CONFEDERATIONS CUP: IL GIRONE A


Girone A: Brrasile, Italia, Giappone e Messico
tempo: 38ms
RSS
Brasile, 11/06/2013 -

Il Girone A, quello dell'Italia, comprende i padroni di casa del Brasile, il Giappone campione d’Asia e il Messico, che ha trionfato nella zona Concacaf, la federazione delle squadre di nord e centro America e della zona caraibica.

Il Brasile di Luis Felipe Scolari, che ha già trionfato tre volte nella competizione, è chiaramente una delle favorite. Gioca in casa ed è un po' come il preambolo per tentare la conquista, la prossima estate, del sesto titolo Mondiale. I verdeoro hanno disputato sette edizioni su nove delle Confederations Cup, tutte consecutive e, chiaramente, ne detiene il record di presenze.
Naturalmente tutti gli occhi saranno puntati su Neymar, attuale stella dei verdeoro e futura del Barcellona.

Grande attesa anche per l’Italia, chiamata a far dimenticare l'unica catastrofica partecipazione a questo speciale torneo giunto alla nona edizione. La Nazionale di Prandelli, però, non è quella appagata di Lippi dopo la vittoria del Mondiale in Germania e gli Azzurri cercheranno di continuare il percorso di rinnovamento e crescita avviato.

Meno quotate, ma pur sempre degne di rispetto, le selezioni di Giappone e Messico. Le stelle del Sol Levante sono cresciute moltissimo negli ultimi anni, grazie ai vari selezionatori sudamericani ed europei che si sono succeduti fino ad arrivare all'attuale, Alberto Zaccheroni. Il Giappone, che è alla quarta partecipazione in Confederations Cup e vincitore della Coppa d’Asia in Qatar nel 2011, potrebbe rivelarsi come una delle rivelazioni del torneo.
Nonostante la difficoltà del girone, l’esperienza di giocatori dal curriculum internazionale e il talento della stella Keisuke Honda potrebbero sorprendere tutti; fari puntati anchhe su Shinji Kagawa, uno dei più talentuosi tra i giapponesi, e al fiuto del gol di Okazaki, autore di una stagione tra alti e bassi nello Stoccarda. Il secondo posto colto nel 2001 è il miglior piazzamento ottenuto in questa manifestazione; male invece nelle edizioni del 2003 e del 2005 in cui non sono riusciti a superare il girone.

Il Messico, come detto, ha trionfato nel torneo della propria federazione, superando l’avversario storico di quelle latitudini, gli Stati Uniti; assieme al Brasile, la selezione centroamericana è l’unica partecipante ad aver vinto almeno un’edizione della Confederations. C'è da dire che il Mexico è giunto alla sua seta partecipazione ed è dopo il Brasile la squadra che più è stata protagonista del torneo. Basti pensare alla mitica finale del 1999 giocata nel monumentale Stadio Azteca e vinta proprio contro i verde-oro per 4-3. Le stelle della nazionale messicana sono sicuramente, su tutti, l’attaccante del Manchester United, il "Chicharito" Hernandez e il  portierone dell'Ajaccio, Guillermo Ochoa.

Ecco Il calendario completo del Girone A (ora italiana)

Sabato, 15 giugno (ore 21:00*)
Brasile-Giappone: “Stadio Nazionale” di Brasilia

Domenica, 16 giugno (ore 21:00)
Messico-Italia: “Maracanà” di Rio de Janeiro

Mercoledì, 19 giugno (ore 21:00)
Brasile-Messico: “Stadio Castelao” di Fortaleza

Mercoledì, 19 giugno (ore 24:00)
Italia-Giappone: ”Arena Pernambuco” di Recife

Domenica, 22 giugno (ore 21:00)
Italia-Brasile: “Arena Fonte Nova” di Salvador
Giappone-Messico: “Stadio Mineirao” di Belo Horizonte

 

 


 

Antonio Ioppolo

Query
Template: /notizie/index.cfm:19
Execution Time: 0.655 ms
Record Count: 1
Cached: No
Lazy: No
SQL:
SELECT * FROM news
where tipo ='news' and (data<'20210918' or (data='20210918' and ora<='014716'))
and id_arg = 1012140
and azienda like '%01%'
order by data desc,ora desc,id_arg desc
id_argtipoareaTitoloDataoraKeywordsdescrizionebreveDescrizioneufficiocittaAutoreid_inserimentoimmagineinhomeINSLIDERfonteinevidenzaidargomeidteampeopledoccorrelatiStartDateEndDateaziendaPROPRIETARIOriservatocontalettureesclusiva
11012140NewsCoppeConfederations Cup: il Girone A20130611111328Confederations CupGirone A: Brrasile, Italia, Giappone e MessicoIl Girone A, quello dell'Italia, comprende i padroni di casa del Brasile, il Giappone campione d’Asia e il Messico, che ha trionfato&nbsp;nella zona Concacaf, la federazione delle squadre di nord e centro America e della zona caraibica. <br><br>Il Brasile di Luis Felipe Scolari, che ha già trionfato tre volte nella competizione, è chiaramente una delle favorite. Gioca in casa ed è un po' come il preambolo per tentare la conquista, la prossima estate, del sesto titolo Mondiale. I verdeoro hanno disputato sette edizioni su nove delle Confederations Cup, tutte consecutive e, chiaramente, ne detiene il record di presenze.<br>Naturalmente tutti gli occhi saranno puntati su Neymar, attuale stella dei verdeoro e futura del Barcellona.<br><br>Grande attesa anche per l’Italia, chiamata a far dimenticare l'unica catastrofica partecipazione a questo speciale torneo giunto alla nona edizione. La Nazionale di Prandelli, però, non è quella appagata di Lippi dopo la vittoria del Mondiale in Germania e gli Azzurri cercheranno di continuare il percorso di rinnovamento e crescita avviato. <br><br>Meno quotate, ma pur sempre degne di rispetto, le selezioni di Giappone e Messico.&nbsp;Le stelle del Sol Levante sono cresciute moltissimo negli ultimi anni, grazie ai vari selezionatori sudamericani ed europei che si sono succeduti&nbsp;fino ad arrivare all'attuale, Alberto Zaccheroni. Il Giappone, che&nbsp;è alla quarta partecipazione&nbsp;in Confederations Cup e vincitore della Coppa d’Asia in Qatar nel 2011, potrebbe rivelarsi come una delle rivelazioni del torneo. <br>Nonostante la difficoltà del girone, l’esperienza di giocatori dal curriculum internazionale e il talento della stella Keisuke Honda potrebbero sorprendere tutti; fari puntati anchhe su Shinji Kagawa, uno dei più talentuosi tra i giapponesi, e al fiuto del gol di Okazaki, autore di una stagione tra alti e bassi nello Stoccarda.&nbsp;Il secondo posto colto nel 2001 è il miglior piazzamento ottenuto in questa manifestazione; male invece nelle edizioni del 2003 e del 2005 in cui non sono riusciti a superare il girone. <br><br>Il Messico, come detto, ha trionfato nel torneo della propria federazione, superando l’avversario storico di quelle latitudini, gli Stati Uniti; assieme al Brasile, la selezione centroamericana è l’unica partecipante ad aver vinto almeno un’edizione della Confederations. C'è da dire che il Mexico è giunto alla sua seta partecipazione ed è dopo il Brasile la squadra che più è stata protagonista del torneo. Basti pensare alla mitica finale del 1999 giocata nel monumentale Stadio Azteca e vinta proprio contro i verde-oro per 4-3. Le stelle della nazionale messicana sono sicuramente, su tutti, l’attaccante del Manchester United, il "Chicharito" Hernandez e il&nbsp; portierone dell'Ajaccio, Guillermo Ochoa.<br><br>Ecco Il calendario completo del Girone A (ora italiana)<br><br>Sabato, 15 giugno (ore 21:00*)<br>Brasile-Giappone: “Stadio Nazionale” di Brasilia<br><br>Domenica, 16 giugno (ore 21:00)<br>Messico-Italia: “Maracanà” di Rio de Janeiro<br><br>Mercoledì, 19 giugno (ore 21:00)<br>Brasile-Messico: “Stadio Castelao” di Fortaleza<br><br>Mercoledì, 19 giugno (ore 24:00)<br>Italia-Giappone: ”Arena Pernambuco” di Recife<br><br>Domenica, 22 giugno (ore 21:00)<br>Italia-Brasile: “Arena Fonte Nova” di Salvador<br>Giappone-Messico: “Stadio Mineirao” di Belo Horizonte<br><br>&nbsp;<br><br>&nbsp;<br><br><br>&nbsp;<br><br>BrasileFL0411FL0411cesare-prandelli.jpgSiNconfederations-cup-2013-il-girone-a-1012140.htmSi100427901,02,03010402

Le nostre Esclusive

notizie calcio
Il Conte pensiero
di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013