BERLUSCONI CHIUDE A BALOTELLI: «NON LO VEDO AL MILAN»


«Robinho? il Milan non vuole cederlo, ma lui ha un pò di nostalgia...«
tempo: 34ms
RSS
15/12/2012 -

Silvio Berlusconi, durante la cena natalizia del Milan, ha parlato un pò di tutto: dalle ambizioni della squadra a Robinho, per passare ovviamente alle solite domande su Mario Balotelli al Milan:

"Siete voi che continuate a parlare di Balotelli.  Io una volta ho detto che ho altri sogni, poi che non lo sogno ed è venuto fuori che è un mio sogno. Io non l'ho mai sognato e non rientra nei piani del Milan. Preferirei comprare la gioconda. Niang gli assomiglia nella cresta.";

Il patron poi continua parlando del suo rapporto col Milan e del futuro della squadra: "Io considero il Milan una parte della storia mia e della mia famiglia e quindi mi auguro che la mia famiglia possa ancora avere la possibilità di continuare a darsi la possibilità di essere l'animatrice di questa avventura straordinaria che si chiama Milan. Questo è un Milan di transizione per rimettere insieme un team di campioni. Di campioni abbiamo vissuto per 26 anni ora con un po' di pazienza affronteremo un periodo di 3 anni per aspirare a essere nuovamente protagonisti in Italia, Europa e nel mondo. Abbiamo un giocatore di 15 anni (Mastour,giovane marocchino degli Allievi, ndr) che tra un anno potrà giocare in serie A, e stiamo guardando un centinaio di ragazzi nelle varie squadre alla ricerca di nuovi campioni".

Sul mercato invece Berlusconi spera di convincere Robinho a restare ed esclude altri acquisti a centrocampo: "Il Milan non vuole cederlo. Il giocatore soffre di saudade e molte società brasiliane lo cercano, vediamo. Noi vorremmo assolutamente non farlo partire, ma lui ha un po' di nostalgia e quindi stiamo parlando. Un'offerta limite non c'è ma ci sono cifre a cui si pensa e se partirà saremo obbligati a prendere un altro attaccante. L'infortunio di De Jong?La linea mediana è composta da ottimi giocatori. Abbiamo addirittura due mediani: stiamo bene così ".  


Luca Bonaccorso