HINTERREGGIO, UNO SCIVOLONE CHE NON SI RIPERCUOTERÀ SULLA SALVEZZA


Hinterreggio
tempo: 39ms
RSS
21/01/2013 -

Ci sono due facce nella medaglia del calcio come in quella della vita. Da una parte la certezza del presente e dall’altra l’imponderabile che si annida sempre dietro l’angolo. Ma forse è proprio bello per questo il calcio, perché ti tiene sempre sulla corda e non ti dà mai certezze assolute. Dopo la lunga serie di risultati positivi ottenuti dall’Hinterreggio di mister Venuto, gli ospiti toscani del Pontedera ne hanno fermato l’incedere verso la strada della salvezza. Un risultato pesante per i calabresi che, al Granillo, tra le proprie mura, perdono il confronto con il Pontedera per 0 a 3. Con questa vittoria i toscani si portano al secondo posto in classifica dietro una Salernitana che la sovrasta di ben dieci punti nella classifica di Lega Pro 2. Tuttavia, la prova incolore della squadra di Antonio Venuto non deve creare inutili allarmismi, ma deve essere “assorbita” come un incidente di percorso. Diciamo questo in virtù del buon momento che l’Hinterreggio ha dimostrato fino ad oggi, un momento con non può essere cancellato in un sol attimo dal pur rotondo passivo ottenuto dalla partita contro il Pontedera. I toscani si sono trovati in vantaggio dopo soli dieci minuti con Arrighini. Poi al 39’ raddoppiano con Regoli e al 93’ realizzano il terzo gol con Grassi. Come dicevamo, la sconfitta subita dai reggini non deve far pensare a una disfatta della squadra ma, al contrario, pur nell’amarezza di un pesante passivo, è importante mettere in evidenza la vera anima della squadra di Venuto, che è quella della naturale propulsione offensiva. E’ una scuola di pensiero che, a nostro avviso, è assolutamente apprezzabile dal punto di vista caratteriale. Il 3-5-2 voluto dal tecnico reggino fin dal primo giorno in cui gli è stata affidata questa squadra, dà il senso del suo lavoro e della sua tattica scelta in base alle caratteristiche tecniche dei ragazzi messi a sua disposizione dalla società. E, in base a quanto detto, possiamo giustificare una sconfitta che, pur di larghe proporzioni, è figlia di una mentalità calcistica che vuole imporre il proprio gioco contro tutte le avversarie di turno; siano esse prime o ultime in classifica. Per questo riteniamo un incidente di percorso il 3 a 0 subito in casa dall’Hinterreggio, anche alla luce di quanto a saputo fare fino ad oggi la squadra di Venuto. Siamo sicuri che, nel corso della settimana, i reggini sapranno preparare in maniera consona la prossima partita di campionato in casa dell’Aprilia che è terza in classifica, facendo tesoro degli errori e dell’esperienza maturata contro il Pontedera. Conoscendo le capacità del suo condottiero, non può che essere così.

Salvino Cavallaro            


Salvino Cavallaro

Query
Template: /notizie/index.cfm:19
Execution Time: 0.684 ms
Record Count: 1
Cached: No
Lazy: No
SQL:
SELECT * FROM news
where tipo ='news' and (data<'20210925' or (data='20210925' and ora<='105233'))
and id_arg = 1010074
and azienda like '%01%'
order by data desc,ora desc,id_arg desc
id_argtipoareaTitoloDataoraKeywordsdescrizionebreveDescrizioneufficiocittaAutoreid_inserimentoimmagineinhomeINSLIDERfonteinevidenzaidargomeidteampeopledoccorrelatiStartDateEndDateaziendaPROPRIETARIOriservatocontalettureesclusiva
11010074NewsCampionatiHinterreggio, uno scivolone che non si ripercuoterà sulla salvezza20130121092935hinterreggioHinterreggioCi sono due facce nella medaglia del calcio come in quella della vita. Da una parte la certezza del presente e dall’altra l’imponderabile che si annida sempre dietro l’angolo. Ma forse è proprio bello per questo il calcio, perché ti tiene sempre sulla corda e non ti dà mai certezze assolute. Dopo la lunga serie di risultati positivi ottenuti dall’Hinterreggio di mister Venuto, gli ospiti toscani del Pontedera ne hanno fermato l’incedere verso la strada della salvezza. Un risultato pesante per i calabresi che, al Granillo, tra le proprie mura, perdono il confronto con il Pontedera per 0 a 3. Con questa vittoria i toscani si portano al secondo posto in classifica dietro una Salernitana che la sovrasta di ben dieci punti nella classifica di Lega Pro 2. Tuttavia, la prova incolore della squadra di Antonio Venuto non deve creare inutili allarmismi, ma deve essere “assorbita” come un incidente di percorso. Diciamo questo in virtù del buon momento che l’Hinterreggio ha dimostrato fino ad oggi, un momento con non può essere cancellato in un sol attimo dal pur rotondo passivo ottenuto dalla partita contro il Pontedera. I toscani si sono trovati in vantaggio dopo soli dieci minuti con Arrighini. Poi al 39’ raddoppiano con Regoli e al 93’ realizzano il terzo gol con Grassi. Come dicevamo, la sconfitta subita dai reggini non deve far pensare a una disfatta della squadra ma, al contrario, pur nell’amarezza di un pesante passivo, è importante mettere in evidenza la vera anima della squadra di Venuto, che è quella della naturale propulsione offensiva. E’ una scuola di pensiero che, a nostro avviso, è assolutamente apprezzabile dal punto di vista caratteriale. Il 3-5-2 voluto dal tecnico reggino fin dal primo giorno in cui gli è stata affidata questa squadra, dà il senso del suo lavoro e della sua tattica scelta in base alle caratteristiche tecniche dei ragazzi messi a sua disposizione dalla società. E, in base a quanto detto, possiamo giustificare una sconfitta che, pur di larghe proporzioni, è figlia di una mentalità calcistica che vuole imporre il proprio gioco contro tutte le avversarie di turno; siano esse prime o ultime in classifica. Per questo riteniamo un incidente di percorso il 3 a 0 subito in casa dall’Hinterreggio, anche alla luce di quanto a saputo fare fino ad oggi la squadra di Venuto. Siamo sicuri che, nel corso della settimana, i reggini sapranno preparare in maniera consona la prossima partita di campionato in casa dell’Aprilia che è terza in classifica, facendo tesoro degli errori e dell’esperienza maturata contro il Pontedera. Conoscendo le capacità del suo condottiero, non può che essere così.<br><br> Salvino Cavallaro&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; <BR><br><br>FL0711FL0711venuto-6.jpgSiNhinterreggio-uno-scivolone-che-non-si-ripercuotera-sulla-salvezza-1010074.htmSi100451001,02,03030135

Le nostre Esclusive

notizie calcio
Il Conte pensiero
di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013