoli20120505103130juventus, ramirez, bologna, napoliAnche gli azzurri sul giocatoreSecondo l'edizione odierna del <EM>Corriere dello Sport</EM>, l'obiettivo della<STRONG> Juventus</STRONG> Gaston <STRONG>Ramirez</STRONG> sarebbe entrato nella lista degli acquisti del <STRONG>Napoli </STRONG>per la prossima stagione. I partenopei vorrebbero lui per sostituire <STRONG>Ezequiel Lavezzi</STRONG>. Da battere la concorrenza del Liverpool pronto a offrire almeno quindici milioni di euro al<STRONG> Bologna</STRONG>.C1000009adm001adm001ramirez gaston.jpgSiNjuventus-ramirez-bologna-napoli-1004773.htmSiT1000007100075701,02,03,06030316
2391004768NewsCalcio EsteroLiverpool, Downing: «Odio Di Matteo»20120505093130Dowining, Liverpool, FaCupPer il centrocampista dei Reds è una questione personale<P>Oggi&nbsp;a Wembley si giocherà la finale di FaCup tra Chelsea e Liverpool. Una partita importantissima anche per il futuro di entrambi gli allenatori. Dalglish può rafforzare la sua posizione e chiudere la stagione con il secondo trofeo dopo la Carling Cup, mentre Di Matteo si gioca&nbsp;la prima carta&nbsp;per convincere Abramovich a confermarlo per la prossima stagione. </P> <P>A poche ore dall'inizio del match spiccano le dichiarazioni di Dowining, centrocampista dei Reds: "Avevo dodici anni ed ero a Wembley nel 1997 per seguire la mia squadra del cuore, il Middelsbrough, che disputava la sua prima finale di FaCup contro il Cheslea. Era la mia prima volta a Wembley, ero felicissimo, ma dopo 40 secondi il Chelsea era già in vantaggio e il mio sogno finì ancor prima di incominciare. Ho un bruttissimo ricordo di quella finale.&nbsp;Di Matteo segnò quel gol, lo odio da quel momento. Le finali sono sempre difficilissime e la Carling Cup l'ha dimostrato, ma finalmente avrò l'occasione&nbsp;per&nbsp;vendicarmi". </P>LiverpoolFL0161FL0161article-1326096632505-0F61B05200000578-986440_636x390.jpgSiNdowining-di-matteo-intervista-1004768.htmSi100363401,02,03030262
2401004640NewsCalciomercatoJuventus, quattro nomi per l`attaccante del futuro20120502105131juventus, marottaL`a.d. Marotta ha pronta l`offertaSecondo quanto riportato dal <EM>Daily Mirror</EM> sono quattro i nomi degli attaccanti che <STRONG>Marotta</STRONG> vorrebbe portare in bianconero. Il primo è sempre <STRONG>Luis Suarez</STRONG> del Liverpool, poi <STRONG>Robin Van Persie </STRONG>dell'Arsenal, <STRONG>Carlitos Tevez</STRONG> del Manchester City e <STRONG>Gonzalo Higuain</STRONG> del Real Madrid. Il tabloid inglese svela il budget di 35 milioni di sterline. Infine potrebbe arrivare anche <STRONG>Didier Drogba</STRONG> a parametro zero.1007856adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-quattro-nomi-per-attacco-1004640.htmSiT1000007100075501,02,03,06030243
2411004603NewsCalciomercatoAtalanta, il Liverpool insiste per Schelotto20120429182840AtalantaIl Liverpool si fa avanti per il numero 7 nerazzurroMatias Ezequiel Schelotto è entrato nel mirino del Liverpool, il quale vorrebbe aggiudicarsi le sue prestazioni. In settimana l'agente del giocatore sarà in Europa e si saprà qualcosa di più..C1000009BergamoFL0112FL0112schelotto.jpgSiNliverpool-vuole-schelotto-1004603.htmSiT1000010100456601,02,03030249
2421004589NewsCalciomercatoUdinese, il Tottenham su Armero20120429173130udinese, armeroIl laterale difensivo Nuove sirene inglesi per <STRONG>Pablo Estifer Armero (25)</STRONG>: il laterale difensivo dell'<STRONG>Udinese</STRONG>, già seguito in tempi non sospetti dal Liverpool, pare finito infatti anche nel mirino del Tottenham. Secondo i media inglesi, gli Spurs avrebbero individuato nel colombiano, pezzo pregiato del club friulano, l'uomo giusto per sopperire all'eventuale partenza di Benoit Assou-Ekotto (28).C1000009adm001adm001armero.jpgSiNudinese-tottenham-armero-1004589.htmSiT1000011100075701,02,03030178
2431004540NewsCalciomercatoLiverpool, Dalglish: «Se il Milan non lo vuole. Aquilani può tornare da noi» 20120427161531milan, aquilaniE` ancora un giocatore del Liverpool"Se il Milan non lo vorrà, Alberto tornerà da noi. E' ancora un giocatore del Liverpool", sono queste le dichiarazioni di <STRONG>Kenny Dalglish</STRONG>, tecnico dei Reds, ai microfoni della stampa inglese in merito al futuro di Alberto Aquilani. Il centrocampista romano attualmente è al Milan con la formula del prestito con diritto di riscatto e il club rossonero al momento è dubbioso, pare, sulla tenuta atletica dell'ex giocatore di Roma e Juventus. A confermarlo ci sono anche le dichiarazioni in mattinata del padre, che lo hanno allontanato ulteriormente alla permanenza in rossonero, ed è sempre più difficile che il Milan opti per riconfermarlo.C1000009adm001adm001aquilani.jpgSiNmilan-liverpool-aquilani-1004540.htmSiT1000027100075701,02,03,07030177
2441004402NewsCalciomercatoMilan, in forte dubbio il riscatto di Aquilani20120424133130milan, aquilaniE` molto probabile che Aquilani finisca la stagione in panchinaSecondo quanto riportato da <EM>La Gazzetta dello Sport</EM>, il <STRONG>Milan </STRONG>non sarebbe convinto del riscatto di Alberto Aquilani. Il club rossonero ha l'obbligo di riscattare Aquilani dopo il raggiungimento di un determinato numero di presenza con la maglia del Milan, cifra ancora non raggiunta dall'ex Roma e Liverpool. Per questo è molto probabile che Aquilani finisca la stagione in panchina, per poi tornare in Premier League al termine del campionato.C1000009adm001adm001aquilani.jpgSiNmilan-riscatto-aquilani-1004402.htmSiT1000027100075701,02,03,07030304
2451004372NewsCalciomercatoNapoli, piace Michu20120423214531napoli, rayo vallecano, michuTanti club sul giocatoreSecondo quanto riportato da <EM>Marca </EM>il <STRONG>Napoli </STRONG>avrebbe tutte le intenzioni di bruciare la concorrenza per il centrocampista offensivo del<STRONG> Rayo Vallecano</STRONG> <STRONG>Miguel Perez Cuesta</STRONG>, detto <STRONG>Michu</STRONG>. Per il quotidiano spagnolo la società di De Laurentiis sarebbe pronta ad investire 12 milioni di euro per il giocatore. Lo spagnolo piace anche a Manchester United, Liverpool, Atletico Madrid, Valencia e Lione.<BR>1007856adm001adm001de laurentiis.jpgSiNnapoli-rayo-vallecano-michu-de-laurentiis-1004372.htmSiT1000017100075701,02,03,08030259
2461004354NewsCalciomercatoBologna, Mancini vuole Ramirez al Manchester City20120423151531bologna, ramirezL`agente pronto a discutere le offerte<STRONG>Roberto Mancini</STRONG> sarebbe intenzionato a portare <STRONG>Ramirez</STRONG> al<STRONG> Manchester City,</STRONG> e in Inghilterra il numero 10 felsineo ha ammiratori anche a <STRONG>Liverpool</STRONG>. Il <EM>Corriere dello Sport</EM>&nbsp; riporta la presenza dell'agente del calciatore ieri a San Siro per discutere con la società delle tante offerte arrivate. 1007856adm001adm001ramirez gaston.jpgSiNbologna-agente-ramirez-lo-vuole-il-manchester-city-mancini-1004354.htmSi100075701,02,03030248
2471004301NewsCampionatiMilan, a centrocampo è fatta per Traoré20120422111623milan, acerbi, traore, aquilaniChiesto sconto per AquilaniIl <EM>Corriere dello Sport</EM> racconta anche i movimenti del <STRONG>Milan</STRONG> fuori dal campo. Per quanto riguarda <STRONG>Aquilani</STRONG>, verrà chiesto uno sconto ed una rateizzazione dei 6 milioni pattuiti col Liverpool. Arriverà certamente <STRONG>Acerbi</STRONG> e probabilmente <STRONG>Traorè</STRONG> del Nancy. In Francia danno l'affare come concluso.C1000009adm001adm001traore bakaye.jpgSiNmilan-arriva-traore-acerbi-riscatto-aquilani-1004301.htmSiT1000027100075701,02,03,07030245
2481004259NewsCalciomercatoJuventus, piace Muniain dell`Athletic Bilbao20120421110131athletic bilbao, juventus, muniainTanti club di Premier League su di luiL`attaccante dell'<STRONG>Athletic Bilbao</STRONG>, <STRONG>Iker Muniain (19)</STRONG>, oltre a piacere a Manchester United, Liverpool e Tottenham, pare abbia una pretendente anche in Italia. Infatti, la<STRONG> Juventus</STRONG> starebbe pensando anche al talento basco per la prossima stagione. Muniain è valutato circa 20 milioni. 1007856adm001adm001muniain.jpgSiNjuventus-piace-muniain-athletic-bilbao-inter-1004259.htmSiT1000007100075701,02,03,06030312
2491004247NewsCalciomercatoMilan, anche il Liverpool su Keita20120421103331milan, liverpool, keitaIl giocatore è in scadenzaIl <STRONG>Milan</STRONG> la prossima estate dovrà fare i conti con la partenza di diversi giocatori a parametro zero, visto che sono addirittura 10 i giocatori in scadenza e difficilmente sarà rinnovato il contratto a tutti in extremis. Per rafforzare il centrocampo, Adriano Galliani ha da tempo puntato <STRONG>Seydou Keita</STRONG>, mediano del Mali in forza al Barcellona ma in scadenza col club catalano. La concorrenza per il centrocampista però è agguerrita, e lo stesso giocatore sembrerebbe preferire la Premier League alla nostra Serie A. Delle squadre d'oltre manica, la più accreditata ad ingaggiare Keita sembra essere, ad oggi, il Liverpool, altra compagine pronta ad operare una mini rivoluzione nel mercato estivo.C1000009adm001adm001keita.jpgSiNmilan-anche-il-liverpool-su-keita-1004247.htmSiT1000027100075701,02,03,07030329
2501004167NewsCalcio EsteroLille, Joe Cole: « Voglio rimanere qui»20120420091531Joe Cole, LilleIl centrocampista inglese si trova bene in Francia<P>Il centrocampista inglese, come riporta il <EM>The Sun</EM>, è entusiasta della sua avventura francese e si sta godendo ogni minuto della sua stagione tra le fila dei campioni di Francia. La squadra non si ripeterà qust'anno, il titolo è un affare tra Montpellier e PSG. </P> <P>Joe Cole è uno di quelli che ha giocato di più e le sue statistiche parlano di 4 gol in 27 partite. L'ex giocatore del Chelsea è in prestito dal Liverpool fino al termine della stagione, ma confida di poter rimanere in Francia: " Mi piacerebbe rimanere qui, ma non dipende da me, è tutto nelle mani del Liverpool. Sono stato accolto molto bene e ho scoperto una nuova cultura calcistica e un nuovo modo di giocare. L'unica cosa che mi manca è l'atmosfera che si respira in Premier League durante le partite."</P> <P>Gli piacerebbe giocare le prossime Olimpiadi, Stuart Pearce ha selezionato 80 giocatori tra i quali sceglierà i convocati. Dalle indiscrezioni emerge che Joe Cole è nella lista&nbsp;e si gioca uno dei tre posti di fuori quota con Beckham, Bellamy e Steven Fletcher. </P>1007858LilleFL0161FL0161joe_cole_lille.630.jpgSiNjoe-cole-intervista-lille-1004167.htmSi100363401,02,03030239
2511004193NewsCampionatiPalermo, Viviano: «Mi piacerebbe tornare all`Inter»20120419200342viviano, palermo, interSpero in una convocazione di Prandelli<P>A giugno<STRONG> Inter</STRONG> e <STRONG>Palermo</STRONG> torneranno a parlare del futuro di <STRONG>Emiliano Viviano</STRONG>. Intanto l'estremo difensore sembra avere le idee chiare sul suo futuro: "Lo decideranno le due società. Chiunque, però, terrebbe a giocare nell'Inter, non lo nego. Sono contento del mio percorso e di essere qui a Palermo. Mi trovo benissimo con tutti, speriamo in un finale in crescendo. A giugno, comunque, vedremo cosa accadrà". </P> <P>Sull'Europeo. "Spero davvero in una convocazione di Prandelli. Prima della fine della carriera, mi piacerebbe provare un'esperienza all'estero. Adoro il campionato inglese e da piccolo seguivo con particolare attenzione il Liverpool. Ma ora tifo per il Manchester City di Balotelli e Mancini". </P> <P>Su Morosini: "Lo conoscevo, era veramente un bravo ragazzo, viveva col sorriso. Si sono dette troppe parole su di lui, rimane solo il fatto che lui non c'è più. Fatelo riposare in pace".</P>1007856adm001adm001viviano.jpgSiNpalermo-viviano-futuro-inter-1004193.htmSiT1000023100075701,02,03030238
2521004129NewsCalciomercatoL`Inter che verrà: la lista di acquisti e partenze20120418133931inter, moratti, lucasMoratti deve fare cassa<P>Con o senza <STRONG>Stramaccioni</STRONG> l'<STRONG>Inter</STRONG> sarà sicuramente una delle società più attive sulla finestra estiva di mercato, sempre però stando attenta al bilancio. Molto dipenderà dal futuro di <STRONG>Sneijder </STRONG>e <STRONG>Maicon</STRONG>, top player che se ceduti portano entrate alla società del presidente Moratti. <STRONG>Lavezzi</STRONG>, <STRONG>Lucas</STRONG> e <STRONG>Balotelli </STRONG>sono i nomi più affascinanti che però richedono sforzi economici.</P> <P>Primo nella lista di gradimento è il diciannovenne Lucas seconda punta brasiliana che incanta San Paolo ed ormai è un punto fisso della nazionale di Mano Menezes, forte però è la concorrenza di Real Madrid, Liverpool, Chelsea e Manchester United che potrebbe far lievitare il costo del cartellino che attualmente è sui 30 milioni di euro.<BR>25 milioni di euro è il costo per riportare a casa Balotelli ormai sulla lista dei partenti per i suoi continui 'colpi di testa' che hanno portato la società del presidente Al Mubarak all' esasperazione.Si porspetta un derby Inter-Milan per aggiudicarsi il talento ribelle.<BR>Per quanto riguarda il Pocho Lavezzi il presidente De Laurentis difficilmente vorrà priversene però chi lo vorrà dovrà pagare la sua clausola rescissoria dei 32 milioni di euro e l' inter più di un pensiero lo sta facendo.<BR>La società nerazzurra sta monitorando anche giovani molto interessanti quali <STRONG>Belhanda </STRONG>ala franco-marocchina che sta facendo molto bene in Francia con il Montpellier, Marco Verratti 'cervello' del Pescara di Zeman dove però forte è la concorrenza di Juventus e Roma ed infine si pensa ad un ritorno di Mattia Destro.<BR>Quasi sicuri i riscatti di Poli e Guarin mentre Palombo a fine stagione tornera a Genova sponda Sampdoria.<BR>In partenza Forlan che ha impressionato ma in negativo, Pazzini che si sente sempre più chiuso da Milito ed eventualmente l' arrivo di un nuovo attaccante lo spingerebbe sempre più lontano da Milano e da valutare Julio Cesar dove per il prossimo anno è in concorrenza con Viviano per il ruolo di saracinesca neroazzurra.</P> <P>&nbsp;</P>1007856FL0191FL0191lucas.jpgSiNinter-mercato-in-entrata-partenti-acquisti-moratti-1004129.htmSiT1000026100412801,02,03030419
2531004100NewsCalcio EsteroLiverpool, Andy Carrol: «Voglio giocare di più»20120417120039Carrol, LiverpoolL`attacante dei Reds chiede più spazio.<P>Dopo un digiuno di oltre due mesi, due gol consecutivi che riportano a Liverpool la vittoria in campionato dopo 9 turni e la possibilità di giocarsi la finale della competizione nazionale più prestigiosa, l'FaCup. Due colpi di testa, due gol decisivi. Per due settimane Carrol sembra tornato l'attaccante devastante del Newcastle. Nel Liverpool ha collezionato 53 presenze di cui solo 31 partendo da titolare. </P> <P>Adesso l'attaccante inglese reclama più spazio: "Credo in me stesso, non posso fare gol se guardo le partite dalla panchina ed entro in campo solo gli ultimi 10 minuti. Voglio giocare titolare, solo in questo modo posso dare di più". Carrol torna anche sulla sua vita privata, criticata aspramente da Capello che gli aveva consigliato di bere meno: "Ho cambiato il mio modo di vivere da quando sono al Liverpool, esco molto meno e passo la maggior parte del tempo a casa con la mia ragazza a guardare dei film".</P> <P>Preso atto di questo non si può negare, però, che&nbsp; nel&nbsp;Liverpool non ha mai fatto vedere&nbsp; quello che dimostrava di saper fare con la maglia bianconera, causa forse l'impostazione del gioco prevalentamente difensiva di Dalglish. Nella settimana che ha preceduto la semifinale di FACup, Suarez ha sottolineato questo aspetto: "Giocassimo io e Carrol insieme, saremmo molto più pericolosi." Aveva ragione, la gara con l'Everton l'ha dimostrato. </P>Liverpoolfl0161fl0161andy-carroll3_2193860b.jpgSiNandy-carrol-intervista-1004100.htmSi100363401,02,03030282
2541004103NewsCalciomercatoLazio, Hernanes verso l`Arsenal20120417114831hernanes, arsenal, lazioLotito vuole il doppio di quanto spesoCome riportato da <EM>La Gazzetta dello Sport</EM>, il futuro di <STRONG>Hernanes</STRONG> potrebbe essere in Premier League. Dopo alcuni sondaggi da parte di <STRONG>Liverpool </STRONG>e <STRONG>Tottenham</STRONG>, si è fatto sotto l'<STRONG>Arsenal</STRONG>. <STRONG>Lotito</STRONG>, che ha speso 11 milioni per il cartellino di <STRONG>Hernanes</STRONG>, ha fatto sapere che per meno di 20 milioni non inizierà neanche a parlare di un'eventuale cessione.C1000009adm001adm001hernanes 2.jpgSiNnotizie-calcio-lazio-hernanes-verso-arsenal-1004103.htmSiT1000018100075701,02,03030213
2551004077NewsCalciomercatoBarcellona, in tanti su Afellay20120416174999barcellona, afellay, milan, inter, juventusAnche le big italiane<STRONG>Ibrahim Afellay</STRONG> oggetto del desiderio di mezza Europa: il nome dell'esterno offensivo del <STRONG>Barcellona</STRONG>, tornato a disposizione di <STRONG>Pep Guardiola</STRONG> dopo un lungo stop per infortunio, potrebbe diventare uno dei più caldi per il prossimo mercato estivo. Le pretendenti non mancano, in Italia, dove oltre all'<STRONG>Inter</STRONG>, già in passato accostata al giocatore olandese, ci sarebbero, secondo il portale <EM>Nuevo Futbol</EM>, anche<STRONG> Juventus</STRONG> e <STRONG>Milan</STRONG>, ma anche all'estero, ma anche all'estero, dove i primi nomi sono quelli della sua ex squadra, il Psv Eindhoven, e del Liverpool. <BR>C1000009adm001adm001afellay.jpgSiNnotizie-calcio-barcellona-afellay-juventus-inter-milan-1004077.htmSiT1000026100075701,02,03030264
2561004051NewsCalciomercatoUdinese, il Barcellona su Armero20120416073130udinese, barcellona, armeroSul giocatore anche Napoli e MilanEvidenziate dal portale spagnolo<EM> fichajes.com</EM> le indiscrezioni relative all'inserimento del laterale mancino dell'<STRONG>Udinese</STRONG> e della nazionale colombiana <STRONG>Pablo Armero (25)</STRONG> tra le priorità di mercato del <STRONG>Barcellona</STRONG>. Come riportato dall'emittente radiofonica catalana<EM> Cadena SER</EM>, l'ex Palmeiras sarebbe infatti considerato elemento di rilievo in vista del rinnovamento dell'organico difensivo blaugrana, impiegabile peraltro anche a metà campo e sul fronte offensivo. Armero, attualmente legato al club friulano fino al giugno 2015, è da tempo anche sui radar di Napoli, Arsenal e Liverpool; patròn Pozzo prenderà in considerazione soltanto le offerte dai 15 milioni di euro in su per il suo cartellino, e non è da escludere che in definitiva punti a trattenere la freccia di Tumaco in Friuli ancora per una stagione.C1000009adm001adm001armero.jpgSiNnotizie-udinese-barcellona-milan-armero-1004051.htmSiT1000011100075701,02,03030194
2571004040NewsCalcio EsteroLiverpool, Carrol: «E` una sensazione bellissima»20120415193130Liverpool, Andy Carrol, FaCupL`attaccante inglese ha siglato il gol più importante della sua carrieraL'ex Newcastle porta la sua squadra in finale di FACup con un gol di testa all'86° minuto di gioco, senza dubbio il gol più importante della sua carriera. L'attaccante dei Reds non riesce a contenere la gioia per aver deciso uno dei derby più importante degli utltimi anni perchè, oltre alla supremazia cittadina, ci si giocava la possibilità di accedere alla finale di un torneo che sponda Liverpool&nbsp;manca dal 2006. Queste le sue parole ad ESPN: "E' una sensazione bellissima, non sono mai stato meglio, abbiamo lavorato molto per raggiungere l'obiettivo e ce l'abbiamo fatta. Sono stato molto criticato nell'ultimo periodo, ma ho sempre creduto in me stesso." OItre la soddisfazione di squadra, un'altra soddisfazione per sonale in pochi giorni per Andy Carrol che non segnava con regolarità da febbraio. Arrivano belle parole per lui anche dai compagni di squadra, Carragher e Jones in coro: "I media l'hanno tartassato, ma è un ragazzo fantastico, ha lavorato molto, fatto allenamenti extra e ha mertitato il gol a Wembley."LiverpoolFL0161FL0161nuovo.archivio.foto.suarez.carroll.esultanza.liverpool.2012.538x358.jpegSiNnotize-calcio-liverpool-everton-coppa-di-lega-intervista-carrol-1004040.htmSi100363401,02,03030274
2581004017NewsCalcio EsteroLiverpool in finale di FA Cup, battuto l`Everton in rimonta20120414164444Everton-Liverpool-FA-CupDomani l`altra semifinaleIl Liverpool si è qualificato per la finale di FA Cup battendo a Wembley l'Everton 2-1. Everton in vantaggio al 24' con Jelavic, nella ripresa la rimonta dei Reds con Suarez (62') e Carroll (87'). La seconda semifinale, in programma domani, vedrà di fronte Chelsea e Tottenham. <BR>FL0131FL0131stadio.jpgSiNeverton-liverpool-fa-cup-1004017.htmSi100148501,02,03010113
2591003971NewsCalciomercatoFiorentina in vantaggio per Kuyt20120413174531fiorentina, kuytC`è anche il FeyenoordNonostante l'interesse del <STRONG>Feyenoord</STRONG>, la <STRONG>Fiorentina</STRONG> insiste per <STRONG>Dirk Kuyt</STRONG>, 31enne attaccante del Liverpool. In tal caso i toscani sarebbero in vantaggio sul calciatore, sotto contratto coi i Reds fino a giungo del 2014. Il Feyenoord ha offerto poco più di un milione di sterline per il giocatore.<BR>C1000009adm001adm001kuyt.jpgSiNfiorentina-feyenoord-kuyt-1003971.htmSiT1000024100075701,02,03030165
2601003961NewsCalcio EsteroPremier League, il Chelsea è la squadra più scorretta 20120413125531Chelsea, Premier LeagueLo dice Talksport in seguito ad un`indagine basata sulle statistiche.<P>Il magazine britannico ha stilato una nuova classifica della Premier League prendendo in considerazione la classifica Fair Play che&nbsp;assegna a ogni squadra un punto per ogni cartellino giallo e due per ogni espusione. </P> <P>Il Chelsea è in cima alla classifica con 66 cartellini gialli e 4 rossi. I dati possono essere spiegati facendo riferimento alla scadente prima parte di stagione dei Blues e la scarsa condizione atletica che costringeva i giocatori a rincorrere l'avversario e&nbsp;il più delle volte fermarlo con un fallo. La squadra più corretta è invece lo Swansea con un rosso e 40 cartellini gialli, segue a ruota il Manchester United. Decimo posto per il Liverpool e quinto per l'Arsenal.&nbsp;Il QPR è la quadra che ha visto più volte un suo giocatore abbandonare la partita prima del tempo, ben 7 volte. L'arrivo di Djibril Cisse ha contribuito non poco.&nbsp;E il City? Nonostante Balotelli la squadra di Mancini è solo tredicesima con 5 rossi, 45 gialli e 55 punti in classifica.</P>1007856FL0161FL01612663498074-23102011163015.jpgSiNchelsea-scorretto-notizie-premier-league-1003961.htmSi100363401,02,03030295
2611003951NewsCalciomercatoAtalanta, Peluso piace anche al Villarreal. Vicino il riscatto di Cigarini20120413110531atalanta, liverpool, schelotto, peluso, cigariniSchelotto sempre nel mirino del LiverpoolIl terzino dell'<STRONG>Atalanta</STRONG>, <STRONG>Federico Peluso</STRONG>, seguito da <STRONG>Napoli</STRONG>,<STRONG> Inter</STRONG>, <STRONG>Juventus </STRONG>è ora nelle priorità di mercato del club spagnolo del <STRONG>Villarreal</STRONG>. Per quanto riguarda, invece, <STRONG>Luca Cigarini</STRONG> è vicino il riscatto dal Napoli, in cambio della prelazione del talento Manolo Gabbiadini. L'esterno nerazzurro <STRONG>Ezequiel Schelotto</STRONG>, invece, è sempre più corteggiato dagli inglesi del Liverpool. (tuttoatalanta)C1000009adm001adm001peluso.jpgSiNatalanta-notizie-schelotto-cigarini-napoli-villarreal-peluso-1003951.htmSiT1000010100075701,02,03030253
2621003895NewsCalcio EsteroLiverpool: «Abbiamo richiamato Gulacsi»20120412120626Liverpool, GulacsiIl giovane portiere richiamato alla baseIl Liverpool ammette di aver iniziato&nbsp; e concluso le trattative per il ritorno alla base del portiere Gulacsi. Il ventiduenne portiere ungherese, di proprietà dei Reds, era stato ceduto all'Hull City durante la finestra estiva di calciomercato. In Championship quest'anno ha collezionato 15 presenze. Il portiere è stato richiamato dal prestito per risolvere l'emergenza portieri e sarà subito a disposzione per la sfida di sabato contro l'Everton. Tutto ciò deve essere prima approvato dalla Premier League, Football League e dalla FA. Resta solo da capire se Dalglish lo butterà subito nella mischia o gli preferirà Brad Jones.LiverpoolFL0161FL0161Peter-Gulacsi_2747889.jpgSiNritorno-gulacsi-1003895.htmSi100363401,02,03030163
2631003906NewsCalciomercatoAtalanta, il Liverpool insiste per Schelotto20120412114831atalanta, liverpool, schelottoPiace ancora all`InterContinuano i rumors di mercato attorno al<STRONG> Liverpool</STRONG> ed <STRONG>Ezequiel Schelotto</STRONG>. Il Secondo il <EM>Daily Mail</EM> il giocatore italo-argentino è il primo obiettivo per sostituire Kuyt, prossimo a lasciare l'Anfield per tornare a giocare in Olanda. L'esterno, 22 anni, rimane tuttavia un concreto interessamento da parte dell'Inter.<BR>C1000009adm001adm001schelotto.jpgSiNatalanta-notizie-liverpool-schelotto-inter-1003906.htmSiT1000010100075701,02,03030250
2641003900NewsCalciomercatoFiorentina in vantaggio per Kuyt20120412103619fiorentina, liverpool, kuytPronta l`offerta dei viola<P>Arrivano nuove voci dall'Inghilterra relative a<STRONG> Dirk Kuyt</STRONG>, attaccante del <STRONG>Liverpool </STRONG>da tempo nel mirino della <STRONG>Fiorentina</STRONG>. La Fiorentina dovrà stare attenta alla concorrenza del Feyenoord, squadra da cui il Liverpool lo aveva prelevato nel 2006. Secondo quanto riportato dal <EM>Daily Mail</EM>, il club olandese è pronto ad offrire 1 milione di sterline al Liverpool per il cartellino dell'esterno, con un concretto da 1 milione a stagione. Un'offerta non poco distante da quella della Fiorentina, che al momento sembra in vantaggio sul Feyenoord. (firenzeviola)</P> <P>&nbsp;</P>C1000009adm001adm001kuyt.jpgSiNfiorentina-notizie-liverpool-kuyt-1003900.htmSiT1000024100075701,02,03030262
2651003899NewsCalciomercatoNapoli, gli obiettivi per la prossima stagione20120412103531napoli, bigonIl primo nome è quello di L'edizione odierna de <EM>Il Mattino</EM> fotografa quelli che sono alcuni degli obiettivi di mercato del Napoli. Il primo nome è quello di <STRONG>Christian Chivu</STRONG>, che già nella scorsa stagione era un obiettivo di mercato del ds Bigon, che ora osserva con interesse anche alcuni talenti dell'Udinese: in primis <STRONG>Mehdi Benatia</STRONG>, poi <STRONG>Luis Muriel</STRONG> e <STRONG>Juan Guillermo Cuadrado</STRONG>. In Germania, infine, piace <STRONG>Rafael </STRONG>dell'Herta Berlino, che ha il contratto in scadenza nel 2014 e fa gola anche in Premier League a Liverpool ed Arsenal.C1000009adm001adm001cuadrado 2.jpgSiNnapoli-bigon-cuadrado-notizie-mercato-1003899.htmSiT1000017100075701,02,03,08030293
2661003844NewsCalcio EsteroLiverpool, emergenza portieri20120411170051Portieri, LiverpoolIn Fa Cup giocherà il terzo, Brad Jones.<P>Non solo belle notizie per i Reds dopo la vittoria ad Ewood Park. Tre punti dopo 9 partite senza una vittoria e il ritorno al gol di Andy Carrol dopo due mesi non sono sufficienti per cancellare le preoccupazioni di Dalglish in vista della semifinale di Fa Cup contro l'Everton in programma sabato ad Anfield. Il Derby perde un altro dei possibili protagonisti, un altro portiere. Pepe Reina dovrà scontare una squalifica di tre turni dopo la testata rifilata a Perch contro il Newcastle e ieri sera è stato espulso Doni per un'uscita disperata su Hoilett. Le regole della Premier League sono chiare e le squalifiche devono essere scontate nelle partite immediatamente successive indipendentemente dalla competizioni in cui sono state rimediate,&nbsp;FACup o campionato. Così per la prima volta dal primo minuto da quando è arrivato a Liverpool, Brad Jones, il terzo portiere, scenderà in campo per difendere la porta di Anfield in una delle partite più importanti nella storia recente dei Reds. In panchina finirà il diciassettenne Tyrell Bedford. Dalglish ha dichiarato che non avrà problemi a schierare Jones, ma ammette anche di non conoscere il regolamento della Premier League e se in caso di emergenza come questa sia possibile chiedere in prestito o tesserare a paramentro zero un altro portiere. </P> <P>&nbsp;</P>Inghilterrafl0161fl0161C_3_Media_1456308_immagine_obig.jpgSiNemergenza-liverpool-1003844.htmSi100363401,02,03030174
2671003853NewsCalciomercatoInter, il Tottenham in vantaggio per Van Wolfswinkel20120411133931inter, tottenham, van wolfswinkelValutato circa 15 milioniL'attaccante olandese dallo <STRONG>Sporting Lisbona</STRONG>,<STRONG> Ricky Van Wolfswinkel (23)</STRONG> continua a essere l'osservato speciale di <STRONG>Liverpool </STRONG>e <STRONG>Tottenham</STRONG>. In tal senso sarebbe in vantaggio il club londinese, che avrebbe inviato degli emissari in Portogallo per avviare i primi contatti per il giocatore, valutato 15 milioni di euro. Sul giocatore pare ci sia anche l'interesse dell'Inter.C1000009adm001adm001van wolfswinkel.jpgSiNinter-notizie-van-wolfswinkel-sporting-lisbona-1003853.htmSiT1000026100075701,02,03030334
2681003846NewsCalciomercatoJuventus, Hernanes è più che una ipotesi20120411102449juventus, lazio, hernanesPiace anche al Bayern MonacoCome riporta<EM> Tuttosport</EM>, il centrocampista della <STRONG>Lazio</STRONG> <STRONG>Hernanes</STRONG> con 20 sostituzioni in 26 partite è, al momento, il più sostituito in Serie A. Già da un po' si parla di lui in chiave mercato, in Premier League piace a Tottenham, Arsenal e Liverpool, ma anche il Bayern Monaco lo sta monitornado, in Serie A la Juventus sta facendo più che un sondaggio. La Lazio lo valuta circa 20 milioni di euro.C1000009adm001adm001hernanes.jpgSiNjuventus-notizie-lazio-hernanes-1003846.htmSiT1000007,T1000018100075701,02,03,06030165
2691003803NewsCampionatiInter, piacciono Rossi e Suarez ma c`è un ostacolo20120410105131inter, suarez, rossiUno dei tanti talenti accostati all`Inter Secondo quanto riferisce<EM> la Gazzetta dello Sport</EM>, uno dei tanti talenti accostati all`<STRONG>Inter</STRONG> in questi mesi è <STRONG>Giuseppe Rossi</STRONG>. E' reduce da un grave infortunio al ginocchio e piace alla dirigenza nerazzurra. Anche Rossi comunque ha costi altissimi, che l`Inter al momento non può permettersi se non centrando un improbabile terzo posto e comunque vendendo qualche big a giugno. A questo punto appaiono prive di fondamento anche le indiscrezione dell`inglese <EM>People</EM> secondo cui piacerebbe anche <STRONG>Luis Suarez</STRONG>, l`attaccante uruguaiano che a fine stagione lascerà il Liverpool.C1000009adm001adm001suarez.jpgSiNinter-rossi-suarez-notizie-mercato-1003803.htmSiT1000026100075701,02,0303099
2701003742NewsCalcio EsteroPremier League: risultati e marcatori20120407175531premier leagueSegui gli aggiornamenti su IlCalcio24.com<P>Segui la diretta su <EM>IlCalcio24.com</EM> del 32° turno di Premier League. Partite ore 16.</P> <P>Finali</P> <P>Bolton-Fulham <STRONG>0-3: 35' e 40' Dempsey, 80' Diarra</STRONG></P> <P>Chelsea-Wigan <STRONG>2-1: 62' Ivanovic, 83' Diame (W), 92' Mata</STRONG></P> <P>Liverpool-Aston Villa <STRONG>1-1: 10' Herd, 82' Suarez (L)</STRONG></P> <P>Norwich-Everton <STRONG>2-2: 22' e 61' Jelanic, 39' Howson (N) 76' Holt (N)</STRONG></P> <P>West Bromwich-Blackburn <STRONG>3-0: 7' Olsson autogol, 69' Fortune 85' Ridgewell</STRONG></P> <P>&nbsp;</P>1007857adm001adm001stadio.jpgSiNpremir-league-live-diretta-giornata-formazioni-risultati-marcatori-1003742.htmSi100075701,02,03030347
2711003718NewsCalcio EsteroLiverpool, Kuyt: «Voglio restare al Liverpool»20120407093094Kuyt, LiverpoolL`Olandese vuole continuare nei Reds. <P>L'Olandese vuole continuare nei Reds. Nelle ultime settimane si sono sparse delle voci riguardo la dubbia permanenza dell'ala ex Feyenord alla corte di Dalglish.&nbsp;Il trentunenne attaccante ha giocato solo 19 partite dall'inizio quest'anno, ma è stato decisivo, soprattutto in Carling Cup. </P> <P>La prossima settimana il suo manager sarà a Liverpool per discutere con la dirigenza dei Reds del futuro del suo assistito. Kuyt ha espresso più volte la volontà di rimanere nel Merseyside, ma ha anche aggiunto che, nel caso non fosse più gradito, preferirebbe un'esperienza all'estero. Due le possibili desinazioni. I rumors parlano di un nuovo&nbsp;interessamento italiano, questa volta della Roma, dopo che il pupilllo di Anfield è stato vicinissimo a vestire la maglia dell'Inter nell'estate 2010. Il ritorno in patria, parola sua, sarebbe invece solo per vestire la maglia della squadra che l'ha lanciato: il Feyenord.</P>fl0161fl0161kuyt.jpgSiNintervista-kuyt-1003718.htmSi100363401,02,03030165
2721003681NewsCalciomercatoJuventus, piace Meireles20120406104531juventus, mairelesPotrebbe essere un`alternativa a VidalCome riportato da <EM>Tuttosport</EM>, <STRONG>Fabio Paratici</STRONG> era presente lo scorso mercoledì allo Stamford Bridge, per assistere alla partita fra <STRONG>Chelsea </STRONG>e <STRONG>Benfica.</STRONG> Osservato speciale<STRONG> Raul Meireles</STRONG>, centrocampista del Chelsea arrivata la scorsa stagione dal Liverpool su richiesta di Villas Boas. Il giocatore potrebbe anche arrivare a Torino, dove rappresenterebbe una valida alternativa a Marchisio o Vidal nel centrocampo bianconero.C1000009adm001adm001marotta.jpgSiNjuventus-meireles-mercato-marotta-1003681.htmSiT1000007100075701,02,03,06030230
2731003680NewsCalcio EsteroMan United, Ferdinand: «Non è ancora finita» 20120406103680Ferdinand, Manchester UnitedRio Ferdinand tiene alta la tensione ad Old Trafford. <P>Rio Ferdinand tiene alta la tensione ad Old Trafford. L'esperto&nbsp;difensore dello United invita i suoi compagni a non abbassare la guardia, nonostante il passo falso casalingo dei cugini contro il Sunderland di Martin O'Neill. </P> <P>"Siamo nella posizione in cui avremmo desiderato essere a questo punto della stagione, ma non è finita". Queste le parole dell'inglese che si esprime anche sulle prossime partite previste dal calendario:" Giocheremo contro Aston Villa, QPR e Wigan, tre squadre che lottano per evitare la retocessione, sarebbe stupido pensare di averle già vinte. Le squadre della Premier si sono livellate e alcuni anni fa non avrei mai pensato che il Newcastle potesse battere il Liverpool in modo così convncente. Lo stesso discorso vale per la vittoria del QPR contro l'Arsenal. Se non sei concentrato per l'incontro, allora verrai battuto".</P> <P>Parole che caricano l'ambiente per affrontare le ultime 7 giornate con 5 punti di vantaggio da non sprecare, parole da leader. Rio ha ragione. Il calendario sorride ai Reds, ma Mancini ha l'opportunità di portare lo svantaggio a 2 punti vincendo lo scontro diretto, sperando poi che lo United perda altri punti nelle restanti partite. Certo, dalle parti del City of Manchester devono vincerle tutte, senza dimenticare che in caso di arrivo a pari punti, vincerà la squadra che ha totalizzato più&nbsp;reti. I giochi sono ancora aperti. </P>1007856Manchesterfl0161fl0161RioFerdinandManU.jpgSiNintervista-rio-ferdinand-1003680.htmSi100363401,02,03030162
2741003666NewsCalciomercatoGlen Johnson o Kyle Walker per il Real Madrid20120405174831Kyle Walker, Glen JohnsonIl Real Madrid è alla ricerca di un terzino destro<P>Il Real Madrid è alla ricerca di un terzino destro. Mourinho sta cercando&nbsp; il giocatore che possa completare il reparto difensivo. Dopo aver deciso già dallo scorso anno di utlizzare&nbsp;Sergio Ramos come centrale e spostarlo&nbsp;solo in caso d'emergenza, diversi sono i giocatori che hanno occupato, senza grandi risultati, la fascia destra dei Blancos. Dal mercato è arrivato Coentrao, terzino sinistro che, spostato a destra, ha trovato più di qualche dfficoltà.&nbsp;L'unico terzino destro di ruolo in rosa&nbsp;è Arbeloa, ma lo staff tecnico del Real non è soddisfatto del suo rendimento. Mourinho ha cercato di risolvere il problema spostando in qualle parte del campo prima Altintop, poi Callejon e addirittura Lass Diarrà. </P> <P>Una difesa titolare con&nbsp;Marcelo o Coentrao a sinistra e&nbsp;Pepe e Ramos al centro, manca solo di un terzino destro di livello. Secondo la stampa&nbsp;spagnola,&nbsp;nella testa di Mourinho,&nbsp;il terzino ex Liverpool potrebbe fare la riserva di uno tra Kyle Walker(Tottenham)&nbsp;e Glen Johnson(Liverpool). Entrambi inglesi, entrambi in lotta per un posto da titolare a Euro2012. Il primo di ventuno anni, il secondo di 28.&nbsp;Il terzino del Liverpool è sicuramente una preda più facile sia per l'età che per il prezzo, infatti, gli Spurs difficilmente si vorranno privare del difensore senza ottenere un&nbsp; lauto compenso. </P>MadridFL0161FL01611580206_full-lnd.jpgSiNterzino-destro-per-il-real-1003666.htmSi100363401,02,03030362
2751003632NewsCalciomercatoJuventus, le cifre dell`affare Suarez20120405154831suarez, juventus, liverpool, calciomercatoOfferta già fattaSecondo <EM>la Gazzetta dello Sport</EM>, per accaparrarsi le prestazioni di <STRONG>Luis Suarez</STRONG> la <STRONG>Juventus </STRONG>avrebbe offerto al Liverpool circa 25 milioni di euro, e al giocatore un quinquennale da 4 milioni a stagione. Se il club inglese dovesse accettare la trattativa potrebbe concludersi a breve.<BR>C1000009adm001adm001suarez.jpgSiNjuventus-liverpool-offerta-per-suarez-fatta-1003632.htmSiT1000007100075501,02,03,06030298
2761003638NewsCalciomercatoFiorentina e Roma su Kuyt del Liverpool20120405115002kuyt, roma, fiorentina, liverpool, galatasaray, feyenoordAnche il Galatasary sul giocatore<P>Secondo quanto riferisce il <EM>The Sun</EM>, <STRONG>Roma</STRONG> e <STRONG>Fiorentina </STRONG>sarebbero fortemente interessate all'attaccante <STRONG>Dirk Kuyt (31)</STRONG>. L'olandese di proprietà del Liverpool, a fine stagione andrà via, e tra i club che lo seguono, oltre alle due italiane, ci sono anche Galatarsaray e Feyenoord.</P> <P>&nbsp;</P>C1000009adm001adm001kuyt.jpgSiNfiorentina-roma-kuyt-1003638.htmSiT1000012,T1000024100075701,02,03030253
2771003601NewsCalciomercatoInter, anche il Liverpool vuole Van Wolfswinkel20120404174531inter, liverpool, van wolfswinkelL`olandese è molto seguitoSecondo il quotidiano inglese <EM>The People</EM>, sull'attaccante <STRONG>Ricky van Wolfswinkel (23)</STRONG> dello <STRONG>Sporting Lisbona</STRONG> ci sarebbe anche il <STRONG>Liverpool</STRONG>. Il giocatore che piace molto anche all'<STRONG>Inter </STRONG>ha una valutazione di circa 15 milioni dieuro.C1000009adm001adm001van wolfswinkel.jpgSiNinter-liverpool-vuole-van-wolfswinkel-1003601.htmSiT1000026100075701,02,03030300
2781003613NewsCampionatiRoma, Gago: «Vorrei restare a Roma»20120404143130gago, real madrid, romaMa non dipende da meIl centrocampista della <STRONG>Roma</STRONG>, <A class=link-6 href="/personaggi/Fernando-Gago.cfm" target="">Fernando Gago</A>, ha parlato in conferenza stampa anche del suo futuro. "Se voglio restare alla Roma? Sì, sì, non ho alcun problema ma non dipende solo da me. Ci sono altre due parti in causa: la Roma e il Real Madrid. Suarez? Lo conosco da tanti anni, è molto forte fa la differenza. Da qui ai prossimi mesi ci saranno molte indiscrezioni di mercato; ad oggi è del Liverpool, poi in futuro si vedrà".C1000009adm001adm001gago.jpgSiNroma-real-madrid-futuro-gago-1003613.htmSiT1000012100075701,02,03030147
2791003565NewsCalciomercatoLa Roma pensa al colpo grosso per l`attacco20120403114655roma, suarez, real madrid, juventusBaldini ci sta seriamente pensando La Roma ha in mente il grande colpo per la prossima stagione. Si tratta di <STRONG>Luis Suarez</STRONG> del Liverpool. <STRONG>Baldini</STRONG> ci sta seriamente pensando anche perché l'attaccante ormai è ai ferricorti con l'ambiente e non vede l'ora di andare via. Su di lui c'è anche il forte pressing di Real Madrid e Juventus, il problema è la grossa richiesta del club inglese che per cedere il giocatore vuole almeno 30 milioni di euro.C1000009adm001adm001suarez.jpgSiNroma-juventus-real-madrid-notizie-suarez-mercato-1003565.htmSiT1000012100075501,02,03030148
2801003522NewsCampionatiInter, per l`attacco piace Van Wolfswinkel20120402221044inter, tottenham, sporting lisbona, liverpool, van wolfswinkel, napoliValore di mercato 15 milioni di euroSecondo il quotidiano portoghese <STRONG><EM>Record</EM></STRONG>, l'<STRONG>Inter </STRONG>avrebbe messo nel mirino l'attaccante dello Sporting Lisbona <STRONG>Ricky Van Wolfswinkel</STRONG>. Sul giocatore olandese ci sono anche Tottenham e Liverpool. Il valore di mercato dell'attaccante si aggira sui 15 milioni di euro.C1000009adm001adm001van wolfswinkel.jpgSiNinter-van-wolfswinkel-sporting-lisbona-1003522.htmSiT1000026100075701,02,03030392
2811003437NewsCampionatiJavier Zanetti: la carriera20120331091543Javier, Zanetti, Inter, ArgentinaLa carriera di Javier Zanetti, il capitano dell`Inter<SPAN style="FONT-WEIGHT: bold">Javier Zanetti</SPAN> nasce a <SPAN style="FONT-STYLE: italic">Buenos Aires</SPAN> il 10 agosto del 1973, ed è nel quartiere portuale della capitale argentina Dock Sud che vive la sua giovinezza. Dotato di grandi doti fisiche e tecniche, è sempre stato un esempio del giocatore perfetto. Terzino o centrocampista di fascia, Zanetti ha più volte ricoperto anche molti altri ruoli, occupando per altro tutta la zona difensiva e mediana. <BR><BR>Inizia a giocare a livello amatoriale nella squadra del suo quartiere, la <SPAN style="FONT-STYLE: italic">Disneyland</SPAN>, ed a 15 anni è, come attaccante esterno, nelle giovanili dell`Independiente, la sua squadra del cuore, ma viene fatto fuori perché è troppo magro, creando un trauma nel giovane Zanetti che per circa un anno non toccherà più un pallone. Grazie all`aiuto che offre al padre muratore Rodolfo Ignacio, Javier nel frattempo ha messo su muscoli e decide di rimettersi in gioco. L`opportunità gliela offre il <SPAN style="FONT-STYLE: italic">Talleres</SPAN>, la squadra da dove è appena andato via suo fratello Sergio, che lo fa entrare nelle giovanili. Da esterno d`attacco arretra il suo baricentro, diventando centrocampista di fascia. Dopo una brillante stagione tra le giovanili, Zanetti viene promosso in prima squadra, dove disputa la Nacional B, ovvero la seconda divisione. La squadra, con grande generosità, gli offrì un contratto da professionista in quanto Javier prima, per aiutare la sua famiglia a livello economico oltre al calciatore faceva la mattina il ragazzo del latte. Nel 1992 totalizza 17 presenze ed una rete, ed è in quest`anno che conosce la sua futura moglie Paula, che avrebbe sposato nel 1999. Tra l`altro in questo periodo gli viene assegnato il soprannome Pupi, dato precedentemente anche al fratello, necessario in quanto in squadra c`erano ben cinque Javier. Nell`estate del 1993 Zanetti si trasferisce al <SPAN style="FONT-STYLE: italic">Banfield</SPAN> in Primera <A title="Campionato di calcio argentino" href="http://it.wikipedia.org/wiki/Campionato_di_calcio_argentino">División</A>, dove indossa per la prima volta la maglia numero 4. Esordisce il 12 settembre 1993 contro il River Plate, la partita finisce 0-0. Nella prima stagione scende in campo 37 volte, segnando anche una rete. Nel novembre 1994 viene convocato da Daniel Passarella nella nazionale argentina, la <SPAN style="FONT-STYLE: italic">Selección</SPAN>, con cui debutta a Santiago il 16 novembre, vincendo 3-0 contro il Cile. Viene soprannominato dal telecronista Victor Hugo Morales el Tractor, ovvero il trattore, per il vigore delle sue gambe, e continua a giocare bene al Banfield, assieme al suo futuro compagno di squadra, Julio Cruz, collezionando 29 presenze condite da 3 gol. Nell`estate del 1995, Antonio Angelillo, osservatore ed ex gloria dell`<SPAN style="FONT-STYLE: italic">Inter</SPAN>, segnala Zanetti al nuovo presidente Massimo Moratti, che lo acquista subito prima di un altro argentino, Sebastián Pascual Rambert, detto l`Avioncito. Viene presentato alla stampa il 5 giugno 1995 alla Terrazza Martini proprio assieme a Rambert. Ma il problema era che in quel periodo il regolamento prevedeva che una squadra potesse schierare in campo solamente tre stranieri, ed oltre a Zanetti c`era il già citato Rambert ed i più blasonati Roberto Carlos ed Ince. Ma Moratti credette in lui, lasciando in tribuna più volte Rambert. Il suo maestro, sin dal primo giorno, è il grande Giacinto Facchetti, ed è lui che trasmette ad Javier i valori sportivi più importanti: la correttezza, la lealtà, l`onestà ed il rispetto per gli avversari. Debutta con la maglia dell`Inter sotto la gestione di Ottavio Bianchi il 27 agosto 1995, quando i nerazzurri battono il Vicenza per 1-0. L`esordio per l`Inter sembra promettente, ma poco dopo una serie di risultati deludenti indussero Moratti ad esonerare Bianchi, che venne sostituito per poco tempo da Luis Suárez, in attesa dell`arrivo di Roy Hodgson. L`allenatore inglese gli cambia ruolo, Zanetti passa da laterale destro in un 5-3-2 in interno destro in un modulo a rombo. Sotto la gestione di Hodgson, Zanetti segna il suo primo gol con la maglia dell`Inter, il 3 dicembre 1995 contro la Cremonese. In tutto nell`annata 1995-1996 Javier disputa 39 partite andando in rete per due volte, ma l`Inter si classifica con un magro settimo posto. In estate vince la medaglia d`argento ai giochi olimpici di Atlanta con la maglia della nazionale argentina. Nel campionato successivo all`Inter arrivano Djorkaeff e Zamorano, ed i nerazzurri rimangono a lungo nei primi posti, ma alla fine concludono il campionato al terzo posto. In Europa invece, l`Inter raggiunge la finale di Coppa UEFA, che perde ai rigori contro lo Schalke 04 nella finale di ritorno a Milano. Questa è l`unica partita dove Zanetti ebbe un atteggiamento sopra le righe, infatti dopo essere stato sostituito, litigò con Hodgson, ma si scusò subito dopo. Le ultime partite della stagione si consumarono, dopo le dimissioni di Hodgson, sotto la guida ad interim di Luciano Castellini, ex giocatore ed all`epoca allenatore dei portieri nerazzurri. La stagione termina con 50 presenze e 4 gol, ma già si pensa a quella successiva, infatti Moratti acquista il pallone d`oro Ronaldo, ma anche Simeone, Recoba, West e molti altri, e chiama come allenatore Gigi Simoni. In quell`anno in Italia l`Inter non è stata solo sfortunata, ma anche sfavorita dagli arbitri, specialmente quando nello scontro per lo scudetto non venne assegnato un rigore a Ronaldo su fallo di Iuliano. Invece a livello continentale l`Inter vince la Coppa UEFA al Parco dei Principi di Parigi contro la Lazio. Per Zanetti la partita fu memorabile: 3-0 ed il secondo gol, tra l`altro bellissimo, venne segnato da lui, il secondo in 41 partite in quell`anno. L`estate dopo arriva un nuovo campione in nerazzurr Roberto Baggio, che diventerà un grande amico di Javier, regalandogli anche un labrador, Simba. Nel bel mezzo della stagione la società esonera Simoni per chiamare il rumeno Mircea Lucescu, con cui Zanetti giocherà anche come seconda punta, in amichevole, ma dopo un`eliminazione in Champions League contro il Manchester United, venne esonerato anche Lucescu. La squadra viene presa in mano per quattro partite nuovamente da Castellini, per poi tornare tra le mani di Hodgson. La stagione fu una delle più buie, e nonostante i quattro gol in 50 partite di Zanetti, la squadra termina il campionato all`ottavo posto. Per la nuova annata Moratti porta ad allenare a Milano Marcello Lippi, che però costringe al ritiro il capitano Giuseppe Bergomi. Oltre a lui se ne va anche il vice-capitano Pagliuca, e nella squadra a soli ventisei anni la fascia di capitano toccò proprio ad Javier Zanetti, il giocatore che con i suoi tre anni in nerazzurro era all`Inter da più tempo. Con il miglior allenatore in circolazione ed un attacco atomico composto da Ronaldo, Zamorano, Baggio e Recoba, come al solito la stagione inizia nel migliore dei modi. Zanetti torna a giocare a centrocampo, come tornante a destra, nel 4-4-2, ma a causa di qualche infortunio di troppo, come quello gravissimo di Ronaldo contro il Lecce, in poco tempo l`Inter smise di pensare allo scudetto, che poi venne conquistato dalla Lazio. Tra l`altro nel mercato invernale la squadra si era notevolmente rinforzata con gli acquisti di Seedorf, Mutu e del difensore <A title="Iván Ramiro Córdoba" href="http://it.wikipedia.org/wiki/Iv%C3%A1n_Ramiro_C%C3%B3rdoba">Córdoba</A>, che assieme a Zamorano e Baggio diventerà uno dei migliori amici del capitano. La stagione finisce con una qualificazione in Champions League ottenuta grazie ad una vittoria in uno spareggio contro il Parma, e Zanetti scende in campo 41 volte segnando in due occasioni. La stagione 2000-2001 per Javier non comincia nel migliore dei modi, infatti il capitano riporta una lesione muscolare all`adduttore sinistro che lo tiene fermo per un po` di tempo. In Champions l`Inter viene eliminata nei turni preliminari dalla squadra semisconosciuta dell`Helsingborg, ed in campionato dopo un esordio con sconfitta a Reggio Calabria, Lippi diede le dimissioni. Al suo posto arriva Marco Tardelli, ma ormai il dado è tratto. Arrivano altre figuracce, sei gol subiti dal Parma e dal Milan ed un`altra eliminazione europea, in Coppa UEFA, contro la modesta squadra del Deportivo Alavés, che portano ad una contestazione di un tifoso che getta una molotov contro il pullman nerazzurro, provocando un grande panico tra i giocatori. Il campionato termina con l`Inter al quinto posto, il capitano timbra 34 volte la presenza, senza mai segnare. Durante l`estate Zanetti si permette addirittura di rifiutare le offerte del Real Madrid e del Manchester United, anche perché all`Inter è arrivato un suo connazionale come tecnico, Héctor Cúper, che parlò con lui, dichiarandolo come un elemento indispensabile. Con lui alla guida dell`Inter Javier torna a giocare da terzino destro, e la squadra si dimostra grande, rimanendo a lungo in vetta fino all`ultima giornata programmata il 5 maggio 2002. Bastava battere la Lazio per conquistare lo scudetto, anche se l`Inter lo avrebbe potuto vincere qualche settimana prima, quando i nerazzurri strapparono un misero pareggio a Verona, dove il risultato fu pesantemente condizionato dall`arbitro a sfavore dell`Inter. Nella gara contro la Lazio, l`Inter passò per due volte in vantaggio, per poi essere rimontata due volte. Nel secondo tempo la squadra crollò, perdendo la partita per 4-2, e consegnando lo scudetto alla Juventus. A fine partita tra i più delusi ci sono Zanetti e Ronaldo in lacrime, anche se poi il brasiliano si sarebbe consolato con la vittoria dei mondiali in Corea e Giappone. In quel periodo nella sua Argentina la situazione è disastrosa. Il debito pubblico e la svalutazione della moneta hanno portato moltissime famiglie tra la vita e la morte. Così Javier e sua moglie Paula decisero di contribuire, creando la&nbsp;Fundación&nbsp;Pupi, che si pone come obiettivo l`educazione e l`alimentazione dei bambini disagiati nel paese latino. I ragazzi aiutati dalla fondazione sono tantissimi, da Martín, che era sordomuto, ma ora è capace di parlare, a Gisela, che è nata con un ritardo mentale e adesso ha un quoziente intellettivo in regola, passando per Nazarena, che aveva problemi di socializzazione derivati dalla violenza che ha subito per anni dal padre, ma che adesso vive normalmente, senza dimenticare Denise, nata con una malformazione fisica che le impediva di camminare, ma che ora si sposta senza alcun problema. Per le sue attività a favore della salvaguardia dei diritti dei bambini, Zanetti ha ricevuto un Ambrogino d'Oro, una delle più alte onoreficenze conferite dal comune di Milano, nel 2005. Nel corso del secondo anno di Cúper sulla panchina nerazzurra continuarono ad arrivare giocatori argentini nell'Inter, e Kily González, Crespo e l'immenso Batistuta si aggiunsero a Zanetti, Vivas, Almeyda, Guglielminpietro. L'annata è positiva, ma non del tutto, infatti in serie A i nerazzurri si classificano secondi, ed in Champions League vengono eliminati in semifinale dal Milan con un doppio pareggio. Anche in occasione della finale di ritorno il capitano, che tra il 2002 ed il 2003 ha totalizzato 53 presenze segnando un gol, non si è vergognato di nascondere le sue emozioni, rimanendo a piangere dinnanzi a tutto lo stadio Meazza. L'anno dopo Cúper viene esonerato dopo poche giornate ed a sostituirlo c'è Alberto Zaccheroni, campione d'Italia col Milan nel 1999. La stagione non è da ricordare, infatti la squadra viene eliminata sia in Champions che in Coppa UEFA, e finisce il campionato al quarto posto. Nel frattempo Pupi, in occasione dei festeggiamenti per il centenario della FIFA, viene inserito da Pelé tra i giocatori più forti di sempre. In tutte le competizioni Zanetti scende in campo 51 volte, senza mai comparire nel tabellino dei marcatori. L'inizio del ciclo delle vittorie nerazzurre coincide con la stagione 2004-2005. Al timone della squadra arriva Roberto Mancini, che come al solito schiera con regolarità il capitano, per ben 49 volte, anche se non va mai a segno. L`ex leggenda della Sampdoria subito conquista una coppa Italia, vinta in finale contro la Roma, anche se in campionato non va oltre al terzo posto ed in Champions League viene nuovamente eliminata dal Milan, perdendo tra l'altro la gara di ritorno 3-0 a tavolino dopo vergognosi lanci di fumogeni in campo, ma intanto si avvicina la voglia di rivincita, che arriva la stagione dopo, con una vittoria estiva in Supercoppa italiana contro la Juventus ed un`altra vittoria in Coppa Italia contro la Roma. Il capitano non gioca quasi sempre la prima parte della stagione, a causa di una lesione, sempre all`adduttore, ma questa volta destro, collezionando solamente 39 presenze, senza ancora segnare. Durante l`estate del 2006 la nazionale italiana vince i mondiali, ma subito dopo, a seguito dello scandalo denominato Calciopoli, viene assegnato lo scudetto all`Inter e mandata in serie B la Juventus. Dopo anni sono emersi i veri motivi per cui la squadra nerazzurra non è riuscita a vincere uno scudetto in questi anni, e finalmente si apre per l`Inter una strada colma di successi. La prima opportunità arriva il 27 agosto 2006: i nerazzurri sfidano nuovamente la Roma, questa volta per la Supercoppa italiana. Dopo essere stata in svantaggio di tre reti, la compagine interista è autrice di una rimonta incredibile, riuscendo a trionfare per 4-3 ai supplementari. Questo perché Zanetti il giorno prima ha promesso a Giacinto Facchetti, in ospedale per un tumore al pancreas, di portargli la coppa. Il 4 settembre successivo però, l`eterno terzino muore. L`Inter vuole vincere il campionato per dedicarglielo, ed è l`occasione giusta, in quanto la Juventus non partecipa al campionato ed il Milan è penalizzato. Inoltre la campagna acquisti è stata eccellente: arrivano Grosso, Ibrahimovic, Maicon, Maxwell e Vieira, ed inoltre ritorna in nerazzurro dopo due anni Crespo. A livello tattico Mancini sposta Zanetti come centrocampista esterno, per dar spazio in difesa al promettente terzino Maicon. I risultati si vedono, e l`Inter trionfa in campionato, polverizzando ogni record, sia nazionale che europeo, mettendo in sella 17 vittorie di fila e conquistando ben 97 punti. L`unica delusione fu a livello europe dopo due pareggi contro il Valencia, di cui l`ultimo finito con una rissa, l`Inter esce agli ottavi in Champions League. In questa grande stagione a livello nazionale anche il capitano torna al gol, segnandone uno all`Ascoli in 50 presenze. La stagione 2007-2008 è quella del centenario dell`Inter, che fugge in vetta già dall`inizio del campionato. Tuttavia, a causa della fatica che si è accumulata, inizia un periodo di declino. Lo scontro diretto con la Roma avviene il 27 febbraio, ed i giallorossi si portano subito in vantaggio nel primo tempo. A pochi secondi dalla fine l`Inter riesce a pareggiare con un gol, che poi si sarebbe rivelato fondamentale ai fini del campionato, di Zanetti da fuori area, l`unica rete in 51 partite stagionali. Qualche settimana dopo arriva un`altra eliminazione in Champions, immeritata come quella dell`edizione precedente, questa volta con il Liverpool. Lo scudetto si decide all`ultima giornata, quando l`Inter trionfa a Parma per 2-0, con doppietta di Ibrahimovic. Tuttavia, a causa degli insuccessi a livello europeo Moratti decide di chiamare José Mourinho come nuovo allenatore, che alla prima partita batte la Roma ai rigori in Supercoppa italiana. Lo Special One, come veniva soprannominato l`allenatore portoghese, nel suo primo anno di guida a Milano ha vinto lo scudetto, ma è stato eliminato in Champions, il nuovo obiettivo degli interisti, dal Manchester United. Anche con Mourinho, il capitano viene schierato con regolarità, totalizzando 51 presenze e nessun gol. Nella stagione 2009-2010 è stato ceduto il bomber Ibrahimovic in cambio di un conguaglio economico più il cartellino di Eto`o. Inoltre vengono acquistati <A title=Lúcio href="http://it.wikipedia.org/wiki/L%C3%BAcio">Lúcio</A>, Thiago Motta, Sneijder e Milito, per puntare alla Champions League. L`Inter realizza un grande cammino, per poi calare le attenzioni verso la primavera, in quanto impegnata in tutte le competizioni: Coppa Italia, Serie A e Champions League. Intanto Zanetti, nella gara del 24 marzo contro il Livorno, gioca la sua 137° partita consecutiva in serie A, stabilendo un record. Successivamente i nerazzurri riescono a tornare in testa alla classifica in serie A, dopo essere stati scavalcati per poche settimane dalla Roma, che intanto viene battuta dall`Inter nella finale di Coppa Italia il 5 maggio 2010 con un gol di Milito. Come nel 2008, lo scudetto si decide all`ultima giornata, e l`Inter sul campo del Siena riesce a trionfare per la quinta volta consecutiva nella competizione nazionale, grazie ad un gol di Milito arrivato su un meraviglioso assist proprio di capitan Zanetti. L`ultima partita rimasta coincide con la 700 di Zanetti in nerazzurro, si disputa il 22 maggio ed è la finale di Champions League tra Inter e Bayern Monaco. I nerazzurri sono arrivati in finale dopo un incredibile calvario, eliminando Chelsea, CSKA Mosca ed i campioni d`Europa e del mondo del Barcellona. Una doppietta del solito Milito regala all`Inter la sua terza coppa continentale, dopo 45 anni di attesa. Anche in questo caso Zanetti è in lacrime, ma a differenza delle lacrime di sofferenza di qualche anno prima, queste sono lacrime di gioia. Il capitano alza nel cielo di Madrid davanti 80.000 spettatori l`ultimo di tre trofei conquistati in una sola stagione, siglando un`impresa unica nel calcio italiano. Mourinho non torna a Milano, ma rimane a Madrid per accasarsi tra le file del Real Madrid. Qualche settimana dopo come allenatore viene ufficializzato lo spagnolo Rafael Benítez. Intanto per Zanetti avviene una delusione: il commissario tecnico argentino, la leggenda del calcio Diego Armando Maradona, dopo una grande stagione, dove è il capitano scende in campo 55 volte senza segnare, non convoca lui (che per altro è il giocatore con più presenze nella nazionale albiceleste) e Cambiasso per i mondiali in Sudafrica. Passata l`estate Javier torna ad alzare un altro trofe la Supercoppa italiana vinta nuovamente ai danni della Roma, ma la sua Inter perde la Supercoppa Europea con l`Atletico Madrid. A dicembre vince anche il Mondiale per Club, competizione nella quale Zanetti segna anche un gol, in semifinale, ma l`avventura per Benítez termina con questa vittoria, sospendendo il suo operato. Ad allenare arriva il brasiliano Leonardo, ex giocatore ed allenatore del Milan, e nella sua quarta gara da allenatore nerazzurro, contro il Bologna, schiera Zanetti in campo, facendogli raggiungere Bergomi a quota 519 presenze in serie A, e qualche mese più tardi, l`11 maggio 2011, in un Inter-Roma di Coppa Italia mette a segno la sua 1000° partita ufficiale in tutta la sua carriera. In campionato l`Inter è costretta ad inseguire, arrivando al secondo posto dietro i cugini del Milan, dopo aver recuperato punti preziosi in inverno. In Champions l`avventura è rocambolesca, dopo una rimonta esterna ai danni del Bayern Monaco, i nerazzurri si fermano ai quarti di finale, dove subiscono una clamorosa botta in casa, prendendo cinque gol dallo Schalke 04. Tuttavia l`annata non è da buttare, in quanto oltre ai due trofei arrivati sul finire del 2010, arriva la Coppa Italia che il capitano alza al cielo, mentre la bandiera italiana del club, Marco Materazzi, solleva un trofeo dedicato al 150° anniversario dell`unità d`Italia. Per Zanetti è il quindicesimo trofeo in soli sei anni, il sedicesimo in carriera considerando la Coppa UEFA del 1998. Dopo 52 partite giocate e due gol realizzati, Zanetti partecipa in estate alla sua quarta <A title="Copa América 2011" href="http://it.wikipedia.org/wiki/Copa_Am%C3%A9rica_2011">Copa América, dove la sua Argentina, tra l`altro padrone di casa, viene eliminata ai rigori dall`Uruguay. </A>Intanto Leonardo si dimette da allenatore dell`Inter per diventare direttore sportivo del Paris Saint Germain ed ad allenare l`Inter arriva Gian Piero Gasperini, che con il suo 3-4-3 cambia spesso il ruolo a Zanetti, facendolo giocare spesso anche come difensore centrale. Il capitano non vuole riposare, e poche settimane dopo la cocente eliminazione in Copa América, comincia la sua diciassettesima stagione con la maglia nerazzurra, la tredicesima da capitano, perdendo la Supercoppa italiana a Pechino contro il Milan. In campionato il 17 settembre 2011 contro la Roma Javier eguaglia il numero di presenze di Bergomi con la maglia nerazzurra, 756, e la partita successiva, contro il Novara, lo supera, diventando il giocatore sceso più volte in campo con la maglia nerazzurra. Tuttavia, la gara col Novara è bella solo per il capitano, perché l`Inter incassa tre gol e Gasperini viene esonerato. Qualche giorno dopo viene ufficializzato l`ingaggio dell`allenatore Claudio Ranieri, che da allenatore della Roma aveva fatto soffrire i nerazzurri nell`anno della tripletta. Ranieri fa tornare Zanetti nel suo ruolo fisso di centrocampista, e subito l`Inter vede qualche risultato in più. Il 10 ottobre arriva un altro riconoscimento per Javier, infatti viene premiato come leggenda del calcio mondiale, diventando la prima leggenda ad essere premiata in attività. Otto giorni più tardi, nella gara esterna contro il Lille, raggiunge le 100 presenze in Champions League. <BR><BR>Il capitano, nonostante l`età avanzi, non ha mai pensato di smettere, e quando i giornalisti chiesero a Cambiasso se nel 2014 sarebbe diventato capitano dell`Inter lui ha rispost No, nel 2014 ci sarà ancora Zanetti. Queste parole dette da un grande amico, dicono molte cose sul capitano, che per l`Inter darebbe di tutto. 1007856FL0521FL0521zanetti javier.jpgSiNcarriera-javier-zanetti-1003437.htmSi100342301,02,03030824
2821003391NewsCalciomercatoBologna, anche il Napoli su Ramirez20120330092636juventus, ramirez, napoliSul fantasita pare in vantaggio la JuventusNella corsa a Gaston Ramirez, come scrive il Corriere dello Sport, si inserisce anche il Napoli. Sul fantasista del Bologna, infatti, ci sono anche: Manchester City, Liverpool, Tottenham, Real Madrid, Barcellona e Juventus, con i bianconeri che appaiono leggermente in vantaggio su tutti. Il giocatore ha una valutazione che si aggira sui 15 milioni di euro.1007856adm001adm001ramirez gaston.jpgSiNnapoli-juventus-bologna-ramirez-barcellona-1003391.htmSiT1000007,T1000017,T1000020100075501,02,03,08030153
2831003373NewsCalciomercatoRoma, prende corpo l`ipotesi Suarez20120329152848suarez, liverpool, romaSul giocatore anche la JuventusSecondo il quotidiano Il Tempo, la Roma sta valutando l'interessante ipotesi di portare in giallorosso Luis Suarez. L'attaccante del Liverpool, dato per partente, ha una valutazione di circa 25 milioni di sterline, ed è seguito anche dalla Juventus.C1000009adm001adm001suarez.jpgSiNroma-suarez-liverpool-juventus-1003373.htmSiT1000007,T1000012100075401,02,03030151
2841003287NewsCampionatiInter, la Gazzetta spiega i motivi dell`arrivo di Stramaccioni20120327113958inter, stramaccioni, moratti In panchina sarà affiancato da Beppe Baresi, visto che non ha il patentino di secondaLa Gazzetta dello Sport di stamani, spiega i motivi che hanno portato Moratti, all'esonero di Ranieri con l'arrivo in panchina di Stramaccioni. La rosea già lo paragona a Mourinho. Questo quanto riportato: "La chiamata è arrivata ieri, a soli 36 anni. In panchina sarà affiancato da Beppe Baresi, visto che lui ha il patentino di seconda. Andrea Stramaccioni è stato per l`Inter Primavera quello che José Mourinho è stato per l`Inter del Triplete. Devastante il suo impatto sulla squadra, nel senso più positivo del termine. Glielo riconosce la società, a tutti i livelli, e glielo riconoscono i giocatori, anche coloro che magari vedono poco il campo, ma non se ne lamentano. Succedeva anche a Mou. L`Ajax aveva disintegrato Barça e Liverpool, eppure la prima NextGen è stata vinta dall`Inter (6-4 dopo i rigori) in modotutt`altro che truffaldino. Se in finale non si è visto lo strapotere degli olandesi il merito è anche, o soprattutto, di Stramaccioni lo stratega.Nella NextGen, contro il Marsiglia, la mossa che ha deciso la partita è stata Longo esterno e Livaja 'finto' centravanti. Massimo Moratti ha guardato Stramaccioni e ha rivisto Mourinho. Ed è scoccata la scintilla".C1000009adm001adm001stramaccioni.jpgSiNinter-stramaccioni-moratti-1003287.htmSiT1000026100075501,02,03030261
2851003181NewsCampionatiPremier League: risultato e marcatori20120324174531premier league, arsenal, everton, wolvesSegui gli aggiornamenti su IlCalcio24.com<P>Segui la diretta su IlCalcio24.com il 30° turno della Premier League. Partite ore 16</P> <P><BR>Finali</P> <P>Arsenal-Aston Villa<STRONG> </STRONG>3-<STRONG>0: 16' Gibbs, 25' Walcott, 92' Arteta</STRONG></P> <P>Bolton-Blackburn <STRONG>2-1: 26' e 35' Wheater, 56' Nzonzi (Bl)</STRONG></P> <P>Liverpool-Wigan <STRONG>1-2: Maloney rigore, 47' Suarez (L), 67' Caldwell </STRONG></P> <P>Norwich-Wolves <STRONG>2-1: 25' Jarvis (W), 26' e 45'&nbsp;Holt</STRONG></P> <P>Sunderland-QPR <STRONG>3-1: 37' Bendtner, 70' McLean, 76' Sessegnon, 79' Taiwo (Q)</STRONG></P> <P>Swansea-Everton <STRONG>0-2: 59' Baines, 76' Jelavic<BR></STRONG></P>1007857adm001adm001van persie.jpgSiNpremier-league-arsenal-everton-wheater-van-persie-1003181.htmSi100075701,02,03030428
2861003157NewsCampionatiMilan-Roma, se gioca Aquilani diventerà tutto rossonero20120323232531aquilani, roma, milanScatterebbe il 25esimo gettone in rossoneroDomani è in programma il match tra Milan e Roma. Se l'ex di turno, Alberto Aquilani, dovesse scendere in campo con la maglia rossonera sarebbe per lui la 25esima volta in questa stagione e in questa caso scatterebbe l'obbligo di riscatto da parte del Milan, nei confronti del Liverpool, sei milioni di euro e Aquilani diventerà del tutto rossonero.C1000009adm001adm001aquilani.jpgSiNaquilani-milan-roma-1003157.htmSiT1000012,T1000027100075701,02,03030267
2871003115NewsCalciomercatoRoma e Juventus, Giuseppe Rossi è in vendita20120323104644juventus, roma, rossiTre club inglesi su di luiIl Villarreal venderà con tutta probabilità Giuseppe Rossi al termine della stagione. I quotidiani inglesi riportano di un interesse da parte di Manchester United, Liverpool e Tottenham.1007856adm001adm001rossi giuseppe.jpgSiNjuventus-villarea-rpsssi-inter-1003115.htmSiT1000007,T1000012,T1000026100075701,02,03,06030145
2881003112NewsCalciomercatoJuventus, Ayre: «Suarez non si muoverà da Liverpool»20120323084644Juventus-Liverpool-Suarez«Ha un contratto fino al 2016»Uno di quei top player che con molta probabilità in estate si troverà al centro delle trattative di mercato sarà Luis Suarez., attaccante del Liverpool, che da quando si è trasferito in Inghilterra ha attratto l'attenzione di numerosi club europei. Tra questi c'è anche la Juventus, ma secondo quanto dichiarato dal managing director dei "Reds", Ian Ayre, l'uruguaiano non si muoverà assolutamente: "Ha un contratto fino al 2016 e ha dichiarato che vuole rimanere. Fa gola a tanti ma per noi Luis ha un'importanza vitale e non intendiamo cederlo per nessun motivo". Tuttavia, dinanzi una grande offerta il Liverpool potrebbe vacillare..<BR>FL0131FL0131suarez.jpgSiNjuventus-liverpool-suarez-1003112.htmSi100148501,02,03010247
2891003063NewsCalciomercatoHandanovic: l`Inghilterra chiama...20120322093130HANDANOVIC-MILAN-LIVERPOOL-TOTTENHAM...ma lui sogna il Milan<P>E' da un po' di anni uno dei migliori portieri del nostro campionato, e chiaramente ha gli occhi addosso delle big del calcio europeo. </P> <P>Samir Handanovic, valutato dall'Udinese 15 milioni, dopo il rigore parato a Cavani ha attratto nuovi club alla sua corte: oltre al Liverpool, che lo insegue da tempo, ecco spuntare anche il Tottenham. </P> <P>Lui però ha un sogno: giocare nel Milan. I rossoneri sembrano ben coperti tra i pali, ma l'ipotesi di vedere lo sloveno un altro anno a Udine prima di trasferirsi poi a Milano è tutt'altro che remota.</P>FL0141FL0141handanovic.jpgSiNhandanovic-l-inghilterra-chiama-1003063.htmSi100205001,02,03030175
2901003057NewsCalcio EsteroPremier League: risultati e marcatori20120321225131premier leagueSegui gli aggiornamenti su IlCalcio24.com<P>Segui su IlCalcio24.com la diretta della Premier League. </P> <P><STRONG><EM>Partite ore 20.45 Finali</EM></STRONG></P> <P>Manchester City-Chelsea <STRONG>2-1: 61' Cahill (C), 78' Aguero, 86' Nasri</STRONG></P> <P>Tottenham-Stoke City <STRONG>1-1: 75' Jerome (S), 92' Van Der Vaart </STRONG></P> <P><STRONG><EM>Partite ore 21 Finali</EM></STRONG></P> <P>Everton-Arsenal <STRONG>0-1: 8' Vermaelen</STRONG></P> <P>QPR-Liverpool&nbsp; <STRONG>3-2: 54' Coates, 72' Kuyt, 78' Derry (Q), 85' Cissé (Q), 93' Mackie (Q)</STRONG></P>1007856adm001adm001aguero.jpgSiNpremier-league-cahill-cisse-nasri-1003057.htmSi100075701,02,03030820
2911003055NewsCalciomercatoJuventus, Del Piero verso la Premier League. Anche il Liverpool lo vuole20120321195220del piero, juventusDopo Arsenal e QPRDopo Arsenal e QPR, anche il Liverpool, secondo quanto riportato da Tuttosport, sarebbe pronto a ingaggiare Del Piero, che appare sempre più indirizzato verso la Premier League. Come confermato anche dal fratello e agente di Del Piero, il numero dieci bianconero non ha ancora preso una decisione per la prossima stagione, e vuole attendere la fine del campionato per rivelare i suoi piani.1007857adm001adm001del piero 4.jpgSiNarsenal-delo-piero-qpr-juventus-1003055.htmSiT1000007100075701,02,03,06030205
2921002983NewsCalciomercatoInter, anche il Liverpool su Schelotto20120320120936schelotto, interA breve incontro col procuratore del giocatoreSecondo il portale britannico, tribalfootball.com, il Liverpool a breve incontrerà l'agente di Matias Schelotto, centrocampista in forza all'Atalanta, che tanto piace all'Inter, per cercare di capire se ci sono margini per iniziare una trattativa.C1000009adm001adm001schelotto.jpgSiNschelotto-liverpool-inter-atalanta-1002983.htmSiT1000010,T1000026100075701,02,03030207
2931002868NewsCalciomercatoDall`Inghilterra: Liverpool pronto a pagare la clausola di Lavezzi20120317131531lavezzi, liverpool, napoliSul giocatore anche Juventus e InterSecondo il portale caughtoffside.com il Liverpool sarebbe intenzionato a pagare la clausola di rescissione di 31 milioni di euro per strappare Ezequiel Lavezzi al Napoli. I Reds sono rimasto folgorati dal giocatore e lo vogliono per sostituire Luis Suarez. Lavezzi e' nel mirino di Juventus, Inter e City e andrà al miglior offerente.C1000009adm001adm001Lavezzi ezequiel.jpgSiNnapoli-liverpool-lavezzi-1002868.htmSiT1000017100075701,02,03,08030147
2941002857NewsCalciomercatoJuventus, Marotta vuole Suarez20120317102334suarez, juventus, liverpool, marottaI bianconeri puntano su di lui per la prossima stagioneSecondo riporta Tuttosport, la Juventus punterebbe con decisione su Luis Suarez del Liverpool, in vista della prossima stagione. Marotta e Paratici aspettano giugno per presentare un'offerta da circa&nbsp; 27 milioni di euro. Sull'attaccante anche Paris Saint Germain e Real Madrid.C1000009adm001adm001suarez.jpgSiNsuareza-liverpool-jubdntus-marotta-1002857.htmSiT1000007100075701,02,03,06030154
2951002744NewsCalciomercatoUdinese, pronto l`assalto del Liverpool per Isla20120314143536udinese, liverpool, islaSul giocatore anche Milan e JuventusNonostante l'infortunio che lo terrà lontano dai campi per tutto il resto della stagione, Mauricio Isla,continua essere cercato dai grandi club europei. E' notizia di oggi il concreto interessamento del Liverpool che, secondo il Daily Mail, avrebbe offerto all'Udinese 15 milioni di euro. C1000009adm001adm001isla.jpgSiNmilan-liverpol-isla-udiese-juventus-1002744.htmSiT1000007,T1000011,T1000026,T1000027100075701,02,03030176
2961002732NewsCalciomercatoFiorentina, tante pretendenti per Vargas20120314124531fiorentina, vargas, liverpool, bayern monacoIl Liverpool in pole<STRONG>Juan Manuel Vargas</STRONG> sempre più lontano da Firenze. Secondo la stampa inglese, il giocatore piace e non poco a Liverpool, Zenit S. Pietroburgo e Bayern Monaco. Ma in particolare, è Dalglish, tecnico del Liverpool, a volere a tutti i costi l'esterno viola, convinto delle sue qualità.C1000009adm001adm001vargas juan manuel.jpgSiNvargajs-fiorentina-loiverpool-bayern-monaco-1002732.htmSiT1000024100075701,02,03030192
2971002711NewsCalcio EsteroPremier League, Liverpool-Everton: risultato e marcatori20120313222531liverpool, everonSegui gli aggiornamenti su IlCalcio24.com<P>Segui su IlCalcio24.com il derby di Liverpool tra, in questo caso,&nbsp;i padroni di casa del Liverpool e l'Everton. Partita ore 21 valida per il 28° turno di Premier League.</P> <P>Finale: <STRONG>3-0 (p.t. 1-0): 34' 52' e 92'&nbsp;Gerrard</STRONG></P> <P>ammoniti:&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;Pienaar, Baines, Drenthe, Hibbert, José Enrique&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; espulsi:</P> <P>Liverpool (4-4-2) Reina, Kelly, Carragher, Skrtel, Jose Enrique, Henderson (72' Kuyt), Spearing, Gerrard, Downing, Carroll, Suarez.</P> <P>Everton (4-4-2) Howard, Hibbert, Distin, Jagielka, Baines, Coleman (62' Drenthe), Fellaini, Rodwell, Pienaar, Anichebe (61' Osman), Stracqualursi (61' Jelavic).</P>1007857adm001adm001arbitri.jpgSiNliverpool-everton-gerrard-1002711.htmSi100075701,02,03030724
2981002641NewsCampionatiNapoli, De Sanctis: «Vi confesso i segreti del Napoli»20120312190131napoli, de sanctisQuesto è il mio diciottesimo anno da professionista. Ho vissuto intensamente il calcio da quando avevo diciassette anni e oggi non è diverso<P>Quando si nasce numero uno è difficile che nel corso della vita si può diventare secondo, terzo e così via. Se poi quel cardinale si porta dietro le spalle allora ci si rende conto che devi per forza essere un grande. Morgan De Sanctis lo sapeva da quel rigore parato a Vieri (attaccante del Venezia) a metà anni Novanta che avrebbe fatto carriera nel mondo della pedata. Cominciò a far parlare di sè all`esordio in serie B col Pescara e da allora non ha più smesso.</P> <P>Oggi il "Pirata", come riporta Il Roma, è un punto di riferimento del Napoli che vince. Il vero quarto tenore della squadra di Mazzarri è lui. I suoi interventi sono valsi e valgono come i gol di Cavani, Lavezzi ed Hamsik. È un pezzo pregiato della gioielleria di proprietà di Aurelio De Laurentiis. Impossibile in questo momento pensare ad un Napoli senza l'estremo difensore abruzzese. È nato a Guardiagrele vicino Chieti ma sembra di essere stato sempre un napoletano. Si è integrato al massimo nel tessuto partenopeo assieme alla moglie Giovanna e alle due figlie Anastasia e Sara. Non a caso partecipa volentieri alle manifestazioni istituzionali della città. Tante le soddisfazioni che De Sanctis si è tolto in maglia azzurra. Dal 2009 ad oggi è stato un crescendo di emozioni e sentimenti calcistici. Il bello, però, deve ancora venire. Dopodomani allo Stamford Bridge ci sarà l'appuntamento con la storia. Assieme a tutti gli altri azzurri il Pirata potrà portarsi a casa un prezioso tesoro: la qualificazione ai quarti di finale di Champions League. Un traguardo unico poiché neanche il Napoli di Maradona riuscì a superare gli ottavi. Così come all'andata al San Paolo, ma anche in tutta la fase a gironi della competizione europea, dovrà dare il suo apporto a 360 gradi contro il Chelsea. Dalla propria area dovrà spingere e guidare gli azzurri ad una impresa che resterà negli annali del calcio. Tutti insieme avranno la possibilità di far sognare i sei milioni di tifosi napoletani sparsi in tutto il mondo. «Siamo pronti per un`altra notte magica», ha garantito De Sanctis, e se lo dice lui bisogna credergli.</P> <P>Prima di parlare di Champions, partiamo dalla goleada col Cagliari. Quanto è felice per la vittoria e arrabbiato per i tre gol subiti?</P> <P>«Sinceramente guardo sempre al risultato. È stato bello aver conquistato la quinta vittoria consecutiva in campionato. È naturale che egoisticamente mi piacerebbe vincere sempre 1-0 o 2-0 ma non può succedere. Credo che alla vigilia di un incontro importante come quello di Londra il fatto di esserci distratti subendo tre reti ci può tornare utile».</P> <P>Cosa è cambiato nel Napoli dalla partita col Chievo in poi?</P> <P>«Ci sono due fattori importanti da evidenziare. Il primo è stato sottovalutato da tanti ma non da noi. È stato fatto un lavoro atletico particolare per farci arrivare al top nelle sfide Champions. Dopo il rientro dalle vacanze natalizie si è lavorato molto, la squadra era più carica rispetto agli altri che avevano un programma diverso. Dall`esterno non è stato sottolineato da qualcuno perché gli faceva comodo. Il secondo è che nel periodo di gennaio non sia- Q mo stati fortunati in alcune circostanze. Soprattutto con Cesena, Bologna, Genoa e Lazio. I primi tempi hanno condizionato i risultati. Lo si è visto pure in Coppa italia. Posso garantire che la convinzione c`è sempre stata».</P> <P>Il momento negativo all`inizio del 2012 aveva fatto pensare che il Napoli avesse deciso di mollare in campionato. Le ultime cinque vittorie consecutive dicono altro...<BR>&nbsp;</P> <P>«Il modello di percezione nostro è diverso. All`interno del gruppo abbiamo altre convinzioni. Non abbiamo mai voluto abbandonare il torneo di serie A. Questa è una squadra che sta raccogliendo ottimi risultati come l`anno scorso. Siamo consapevoli che dobbiamo lavorare duro sui tre fronti dove ancora oggi siamo protagonisti. Dobbiamo pedalare sempre. Noi confidiamo di essere sulla cresta dell`onda fino al 20 maggio. Di partita in partita daremo il massimo per tentare di agguantare il terzo posto».</P> <P><BR>Il Napoli da Champions è stato perfetto. Perché?</P> <P>«Per tutta una serie di motivi l`Europa l`abbiamo vissuta al top. A testimoniarlo sono i risultati. Ci siamo qualificati in un girone considerato da tutti infernale. È stata una impresa che verrà raccontata ai posteri. Posso dire, però, che le energie di noi calciatori sono state divise equamente a tutte le competizioni. In campionato abbiamo perso cinque partite ma mai contro le grandi. L`anno scorso ci contestavano che non eravamo bravi con le big. Da qui alla fine lotteremo per trovare un equilibrio che cercheremo di sfruttare nella prossima stagione».</P> <P>Mercoledì si può entrare nella storia allo Stamford Bridge. Siete pronti?<BR>&nbsp;</P> <P>«Certo. Speriamo di ricordarla positivamente questa notte. Ci teniamo tantissimo affinché la Champions sia ancora più entusiasmante. Indipendentemente da ciò che accadrà col Chelsea è stata una corsa stupenda da settembre ad oggi. Visto come è finita al San Paolo, cercheremo di sfruttare al massimo il nostro 51% delle possibilità. I Blues sono forti, hanno ripreso fiducia. Ci sono tanti campioni ma noi attraverso le nostre qualità cercheremo di regalare altre emozioni ai nostri tifosi».</P> <P><BR>Quanto è servita d'esempio la gara Arsenal-Milan?</P> <P>«Abbastanza. Ci siamo resi conto che anche una big come il Milan, se molla, rischia di fare brutte figure. I rossoneri hanno messo a repentaglio una intera stagione. Personalmente ci ha lasciato qualcosa più la sfida con il Cagliari. Se non marchi l`avversario ad un centimetro e lo lasci ad un metro di distanza, che si chiami Larrivey o Drogba, vieni punito».</P> <P>Il San Paolo fa paura agli avversari. Lei teme l`ambiente caldo dello Stamford Bridge?<BR>&nbsp;</P> <P>«Questo è l`unico stadio londinese dove non ho mai giocato. Ci sarà un`atmosfera modello inglese ma non credo paragobabile a quella del San Paolo. Conosciamo che importanza può avere l`apporto del pubblico ma ma noi ci portiamo certezze tattiche e agonistiche che peseranno al di là dei sostenitori avversari ».</P> <P><BR>Quanto servirà avere tremila napoletani al seguito?</P> <P>«Sono convinto che ci faranno una sorpresa come è accaduto altre volte. Vedrete che se le cose andranno per il verso giusto usciranno vessilli azzurri da tutti i settori».</P> <P>Vista la richiesta dei biglietti ci voleva mezzo stadio solo per i fan partenopei...<BR>&nbsp;</P> <P>«Abbiamo saputo che almeno in diecimila avrebbero voluto seguirci. Ci sono, però, delle regole che vanno rispettate. Lo stadio non è grande e quindi si è dovuto fare di necessità virtù».</P> <P><BR>Vuole fare un appello ai napoletani?</P> <P>«L`hanno già fatto le istituzioni. Nel recente passato europeo non è successo niente di che. Ci sono stati dei problemi a Liverpool ma non per colpa dei tifosi. C`erano in giro dei biglietti falsi che hanno costretto la polizia inglese a chiudere il settore ospiti. Spero che alla fine sia una bella serata di sport».</P> <P>Cosa ha imparato in questi anni napoletani?<BR>&nbsp;</P> <P>«Prima di firmare per il Napoli mi avevano parlato delle pressioni che si potevano subire rispetto a piazze altrettanto grandi. Era tutto vero. La realtà è superiore a ciò che si può pensare. È un posto dove è difficile mantenere gli equilibri. Un calciatore deve essere bravo a gestire la positività di questo ambiente. La città vive il calcio in maniera unica, passionale e quindi è un piacere poter indossare la maglia azzurra. Quando andrò via, spero il più tardi possibile, sarà veramente difficile ritrovare una cosa simile».</P> <P><BR>Lavezzi dice che vorrebbe uscire di più evitando di scappare dai fan. Capita anche a lei?</P> <P>«È diversa l`attenzione che si ha verso Lavezzi o Cavani rispetto agli altri. Il Pocho ha solo detto che quelle volte che esce vorrebbe stare più tranquillo. Il discorso di Ezequiel è condivisibile. Ha detto cose senza retorica e piangeria. Sa bene, però, che tra qualche anno la vita calcistica finirà e sarà lui a chiedere di firmare gli autografi. Sappiamo che ci sono delle responsabilità derivanti dai grandi poteri tecnici che ha. È un campione in campo e anche fuori. È generoso, quando parlo del Pocho mi si apre il cuore. Vale la pena fare un sacrificio in più perché se lo merita».</P> <P>Come spiega l'evoluzione del Pocho?<BR>&nbsp;</P> <P>«Va abbinata alla maturazione caratteriale e poi c`è anche un aspetto tecnico. Ha fatto un lavoro specifico per migliorare la carenza sotto porta. Ci sono di mezzo lo staff, l`apporto di Lucarelli e la volontà del diretto interessato ».</P> <P><BR>Secondo lei sarà difficile trattenerlo?</P> <P>«Sono contento di fare il calciatore perché il discorso non lo affrontiamo noi. Sono felice di far parte di una società che non ha mai sbagliato niente da questo punto di vista. Mi fido del presidente e quindi guardo al futuro con un grande ottimismo».</P> <P>A proposito di De Laurentiis. Quanto è importante giocare in un club che vince senza debiti?<BR>&nbsp;</P> <P>«Il merito è prima di tutto del presidente ma anche dei giocatori che fanno in modo che i risultati ci siano. È il motivo per cui chi gioca nel Napoli e i tifosi che lo seguono devono essere ottimisti per i prossimi anni».</P> <P><BR>Cosa adora fare nel tempo libero?</P> <P>«Ne ho poco. Ho famiglia, mi dedico alle mie due figlie. Vivo tranquillo con mia moglie».</P> <P>Quale piatto partenopeo che preferisce?</P> <P>«Adoro i dolci. Soprattutto la pastiera e gli struffoli. Quest`ultimi in Abruzzo sono simili alla cicerchiata ».</P> <P><BR>Che musica ascolta prima delle partite?</P> <P>«Non mi piace isolarmi. È una cosa che un poco soffro. Su venti giocatori più della metà è con le cuffie e vive in un mondo a parte. Vorrei comunicare di più, parlare della partita e dell`avversario di turno. Purtroppo ti ritrovi con due tre compagni a farlo».</P> <P>Il suo film più bello rimane sempreLe ali della libertà?</P> <P>«Sì, fino ad oggi non ne ho trovato un altro che lo superi».</P> <P>Di solito i portieri sono solitari, un po` musoni. Raccontato i suoi compagni che lei fuori dal campo è un burlone...</P> <P>«Sono una via di mezzo. Quando mi alleno sono molto serio e professionale. Sono scontroso durante le partite e nel lavoro. Non mi piace scherzare, non riesco a godermi le cose belle che stanno succedendo. Quando vivo la prestazione divento molto serioso. Sono molto cupo».</P> <P><BR>Beh, somiglia a Mazzarri...</P> <P>«Sono peggio. Fa parte del mio carattere, viene automatico. Mi piace, mi rendo diverso da tanti altri. Al di fuori del campo, però, so come comportarmi. So divertirmi. So anche comunicare con i giovani anche se ci sono due generazioni in mezzo. Mai andare in contrasto con i ragazzi. È giusto che si godano l`età ma ma con responsabilità».</P> <P>&nbsp;</P> <P>Tornando a Mazzarri. Il flirt di Moratti con il suo allenatore ha fatto pensare male i tifosi...<BR>&nbsp;</P> <P>«La riflessione che faccio è meno maliziosa e preoccupante. Di complimenti il nostro tecnico ne riceve tantissimi e non solo da Moratti. Purtroppo le belle parole del presidente dell`Inter sono state viste come un interesse verso l`allenatore. Io dico che Mazzarri ha un altro anno di contratto con il Napoli e finché sarà qui non abbasserà mai la concentrazione. Sarà sempre sul pezzo. Così come per Lavezzi, pure per Walter vale la pena spendere una parola in più perché è una risorsa fondamentale per il Napoli. Ce li dobbiamo godere entrambi e ottenere risultati prestigiosi. A me interessa che fino a quando tutti saremo qui dovremo dare il 100%».</P> <P>Quando è arrivato in azzurro nel 2009 si aspettava di raggiungere così tanti obiettivi?</P> <P>«Personalmente no. Avendo firmato un contratto lungo pensavo che ci sarebbe voluto del tempo. Speravo che questo potesse essere raggiunto l`ultimo anno. Ed invece addirittura siamo protagonisti in Champions. Tutte le mete sono state conquistate per merito. Ci hanno colto di sorpresa rispetto ai programmi ma poi avendo conosciuto il gruppo non sono state casuali».</P> <P>A proposito di obiettivi, c'è una finale di coppa Italia da conquistare...<BR>&nbsp;</P> <P>«Beh, è arrivato il momento di alzare un trofeo...».</P> <P>Alla Marzullo, si faccia una domanda e si dia una risposta...<BR>&nbsp;</P> <P>«Il mio futuro è nel Napoli?. Spero di poter rimanere il più a lungo. Dipende anche dalla società che sa che mi piacerebbe continuare. Vorrei finire la mia carriera europea a Napoli. Dopodiché non mi dispiacerebbe andare in America».</P> <P>Ah, cosa farà da grande?</P> <P>«Questo è il mio diciottesimo anno da professionista. Ho vissuto intensamente il calcio da quando avevo diciassette anni e oggi non è diverso. Spero di giocare ancora perché mi sento bene. In funzione di questo sono concentrato e lavoro sodo. Una volta appese le scarpette, come già detto, mi piacerebbe godermi di più la mia famiglia. Senza trascurare che per tutta la vita ho fatto calcio e quindi mi auguro che ci sia la possibilità di ritagliarmi un ruolo a livello dirigenziale o in televisione come commentatore. Ma ripeto, ora non ci penso, ci sarà ancora tanto pallone ad altissimi livelli».</P>C1000009adm001adm001de sanctis.jpgSiNde-sanctis-chelsea-napoli-1002641.htmSiT1000017100075701,02,03,08030216
2991002558NewsCampionatiPremier League: risultati e marcatori20120310173130premier league, liverpool, chelsea, sunderlandSegui gli aggiornamenti su IlCalcio24.com<P>Segui su <EM>IlCalcio24.com</EM> la diretta della Premier League. Partite ore 16.</P> <P>Finali</P> <P>Aston Villa-Fulham <STRONG>1-0: 92' Weimann</STRONG></P> <P>Chelsea-Stoke City <STRONG>1-0: 68' Drogba</STRONG>&nbsp; </P> <P>Sunderland-Liverpool <STRONG>1-0: 56' Bendtner</STRONG></P> <P>Wolves-Blackburn <STRONG>0-2: 43' e 69' Hoilett</STRONG><BR></P>1007857adm001adm001drogba.jpgSiNpremier-league-sunderland-drogba-1002558.htmSi100075701,02,03030633
3001002506NewsCalciomercatoJuventus, il Liverpool vuole Dedé20120309183632dede, liverpool, juventusI bianconeri sono da tempo sul giocatoreSecondo quanto riportato dal quotidiano britannico Daily Mai", il Liverpool si starebbe inserendo con decisione nella corsa per l'acquisto di Dedè, difensore centrale 23 enne del Vasco da Gama e della nazionale brasiliana. Il giocatore è un obiettivo di mercato della Juventuis, che sembra voler puntare su di lui per dare un ricambio di qualità ai vari Chiellini, Caceres e Barzagli, ma l'interessamento degli inglesi nei confronti del forte centrale difensivo potrebbe dare il via a una vera e propria asta, per la gioia del club brasiliano, pronto a incassare una bella cifra in denaro.<BR>C1000009adm001adm001dedé.jpgSiNjuventus-liverpool-dede-1002506.htmSiT1000007100075701,02,03,06030201
3011002393NewsCoppeOcchio Milan: non sarà una formalità. Previsto alto tasso di spettacolo20120306182287MILAN-ARSENAL- SAN SIRO- EMIRATES STADIUM- ALLEGRI- WENGERWenger crede nella rimonta<P>Va di scena stasera all'Emirates Stadium il return match tra Arsenal e Milan: per i Gunners c'è da recuperare il terribile 4-0 di San Siro e, se per molti può sembrare una semplice formalità, in Inghilterra ci credono.</P> <P>Ci credono i giocatori, ci crede Arsene Wenger: "il match inizia con le nostre possibilità di passare il turno pari al 5%. Ma noi ci crediamo, ribalteremo la situazione, e anche un gol del Milan non cambierebbe la situazione. In più stavolta finalmente giocheremo in un vero e proprio campo di calcio, non come San Siro. Attaccheremo, dall`inizio alla fine. Potrei schierare quattro punte. Non abbiamo niente da perdere, non è impossibile fare cinque gol" </P> <P>Il tecnico francese si gode e soprattutto si affida stasera&nbsp;a Van Persie: "Robin è favoloso, chiunque parla del suo senso del gol ma sono i movimenti in area a renderlo eccezionale"</P> <P>L'Arsenal di stasera quindi ricapitolando il tutto dovrebbe scendere in campo con Szczesny (super in campionato con il Liverpool sabato) tra i pali, Sagna, Vermaalen, Koscielny e Gibbs dietro, Rosicky e Song davanti alla difesa, e poi 4 attaccanti che dovrebbero disporsi con Van Persie punto di riferimento davanti, molto mobile e abile nel far inserire chi gioca dietro di lui, ossia Chamberlain a sinistra, Gervinho centrale e Walcott a destra.</P> <P>I biancorossi in difesa scricchiolano, ma in avanti fanno paura.</P> <P>Dall'altra parte Allegri tiene alta la concentrazione: "Penso che giocheremo con le tre punte, per non snaturare nessuno rispetto al proprio ruolo naturale.Il 4-0 dell'andata non ci deve far entrare leggeri, l'Arsenal vorrà rifarsi, è una squadra temibile".&nbsp;La storia ricorda un'altra rimonta storica come quella&nbsp;subita col&nbsp;Deportivo La Coruna: "Sono esempi che ci devono far capire che la partita di domani va interpretata nel modo giusto, non dobbiamo sbagliare l'approccio che è la cosa più importante. Vogliamo a tutti i costi passare il turno"</P> <P>News di formazione danno il faraoncino El Shaarawy titolare accanto a Ibra in avanti, con Robinho alle spalle. Completeranno gli undici Abbiati in porta, Abate, Mexes, T.Silva e Antonini dietro, Emanuelson, Van Bommel e Nocerino a centrocampo.</P> <P>Ritorna tra i convocati Alberto Aquilani. </P> <P>Massima concentrazione da ambo le squadre, previsto alto tasso di spettacolo.</P>LONDRAFL0141FL0141wenger.jpgSiNocchio-milan-non-sara-una-formalita-1002393.htmSi100205001,02,03030290
3021002357NewsCalciomercatoJuventus e Milan, si guarda sempre Van Persie20120305120131van perise, juventus, milanIl giocatore è seguito da mezza EuropaSecondo l'edizione odierna del <EM>Corriere dello Sport</EM>, la Juventus continua a monitorare con estrema attenzione la pista che porta a <STRONG>Robin Van Persie</STRONG>, con la forte concorrenza del Milan per l'olandese. Sabato c'era a Liverpool uno dei più quotati osservatori bianconeri per seguire da vicino la prova dell'olandese. L'attaccante dell'Arsenal non ha deluso, realizzando 2 reti, (25 in stagione) e vincendo la sfida con l'altro osservato speciale: Luis Suarez.C1000009adm001adm001van persie.jpgSiNmilan-jubvebtus-van-persie-1002357.htmSiT1000007,T1000027100075401,02,03,06,07030113
3031002359NewsCoppeMilan, c`è un ritorno in vista dell`Arsenal20120305115432aquilani, milanProblemi, quantomeno numerici, invece nel reparto offensivo<P>Come riporta <EM>La Gazzetta delle Sport</EM>, c'è un gradito ritorno in casa Milan in vista della sfida di Londra contro l'Arsenal risponde al nome di <STRONG>Alberto Aquilani</STRONG>. L'ex centrocampista di Roma e Liverpool sarà tra gli uomini a disposizione di Massimiliano Allegri per la sfida dell'Emirates Stadium. Problemi, quantomeno numerici, invece nel reparto offensivo. A disposizione Ibrahimovic, Robinho ed El Shaarawy. Tutti presumibilmente in campo dal primo minuto.</P> <P>&nbsp;</P>C1000009adm001adm001aquilani.jpgSiNaquilani-arsenal-milan-1002359.htmSiT1000027100075701,02,03,07030289
3041002356NewsCalciomercatoJuventus, occasione Essien20120305113341juventus, essien, songIntanto visionato SongSecondo quanto riportato da "La Gazzetta dello Sport", sabato scorso gli osservatori bianconeri erano a Liverpool per la sfida fra i Reds e l`Arsenal. Seguito Alexandre Song, 24enne nazionale camerunese con passaporto francese, in forza ai Gunners. Fra le possibili occasioni in Premier - evidenzia la testata sportiva milanese - c'è poi Michael Essien, 29enne nazionale ghanese che non sembra più intoccabile nel Chelsea. Resta invece ad un passo dalla Juve Paul Pogba, promettentissimo centrocampista francese classe 1993, in scadenza di contratto con il Manchester United.1007856adm001adm001essien.jpgSiNjuventus-song-essien-1002356.htmSiT1000007100075701,02,03,06030274
3051002327NewsCalcio EsteroSperMario in gol: fuga per il City. Chelsea: ennesima sconfitta, panchina in bilico20120304130000Premier League,risultati,Campionato L`attaccante italiano ancora in gol nel 2-0 contro il Bolton. Amaro ko per i Blues:Villas Boas sempre più incerto.<P>LONDRA - Mario Balotelli è passato dal "rogo", per aver fatto le ora piccole tra giovedi e venerdi, in uno strip club di Liverpool, al "trono", per aver segntao il gol del 2-0 al 24' della ripresa, dopo che i Citizens erano passati in vantaggio al 23'del primo tempo grazie alla rete di Clichy. Il tecnico del City, Roberto Mancini, ha fatto la cosa migliore a schierarlo titolare contro il Bolton dal primo minuto e SuperMario non ha tradito la sua fiducia anzi l'ha ricambiata in maniera eccellente.</P> <P>Il Manchester City ora è al quarto successo consecutivo, custodendo gelosamente il primo posto con 66 punti, mettendo così in grossa difficlotà il Manchester United (61), atteso domani da un'impegnativa trasferta sul campo del Tottenham (terzo a 53). Una 27/A giornata da ricordare anche per altri risultati importanti. Vittoria dell'Arsenal in casa del Liverpool per 1-2, grazie ad una doppietta di Robin Van Persie, ma ancora più spinoso il risultato in casa del West Bromwich, che ha segnato la settima sconfitta in campionato del Chelsea per 1-0. La squadra di Villa Boas ha vinto solo uno degli ultimi incontri (coppe comprese) e resta ferma a 46 punti, scivolando al 5°posto, preceduta dall'Arsenal a 49. La panchina del tecnico portoghese è sempre più in bilico.</P>1007856FL0121FL0121balotelli.jpgSiNpremier league-risultati-campionato-1002327.htmSi100148701,02,03030176
3061002299NewsCalciomercatoBologna, anche le big spagnole su Ramirez 20120304083130ramirez, bolognaSul giocatore c`è anche la JuventusNuove sul fronte <STRONG>Gaston Ramirez</STRONG>. Sul gioiellino uruguaiano del Bologna spuntano due grandi pretendenti dalla Spagna: si tratta del Barcellona e del Real Madrid, che avrebbero inviato degli emissari per osservare da vicino il fantasista della formazione emiliana. Ramirez fa gola però anche all'Inter ed alla Juventus, mentre la scorsa estate era stato ad un passo dalla Fiorentina. Il Bologna adesso gongola, perché il prezzo salirà in maniera esponenziale, visto che permangono anche interessamenti da Oltremanica, con il Liverpool in pole position tra i vari club di Premier League interessati. (tmw)C1000009adm001adm001ramirez gaston.jpgSiNramirez-bologna-barcellona-1002299.htmSiT1000020100075701,02,03030111
3071002298NewsCalcio EsteroLiverpool-Arsenal, segna sempre Van Persie. Le pagelle con i Top e Flop20120303161221LIVERPOOL- ARSENAL- SUAREZ- VAN PERSIE- KUYT- KOSCIELNYl`1-2 beffa arriva al 92`<P>L'Arsenal espugna Anfield con una doppietta del solito Van Persie; primo tempo tutto di marca Reds con la squadra di Danglish che si porta in vantaggio grazie ad uno sfortunato autogol di Koscielny al 23', sbaglia un rigore con Kuyt e prende due pali. Ma nonostante il dominio dei padroni di casa ecco il pari di Van Persie su assist di Sagna. Nella ripresa, soporifera e a ritmi bassissimi, è ancora l'olandese dell'Arsenal a regalare un altra perla delle sue nel recupero e a fissare il risultato sul 2-1 per i Gunners.</P> <P>&nbsp;</P> <P>Liverpool-Arsenal 1-2&nbsp;: 23' aut. Koscielny, 32' VanPersie, 92' Van Persie</P> <P><STRONG>Liverpool</STRONG>: (4-5-1) Reina <STRONG>6</STRONG>, Kelly <STRONG>5.5</STRONG>, Skrtel <STRONG>5.5</STRONG>, Carragher <STRONG>6</STRONG>, J.Enrique <STRONG>5.5</STRONG>; Kuyt <STRONG>6.5</STRONG>, Hendersson <STRONG>6</STRONG> , Speareng<STRONG> 6</STRONG>, Adam <STRONG>5.5</STRONG>, Downing <STRONG>5</STRONG>&nbsp;(dall'83' Bellamy <STRONG>sv</STRONG>); Suarez <STRONG>5</STRONG>. All. Danglish <STRONG>5</STRONG></P> <P><STRONG>Arsenal</STRONG>: (4-3-3) Szczesny<STRONG> 7,</STRONG> Sagna<STRONG> 6.5</STRONG>, Koscielny <STRONG>4.5</STRONG>, Vermaalen <STRONG>5</STRONG>, Gibbs<STRONG> 5.5</STRONG>; Arteta <STRONG>6</STRONG>&nbsp;(dal 50' Diaby <STRONG>6</STRONG>, dall'80' Chamberlain <STRONG>sv</STRONG>), Song <STRONG>6</STRONG>, Rosicky <STRONG>5.5</STRONG>; Walcott<STRONG> 5.5</STRONG>, Van Persie<STRONG> 8</STRONG>, Benayoun&nbsp;<STRONG>5.5</STRONG>&nbsp;(dal 71' Gervinho <STRONG>6</STRONG>). All. Wenger<STRONG> 7</STRONG></P> <P>Ammoniti: Vermaalen (A)</P> <P><STRONG>Top: </STRONG>Kuyt: si ok sbaglia il rigore, e anche la ribattuta. Ma corre quanto un indemoniato, tutte le occasioni più importanti passano dai suoi piedi da una grinta alla squadra incredibile. Assolutamente fonda mentale</P> <P>Van Persie: è un autentico fenomeno. Due palloni, due gol. il primo è un colpo di testa che ricorda tanto quel numero 14 che ha fatto la storia nella squadra dove gioca (Henry ndr), il secondo è una specialità della casa invece: cross dalla destra di Sagna è super tiro a volo di sinistro difficilmente parabile dal portiere. Ibra, a "consigliarlo a Berlusconi" ha visto giusto...ma Wenger difficilmente se ne priverà.</P> <P><STRONG>Flop</STRONG>: Suarez: dovrebbe fare ciò che fa Van Persie dall'altra parte, invece, tranne un bel numero in aria su cui si disimpegna benissimo il portiere avversario, non fa praticamente niente. </P> <P>Koscielny: Che all'Arsenal non siano grandi scopritori di difensori centrali&nbsp;questo si sapeva da tempo, ma la coppia Koscielny-Vermaalen è assolutamente inguardabile. Si dice che due indizi fanno una prova: bene, dopo&nbsp;il match&nbsp;col Milan questa di Anfield lascia pochi dubbi sulla non proprio splendida forma dei due centrali Gunners</P> <P>&nbsp;</P>LIVERPOOLFL0141FL0141van persie.jpgSiNliverpool-arsenal-segna-sempre-van persie-1002298.htmSi100205001,02,03030247
3081002291NewsCalcio EsteroPremier League, Liverpool-Arsenal: risultato e marcatori20120303135529LIVERPOOL- ARSENALLive su «ilCalcio24»<P>Ad Anfield Road arriva l'Arsenal di Arsene Wenger, demolito dal Milan in Champions ma in ottima forma, specialmente in campionato.</P> <P>I Reds, che vengono dalla sconfitta di United, si affidano a Luis Suarez, appoggiato da Kuyt e Downing ai lati: gli uomini di Dalglish ad Anfield non hanno mai perso: 4 vittorie ed 8 pareggi per loro.</P> <P>I Gunners invece, orfani di Henry, tornato nella MLS americana devono scrollarsi di dosso le tossine post Milan, e il match di Liverpool può dare la carica giusta: finqui gli uomini di Wenger fuori casa hanno vinto già ben 5 volte.</P> <P>Segui con noi live&nbsp;Liverpool-Arsenal a partire dalle 13:45 </P> <P>Finale&nbsp;<STRONG>1-2: 23' Koscielny (autogol), 32' e 92' Van Persie</STRONG></P> <P>Liverpool: (4-5-1) Reina, Kelly, Skrtel, Carragher, J.Enrique; Kuyt, Hendersson, Speareng (93' Carroll), Adam, Downing (88' Bellamy); Suarez.</P> <P>Arsenal: (4-3-3) Szczesny, Sagna, Koscielny, Vermaalen, Gibbs; Arteta (dal 50' Diaby, dall'80' Chamberlain), Song, Rosicky; Walcott, Van Persie, Benayoun (dal 71' Gervinho).</P> <P>Ammoniti: Vermaalen (A)</P>1007857Anfield Road- LiverpoolFL0141FL0141suarez.jpgSiNliverpool-arsenal-si-ci-gioca-l-europa-van-persie-1002291.htmSi100205001,02,03030300
3091002098NewsCalciomercatoIl Liverpool punta Hazard20120228193130hazard, liverpool, juventusSul giocatore anche la JuventusNemmeno il tempo di festeggiare il trionfo in Carling Cup che il Liverpool è già al lavoro per rinforzare la rosa in vista della prossima stagione: secondo quanto riferito oggi dal <EM>Daily Mail</EM> la società cara al presidente Tom Werner avrebbe individuato in <STRONG>Eden Hazard</STRONG> il colpo da novanta da mettere a segno in estate. Il centrocampista belga del Lille è monitorato con attenzione dai più grandi club europei, ma i Reds sono pronti a bruciare la concorrenza per tornare nell'élite del calcio inglese, e non solo. La Juve segue da tempo Hazard, ma sarà davvero difficile vedere l'ex Tubize in maglia bianconera la prossima stagione. C1000009adm001adm001hazard.jpgSiNjuventus-liverpool-hazard-1002098.htmSiT1000007100075701,02,03,06030261
3101002111NewsCalciomercatoJuventus, il Liverpool piomba su Xhaka20120228181668juventus, xhaka, liverpool, basileaAi bianconeri piace il talento del BasileaSu <STRONG>Granit Xhaka (19)</STRONG>, centrocampista del<STRONG> Basilea</STRONG> si stanno muovendo le più importanti squadre d'Europa, <STRONG>Juventus</STRONG> compresa. Secondo quanto riportato da <EM>Metro</EM>, il<STRONG> Liverpool</STRONG>&nbsp; seguirà con attenzione Xhaka nella prestigiosa amichevole tra Svizzera ed Argentina in programma domani sera.C1000009adm001adm001xhaka.jpgSiNjuventus-liverpool-xhaka-1002111.htmSiT1000007100075701,02,03,06030367
3111002044NewsCalciomercatoMilan, Keita fa gola a tanti club20120227180131barcellona, keita, milanIl giocatore è in scadenzaPer il centrocampista in scadenza del <STRONG>Barcellona</STRONG>, <STRONG>Seydou Keita (32)</STRONG>, c'è molta concorrenza. Il giocatore ancora non è riuscito a trovare un nuovo accordo col club blaugrana, e questo fatto ha allertato numerosi club in tutta Europa, fra tutti il<STRONG> Milan</STRONG> ma&nbsp;anche PSG, Liverpool e Bayern Monaco.1007858adm001adm001keita.jpgSiNkeiuytrta-milan-barcellona-1002044.htmSiT1000027100075701,02,03,07030225
3121001988NewsCalciomercatoJuventus, lunga la lista degli acquisti. Torna di moda Torres20120226112520juventus, torres, van persoie, nmarpottaAncora viva la pista SuarezCome riporta <STRONG>Tuttosport</STRONG>, la <EM>Juventus</EM> continua a monitorare il mercato delle punte in vista della prossima stagione. Di certo arriverà un top player, ed i nomi che circolano sono quelli di Higuain, Luis Suarez del Liverpool, Van Persie dell'Arsenal e addirittura Fernando Torres, che potrebbe diventare un'occasione visto che il ragazzo andrebbe rigenerato. C1000009adm001adm001marotta 2.jpegSiNjuventus-suarez-van-persie-torres-marotta-1001988.htmSiT1000007100075701,02,03,06030270
3131001905NewsCalciomercatoJuventus, mega offerta per Suarez20120224114140suarez, liverpool, juventusL`attaccante è in rotta con il calcio ingleseCome riportano stamani tutti i tabloid inglesi la <STRONG>Juventus </STRONG>avrebbe pronta l'offerta per <STRONG>Luis Suarez </STRONG>del <STRONG>Liverpool</STRONG>. Si tratterebbe sulla base di circa 25 milioni di euro, e il giocatore in rotta con il calcio inglese per la nota vicenda Evra, sarebbe contento di un eventuale trasferimento in Italia. C1000009adm001adm001suarez.jpgSiNsuarez-liverpool-palermo-juventus-1001905.htmSiT1000007100075701,02,03,06030252
3141001859NewsCalciomercatoJuventus, pronta l`offerta per Suarez20120223132446Juventus-offerta-per-SuarezSull`attaccante c`è anche il PsgDopo il ritorno di Martin Caceres, la Juventus è pronta ad infoltire la colonia "celeste" con un altro pezzo grosso. Secondo l'odierna edizione del Daily Star, infatti, i bianconeri sarebbero in procinto di presentare un'offerta da circa 35 milioni di euro per l'uruguagiano Luis Suarez, attaccante del Liverpool. Pare che la dirigenza dei Reds, dopo il brutto episodio a stampo razzista che ha coinvolto il giocatore, starebbe valutando l'ipotesi di lasciarlo partire nella prossima sessione di mercato. Sull'attaccante, tuttavia, c'è anche il forte pressing del Paris Saint-Germain di Carlo Ancelotti. Se la trattativa non dovesse decollare, Marotta ha in mente altri nomi: Higuain e Rossi su tutti.<br>FL0131FL0131suarez.jpgSiNjuventus-offerta-per-suarez-1001859.htmSi100148501,02,03010235
3151001746NewsCalciomercatoLiverpool, piace Afellay20120222084644afellay, liverpool, juventusIl giocatore è seguito anche dalla JuventusContinuano a&nbsp;rincorrersi&nbsp; le voci dell'interessamento del Liverpool nei confronti dell'esterno del Barcellona <STRONG>Ibrahim Afellay</STRONG>, che piace anche alla Juventus. Il contratto dell'olandese è in scadenza a giugno del 2015.C1000009adm001adm001afellay.jpgSiNliverpool-afellay-barcellona-juventus-1001746.htmSiT1000007100075701,02,03,06030191
3161001763NewsCampionatiNapoli, Cannavaro: «Adesso non vogliamo fermarci»20120221194531cannavaro, napoliSiamo orgogliosi di arrivare a questa sfidaL`emozione ha voce<EM> Il Mattino</EM>. «Siamo orgogliosi di arrivare a questa sfida». <STRONG>Paolo Cannavaro</STRONG> aveva sognato un simile momento, lui che un giorno confidò di voler essere quello che «Totti è per la Roma». Un simbolo, con la maglia cucita sulla pelle. Giallorossa quella, azzurra questa, indossata nuovamente da sei stagioni dopo la lunga parentesi vissuta tra Verona e Parma: l`addio alla famiglia e alla squadra del cuore nel `98 per motivi finanziari, il Napoli di Ferlaino doveva fare cassa e si privò anche dei talenti, non soltanto dei campioni. «Ci rendiamo conto di aver scritto una pagina di storia», raccontò il difensore alla troupe televisiva dell`Uefa che arrivò a Napoli all`inizio di settembre, quando stava per iniziare il girone di Champions. Prima tappa in Inghilterra sul campo del Manchester City, la squadra dello sceicco Mansour. Sembravano ostacoli insormontabili per gli azzurri, arrivati invece al secondo posto, eliminando proprio il City di Mancini. «E non vogliamo fermarci qui».<BR>L`obiettivo è scrivere un`altra pagina di storia perché gli ottavi di Champions, ex Coppa dei Campioni, il Napoli li ha già vissuti nel 1990, quando il capitano era Maradona. Il sogno di andare oltre si infranse nello stadio dello Spartak Mosca, maledetti rigori e maledetto Diego, arrivato in ritardo all`appuntamento nella ex Urss perché ormai schiavo della cocaina. Cannavaro aveva 9 anni e sognava di diventare calciatore come il fratello Fabio, che già giocava nelle giovanili azzurre. Quei sogni sono diventati realtà e adesso per andare avanti in questo affascinante viaggio serve la massima concentrazione perché gli avversari  almeno per i difensori  si chiamano Mata, Drogba e Torres, el niño maravilla che ha affrontato il Napoli nell`edizione 2010-2011 quando indossava la maglia del Liverpool. Cannavaro non ha trascurato il minimo particolare. Alle lezioni di Mazzarri, infatti, il capitano ha aggiunto una serie di analisi personalizzate: ha studiato nei dettagli i campioni dei Blues per non trovarsi impreparato in questa super sfida.<BR>Quando Paolo è tornato a Napoli, c`era aria di festa. Era l`estate 2006, la squadra era appena tornata in serie B. Ma la festa vera è questa, gli azzurri hanno ritrovato la loro magnifica dimensione. «Spaventati per il confronto con il Chelsea? No, siamo al contrario molto motivati e convinti dei nostri mezzi», ha assicurato il capitano. «L`ho detto a dicembre, quando c`è stato il sorteggio: ci aspettano due sfide affascinanti, i nostri tifosi dovranno viverle come autentiche feste. E poi potremo tornare il 14 marzo in uno stadio inglese». Con entusiasmo, si spera. Dipende da questa notte. Il capitano suona la carica.1007856adm001adm001cannavaro paolo.jpgSiNcannavaro-napoli-chelsea-1001763.htmSiT1000017100075701,02,03,08030168
3171001734NewsCalciomercatoChelsea, anche Benitez per il dopo Villas Boas20120221094531benitez, inter, chelsea, villas boasAnche lo spagnolo candidato alla panchina dei londinesiSecondo il <EM>Daily Mail</EM> per il <STRONG>Chelsea</STRONG> il dopo <STRONG>Villas Boas</STRONG> sarebbe rappresentato da <STRONG>Rafael Benitez</STRONG>. L'ex tecnico di Liverpool e Inter è infatti disponibile e il primo della lista per il patron dei Blues, Roman Abramovich.<BR>adm001adm001villas boas.jpgSiNbenitez-villa-boas-1001734.htmSi100075701,02,03030114
3181001607NewsCalciomercatoPalermo, con gli arabi il sogno è Suarez20120218121531suarez, liverpool, palermoL`attaccante è in rotta con il Liverpool&nbsp;Secondo quanto riportato da<EM> Metro</EM>, sulle tracce di <STRONG>Luis Suarez</STRONG>, attaccante in rotta con il <STRONG>Liverpool</STRONG>, ci sarebbe anche il <STRONG>Palermo</STRONG>. Un investimento che potrebbe andare a buon punto solo con l'ingresso degli arabi nella società rosanero.C1000009adm001adm001suarez.jpgSiNpalermo-liverpool-suarez-1001607.htmSiT1000023100075701,02,0303099
3191001599NewsCalciomercatoJuventus, Marotta vuole Xabi Alonso20120218100826marotta, real, amdrid, juventus, xabi alonso Il regista del Real Madrid era già stato vicino alla maglia bianconeraSecondo quanto riportato dal portale <EM>fichajes.com</EM>, la<STRONG> Juventus</STRONG> durante la prossima sessione di mercato, tornerà all'assalto di<STRONG> Xabi Alonso</STRONG>, regista spagnolo in forza al Real Madrid. Il centrocampista del Real era già stato vicino alla maglia bianconera, quando ancora militava nel Liverpool. Dopo una lunga trattativa l'assalto delle Juventus fallì, con Alonso che alla fine arrivò al Real Madrid di Mourinho.C1000009adm001adm001xabi alonso.jpgSiNjuventus-xabi-alonso-1001599.htmSiT1000007100075701,02,03,06030296
3201001517NewsCalciomercatoSuarez nuovo obiettivo del PSG20120216120951suarez, psgLa notizia viene ripresa dall`EquipéDopo aver mancato il colpo Tevez lo scorso gennaio il PSG starebbe già progettando l'assalto nella finestra estiva di calciomercato a<STRONG> Luis Suarez</STRONG>, l'attaccante uruguaiano del Liverpool ormai in rotta con l'ambiente della Premier League dopo le accuse di razzismo che lo hanno portato ad una squalifica di otto giornate. La notizia è stata riportata questa mattina <EM>L'Equipe </EM>che cita anche un primo contatto fra il club di Leonardo e l'entourage del giocatore. Discriminante fondamentale per il passaggio di Suarez alla corte parigina è la qualificazione in Champions League della formazione di Carlo Ancelotti.1007858adm001adm001suarez.jpgSiNtevez-suarez-psg-1001517.htmSi100075701,02,03030197
3211001475NewsCampionatiPalermo, Zamparini: «Prenderei subito Suarez del Liverpool»20120215112340suarez, liverpool, zamparini, manchester uniyted, palermo"E` un centravanti favoloso e farei in modo di educarlo"<P>Interpellato dalla <EM>Gazzetta dello Sport</EM>, il presidente del <STRONG>Palermo,</STRONG> <STRONG>Maurizio Zamparini</STRONG> su <STRONG>Suarez</STRONG> ha detto: "Lo prenderei per la mia squadra anche domani mattina perché è un centravanti favoloso e farei in modo di educarlo. Ma non pernso si sia comportato cosi perchè è razzista".</P> <P>All'origine di tutto il volgare insulto razzista che Suarez rivolse al terzino sinistro dei Red Devils Evra in occasione della gara d'andata tra Manchester United e Liverpool, il 15 ottobre scorso. "Nigger", la parola pronunciata per ben sette volte, tutte documentate da immagini che hanno portato a un'inchiesta da parte della federazione inglese e alla squalifica di 8 giornate per la punta uruguaiana.<BR></P>1007856adm001adm001suarez.jpgSiNpalermo-zamparini-suarez-1001475.htmSiT1000023100075701,02,03030176
3221001452NewsCalciomercatoJuventus, si avvicina l`obiettivo di Marotta20120214180131higuain, mourinho, marotta, chelsea, suarez, juventus, calciomercatoIl quotidiano spagnolo As riporta la notiziaIl quotidiano spagnolo <EM>As</EM> parla di un possibile addio di <STRONG>Gonzalo Higuain (24)</STRONG> dal <STRONG>Real Madrid</STRONG>.<STRONG> Mourinho</STRONG> avrebbe già pronto il sostituto: si tratterebbe di <STRONG>Luis Suarez</STRONG>, in rotta con il Liverpool e con il calcio inglese.<STRONG> Juventus</STRONG> e<STRONG> Chelsea</STRONG>, attendono interessati novità sulla vicenda essendo entrambe fortemente interessate al Pepita. C1000009adm001adm001marotta.jpgSiNhiguain-real-madrid-marotta-1001452.htmSiT1000007100075701,02,03,06030106
3231001306NewsCalcio EsteroPremier League, Manchester United-Liverpool: risultato e marcatori20120211135957manchetser united, liverpoolSegui gli aggiornamenti su IlCalcio24.com<P>Segui la diretta su <EM>IlCalcio24.com</EM>.</P> <P><BR><STRONG>Manchester United-Liverpool</STRONG>&nbsp;finale <STRONG>2-1</STRONG>&nbsp;&nbsp; (p.t.0-0)&nbsp;marcatori: 47' e 50' Rooney, 80' Suarez (L)</P> <P>ammoniti: Downing, </P> <P>espulsi:</P> <P>Formazioni:</P> <P><STRONG>Manchester United (4-4-2)</STRONG>: De Gea, Evra, Evans, Ferdinand, Rafael, Giggs, Scholes, Carrick, Valencia, Welbeck, Rooney.</P> <P><STRONG>Liverpool (4-1-4-1)</STRONG>: Reina, Johnson, Skrtel, Agger, José Enrique, Spearing, Kuyt, Gerrard, Handerson,Downing, Suarez. </P>1007856adm001adm001stadio.jpgSiNmanchester-liverpool-suarez-rooney-1001306.htmSi100075701,02,03030493
3241001282NewsCalciomercatoInter, anche il Liverpool su Isla20120210190131isla, liverpool, inter, calciomeracato"Sapremo qualcosa di più preciso con l`avvicinarsi della prossima finestra di mercato" Contattato dai microfoni dell'<EM>International Business Times</EM>, l'agente di <STRONG>Mauricio Isla</STRONG>, <STRONG>Leonardo Rodriguez</STRONG>, parla del futuro del suo assistito: "Sì, il Liverpool sta seguendo Isla così come stanno facendo altri club italiani. Non posso però essere sicuro che siano già stati avviati dei contatti anche con l'Udinese. Sapremo qualcosa di più preciso con l'avvicinarsi della prossima finestra di mercato a giugno".C1000009adm001adm001isla.jpgSiNisla-udinese-liverpool-inter-1001282.htmSiT1000011,T1000026100075701,02,03030112
3251001240NewsCalciomercatoFiorentina, il Chelsea punta Jovetic20120209164531fiorentina, chelsea, juventus, jovetic, calciomercato Al momento il cartellino del giocatore si aggira sui 30 milioni di euro Secondo quanto riporta il <EM>Daily Star</EM> il <STRONG>Chelsea</STRONG> sarebbe pronto ad un importante offerta per <STRONG>Stevan Jovetic (22)</STRONG>. Il fantasista montenegrino, oltre ai blues sarebbe seguito anche da <STRONG>Liverpool </STRONG>e <STRONG>Juventus.</STRONG> Al momento il cartellino del giocatore della <STRONG>Fiorentina</STRONG> si aggira sui 30 milioni di euro. C1000009adm001adm001jovetic.jpgSiNjovetic-chelsea-fiorentina-1001240.htmNoT1000024100075701,02,0303090
3261001199NewsCalciomercatoJuventus, anche le big inglesi vogliono Walcott20120208152888walcott, arsenal, juvetus, calciomrtactoIl giocatore è sotto contratto fino al 2013Secondo quanto riportato dal <EM>Daily Mail</EM>, l'attaccante dell'<STRONG>Arsenal</STRONG>,<STRONG> Theo Walcott (22)</STRONG>, sarebbe finito nel mirino di <STRONG>Liverpool </STRONG>