PESCARA, AG. INSIGNE: «IL NAPOLI NON HA BISOGNA DI GIOVINCO PERCHÉ HA INSIGNE»


Ma la valutazione ultima spetta al Napoli
tempo: 45ms
RSS
09/05/2012 -

Antonio Ottaiano, procuratore del talento del Napoli attualmente in prestito al Pescara, Lorenzo Insigne, è intervenuto nel corso di Kiss Kiss Napoli. "Esordio? Credo sia il sogno di ogni ragazzino giocare con la maglia della propria città. Lorenzo non dimenticherà mai quel momento".

IL GRANDE SALTO - "Aspettiamo Lorenzo in serie A, ma la valutazione ultima spetta al Napoli. Si dovrà vedere se affidare Lorenzo Insigne al San Paolo. La crescita procede ad una rapidità impressionante, neanche noi pensavamo riuscisse a raggiungere questi risultati in B. Qualche mese fa si era orientati per attendere ancora un pò per l'inserimento di Lorenzo nel gruppo, ma ora tutto è di nuovo in discussione".

FUTURO - "Il Napoli sta facendo delle valutazioni legate ai progetti e ai risultati del campionato in corso ed anche alle prospettive delle competizioni da affrontare in futuro".

NAPOLI - "Insigne come tutti i ragazzini dava i primi calci nel suo paese d'origine, di preciso all'Olimpia Sant'Arpino. A Napoli è arrivato grazie alla segnalazione di mister Grimaldi, poi Peppe Santoro, che era al Napoli, se ne innamorò".

CAVA - "Quell'anno ha pagato lo scotto di passare da settore giovanile a una squadra di categoria. Non ha colto subito che bisognava tenere un certo ritmo. Quell'esperienza lo ha aiutato, l'ha fortificato e gli è servita a migliorarsi".

FOGGIA - "Con il Foggia ha fatto tesoro dell'esperienza precedente ed è esploso. Trentatre presenze e diciannove gol sono un ottimo bottino. E' stata d'aiuto la presenza di un partner d'attacco come Marco Sau".

CROTONE - "Il Napoli aveva raggiunto un accordo con il Crotone, ma si aspettava la collocazione di Zeman. Quando Zeman è andato a Pescara, i giochi sono stati fatti".

NAZIONALE - "Credo che sia un passaggio naturale quello dall'Under 21 alla Nazionale maggiore. Ma non corriamo troppo. Debuttò in Nazionale in un amichevole e segnò. Vive però le sue tappe in maniera serena. Ovviamente la gioia del debutto è immensa, ma lui resta sempre tranquillo".

FERRARA - "Hanno un bel rapporto, scherzano molto. Lorenzo poi riesce ad entrare subito in sintonia su tutti".

ZEMAN - "E' straordinario, è un grande uomo, è ironico, tratta i ragazzi come fossero suoi figli.

FAMIGLIA - "Ragazzo e famiglia sono straordinari. Umili, onesti, fedeli. E' un ragazzo nato per fare il calciatore. Non trovo parole per espirimere i valori che la famiglia Insigne ha dato ai proipri figli. Tutti i figli sono ragazzi solari, genuini e molto educati".

INSIGNE COME GIOVINCO - "Io credo che avendo Insigne, non penso che il Napoli prenda Giovinco".

VARGAS - "Credo che il presidente quando parli di scugnizzeria intenda altro. Penso che Vargas sia un buon giocatore, ma non ha avuto tutte le possibilità di mostrare il suo talento. Ricordiamoci che è arrivato secondo al pallone d'oro sudamericano, dove i campioni abbondano. Può giocare sicuramente insieme ad Insigne a differenza di Giovinco".

INSIGNE NEL TRIDENTE AZZURRO - "Ha le caratteristiche giusto per entrare nel tridente del Napoli. Carratelli mi fece riflettere su un possibile innesto di Lorenzo al posto di Zuniga. Io credo però non bisogna snaturare il ruolo di un talento così".

MAZZARRI - "Mazzarri sta seguendo Lorenzo e lo apprezza tanto. Se poi il tecnico lo ritenga pronto o meno per il Napoli, non posso saperlo".

IlCalcio24 Redazione