NAPOLI, MAZZARRI: «ANCORA TUTTO È POSSIBILE. PUÒ ARRIVARE IN CHAMPIONS LEAGUE ANCHE IL CATANIA»


Al mio Napoli do un bel 10 e lode in pagella
tempo: 43ms
RSS
17/03/2012 -

Il tecnico del Napoli, Walter Mazzarri, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro l'Udinese.

Sulle parole del presidente de Laurentiis
"Ho sempre detto che ho un contratto fino al 2013, ed ho intenzione di rispettarlo".

Sulla reazione dopo l'eliminazione dalla Champions
"Purtroppo siamo usciti da questa competizione che abbiamo onorato al meglio. Ora ci sono 11 partite di campionato, e cercheremo di dare il massimo. Anche in Coppa Italia cercheremo di ribaltare il risultato, poi a fine campionato tireremo le somme. Purtroppo in Champions è andata male, ma al mio Napoli do un bel 10 e lode in pagella. Abbiamo fatto qualcosa di straordinario, arrivare a giocare con delle superpotenze come Chelsea e Bayern Monaco è motivo d'orgoglio. Abbiamo eliminato il Villarreal in Champions, che lo scorso anno ci aveva eliminati dall'Europa League".

Sulla partita contro l'Udinese
"Nei miei pensieri c'è solo la gara con l'Udinese. So quale saranno le nostre difficoltà, abbiamo dato tutto in Champions per 120 minuti. Oggi valuterò, in base a quello che farà l'Udinese. Solo all'ultimo secondo saprete le mie decisioni. Ci sono ancora 33 punti a disposizione, non è decisiva la sfida con l'Udinese. Cercherò di mandare in campo la migliore formazione contro l'Udinese".

Sulla corsa Champions League
"Con 33 punti a disposizione può succedere di tutto, può arrivare in Champions anche il Catania. Inutile fare certi discorsi ora".

Su Guidolin
"È uno dei migliori allenatore d'Europa, ma quando saremo in possesso palla cercheremo di imporre il nostro gioco"

Sulla rosa
"Le decisioni le prende la società, se punti sui giovani i frutti arriveranno dopo un paio di stagioni. Come per esempio Zuniga, che era stato bocciato da pubblico e stampa ed ora è uno dei punti di forza. Non possiamo pensare di fare risultato subito, cerchiamo di fare il massimo per far crescere questi ragazzi"

Sulla delusione dopo l'eliminazione in Champions
"Ho detto ai miei giocatori che la rabbia dovrà essere messa al servizio della grinta, per affrontare al meglio la gara successiva. L'amarezza è tanta, purtroppo è andata così. Ad Udine dobbiamo superare questa delusione, per affrontarla da squadra vera".

IlCalcio24 Redazione