«MANITA» DELL`UDINESE IN COPPA ITALIA, TERNANA A CASA


A Udine i bianconeri stravincono contro la Ternana e vanno avanti in Coppa Italia. Domenica per l`Udinese c`è l`Empoli e la prossima in Coppa sarà con il Cesena.
tempo: 35ms
RSS
Udine Stadio Friuli, 24/08/2014 -

Parte a razzo la nuova stagione dell'Udinese, impegnata questa sera contro la Ternana di Attilio Tesser allo stadio Friuli e primo appuntamento per i bianconeri in Coppa Italia. Un "carroarmato" targato Udine ha letteralmente steso i giocatori umbri con un sonoro 5 a 1, firmato dal solito Di Natale e Thereau.


In un Friuli colpito anche lui dalla stranezza di questa estate, ma senza pioggia fortunatamente, i ragazzi del nuovo tecnico Stramaccioni iniziano alle 21 il proprio cammino in Coppa Italia. Udinese con il 3-5-2 e Ternana con il 4-4-2, arbitrati dall'arbitro Peruzzo di Schio, vedono la prima rete al 19' con la rete del capitano Di Natale e il suo raddoppio dieci minuti dopo, con dribbling e tiro nell'angolino sinistro incluso.

Gli ospiti non stanno a guardare e al 34' Ceravolo accorcia le distanze. Ma è stato solo questione di tempo e due minuti prima dell'intervallo sempre Totò sigla il 3 a 1. L'arbitro manda tutti a bersi un thè caldo in spogliatoio ma nel secondo tempo la musica non cambia. Anzi.

Gavazzi entra per Piredda nella Ternana dal primo minuto della ripresa. Continua il dominio dell'Udinese e al 60' Bruno Fernandes lascia il posto per Pinzi. Dieci minuti dopo il capitano libera Widmer con un colpo di tacco ma lo svizzero non riesce a insaccare. Arriva quindi anche il turno per Kone, prima presenza in assoluto a Udine dell'ex Bologna, dentro per Allan e per gli ospiti entra Falletti al posto di Ceravolo.

Minuto 75': spettacolo di Di Natale, pallonetto dalla destra che scavalca il portiere umbro e fa segnare 4 sul tabellone luminoso. Tutti suoi, e questo è una perla eccezionale. Ma i gol non sono finiti e all'80' Pinzi viene atterrato in area, il difensore Masi tocca il pallone con la mano: cartellino giallo e rigore. Niente cinquina per Totò, però: va sul dischetto Thereau e segna. 

Un minuto dopo esce il capitano bianconero per Nico Lopez, e l'intero Friuli gli dedica una standing ovation più che meritata per la prestazione incredibile. Finale concitato con gli undici di Tesser in avanti, ma è un assalto ai mulini a vento. Peruzzo emette il triplice fischio finale e la Coppa Italia continua per i bianconeri. Domenica, però, c'è l'Empoli: anche il campionato inizia.

Timothy Dissegna